Myanmar, quella suora in ginocchio davanti alla violenza della polizia


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2021/03/01/news/myanmar_quella_suora_in_ginocchio_davanti_alla_violenza_della_polizia-289757521/

Il cardinale Charles Bo, arcivescovo di Yangon, ha twittato l’immagine di suor Ann Nu Thawng, delle missionarie di San Francesco Saverio di Myitkyina, nello Stato del Kachin, mentre implora gli agenti di fermare la sanguinosa repressione sui manifestanti. La religiosa ha offerto rifugio a chi veniva inseguito

La foto è stata twittata direttamente dal cardinale Charles Bo, arcivescovo di Yangon in Myanmar, presidente dei vescovi del Paese. Come riporta l’agenzia Sir, ritrae suor Ann Nu Thawng, delle missionarie di San Francesco Saverio di Myitkyina, dello Stato del Kachin, inginocchiata ieri davanti alla polizia antisommossa.

È un’immagine simbolo della giornata più difficile e sanguinosa in Myanmar: “Oggi, la rivolta è stata grave a livello nazionale”, scrive l’arcivescovo su Twitter. “La polizia sta arrestando, picchiando e persino sparando alle persone. In lacrime, suor Ann Nu Thawng implora e ferma la polizia affinché smetta di arrestare i manifestanti”.

Bo spiega che “il Myanmar è un campo di battaglia”. Dice:: “I cattolici in Myanmar hanno un chiaro piano nazionale di cooperazione a livello locale con le autorità di ogni livello. Siamo pronti a incoraggiare e mediare un dialogo nuovo e tempestivo tra le diverse parti”.

E ancora: “L’azione della suora e la risposta della polizia che, al vedere la supplica della religiosa, si è fermata, hanno sorpreso molti di noi“, ha commentato all’agenzia Fides Joseph Kung Za Hmung, direttore di Gloria News Journal, il primo giornale cattolico su web in Myanmar. “Suor Ann oggi – ha continuato – è un modello per i leader della Chiesa: vescovi e sacerdoti sono chiamati a uscire dalle loro zone di comfort e a prendere esempio dal suo coraggio“. “Più di 100 manifestanti hanno potuto trovare riparo nel suo convento. Li ha salvati dal pestaggio brutale e dall’arresto della polizia“, ha aggiunto il direttore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...