Archivi categoria: Sport

Alonso lascia la Formula 1


Alonso lascia la Formula 1 a fine stagione: “Ho bisogno di nuove sfide”

Risultati immagini per alonso

articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2018/08/14/news/alonso_annuncio_formula_uno-204114352/?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P3-S1.4-T1

LONDRA – Fernando Alonso lascerà a fine stagione il circus della Formula 1 e dunque non parteciperà al Mondiale 2019. Ad ufficializzarlo lo stesso pilota spagnolo, che ha compiuto 37 anni a luglio, e anche il team McLaren per il quale corre il due volte campione del mondo. Il driver di Oviedo sta disputando la sua 17esima stagione in F1, la quinta al volante della McLaren, e in carriera ha coqnuistato 32 vittorie, 22 pole position e 97 podi fino ad oggi. Oltre ai due titoli iridati – nel 2005 è diventato l’allora più giovane campione del mondo nella storia della F1 – Alonso è stato vice campione del mondo per tre volte.

F1: trapianto polmonare per Niki Lauda


“trapianto polmonare per Niki Lauda, è in condizioni gravissime”

Risultati immagini per niki lauda

articolo: http://www.repubblica.it/sport/formulauno/2018/08/02/news/f1_trapianto_polmonare_per_niki_lauda_e_in_condizioni_gravissime-203254495/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1

Il General Hospital di Vienna ha ufficializzato la riuscita dell’intervento: “A causa di un aggravamento delle sue condizioni, è stato sottoposto a trapianto. L’operazione è riuscita, la famiglia non rilascia dichiarazioni”. Secondo la tv nazionale austriaca, l’ex ferrarista sarebbe in pericolo di vita. continua a leggere

Giro d’Italia 2018, impresa Froome:


fugge solo per 83 km e vola in rosa, crolla Yates: rivoluzione in vetta

La tappa 19

articolo: https://www.corriere.it/sport/18_maggio_25/giro-d-italia-2018-impresa-froome-fugge-solo-80-km-crolla-yates-rivoluzione-vetta-69156bea-601d-11e8-989c-deac82752781.shtml

La Cima Coppi al Colle delle Finestre costa cara alla maglia rosa: Froome scatta ai piedi della terribile salita e guadagna quasi 39’ sul connazionale e oltre 3’ su Dumoulin.

Froome rivoluziona il Giro d’Italia con un’impresa d’altri tempi, una fuga di 80,2 chilometri sul Colle delle Finestre e poi sullo Jafferau, solo al comando inseguito da una muta di rivali affamati ma sempre più stanchi, sfiniti, esanimi, che non possono impedire che la storia si ripeta. continua a leggere

Nino Benvenuti compie 80 anni


http://www.ninobenvenuti.it

Giovanni Benvenuti detto Nino (Isola d’Istria, 26 aprile 1938) è un ex pugile, attore e politico italiano.

Commento: Oggi 26 aprile 2018  Nino Benvenuti compie 80 anni  – Tanti Auguri Nino

Campione olimpico nel 1960, campione mondiale dei Pesi superwelter tra il 1965 e il 1966, campione mondiale dei Pesi medi tra il 1967 e il 1970, è stato uno dei migliori pugili italiani e uno tra gli atleti italiani più amati di tutti i tempi.

Emile Griffith vs Nino Benvenuti – Round 15

Ha vinto il prestigioso premio di Fighter of the year nel 1968.

Il suo primo match della trilogia contro Emile Griffith è stato nominato Fight of the year nel 1967, premio attribuito tre anni dopo anche al match perso contro l’argentino Carlos Monzón.

dati palmares ecc. da: https://it.wikipedia.org/wiki/Nino_Benvenuti

Palmares: 

1965-1966 Titolo mondiale WBA

Titolo mondiale WBC

superwelter
1967-1970 Titolo mondiale WBA

Titolo mondiale WBC

medi
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Roma 1960 welter
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Praga 1957 superwelter
Oro Lucerna 1959 superwelter

Onorificenze

Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d’oro al merito sportivo
  «Campione olimpico del 1960 – Cat. di peso welter»
— Roma, 2015

Riconoscimenti:

  • Coppa Val Barker nel 1960
  • Upsets of the year della rivista Ring Magazine nel 1966
  • Fight of the year della rivista Ring Magazine nel 1967 e 1970
  • Fighter of the year della rivista Ring Magazine nel 1968
  • Inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 1996
  • Cittadinanza onoraria del Comune di Ripa Teatina, per la valorizzazione del pugile italo-americano Rocky Marciano
  • Cittadinanza onoraria del Comune di Sequals, per la valorizzazione del pugile italiano Primo Carnera
  • Cittadinanza onoraria del Comune di Trieste, a quarant’anni dall’incontro che gli diede il titolo mondiale nel 1967 nella città giuliana
  • “Sportivo del secolo” della Provincia di Trieste, nel 2001
  • Testimonial FAO per la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, 2010 – 2011
  • Nel maggio 2015, una targa a lui dedicata fu inserita nella Walk of Fame dello sport italiano a Roma, riservata agli ex-atleti italiani che si sono distinti in campo internazionale.
  • Ambasciatore della Boxe Italiana nel Mondo, 2017

Adnkronos – Pubblicato il 13 set 2017

22 aprile 2017 ci lasciava Michele Scarponi


Un anno è passato dalla morte di Michele Scarponi. Il mattino del 22 aprile 2017 l’Aquila di Filottrano, appena tornato dal Tour of the Alps dove aveva vinto una tappa, venne travolto e ucciso sulle strade di casa mentre si allenava in vista del Giro d’Italia, dove sarebbe stato capitano dell’Astana.

Video condiviso da Youtube, pubblicato da:

 Tran Binh – Pubblicato il 22 apr 2018

articolo: https://sport.virgilio.it/scarponi-il-messaggio-dei-genitori-a-un-anno-dalla-scomparsa-42326?ref=libero

Prima del via della  Granfondo gara in memoria di Michele Scarponi  i genitori di Michele hanno voluto leggere una breve lettera indirizzata ai partecipanti e a tutti gli appassionati di ciclismo.

“Michele ha voluto questa Granfondo, ha voluto portarvi sulle sue strade, fra la sua gente.
Michele ha voluto questo sole, Michele ha voluto che fosse una festa, Michele vuole vedervi sorridere.
Michele ci manca.
Michele ci guarda.
Michele ci sta prendendo in giro.
Michele è ovunque.
Michele vuole vedervi pedalare oggi e vuole vedervi tornare a casa da Filottrano con una nuova speranza nel cuore: che nessuno domani debba lasciare la vita sulle strade.
Rispettate le regole, ragazzi, rispettate la vita: la vita è sacra.

E ricordate l’Aquila, l’Aquila di Filottrano che oggi pedala con voi per un mondo migliore.

Grazie di essere qui

La famiglia Scarponi”

Morto Goolaerts, arresto cardiaco durante la Parigi-Roubaix


Michael Goolaerts

 The 22-year-old was rushed to hospital after the crash

Michael Goolaerts (24 luglio 1994 – 8 aprile 2018) è stato un ciclista belga che ha guidato per Vérandas Willems-Crelan

Risultati immagini per Morto Goolaerts

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/ciclismo/2018/04/08/roubaix-brutta-caduta-per-goolaerts_e5ddc3fa-3d70-4c90-84ee-ac0e6cc97513.html

Un arresto cardiaco mentre pedalava in bicicletta sul pavè, impegnato nella Parigi-Roubaix, la regina delle classiche: così è morto il corridore belga Michael Goolaerts, 23 anni. Lo sportivo si è spento alle 22.40 all’ospedale di Lilla dove era stato trasportato dopo il malore durante la corsa. A darne notizia, con un tweet la sua squadra, la Veranda Willems Crelan. ”Goolaerts – è scritto nel post – è morto in conseguenza ad un arresto cardiaco, assistito dai familiari e da chi lo amava. A nulla sono valse le cure mediche alle quali è stato sottoposto”

Formula 1, ecco cos’è l’Halo


Formula 1: cos’è Halo, il nuovo sistema di sicurezza

Formula 1, halo: cos'è e come funziona

Aumenta la sicurezza passiva del pilota del 17% ma l’impatto estetico è indubbiamente terribile

Articolo completo: https://www.gqitalia.it/sport/motori/formula-1/2018/02/28/formula-1-cose-halo-il-nuovo-sistema-di-sicurezza/

L’Halo è il discusso dispositivo di sicurezza che in questa stagione è diventato obbligatorio e che serve a proteggere la testa e la parte superiore del corpo del pilota in alcuni tipi di urti. Secondo le simulazioni computerizzate aumenta la sicurezza passiva del 17%, ma nessun computer può dire quanto invece renda le monoposto più brutte.

Ma l’Halo non rappresenta solo un problema per l’estetica, come ha spiegato ancora Wolff “Pesa 7kg che su una monoposto sono tantissimi ed è così rigido che deve essere avvitato al telaio.

First Look! 2018 Mercedes F1 Onboard with Halo!

Mercedes-AMG Petronas Motorsport

Pubblicato il 22 feb 2018
ISCRIVITI 216.746
What’s it like driving a 2018 Mercedes Formula One car with the new Halo fitted? Valtteri Bottas was the first man to find out...

Traduzione: Com’è guidare una Mercedes Formula 2018 del 2018 con la nuova Halo montata? Valtteri Bottas è stato il primo a scoprirlo ...

Toto Wolff il numero uno del team Mercedes: “L’Halo non mi piace per niente e se potessi prenderei una motosega e lo farei sparire. È ovvio che dobbiamo occuparci della sicurezza dei piloti, ma l’Halo esteticamente lascia molto a desiderare e penso che dovremmo semplicemente trovare una soluzione migliore”. 

FIA Halo Test

Sebastian Vettel: “Penso che l’Halo non darà fastidio, è molto meno intrusivo di quello che pensavo. Tutti ci abitueremo al suo utilizzo” 

Ricciardo ha sollevato un altro aspetto dell’argomento Halo “…… è un po’ complicato saltare dentro e fuori dalla macchina”. Per questo motivo i mezzi di soccorso del Circus sono stati forniti di una sega idraulica, nel caso fosse necessario segare l’Halo per estrarre il pilota.

F1 Explained: The Halo

Mercedes-AMG Petronas Motorsport

Pubblicato il 7 feb 2018

Whether you like it or not, the Halo is here to stay. Technical Director James Allison explains all you need to know about the Halo ahead of the 2018 F1 season…

Traduzione: Che ti piaccia o no, l’Halo è qui per restare. Il direttore tecnico James Allison spiega tutto quello che c’è da sapere su Halo in vista della stagione 2018 F1 …

Lewis Hamilton’s Pole Lap | 2018 Australian Grand Prix