Archivi categoria: Calcio

Inter-Barcellona, 62 ultrà spagnoli fermati vicino San Siro con mazze e bastoni


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/12/10/news/inter-barcellona_62_ultra_spagnoli_fermati_vicino_san_siro_con_mazze_e_bastoni-243113900/

Più di sessanta ultrà spagnoli con mazze e bastoni intorno allo stadio. Questo pomeriggio nei pressi del bar Tenconi di via Tesio a Milano il personale della Polizia di Stato, impiegato nel servizio di ordine pubblico per l’incontro Inter-Barcellona a San Siro, ha notato un gruppo di persone in possesso di mazze e bastoni. Erano, appunto, tifosi spagnoli, senza biglietto, appartenenti a gruppi di tifoserie ultrà, come ha confermato la polizia spagnola. Avevano, nel dettaglio, 18 mazze di legno, 4 mazze di legno chiodate, 18 bengala, 3 “candele romane”, 5 paia di guanti con noccoliera o con imbottiture di sabbia, un mefisto, un paradenti.

I 62 spagnoli sono stati isolati dalle Forze dell’Ordine e dal personale della Digos prima che potessero entrare in contatto con i tifosi locali. Dopo essere stati sottoposti ad una accurato controllo sono stati accompagnati in Questura per il foto segnalamento e per valutare l’adozione di opportuni provvedimenti nei loro confronti.

Napoli, esonerato Ancelotti


Napoli, esonerato Ancelotti: al suo posto Gattuso

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/napoli/2019/12/10/news/esonerato_ancelotti-243130030/?ref=RHPPLF-BS-I243108517-C8-P1-S1.8-T1

Risultati immagini per Napoli, esonerato Ancelotti

NAPOLI – Non c’è stato il colpo di scena finale, a dispetto del 4-0 contro il Genk, della qualificazione per gli ottavi di finale della Champions League (la terza nella storia del Napoli), degli applausi del San Paolo e del tentativo estremo di una parte della squadra di fare quadrato intorno al suo allenatore.

Troppo tardi, ormai. Il destino di Carlo Ancelotti era già segnato e nella notte è arrivata anche la conferma ufficiale da parte di Aurelio De Laurentiis, con uno scarno comunicato. “La Societa Sportiva Calcio Napoli ha deciso di revocare l’incarico di responsabile tecnico della prima squadra al signor Carlo Ancelotti. Rimangono intatti i rapporti di amicizia, stima e rispetto reciproco tra la società, il suo presidente Aurelio De Laurentiis e Carlo Ancelotti“. continua a leggere

“Juventino” ad arbitro, per giudice è offesa: multa alla società


articolo: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/2019/12/03-64138207/_juventino_ad_arbitro_per_giudice_e_offesa_multa_alla_societa_/?fbclid=IwAR2qtpAq7gOy2WiDyGNqEITCgDvPBXyg4-AhlWiHYJ4wgPwZyYKU2tDBLzk

PERUGIA – E’ stata considerata dal giudice sportivo della Federcalcio umbra un’offesa la frase “sei uno juventino” rivolta da alcuni tifosi all’arbitro. Alla società, la Sf Castiglione del Lago Asd, è stata così inflitta un’ammenda di 120 euro. L’episodio è avvenuto durante una partita del campionato under 15 regionale a1 dell’Umbria. Nel provvedimento del giudice sportivo Marco Brusco è scritto che “per buona parte della partita” i tifosi della società “offendevano reiteratamente il direttore di gara con frasi come ‘sei un fallito, sei uno juventino, non sai fare niente, ecc…'”. L’arbitro le ha riportate nel suo referto a fine partita e quindi sanzionate, come riportato nel comunicato ufficiale del Comitato regionale Umbria della Figc, Lega nazionale dilettanti.

I tifosi all’arbitro: “Fallito, juventino, non sai fare nulla”. E il giudice multa il club

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/altri-campionati/04-12-2019/i-tifosi-all-arbitro-fallito-juventino-non-sai-fare-nulla-giudice-multa-club-3501607650478.shtml

L’episodio in Umbria, durante una gara Under 15 tra Castiglione del Lago, punita con 120 euro di multa, e Castel del Piano

“Arbitro, sei un fallito, sei uno juventino, non sai fare niente”: frasi urlate dai tifosi e stavolta punite dal giudice sportivo. E’ successo nel campionato Under 15 regionale dell’Umbria. Il giudice ha infatti considerato un’offesa la frase rivolta da alcuni fans all’arbitro e alla società interessata dal provvedimento, la Sf Castiglione del Lago Asd (che ha giocato contro il Castel del Piano vincendo 3-2) , è stata così inflitta un’ammenda di 120 euro. continua a leggere

Un’altra vittima della Sla: è morto Giovanni Bertini


813bc771061fc150cb5b6bde6c553a1a

Giovanni Bertini (Roma, 6 gennaio 1951 – Roma, 3 dicembre 2019) è stato un calciatore italiano, di ruolo difensore.

Si è spento questa mattina in una clinica romana l’ex calciatore di Roma, Fiorentina, Ascoli, Catania e Benevento

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/03-12-2019/altra-vittima-sla-morto-giovanni-bertini-3501583497293.shtml

Un’altra vittima della Sla. E’ morto questa mattina in una clinica romana Giovanni Bertini, ex calciatore – tra le altre – di Roma, Fiorentina, Ascoli, Catania e Benevento. Nel giugno 2016 gli era stata diagnosticata la sclerosi laterale amiotrofica: dal 1960 ad oggi siamo già a quasi 50 vittime della Sla tra gli ex calciatori. Numero che sembra esiguo ma che in realtà, dato il tasso di diffusione della malattia (per fortuna molto basso) è altissimo.

CARRIERA – Bertini, 68 anni, detto “Giovannone” giocò da difensore negli anni ’70. continua a leggere

La Roma lo ha ricordato questa mattina con un tweet.

Pallone d’oro 2019


La collezione di Palloni d'oro di Messi. Ap

La collezione di Palloni d’oro di Messi

Il sesto sigillo di Messi: è suo il Pallone d’oro 2019. Ora ne ha uno in più di CR7

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Estero/02-12-2019/sesto-sigillo-messi-suo-pallone-d-oro-2019-ora-ne-ha-in-piu-cr7-3501568413980.shtml

Sesto Pallone d’oro per Lionel Messi. Uno in più di Ronaldo, solo terzo quest’anno. E Messi diventa il più titolato della storia anche senza Champions e nonostante dall’ultima edizione ne sia uscito bastonato, in semifinale, proprio dal Liverpool di Salah, Mané, Firmino, Alisson, Van Dijk, Wijnaldum, Alexander-Arnold. Sette campioni d’Europa, candidati e disillusi a Parigi. Soprattutto l’egiziano, grande artefice del trionfo della squadra di Jurgen Klopp, ma arrivato quinto. Dietro a Mané, quarto, e soprattutto a Van Dijk, secondo. Sul podio rimane invece Ronaldo che perde una posizione rispetto a un anno fa quando vinse Modric, e che non si è presentato neanche stasera a Parigi, per la cerimonia premiazione. continua a leggere

Brescia, sì al Corini-bis: trovato l’accordo con Cellino


Il Brescia cambia ancora viaFabio Grosso ritorna Eugenio Corini


Incontro positivo tra il presidente e l’ex allenatore esonerato poco tempo fa che prenderà il posto di Fabio Grosso

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Brescia/02-12-2019/brescia-si-avvicina-corini-bis-corso-incontro-cellino-3501564135233.shtml

Eugenio Corini tornerà sulla panchina del Brescia al posto di Fabio Grosso. L’incontro andato in scena nel pomeriggio nella sede del club tra il tecnico di Bagnolo Mella e il presidente Massimo Cellino ha portato i due all’accordo. Corini riprenderà la squadra con cui aveva iniziato la stagione dopo la breve parentesi Grosso. Il campione del Mondo 2006 lascia la panchina delle Rondinelle dopo 3 sconfitte in altrettante partite, 10 gol subiti e 0 realizzati.

Juve, l’aumento per uscire dalla tensione finanziaria


articolo: https://www.calcioefinanza.it/2019/11/28/juventus-tensione-finanziaria-aumento-di-capitale/?fbclid=IwAR1-m0cB_8i2keuCTl9sEAk2L8DRXJhhj543njr8I3l-kIjVz1GS2CZpSwc

La Juventus si trova al momento in «una situazione di tensione finanziaria non disponendo di capitale circolante sufficiente a far fronte al proprio fabbisogno finanziario complessivo» per i prossimi dodici mesi.

E’ quanto scrivono gli amministratori del club bianconero nel prospetto dell’aumento di capitale da 300 milioni di euro (circa 295,5 milioni i proventi netti attesi dalla ricapitalizzazione), che indicano in 148 milioni di euro il fabbisogno finanziario complessivo per i prossimi dodici mesi.

Secondo quanto indicato nel documento, la società presieduta da Andrea Agnelli, ritiene di poter far fronte al suddetto fabbisogno finanziario complessivo proprio tramite i proventi dell’aumento di capitale.

«Nel caso di buon esito dell’operazione», si legge nel prospetto dell’aumento di capitale, «circa la metà dei proventi netti dell’aumento di capitale sarà destinata a rimborsare debiti o finanziare impegni già assunti o che saranno assunti nei prossimi dodici mesi».

«Solo la parte residua dell’aumento di capitale», proseguono gli amministratori del club, «sarà destinata a finanziare le ulteriori azioni previste dal Piano di Sviluppo.

Sforati i parametri di liquidità previsti dalla Figc – «Sulla base delle risultanze contabili al 30 settembre 2019», scrivono ancora gli amministratori della Juventus nel prospetto, «l’indicatore di liquidità della società è pari a 0,55 e, dunque, inferiore alla misura minima applicabile (pari a 0,7): come tale, in occasione della verifica alla scadenza del 30 novembre 2019, tale indicatore risulterà non rispettato». continua a leggere