Morti Bianche 2022 – 2 – Luglio-:-Dicembre


Morti Bianche 2022

——————–°°°——————–

Settembre 2022

——————–°°°——————–

Manerbio, incidente sul lavoro. Operaio muore schiacciato da un macchinario

articolo di Lilina Golia: https://brescia.corriere.it/notizie/cronaca/22_settembre_27/manerbio-incidente-lavoro-operaio-muore-schiacciato-un-macchinario-9f180ef8-3e5f-11ed-a7d0-8fb77372b6c6.shtml?refresh_ce

L’episodio si è verificato nella ditta Estrall della Bassa bresciana. Inutile l’arrivo dei soccorsi, il dipendete 60enne è deceduto sul posto

Manerbio (Brescia), 27 settembre 2022

Un altro incidente sul lavoro in provincia di Brescia. Questa volta la tragedia si è consumata a Manerbio, poco prima delle 13, nello stabilimento della Estrall. Stando ad una prima ricostruzione della dinamica dei fatti, la vittima è un dipendente 60enne rimasto schiacciato da una caricatrice, un rullo trasportatore che porta i profili d’alluminio al forno. L’uomo è rimasto coinvolto nell’incidente mortale mentre stava eseguendo alcune manutenzioni al macchinario.

A quanto pare la macchina sarebbe partita accidentalmente e così la vittima è stata travolta dalle barre. Immediato l’intervento sul posto dei soccorritori. Nonostante il repentino arrivo del personale medico a bordo dell’ambulanza e dell’elisoccorso, per il 60enne non c’è stato nulla da fare. Nello stabilimento Estrall sono arrivati anche i carabinieri della Compagnia di Verolanuova e i tecnici del servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro (Psal).

——————–°°°——————–

Incidenti lavoro: operaio cade da 6 metri, grave

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/toscana/notizie/2022/09/24/incidenti-lavoro-operaio-cade-da-6-metri-grave_766f41f8-37cc-4779-9289-de700ef19575.html

A Firenze, stava lavorando in un cantiere. Trasportato a Careggi

(ANSA) – Firenze 24 settembre 2022

Un operaio 45enne mentre stava effettuando un lavoro di carpenteria metallica in un cantiere dello Student Hotel in viale Belfiore a Firenze è caduto da un’altezza di circa 5/6 metri.

L’uomo è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Careggi.

Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente avvenuto questa mattina. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, il personale del 118 e i tecnici del lavoro dell’Asl.
Secondo l’Azienda sanitaria il 45enne non sarebbe in pericolo di vita. (ANSA).

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro a Verbania, operaio cade da dieci metri

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/piemonte/notizie/2022/09/24/incidente-sul-lavoro-a-verbania-operaio-cade-da-dieci-metri_97fb174e-92c0-45fc-9bbd-8054a40665b3.html

Trasportato in gravi condizioni all’ospedale di Novara.

Verbania (Verbana-Cusio-Ossola), 24 settembre 2022

Incidente sul lavoro questo pomeriggio a Verbania in via dell’Informatica, nella zona industriale alla periferia della città, tra Gravellona Toce e Feriolo.
Un operaio di 30 anni è precipitato da un’altezza di circa dieci metri ed è stato trasportato in elicottero all’ospedale Maggiore di Novara, dove è giunto in gravi condizioni.

Le cause dell’incidente sono ancora in fase di accertamento. Da una prima ricostruzione, sembra che abbia ceduto la copertura della struttura dove l’operaio stava intervenendo, in un capannone in cui sono in corso lavori di ristrutturazione. (ANSA).

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro, muore schiacciato da un macchinario

articolo Redazione ANSA: Incidente sul lavoro, muore schiacciato da un macchinario – Lombardia – ANSA.it

Deceduto un 49enne co-titolare di un’azienda nel Cremonese

Soresina (Cremona), 23 settembre 2022

Tragico incidente sul lavoro, poco dopo le 14, in un’azienda metalmeccanica di Soresina, in provincia di Cremona: alla ‘Pedrazzi Giacomo‘, impresa che si occupa di lavorazione di precisione, il 49enne Alberto Pedrazzi, co-titolare dell’azienda, è morto schiacciato mentre tentava di sbloccare un macchinario che si era improvvisamente inceppato.

Cause e dinamica dell’incidente sono al vaglio dei carabinieri e degli ispettori di Ats Val Padana. (ANSA)

——————–°°°——————–

Guardia giurata in servizio muore travolta dalla propria auto senza freno a mano

articolo di Redazione Milano: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/09/18/news/guardia_giurata_muore_travolta_auto_senza_freno_a_mano_agnosine-366180365/

L’incidente è avvenuto nella notte ad Agnosine, nel Bresciano. La donna, 51 anni, stava verificando l’esterno di un’azienda

Agnosine (Brescia), 18 settembre 2022

Una donna di 51 anni è morta schiacciata dalla sua auto senza freno a mano inserito. È accaduto nella notte ad Agnosine, nel Bresciano.

La vittima era una guardia giurata ed era in servizio. Stava verificando l’esterno di un’azienda, quando la sua auto ormai senza controllo l’ha travolta uccidendola sul colpo. Sul posto è intervenuto il 118 che ha solo potuto constatare il decesso.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro a Noventa di Piave, muore a 18 anni schiacciato da una lastra: stava facendo uno stage

articolo di Antonella Gasparini: https://corrieredelveneto.corriere.it/venezia-mestre/cronaca/22_settembre_16/incidente-lavoro-noventa-piave-muore-18-anni-schiacciato-una-lastra-stava-facendo-stage-fadbfa78-35e1-11ed-8360-26d94757472f.shtml

Una barra di metallo ha colpito e ucciso un diciottenne, che stava svolgendo uno stage nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro

Noventa di Piave (Venezia) 16 settembre 2022

Una barra di metallo caduta da un cavalletto in azienda ha ucciso un giovane di 18 anni, Giuliano De Seta, mentre stava facendo esperienza con i macchinari e migliorava la pratica con gli strumenti di quello che avrebbe potuto diventare il suo mestiere. L’incidente sul lavoro è successo venerdì pomeriggio, lo studente abitava a Ceggia (Venezia) e frequentava la classe quinta di un istituto tecnico a Portogruaro, stava portando avanti dal 5 settembre un progetto di alternanza scuola-lavoro alla Bc Service di via Volta a Noventa di Piave (Venezia), che si trova a dieci minuti da casa. Il fatto è successo verso le 17 quando il ragazzo era alle prese con un macchinario, una barra metallica si sarebbe staccata finendogli addosso. I colleghi hanno provato a soccorrerlo ma non hanno potuto fare niente. I soccorsi del Suem lo hanno dichiarato morto. Sul posto i soccorsi del Suem, i carabinieri della compagnia di San Donà di Piave, lo Spisal e anche i vigili del fuoco. Inutile la corsa in ospedale, lo stagista non si è salvato.

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, operaio muore folgorato in un cantiere ad Arcore

articolo di Redazione Milano: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/09/16/news/incidenti_sul_lavoro_operaio_muore_folgorato_cantiere_arcore-365924563/?ref=RHTP-VS-I270681067-P22-S4-T1

L’uomo, 57 anni, era su un ponteggio montato per il rifacimento della facciata di un palazzo. Trasportato in ospedale a Vimercate non ha mai ripreso conoscenza nonostante i tentativi di rianimarlo.

Arcore (Monza), 16 settembre 2022

E’ morto in ospedale l’operaio 57enne folgorato da una scarica elettrica in un cantiere edile di Arcore (Monza). L’uomo si trovava su un ponteggio montato per i lavori di rifacimento della facciata di un palazzo. Trasportato in codice rosso all’ospedale di Vimercate, non ha mai ripreso conoscenza ed è morto nonostante i tentativi di rianimarlo.

IL DOSSIER DI REPUBBLICA: MORIRE DI LAVORO

L’ennesimo dramma su un luogo di lavoro si è consumato nel pomeriggio di ieri, giovedì 15 settembre. Inizialmente colleghi e soccorritori avevano pensato a un malore. Ma, dalle prime indagini della polizia locale, a causare la morte dell’uomo potrebbe essere stata una potente scarica elettrica. 

——————–°°°——————–

Incidenti lavoro: schiacciato da pantografo, grave operaio

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/09/15/incidenti-lavoro-schiacciato-da-pantografo-grave-operaio_00f992a2-2fa7-4fb5-90b6-21dcab8697f7.html

A Milano. Ferito trasportato in codice rosso al Niguarda

(ANSA) – Milano, 15 settembre 2022

Sono gravi le condizioni di un operaio 32enne di origini egiziane in un cantiere di Milano. E’ accaduto in Via Pasolini: secondo una prima ricostruzione dei vigili del fuoco, intervenuti sul posto con due squadre, è rimasto schiacciato da un pantografo elevatore mentre rimuoveva lo skydeck.

L’uomo è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Niguarda. Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118, i carabinieri e la polizia locale. (ANSA).

——————–°°°——————–

Tragedia nei campi: agricoltore muore schiacciato dal suo trattore

articolo: Tragedia nei campi: agricoltore muore schiacciato dal suo trattore – Ottopagine.it Caserta

Nulla da fare per un 72enne in provincia di Caserta

Galluccio (Caserta), 14 settembre 2022 

Un agricoltore di 72 anni è morto, schiacciato dal suo mezzo di lavoro, mentre stava eseguendo lavori nei campi. La tragedia è avvenuta a Galluccio, piccolo comune della provincia di Caserta. Il trattore per cause in corso di accertamento, si è improvvisamente capovolto ed è finito in un dirupo. A notare la scena e ad allertare i soccorsi sono stati alcuni passanti. Sul posto i sanitari del 118 ma ogni soccorso, si è rivelato inutile. Il personale intervenuto non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Sul posto i carabinieri per le relative indagini. Non si esclude un malore. Disposti gli accertamenti medico legali, prima del rilascio della salma.

——————–°°°——————–

Fucecchio, muore a 67 anni sotto il trattore

Incidente in un campo a Massarella

Fucecchio (Firenze), 14 settembre 2022 

Tragedia a  Massarella nel pomeriggio,nel territorio comunale di Fucecchio: un uomo (Fabrizio Guidi) di 67 anni è morto schiacciato dal suo  trattore. E’ successo in via  Pieracci intorno alle 14.30. 

Secondo una prima ricostruzione l’uomo stava scaricando delle macerie in un campo, poi l’incidente con il ribaltamento del mezzo. Sul posto, intorno alle 15, sono arrivati i sanitari del 118 assieme all’elisoccorso Pegaso e ai vigili del fuoco. Nonostante i soccorsi l’uomo è deceduto sul posto. Del caso si stanno occupando i carabinieri e i tecnici della medicina del lavoro dell’Asl Toscana Centro, intervenuti per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Secondo quanto si apprende non si tratterebbe di un episodio di incidente sul lavoro. 

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro, tenta di sbloccare il macchinario inceppato: operaio di 49 anni muore schiacciato

articolo: Incidente sul lavoro, tenta di sbloccare il macchinario inceppato: operaio di 49 anni muore schiacciato (ilquotidianoitaliano.com)

L’uomo ha perso la vita nel tentativo di rimettere in funzione un macchinario nell’azienda in cui lavorava, vani i soccorsi, purtroppo è deceduto sul colpo.

Marina di Mosciano Sant’angelo (Teramo), 13 settembre 2022

Un uomo (Tonino Fanesi) di 49 anni di San Benedetto del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, è deceduto a causa di un incidente sul lavoro. La tragedia è avvenuta questa mattina, 13 settembre a Marina di Mosciano Sant’Angelo in provincia di Teramo, nell’azienda Metallurgica Abruzzese che si occupa della produzione di reti metalliche. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che la macchina alla quale l’operaio stava lavorando si sarebbe bloccata e, nel tentativo di rimetterla in movimento, il 49enne sarebbe rimasto schiacciato. Immediato l’arrivo dei sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso; l’uomo è morto sul colpo. Sulla vicenda indagano i Carabinieri di Mosciano e gli addetti al servizio sicurezza sul lavoro della Asl di Teramo.

——————–°°°——————–

Esplosione in fabbrica fuochi d’artificio, un morto

articolo Redazione ANSA: Esplosione in fabbrica fuochi d’artificio, un morto – Sicilia – ANSA.it

La deflagrazione stamane a Belpasso (Catania)

(ANSA) – Belpasso (Catania), 13 settembre 2022

Una persona è morta in una esplosione avvenuta stamane intorno alle 7.30 a Belpasso (Catania) nella fabbrica di fuochi d’artificio Vaccalluzzo.
All’esplosione non è seguito un incendio.

Sono intervenuti i Vigili del fuoco per i necessari accertamenti e la messa in sicurezza. 

La vittima è Antonino Vaccalluzzo, di 62 anni, uno dei proprietari della fabbrica. Secondo quanto accertato, l’esplosione è avvenuta all’esterno della struttura, mentre l’uomo stava lavorando con della polvere pirica. La deflagrazione non avrebbe causato danni alla fabbrica né fatto scaturire un incendio. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della Stazione di Belpasso, reparto operativo del comando provinciale di Catania insieme con gli artificieri dell’Arma. La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta.

——————–°°°——————–

Trattore si rovescia nei boschi, morto giovane di 28 anni

articolo: Trattore si rovescia nei boschi, morto giovane di 28 anni (ilgazzettino.it)

Mezzano (Trento), 13 settembre 2022  

Un uomo di 28 anni, residente a Mezzana, ha perso la vita oggi, 13 settembre 2022, dopo essere uscito fuori strada con il proprio trattore lungo i boschi che circondano l’abitato di Menas (Trento). La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata attorno alle 19.20 da parte della compagna, che era assieme al giovane. I due si trovavano lungo la strada forestale che da Menas conduce a Roncio, quando il mezzo è improvvisamente scivolato verso valle per una quindicina di metri. La Centrale unica di Trentino Emergenza, con il coordinatore dell’Area operativa Trentino Occidentale del Soccorso Alpino e Speleologico Trentino, ha chiesto l’intervento dell’elicottero, mentre i soccorritori della locale stazione si sono messi a disposizione raggiungendo il luogo e coadiuvando i vigili del fuoco. I soccorritori non hanno potuto fare altro che costatare il decesso.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro a Milano, operaio precipita dal ponteggio in via Losanna e muore

articolo: Incidente sul lavoro a Milano, operaio precipita dal ponteggio in via Losanna e muore – Cronaca (ilgiorno.it)

La vittima aveva 51 anni: stava tinteggiando la facciata di un palazzo in ristrutturazione al civico 25. Fatale un volo di venti metri

Milano, 12 settembre 2022 

Un operaio cinquantaduenne di origine marocchina è morto sul colpo stamattina dopo essere precipitato da circa 20 metri nel cortile interno dello stabile di via Losanna 25, in zona Sempione Secondo le prime informazioni, l’uomo, residente in Umbria e dipendente di una ditta palermitana, era impegnato nella tinteggiatura della facciata del palazzo in ristrutturazione: all’improvviso, mentre stava utilizzando le funi di sostegno, è caduto nel vuoto Inutili i soccorsi dei sanitari di Areu. Sul posto i carabinieri del Radiomobile e della stazione Sempione e i tecnici dell’Ats Metropolitana, che ora dovranno svolgere tutti gli accertamenti per capire cosa sia successo e se siano state rispettate le normative sulla sicurezza.

——————–°°°——————–

Si ribalta con il trattore e muore, tragedia nel Foggiano. Inutili i soccorsi per anziano sui Monti Dauni

articolo Di Redazione : Si ribalta con il trattore e muore, tragedia nel Foggiano. Inutili i soccorsi per anziano sui Monti Dauni – l’Immediato

Soccorso dal personale del 118 e dell’elisoccorso, giunti da Foggia, ma per lui non c’era più nulla da fare

Monteleone di Puglia (Foggia), 12 settembre 2022

Si ribalta con il trattore, forse a causa di un malore, e muore dopo essere stato sbalzato dal mezzo agricolo. È successo nel pomeriggio nelle campagne di Monteleone di Puglia, nel Foggiano. La vittima è un uomo di circa 80 anni. L’anziano è stato soccorso dal personale del 118 e dell’elisoccorso, giunti da Foggia, ma per lui non c’era più nulla da fare. Sull’accaduto indagano i carabinieri.

——————–°°°——————–

Agricoltore muore schiacciato da un trattore

L’episodio è accaduto nel comune di Massa Marittima

Massa Marittima (Grosseto), 10 settembre 2022

Questa mattina, verso le 10 circa, in località Cura Nuova, nel comune di Massa Marittima, un uomo di 76 anni, socio di un’azienda agricola che stava lavorando su un trattore, per cause in corso di accertamento è rimasto schiacciato dal mezzo. 

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Massa Marittima e la Asl.

Da chiarire la dinamica dell’evento. La salma è a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre il trattore è stato sequestrato.

——————–°°°——————–

Lodi, 15enne alla guida di un trattore investe e uccide un anziano di 89 anni

articolo di Carlo d’Elia: Lodi, 15enne alla guida di un trattore investe e uccide un anziano di 89 anni- Corriere.it

Domenico Silva, residente da oltre 30 anni a Cascina Malgerone, è stato schiacciato dalla benna. Molto conosciuto in città, per 25 anni è stato titolare di una ditta di spurghi

Cascina Malgerone (Lodi) 10 settembre 2022

Travolto e ucciso da un trattore guidato da un 15enne. È morto così Domenico Silva, 89 anni, residente da oltre 30 anni a Cascina Malgerone, alle porte di Lodi. L’uomo, molto conosciuto in città, per 25 anni titolare di una ditta di spurghi, sarebbe rimasto schiacciato dalla benna.

Inutili i soccorsi prestati immediatamente dalle persone presenti in quel momento nella proprietà di Silva: l’anziano, padre di cinque figli (l’ultimo di appena 12 anni) è deceduto poco dopo il violento impatto. Sul posto sono intervenuti un equipaggio della Croce Rossa e l’automedica, ma non c’è stato nulla da fare. Sull’incidente sta ora indagando la procura dei minori di Milano e la questura di Lodi. Resta ancora da chiarire, infatti, l’esatta dinamica dell’incidente avvenuto in campagna. continua a leggere su milano.corriere.it

——————–°°°——————–

Incidenti lavoro: boscaiolo di 29 anni muore in Valtellina

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/09/10/incidenti-lavoro-boscaiolo-di-29-anni-muore-in-valtellina_c93027b4-0422-4a6e-a02c-2f5dc7b5fa45.html

Stava tagliando una pianta, si indaga sulla dinamica

Tartano (Sondrio), 10 settembre 2022

Incidente mortale sul lavoro oggi in Valtellina. Un 29enne è morto nei boschi di Tartano (Sondrio), mentre era impegnato a tagliare piante.

Sono in corso le indagini per stabilire se l’infortunio sia stato provocato dalla caduta di un tronco o da una fune del macchinario adibito al trasporto del legname. Sul luogo i tecnici dell’Ats, i carabinieri e il Soccorso Alpino.

——————–°°°——————–

Maxi-incendio alla Nitrolchimica nel Milanese. Sei feriti, uno è grave

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/09/07/maxi-incendio-alla-nitrolchimica-nel-milanese.-sei-feriti-uno-e-grave_7ebfe783-b99a-46e2-a6f9-594e86b1d624.html

Zona isolata e aziende evacuate. Sindaco, chiudete le finestre

San Giuliano Milanese (Milano), 07 settembre 2022

Un incendio sta devastando l’impianto della Nitrolchimica, azienda che si occupa del recupero di solventi e dello smaltimento di rifiuti pericolosi, nell’area industriale di via Monferrato, a San Giuliano Milanese (Milano).

Sei persone sono rimaste ferite, una delle quali in modo grave.

Quattro hanno riportato intossicazioni di lieve entità, due sono le persone ustionate, delle quali una in modo grave. Il sindaco invita i cittadini a chiudere le finestre.

L’incendio sta bruciando migliaia di litri di solvente.
 I vigili del fuoco, al lavoro con un centinaio di uomini, sono impegnati nelle operazioni di spegnimento, mentre le forze dell’ordine presidiano l’area. Il campionamento dell’aria viene effettuato anche con un elicottero, per valutare dove il vento stia trasportando il fumo. continua a leggere

——————–°°°——————–

Colle Brianza, il trattore gli si ribalta addosso: ferito contadino di 64 anni

articolo: Colle Brianza, il trattore gli si ribalta addosso: ferito contadino di 64 anni – Cronaca (ilgiorno.it)

E’ rimasto bloccato e schiacciato con una gamba sotto il mezzo agricolo

Colle Brianza (Lecco), 6 settembre 2022

Il trattore che guidava si è ribaltato e gli si è rovesciato addosso. Nel tardo pomeriggio di oggi un agricoltore di 64 anni è rimasto schiacciato e bloccato con la gamba sotto il trattore su cui si trovava. L’incidente è successo a Colle Brianza, nella zona di Giovenzana, in un campo fuori mano e in pendenza. Il 64enne, al volante del mezzo agricolo, si è accorto che stava per cappottarsi ed è saltato giù il più in fretta possibile dalla cabina aperta per allontanarsi.

Ma il trattore gli si è ribaltato addosso, intrappolandolo per una gamba. Un passante lo ha sentito urlare e ha allertato i soccorritori. Si è temuto il peggio. Sono corsi i volontari della Croce rossa di Olgiate Molgora e poi i vigili del fuoco, che hanno liberato il 64enne e hanno aiutato i soccorritori a portarlo in barella fino all’ambulanza. Inizialmente sono stati allertati pure i sanitari di Areu dell’eliambulanza di Bergamo. L’agricoltore è stato poi trasferito in ospedale all’Alessandro Manzoni di Lecco.

——————–°°°——————–

Filago, altro dramma sul lavoro: muore 34enne investito nel piazzale della ditta

articolo: https://www.bergamonews.it/2022/09/03/travolto-da-un-camion-nel-piazzale-di-una-ditta-muore-a-34-anni-papa-di-una-bimba/543248/

L’infortunio mortale sul lavoro venerdì mattina a Filago. Gianluigi Marchesi, 34 anni, era chinato su un pozzetto per la manutenzione elettrica quando è stato travolto da un camion in manovra. L’allarme dato dal collega di lavoro, i soccorsi e l’epilogo di una tragedia. Marchesi lascia nel dolore la moglie Anna e una bimba di un anno

Filago (Bergamo), 03 settembre 2022

Sono da poco passate le 10.20 di venerdì 2 settembre quando un elettricista 45enne si gira e assiste ad una scena terribile: il suo collega più giovane, ha solo 34 anni, viene travolto da un camion in manovra. Urla, grida all’autista del camion di fermarsi, chiede aiuto. Il conducente del mezzo pesante si ferma, non capisce che cosa sia successo.

Sul piazzale della Lodotruck, una concessionaria di veicoli industriali e trattori in via Provinciale 16 di Filago, scatta l’allarme. In molti si precipitano sul piazzale dopo quelle grida di aiuto. Iniziano le telefonate che chiedono soccorsi. L’operaio 45enne accusa un malore. Sono minuti dilatati, i secondi sembrano un’eternità, quando si cerca di intervenire sul 34enne che giace a terra. I medici del 118 che arrivano sul posto cercano di rianimare il manutentore elettrico, la situazione è grave. La corsa verso l’ospedale Papa Giovanni XXIII sembra l’ultimo appello alla speranza. Ma quando arriva a Bergamo, i medici devono arrendersi e constatano il decesso. Gianluigi Marchesi, 34 anni di Villa di Serio è morto così.

——————–°°°——————–

Operaio muore schiacciato da una piastra di cinque tonnellate

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/09/02/operaio-muore-schiacciato-da-una-piastra-di-cinque-tonnellate_34983ad9-c1a2-45ed-9df6-1257387a1c06.html

Aveva 31 anni, l’infortunio in un’azienda nel Bresciano

Pontevico (Brescia), 02 settembre 2022

Un operaio è morto schiacciato da una piastra di metallo dal peso di cinquanta quintali.

È accaduto questa mattina in un’azienda a Pontevico, nel Bresciano.

Immediata la richiesta di soccorso dei colleghi, ma per l’uomo, che aveva 31 anni, non c’è stato nulla da fare.
Sul posto, oltre alle ambulanze, sono intervenuti i carabinieri, i tecnici dell’Ats, e una squadra di vigili del fuoco.

——————–°°°——————–

Agosto 2022

——————–°°°——————–

Crotone, scoppia un container su un rimorchiatore in porto: tre morti

articolo di Alessia Candito: https://www.repubblica.it/cronaca/2022/08/31/news/crotone_porto_scoppio_container_tre_morti_equipaggio-363652698/?ref=RHTP-BH-I363570376-P2-S1-T1

Le tre vittime erano egiziane. Un quarto operaio coinvolto è sopravvissuto all’esplosione, ma è ricoverato in gravi condizioni. Secondo le prime ricostruzioni, all’origine dell’incidente l’esplosione della bombola di una saldatrice in sala macchine

Crotone, 31 agosto 2022

L’esplosione l’hanno sentita a chilometri. Chi era nei pressi del porto subito ha visto alzarsi una colonna di fumo, nero e denso. Tre operai sono stati spazzati via da una violenta esplosione avvenuta nel pomeriggio su un rimorchiatore ormeggiato al porto di Crotone.

Quando i soccorritori sono arrivati, i corpi di due di loro erano sulla banchina. Un terzo invece è stato recuperato in mare dai soccorritori. Solo uno dei quattro in quel momento al lavoro a bordo è sopravvissuto allo scoppio, ma le sue ferite – dice chi lo ha soccorso e trasportato in ospedale – sono gravi.  continua a leggere su repubblica.it

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, operaio di 59 anni muore incastrato in un macchinario a Malgesso

articolo a cura di Redazione Milano: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/08/31/news/incidente_lavoro_operaio_muore_incastrato_macchinario_malgesso_varese-363610672/

Malgesso (Varese), 31 agosto 2022

Un operaio di 59 anni è morto questa mattina in un incidente sul lavoro in una azienda che produce griglie di ferro a Malgesso, nel Varesotto. Sul posto sono intervenuti il 118, con l’elisoccorso, un’automedica e una ambulanza, i vigili del fuoco e i carabinieri.

Per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Secondo una prima ricostruzione del 118, la vittima sarebbe rimasta incastrata in un macchinario durante la manutenzione dello stesso.

La vittima, sempre secondo le prime informazioni, sarebbe un cittadino italiano di origini marocchine residente a Gavirate (Varese). Le indagini dovranno stabilire se a causare l’incidente sia stato un malfunzionamento del macchinario o un errore umano. Sul posto è intervenuto anche il personale dell’Ats Insubria. continua a leggere su https://milano.repubblica.it

——————–°°°——————–

Grave infortunio per operaio di 32 anni nel Bergamasco

Stava posizionando una rete paramassi, è caduto per dieci metri

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/08/30/grave-infortunio-per-operaio-di-32-anni-nel-bergamasco_44c2b1cc-7bc9-45dc-bb9d-bd2a9a2143b5.html

(ANSA) – Averara (Bergamo), 30 agosto 2022 –

aggiornamento: DECEDUTO DOPO 2 GIORNI DI AGONIA

Un operaio di 32 anni è rimasto ferito in modo grave rotolando per circa dieci metri mentre stava lavorando al posizionamento di una rete paramassi in un cantiere stradale ad Averara, nel Bergamasco.

L’uomo ha subito un forte trauma cranico ed è stato portato in eliambulanza all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

Sul posto anche carabinieri e personale dell’Ats. (ANSA).

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro a Massafra: muore un operaio di 55 anni

articolo: Puglia: Incidente sul lavoro a Massafra: muore un operaio di 55 anni (pugliaviva.it)

L’uomo è rimasto schiacciato dal trattore che guidava

 Massafra (Taranto), 26 agosto 2022

Ancora un incidente mortale sul lavoro in Puglia: l’ultimo episodio è avvenuto in un’azienda agricola di Massafra, in provincia di Taranto, specializzata nella produzione di agrumi.

La vittima è un dipendente di 55 anni: l’uomo era ai comandi di un trattore che, durante lavori di aratura, si è ribaltato per cause in corso di accertamento, schiacciandolo. Il lavoratore è morto sul colpo.

Sul posto il 118, gli ispettori dello Spesal (servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro) dell’Asl e i carabinieri che hanno avviato le indagini per accertare la dinamica dell’accaduto e stabilire le responsabilità.

——————–°°°——————–

Imprenditore cade dal capannone e muore nel Cremonese

articolo Redazione ANSA: Imprenditore cade dal capannone e muore nel Cremonese – Lombardia – ANSA.it

L’incidente in una azienda di Offanengo, l’uomo aveva 59 anni

(ANSA) – Offanengo (Cremona), 25 agosto 2022

Stava camminando sul tetto del capannone di sua proprietà quando un pannello della copertura ha ceduto e Giordano Cicognani, imprenditore di 59 anni, è caduto nel vuoto: un volo di cinque metri che non gli ha lasciato scampo.

E’ quanto accaduto nel pomeriggio in una azienda di Offanengo (Cremona), e all’arrivo del personale medico del 118 le sue condizioni erano già disperate.

Inutili i tentativi di rianimarlo, vano l’intervento dell’elisoccorso, che decollato da Bergamo e atterrato nel parcheggio adiacente la zona del dramma ed è ripartito vuoto.
Stando ai primi accertamenti, eseguiti dai carabinieri di Romanengo e dagli ispettori del lavoro dell’Azienda tutela della salute Val Padana, Cicognani era salito sul tetto utilizzando il cestello di un’azienda specializzata in lavori di ristrutturazione delle coperture per verificare di persona lo stato dell’edificio. (ANSA).

——————–°°°——————–

Matteo, 42 anni, investito e ucciso da un furgone sulla Transpolesana: stava falciando l’erba al distributore Eni

articolo: Matteo, 42 anni, investito e ucciso da un furgone sulla Transpolesana: stava falciando l’erba al distributore Eni (ilgazzettino.it)

Il mezzo è piombato sull’aiuola che divide l’area di servizio Eni dalla carreggiata, in territorio di Isola Rizza. Ha travolto il lavoratore 42enne, ma anche l’insegna del distributore

Isola Rizza (Verona), 25 agosto 2022

Un operaio è stato investito e ucciso questa mattina mentre stava tagliando l’erba in un’aiuola sulla strada statale 434 Transpolesana. La vittima è Matteo Tambalo, 42 anni, artigiano, residente a Cà degli Oppi, frazione di Oppeano, un comune nelle vicinanze del luogo della tragedia. L’incidente è avvenuto nel territorio comunale di Isola Rizza, in provincia di Verona. L’uomo stava sfalciando l’erba nei pressi di un’area di servizio Eni ed è stato investito da un furgone lungo la carreggiata sud, in direzione di Rovigo. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118, intervenuto con i vigili del fuoco

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, operaio 52enne muore schiacciato da un macchinario a Buccinasco

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/08/25/news/incidenti_lavoro_operaio_morto_schiacciato_macchinario_buccinasco-362852581/?ref=RHTP-VS-I270681067-P22-S9-T1

E’ accaduto in una ditta di logistica: potrebbe avere avuto un malore. Aperta un’inchiesta

Buccinasco (Milano), 25 agosto 2022

Un operaio di 52 anni è morto questa mattina poco dopo le 5 in una ditta di logistica di Buccinasco, nel Milanese.

MORIRE DI LAVORO – IL DOSSIER

Secondo quanto riportato dal personale sanitario, l’uomo sarebbe stato schiacciato da un macchinario e non è ancora chiaro se avesse prima avuto un malore. Dalle prime ricostruzioni l’uomo stava lavorando a bordo di un transpallet elettrico quando è andato a sbattere contro uno scaffale, rimanendo schiacciato con il torace tra lo scaffale stesso e il macchinario.

Sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso, e i carabinieri della compagnia di Corsico e la procura di Milano ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Gli inquirenti del dipartimento ‘ambiente, lavoro, salute, sicurezza‘, guidato dall’aggiunto Tiziana Siciliano, hanno disposto il sequestro del macchinario e l’autopsia, anche per verificare se il 52enne abbia avuto o meno un malore prima di rimanere incastrato nella macchina.

——————–°°°——————–

Casarile, operaio precipita dalla copertura di un capannone a 8 metri d’altezza: finisce sui sacchi e si salva

articolo di Redazione Milano: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/22_agosto_24/casarile-operaio-precipita-copertura-un-capannone-8-metri-d-altezza-finisce-sacchi-si-salva-f90fd982-2379-11ed-bc33-6b7ab9027ef6.shtml

Il 40enne è caduto dentro un lucernario. Trasportato in «codice giallo» all’Humanitas di Rozzano, non è in pericolo di vita: i sacchi hanno attutito il colpo

Casarile (Milano), 24 agosto 2022

Un operaio di 40 anni è rimasto ferito mercoledì mattina a Casarile, nel Milanese, in un capannone dove una ditta stava smaltendo amianto. L’uomo è caduto dalla copertura dentro un lucernario facendo un volo di 8 metri ed è finito su alcuni sacchi che hanno attutito il colpo. È stato portato in «codice giallo» all’Humanitas dagli operatori del 118 ma non è in pericolo di vita. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Milano.

——————–°°°——————–

Cade da impalcatura alta dieci metri Grave un operaio

articolo di Graziano Masperi: Cade da impalcatura alta dieci metri Grave un operaio – Cronaca – ilgiorno.it

Robecchetto con Induno (Milano), 23 agosto 2022

È stato elitrasportato all’ospedale San Gerardo di Monza in condizioni gravissime. Lui è un uomo di 65 anni di Cornaredo che ieri si è recato nella frazione di Malvaglio a Robecchetto con Induno per eseguire alcuni lavori di ristrutturazione ad un cascinale. Erano da poco passate le 9 quando l’operaio si trovava sul tetto dello stabile situato dietro una chiesa di via Cascina Induno quando, improvvisamente, ha perso l’equilibrio ed e precipitato da un’altezza di circa dieci metri. Prima ha sbattuto con violenza contro un’impalcatura. Successivamente, è finito a terra. Ad aiutarlo sono stati i colleghi che hanno chiamato il numero unico per le emergenze del 112. Era cosciente all’arrivo dei soccorritori della Croce Azzurra di Buscate e dell’equipe medica dell’elisoccorso da Como, Ma aveva perso la sensibilità dalle ascelle agli arti inferiori. Lo hanno stabilizzato ed elitrasportato in codice rosso all’ospedale San Gerardo di Monza. Per mettere in sicurezza l’area sono giunti a Robecchetto i vigili del fuoco di Legnano.

——————–°°°——————–

Trattore si ribalta e schiaccia giovane agricoltore: Stefano morto a soli 30 anni

articolo: Trattore si ribalta e schiaccia giovane agricoltore: Stefano morto a soli 30 anni (leggo.it)

Tragedia in provincia di Torino: l’incidente potrebbe essere stato causato dal cedimento di un muro di contenimento in pietra

Palazzo Canavese (Torino), 21 agosto 2022

Un terribile incidente in campagna è costato la vita Stefano Actis Dana, un agricoltore di soli 30 anni residente a Piverone (Torino). Il giovane è morto al Cto del capoluogo piemontese, dove era stato ricoverato. Il 30enne, nel tardo pomeriggio di ieri, stava lavorando in un terreno di proprietà del padre a Palazzo Canavese: era ai comandi di un trattore Carraro che, per cause in fase di accertamento, si è ribaltato schiacciandolo.

Immediatamente soccorso dai sanitari, l’agricoltore è morto poco dopo l’arrivo al Cto a causa di un grave trauma toracico. Toccherà ai carabinieri di Azeglio e agli ispettori dello Spresal dell’Asl To4 chiarire la dinamica: l’incidente potrebbe essere stato causato dal cedimento di un muro di contenimento in pietra.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro, muore imprenditore travolto dal telaio, tirocinante ferito

articolo Redazione Web: Incidente sul lavoro, muore imprenditore travolto dal telaio, tirocinante ferito (msn.com)

Cles (Trento), 19 agosto 2022

Tragico incidente sul lavoro a Cles, in Trentino, oggi 19 agosto. Un imprenditore di 74 anni, Ilario Valentini, titolare della ditta Valentini Srl, che produce gru, teleferiche e funicolari, è morto travolto da un telaio in ferro di circa 8 metri quadrati. Un tirocinante di 17 anni, presente sul luogo di lavoro e rimasto parzialmente incastrato sotto il telaio, è riuscito a salvarsi, liberandosi da solo e dando l’allarme. L’incidente è avvenuto poco prima delle 9.30. Dalle prime ricostruzioni, il telaio è scivolato da un basamento, per cause ancora da accertare, travolgendo il titolare dell’azienda e il giovane tirocinante. Non erano presenti altri operai all’interno della sede della ditta. Sul posto sono intervenuti i soccorritori, con l’elicottero sanitario, i vigili del fuoco, la polizia locale, i carabinieri e gli ispettori dell’Uopsal. Il giovane 17enne, ferito alle gambe, è stato trasferito in elicottero all’ospedale Santa Chiara di Trento. Non è in pericolo di vita. 

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, un operaio di 28 anni muore schiacciato da una lastra di acciaio

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/08/18/news/incidenti_sul_lavoro_operai_muore_travolto_lastra_brescia-362147820/

E’ accaduto in un’azienda a Borgo San Giacomo nel Bresciano

Borgo San Giacomo (Brescia), 18 agosto 2022

Un’altra tragedia su un luogo di lavoro in Lombardia. Un operaio è morto schiacciato da un lastra di acciaio. È accaduto in un’azienda a Borgo San Giacomo nel Bresciano. La vittima è un 28enne di origini marocchine rimasto schiacciato dalla lastra che si è staccata da un carroponte.

Sul posto sono arrivati i tecnici dell’Ats, i carabinieri e il personale del 118 che ha potuto solo constatare il decesso dell’uomo.

L’operaio – a quanto riferiscono i carabinieri – stava lavorando pezzi in acciaio, quando una grande lastra di metallo si è mossa dalla sua sede ed è caduta a terra, colpendo il 28enne. Le indagini dovranno chiarire se l’incidente è stato causato da un errore umano o se è stato il dispositivo di sicurezza a non funzionare.

——————–°°°——————–

Corteolona, investito da vapore e soda caustica: operaio in gravissime condizioni

articolo: https://www.ilgiorno.it/pavia/cronaca/corteolona-incidente-lavoro-1.7297141

Dalla prima ricostruzione pare si sia rotta la manichetta. A utilizzarla un 29enne di San Zenone Po

Corteolona (Pavia),17 agosto 2022

Si è rotta una manichetta e l’operaio è stato così investito da un getto di vapore e soda caustica, che gli ha provocato gravi ustioniÈ successo nelle prime ore di mercoledì in uno stabilimento industriale lungo la Provinciale 234.

Mancavano pochi minuti alle 3 di notte quando sul posto la Centrale operativa dell’Areu ha inviato i soccorsi con un’ambulanza della Croce Azzurra di Belgioioso e l’automedica da Lodi. Allertati anche i carabinieri della Compagnia di Stradella, intervenuti con una pattuglia dell’aliquota Radiomobile. Il ferito è un operaio di 29 anni, residente a San Zenone Po, al lavoro nel turno notturno. I soccorsi sono scattati tempestivamente ed è stato trasportato con l’ambulanza in codice giallo al San Matteo di Pavia, dov’è stato ricoverato, valutato non in imminente pericolo di vita. Le ustioni riportate sarebbero però estese su tutta la parte superiore del corpo colpita dal getto di vapore e soda caustica. Dalle prime valutazioni non sembrerebbero ustioni profonde da mettere in pericolo di vita l’operaio, ma sono ancora tutte da valutare le conseguenzese transitorie o permanenti, in base al decorso clinico che si preannuncia lungo e difficile.

La dinamica dell’accaduto e le cause sono ancora al vaglio dell’Ats di Pavia, in particolare dell’Unità operativa complessa Prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro (UocPsal), competente per gli infortuni sul lavoro. Al momento la causa pare attribuibile a una rottura accidentale della manichetta, ma devono ancora essere accertate eventuali responsabilità. Dovranno essere analizzati i macchinari e le condizioni del luogo di lavoro, il livello di manutenzione o usura e il rispetto delle norme di sicurezza.

——————–°°°——————–

Tragedia a Sarroch, muore operaio 42enne

articolo: https://www.unionesarda.it/news-sardegna/provincia-cagliari/tragedia-a-sarroch-muore-operaio-42enne-n4oibbck

Stava smontando insieme ai colleghi un ponteggio quando è precipitato in mare: per lui non c’è stato nulla da fare

Sarroch (Cagliari), 17 agosto 2022

Tragedia questa mattina a Sarroch, dove un operaio di un’impresa d’appalto, la Turismar, è morto a seguito di un incidente.

La vittima, il 42enne Stefano Nonnis di Santadi, stava smontando insieme ad altri colleghi un ponteggio su un pontile della Saras, quando per cause ancora da accertare è caduto in mare dall’altezza di un metro e mezzo ed è colato a picco.

Nonostante i soccorsi dei colleghi, che hanno provato anche a lanciargli una ciambella, non c’è stato nulla da fare. L’uomo non è riuscito a salvarsi.

——————–°°°——————–

Caltagirone, operaio sessantenne muore folgorato mentre ripara un palo della corrente

articolo: Il Giorno | Caltagirone, operaio sessantenne muore folgorato mentre ripara un palo della corrente – Cronaca

La denuncia e il cordoglio delle organizzazioni sindacali siciliane

Caltagirone (Catania), 16 agosto 2022   

Morire di lavoro e sul lavoro anche a Ferragosto – E’ succeso nel Catanese e la vittima e un operaio sessantenne N.C. di Militello Val di Catania, ha perso la folgorato a Caltagirone mentre eseguiva un intervento di riparazione su un palo della corrente di una linea di media tensione.

Lo rendono noto Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil siciliane in un comunicato nel quale esprimono il loro cordoglio. “In attesa che la magistratura accerti le dinamiche di questo ennesimo incidente sul lavoro – scrivono le organizzazioni sindacali – ci stringiamo ai familiari per la grave perdita del congiunto. Non ci sono parole che possano esprimere il dolore e la costernazione per morti assurde che possono e devono essere evitate“.

——————–°°°——————–

Tir contro pullman migranti da Lampedusa su A1, morto conducente 15 feriti

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/sicilia/notizie/2022/08/15/-tir-tampona-2-pullman-in-a1-morto-il-conducente15-feriti-_76332738-df99-4090-84dc-1059b3831830.html

Bus con migranti da Lampedusa. Gravi danni alle auto in arrivo

(ANSA) – Scandicci (Firenze), 15 agosto 2022

Il conducente di un Tir morto e 15 feriti in un tamponamento causato dallo stesso mezzo pesante finito contro due pullman da Granturismo la notte scorsa sull’Autosole vicino a Firenze, al km 282, dopo lo svincolo.

Nei bus, secondo quanto si apprende, viaggiavano diversi immigrati già accolti presso il centro di accoglienza di Lampedusa ed erano in trasferimento verso altri centri di accoglienza.

A causa dei tanti detriti che per l’impatto si sono dispersi sulla carreggiata, diverse auto in arrivo sono rimaste danneggiate in modo grave, con rottura dei serbatoi di carburante e di pneumatici. (ANSA)

——————–°°°——————–

Operaio cade da impalcatura in piazza San Babila a Milano, grave

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/08/09/operaio-cade-da-impalcatura-in-piazza-san-babila-a-milano-grave_bb97b534-d3f8-413f-a228-9de7f947f023.html#:~:text=E%27%20successo%20nel%20cantiere%20per%20la%20costruzione%20di%20un%20parcheggio&text=Un%20operaio%20di%2064%20anni,fuoco%20e%20la%20polizia%20locale.

E’ successo nel cantiere per la costruzione di un parcheggi

(ANSA) – Milano, 09 agosto2022

Incidente sul lavoro a Milano, poco dopo le 14, in un cantiere nel centro città, quello per la realizzazione di un parcheggio in via Borgogna a due passi da piazza San Babila.

Un operaio di 64 anni è caduto da un’impalcatura molto alta e, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe precipitato in una buca realizzata per gli scavi del parcheggio.

Sul posto sono intervenuti il 118, i vigili del fuoco e la polizia locale. I soccorritori sono riusciti a recuperare l’uomo, che è stato intubato sul posto e trasportato in gravi condizioni al Policlinico di Milano. (ANSA).

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro, operaio morto nel Vercellese

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/piemonte/notizie/2022/08/08/incidente-sul-lavoro-operaio-morto-nel-vercellese_4bb54495-5dbc-4e54-acc7-7630354eb254.html

Decesso subito dopo l’arrivo al Cto di Torino per trauma cranico

Vercelli, 08 agosto 2022

Un operaio di 58 anni è morto mentre era al lavoro nello stabilimento di trattamento rifiuti “Territorio e Risorse” di Santhià (Vercelli), di proprietà del Gruppo Iren.

L’uomo, dipendente di una ditta esterna, si trovava nel cantiere di ampliamento dello stabilimento dove si produce compost a partire dagli scarti organici; stando ai primi rilievi, il gruista sarebbe stato urtato violentemente da una parte dell’impianto che stava realizzando.

Portato con l’elisoccorso al Cto di Torino, è morto poco dopo l’arrivo in ospedale per un profondo trauma cranico. Sul posto erano intervenuti carabinieri, vigili del fuoco e lo Spresal dell’Asl di Vercelli

L’incidente si è verificato nello stabilimento di trattamento Forsu di Santhià e il gruista, a causa del violento impatto, con una parte dell’impianto, ha riportato profonde ferite al capo e in altre parti del corpo. Vani i soccorsi . L’uomo è stato estratto in condizioni ormai gravissime, era rimasto incastrato nel macchinario.

——————–°°°——————–

Incidenti lavoro: colpito da pezzo di metallo, grave operaio

articolo Redazione ANSA:https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/08/08/incidenti-lavoro-colpito-da-pezzo-di-metallo-grave-operaio_616a9b55-1608-46d1-a916-a67dcbfc0008.html

Stava lavorando a un macchinario nel Bresciano

(ANSA) – Castagnato (Brescia), 08 agosto 2022

Un operaio di 36 anni è rimasto gravemente ferito da un pezzo di metallo mentre stava lavorando con un macchinario all’interno di un’azienda di Castegnato in provincia di Brescia.

L’uomo di origini egiziane dopo essere stato colpito dal materiale è caduto a terra sbattendo violentemente la testa.

Trasportato agli Spedali Civili è grave, ma non sarebbe in pericolo di vita. (ANSA).

——————–°°°——————–

Incendio alla Novelis di Pieve Emanuele: fiamme nello stabilimento, cinque intossicati

articolo: Incendio alla Novelis di Pieve Emanuele: fiamme nello stabilimento, cinque intossicati – Cronaca (ilgiorno.it)

Paura nella fabbrica che produce alluminio per una colata anomala nell’alto forno. Pompieri sul posto

Pieve Emanuele (Milano), 07 agosto 2022

Un incendio è divampato nello stabilimento della Novelis a Pieve Emanuele, in provincia di Milano, azienda che produce alluminio. A scatenare il rogo intorno alle 21.45 una colata anomala di alluminio fuoriuscita da uno alto forno . Sul posto sono state inviate dieci squadre dei Vigili del fuoco di Milano al lavoro per domare le fiamme. Non risultano esserci feriti gravi ma gli intossicati sono cinquePresente anche personale del nucleo Nbcr (Nucleare-biologico-chimico-radiologico) per sincerarsi che i colleghi operino in situazione di sicurezza.

——————–°°°——————–

Un operaio è morto cadendo da una gru nel Trapanese

articolo: https://www.agi.it/cronaca/news/2022-07-20/incidenti-lavoro-si-ribalta-gru-muore-operaio-nel-trapanese-17500136/

La vttima, Nicolò Giacalone, aveva 33 anni ed era dipendente di una azienda per la lavorazione del marmo

Customaci (Trapani), 20 luglio 2022

Incidente mortale sul lavoro in provincia di Trapani, a Custonaci. Vittima il 33enne Nicolò Giacalone. Dipendente di una azienda per la lavorazione del marmo, era alla guida di una gru che si è ribaltata, mentre si recava da Custonaci alle cave, sfondando il guardrail e finendo nelle sterpaglie sottostanti la carreggiata. 

——————–°°°——————–

Si taglia con una smerigliatrice, morto operaio a Taranto

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/puglia/notizie/2022/08/05/si-taglia-con-smerigliatrice-morto-operaio-a-taranto_cd795067-39fc-4432-9177-5fd8c84252b3.html

L’uomo, 53 anni, si è reciso l’arteria femorale

Taranto, 05 agosto 2022

Incidente mortale sul lavoro questa mattina in un capannone di via D’Annunzio, nei pressi della Vestas, a Taranto. A perdere la vita un operaio di 53 anni, originario di Sava, dipendente di una ditta metalmeccanica.

Pare che l’uomo stesse lavorando con un flex quando il disco gli ha ferito una gamba recidendogli l’arteria femorale.

Immediati sono scattati i soccorsi per tamponare l’emorragia, ma l’uomo è morto in ambulanza durante il trasporto in ospedale. Sul posto i carabinieri e gli ispettori dello Spesal per accertare l’esatta dinamica dell’incidente e stabilire eventuali responsabilità. 

——————–°°°——————–

Carrello svia da binari, 2 addetti Rfi feriti nel Senese

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/toscana/notizie/2022/08/05/carrello-svia-da-binari-2-addetti-rfi-feriti-nel-senese_4334742c-571b-4003-999f-101b600bc462.html

Sospesa linea Siena-Chiusi. Non sarebbero gravi

(ANSA) – Rapolano Terme (Siena), 05 agosto 2022

Circolazione ferroviaria temporaneamente sospesa sulla linea Siena-Chiusi in seguito allo sviamento, intorno alle 11 nella tratta Rapolano-Rigomagno, di un carrello che è finito nella scarpata adiacente ai binari, sul quale stavano operando per un intervento di manutenzione due tecnici di Rfi che sarebbero rimasti leggermente feriti.

Lo sviamento, spiega una nota, è avvenuto in seguito a un guasto meccanico le cui cause sono in corso di accertamento.

I due tecnici Rfi sono stati soccorsi dal 118 e dai vigili del fuoco. Sul posto anche personale Rfi e della Polfer. I treni regionali sono stati riprogrammati e sostituiti con bus. (ANSA)

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro nello stabilimento Carioca

articolo: https://torino.repubblica.it/cronaca/2022/08/04/news/incidente_sul_lavoro_nello_stabilimento_carioca-360354789/

Novanta giorni di prognosi per un tecnico di 57 anni

Settimo Torinese (Torino), 04 agosto 2022

Il titolare di un’azienda specializzata nella manutenzione è rimasto ferito, ieri mattina, mentre sostituiva un cancello dello stabilimento Carioca di via Verga, a Settimo Torinese. 

Il tecnico, 57 anni, residente nel Cuneese,  era impegnato  a cambiare le guide del cancello d’ingresso dell’azienda che produce pennarelli ma il cancello gli è caduto addosso e lo ha schiacciato. Il tecnico è stato soccorso dagli operai dell’azienda e poi dal 118. È stato trasportato all’ospedale Giovanni Bosco con un codice giallo, di media gravità. Non è in pericolo di vita, ma ha avuto 90 giorni di prognosi.  Sull’accaduto sono in corso gli accertamenti dei carabinieri e degli ispettori Spresal. 

Non è la prima volta che un incidente simile si verifica in Piemonte. A febbraio una donna era morta a Candiolo travolta dal cancello dell’azienda di cui era titolare il padre. Il cancello era stato spostato dal forte vento e si era sganciato dai perni. Sempre a febbraio  a Occimiano un operaio di 35 anni era rimasto schiacciato da un cancello che si era staccato dai cardini dopo essere stato urtato da un muletto in manovra guidato da un collega. L’uomo era stato trasportato in condizioni gravissime all’ospedale di Alessandria.

——————–°°°——————–

Travolto da un sacco, muore un operaio in fabbrica nel Sannio

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2022/08/02/travolto-da-un-sacco-muore-un-operaio-in-fabbrica-nel-sannio_ed75e369-491e-4251-8276-560c564f118d.html

Vittima un 58enne: stava effettuando turno di notte

Sannio (Benevento), 02 agosto 2022

Un operaio di 58 anni è morto dopo essere stato travolto da un voluminoso sacco pieno di polimeri di materia prima plastica durante la notte mentre effettuava il suo turno di lavoro in una fabbrica specializzata in materie plastiche alle porte di Benevento.

L’incidente sarebbe accaduto intorno alle 3.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra mobile del capoluogo sannita.

E’ Pellegrino Ciotta, 58 anni, di Vitulano (Benevento), l’operaio morto intorno alle tre di questa mattina durante il suo turno di lavoro. Ciotta, che lavorava in una fabbrica specializzata nella realizzazione di materie plastiche alle porte di Benevento, sarebbe stato travolto da un saccone pieno di polimeri di materia prima plastica in seguito alla rottura di alcune cinghie che tenevano sollevato il contenitore. A nulla sono valsi i soccorsi dei sanitari del 118. L’uomo è deceduto all’ospedale “San Pio” di Benevento per le gravi ferite riportate soprattutto al capo. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato mentre la Procura ha aperto un fascicolo. L’operaio lascia una moglie con figli. “Era una persona per bene – commenta il sindaco di Vitulano Raffaele Scarinzi – un grande lavoratore. Non ci sono parole di fronte a questa ennesima tragedia sul lavoro che questa volta ha colpito la nostra comunità”.

——————–°°°——————–

Luglio 2022

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro, 73enne investito dal ritorno di fiamma nella sua azienda a Bresso: ustioni su tutto il corpo

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/07/31/news/incidente_lavoro_bresso_uomo_ustionato-359860496/

L’uomo era al lavoro nella ditta di componenti per l’automazione, non è chiaro come sia avvenuto l’incidente

Bresso (Milano), 31 luglio 2022

Un uomo di 73 anni è rimasto gravemente ustionato questa mattina mentre lavorava nell’azienda di cui è il titolare a Bresso, nel Milanese, in via Campestre 47.

L’azienda di componenti per automazione oggi è chiusa ma il titolare era comunque al lavoro questa mattina ed è rimasto ustionato con un ritorno di fiamma, che gli ha procurato ustioni di primo, secondo e terzo grado su tutto il corpo. Il 73enne è stato portato all’ospedale Niguarda di Milano in codice rosso.

Sono in corso gli accertamenti sulla dinamica dell’incidente da parte dei carabinieri di Sesto San Giovanni e dell’Ats.

——————–°°°——————–

Morti sul lavoro, operaio 37enne muore in fabbrica a Catania

articolo: Morti sul lavoro, operaio 37enne muore in fabbrica a Catania – la Repubblica

L’incidente è avvenuto alla Ecometalli srl

Catania, 29 luglio 2022

Un operaio di 37 anni è morto alla Ecometalli srl, l’azienda che a Catania si occupa di raccolta e commercio di metalli. Ancora non sono chiare le cause dell’incidente. Secondo le prime indiscrezioni, la morte sarebbe stata provocata dallo scoppio di un mezzo all’interno dello stabilimento. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Catania e specialisti dell’Asp per accertare le cause dell’incidente

Sappiamo soltanto che oggi alla Zona industriale in un’azienda di rottamazione metalli è morto di lavoro un uomo di 37 anni. E tanto basta! A magistratura e investigatori ci affidiamo perché facciano luce sull’accaduto rispondendo alla richiesta di verità, di giustizia, dei familiari della vittima. Noi, però, chiediamo anche altro: rivendichiamo prevenzione e controlli, quindi un significativo aumento di organici negli Ispettorati del Lavoro che in Sicilia dipendono dalla Regione”, dice la segretaria generale della Uil di Catania, Enza Meli, che sottolinea: “Non ci bastano le promesse, gli impegni generici assunti da un esponente del governo siciliano dopo la nostra manifestazione di mercoledì a Palermo. Dalle istituzioni politiche vogliamo fatti concreti, perché questa strage possa finire.

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, operaio 51enne muore folgorato in una azienda di Annone Brianza

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/07/27/news/incidenti_lavoro_morto_folgorato_operaio_oggiono_lecco-359352649/

L’elettricista stava lavorando su un impianto. Soccorso in arresto cardiaco, è morto all’arrivo in ospedale

Annone Brianza ( Lecco), 27 luglio 2022

E’ morto poco dopo il suo arrivo in ospedale a Lecco un operaio 51enne, residente a Oggiono (Lecco) folgorato in un’azienda di Annone Brianza (Lecco) nel tardo pomeriggio di ieri.

Poco prima della chiusura del turno della giornata, l’elettricista che stava lavorando su un impianto della ditta brianzola, è rimasto folgorato ed è stato soccorso in arresto cardiaco dai medici giunti dall’ospedale di Lecco.

L’operaio è stato subito soccorso dall’equipe medica giunta sul piazzale dell’azienda brianzola, trasportato d’urgenza all’ospedale Manzoni di Lecco, dove è morto poco dopo il suo arrivo. Sull’infortunio mortale è stata aperta un’inchiesta, affidata ai carabinieri, mentre i tecnici Ats stanno verificando se erano state adottate le misure di sicurezza.

——————–°°°——————–

Tragedia sul lavoro nel napoletano: imprenditore muore schiacciato da una lastra di marmo

articolo: https://www.napolitoday.it/cronaca/morte-sul-lavoro-roccarainola.html

Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il 118. Il sopralluogo è stato effettuato dai carabinieri della locale stazione insieme al personale dell’Asl di Napoli. L’area è stata sottoposta a sequestro

Roccarainola (Napoli), 26 luglio 2022

Questa mattina verso le 10.30 a Roccarainola i carabinieri della locale stazione sono intervenuti presso un’azienda di marmi in via IV Novembre, dove poco prima il titolare, Giovanni De Sarno di anni 55, era deceduto.

Dai primi accertamenti dei militari dell’Arma pare che l’imprenditore sia stato schiacciato da una lastra di marmo caduta accidentalmente sul pavimento. Il personale del 118 intervenuto ne ha constatato il decesso per “schiacciamento della cassa toracica”.

Il sopralluogo è stato effettuato dai carabinieri della locale stazione insieme al personale dell’Asl di Napoli. L’area è stata sottoposta a sequestro.

L’autorità giudiziaria di Nola ha disposto per la salma l’autopsia presso l’ospedale II Policlinico di Napoli.

——————–°°°——————–

Genova, operaio cade e muore mentre monta una finestra

articolo: Genova, operaio cade e muore mentre monta una finestra (mediaset.it)

Lumarzo (Genova), 26 luglio 2022

Un serramentista di circa 60 anni è morto a Lumarzo, nell’entroterra di Genova, dopo essere precipitato dal terzo piano di una casa mentre montava una finestra.

Sul posto sono intervenuti il personale del 118 e i vigili del fuoco, ma per l’uomo era ormai troppo tardi. L’operaio avrebbe perso l’equilibrio candendo per oltre sei metri di altezza. Ad assistere alla tragedia il figlio, che stava lavorando presso lo stesso immobile con un’altra ditta. Sul caso hanno aperto un’indagine i carabinieri e gli ispettori dell’Asl. La vittima lascia la moglie e un’altra figlia.

——————–°°°——————–

Operaio 18enne resta con le mani schiacciate in una pressa nel Milanese: è grave

articolo di Manuela Messina: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/07/23/news/infortuni_sul_lavoro_milano-358895287/

Il giovane stava lavorando con il macchinario quando per cause ancora da accertare è rimasto intrappolato. Ha riportato gravi fratture ed è ricoverato in ospedale dove sarà sottoposto a intervento chirurgico

Novate Milanese (Milano) 23 luglio 2022

Ennesimo incidente sul lavoro sabato pomeriggio nel Milanese. A rimanere ferito gravemente, con entrambe le mani rimaste schiacciate dalla pressa di un macchinario industriale, è un ragazzo egiziano, di soli 18 anni, residente a Milano. L’infortunio è avvenuto intorno alle 14. Stava lavorando su un macchinario in un’azienda in appalto alla “A2a Recycling”, che si occupa del commercio all’ingrosso di materiali di recupero non metallici, come vetro, carta e cartoni, in via Beltrami, a Novate Milanese. Poco dopo, l’infortunio con entrambe le mani rimaste incastrate.

Pur non essendo in pericolo di vita, il 18enne ha riportato fratture multiple alle dita ed è stato trasportato in codice rosso alla Clinica Multimedica di Sesto San Giovanni. L’ospedale ha infatti un reparto specializzato nella chirurgia della mano, dove il giovane verrà operato d’urgenza per evitare di riportare danni permanenti. Lo hanno raggiunto i genitori, mamma e papà entrambi di origine egiziana e in Italia da anni.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti il 118, con un’automedica e un’autoambulanza. Per compiere i dovuti accertamenti e indagare sul caso c’è la polizia locale di Novate Milanese, guidata da Francesco Rizzo e Sergio Felisari. Da una prima ricostruzione, il 18enne aveva iniziato a lavorare poco più di un mese fa. Il suo contratto, regolare, riporta come data di inizio il 22 giugno. Era però a tempo determinato: sarebbe scaduto quest’anno al 31 dicembre, dopo sei mesi. 

——————–°°°——————–

Colpito in testa da un tubo Fuori pericolo l’operaio ferito

Il quarantottenne era impegnato nella bonifica dell’ex deposito Atm in via 20 Settembre

articolo di Francesca Grillo: https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/colpito-in-testa-da-un-tubo-fuori-pericolo-loperaio-ferito-1.7912428

Corsico (Milano), 22 luglio 2022

È fuori pericolo l’operaio ferito ieri pomeriggio all’interno di un cantiere. Le condizioni sono sembrate all’inizio molto gravi: i soccorritori, arrivati con l’elicottero del 118 e con un’ambulanza, lo hanno stabilizzato e portato in ospedale, in codice giallo. L’operaio 48enne, origini straniere, si trovava in via 20 Settembre, nel cantiere dell’ex deposito Atm, ora in fase di bonifica e rimozione di tutto ciò che rimaneva dopo anni di chiusura. Insieme ai colleghi, stava lavorando sullo “scheletro” del tetto, quando uno dei tubi della copertura è scivolato e lo ha colpito in testa. Il cilindro di pesante metallo è piombato al suolo, per circostanze ancora da chiarire. Dalle primissime informazioni, all’origine dell’incidente ci sarebbe un errore umano e non un malfunzionamento dei macchinari utilizzati nel cantiere, ma sarà la polizia locale, giunta sul posto in pochi minuti, a verificare l’esatta dinamica dell’infortunio sul lavoro. L’uomo ha riportato un trauma cranico, ma è rimasto sempre cosciente. Ha raccontato agli agenti che uno dei cilindri del tetto è caduto e lo ha colpito in testa, per fortuna senza conseguenze irreparabili. L’operaio è stato affidato alle cure mediche per tutti gli accertamenti. La polizia locale sta invece effettuando rilievi e approfondimenti per chiarire la dinamica.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro a Cernusco, 33enne precipita da 6 metri: è gravissimo

L’uomo è caduto da una scala mentre stava installando l’insegna di un locale

articolo: Incidente sul lavoro a Cernusco, 33enne precipita da 6 metri: è gravissimo – Cronaca – ilgiorno.it

Cernusco sul Naviglio (Milano), 22 luglio 2022

Grave incidente sul lavoro a Cernusco sul Naviglio, nel Milanese. Un uomo di 33 anni è caduto da una scala facendo un volo di circa sei metri e rimanendo gravemente ferito. E’ successo in via Giordano Colombo, dove l’operaio era impegnato ad attaccare l’insegna di un locale. Immediatamente sono scattati i soccorsi e sul posto sono arrivati gli uomini della Centrale unica per l’emergenza urgenza con ambulanza ed elisoccorso. Dopo essere stato intubato, l’uomo è stato trasportato all’Humanitas di Rozzano. Le sue condizioni sono gravi, nella caduta l’operaio avrebbe battuto la testa riportando un forte trauma cranico.

Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco e gli agenti della polizia locale. Al vaglio l’esatta dinamica dell’incidente per verificare se siano state rispettate tutte le norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro in fonderia Operaio si amputa un braccio

articolo di Lucia Gentili: https://www.ilrestodelcarlino.it/macerata/cronaca/incidente-sul-lavoro-in-fonderia-operaio-si-amputa-un-braccio-1.7908915

Un 29enne di Urbisaglia in gravi condizioni: corsa contro il tempo per salvare l’arto

Caldarola (Macerata), 22 luglio 2022

Grave incidente sul lavoro, ieri sera intorno alle 20.30, alla fonderia Lead Time di Caldarola. Secondo le prime ricostruzioni, un giovane operaio addetto alla manutenzione, un 29enne residente a Urbisaglia (originario di Tolentino), stava lavorando ad un macchinario, una trancia a caldo, quando, per cause in corso di accertamento, si è tagliato il braccio destro, poco sotto il gomito. Subito è stato dato l’allarme e sono arrivati i soccorsi. Gli operatori sanitari del 118, con il medico, vista la gravità dell’infortunio hanno allertato l’eliambulanza per il trasporto in codice rosso all’ospedale regionale Torrette di Ancona (dove si trova il reparto chirurgia ricostruttiva e chirurgia della mano). Sul posto, per i rilievi, anche i carabinieri della Compagnia di Tolentino, in particolare una pattuglia del Norm nucleo operativo radiomobile, e gli ispettori dello Spsal (Servizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell’Asur), che hanno condotto da prassi le prime indagini sul posto per ricostruire la vicenda, per comprendere la dinamica e capire le cause. Gli accertamenti sono proseguiti fino a tardi per recuperare le informazioni. Il giovane operaio non dovrebbe essere in pericolo di vita; nelle prossime ore si vedrà quanto sarà possibile recuperare l’arto amputato. La dinamica dell’infortunio è da ricostruire, e ieri sera intorno alle 22 gli esperti dell’ufficio dell’Area Vasta 3 erano ancora al lavoro per ricostruire l’accaduto.

——————–°°°——————–

Operaio morto alla Thermoplay, procura di Aosta apre inchiesta

articolo Redazione ANSA: Operaio morto alla Thermoplay, procura di Aosta apre inchiesta – Valle d’Aosta – ANSA.it

Per omicidio colposo, accertamenti su misure di sicurezza

Pont-Saint-Martin (Valle D’Aosta), 21 luglio 2022

La procura di Aosta ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, al momento a carico di ignoti, dopo l’incidente sul lavoro in cui il 21 luglio ha perso la vita Davide Tommaso De Stasio, di 47 anni, di Perosa Canavese (Torino).

L’incidente è avvenuto in un’area industriale nello stabilimento della Thermoplay di Pont-Saint-Martin, azienda specializzata nella progettazione e produzione di sistemi d’iniezione a canale caldo per lo stampaggio di materie plastiche.

Le indagini dovranno accertare se c’è stata negligenza e soprattutto se sono state rispettate tutte le misure di sicurezza in materia di lavoro.
L’uomo, dai primi accertamenti, si trovava su di una griglia che, per cause da accertare, si è spostata facendolo precipitare per circa tre metri all’interno di un pozzetto. 

——————–°°°——————–

Cefalù, operaio 51enne precipita nel cantiere ferroviario: «Era senza imbracatura». Scatta sciopero

articolo di Marco Santoro : https://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/palermo/cronaca/22_luglio_21/cefalu-operaio-51enne-precipita-cantiere-ferroviario-era-senza-imbracatura-e7460908-08fb-11ed-803f-017e980511c4.shtml?fbclid=IwAR05GRIPloP97GqmIwpiOuCLRb4oOmYar0uLIrY8RCW5YfrJE_HlT7nBsUA

Antonino Tamburo è caduto dal tetto di un capannone, insorgono i sindacati: sciopero di 24 ore

Cefalù (Palermo), 21 luglio 2022

Un uomo di 51 anni, Antonino Tamburo, originario di Cefalù, ha perso la vita mentre era al lavoro nel cantiere che si sta occupando del progetto per il raddoppio ferroviario Ogliastrillo-Castelbuono, nella zona di Cefalù. Ne dà notizia il segretario provinciale della Fillea Cgil, Piero Cerauolo. Da quanto hanno appreso i sindacati, l’uomo sarebbe caduto nel vuoto durante la sostituzione di alcuni pannelli sulla copertura di un capannone che funge da riparo della «talpa» meccanica utilizzata per lo scavo della galleria in contrada Ogliastrillo.

Fillea: «Senza protezioni» «Ancora una tragedia sul lavoro, ancora un appello alla sicurezza nei grandi cantieri pubblici che cade nel vuoto». C’è tanta amarezza nelle parole di Piero Ceraulo, il segretario provinciale della Fillea di Palermo. «A noi risulta che sarebbe mancata l’imbracatura – afferma il sindacalista – e questo è inammissibile. I controlli sulla sicurezza non possono essere un’opzione, le istituzioni devono intervenire con fermezza. Proprio sulle grandi opere pubbliche, il sindacato ha più volte richiesto maggiori controlli, un rafforzamento delle misure di sicurezza. Gli scavi in galleria, in modo particolare – ha aggiunto Ceraulo richiedono maggiore attenzione. Le morti sul lavoro restano una ferita aperta, la lista si allunga soprattutto nei mesi estivi. Siamo vicini alla famiglia dell’operaio deceduto che aiuteremo, ma questa carneficina deve finire, e deve finire subito». continua a leggere

——————–°°°——————–

Operaio muore per un malore alla Dana Graziano di Rivoli. La Fiom: “Troppo caldo nelle fabbriche”

articolo: https://torino.repubblica.it/cronaca/2022/07/21/news/operaio_muore_in_fabbrica-358660828/?ref=RHTP-BH-I358461780-P4-S8-T1

L’uomo è svenuto e ha battuto la testa, i colleghi lasciano il lavoro per lo choc. Domani otto ore di sciopero ai cancelli

Rivoli (Torino), 21 luglio 2022

Un operaio della Dana Graziano di Rivoli, azienda di ingranaggi per i cambi di camion, è morto mentre stava lavorando. Lo rende noto la Fiom Cgil di Torino. La dinamica – spiega in un comunicato – non è ancora chiara, sembra sia svenuto per un malore e abbia battuto la testa con violenza.

I lavoratori hanno abbandonato la fabbrica per il forte choc e per rispetto del collega. Per domani sono state dichiarate otto ore di sciopero con presidio ai cancelli della fabbrica.

Spetterà agli organi preposti fare chiarezza su questo tragico incidente sul lavoro. Dalle prime notizie che siamo riusciti ad avere il lavoratore potrebbe essersi sentito improvvisamente male, ma non sappiamo ancora i motivi che hanno provocato il mancamento. Certo che il caldo di questi giorni non aiuta. Sono tanti i nostri delegati che stanno segnalando malori in fabbrica dovuti appunto al caldo intenso di queste settimane.

È necessario intervenire nei luoghi di lavoro per garantire pause aggiuntive, diminuire i ritmi produttivi e assicurare la corretta idratazione delle lavoratrici e dei lavoratori. Noi lo stiamo
facendo, purtroppo non sempre le aziende sono disposte ad ascoltare e prendere i giusti provvedimenti
” spiega Edi Lazzi segretario generale della Fiom di Torino.

Sempre per il calore martedì gli operai di Mirafiori hanno incrociato le braccia, sempre sostenuti dalla Fiom, per protestare contro l’eccessivo caldo in linea di montaggio e i ritmi di lavoro troppo sostenuti.

——————–°°°——————–

Grave infortunio sul lavoro a Rozzano: operaio 30enne ricoverato in prognosi riservata in Humanitas

articolo di Redazione Cronaca: https://pocketnews.it/grave-infortunio-sul-lavoro-a-rozzano-operaio-30enne-ricoverato-in-prognosi-riservata-in-humanitas/?fbclid=IwAR1bpzc7h7TTptDR4oRD0qN-UfEG0cH1w0qmOMQ5AvSeW9KtxUk9GAP9P9I

Sull’episodio è in corso un’indagine della Polizia locale. A due giorni dalla tragedia, non è ancora chiaro cosa è successo

Rozzano (Milano) 21 luglio 2022

Grave infortunio sul lavoro a Rozzano: un giovane di 30 anni è rimasto ferito mentre si trovava all’interno della sua azienda ed è stato ricoverato in prognosi riservata all’Humanitas. L’incidente è avvenuto lunedì. L’operaio ha riportato traumi che ne hanno messo in pericolo la vita.

Sull’episodio è in corso un’indagine della Polizia locale. A due giorni dalla tragedia, non è ancora chiaro cosa è successo. Gli agenti stanno facendo i rilievi e interrogando eventuali testimoni, in primis i colleghi della vittima. La ditta, aperta in via Marconi, si occupa di componentistiche di metallo. Lunedì sembrava che tutto procedesse regolarmente. Poi all’improvviso l’incidente.

Sul posto sono accorsi i volontari di un’ambulanza che viste le condizioni del ferito, lo hanno trasportato con urgenza la pronto soccorso dell’Humanitas, dove è stato ricoverato in prognosi riservata.

——————–°°°——————–

Incidenti lavoro: agricoltore muore schiacciato da trattore

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/calabria/notizie/2022/07/20/incidenti-lavoro-agricoltore-muore-schiacciato-da-trattore_42289f1a-0500-49e9-8dd2-7b91229074be.html

Disgrazia nel Vibonese, il mezzo si è capovolto

(ANSA) – Vibo Valentia, 20 luglio 2022

Un agricoltore, Fortunato Ranieli, di 34 anni, di San Calogero, è morto dopo essere stato schicciato dal trattore che stava guidando.

L’uomo stava arando un appezzamento di terreno nelle campagne della frazione Calimera ed era diretto in un terreno in località “Fornace” quando il mezzo si è ribaltato.

Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente. Vani i tentativi di soccorso messi in atto dai sanitari del 118. Sul posto è giunto anche un elisoccorso ma l’intervento non è servito.
Il giovane lascia moglie e un figlioletto nato appena pochi mesi fa.

Le indagini sull’accaduto per accertare eventuali responsabilità sono state avviate dai carabinieri. (ANSA)

——————–°°°——————–

Operaio travolto da uno scaffale: è grave

articolo di Francesco Zuppiroli: https://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/cronaca/operaio-travolto-da-uno-scaffale-e-grave-1.7898499

Un 39enne era nei magazzini di Mondo Convenienza a Monte Colombo quando la struttura ha ceduto: è stato elitrasportato al Bufalini

Taverna di Monte Colombo (Rimini), 19 luglio 2022

Un cedimento improvviso, la paratia del soppalco che cede e poi frana a terra, travolgendo un operaio al lavoro. È stata sfiorata la tragedia, l’ennesima morte ’bianca’ sul posto di lavoro, ieri mattina attorno alle 10, all’interno del magazzino di Mondo Convenienza a Taverna di Monte Colombo, in via Chitarrara, laddove un magazziniere di 39 anni stava prestando servizio, quando improvvisamente e per cause che ora sono al centro delle indagini e degli accertamenti di cui sono titolari gli operatori della Medicina del lavoro, una paratia di un soppalco ha ceduto, crollando così addosso all’operaio il quale è stato scaraventato a terra, dopo un volo di alcuni metri di altezza.

Subito dopo il grave incidente, la situazione è subito apparsa preoccupante e la richiesta di aiuto ai sanitari è corsa velocemente. Sul posto si sono infatti precipitati gli operatori del 118, che hanno liberato l’operaio 39enne dal peso della scaffalatura e delle merci che vi erano riposte al di sopra e che sono franate con essa durante l’incidente. Le condizioni del magazziniere, che a seguito della caduta ha riportato numerose lesioni, hanno quindi imposto un celere intervento, con l’arrivo anche dell’elisoccorso, che ha quindi consentito il trasporto del ferito all’ospedale Bufalini di Cesena.

Le condizioni dell’uomo sono apparse immediatamente piuttosto gravi, seppure il 39enne ora si trovi fuori pericolo di vita e le lesioni riportate a seguito della caduta e del crollo della scaffalatura sul suo corpo siano state giudicate guaribili con una prognosi di trenta giorni. continua a leggere

——————–°°°——————–

Elettricista morto folgorato a Prato

articolo: https://www.ansa.it/toscana/notizie/2022/07/19/elettricista-muore-folgorato-a-prato_f66efac9-1ded-46f7-93b6-b78ecdda8695.html

49enne vittima incidente mentre lavorava in un ristorante

(ANSA) – Prato (Firenze), 19 luglio 2022

Un elettricista di 49 anni, Gianni Gesualdi, è morto oggi mentre stava effettuando un intervento all’interno di un ristorante in via Tinaia, nel centro storico di Prato.

L’uomo, residente a Montemurlo, stava lavorando all’impianto elettrico del ristorante quando sarebbe stato folgorato da una scarica elettrica.

Dopo l’allarme immediato di chi si trovava nel locale, i soccorsi sono purtroppo risultati vani: l’uomo era già deceduto. Sul posto, assieme al magistrato di turno, sono intervenuti i tecnici del dipartimento di Prevenzione dell’Asl Toscana centro: il quadro elettrico al quale stava lavorando l’elettricista è stato posto sotto sequestro. Tutto è accaduto intorno alle 9. La procura ha disposto l’autopsia.
    “Una nuova morte sul lavoro che porta ad interrogarci ancora una volta sul tema della sicurezza, sulle precauzioni necessarie da adottare per evitare tragedie come questa – afferma il sindaco di Montemurlo Simone Calamai -. In questo momento di dolore non ci sono parole giuste per esprimere il dolore. L’ho detto per Luana D’Orazio” morta un anno fa per un incidente sul lavoro un’azienda di Montemurlo, “e, purtroppo, lo ripeto oggi: di lavoro non si può morire. Basta alle morti bianche“. (ANSA).

——————–°°°——————–

Furgone contro camion, due morti nel Padovano

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/veneto/notizie/2022/07/18/furgone-contro-camion-due-morti-nel-padovano_62a4a217-0309-4227-b1fc-b214873337e1.html

Incidente stamani a San Pietro in Gu lungo la ‘Postumia’

(ANSA) – Venezia, 18 luglio 2022

Due persone sono morte in uno scontro frontale tra un furgone e un camion con rimorchio avvenuto stamani, poco dopo le 6, lungo la SS 53 Postumia, nei pressi della stazione ferroviaria di San Pietro in Gu (Padova).

I vigili del fuoco, arrivati sul posto da Cittadella (Padova), hanno messo in sicurezza i mezzi ed estratto dal furgone, finito nel fossato a bordo strada, guidatore e passeggero.

Il medico del Suem non ha potuto far altro che constatare la morte dei due, cittadini stranieri di 28 e 36 anni. Illeso invece l’autista del mezzo pesante.
Durante i soccorsi il traffico è rimasto bloccato. Sul poso le forze dell’ordine per deviare il traffico ed effettuare i rilievi per determinare le cause del sinistro. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate dopo circa due ore. (ANSA).

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, operaio 58enne morto schiacciato da un macchinario in provincia di Lecco

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/07/18/news/incidenti_lavoro_operaio_morto_introbio_lecco_schiacciato_macchinario-358248729/

E’ accaduto in una azienda edile di Introbio, il mezzo era in movimento quando l’uomo è stato colpito al torace

Introbio (Lecco), 18 luglio 2022

E’ deceduto all’ospedale Manzoni di Lecco il 58enne rimasto schiacciato in mattinata in un’azienda edile di Introbio (Lecco).

Aveva appena iniziato il turno di lavoro, quando – per cause al vaglio dei carabinieri – è rimasto schiacciato da un mezzo in movimento. Subito soccorso dai colleghi, è stato trasportato con l’elisoccorso in ospedale, dove è morto per i traumi riportati al torace.

Il 58enne, di origini straniere, risiedeva con la famiglia a Pasturo. E’ stata aperta dalla Procura di Lecco un’inchiesta, Oltre ai carabinieri, sono in corso accertamenti da parte dei tecnici di Ats sulle misure di sicurezza adottati dalla ditta.

——————–°°°——————–

Nel Salernitano rider morto in un incidente stradale: stava facendo l’ultima consegna

articolo di Mariella Parmendola: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/07/17/news/nel_salernitano_rider_morto_in_un_incidente_stradale_stava_facendo_lultima_consegna-358109159/?ref=RHTP-BH-I358117100-P3-S5-T1

Ancora una vittima sul lavoro: scontro ad Angri tra il suo scooter e un’auto

Angri (Salerno), 17 luglio 2022

Aveva lavorato tutta la sera per consegnare pizze. Stanco era tornato a casa dalla sua famiglia a Sant’Antonio Abate. Poi l’ultima chiamata di venerdì sera a cui non ha detto di no. Un rider di 47 anni, Giuseppe Cannavacciuolo, è morto in ospedale per le ferite riportate in un incidente stradale avvenuto ad Angri, a poca distanza dal piccolo comune dove viveva.

Aveva bisogno di quel lavoro da pony express e aveva rassicurato la sua famiglia con un “vado e torno presto“, rispondendo alla chiamata di una nota società di delivery. E, invece, il suo scooter dopo le 23 si è scontrato con un’auto a via De Goti. Portato al pronto soccorso d’urgenza, è morto nell’ospedale di Nocera Inferiore. Aperta un’inchiesta per accertare le responsabilità nel terribile impatto tra il suo motorino Beverly e una Ford Fiesta, al cui interno c’erano tre ventenni di cui due feriti lievemente. Diverso il destino del rider. Per lui non c’è stato niente da fare. Dopo la sua morte si riapre il tema delle vittime sul lavoro in un settore in cui si guadagna pochissimo e si lavora molte ore senza diritti e nel massimo del precariato. 

Lo dice addolorato il sindaco di Angri Cosimo Ferraioli: “Un’altra morte bianca in un incidente fatale la cui dinamica verrà chiarita nelle prossime ore. L’ennesima strage silenziosa che ci obbliga a riflettere sulla sempre più precaria situazione italiana della sicurezza sul lavoro, nella fattispecie in un settore come quello del delivery in cui, paradossalmente, la domanda cresce, i rischi per la propria incolumità sono maggiori e le paghe invece sempre più basse“.

Perciò il primo cittadino auspica una riforma del settore: “Un paese può essere definito civile se difende e tutela la dignità della persona sul lavoro e il suo sacrosanto diritto alla sicurezza, qualsiasi sia l’occupazione. Ma l’incidente di ieri sera, come gli altri 1221 solo nel 2021, dimostrano che la strada in Italia è ancora lunga e il tempo per agire sempre più corto“. La sua voce si unisce a quella dei tanti che in queste ore ricordano la vittima: “Pino non si risparmiava mai. Era una persona buona e un gran lavoratore“. 

——————–°°°——————–

Brescia, muore folgorato mentre scarica il camion in un cantiere della Tav

articolo: https://www.ilgiorno.it/brescia/cronaca/calcinato-morto-folgorato-camion-1.7890619

L’incidente è avvenuto nell’area deposito della terra rimossa

Calcinato (Brescia) – 16 luglio 2022

È morto folgorato mentre stava scaricando dal camion materiale di scavo di uno dei tunnel della Tav di Lonato. Il tragico incidente sul lavoro si è verificato questa mattina a Calcinato, nell’area deposito della terra rimossa dal cantiere. La vittima è un 60enne.

Secondo una prima ricostruzione, l’autista del camion stava eseguendo le operazioni di scarico del materiale di riporto quando, per cause ancora da accertare, il mezzo è entrato in contatto con un cavo dell’alta tensione. Per l’uomo non c’è stato nulla da fare, è morto sul colpo. 

L’ipotesi è che il cassone del camion sollevandosi sia venuto in contatto con i cavi trasmettendo all’uomo la scarica elettrica fatale. La vittima era sola al momento dell’incidente: a trovarlo sono stati alcuni colleghi che, arrivati sul luogo intorno alle 13.30, hanno visto il conducente del camion a terra. Subito hanno lanciato l’allarme ma i soccorritori non hanno potuto fare nulla: il 60enne era già morto

——————–°°°——————–

Travolto da mietitrebbia, 71enne muore nel Pescarese

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/abruzzo/notizie/2022/07/16/travolto-da-mietitrebbia-71enne-muore-nel-pescarese_b2a997ae-6815-4cef-9a5a-6ecf6c62356e.html

L’incidente nella campagne di Abbateggio

(ANSA) – Abbateggio (Pescara), 16 luglio 2022

Travolto da una mietitrebbia mentre lavorava nelle campagne di Abbateggio (Pescara), nella Valle Giumentina: così è morto un 71enne del posto questa mattina.

Dopo una chiamata pervenuta alla sala operativa del 118 sul luogo dell’incidente è arrivato l’elisoccorso, ma i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo.

Intervenuti anche i carabinieri. (ANSA)

——————–°°°——————–

Elefante colpisce addetta Safari park, grave in ospedale

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/calabria/notizie/2022/07/15/elefante-colpisce-addetta-safari-park-grave-in-ospedale_647ca1d0-cb8b-4959-a8e5-d6031c6ca710.html

Incidente nel catanzarese, donna non sarebbe in pericolo di vita

(ANSA) – Catanzaro, 15 luglio 2022

Una donna di 46 anni è rimasta gravemente ferita oggi mentre accudiva un elefante nel Safari Park di Maida, una struttura che si trova nel catanzarese.

La donna, soccorsa con l’eliambulanza, è stata portata nell’ospedale di Catanzaro, dove si trova ricoverata in prognosi riservata per gravi lesioni.

Secondo quanto si è appreso, comunque, non sarebbe in pericolo di vita.

L’incidente è avvenuto nel pomeriggio, la donna, dipendente del Safari Park, stava accudendo l’elefante come fa giornalmente quando, improvvisamente, l’animale si è mosso colpendola con la proboscide e con una zampa. Subito soccorsa è stata portata in ospedale.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Girifalco che hanno avviato gli accertamenti su quanto accaduto.(ANSA).

——————–°°°——————–

Pogliano Milanese, braccio incastrato in macchinario: grave operaio di 26 anni

articolo: Pogliano Milanese, braccio incastrato in macchinario: grave operaio di 26 anni – Cronaca (ilgiorno.it)

Pogliano Milanese (Milano), 15 luglio 2022

Incidente nel Milanese. Un operaio di 26 anni è rimasto con il braccio incastrato in un macchinario. Secondo quanto riferito il giovane è in condizioni gravi.  L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di oggi, venerdì 15 luglio, all’interno di un’azienda di Pogliano Milanese (Milano). Il 26enne è stato portato in elicottero all’ospedale San Gerardo di Monza. Sul posto, oltre agli operatori del 118, i carabinieri di Legnano e i vigili del fuoco. Da accertare l’esatta dinamica dell’accaduto. 

——————–°°°——————–

Operaia travolta da un carrello elevatore in fabbrica: gravissima. Colleghi sotto choc, attività sospesa

articolo di Redazione: Operaia travolta da un carrello elevatore in fabbrica: gravissima. Colleghi sotto choc, attività sospesa (ilgazzettino.it)

Vallenoncello (Pordenone), 15 luglio 2022

Grave infortunio sul lavoro questa mattina, venerdì 15 luglio, alla Electrolux Professional. Un’operaia, per cause ancora in corso di accertamento, è stata travolta da un carrello elevatore in movimento che le ha schiacciato le gambe. La donna è stata inizialmente soccorsa dai compagni di lavoro, che hanno subito allertato il 112. La sala operativa regionale del soccorso (Sores) ha inviato a Vallenoncello automedica, ambulanza ed elisoccorso.

L’infortunata era vigile, ma le sue condizioni sono molto gravi. E’ stata trasportata in codice rosso in ospedale a Pordenone. Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del fuoco e la Polizia di Stato, oltre al personale dell’Azienda sanitaria esperti di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Gli operai erano sotto choc e l’azienda ha deciso di sospendere l’attività lavorativa nel reparto. “I lavoratori sono stati mandati a casa – spiegano in una nota le Rsu Rls Fim, Fiom, Uilm – La copertura della giornata verrà definita nei prossimi giorni“. Dopo un sopralluogo in qualità di Rsu e Rls, convocheranno un incontro con l’azienda per ulteriori chiarimenti sull’infortunio.

——————–°°°——————–

Tragedia sul lavoro, 77enne perde la vita rotolando su un pendio con il Bobcat

articolo: https://giornalenordest.it/tragedia-sul-lavoro-77enne-perde-la-vita-rotolando-su-un-pendio-con-il-bobcat/

Tragedia sul lavoro, ieri pomeriggio, giovedì 14 luglio, nella zona udinese di Ravascletto.

Ravascletto (Udine), 14 luglio 2022

Mario Da Pozzo, classe ’45 del posto, ha perso la vita mentre stava lavorando vicino a Casera Tarondon, sulla panoramica delle vette.
Per cause non ancora chiare, l’uomo è precipitato lungo il pendio assieme al Bobcat, un piccolo escavatore che stava manovrando.
A notarlo è stato un pastore che ha dato l’allarme.

Sul posto è immediatamente arrivato l’elisoccorso regionale: il medico ha trovato lo sfortunato una cinquantina di metri sotto il livello della strada e il bobcat più in basso, ad un centinaio di metri.
Erano le 16 e sul posto erano sopraggiunti anche uomini del Soccorso Alpino, i Vigili del Fuoco, la Guardia di Finanza, I Carabinieri.

Troppo tardi. Il medico non ha potuto far altro che constatare il decesso.

——————–°°°——————–

Operaio muore schiacciato da un camion nel Pavese

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/07/14/operaio-muore-schiacciato-da-un-camion-nel-pavese_c57244f5-3844-46a9-a4c4-083dd02f624a.html

L’incidente mentre stava tagliando degli alberi in un terreno

(ANSA) – Pavia 14 luglio 2022

Un operaio 60enne è morto schiacciato da un camion mentre stava partecipando alle operazioni di taglio degli alberi in un terreno privato della frazione Tornello di Mezzanino, in Oltrepò Pavese questa mattina, poco prima delle 10.

Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, che non hanno potuto far altro che accertare l’avvenuto decesso dell’uomo a causa delle gravi ferite riportate.

Sono intervenuti anche i vigili del fuoco e i carabinieri, che hanno avviato gli accertamenti per ricostruire la dinamica dell’incidente e capire come il mezzo abbia investito l’operaio provocandone il decesso. (ANSA).

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro nel cantiere della metro C: operaio ferito al volto da una catena

articolo di Rinaldo Frignani: https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/22_luglio_13/incidente-lavoro-cantiere-metro-c-operaio-ferito-volto-una-catena-81a6a7a8-0282-11ed-a0cc-ad3c68cacbae.shtml

Il 47enne è stato ricoverato in ospedale con numerose fratture, è in prognosi riservata e dovrà essere operato. Indagini dei carabinieri per verificare il rispetto delle misure di sicurezza nel cantiere

Roma, 13 luglio 2022

Tragedia sfiorata nella notte di martedì nel cantiere della metro C a piazza Venezia. Un operaio di 47 anni è rimasto gravemente ferito al volto dopo essere stato colpito da una catena che si è improvvisamente sganciata da un carrello elevatore carico di materiale da costruzione: subito soccorso dai colleghi e poi con un’ambulanza dell’Ares 118, l’uomo è stato ricoverato in prognosi riservata all’ospedale San Giovanni con numerose fratture. Non sarebbe in pericolo di vita, ma dovrà essere sottoposto a interventi chirurgici.

L’allarme è scattato poco dopo mezzanotte e nel cantiere sono intervenuti i carabinieri insieme con gli ispettori del lavoro della Asl Roma 1 per eseguire alcuni rilievi e verificare il rispetto delle misure di sicurezza. Sarebbero stati sentiti i responsabili dell’area e anche alcuni colleghi della vittima, in attesa di poter sentire anche l’operaio ferito. Da capire il motivo per cui la catena si è sganciata proprio mentre il 47enne stava manovrando il cestello con i comandi a distanza.

——————–°°°——————–

Bracciante di trent’anni muore lavorando nel Cuneese

articolo di Cristina Palazzo: https://torino.repubblica.it/cronaca/2022/07/11/news/bracciante_di_trentanni_muore_lavorando_nel_cuneese-357446119/?rss

La Cgil: “Nella provincia 31 incidenti mortali nel 2021”

Revello (Cuneo), 11 luglio 2022

Incidente mortale sul lavoro ieri a Revello, nel Cuneese. Un bracciante agricolo, Dembele Moussa, 30 anni, originario del Mali, è morto mentre lavorava con un macchinario agricolo in un’azienda di San Firmino, frazione della cittadina cuneese. L’incidente è avvenuto ieri poco prima delle 10. Sono in corso gli accertamenti dei carabinieri della stazione di Revello e dello Spresal dell’Asl, ma sembra che l’uomo stesse dando da mangiare al bestiame con un macchinario. Una parte della macchina si sarebbe staccata e lo avrebbe colpito alla testa, causando un trauma cranico. Sono intervenuti medici e infermieri del 118 ma non c’è stato nulla da fare. Lascia la moglie e due figli.

La tragedia è stata segnalata dalla Cgil Cuneo. «La strage continua – spiegano dalla segreteria del sindacato Flai Cgil di Cuneo -. Nel 2021 i morti sul lavoro nella nostra provincia, secondo i dati Inail, sono stati 31, un dato impressionante. Esiste un “problema Cuneo“». Dell’incidente si è parlato questa mattina durante l’assemblea dei rappresentanti dei lavoratori sulla sicurezza, organizzata dalla Cgil a Torino. «Gli infortuni aumentano in Piemonte», ha sottolineato Giorgio Airaudo, il segretario generale della Cgil Piemonte. Le denunce nei primi cinque mesi dell’anno sono state 25.666. Lo scorso anno fino a maggio furono 16.591, di cui 32 incidenti mortali (cinque donne). A Torino l’incremento degli infortuni raggiunge l’86 per cento. E tra i vari episodi, c’è un aumento per gli incidenti che coinvolgono le donne in itinere, ossia nel tragitto casa-lavoro: a livello italiano su 211.390 denunce di infortunio all’Inail da quando è scoppiata la pandemia fino allo scorso gennaio, 144.353 sono di lavoratrici.

Presente all’evento il direttore dell’ispettorato nazionale del lavoro Bruno Giordano che ha annunciato l’arrivo di una quarantina di ispettori in Piemonte, 12 dovrebbero arrivare nel Cuneese. I dati però che non sono stati forniti, denuncia Airaudo, «sono quelli delle ispezioni in Piemonte che non siamo riusciti a trovare, il dubbio quindi è che non si facciano o se ne facciano pochissime tra conflitti di competenze, riduzioni di organici, professionalità». Per Airaudo la nascita di un ispettorato del lavoro «è stato un passo importante ma crea sovrapposizione Inoltre le segnalazioni dei responsabili della sicurezza non hanno riscontro, nessuno risponde». La Cgil, che come annuncia Airaudo «si costituirà come parte civile in ogni infortunio perché nessun lavoratore deve essere lasciato solo», con Cisl e Uil ha chiesto un incontro per conoscere il piano di prevenzione della regione, «abbiamo chiesto un incontro».

——————–°°°——————–

Morto in cantiere: si strappa il cavo d’acciaio della gru e il carico travolge operaio di 54 anni

articolo di Cesare Arcolini: https://www.ilgazzettino.it/nordest/padova/muore_cantiere_travolto_da_gru_operaio_53_anni_cos_e_successo_mirco_bottacin-6806647.html

Massanzago (Padova), 11 liuglio 2022

Infortunio mortale sul lavoro oggi, 11 luglio alle 11,30, in via della Pieve nella frazione di Zeminiana a MassanzagoMirco Bottacin, 54 anni, operaio al lavoro per conto di una ditta della provincia di Venezia, per cause ora al vaglio dei carabinieri e del personale dello Spisal, è stato travolto da un carico finendo rovinosamente a terra. Secondo una prima ricostruzione si sarebbe strappato il cavo d’acciaio della gru e M.B. sarebbe stato schiacciato dal carico precipitato.

Da Padova, subito dopo l’allarme, si è alzato un elicottero del Suem 118, ma quando i sanitari sono giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatarne l’avvenuto decesso. Sono in corso ulteriori indagini per ricostruire nel dettaglio l’accaduto. Dai primi riscontri potrebbe essersi verificato un cedimento della gru presente nell’area teatro dei lavori.
I sindacati– «Quanto successo oggi ci dice tre cose: la prima è che non è accettabile un sistema che dia per scontata l’eventualità che si esca di casa per andare al lavoro e che si possa non farne ritorno – dicono Fillea Cgil Padova, Filca Cisl Padova e Rovigo e Fenea Uil – E questo accade troppo spesso ai lavoratori del settore edile, purtroppo i soggetti più esposti a incidenti gravi e troppo spesso anche mortali. Eppure si tratta di un settore dove la forte bilateralità è elemento di controllo e dove i CPT (Comitati Paritetici Territoriali) sono l’ente preposto ai controlli sulla sicurezza dei cantieri. Si tratta di un settore dove la stragrande maggioranza delle imprese ha meno di cinque dipendenti, dove il titolare, spesso, lavora fianco a fianco ai propri dipendenti e non è raro che cada anch’egli in un infortunio sul lavoro. E purtroppo come Fillea Cgil di Padova, Filca Cisl di Padova e Rovigo e Feneal Uil Area vasta Veneto Padova e Rovigo, non possiamo non registrare che gli incidenti aumentano ogni qualvolta vi sia una ripresa dell’attività lavorativa, determinando la triste equazione “più cantieri uguale a più morti”. La seconda riflessione che ci impone quel che è successo riguarda quanto si debba ancora investire per evitare gli infortuni, per intensificare i controlli e per applicare le sanzioni a chi non rispetta le norme di sicurezza. Perché le norme esistono, ma se nessuno controlla che vengano applicate, allora rischiano di essere inutili. E infine, questa morte, ci dice anche di come sia necessaria una reale consapevolezza sull’importanza basilare di quel che viene spiegato nei corsi di formazione, troppo spesso, purtroppo, intesi come degli obblighi burocratici da assolvere invece che come esperienze dove apprendere quei principi che devono diventare bagaglio permanente nella propria vita da lavoratore e che, se seguiti, salvano la vita».

——————–°°°——————–

Infortunio sul lavoro a Bologna, due operai feriti alla Philips di Gaggio Montano

articolo: https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/infortunio-lavoro-philips-1.7864393

I dipendenti di una ditta esterna stavano svolgendo attività di manutenzione. I sindacati indicono lo sciopero per martedì

Gaggio Montano (Bologna), 9 luglio 2022

Ennesimo incidente sul lavoro. I fatti, che hanno coinvolto due lavoratori, si sono verificati allo stabilimento Philips di Gaggio Montano. La notizia è stata resa nota da Fiom Cgil e Fim Cisl: “Abbiamo appreso dai nostri delegati della Philips di Gaggio Montano che, nella mattinata di oggi, si sarebbe verificato un grave infortunio che ha interessato due lavoratori di un’impresa esterna che stavano effettuando attività di manutenzione presso il laboratorio prove dell’Azienda Philips Domestic Appliances“.

In particolare un lavoratore sarebbe stato coinvolto dal cedimento di un soppalco e portato con l’elisoccorso all’ospedale Maggiore – prosegue il sindacato –, dove è tuttora ricoverato. Nel frattempo ci risulta che in azienda siano già intervenuti l’Asl, con la medicina del lavoro, e le forze dell’ordine“.

E le sigle continuano: “Come Fiom Cgil e Fim Cisl di Bologna riteniamo necessario fare al più presto chiarezza sulle dinamiche dell’incidente ed esprimiamo piena fiducia nell’operato degli inquirenti affinché siano accertate eventuali responsabilità. Martedì mattina sarà convocata l’assemblea in sciopero di tutti i lavoratori della Philips per dare un primo segnale, anche perché non è accettabile che gli infortuni, anche gravi, sul lavoro siano la nuova normalità del mondo del lavoro, una “banalità del male” a cui non ci rassegneremo mai”. 

I due lavoratori sarebbero entrambi codici di media gravità: uno si trova all’ospedale di Porretta e l’altro, come detto, è al Maggiore. Non sarebbero in pericolo di vita. I carabinieri chiariranno cosa è successo.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro Ascoli, muore travolto dal trattore a 64 anni

articolo: https://www.ilrestodelcarlino.it/ascoli/cronaca/incidente-sul-lavoro-morto-trattore-1.7864802

Montefiore dell’Aso, stava lavorando in campagna in tarda serata quando il mezzo si è ribaltato travolgendolo

Montefiore dell’Aso (Ascoli Piceno), 9 luglio 2022

Un uomo di 64 anni è morto in un incidente sul lavoro avvenuto a Montefiore dell’Aso (Ascoli Piceno). Nella tarda serata di oggi  stava lavorando in campagna con un trattore quando, per causa in corso di accertamento da parte dei carabinieri, il mezzo si è ribaltato travolgendolo. Purtroppo inutili i soccorsi prestati dai sanitari del Potes di Offida e del 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso e rimandare indietro l’eliambulanza nel frattempo allertata. Sul posto anche i vigili del fuoco di San Benedetto del Tronto.

——————–°°°——————–

Incidente a Imola oggi: donna muore travolta dal carico del trattore

articolo: https://www.ilrestodelcarlino.it/imola/cronaca/donna-travolta-trattore-1.7864248

Tragedia nelle campagne di Fontanelice: la vittima, colpita da una catasta di legno, è una 48enne residente a San Prospero

Fontanelice (Imola), 9 luglio 2022

Il trattore si ribalta, e il carico travolge una povera donna. E’ morta così, nella tarda mattinata di oggi, una 48enne tra le campagne di Fontanelice.

L’incidente dopo dopo le 12,30 in un terreno a lato di via della Cima. La vittima era intenta a caricare dei ceppi sul retro di una macchina agricola. Poi, da quanto si apprende – per cause ancora in fase d’accertamento -, il trattore si sarebbe ribaltato trascindando con sè il pesante carico.

——————–°°°——————–

Operaio colpito alla testa da una lastra di marmo caduta dal quinto piano: è grave

articolo di Luca Monaco: https://roma.repubblica.it/cronaca/2022/07/08/news/operaio_grave_colpito_testa_lastra_marmo-357111630/?ref=RHTP-BH-I353168064-P24-S6-T1

Incidente sul lavoro nel quartiere di Montesacro. Il cantiere è stato sequestrato

Roma, 08 luglio 2022

Grave incidente sul lavoro in mattinata a Roma, in viale Jonio, a Montesacro, dove un operaio nigeriano di 40 anni è stato colpito alla testa da una lastra di marmo ed ora si trova ricoverato, in pericolo di vita, al Policlinico Umberto I.

L’uomo era incaricato di caricare sul montacarichi i materiali per la ristrutturazione dell’appartamento al quinto piano. Era a terra. Indossava il casco di protezione. Improvvisamente la lastra sulla soglia del balcone, lunga circa 50 centimetri, si è staccata ed è volata giù, centrando il 40enne alla testa, prima di rompersi in mille pezzi sul marciapiede.

Il colpo è stato fortissimo. Il caschetto da lavoro è volato via con l’urto ed è stato ritrovato in terra dai carabinieri della compagnia di Montesacro diretti da Guglielmo Palazzetti. L’uomo è stato immediatamente trasportato in ospedale in codice rosso: è in condizioni disperate. Ha un grave trauma cranico, è rimasto ferito solo alla testa. 

I carabinieri, che conducono le indagini insieme agli ispettori del lavoro, hanno sequestrato il cantiere e hanno eseguito tutti i rilievi del caso. Nelle prossime ore invieranno una informativa in procura. I militari attendono che l’impresa edile e il committente consegnino loro tutta la documentazione sul trattamento di lavoro dell’operaio e sul cantiere.

——————–°°°——————–

Perugia, camion cade giù dal viadotto del raccordo a San Faustino: l’autista è morto dopo un volo di 25 metri

articolo: https://www.umbria24.it/cronaca/perugia-camion-cade-giu-dal-cavalcavia-del-raccordo-tra-prepo-e-san-faustino

Ruggero Prelati ha buttato giù il guard-rail ed è finito in un campo. Lascia la moglie e due figli

Perugia, 08 luglio 2022

Drammatico incidente lungo il raccordo Perugia-Bettolle: un camion è caduto dal cavalcavia che passa sopra via Settevalli e l’autista, Ruggero Prelati, 76 anni, è morto dopo un volo di circa 25 metri. Stando a quanto si è appreso il camion proveniva da Ponte San Giovanni, l’autista ha perduto il controllo del mezzo poche decine di metri dopo aver attraversato la galleria di Prepo, quindi prima dello svincolo di San Faustino, ed è caduto di sotto da un’altezza di svariati metri finendo in un campo, dopo aver sfondato il guard-rail. Prelati, imprenditore, originario di Agello, titolare dell’omonima ditta, lascia una moglie e due figli.

Problemi al traffico La polizia stradale ha richiesto i soccorsi e, sul posto sono giunti i vigili del fuoco e l’ambulanza, che non hanno potuto fare altro che accertare il decesso dell’autotrasportatore. Il corpo dell’uomo è stato estratto dalle lamiere. Si sono registrati disagi al traffico. La carreggiata in direzione del lago Trasimeno è stata chiusa.

Cgil «Questo ennesimo morto sul lavoro deve far vergognare ancora di più politica e istituzioni»,Così il segretario generale della Cgil Perugia Simone Pampanelli, che ha aggiunto: «Non conosco la storia personale del lavoratore, per la quale nutro profondo rispetto, ma mi chiedo: cosa porta un uomo a lavorare a 76 anni? La risposta è che in questi anni le istituzioni, la politica, hanno prodotto una frattura innanzitutto culturale e legislativa con il mondo del lavoro. A tutto questo si aggiunge una completa noncuranza della tenuta sociale che questo ha prodotto. Si sono schiacciate milioni di persone verso la povertà e l’incertezza, verso una solitudine che obbliga ad arrangiarsi da soli. Morire di lavoro a questa età è una tragedia che si somma alla tragedia di un paese intero».

——————–°°°——————–

Infortunio sul lavoro a Novellara: cade mentre scarica merce, muore camionista di 52 anni

articolo: https://www.ilrestodelcarlino.it/reggio-emilia/cronaca/infortunio-sul-lavoro-a-novellara-cade-mentre-scarica-merce-muore-camionista-di-52-anni-1.7859202

L’incidente è avvenuto verso le 8 nel cortile di un’azienda di Novellara

Novellara (Reggio Emilia), 7 luglio 2022

E’ caduto mentre con un muletto stava svolgendo operazioni di scarico di materiale da un camion, all’interno di un’azienda con sede in via Colombo, alle porte del centro abitato di Novellara. Verso le 7,45 è scattato l’allarme alla centrale operativa del 118, che ha inviato sul posto l’ambulanza della Croce rossa locale, il personale dell’automedica di Guastalla, raggiunti anche dall’elisoccorso di Parma, atterrato in un campo proprio di fronte all’azienda teatro del malore. A lungo sono proseguite le manovre di rianimazione, utilizzando anche il defibrillatore. Ma è stato tutto inutile. Alla fine i soccorritori si sono dovuti arrendere di fronte al cuore dell’uomo che era ormai fermo, probabilmente per il trauma cranico riportato dall’autotrasportatore, un cittadino polacco di 52 anni. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per gli accertamenti, insieme al personale della Medicina del lavoro dell’Azienda sanitaria locale, chiamati per far piena luce sulla dinamica dell’infortunio. Sulle cause accidentali dell’episodio non sembrano esserci dubbi, ma sono in corso accertamenti su quanto accaduto. Il corpo è stato comunque recuperato in attesa delle autorizzazioni per la restituzione ai familiari.

——————–°°°——————–

Precipita dal tetto di un capannone: operaio morto a Dittaino

articolo di Redazione : https://www.ilsicilia.it/precipita-dal-tetto-di-un-capannone-operaio-morto-a-dittaino/

Dittaino (Enna) 5 luglio 2022

Tragico incidente mortale nell’Ennese dove un giovane di 27 anni, Roberto Savasta, di Niscemi è morto dopo essere precipitato dal tetto del deposito merci della catena “Md Discount” a Dittaino.

L’incidente si è verificato ieri pomeriggio, ma la notizia si è appresa solo oggi. Il giovane è precipitato da un’altezza di oltre 10 metri ed è morto nonostante i tentativi di soccorso del personale del 118. La vittima era dipendente della Ma.Co.In. srl di Ragusa e stava lavorando alla manutenzione del tetto. Savasta era al suo primo giorno di lavoro in quel cantiere. La magistratura di Enna ha aperto un’indagine e disposto il sequestro dell’area.

——————–°°°——————–

Muore sul lavoro, tragedia a Umbra Acque

articolo: https://www.lanazione.it/umbria/cronaca/muore-sul-lavoro-tragedia-a-umbra-acque-1.7848011

Operaio di 57 anni travolto e ucciso dal crollo di una parete in magazzino, urtata mentre guidava un camion che trasportava un escavatore

Ponte San Giovanni (Perugia), 03 luglio 2022

La parete che lo ha travolto non gli ha dato scampo. Fausto Vinti, 57 anni, perugino, dipendente di Umbra Acque è morto, nel pomeriggio di ieri, nell’area del magazzino di Ponte San Giovanni dell’azienda che gestisce i servizi idrici. È rimasto schiacciato dal crollo di una parte dell’edificio. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, intorno alle 16.45, praticamente a inizio turno,l’operaio, in reperibilità, stava recuperando i materiali per un pronto intervento, era alla guida di un camion aziendale sul quale trasportava un escavatore. Per cause in corso di accertamento, ha urtato la parete dello stabile che è crollata, travolgendo il mezzo e il suo conducente.

Inutili i soccorsi, il 57enne sarebbe morto sul colpo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Ponte San Giovanni e personale dell’Asl per i rilievi, mentre la Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo sull’incidente mortale. Il personale del 118 non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo. Ancora da ricostruire la dinamica e le cause dell’incidente in cui ha perso la vita un conducente esperto che centinaia di volte si era trovato nelle stesse condizioni di ieri pomeriggio. Cosa possa essere successo è quanto gli inquirenti stanno cercando di capire. “Esprimiamo tutto il nostro cordoglio alla famiglia di Fausto, nostro iscritto e soprattutto compagno e amico che oggi ha perso la vita nell’ennesimo incidente mortale sul lavoro”.

È quanto affermano Simone Pampanelli, segretario della Cgil di Perugia, Euro Angeli, segretario della Filctem Cgil di Perugia, e Nicola Burocchi, rsu e rls di Umbra Acque per la Cgil, accorsi immediatamente sul luogo dell’incidente nel magazzino aziendale di Ponte San Giovanni. “Siamo atterriti da questa ennesima tragedia, che strappa alla sua famiglia un uomo di 57 anni, stimato da tutti i colleghi e compagni – commentano i rappresentanti sindacali -. Un dramma che avviene tra l’altro a pochi giorni da un altro incidente mortale nella nostra provincia. In attesa del lavoro degli inquirenti, insieme alla rsu ci attiveremo immediatamente con l’azienda per avere un confronto finalizzato a comprendere l’accaduto e a implementare ogni intervento necessario a far sì che episodi come questo non si verifichino mai più”. “Profondo cordoglio” viene espresso da Umbra Acqua. “Il consiglio di amministrazione e i colleghi, profondamente addolorati, lo ricordano con stima per il suo operato e sono vicini con affetto ai suoi cari”. “Gli amici che amiamo non se ne vanno, ci camminano accanto ogni giorno, invisibili, inascoltati, ma sempre vicini. Così sarà con te amico mio”. È il saluto affidato a Facebook da un amico di Fausto Vinti, appassionato di moto e di motori, “davvero un bravo frego”, come sottolinea un altro conoscente sui social.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro a Gressoney, morto artigiano

articolo : https://www.rainews.it/tgr/vda/video/2022/07/incidente-sul-lavoro-a-gressoney-morto-artigiano–352636ce-821c-4c2f-918d-1797c1c79ac3.html

Non ce l’ha fatta Cristian Cattaneo, il 51enne del milanese caduto da una scala mentre lavorava in un cantiere alla partenza degli impianti di Staffal

Gressoney-La-Trinité, 03 Luglio 2022

Non ce l’ha fatta Cristian Cattaneo, il 51enne del milanese caduto da una scala mentre lavorava in un cantiere a Gressoney-La-Trinité, mercoledì scorso.

L’ uomo, che aveva riportato un trauma cranico, era ricoverato in gravissime condizioni al Parini di Aosta, dove è deceduto nella notte. Al momento della caduta, l’artigiano era da solo. Trasferito cosciente in elisoccorso all’ospedale, si è poi aggravato.

L’incidente sul lavoro in cui è rimasto coinvolto è accaduto in un locale commerciale alla partenza degli impianti di Staffal, dove Cattaneo era impegnato, con la sua azienda di Arluno, nel posizionamento di infissi e serramenti. Sulla pagina Facebook, infatti, qualche giorno prima aveva postato le foto dei lavori per la realizzazione di una scuola di sci e di un deposito.

Su quanto accaduto sono stati avviati accertamenti da parte del Servizio prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro dell’Usl e del caso è stata informata anche la Procura di Aosta.

Sui social, in queste ultime ore, il cordoglio di chi lo conosceva e l’ultimo saluto della moglie con un pensiero rivolto alla figlia e alla decisione di donare gli organi: “Lo so che ci sarai sempre e grazie alla tua sorpresa finale qualcuno potrà vivere una lunga vita grazie a te!!!“, ha scritto sulla sua bacheca. 

——————–°°°——————–

Travolto da un muletto a Forlì, muore operaio

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2022/07/02/travolto-da-un-muletto-a-forli-muore-operaio_b7fd3301-71fc-4a26-a5ee-0a9609fd5ed7.html

La vittima 50enne stava spostando merci in piazzale supermercato

Forlì, 02 luglio 2022

Incidente mortale sul lavoro a Forlì. A perdere la vita un operaio di 50 anni, Cristian Pasini.

L’uomo, poco dopo le 6, era impegnato con un muletto a spostare merci nel piazzale di un supermercato in centro città. Per cause ancora da chiarire il mezzo si è ribaltato travolgendolo. Al personale sanitario intervenuto le sue condizioni sono subito apparse critiche a causa dei gravi traumi da schiacciamento subiti. Trasportato d’urgenza al trauma center dell’ospedale Bufalini di Cesena, l’operaio è deceduto poco dopo. Da chiarire la dinamica di quanto accaduto e le eventuali responsabilità. Sul posto Polizia e medicina del lavoro.

——————–°°°——————–

Incidente sulla A1, muore un camionista

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2022/07/01/incidente-sulla-a1-muore-un-camionista_86e1010c-53e3-4384-8c9c-83494cbfcd39.html

Maxi tamponamento tra Reggio Emilia e Modena, anche tre feriti

Reggio Emilia, 01 luglio 2022

Un morto e tre feriti. È il bilancio di un incidente autostradale che si è verificato la scorsa notte poco dopo l’una, sulla A1, al confine tra le province di Reggio Emilia e Modena.

Un maxi tamponamento che ha coinvolto quattro camion al chilometro 153, all’altezza di Rubiera e Campogalliano, sulla corsia Sud in direzione Bologna, dov’erano in corso alcuni lavori con conseguente restringimento di carreggiata. Per il conducente dell’ultimo autoarticolato sopraggiunto nell’incidente a catena, l’impatto è stato fatale e non c’è stato nulla da fare. La vittima, di nazionalità romena, era residente a Roma. Gli altri tre camionisti coinvolti hanno riportato ferite di lieve e media gravità, per due di questi si è reso necessario il ricovero per accertamenti all’ospedale di Baggiovara, Modena.

Sul posto la polizia stradale della sezione di Modena Nord che indaga per ricostruire la dinamica e accertare eventuali responsabilità, diverse squadre di vigili del fuoco sia dal Modenese sia dal Reggiano e il personale della Direzione 3° Tronco di Bologna di Autostrade per l’Italia. Ci sono volute oltre quattro ore di lavoro per rimuovere i mezzi e svolgere tutti i rilievi del caso nel tratto che è rimasto chiuso per poi riaprire intorno alle 5.30 di questa mattina con pesanti ripercussioni sul traffico.

Sulla A1 poi in mattinata si è verificato anche un altro incidente, nel Bolognese

Sasso Marconi, 01 luglio 2022

Sulla A1 poi in mattinata si è verificato anche un altro incidente, nel Bolognese. È accaduto poco prima delle 6 tra Sasso Marconi e Sasso Marconi nord tra due mezzi pesanti e un pullman. Il tratto, direzione Bologna, è stato chiuso qualche ora. Ventiquattro i feriti fra i quali anche un bambino di dieci anni.

——————–°°°——————–

Muore uscendo di strada col camion, ribaltato in una cava

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/piemonte/notizie/2022/07/01/muore-uscendo-di-strada-col-camion-ribaltato-in-una-cava_beb9035b-bd64-4732-9535-e8414021e736.html

Nel Torinese, a Traversella. Intervenuti i vigili del fuoco

(ANSA) – Torino, 01 luglio 2022

Un uomo è morto (Flavio Ughetti di 71 anni) uscendo di strada col camion a Traverselle (Torino), in Valchiusella. (Flavio Ughetti di 71 anni)

Il mezzo si è ribaltato, finendo in una cava.

L’incidente è avvenuto poco dopo le 10 e per raggiungere l’autista sono intervenuti i vigili del fuoco con un elicottero. (ANSA

——————–°°°——————–

Cade dal balcone mentre lava le tende, morto nel Varesotto

articolo Redazione ANSA: Cade dal balcone mentre lava le tende, morto nel Varesotto – Lombardia – ANSA.it

A dare l’allarme è stata la moglie che era in casa con lui

(ANSA) – Cocquio Trevisago ( Varese) 01 luglio 2022

Un uomo è morto cadendo dal balcone di casa mentre puliva le tende.

E’ accaduto a Cocquio Trevisago, in provincia di Varese.

A dare l’allarme è stata la moglie, che era in casa con lui e lo stava aiutando nelle faccende domestiche. I soccorsi in via Vigana sono stati immediati ma per l’uomo, 64 anni, non c’è stato nulla da fare. (ANSA).

——————–°°°——————–

Operaio morto a Roma, la Procura indaga. I sindacati: “Scia di sangue va fermata”

articolo: https://www.romatoday.it/cronaca/operaio-morto-roma-procura-indaga.html

I segretari Generali della Fillea Cgil-Filca Cisl-Feneal Uil di Roma Benedetto Truppa, Nicola Capobianco e Agostino Calcagno: “Basta proclami, serve operare concretamente per creare le massime condizioni di sicurezza possibili sui luoghi di lavoro”

Roma, 1 luglio 2022

E’ caduto da due metri di altezza e per lui non c’è stato nulla da fare. Carmine Marasco, operaio di 48 anni, è morto sul colpo. Una tragedia, solo l’ultima in ordine di tempo, sul posto di lavoro. È quanto successo nella mattinata di giovedì in via Boncompagni, strada a poca distanza dalla centralissima via Veneto.  

L’operaio, in base a quanto ricostruito dalla polizia che indaga, è precipitato da un ponteggio in un cantiere dove si stanno svolgendo lavori di ristrutturazione di un immobile. Per lui non c’è stato nulla da fare, il personale del 118 ha tentato di rianimarlo in strada ma senza successo. Sul posto anche agenti dei commissariati Trevi e Castro Pretorio che hanno immediatamente avviato le indagini ascoltando colleghi e testimoni.

Sul luogo della tragedia si è recato anche il pm di turno con la Procura che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo al momento contro ignoti. Obiettivo è ricostruire la dinamica di quanto accaduto e per questo verrà disposta anche l’autopsia. I magistrati di piazzale Clodio inoltre, grazie anche alla collaborazione degli ispettori della Asl di zona, effettueranno verifiche sulle misure di sicurezza adottate dai titolari dell’impresa edile. Marasco aveva una moglie e due figli di 14 e 16 anni. continua a leggere

——————–°°°——————–

Giugno 2022

——————–°°°——————–

Incidenti lavoro: resta gravissimo impresario caduto a Staffal

articolo Redazione ANSA: Incidenti lavoro: resta gravissimo impresario caduto a Staffal – Valle d’Aosta – ANSA.it

Ha riportato un trauma cranico, ricoverato in rianimazione

Aosta, (30 giugno 2022) 01 luglio 2022

Restano molto gravi le condizioni (Deceduto il 04 luglio 2022) dell’impresario rimasto ferito nel pomeriggio di giovedì 30 giugno a Gressoney-La-Trinité, in località Staffal.

In base a una prima ricostruzione l’uomo, un 51enne originario del milanese, stava lavorando al montaggio di una finestra in un locale pubblico quando è caduto da una scala.

Udendo il tonfo, altre persone sono intervenute e hanno dato l’allarme. E’ intervenuto l’elisoccorso: trasportato all’ospedale di Aosta, l’impresario è stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione. Sul posto anche i carabinieri.

——————–°°°——————–