Archivi categoria: Calcio

Champions League 2020/21


Champions League 2020/21: in chiaro tre partite dell’Inter

articolo: https://www.veriinteristi.com/champions-league-2020-21-in-chiaro-tre-partite-dellinter/?fbclid=IwAR1bnPvxHqBT7l91uV_KKRbiW_lNGqUvuoov6wrdxO4GiSMM43y-rSbgDE4

champions-league

Manca sempre meno al via della fase a gironi della UEFA Champions League 2020/21. Le 32 formazioni partecipanti alla fase a gironi scenderanno in campo a partire da martedì 21 ottobre 2020. Tra queste anche l’Inter, insieme all’Atalanta, la Juve e la Lazio. Anche per questa stagione Mediaset trasmetterà le partite in chiaro della massima competizione europea per club. Tutte le sfide andranno in onda su Canale 5, in prima serata.

Per la stagione 2020/21 le sfide verranno divise su due giorni. Le prime due saranno trasmesse da Mediaset di martedì, mentre le altre quattro andranno in onda di mercoledì. Come si evince dall’elenco pubblicato da Mediaset, il Biscione trasmetterà solamente gli incontri dell’Inter e della Juve, mentre gli altri match andranno in onda sull’emittente satellitare Sky.

CHAMPIONS LEAGUE 2020/21 IN CHIARO – LE GARE IN DIRETTA

Escluse dunque dall’elenco Atalanta e Lazio. Questo il programma completo per la fase a gironi in chiaro:

  • Mercoledì 21 ottobre: Inter-Borussia Moenchengladbach
  • Mercoledì 28 ottobre: Juventus-Barcellona
  • Martedì 3 novembre: Real Madrid-Inter
  • Martedì 24 novembre: Juventus-Ferencvaros
  • Martedì 1° dicembre: Borussia Moenchengladbach-Inter
  • Martedì 8 dicembre: Barcellona-Juventus

UFFICIALE – Ecco la lista Champions: Nainggolan c’è, Padelli e Vecino no

articolo: https://www.veriinteristi.com/ufficiale-ecco-la-lista-champions-nainggolan-ce-padelli-e-vecino-no/

Ecco l’elenco ufficiale pubblicato su inter.it:

Lista A

  • 1. Samir Handanovic
    2. Achraf Hakimi
    5. Roberto Gagliardini
    6. Stefan de Vrij
    7. Alexis Sanchez
    9. Romelu Lukaku
    10. Lautaro Martinez
    11. Aleksandar Kolarov
    12. Stefano Sensi
    13. Andrea Ranocchia
    14. Ivan Perisic
    15. Ashley Young
    22. Arturo Vidal
    23. Nicolò Barella
    24. Christian Eriksen
    33. Danilo D’Ambrosio
    36. Matteo Darmian
    37. Milan Skriniar
    44. Radja Nainggolan
    77. Marcelo Brozovic
    95. Alessandro Bastoni
    97. Ionut Andrei Radu

Lista B

  • 35. Filip Stankovic
    42. Lorenzo Moretti
    99. Andrea Pinamonti

Gianfranco De Laurentiis è morto, il giornalista sportivo aveva 81 anni


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_ottobre_14/gianfranco-de-laurentiis-morto-giornalista-sportivo-aveva-81-anni-b1305726-0dfb-11eb-9df8-9ad18fda6e17.shtml?fbclid=IwAR00i_oFTsTErhUHWqQxGKoyCbHoFCa_uz6hJdQnhoxo6D3ywWtbEiGCOvc

La sua carriera, iniziata al Corriere della Sera, decolla con l’arrivo in Rai dove divenne dal 1993 al 1994 direttore della testata giornalistica sportiva Tgs

Lo ricorderanno in tanti. Sempre preciso, puntuale, garbato nei modi. Si è spento a 81 anni Gianfranco de Laurentiis, storico volto del giornalismo sportivo Rai. Lascia la moglie Mirella e i figli Roberto e Paolo. Ad annunciare la morte di De Laurentiis è stato Alessandro Antinelli, cronista sportivo Rai: «Il mio primo maestro in Rai è stato Gianfranco De Laurentiis – ha scritto su Twitter – ogni sabato mattina aspettavo il suo giudizio e le sue legnate mentre vedeva i miei pezzi di Dribbling con la sigaretta all’angolo della bocca. Mi mancherai Gianfranco».  continua a leggere

Under 21, due giocatori positivi al Covid


Under 21, due giocatori positivi al Covid. Allenamento annullato, squadra in isolamento

articolo:  https://www.repubblica.it/sport/calcio/nazionale/2020/10/07/news/under_21_positivi_al_covid_due_giocatori-269722543/

I calciatori, totalmente asintomatici, erano risultati negativi al primo tampone effettuato domenica, ed erano stati ammessi al gruppo squadra come da protocollo vigente

Due calciatori della Nazionale Under 21 – uno di questi è il difensore dell’Inter Bastoni -, in ritiro a Tirrenia in vista del match di venerdì in Islanda valido per le qualificazione agli Europei di categoria, sono risultati positivi al Covid-19 dopo il secondo tampone effettuato ieri ed i cui risultati sono stati resi noti nella tarda serata. I calciatori in questione, totalmente asintomatici, erano risultati negativi al primo tampone effettuato domenica 4 ottobre, ed erano stati ammessi al gruppo squadra come da protocollo vigente. Nel rispetto delle attuali disposizioni, l’allenamento previsto oggi è stato annullato e la squadra si trova da ieri sera in isolamento fiduciario in attesa delle indicazioni dell’ASL competente tempestivamente avvertita. Tutta la delegazione, calciatori e staff, comunque negativa al secondo tampone, ripeterà questa mattina gli esami molecolari. continua a leggere

Lega Serie A: il presidente Dal Pino positivo al Covid


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/10/06/news/dal_pino_positivo_al_covid-269612624/

Sintomatico e in isolamento presso la propria abitazione, seguirà ora le procedure previste dal protocollo sanitario. Anche il numero 1 della Figc Gravina in isolamento volontario

Roma, 06 ottobre 2020 – Il presidente della Lega di Serie A, Paolo Dal Pino, è risultato positivo al Covid. Nella giornata di lunedì lo stesso Dal Pino ha partecipato all’incontro con il ministro dello Sport Spadafora, ma in videoconferenza. Sintomatico (qualche linea di febbre e un po’ di tosse) e in isolamento presso la propria abitazione, seguirà ora le procedure previste dal protocollo sanitario.

A seguito della segnalazione della positività di Dal Pino, la Figc comunica che “a scopo prudenziale il presidente Gabriele Gravina, in assenza di sintomi, ha deciso di porsi in isolamento volontario seguendo le indicazioni previste dal protocollo sanitario

Napoli, tutti negativi i nuovi tamponi


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/napoli/2020/10/06/news/napoli_tamponi_negativi_ne_mancano_due-269644429/?ref=RHPPTP-BH-I269613266-C12-P5-S1.4-T1

I contagiati al Covid quindi restano solamente tre: Zielinski, Elmas e un osservatore del club. Intanto il club ha spedito al giudice sportivo la sua memoria difensiva e spera di evitare la sconfitta per 3-0 a tavolino.

Napoli, 06 ottobre 2020 – I positivi nel Napoli rimangono tre: Zielinski, Elmas e un osservatore del club, dopo la tardiva rielaborazione di due tamponi del gruppo squadra, che per un paio d’ore avevano fatto temere l’allargamento del contagio. “Tutti negativi”, ha invece fatto chiarezza nel pomeriggio il club azzurro, tirando le somme di un’altra lunga giornata di attesa e tensione. Il temuto esito del quarto tampone (in otto giorni) a cui sono stati sottoposti i giocatori azzurri, in isolamento da sabato scorso per ordine della Asl e a rischio contagio dopo la partita del 27 settembre al San Paolo con il Genoa (22 contagiati), dovrebbe aver escluso definitivamente il pericolo di un focolaio. Per questo potrà cominciare da oggi stasera a Castel Volturno la quarantena del gruppo squadra di Gattuso, che per continuare gli allenamenti dovrà tuttavia spostare in blocco il suo domicilio al Training Center e nell’hotel adiacente.  continua a leggere

Serie A: regole relative a impatto Covid-19………


Serie A: regole relative a impatto Covid-19 e rinvio partite, gestione casi di positività e rinvio gare

articolo: http://www.legaseriea.it/uploads/default/attachments/comunicati/comunicati_m/8500/files/allegati/8601/51_-_regole_relative_a_impatto_covid-19.pdf

Il testo del comunicato diffuso poche ore fa dalla Lega Serie A

Il Consiglio di Lega del 30 settembre – 1° ottobre 2020:

– considerate le attuali problematiche legate alla pandemia Covid-19 nonché l’obiettivo di garantire la disputa di tutte le Competizioni organizzate dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A nell’interesse delle Associate, dei Licenziatari dei diritti audiovisivi, dei Tifosi e degli Sponsor (restando, in ogni caso, prioritaria l’esigenza di tutelare la salute e la sicurezza dei calciatori degli staff, degli abritri e degli addetti ai lavori e di rispettare tutte le misure di prevenzione e protezione vigenti al fine di limitare la diffusione del virus SARS-CoV-2);

– considerato l’Allegato I del Regolamento della UEFA Champions League (Stagione 2020/21) e del Regolamento della UEFA Europa League (Stagione 2020/21), approvato dal Comitato Esecutivo dell’UEFA il 3 agosto 2020;

– ha deliberato di disporre, in via transitoria, eccezionale e limitatamente alla corrente stagione sportiva 2020/21 – indipendentemente da quanto disposto da altre norme e/o regolamenti applicabili alla singola competizione e fatti salvi eventuali provvedimenti delle Autorità statali o locali nonché della Federazione Italiana Giuoco Calcio – le seguenti regole per le ipotesi di positività al virus SARS-CoV-2 dei calciatori dei Club partecipanti alle Competizioni organizzate dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A (che abbiao determinato il conseguente isolamento/quarantena per uno o più calciatori o per intere squadre);

1. qualora uno o più calciatori dello stesso Club risultassero positivi al virus SARSCoV-2 la gara – fermo quanto previsto ai punti 4 e 5 – sarà disputata. secondo il calendario di ciascuna competizione purché il Club in questione abbia almeno tredici calciatori disponibili (di cui almeno un portiere), e alla condizione che i suddetti calciatori siano, in ogni caso, risultati negativi ai test che precedono la gara in questione in ossequio al Protocollo della Federazione Italiana Giuoco

2. il numero di tredici calciatori disponibili (di cui almeno un portiere), di cui al punto 1 che precede, sarà computato tenendo in considerazione tutti i calciatori tesserati per il Club in questione ai quali sia stato assegnato il numero di maglia:

3. qualora il Club non sia in grado di schierare una squadra con il suddetto numero minimo di calciatori (pari a tredici, di cui almeno un portiere), quest’ultima – fatto salvo quanto previsto nei punti 4 e 5 – subirà la sanzione della perdita della gara con il punteggio di 0-3, senza che possa, però, applicarsi l’ulteriore penalizzazione di un punto in classifica nell’ipotesi in cui tale impossibilità dovesse manifestarsi più volte nel corso della medesima stagione sportiva;

4. qualora, in un arco temporale di sette giorni consecutivi di calendario, dieci o più calciatori del Club – ai quali sia stato assegnato il numero di maglia – dovessero risultare positivi al virus SARS-CoV-2, il Presidente della Lega Nazionale Professionisti Serie A disporrà automaticamente il rinvio della prima gara utile nel quale sarà impegnato il Club, che sarà riprogrammata in una data stabilita insindacabilmente dal Presidente stesso;

5. il rinvio di cui al punto 4 che precede sarà concesso a ciascun Club per una sola volta nel corso della stagione sportiva e ciò indipendentemente dalla competizione nel quale esso sia disposto (salvo che non si tratti della Supercoppa di Lega, delle semifinali e della Finale di Coppa Italia per le quali il Presidente della Lega Nazionale Professionisti Serie A disporrà automaticamente un ulteriore ed autonomo rinvio – uno per ciascuna delle due competizioni – in favore di ogni Club in gara e, dunque, anche nell’ipotesi in cui uno di essi abbia già beneficiato in precedenza del rinvio), con la conseguenza che, per tutte le gare successive all’intervenuta concessione del rinvio (ad eccezione della Supercoppa di Lega, delle semifinali e della Finale di Coppa Italia), il Club, anche nell’ipotesi in cui vi sia la positività di dieci o più calciatori (insorta nell’arco temporale di sette giorni), dovrà disputare tutte le suddette gare nell’ipotesi in cui disponga di tredici calciatori – come individuati al punto 2 – mentre, in difetto di tale disponibilità, subirà la sanzione di cui al punto 3;

6. il dies a quo per il computo dei sette giorni è (meno nel Quale viene riscontrata la prima positività e, decorsi i sette giorni dalla riscontrata positività. il singolo calciatore non sarà, comunque, più considerato nel computo delle dieci unità di cui al punto 4;

7. ciascun Club, per ottenere il rinvio di cui al punto 4 (nonché quelli ulteriori di cui al punto 5 – uno per competizione – per la Supercoppa di Lega e per le semifinali e Finale di Coppa Italia), dovrà inviare a mezzo pec alla Lega Nazionale Professionisti Serie A la documentazione comprovante le riscontrate positività.

Juventus-Napoli, Andrea Agnelli: “De Laurentiis voleva……


Juventus-Napoli, Andrea Agnelli: “De Laurentiis voleva il rinvio, gli ho risposto che ci atteniamo ai regolamenti”

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2020/10/04/news/agnelli_su_juventus_napoli-269479572/

Il presidente bianconero interviene a conclusione della giornata più surreale, quella del big match mai giocato: “Aurelio mi ha scritto, ci siamo mandati un messaggio. Mi ha chiesto di rimandare la partita e ho risposto che come sempre rispettiamo le regole”

TORINO  – “Awaiting arrival of away team“: in attesa dell’arrivo della squadra ospite. La sovrimpressione dei monitor di servizio dell’Allianz Stadium, con la cornice virtuale delle coreografie azzurre e bianconere intorno al campo di gioco, descrive al meglio il clima surreale dell’impianto torinese. In attesa di una squadra, il Napoli, che non arriverà mai.  Nella serata della partita mai giocata, la Juventus ha misurato ogni passo, iniziando dal comunicato di ieri fino al protocollo pre-gara: alle 19.38, nel silenzio generale rotto dalle sirene di routine delle forze dell’ordine, è arrivato il bus bianconero, accolto da un paio di tifosi che hanno sfidato la pioggia. Dei mille sostenitori attesi allo stadio su invito, se ne sono presentati un centinaio, seduti sui seggiolini dello stadio deserto o nelle sale ospitalità. Tifosi provenienti da fuori regione, da Lombardia e Veneto, ritrovatisi già a Torino nella serata di ieri mentre la partita sfumava, travolta dal “caos positivi”. Il  primo e unico sussulto della serata è arrivato alla comunicazione dell’undici scelto da Pirlo. Con Dybala e Ronaldo in avanti supportati da Kulusevski a destra, Ramsey da trequartista e Cuadrado a sinistra. Oltre all’esordio virtuale di Arthur al fianco di Bentancur. Una serata che, per i calciatori bianconeri, si concluderà con il consueto protocollo antidoping per i sorteggiati.

45 minuti di attesa  –  Prima di considerare la partita non disputata la Juventus ha dovuto attendere 45 minuti dopo l’orario di inizio del match. Tempo che i calciatori di Pirlo, ad esclusione di Frabotta, Bonucci e di  Tudor, assistente allenatore, hanno passato nel tunnel sorridendo disorientati. continua a leggere

Caso Suarez, i legali della Juve in procura a Perugia


articolo: https://www.corriere.it/cronache/20_settembre_25/caso-suarez-legali-juve-procura-perugia-9bea4ef4-ff09-11ea-bab8-81c46a04ebd3.shtml?fbclid=IwAR2kRXsbi3iG3fuTtXlyBougLVv5biD28DkIk_aPCu8I93dtkJBE_Mc9xMw

L’avvocato Luigi Chiappero, storico legale della Juve, e la collega Maria Turco sono in procura a Perugia per incontrare i pm che indagano sull’esame d’italiano svolto da Luis Suarez

L’avvocato Luigi Chiappero, storico legale della Juve, e la collega Maria Turco sono in procura a Perugia dalle 9.30 circa di venerdì 25 settembre per incontrare i pm che indagano sull’esame d’italiano svolto da Luis Suarez all’università per stranieri di Perugia. Un esame «farsa» lo hanno definito i magistrati, per consentire all’attaccante uruguaiano di ottenere la cittadinanza Italiana. Chiappero e Turco vengono ascoltati come persone informate sui fatti: la Turco è l’avvocato che ha materialmente seguito la pratica con il direttore generale dell’università Olivieri, che è invece indagato. Chiappero, invece, ha assistito ad una delle telefonate tra la collega e Olivieri. continua a leggere

Milan, Ibrahimovic positivo


Milan, Ibrahimovic positivo: “Covid ha avuto il coraggio di sfidarmi, pessima idea”

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/milan/2020/09/24/news/milan_ibrahomivic_positivo_al_covid-268386564/?ref=RHPPTP-BH-I268386566-C12-P2-S1.8-T1

Dopo Duarte contagiato anche lo svedese, anche lui salterà la partita di stasera con il Bodo/Glimt

MILANO – Il coronavirus non lascia in pace il Milan. Dopo il difensore brasiliano Leo Duarte, anche Zlatan Ibrahimovic è risultato positivo al Covid 19. Entrambi i giocatori ovviamente non scenderanno in campo questa sera per la sfida contro i norvegesi del Bodo/Glimt valida per il terzo turno preliminare di Europa League. “Sono risultati negativo al Covid ieri e positivo oggi. Nessun sintomo né nulla. Il Covid ha avuto il coraggio di sfidarmi. Pessima idea” ha scritto Ibra sui social. 
La Uefa, che il Milan ha aggiornato costantemente già a partire da mercoledì, non ha mosso alcuna obiezione sul fatto che la gara di San Siro si possa comunque disputare, né lo hanno fatto gli avversari. In ogni caso, il parere dirimente per la cancellazione della partita dovrebbe essere quello dell’Agenzia per la tutela della salute (Ats) competente per territorio, che al momento non ha ritenuto di dovere intervenire.


Il club rossonero, che mercoledì dopo la notizia della positività di Duarte aveva disposto per tutta la squadra allenamenti individuali, aveva poi deciso di consentire a ognuno il rientro alla propria abitazione per la notte, senza imporre il ritiro a Milanello.
Come molte società, anche il Milan ha imposto ai propri tesserati un rigido protocollo igienico anche nel tempo vissuto al di fuori del gruppo squadra. Quanto a Ibra, che vive a Milano nel moderno quartiere Garibaldi/Repubblica, avrebbe un’attenzione quasi maniacale per la propria salute.
 
Vista l’indisponibilità di Rebic, che sconta la seconda delle tre giornate di squalifica rimediate la scorsa stagione con la maglia dell’Eintracht, e di Leao, anche lui fermo per infezione da Sars Cov 2, in attacco dovrebbe trovare spazio dal primo minuto il diciottenne Colombo.
 

Il tuo contributo è fondamentale per avere un’informazione di qualità. Sostieni il giornalismo di Repubblica.

Diawara: Roma ricorre contro 0-3 a tavolino


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2020/09/21/pasticcio-diawara-si-va-verso-0-3-roma_e60eda1e-7682-4b81-a0b2-99f034d17500.html

La Roma presentera’ ricorso contro la decisione del giudice sportivo della Serie A di infliggerle lo 0-3 a tavolino per aver schierato sabato a Bologna Diawara, che non era incluso nella lista dei 25 giocatori della rosa

L’ufficio del giudice sportivo ha ora ufficializzato la notizia anticipata dall’ANSA, della sanzione alla Roma con la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3 per la vicenda Diawara. “Considerato che la società Roma – scrive il giudice sportivo, Gerardo Mastrandrea – ha impiegato un calciatore non iscritto nella ‘Lista dei 25’ comunicata a mezzo Pec in data 14 settembre 2020 alle ore 12.14, nonostante fosse divenuto un ‘over 22’, in violazione dunque del divieto di utilizzo di cui al punto 8 del Comunicato ufficiale Figc N. 83/A del 20 novembre 2014 come successivamente modificato con Comunicato Ufficiale Figc n.76 del 21 giugno 2018. Ritenuto, pertanto, di dover applicare la sanzione della perdita della gara prevista al punto 9 del detto Comunicato ufficiale Figc N. 83/A, il giudice delibera di sanzionare la Roma con la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3

Inchiesta Suarez, la Juventus cambia idea e lo lascia: procura sportiva in agguato


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_settembre_23/inchiesta-suarez-juventus-cambia-idea-lascia-procura-sportiva-agguato-132fc89e-fd0d-11ea-b4fe-6ee7d601be57.shtml?fbclid=IwAR1fI6g6-Omd2k3cpoFtWYaOHWuu-94TtqPHq3vqQm-bjLkKAObuFCWBIdY

Il test a Perugia non è stato organizzato da noi sostengono i bianconeri: anche se partisse l’inchiesta non rischieremmo nulla. Il bomber cercava il passaporto da quasi due anni

Non abbiamo organizzato noi l’esame di Luis Suarez e tantomeno il suo viaggio a Perugia, è la ricostruzione che filtra da casa Juve. Perché, si ragiona in società, un conto è chiedere informazioni a un ateneo — come il club ha fatto — un altro pianificare tutti i dettagli, dal corso on line all’esame, passando per il volo da Barcellona. Del resto, se gli argomenti sono glottologia e linguistica, le materie della professoressa Stefania Spina, docente dell’attaccante, le parole hanno il loro peso. E, va da sé, un preciso significato. Il riassunto della vicenda, invece, l’aveva fatto il responsabile dell’area tecnica, Fabio Paratici, domenica notte sulla soglia dell’esordio in campionato: «Suarez non è stato vicino alla Juventus, anche se quando ci è stata prospettata questa opportunità, l’abbiamo valutata». continua a leggere

Per Suarez esame ‘farsa’ a Perugia, ‘non spiccica’


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/09/22/suarez-la-cittadinanza-italiana-ottenuta-con-una-truffa_6465c466-f28f-4e29-99f8-5d99641f1542.html

Argomenti ‘concordati’. Indagati vertici Ateneo Stranieri

downloadAppena cinque giorni fa Luis Suarez, attaccante del Barcellona a lungo obiettivo della Juventus, aveva superato la prova d’italiano di livello B1 (quello intermedio) presso l’Università per Stranieri di Perugia dimostrando di “comprendere bene la lingua” disse ai giornalisti il professor Lorenzo Rocca che lo aveva appena esaminato, sottolineando che nel parlato “si fa capire“. “Non spiccica na parola“, “non coniuga i verbi“, “parla all’infinito” diceva però il 12 settembre Stefania Spina, direttrice del Centro di valutazione e certificazione linguistica dell’Ateneo e docente del breve corso on-line seguito dal ‘pistolero’. Non sapendo di essere intercettata dalla guardia di finanza. La procura perugina guidata da Raffaele Cantone ritiene infatti che quello di Suarez sia stato un “esame farsa” in una seduta fatta “ad hoc”. Stamani le fiamme gialle hanno perquisito gli uffici dell’Università per Stranieri. Tra gli indagati compaiono infatti la rettrice Giuliana Grego Bolli, il direttore generale Simone Olivieri, Stefania Spina, Lorenzo Rocca e un’impiegata che predispose l’attestato per il calciatore. L’ipotesi investigativa è che gli argomenti oggetto della prova d’esame siano stati “preventivamente concordati” con il candidato, al quale il punteggio “è stato attribuito prima ancora dello svolgimento” si legge nella nota del procuratore Cantone. In modo tale – emerge dal decreto della procura perugina – da “blindare l’esito favorevole”. “Ma te pare che lo bocciamo!” un’altra delle frasi, intercettate, della professoressa Spina la quale ricorda poi che “con dieci milioni a stagione di stipendio non glieli puoi far saltare perché non ha il B1“.

Il comandante del Nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Perugia, colonnello Selvaggio Sarri (che non è parente dell’ex allenatore juventino pur avendo lo stesso cognome), ha quindi spiegato che è stata “la Juventus, attraverso il suo staff, a rivolgersi all’Università per Stranieri per sapere se ci fosse la possibilità di far svolgere a Suarez l’esamecontinua a leggere

Roma, che errore:……


images

Amadou Diawara (Conakry, 17 luglio 1997) è un calciatore   guineano,  centrocampista della  Roma e della nazionale guineana.

Roma, che errore: Diawara fuori lista, col Verona sarà 3-0 a tavolino

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/roma/2020/09/21/news/roma_diawara_disastro_verona_3-0_a_tavolino-268081720/

Nella lista dei 25 giocatori utilizzabili per il campionato, la Roma non aveva inserito il centrocampista, che Fonseca ha schierato titolare. Il giudice sportivo martedì imporrà la sconfitta ai giallorossi

Una dimenticanza costerà alla Roma la sconfitta per 3-0 a tavolino contro il Verona. Una dimenticanza grave, quasi senza precedenti per una società di Serie A. Nella lista dei 25 giocatori utilizzabili per il campionato, la Roma non aveva inserito Amadou Diawara, che Fonseca ha schierato titolare nella prima di campionato al Bentegodi, pareggata per 0-0: un anno fa infatti il giocatore non doveva essere inserito, visto che era tra gli “under” che possono essere schierati in numero libero. Un anno fa rientravano anche i nati nel 1997, quest’anno solo i 1998. Nessuno però lo ha inserito nella lista dei big. Martedì quindi inevitabile il verdetto del giudice sportivo: sarà 3-0 a tavolino per i gialloblu. Inevitabile. E chissà che qualcuno a Trigoria non finisca per pagarla cara.

Se così dovesse essere – e francamente tutto sembra portare in quella direzione – la Roma proverà a fare appello, puntando sul fatto di avere ancora posti liberi in organico, soprattutto per un giocatore come Diawara che risulta prodotto del vivaio italiano, e quindi sostenendo la tesi della dimenticanza non utile a ottenere un vantaggio. ma le regole sono stringenti: spuntarla è un Everest da scalare.

Alessandro Martinelli, capitano del Palermo, costretto al ritiro a 27 anni per problemi al cuore


martinelli palermo-ki0B-RUxJ9Nn2I0F9LTshF2hqfMK-656x492@Corriere-Web-Sezioni

Alessandro Martinelli (Mendrisio, 30 maggio 1993) è un calciatore svizzero,   centrocampista del Palermo, in attività sospesa per problemi di salute.

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_settembre_09/alessandro-martinelli-capitano-palermo-costretto-ritiro-27-anni-problemi-cuore-2dbd1796-f283-11ea-8ae2-82a699944f22.shtml?fbclid=IwAR3X109k_jS1CWhQkdseV20R5_1swQriimu1dfUiQJfNN0CaOXtEexuubbU

Nelle ultime settimane il centrocampista era stato sottoposto a ulteriori e più approfonditi esami dopo le anomalie riscontrate nei test cardiaci e l’esito è stato impietoso: stop all’attività agonistica

In un solo anno Alessandro Martinelli si era guadagnato la fascia di capitano del Palermo e non vedeva l’ora di ricominciare la nuova stagione in serie C (dopo la discesa in D dello scorso anno, a causa del fallimento della precedente società), ma il suo cuore ballerino ha messo fine prima del tempo ai suoi sogni di calciatore. Il 27enne centrocampista è stato infatti costretto a dare l’addio al calcio per ordine dei medici, che hanno riscontrato delle anomalie nei test cardiaci a cui il giocatore svizzero era stato sottoposto nelle ultime settimane, in vista della ripresa dell’attività.

«Alessandro Martinelli, purtroppo, per ora si ferma qui – si legge nel comunicato pubblicato sulla pagina Instagram del Palermo -. L’esito degli esami medici approfonditi gli impedisce di proseguire con l’attività agonistica. In questo momento difficile non ci resta che stringerci tutti attorno a lui, protagonista di tante battaglie, leader in campo e fuori. E non solo per quella fascia gialla al braccio, ma per il suo cuore di uomo straordinario. Un abbraccio, Ale. Forza!». Fra i protagonisti assoluti della rinascita rosanero, in passato Martinelli aveva vestito le maglie di Sampdoria, Venezia, Modena e Brescia, prima del trasferimento a Palermo nell’estate del 2019.

Aurelio De Laurentiis positivo al coronavirus


Serie A, De Laurentiis positivo al Covid. In assemblea di Lega con sintomi, era in attesa esito tampone

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/09/10/news/serie_a_un_presidente_positivo_al_coronavirus_in_assemblea-266759946/?ref=RHPPTP-BH-I266431048-C12-P1-S1.12-T1

Il presidente del Napoli, in riunione a Milano con tutti i suoi colleghi, aveva giustificato il suo malessere con una indigestione da ostriche. Ora test ed eventuale isolamento per tutti gli altri partecipanti

ASSEMBLEA LEGA CALCIO

E’ Aurelio De Laurentiis il presidente di serie A positivo al Covid che ieri, nonostante i sintomi riconducibili al virus, si è presentato a Milano ed ha partecipato all’assemblea dei club. E’ stato il Napoli, con una nota, ad ufficializzare la notizia: “La SSC Napoli comunica che il Presidente Aurelio De Laurentiis è risultato positivo al Covid-19 in seguito al tampone effettuato ieri“.
La comunicazione della positività al coronavirus di uno dei partecipanti alla riunione andata in scena all’hotel Hilton –  incontro in cui si è deciso di creare una società, partecipata da fondi d’investimento, per gestire i diritti tv del campionato – è stata data ieri sera. De Laurentiis – che non avrebbe indossato la mascherina in diversi momenti della giornata – aveva da giorni sintomi ed era in attesa dei risultati del tampone arrivati in serata.  continua a leggere

Lega A, svolta storica: ok ai Fondi, una media company tratterà i diritti tv


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/09/09/news/lega_a_via_libera_ai_fondi-266712858/

Le 20 società hanno votato all’unanimità a favore della creazione di una nuova società per la gestione dei diritti tv e commerciali

ROMA– Ha vinto Paolo Dal Pino: la Lega di Serie A ha dato il via alla creazione di una Media Company per la commercializzazione dei diritti tv del campionato italiano. Inoltre ci sarà una parte sportiva. La Lega sarà divisa in due. I 20 presidenti dei club, nel corso dell’assemblea di Milano, hanno votato infatti all’unanimità la creazione di una newco che si occuperà della vendita dei diritti televisivi.

La votazione all’unanimità da parte dei 20 club è un segnale di grande unità su un argomento così delicato. Un tema su cui ha puntato fin da subito il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino. Lotito aveva tentato un’altra strada, cercando di fallire l’operazione, così come De Laurentiis preferiva un Canale della Lega: ma anche loro oggi hanno votato a favore di questa soluzione, un’autentica rivoluzione per la Lega di A. Che ora guarda al futuro con maggiore traquilittà e può cercare di recuperare il terreno perduto. Anche Galliani, ad del Monza (serie B), aveva espresso alcune perplessità sull’operazione. Nessuna decisione ancora sulle due offerte pervenute dalla cordata Cvc, Advent e Fsi (da 1,625 miliardi per il 10%) e dal duo Bain-Nb Renaissance (1,35 miliardi sempre per il 10%): la decisione è stata quella di approfondire le proposte di entrambe le cordate, per sceglierne una a breve. Scelta che verrà fatta in una prossima assemblea. Bocciate invece le offerte di finanziamento. Ora il contratto dei diritti tv 21-24. Addio al Canale della Lega, sarà una newco a trattare con i broadcasters.   continua a leggere

Serie A, un presidente positivo al coronavirus in assemblea


Serie A, un presidente positivo al coronavirus in assemblea; aveva i sintomi ed era in attesa dei risultati del tampone

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/09/10/news/serie_a_un_presidente_positivo_al_coronavirus_in_assemblea-266759946/?ref=RHPPTP-BS-I266431048-C12-P8-S1.8-T1

La riunione della Lega si è svolta in un hotel di Milano per dare un segnale di ritorno alla normalità: ora test ed eventuale isolamento per tutti gli altri partecipanti

Uno fra i venti presidenti e dirigenti dei club di Serie A che hanno preso parte all’assemblea di Lega è positivo al coronavirus. La comunicazione è stata data ai partecipanti alla riunione di ieri in cui, all’unanimità, si è deciso di creare una società, partecipata da fondi d’investimento, per gestire i diritti tv del campionato. Il nome del positivo non è ancora stato ufficializzato ma secondo indiscrezioni l’interessato – che non avrebbe indossato la mascherina in diversi momenti della giornata – aveva da giorni sintomi ed era in attesa dei risultati del tampone arrivati in serata, nonostante questo si è presentato alla riunione di Milano. Solo alle 20 ha informato gli altri partecipanti. continua a leggere

Torino, un positivo al Covid nello staff: annullate le amichevoli


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/torino/2020/09/09/news/un_positivo_al_covid_nello_staff-266754563/

Nuovo contagio in casa granata, dopo quelli di maggio e di agosto. La squadra resterà in ritiro a Biella ma sono state cancellate le partite precampionato con la Primavera e con la Samp.

TORINO. Il Covid-19 non lascia in pace il Torino. Il primo caso fu riscontrato a inizio maggio, alla ripresa degli allenamenti dopo il lockdown. Gli altri due giocatori positivi al Covid furono invece individuati il 20 agosto, il giorno dopo la ripresa della preparazione nella nuova stagione. Adesso, invece, è stato riscontrato il primo caso di positività in un componente dello staff granata.

La doccia fredda è giunta nella serata di quello che è stato il primo giorno del mini-ritiro di Biella, dove il Torino era giunto oggi subito dopo pranzo. Per i 31 giocatori della foltissima rosa granata, appena il tempo di sistemarsi in albergo, di svolgere il primo allenamento nello stadio biellese ed ecco la notizia che nessuno si aspettava: “Il Torino Football Club comunica che in seguito ai tamponi di routine è stato riscontrato un caso di positività in un componente dello staff – è il testo del comunicato pubblicato in serata sul sito ufficiale del club granata -. Il tesserato in questione, asintomatico, è già in isolamento fiduciario sotto la supervisione dello staff medico granata”.

La prima conseguenza della notizia della positività di un componente dello staff è legata alle ultime due amichevoli che erano state organizzate in avvicinamento al debutto in campionato in programma fra dieci giorni a Firenze. Saltano infatti le partite in calendario venerdì 11 a Biella contro la Primavera granata, e sabato 12 al Grande Torino contro la Sampdoria. Ma, salvo nuove disposizioni, nei prossimi due giorni la squadra rimarrà a Biella e continuerà ad allenarsi allo stadio Pozzo.

Rottura del crociato per Zaniolo, sarà operato mercoledì


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/roma/2020/09/08/news/zaniolo_infortunio-266562930/?ref=RHPPTP-BS-I266431048-C12-P7-S1.8-T1

E’ grave l’infortunio al ginocchio sinistro rimediato dall’attaccante della Roma durante Olanda-Italia. Stop di cinque-sei mesi. Gli auguri di Mancini: “Tornerai più forte di prima”

Nicolò Zaniolo tornerà in campo nel 2021. Gli esami cui si è sottoposto in mattinata il giocatore della Roma hanno confermato la gravità dell’infortunio rimediato ieri sera nel finale del primo tempo di Olanda-Italia: rottura del crociato anteriore del ginocchio sinistro. Sarà operato domani, previsto uno stop di cinque-sei mesi. “L’iniziale sospetto diagnostico – si legge nella nota della Roma – è stato confermato: il calciatore ha riportato la lesione completa del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro e domani verrà sottoposto a intervento chirurgico“. Per Zaniolo è il secondo grave infortunio: lo scorso gennaio durante Roma-Juve di campionato si ruppe il crociato del ginocchio destro.

Zaniolo: “Tornerò più forte”  –  Il 21enne di Massa ha pubblicato un messaggio su Instagram: “Per le tantissime persone che mi stanno chiedendo come sto, stamattina ho svolto le visite di rito che hanno evidenziato la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. Ringrazio tutti quanti sia tifosi della Roma che no per il supporto…tornerò presto“. Tantissimi i messaggi di incoraggiamento arrivati via social al giocatore della Roma, tra questi quello del ct dell’Italia Mancini: “Può suonare banale dire che tornerai più forte di prima – ha scritto il ct -, ma sono sicuro che tu ci riuscirai. Forza Nicolò“.

Francia, Psg: anche Mbappé positivo al Covid


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/09/07/news/mbappe_positivo_covid-266521664/?ref=RHPPTP-BH-I266520001-C12-P1-S2.4-T1

Contagio emerso in ritiro con la Nazionale, lo rivela France Football, poi la federazione conferma.

PARIGI – Anche Kylian Mbappé positivo al Coronavirus. La federazione ha confermato la notizia riportata da France Football, secondo cui l’attaccante del Psg è risultato positivo (asintomatico) al test a cui è stato sottoposto mentre si trovava con la Nazionale. Salterà dunque il match di martedì contro la Croazia.

E’ il settimo caso di Covid-19 del Psg. Prima di lui erano risultati contagiati Neymar, Icardi, Di Maria, Paredes, Navas e Marquinhos.

Serie A, il calendario 2020/21


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/09/02/news/calendario_serie_a-266042081/?ref=RHPPTP-BS-I266042087-C12-P14-S1.8-T1

Serie A, calendario 2020-2021: per la Juve subito Samp, Roma e Napoli - la  Repubblica

Atalanta, tre giocatori positivi al Covid


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/atalanta/2020/08/31/news/tre_positivi_al_coronavirus-265908322/

Oggi i nerazzurri si radunano. La società non ha specificato di chi si tratta, precisando però che tutti i casi sono asintomatici.

BERGAMO – Tre casi di Coronavirus nell’Atalanta alla ripresa dell’attività col raduno di oggi. Ad annunciarlo la società stessa sul sito, senza però rendere nota l’identità dei propri tesserati: “Atalanta comunica che nei test anti-covid, eseguiti in settimana in previsione della ripresa della attività della Prima Squadra, sono stati riscontrati tre casi di positività al tampone – si legge – I calciatori in questione sono asintomatici, già in isolamento fiduciario e sotto il controllo dell’ATS

Manchester United, Paul Pogba positivo al Covid


118327074_3920391767988302_610917586532241903_o

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/08/27/news/pogba_positivo-265615678/?ref=RHPPRT-VS-I259962735-C4-P1-S2.4-T1

Lo ha annunciato il ct della nazionale francese Didier Deschamps spiegando l’esclusione dalla nazionale del centrocampista

MANCHESTER – . Il calciatore del Manchester United non potrà rispondere alla convocazione di Didier Deschamps, così come il centrocampista del Tottenham Ndombele, a causa del Covid-19. L’ex juventino è asintomatico ed è stato posto in isolamento: dovrà quindi saltare le gare con la Nazionale, impegnata con Svezia e Croazia. Per tamponare l’emergenza a centrocampo, Deschamps ha deciso di richiamare dopo due anni di assenza Adrien Rabiot, insieme all’ex romanista Nzonzi, al classe 2002 del Rennes Eduardo Camavinga e alla stella del Lione Houssem Aouar, questi ultimi entrambi alla prima convocazione.

L’annuncio della positività del centrocampista è stato dato dallo stesso ct della Francia, Didier Deschamps, chiamato a motivare l’esclusione del giocatore. “Ha effettuato mercoledì un test che stamattina ha rilevato la positività“.

Barcellona: Pjanic positivo al coronavirus


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/08/23/news/barcellona_pjanic_positivo_al_coronavirus-265312686/

Il club catalano tranquillizza: “Sta bene, è isolato in casa”

BARCELLONA – Miralem Pjanic, ex centrocampista della Juventus e ora in forza al Barcellona, è risultato positivo al coronavirus dopo un test effettuato nella giornata di sabato. Lo ha comunicato il club blaugrana sul proprio sito, aggiungendo che “il giocatore gode di buona salute ed è isolato in casa“.

Anche Pjanic era stato in vacanza in Sardegna, come altri suoi colleghi che ora sono nella medesima situazione. Sui social il bosniaco, nei giorni scorsi, aveva postato alcune sue foto da Porto Cervo.

Inter, comunicato ufficiale…..


https://www.inter.it/it/news/2020/08/25/comunicato-ufficiale-inter-antonio-conte.html

COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO

Nota del club in seguito all’incontro con Antonio Conte

 

MILANO – L’incontro di oggi tra il Club e Antonio Conte è stato costruttivo, nel segno della continuità e della condivisione della strategia. Con esso sono state stabilite le basi per proseguire insieme nel progetto.

English Version  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española  中文版

Covid: tamponi tutti negativi per giocatori del Cagliari


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/08/21/covid-tamponi-tutti-negativi-per-giocatori-del-cagliari_c4409b62-9ca4-47a3-b067-bedf5fd38f27.html

Schiarita nell’emergenza Covid in casa Cagliari: tutti negativi i tamponi effettuati ieri dai giocatori rossoblu. Sotto l’aspetto tecnico è una buona notizia anche per Di Francesco, che potrà andare avanti con gli allenamenti ad Asseminello. Rimangono fuori i giocatori positivi, Despodov, Bradaric, Ceppitelli e Cerri. Più i due che sono stati a contatto con gli atleti contagiati. E altri due bloccati dalle prescrizioni legate a trasferimenti intercontinentali e viaggi. Questa mattina il Cagliari ha continuato il programma di allenamenti ancora a piccoli gruppi.
Prima è toccato ai difensori, poi i centrocampisti. Nel pomeriggio in campo gli attaccanti. La rosa dei convocati composta inizialmente da 27 giocatori è scesa a 21: per ritornare al completo si aspetta il termine delle quarantene.

Inter ai tifosi: “No agli assembramenti


inter.it-2020_07_21_12_07_00-325311

SIVIGLIA-INTER: TUTTO SULLA SFIDA DI STASERA

Nerazzurri in campo alle 21 allo Stadion Köln di Colonia per la finale di Europa League

L’Inter, ai fini di salvaguardare la salute pubblica, invita i propri tifosi a seguire la finale di Europa League Siviglia-Inter rispettando tutte le disposizioni in vigore per contrastare la pandemia di Covid-19. Lo si legge in una nota del club diffusa sul proprio sito. «A tutti i tifosi dell’Inter nel mondo, stasera è un momento importantissimo. Ci divertiremo durante la partita ma allo stesso tempo state al sicuro»,

Video messaggio del presidente Steven Zhang rivolto all’intera tifoseria nerazzurra. «Comprendendo bene l’emozione e l’importanza dell’evento, evitare la creazione di assembramenti e di situazioni rischiose per la salute propria e altrui resta di importanza primaria per evitare il contagio e vivere al meglio questa serata speciale», conclude la nota della società.

https://www.inter.it/it/news/2020/08/21/inter-siviglia-finale-europa-league-la-sfida.html

SIVIGLIA-INTER: TUTTO SULLA SFIDA DI STASERA

Nerazzurri in campo alle 21 allo Stadion Köln di Colonia per la finale di Europa League

COLONIA – È il giorno di Siviglia-Inter, la squadra nerazzurra si prepara a scendere in campo per la finale di Europa League, che si disputerà questa sera con fischio d’inizio alle ore 21 allo Stadion Köln di Colonia. Dall’altra parte a contendersi il trofeo, il Siviglia di Julen Lopetegui. Qui tutto quello che c’è da sapere sul match.

DOVE VEDERE SIVIGLIA-INTER IN TV

La finale di Europa League Siviglia-Inter, in programma questa sera alle 21:00, sarà visibile in diretta su Sky Sport 1, Sky Calcio 1 e Sky Sport Football (canali 201, 203, 251 del decoder satellitare e su quelli 472 e 482 del digitale terrestre). La partità sarà trasmessa anche in chiaro su TV8. Sarà possibile assistere a Siviglia-Inter in streaming: su tv8.it e attraverso i servizi Now Tv e Sky Go. continua a leggere

Petagna positivo, la vacanza mette paura: in discoteca….


Petagna positivo, la vacanza mette paura: in discoteca, con Romagnoli e Donnarumma, a calcetto con mezzo Tottenham

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_agosto_20/vacanza-petagna-mette-paura-disco-romagnoli-donnarumma-poi-calcetto-mezzo-tottenham-4f1bdad4-e320-11ea-89b3-b56dd0df2aa2.shtml?fbclid=IwAR0pjRbaecJD0SFPg-SXISqfAoU7X0G4gOUFXK5oFB9dgVux1afWvxONhuw

Il neoacquisto del Napoli è stato fotografato in Costa Smeralda mentre parlava con il capitano del Milan e Gigio e poi mentre giocava a Porto Cervo con gli assi della formazione inglese, Dier, Lamela, Lo Celso

petagna44-k4LI-U32001969584436LSF-656x492@Corriere-Web-Sezioni

Andrea Petagna (al centro) e i suoi compagni di calcetto a Porto Cervo

Petagna, nuovo acquisto del Napoli. Boga, obiettivo di mercato della società azzurra. E poi due giocatori del Torino e uno del Brescia, appena retrocesso in serie B. Sono i nuovi calciatori che hanno contratto il coronavirus e si aggiungono al lungo elenco dei giorni scorsi: i quattro del Cagliari, i tre romanisti (Mirante e due ragazzi della Primavera). I raduni delle squadre si susseguono, i tesserati si sottopongono ai tamponi e le positività aumentano in misura inquietante. Le vacanze hanno determinato un’impennata nel numero dei contagiati perché le società non hanno più avuto i giocatori sotto controllo.

Così a meno di un mese dall’inizio del campionato –— 19 settembre — la situazione è sempre più allarmante. C’è un’immagine che è lo specchio di quanto accaduto e di ciò che potrebbe succedere. L’ha postata Petagna sul proprio profilo Instagram qualche giorno fa e lo ritrae vicinissimo a Romagnoli, capitano del Milan, in Costa Smeralda, presumibilmente in un locale. Loro come tanti altri giovani, che sono tornati dalle località di mare ammalati di Covid. La differenza è che i giocatori vengono sottoposti tutti al tampone, lo prescrive il protocollo, e così emergono i contagiati, compresi gli asintomatici. L’ex attaccante della Spal in realtà ha fatto il test perché, prima di lui, è stato il fratello a essere trovato positivo. È asintomatico, ma dovrà aspettare che l’esame dia esito negativo prima di poter rispondere alla convocazione del Napoli. Pure il Milan comunque è vigile, avendo osservato la foto di Romagnoli: in vacanza con il capitano rossonero anche Donnarumma. Ma c’è un’altra immagine che crea apprensione nel mondo del calcio, ritrae i protagonisti di una partita di calciotto giocata la scorsa settimana: assieme a Petagna e al fratello, c’è mezzo Tottenham (Lamela, Lo Celso, Dier, Davinson Sanchez), Dario Marcolin e il figlio di Roberto Mancini.

Torino, due calciatori positivi al coronavirus


unnamedarticolo: https://torino.corriere.it/sport/20_agosto_20/torino-due-calciatori-positivi-coronavirus-81c392ac-e2ed-11ea-89b3-b56dd0df2aa2.shtml?fbclid=IwAR1jexXPCKYfHxjGcaoV5UFaHWdOIEwQpGasjnArs2OKRAWS5qudW91IxJE

Entrambi asintomatici, sono in isolamento come da protocollo. Accertamenti per altri tre giocatori

Due calciatori del Torino sono risultati positivi ai test per la rilevazione del Covid 19, svolti prima della ripresa della preparazione. A comunicarlo è stata la società granata con una nota ufficiale. Il club ha immediatamente informato le autorità competenti e i due calciatori, attualmente asintomatici, sono in isolamento come da protocollo.

In via precauzionale sono in atto ulteriori accertamenti per altri tre calciatori della prima squadra che nei giorni scorsi erano stati in stretto contatto con i positivi e che al momento attuale non fanno ancora parte del gruppo squadra.

Antonio Mirante, il portiere della Roma: «Io positivo al Covid. Sto bene e non ho febbre»


articolo: https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/20_agosto_19/covid-calciatore-roma-positivo-ritorno-vacanza-sardegna-bc5e2a5e-e21a-11ea-a4fa-66caaba57e85.shtml?fbclid=IwAR3sXdOEA35dkeuzlhJWudjr3S5dVjnE1hHXNwDF5zgR2WXTuUWqAEgmdMo

Dopo i due atleti della Primavera, è emerso un nuovo caso di contagio tra i giallorossi. Il post sui social

Rischia di allargarsi a macchia d’olio il contagio di Covid-19 all’interno della Roma. Dopo i casi dei due calciatori della Primavera, trovati positivi al rientro da una mini vacanza in Sardegna, mercoledì è toccato ad Antonio Mirante, secondo portiere della prima squadra, anche lui rientrato da un periodo di vacanza. Per mettere fine alle voci che dalla mattinata di mercoledì si stavano rincorrendo, con la Roma che volutamente ha deciso di non confermare la positività del calciatore positivo per provare ad ottenere un maggiore rispetto della privacy, è stato lo stesso Mirante con un video messaggio su Instagram a fugare tutti i dubbi. “Ciao a tutti – le sue parole – come alcuni di voi sapranno, purtroppo sono risultato positivo al Covid. Sto bene, non ho alcun sintomo, né febbre né tosse. Ovviamente sono in isolamento, spero di guarire presto e di ricominciare presto la preparazione con i miei compagni. Vi ringrazio per tutti i messaggi di solidarietà che mi state mandando”. Con tre casi di positività in due giorni, la paura all’interno della società giallorossa comincia ad essere molta, anche perché nei giorni scorsi molte persone sono entrate in contatto con Mirante, e il rischio di nuovi contagi è alto. E’ possibile che in molti, dai dirigenti ai dipendenti della società, dovranno ora sottoporsi a test e tamponi. La Roma, a differenza di quanto fatto con i casi relativi ai due Primavera,. Per il momento il programma di allenamento della prima squadra, che si radunerà il 27 a Trigoria, non subirà dei cambiamenti, ma di sicuro la paura è molta.