Morti Bianche 2023 – Gennaio – : -……


——————–°°°——————–

OSSERVATORIO NAZIONALE DI BOLOGNA MORTI SUL LAVORO L’unico osservatorio che monitora i morti sul lavoro in Italia Aperto il 1° gennaio 2008, chiuderà il 31 dicembre 2022 Il sito http://cadutisullavoro.blogspot.it Aperto da Carlo Soricelli per non dimenticare i sette operai della ThyssenKrupp di Torino morti poche settimane prima. Da 15 anni i morti sui luoghi di lavoro sono tutti registrati in apposite tabelle Excel con l’indicazione di data del decesso, provincia e regione della tragedia, identità della vittima, età, professione, nazionalità e cenni sull’infortunio mortale. Chiunque svolge un lavoro e muore per infortunio è per noi un morto sul lavoro, indipendentemente dall’assicurazione che ha o se non l’ha affatto, perché in nero o agricoltore anziano. Dal 1° gennaio 2008, anno di apertura dell’Osservatorio, sono morti complessivamente oltre 18.500 lavoratori per infortuni sui luoghi di lavoro. ma purtroppo sulle strade e in itinere sfuggono comunque diversi lavoratori Le ore impiegate in questi 15 anni di monitoraggio con lavoro volontario sono state oltre 29.000 Situazione in Italia e nelle Regioni/province al 31 dicembre 2022 Sono morti complessivamente 1499 lavoratori, 757 di questi sui luoghi di lavoro, gli altri sulle strade e in itinere (sono stati 692 nell’intero 2021 i morti sui luoghi di lavoro, esclusi i morti per covid e ovviamente i morti sulle strade e in itinere). Questo dato comprende anche i morti sul lavoro non assicurati all’INAIL (oltre 4 milioni), che ricordiamo non fa nessun monitoraggio, ma raccoglie solo le denunce che gli arrivano dal territorio dei suoi assicurati, non ne fanno parte i morti in nero e gli agricoltori schiacciati dal trattore; spesso si tratta di anziani in pensione, ma non solo, alcuni hanno un doppio lavoro perché i terreni di famiglia non li sfamano e che non risultano da nessuna parte. INAIL nei primi dieci mesi dell’anno ha ricevuto 909 denunce di morti sul lavoro tra i suoi assicurati, in questo dato sono ricompresi anche i morti sulle strade e in itinere. In tutto sono 167 gli agricoltori schiacciati dal trattore nel 2022, 107 gli autotrasportatori morti dall’inizio dell’anno. Assieme all’edilizia l’edilizia in queste tre categorie si supera la metà dei morti sui luoghi di lavoro. I lavoratori stranieri morti quest’anno sui luoghi di lavoro sono 95 e rappresentano il 14% sul totale, se si escludono gli agricoltori schiacciati dal trattore quasi tutti italiani, molti lavoravano in nero. Altrettanti sono morti sulle strade: come non ricordare i 5 operai pakistani che all’alba da Torino andavano a lavorare in Lombardia, oppure i tre operai foggiani che tornava dal Molise? Spesso queste morti “in nero” hanno dinamiche terribili. Alcuni lavoravano in grandi cantieri nei quali esercitavano diverse ditte, ma nessuno di queste ha ammesso che erano loro dipendenti; capita spesso e succede per non avere gravi problemi e responsabilità penali, non essendo in regola. La percentuale di stranieri aumenterà progressivamente nei prossimi anni a causa della denatalità italiana: la loro conoscenza dei diritti/doveri e delle normative sulla Sicurezza diventerà determinante per porre argine a queste tragedie. Decessi sui luoghi di lavoro nelle Regioni e nelle province italiane Di seguito i morti sui luoghi di lavoro nelle Regioni e Province. In questi dati non sono contati i morti per covid, i morti in itinere e sulle strade, se non autotrasportatori, i morti sulle autostrade, in mare e all’estero. Bisogna tenere presente che i morti in itinere e sulle strade ogni anno sono almeno altrettanti rispetto a quelli segnalati qui di seguito, ma noi preferiamo tenerli separati perché richiedono altri interventi, che sono differenti da quelli delle morti sui luoghi di lavoro. INAIL conteggia questi dati tutti insieme generando confusione tra chi vuole comprendere le reali dimensioni e le caratteristiche del fenomeno. I morti sul lavoro sono segnati nella provincia dove è avvenuto l’infortunio mortale e non in quella di residenza. I morti sui LUOGHI DI LAVORO nelle Regioni e Province nel 2022 senza i morti sulle strade e in itinere e autostrade. 672 complessivi a carico delle Regioni, gli altri 83 morti sono per incidenti di autotrasportatori in autostrada, alcuni di questi morti in mare, al largo LOMBARDIA 107 Milano (21), Bergamo (12), Brescia (29), Como (7), Cremona (6), Lecco (8), Lodi (1), Mantova (5), Monza Brianza (4), Pavia (6) Sondrio (3), Varese (3) VENETO 65 Venezia (10), Belluno (4), Padova‎ (8), Rovigo (3), Treviso (10), Verona (13), Vicenza (17) CAMPANIA 59 Napoli (13), Avellino (5), Benevento (3), Caserta (20), Salerno (18) PIEMONTE 54 Torino (25), Alessandria (9), Asti (2), Biella (2), Cuneo (8), Novara (1),Verbano-Cusio-Ossola (2) Vercelli (3) LAZIO 49 Roma (22), Viterbo (6) Frosinone (12) Latina (3) Rieti (6) SICILIA 46 Palermo (9), Agrigento (4), Caltanissetta (7), Catania (9), Enna (1), Messina (7), Ragusa (3), Siracusa (), Trapani‎ (6) EMILIA ROMAGNA 46 Bologna (5), Rimini (3) Ferrara (4) Forlì Cesena (9) Modena (7) Parma (1) Ravenna (4) Reggio Emilia (8) Piacenza (5) CALABRIA 31 Catanzaro (10), Cosenza (8), Crotone (4) Reggio Calabria (6) Vibo Valentia (3) MARCHE 34 Ancona (14), Macerata (4), Fermo (3), Pesaro-Urbino (9), Ascoli Piceno (4) TRENTINO ALTO ADIGE 32 Trento (22) Bolzano (10) PUGLIA 32 Bari (3), BAT (), Brindisi (2), Foggia (12), Lecce (8) Taranto (7) TOSCANA 30 Firenze (6), Arezzo (7), Grosseto (2), Livorno (1), Lucca (2), Massa Carrara (3, Pisa‎ (3), Pistoia (3), Siena () Prato (2) SARDEGNA 25 Cagliari (4) Carbonia-Iglesias (), Medio Campidano (1), Nuoro (4), Ogliastra (), Olbia-Tempio (2), Oristano (5), Sassari (9).Sulcis iglesiente () ABRUZZO 18 L’Aquila (1), Chieti (8), Pescara (6) Teramo (3) UMBRIA 10 Perugia (9) Terni (1) LIGURIA 12 Genova (3), Imperia (3) La Spezia (3), Savona (3) FRIULI VENEZIA GIULIA 7 Pordenone (1 Trieste () Udine (5) Gorizia (1) BASILICATA 9 Potenza (5) Matera (4) VALLE D’AOSTA 3 (3) Molise 2 Campobasso (2) Isernia ()

Curatore Carlo Soricelli, metalmeccanico in pensione e artista sociale da 50 anni.

Per contatti: carlo.soricelli@gmail.com

https://www.facebook.com/carlo.soricelli

https://www.facebook.com/osservatorioindipendente/

https://www.instagram.com/pittorepranico/channel/?hl=it

https://mobile.twitter.com/pittorecarlosor Infortuni mortali pervenuti a INAIL nei primi 11 mesi compresi i morti sulle strade e initinere1006 Infortuni mortali monitorati dall’Osservatorio Nazionale di Bologna morti sul lavoro 709 sui luoghi di lavoro 1380 con i morti sulle strade e in itinere

Grazie amici dell’Osservatorio, grazie a voi che lo avete sostenuto in tutti questi anni, l’inserimento del nome non comporta nessun impegno, ma è solo un ringraziamento per la vicinanza: Maria Luisa Capogreco cugina di Salvatore Caruso morto schiacciato dal trattore, aveva 26 anni, Maurizio Portaluri, Emidio Mazzoni, Giorgio Langella, Luciano Pomona, Stefano Cecchi, Marcello Maddalena Ernoni, Nicolino Camboni, Luigi D’Apoli, Piera Pirovano, Primo Acireale, Anna Battistetti, sorella di Mattia morto sul lavoro a 23 anni), Vincenzo Conte, Gianluca Tedesco Maesto Salvatore Morra, Guido Bianchini, Gino Candreva, Stefano farina, Domenico Nese, Enzo Perfetto, Aldo Dell’Accio, Giangrande, Vita Andrisani, Carla Landini, Luc Thibault, Marianna Viscardi madre di Lisa Picozzi morta sul lavoro nel 2010, Marco Pisolo Florio. Lala Quinti, figlia di Leonardo Quinti morto sul lavoro, Rita Somma, Stefano Magia, Graziella Marota, mamma di Andrea Gagliardoni, morto sul lavoro, Giusi Caggianese sorella di Antonio morto sul lavoro, • Claudio Balzanelli, Eleonora Vitale, Pierpaolo Pedevilla, Lorenzo Bianzani, Roberto Marega, Giampiero Arpaia, Massimiliano Quirico, Stefano Diba, Maurizio Patelli, Giampaolo Ferradini, Moni Loca, Valeria Zacchini, Laura Lostia, Enrico Cardinali, Armando Zenorini, Beppe Reburdo, Luciano La Placa, Nicoletta Terrassan, Nicola Durso, Lucietta Bellomo, Marisa Venturi, Massimo Masetti, Franca Francia, Elisabetta Selmi, Giorgio Archetti, Monica Coin , Franco Decoroso, Antonino Ughettini, Loris Morotti, Morotti Loris, Marco Lazzaroni Elsa Boetti, Claudio Berardi, Rosa Conti, Danila Ila Guidi, Alberto Scatizzi, Corrado Gianluca Morelli, Licio Dettori, Michele Pattoia, Luisa Atti, Barbara Santonocito, Salvatore Morra, Savio Galvani, Stelio Piccinelli, Marcello Atlarep, Rosetta Torrella, Katiuscia Marchetti, Sandra Bonaldi, Enzo Bianchini, Tiziano Venti, Mila Gherardi, Mafalda Caccamo, Fabio Trivellone, Carla Paci, Olga Bertaina, Francesco Vitale, Sandino Sociale, Nicoletta Dati, Bruno Alampi e Adelina Finzi, Carla Landini, Viler Zappaterra, Luca Falcetta, Valentino Minarelli, Dimer Marchi, Norma Bertullacelli, Luca Battaglia, Gino De Simone, Andrea Zanotti,Primo Acireale, Franco Iorio, Giovanni Pedranghelu, Rosa Poloni, Jonny Blaze, Carla Persi, Ettore Ariotti, Ciro Di Cristo, Samuela Guglielmi, Raffaella Ranieri, Anna Sbarrai, Mauro Mozzani, • , Rino Giangrande, Claudio Zanolo, Vanni Delucia, Fabio Maiorca, Margherita Gozzi, Laura Sobanska, Ferruccio Prato, Carlo Amabile, Stefano Montecchia Aldo Dell’Accio, Leonello Tronti, Annalisa Gardin, Carlo Loiodice, Claudio Moroni, Claudio Balzanelli, Eleonora Vitale, Pierpaolo Pedevilla, Lorenzo Bianzani, Roberto Marega, Giampiero Arpaia,, Massimiliano Quirico, Maurizio Patelli, Giampaolo Ferradini, Moni Loca, Valeria Zacchini, Laura Lostia, Enrico Cardinali, Armando Zenorini, Beppe Reburdo, Luciano La Placa, Nicoletta Terrassan, Nicola Durso, Dino Tibaldi, Mirella Santi, Lucietta Bellomo, Marisa Venturi, Massimo Masetti, Franca Francia, Elisabetta Selmi, Giorgio Archetti, Monica Coin, Franco Decoroso Antonino Ughettini, Loris Morotti, Marco Lazzaroni, Lanfranco Turci, Elsa Boetti, Claudio Berardi, Rosa Conti, Danila Ila Guidi, Alberto Scatizzi, Corrado Gianluca Morelli, Licio Dettori, Michele Pattoia, Luisa Atti, Barbara Santonocito o Salvatore Morra, Stelio Piccinelli, Marcello Atlarep, Rosetta Torrella, Sandra Bonaldi Franco Decoroso Antonino Ughettini, Loris Morotti Marco Lazzaroni Lanfranco Turci Elsa Boetti, Claudio Berardi Rosa Conti, Danila Ila Guidi, Alberto Scatizzi, Corrado Gianluca Morelli, Licio Dettori, Michele Pattoia, Luisa Atti, Barbara Santonocito, Salvatore Morra, Savio Galvani, Stelio Piccinelli Marcello Atlarep, Katiuscia Marchetti, Sandra Bonaldi, Gianni Devani, Gaia Neri, Oronzo Pedio, Giuseppe Davì, Bonacchi Raffaele, Francesca Scapin, Cinzia Abramo, Antonella Favali, Patrizia Guernelli Serafino Salerno, Francesco Sani, Franco Decoroso, Antonino Ughettini, Loris Morotti, Marco Lazzaroni, Lanfranco Turci, Elsa Boetti, Claudio Berardi Rosa Conti Danila Ila Guidi, Alberto Scatizzi, Corrado Gianluca Morelli Licio Dettori, Michele Pattoia, Luisa Atti, Barbara Santonocito, Savio Galvani, Marcello Atlarep, Rosetta Torrella, Katiuscia Marchetti, Sandra Bonaldi, Donata Barella, Fulvio Flammini Costanza Nocco, Iole Barbieri, Cristina Ravaioli Guido Alighieri, Giovanni Puggioni, Anna Maria Romeo, Flavio Franceschini, Domenico Nese, Gabriella Poma, Ciro Rinaldi, Luigi Romano, Barbara Ciucarilli, Bruno Canu, Nicolino Combani, Franco Decoroso Antonino Ughettini Loris Morotti Marco Lazzaroni Elsa Boetti Claudio Berardi Rosa Conti Danila Ila Guidi Alberto Scatizzi Corrado Gianluca Morelli Licio Dettori Michele Pattoia Luisa Atti Barbara Santonocito Savio Galvani Marcello Atlarep Rosetta Torrella Katiuscia Marchetti Sandra Bonaldi Donata Barella Fulvio Flammini Costanza Nocco Iole Barbieri Cristina Ravaioli Guido Alighieri Giovanni Puggioni, Anna Maria Romeo, Flavio Franceschini, Domenico Nese, Gabriella Poma, Ciro Rinaldi, Federica Remondino, Alessandro Balzano, Giorgio Guerra, Agnese Leofreddi, Ermes Dall’ Era, Rosita Silvestri, Asdrubale Pandolfini Patrizia Di Campli Alberto Ramari, Oscar Pellegrini, Marco Pier Giulio Magnani, Luca Stocchi, Pasquale Rizzo, Elena Gaetti, Ciro Aiello, Guido Provenzali, Vincenzo Santovito, Ida Orlando, Fernando Masci, Roberta Tagliavini, Michele Ravagnolo, Davide Pedriali, Claudio Petrelli, Giovanni Salierno, Livio Trentin, Michela Parmeggiani, Giovanni de Rose, Gian Carlo Lancini, Andrea Puccio, Valerio Borghetti, Elena Marchino, Antonello Angelini, Salvatore D’Amato, Vincenzo Barbato Stella Colombo, Enzo Bianchini Tiziano Venti, Mila Gherardi, Mafalda Caccamo, Fabio Trivellone, Carla Paci, Olga Bertaina, Francesco Vitale, Sandino Sociale, Nicoletta Dati, Adelina Finzi, Carla Landini, Viler Zappaterra, Luca Falcetta, Valentino Minarelli, Dimer Marchi, Norma Bertullacelli, Luca Battaglia, Gino De Simone

——————–°°°——————

Febbraio 2023

——————–°°°——————

Calolziocorte, colpito al petto da una lastra in alluminio: operaio 26enne in ospedale

articolo di Daniele De Salvo: Calolziocorte, colpito al petto da una lastra in alluminio: operaio 26enne in ospedale – Cronaca (ilgiorno.it)

Il ragazzo è stato portato d’urgenza al San Leopoldo Mandic di Merate

Calolziocorte (Lecco), 7 febbraio 2023

Una lastra di alluminio lo ha colpito al petto, come un cazzotto in pancia, e lo ha scaraventato a terra. Linfortunio sul lavoro si è verificato nella mattinata di oggi in uno stabilimento di Calolziocorte. A finire ko sul pavimento è stato un operaio di 26 anni, addetto ad una pressa. Un pezzo di alluminio stampato lo ha colpito.

E’ stato soccorso dai sanitari dell’eliambulanza di Como e dai Volontari del soccorso di Calolziocorte. Il 26enne ha rimediato un brutto trauma addominale e altre contusioni meno gravi. Dopo aver ricevuto le prime cure ed essere stato stabilizzato è stato trasferito d’urgenza in ospedale, al San Leopoldo Mandic di Merate. Oltre ai soccorritori sono stati mobilitati i carabinieri e gli ispettori di Ats della Brianza per valutare il rispetto di tutte le normative di sicurezza sui luoghi di lavoro e l’impiego di sicure e dispositivi salvavita.

——————–°°°——————

Fuga di gas nel Terzo valico, un operaio morto e un altro gravemente ustionato

articolo di Cristina Palazzo: Terzo Valico, incidente in un cantiere a Voltaggio: un morto – la Repubblica

Voltaggio (Alessandria), 06 febbraio 2023

Tragedia nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio, nell’Alessandrino. Intorno all’una di notte, due operai sono stati coinvolti in un incidente mentre lavoravano. Uno dei due è morto a causa delle ustioni riportate, è un trasfertista calabrese di 33 anni, l’altro operaio stato soccorso dal personale del 118 e trasportato in ospedale a Novi Ligure, non sarebbe in pericolo di vita. Si tratta di due addetti della ditta Seli Overseas (gruppo WeBuild).

Tra le prime ipotesi, quella di una fiammata dovuta a una fuga di gas mentre scavavano, in un primo momento si è anche parlato di un’esplosione. Gli operai erano nel tunnel di accesso alla grande opera per dei lavori di consolidamento della galleria. Probabilmente una scintilla partita dal macchinario potrebbe aver innescato il gas naturale, che è monitorato da apposite apparecchiature.

Sono in corso gli accertamenti dei carabinieri di Voltaggio con i colleghi di Novi Ligure per fare chiarezza su quanto accaduto. continua a leggere

——————–°°°——————

Operaio cade in una cisterna e muore nel veronese

articolo: Operaio cade in una cisterna e muore nel veronese – Veneto – ANSA.it

L’infortunio è avvenuto oggi è avvenuto a Pressana

Pressana (Verona), 03 febbraio 2023

Un operaio (autotrasportatore) (50 anni) è morto dopo essere caduto all’interno di una cisterna.

L’infortunio è avvenuto oggi è avvenuto a Pressana (Verona).

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con Carabinieri e Vigili del fuoco. L’uomo è stato estratto dalla cisterna già privo di vita.

——————–°°°——————

Infortunio sul lavoro a Cesena: operaio incastrato in un macchinario trita plastica

articolo: Infortunio sul lavoro a Cesena: operaio incastrato in un macchinario trita plastica (ilrestodelcarlino.it)

L’uomo, 59 anni, è dipendente della Elle Plast di Roncofreddo: liberato dai pompieri, è stato portato all’ospedale Bufalini

Cesena, 2 febbraio 2023  

Il braccio è rimasto incastrato in un macchinario trita plastica: un operaio di 59 anni si è gravemente ferito così mentre lavorava alla Elle Plast di Roncofreddo. L’uomo, dipendente regolarmente assunto dalla ditta che produce materiale plastico sulle prime colline di Cesena, è stato subito soccorso dai colleghi che hanno allertato i sanitari del 118 e i vigili del fuoco. 

Quando i pompieri, utilizzando speciali cesoie ad aria compressa, sono finalmente riusciti a disincastrarlo dal macchinario, l’uomo è stato affidato alle cure di medici e infermieri che, dopo averne stabilizzato i parametri, lo hanno portato con la massima urgenza al trauma center all’ospedale Bufalini di Cesena.

Secondo una prima ricostruzione l’uomo avrebbe tentato d’intervenire sul macchinario trita-plastica che senza apparente motivo si era fermato. Mentre l’uomo era intento in questo, la macchina è improvvisamente ripartita, imprigionandogli un braccio.

L’operaio non è gravi condizioni, ma restano da verificare i danni subiti dal braccio. Sul posto anche le forze dell’ordine e la medicina del lavoro per i rilievi di legge.

——————–°°°——————

Incidenti sul lavoro, 62enne muore precipitando da una scarpata di 20 metri. Stava manovrando un mezzo agricolo

articolo di Lucia Landoni: Incidenti sul lavoro, 62enne muore precipitando da una scarpata di 20 metri. Stava manovrando un mezzo agricolo – la Repubblica

E’ successo a Tremosine sul Garda, in provincia di Brescia. L’uomo stava facendo manovra con un sollevatore telescopico quando ha perso il controllo del mezzo ed è precipitato per 20 metri

Tremosine sul Garda, (Brescia) – 02 febbraio 2023

Tragico incidente intorno alle 9 di questa mattina a Tremosine sul Garda (nel Bresciano): un uomo di 62 anni ha perso la vita dopo essere precipitato in una scarpata con il mezzo agricolo che stava guidando in via della Pertica, nella frazione di Vesio. Sul posto sono subito intervenuti i Vigili del fuoco, la Polizia locale e i carabinieri, oltre all’elisoccorso (la piazzola per l’atterraggio si trova proprio in via della Pertica) e a un’ambulanza, ma i sanitari non hanno purtroppo potuto far altro che constatarne il decesso. 

continua a leggere

——————–°°°——————

Operaio cade dal camion, grave infortunio in un’azienda

L’infortunio sul lavoro è avvenuto attorno alle 13 nel Comune della valle Sabbia in provincia di Brescia

articolo: Operaio cade dal camion, grave infortunio in un’azienda (ilgazzettino.it)

Corno Di Rosazzo (Udine), 02 febbraio 2023

Infortunio sul lavoro questa mattina, 2 febbraio, in un’azienda di Corno di Rosazzo. Un uomo è stato soccorso nella tarda mattinata per le ferite riportate a seguito di una caduta da un camion in prossimità degli spazi di una attività produttiva di Corno di Rosazzo. 

Dopo la richiesta di aiuto giunta dal Nue112, transitata puntualmente alla centrale della Struttura operativa regionale emergenza sanitaria, gli infermieri hanno inviato sul posto l’automedica proveniente da Gradisca d’Isonzo e l’ambulanza proveniente da Cormons. 

Allertata le forze dell’ordine.

——————–°°°——————

Molteno, infortunio sul lavoro: grave operaio schiacciato da trave di metallo

Lecco, operato d’urgenze 35enne travolto da un cilindro metallico

articolo: https://www.ilgiorno.it/lecco/cronaca/molteno-infortunio-lavoro-1.8495967

Molteno (Lecco), 1 febbraio 2023

Grave infortunio sul lavoro a Molteno. Un operaio di 35 anni è stato travolto da una pesante trave in metallo. Ora sta lottando per la vita. L’incidente è successo nella tarda mattinata di oggi. Il 35enne è stato investito da una cilindro in ferro utilizzato nei processi di verniciatura industriale: la sorta di palo gli ha schiacciato l’addome e fratturato una gamba in più punti. E’ stato subito soccorso dai colleghi e poi dai sanitari di Areu con i volontari della Croce Verde di Bosisio Parini. Le sue condizioni si sono rivelate molto peggiori di quanto inizialmente ipotizzato. Il 35enne è stato trasferito d’urgenza in ospedale all’Alessandro Manzoni di Lecco, dove è stato subito portato in sala operatoria e sottoposto a un intervento chirurgico. La sua situazione clinica è critica e la prognosi riservata. Oltre ai soccorritori, sul luogo dell’infortunio sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Merate e gli ispettori di Ats della Brianza per verificare quanto accaduto e accertare il rispetto o meno di tutte le normative di sicuerzza.

——————–°°°——————

Gennaio 2023

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro, grave operaio

articolo: Incidente sul lavoro, grave operaio (lanazione.it)

E’ successo nel comune di San Giovanni d’Asso

San Giovanni D’Asso (Siena), 31 gennaio 2023

Incidente sul lavoro nel pomeriggio di oggi, verso le 16, in provincia di Siena. I sanitari del 118 dell’Asl Toscana sud est sono intervenuti nel comune di San Giovanni d’Asso per un uomo di 57 anni rimasto gravemente ferito.

L’operaio è stato preso in carico dall’ambulanza della Misericordia di Montalcino e poi con l’elisoccorso Pegaso 2 è stato trasportato in codice 3 al Cto di Firenze. Attivato il Pisll (Prevenzione igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro). In corso gli accertamenti per ricostruire l’infortunio

——————–°°°——————–

Pisa, incidente sul lavoro: due operai cadono da sette metri, feriti

articolo: Pisa, incidente sul lavoro: due operai cadono da sette metri, feriti – Cronaca – lanazione.it

I feriti sono residenti a Cascina ed entrambi hanno 57 anni

Pisa, 31 gennaio 2023

Spaventoso incidente sul lavoro oggi a Pisa. Due operai di 57 anni sono rimasti feriti in modo non grave in seguito alla caduta da un’altezza di circa 7 metri dal cestello sostenuto da un mezzo che si è piegato su un fianco durante le operazioni di manutenzione edilizia in uno stabile di un quartiere residenziale di Pisa.

I lavoratori soccorsi dal 118 sono stati trasferiti al pronto soccorso in codice giallo e sul posto sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco per mettere in sicurezza il veicolo e ripristinare la viabilità sulla strada rimasta a lungo interrotta in seguito all’incidente sul lavoro. La squadra dei pompieri è intervenuta per mettere in sicurezza il veicolo.

Secondo quanto si è appreso, il cestello si è improvvisamente ribaltato durante i lavori di rifacimento della facciata provocando un sobbalzo del mezzo che lo sosteneva che si è adagiato su un fianco restando in posizione precaria. È stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco con una gru per rimuoverlo. Sul posto anche i tecnici della medicina del lavoro, mentre l’autorità giudiziaria ha disposto il sequestro del mezzo d’opera sul quale stavano lavorando i due feriti. I feriti sono residenti a Cascina.

——————–°°°——————–

Incidente sul lavoro in officina: muore schiacciato sotto il camion

Felice Costanzo è morto in un incidente su lavoro in un’officina autorizzata Iveco a Lamezia Terme

articolo di Redazione web: Incidente sul lavoro in officina: muore schiacciato sotto il camion (leggo.it)

Lamezia Terme (Catanzaro), 31 gennaio 2023

Un operaio di 54 anni, Felice Costanzo, è morto in un incidente sul lavoro in un’officina autorizzata Iveco a Lamezia Terme. Costanzo, secondo quanto è emerso dai primi accertamenti dei carabinieri, è rimasto schiacciato sotto un camion mentre stava effettuando una riparazione. L’operaio è deceduto mentre veniva portato in elisoccorso nell’ospedale di Catanzaro.

I carabinieri indagano sull’incidente mortale a Lamezia Terme – Le indagini dei carabinieri mirano a ricostruire la dinamica di quanto è accaduto ed accertare eventuali responsabilità. Sul posto, per il coordinamento dell’attività investigativa, c’é il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Lamezia Terme.

——————–°°°——————–

Infortunio sul lavoro: gravi due operai, investiti da un automezzo e sbalzati per due metri

articolo: Infortunio sul lavoro: gravi due operai, investiti da un automezzo e sbalzati per due metri (ilgazzettino.it)

Trieste, 27 gennaio 2023 

Due persone sono state soccorse nel pomeriggio di oggi, venerdì 27 gennaio, a Trieste all’interno dello spazio di una azienda, in prossimità della zona della ex Ferriera, per le ferite riportate a seguito di un infortunio sul lavoro. 

Per cause in corso di accertamento da parte delle forze dell’ordine, mentre camminavano sono state investite da un mezzo e sono state sbalzate entrambe per circa due metri. Le persone presenti in quel momento negli spazi dell’azienda hanno chiamato subito il Nue112. Gli infermieri della Sores hanno inviato celermente sul posto due ambulanze (di cui una Als) e un’automedica. Attivate per quanto di competenza l’Autorità portuale e la Capitaneria di porto. Le due persone ferite, entrambi uomini, sono rimaste sempre coscienti; sono state prese in carico della equipes mediche e trasportate poi all’ospedale di Cattinara in codice giallo per dinamica.

——————–°°°——————–

Incidenti sul lavoro, grave operaia travolta da lastre

articolo: Incidenti sul lavoro, grave operaia travolta da lastre – Cronaca – ANSA

In provincia di Bologna, soccorsa dai vigili del fuoco

(ANSA) – Bologna, 26 gennaio 2023

Incidente sul lavoro nel tardo pomeriggio, in provincia di Bologna.

Un’operaia di 56 anni è stata portata in ospedale dopo essere stata investita dalla caduta di lastre metalliche in un’azienda a Fossatone di Medicina.

Liberata dai Vigili del fuoco, è stata affidata al 118 e portata all’ospedale Maggiore in condizioni serie, in elicottero. Sul posto, via Galliani, anche polizia locale e carabinieri. (ANSA)

——————–°°°——————–

Giussano, operaio 22enne rimane folgorato nell’ex ditta Feg di via Boito: rischia la vita

articolo: Giussano, operaio 22enne rimane folgorato nell’ex ditta Feg di via Boito: rischia la vita – Cronaca (ilgiorno.it)

Il giovane ha riportato serie ustioni al volto e alle mani ed è in prognosi riservata all’Ospedale Niguarda

Giussano (Monza e Brianza), 25 gennaio 2023

Paura nell’ex ditta Feg di via Boito quando nel pomeriggio, un 22enne giussanese, impiegato per una ditta esterna, mentre era impegnato con dei lavori di manutenzione all’interno della ditta, è stato colpito da un ritorno di fiammaI dipendenti hanno immediatamente allertato il 118. L’allarme è scattato in codice giallo e sul posto, oltre alla Polizia locale di Giussano e agli operatori dell’Ats, sono accorsi anche il 118 con un’ambulanza e un elisoccorso. Il giovane ha riportato serie ustioni al volto e alle mani  è stato trasportato in gravi condizioni all’Ospedale Niguarda, dove è stato sottoposto a un primo intervento chirugico. La prognosi è riservata.  

——————–°°°——————–

Cade da un’impalcatura dentro la concessionaria d’auto: operaio grave

articolo: Cade da un’impalcatura dentro la concessionaria d’auto: operaio grave (ilgazzettino.it)

Vicenza, 23 gennaio 2023

Un operaio è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Vicenza per le ferite riportate nella caduta da un’impalcatura, da un’altezza di 3 metri e mezzo, all’interno di una concessionaria auto di Arzignano, la Autovega. Secondo una prima ricostruzione l’uomo, dipendente di una società esterna, nel pomeriggio di oggi, 23 gennaio 2023, era salito su un’impalcatura per installare dei pannelli sulla facciata dello stabile, quando, per cause in corso di accertamento è caduto al suolo riportando un grave trauma cranico. Sul posto, dopo l’allarme lanciato dai titolari della concessionaria, è giunta pochi minuti dopo un’ambulanza, il personale ha stabilizzato sul posto il ferito. L’operaio, viste le condizioni molto serie, è stato trasportato al San Bortolo, dove è stato subito dirottato nel reparto di rianimazione. Sul posto per i rilievi i Carabinieri e i tecnici dello Spisal dell’Ulss. 

——————–°°°——————–

Vigevano, artigiano stritolato dalla betoniera che stava ripulendo

articolo: Vigevano, artigiano stritolato dalla betoniera che stava ripulendo – la Repubblica

L’uomo, 44 anni, è titolare di una piccola ditta edile, è stato agganciato dal meccanismo rotante del macchinario: è morto sul colpo

Vigevano (Pavia), 21 gennaio 2023

Incidente mortale sul lavoro questo pomeriggio in un cantiere di Vigevano, nel Pavese. La vittima è il titolare di una piccola impresa edile, Alex Palushi, artigiano di 44 anni d’origine albanese, residente in città.

Secondo la prima ricostruzione della polizia, stava pulendo una piccola betoniera quando è stato agganciato dal meccanismo rotante, rimanendo stritolato. Il tutto è avvenuto intorno alle 15,15 in corso Torino 62 all’angolo con corso Togliatti, dove sono in corso lavori di ristrutturazione di un vecchio caseggiato.

——————–°°°——————–

Operaio folgorato dai fili della media tensione: è grave

articolo: Operaio folgorato dai fili della media tensione: è grave (vicenzatoday.it)

L’uomo è stato subito soccorso e trasferito in codice rosso in ospedale

Vicenza, 20 gennaio 2023

Venerdì, poco prima delle 17, i Vigili del fuoco sono intervenuti  in via Monte Grande in zona Debba a Vicenza per soccorrere un operaio che era intento a lavorare alla manutenzione di un tetto ed è rimasto folgorato; dopo che la piattaforma su cui si trovava ha toccato i fili della media tensione.

I Vigili del fuoco dopo il distacco della corrente da parte dei tecnici, hanno provveduto ad eseguire le manovre di emergenza e portare a terra la piattaforma con all’interno l’uomo riverso che rischiava di cadere.

L’infortunato, un 54enne, è stato subito soccorso dal personale sanitario del Suem, che l’ha stabilizzato e trasferito in codice rosso in ospedale. Sul posto personale dello Spisal e la Polizia locale. Le operazioni di soccorso dei Vigili del fuoco sono terminate alle 18:30.

——————–°°°——————–

Camionista di 64 anni muore schiacciato da una lamiera

articolo TD Redazione: Brescia, camionista di 64 anni muore schiacciato da una lamiera (today.it)

È il terzo morto sul lavoro nel Bresciano dall’inizio dell’anno. Ma sempre oggi a Roma un operaio 23enne è morto schiacciato dal crollo di una lastra di cemento

Rodengo Saiano (Brescia), 20 gennaio 2023

Un autotrasportatore di 64 anni è morto schiacciato da una pesante lamiera che stava scaricando dal suo camion. È accaduto questa mattina all’interno dell’azienda Metra a Rodengo Saiano, in provincia di Brescia. Sul posto il personale sanitario e i carabinieri di Gardone Valtrompia. I militari sono al lavoro per stabilire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Stando alle prime informazioni trapelate, era al lavoro nello stabilimento di via degli Artigiani della Metra Srl, ditta che produce sistemi in alluminio integrati, quando gli sarebbe caduta addosso una pesante lamiera, schiacciandolo.

Si tratta del terzo morto sul lavoro in provincia di Brescia dall’inizio dell’anno. Nei giorni scorsi infatti erano deceduti un operaio di 28 anni,  Nicola Battagliola, schiacciato da un nastro trasportatore mentre l’allevatore 67enne Mario Vergine era precipitato dal tetto della porcilaia che stava sistemando nella sua azienda agricola. 

Sempre oggi invece a Roma è morto un operaio di 23 anni schiacciato da alcune lastre di cemento mentre stava lavorando in una azienda di smaltimento dei rifiuti a Fonte Nuova.

Secondo la prima ricostruzione di Romatoday il lavoratore era alla guida di un camion con braccio elevatore quando avrebbe urtato dei pannelli in cemento che cadendo hanno investito la cabina. L’uomo all’arrivo dei vigili del fuoco e del 118, era già morto. 

——————–°°°——————–

Operaio muore schiacciato da pannelli vicino a Roma

articolo Redazione ANSA: Schiacciato da pannelli cemento,operaio 23enne muore vicino Roma – Ultima Ora – ANSA

Incidente mortale sul lavoro a Fonte Nuova, indagano i carabinieri

Fomte Nuova (Roma), 20 gennaio 2023

Un operaio di 23 anni è morto questa mattina a Fonte Nuova, centro in provincia di Roma, dopo che il camion che conduceva è stato investito da alcuni pannelli di cemento urtati dal braccio elevatore del mezzo.

Il fatto è avvenuto in via Stella Polare all’interno di una ditta di smaltimento rifiuti.

Sul posto i carabinieri della stazione Mentana, i vigili del fuoco per la rimozione delle parti pericolanti e personale del 118.
L’incidente è avvenuto in una azienda per lo smaltimento dei rifiuti. Il ventenne è morto sul colpo. E’ stata disposta l’autopsia. (ANSA).

——————–°°°——————–

Un lavoratore 47enne muore schiacciato da un camion

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/puglia/notizie/2023/01/18/incidenti-sul-lavoro-47enne-muore-schiacciato-da-camion_cfc34531-7c65-4e40-8f6c-b46427a89edb.html

A Foggia, stava eseguendo lavori di manutenzione sul mezzo

Un operaio di 47 anni di Foggia, Rocco Romano, è morto schiacciato da un camion sul quale stava eseguendo lavori di manutenzione.

L’incidente è avvenuto questo pomeriggio all’interno del parcheggio della ditta la ‘C.d.

Srl’ presso la quale la vittima lavorava. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni dipendenti della ditta ma quando il personale del 118 è arrivato non ha potuto far altro che costatarne il decesso. Sul posto anche gli uomini del Servizio di prevenzione e sicurezza sul lavoro (Spesal) che stanno effettuando accertamenti sulla posizione lavorativa della vittima. Indaga la Polizia.

——————–°°°——————–

Ragazzo di 25 anni folgorato da una scarica elettrica: va in arresto cardiaco

articolo: Ragazzo di 25 anni folgorato da una scarica elettrica: va in arresto cardiaco (milanotoday.it)

Sul posto la polizia e la Asl per chiarire le cause dell’incidente sul lavoro, l’ennesimo in Lombardia

Lodi,18 gennaio 2023

Un ragazzo di 25 anni è rimasto folgorato ed è in condizioni gravissime dopo un incidente sul lavoro. L’infortunio è accaduto in un’azienda di elettronica nella zona di San Grato a Lodi.

Quando sono arrivati i sanitari del 118, il giovane era in arresto cardiocircolatorio. È stato, quindi, trasportato di urgenza all’ospedale Maggiore di Lodi, come comunicato dall’Azienda regionale emergenza urgenza.

——————–°°°——————–

Caduto da un’altezza di 5 metri addetto pulizie morto a Corciano

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/umbria/notizie/2023/01/16/caduto-da-unaltezza-di-5-metri-addetto-pulizie-morto-a-corciano_a993a5f4-74e9-45ab-9ffd-235af51a0759.html

L’uomo stava pulendo i vetri di un palazzo

(ANSA) – Corciano (Perugia), 16 gennaio 2023

E’ caduto da un’altezza di 5 metri un uomo di 56 anni, di Magione, dipendente di una ditta di pulizie, morto nella tarda mattinata di lunedì in seguito a un incidente sul lavoro avvenuto a San Mariano di Corciano.

Sul posto è intervenuto il personale della polizia di Stato di Perugia.
L’uomo – riferisce la questura – è precipitato, per cause ancora da accertare, mentre lavorava all’interno di un edificio, intento a pulire alcune vetrate.
Una persona, accortasi dell’accaduto, ha immediatamente allertato il 118 e la polizia, giunti poco dopo sul luogo dell’incidente. Sul posto anche la polizia scientifica, il medico legale e personale dell’Azienda sanitaria locale.
Il 56enne, nonostante il tentativo di rianimazione dei sanitari, è deceduto sul posto.
Sono in corso le indagini da parte della Procura di Perugia per ricostruire l’accaduto. (ANSA)

——————–°°°——————–

Seniga, cade dal tetto del capannone: agricoltore perde la vita

articolo: https://www.quibrescia.it/infortuni-sul-lavoro/2023/01/16/seniga-cade-dal-tetto-del-capannone-agricoltore-perde-la-vita/636138/

Vittima dell’incidente sul lavoro, il secondo mortale in pochi giorni nel Bresciano, il 68enne Mario Vergine, titolare dell’azienda. Purtroppo i soccorsi sono stati inutili: l’uomo è deceduto sul colpo.

Seniga ( Brescia), 16 gennaio 2023

Il secondo infortunio mortale sul lavoro verificatosi nel Bresciano in pochi giorni è avvenuto a Seniga, nella Bassa, all’interno di un’azienda agricola.
A perdere la vita è stato il titolare dell’attività, Mario Vergine, agricoltore di 68 anni proprietario dell’azienda con allevamento di bestiame «La Vergine», con sede in via Basse a Seniga.
L’infortunio è accaduto verso le 14,30 di questo lunedì, quando l’uomo è precipitato per alcuni metri dal tetto di un capannone della ditta. Le cause sono in corso di accertamento da parte dei carabinieri di Gambara e dei tecnici del nucleo prevenzione e sicurezza sul lavoro dell’Ats.
L’allarme è stato lanciato dai famigliari e sul posto si sono recati gli operatori del servizio sanitario, che purtroppo non hanno potuto fare altro che accertare il decesso. Per la vittima non c’era infatti più niente da fare.
Mercoledì scorso a Poncarale è avvenuto un altro grave incidente costato la vita al 28enne di Flero Nicola Battagliola.

——————–°°°——————–

Morto operaio di 31 anni a Treviso: agganciato dal nastro trasportatore e sepolto sotto la ghiaia

articolo: Morto operaio di 31 anni a Treviso: agganciato dal nastro trasportatore e sepolto sotto la ghiaia (leggo.it)

Un uomo di 31 anni è morto nel tardo pomeriggio all’interno di un’attività estrattiva in provincia di Treviso

Cava Le Bandie di Spresiano (Treviso) 16 gennaio 2023

Grave infortunio sul lavoro alla cava Le Bandie di Spresiano (Treviso) oggi, 16 gennaio 2023: è morto un operaio di 31 anni, straniero, che lavorava per la ditta Mosole. Sul posto Spisal e Carabinieri. Secondo le prime sommarie informazioni, il 31enne sarebbe rimasto “agganciato” dal nastro trasportatore e sarebbe finito sotto un cumulo di ghiaia.

Incidente mortale sul lavoro nel trevigiano: cosa è successo – Un uomo di 31 anni è morto nel tardo pomeriggio all’interno di un’attività estrattiva in provincia di Treviso. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri sarebbe stato agganciato da un nastro trasportatore e quindi sepolto da un mucchio di ghiaia. Sul posto anche Spisal, Suem e Vigili del fuoco.

Chi era la vittimaLa vittima è un operaio di 31 anni, Andrei Perepunjnii, sposato e padre di una bimba piccola, che lavorava per la ditta Mosole. Sul posto Spisal e Carabinieri

——————–°°°——————–

Travolto da un nastro trasportatore a Poncarale: non ce l’ha fatta Nicola Battagliola

artiolo di Paolo Cittadini: Morto il 28enne travolto da un nastro trasportatore a Poncarale | Bresciaoggi

Il 28enne è morto all’ospedale Civile, dove era stato trasportato in codice rosso in elisoccorso. Donati gli organi

Poncarale (Brescia), 13 gennaio 2023

Ha lottato per un giorno e mezzo, ma non ce l’ha fatta. Nicola Battagliola, 28 anni, di Flero,  è morto all’ospedale Civile, dove era stato trasportato in codice rosso nel primo pomeriggio i mercoledì 10 gennaio, dopo essere rimasto coinvolto in un grave incidente sul lavoro in un’azienda di Poncarale. 

L’infortunio alla Gambazzi Srl di via San MartinoIl giovane tecnico stava lavorando a un nastro trasportatore: l’azienda è infatti specializzata nella produzione e messa a punto di nastri trasportatori meccanici e pneumatici. E’ stato colpito e travolto da uno di questi macchinari.   Quando i soccorritori mercoledì pomeriggio sono arrivati nell’azienda di Poncarale, il 28enne ancora respirava nonostante il devastante impatto con il macchinario da circa 700 chili che lo ha travolto. continua a leggere

——————–°°°——————–

Operaio cade da un’autocisterna: gravissimo

articolo: Operaio cade da un’autocisterna: gravissimo (milanotoday.it)

L’incidente sul lavoro poco prima delle 14 di venerdì 13 gennaio. Sul posto 118 e polizia di Stato

Milano, 13 gennaio 2023

Un uomo di 54 anni è stato portato all’ospedale in condizioni molto gravi dopo essere caduto da un’autocisterna. L’incidente sul lavoro poco prima delle 14 di venerdì 13 gennaio all’interno dell’autolavaggio ‘Lavaggio Certosa’ in via Triboniano, periferia nord di Milano. 

Sul posto sono accorsi 118, con ambulanza e automedica, e polizia di Stato. L’operaio, originario della Romania, nella caduta ha riportato pesanti traumi a testa, volto e torace. I soccorritori, dopo averlo trovato incosciente, l’hanno trasportato in codice rosso all’ospedale San Gerardo di Monza.

La questura è al lavoro per condurre gli accertamenti che serviranno a chiarire la dinamica dell’infortunio, oltre che ad accertarne eventuali responsabilità. In base a quanto finora ricostruito, il 54enne stava lavando l’autocisterna, quando, per motivi ancora da accertare, sarebbe precipitato per circa quattro metri, per poi impattare violentemente al suolo.

——————–°°°——————–

Operaio cade da un’impalcatura: gravemente ferito alla gamba

articolo: Operaio cade da un’impalcatura: gravemente ferito alla gamba (milanotoday.it)

L’accaduto poco prima delle 16 in via della Torre, zona Turro

Milano(Zona Turro), 12 gennaio 2023

Un uomo di 57 anni portato via in codice rosso. Questo il risultato di un incidente sul lavoro avvenuto poco prima delle 16 di giovedì 12 gennaio a Milano, in via della Torre, zona Turro.

Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118. Il lavoratore, soccorso per alcune gravi fratture alla gamba, è stato portato in rosso all’ospedale Niguarda di Milano. Al momento dell’arrivo dei soccorritori, come riferito dall’Azienda regionale emergenza urgenza, era comunque cosciente e non si trova in pericolo di vita

 Ad intervenire sul luogo del sinistro anche i carabinieri. A loro sono affidati gli accertamenti per capire la dinamica dell’infortunio sul lavoro e chiarirne eventuali responsabilità. In base a quanto ricostruito finora, l’operaio era al lavoro su un’impalcatura, quando, per motivi ancora da acclarare, sarebbe caduto da un altezza di circa un paio di metri.

——————–°°°——————–

Schiacciato da un bancale, muore a Caivano un operaio di 22 anni

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/campania/notizie/2023/01/12/-incidente-sul-lavoro-nel-napoletano-morto-operaio-22enne-_c8019adb-bd74-4421-822e-4ff4fe952f85.html

Ennesimo incidente mortale sul lavoro. La ministra Calderone alle parti sociali: “Ora un patto sulla sicurezza”

Caivano (Napoli), 12 gennaio 2023

Grave incidente sul lavoro a Caivano, in provincia di Napoli, dove, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, un operaio di 22 anni sarebbe rimasto schiacciato da un bancale.

I militari della locale compagnia sono intervenuti intorno alle 8,30 nella zona industriale di Caivano, all’interno dell’azienda “M & C”.

La vittima era originaria di Marcianise (Caserta). Al lavoro ci sono i vigili del fuoco. 
   
Un patto sulla sicurezza sul lavoro, con cui dare risposte in termini complessivi definendo una strategia ampia: così, a quanto si apprende, la ministra del Lavoro, Marina Calderone, si è rivolta alle parti sociali nel corso dell’incontro sulla sicurezza sul lavoro, richiamando la proposta di Cgil Cisl e Uil sul tema. Nel corso del suo intervento, la ministra avrebbe sottolineato l’importanza di ragionare insieme senza partire da posizioni preconcette.

——————–°°°——————–

Esplosione in una fabbrica di bombole di gas: ustioni gravi per due operai milanesi

articolo: Esplosione in una fabbrica di bombole di gas: ustioni gravi per due operai milanesi – Cronaca (ilgiorno.it)

Incidente nella Providus di Volpiano (Torino): ricoverati in prognosi riservata un 31enne di Garbagnate e un 32enne di Milano

Volpiano (Torino), 11 gennaio 2023

Due operai milanesi sono rimasti gravemente feriti nell’esplosione nel magazzino della Providus, storica ditta specializzata nella produzione e ricarica di bombole Gpl a Volpiano, in provincia di Torino. Nell’incidente sono rimasti coinvolti in tutto 4 lavoratori. Due di loro, un 31enne di Garbagnate e un 32enne di Milano, dipendenti dell’azienda da 10 anni, sono rimasti ustionati in modo grave: sono stati trasportati d’urgenza con l’elisoccorso all’ospedale Cto di Torino, dove sono stati intubati. Uno ha ustioni sul 15% del corpo, l’altro sul 25%

Secondo le prime ricostruzioni, una bombola è esplosa mentre i quattro stavano collaudando una bomboletta di gas che serve per riempire le bombole da campeggio. Sul posto, oltre ai carabinieri, alla polizia locale e ai tecnici dell’Asl, sono intervenute 2 squadre di vigili del fuoco per mettere in sicurezza l’area

——————–°°°——————–

Si ribalta col trattore e resta schiacciato, muore 28enne

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/campania/notizie/2023/01/03/si-ribalta-col-trattore-e-resta-schiacciato-muore-28enne_c47758b2-cc82-4940-aa04-f0a8da04a518.html

Nel Casertano stava andando nel fondo agricolo di famiglia

(ANSA) – Caiazzo (Caserta), 03 gennaio 2023

Tragedia e lutto a Caiazzo, nel Casertano, per l’incidente mortale che ha coinvolto un ragazzo di 28 anni che era a bordo di un trattore.

Secondo quanto emerso, il giovane si stava recando al fondo agricolo di famiglia col trattore per raccogliere della legna quando il mezzo pesante si è ribaltato schiacciandolo. continua a leggere

——————–°°°——————–