Morti Bianche 2022


Morti Bianche 2022

——————–°°°——————–

Maggio 2022

——————–°°°——————–

Trattore si ribalta, 51enne muore nel Vastese

articolo: https://www.ansa.it/abruzzo/notizie/2022/05/28/trattore-si-ribalta-51enne-muore-nel-vastese_6f6574de-b1b0-4aaf-a744-0db041bddd72.html

In terreno vicino alla Trignina. Automobilista chiama soccorsi

(ANSA) – Dogliola (Chieti), 28 maggio 2022

Un uomo di 51 anni di Fresagrandinaria (Chieti) è morto questa mattina a Dogliola (Chieti) dopo che il trattore sul quale si trovava, su un terreno agricolo, si è ribaltato schiacciandolo.

Sul posto sono intervenuti il 118, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri, ma per l’uomo non c’era più niente da fare.

L’incidente è avvenuto in una zona non lontana dallo svincolo della strada statale 650 di Fondo Valle Trigno, cosiddetta Trignina; a dare l’allarme un automobilista in transito. (ANSA).

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro a Messina: operaio cade da un’impalcatura e muore

articolo Redazione Tgcom24: Incidente sul lavoro a Messina: operaio cade da un’impalcatura e muore (msn.com)

Messina, 27 maggio 2022

Un operaio di 49 anni, Salvatore Marchetta, è morto dopo essere caduto da un’impalcatura. È accaduto a Messina. Secondo una prima ricostruzione della polizia, giovedì pomeriggio l’uomo stava montando un infisso in un’abitazione al secondo piano di una palazzina. Ha perso l’equilibrio ed è precipitato nel vuoto. È intervenuta un’ambulanza, che lo ha trasferito all’ospedale Papardo di Messina, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico che però si è rivelato vano.

Cisl: “Ennesima tragedia che colpisce Messina” – “La morte di Salvatore Marchetta è l’ennesima tragedia che colpisce la città. Quando un lavoratore muore è una sconfitta per tutto il sistema lavoro“. Lo afferma il segretario della Cisl Messina, Antonino Alibrandi, che porge “le condoglianze alla famiglia a nome di tutto il sindacato“.

La sicurezza sul lavoro è una priorità della nostra attività sindacale – aggiunge Alibrandi – e lo è sempre stata. Per questo abbiamo voluto fortemente il protocollo sulla prevenzione e la sicurezza nei cantieri firmato in Prefettura. Noi non vogliamo più piangere il giorno dopo, ma vogliamo operare prima per evitare simili tragedie attraverso la prevenzione e quel cambio culturale necessario per diffondere la sicurezza sul lavoro“.

——————–°°°——————–

Schiacciato dal trattore che si ribalta nel vigneto

articolo Leonardo Trespidi: https://www.ilpiacenza.it/cronaca/uomo-schiacciato-trattore-diolo-lugagnano-27-maggio.html

Infortunio agricolo vicino a Diolo di Lugagnano. Un 54enne trasportato in eliambulanza all’ospedale di Parma

Galli di Diolo – Lugagnano (Piacenza) 27 maggio 2022

Un agricoltore di 54 anni è stato trasportato d’urgenza in eliambulanza all’ospedale Maggiore di Parma a causa di un infortunio agricolo avvenuto nella tarda mattinata di venerdì 27 maggio in località Galli di Diolo, nel comune di Lugagnano. Poco prima di mezzogiorno l’uomo stava lavorando in un vigneto, lungo un tratto scosceso, quando per cause ancora da chiarire il suo trattore si è ribaltato schiacciandolo al petto. Per soccorrerlo sono arrivati sul posto i vigili del fuoco di Fiorenzuola e due mezzi del 118. Poco dopo sul posto è atterrata anche l’eliambulanza. Poiché l’infortunio è avvenuto in una zona impervia, per trasportare la barella con a bordo il 54enne ferito vicino all’ambulanza è intervenuto in aiuto un altro agricoltore con un piccolo trattore con rimorchio sul quale sono saliti anche i sanitari. Poi il decollo dell’eliambulanza con a bordo l’uomo ferito alla volta dell’ospedale Maggiore di Parma. Sul posto, per gli accertamenti e ricostruire la dinamica, sono intervenuti i carabinieri di Lugagnano e di Vernasca.

——————–°°°——————–

Simone Ferri morto a 24 anni in un incidente sul lavoro

articolo: https://www.ilrestodelcarlino.it/ascoli/cronaca/simone-ferri-morto-incidente-lavoro-1.7718752

Tragedia a Monsampolo, l’operaio di Castel di Lama è caduto dal tetto di un capannone. Aperta un’inchiesta

Monsampolo (Ascoli Piceo), 26 maggio 2022 –

Tragedia sul lavoro, a Monsampolo, un operaio cade dal tetto di un capannone e muore. La vittima è Simone Ferri, di 24 anni di Castel di LamaL’incidente è accaduto intorno alle 13.30 di oggi, in via Angelo Caini a Monsampolo.

La dinamica dell’incidente è tutta ancora da definire. Il ragazzo era sul tetto dell’azienda, quando per cause che sono ancora in corso di accertamento da parte delle forze dell’ordine è precipitato da un’altezza di circa 8 metri.

Un volo drammatico che non gli ha dato scampo. Sul luogo sono intervenuti prontamente i sanitari che hanno fatto del tutto per rianimarlo, ma non c’è stato nulla da fare. Sul luogo sono intervenuti i carabinieri di San Benedetto e di Monsampolo e gli ispettori dell’Area Vasta 5 per cercare di ricostruire quanto è accaduto. Intanto sull’episodio indaga la Procura di Ascoli ha aperto un fascicolo.

——————–°°°——————–

Scontro tra due mezzi pesanti nel Parmense, un morto

articolo: https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2022/05/26/scontro-tra-due-mezzi-pesanti-nel-parmensemorte-due-persone_4d05b4bb-f2cc-46b5-8064-9a10f84119e0.html

Sulla Strada Statale ‘Asolana’ a Torrile

(ANSA) – Bologna, 26 maggio 2022

Incidente mortale sulla Strada Statale 343 ‘Asolana’ all’altezza del chilometro 12 a Torrile, nel Parmense dove due mezzi pesanti si sono scontrati frontalmente e una persona è morta.

All’origine dello schianto mortale – le cui cause sono ancora in fase di accertamento – ci sarebbe un malore di uno dei camionisti, di 31 anni di età e deceduto.

L’uomo avrebbe perso il controllo del proprio mezzo pesante piombando sull’altro veicolo.

Su posto sono intervenuti i tecnici dell’Anas, i sanitari giunti con l’ambulanza da Colorno e l’elisoccorso e le forze dell’ordine. Il sinistro ha comportato la chiusura al traffico del tratto interessato.

——————–°°°——————–

Incidente mortale sul lavoro a Porto Marghera: Alessandro Zabeo è caduto da un’impalcatura, aveva 34 anni

articolo: https://www.ilmessaggero.it/italia/incidente_mortale_alessandro_zabeo_morto_lavoro_venezia_porta_marghera-6709413.html#:~:text=Il%20Mattino-,Incidente%20mortale%20sul%20lavoro%20a%20Porto%20Marghera%3A%20Alessandro%20Zabeo%20è,un%27impalcatura%2C%20aveva%2034%20anni&text=Un%20altro%20incidente%20mortale%20sul,nel%20terminal%20gestito%20da%20Vecon.

Porto Marghera (Venezia), 24 maggio 2022

Un altro incidente mortale sul lavoro. Non ce l’ha fatta il giovane lavoratore che ha avuto un incidente ieri mattina 23 maggio, a Porto Marghera (Venezia) all’interno di una nave nel terminal gestito da Vecon.  La vittima, Alessandro Zabeo, 34 anni, è caduta da un castelletto di circa tre metri, battendo la testa e finendo inizialmente in coma per poi morire nella tarda serata. Ancora da precisare le circostanze che hanno causato la caduta: tra le ipotesi quella di un malore o del fatto che l’operaio si sia sporto troppo dai percorsi protetti previsti. Un equipaggio ha stabilizzato l’infortunato prima di portarlo in ospedale.

——————–°°°——————–

Cade da un tetto, gravissimo 64enne di Inverigo

articolo Di Anna Campaniello: https://www.espansionetv.it/2022/05/22/cade-da-un-tetto-gravissimo-64enne-di-inverigo/

Aggiornamento 24 maggio 2022: È morto in ospedale l’antennista di Inverigo precipitato dal tetto: aveva 64 anni

https://www.quicomo.it/cronaca/morto-antennista-pierluigi-airoldi-inverigo-incidenti-lavoro-caduto-tetto-.html

Purtroppo non c’è stato nulla da fare per il 64enne che il 21 maggio era finito in ospedale dopo un incidente sul lavoro. Si tratta di Pierluigi Airoldi, il tecnico antennista di Inverigo: è deceduto all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo nella giornata di lunedì. continua a leggere

Verano Brianza (Monza e Brianza), 21 maggio 2022

Un uomo di 64 anni di Inverigo è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Bergamo dopo essere caduto da un tetto a Verano Brianza, in provincia di Monza e Brianza.

L’incidente è avvenuto sabato mattina. Dalle prime ricostruzioni, sembra che il comasco stesse facendo un intervento sul tetto. Probabilmente stava lavorando sull’antenna quando, per cause ancora da chiarire, è caduto. Un volo di alcuni metri, nel quale il 64enne ha riportato ferite e traumi purtroppo molto gravi.

E’ stato soccorso e trasportato in elicottero all’ospedale di Bergamo, dove è ricoverato in prognosi riservata. Accertamenti delle forze dell’ordine per chiarire la dinamica dell’incidente

——————–°°°——————–

Ciclista finisce contro il pubblico durante una gara, investito e ucciso direttore sportivo

articolo: https://www.ilmessaggero.it/italia/ciclista_stefano_martolini_morto_gara_castelfidardo_ciclista_cosa_e_successo-6706245.html

Castelfidardo (Ancona), 22 maggio 2022

Una gara ciclistica per dilettanti è finita in tragedia oggi a Castelfidardo (Ancona) con un morto e un ferito grave. Era in corso il Trofeo Comune di Castelfidardo, quando, nella fase finale, un ciclista è finito contro il pubblico, investendo il direttore tecnico di una delle squadre, Viris Vigevano, un 40enne, Stefano Martolini, che era a bordo strada ed è morto.

——————–°°°——————

Morti sul lavoro: agricoltore schiacciato dal trattore nel Cesenate

articolo https://bologna.repubblica.it/cronaca/2022/05/20/news/morti_sul_lavoro_agricoltore_schiacciato_dal_trattore_nel_cesenate-350392308/

La vittima ha 57 anni, il mezzo che conduceva si è ribaltato

Calisese (Cesena) 20 maggio 2022

Tragedia sul lavoro in mattinata nel Cesenate. Un agricoltore di 57 anni è morto nell’improvviso ribaltamento del trattore che stava conducendo. L’incidente è accaduto attorno alle 10.30 in un podere nella frazione di Casale, nel territorio del Comune di Calisese. Il mezzo agricolo, nell’affrontare una piccola trincea presente sul terreno, si è ribaltato senza dare scampo al conducente, rimasto schiacciato e morto sul colpo.

Scattato l’allarme, sul posto è intervenuto il personale sanitario del 118, che non ha potuto fare altro che costatare il decesso dell’uomo. Intervenuti anche i vigili del fuoco, per recuperare il corpo. Le indagini per ricostruire esattamente l’accaduto sono in corso da parte della Polizia del commissariato di Cesena.

——————–°°°——————–

Operaio muore schiacciato da un camion a Imola

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2022/05/20/operaio-muore-schiacciato-da-un-camion-a-imola_5900aa61-1557-4361-89ba-3f702ae9a16e.html

Vittima aveva 43 anni, l’incidente in una azienda di trasporti

Imola, 20 maggio 2021

Incidente mortale sul lavoro nel pomeriggio a Imola, nel Bolognese.

La vittima è un uomo di 43 anni, deceduto per le gravi ferite riportate dopo essere rimasto schiacciato da un camion, mentre lavorava in una ditta di trasporti sulla via Selice.

Le circostanze precise dell’accaduto sono ancora in fase di ricostruzione. E’ intervenuto il 118 con l’eliambulanza, ma l’operaio è morto durante il trasporto d’urgenza all’ospedale Maggiore di Bologna. Sul posto, per ricostruire dinamica e cause dell’incidente, sono intervenuti carabinieri e funzionari della medicina del lavoro. 

——————–°°°——————–

Caltanissetta, operaio travolto da traliccio

articolo: https://www.lasiciliaweb.it/2022/05/caltanissetta-operaio-travolto-da-traliccio/

In codice rosso un 47enne di Monreale, ferito un collega

Caltanissetta, 19 maggio 2022

Due operai sono rimasti feriti, uno in maniera grave, mentre lavoravano sul tetto di un locale commerciale in via Due Fontane a Caltanissetta. Quattro operai stavano effettuando lavori di manutenzione quando un traliccio, sul quale erano montati alcuni ripetitori di compagnie telefoniche, è caduto. Uno dei quattro operai è rimasto schiacciato mentre un altro è stato ferito lievemente. Per liberare l’operaio schiacciato è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco arrivati poco dopo.

L’uomo, un 47enne di Monreale, è stato trasportato col codice rosso da un’ambulanza del 118 all’ospedale Sant’Elia. Al momento è sottoposto ad esami diagnostici. Avrebbe riportato traumi da schiacciamento e una frattura esposta del femore. L’altro operaio è stato trasportato in ospedale col codice giallo, mentre i due colleghi sono rimasti illesi. Adesso i vigili del fuoco sono al lavoro per mettere in sicurezza la zona e definire le cause che hanno determinato il cedimento del traliccio. Le indagini sono affidate ai carabinieri.

——————–°°°——————–

Cade da impalcatura, imprenditore muore a Lipari

articolo Redazione ANSA: Cade da impalcatura, imprenditore muore a Lipari – Sicilia – ANSA.it

Lipari, 19 maggio 2022

Un’imprenditore edile Bartolo Zaia, 68 anni, è morto a Lipari cadendo da una impalcatura in un cantiere in località Zinzolo dove stava ristrutturando un’abitazione.

Dalle prime indagini l’uomo si era recato nella casa della figlia dove erano in corso lavori di restauro di un rudere.

A dare l’allarme è stato un passante. Sul posto si sono recati l’ambulanza del 118 e due pattuglie dei carabinieri. Sulla vicenda che ha turbato la comunità eoliana per la famiglia di Canneto molto nota sull’isola, i carabinieri hanno avviato le prime indagini. La salma è stata trasferita nella sala mortuaria del cimitero. “Mio padre non stava lavorando nella casa. Ha avuto un malore ed è caduto dalle scale“, ha detto Luana Zaia figlia dell’imprenditore Bartolo. I carabinieri continuano a indagare sull’ipotesi di un incidente sul lavoro. La casa dove l’uomo è morto è della figlia ed è in ristrutturazione.

——————–°°°——————–

Bari, scontro sulla statale 172: muore una bracciante, ferite le quattro colleghe in auto con lei

articolo: https://bari.repubblica.it/cronaca/2022/05/19/news/bari_incidente_bracciante_morta_altri_feriti-350220268/?ref=RHTP-BH-I350153903-P2-S3-T1

Incidente all’alba tra Turi e Casamassima. La vittima aveva 66 anni e stava andando a lavorare con le altre donne, ferito anche il conducente dell’altra vettura

Turi/Casamassima (Bari), 19 maggio 2022

Una donna è morta e altre cinque persone sono rimaste ferite nello scontro frontale tra due auto avvenuto all’alba sulla Strada Statale 172 tra Turi e Casamassima, nel Barese. A quanto si apprende la vittima, di 66 anni, viaggiava sul sedile posteriore dell’auto con a bordo cinque donne, braccianti agricole tutte di Turi e rimaste ferite, che stavano andando a lavorare in campagna.

Ferito anche il conducente dell’altra vettura. È stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco per estrarre vittima e feriti dalle lamiere. I rilievi dell’incidente sono affidati ai carabinieri di Gioia del Colle. Da una prima ricostruzione della dinamica dello schianto, emerge che una delle due auto ha invaso la corsia opposta forse, ipotizzano gli investigatori, per un sorpasso azzardato.

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, a Narni un militare dell’esercito muore per il ribaltamento del muletto

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2022/05/18/news/incidenti_sul_lavoro_militare_dellesercito_muore_per_ribaltamento_muletto-350076692/

Narni (Terni), 18 maggio 2022

Nuovo incidente sul lavoro. Stavolta la vittima è un sottufficiale dell’Esercito di 49 anni è morto in seguito ad un incidente sul lavoro avvenuto al deposito munizioni ed esplosivi ‘Mario La Barbera’ di Nera Montoro, a Narni.

IL DOSSIER Morire di lavoro

Secondo le prime informazioni l’uomo sarebbe stato schiacciato dal ribaltamento di un muletto mentre era impegnato in alcune attività. L’incidente sarebbe avvenuto nella serata di ieri, mentre il corpo è stato ritrovato stamani da alcuni colleghi. Inutili i soccorsi. Sul posto, oltre ai carabinieri, il personale del Servizio prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro dell’Usl Umbria 2 per gli accertamenti del caso.

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, un masso si stacca e travolge un operaio di 48 anni in Valtellina

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/05/18/news/incidenti_sul_lavoro_masso_si_stacca_e_travolge_operaio_in_valtellina-350095431/

L’uomo stava lavorando in un cantiere per la posa di reti paramassi a protezione della strada: è grave

Mellarolo (Sondrio) 18 maggio 2022

Un operaio di 48 anni è stato colpito stamani da un masso caduto dalle pendici di una montagna in località Mellarolo, frazione in quota di Cosio Valtellino (Sondrio). L’uomo è rimasto gravemente ferito ed è stato trasportato in elisoccorso all’ospedale di Sondalo (Sondrio): avrebbe riportato un trauma cranico e un altro alla schiena.

Il 48enne stava lavorando in un cantiere stradale con alcuni colleghi proprio per la posa di reti paramassi a protezione della strada. Sull’incidente indagano i tecnici di Ats e i carabinieri di Morbegno.

——————–°°°——————–

Viterbo, anziano 82enne muore carbonizzato sotto il trattore che prende fuoco. Dramma a Ischia di Castro

articolo : https://corrierediviterbo.corr.it/news/viterbo/31590669/viterbo-anziano-morto-incendio-trattore-ischia-di-castro.html#:~:text=Dramma%20a%20Ischia%20di%20Castro,-15%20maggio%202022&text=Un%27altra%20tragedia%20ha%20colpito,trattore%20che%20ha%20preso%20fuoco.

Ischia di Castro (Viterbo), 15 maggio 2022

Un’altra tragedia ha colpito ieri la comunità di Ischia di Castro dopo l’incidente che giovedì sera è costato la vita a Maria Gigliola Amadei. Ieri pomeriggio, 14 maggio, un anziano di 83 anni è morto carbonizzato dopo essere rimasto intrappolato sotto al suo trattore che ha preso fuoco.

L’incidente è avvenuto in un appezzamento di terreno lungo la strada Doganella a circa tre chilometri dal centro storico del paese intorno alle 14 di ieri. L’uomo, secondo una prima ricostruzione, stava facendo degli interventi di manutenzione al suo trattore. Per cause che sono ancora in fase di accertamento sarebbe rimasto incastrato con un piede sotto al trattore che poco dopo, sempre per cause che sono da verificare, ha preso fuoco. L’uomo, impossibilitato a muoversi è stato avvolto dalle fiamme. Non è riuscito a fuggire e nemmeno a lanciare l’allarme.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Gradoli, ma quando sono state spente le fiamme per l’uomo non c’era più nulla da fare. Inutili i tentativi dei sanitari del 118 di rianimarlo. Nella zona della disgrazia sono arrivati anche i carabinieri per glia accertamenti del caso anche se appare chiaro che si è trattato di un incidente.

——————–°°°——————–

Grave operaio rimasto schiacciato tra due containers

articolo: Grave operaio rimasto schiacciato tra due containers – Cronaca – ilgiorno.it

L’infortunio in una cartiera. Trasportato in eliambulanza. all’ospedale San Gerardo. l’uomo dovrebbe salvarsi

Fizzonasco (Milano), 14 maggio 2022

Grave incidente sul lavoro ieri mattina in una cartiera della zona industriale di Fizzonasco. Un operaio è rimasto schiacciato fra due container durante una manovra di scarico. La vittima, un uomo di 47 anni, è stata soccorsa e trasportata in eliambulanza al pronto soccorso dell’ospedale San Gerardo di Monza ma non sarebbe in pericolo di vita. L’incidente si è verificato alle 7 di ieri mattina alla Dimatec, azienda che lavora nel settore cartaceo che si trova in via Gobetti, zona industriale di Fizzonasco. L’allarme è stato lanciato immediatamente dai colleghi che hanno chiamato il 112. Sul posto sono intervenute un’ambulanza, un’automedica e l’elisoccorso oltre agli agenti della polizia locale del comando intercomunale di Pieve. Inizialmente le condizioni dell’operaio sembravano molto gravi tanto che i medici hanno dovuto prestargli le prime cure sul posto. Una volta trasportato al pronto soccorso l’uomo è stato ricoverato per diversi traumi agli arti ma le sue condizioni, pur molto gravi, sarebbero stazionarie. Gli agenti della polizia locale di Pieve stanno effettuando le indagini del caso per verificare le procedure antinfortunistiche e ricostruire la dinamica del grave incidente. Fra le ipotesi prevale quella dell’errore nello spostamento dei container . 

——————–°°°——————–

Incidente sulla A19 a Enna, due operai giù da un ponteggio: uno è morto

articolo di C. B.: Incidente sulla A19 a Enna, due operai giù da un ponteggio: uno è morto – CorrieredelMezzogiorno.it

Sono precipitati da un’altezza di circa 5 metri mentre lavoravano al rifacimento del viadotto Mulini. L’altro è in ospedale, in gravi condizioni, con un trauma addominale

autostrada A19 Palermo-Catania,13 maggio 2022

Un operaio è morto e un altro è rimasto ferito a seguito di un incidente sul lavoro sul viadotto Mulini, al km 115 dell’autostrada A19 Palermo-Catania, tra lo svincolo di Caltanissetta e quello di Enna. Secondo una prima ricostruzione intorno alle 13, per cause ancora da accertare, i due lavoratori sarebbero precitati da un ponteggio mentre lavoravano a un cantiere per il rifacimento del viadotto. Per uno dei due operai non c’è stato nulla da fare, i sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Il secondo operaio è stato trasportato all’ospedale di Enna. Le sue condizioni sarebbero gravi e gli sarebbe stato riscontrato un trauma addominale.

La rabbia del sindacato – I segretari della Filca-Cisl D’Anca e Sodano parlano di strage continua. «Al di là della dinamica, sul quale ci auguriamo la magistratura faccia presto luce – continua la nota – è assolutamente inaccettabile assistere a questo incessante sacrificio di vite umane, che si aggrava giorno dopo giorno e sul quale si registra l’assoluta indifferenza di chi dovrebbe vigilare sui controlli e sulla sicurezza. Ormai siamo ad una guerra senza precedenti, con numeri che parlano della media di una morte bianca ogni due giorni, un dato che fa rabbrividire e sul quale da tempo ormai invochiamo un intervento immediato da parte delle istituzioni».

«Black list per le imprese inadempienti» – «Non possiamo più perdere tempo – concludono – si intervenga subito per potenziare i controlli e per escludere e inserire nella black list le imprese che mettono a rischio la tutela dei lavoratori perché tornare a casa per portare un pezzo di pane alla propria famiglia non deve essere più una roulette russa. Bisogna prevedere immediatamente una patente a punti, che certifichi il livello di sicurezza che adottano le imprese perché solo cosi sarà possibile eliminare chi specula sulle vite umane».

——————–°°°——————–

Strage sulla A4: chi sono i 4 rider di Torino morti nello schianto

articolo di Carlotta Rocci: https://torino.repubblica.it/cronaca/2022/05/12/news/strage_sulla_a4_chi_sono_i_4_rider_morti_nello_schianto-349210823/

Le giovani vittime erano di origini pakistane ma vivevano a Torino da 10 anni. L’incidente mortale tra un’auto e un furgone è avvenuto ieri intorno alle 10 nella tratta tra Marcallo e Arluno nel Milanese

Marcallo e Arluno (Milano), 12 maggio 2022

Qamar, 35 anni, Abid,44 anni, Farid, e Aamir, 31 e 35 anni. Sono le vittime dell’incidente avvenuto ieri mattina sull’A4, tra gli svincoli di Mercallo Mesero e Arluno. Erano nati in Pakistan, vivevano a Torino da una decina d’anni, tra Aurora e Barriera di Milano. Lavoravano come rider, tutto il giorno in bicicletta a fare consegne a domicilio, lavoravano soprattutto la sera.

Ieri però avevano preso la macchina di uno di loro, una Toyota Yaris, per andare a Milano. «Dovevano andare al consolato per dei documenti», spiega Adnan un amico, membro dell’associazione Pakistan Piemonte, un amico delle vittime dell’incidente. Probabilmente hanno organizzato un viaggio di gruppo per risparmiare tempo e denaro.

Sono stati tamponati da un furgone e sono morti prima ancora di essere trasportati in ospedale. C’è un unico superstite tra i passeggeri della Yaris, è un uomo di 30 anni, amico degli altri quattro. Adnan stamattina è andato a trovarlo all’ospedale Niguarda di Milano. «I medici hanno detto che almeno lui guarirà». I loro amici sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo nell’impatto. Sulla dinamica dell’incidente indaga la polizia stradale di Novara, la procura di Milano ha aperto un fascicolo per omicidio stradale. Anche il conducente del furgone è rimasto ferito ma non in modo grave. L’autostrada, ieri, è rimasta chiusa sei ore. continua a leggere

——————–°°°——————–

Giornata nera: incidenti anche ad Albiate e Bellusco 

Albiate – Bellusco (Monza & Brianza), 12 maggio 2022

Pochi minuti prima, in meno di un’ora, sono stati due gli incidenti che hanno visto finire in ospedale una donna di 50 anni ad Albiate e un 31enne al lavoro in un magazzino di Bellusco. In ordine temporale pochi minuti dopo le 13 è stata la donna che stava lavorando in un’azienda in via Gramsci. La 50enne ha riportato una lesione alla caviglia dopo che un peso di oltre 100 chili è caduto e l’ha colpita provocando un trauma all’arto. La donna è stata soccorsa e trasportata al San Gerardo di Monza, dalla croce verde di Lissone. A ricostruire l’incidente gli agenti della locale di Albiate.

Anche a Bellusco, in un magazzino di via Europa, è rimasto ferito ad una gamba, un operaio di 31 anni che ha riportato un trauma da schiacciamento causato da un urto con un muletto. L’uomo è stato soccorso dall’ambulanza guidata dai volontari di Vimercate che hanno trasportato in codice verde il 31enne al pronto soccorso dell’ospedale brianzolo. Sul posto la polizia locale di Bellusco per accertare la dinamica dei fatti. 

——————–°°°——————–

Operaio colpito da un macchinario, un altro incidente sul lavoro in Martesana

articolo: https://primalamartesana.it/cronaca/operaio-colpito-da-un-macchinario-un-altro-incidente-sul-lavoro-in-martesana/

Un uomo di 45 anni è rimasto ferito all’interno di una ditta di Caleppio, frazione di Settala.

Caleppio di settala (Milano), 12 maggio 2022

Ennesimo incidente sul lavoro in Martesana, e questa volta a farne la spese è stato un operaio di 45 anni. E’ successo oggi, giovedì 12 maggio 2022, attorno alle 11 in una ditta nella zona industriale di Caleppio, frazione di Settala.

Operaio colpito ad un braccio – Secondo una prima ricostruzione, l’uomo stava montando una centralina di trattamento dell’aria quando si è improvvisamente staccata dal suo supporto. L’operaio avrebbe così cercato di fermarne la caduta, ricevendo un colpo ad un braccio.

Immediato l’intervento dei soccorsi: sul posto si sono precipitate in codice rosso un’ambulanza e un’auto medica, seguite da una pattuglia della Polizia Locale per i controlli del caso. Per fortuna, le condizioni dell’uomo non sono apparse gravi: dopo lo shock iniziale, infatti, è stato trasportato in codice giallo all’ospedale San Raffaele di Milano.

I lavoratori all’interno dello stabilimento hanno ripreso le loro mansioni attorno alle 12.30.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro a Milano: operaio inciampa e si ferisce gravemente

articolo di Eleonora Dragotto: https://www.milanotoday.it/cronaca/operaio-ferito-via-eritrea.html

Sul posto, in un cantiere di via Eritrea, 118, vigili del fuoco e polizia locale

Milano 12 maggio 2022

Un uomo di 42 anni trasportato in ospedale in codice rosso. Incidente sul lavoro nella mattinata di giovedì 12 maggio, intorno alle 9.30, in un cantiere edile di via Eritrea, zona Quarto Oggiaro.

Sul posto sono intervenuti una squadra dei vigili del fuoco, 118, con ambulanza e automedica, e la polizia locale di Milano. L’operaio, straniero, è stato calato fuori dalla palazzina in costruzione dai pompieri, soccorso per gravi traumi alla schiena e al bacino e portato in ambulanza all’ospedale Niguarda di Milano. Al momento dell’arrivo dei soccorritori, come riferito dall’Azienda regionale emergenza urgenza, il 42enne era cosciente e non sarebbe in pericolo di vita.

I rilievi per accertare la dinamica dell’infortunio sono affidati agli agenti della locale. In base alle prime informazioni del 118, sembra che l’uomo stesse lavorando all’interno di un cantiere, al 18° piano di un palazzo, quando sarebbe inciampato cadendo e picchiando forte schiena e bacino contro un tondino di ferro.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro ad Agrate Brianza, operaio folgorato da una scarica elettrica alla St Microelectronic

articolo di Federico Berni: https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/22_maggio_12/monza-folgorato-una-scarica-elettrica-380-volt-mentre-lavora-gravissimo-operaio-24enne-dc7b875c-d208-11ec-887c-70e4d8d3607c.shtml

Infortunio nell’area industriale tra Agrate e Caponago: la fiammata forse provocata da un cortocircuito, gravissimo un 24enne palestinese di una ditta esterna ricoverato con ustioni di secondo grado all’ospedale Niguarda. Altri quattro incidenti sul lavoro nel Milanese e in Brianza

Agrate Brianza (Monza), 12 maggio 2022

Le fiamme scaturite dal quadro elettrico lo hanno investito in pieno assieme a una scarica di 380 volt, procurandogli ustioni di secondo grado in tutto il corpo. Per il lavoratore — un 24enne di origini palestinesi, secondo le prime informazioni — è stato necessario il trasporto all’ospedale di Niguarda a Milano in codice rosso, a causa della gravità delle ferite riportate mentre operava nell’area industriale della St Microelectronics di Agrate Brianza, a poca distanza dall’autostrada A4 Milano-Brescia, anche se la zona dell’infortunio sarebbe nel Comune di Caponago.

La dinamica dell’incidente – Il giovane, verso le 14, sarebbe stato investito da una fiammata, provocata forse da un cortocircuito che gli avrebbe provocato bruciature a collo, testa e braccia. Assieme a lui stava operando un altro manutentore di 35 anni, di nazionalità egiziana, portato a Vimercate con ferite decisamente più lievi. I due sono dipendenti di ditte esterne che si occupano di manutenzione elettrica. continua a leggere

——————–°°°——————–

Morto folgorato sul lavoro, la vittima aveva 58 anni

articolo di Pietro Rossi: https://www.vicenzatoday.it/cronaca/muore-operaio-acciaierie-beltrame-vicenza-maggio-2022.html

La tragedia è avvenuta nel pomeriggio di mercoledì. L’uomo lavorava per una ditta esterna alle Acciaierie Beltrame

Vicenza, 12 maggio 2022

Non ce l’ha fatta il 58enne che nel pomeriggio di ieri, mercoledì 11 maggio, è rimasto folgorato mentre stava lavorando all’interno delle Acciaierie Beltrame, in viale della Scienza a Vicenza. L’uomo era stato ricoverato in rianimazione al San Bortolo, dove è spirato durante la notte

Secondo una prima ricostruzione, verso le 16, l’uomo si era accasciato a terra all’improvviso. L’allarme è scattato immediatamente e sul posto è arrivata un’ambulanza del Suem 118. I sanitari, vista la gravità delle condizioni dell’operaio, lo hanno trasportato in area critica. Per l’uomo, purtroppo, non c’è stato niente da fare nonostante il ricovero.

I rilievi del caso sono in corso di accertamento da parte dello Spisal dell’Ulss 8.

——————–°°°——————–

Operaio muore in un’azienda agricola: trovato incastrato in un macchinario

articolo: https://www.ilgazzettino.it/italia/cronaca_nera/operaio_morto_bedizzole_brescia_cosa_e_successo-6685017.html

Bedizzole (Brescia) 12 maggio 2022

Un operaio è morto in un’azienda agricola di Bedizzole, in provincia di Brescia. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo è rimasto incastrato in un macchinario e quando i soccorritori sono riusciti ad estrarlo, era già morto. Non è un buon periodo per le morti bianche

Aggiornamento: L’operaio Marcello Fusi, 38 anni è morto mentre stava lavorando a un macchinario: L’uomo sarebbe rimasto incastrato e poi schiacciato da una piattaforma. È accaduto in tarda mattinata, intorno alle 11 e 30, alla “Tre aplini”

——————–°°°——————–

Tragedia sul lavoro a Vinci: operaio muore schiacciato dal trattore

articolo Irene Puccioni: https://www.lanazione.it/empoli/cronaca/muore-schiacciato-dal-trattore-1.7659910

Il mezzo si è ribaltato mentre l’uomo lo conduceva su una collina. Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per sollevare la macchina

Vinci (Firenze), 11 maggio 2022

La bellacampagna che brulica di vita, il sole, i profumi della primavera. Impossibile pensare che all’interno di una cornice così armoniosa possa essersi consumata l’ennesima tragedia sul lavoro. Eppure, è dentro questo quadro dipinto dalla natura che ieri pomeriggio ha perso la vita un operaio agricolo di 58 anni rimasto schiacciato dal trattore che stava guidando. La vittima si chiamava Alexandru Marcinean, era di nazionalità romena. L’uomo lavorava come dipendente della cooperativa agricola Co.Se.A., con sede a Brescia. Era impegnato con altri operai, tra cui il fratello, a sistemare un’oliveta nelle campagne di Vinci.

L’incidente mortale è avvenuto intorno alle 14.30 nei pressi di via Campagliana, in un punto impervio, dove il campo è particolarmente in pendenza. A quanto appreso, l’operaio si trovava alla guida del trattore quando, per cause in fase di accertamento, il mezzo è finito sotto sopra e il corpo del 58enne è rimasto incastrato e compresso sotto il peso della macchina agricola.

A causa delle gravissime ferite riportate, l’uomo è morto praticamente sul colpo. A lanciare l’allarme è stato il fratello della vittima. Avendolo perso di vista, probabilmente ha avuto un brutto presentimento ed è andato a cercarlo proprio nel punto meno accessibile del campo di lavoro.

Purtroppo l’immagine che si è trovato davanti è stata straziante. Impotente, il fratello non ha potuto fare altro che chiamare i soccorsi, sperando che l’intervento tempestivo dei sanitari potesse riuscire a salvare Alexandru. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Empoli, il personale medico del 118 insieme alla medicina del lavoro per effettuare tutte le indagini del caso, date le circostanze in cui si è consumata la tragedia.

Sul luogo presenti anche i carabinieri di Vinci. Per i soccorritori non è stato facile raggiungere il punto dove si trovava l’operaio. In quella zona il terreno è in forte pendenza e la squadra dei vigili del fuoco si è dovuta calare giù, per diversi metri, lungo la scarpata. Anche la fase dell’estrazione del corpo è andata avanti a lungo. I pompieri hanno dovuto sollevare il trattore per riuscire a liberare dalle lamiere il corpo del 58enne, ormai privo di vita. A quanto riferito dai residenti del posto non era la prima volta che l’operaio lavorare in quella zona. “L’abbiamo incrociato altre volte – riferiscono dalla vicina tenuta agricola di Campagliana – Non lo conoscevamo, ma salutava sempre: un semplice ciao accompagnato da un sorriso. Che tragedia, siamo tanto addolorati“.

——————–°°°——————–

Incidenti lavoro: operaio morto in cantiere edile a Lerici

articolo Di Redazione: https://www.lasicilia.it/italia/news/incidenti-lavoro-operaio-morto-in-cantiere-edile-a-lerici-1611483/

Nello Spezzino. Secondo i pompieri è stato travolto da un solaio

La Spezia, 11 maggio 2022

Un operaio edile (51 anni) ha perso la vita questo pomeriggio a Lerici (La Spezia), in località Guercio, mentre lavorava all’interno di un cantiere in una proprietà privata. L’incidente mortale, secondo la prima ricostruzione dei Vigili del Fuoco della Spezia accorsi sul posto, sarebbe stato causato dal crollo di un solaio che avrebbe travolto il lavoratore. Sul luogo dell’incidente sono al lavoro Carabinieri e tecnici del servizio Prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro per accertare le circostanze dell’evento.

——————–°°°——————–

Tragedia a Borgo Sabotino, operaio di 36 anni muore folgorato

articolo di Redazione Uno: https://www.news-24.it/tragedia-a-borgo-sabotino-operaio-di-30-anni-muore-folgorato/

Borgo Sabotino (Latina), 11 maggio 2022

Ennesima tragedia sul lavoro. oggi, intorno alle 14, a Latina è costato la vita ad un giovane, di circa 36 anni

L’uomo era al lavoro, in Strada Astura, alle prese con la manutenzione di un impianto fotovoltaico. Per cause che saranno passate al vaglio dagli investigatori e dai tecnici delle forze dell’ordine, una fortissima scossa elettrica lo ha investito uccidendolo praticamente sul colpo.

Accortisi di cosa stava accadendo, le altre persone presenti hanno immediatamente allertato i soccorsi. Sul posto l’ambulanza del 118 e l’auto medica. Allertato anche l’elicottero Pegaso che, però, non ha avuto motivo di intervenire. L’uomo infatti, come detto, è deceduto immediatamente.

——————–°°°——————–

Morto 26enne a 5 giorni da incidente sul lavoro in Trentino

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/trentino/notizie/2022/05/10/morto-26enne-a-5-giorni-da-incidente-sul-lavoro-in-trentino_c9233ef6-7111-4095-a740-287f80b03f7e.html

Era rimasto schiacciato dal ribaltamento del mezzo tagliaerba

(ANSA) – Trento, 10 maggio

Non ce l’ha fatta Thomas Ziller, il 26enne rimasto schiacciato lo scorso 5 maggio sotto un trattorino tagliaerba nei pressi dell’abitato di Sfruz, in val di Non (Trentino).

Il giovane è morto per le ferite riportate nel ribaltamento del mezzo nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Chiara di Trento.

Ziller era intento nel taglio dell’erba in località Madonnina per conto del Comune. Probabilmente durante una manovra, il mezzo su cui si trovava si era rovesciato, schiacciandolo. (ANSA)

——————–°°°——————–

Incidenti lavoro: schiacciato da lastra marmo, grave operaio

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/friuliveneziagiulia/notizie/2022/05/10/incidenti-lavoro-schiacciato-da-lastra-marmo-grave-operaio_73c1b177-cfb5-4a8e-a6ed-68056b62d877.html

In azienda che produce caminetti. Indagini dei Carabinieri

(Ansa) – Porcia (Pordenone), 10 maggio 2022

Un uomo di 47 anni è rimasto gravemente ferito in un incidente sul lavoro avvenuto questa mattina, attorno alle 8.45, in una nota azienda che produce caminetti, nella zona industriale di Porcia (Pordenone).

L’uomo è rimasto schiacciato da una pesante lastra di marmo.

Subito soccorso dai colleghi, che con un dispositivo l’hanno liberato dal peso, è stato stabilizzato sul posto, intubato e trasportato in codice rosso, a bordo dell’elicottero, all’ospedale di Udine. Le sue condizioni sono critiche, la prognosi è riservata.

Indagini dei Carabinieri di Pordenone e degli ispettori del Servizio prevenzione igiene sicurezza ambienti di lavoro dell’Azienda sanitaria Friuli occidentale.
 La zona dell’incidente è stata posta temporaneamente sotto sequestro per le verifiche dell’adozione delle norme antinfortunistiche. (ANSA).

——————–°°°——————–

Operaio cade da un ponteggio e muore a Ferrara

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2022/05/10/-operaio-cade-da-ponteggio-e-muore-a-ferrara-_8a507391-5a0e-4da8-9126-d22d420278c0.html

Mentre stava smontando un’impalcatura, volo dal quarto piano

Ferrara, 10 maggio 2022

Un operaio di 36 anni è morto, cadendo da un ponteggio mentre stava smontando un’impalcatura in un cantiere a Ferrara.

E’ successo questa mattina, in via Borgo Punta.

L’uomo, caduto dal quarto piano, sarebbe morto sul colpo. È intervenuto il 118, ma gli operatori hanno potuto solo constatare il decesso, e la Polizia per i primi accertamenti.

——————–°°°——————–

Crolla il soffitto e lui precipita sei metri, ‘miracolato’

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/05/10/crolla-il-soffitto-e-lui-precipita-sei-metri-grave-operaio_3beaa7a2-b720-4eab-8cfb-8befc895bae6.html

Infortunio a Cremona, muratore ricoverato a Brescia

(Ansa)Cremona, 10 maggio 2022

Stava lavorando in una camera al terzo piano di un palazzo in ristrutturazione quando il solaio di tavelloni ha ceduto sotto il suo peso: il muratore è precipitato e ha sfondato anche il solaio del piano sottostante, fermandosi infine sei metri più sotto, al primo piano.

L’infortunio si è verificato oggi pomeriggio a Cremona e il muratore, un 62enne, è stato trasportato prima all’ospedale Maggiore e poi in elicottero agli Spedali Civili di Brescia.

Le sue condizioni, a dispetto degli iniziali timori, non sono gravi. “Miracolato” lo definiscono gli stessi inquirenti che si stanno occupando delle indagini. Sul posto sono intervenuti carabinieri e vigili del fuoco, la dinamica dell’accaduto è al vaglio. (ANSA).

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro: un operaio gravemente ferito

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/puglia/notizie/2022/05/09/incidente-sul-lavoro-un-operaio-gravemente-ferito_32268962-6726-484c-a4ff-a0e1c0ee37b4.html

Ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Fazzi di Lecce

(ANSA) – Lecce, 09 maggio 2022

Un operaio di 61 anni è rimasto gravemente ferito mentre stava lavorando nel magazzino ritiro merci di un’azienda sita sulla provinciale che porta a Lecce.

L’uomo, di origini straniere – soccorso dagli operatori sanitari del 118 – è stato condotto in codice rosso all’ospedale Vito Fazzi del capoluogo salentino.

L’uomo, che ha riportato un trauma cranico con ematoma bilaterale, è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di neurochirurgia. La dinamica dell’incidente è in fase di accertamento. Sul posto i carabinieri e gli ispettori dello Spesal.
È il quarto grave incidente sul lavoro in un mese nella provincia di Lecce, tre sono risultati mortali, l’ultimo mercoledì scorso a Salve. (ANSA).

——————–°°°——————–

Casalmaggiore, operaio trovato agonizzante in fabbrica: muore in ospedale dopo due giorni

articolo di Rosario Pisani: https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/22_maggio_06/casalmaggiore-operaio-trovato-agonizzante-fabbrica-muore-ospedale-due-giorni-agonia-4e90bc0a-cd0d-11ec-8b62-0a73a731304e.shtml?refresh_ce

Mohamed Nadif, di Casablanca, da una quarantina di anni in Italia, era dipendente della Stiliac, azienda specializzata in articoli per la spiaggia e il giardinaggio. La moglie e le figlie: «Nessuno ha visto l’incidente. Non sappiamo ancora niente»

Casalmaggiore (Cremona) 06 maggio 2022

Sono ancora da chiarire le cause di un infortunio sul lavoro in cui ha perso la vita, successivamente al suo ricovero in Ospedale, un uomo di 62 anni residente a Spineda in provincia di Cremona. Mohamed Nadif originario di Casablanca, da una quarantina d’anni in Italia , era dipendente della Stiliac srl azienda specializzata nella realizzazione di articoli per la spiaggia e il giardinaggio situata a Quattrocase di Casalmaggiore. L’operaio è stato trovato martedì mattina agonizzante a terra nel reparto verniciatura della fabbrica .

«Cosa è successo?» – Nessuno ha assistito all’incidente e nemmeno la moglie e le figlie a distanza di alcuni giorni sanno come sia accaduta la disgrazia. Questo il loro racconto: «Abbiamo parlato con il titolare della società il quale ha raccontato che alcuni operai hanno trovato il papà a terra già agonizzante. È stata fatta intervenire un’ambulanza che lo ha portato all’ospedale di Cremona dove purtroppo è morto. Ci dicono di un grave trauma cranico, ma da cosa sia stato provocato ancora non lo sappiamo. Non siamo riusciti a vedere la cartella clinica e siamo ancora in attesa dell’autorizzazione per i funerali che comunque verranno svolti in Marocco». Le indiscrezioni circolate sulla tragedia indicavano una caduta dalla scala o qualche attrezzo pesante precipitato sulla testa dell’uomo. Solo un’eventuale autopsia potrebbe sciogliere quello che per adesso appare ancora un mistero. Mohamed Nadif era molto stimato e considerato a Spineda, lascia la moglie e tre figlie rispettivamente di 27 (residente in Francia) 21 e 19 anni. Oltre al lavoro dedicava tutto il tempo che gli rimaneva seguendo lo sport in particolare la squadra del Milan e le gare di Formula 1 alla televisione.

——————–°°°——————–

Incidenti lavoro: operaio muore cadendo da una scala

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/calabria/notizie/2022/05/05/incidenti-lavoro-operaio-muore-cadendo-da-una-scala_231b678a-0db6-40bf-802e-3f3849807895.html

E’ accaduto in Calabria, stava sistemando il tetto di una casa

(ANSA) – Satriano (Catanzaro), 05 maggio 2022 –

Un operaio di 53 anni, Franco Leuzzi, è morto oggi in un incidente sul lavoro a Satriano, nel soveratese.

L’uomo, che lavorava come carpentiere in una ditta, è caduto da una scala, da un’altezza di circa tre metri, mentre stava eseguendo dei lavori sul tetto di un’abitazione.

Ogni tentativo di salvargli la vita è risultato vano. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Soverato per accertare la dinamica dell’incidente ed eventuali responsabilità. (ANSA).

——————–°°°——————–

Scivola sull’impalcatura e precipita da 6 metri d’altezza: morto sul colpo un 53enne di Salve, nel Leccese

articolo: https://ledicoladelsud.it/home/2022/05/04/news/scivola-sullimpalcatura-e-precipita-da-6-metri-daltezza-morto-sul-colpo-un-53enne-di-salve-nel-leccese-125061/

L’uomo era titolare di un’impresa edile ed era al lavoro per la ristrutturazione di un appartamento in via De Gasperi

Salve (Lecce) 04 Maggio 2022

Un uomo di 53 anni, Oronzo Pisanò, è morto a seguito di un incidente sul lavoro avvenuto a Salve, nella provincia di Lecce.

L’episodio è accaduto questa mattina intorno alle 8 e mezza, all’esterno di un cantiere edile in via De Gasperi, ad angolo con via Umberto I.

L’uomo, titolare dell’impresa, stava effettuando lavori di ristrutturazione in un appartamento. A quanto si apprende, l’uomo sarebbe accidentalmente scivolato mentre montava l’impalcatura e sarebbe precipitato al suolo da un’altezza di 6 metri.

A dare l’allarme il proprietario dell’appartamento. Sul posto sono immediatamente intervenuti gli operatori sanitari del 118, ma per l’imprenditore non c’è stato nulla da fare.

La salma è stata trasferita all’ospedale Vito Fazzi di Lecce a disposizione dell’autorità giudiziaria.

——————–°°°——————–

Costabissara (VI) – morte sul lavoro – operaio annega in un canale

articolo: https://tg24.sky.it/cronaca/2022/05/04/costabissara-vicenza-operario-morto-lavoro

L’uomo, 64 anni, è deceduto dopo il rovesciamento in una roggia di un trattorino tagliaerba. Inutili i soccorsi 

Costabissara (Vicenza), 04 maggio 2022

Ennesima morte sul lavoro in Italia. Un 64enne dipendente del Comune di Costabissara è annega (Vicenza) to all’interno di una roggia intorno alle 12: l’operaio stava tagliando l’erba accanto alla pista ciclabile, che corre lungo la strada, quando il piccolo trattorino del quale era alla guida è scivolato all’interno del piccolo canale. L’uomo non è riuscito a liberarsi. Non si esclude che all’origine dell’incidente sul lavoro via sia stato un malore. 

Inutili i soccorsi del Suem118 – Ad accorgersi del mezzo in acqua un automobilista, che transitando dalla strada ha visto il trattorino rovesciato e ha dato l’allarme. I primi ad intervenire una pattuglia della polizia locale, i quali hanno fatto la tragica scoperta e recuperato la persona. Il personale sanitario del Suem118 ha provato a rianimare l’uomo, purtroppo il medico ha dovuto dichiarare la morte dell’uomo. I vigili del fuoco hanno operato per il recupero del mezzo. Sul posto il sindaco e il vicesindaco  di Costabissara. 

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, tragedia a Cave: un operaio di 29 anni morto folgorato

articolo di Redazione Roma: https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/22_maggio_04/incidenti-lavoro-tragedia-cave-operaio-29-anni-morto-folgorato-5747937e-cbae-11ec-82c2-025e23a41f5c.shtml?cx_testId=13&cx_testVariant=cx_1&cx_artPos=1&cx_experienceId=EXMWJ70L2HDN#cxrecs_s

Antonio Stazione avrebbe tranciato inavvertitamente i cavi dell’alta tensione rimanendo folgorato. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Palestrina e i colleghi della stazione di Cave

Cave (Roma), 04 maggio 2022

Tragedia mercoledì mattina a Cave, in provincia di Roma: un operaio di 29 anni, dipendente di una ditta, è morto folgorato nel corso dei lavori di potatura in un fondo privato. Secondo quanto si apprende, il giovane, Antonio Stazione, ha tranciato inavvertitamente i cavi dell’alta tensione rimanendo folgorato. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Palestrina e i colleghi della stazione di Cave. Sopralluogo in corso da parte di personale Ispettorato Prevenzione e Protezione Lavoro ASL-Roma 5. Informata l’autorità giudiziaria che ha disposto il trasporto del corpo al Policlinico Roma Tor Vergata per l’autopsia.

——————–°°°——————–

Tamponamento tra due Tir in A4: un morto e autostrada chiusa in direzione Trieste

articolo: https://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2022/05/03/news/incidente-sull-a4-chiuso-un-tratto-tra-san-stino-e-nodo-di-portogruaro-in-direzione-trieste-1.41415724

L’incidente è avvenuto nel tratto tra San Stino e Nodo di Portogruaro

Trieste, 03 maggio 2022

Incidente mortale in A4, nel tratto tra San Stino di Livenza e Nodo di Portogruaro in direzione Trieste, a causa di un violento tamponamento tra due mezzi pesanti. Uno dei due conducenti, un autotrasportatore sloveno, è deceduto in seguito alle gravissime ferite riportate.

L’uomo era rimasto incastrato nell’abitacolo, ma a nulla sono valsi gli sforzi del personale sanitario, sul posto anche con l’elisoccorso. Intervenuti anche la Polizia stradale, i Vigili del fuoco, personale di Autovie e mezzi di soccorso meccanico.

Il tratto è stato chiuso per consentire le operazioni di soccorso. Istituita l’uscita obbligatoria a San Stino per chi proviene da Venezia e chiuso l’ingresso al casello per chi è diretto a Trieste. Nella direzione opposta, verso Venezia, il traffico risulta particolarmente intenso.Tanti gli autoarticolati che stanno provenendo dal Centro Est Europa diretti verso il Nord Italia dopo i due giorni di stop alla circolazione per le festività in Slovenia.

——————–°°°——————–

Operaio morto in cantiere nella casa di montagna della ministra Cartabia in Valle d’Aosta

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/valledaosta/notizie/2022/05/03/operaio-morto-in-cantiere-nella-casa-di-montagna-della-ministra-cartabia-in-valle-daosta-_21224a0b-a339-4833-b4d8-585a5afa3f1a.html

E’ successo a Ollomont. La Guardasigilli: “‘Sono addolorata e sconvolta”

Ollomont (Valle D’Aosta), 03 maggio 2022

Sono sconvolta e affranta da quanto appena appreso: un operaio è morto in un gravissimo incidente sul lavoro questa mattina nel cantiere della mia casa di montagna ad Ollomont, piccolo comune della Valle d’Aosta. Le autorità locali mi hanno da poco informata, sono profondamente turbata“.

Così la Guardasigilli Marta Cartabia commenta la notizia della morte di un operaio durante i lavori di ristrutturazione del garage. Esprime “innanzitutto dolore” e “personale vicinanza ai familiari della vittima“.

Cartabia ha detto al sindaco David Vevey di essere “partecipe del turbamento dell’intera comunità locale, profondamente segnata da questo grave lutto. Confido che le autorità possano al più presto ricostruire l’intera dinamica dei fatti“.

In base ad una prima ricostruzione, l’operaio, Costantin Cobanel, di 39 anni, originario della Romania, dipendente di un’impresa edile di Gignod, è rimasto schiacciato da una putrella. Sul posto l’elisoccorso, i vigili del fuoco e i carabinieri. La procura di Aosta aprirà un fascicolo per omicidio colposo. Il cantiere è stato posto sotto sequestro.

——————–°°°——————–

Schiacciato dal trattore, pensionato muore nei campi del Trevigiano

articolo: https://www.ilrestodelcarlino.it/veneto/schiacciato-trattore-trevigiano-1.7631058

L’incidente è avvenuto intorno a mezzogiorno a Cappella di Scorzè. Il 72enne Roberto Cagnin è deceduto mentre lavorava nel suo terreno agricolo, sequestrato il mezzo

Treviso, 03 maggio 2022

È rimasto schiacciato dal trattore il 72enne Roberto Cagnin, il pensionato morto oggi nel Trevigiano. Vittima di un gravissimo incidente, l’uomo è deceduto mentre lavorava sul suo terreno agricolo. È successo intorno a mezzogiorno a Cappella di Scorzè, una frazione poco distante dal centro del paese.

L’uomo, che da sempre lavora come terzista con i mezzi agricoli, è rimasto schiacciato sotto il trattore. Sul posto, oltre ai sanitari del Suem, i carabinieri, che hanno provveduto al sequestro del mezzo. È ancora da accertare la dinamica dell’incidente, saranno le indagini a ricostruire le cause che hanno portato il trattore a ribaltarsi, cadendo rovinosamente sul corpo del pensionato. Quando sono arrivati i soccorsi, per Cagnin non c’era più nulla da fare.

——————–°°°——————–

MERCATO SAN SEVERINO, GIOVANE DI 25 ANNI ANTONIO CERRATO MUORE SCHIACCIATO DAL TRATTORE DAVANTI AL FRATELLO

articolo: https://www.agropolinews.it/in-primo-piano/mercato-san-severino-giovane-di-25-anni-antonio-cerrato-muore-schicciato-dal-trattore-davanti-al-fratello/

Mercato San Severino (Salerno), 02 maggio 2022

Un giovane di 25 anni di Mercato San Severino Antonio Cerrato della frazione Sant’Angelo ha perso la vita nella tarda mattinata di oggi in seguito ad un incidente in campagna nella frazione di Acquarola. Antonio era un giovane taglialegna e viveva facendo questo mestiere.  Il ragazzo sarebbe stato schiacciato dal trattore che stava utilizzando per spostare dei tronchi e che, durante una manovra, si è improvvisamente ribaltato. Una tragica fatalità che non gli ha lasciato scampo. Il 25enne, al momento dell’incidente, era in compagnia del fratello che ha provveduto a lanciare l’allarme.

I soccorsi, però, non sono bastati per tenerlo in vita. I carabinieri della compagnia di Mercato San Severino, agli ordini del comandante Carlo Santarpia, sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente. Le indagini dei militari sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore che dovrà decidere se disporre o meno l’autopsia sul corpo del 25enne. Sotto choc l’intera comunità di Mercato San Severino, a cominciare dal primo cittadino.

Il giovane era molto stimato, era molto simpatico e affabile, educato e rispettoso. La tragedia ha sconvolto l’intera comunità, il sindaco di Mercato san Severino ha parlato di comunità scossa.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro, tre operai feriti per una tubatura esplosa

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2022/05/01/-incidente-sul-lavoro-tre-operai-feriti-per-tubatura-esplosa_714f8345-e465-46ec-8b62-b2a26bd74f01.html

Nel parmense. in un’azienda di vetro, operai soccorsi e trasportati in ospedale

Fidenza (Parma)1 maggio 2022

Gli incidenti sul lavoro non si fermano neanche il primo maggio: tre operai sono rimasti feriti stamattina poco prima delle otto a Fidenza (Parma) in seguito a un’esplosione in una nota azienda di produzione di oggetti di vetro.

Per cause in corso di accertamento da parte dei vigili del fuoco e dei carabinieri, c’è stata una perdita di metano da una tubazione dove stavano lavorando tre operai di una ditta esterna che dopo l’esplosione sono stati soccorsi e trasportati in ospedale.

——————–°°°——————–

Brescia, camionista ucraino travolto e ucciso mentre cammina in autostrada

articolo: https://www.ilgiorno.it/brescia/cronaca/autostrada-travolto-ucciso-1.7624939

Tragedia nella notte sull’A4, all’altezza del casello di Brescia Ovest. Ancora da chiarire l’esatta ricostruzione dell’incidente

Brescia, 01 maggio 2022

È un camionista di nazionalità ucraina l’uomo investito la notte scorsa in autostrada A4 in provincia di Brescia mentre camminava tra la seconda e la terza corsia di marca. Ad investirlo sarebbe stata più di un’auto. Il camionista aveva passato la serata con altri autotrasportatori e non si esclude che potesse essere ubriaco quando ha deciso di camminare lungo la A4. Il fatto è accaduto nella notte, intorno alla una, all’altezza del casello di Brescia Ovest in direzione Milano lungo l’autostrada A4, vicino all’area di servizio Valtrompia.

Dalle prime ricostruzioni, a cura della Polizia stradale intervenuta sul posto, pare che la vittima non fosse coinvolta in incidenti e neppure avesse avuto problemi con la propria auto. Probabilmente l’uomo si è incamminato dalla vicina area di servizio. Gli occupanti del mezzo che lo hanno investito si sono fermati e hanno chiamato i soccorsi. Non è ancora noto se l’uomo fosse in fuga dall’ucraina per la guerra o se stesse svolgendo un consueto tragitto di lavoro

——————–°°°——————–

Aprile 2022

——————–°°°——————–

Tragedia sul lavoro: è morta la postina di 29 anni dopo l’incidente sullo scooter

articolo Marta Migliardi, Jessica Signorile: https://www.quicomo.it/cronaca/morta-postina-ambra-29-anni-incidente-mariano-comense-.html

La giovane non ce l’ha fatta: l’incidente ieri 28 aprile a Mariano Comense

Mariano Comense (Como) 29 aprile 2022

L’incidente è avvenuto ieri mattina 28 aprile a Mariano Comense in via Carlo Mauri. Intorno alle 11.20 uno scooter di Poste Italiane, guidato dalla postina, una ragazza di 29 anni, si è scontrato con un’auto. La giovane, classe 1993 e residente a Cantù, è stata trasportata con l’elisoccorso partito da Milano all’ospedale San Gerardo di Monza nel reparto di neurorianimazione. La notizia, come un fulmine a ciel sereno, è arrivata oggi 29 aprile: Ambra non ce l’ha fatta e purtroppo è deceduta intorno alle 10 di questa mattina.

Alla vigilia del Primo Maggio, un’altra tragedia sul lavoro.

Le dinamiche dell’incidente saranno definite dalla polizia Locale di Mariano che si era recata sul posto per i rilievi. Immediati sono stati anche i soccorsi del 118 date le condizioni disperate in cui versava la giovane: l’elisoccorso è arrivato in codice rosso da Milano e ha portato Ambra all’ospedale San Gerardo di Monza dove è stata immediatamente ricoverata. Giunti sul posto anche un’automedica e la Croce Bianca di Mariano. Ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. 

Slc e Cgil Como, il cordoglio ai famigliari e la riflessione sulla sicurezza sul lavoro 

Slc e la Cgil di Como si stringono attorno ai colleghi e ai famigliari della giovane postina 29enne di Mariano, morta in seguito all’incidente subito ieri.
Purtroppo siamo di fronte all’ennesimo infortunio mortale in provincia di Como: una tragica coincidenza ha voluto sia accaduto durante la giornata mondiale della sicurezza sul lavoro. Siamo in attesa di conoscere la dinamica: da anni, la Slc evidenzia in ogni occasione, compresi i tavoli di contrattazione con Poste italiane, la costante esposizione dei lavoratori ai rischi della viabilità e, al contempo, l’importanza per l’attenzione alla qualità dei mezzi, imprescindibile per garantire la sicurezza. Inoltre, è necessario ridurre i ritmi sempre più incessanti di lavoro.
Esprimiamo il nostro cordoglio ai famigliari: qualora lo ritenessero opportuno, siamo a disposizione per fornire le necessarie tutele. Mai abbassare la guardia sui temi della prevenzione e della sicurezza. Lo ribadiremo, a maggior ragione, domenica durante la manifestazione del primo maggio
“.

——————–°°°——————–

Morto un operaio nel milanese, rimasto intrappolato in un tornio

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/04/29/morto-un-operaio-nel-milanese-rimasto-intrappolato-in-un-tornio_529ae50b-8915-4681-ab59-aa47179aeb9b.html

In un’azienda elettromeccanica a Gorgonzola

Gorgonzola (Milano), 29 aprile 2022

Un operaio, italiano di 58 anni, è morto dopo essere rimasto intrappolato in un tornio industriale.

L’incidente mortale è avvenuto a Gorgonzola (Milano) nell’azienda elettromeccanica Bonato.

L’incidente mortale è avvenuto poco prima delle 11 di oggi. L’operaio stava lavorando a un tornio all’interno dell’azienda quando è rimasto intrappolato nel macchinario per cause in corso di accertamento da parte dei tecnici di Ats intervenuti con i carabinieri e i Vigili del fuoco. A lanciare l’allarme dai colleghi della vittima.

——————–°°°——————–

Incidente a Mariano Comense, a terra lo scooter delle Poste: grave ragazza di 29 anni

articolo Redazione: https://www.quicomo.it/cronaca/incidente-stradale/incidente-mariano-comense-scooter-poste-grave-ragazza-29-anni.html

Lo scontro questa mattina 28 aprile in via Carlo Mauri

Mariano Comense (Como), 28 aprile 2022

L’incidente è avvenuto questa mattina 28 aprile a Mariano Comense in via Carlo Mauri. Intorno alle 11.20 uno scooter di Poste Italiane, guidato dalla postina, una ragazza di 29 anni, si è scontrato con un’auto. Le dinamiche dell’incidente saranno definite dalla polizia Locale di Mariano che si è recata sul posto per i rilievi. Immediati i soccorsi del 118 date anche le condizioni molto gravi della ragazza: l’elisoccorso è arrivato in codice rosso da Milano e ha portato la giovane all’ospedale San Gerardo di Monza dove è stata ricoverata con gravi ferite. Giunti sul posto anche un’automedica e la Croce Bianca di Mariano.

——————–°°°——————–

Cade nel vano ascensore, morto operaio di 39 anni al ministero degli Esteri. Indagini per omicidio colposo

articolo di Romina Marceca: https://roma.repubblica.it/cronaca/2022/04/28/news/operaio_morto_farnesina-347221648/

Stava svolgendo un intervento di manutenzione nel palazzo centrale della Farnesina. Ma nessuno aveva più sue notizie dalle 18,30 di mercoledì. Ieri un 62enne è caduto da un’impalcatura vicino a via Veneto. Anche per lui non c’è stato niente da fare

Roma, 28 aprile 2022

Un altro morto sul lavoro, il secondo in due giorni. Stavolta l’incidente è accaduto al ministero degli Esteri, la Farnesina. Un operaio, Fabio Palotti di 39 anni, è precipitato all’interno del vano dell’ascensore. A poche ore dal ritrovamento si profila un giallo sull’orario in cui la vittima, di Roma, sia caduto nel vuoto.

Non è escluso che la tragedia risalga alla tarda sera di mercoledì. L’ultimo contatto con Palotti, che ieri copriva un turno di lavoro dalle 14,30 alle 22, risale alle 18,30. Poi nessuno l’ha più sentito né visto. Fino alle 8 di questa mattina, quando il collega che doveva dargli il cambio, ha scoperto il corpo senza vita. Ma i carabinieri della compagnia Trionfale, coordinati dal procuratore aggiunto Giovanni Conzo, sono ancora al lavoro per ricostruire la dinamica. E, al momento, non ci sono certezze tranne che quel corpo è sfigurato per i traumi.

Forse un malore o la perdita di equilibrio, sono le ipotesi più probabili. Sta di fatto che la vittima stava lavorando alla manutenzione dell’ascensore dell’edificio centrale del ministero quando all’improvviso è precipitato nel vuoto. “Quell’ascensore era guasto. Ma spesso le squadre sono al lavoro su diversi ascensori che hanno bisogno di manutenzione“, spiega un dipendente della Farnesina. Si tratta di quello che arriva fino alla mensa del ministero, nel corpo centrale dell’edificio. A recuperare il corpo i vigili del fuoco con il nucleo Saf e i soccorritori del 118. continua a leggere

——————–°°°——————–

Trattore sbanda e finisce nel torrente: muore anziano a Serre

articolo: https://www.salernotoday.it/cronaca/serre-morto-anziano-trattore-27-marzo-2022.html

Il 76enne sembra che sia stato colto da un improvviso malore mentre era alla guida del mezzo agricolo

Serre (Salerno), 27 aprile 2022

Tragedia, ieri mattina, a Serre, dove un anziano di 76 anni è uscito improvvisamente fuori strada mentre era alla guida del suo trattore, in via Alimenta. 

Il dramma – Il mezzo agricolo è finito in un canale portando con sé il malcapitato agricoltore che, purtroppo, è morto sul colpo. Sembra che quest’ultimo sia stato colto da un improvviso malore. Sul posto sono giunti i sanitari del 118, i vigili urbani e i carabinieri che hanno effettuato i rilievi di rito. L’uomo, vedovo, lascia un figlio e due nipoti. 

——————–°°°——————–

Schianto in autostrada, ventunenne di Ronchi perde la vita nel furgone della ditta

articolo di ELISA MICHELLUT: https://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2022/04/27/news/schianto-in-autostrada-ventenne-di-ronchi-perde-la-vita-a-21-anni-nel-furgone-della-ditta-1.41403207

Alessandro Paolini era seduto sul sedile del passeggero: è deceduto sul colpo nello scontro fra il mezzo, condotto da un collega, e un Tir

Buia (Udine), 27 aprile 2022

Stava andando al lavoro, come faceva tutte le mattine, un percorso di formazione in azienda iniziato tre mesi fa. Assieme a un collega, al quale era stato affiancato, doveva raggiungere un cliente nella zona dell’Alto Friuli per effettuare un intervento. All’improvviso, lo schianto.

Alessandro Paolini, 21 anni, residente nella frazione di Vermegliano di Ronchi dei Legionari, collaboratore dell’azienda Site, ha perso la vita in un incidente stradale accaduto, ieri mattina, poco dopo le 8.30,

——————–°°°——————–

Roma, operaio muore precipitando da un’impalcatura vicino via Veneto. I sindacati: «Stop over 60 sui ponteggi»

articolo di Rinaldo Frignani: https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/22_aprile_27/roma-operaio-muore-precipitando-un-impalcatura-due-passi-via-veneto-7560fab2-c631-11ec-9e9f-dc9d68fb1bc9.shtml

Il 62enne, stava lavorando sui ponteggi all’altezza del secondo piano di un palazzo in via Toscana. Il cantiere potrebbe essere sequestrato. Cgil e Fillea: «Inconcepibile che si continuino a utilizzare maestranze over 60 nel settore dell’edilizia»

Roma, 27 aprile 2022

Il sospetto è che dall’impalcatura mancasse una paratia. Una protezione necessaria per impedire agli operai di cadere nel vuoto. Proprio quello che è costato la vita ieri pomeriggio a Bernardino Passacantilli, manovale di 62 anni residente con la famiglia a Licenza, alle porte di Roma: poco dopo le 13 è precipitato dal quarto piano del ponteggio installato per eseguire lavori di riqualificazione della facciata del palazzo in via Toscana 3, proprio all’angolo con via Boncompagni, a due passi da via Veneto.

In realtà il secondo piano dell’edificio, rispetto al piano stradale, ma l’operaio è finito nell’intercapedine fra impalcatura e ponteggio, sbattendo con violenza il capo. Inutili purtroppo i soccorsi dei colleghi e di alcuni passanti. Poi è intervenuta la polizia con il personale medico dell’Ares 118. Per Passacantilli però non c’era niente da fare. Troppo violenti i colpi subìti durante la caduta fra i tubi metallici del ponteggio, fino a quello finale sul marciapiede.

Gli investigatori del commissariato Castro Pretorio, insieme con la Scientifica, l’hanno esaminato per verificare il rispetto delle misure di sicurezza. L’area è stata sequestrata, e i responsabili della ditta per la quale lavorava il 62enne e gli altri manovali sono stati interrogati a lungo. Sotto accusa il presunto mancato rispetto delle misure di sicurezza sul lavoro. Non è chiaro se l’operaio indossasse il casco protettivo, ma sembra di no, come anche che non fosse imbragato, come prevede il regolamento nei cantieri. Sotto choc gli altri lavoratori: da poco avevano fatto la pausa pranzo con la vittima. continua a leggere

——————–°°°——————–

Gravissimo incidente sulla A7, due camion coinvolti. Un morto

Articolo di MONICA GASPARINI – MARCO BERTONCINI: https://alessandrianews.ilpiccolo.net/generic/2022/04/27/news/incidente-sulla7-intervento-in-corso-139129/

Sul posto Vigili del Fuoco, Polstrada e 118

Tortona (Alessandria), 27 Aprile 2022 

C’è un deceduto nel gravissimo incidente di questa mattina lungo la A7, nei pressi di Tortona al km 68 in direzione Milano. I Vigili del Fuoco di Alessandria stanno operando con due squadre di Tortona e Novi Ligure. 

L’impatto, un tamponamento, ha coinvolto due mezzi pesanti: ha preso fuoco la cabina di un autoarticolato adibito al trasporto di prodotti alimentari. L’incendio ha anche prodotto il riscaldamento della parte posteriore di un secondo camion, adibito al trasporto di elio liquido. Oltre al camionista deceduto, risultano ferite in modo lieve altre due persone, ricoverate in codice verde all’ospedale di Tortona.

Le operazioni di raffreddamento e bonifica sono ancora in corso. L’autostrada risulta chiusa nel tratto in direzione Milano.

——————–°°°——————–

Asti, agricoltore si ribalta e muore con il trattore. L’uomo trovato solo nella notte

articolo di Carlotta Rocci: https://torino.repubblica.it/cronaca/2022/03/26/news/trattore_ribaltato_muore_agricoltore-342920275/

Claudio Antoniotti aveva 60 anni, stava ripulendo un noccioleto

Cossombrato (Asti), 26 aprile 2022

Claudio Antoniotti aveva 60 anni e ieri sera stava ripulendo un noccioleto a Cossombrato, nell’Astigiano. È morto schiacciato dal suo trattore che si è ribaltato. Era originario di Penango, viveva con la compagna a Cossombrato e spesso aiutava il cognato nei suoi terreni coltivati a nocciole e viti.

La compagna lo ha visto uscire di casa ieri pomeriggio ma poi non lo ha visto rientrare all’ora di cena si è preoccupata e ha lanciato l’allarme. A Montechiaro, dove abita il cognato di Antoniotti, si è subito radunata una piccola squadra di volontari per cercarlo, prima con l’ultima luce della sera, poi con l’aiuto delle torce per proseguire le ricerche anche con il buio. 

Sul posto sono arrivati i carabinieri, i vigili del fuoco e i sanitari del 118. La preoccupazione è salita con il passare dei minuti perché tutti sapevano che Antoniotti era uscito con il trattore ma il rumore del mezzo agricolo non si sentiva rieccheggiare nei campi. E infatti, quando ormai era calato il buio, il mezzo è stato trovato ribaltato al fondo di un noccioleto in discesa, al confine con un terreno incolto.  Antoniotti è rimasto intrappolato sotto al trattore. Quando lo hanno trovato era già morto.

Non è chiaro che cosa abbia causato l’incidente di cui è rimasto vittima. Era un esperto conoscitore della zona, sapeva guidare il mezzo agricolo che stava usanodo, ma il trattore potrebbe aver perso aderenza su un fascio di rami secchi ed essere scivolato sul terreno in pendenza. Per sollevare il trattore è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco.

——————–°°°——————–

Lercara Friddi, viene colto da malore mentre lavora col trattore: morto un militare in pensione

articolo: https://www.palermotoday.it/cronaca/mario-affronti-morto-lercara-friddi.html

Lercara Friddi (Palermo) 25 aprile 2022

Mario Affronti, 70 anni, stava arando un terreno in contrada Malpasso. Il mezzo, senza più controllo, si è ribaltato. Inutili i tentativi di rianimare l’uomo da parte dei sanitari del 118

E’morto mentre arava un terreno con il suo trattore Mario Affronti, militare in pensione di 70 anni. Il cecesso è avvenuto a Lercara Friddi, in contrada Malpasso, a causa di un malore.

Per l’uomo non c’è stato nulla da fare: i sanitari del 118 hanno cercato inutilmente di rianimarlo. Il medico legale ha constatato il decesso e la procura ha disposto la restituzione ldella salma alla famiglia. Il trattore senza controllo si è ribaltato. Sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Lercara Friddi per eseguire i rilievi di rito.

——————–°°°——————–

Incidente sull’A14, muore operaio travolto da un’auto

articolo di Redazione Cronache: https://www.corriere.it/cronache/22_aprile_22/incidente-sull-a14-muore-operario-travolto-un-auto-3d67eb70-c25d-11ec-9ffc-d9c4202c6b45.shtml

La vittima è un 41enne di origine romena. La tragedia vicina all’area di servizio di Sant’Eufemia. L’uomo alla guida dell’auto, un ravennate di 34 anni, negativo all’alcol test

Ravenna, 22 aprile 2022

È stato investito da un’auto che usciva dall’area di servizio di Sant’Eufemia, sulla diramazione dell’A14 nei pressi di Ravenna. Così è morto venerdì pomeriggio un operaio 41enne, di origine romena, che lavorava in un cantiere per la manutenzione del manto stradale.

Secondo quanto ricostruito dalla Polizia Stradale, il 41enne si trovava nei pressi dell’area di servizio Sant’Eufemia, nella corsia Nord, quando è stato centrato dal lato destro del parabrezza dell’auto guidata da un ravvenate di 34 anni. L’operaio è morto poco dopo in ambulanza. Il cantiere era regolarmente segnalato. Il conducente dell’auto è stato sottoposto all’alcol test che è risultato negativo.

——————–°°°——————–

Nuova tragedia sul lavoro: uomo muore sotto un escavatore a Vipiteno

articolo : https://www.altoadige.it/cronaca/nuova-tragedia-sul-lavoro-uomo-muore-sotto-un-escavatore-a-vipiteno-1.3188519

L’incidente nel primo pomeriggio, poco prima delle 15.30. Inutile ogni tentativo di soccorso

Vipiteno (Bolzano), 20 aprile 2022

VIPITENO – Nuova tragedia sul lavoro in Alto Adige.

Un uomo è morto a Vipiteno dopo essere stato travolto dal suo escavatore mentre lavorava in un prato di sua proprietà.

Sul posto, allertati dai familiari dell’uomo, sono giunti i sanitari con un’ambulanza e con l’elicottero Pelikan 2, oltre agli uomini del Soccorso Alpino, ai carabinieri e ai vigili del fuoco della zona.

Purtroppo ogni tentativo di salvare la vita all’uomo si sono rivelati vani: troppo gravi, infatti, le ferite riportate.

Sluderno (Bolzano) 20 aprile 2022

In un altro incidente, a Sluderno, è rimasta gravemente ferita una persona investita da una griglia di costruzione.

——————–°°°——————–

Urbino, muore cadendo sulle arnie delle api

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2022/04/19/news/urbino_muore_cadendo_sulle_arnie_di_api-346035483/?ref=RHTP-BH-I342728349-P2-S7-T1

La vittima, 66 anni, è stata attaccata da diversi sciami, malgrado la tuta protettiva non è sopravvissuto

Rancitella di Urbino (Urbino), 19 aprile 2022

E’ morto attaccato da sciami d’api, malgrado la tuta di protezione che indossava, dopo essere caduto sulle arnie. Un apicoltore di 66 anni ha perso la vita nella tarda mattinata di Pasquetta a Rancitella di Urbino. A ritrovare il suo corpo steso sulle casette di api, le cosiddette arnie, sono stati la moglie e il figlio, preoccupati perché non lo vedevano tornare.  

Il corpo, ancora circondato dalle api, è stato ritrovato intorno alle 13 e, secondo le prime analisi, era già morto da ore. Avvertiti i vigili del fuoco di Urbino della situazione si sono presentati al casolare nelle campagne di Urbino con le tute di protezione per evitare nefaste conseguenze anche per loro.  Malgrado l’attacco degli sciami sono riusciti a recuperare il corpo del 66enne portandolo lontano e hanno quindi poi chimato ambulanza e carabinieri. Uno dei due pompieri alla fine dell’intervento è stato portato in ospedale perché punto più volte in un occhio.

——————–°°°——————–

Schiacciato da un carico muore sul lavoro a Cesena

articolo: https://www.romagnauno.it/cesena/schiacciato-da-un-carico-muore-sul-lavoro-a-cesena/

Un operaio di circa 60 anni è morto dopo essere stato travolto dal carico che stava scaricando da un camion. L’incidente sul lavoro è accaduto nella sede Hera a Pievesestina di Cesena.

Pievesestina di Cesena ( Cesena) 15 aprile 2022

L’uomo, Giuseppe Venezia, dipendente di una ditta di autotrasporto con sede ad Avellino, secondo quanto ricostruito dalla polizia, era da poco giunto alla destinazione e, poco dopo le 11, stava scaricando dal mezzo dei grossi bidoni per la raccolta dei rifiuti quando, per cause ancora da chiarire, è stato improvvisamente travolto da alcuni di questi.

L’urto lo ha schiacciato a terra, ha battuto violentemente il capo sull’asfalto e perso conoscenza. Scattato l’allarme, sul posto sono accorsi vigili del fuoco, sanitari del 118 e le forze dell’ordine. Il ferito è stato immediatamente trasportato al trauma center dell’ospedale Bufalini, ma la morte è sopraggiunta durante la corsa verso la struttura sanitaria, a causa del devastante trauma cranico subito.

——————–°°°——————–

Tragedia sul lavoro, la vittima è Sander Cerri. E’ morto a 39 anni travolto da una parete che stava demolendo

articolo: https://www.ildolomiti.it/cronaca/2022/tragedia-sul-lavoro-la-vittima-e-sander-cerri-e-morto-a-39-anni-travolto-da-una-parete-che-stava-demolendo

Il drammatico incidente è avvenuto in corso Buonarroti a Trento. Il 39enne era operativo in un cantiere per ristrutturare un edificio. Trasportato all’ospedale, Cerri purtroppo è deceduto

Trento, 15 aprile 2022

E’ Sander Cerri la vittima dell’incidente mortale avvenuto in un cantiere edile a Trento.

L’allerta è scattata intorno alle 11 di oggi, venerdì 15 aprile, in corso Buonarroti all’altezza delle scuole medie Manzoni.

Secondo le prime ricostruzioni, l’operaio di 39 anni di origini albanesi e operativo per un’azienda di Mezzolombardo, stava lavorando in un cantiere per la ristrutturazione di un edificio quando è stato travolto da una parete che stava demolendo. 

Immediato l’allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanzavigili del fuoco permanenti di Trento e forze dell’ordine, oltre agli ispettori del lavoro dell’Uopsal.

I pompieri e le forze dell’ordine hanno isolato e messo in sicurezza l’area, mentre il personale sanitario ha prestato le prime cure al ferito.

Le sue condizioni sono apparse fin da subito estremamente gravi, ma i soccorritori erano riusciti inizialmente a stabilizzarlo per il trasferimento all’ospedale Santa Chiara di Trento. Purtroppo, però, le ferite si sono rivelate troppi gravi e Cerri è deceduto.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro – 17enne muore schiacciato da un muletto nel Torinese

articolo di tgcom24.mediaset: https://www.zazoom.it/2022-04-15/incidente-sul-lavoro-17enne-muore-schiacciato-da-un-muletto-nel-torinese/10720547/

Nole (Torino) 15 aprile 2022

Un 17enne è morto schiacciato da un muletto a Nole, comune di quasi 7mila abitanti della città metropolitana di Torino. E’ accaduto alla Metalpress di via Cravanera. Inutile l’intervento del 118, sul posto con vigili del fuoco, carabinieri e Spresal dell’Asl To4. Quello che inizialmente sembrava un incidente sul lavoro è stato in realtà un incidente domestico. Il giovane (Luca Bertolo)era il figlio dei proprietari, che ai pm hanno spiegato che il ragazzo non stava lavorando.

Lo Spresal e il magistrato di turno, che coordina le indagini dei carabinieri, concordano nel qualificare l’evento come “incidente domestico

——————–°°°——————–

Crolla ponteggio, muore in Sardegna operaio di 23 anni

articolo: https://tg24.sky.it/cronaca/2022/04/15/sardegna-operaio-morto

Il giovane sarebbe stato travolto dal ponteggio che veniva smontato e che ha ceduto, forse a causa del forte vento

Sorso (Sassari). 14 aprile 2022

Un operaio di 23 anni (Salvatore Piras) è morto in seguito al crollo di un ponteggio a Sorso (Sassari) in un cantiere edile nella zona artigianale. Secondo le prime informazioni il giovane lavoratore sarebbe stato travolto dal ponteggio che veniva smontato e che ha ceduto, forse a causa del forte vento. Sul posto i Vigili del fuoco, il 118 e i carabinieri della Compagnia di Porto Torres. 

——————–°°°——————–

Incidente sul raccordo A14 di Casalecchio: un morto

articolo: https://www.bolognatoday.it/cronaca/incidente-stradale/traffico-a14-casalecchio-morto.html

Casalecchio (Bologna), 14 aprile 2022

Incidente tra due mezzi pesanti nel pomeriggio, alle 17:30, sul raccordo di Casalecchio. Purtroppo uno degli autisti è morto a causa dell’impatto. In base a quanto si apprende, c’è stato un tamponamento in cui è stata coinvolta anche un’automobile.

Il tratto Bologna Casalecchio e il bivio con la A14 Bologna-Taranto in direzione dell’A14 è stato temporaneamente chiuso e al momento nel tratto interessato il traffico è bloccato e si registrano code in direzione della A14, spiega Autostrade.

Sul luogo dell’evento sono intervenuti i soccorsi sanitari e meccanici, le pattuglie della Polizia stradale e il personale della Direzione terzo Tronco di Bologna di Autostrade. Agli utenti che percorrono la A1 Milano – Napoli e sono diretti verso la A14, si consiglia di uscire a Bologna Casalecchio, percorrere la Tangenziale di Bologna, e rientrare in A14 a Bologna Arcoveggio.

——————–°°°——————–

Muore travolto da un tronco un boscaiolo a Predazzo

articolo: https://www.rainews.it/tgr/trento/articoli/2022/04/tnt-Muore-travolto-da-un-tronco-un-boscaiolo-a-Predazzo-b23dbe81-f40d-416a-813e-9d91e0cb9796.html

L’incidente nei boschi di Bellamonte. La vittima un 61enne di Cavalese

Valle di Fiemme (Trento), 14 aprile 2022

Tragedia del lavoro nei boschi della valle di Fiemme, a valle di Bellamonte, dove un boscaiolo di 61 anni ha perso la vita travolto da un tronco.
La vittima è Aldo Fanton, di Cavalese, titolare di un impresa di lavori forestali con grande esperienza nel settore.
Secondo le prime ricostruzioni l’uomo stava effettuando lavori di esbosco assieme a una squadra di operai, tra cui anche il figlio, quando è stato travolto da un tronco agganciato alla teleferica. La tragedia si è verificata in località Zaluna a circa 1.300 metri di quota. Sul posto è giunto l’elicottero di Trentino emergenza, con un tecnico del soccorso alpino e un medico rianimatore, ma ogni tentativo di salvare l’uomo è stato inutile.
Sulla dinamica dell’incidente stanno lavorando i carabinieri assieme agli ispettori del lavoro.

Lo scorso 5 marzo in un analogo incidente a Predazzo in un cantiere forestale località località Valgranda era morto Walter Guadagnini, boscaiolo di 22 anni.

——————–°°°——————–

Traina un albero troppo grosso, il trattore si rovescia, muore incastrato

articolo: https://www.ilgazzettino.it/nordest/venezia/morto_sotto_trattore_cintello_teglio_veneto_renzi_tesser-6629195.html

Teglio Veneto (Venezia), 14 aprile 2022

Un uomo di 64 anni, Renzo Tesser, è stato trovato morto incastrato sotto un trattore ieri sera 13 aprile a Cintello, frazione di Teglio Veneto.

Da una prima ricostruzione, sembra che l’uomo stesse trainando un albero, evidentemente troppo grosso, quando il trattore si è rovesciato. Indagano i Carabinieri. Sul posto anche il 118.

La vittima era un pensionato e pare stesse eseguendo lavori per conto proprio.

——————–°°°——————–

Badalucco, trattore si ribalta: 62enne muore sul colpo travolto dal mezzo

articolo di PAOLO ISAIA: https://www.ilsecoloxix.it/imperia/2022/04/13/news/badalucco-un-uomo-muore-dopo-essersi-ribaltato-col-trattore-1.41371964

Imperia, 13 aprile 2022

Tragedia sulla strada in provincia di Imperia. La vittima è Mauro Rolando, di 62 anni, residente in Valle Argentina.

Questa mattina stava percorrendo la provinciale 56 che porta da Badalucco a Vignai. All’altezza di Ciabaudo, per causa ancora da chiarire, ha perso il controllo del trattore che si è ribaltato sul fianco.

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, l’elettricista Gianni Russo muore cadendo da una scala: il 63enne trovato dopo 2 giorni

articolo di Massimo Pisa: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/04/13/news/incidenti_sul_lavoro_muore_elettricista_cade_scala_sesto_san_giovanni-345366003/

E’ accaduto in un capannone in ristrutturazione a Sesto San Giovanni. L’uomo, foggiano di Stornara, lascia una compagna e due figli di 14 e 17 anni.

Sesto San Giovanni (Milano), 13 aprile 2022

Nessuno, dalla sera di lunedì 11 aprile, aveva più visto l’elettricista Gianni Russo. Gli operai che lavoravano con lui nel cantiere della ex Galbani in via Manin, tra il quartiere Adriano e la prima periferia di Sesto San Giovanni, avevano lasciato il 63enne artigiano, foggiano di Stornara, mentre lavorava agli impianti del capannone in ristrutturazione, arrampicato in cima a una scala telescopica e alle prese con una scatola di derivazione.

Nessuno era poi entrato martedì e soltanto oggi, mercoledì 13 aprile, alle 14.30 il corpo di Russo è stato notato immobile sul pavimento del capannone. I colleghi hanno dato l’allarme, ma i sanitari del 118 lo hanno trovato ormai morto da diverse ore. Sul posto sono arrivati i poliziotti del commissariato di Sesto San Giovanni e gli specialisti dell’Ats, coordinati dal pubblico ministero monzese Cinzia Citterio: dovranno stabilire se ad uccidere l’elettricista sia stato un malore o una scossa elettrica, e se la tragedia vada conteggiata come morte sul lavoro. Russo lascia una compagna e due figli di 14 e 17 anni.

Soltanto ieri, il 12 aprile, un operaio di 46 anni, Florian Ursu, è deceduto a Cusago perdendo l’equilibrio e cadendo da una scala.

——————–°°°——————-

Cusago, incidente sul lavoro: morto Floriano Ursu operaio di 46 anni caduto da un capannone

articolo di Cesare Giuzzi: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/22_aprile_12/cusago-incidente-lavoro-morto-operaio-46-anni-caduto-un-capannone-3dfe26f4-ba37-11ec-ac09-3ceafb137606.shtml

Stava svolgendo lavori di manutenzione sulla serranda di un portone d’accesso a una ditta, alle 22.40 di lunedì. È precipitato da circa 4 metri di altezza: i colleghi hanno chiamato i soccorsi, ma era morto sul colpo

Cusago (Milano) 12 aprile 2022

Infortunio mortale sul lavoro nella serata di lunedì 11 aprile a Cusago, alle porte di Milano. Un operaio di 46 anni, Floriano Ursu, è morto dopo una caduta da 4 metri di altezza, durante alcuni lavori di manutenzione sulla serranda di un portone d’accesso a una dittaL’incidente è avvenuto alle 22.40 all’esterno di un capannone di viale Europa 49.

Ursu, che lavorava per una ditta esterna, è precipitato al suolo mentre era impegnato nella riparazione di una saracinesca. I colleghi di lavoro sono stati i primi a scorrere il 46enne, ma da subito le sue condizioni sono apparse gravissime. All’arrivo di ambulanza e automedica del 118 non c’era già più nulla da fare. L’uomo è morto sul colpo. Sull’incidente sono in corso le indagini del carabinieri della compagnia di Corsico e dei tecnici dell’Ats specializzati negli infortuni sul lavoro. I rilievi sono proseguiti per tutta la nottata.

——————–°°°——————-

Muore travolto da lastre di vetro: addio a Enzo Boriosi, presidente del club ciclistico di Sansepolcro

articolo di Davide Gambacci: https://corrierediarezzo.corr.it/news/arezzo/31180325/arezzo-umbria-toscana-sansepolcro-san-giustino-enzo-borioso-incidente-lavoro-vetro-ciclismo-bicicletta.html

San Giustino Umbro (Perugia), 11 aprile 2022

Muore schiacciato da una lastra di vetro. La vittima dell’incidente sul lavoro è Enzo Boriosi, 65enne di Sansepolcro, nato a Pieve Santo Stefano. La tragedia si è consumata nel pomeriggio di lunedì 11 aprile alla Lasi Glass di San Giustino Umbro. L’uomo stava movimentando il materiale che, per cause da accertare, lo ha travolto procurandogli lesioni irreversibili.

Figura molto conosciuta in Valtiberina per essere il presidente del Velo Club Sansepolcro, società sportiva impegnata nel mondo delle due ruote – ma non solo – nata alcuni anni fa dalla scissione della Ciclistica Sansepolcro, Boriosi era una persona molto attiva, oltre che essere grande appassionato della bicicletta. Con il Velo Club insieme ai collaboratori aveva dato vita alla Maratona degli Appennini, gara di ciclismo su strada con partenza proprio da Sansepolcro per toccare poi vari punti della Valtiberina; l’edizione 2022 è in programma per domenica 24 aprile. continua a leggere

——————–°°°——————-

Un’altra tragedia sul lavoro in Puglia: morto un operaio 68enne nel Salento, il secondo nel giro di pochi giorni

articolo: https://bari.repubblica.it/cronaca/2022/04/10/news/unaltra_tragedia_sul_lavoro_in_puglia_morto_un_operaio_68enne_nel_salento_il_secondo_nel_giro_di_pochi_giorni-344920364/

Era caduto da una scala durante il controllo dei lavori in corso all’interno di un appartamento

Lecce, 10 aprile 2022

Un operaio 68enne di Galatina ha perso la vita in provincia di Lecce a causa di un incidente sul lavoro, il secondo nel giro di pochi giorni. La vittima è Angelo Masciullo. L’uomo è morto all’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove era stato trasportato in seguito alla caduta da una scala durante il controllo dei lavori in corso all’interno di un appartamento.

Le sue condizioni, che all’inizio sembravano stazionarie, si sono aggravate con il passare delle ore. Forze dell’ordine, medici dello Spesal e Procura sono al lavoro per verificare cosa sia accaduto in quel cantiere. E’ stato aperto un fascicolo e nei prossimi giorni verrà eseguita l’autopsia sul corpo dell’operaio, che si trova alla camera mortuaria dell’ospedale. Pochi giorni fa un altro operaio, un 28enne di Crispiano (Taranto), è morto sul lavoro in provincia di Lecce, a San Donato, all’interno di un parco fotovoltaico, folgorato da una scarica elettrica.

——————–°°°——————-

Infortunio sul lavoro nei boschi di Gosaldo: boscaiolo travolto da una teleferica carica di tronchi

articolo: https://www.ilgazzettino.it/nordest/belluno/morto_paolo_marcon_gosaldo_boscaiolo_infortunio_sul_lavoro-6614626.html

Gosaldo (Belluno), 07 aprile 2022

I boschi, la pulizia del territorio e il legno da scolpire erano la sua passione. E proprio qua, in quello che era il suo mondo ideale, ha trovato la morte. Paolo Marcon, 59 anni, nella mattina del 7 aprile è stato travolto da una teleferica carica di tronchi d’albero in località Tre Ponti. Conosciuto da tutti con il soprannome di Zavàt, l’uomo lascia tre figlie e la loro mamma. «La comunità intera si stringe attorno alla famiglia – afferma il sindaco Stefano Da Zanche – nel ricordo affettuoso di Paolo, sempre con il sorriso sulle labbra, e del suo amore per il proprio paese e per l’ambiente in generale».

Risale a giovedì 7 aprile poco prima di mezzogiorno la chiamata ai soccorsi da parte di Federico Dalla Santa, titolare dell’omonima ditta boschiva di Fiera di Primiero, con cui segnalava che il proprio dipendente Paolo Marcon era appena stato vittima di un infortunio sul lavoro. Sul posto i vigili del fuoco e i sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo. Con loro, per ricostruire la dinamica dell’accaduto, erano presenti anche i carabinieri di Agordo e i tecnici dello Spisal: dalle prime ricostruzioni si sarebbe spezzato il cavo di una teleferica e il boscaiolo sarebbe stato travolto dal carico e colpito dal gancio. Per lui non c’è stato niente da fare.

——————–°°°——————-

Muratore cade da un ponteggio sulla Salaria, è grave

articolo: di Luca Monaco: https://roma.repubblica.it/cronaca/2022/04/07/news/muratore_cade_da_ponteggio_grave-344532917/

Roma, 07 aprile 2022

A Roma si é consumato un altro incidente sul lavoro che sarebbe potuto finire in tragedia. A soli  tre giorni dalla morte del muratore 45enne romeno caduto il 4 aprile da un balcone al quinto piano in via delle Baleniere, a Ostia, oggi in via Ferdinando Lori, una strada di campagna che incrocia la via Salaria, lungo il Tevere, un uomo italiano di 45 anni e’ precipitato da un ponteggio. L’operaio stava lavorando in un cantiere per conto di una ditta che si occupa dell’allestimento degli impianti elettrici.

 Il 45enne ha fatto un volo di due metri, fratturandosi le vertebre. Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 che l’hanno trasferito in ambulanza all’ospedale Sant’Andrea, dove e’ stato curato, giudicato guaribile con una prognosi di 40 giorni ma non è in pericolo di vita. Sull’ incidente indagano gli ispettori del lavoro.

——————–°°°——————-

Incidente sul lavoro a Villanova Mondovì: morto un operaio

articolo: https://www.lastampa.it/cuneo/2022/04/07/news/incidente_sul_lavoro_a_villanova_mondovi_grave_un_operaio-2919225/

Villanova Mondovì (Cuneo), 07 aprile 2022

Incidente sul lavoro in via Cave a Villanova Mondovì. Oggi pomeriggio (7 aprile) un uomo di 50 anni è rimasto incastrato in un macchinario nella ditta Roefix ed è morto. Scattato l’allarme sono stati mobilitati l’equipe del 118 e l’elisoccorso, poi la notizia del decesso.

——————–°°°——————-

Incidente mortale sul lavoro in un cantiere edile a Roascio

articolo: https://www.lastampa.it/cuneo/2022/04/07/news/incidente_mortale_sul_lavoro_a_rosacio-2919164/

Sant’Anna Roascio (Cuneo) 07 aprile 2022

Incidente mortale sul lavoro oggi pomeriggio (7  aprile) a Roascio (nel Cebano), in frazione Sant’Anna, dove un muratore, Domenico Manuello, 60 anni, è deceduto in seguito ad una caduta nel cantiere di ristrutturazione di una casa. Al momento dell’incidente il muratore sarebbe stato solo.

Il sindaco Aldo Minazzo: «Siamo addolorati. Sono in corso gli accertamenti per capire e ricostruire che cosa possa essere successo». Lo scorso anno l’uomo (che abitava a Ceva) era stato premiato dalla Cassa Edile di Cuneo per i 25 anni di lavoro nella ditta di costruzioni.

——————–°°°——————-

Infortunio mortale nel Veronese, agricoltore travolto dalla motozappa

articolo: https://www.ilrestodelcarlino.it/verona/infortunio-agricoltore-muore-motozappa-1.7542040

L’incidente è accaduto a Quinzano, l’uomo sarebbe caduto finendo sotto le lame del mezzo agricolo.

Quinzano (Verona), 6 aprile 2022

Travolto dalla motozappa mentre arava, un agricoltore è morto nei campi di Quinzano, nel Veronese. È successo oggi pomeriggio, l’allarme è scattato intorno alle 16. Ancora oscura la dinamica, l’uomo potrebbe avere messo un piede in fallo ed essere caduto, rimanendo travolto dal mezzo agricolo.

A chiedere aiuto è stata la moglie, ma all’arrivo dei soccorsi per l’anziano non c’era già più niente da fare. Troppo gravi le ferite riportate dalle lame della motozappa, l’agricoltore è morto sul posto. Sul posto i vigili del fuoco con tre mezzi, oltre al personale del 118.

——————–°°°——————-

Casalnuovo, bimbo di tre anni incastrato nel trattore del padre: morto sul colpo

articolo: https://www.quotidiano.net/napoli/casalnovo-bimbo-incastrato-trattore-morto-1.7541698

Da una prima ricostruzione, sembra che il piccolo sia rimasto incastrato in una fresa meccanica del mezzo. A bordo il padre 36enne

Casalnuovo (Napoli), 06 aprile 2022

Un bambino di tre anni è morto incastrato nel trattore del padre. È successo nel primo pomeriggio a Casalnuovo, nel Napoletano. Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, intervenuti sul posto in via Casarea, il bimbo sarebbe rimasto incastrato in una fresa meccanica del trattore, a bordo c’era il padre 36enne del piccolo.

L’uomo stava effettuando dei lavori in un fondo agricolo adiacente la propria abitazione – nella frazione di Casarea di Casalnuovo, al confine con il comune di Volla – quando si è verificata la tragedia. Pare che il bambino sia riuscito a eludere la sorveglianza di alcuni parenti, è bastato un attimo di distrazione per fare accadere l’irreparabile: il piccolo si è avvicinato al trattore in movimento ed è rimasto intrappolato, quando il padre se ne è accorto non è riuscito ad evitare il peggio.

——————–°°°——————-

Il dramma di Fumane: operaio 42enne rimane incastrato nel tombino e muore

articolo: https://www.veronaoggi.it/cronaca/dramma-fumane-operaio-rimane-incastrato-tombino-muore-6-aprile-2022/

L’operaio morto a Fumane, incastrato nel tombino.

Fumane (Verona), 06 aprile 2022

E’ rimasto incastrato con il corpo a testa in giù nell’imboccatura di un tombino l’operaio elettricista rimasto ucciso nel tardo pomeriggio di oggi a Fumane. E’ successo in in località La Ca’, all’interno del cantiere di una villa privata in costruzione. A perdere la vita è stato Matteo Zenatello, che abitava a Verona, a Porto San Pancrazio. L’allarme è stato lanciato dal datore di lavoro dell’operaio, titolare di una ditta di impianti elettrici, che non vedendolo rientrare in azienda al termine dell’orario di lavoro è andato a cercarlo sul cantiere.

Agghiacciante la scena che gli si è presentata davanti agli occhi: l’elettricista era incastrato a testa in giù in un pozzetto di 40 x 40 centimetri dove si era sporto per eseguire lavori sull’impianto elettrico. Lì da chissà quanto tempo. Al momento dell’incidente non era presente nessun altro, e quindi nessuno ha potuto accorgersi di quanto stava accadendo. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i sanitari del 118 con l’elicottero di Verona Emergenza, ma per l’operaio, 42 anninon c’era già più nulla da fare. Presenti, per i rilievi e per ricostruire l’accaduto, i carabinieri di Caprino, oltre al personale Spisal.

——————–°°°——————-

Investito da mezzo pesante su autostrada A14, muore operaio

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/puglia/notizie/2022/04/06/investito-da-mezzo-pesante-su-autostrada-a14-muore-operaio_39a5591f-b1b5-4958-bfbb-1df2a6587300.html

Incidente nel tratto San Severo-Foggia, poco prima delle 2

San Severo (Foggia), 06 aprile 2022

Un operaio 37enne napoletano, che stava eseguendo lavori sull’autostrada A14 Bologna-Taranto, è morto dopo essere stato investito da un tir.

L’incidente è avvenuto poco prima delle 2, nel tratto compreso tra San Severo e Foggia in direzione Bari, all’altezza del km 548.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i soccorsi sanitari e meccanici, le pattuglie della Polizia stradale ed il personale della direzione ottavo tronco di Bari di Autostrade per l’Italia.
A quanto si apprende, l’operaio stava eseguendo lavori di manutenzione del manto stradale per conto di una ditta appaltatrice pugliese. Il mezzo che l’ha investito, nel tratto compreso tra San Severo e Foggia, circolava sulla carreggiata Sud. Sul tratto interessato dall’incidente al momento, comunica Autostrade, si circola su una sola corsia verso Bari e non si registrano disagi al traffico.

——————–°°°——————-

Tragedia sull’A22, morto un conducente nel tamponamento tra tre camion

articolo: https://www.ildolomiti.it/cronaca/2022/tragedia-sulla22-morto-un-conducente-nel-tamponamento-tra-tre-camion-foto-e-video-una-persona-trasferita-con-lelicottero-allospedale-santa-chiara

Il violentissimo tamponamento tra tre autoarticolati è avvenuto in Vallagarina all’altezza di Avio. Diversi soccorritori in azione per gestire l’emergenza. Purtroppo un conducente ha perso la vita, mentre un’altra persona è stata elitrasportata all’ospedale Santa Chiara di Trento

Avio (Trento), 05 aprile 2022

Un morto e un ferito, questo il bilancio del gravissimo incidente che si è verificato sull’AutoBrennero. Un violentissimo tamponamento tra tre autoarticolati tra i caselli di Ala/Avio e Affi. A nulla sono valse le manovre dei soccorritori su un conducente, mentre un’altra persona è stata trasferita in elicottero all’ospedale Santa Chiara di Trento. Praticamente illeso il terzo guidatore.

L’allerta è scattata questa mattina, martedì 5 aprile, intorno alle 10.30 quando è stato registrato un gravissimo tamponamento tra tre autoarticolati. Un impatto violentissimo con i mezzi pesanti usciti fortemente danneggiati e detriti che sono stati lanciati in diverse direzioni sulla carreggiata. A seguito dell’incidente, due conducenti sono rimasti incastrati tra le lamiere della cabina per un evento apparso fin da subito estremamente serio. continua a leggere

——————–°°°——————-

Operaio colpito da mobile cade e batte la testa, grave

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/04/04/operaio-colpito-da-mobile-cade-e-batte-la-testa-grave_aaf3c253-385e-4992-bbf4-5707b6e783d0.html

E’ stato portato in ospedale in elicottero

(ANSA) – Seregno (Monza-Brianza), 04 aprile 2022

Un operaio di 65 anni si trova in gravi condizioni all’ospedale San Gerardo di Monza dopo essere stato investito da un mobile che stava scaricando da un camion a Seregno (Monza-Brianza).

L’uomo, a causa dell’urto, ha battuto violentemente la testa sull’asfalto.

E’ stato portato in ospedale con l’elicottero del 118. (ANSA).

——————–°°°——————-

Operaio cade dal quinto piano e muore sul colpo a Ostia

articolo di Luca Monaco: https://roma.repubblica.it/cronaca/2022/04/04/news/roma_operaio_cade_dal_quinto_piano_e_muore_sul_colpo_a_ostia-344135536/?ref=RHTP-VS-I270681067-P23-S4-T1

L’incidente è avvenuto alle 1.30 in via delle Baleniere. Indagano i carabinieri 

Ostia (Roma), 04 aprile 2022

Tragedia sul lavoro a Ostia. Alle 15.30 un operaio romeno di 45 anni è precipitato dal balcone di un appartamento al V piano in via delle Baleniere 70. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri della compagnia di Ostia. 

Secondo una prima riscostruzione l’uomo si sarebbe sporto dal balcone per recupare del materiale edile dal verricello, è scivolato ed morto sul colpo.

Sul posto sono intervenuti anche gli ispettori del lavoro. L’uomo stava lavorando alla ristruttrazione di una casa privata. 

 ——————–°°°——————-

Davide Scanio morto in fabbrica per un incidente, aveva 32 anni. È rimasto agganciato a un macchinario a rotazione

articolo: https://www.ilmessaggero.it/italia/davide_scanio_incidente_lavoro_alessandria_morto_cosa_e_successo_ultime_notizie-6603537.html

Stava lavorando in una fabbrica di imballaggi ad Arquata Scrivia

Rivalta Scrivia (Alessandria), 2 Aprile 2022

È morto sul posto di lavoro, agganciato da un macchinario che l’ha scaraventato a terra, a 32 anni appena compiuti. Davide Scanio era un operaio della ‘Cavallerì, un’azienda di imballaggi a Rivalta Scrivia (Alessandria), dove si trova uno dei poli della logistica, tra il Piemonte e la Liguria. Originario della Sicilia, era vissuto a Palermo dove aveva frequentato l’istituto Don Orione. Appassionato di moto – come rivelano le foto postate su Facebook – sapeva di correre un potenziale rischio ogniqualvolta saliva in sella. Non immaginava di poter morire lavorando, così giovane. continua a leggere

——————–°°°——————-

 Luciano Nardini, morto caduto dal tetto della sua azienda. Aperta inchiesta

articolo: https://www.lanazione.it/prato/cronaca/morto-caduto-dal-tetto-1.7523062

Luciano Nardini, aveva 75 anni, era stato ricoverato in gravissime condizioni. Fascicolo della procura, che ha disposto l’autopsia

Montemurlo (Prato), 1 aprile 2022

L’ultimo post su Facebook è stato postato alle 8,38 di mercoledì mattina, solo pochi minuti prima dellincidente che ha strappato la vita a Luciano Nardini, l’imprenditore di 75 anni, caduto dal tetto del capannone della sua azienda di via Aniene a Montemurlo.

Troppo gravi le ferite alla testa riportate. A nulla è valsa la corsa in ospedale con l’elisoccorso Pegaso che ha trasportato l’uomo a Careggi dove è morto ieri mattina dopo in ricovero in terapia intensiva. L’uomo è precipitato a terra, facendo un volo di tre metri, dopo che la copertura di un soppalco dove era salito per controllare un problema di infiltrazioni d’acqua, è crollata sotto i suoi piedi. Un volo improvviso che non gli ha lasciato scampo.

Le sue condizioni sono apparse subito disperate ai medici del 118 intervenuti in via Aniene. Da qui il ricovero urgente a Careggi, dove l’imprenditore non ha mai ripreso conoscenza tanto che i medici non hanno potuto sottoporlo a un intervento neurochirurgico. Luciano Nardini, residente a Campi Bisenzio, era nato a Empoli. continua a leggere

——————–°°°——————-

Marzo 2022

——————–°°°——————-

Schiacciato da una pianta mentre lavora nel bosco: è grave

articolo di Redazione: https://www.bergamonews.it/2022/03/28/schiacciato-da-una-pianta-mentre-lavora-nel-bosco-e-grave/504892/

L’uomo stava lavorando in un bosco ai prati di Pegherolo quando è stato colpito da un tronco: portato in codice rosso la Papa Giovanni con l’elisoccorso

Piazzatorre (Bergamo), 28 marzo 2022

Un uomo è stato colpito da un albero mentre lavorava in un bosco di Pegherolo, nel comune di Piazzatorre.

L’infortunio è avvenuto intorno alle 11.40 di lunedì mattina. L’uomo probabilmente stava tagliando alcuni alberi quando gli è finito addosso un tronco.

Subito sono stati allertati i soccorsi e sul posto, dato il luogo impervio, è arrivato l’elicottero del 118. Gli operatori del soccorso alpino hanno imbragato il ferito e l’uomo è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

Sul posto anche i vigili del fuoco e gli ispettori dell’Ats per accertare la dinamica dell’infortunio

——————–°°°——————-

Operaio muore travolto da muletto nel Mantovano

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/03/28/operaio-muore-travolto-da-muletto-nel-mantovano_4b2becca-105a-47fb-99db-23447208b609.html

In un cantiere all’interno di una casa di riposo

(ANSA) -Castel Gofferdo (Mantova), 28 marzo 2022

Un operaio è morto travolto da un muletto nel cantiere di una casa di riposo a Castel Goffredo, nel mantovano.

L’incidente è avvenuto nel primo pomeriggio.

Non ancora chiara la dinamica dell’incidente. Sul posto è intervenuta un’eliambulanza, ma invano. Per i rilievi sono intervenuti anche i tecnici della medicina del lavoro dell’Ats Valpadana e i carabinieri, accanto ai vigili del fuoco intervenuti per liberare il corpo rimasto sotto il mezzo meccanico. (ANSA).

——————–°°°——————-

Badia Pavese, operaio muore cadendo dal tetto di casa: stava facendo delle riparazioni

articolo di Eleonora Lanzetti: https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/22_marzo_28/badia-pavese-operaio-muore-cadendo-tetto-casa-stava-facendo-riparazioni-220010fe-ae91-11ec-89b4-33ef6a8626b0.shtml

Il 47enne aveva approfittato della domenica mattina per fare dei lavoretti domestici, ma ha perso l’equilibrio ed è precipitato dopo un volo di 5 metri, Inutili i tentativi di rianimarlo da parte dei soccorritori

Badia Pavese (Pavia), 28/ marzo 2022

I lavori a casa, la domenica mattina in pausa dal lavoro in ditta, poi la tragedia. Un volo di 5 metri che non ha lasciato scampo ad un operaio 47enne di Badia Pavese che, approfittando della giornata festiva, stava eseguendo dei lavori al tetto della propria abitazione. Ma non ha preso sufficienti precauzioni, ed è precipitato di sotto.

L’uomo, originario di Castel San Giovanni, nel Piacentino, per cause definite «accidentali» ha perso l’equilibrio ed è caduto da un’altezza di circa 5 metri. Si trattava di un piccolo intervento di manutenzione, una riparazione che forse aveva già fatto in precedenza e che non pensava di dover affidare a qualcuno di esterno.

Immediato l’allarme lanciato al 118. Sul posto sono arrivati i sanitari in elisoccorso dall’ospedale Niguarda di Milano, e i carabinieri della stazione di Chignolo Po che hanno ricostruito la dinamica dell’accaduto, e informato l’autorità giudiziaria. Quando i soccorritori sono arrivati all’abitazione di via Marconi, il 47enne era già privo di conoscenza e in una pozza di sangue. A nulla sono serviti i vari tentativi di rianimazione. Non ci sarebbero responsabilità di terzi. La salma è stata affidata direttamente ai famigliari, senza necessità di autopsia.

——————–°°°——————-

Braccio meccanico urta cavo alta tensione, muore operaio

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/puglia/notizie/2022/03/28/braccio-meccanico-urta-cavo-alta-tensione-muore-operaio_63f3666e-e443-4630-871a-0d121f50a698.html

La vittima aveva 30 anni. La tragedia in Salento

San Donato di Lecce (Lecce), 28 marzo 2022

Un operaio di 30 anni, Antony Turnone, di Martina Franca, è morto folgorato dopo che il braccio meccanico che stava manovrando per spostare alcuni container ha toccato un cavo dell’alta tensione.

Il giovane è deceduto all’arrivo in ospedale.

L’incidente è avvenuto in un impianto fotovoltaico di San Donato, in Salento, dove il giovane stava lavorando per conto di una ditta. 

——————–°°°——————-

Livorno, rider muore nello scontro con un’auto. I sindacati accusano

articolo di Andrea Vivaldi: https://firenze.repubblica.it/cronaca/2022/03/26/news/livorno_rider_muore_nello_scontro_con_unauto_i_sindacati_accusano-342935152/

William De Rose, 31 anni, era al lavoro per Deliveroo. La Cgil: “Questo modello produttivo deve mettere al centro l’incolumità del lavoratore”

Livorno, 26 marzo 2022

Stava viaggiando a bordo del suo motorino con la borsa celeste per le consegne. Un altro tragitto, come ogni giorno. Uno dei tanti in una routine fatta di spostamenti da un capo all’altro di Livorno per portare nelle case e uffici il cibo d’asporto per l’azienda Deliveroo. William De Rose aveva 31 anni. Ieri pomeriggio, 25 marzo, stava procedendo su viale Marconi. Poco prima delle 17.30 è arrivato all’angolo con via del Fagiano, poi in un istante quell’impatto violentissimo e fatale. Una Maserati nera si è scontrata con il motorino, uno schianto quasi frontale. Il giovane è finito contro il cofano e il vetro anteriore dell’auto. Poi sull’asfalto. Il suo mezzo distrutto.

In pochi minuti si sono precipitati i soccorsi, i sanitari hanno tentato di rianimarlo in ogni modo e di tenerlo in vita. Il massaggio cardiaco proseguito a lungo sull’ambulanza mentre viaggiava in codice rosso a tutta velocità verso il pronto soccorso dell’ospedale. Ma attorno alle 20, in reparto, per De Rose non c’è stato più nulla da fare. Sul posto è intervenuta anche la polizia municipale per i rilievi e adesso sa cercando di ricostruire la dinamica esatta dell’incidente ed eventuali responsabilità. Sarà aperto in Procura un fascicolo per omicidio stradale, da prassi in questi casi. 

——————–°°°——————-

Abito impigliato in albero motore trattore,morto agricoltore

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2022/03/25/abito-impigliato-in-albero-motore-trattoremorto-agricoltore_aad1a0cc-9a47-4771-ae8a-43c307d36b09.html

Per soffocamento. A Pisignano di Cervia nel Ravennate

Pisignano di Cervia (Ravenna), 26 marzo 2022

Un agricoltore 40enne è morto in un infortunio verificatosi mentre lavorava in un terreno di Pisignano di Cervia, nel Ravennate.

A trovarlo ormai senza vita poco prima della scorsa mezzanotte vicino al suo trattore, è stato un familiare che lo era andato a cercare non avendo ricevuto più sue notizie.

Secondo quanto finora emerso, l’uomo – di Cesenatico – potrebbe essere sceso dal trattore (il mezzo è stato infatti trovato fermo): a quel punto con un abito potrebbe essere rimasto impigliato nell’albero cardanico – parte meccanica che consente la trasmissione del moto rotatorio tra il trattore e l’attrezzo agricolo collegato – finendo così con il morire soffocato.
Sul posto, oltre agli operatori del 118, sono intervenuti i Carabinieri della locale Compagnia. Non è escluso che nelle verifiche vengano presto coinvolti anche gli ispettori della Medicina del Lavoro dell’Ausl Romagna. Il trattore è stato posto sotto sequestro e la salma portata in obitorio a disposizione della procura di Ravenna per una probabile autopsia. (ANSA).

——————–°°°——————-

Si ribalta trattore a Lamezia, morto conducente

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/calabria/notizie/2022/03/24/si-ribalta-trattore-a-lamezia-morto-conducente_17b50094-30fb-4c4c-ac45-adbf55755ad9.html

Decesso sul colpo. Intervenuti vigili del fuoco e Polizia

(ANSA) – Lamezia Terme (Catanzaro), 24 marzo 2022

Una persona, di cui non sono state rese note le generalità, é morta a causa del ribaltamento del trattore di cui era alla guida.

L’incidente si é verificato in contrada “Zangarona” di Lamezia Terme.

La morte del conducente del mezzo é stata istantanea.
Sul posto é intervenuta una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Lamezia Terme del Comando provinciale di Catanzaro.
I rilievi per ricostruire la dinamica dell’incidente sono stati effettuati dal personale del Commissariato di Lamezia della Polizia di Stato. (ANSA)

——————–°°°——————-

Incidenti sul lavoro,camionista muore schiacciato da un tir in manovra nel Bresciano

articolo: Incidenti sul lavoro,camionista muore schiacciato da un tir in manovra nel Bresciano – la Repubblica

E’ accaduto a Odolo nel piazzale di una azienda specializzata nella produzione del ferro per cemento armato. Aveva 50 anni

Odolo (Brescia), 24 marzo 2022

Un camionista austriaco di 50 anni è morto dopo essere stato schiacciato dalla ruota di un tir a Odolo, nel Bresciano. L’incidente è avvenuto attorno alle 15, nel piazzale di un’azienda specializzata nella produzione di ferro tondo per cemento armato in barre, la Iro, Industrie riunite odolesi.

Dalle prime informazioni l’uomo sarebbe rimasto schiacciato dal tir guidato da un’altra persona mentre scaricava del materiale. Sul posto sono intervenuti elisoccorso, automedica, ambulanza, vigili del fuoco, carabinieri e Ats.

——————–°°°——————-

Varese, morto operaio caduto da scala: l’incidente era avvenuto lunedì

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/03/24/news/morto_operaio_caduto_da_scala_nel_varesotto_lincidente_era_avvenuto_lunedi-342633750/?ref=RHTP-VS-I270681067-P24-S12-T1

L’uomo era stato ricoverato in ospedale per una caduta da una scala, mentre lavorava ad un palo del telefono

Fagnano Olona (Varese), 24 marzo 2022

Un operaio di 41 anni è morto dopo essere stato ricoverato in ospedale per una caduta da una scala, mentre lavorava ad un palo del telefono. Il fatto era avvenuto lunedì scorso, a Fagnano Olona (Varese).

A quanto emerso l’uomo era impegnato in una operazione di manutenzione quando il palo telefonico si è spezzato, facendolo precipitare per circa 4 metri. Trasportato in gravi condizioni dall’elisoccorso all’ospedale di Circolo di Varese, ieri le sue condizioni sono precipitate ed è deceduto.

——————–°°°——————-

Incidenti sul lavoro, la serie nera in Lombardia: tre muratori in codice rosso in 24 ore

articolo di Sandro De Riccardis: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/03/23/news/la_serie_nera_del_lavoro_in_lombardia_tre_muratori_in_codice_rosso_in_24_ore-342577707/

I casi in provincia di Cremona, a Varese e a Gaggiano nel Milanese

Savirola ( Cremona), 23 marzo 2022

Tre incidenti sul lavoro ieri in Lombardia. Il più grave a Salvirola, in provincia di Cremona, dove un muratore di 61 anni è stato colpito dal crollo di parte di un tetto di un cascinale in ristrutturazione. Nelle prime ore del pomeriggio, l’uomo è caduto da un’altezza di circa sei metri, battendo la schiena contro un marciapiede. Trasferito in eliambulanza all’ospedale San Matteo di Pavia, è rimasto cosciente, anche se per lui si temono lesioni alla colonna vertebrale. Sul posto sono intervenuti anche i funzionari dell’Azienda territoriale sanitaria Val Padana e i carabinieri di Romanengo che hanno sequestrato l’immobile e raccolto le testimonianze di alcuni testimoni, colleghi della vittima, per ricostruire la dinamica e le cause dell’incidente, oltre a verificare eventuali violazioni delle norme di sicurezza. Secondo i primi rilievi il muratore, dipendente di una ditta di Offanengo, sembra sia precipitato a causa del cedimento di parte dell’imbragatura di sicurezza nel cantiere.

Varese, 23 marzo 2022

Altro grave incidente qualche ora prima a Varese, nel cantiere del nuovo palaghiaccio di via Appiani. Un operaio di 50 anni è stato colpito da una tubatura che gli ha provocato la rottura del bacino e la frattura di una gamba. A provocare la rottura della tubatura sarebbe stata la forte pressione interna alla conduttura che, come un missile, si è staccata e ha impattato sull’operaio. Subito soccorso, è stato trasferito in codice rosso all’ospedale di Circolo di Varese. Per lui la prognosi resta riservata.

Gaggiano (Milano), 23 marzo 2022

Più complicato capire cos’è successo a Gaggiano, dove un altro operaio sarebbe caduto da un’altezza di due metri e ritrovato con ferite e lesioni in frazione Vigano. L’uomo, 49 anni, sarebbe stato soccorso in un luogo diverso da quello dove si è verificato l’incidente e per questo la dinamica è ancora da ricostruire. La vittima sarebbe caduta in un “luogo non noto e trasportato da terzi in strada“, ha comunicato il 118. I soccorritori dell’ambulanza hanno constatato un trauma cranico e trasportato l’operaio in codice rosso al San Raffaele. Sul posto sono rimasti vigili urbani e carabinieri per cercare di individuare il sito dov’era all’opera l’uomo, per capire se siano state rispetta le norme di sicurezza e, soprattutto, se il lavoratore fosse impiegato in maniera regolare.

——————–°°°——————-

Incidenti sul lavoro: operaio muore colpito da rondella

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/veneto/notizie/2022/03/22/incidenti-sul-lavoro-operaio-muore-colpito-da-rondella_7de0a55a-6348-4727-a555-914282a6d44b.html

Stava lavorando su fresatrice in azienda nel vicentino

(ANSA) – Marano Vicentino (Vicenza) , 22 marzo 2022

Un uomo è morto ieri sera in un incidente sul lavoro all’interno di un’azienda di Marano Vicentino (Vicenza), la Bomar Engineering, situata nella zona industriale.

L’operaio eseguendo una lavorazione su una fresatrice quando, per cause in corso di accertamento, è stato colpito violentemente al torace da una rondella di metallo.

Immediato l’allarme al Suem 118, ma all’arrivo sul posto i sanitari non hanno potuto che accertare il decesso. Sul posto anche i tecnici dello Spisal dell’Ulss n.7 e i carabinieri. (ANSA).

——————–°°°——————-

Si ribalta e muore in un incidente con il suo trattore

articolo & video: https://www.leggo.it/video/si_ribalta_e_muore_in_un_incidente_con_il_suo_trattore-6580380.html

Cadoneghe (Padova), 22 marzo 2022

Muore in un incidente con il suo trattore. – agricoltore di 69 anni)

servizio video:

articolo & video: https://www.leggo.it/video/si_ribalta_e_muore_in_un_incidente_con_il_suo_trattore-6580380.html

Taranto, morto Massimo De Vita: l’operaio aveva 40 anni

articolo di Cesare Bechis: https://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/bari/cronaca/22_marzo_22/taranto-operaio-morto-lavoro-porto-aveva-40-anni-91ca8dc0-a9bd-11ec-a39a-2f18c2191cdb.shtml

L’uomo è stato schiacciato e ucciso da un grosso telaio in ferro al porto. Al momento della morte, era impegnato in attività di movimentazione da terra di pale eoliche. A Taranto sfiorata un’altra tragedia: escavatore si ribalta nel porto, nessun ferito

Taranto, 22 marzo 2022

Un operaio è morto in un incidente sul lavoro al quarto sporgente del porto di Taranto. La tragedia s’è consumata questa mattina, attorno alle 8, nella parte pubblica del molo dove vengono movimentate le pale eoliche. La vittima è il quarantenne Massimo De Vita, ex dipendente della società Taranto Container Terminal, ora transitato nella Compagnia Neptunia, due figli, qualifica rizzatore. Sulla base di una prima ricostruzione l’uomo aveva appena cominciato il proprio turno di lavoro e assisteva alla discesa a terra dei pesanti telai di ferro su cui poggiano durante il trasporto marittimo le pale eoliche, in questo caso già sbarcate. Per cause ancora da accertare la struttura metallica s’è sganciata travolgendo Massimo De Vita che non h avuto scampo. Sul posto sono intervenuti subito i tecnici dello Spesal, i sindacalisti di categoria, gli uomini dell’Autorità portuale, oltre che il personale del 118 e delle forze dell’ordine. Sarà aperta un’inchiesta. continua a leggere

——————–°°°——————-

Grave operaio: cade durante i lavori a un palo elettrico a Fagnano Olona

articolo: https://www.varesenews.it/2022/03/operaio-cade-dalla-scala-fagnano-olona/1440509/

L’infortunio attorno alle 9.30 in via Trieste dove il tecnico di una ditta specializzata stava eseguendo lavori di manutenzione a un palo elettrico. Sul posto elisoccorso, carabinieri e Ats Insubria

Fagnao Olona (Varese), 21 marzo 2022

Un uomo di 42 anni è stato soccorso questa mattina, lunedì 21 marzo per essere caduto da una scala a Fagnano Olona.

Il fatto è avvenuto in via Trieste mentre l’uomo era alle prese con un palo della luce su cui stava lavorando, eseguendo lavoro di manutenzione.

La caduta è avvenuta da diversi metri e le autorità sanitarie classificano il fatto come infortunio sul lavoro. Sul posto vigili del fuoco di Varese, i carabinieri di Busto Arsizio e il dipartimento prevenzione e sicurezza sul lavoro di Ats Insubria.

Areu ha inviato l’elisoccorso: i sanitari hanno immobilizzato l’uomo che è stato posizionato su una barella rigida e dopo le prime valutazioni hanno optato per il ricovero urgente a bordo del velivolo di soccorso partito per l’ospedale di Varese in codice rosso.

——————–°°°——————-

Incidente mortale alle porte di Roma: agricoltore muore schiacciato sotto il trattore

articolo: https://www.leggo.it/italia/roma/incidente_mortale_agricoltore_muore_schiacciato_sotto_trattore_dopo_tamponamento-6575885.html

A nulla sono serviti i soccorsi, l’uomo di 54 anni è morto sul colpo

Valmontone (Roma), 20 marzo 2022

Tragedia a Valmontone. Nella serata di sabato 19 marzo, un agricoltore romano di 54 anni è morto in un incidente stradale mentre era alla guida del suo mezzo agricolo. L’uomo era a bordo di una motozappa con sellino, un trattore di piccole dimensioni, quando è stato tamponato da un’auto guidata da un ragazzo di 22 anni

L’incidente è successo lungo via Colle Vallerano, in località Stazione Vecchia di Valmontone. Il mezzo guidato dall’agricoltore si è ribaltato, non lasciando scampo alla vittima che è rimasta schiacciata da mezzo. Nonostante l’intervento tempestivo dei soccorsi, per l’uomo non c’è stato niente da fare. L’uomo è morto sul colpo

Sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri di Valmontone, che indagano per ricostruire la dinamica del sinistro. I due mezzi sono stati sequestrati e il 22enne è stato portato all’ospedale di Collefetto, in evidente stato di choc

——————–°°°——————-

Si ribalta col trattore e muore sul colpo

articolo: https://www.toscanamedianews.it/si-ribalta-col-trattore-e-muore-sul-colpo.htm

La vittima è un agricoltore di 49 anni che è precipitato col trattore in una scarpata mentre lavorava in un terreno agricolo di sua proprietà

Montecastelli Pisano (Pisa) 19 marzo 2022

Poco prima delle 8 un uomo di 49 anni, residente a Castelnuovo di Val di Cecina, è morto mentre con un trattore stava lavorando su un terreno di sua proprietà a Montecastelli Pisano.

Il 49enne non sarebbe morto per un malore, come inizialmente riferito dal 118. Secondo quanto ricostruito dai carabinieridurante una manovra, per cause in corso di accertamento, il trattore si è ribaltato ed è precipitato in una scarpata profonda una cinquantina di metri. Purtroppo l’agricoltore non è sopravvissuto all’impatto col terreno e ogni tentativo di soccorso è stato inutile.

Il trattore, distrutto a seguito dell’incidente, è stato sequestrato.

Il pm di turno ha disposto l’autopsia e la salma è stata trasferita all’istituto di medicina legale.

Sul posto sono intervenuti i sanitari della locale Misericordia, i carabinieri della stazione di Castelnuovo di Val di Cecina e i vigili del fuoco di Saline di Volterra. Inizialmente era stata attivata anche l’eliambulanza Pegaso, poi non intervenuta.

Nella giornata di ieri si è verificato in un’azienda agricola di Massa Marittima un altro incidente mortale dove ha perso la vita un uomo di 65 anni che stava assistendo ai lavori di trivellazione di un terreno. E sempre ieri due operai sono rimasti gravemente ustionati dall’acqua bollente in un’azienda di Sansepolcro.

——————–°°°——————-

Morto un uomo rimasto incastrato in un macchinario

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/toscana/notizie/2022/03/18/morto-un-operaio-rimasto-incastrato-in-un-macchinario_6840c09b-d639-49ad-a876-6fbcbe82400a.html

La vittima assisteva a lavori di trivellazione in un’azienda agricola del Grossetano, a Massa Marittima

Massa Marittina (Grosseto), 18 marzo 2022

Non e’ un operaio l’uomo di 65 anni morto dopo essere rimasto incastrato in un macchinario in un’azienda agricola a Massa Marittima, nel Grossetano.

La vittima – è stato successivamente precisato – era un amico di famiglia in visita che non stava lavorando ma assisteva ai lavori di trivellazione per mettere i pali nelle vigne.

L’azienda, a conduzione familiare, è nella zona di Marsiliana. Sul posto intervenuti i sanitari inviati dal 118 che hanno allertato anche l’elisoccorso Pegaso 2. Le indagini le stanno portando avanti i carabinieri della Compagnia di Massa Marittima. 

——————–°°°——————-

Incidenti lavoro: 75enne muore schiacciato da trattore

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/puglia/notizie/2022/03/11/incidenti-lavoro-75enne-muore-schiacciato-da-trattore_d366d1f3-863b-4f95-8cde-02e0c64eed46.html

Travolto dal mezzo nelle campagne del Foggiano

(ANSA) – San Severo (Foggia), 11 marzo 2022

Un agricoltore 75enne è morto dopo essere rimasto schiacciato dal trattore con cui stava lavorando nelle campagne tra San Severo e Foggia.

L’incidente è avvenuto ieri mattina ma la notizia è stata diffusa oggi.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il 75enne stava per mettere in moto il trattore quando, per cause da accertare, è stato travolto dal veicolo. L’uomo sarebbe stato subito soccorso e poi trasportato in ospedale dove sarebbe arrivato già morto. La Polizia indaga sulle cause dell’incidente. (ANSA).

——————–°°°——————-

Reggio Calabria, morto sul lavoro un operaio nello stabilimento Hitachi Rail

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2022/03/10/news/reggio_calabria_morto_sul_lavoro_operaio_dello_stabilimento_hitachi_rail-340896839/?ref=RHTP-VS-I270681067-P23-S1-T1

Giuseppe Cuzzola, di 42 anni, è deceduto mentre stava raccogliendo i rifiuti utilizzando un braccio meccanico per spostare l’alluminio

Reggio Calabria, 10 marzo 2022

Un operaio, Giuseppe Cuzzola, di 42 anni, è morto in un incidente su lavoro nello stabilimento dell’Hitachi di Reggio Calabria, la più importante industria della città. La vittima era il titolare di una ditta esterna che gestisce lo smaltimento dei rifiuti speciali prodotti dallo stabilimento.

IL DOSSIER Morire di lavoro – Cuzzola, secondo quanto è emerso dai primi accertamenti dei carabinieri, è deceduto mentre stava raccogliendo i rifiuti utilizzando un braccio meccanico per spostare l’alluminio, una parte del quale lo avrebbe schiacciato all’interno del cassone in cui si stava effettuando il deposito del materiale. 

Hitachi Rail esprime “tutto il suo cordoglio e supporto alla famiglia Cuzzola per il triste incidente che ha fatalmente colpito Giuseppe Cuzzola dell’omonima ditta specializzata nella raccolta e smaltimento di materiali speciali industriali“.

In una nota, Hitachi Rail specifica di mettere “al centro delle proprie attività e politiche aziendali la sicurezza sui luoghi di lavoro ed offre pertanto piena e completa collaborazione alle autorità compenti impegnate a ricostruire le dinamiche che hanno determinato il triste incidente di questa mattina nell’area destinata alla raccolta dei materiali speciali attinente allo stabilimento di Reggio Calabria“.

——————–°°°——————-

Incidenti sul lavoro, un operaio morto e uno ferito a Biassono: precipitati mentre erano su un traliccio

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/03/10/news/incidenti_sul_lavoro_un_operaio_morto_e_uno_ferito_a_biassono_precipitati_mentre_erano_su_un_traliccio-340926116/

E’ accaduto alla San Giorgio Mobili, i due operai travolti da un’antenna che li ha fatti precipitare da un’altezza di oltre sei metri

Bisassono (Monza Brianza), 10 marzo 2022

Un incidente mortale sul lavoro è avvenuto oggi alle 14 a Biassono, in provincia di Monza e Brianza. Un operaio di 33 anni è morto e un altro di 26 è rimasto ferito precipitando al suolo durante una operazione di manutenzione di un traliccio in un cantiere di via delle Industrie. È stata un’antenna a travolgere l’operaio all’interno della San Giorgio Mobili. Questo quanto emerso dagli accertamenti della Polizia Locale. La struttura, caduta per cause ancora da accertarsi, lo ha travolto in pieno facendolo cadere dall’autoscala sulla quale stava lavorando. Precipitato per oltre sei metri, l’operaio è morto in seguito ai gravi traumi riportati.

Il 33enne è morto quasi subito: i soccorritori hanno potuto solo contastare il decesso. L’altro operaio è stato portato in codice verde a Desio con traumi agli arti superiori. Sul posto sono intervenuti l’elisoccorso, una automedica, 2 ambulanze, vigili del fuoco, carabinieri e polizia locale.

——————–°°°——————-

Boscaiolo di 22 anni muore al lavoro: il padre non lo sente più via radio e lo trova esanime

articolo: https://www.ilgazzettino.it/nordest/primopiano/boscaiolo_22_anni_morto_predazzo_padre-6544177.html

Predazzo (Trento), 05 marzo 2022

Un boscaiolo di 22 anni  (Walter Guadagnini) è morto oggi 5 marzo nei boschi di Predazzo, in Trentino. Il ragazzo stava lavorando per conto di una ditta di disboscamento di cui è titolare il padre, era impegnato nel lavoro di allestimento di una teleferica nei boschi sopra l’abitato di Predazzo in Val di Fiemme, sul versante dove sale l’impianto di risalita dello Ski center Latemar.  A dare l’allarme al Numero Unico per le Emergenze 112, poco prima delle 9, è stato il padre del ragazzo e alcuni colleghi, che lo hanno trovato incosciente alla base di un dirupo alto una quindicina di metri.

Dinamica da accertare – L’allarme è scattato dopo che il giovane ha smesso di rispondere alle chiamate del padre attraverso una radio con cui si tenevano in contatto. Da una prima ricostruzione, il ragazzo potrebbe essere scivolato lungo il pendio scosceso mentre stava maneggiando la traente della teleferica. Non è escluso che il 22enne sia deceduto a seguito di una caduta. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco della zona, il soccorso alpino e i soccorsi sanitari, con l’elicottero di Trentino emergenza.  Le condizioni del ragazzo sono parse da subito molto gravi; nonostante i tentativi di rianimazione, il medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso.

——————–°°°——————-

Storo, un settantenne muore schiacciato dal suo trattore

articolo: https://www.ladige.it/territori/giudicarie-rendena/2022/03/04/storo-un-settantenne-muore-schiacciato-dal-suo-trattore-1.3147824

È accaduto verso le 18.30 di oggi, 4 marzo: la vittima stava lavorando vicino al proprio fienile, in località Albere e aveva appena finito i caricare la legna sul rimorchio

Storo (Trento), 04 marzo 2022

Tragedia questa sera, 4 marzo, nella zona di Storo: un uomo di 70 anni ha perso la vita, schiacciato dal suo trattore.

La vittima stava lavorando in località Albere, dove era andato a fare legna, non lontano dal proprio fienile.

Aveva sistemato il legname sul rimorchio e stava per partire quando qualcosa è andato storto: il motore non si avviava e a quanto pare l’uomo è sceso dal mezzo per una verifica, ma il trattore si è mosso schiacciandolo.

Per l’uomo, residente in zona, non c’è stato niente da fare.

La dinamica della tragedia è ora al vaglio dei carabinieri, intervenuti in loco insieme al personale del’emergenza sanitaria e ai carabinieri.

——————–°°°——————-

Artigiano muore cadendo in cantiere nel Bolognese

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2022/03/04/artigiano-muore-cadendo-in-cantiere-nel-bolognese_1b5fc1e6-9fef-4bc6-83b5-c76e75c2f3bf.html

La vittima è un 50enne originario dell’Est Europa

Castel Maggiore, (Bologna), 04 marzo 2022

Un artigiano di 50 anni ha perso la vita in un incidente sul lavoro, avvenuto nel pomeriggio a Castel Maggiore, nel Bolognese, nell’area del cantiere edile di un palazzo in ristrutturazione.

Da una prima ricostruzione, l’uomo sarebbe caduto da un solaio dove stava lavorando.

Ha fatto un volo di circa sei metri che, a causa delle lesioni riportate nella caduta, non gli ha lasciato scampo. I soccorritori del 118 hanno potuto solo constatare il decesso dell’artigiano, che era originario dell’Est Europa. Sul posto, per i rilievi di legge e per ricostruire la dinamica dell’incidente, sono intervenuti i carabinieri di Castel Maggiore e della compagnia di Borgo Panigale, oltre ai funzionari della medicina del lavoro dell’Ausl. (ANSA)

——————–°°°——————-

Travolto da rampa di carico, morto operaio

articolo: https://tg24.sky.it/aosta/2022/03/03/travolto-da-rampa-di-carico-morto-operaio

A Chambave, vittima è 61enne di Nus

(ANSA) – Chambave (Aosta), 03 marzo 2022

Un operaio di 61 anni di Nus (Aosta) è morto a seguito delle lesioni riportate in un incidente sul lavoro avvenuto nel primo pomeriggio a Chambave.
In base a una prima ricostruzione, è stato investito da una rampa di un mezzo pesante su cui avrebbe dovuto essere caricata una ruspa. Nell’area sono in corso dei lavori di bonifica. Da accertare le cause del guasto al mezzo pesante. Il decesso è avvenuto all’ospedale Parini di Aosta, dove l’uomo è stato trasportato d’urgenza. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri ed è atteso un sopralluogo del pm di turno. (ANSA)

——————–°°°——————-

Verona, incendio al colorificio Casati: morto operaio. Il sindaco: «Chiudete le finestre»

articolo: di Francesco Sergio https://corrieredelveneto.corriere.it/verona/cronaca/22_marzo_01/verona-incendio-colorificio-casati-morta-persona-sindaco-chiudete-finestre-bdb23c90-9981-11ec-bc2f-580326f2e25a.shtml

Il rogo sarebbe stato provocato dall’esplosione di una bombola di solvente. L’operaio, Graziano Dal Corso (57 anni), è stato trovato privo di vita

Poiano (Verona), 01 marzo 2022

Lo scoppio fortissimo, le fiamme e il fumo nero che avvolge l’azienda. I dipendenti, nonostante attimi di terrore, che riescono a scappare e a mettersi in salvo in strada. Ancora vestiti nelle loro tute da lavoro, osservando con occhi increduli davanti a sé le fiamme che divorano l’edificio. C’erano tutti, circa una cinquantina, tranne uno: Graziano Dal Corso. L’operaio 57enne addetto al reparto smalti non risultava presente all’appello. Verrà ritrovato successivamente senza vita dai vigili del fuoco nell’azienda andata in parte distrutta dal rogo.

L’appello – La tragedia nella tragedia si è verificata martedì a Poiano, in via Valpantena 59b, dove il dipendente del colorificio Casati ha perso la vita a seguito dell’incendio divampato all’interno dell’immobile per cause e dinamica che sono al momento in fase di accertamento. L’allarme è scattato intorno alle 16, quando il rogo è partito dal reparto smalti a solvente, materiale altamente infiammabile. Una doppia esplosione avrebbe allarmato i dipendenti, che sono stati fatti evacuare sulla strada parallela alla provinciale 6 che collega Poiano a Verona. A quel punto è partita la macchina dei soccorsi, con la centrale dei vigili del fuoco che, supportata dai colleghi di Mantova, Vicenza, Rovigo, Venezia e Treviso, ha mandato sul posto ben 40 persone con 3 autopompe, 5 autobotti, tra cui 3 chilolitriche, 2 carri schiuma, 2 autoscale e un autocarro Nbcr utilizzato dall’unita dei pompieri specializzata nell’operare con sostanze pericolose. Presente anche il Niat, il nucleo investigazioni antincendi, per un primo sopralluogo. Una volta in zona, i vigili del fuoco si sono messi all’opera per estinguere il rogo. continua a leggere

——————–°°°——————-

Brescia, incidenti lavoro, si ribalta escavatore e finisce nel fiume: muore operaio

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/03/01/news/incidenti_lavoro_si_ribalta_escavatore_e_finisce_nel_fiume_muore_operaio-339825079/

La tragedia in un cantiere a Monno, in alta Valcamonica: quando sono arrivati i soccorsi l’uomo era già in arresto cardiocircolatorio

Monno (Brescia), 01 marzo 2022

Un operaio é morto mentre stava lavorando in un cantiere a Monno, in alta Valcamonica, nel Bresciano. Secondo quanto riferisce il 118 l’uomo era alla guida di un escavatore, quando il mezzo si é ribaltato finendo in un fiume. Quando sono arrivati i soccorsi l’uomo era già in arresto cardiocircolatorio, ed é stato constatato il decesso. Sul posto sono intervenuti l’elisoccorso, l’ambulanza, Vigili del fuoco, carabinieri e Ats.

——————–°°°——————-

Incidente tra camion in A14, feriti i conducenti

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2022/03/01/incidente-tra-camion-in-a14-feriti-i-conducenti_c133d1f2-40f8-4253-b7fb-eff3812ff21a.html

Tir in fiamme, chiuso per ore il tratto tra Forlì e Faenza

Forlì/Faenza, 01 marzo 2022

Un tamponamento fra tre camion, di cui uno ha preso fuoco, ha bloccato questa mattina per alcune ore il tratto di autostrada A14 Bologna-Taranto tra Forlì e Faenza.

Feriti, non gravi, i tre conducenti dei mezzi.

Hanno riportato escoriazioni e contusioni. Sono riusciti a uscire in autonomia dalle cabine prima che divampassero le fiamme. L’incidente è avvenuto al chilometro 78 poco prima delle 7. Sono intervenuti Vigili del Fuoco, soccorsi meccanici, pattuglie della Polizia Stradale e personale della Direzione 3° Tronco di Bologna di Autostrade per l’Italia. Il tratto è stato riaperto poco dopo le 11 e si transita su una sola corsia con alcuni chilometri di coda in direzione Bologna. Proseguono, e dureranno per buona parte della giornata, i lavori per recuperare i grossi mezzi coinvolti e per ripristinare la sede stradale, intaccata dal fuoco, dai liquidi dispersi dai mezzi e dalle schiume utilizzate dai vigili del fuoco per spegnere le fiamme.

——————–°°°——————-

Febbraio 2022

________________________

Incidenti lavoro: cade dal tetto, grave manutentore

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/friuliveneziagiulia/notizie/2022/02/28/incidenti-lavoro-cade-dal-tetto-grave-manutentore_ffa5b44b-c2a7-4bdb-aa11-75116509da82.html

Nel pordenonese. Soccorso da elicottero

(ANSA) – Tramonti Di Sopra (Pordenone), 28 febbraio 2022

Un operaio manutentore, intento in lavori di sistemazione del tetto di una centralina elettrica, è rimasto seriamente ferito in un incidente sul lavoro accaduto stamattina a Tramonti di Sopra (Pordenone).

Per cause al vaglio dei Carabinieri della stazione di Meduno e degli ispettori dell’Azienda sanitaria, poco prima delle 10 l’uomo sarebbe scivolato dalla copertura della struttura su cui stava operando, da un’altezza di circa 4 metri.

Soccorso dal personale dell’equipe medica dell’elicottero sanitario Fvg, l’uomo è stato trasferito d’urgenza in ospedale.
Ha rimediato diversi traumi alla schiena e alle gambe ma è sempre rimasto cosciente e non sarebbe in pericolo di vita.
Sul posto anche i Vigili del fuoco e, a scopo precauzionale considerata la zona periferica e rurale, anche i tecnici del Cnsas della stazione di Maniago. (ANSA).

——————–°°°——————-

Tragedia a Magomadas: agricoltore muore travolto dal trattore

articolo (Alessandro Farina): https://www.lanuovasardegna.it/oristano/cronaca/2022/02/26/news/tragedia-a-magomadas-agricoltore-muore-travolto-dal-trattore-1.41260758

Magomadas (Oristano), 26 febbraio 2022

Tragedia questo pomeriggio 26 febbraio nelle campagne del paese della Planargia. Un pensionato di 72 anni, Paolo Pintore, è morto dopo che il suo trattore, nella zona di Chele, si è rovesciato, travolgendolo. Sul posto è intervenuto il 118 di Bosa, i carabinieri della stazione della città del Temo, che hanno eseguito i rilievi, e una squadra di vigili del fuoco del distaccamento di Cuglieri. Per l’uomo purtroppo non c’è stato nulla da fare.

——————–°°°——————-

Incidente sulla Palermo-Catania, camion si ribalta: grave il conducente

articolo: https://livesicilia.it/incidente-autostrada-casteldaccia-bagheria/?utm_source=box-articolo-correlato

Casteldaccia e Bagheria (Palermo), 25 febbraio 2022

Drammatico incidente nel primo pomeriggio sull’autostrada A/19 Palermo-Catania, tra gli svincoli di Casteldaccia e Bagheria. Coinvolti un camion frigo che si è ribaltato e alcune auto: il conducente del mezzo pesante è rimasto ferito ed è stato estratto dall’abitacolo dai vigili del fuoco, per poi essere trasportato in ospedale dai sanitari del 118.

La dinamica – In base ad una prima ricostruzione il camion ha prima sfondato il guardrail, poi si è ribaltato e infine la cabina si è schiantata contro un albero, in corrispondenza del cartello della segnaletica autostradale che indica la distanza dallo svincolo di Bagheria. “Dopo circa due ore di lavoro – spiegano dal comando dei vigili del fuoco – il personale è riuscito ad estrarre dalle lamiere l’uomo che si trovava alla guida”. Le condizioni dell’autotrasportatore sono molto gravi. Una donna in stato di gravidanza è stata soccorsa dai sanitari e portata in ospedale. In direzione Palermo c’è l’uscita obbligatoria a Casteldaccia.

Rimozione del mezzo complessa – Il mezzo pesante ha interessato l’intera carreggiata bloccando completamente il traffico delle auto, andato letteralmente in tilt. Sul posto anche l’Anas e la polizia stradale. Le operazioni di rimozione del mezzo si sono rivelate particolarmente complesse: necessario l’arrivo di un mezzo idoneo per rendere nuovamente fruibile la carreggiata in direzione di Palermo. Lunghe code fino a poco prima delle 20, quando le operazioni sono state completate e la viabilità è man mano tornata alla normalità.

——————–°°°——————-

Butera, incidente sulla statale: auto contro ambulanza, 3 morti

articolo: https://livesicilia.it/butera-incidente-mortale-ambulanza/?utm_source=box-articolo-correlato

Butera (Caltanisetta), 24 febbraio 2022

Sono tre le vittime dello scontro tra un’auto e un’ambulanza sulla Ss626 Caltanissetta-Gela, costato la vita, oltre che al conducente del mezzo di soccorso e al paziente che veniva trasportato, a un automobilista, mentre un medico e un infermiere sono rimasti feriti. L’incidente è avvenuto oggi pomeriggio intorno alle 17.30, all’altezza dello svincolo per Butera.

La ricostruzione della dinamica – L’ambulanza dell’Asp nissena, in servizio all’ospedale “Vittorio Emanuele” di Gela, stava tornando dal Sant’Elia di Caltanissetta dove aveva trasportato un paziente che era stato sottoposto a una procedura in emodinamica. Ad un tratto, secondo quanto ricostruito dalla polizia stradale che ha sentito le testimonianze di un altro automobilista, una Nissan Juke ha invaso la corsia opposta scontrandosi contro l’ambulanza che si è ribaltata. Morti sul colpo l’autista dell’auto, Luigi Guarnaccia, 46 anni, di Catania, e il paziente, Francesco Cannìa, 76 anni, di Niscemi, che era all’interno dell’ambulanza. Dalla centrale operativa del 118 di Caltanissetta sono state inviate due ambulanze e l’elisoccorso che ha trasportato l’infermiere, Giuseppe Ragusa, al Sant’Elia per un grave trauma craniofacciale.

Le operazioni di soccorso – Le sue condizioni sono definite gravi dai sanitari. Una delle ambulanze si è occupata del trasporto all’ospedale Vittorio Emanuele di Gela del medico che accompagnava il paziente, Flavio Rimmaudo, e che ha subito un trauma toracico. Molto più complesse si sono rivelate invece per i vigili del fuoco le operazioni per estrarre l’autista dell’ambulanza, Tiziano Iudica, le cui condizioni sono apparse subito gravissime. L’uomo, che è stato intubato sul posto e trasportato al Sant’Elia, è morto durante il tragitto in ambulanza per i gravissimi traumi riportati agli arti inferiori. “Siamo amareggiati per quanto accaduto – ha detto il direttore generale dell’Asp di Caltanissetta, Alessandro Caltagirone – e vicini a tutte le famiglie delle persone che hanno perso la vita, il nostro autista, la persona che si trovava in ambulanza e l’altro automobilista. Non ci sono parole, è l’ennesima tragedia della strada di cui non vorremo mai leggere notizia”.

——————–°°°——————-

Auto travolge operai in cantiere, uno è morto

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/toscana/notizie/2022/02/22/auto-travolge-operai-in-cantiere-uno-e-morto_874184bc-d9fc-44e6-aab4-bee387950723.html

Nel Livornese, un altro è ferito .Vettura sbanda per evitare un’altra

Rosignano Marittimo (Livorno), 22 febbraio 2022

Incidente mortale sul lavoro su una strada di Vada (Livorno) dove un operaio di 55 anni (Marco Cecchi) impegnato nella costruzione di una rotatoria è stato investito da un’auto che lo ha compresso contro un mezzo pesante della ditta, posteggiato dentro il cantiere.

Anche un altro operaio è rimasto travolto ma le sue condizioni non sarebbero gravi, è comunque stato trasferito in ospedale a Cecina.

Secondo una prima ricostruzione della polizia municipale, una vettura non avrebbe rispettato una precedenza e un altro veicolo, un Suv che sopraggiungeva in direzione mare per evitarla avrebbe sbandato andando a investire i due operai.

Gli accertamenti comunque sono in corso. Sul luogo dell’incidente mortale sono intervenuti gli ispettori della Medicina del lavoro della Asl oltre ai carabinieri e alla polizia municipale che ha effettuato i rilievi insieme ai vigili del fuoco di Livorno e ambulanze del 118 con la Pubblica assistenza di Rosignano (Livorno). A uno di questi equipaggi del soccorso sanitario appartiene il medico che ha constatato il decesso dell’operaio. 

——————–°°°——————-

Incidenti sul lavoro: operaio cade da scala e batte testa, grave

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/friuliveneziagiulia/notizie/2022/02/21/incidenti-sul-lavoro-operaio-cade-da-scala-e-batte-testa-grave_aa1dfb11-03ff-4221-9270-3ab53c749490.html

A Muggia (Trieste) Sul posto 118 e Polizia

(ANSA) – Muggia (Trieste), 21 febbraio 2022

Stava lavorando su una scala quando evidentemente ha perso l’equilibrio ed è caduto battendo la testa.Nell’impatto ha riportato ferite molto gravi.

E’ accaduto questo pomeriggio nel magazzino di un’azienda agricola a Muggia, in provincia di Trieste, dove l’operaio stava lavorando.

La caduta è stata di pochi metri ma l’impatto è stato molto violento. L’uomo è stato soccorso dagli operatori del 118 e portato all’ospedale di Cattinara, dove è stato ricoverato per un forte trauma cranico. Ad allertare i soccorsi sarebbero stati i suoi colleghi di lavoro che lo hanno trovato a terra, sanguinante. Sul posto è intervenuta anche la Polizia. (ANSA).

——————–°°°——————-

Trovato morto uno degli 11 dispersi sul traghetto andato a fuoco

articolo: https://www.ladige.it/attualita/2022/02/20/trovato-morto-uno-degli-11-dispersi-sul-traghetto-andato-a-fuoco-1.3135693

20 febbraio 2022

Dopo il salvataggio di quasi 300 persone, si cercano le altre dieci che mancano all’appello. Il gruppo Grimaldi precisa: “Nessun overbooking, nave occupata per il 42%”. I testimoni: durante il rogo molti camionisti sono scesi in stiva per cercare di recuperare i documenti lasciati nei camion

ROMA. Un uomo è stato trovato morto, carbonizzato in un camion, a bordo del traghetto andato a fuoco venerdì scorso a nord di Corfù, tra la Grecia e l’Italia.

Lo riferiscono i vigili del fuoco sul posto.

Dieci passeggeri sono ancora dati per dispersi.

In mattinata un uomo è stato trovato vivo un 21enne bielorusso: per precauzione è ricoverato nella Clinica polmonare dell’ospedale generale di Corfù, dopo che essere rimasto due giorni sulla nave Euroferry Olympia.  L’ospedale ha spiegatoi che gli sono stati praticati tutti gli esami e il giovane riporta solo segni di disidratazione.

Fin dai primi colloqui con i medici ha detto che sentiva altre voci sulla nave.

Intanto è arrivata al molo di Costa Morena del porto di Brindisi la nave Florencia della compagnia Grimaldi che trasporta alcuni dei sopravvissuti all’incendio.

A bordo, secondo quanto riferisce la compagnia Grimaldi Lines, ci sarebbero in tutto 48 sopravvissuti, tra i quali una ventina di italiani.

“Ho mandato un sms di addio a mia moglie. Ero convintissimo che la morte ci prendeva tutti”, ha detto un autotrasportatore superstite sbarcato al porto di Brindisi.

Ci hanno chiamato – ha raccontato Vittorio Padrevino parlando con i giornalisti che attendevano sul molo – ci hanno diviso in due gruppi e poi c’è stato l’abbandono nave. Ho pensato di morire, la morte l’abbiamo vista”.

Qualcuno ha tentato di andare ai camion – ha aggiuntoper recuperare soldi, documenti, patenti. Non abbiamo più documenti, licenze comunitarie importanti. L’organizzazione è stata stupenda, sono stati bravissimi, ragazzi giovani molto in gamba.”.

Ogni settimana ha detto ancorafaccio questa tratta, non avrei mai pensato una cosa del genere dobbiamo ringraziare Dio”.

“Ho pianto, non so quanto ho pianto. Tutti abbiamo pianto – ha concluso – anche i più forti. Non vedo l’ora di tornare a casa. Noi italiani ci siamo ritrovati e dati forza”.

Rassicurazioni arrivano sul rischio di inquinamento da combustibile.

Sono in contatto con il capo del Ram“, il Reparto ambientale marino della Guardia Costiera, e “al momento lo scafo non dà evidenza di fratture che possano far pensare a uno sversamento, assicura il ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani, parlando a Radio 24.

La priorità va data alla ricerca dei dispersi. L’incendio sta per essere domato, quindi prima arriva in rada la nave, prima si mette tutto in sicurezza”, ha aggiunto.

Il sistema di prenotazione elettronica per merci e passeggeri del Gruppo Grimaldi non consente alcun overbooking; nel caso particolare dei passeggeri, solo il 42% della capacità era occupata nel viaggio dell’Euroferry Olympia, spiega in una nota, il Gruppo Grimaldi replicando alle accuse “del Sindacato greco degli autotrasportatori professionisti (Seofae)“.

In termini di sistemazione dei passeggeri, le 77 cabine (pari a 308 posti letto) e le 409 poltrone reclinabili della nave potevano ospitare senza alcun problema e comodamente i 239 passeggeri (di cui 159 autisti) che viaggiavano a bordo (per un viaggio di 9 ore e non 25 ore)“.

——————–°°°——————-

Foggia, operaio cade da un’impalcatura al quarto piano: è grave

articolo di Tatiana Bellizzi: https://bari.repubblica.it/cronaca/2022/02/19/news/foggia_operaio_cade_da_unimpalcatura-338364770/

La vittima e’ un 61enne del posto che ora sta lottando tra la vita e la morte al Policlinico Riuniti

Foggia, 19 febbraio 2022

Stava effettuando dei lavori di ristrutturazione in un vecchio stabile che si trova in via Bainsizza zona stazione di Foggia, quando improvvisamente ha perso l’equilibrio cadendo nel vuoto dall’altezza di un quarto piano. Sarebbe questa la dinamica dell’incidente sul lavoro avvenuto questa mattina, 19 febbraio, a Foggia. La vittima e’ un 61enne del posto che ora sta lottando tra la vita e la morte al Policlinico Riuniti del Capoluogo dauno.

Nel reparto di rianimazione e’ giunto in elisoccorso, il solo mezzo a disposizione, in quel momento, ad avere a bordo un medico-rianimatore. Chi ha assistito all’incidente parla di urla strazianti del povero operaio. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno avviato le indagini per cercare di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto.

In via Bainsizza sono giunti anche gli uomini dello Spesal – Servizio Prevenzione e Sicurezza Negli Ambienti di Lavoro – per accertare la posizione della vittima ovvero se fosse o meno regolarmente assunta. Non è la prima volta che nel foggiano si verificano incidenti sul lavoro.

L’ultimo episodio risale all’8 agosto scorso quando un operaio di 47 anni di Manfredonia morì mentre stava effettuando delle opere  di realizzazione delle vasche per il recupero di acqua piovana proprio bello comune foggiano.

——————–°°°——————-

Cede un braccio di una gru, muore operaio di 44 anni a Cervia

articolo: https://bologna.repubblica.it/cronaca/2022/02/18/news/cede_un_braccio_di_una_gru_muore_operaio_di_44_anni_a_cervia-338273200/?ref=RHTP-VS-I270681067-P21-S3-T1

Cervia (Ravenna), 18 febbraio 2022

Un operaio di 44 anni originario di Comacchio, in provincia di Ferrara, è morto nel primo pomeriggio di oggi a Cervia, nel Ravennate, a causa di un cedimento del braccio della gru meccanica grazie a cui stava potando alcuni alberi. I soccorsi sono stati inutili. L’uomo lavorava per una ditta che, su incarico del Comune, stava facendo la manutenzione ai numerosi pini marittimi. Sul posto ci sono i carabinieri e il magistrato di turno.

Presenti pure alcuni assessori, il dirigente d’area e il sindaco della città romagnola. I pini in questione fanno infatti parte del verde pubblico appaltato dal 2020 alla ditta Deltambiente per la quale lavorava il defunto.
Una tragedia immane ha colpito oggi la nostra città – scrive il primo cittadino Massimo Medri – Come prima cosa mi stringo attorno alla famiglia che sta certamente vivendo un immenso dolore, non oso immaginare che ore terribili possano essere queste. Come seconda cosa come Sindaco di questa città chiedo chiarezza su quanto avvenuto. Il tema della sicurezza nei luoghi di lavoro deve diventare prioritario per tutti“.

——————–°°°——————-

Scoppia contenitore in laboratorio, ferita ricercatrice

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/veneto/notizie/2022/02/17/scoppia-contenitore-in-laboratorio-ferita-ricercatrice_1ea93ed1-4e15-4a13-8820-f1acfe6084f5.html

Nella sede Dipartimento dii chimica dell’Università di Padova

(ANSA) – Padova, 17 febbraio 2022

Lo scoppio di un contenitore sotto pressione in un laboratorio del Dipartimento di Chimica dell’Università di Padova, in via Marzolo, ha provocato il ferimento di una ricercatrice.

La donna è stata portata in ospedale, dove e’ stata curata per le ferite riportate nell’incidente..

Le sue condizioni non sono gravi. Sul posto sono interventi i Vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza il laboratorio, rimasto danneggiato, soprattutto negli infissi..
Lo scoppio è avvenuto mentre erano in corso alcune prove di laboratorio; le cause sono al vaglio dei vigili del fuoco e dei tecnici dell’università. Vicinanza alla ricercatrice ferita è stata espressa dalla rettrice dell’ateneo patavino, Daniela Mapelli, la quale ha precisato che quanto accaduto “è già al centro degli accertamenti e delle verifiche previste dagli stringenti protocolli dell’Università di Padova in materia di sicurezza, in collaborazione con le autorità preposte“. (ANSA).

——————–°°°——————-

Lecce, operaio schiacciato da una pedana pesante un quintale: è grave

articolo: https://bari.repubblica.it/cronaca/2022/02/16/news/lecce_operaio_schiacciato_da_una_pedana_pesante_un_quintale_e_grave-337981643/

Surano (Lecce) 16 febbraio 2022

Un operaio 53enne è rimasto gravemente ferito in un incidente sul lavoro questa mattina a Surano (Lecce) dove è stato schiacciato da una pedana carica di merce, del peso complessivo di circa un quintale, mentre veniva scaricata da un camion.

L’incidente è avvenuto nei pressi di un centro commerciale dove si stavano svolgendo le operazioni di carico e scarico merci. L’uomo, originario di Bari, è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasportato in codice rosso all’ospedale Vito Fazzi di Lecce.

Secondo una prima ricostruzione, la rampa di carico posteriore di un camion avrebbe ceduto all’improvviso facendo cadere sull’operaio la pedana con la merce da caricare su un altro camion. Sono intervenuti i Carabinieri e gli ispettori dello Spesal.

——————–°°°——————-

Incidenti sul lavoro, a Cantù giovane operaio schiacciato da una pressa: è grave

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/02/16/news/incidenti_sul_lavoro_operaio_schiacciato_da_una_pressa_in_una_fonderia_di_cantu-338027499/

L’incidente è avvenuto in una fonderia. Ancora da chiarire la dinamica. L’uomo, di circa 30 anni, è stato trasportato all’ospedale Niguarda

Cantù (Como), 16 febbraio 2022

Un operaio di una trentina d’anni è stato schiacciato da una pressa in una fonderia di Cantù, in provincia di Como: le sue condizioni sono gravi. L’incidente sul lavoro è avvenuto poco prima delle 18 di mercoledì 16 febbraio e purtroppo prosegue una serie nera iniziata in Lombardia nel 2022.

Ancora da chiarire la dinamica. In base a quanto spiegato dal 118, al momento sembra che nessun collega dell’uomo abbia assistito all’incidente. Le lesioni dell’operaio, che dovrebbe avere circa 30 anni, sono però gravi: il lavoratore avrebbe riportato vari traumi da schiacciamento a testa, volto e torace con ustioni di 2° e 3° grado al volto e sul torace. E’ stato trasportato, in codice rosso, con l’elisoccorso all’ospedale Niguarda di Milano.

——————–°°°——————-

Brindisi, muore infermiera 27enne: è finita contro un palo dopo notte di lavoro in ospedale. La Cgil: “Doppio turno massacrante”

articolo: https://bari.repubblica.it/cronaca/2022/02/15/news/brindisi_muore_infermiera_27enne_e_finita_contro_un_palo_dopo_il_turno_di_notte_in_ospedale-337816526/?ref=RHTP-VS-I270681067-P21-S10-T1

L’incidente stradale all’alba sulla provinciale 30 che collega San Vito dei Normanni a San Michele Salentino

San Vito dei Normanni (Brindisi), 15 febbraio 2022

Una infermiera di 27 anni, Sara Viva Sorge, di San Vito dei Normanni (Brindisi), ha perso la vita in un incidente stradale avvenuto sulla strada provinciale che collega San Vito dei Normanni a San Michele Salentino, nel Brindisino. A quanto accertato, questa mattina, intorno alle 6.40, la donna ha perso il controllo della sua auto, una Renault Twingo, andando a sbattere contro un palo. Sul posto carabinieri, vigili del fuoco e sanitari del 118. Dalle ricostruzioni, è emerso che la giovane infermiera stava rientrando a casa dopo avere finito il suo turno di lavoro in una struttura riabilitativa a Ceglie Messapica. continua a leggere

——————–°°°——————-

Muore in campagna mentre esegue lavori nel suo fondo

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/campania/notizie/2022/02/15/muore-in-campagna-mentre-esegue-lavori-nel-suo-fondo_a642e0f1-164b-45c3-b2b3-8425c6754bd2.html

Un 75enne nel Napoletano era alla guida del trattore

(ANSA) – Carbonara di Nola (Napoli), 15 febbrai0 2022

Un uomo di 75 anni è morto in un incidente mentre lavorava nel proprio fondo agricolo in via Sansonetto a Carbonara di Nola.

Secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri, l’uomo era alla guida di un trattore e stava eseguendo alcuni lavori quando sarebbe stato centrato in pieno da un palo di legno, tranciato accidentalmente con il veicolo.

Il 75enne è morto sul colpo.
La salma è stata restituita ai familiari. (ANSA).

——————–°°°——————-

Muore a 16 anni durante stage in un incidente stradale

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/marche/notizie/2022/02/14/muore-a-16-anni-durante-stage-in-incidente-stradale_f0f29c61-a683-46ea-8b9d-6225255935ce.html

Giuseppe Lenoci era a bordo di un furgoncino della ditta presso cui stava facendo uno stage. Il conducente, sbalzato fuori dall’auto, è in gravi condizioni. Bianchi: ‘Serve più sicurezza’

Serra de’ Conti (Ancona), 15 febbraio 2022

Dopo il 18enne Lorenzo Parelli, morto schiacciato in fabbrica, un altro giovanissimo, appena 16 anni, è morto in un incidente stradale mentre era impegnato in un apprendistato nell’ambito di un corso professionale di termoidraulica. 
Il mezzo è finito fuori strada contro un albero a Serra de’ Conti in provincia di Ancona in orario di lavoro.

Chi guidava è rimasto ferito. 

Il ragazzo, Giuseppe Lenoci, originario di Monte Urano (Fermo), viaggiava al posto del passeggero ed ha subito il maggiore impatto contro l’albero.

Giuseppe è morto sul colpo. Il conducente, un uomo di 37 anni, è stato invece sbalzato via dall’abitacolo, finendo a a vari metri di distanza dal mezzo. Sul luogo sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno estratto il corpo del ragazzo dalle lamiere, la polizia locale di Serra de’ Conti, i carabinieri e il 118. Il 37enne è stato trasportato all’ospedale di Torrette di Ancona in gravi condizioni. Avrebbe compiuto 17 anni a maggio Giuseppe Lenoci, morto mentre era in viaggio a Serra de’ Conti nell’ambito di corso di accompagnamento al lavoro, che prevedeva una parte di lezioni in aula e una parte pratica come stage presso un’azienda. Corsi organizzati da enti di formazione del territorio e finanziati dalla Regione Marche, si apprende da fonti dell’ente regione. continua a leggere

——————–°°°——————-

Incidenti sul lavoro, operai precipitano per 20 metri in vano ascensore a Milano: un morto e un ferito gravissimo

articolo di Massimo Pisa: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/02/11/news/milano_operai_precipitano_all_interno_del_vano_corsa_ascensore-337361987/

E’ avvenuto in viale Monza 2, in un edificio di uffici in ristrutturazione all’angolo con piazzale Loreto. L’operaio deceduto aveva 55 anni; il suo collega 26enne è stato trasportato all’ospedale Niguarda

Milano, 11 febbraio 2022

Due operai sono precipitati a Milano all’interno del vano di un ascensore di un palazzo all’angolo con piazzale Loreto, da un’altezza di 20 metri: Jaroslav M., 55 anni, è morto sul colpo; M.L., 26 anni, è rimasto ferito in modo gravissimo. Pare che i due non fossero ‘legati‘ con le imbracature. “Non avevano l’imbracatura perché in quel momento non serviva“, ha raccontato un collega. “Sono caduti dal quinto piano – aggiunge -. Stavano installando un ascensore nuovo, ne avevano installati altri due senza nessun problema. Conoscevo da poco il mio collega che è morto ma posso dire che era una bravissima persona, molto educata“.

Sul posto due automediche, due ambulanze, vigili del fuoco, la polizia che sta ricostruendo la dinamica, vigili urbani e i tecnici dell’Ats per conto della procura della Repubblica per verificare se siano state rispettate le procedure per la sicurezza sul lavoro. continua a leggere

——————–°°°——————-

Agricoltore muore schiacciato dal trattore, stava andando a spegnere un incendio

articolo di Natale Bruno: https://palermo.repubblica.it/cronaca/2021/08/11/news/agricoltore_muore_schiacciato_dal_trattore_stava_andando_a_spegnere_un_incendio-313725159/

La tragedia nella Piana di Catania, la vittima aveva trent’anni. Indagano i carabinieri

Piana di Catania (Catania), 10 febbraio 2022

Tragedia nella piana di Catania: un agricoltore di trent’anni, Ignazio Di Stefano, è morto schiacciato dagli ingranaggi del suo trattore. Stava trasportando un serbatoio d’acqua di mille litri, per andate a spegnere un incendio, è l’ipotesi più accreditata dai soccorritori. E’ successo alle 15,30 nei pressi di ponte Barca nella Piana di Catania al confine con la provincia di Enna. Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri della compagnia di Paternò competenti per territorio: secondo una prima ricostruzione dei carabinieri la tanica d’acqua si sarebbe capovolta in una curva lungo la strada provinciale 58 facendo rovesciare pure il trattore. Il pm di turno non ha disposto l’autopsia e la salma è stata consegnata ai familiari dell’agricoltore.

——————–°°°——————-

Incidenti lavoro:sotto le macerie dopo crollo, salvo operaio

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/veneto/notizie/2022/02/09/incidenti-lavorosotto-le-macerie-dopo-crollo-salvo-operaio_ad5c8ce7-1744-43f6-afe6-3265c639159d.html

In cantiere edile a Caprino Veronese

(ANSA) – Caprino Veronese (Verona), 09 febbraio 2022

Incidente sul lavoro oggi pomeriggio a Caprino Veronese.

Un operaio è rimasto intrappolato a causa di un crollo in un cantiere edile all’interno di una corte padronale.
L’uomo, impegnato nella ristrutturazione di un appartamento in una corte padronale, è rimasto incastrato nei locali seminterrati a causa del crollo parziale del solaio. I vigili del fuoco, arrivati da Bardolino (Verona), hanno soccorso il muratore che è stato liberato dopo aver scavato per liberarlo dalle macerie.
Al termine l’uomo è stato trasportato fuori dallo stabile e affidato alle cure dei sanitari. Sul posto sono intervenuti anche gli ispettori dello Spisal dell’Ulss 9 Scaligera e i Carabinieri. (ANSA).

——————–°°°——————-

Schiacciato dal carrello elevatore nella cartiera, muore operaio nel Pistoiese

articolo di Chiarastella Foschini: https://firenze.repubblica.it/cronaca/2022/02/09/news/schiacciato_dal_carrello_elevatore_muore_operai_nel_pistoiese-337106254/

La vittima aveva 58 anni. L’incidente è avvenuto nel piazzale della ditta. Già qualche settimana fa un lavoratore era rimasto con una gamba incastrata in un macchinario in una ditta vicina

San Marcello Piteglio (Pistoia), 09 febbraio 2022

Non vedeva l’ora di andare in pensione. Da poco aveva scoperto che a luglio sarebbe stato il suo turno per riposarsi. E invece Sandro Maltagliati, 58 anni di Vellano, frazione di Pescia, è morto oggi sul lavoro. Si trovava nel piazzale esterno della Cartiera Panigada, a San Marcello Piteglio sulla montagna pistoiese, quando è stato travolto da un carrello elevatore. Erano da poco passate le 12 e dall’azienda è partita la richiesta al numero unico d’emergenza. È stato allertato anche l’elicottero Pegaso, perché la zona non è facilmente raggiungibile. All’arrivo dei soccorsi per l’uomo non c’era più nulla da fare. Sul posto sono intervenuti i servizi di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro della Asl Toscana centro, i vigili del fuoco, l’automedica di Pescia e la Misericordia di Uzzano. continua a leggere

——————–°°°——————-

Braccagni, operaio di 32 anni precipita da un’impalcatura al secondo piano

articolo di FRANCESCA FERRI: https://iltirreno.gelocal.it/grosseto/cronaca/2022/02/09/news/braccagni-operaio-di-32-anni-precipita-da-un-impalcatura-al-secondo-piano-1.41213164

Le sue condizioni sono gravi: portato alle Scotte di Siena con l’elisoccorso

Braccagni (Grosseto) 09 febbraio 2022

Un operaio di 32 anni è precipitato oggi, mercoledì 9 febbraio, da un’impalcatura al livello del secondo piano di una palazzina di Braccagni dove stava lavorando.

Le sue condizioni sono gravi.

L’uomo è stato soccorso con un’ambulanza della Croce rossa con medico a bordo e poi è stato trasferito con l’elisoccorso Pegaso 2 al policlinico Le Scotte di Siena, in codice 3.

L’uomo, di origine straniera, ha riportato diversi traumi ma non sarebbe in pericolo di vita.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri.

——————–°°°——————-

Incidenti sul lavoro, operaio resta incastrato con il braccio in un macchinario a Trezzano

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/02/09/news/incidenti_sul_lavoro_operaio_braccio_semi_amputato_trezzano_sul_naviglio-337062469/

Il 52enne era al lavoro nell’azienda siderurgica Origoni Zanoletti. Avrebbe subito la parziale amputazione dell’arto oltre a vari traumi

Trezzano sul Naviglio (Milano), 09 febbraio 2022

Grave incidente sul lavoro intorno alle 9,30, a Trezzano sul Naviglio, in provincia di Milano. La vittima è un operaio di 52 anni dell’azienda siderurgica Origoni Zanoletti. All’uomo è rimasto un braccio bloccato in un macchinario di produzione. Nell’incidente, fa sapere il 118 in una nota, l’uomo ha riportato traumi multipli all’arto superiore con parziale amputazione e fratture.

E’ stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Rozzano. Nello stabilimento, in viale Leonardo da Vinci, sono intervenuti automedica, ambulanza, vigili del fuoco e Polizia locale.

——————–°°°——————-

Tragedia a Bronte, 64enne travolto e dilaniato da motozappa: inutili i soccorsi per Rosario Zuppelli

articolo: https://newsicilia.it/catania/cronaca/tragedia-a-bronte-64enne-travolto-e-dilaniato-da-motozappa-inutili-i-soccorsi-per-rosario-zuppelli/751652

Bronte (Catania), 07 febbraio 2022

Niente da fare per Rosario Zuppelli, 64enne di Bronte, che è stato travolto e dilaniato da una motozappa mentre stava lavorando in un terreno di contrada Canalotto.

Ad allertare le forze dell’ordine sarebbe stato un vicino. Le ambulanze di Maletto e Maniace, giunte sul posto, non avrebbero potuto fare altro che constatare il decesso del 64enne

Inutile anche l’intervento dell’elisoccorso dell’ospedale Cannizzaro di Catania. Fatali, infatti, le ferite riportate, soprattutto a livello dell’addome.

Ancora da accertare l’esatta dinamica di quanto accaduto. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Bronte e Randazzo, che ricostruiranno i fatti.

——————–°°°——————-

Operaio cade da impalcatura e muore a Ravenna, un indagato

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2022/02/06/operaio-cade-da-impalcatura-e-muore-a-ravenna-un-indagato_a48f8864-7043-45fe-9812-8d41e79e8820.html

L’incidente sul lavoro venerdì pomeriggio, indagini dei Cc

Ravenna, 04 febbraio 2022

Un muratore di origine romena di 52 anni, Vasile Burcut, è morto in seguito a un infortunio sul lavoro verificatosi in un cantiere edile di via Carso a Ravenna.

L’incidente risale alle 15 circa di venerdì scorso, ma la notizia si è diffusa solo nelle ultime ore.

Sul posto oltre agli operatori del 118, sono intervenuti anche gli ispettori della Medicina del Lavoro dell’Ausl, i carabinieri della Stazione principale della città romagnola e il Pm di turno Lucrezia Ciriello. L’area è stata sottoposta a sequestro per tutti i rilievi del caso. Il Pm ha contestualmente aperto un fascicolo per omicidio colposo e ha disposto l’autopsia in ragione della quale una persona è stata raggiunta da avviso di garanzia. Secondo quanto finora riscontrato, il muratore stava lavorando assieme ad alcuni colleghi alla riqualificazione di tre appartamenti all’interno di uno stabile quando, per cause ancora al vaglio, è precipitato da uno dei livelli (forse il terzo) dei ponteggi, cadendo al suolo dopo un volo di 4-5 metri almeno. Al momento non sono state riscontrare palesi violazioni legate alla caduta dell’uomo.

——————–°°°——————-

Lissone, giardiniere 50enne muore schiacciato da una piattaforma dopo 24 ore di agonia

articolo di Federico Berni: https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/22_febbraio_04/lissone-giardiniere-50enne-muore-schiacciato-una-piattaforma-24-ore-agonia-93e72608-85b0-11ec-a4ee-1323196b6916.shtml?refresh_ce

La vittima si chiamava Luca Blondi. Giovedì stava lavorando nel giardino condominiale di un palazzo in via Torricelli. I soccorsi l’hanno trovato in arresto cardiocircolatorio

Lissone (Monza Brianza), 04 febbraio 2022

Un altro morto sul lavoro in Lombardia. La vittima è un giardiniere di 50 anni, Luca Blondi, originario della provincia di Lecco, si è spento all’ospedale San Gerardo di Monza dopo un’agonia di 24 ore. Giovedì era rimasto schiacciato sotto una piattaforma elevatrice collegata ad un’impalcatura mentre stava lavorando nel condominio di via Torricelli, a Lissone, in provincia di Monza. Le sue condizioni sono apparse disperate sin da subito: all’arrivo dei soccorsi era in arresto cardiocircolatorio.

Il sindacato: «Indignati»: Affidata alla Polizia locale la ricostruzione della dinamica. «Indignati e arrabbiati ci uniamo al dolore dei cari della vittima per i quali ci mettiamo a completa disposizione», afferma Giulio Fossati, segretario della Cgil di Monza e Brianza, dopo aver appreso la notizia. «Abbiamo firmato nel 2020 un protocollo in Prefettura che metteva al centro la formazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro nelle scuole di tutti i livelli e in particolare negli istituti tecnici e negli istituti professionali – continua Fossati –. La sicurezza nei luoghi di lavoro, la protezione dei lavoratori e la prevenzione dagli infortuni e dalle malattie professionali devono diventare materia didattica e lo ribadiamo con forza. Quando si attiva l’ufficio scolastico per procedere in questa direzione?».

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro in Lombardia, doppio infortunio tra Arese e Lissone: gravi un operaio e un muratore

articolo di Massimo Pisa: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/02/03/news/incidenti_sul_lavoro_lombardia_arese_lissone_operai-336327348/

Il primo caso nella periferia industriale di Arese, il secondo in un cantiere edile di un condominio di Lissone

Arese (Milano) – Lissone (Monza Brianza), 03 febbraio 2022

Due nuovi incidenti sul lavoro si sono verificati nel pomeriggio di giovedì 3 febbraio tra Arese e Lissone. In entrambi i casi gli operai feriti sono in gravi condizioni e sono stati trasportati dall’ambulanza in codice rosso.

Il primo infortunio si è verificato all’interno dei capannoni dell’Automodel, in via Marconi, periferia industriale di Arese. Uno stampo d’acciaio, poco dopo le 15,20 si è abbattuto sul piede di E. A., operaio 52 enne, amputandogli di netto alcune dita e ferendolo a un braccio. L’uomo è stato stabilizzato sul posto e portato al San Gerardo di Monza, mentre nella ditta arrivavano gli ispettori dell’Ats per chiarire la dinamica.

Gravissime sono anche le condizioni del giardiniere (Luca Blondi) di una cinquantina d’anni rimasto schiacciato da una piattaforma elevatrice all’interno di un cantiere edile che stava curando i lavori di ristrutturazione di un condiminio di via Torricelli, a Lissone.

Disperate le manovre di rianimazione dei sanitari del 118 dopo che l’uomo (non aveva documenti, la sua identità è incerta) è stato liberato dai Vigili del fuoco. È finito anch’egli al San Gerardo, in arresto cardiocircolatorio. Sul posto, la Polizia locale di Lissone incaricata delle indagini

——————–°°°——————–

Gennaio 2022

________________________

Precipita da un’impalcatura, morto un operaio a Venezia

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/veneto/notizie/2022/02/01/precipita-da-unimpalcatura-morto-un-operaio-a-venezia_4f1092b6-6ad2-4c9b-a680-e97c619996e0.html

È successo stamani a Fusina, inutili i tentativi di rianimarlo

Fusina (Venezia), 01 febbraio 2022Ansa

Un operaio di circa 50 anni è morto stamani all’interno dell’azienda “Ecoprogetto” di Fusina (Venezia), dopo essere precipitato da un’impalcatura.
I sanitari del Suem 118, intervenuti sul posto, hanno cercato invano di rianimarlo e non hanno potuto fare altro che constatare il decesso, avvenuto all’istante.

Sul posto è intervenuta la polizia ed è stato attivato contestualmente lo Spisal. (ANSA).

——————–°°°——————–

Colpito alla testa da una lastra per il forte vento: muore operaio

articolo TD Redazione : https://www.today.it/cronaca/sora-operaio-morto-lavoro-lastra-acciaio-vento.html

A pochi giorni dalla tragedia di Milano si registra una nuova morte bianca, questa volta a Sora in provincia di Frosinone. Un operaio che si trovava al lavoro all’interno di un capannone dove vengono smaltiti materiali ferrosi, sito in via Santa Maria, è stato colpito da una lastra di acciaio volata via a causa del forte vento. Accorsi sul posto Carabinieri ed Ares 118, ma per l’uomo 50enne colpito alla testa non c’è stato nulla da fare. Le forti raffiche di vento che stanno investendo in queste ore la Ciociaria, erano state annunciate dalla Protezione civile nell’allerta diramata ieri. Al via le indagini per fare chiarezza sull’ennesima morte sul lavoro.

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, 56enne muore schiacciato da un mezzo agricolo nel Mantovano

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/02/01/news/incidenti_sul_lavoro_56enne_muore_schiacciato_da_un_mezzo_agricolo_nel_mantovano-336014869/

L’uomo era al lavoro nelle campagne di Castiglione delle Stiviere, da capire la dinamica

Castiglione delle Stiviere (Mantova), 01 febbraio 2022

Un uomo di 56 anni è morto schiacciato da un mezzo agricolo a Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova. L’incidente è avvenuto questa mattina, il 56enne era il conducente del mezzo ma non è ancora nota la dinamica.

Il 118 è intervenuto sul posto e ha constatato sul posto il decesso per lesioni incompatibili con la vita. Sul luogo anche vigili del fuoco, carabinieri e Ats.

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro: operaio edile morto a Milano

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/01/28/incidenti-sul-lavoro-operaio-edile-morto-a-milano_4bf5a954-52e3-4431-accc-9fe10554926c.html

(ANSA) – Milano, 28 gennaio 2022

Un operaio, italiano di 57 anni, è morto in ospedale a causa di un incidente sul lavoro accaduto nel primo pomeriggio in un cantiere edile di via Spinola a Milano.

Secondo la ricostruzione della Questura, l’uomo, mentre si trovava su un cestello elevatore, è rimasto incastrato tra lo stesso cestello e lo stipite di una porta.

L’operaio è morto alla clinica Sant’Ambrogio.
Le indagini sono affidate alla Polizia. (ANSA).

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, operaio folgorato in un cantiere stradale di Paullo: è grave

articolo di Ilaria Carra: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/01/27/news/incidenti_sul_lavoro_operaio_folgorato_ponteggio_paullo_milano-335469853/

L’uomo, 30 anni, era su un ponteggio, probabilmente il contatto con un cavo dell’alta tensione all’origine dell’incidente

Paullo (Milano), 27 gennaio 2022

Sarebbe stato investito da una scarica elettrica mentre si trovava su un ponteggio, a causa del contatto tra il braccio sollevatore di un mezzo di cantiere con un cavo dell’alta tensione. È grave l’operaio di 30 anni rimasto ferito ieri pomeriggio mentre stava lavorando a Paullo in un cantiere stradale. L’uomo, D. R., di origini albanesi, è rimasto folgorato ed è stato trasportato in codice rosso all’ospedale San Raffaele in gravi condizioni.

L’operaio era al lavoro in via Manzoni, a Paullo, per la ditta Co.ge.stra nel cantiere aperto per i lavori per il raddoppio della strada provinciale. Sul posto sono intervenute due automediche e un’ambulanza, oltre ai vigili del fuoco di Gorgonzola. I primi rilevi sono stati eseguiti dalla polizia locale di Paullo, che ha informato il servizio di Prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro (Psal) di Ats (Agenzia per la tutela della salute). All’arrivo dei soccorritori il giovane era in arresto cardiaco con ustioni al braccio e al torace. A tarda sera il 30enne era ricoverato in prognosi riservata e le sue condizioni erano ritenute ancora gravi.
continuo a leggere

——————–°°°——————–

Torino, precipita da un ponteggio in un cantiere edile: morto operaio 43enne

articolo di Simona Lorenzetti: https://torino.corriere.it/cronaca/22_gennaio_26/torino-precipita-un-ponteggio-un-cantiere-edile-morto-operaio-43enne-6e5f1e12-7ec2-11ec-8100-35836a383fae.shtml

L’uomo, secondo le prime ricostruzioni, era dentro a un cestello quando è caduto da un’altezza di parecchi metri. Sarebbe morto sul colpo

Torino, 26 gennaio 2022

Torino conta una nuova vittima del lavoro: la seconda dall’inizio dell’anno. Un uomo di 41 anni di origine brasiliana è deceduto questo pomeriggio precipitando dal ponteggio di un cantiere edile. È successo in via Caprera, all’altezza del civico 46, nel quartiere Santa Rita.

Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente. L’uomo a quanto pare era dentro a un cestello quando è caduto da un’altezza di parecchi metri. Sarebbe morto sul posto. Sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri e gli ispettori dello Spresal: gli inquirenti stanno cercando di ricostruire la dinamica della tragedia.

——————–°°°——————–

Infortunio sul lavoro: quattro operai investiti da acido formico, uno ricoverato in codice giallo

articolo di Redazione Cronaca: https://pocketnews.it/infortunio-sul-lavoro-quattro-operai-investiti-da-acido-formico-uno-ricoverato-in-codice-giallo/?fbclid=IwAR3qgUc3asUNVKfMT-52t8HzjkBRn1B_xv1Cs7kBV6ujcyoWr5gDLgYy_Qs

L’incidente è avvenuto questa mattina poco prima delle 9 in via Monterosa, a Rozzano

Rozzano (Milano), 26 gennaio 2022

L’incidente è avvenuto questa mattina poco prima delle 9 in via Monterosa, nel quartiere Valleambrosia, a Rozzano: quattro operai che avevano appena cominciato il proprio turno di lavoro, sono stati investiti da acido formico. Uno è stato ricoverato in codice giallo al Niguarda di Milano, tre in codice verde all’Humanitas.

Degli operai coinvolti, 2 hanno 37 anni, uno 41 e uno 48. Non è chiaro cosa abbia provocato l’incidente che poteva avere conseguenze più gravi. L’azienda in cui è avvenuto l’infortunio sul lavoro è la Curia, azienda leader negli ambiti della ricerca, dello sviluppo e della produzione per conto terzi nei settori farmaceutico e biofarmaceutico.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di via Darwin, i volontari della Croce Viola di Rozzano e quelli della Croce Rossa di Opera. I primi hanno avviato un’indgine per capire cosa sia successo, i secondi hanno soccorso i feriti.

——————–°°°——————–

Travolto da un albero, boscaiolo muore in Alto Adige

articolo: https://www.giornaletrentino.it/cronaca/travolto-da-un-albero-boscaiolo-muore-in-alto-adige-1.3113498

L’incidente a Tires. L’allarme lanciato alle 14, interviene l’elisoccorso ma l’uomo è deceduto sul colpo

Tires (Bolzano) 25 gennaio 2022

Un boscaiolo ha perso la vita in un incidente sul lavoro nei boschi di Tires, in Alto Adige.

L’allarme è stato lanciato alle 14 di oggi, 25 gennaio, e sul posto si sono recati i carabinieri, il soccorso alpino e l’elisoccorso Pelikan 1, decollato da Bolzano.

Il medico d’urgenza ha solo potuto costatare la morte dell’uomo. I carabinieri stanno ricostruendo l’esatta dinamica dell’incidente, sembra che il boscaiolo sia stato travolto da un tronco d’albero. 

——————–°°°——————–

Incidenti lavoro: operaio morto in ditta nell’Aretino

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/toscana/notizie/2022/01/25/incidenti-lavoro-operaio-morto-in-ditta-nellaretino_db8a8059-e9e5-4e5b-9a7d-ca6826fc2f4c.html

A Bibbiena, travolto da tramoggia in una ditta di calcestruzzi

ANSA Bibbiena, 25 gennaio 2022

Un operaio di 51 anni, residente in Casentino, è morto dopo essere rimasto incastrato in una tramoggia.

L’infortunio mortale stamani in un impianto di produzione di materiale per edilizia, dove si lavorano calcestruzzi, a Bibbiena (Arezzo).

Sul posto 118, vigili del fuoco e carabinieri ma per l’uomo non c’è stato niente da fare.
Indagini dei carabinieri. (ANSA).

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro: colpito da cabina, muore il responsabile dell’impianto di risalita di Lorica

articolo da redazione Ansa: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2022/01/23/incidenti-sul-lavoro-morto-il-responsabile-dellimpianto-di-risalita-di-lorica_58b7e47a-af30-4cca-b739-b0bb5135ef83.html

Colpito da una cabina. Alcuni operai rimasti bloccati

Casali del Manco (Cosenza), 24 gennaio 2022

Il responsabile degli impianti di risalita di Lorica nel comune di Casali del Manco (Cosenza)Alessandro Marcelli, di 60 anni, è morto in un incidente sul lavoro.

Secondo una prima ricostruzione fatta sulla base delle dichiarazioni dei colleghi di Marcelli, l’uomo – prima dell’apertura degli impianti – stava facendo le verifiche quando è stato colpito ad una spalla da una cabina ed è caduto a terra venendo poi travolto da un’altra cabina.

Sulla dinamica dell’incidente stanno indagando i carabinieri che hanno iniziato la visione dei filmati dell’impianto di videosorveglianza. 

L’incidente è avvenuto nella stazione di arrivo e partenza a valle dell’impianto, un capannone coperto ed aperto sui lati.

I vigili del fuoco del nucleo Saf (Speleo alpino fluviale) sono al lavoro per recuperare alcuni dipendenti dell’impianto. I sei si trovano in due cabine tra i piloni 2 e 6 sospese ad alcune decine di metri dal suolo ed i vigili del fuoco Saf stanno operando per riportarli a terra. continua a leggere

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro, muore operaio della Silca di Busano

articolo di Floriana Rullo: https://torino.corriere.it/cronaca/22_gennaio_22/incidente-lavoro-muore-operaio-silca-busano-e797e49e-7b70-11ec-830f-a689bbf9b7cc.shtml?refresh_ce

La vittima dell’incidente è Vincenzo Antonio Pignone, classe ‘63, residente a Rivarolo Canavese. Stava lavorando alla sabbiatrice della storica azienda di stampaggio

Busano (Torino), 23 gennaio 2022

Tragedia sul lavoro questa mattina a Busano, in Canavese. Un operaio è morto alla Silca, un’azienda meccanica, con sede in via Rivara. La vittima è Vincenzo Antonio Pignone, classe 1963, residente a Rivarolo Canavese.

L’incidente mortale verso le 9.30. Pignone stava lavorando da solo a una sabbiatrice.

All’improvviso i suoi compagni hanno sentito gridare e, dopo essere accorsi, l’hanno trovato agonizzante. Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi, ma non c’è stato niente da fare. Sul posto è arrivato il medico legale. Intervenuti anche i vigili del fuoco di Ivrea e per i primi soccorsi i medici del 118 ma per Vincenzo non c’è stato nulla da fare.

È la prima vittima sul lavoro dall’inizio dell’anno in Piemonte.

——————–°°°——————–

Lecco, morto 19enne colpito da un tronco mentre taglia la legna

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/01/22/news/lecco_morto_19enne_colpito_da_un_tronco_mentre_taglia_la_legna-334882011/

E’ accaduto nei boschi di Sirone, in località La Berta

Dolzago (Lecco), 22 gennaio 2022

Un giovane di 19 anni, Thomas Tavola, giardiniere di professione, di Colle Brianza (Lecco), ha perso la vita oggi, travolto da un albero mentre stava tagliando legna in un bosco su un terreno di proprietà della famiglia.
L’incidente è avvenuto nel pomeriggio in un bosco in territorio di Dolzago, al confine con Sirone. Per cause ora in corso d’accertamento da parte dei carabinieri, il giovane è stato travolto dalla pianta, subendo traumi gravissimi.

E’ stato dato l’allarme e sul posto sono intervenute unità di pronto soccorso e dei Vigili del fuoco, ma per il diciannovenne non c’è stato nulla da fare. Sull’accaduto è stato aperto un preliminare d’inchiesta.

——————–°°°——————–

Pomezia, cade in un capannone e muore. L’operaio (64 anni) lavorava senza misure di sicurezza

articolo di Rinaldo Frignani: https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/22_gennaio_22/pomezia-incidente-mortale-lavoro-operaio-precipita-vuoto-19367718-7b6c-11ec-830f-a689bbf9b7cc.shtml?fbclid=IwAR1RNZQei24bJKt3Ck2w9H-aZ1zloAlCl6A9dgZcGLoHv6N-S9tomvG6sFs

La vittima si chiamava Salvatore Mongiardo, era di Catanzaro ma viveva a Tor Bella Monaca. Accertamenti dei carabinieri sulla cella frigorifera dalla quale è precipitato venerdì pomeriggio nel capannone di una tipografia a Santa Procula

Pomezia (Roma), 22 gennaio 2022

Lavorava senza misure di sicurezza. Era salito in cima alla cella frigorifera da cinque metri senza essere agganciato a qualcosa che ne impedisse la caduta. A 64 anni Salvatore Mongiardo, operaio metalmeccanico di Catanzaro, ma residente a Tor Bella Monaca, operava in questo modo per conto di una nota ditta di impianti di surgelamento.

Un subappalto, come hanno scoperto i carabinieri, all’interno di un capannone industriale di una società tipografica di Pomezia. Venerdì pomeriggio, mentre stava stendendo alcuni cavi elettrici proprio nella parte superiore del maxi contenitore, Mongiardo ha perso l’equilibrio per cause in corso di accertamento ed è precipitato nel piazzale morendo sul colpo.

——————–°°°——————–

Udine, muore sul lavoro a 18 anni: era il suo ultimo giorno di stage

articolo di Alessandro Fulloni: https://www.corriere.it/cronache/22_gennaio_21/lauzacco-ultimo-giorno-stage-scuola-muore-schiacciato-18-anni-aa94fb68-7ada-11ec-bb07-072210d17db2.shtml

L’incidente nel pomeriggio in un’azienda di Lauzacco: lo studente, Lorenzo Parelli, era al suo ultimo giorno di stage in un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro. Una putrella gli è caduta addosso

Lauzacco (Udine), 21 gennaio 2022

Uno studente di 18 anni, Lorenzo Parelli, è morto in un incidente sul lavoro che si è verificato questo pomeriggio (venerdì) in un’azienda di Lauzacco (Udine). Il ragazzo era al suo ultimo giorno di stage in un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro. Durante un intervento di carpenteria metallica in un’azienda meccanica, la Burimec, una putrella gli è caduta addosso, uccidendolo. Una «morte bianca» che va ad aggiungersi alle circa 1.000 del 2021. Anziani e giovani, donne e uomini, mogli e mariti, madri e padri. Nomi come quello della povera Luana D’Oraziol’operaia morta lo scorso anno risucchiata in un orditoio e per la quale proprio in questi giorni l’Inail ha calcolato il valore dell’indennizzo: 166 mila euro.

La vittima dell’incidente di oggi— un ragazzo diventato maggiorenne a fine novembre e iscritto al centro di formazione professionale del Bearzi, l’istituto dei salesiani a Udine stava frequentando un progetto di PCTO (Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, la vecchia Alternanza Scuola-Lavoro) in forza di una convenzione tra l’istituto superiore e l’azienda meccanica che si occupa di realizzare bilance stradali. L’incidente sarebbe avvenuto mentre il ragazzo era alle prese con il montaggio di un macchinario. A un tratto la putrella si è staccata, centrando il diciottenne. Un impatto violentissimo, che non gli ha lasciato scampo, avvenuto davanti agli occhi di chi, fino a pochi istanti prima, gli stava insegnando il mestiere. continua a leggere

——————–°°°——————–

Al 18 gennaio 2022 sono morti dall’inizio dell’anno 38 lavoratori, 18 di questi sui luoghi di lavoro

articolo dal Blog: https://cadutisullavoro.blogspot.com/2022/01/

Report morti sul lavoro nell’intero 2021

Nel 2021 sono morti 1404 lavoratori per infortuni sul lavoro, di questi 695 sui luoghi di lavoro, con un aumento del 18% sui luoghi di lavoro rispetto all’anno 2020, ma l’anno scorso c’è stato il fermo covid (nel nostro monitoraggio non ci sono i lavoratori morti per infortuni da covid). 

https://cadutisullavoro.blogspot.com

Aperto il 1° gennaio 2008 da Carlo Soricelli per non dimenticare i sette operai della ThyssenKrupp di Torino morti poche settimane prima. I morti sui luoghi di lavoro sono da 14 anni tutti registrati in apposite tabelle excel con data della morte, provincia e regione della tragedia, identità della vittima, età, professione, nazionalità e cenni sull’infortunio mortale.  Dal 1° gennaio 2008 anno di apertura dell’Osservatorio sono morti oltre 20000 lavoratori per infortuni

——————–°°°——————–

Precipita giù dal ponte con l’autoarticolato e muore: aveva 39 anni, il drammatico incidente sul Gargano

articolo: https://www.foggiatoday.it/cronaca/incidente-stradale/gargano-statale-693-carpino-morto-ferdinando-palladino.html

L’incidente stradale è avvenuto all’altezza di Carpino questa mattina 14 gennaio 2022 sulla Statale 693 ‘Dei Laghi di Lesina e di Varano’. Per il conducente del mezzo, un 39enne di Foggia, non c’è stato nulla da fare

Carpino (Foggia), 14 gennaio 2022

Si chiamava Ferdinando Palladino e avrebbe compiuto 40 anni il mese prossimo, la vittima del drammatico incidente stradale avvenuto questa mattina sulla Statale 693 ‘Dei Laghi di Lesina e di Varano’ sul Gargano, all’altezza del km 43,100, nel tratto di strada che collega Carpino a Cagnano Varano, a poche decine di metri dall’ingresso di una galleria.

Per cause ancora in corso d’accertamento da parte degli inquirenti, l’autoarticolato carico di prodotti sul quale viaggiava la vittima, è finito giù da un ponte dopo aver abbattuto il guardrail e la recinzione installata a protezione della carreggiata. Violentissimo l’impatto dopo un volo di alcuni metri. Per Ferdinando – che lascia una moglie e tre figli – non c’è stato nulla da fare: è morto sul colpo. Drammatiche le immagini

Sul posto sono intervenuti gli operai di Anas, i sanitari del 118 e i militari dell’Arma per i rilievi e per la gestione della viabilità. Sono stati registrati rallentamenti al traffico, deviato momentaneamente sulla Statale 89 e sulla sp 50. Dall’ultimo aggiornamento Anas delle 19.16, la strada, inizialmente chiusa dal km 40,300 al km 45,900, è stata riaperta.

Si tratta del secondo incidente mortale in meno di 24 ore sulle strade della provincia di Foggia. Nella giornata di ieri ha perso la vita un giovane padre di vent’anni, nel tratto di strada che collega San Severo ad Apricena (leggi l’approfondimento).

——————–°°°——————–

Morto per aver prestato aiuto ad un camionista in panne

articolo: https://www.tg24.info/aggiornamento-frosinone-morto-per-aver-prestato-aiuto-ad-un-camionista-in-panne/

Si chiamava Cristian Marchesini aveva 38 anni ed era di Supino il meccanico che questa mattina è deceduto in un tragico incidente sul lavoro.

Frosinone, 14 gennaio 2022

Dalle ultime informazioni raccolte sembra che l’uomo fosse accorso in aiuto ad un camionista che aveva forato una gomma al suo mezzo pesante. E proprio mentre stava cambiando lo pneumatico il crick ha ceduto e l’uomo è rimasto schiacciato dal camion che trasportava bottiglie di acqua minerale.

Indagini a tutto campo da parte dei poliziotti della Stradale agli ordini del comandante Stefano Macarra per ricostruire la dinamica dell’incidente.

——————–°°°——————–

Tragedia nelle campagne di Tarsia: si ribalta il trattore, muore un 40enne

articolo Scritto da M.G. : https://www.quicosenza.it/news/provincia/438412-tragedia-nelle-campagne-di-tarsia-si-ribalta-il-trattore-muore-un-40enne

Tarsia (cosenza) 14 gennaio 2022

Stava lavorando in un terreno in località Acqua Cerasa, nelle campagne del comune di Tarsia, quando per cause in corso di accertamento, il mezzo agricolo che stava guidando si è improvvisamente ribaltato. L’uomo, Cosimo Azzinnari, di 40 anni, è morto a seguito di una rovinosa caduta e nonostante l’arrivo del 118 e dell’elisoccorso atterrato a poca distanza dall’incidente, non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione per gli accertamenti del caso mentre il magistrato di turno, presso la Procura di Castrovillari, ha disposto la restituzione della salma ai familiari. L’uomo, conosciuto da tutti come persona buona, educata e grande lavoratore, lascia moglie e figli.

——————–°°°——————–

Besana Brianza, muore operaio di 50 anni schiacciato da un escavatore: secondo caso in due giorni

articolo di Redazione Milano: https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/22_gennaio_11/besana-brianza-schiacciato-un-escavatore-ribaltato-operaio-muore-50-anni-f5ed50c6-72f4-11ec-8681-038bda9fc923.shtml?fbclid=IwAR2qOmdRukCjmu5eRudLCMbBE1FtzJizdS2ZGDAXvi2Fyr3GdynnPUG7kIM

È successo all’interno di un cantiere stradale in via della Fontana. Lunedì la morte di Luigi Rinaldi, 63 anni, travolto da una benna e ucciso a Novate Milanese

Besana Brianza (Monza), 11 gennaio 2022

Schiacciato dal peso di un escavatore all’interno di un cantiere edile. Questa la prima ricostruzione di un incidente mortale sul lavoro costato la vita a un operaio 50enne, brianzolo di Casatenovo (Lecco), iscritto al sindacato, deceduto martedì 11 gennaio in un cantiere di Besana Brianza, in provincia di Monza. L’allarme verso le 15.30 del pomeriggio. Sul posto, informa l’Areu, sono intervenuti l’elisoccorso, l’ambulanza, i vigili del fuoco, la polizia locale e una pattuglia dei carabinieri. L’uomo sarebbe stato travolto da un macchinario utilizzato per movimentare il terreno , un escavatore, che si è ribaltato schiacciandolo e uccidendolo sul colpo. continua a leggere

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, schiacciato da cassaforte di 300 chili a Milano: in codice rosso in ospedale

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/01/11/news/incidenti_sul_lavoro_schiacciato_da_cassaforte_di_300_chili_a_milano_in_codice_rosso_in_ospedale-333424540/

L’uomo, un 47enne, era impegnato nei lavori di ristrutturazione della filiale Ubi banca di via Padova

Milano, 11 gennaio 2022

Poco prima delle 11 di questa mattina, presso la sede milanese di Ubi Banca di via Padova 175, un operaio sarebbe rimasto schiacciato da un armadio cassaforte di circa 300 chili durante dei lavori di ristrutturazione.

L’uomo, un 47enne, avrebbe subito traumi ad addome, braccia e bacino, e secondo quanto riporta Areu è stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Niguarda. Sono intervenute sul posto l’ambulanza, l’automedica, e le forze dei carabinieri.

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, si stacca benna dall’escavatore: muore operaio di 63 anni a Novate

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/01/10/news/incidenti_sul_lavoro_novate_milanese_si_stacca_benna_escavatore_operaio-333322197/

Trasportato al Niguarda era già in gravissime condizioni. Un collega in ospedale per un malore

Novate (Milano),10 gennaio 2022 

E’ stato constatato poco dopo l’arrivo all’ospedale Niguarda di Milano il decesso dell’operaio di 63 anni (e non circa cinquanta come inizialmente riferito) schiacciato oggi pomeriggio dalla benna di un escavatore in un cantiere a Novate Milanese. Lavorava per la Pavimental in un cantiere per conto di Aspi.

L’uomo era già in arresto cardiaco e con un gravissimo trauma cranico all’arrivo del personale del 118 che lo ha trasportato al Niguarda tentando di rianimarlo. L’incidente è avvenuto poco dopo le 14,30 a Novate Milanese, in via Giuseppe Di Vittorio. Sul posto sono arrivati vigili del fuoco, carabinieri di Rho, agenti della polizia locale di Novate oltre ai soccorritori del 118. In ospedale è stato trasportato anche un collega di 64 anni che ha avuto un malore.

Pavimental, a nome di tutta la comunità dei lavoratori del Gruppo Autostrade per l’Italia, esprime il più profondo cordoglio – si legge nella nota – per la scomparsa del proprio operaio impiegato nelle attività di un cantiere per conto di ASPI nei pressi di Novate Milanese, esterno al sedime autostradale“. “L’intero Gruppo – si legge ancora nella nota – manifesta la più sentita vicinanza ai familiari del lavoratore e la massima disponibilità per ogni supporto concreto in questo momento di dolore. la Società di costruzioni ha già confermato la piena collaborazione alle autorità competenti per ogni informazione utile a una doverosa e rigorosa ricostruzione della dinamica dell’accaduto“.

——————–°°°——————–

Muore schiacciato dal trattore

articolo: https://www.rainews.it/tgr/molise/articoli/2022/01/mol-incidente-lavoro-mafalda-4da9ff9f-6283-49af-9264-94daf5537939.html

Incidente sul lavoro tra i comuni di Mafalda e San Felice del Molise

Mafalda/San Felice ( Campobasso) 09 gennaio 2022

È deceduto un uomo rimasto coinvolto ieri, nel tardo pomeriggio, in un infortunio agricolo tra i comuni di Mafalda e San Felice del Molise. 

La morte è stata certificata dal medico del 118, alla presenza dei carabinieri della stazione di Mafalda. Sul luogo anche i Vigili del Fuoco del distaccamento di Termoli che hanno messo in sicurezza il trattore ed evitato lo spargimento di benzina. 

Secondo le prime ricostruzioni la vittima aveva 39 anni e sarebbe stata schiacciata dal trattore che si è ribaltato.

——————–°°°——————–

Volo fatale in azienda: muore operaio 25enne trevigiano padre di due figli

articolo: Volo fatale in azienda: muore operaio 25enne trevigiano padre di due figli (ilgazzettino.it)

Tezze Sul Brenta (Vicenza) – 05 gennaio 2022

Infortunio mortale questa mattina, 5 gennaio, a Tezze sul Brenta. Vittima un operaio di 25 anni, sposato e padre di due figli, che stava lavorando in via Sole 27, alla Fen Impianti in zona industriale-artigianale di Belvedere di Tezze. L’operaio, secondo i primi accertamenti, sarebbe precipitato dall’alto verso le 10.30. La caduta gli sarebbe stata fatale: di lì a poco è spirato per un grave trauma cranico. A nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo del personale medico del Suem 118. Sul posto carabinieri e Spisal. 

La vittima è Andrea Soligo, 25 anni, di Vedelago (Treviso). Lavorava per la Veneta Impianti di Riese Pio X. Marito e padre di due bimbi di 4 e 2 anni, Soligo era originario di Riese Pio X. Viveva a Vedelago con la moglie Giorgia, che aveva sposato nel 2019 e i due bimbi. Una famiglia felice. Fino a stamattina quando si è consumato il dramma. La morte di Andrea ha choccato l’intera comunità: «Una tragedia immensa che apre un nuovo anno dopo un 2021 che ha visto già moltissime vittime sul lavoro – afferma la sindaca Cristina Andretta -. Non ci sono parole: solo sgomento, cordoglio e dispiacere per la vittima, sua moglie, i figli piccolissimi e chi lo amava».

——————–°°°——————–

Varese, incidenti lavoro, 56enne cade da una scala da un’altezza di 3 metri: é grave

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/01/03/news/incidenti_lavoro_56enne_cade_da_un_altezza_di_3_metro_e_grave-332504715/

Il fatto é avvenuto questa mattina, attorno alle 9.30, a Vergiate (Va) presso l’azienda Leonardo Codice

Vergiate (Varese), 03 gennaio 2022

Un lavoratore di 56 anni é prepitato da un’altezza di 3 metri, mentre era su una scala, riportando un trauma cranico commotivo. L’uomo é stato portato in codice rosso all’ospedale di Varese. Il fatto é avvenuto questa mattina, attorno alle 9.30, a Vergiate (Va) presso l’azienda Leonardo Codice. Sul posto sono intervenuti: elisoccorso, automedica, ambulanza e carabinieri.


Morti sul lavoro nel 2021 al 31 dicembre

Nel 2021 sono morti 1404 lavoratori per infortuni sul lavoro, di questi 695 sui luoghi di lavoro, con un aumento del 18% sui luoghi di lavoro rispetto all’anno 2020, ma l’anno scorso c’è stato il fermo covid (nel nostro monitoraggio non ci sono i lavoratori morti per infortuni da covid). Rispetto al 2008 anno di apertura dell’Osservatorio l’aumento dei morti sui luoghi di lavoro è del 9%. In questi 14 anni non c’è stato nessun miglioramento, nonostante lo Stato attraverso i suoi Istituti ha speso miliardi di euro per la Sicurezza. INAIL dall’inizio dell’anno al 30 novembre ha ricevuto 1116 denunce per infortuni mortali (mancano i morti di dicembre), ma ricordiamo che molte categorie di lavoratori non sono assicurati a questo Istituto e quindi questi morti non vengono rilevati: poi ci sono i morti in nero. La situazione delle varie province e regioni, con relativi morti per infortuni sui Luoghi di lavoro escluso itinere la trovate qui sotto. Le categorie con più morti sul lavoro sono: L’Agricoltura che ha il 30,22% di tutti i morti sui luoghi di lavoro, di questi ben il 75% sono stati schiacciati dal trattore, 158 complessivi a morire in modo così orrendo, e l’età varia dai 14 agli 88 anni. Il 22% di tutti i morti sui Luoghi di Lavoro di tutte le categorie ha perso la vita schiacciato da questo mezzo. L’edilizia ha il 15% dei morti sul totale, di queste per la maggioranza sono provocate da cadute dall’alto, sono moltissimi i morti in nero in questa categoria, soprattutto nelle regioni del sud, ma non solo. Autotrasporto Rappresentano il 10,75 di tutti i morti sui luoghi di lavoro: in questa categoria sono inseriti tutti i lavoratori che guidano un mezzo sulle strade e autostrade (gli autotrasportatori morti sulle autostrade non sono inseriti nei morti delle province), i morti in questa categoria sono aumentati di molto; non sarà un caso che è aumentato in modo esponenziale il trasporto su gomma dovuti agli acquisti on line. Industria Rappresentano il 5,89% di tutti i morti sui luoghi di lavoro, sono relativamente molto pochi; in questa categoria abbiamo inserito le industrie di tutte le categorie (esclusa edilizia). I morti in questa categoria sono quasi tutti nelle piccole e piccolissime aziende dove non è presente il Sindacato o un responsabile della Sicurezza, Nelle medie e grandi aziende i morti sono quasi inesistenti, quei pochi sono tutti lavoratori che lavorano all’interno dell’azienda stessa ma che non sono dipendenti diretti, ma di aziende appaltatrici: le aziende e i sindacati devono accertarsi che questi lavoratori, che svolgono generalmente lavori pericolosi, svolgono il loro lavoro in sicurezza e siano tutelati come i dipendenti. In alcune grandi aziende emiliane i datori di lavoro hanno fatto accordi col sindacato per tutelare meglio questi lavoratori in appalto. Artigiani una miriade di lavoratori artigiani o di loro dipendenti perdono la vita lavorando, elencare i lavori che svolgevano questi morti per infortuni diventerebbe molto dispersivo per chi legge il report. Ricordiamoci anche di poliziotti, carabinieri e vigili del fuoco che hanno perso la vita lavorando: anche questi lavoratori non sono assicurati all’INAIL.  Età delle vittime È impressionante vedere che i morti sui Luoghi di Lavoro (escluso itinere) che hanno più di 61 anni sono oltre il 20% di tutti i morti sui luoghi di lavoro; i morti da questa età in su sono soprattutto in agricoltura, in edilizia e tra gli artigiani. Non si può far svolgere lavori pericolosi a lavoratori anziani. Ma ci sono anche molti giovani di vent’anni a morire sul lavoro, soprattutto precari, che hanno perso la vita quest’anno, non solo Luana D’Onofrio ma anche altre decine di giovani che svolgevano lavori pericolosi senza nessuna preparazione, e con il rischio di venir licenziati se avevano da ridire sui lavori pericolosi che dovevano svolgere. Nazionalità delle vittime rappresentano il 6,5% di tutti i morti sui luoghi di lavoro: c’è stato un netto calo delle morti tra gli stranieri rispetto agli anni precedenti, probabilmente a causa della pandemia. Gli anni precedenti al covid erano sempre intorno al 10%. Sono lavoratori marocchini, albanesi e romeni gli stranieri con più morti. Qui sotto i morti in ogni provincia e regioni italiane. Carlo Soricelli curatore dell’Osservatorio Nazionale morti sul lavoro