Archivi categoria: Sport

Ufficiale, Mick Schumacher in F1: correrà con la Haas


articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2020/12/02/news/mick_schumacher_haas-276669421/?ref=RHTP-BH-I274300569-P4-S7-T1

Il figlio del sette volte campione del mondo Michael sarà al volante della monoposto della scuderia statunitense: “Ho sempre creduto che avrei realizzato il mio sogno di correre in Formula Uno

Pilota nell’orbita della Ferrari Driver Academy, Schumi jr ha conquistato in carriera il titolo europeo in Formula 3 nel 2018 ed è a un passo dal Mondiale di F2. Schumi jr avrà già modo di prendere confidenza con la sua nuova squadra in occasione delle prime libere del Gran Premio di Abu Dhabi del 13 dicembre prima di partecipare ai test in programma  il 15 dicembre sullo stesso circuito di Yas Marina. “La prospettiva di essere sulla griglia di partenza della F1 il prossimo anno mi rende incredilmente felice, sono semplicemente senza parole – confessa il 21enne tedesco – Ringrazio la Haas, la Ferrari e la Ferrari Driver Academy per la fiducia riposta in me e ringrazio anche i miei genitori: so che devo loro tutto. Ho sempre creduto che avrei realizzato il mio sogno di correre in Formula Uno“.

Mick era stato chiamato dall’Alfa Romeo Racing per disputare le prime prove libere del GP dell’Eifel lo scorso ottobre al Nurburgring, ma il maltempo aveva causato la cancellazione della sessione. Uno Schumacher torna dunque in Formula 1 a nova anni di distanza dal GP del Brasile 2012, ultima gara iridata di papà Michael. Schumacher viene ufficializzato all Haas il giorno dopo l’annuncio di Nikita Mazepin. Il tedesco e il russo arrivano così a rinnovare del tutto la coppia di piloti della squadra statunitense che nelle scorse settimane aveva già chiarito la fine del rapporto con Romain Grosjean e Kevin Magnussen.

F1: Lewis Hamilton positivo al coronavirus: “Sintomi lievi”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2020/12/01/news/f1_lewis_hamilton_positivo_al_coronavirus-276530515/?ref=RHTP-BH-I274746038-P1-S8-T1

Il pilota della Mercedes e sette volte campione del mondo non potrà partecipare al Gp di Sakhir il 6 dicembre. Aveva avuto un contatto con un positivo prima del Bahrain

Lewis Hamilton, pilota della Mercedes e sette volte campione del mondo, è risultato positivo al  coronavirus  durante i  test  obbligatori precedenti le gare.  Lo riferisce  la Fia su Twitter. Hamilton è al momento in isolamento. Il Gran  Premio  del  Bahrain  previsto  nel  fine settimana a Sakhir si svolgerà come previsto, aggiunge la federazione.

Lo ha ovviamente confermato anche il suo team, la Mercedes: “Ci rammarica annunciare che Lewis Hamilton è risultato positivo al COVID-19 e non potrà partecipare al GP di Sakhir di questo fine settimana. Lewis è stato testato tre volte la scorsa settimana e ha restituito ogni volta un risultato negativo, l’ultimo dei quali è stato domenica pomeriggio al Bahrain International Circuit come parte del programma di test standard del fine settimana di gara“. 

Tuttavia – prosegue Mercedes – si è svegliato lunedì mattina con sintomi lievi ed è stato informato allo stesso tempo che un contatto prima dell’arrivo in Bahrain era successivamente risultato positivo. Lewis ha quindi fatto un ulteriore test che ha restituito un risultato positivo. Lewis si sta ora isolando in conformità con i protocolli COVID-19 e le linee guida delle autorità sanitarie pubbliche in Bahrain. A parte i sintomi lievi, è altrimenti in forma e sta bene, e l’intera squadra gli invia i suoi migliori auguri per una rapida guarigione“. Il team sta già pensando alla sostituzione del pilota: “Lo annunceremo a tempo debito”.

F1, incidente al Gp Bahrein: l’auto di Grosjean in fiamme, per lui bruciature e sospette fratture


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_novembre_29/f1-incidente-gp-bahrein-l-auto-grosjean-fiamme-52effe56-324e-11eb-832d-b62d64755cfe.shtml

Impatto con le barriere subito dopo il via la Haas si spezza in due e prende fuoco, il pilota riesce a sganciare le cinture e a saltare fuori dalla vettura in mezzo alle fiamme

Brutto incidente per Grosjean: la sua auto sbatte e s’incendia durante il Gp del Bahrein. Il pilota della Haas è riuscito ad uscire salvo dalla sua macchina in fiamme distrutta e quasi esplosa per un impatto contro le barriere subito dopo il via. Per lui bruciature alle mani e alle caviglie oltre a delle sospette fratture alle costole. E’ stato portato rapidamente all’Ospedale militare di Manama.

La dinamica – Tutto comincia appena dopo la partenza che vedeva la Haas del francese scattare dalle retrovie. Si tocca con un’altra vettura, l’Alpha Tauri di Kvyat, e finisce dritto contro il guardrail tutta velocità. Nell’impatto la vettura si spezza in due e prende fuoco. Un dramma che in altri tempi avrebbe provocato la morte del pilota. Che non arriva per due motivi: da un lato il progresso tecnico, dall’altro il fattore umano. Il progresso tecnico è dato dai miglioramenti che si sono avuti negli ultimi anni sulla scocca e dall’introduzione dell’Halo (quella sorta di cupolino che protegge la parte alta dell’abitacolo). Poi il fattore umano, dato dalla grande capacità psicofisica di un pilota di F1: Grosjean non perde conoscenza e mantiene la freddezza di togliersi le cinture, sganciare l’apparato che tiene incollato il collo al sedile e, aiutato dal coraggioso medico di pista che si lancia in soccorso, riesce a porsi in salvo. Guenteher Steiner, team principal della Haas spiega: «Romain è stato portato in ospedale, sta bene ed è cosciente. Dobbiamo ringraziare la fortuna, il medico della Fia Roberts e tutti i commissari che hanno fatto un lavoro straordinario». continua a leggere

Foto: 

https://www.corriere.it/foto-gallery/sport/20_novembre_29/gp-bahrein-incidente-grosjean-haas-palla-fuoco-1e029e86-3250-11eb-832d-b62d64755cfe.shtml

F1: Hamilton è campione del mondo, settimo titolo come Schumacher


L’inglese della Mercedes vince il Gran Premio di Turchia

Lewis Hamilton è campione del mondo di Formula 1 grazie alla vittoria nel Gran Premio di Turchia. Il pilota inglese della Mercedes ha così eguagliato il primato di 7 titoli iridati di Michael Schumacher.  Lewis Hamilton su Mercedes ha vinto il Gran Premio di Turchia.

Il pilota inglese ha preceduto la Racing Point di Sergio Perez e la Ferrari di Sebastian Vettel, terzo. Quarta l’altra Rossa di Charles Leclerc. 

Ragazzi è incredibile“, Hamilton taglia il traguardo del Gp di Turchia, e scoppia in lacrime nell’abitacolo della sua Mercedes mentre parla con il suo team principal Toto Wolff. Poi ai piedi del podio Hamilton senza mascherina si prende l’abbraccio di tutto il team facendo partire la festa per la sua vittoria e il settimo titolo.

“Mi mancano le parole, ringrazio la mia famiglia e il team, sono andato ben oltre i miei sogni. Sperso i bambini prendano ispirazione da quanto ho fatto” 

Giro d’Italia, nuova tegola: positivi 17 poliziotti del servizio d’ordine


articolo: https://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2020/10/15/news/ciclismo_giro_d_italia_covid_positivi_17_poliziotti-270626904/

Dopo i casi Yates, Kruijswijk, Matthews e il ritiro di due squadre, il nuovo caso nella carovana della corsa. Gli agenti sono in isolamento

CESENATICO – Non c’è pace per il Giro. Diciassette poliziotti impegnati nel servizio d’ordine del Giro d’Italia e del Giro d’Italia E-Bike sono risultati positivi al Covid. Gli agenti di polizia, tutti asintomatici, erano stati sottoposti a tampone in Abruzzo, tra domenica e lunedì, proprio come i corridori. Gli agenti sono tutti in isolamento in un albergo di Francavilla a Mare. Il sindaco della città abruzzese ha precisato che nessuno dei poliziotti è del comune abruzzese. Non si sa se gli agenti siano stati al seguito del Giro sin dalla prima tappa.

Il presidente Uci Lappartient: “Subito i test salivari” – “Voglio davvero che il Giro arrivi a Milano il 25 ottobre, ma i test positivi di martedì mattina ci hanno ricordato ancora una volta che non dobbiamo lasciare che la lotta contro il Covid-19 vada sprecata” ha dichiarato il presidente Uci David Lappartient. “I prossimi test PCR non verranno effettuati fino a lunedì, il giorno di riposo successivo, ma nel frattempo verranno effettuati i test salivari. Chiunque risulti positivo per quel test della saliva verrà sottoposto a un ulteriore test PCR”

Gianfranco De Laurentiis è morto, il giornalista sportivo aveva 81 anni


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_ottobre_14/gianfranco-de-laurentiis-morto-giornalista-sportivo-aveva-81-anni-b1305726-0dfb-11eb-9df8-9ad18fda6e17.shtml?fbclid=IwAR00i_oFTsTErhUHWqQxGKoyCbHoFCa_uz6hJdQnhoxo6D3ywWtbEiGCOvc

La sua carriera, iniziata al Corriere della Sera, decolla con l’arrivo in Rai dove divenne dal 1993 al 1994 direttore della testata giornalistica sportiva Tgs

Lo ricorderanno in tanti. Sempre preciso, puntuale, garbato nei modi. Si è spento a 81 anni Gianfranco de Laurentiis, storico volto del giornalismo sportivo Rai. Lascia la moglie Mirella e i figli Roberto e Paolo. Ad annunciare la morte di De Laurentiis è stato Alessandro Antinelli, cronista sportivo Rai: «Il mio primo maestro in Rai è stato Gianfranco De Laurentiis – ha scritto su Twitter – ogni sabato mattina aspettavo il suo giudizio e le sue legnate mentre vedeva i miei pezzi di Dribbling con la sigaretta all’angolo della bocca. Mi mancherai Gianfranco».  continua a leggere

Follia ai Mondiali di kart a Lonato: il pilota italiano Corberi lancia un alettone contro un avversario


download

articolo e Video: https://www.corriere.it/sport/20_ottobre_05/follia-mondiali-kart-lonato-pilota-italiano-corberi-lancia-alettone-contro-avversario-fbcc2fd0-06df-11eb-a92a-d6e5260ddebb.shtml

Ai Mondiali il giovane pilota italiano perde la testa dopo un contatto in pista. E scatena anche una rissa ai box. Jenson Button indignato: «Squalifica a vita per questo idiota»

C’è una scena che sta indignando il mondo dell’automobilismo. Campioni del mondo di Formula 1, come Jenson Button, team principal fra i quali il capo della McLaren, Zak Brown, sono intervenuti per chiedere una punizione esemplare nei confronti di un giovane pilota italiano, Luca Corberi, 23 anni.

Colpevole di aver lanciato un pezzo di alettone contro un avversario, Paolo Ippolito, dopo un contatto in pista che gli era costato il ritiro. Un gesto folle, rarissimo per uno sport che fa del rispetto del rischio il suo codice di condotta, probabilmente gli costerà una lunghissima squalifica (oltre a quella relativa alla gara di ieri, già notificata dai giudici di gara anche per D’Ippolito) . È avvenuto in una gara valida per i Mondiali di kart sotto gli occhi di Felipe Massa (presidente della commissione kart della Fia) e di stelle come Fernando Alonso.

Ed è stato ancora peggiore il comportamento successivo: perché rientrato ai box ha aspettato il ritorno di Ippolito e si è scagliato contro lui scatenando una rissa. La cosa ancora più grave è che Corberi non è un ragazzino, ha corso per molti anni e affrontato avversari che oggi sono in Formula 1 e Formula 2, come George Russell, Lance Stroll, Dan Ticktum: domenica era tornato a gareggiare dopo un’assenza di due anni. Ed è tra l’altro figlio del proprietario del kartodromo di Lonato del Garda, anche il papà è stato coinvolto nella rissa.

Coronavirus: Usain Bolt è positivo al Covid


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/altrisport/2020/08/24/coronavirus-usain-bolt-e-positivo-al-covid_d982ae6b-9e6e-4b06-a43b-f0cce8d4c272.html

Usain Bolt è risultato positivo al coronavirus. Con un video su Twitter e Instagram, l’uomo più veloce di tutti i tempi ha annunciato di essere positivo al test del Covid-19. Dal suo letto, in isolamento, il primatista mondiale dei 100 e dei 200 metri ha voluto rilasciare un commento confermando la notizia che era stata anticipata dalla stampa giamaicana. Venerdì scorso, Bolt ha compiuto 34 anni e non si può escludere che il contagio possa essere arrivato alla sua festa di compleanno: un party con molti ospiti illustri, alcuni appartenenti al mondo dello sport come il connazionale Leon Bailey, 23enne attaccante del Bayer Leverkusen, e Raheem Sterling del Manchester City.

Ciclismo, Giro di Lombardia….


Ciclismo, Giro di Lombardia: terribile caduta in discesa per Evenepoel: frattura del bacino e stagione finita

articolo: https://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2020/08/15/news/giro_lombardia_caduta_evenepoel-264720446/

Il 20enne belga vola oltre un muretto giù dal ponte. E’ ricoverato nell’ospedale di Como: riscontrata anche la contusione al polmone destro. Caduta incredibile anche di Schachmann: la macchina di un privato gli taglia la strada. Vittoria al danese Jakob Fuglsang. Nibali cede nel finale

La grande paura per Remco Evenepoel, una macchina privata sul percorso che fa cadere Maximilian Schachmann, la vittoria di Jacok Fuglsang, la sconfitta di squadra della Trek Segafredo di Vincenzo Nibali, il caldo caldo tremendo che sostituisce i colori malinconici dell’autunno. Sarà ricordata a lungo, spettacolare nella sua drammaticità, la 114esima edizione del Giro di Lombardia. Ovviamente tiene banco Remco Evenepoel, il ragazzo belga che il mondo del ciclismo si è affrettato a paragonare addirittura a Eddy Merckx. Si è preso la scena, ma stavolta per una caduta che ha fatto temere il peggio, almeno fino a quando sono arrivate le prime parole, dal suono dolce del suo ds Davide Bramati: “Voglio tranquillizzare tutti, Remco è sempre stato vigile, ora lo stanno portando in ospedale e vediamo. Ha subito un trauma ad una gamba”. La prima diagnosi nell’ospedale di Como è stata però più impietosa: frattura del bacino e contusione al polmone destro. Lo riferisce lo stesso team del ciclista belga (Deceuninck – Quick-Step) in un comunicato, aggiungendo che “il corridore resterà ai margini per il prossimo periodo”. Tradotto: stagione finita. Evenepoel rimarrà all’ospedale di Como durante la notte sotto osservazione, prima di volare domani domenica in Belgio.   continua a leggere

174449219-dd6bba9d-a842-4590-8b8c-13223c999f98

F1, Gp Ungheria: trema il paddock, due positivi al Covid.


F1, Gp Ungheria: trema il paddock, due positivi al Covid. Mercedes dominano, ma con la pioggia Vettel va

articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2020/07/17/news/gp_ungheria_libere_venerdi_-262186380/?ref=RHPPRT-VS-I259962735-C4-P1-S2.4-T1

Due persone hanno il virus: è il risultato di 4.997 tamponi. Libere: Hamilton senza rivali, poi Bottas. Ferrari: sesto il tedesco (che nella sessione pomeridiana sul bagnato va più forte di tutti), settimo Leclerc

BUDAPEST – Due persone positive al Covid in Formula 1. Appena terminate le prime due sessioni di prove libere in Ungheria, l’annuncio del risultato dei 4.997 tamponi effettuati sul personale del Circus tra il 10 e il 16 luglio fa tremare il paddock in questa stagione complicata. Le persone infette, ha specificato in una breve nota la F1, “non erano presenti nelle prime due gare in Austria e sono state immediatamente isolate e rimosse dalle operazioni: Fia e F1 non forniranno dettagli specifici sulle squadre o sui singoli individui. I risultati dei tamponi saranno resi pubblici ogni 7 giorni”.

Una notizia che rende ancora più flebile il piccolo lampo rosso nella pioggia di Budapest. Per quanto vale (poco), Sebastian Vettel mette la Ferrari in testa nella seconda sessione di prove libere del Gp di Ungheria …. continua a leggere

Tennis, anche Novak Djokovic positivo al coronavirus


articolo: https://www.repubblica.it/sport/tennis/2020/06/23/news/federer_positivo_covid_19-259969431/

Dopo Coric, Troicki e Dimitrov, anche il numero uno del mondo risulta contagiato. Il flop dell’esibizione organizzata dal serbo

Il Fai-da-te da oggi è bello che bocciato. L’Adria Tour di tennis organizzato da Novak Djokovic s’è rivelato un focolaio della pandemia, altro che esibizione in nome dello sport: anche il numero uno del mondo, dopo il tampone, ha dovuto ammettere al mondo di essere positivo.

Novak Djokovic è risultato positivo al test per il Covid-19. Immediatamente dopo il suo arrivo a Belgrado Novak e tutta la sua famiglia si è sottoposta al test per il coronavirus” ha annunciato in un comunicato Djokovic spiegando che “sia lui che sua moglie sono infetti, mentre i bambini sono negativi“.

Prima del serbo, altri sei avevano rivelato la positività, da Grigor Dimitrov aBorna Coric, da Panichi (preparatore fisico di Nole) a Stroh, tecnico del bulgaro. Oltre al connazionale Troicki e sua moglie (incinta). E chissà quanti altri ne seguiranno. continua a leggere

Tennis, la Croazia condanna l’esibizione

articolo: https://www.repubblica.it/sport/tennis/2020/06/22/news/tennis_coric_positivo_al_covid_anche_lui_aveva_giocato_con_djokovic-259863744/

Polemiche a Zara dopo l’evento e i casi di Covid al torneo di Djokovic. Ora sotto accusa

ROMA – Paura in Croazia, e mai più esibizioni di tennis. E i media croati hanno attaccato Djokovic che, invece di far subito il tampone, è tornato in Serbia. “Abbiamo dimenticato l’Italia, e messo a rischio migliaia di persone perché qualcuno voleva colpire la palla”. L’Adria Tour, l’idea del n. 1 del mondo, si sta rivelando un boomerang per Djokovic. continua a leggere

Ajan, sollevamento pesi: doping, corruzione, i soldi del Cio, è il più grande scandalo dello sport


download

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_giugno_05/ajan-sollevamento-pesi-doping-corruzione-soldi-cio-piu-grande-scandalo-sport-014ca940-a708-11ea-b358-f13973782395.shtml

Il rapporto McLaren si concentra su Tamás Aján, per 45 anni «il tiranno» dei pesi, membro Cio e dell’Agenzia antidoping: valigie di denaro consegnato cash al ristorante con tanto di foto e ricevute. Ora un italiano lo ha sconfitto

tams-ajn-f248d395-3d9f-4095-ad6b-374ef43345e-resize-750.jpg

Il vero dilemma è da dove cominciare. Se dai milioni di dollari (dieci accertati, almeno altri otto presunti) in biglietti di piccolo taglio incassati abusivamente e fatti sparire, se dai ricatti, dai brogli elettorali, da un antidoping colabrodo, dalle coperture politiche di altissimo livello che per almeno vent’anni hanno permesso al più grande scandalo dello sport mondiale di proseguire indisturbato. Da giovedì (grazie alle 112 pagine del «Rapporto di investigazione indipendente sulla Federazione internazionale di  sollevamento pesi») fatti sussurrati e denunciati da anni sono finalmente noti. E il meccanismo con cui un solo uomo teneva sotto scacco i rappresentanti sportivi di 187 nazioni svelato quasi nei dettagli. I soldi sono — ovviamente — scomparsi.

 

Tutti in fila a pagare – La procedura si ripeteva immutabile dal almeno vent’anni. Il Tiranno dei Pesi atterrava nella capitale di turno nell’occasione di un campionato continentale o mondiale, di un’Olimpiade, un’assemblea del Cio o della sua Federazione. Volo in prima classe, autista a disposizione, albergo a cinque stelle. Una doccia e subito al ristorante, con un bicchiere di vino in mano e un blocchetto di ricevute su carta copiativa sul tavolo. In fila davanti a lui, i responsabili delle Federazioni di tutto il mondo aspettavano di sedersi al tavolo per consegnargli, dopo rapidi convenevoli, una grossa busta ottenendo in cambio una ricevuta scritta a mano.

Quattromila dollari alla volta – 574 ricevute, di quelle su carta copiativa che ormai si usano solo alle pesche di beneficenza e per ritirare i panini alle sagre di paese. Le ha trovate a Budapest, nascoste negli uffici della Federazione internazionale di sollevamento pesi, Richard McLaren, l’investigatore canadese i cui rapporti hanno smascherato il doping in Russia. Tutte firmate da Tamás Aján, alias il Tiranno, dal 1975 allo scorso marzo segretario prima e presidente della pesistica, dal 2000 importante membro del Cio e dell’Agenzia mondiale antidoping, sommate assieme le matrici certificavano incassi non proprio da beneficienza: oltre sei milioni di dollari in contanti. continua a leggere

F1: Fia ufficializza 8 Gp, a Monza si correrà il 6 settembre


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/f1/2020/06/02/f1-fia-ufficializza-8-gp-a-monza-si-correra-il-6-settembre_5c78b4ba-766d-4206-8491-079afb44671b.html

Si parte con un doppio appuntamento il 5 e 12 luglio in Austria

Formula One pre-season testings

La Formula 1 si appresta a tornare in pista dopo il lungo stop per il Covid-19: la Fia ha ufficializzato il calendario con le prime 8 gare nel continente europeo. Il primo Gp si disputerà il 5 luglio in Austria, sul circuito Red Bull Ring, che ospiterà una seconda prova il successivo 12 luglio. Doppio appuntameneto anche in Gran Bretagna, mentre il 6 settembre andrà in scena Gp d’Italia, sul circuito di Monza

articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2020/06/02/news/formula_uno_calendario-258252946/

115007977-3cdf747d-68c6-4750-b321-a36df074f99c

Senza pubblico, come previsto, però la Formula 1 partirà davvero e lo farà in Austria, il 5 e il 12 luglio, con un protocollo molto severo per la sicurezza approvato nei giorni scorsi dal governo di Vienna. Decise le prime 8 gare, tutte in Europa, di questo travagliato Mondiale 2020: c’è anche Monza (6 settembre). Le restanti date verranno fissate nelle prossime settimane seguendo l’evolversi della pandemia. L’obiettivo della F1 è disputate un campionato da 15-18 gp con conclusione quasi certa ad Abu Dhabi a metà dicembre. Accanto alla F1, anche la F2 e la F3. continua a leggere

UFFICIALE: SHAD GASPARD È MORTO, RITROVATO IL CORPO


shad-gaspard-84

Shad Gaspard (New York, 13 gennaio 1981 – Venice Beach, 17 maggio 2020) è stato un wrestler statunitense. Gaspard è noto per i suoi trascorsi nella World Wrestling Entertainment con il nome Shad Gaspard. Assieme a JTG formava il tag team Cryme Time.

articolo: https://zonawrestling.net/ufficiale-shad-gaspard-e-morto-ritrovato-il-corpo/

MV5BNDhkODQwM2ItYzQyZS00ZDBhLWJjMjQtYTYzMDk3OGM3YTYwXkEyXkFqcGdeQXVyMjQwMDg0Ng@@._V1_SY1000_SX800_AL_

 

 

Il coroner della contea di Los Angeles ha confermato che il copro trovato questa mattina a Venice Beach è quello dell’ex star WWE Shad Gaspard, era scomparso a inizio settimana travolto da un’onda anomala mentre stava nuotando con il figlio.

Traduzione :Breaking: @LACoLifeguards confermano che il corpo trovato lavato su Venice Beach questa mattina corrisponde a quello della star della WWE Shad Gaspard, scomparsa domenica pomeriggio. @CBSLA

WWE Superstars. Goldust vs Shad Gaspard

Ferrari, è ufficiale la firma di Carlos Sainz.


5926b30a4fd409aa7b5f8d7e58262caafaafbb290850c

Carlos Sainz Cenamor (Madrid, 12 aprile 1962) è un pilota di rally spagnolo, due volte Campione del Mondo nel 1990 e nel 1992, vincitore di tre edizioni del Rally Dakar (nel 2010, 2018 e 2020) e padre di Carlos Sainz

Ferrari, è ufficiale la firma di Carlos Sainz. “Sono felice ed entusiasta”

articolo: https://www.gazzetta.it/Formula-1/14-05-2020/ferrari-ufficiale-firma-carlos-sainz-fara-coppia-leclerc-2021-370966561702.shtml

Il Cavallino ha comunicato l’ingaggio dello spagnolo che prenderà il posto di Vettel dalla prossima stagione. Accordo biennale

E’ arrivata l’ufficialità: Carlos Sainz è un nuovo pilota della Ferrari. Lo spagnolo sostituirà Sebastian Vettel a partire dalla 2021 e correrà al fianco di Charles Leclerc anche nel 2022.

Traduzione: Sono molto felice che guiderò per la Scuderia Ferrari nel 2021 e sono entusiasta del mio futuro con la squadra. Ho ancora un anno importante da fare con la McLaren Racing e non vedo davvero l’ora di tornare a correre con loro in questa stagione.

“FELICE DELL’OPPORTUNITÀ” – Queste le prime parole da ferrarista del 25enne di Madrid: “Sono molto felice di avere l’opportunità di correre per la Scuderia Ferrari dal 2021 in avanti e sono entusiasta pensando al mio futuro con questa squadra – ha detto in una nota del Cavallino – ho comunque ancora un anno importante da trascorrere con McLaren Racing e non vedo l’ora di tornare a gareggiare in questa stagione”.  continua a leggere

Ferrari Sign Carlos Sainz jr for the F1 2021 Season

F1/E Reviews

32.000 iscrittiISCRIVITI

Two days after it was announced Sebastian Vettel would be leaving Ferrari at the end of 2020, the Italian team have confirmed Carlos Sainz as Charles Leclerc’s new team mate from 2021 onwards. Sainz, 25, will join the Italian squad on a two-year deal after two seasons at McLaren, creating the youngest driver pairing in Ferrari’s recent history in the process.
Subscribe for more F1 and FE goodness👍: https://www.youtube.com/channel/UCviJ…
Share this video with a friend 🎥 :  https://youtu.be/77NhA4NjF7E
Extra Goodies 🏎️ :
Twitter 📱 – @F1Reviews_YT
Traduzione: Due giorni dopo l’annuncio, Sebastian Vettel avrebbe lasciato la Ferrari alla fine del 2020, il team italiano ha confermato Carlos Sainz come nuovo compagno di squadra di Charles Leclerc dal 2021 in poi. Sainz, 25 anni, entrerà a far parte della squadra italiana con un accordo di due anni dopo due stagioni alla McLaren, creando così il più giovane abbinamento di piloti della storia recente della Ferrari. Iscriviti per più bontà di F1 e FE

Vettel lascia la Ferrari a fine stagione: è ufficiale.


Vettel lascia la Ferrari a fine stagione: è ufficiale. “Non c’è più sintonia con la squadra”

articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2020/05/12/news/vettel_lascia_la_ferrari-256367161/?ref=RHPPLF-BS-I256367235-C8-P13-S1.4-T1

La conferma dalla scuderia di Maranello. Così il team principal Binotto: “Decisione difficile, ma è la migliore per entrambi”. Il tedesco: “Gli eventi degli ultimi mesi ci hanno portato a molte riflessioni”

ROMA – Sebastian Vettel lascia la Ferrari a fine 2020. Le insiscrezioni della stampa tedesca sono state confermate in una note del team di Maranello che annuncia il divorzio dal pilota tedesco al termine di questa stagione. Così il team principal Mattia Binotto: Abbiamo preso questa decisione insieme a Sebastian e riteniamo che sia la miglior soluzione per entrambe le parti. Non è stato un passo facile da compiere, considerato il valore di Sebastian, come pilota e come persona. Non c’è stato un motivo specifico che ha determinato questa decisione bensì la comune e amichevole constatazione che è arrivato il momento di proseguire il nostro cammino su strade diverse per inseguire i nostri rispettivi obiettivi”.

“A nome di tutta la Ferrari voglio ringraziare Sebastian per la sua grande professionalità e l’umanità dimostrate in questi cinque anni, nei quali abbiamo condiviso tanti momenti importanti. Insieme non siamo ancora riusciti a vincere un titolo iridato che per lui sarebbe il quinto ma siamo convinti che in questa anomala stagione 2020 riusciremo a toglierci ancora tante soddisfazioni”.  continua a leggere

Tutti i trionfi di Sebastian Vettel in FERRARI 

Il coronavirus stronca Sabia, due volte finalista olimpico negli 800 metri


download

Donato Sabia (Potenza, 11 settembre 1963 – Potenza 07 marzo 2020) è un ex  mezzofondista  e   velocista   italiano, due volte finalista degli 800 metri piani ai Giochi olimpici.

 

articolo: https://www.gazzetta.it/Atletica/08-04-2020/coronavirus-stronca-sabia-due-volte-finalista-olimpico-800-metri-37052071866.shtml

L’ex mezzofondista è morto all’ospedale San Carlo di Potenza

Non ce la fa contro il coronavirus  L’ex mezzofondista, 56 anni, due volte finalista degli 800 ai Giochi di Los Angeles e Seoul, era ricoverato in terapia intensiva all’ospedale San Carlo di Potenza.

PRIMA IL PADRE – Sabia, 56 anni, era il presidente regionale della Fidal in Basilicata. Giovedì scorso era deceduto il padre sempre per coronavirus.

LA NOTA FIDAL – “Il presidente della Fidal Alfio Giomi, il presidente onorario Gianni Gola, il Consiglio federale, a nome di tutta l’Atletica Italiana, esprimono profondo cordoglio e si stringono idealmente ai familiari in un abbraccio”, si legge in una nota della Federazione di atletica leggera.

Due campionati senza vincitore: basket e volley, la stagione è finita


articolo: https://www.repubblica.it/sport/basket/2020/04/07/news/basket_volley_campionati_finiti-253354506/

I due principali sport indoor italiani hanno deciso che per questa stagione basta così, ha vinto il virus. La pallavolo lascia aperto un piccolissimo spiraglio, sotto canestro invece ci si ritornerà a settembre

Due dei più bei campionati che il volley e il basket di casa nostra abbiano mai avuto non conosceranno un vincitore. Se il calcio andrà avanti in qualche modo fino al cuore dell’estate e oltre, i due principali sport indoor italiani hanno deciso che per questa stagione basta così, ha vinto il virus. Solo la pallavolo ha lasciato aperto un teorico, ma remotissimo spiraglio. Sotto canestro, invece, ci si ritroverà a settembre.

  • imagesLa prima volta del volley – Dalla sua fondazione, nel 1946, il massimo campionato maschile aveva sempre avuto un vincitore. Per il 2019-2020, invece, i tredici team di Superlega non avranno più la possibilità di battersi. Il campionato è fermo dall’8 marzo, quando, in un clima di guerra, si giocarono alcune partite a porte chiuse e due, a Piacenza e Milano, saltarono per sospetto coronavirus di alcuni componenti degli staff delle squadre impegnate. Uno stop tardivo quanto quello del calcio, a cui è seguito un mese di trattative tra team, Lega e Federazione, sfociato nel finale nulla di fatto. Con una postilla: se il virus dovesse allentare la presa entro la prima metà di maggio ….. continua a legggere

 

  • downloadArrivederci basket – La Virtus Bologna dovrà mettersi l’anima in pace, il campionato pure dominato fino al 22° turno della regular season non sarà suo. Il basket chiude: i club avevano già bocciato la proposta delle Vu Nere di proseguire la stagione con un mega play-off da organizzare nel mese di luglio tra le migliori 16 della classifica (in pratica, tutte tranne Pesaro, ultimissima). Il limite stabilito alla conclusione del campionato, il 30 giugno, è troppo stretto perché si possa completare la regular season in tempi ragionevoli e giocare una parvenza di play-off. ….continua a leggere

le ultime News: ….Formula UNO…..


La McLaren non corre: un componente del team è positivo al Coronavirus

articolo: https://www.gazzetta.it/Auto/12-03-2020/formula1-mclaren-non-corre-componente-team-positivo-coronavirus-gpaustralia-3601652858836.shtml

La decisione comunicata via Twitter: per la squadra di Woking niente GP di Australia. Che a questo punto è in forte dubbio

La McLaren non corre. Si chiama fuori dal GP d’Australia, e adesso tutto rischia di precipitare. La scuderia di Woking annuncia il ritiro via Twitter, perché un componente del team, già da ieri isolato perché febbricitante, è risultato positivo al test per il Coronavirus. E dunque il presidente Zak Brown e il team principal Andreas Seidl hanno ritirato la squadra. continua a leggere

Basket Nba, Coronavirus:….


Basket Nba, Coronavirus: positivo Gobert degli Utah Jazz, stagione sospesa

articolo: https://www.repubblica.it/sport/basket/2020/03/12/news/coronavirus_nba_sospende_gare_basket_dopo_contagio_giocatore-251027275/

Il giocatore francese, che nei giorni scorsi ironizzava sul contagio, è stato sottoposto al tampone nella notte, poco prima della sfida in casa degli Oklahoma City. Immediata la decisione di fermare il campionato. Otto squadre in quarantena, tra cui Boston, Toronto e i Thunder di Gallinari.

WASHINGTON – Caos e sgomento in Nba. Rudy Gobert, cestista francese degli Utah Jazz, è positivo al Coronavirus. La Nba ha subito sospeso l’intera stagione. La notizia nella notte italiana quando la squadra di Quin Snyder stava per scendere in campo a Oklahoma City contro i Thunder del nostro Danilo Gallinari. A pochi minuti dal fischio d’inizio gli arbitri sono venuti a conoscenza del fatto diventato nel frattempo pubblico anche per le conferme sui social, un rapido consulto, le squadre di nuovo negli spogliatoi tra i fischi degli spettatori e dopo mezz’ora il comunicato della Lega con già tre partite disputate (Philadelphia 76ers – Detroit Pistons 124-106, Atlanta Hawks – New York Knicks 131-136, Miami Heat – Charlotte Hornets 98-109).

La Lega Nba sospende la stagione” – Il risultato del test – si legge nella nota della Nba – è arrivato poco prima della palla a due tra gli Oklahoma City Thunder e gli Utah Jazz alla Chesapeake Arena. La gara è stata cancellata. Rudy Gobert non era nell’Arena. La Nba sospende la stagione a conclusione delle partite della notte in calendario sino ad ulteriore aggiornamento. La Nba utilizzerà questa pausa per valutare i prossimi passi da intraprendere in relazione alla pandemia covid-19″. Impossibile ipotizzare se e quando la stagione ripartiràcontinua a leggere

Nuoto, Tas assolve Magnini: annullata squalifica doping


articolo: https://www.repubblica.it/sport/vari/2020/02/27/news/tas_annulla_squalifica_doping_magnini-249709304/?ref=RHPPLF-BS-I249708771-C8-P5-S1.8-T1

Era stato fermato per quattro anni: “Sapevo di non avere fatto nulla di male, finalmente è stato dimostrato”

ROMA – Aveva ragione lui. Filippo Magnini è stato scagionato dal Tas di Losanna dall’accusa di doping, un incubo che finalmente finisce. Annullata la squalifica di quattro anni comminata dal Tna italiano sia in primo che in secondo grado. Ancora qualche mese fa il 38enne pesarese aveva voluto lanciare il suo j’accuse, urlando al mondo intero come si sentisse un appestato. “Tenevo gli occhi bassi, quando mi chiedevano di posare per una fotografia pensavo che non sapessero cosa mi fosse successo. Sapevo di non avere fatto nulla di male, finalmente è stato dimostrato. Il miglior regalo di matrimonio, visto che a breve Magnini convolerà a nozze con Giorgia Palmas. E’ una nuova vita gli si apre di nuovo, finalmente. “Racconterò tutta la mia storia in un libro che uscirà il 24 marzo per Sperling&Kuper. Si chiamerà ‘la resistenza dell’acqua’, l’ho finito di scrivere oggi”. continua a leggere

Presentazione SF1000 – da Reggio Emilia (Ferrari F1 2020)


Nuova Ferrari F1 2020: si chiama SF1000, è rosso scuro opaca

Ferrari

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_febbraio_11/nuova-ferrari-f1-2020-camilleri-solo-rossa-ci-regala-emozioni-fortissime-d3f86a44-4cf1-11ea-abdf-2e1b18f873ec.shtml?fbclid=IwAR3JczmDQIXoCOJCKlVp19cChXzCc_lq-srRjSd9gDl_ZoHXCmP1JoapXsY

Ferrari mania, benvenuta SF1000. Gente alle finestre, tifosi in piazza, maxi schermi e bandiere. Arrivano i vecchi meccanici, le donne della Ges elegantissime, i ragazzini si sporgono dalle transenne, parte la caccia a selfie e autografi. Passa Mick Schumacher, figlio del sette volte campione del mondo, ha il Cavallino cucito sulla giacca perché guida per l’Academy. Dove è appena entrato Arthur Leclerc, fratellino di Charles: aspetta sulle scale insieme all’altro fratello Lorenzo. Giochi di luci e abiti scuri, è una serata di gala rosso Ferrari al teatro municipale di Reggio Emilia intitolato a Romolo Valli. Dentro al teatro si aspetta parlando sottovoce, applausi quando arriva l’orchestra: quando il grande sipario rosso si alza inizio uno show a base di musica e balletti. E poi arriva la macchina, danza su una pedana girevole. «Sembra molto simile a quella dell’anno scorso — dice Mattia Binotto — ma dentro è molto diversa». Anche il colore è più rosso, meno cangiante. continua a leggere

Immagine

La scheda tecnica della SF1000

Telaio – 

  • Telaio in materiale composito a nido d’ape in fibra di carbonio con protezione halo per l’abitacolo.
  • Cambio longitudinale ferrari a 8 marce più retro.
  • Comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico con cambiata veloce.
  • Differenziale autobloccante a controllo idraulico.
  • Freni a disco auto ventilanti in carbonio brembo (anteriore e posteriore) e sistema di controllo elettronico sui freni posteriori.
  • Peso con acqua, olio e pilota: 745 kg
  • Ruote oz anteriori e posteriori 13”

Motore

  • Cilindrata 1600 cc
  • Giri massimi 15000
  • Sovralimentazioneturbo singolo
  • Portata benzina 100 kg/hr max
  • Quantità benzina per gara 110 kg
  • Configurazionev6 90°
  • Alesaggio 80 mm
  • Corsa 53 mm
  • Valvole 4 per cilindro
  • Iniezionediretta, max 500 bar

Sistema ers

  • Energia batteria4 mj
  • Potenza mgu-k120 kw
  • Giri max mgu-k50.000
  • Giri max mgu-h125.000

La nuova SF1000, questo il nome della nuova monoposto, è un’importante evoluzione della SF90 che ha corso il Mondiale 2019.

Fiancata

Cagliari, Pavoletti ko: nuova lesione al crociato già operato


 

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/cagliari/2020/02/10/news/pavoletti_nuovo_infortunio_crociato-248260200/

CAGLIARI, 10 febbraio 2020 – Una stagione da dimenticare. Leonardo Pavoletti vedeva vicino il ritorno in campo dopo l’infortunio rimediato ad agosto dello scorso anno durante Cagliari-Brescia, prima giornata di campionato. Oggi la mazzata. Il 31enne attaccante toscano, fa sapere il club sardo, “a seguito di accertamenti clinici e strumentali effettuati oggi al centro medico Korian ha riportato una lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro già precedentemente sottoposto ad intervento chirurgico per analoga lesione”. Per l’ex giocatore di Genoa e Napoli stagione finita in anticipo, nuovo intervento chirurgico alle porte e un recupero che si annuncia lungo.

E’ morto Kobe Bryant, leggenda della Nba.


Immagine correlata

Morto Kobe Bryant, leggenda della Nba. Incidente in elicottero

articolo: https://www.repubblica.it/sport/basket/2020/01/26/news/morto_kobe_bryant-246811427/

WASHINGTON, – La star della Nba Kobe Bryant è morto a 41 anni in un incidente di elicottero in California, nella località di Calabasas. nella contea di Los Angeles. Bryant era a bordo del suo elicottero privato con almeno altre tre persone, oltre al pilota. Tutti i passeggeri sono morti. Il velivolo ha preso fuoco una volta precipitato e inutili sono stati i soccorsi. La moglie Vanessa non sarebbe tra le vittime, mentre secondo Tmz anche Gianna Maria, la figlia 13enne sarebbe tra le vittime. Bryant aveva altre tre figlie: Natalia, Bianca e la piccola Capri, nata a giugno.

Kobe Bryant, uno dei più grandi di sempre – Kobe Bryant è sempre stato famoso per i suoi spostamenti in elicottero e quando giocava per i Lakers usava il suo Sikorsky S-76 per trasferirsi dalla sua villa di Newport Beach fino allo Staples Center di Los Angeles.  continua a leggere

Sei anni fa il dramma di Schumacher


Risultati immagini per Sei anni fa il dramma di Schumacher

Sei anni fa il dramma di Schumacher, la speranza resta viva

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2019/12/29/sei-anni-fa-il-dramma-di-schumacher-la-speranza-resta-viva_2cc8483a-6cd1-4df0-85ed-2949dac551b9.html

Il 29 dicembre 2013, sei anni fa oggi, la vita di Michael Schumacher cambiò per sempre dopo il tragico incidente sugli sci a Meribel, sulle Alpi francesi, che gli causò un gravissimo trauma cranico. Schumi rimase in condizioni critiche e coma indotto per mesi e mesi e impiegò 254 giorni prima di lasciare l’ospedale per fare ritorno nella sua dimora a Gland, nel cantone di Vaud, sul lago di Ginevra. Da allora, sul sette volte iridato di Formula 1 è sceso il silenzio, circondato dall’affetto dei suoi cari, la moglie Corinna in primis, e di uno staff medico che lo segue passo passo. Da quel poco che si è saputo in questi anni, sono circa dieci gli esperti di riabilitazione, tra fisioterapisti, infermieri e accompagnatori, che aiutano la famiglia Schumacher nell’assistere Michael. “Niente è rimasto intentato per velocizzare la guarigione di Schumacher“, ha scritto la Bild, riportando, tra le altre cose, come gli venga fatto ascoltare il rombo del motore del suo vecchio bolide.
Dopo anni di silenzio e blackout, nel 2019 ci sono state però grandi novità: Schumi avrebbe visitato l’ospedale George Pompidou di Parigi in diverse occasioni e la scorsa estate sarebbe stato sottoposto a un trattamento sperimentale con cellule staminali. Secondo la testimonianza di un’infermiera riportata da ‘Le Parisien’, l’ex pilota sarebbe “cosciente” (“Ma si che è nel mio reparto e posso assicurarti che è consapevole e cosciente”, la frase anonima riportata dal quotidiano parigino).
Poi di nuovo il silenzio, salvo qualche breve parentesi aperta dalla moglie Corinna: “Potete stare certi che è nelle migliori mani possibili. continua a leggere

MotoGp, doping: Iannone positivo, la federazione lo sospende


Immagine correlata

articolo: https://www.repubblica.it/sport/moto-gp/2019/12/17/news/iannone_positivo_doping-243689362/?ref=RHPPLF-BS-I243689554-C8-P12-S1.4-T1

ROMA – Andrea Iannone è stato sospeso provvisoriamente dalla Federazione internazionale motociclismo dopo essere risultato positivo a un controllo antidoping. Lo rende noto la Fim in un comunicato.  Iannone, trentenne pilota di Vasto che ha corso l’ultima stagione MotoGp con l’Aprilia, è risultato positivo a un controllo effettuato in occasione del Gp della Malesia a Sepang lo scorso 3 novembre. La sostanza incriminata rientra nel gruppo degli steroidi androgeni anabolizzanti vietati dal codice Wada. La sospensione ha decorrenza da oggi. Iannone ha il diritto di chiedere le controanalisi. Fino a nuova decisione, il pilota abruzzese non potrà più partecipare ad alcuna competizione motociclistica.

Harden schiaccia, la palla entra ed esce: tolti due punti a Houston. E ora si rigioca?


Risultati immagini per HARDEN

articolo: https://www.gazzetta.it/Nba/04-12-2019/harden-schiaccia-palla-entra-ed-esce-tolti-due-punti-houston-ora-si-rigioca-3501607845915.shtml

Gli arbitri non si accorgono del canestro del Barba, D’Antoni perde tempo prima di chiedere il challenge e la frittata è fatta. Tutte le ipotesi

James Harden ruba palla e corre in solitaria verso il canestro. Mancano 7’50” al 48’ di Spurs-Rockets, Houston è avanti 102-89 ma sta cercando di resistere alla rimonta di San Antonio, che a metà terzo quarto era sotto di 22. Harden rallenta, poi salta per schiacciare: la palla entra nel canestro, ma per un movimento insolito della retina il pallone esce. La star dei Rockets lo rincorre, per un momento incredulo di aver sbagliato i due punti più facili della sua carriera. Poi guarda il maxi schermo: la palla è entrata, 104-89 Rockets. Solo che per gli arbitri quel pallone nel canestro non ci è mai finito, e quella giocata di Harden diventa “la schiacciata perduta”, quella che ha reso sub-judice la clamorosa vittoria Spurs, 135-133 dopo due supplementari.

 

SOTTO INDAGINE – L’Nba sta decidendo come muoversi. Questo non è un normale errore arbitrale: la palla è entrata, il canestro era buono e quindi è un errore tecnico che equivale ad un’applicazione errata del regolamento. Lo ammette a fine gara anche James Capers, il capo arbitro che confessa di aver rivisto la giocata al replay con la sua crew appena rientrato in spogliatoio. Sul parquet dell’At&t Center non ha potuto farlo: la giocata poteva essere rivista, ma sarebbe servito un challenge da parte di Mike D’Antoni. La nuova regola, quella che permette ai coach di chiedere ai direttori di gara di rivedere un’azione al replay, funziona così: si chiama un timeout e poi il coach ha 30” per presentare il suo challenge. Solo che il tecnico dei Rockets ha perso il suo mezzo minuto a protestare per il mancato canestro. “L’hanno chiesto troppo tardi, alla fine del timeout: a quel punto la giocata non era più rivedibile al replay” ha spiegato Capers. Solo che l’errore resta, soprattutto perché Houston ha perso la partita. L’Nba potrebbe far rigiocare gli ultimi 7’50”. O addirittura riassegnare il canestro e far vincere Houston 117-115 al 48’. Sembra l’ipotesi più remota, più facile si rigiochi. E non sarebbe la prima volta. continua a leggere

Giro d’Italia 2020, tutte le tappe


Giro d’Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

articolo: http://www.today.it/sport/giro-italia-2020-tappe-altimetria-percorso.html

Giro d’Italia 2020, la caccia alla maglia rosa sarà all’insegna dello spettacolo (clicca qui per tutte le tappe). Il Giro 2020 prevede un percorso durissimo, soprattutto la terza settimana è un concentrato di tappe da urlo. Il percorso del Giro d’Italia 2020 prevede ben 3.579,8 chilometri da coprire. In tutto 21 tappe, tre cronometro individuali (per un totale di 58,8 km), sei tappe velocisti, sette tappe di difficoltà media e cinque di alta montagna (45mila i metri di dislivello totale della corsa): il Giro 2020 prevede 7 gli arrivi in salita. continua a leggere
mappa giro italia 2020-2Quest’anno si parte all’estero, per le 14esima volta. La grande partenza il 9 maggio da Budapest, in Ungheria (subito cronoprologo)

1a tappa –  sabato 9 maggio – Budapest – Budapest (Cronometro, 8.6 km)

tappa 1 giro 2020-2

tappa 1 giro 2020 2-2-2

 

 

Sci, addio a Mario Cotelli: fu storico ct della “Valanga azzurra”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/vari/2019/11/05/news/sci_morto_mario_cotelli-240301955/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P14-S1.8-T1

Mondo dello sci in lutto. E’ morto all’età di 76 anni Mario Cotelli, storico commissario tecnico della “Valanga azzurra” che tra il 1970 e il 1978 conquistò numerosi tronfei. Malato da tempo per un’insufficienza renale che lo aveva costretto alla dialisi, Cotelli aveva portato al trionfo talenti come Pierino Gros e Gustav Thoeni ed esaltato le doti di Tino Pietrogiovanna, Erwin Stricker ed Helmuth Schmalzl. continua a leggere

Motomondiale, tragedia a Sepang: morto giovane pilota Munandar


articolo: https://www.repubblica.it/sport/moto-gp/2019/11/02/news/motomondiale_tragedia_a_sepang_morto_giovane_pilota_munandar-240070457/

SEPANG – Tragedia a Sepang. A seguito di un incidente sul circuito malesiano, avvenuto nel corso del primo giro alla curva 10, è morto il giovane pilota Afridza Munandar, partecipante alla Idemitsu Asia Talent Cup. Dopo la caduta Munandar è stato investito: è stata subito esposta la bandiera rossa e il 20enne indonesiano ha ricevuto immediati soccorsi dai medici del circuito. Vista la situazione, Munandar è stato trasferito all’ospedale di Kuala Lumpur in elicottero.
 
Gli sforzi del personale medico, purtroppo, si sono rivelati vani e il pilota è deceduto poco dopo l’incidente. Munandar stava affrontando la IATC 2019 con grande determinazione e aveva conquistato due vittorie, due secondi posti e due terzi. La Federazione Internazionale di Motociclismo, Dorna Sports e tutto il personale coinvolto nella Idemitsu Asia Talent Cup esprimono le “più sentite condoglianze alla famiglia, agli amici e alle persone care a Munandar”.