Archivi categoria: Covid

F1: Lewis Hamilton positivo al coronavirus: “Sintomi lievi”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2020/12/01/news/f1_lewis_hamilton_positivo_al_coronavirus-276530515/?ref=RHTP-BH-I274746038-P1-S8-T1

Il pilota della Mercedes e sette volte campione del mondo non potrà partecipare al Gp di Sakhir il 6 dicembre. Aveva avuto un contatto con un positivo prima del Bahrain

Lewis Hamilton, pilota della Mercedes e sette volte campione del mondo, è risultato positivo al  coronavirus  durante i  test  obbligatori precedenti le gare.  Lo riferisce  la Fia su Twitter. Hamilton è al momento in isolamento. Il Gran  Premio  del  Bahrain  previsto  nel  fine settimana a Sakhir si svolgerà come previsto, aggiunge la federazione.

Lo ha ovviamente confermato anche il suo team, la Mercedes: “Ci rammarica annunciare che Lewis Hamilton è risultato positivo al COVID-19 e non potrà partecipare al GP di Sakhir di questo fine settimana. Lewis è stato testato tre volte la scorsa settimana e ha restituito ogni volta un risultato negativo, l’ultimo dei quali è stato domenica pomeriggio al Bahrain International Circuit come parte del programma di test standard del fine settimana di gara“. 

Tuttavia – prosegue Mercedes – si è svegliato lunedì mattina con sintomi lievi ed è stato informato allo stesso tempo che un contatto prima dell’arrivo in Bahrain era successivamente risultato positivo. Lewis ha quindi fatto un ulteriore test che ha restituito un risultato positivo. Lewis si sta ora isolando in conformità con i protocolli COVID-19 e le linee guida delle autorità sanitarie pubbliche in Bahrain. A parte i sintomi lievi, è altrimenti in forma e sta bene, e l’intera squadra gli invia i suoi migliori auguri per una rapida guarigione“. Il team sta già pensando alla sostituzione del pilota: “Lo annunceremo a tempo debito”.

Covid a Milano, la società sfratta l’hotel che accoglie i pazienti:«Malati, danno per il quartiere»


articolo: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_novembre_28/malati-danno-il-quartierela-societa-sfratta-covid-hotel-19bd1fae-3142-11eb-a0a5-b463942ad8f1.shtml?fbclid=IwAR0zmd5J6k5nX1YpRClGW6oxt1RkidL5uN3beNDHu-p-urIguF70VtInUoI

Il proprietario del palazzo sfratta il King di corso Magenta: «Stop alla conversione». La replica: «Non potete, noi siamo al servizio della città»

Nella tarda mattinata di giovedì il direttore dell’Ats e l’assessore regionale alla Sanità ricevono una mail in posta certificata. Scorrono le tre pagine di una lettera firmata da un famoso studio legale, che rappresenta una facoltosa società immobiliare. Sia in Regione, sia all’Ats, alla fine della lettura scuotono la testa: «Incredibile». L’autorità sanitaria milanese lavora da settimane per allestire nuovi «Covid hotel», luoghi che possano ospitare medici impegnati in prima linea e malati in convalescenza che non hanno altre possibilità di isolamento. Sono strutture decisive nella gestione della pandemia. In questi giorni l’Ats sta chiudendo un accordo con il gruppo «King-Mokinba hotels srl» per il «King hotel» di corso Magenta 19, un partner di massima affidabilità (con il quale collabora anche in un altro «Covid hotel»). La mail del 26 novembre proviene dall’immobiliare proprietaria dello stabile (dove il gruppo «King-Mokinba» è in affitto), ed è una diffida: «Qualsiasi operazione di trasformazione in “Covid hotel”» deve «essere immediatamente interrotta e non proseguita». Sulla motivazione, la lettera della proprietà («Denas srl») spiega: «L’hotel si trova in diretta adiacenza ad altre attività e immobili residenziali che potranno risentire negativamente della presenza di soggetti ad alto rischio contagio, ovvero portatori di malattia». Ieri sera hanno notificato lo sfratto all’albergo.  continua a leggere

Covid: Fifa rinvia Mondiale Club a febbraio 2021


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/11/17/covid-fifa-rinvia-mondiale-club-a-febbraio-2021_ea96bcc3-e5d5-49ca-bf66-8b187e5c2318.html

l torneo si terrà sempre in Qatar, spostati al 2022 altri eventi

Slitta la Coppa del Mondo per club, prevista in Qatar a dicembre prossimo: lo ha deciso la Fifa, alla luce degli sviluppi della pandemia di Covid 19. La nuova data è dal 1/o all’11 febbraio del 2021, considerato, sottolinea la Fifa, “l’effetto dirompente della pandemia sui campionati continentali per club delle confederazioni che fungono da percorso per l’evento” e che “l’introduzione di rigorosi protocolli per il ritorno in campo ha facilitato la ripresa con successo dei campionati continentali per club, l’ultimo dei quali dovrebbe concludersi entro la fine di gennaio 2021“.

Sono spostate di due anni, dal 2020 al 2022, i Mondiali femminili Under 20, in Costarica, e quelli Under 17, in India.

Lazio: Immobile positivo al nuovo tampone


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/11/18/lazio-annullate-visite-mediche-per-immobile_742dbaf9-f696-4956-a114-74d36d8c22a2.html

L’attaccante costretto a restare ancora in isolamento

L’incubo per Ciro Immobile non è ancora finito. L’attaccante della Lazio è stato costretto ad annullare la visita di idoneità in clinica Paideia a causa della positività riscontrata al nuovo tampone Covid.

La visita era programmata dopo che il primo tampone ieri aveva dato esito negativo. A seguito della nuova positività il giocatore è stato costretto a rimanere in isolamento: il test effettuato ieri aveva dato invece esito negativo

Calcio e Covid: quanti positivi, la sosta per le Nazionali diventa un boomerang per i club


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/11/18/news/calcio_e_coronavirus_quanti_positivi_la_sosta_per_le_nazionali_diventa_un_boomerang_per_i_club-274838523/

 

I timori espressi da tecnici e addetti ai lavori hanno trovato conferma: il mondo del pallone non può essere immune alla seconda ondata della pandemia. Casi in aumento in serie A e in Premier League, Mourinho al veleno. Focolai nell’Uruguay e nell’Ucraina (compreso l’atalantino  Malinovskyi), con rinvio della sfida in Svizzera.

ROMA – In principio le preoccupazioni di tecnici e dirigenti di club calcistici, quando gli atleti venivano convocati per rappresentare il loro Paese, erano per eventuali infortuni o problemi fisici, magari anche dettati da trasvolate oceaniche, ora invece in piena pandemia a tenere in apprensione è anche e soprattutto il coronavirus. Già, perché dopo quanto accaduto già un mese fa (Cristiano Ronaldo positivo durante gli impegni con il Portogallo, il romanista Diawara “contagiato” dopo gli impegni con la Guinea o il focolaio nell’Under 21 azzurra che ha coinvolto Carnesecchi dell’Atalanta, Bastoni dell’Inter e Gabbia del Milan) il mondo del pallone ha pagato dazio in maniera piuttosto pesante anche in questa sosta per amichevoli e gare di Nations League. Del resto, la seconda ondata dell’epidemia di Covid-19 sta facendo aumentare le persone colpite dalla malattia ovunque e il calcio non può esserne immune, specie in occasioni di viaggi e trasferte. Una tegola per i rispettivi club che vedono così materializzato il timore, manifestato da più parti, che i giocatori sparsi per il mondo tornino positivi. Tanto che lo stesso Claudio Marchisio, ex giocatore della Juventus e della Nazionale, ha espresso in queste ore qualche dubbio sul calendario internazionale: “Alcune amichevoli era meglio saltarle”, le sue parole ad Agorà Rai Tre.

Inter: positivi Brozovic e Kolarov – Sta pagando un conto salato al coronavirus l’Inter, che nella pausa di campionato per le nazionali ha visto risultare positivi prima il croato Marcelo Brozovic (tornato a Milano con un volo privato e ora in isolamento) e l’azzurro Roberto Gagliardini, poi ancheAleksandar Kolarov, risultato positivo al tampone effettuato ieri al rientro dalla convocazione con la Serbia. “Il giocatore, completamente asintomatico, seguirà da ora le procedure previste dal protocollo sanitario”, spiega la società nerazzurra. In sostanza il difensore – che sta smaltendo un problema muscolare – salterà le partite con Torino e Real Madrid e forse anche quella col Sassuolo del prossimo 28 novembre (fra 11 giorni, appena dopo la fine dei 10 giorni di quarantena previsti dalle norme italiane). continua a leggere

Milan: Pioli sceglie Bonera come sostituto in panchina


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/11/17/milan-pioli-sceglie-bonera-come-sostituto-in-panchina_3678caa0-8bb6-4107-b08e-20cd5f13c14e.html

A partire dalla trasferta di domenica a Napoli, sarà Daniele Bonera a guidare il Milan dalla panchina in assenza dell’allenatore Stefano Pioli e del suo vice Giacomo Murelli, entrambi contagiati da coronavirus e in isolamento domiciliare.  Come fanno sapere dal club, Pioli, d’accordo con il resto dello staff tecnico, ha scelto come sostituto l’ex Bonera, ex difensore, 39 anni, nove dei quali trascorsi in rossonero, dove è tornato a fine carriera in veste di collaboratore tecnico di Marco Giampaolo, esonerato pochi mesi dopo. Bonera ha anche la licenza di allenatore professionista di prima categoria Uefa Pro.

Coronavirus, blitz dei Nas nelle Rsa di tutta Italia: decine di irregolarità e 4 chiusure


articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/11/17/news/coronavirus_blitz_dei_nas_nelle_rsa_di_tutta_italia_decine_di_irregolarita_e_4_chiusure-274774681/?ref=RHTP-BH-I274589166-P2-S6-T1

 

I Nas dei carabinieri hanno effettuato ispezioni in 232 residenze assistenziali protette – le Rsa, cioé i principali focolai del virus nella prima fase dell’emergenza     di marzo – e hanno scoperto che la situazione resta pessima: piani per le misure anti-contagio mai eseguiti o attivati, dispositivi di protezione individuali inadeguati e sovraffollamento delle strutture. Da Bologna a Reggio Calabria, sono spuntate irregolarità in decine di casi.

In 37 strutture i Nas hanno riscontrato irregolarità, contestando in tutto 59 violazioni (9 penali e 43 amministrative), con undici persone denunciate, e in alcuni casi arrestate, e altre 42 segnalate. In quattro situazioni sono emerse criticità così gravi tali da richiederne la chiusura. Di fronte alla continua diffusione del contagio, preoccupa ancora una volta la mancanza di prevenzione: dal 40% delle anomalie emerse dai controlli dei militari – effettuati su esplicita richiesta del ministro della Salute, Roberto Speranza – riguardano proprio violazioni in materia di misure di contrasto alla diffusione da Covid.

Tra i casi, quello di Campobasso dove sono state sanzionate sei comunità alloggio e case di riposo, a vario titolo, per carenze strutturali e organizzative, mancanza di un numero adeguato di operatori rispetto agli ospiti presenti e sovrannumero di ospiti rispetto ai posti letto autorizzati. A Catanzaro sono state sequestrate confezioni di medicinali scaduti e conservati nell’infermeria di una comunità alloggio per anziani. continua a leggere

COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO


COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO

Aleksandar Kolarov positivo al Covid-19

MILANO – FC Internazionale Milano comunica che Aleksandar Kolarov è risultato positivo al tampone effettuato ieri al rientro dalla convocazione con la propria nazionale.

Il giocatore, completamente asintomatico, seguirà da ora le procedure previste  dal protocollo sanitario.

Versión Española  English Version  日本語版  Versi Bahasa Indonesia  中文版 

 

Coronavirus, il bollettino di oggi 16 novembre in Lombardia:…..


Coronavirus, il bollettino di oggi 16 novembre in Lombardia: 99 morti e 4.128 nuovi positivi

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/11/16/news/coronavirus_il_bollettino_di_oggi_16_novembre_in_lombardia_-274610637/

Sono 18.037 i tamponi effettuati. In terapia intensiva altri 18 pazienti, 120 nei reparti Covid. A Milano città 522 nuovi casi

Sono 4.128 i nuovi positivi al coronavirus in Lombardia nelle ultime 24 ore. I decessi registrati sono 99, il totale ufficiale dall’inizio della pandemia arriva così a 19.466 morti. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 18.037, totale complessivo 3.568.531.

Il rapporto tamponi/positivi in Lombardia oggi è stato del 22,8%. Dei 4.128 nuovi casi, 202 sono ‘debolmente positivi‘ e 27 a seguito di test sierologico. I guariti/dimessi sono 14.231 (totale complessivo: 153.103, di cui 7.256 dimessi e 145.847 guariti). I pazienti Covid in terapia intensiva arrivano a 855 (+18), mentre i ricoverati negli altri reparti a 7.901 (+120).

Coronavirus in Lombardia, il bollettino del 16 novembre a Milano e nelle altre province

Milano: 1.526 (522 a Milano città)
Bergamo: 177
Brescia: 228
Como: 193
Cremona: 106
Lecco: 158
Mantova: 19
Monza e Brianza: 764
Pavia: 95
Sondrio: 11
Varese: 723

Covid: Veneto sperimenta il test fai da te, Zaia lo prova in diretta


articolo: https://www.ansa.it/veneto/notizie/2020/11/14/covid-veneto-sperimenta-il-test-fai-da-te_0b1c87bc-f55f-4213-9783-944ad1d6bac3.html

Il governatore della regione Veneto Luca Zaia in diretta facebook presenta, assieme al dottor Roberto Rigoli (coordinatore delle 14 microbiologie del Veneto), “la sperimentazione sui test fai-da-te che parte da oggi su 5.000 campioni in doppio con il tampone molecolare “classico”. 

Luca Zaia ha mostrato in diretta Facebook, eseguendolo su se stesso, il nuovo test diagnostico ‘fai da te’. “E’ molto semplice, adesso ve lo mostro” ha detto il governatore ai giornalisti, aprendo il kit con la ‘saponetta’, la provetta con il reagente, e il tamponcino, da inserire nelle fosse nasali, con 5 piccoli movimenti. continua a leggere

Covid: Arcuri, non c’è pressione sulle terapie intensive


articolo: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/11/16/covid-arcuri-non-ce-pressione-sulle-terapie-intensive-_249f749f-1c58-449a-8ef8-58785d0a5174.html

In Germania a marzo c’erano 30 mila posti di terapia intensiva, sei volte di più che in Italia, dove erano 5 mila; al picco abbiamo avuto nel nostro Paese circa 7 mila pazienti in rianimazione, duemila di più della totale capienza dei reparti. Oggi abbiamo circa 10 mila posti di terapia intensiva e arriveremo a 11.300 nel prossimo mese.

    Attualmente ci sono circa 3.300 ricoverati in terapia intensiva (per Covid, ndr), quindi la pressione su questi reparti non c’è“. Lo ha detto il commissario all’emergenza Covid Domenico Arcuri alla conferenza ‘Finanza e sistema Paese un anno dopo” della Digital Finance Community Week.  

L’Italia è stata l’epicentro europeo della prima ondata, a marzo eravamo il secondo paese del mondo per numero di contagiati, il primo d’Europa a essere colpito e quello che nella prima ondata ha pagato di più i costi dell’epidemia. Oggi – prosegue Arcuri – siamo il decimo Paese del mondo per numero di contagiati, nonostante la recrudescenza di queste settimane. Da questo confronto abbiamo la cifra di come l’Italia, anzitutto i cittadini, hanno reagito alla pandemia”.  

Torino, Giampaolo positivo al Covid


articolo:  https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/11/15/news/torino_giampaolo_positivo_al_covid-274472708/

E’ il tecnico il contagiato segnalato con un comunicato sabato dalla società granata. “E’ asintomatico e già in isolamento”. La sua presenza in panchina contro l’Inter è in forte dubbio

TORINO – Marco Giampaolo è stato contagiato dal Covid. Sabato il Torino aveva segnalato una positività all’interno dello staff tecnico (“il contagiato è asintomatico ed in isolamento”) e domenica è venuto fuori che riguarda proprio l’allenatore granata. A questo punto la sua presenza in panchina nel prossimo match contro l’Inter domenica prossima a San Siro è in forte dubbio. Il Torino già da qualche giorno si trova in “bolla” al Filadelfia e continuerà a restarci anche questa settimana in attesa dell’esito degli altri tamponi effettuati.

Romania, incendio in terapia intensiva: dieci morti tra i malati di Covid


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/11/14/news/romania_incendio_in_terapia_intensiva_sette_morti_tra_i_malati_di_covid-274405414/?ref=RHTP-BH-I274300569-P1-S12-T1

 

È di dieci persone morte e sette feriti gravi il bilancio di un incendio divampato nell’ospedale pubblico nella provincia di Neamt, nell’area nord est della Romania. E altre sette sono in uno stato critico. Stando a quanto riferito dai media di Bucarest, il rogo è scoppiato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale e le vittime sarebbero tutte persone affette da Covid-19. Erano tutte intubate.

Secondo una portavoce del governo è in condizioni gravissime un medico che ha riportato ustioni sull’80% del corpo. I pompieri sono riusciti a spegnere il rogo, le cui cause non sono ancora conosciute.

La causa del rogo potrebbe essere stato un cortocircuito. Un reparto adiacente a quello dove sono divampate le fiamme è stato evacuato.

Il ministro della Salute, Nelu Tataru, si recherà questa sera a Piatra Neam? per valutare la situazione. Dalle informazioni che abbiamo finora, un paziente con ustioni (il medico) sarà trasferito all’ospedale della contea di Iasi. Altri pazienti con Covid 19 saranno trasferiti a Letcani“, ha annunciato il Ministero della Salute.

Situazione della pandemia Covid in Italia, la conferenza stampa dal Ministero della Salute


Liverpool: Salah positivo al Covid, era in ritiro con la nazionale egiziana


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/11/13/news/salah_positivo_liverpool-274254233/

L’attaccante, subito isolato, è asintomatico. Klopp nei guai per le troppe assenze

LONDRA. Anche Mohamed Salah è positivo al Coronavirus. La stella del Liverpool lo ha scoperto dopo un test durante il ritiro con la sua nazionale egiziana prima della partita di qualificazioni per la Coppa Africa contro il Togo, come ha comunicato la federazione calcio del Cairo. Salah è asintomatico ed è già in isolamento nella sua stanza. Gli altri giocatori dell’Egitto sinora sono risultati tutti negativi al tampone.
 
Anche se le condizioni del calciatore sembrano confortanti, si tratta di una brutta notizia per il Liverpool, che aveva già avuto altri suoi campioni infetti dal Covid19 come l’altro attaccante Sadjo Mané. Non solo: negli ultimi tempi i “reds” hanno subito anche il grave infortunio al ginocchio dell’eccellente difensore olandese Virgil Van Dijk (rimarrà fuori per diversi mesi) e del suo compagno di reparto, l’inglese Jo Gomez, anche lui per un serio incidente al ginocchio. Eventi che negli ultimi tempi hanno scatenato le proteste dell’allenatore del Liverpool Jürgen Klopp ma anche di quello del City Pep Guardiola e di altri tecnici delle big contro la regola delle sole tre sostituzioni che vige in Premier League, a differenza della Serie A, di altri campionati e soprattutto della Champions League e delle Coppe europee. 

Nel calcio inglese intanto si è diffuso il panico dopo la scoperta della positività al Covid del calciatore della nazionale irlandese Alan Browne, che soltanto ieri sera ha giocato per tutti i novanta minuti l’amichevole vinta dall’Inghilterra per 3-0. Sinora non sono stati comunicati altri casi di infezioni per il capitano inglese Maguire e gli altri giocatori in campo, irlandesi inclusi, ma considerato il periodo di incubazione della possibile patologia, altri test verranno effettuati nei prossimi giorni.

Lazio, si allarga l’inchiesta sui tamponi:…..


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/11/13/news/lazio_la_procura_di_avellino_sequestra_tutti_i_tamponi-274287317/

Lazio, si allarga l’inchiesta sui tamponi: la procura sequestra la documentazione di tutti i test fatti ad Avellino

Il procuratorio D’Onofrio aveva già ordinato di riprocessare presso un altro laboratorio le controanalisi fatte a Napoli

AVELLINO – La Procura di Avellino ha disposto il sequestro della documentazione che accompagna tutti i tamponi processati fino ad oggi dal centro specialistico Futura Diagnostica di Avellino sul gruppo squadra e sullo staff  della Lazio. Complessivamente si tratta di qualche migliaio di tamponi che la società biancoceleste ha commissionato fino ad oggi al centro guidato da Massimiliano Taccone, ad di Futura Diagnostica, iscritto nel registro degli indagati con le ipotesi di reato di falso, frode in pubbliche forniture ed epidemia colposa.

Un’inchiesta che nasce dai tamponi contraddittori di Immobile, Leiva e Strakosha
L’inchiesta, condotta dal procuratore aggiunto e facente funzioni di Avellino, Vincenzo D’Onofrio, ha preso le mosse dai risultati contraddittori dei tamponi effettuati su Immobile, Leiva e Strakosha il 6 novembre scorso, prima di Lazio-Juventus. D’Onofrio aveva disposto giovedì anche il sequestro di altri 7 tamponi relativi a calciatori e staff della Lazio processati dal laboratorio Merigen di Napoli che verranno riprocessati dal consulente della Procura, Maria Landi, presso i laboratori dell’ospedale “Moscati”. La stessa consulente aveva riprocessato 95 tamponi commissionati dalla società di calcio al centro avellinese. I risultati della perizia, attesi per questo fine settimana, potrebbero slittare ai primi giorni della prossima settimana. Giovedì, nell’ambito dell’inchiesta sportiva avviata dalla procura della Federcalcio, è stato ascoltato il medico della Lazio, Ivo Pulcini. 

Milan, Pioli positivo al Covid


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/milan/2020/11/14/news/pioli_positivo_covid-274340019/?ref=RHTP-BH-I274300569-P1-S7-T1

Il tecnico si era sottoposto a un tampone rapido. Non presenta sintomi ed è in isolamento. Cancellato l’allenamento, i rossoneri si raduneranno di nuovo lunedì

Pioli positivo al Covid. L’allenatore rossonero è risultato positivo ad un tampone rapido effettuato questa mattina. Lo rende noto il club rossonero. “Informate le autorità sanitarie competenti, il tecnico, che non presenta sintomi, è stato prontamente posto in quarantena a domicilio. Tutti gli altri tamponi effettuati sul gruppo squadra sono risultati negativi. L’allenamento odierno è stato cancellato. Previo il monitoraggio previsto dal protocollo federale, la squadra riprenderà il programma di allenamento in vista della sfida contro il Napoli lunedì pomeriggio“, conclude la nota.

Inter, Brozovic positivo al Covid. Negativo Ivan Perisic


articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/13-11-2020/brozovic-positivo-covid-negativo-perisic-390828297253.shtml

Il centrocampista nerazzurro è risultato positivo ai test effettuati dopo l’amichevole Croazia-Turchia. In quella partita, il compagno di squadra Vida era stato sostituito a fine primo tempo dopo aver saputo della positività. Pericolo scampato per l’ex Bayern

 

Brutte notizie per Antonio Conte: la federazione croata, infatti, ha comunicato che Marcelo Brozovic è risultato positivo al Covid-19. Due giorni fa, durante l’amichevole tra Croazia e Turchia, il compagno Domagoj Vida era stato sostituito a fine primo tempo dopo aver ricevuto l’esito del tampone cui si era sottoposto poco prima. Nel frattempo, però, il giocatore del Besiktas aveva giocato per 45 minuti.

NEGATIVO PERISIC –  Il resto dei test effettuati dalla Croazia, però, ha dato esito negativo. Ivan Perisic, quindi, dovrebbe essere disponibile per la partita di domenica 22 contro il Torino. Brozovic è l’ottavo giocatore nerazzurro risultato positivo dopo Bastoni, Nainggolan, Skriniar, Gagliardini, Radu, Young e Padelli. Negativo invece il tampone di Hakimi, che però per la falsa positività aveva saltato il match di Champions contro il Borussia Moenchengladbach.

Lockdown: servizio a domicilio a Cesano Boscone e dintorni….


Lockdown, ecco i negozi, gli alimentari e le farmacie che fanno servizio a domicilio

articolo: https://www.pocketnews.it/cesano/item/3557-lockdown-ecco-i-negozi-gli-alimentari-e-le-farmacie-che-fanno-servizio-a-domicilio#

pocketnews.it pubblica una lista provvisoria e certamente incompleta che riporta, comune per comune alcuni esercizi pubblici che consegnano a domicilio la spesa o i medicinali

Lockdown sì, lockdown no. Zona rossa, zona gialla, zona arancione.  Negozi chiusi, negozi aperti. Una confusione dalla quale è difficile riemergere e fare una sintesi. Al di là di qualunque provvedimento, però, ci sono bisogni primari, come l’alimentazione e la salute  che vanno soddisfatti.

E se Maometto (tutti coloro che devono sottostare a delle limitazioni) non può andare alla montagna, ecco che la montagna (intesa come gruppo di fornitori di servizi) va da Maometto. pocketnews.it ha compilato una lista provvisoria e certamente incompleta che riporta, comune per comune alcuni esercizi pubblici che offrono servizi a domicilio.

Dai servizi alla salute (farmacie) a quelli alimentari (ristoranti e negozi di generi alimentari) ecco un elenco di indirizzi utili a risolvere situazioni di emergenza o no. Come detto, si tratta di un file  provvisorio aperto a chiunque, titolare di un ristorante, i una pizzeria, di un negozio di generi alimentari voglia segnalare la propria disponibilità a portare al domicilio dei residenti qualunque cosa necessitino (il servizio è gratuito. Iinviare le proprie info con i propri dati a info@pocketnews.it):

CESANO BOSCONE

Alimentari

  • Chimento bakery –  Via Roma 96, Cesano Boscone –  Tel. 3456174299 – riferimento: Antonino Chimento  – orario consegne: dalle 9 alle 18, gratuite se superiori ai € 10
  • Lo spiedo del sud e non solo . Piazza Monsignor Luigi Moneta 42, Cesano Boscone – Tel. 3922292272– riferimento: Giovanna Saporito  – orario consegne: dalle 18,30 alle 21,30, gratuite se superiori a 25 euro sotto € 1,50

Farmacie

  • Farmacia Tessera Dott. Giacomo Martinoli – Via Fratelli Rosselli 1, Nuova Vigevanese,  Cesano Boscone – 0248602577 – riferimento:  Giacomo Martinoli  – orario consegne: da 8,30 a 12,30, 15,30 a 19,30, gratuita

Pizzerie

  • Pizza Kebab bar – Via B. Croce, 2, 20090 Cesano Boscone – Tel. 02 2318 3466 – 3894931724- riferimento Selcuk – orario  consegne: dalle 11,30 a 15, dalle 18 alle 22,  gratuite con minimo di € 10
  • Pizzeria Le Betulle – Via delle Betulle, 11, 20090 Cesano Boscone – Tel. 3383815193 – 02 458 0282 – riferimento Isam – orario consegne: dalle 12 alle 14,30, dalle 19 alle 23, gratuite
  • Pizzeria Monterosa – Via Monte Rosa, 2, 20090 Cesano Boscone  – Tel. 3270379382 – riferimento Assan – orario consegne: dalle  12 alle 14,30 il lunedi, dal martedì al sabato dalle 12 alle 14,30, dalle 18 alle 22, domenica dalle 18 alle 22, consegne a € 1

Ristoranti

  • Drago D’Oro – Via Milano, 6, 20090 Cesano Boscone – Tel. 024582299 – 3466883767 – riferimento: Antonio – orario consegne: dalle 12 a 14,30, dalle  18,30 alle 22,30 superiore  € 20 gratu

CORSICO

Alimentari

  • Panificio  Rinaldi “Il Buon Pane”- Via Manzoni 6 Piazza della pianta 3 – Tel. 024471567 – 3939488145 – riferimento: Armando Rinaldi  – orario consegne: dalle 9,30 alle 18 gratuita spendendo almeno € 10
  • Rinaldi cafe’ food & drinks – Via Cavour 39  – Tel. 0249709340 – 3939488145 riferimento: Armando Rinaldi – orario consegne dalle  9,30 alle 18 gratuita spendendo almeno € 10
  • Alimentari Dadola – Piazza Aristide Carabelli, 27 – Tel.  024478363 – 3922726758 – riferimento: Daniele Arpini – orario consegne dalle 10,30 alle 14, gratuite
  • G.N. Bevande e Alimentari – Via Giuseppe Mazzini, 14 –  Tel. 024471812 – 3395715006  – riferimento: Karalli Edward – orario consegne dalle 9 a 12,30, dalle 15,30 alle 18  gratuite
  • Frutta e Verdura Primavera – Via Cavour, 44 – Tel. 3248967235 – riferimento: Omar – orario consegne dalle 7 alle 19,30 gratuite
  • Gola e Vanità Corsico – Via Ugo Foscolo, 4 – Tel. 0239930648 – 3466121869 – riferimento: Sergio – orario consegne dalle 10 alle 18  sotto € 25 un contributo

Farmacie

  • Farmacia Internazionale Dottor Astolfi –  Via Milano, 17 – Tel. 024475335 – riferimento: Alberto – orario consegne tutto il giorno costo in funzione del peso (da lunedi 16 novembre  iniziano le consegne a domicilio)

ROZZANO

Alimentari

  • Rosticceria La Picciotteria – Viale Liguria, 33 – Tel. 0245479683 –  3483187755 – riferimento:  Simona – orario consegne dalle 9 alle 22 gratuite oltre a € 15
  • Damar Di Marra A. & C. S.A.S- Via Lombardia, 11  –  Tel.  02 57514012 – 0257514012 – riferimento: Alessandro – orario consegne dalle 13,30 alle 19 circa gratuita sopra a € 30
  • Macelleria Vettorato Marina – Via Europa, 38 – Tel. 028241035 – riferimento: Simone – orario consegne dalle 18,30 alle 21, dalle 13,30 alle 16 gratuita

Farmacie

  • Farmacia Rovida – Viale Lombardia, 5 – Tel.  028250101 – 3518821208 – riferimento: Mara Rovida – orario consegne variabile gratuite (consegne solo per pazienti fragili, con disabilià e anziani)
  • Farmacia Quinto Stampi- Viale Isonzo, 24 – Tel. 0233297950 – 3493460359 – Riferimento: Barbara e Anna – orario consegne dalle 15 alle 17, possibilità anche la mattina gratuite

BUCCINASCO

Alimentari

  • Coffee Express – Via Romagna – Tel. 0239435957 – 3389616929 – riferimento: Luca – orario consegne dalle 9 alle 12,30, dalle 15,30 alle 19. gratuite
  • L’ortofresco – Via degli Alpini – Tel. 3663142223  – riferimento: Maria Teresa – orario consegne nel tardo pomeriggio. gratuite
  • NaturaSì Via della Resistenza, 121 – Tel. 0245707627 – 3470915288 – riferimento: Giovanna – orario consegne dalle 9 alle 17 (a pagamento se è sotto € 90)

TREZZANO

Alimentari

  • D & D di Maria Rosario Davide – Viale Indipendenza, 13 – Tel. 3403301594 – 3275896577– riferimento: Domenico – orario consegna dalle 9 alle 14, dalle 16 alle 19 gratuite
  • Il Melograno Frutta e Verdura – Via Turati, 6 – Tel. 3385931821  – riferimento: Giovanni – orario consegne personalizzate in base alle esigenze gratuite

Farmacie

  • Farmacia Gerardis di Gerardis Angela  – Via Giacomo Matteotti, 13 – Tel. 0248464350 – 3489356808 – riferimento: Angela – ( consegne prevalentemente a Trezzano) orario consegne da pattuire con i clienti gratuite
  • Farmacia Borsari Dott.ssa Stefania – Via Metastasio, 3/B – Tel. 024456750 – 3939909050 – riferimento: Stefania – orario consegne dalle 8,30 alle 19,30 dal lunedì al venerdì, sabato dalle 8,30 alle 12,30, dalle 15,30 alle 18 gratuite
  • Farmacia Prosper – Via F. Brunelleschi, 2 – Tel. 024453191 – riferimento: per ordini inviare whatsapp a 3516326275 – orario consegne da pattuire con il cliente gra

CUSAGO

Farmacie

  • Farmacia Rurale Cusago di Dalmazio–  Via IV Novembre,  8 – Tel. 029019006 – 3392681756 – riferimento: Paola Maraschi – orario consegne da pattuire con il cliente gratuite ( fa consegne solo per Cusago e Cisliano)

Assago

Farmacie

  • Farmacia Assago – Milanofiori  – Viale Milano Fiori –  Tel. 0257512878 – 3492706525 – riferimento: Eugenio – orario consegne dalle 10,30 alle 12,30  ( fa consegne solo ad Assago) gratuite

Austria verso il lockdown totale…


Austria verso il lockdown totale per il Covid: chiusi servizi «non essenziali», stop anche alle scuole

articolo: https://www.corriere.it/esteri/20_novembre_13/austria-il-lockdown-totale-chiusi-tutti-servizi-non-essenziali-7d757b20-25af-11eb-9464-032251e7abf1.shtml?fbclid=IwAR26Fr7li8NFnExislVyeskQ8NxSl5jTXEvxQJfbe2HKNDRm_IuyV-r6m0s

La decisione del governo dopo che i contagi hanno toccato i 9.000 casi giornalieri nonostante le misure già adottate. più controlli anche alle frontiere

L’Austria starebbe per varare un lockdown totale. L’annuncio è atteso per sabato pomeriggio, quando è in programma una conferenza stampa del cancelliere Sebastian Kurz.

A quasi due settimane dal cosiddetto «lockdown morbido», con coprifuoco serale, il contagi continuano a salire: i nuovi casi al giorno sono oltre 9.000, su una popolazione di nemmeno 9 milioni di persone: in proporzione, quasi il doppio rispetto a quelli che vediamo in questi giorni in Italia.

Il ministro della Salute, Niki Popper, ha ammesso che l’esecutivo è rimasto deluso dall’impatto delle restrizioni, i cui effetti sono stati «molto minori di quello che ci si aspettava. Le persone — ha sottolineato — non hanno ridotto abbastanza i loro contatti nel tempo libero».

Secondo il quotidiano Der Standard, le misure che il governo austriaco si appresta a varare comprendono la chiusura di tutti gli esercizi commerciali non essenziali. La stretta colpirà anche le scuole , asili ed elementari comprese. L’assistenza sarà invece garantita per gli alunni di genitori che svolgono lavori essenziali, come era già avvenuto durante la prima ondata Covid in primavera. Il lockdown totale, per il momento, sarebbe previsto fino all’8 dicembre.Lo smart working potrebbe diventare obbligatorio mentre potrebbero essere vietate le visite nelle case di riposo e negli ospedali.

L’Austria contava 1.500 casi giornalieri a metà ottobre. La curva ha subito una brusca impennata nei quindici giorni successivi, fino a «sfondare» quota 9.000 nonostante le prime misure adottate dal governo di Vienna.

Quest’ultimo ha già ripristinato anche una serie di controlli alle frontiere, tra cui la misurazione della febbre ai viaggiatori che entrano nel Paese.

Ats MI, con lockdown Rt quasi dimezzato


articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2020/11/12/ats-mi-con-lockdown-rt-quasi-dimezzato_202d321a-4136-41c1-acf5-bc171cc6cbcc.html

Bergamaschi, oggi attorno a 1.25, si riduce di giorno in giorno

(ANSA) – Milano, 12 novembre 2020 – “L’Rt di Milano oggi era attorno a 1.25, con il lockdown si sta riducendo di giorno in giorno e si è quasi dimezzato rispetto al momento di picco“. E’ quanto ha detto a Sky TG24 il direttore generale dell’ATS Milano, Walter Bergamaschi.  (ANSA).

Coronavirus. Perché molti non si ammalano?


Coronavirus. Perché molti non si ammalano? «Ecco chi riesce a “tollerare” il virus»

articolo: https://www.avvenire.it/attualita/pagine/quei-positivi-che-non-si-ammalano-mai-ecco-chi-riesce-a-tollerare-il-virus?fbclid=IwAR1jhMifeADI9NmOWNFpRHE6QBzDwP9lBst7Gwhf3ZtgRovESriEZFGBqdM

Tre docenti dell’università di Padova: occorre studiare in modo interdisciplinare il meccanismo che preserva gli asintomatici. L’importanza dello stile di vita per limitare l’infiammazione.

Immaginate un incendio divampato in un angolo di casa vostra. E ora immaginate solerti pompieri che dirigano nelle stanze il getto di potenti estintori… tanto potenti da non riuscire più a fermarli nemmeno quando le fiamme sono domate, al punto che il malcapitato (voi) alla fine muore non per il fuoco, ma soffocato dalla schiuma inarrestabile. La metafora dell’estintore, che solo in alcuni individui è difettoso e non si disattiva più, rende bene ciò che, dopo mesi dall’inizio della pandemia, è ormai chiaro, ovvero che i morti di Covid sono uccisi non direttamente dal virus, ma dalla sproporzionata reazione messa in atto dal loro stesso corpo per reagire contro l’estraneo.

Se questo oggi è diffusamente accettato, altri misteri circondano ancora il morbo venuto dalla Cina e tuttora in gran parte sconosciuto. Primo tra tutti: come mai solo una minima parte dei positivi (o contagiati) si ammala o addirittura muore, mentre la stragrande maggioranza di essi convive perfettamente con il virus, molto spesso senza presentare alcun sintomo?

Se a ucciderci non è il virus stesso, ma l’eccesso di autodifesa che il nostro corpo mette in atto scatenando quella reazione infiammatoria che solo in Italia ha causato oltre 35mila vittime (la schiuma irrefrenabile degli estintori), qual è il meccanismo di tutto questo? Cos’è quel “qualcosa” per cui nella stessa famiglia un convivente muore e l’altro al massimo è positivo ma non si ammala? Scoprire questo “quid” misterioso potrebbe essere la chiave per sconfiggere una pandemia che mette in ginocchio il mondo, visto che un vaccino e dei farmaci realmente efficaci sono lontani a venire. Ma arriveremo a capire che cosa preserva gli “asintomatici”? Ed è corretto chiamarli così? Non sono malati ma nemmeno compiutamente sani, dato che ospitano il virus, dunque cosa sono realmente? E sono o no un’ineludibile fonte di contagio? continua a leggere

Coronavirus, mascherine chirurgiche, Ffp2 o di comunità: falsi miti e corretti utilizzi


articolo & video: https://video.repubblica.it/dossier/coronavirus-wuhan-2020/covid-mascherine-chirurgiche-ffp2-o-di-comunita-falsi-miti-e-corretti-utilizzi/370892/371501

La larga parte della popolazione italiana ha ormai assimilato l’obbligo di dover indossare una mascherina quando si è al lavoro o in spazi aperti. Sono pochissime infatti le persone che si ostinano a non indossarle, ma anche tra chi le porta spesso si annidano falsi miti e credenze. Mascherine chirurgiche, Ffp2 o di comunità, ognuna ha caratteristiche particolari e tempi di utilizzo diversi. “Quelle chirurgiche andrebbero portate dalle 4 alle 8 ore al massimo. Quelle Ffp2 sono più efficaci ma comunque durano un turno lavorativo, quindi 8 ore. Quelle di comunità vanno lavate ogni giorno“, spiega la professoressa di Igiene dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma Patrizia Laurenti. In generale, le informazioni più corrette in possesso delle persone sembrano essere quelle relative alle chirurgiche. Molte di più le incertezze per le altre. “Le uniche lavabili sono quelle di comunità, ma non basta spruzzarci sopra un detergente, vanno immerse in acqua calda a 50°-60° – prosegue Laurenti -. Bisogna indossarle bene, sopra il naso e fino a sotto il mento, e tutta la popolazione deve portarle. Solo così le mascherine possono contenere la diffusione di questa drammatica pandemia“.

Video: https://video.repubblica.it/dossier/coronavirus-wuhan-2020/covid-mascherine-chirurgiche-ffp2-o-di-comunita-falsi-miti-e-corretti-utilizzi/370892/371501

Coronavirus, i dati della settimana: l’incremento dei casi rallenta ancora


articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/11/11/news/coronavirus_i_dati_settimanali_l_incremento_dei_casi_si_riduce_ancora-273900347/

Le   nuove  infezioni  sono  aumentate  del  25%  contro  il  50%  dei sette giorni  precedenti.  Fenomeno  simile  per  i ricoveri, mentre i decessi in sette  giorni sono quasi tremila

Cala  nettamente,  si  dimezza,  l’aumento  dei  nuovi  casi  settimanali  di coronavirus in Italia. Tra il 4 novembre e ieri sono stati 235.660, contro i 195.068 dei sette giorni precedenti. L’incremento è del 25,6% mentre il precedente era stato del 49,7% e prima ancora, per tre volte di seguito, aveva raggiunto o sfiorato il 100%. Se si tratti di un rallentamento dell’epidemia, come tutti si augurano e alcuni ipotizzano, oppure di una riduzione dovuta al trattamento diventato sempre più difficile, lo si capirà tra alcuni giorni. Intanto però sale ancora la percentuale di positivi rispetto ai test (ora al 16,2%) che ancora una volta segnano un record. I tamponi molecolari sono stati infatti 1.454.260. A questi vanno aggiunti quelli antigenici rapidi, che non vengono contati nei report della Protezione civile. continua a leggere

 

Lazio e i tamponi, la procura di Avellino ordina sequestri a Formello e al laboratorio campano


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_novembre_07/lazio-tamponi-procura-avellino-ordina-sequestri-formello-laboratorio-campano-5d49f7ba-2148-11eb-8b53-82a05f6b5eae.shtml?fbclid=IwAR0iiYZpAtMLHfngZNkyXB7wIGFq3ay5Bl4juNjuWIyosQCXaheU2abW898

Blitz    delle    forze    dell’ordine,  sequestrato    il    materiale  inerenti  i tamponi  dei giocatori. Immobile, Strakosha e Leiva non giocano con la  Juve:  decisive  le  analisi  del  centr o di  Roma che ha comunicato la positività all’Ats. Ad Avellino erano risultati negativi

Ci sono tre positivi. No, sono tutti negativi. Contro la Juve giocano di sicuro anche Immobile, Leiva e Strakosha, non sono contagiosi e guai a chi prova a sostenere il contrario. Ci stiamo ripensando, forse ma chissà. Ci abbiamo ripensato: restano fuori.

La Lazio è un caos disorganizzato, la gestione del clamoroso caso dei tamponi vive su una raffica di contraddizioni mai vista. E assume dimensioni inquietanti: sabato su ordine della Procura di Avellino si è svolto un blitz delle forze dell’ordine nella sede della Lazio a Formello e nel laboratorio di Futura diagnostica di Avellino. Sequestrato il materiale inerente i tamponi dei giocatori. Il tutto nasce venerdì sera, quando sono arrivati i risultati dei test dalla Futura Diagnostica di Avellino, Lotito era l’immagine della soddisfazione: le carte che aveva in mano testimoniavano — secondo lui — chle tre positività riscontrate poche ore prima dal Campus Biomedico di Roma erano state determinate dai tamponi rapidi, quindi meno sicuri. E annunciavano, lui e il medico Pulcini, che Immobile, Leiva e Strakosha oggi sarebbero stati in campo. Non avevano tenuto conto che il centro diagnostico della Capitale aveva dato notizia della positività alla Asl, nel rispetto della legge. A quel punto come avrebbero potuto far entrare in contatto con altri calciatori, laziali e juventini, i tre positivi?  continua a leggere

Caso Lazio-tamponi..-Roma, Dzeko positivo al Covid: “Non ho sintomi”


Caso Lazio-tamponi, Immobile & co. positivi a un nuovo test, saltano la Juve

articolo: https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/11/06/news/caso_lazio-tamponi_immobile_positivo_a_nuovo_test_del_campus_biomedico_salta_la_juve-273365737/?ref=RHTP-BH-I272215202-P7-S7-T1

Si complica la posizione della squadra di Lotito, i nuovi esami eseguiti al Campus Biomedico danno ragione alla Uefa e rendono “imperdonabile”  la scelta di allenarsi, tre giorni fa, dopo la positività riscontrata in Europa. E il presidente grida al complotto

Un altro laboratorio ha certificato quello che la Lazio temeva. Ciro ImmobileLucas Leiva e Thomas Strakosha sono davvero positivi. Un risultato che getta un’ombra, a questo punto, sull’unico test – quello effettuato nel laboratorio di Avellino che da maggio serve il club di Lotito – che aveva dato esito negativo per i tre giocatori: quello effettuato una settimana fa e che aveva permesso a Immobile di giocare e segnare domenica contro il Torino.  
 
La Lazio come sempre ha effettuato i tamponi molecolari per il campionato con Futura diagnostica, il laboratorio avellinese di Walter Taccone, ex presidente dell’Avellino. Ma, quasi come delle controanalisi, alcuni giocatori sono stati sottoposti a tampone anche con un laboratorio “terzo” (era stato lo stesso Taccone a suggerirlo in un’intervista a Repubblica): il Campus Biomedico di Roma.

E quei test hanno certificato quello che aveva già detto il test Uefa: Immobile, Leiva e Strakosha sono positivi al Covid 19. E visto che l’Istituto superiore per la sanità non fa distinzione tra positivo o debolmente positivo, e che si tratta del terzo tampone che fornisce lo stesso esito, la questione inizia a farsi seria. Ora, i tre chiaramente non potranno giocare domenica contro la Juve. continua a leggere

 

Roma, Dzeko positivo al Covid: “Non ho sintomi”

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/roma/2020/11/06/news/dzeko_positivo_al_covid-273370910/?ref=RHTP-BH-I272215202-P7-S8-T1

ROMA – Edin Dzeko positivo al coronavirus. L’annuncio da parte dello stesso attaccante bosniaco della Roma su Instagram. “Ciao a tutti, purtroppo sono positivo al Covid-19 e come sapete dovrò rispettare il periodo di quarantena – scrive il giocatore, ieri rimasto in panchina durante la gara di Europa League contro il Cluj e indisponibile dunque per domenica contro il Genoa – Voglio tranquillizzare tutti quelli che mi conoscono, fortunatamente non ho sintomi particolari. Per alcuni giorni saro’ costretto a rimanere distante dai miei compagni, ma con la mente e con il cuore staro’ con loro, a cominciare da domenica: daje ragazzi. Forza Roma”.

Nazionale, Roberto Mancini positivo al Covid



articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/nazionale/2020/11/06/news/nazionale_roberto_mancini_positivo_al_covid-273377022/?ref=RHTP-BH-I272215202-P7-S1-T1

Il ct è asintomatico ed in isolamento presso la propria abitazione. Nel recente passato il tecnico era stato al centro di polemiche derivanti da alcune prese di posizione sul virus. Sarà temporaneamente sostituito in panchina da Evani

Il ct della nazionale Roberto Mancini e’ risultato positivo al Covid 19. Mancini è asintomatico e in isolamento presso la propria abitazione.

La  positività  di  Mancini  è  emersa  nell’ambito  del  prescreening in vista del raduno  di  domenica.  Si  tratta  di  controlli  periodici effettuati dalla Figc per i  componenti  degli  staff  tecnici  delle  Nazionali  in  vista degli impegni nelle competizioni      Uefa .   La  Figc     ha     tempestivamente     avvisato    la    Asl territorialmente competente. Il ct potrà aggregarsi al raduno  della Nazionale a  Coverciano  una  volta  completato il percorso  previsto  dalle  norme   e dai protocolli   Uefa   Return   to   play   e   Figc.  Nel   frattempo   il   suo   posto  in panchina sarà preso dal suo vice Evani.

Ricordiamo che nel recente passato Mancini era stato al centro di polemiche  dopo  la  publicazione  di una  vignetta  su Instagram nella quale si vedeva un paziente  ammalato   di  Covid  che,  alla  domanda  sull’origine  del  contagio, spiega  di  esserselo  preso  guardando  troppi  tg.  E  polemiche  c’erano  state allorché    il ct aveva auspicato la riapertura degli stadi attirandosi le critiche dei virologi.

Firenze, Carlo Conti ricoverato a Careggi


articolo: https://firenze.repubblica.it/cronaca/2020/11/06/news/covid_carlo_conti_ricoverato_all_ospedale_di_careggi-273309475/?ref=RHTP-BH-I272741465-P1-S5-T1

Il conduttore è positivo al Covid e le condizioni sono buone, ma sono state giudicate non più compatibili con l’isolamento a casa

Carlo  Conti è stato ricoverato all’ospedale fiorentino di Careggi nel reparto malattie   infettive.  Il conduttore  è  affetto  da  Covid  e,  nonostante  le  sue condizioni   non  siano  gravi,  sono  state  giudicate  non più compatibili con l’isolamento  a casa. Carlo Conti la scorsa settimana ha condotto da casa la puntata di “Tale e quale show”, ma nelle ultime ore i sintomi del virus hanno consigliato il ricovero in ospedale.

Dpcm, Conte ha firmato……


Dpcm, Conte ha firmato. Nelle zone rosse vietata anche la mobilità interna. No delle Regioni: “Noi esautorati”

Novità rispetto alla bozza: parrucchieri aperti anche nelle aree rosse. In quelle arancioni chiusi bar, ristoranti, e stop allo spostamento tra regioni. Il testo in Gazzetta ufficiale in mattinata. Le misure in vigore giovedì. Nelle prossime ore ci sarà la classificazione delle regioni in base al rischio. Ma ci sono già molte indiscrezioni

Giuseppe Conte ha firmato. La notizia è arrivata dopo mezzanotte. Il nuovo Dpcm sarà in Gazzetta ufficiale in mattinata. Dal 5 novembre al 3 dicembre l’Italia sarà dunque divisa in tre aree: zone rosse (ad alto rischio), arancioni (intermedio) e verdi (più sicure). Con regole e divieti diversi. L’ultima novità, rispetto alla bozza circolata nel pomeriggio, è che parrucchieri e barbieri resteranno aperti anche nelle aree rosse. Solo nelle prossime 24 ore sapremo in quale categoria sarà collocata ogni regione, in base all’indice Rt e ad altri 21 criteri. Una classificazione destinata a suscitare polemiche come già si è capito dallo scontro in serata tra governo e presidenti di Regione.

La classificazione delle Regioni – Nella zona rossa dovrebbero essere Lombardia, Piemonte, Calabria, Alto Adige e Valle d’Aosta. In bilico la Campania. Zona arancione Puglia, Sicilia, Liguria e probabilmente il Veneto. Tutte le altre sono zone verdi. Le Regioni hanno chiesto che la valutazione del rischio epidemiologico venga fatta in collaborazione con i dipartimenti di prevenzione regionali. E il governo ha promesso un “coinvolgimento”.

Le regole nelle zone verdi – È la zona con regole meno rigide ma comunque più restrittive rispetto al decreto dello scorso 24 ottobre. Il “coprifuocoscatta alle 22. Da quel momento – e fino alle cinque del mattinoè vietato uscire di casa, salvo motivi di salute o lavoro. Alle scuole superiori, ci sarà la didattica a distanza al 100%. Nel trasporto pubblico, è prevista una capienza dimezzata: 50 per cento su bus, metro e treni regionali. I centri commerciali sono chiusi nel weekend e nei giorni festivi. Si fermano anche i musei, le mostre, le sale bingo. Bloccate le crociere. Vengono sospesi i concorsi pubblici, anche quello della scuola. Con l’eccezione di quelli che riguardano il personale della sanità. Sarà consentito l’accesso ai parchi, sempre rispettando la regola del distanziamento di un metro.

Le regole nelle zone arancioni – La seconda area è quella arancione, dove ci sarà un inasprimento delle regole rispetto alle zone verdi. Bar, ristoranti, gelaterie e pasticcerie qui resteranno chiusi sempre e non più solo dopo le 18. Sono salvi però parrucchieri e centri estetici. Dovrebbe essere vietato ogni spostamento in un Comune diverso da quello di residenza o domicilio, salvo comprovate ragioni di lavoro, studio, salute. Per il resto valgono tutte le regole delle zone verdi: 50 per cento di capienza sui mezzi pubblici, didattica a distanza integrale alle superiori, stop ai musei e coprifuoco dalle 22.

I divieti nelle zone rosse – Nelle regioni individuate ad alto rischio è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori, e perfino gli spostamenti all’interno del territorio, salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute. La didattica a distanza in queste regioni scatterà già dalla seconda media (salvo le attività con minori disabili). Resteranno chiusi bar, pasticcerie, ristoranti, e tutti i negozi che non vendono beni essenziali. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio e – fino alle 22 – la ristorazione con asporto, con divieto di consumare sul posto o nelle vicinanze. Restano aperti i negozi di alimenti e bevande nelle aree di servizio e rifornimento carburante lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti. E le industrie. Nessuna serrata per i servizi essenziali, ovviamente farmacie e supermercati saranno aperti al pubblico come a marzo scorso. continua  a leggere

Covid: Francesco Totti positivo


articol: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2020/11/02/covid-francesco-totti-positivo_74609803-17c3-4c3f-b3cf-0574075cdbe0.html

L’ex dieci lo scorso 12 ottobre ha perso il papà per il virus

Positivo  al  Covid-19  anche Francesco Totti, il quale lo scorso 12 ottobre ha perso il papà proprio per colpa del virus. Anche la mamma era stata colpita, seppur in forma lieve.
La notizia della positivita’ dell’ex numero 10 e’ stata confermata dall’ANSA da una  persona  vicina  all’ex  giocatore  Totti  ha  qualche  linea  di febbre, ed è in  isolamento  nella  sua  villa,  con  misure  di  distanziamento  dai   figli.  La positività  è  stata  riscontrata  alcuni  giorni  fa,  ma  l’ex  n.10  non  ha voluto renderla pubblica e intende proseguire nella linea della privacy