Vaccino AstraZeneca, la decisione dell’Ema:


Vaccino AstraZeneca, la decisione dell’Ema: «È sicuro ed efficace». Draghi: «Da venerdì si riprende»

articolo: Vaccino AstraZeneca, la decisione dell’Ema: via libera. Draghi: domani si riparte- Corriere.it

La decisione sul vaccino AstraZeneca al termine della riunione del comitato per la sicurezza dell’Ema (Prac): «Sicuro ed efficace. Escludiamo che sia associato a un aumento complessivo di casi di trombosi»

 

Vaccino AstraZeneca

Il piano di vaccinazioni con anche l’uso del vaccino di AstraZeneca può ripartire. Anche in Italia, dove il primo ministro Mario Draghi ha affermato che si riprenderà a vaccinare con questo farmaco «già da venerdì».

Il comitato sulla sicurezza dell’Ema (Prac), al termine della riunione straordinaria sulle indagini sul vaccino di AstraZeneca contro il Covid-19 e sugli eventi tromboembolici, è giunto infatti a «una chiara conclusione scientifica», ha detto in conferenza stampa la direttrice esecutiva dell’Agenzia europea per i medicinali, Emer Cooke: «Questo è un vaccino sicuro ed efficace e i suoi benefici e la protezione delle persone dal Covid-19 e dai rischi associati e ospedalizzazioni superano i possibili rischi».

L’Italia riprenderà immediatamente – già venerdì a partire dalle 15 – la somministrazione del farmaco. Lo conferma l’agenzia nazionale del farmaco (Aifa): «Sentito il Ministro della Salute, la Direzione generale della Prevenzione e il Consiglio Superiore di Sanità, Aifa rende noto che sono venute meno le ragioni alla base del divieto d’uso in via precauzionale dei lotti del vaccino, emanato il 15 marzo 2021. Pertanto, domani, non appena il Comitato per i farmaci ad uso umano (CHMP) rilascerà il proprio parere, Aifa procederà a revocare il divieto d’uso del vaccino AstraZeneca, consentendo così una completa ripresa della campagna vaccinale a partire dalle ore 15.00».

Il vaccino AstraZeneca, come indicato nella nota dell’Ema, «non è associato all’aumento del rischio complessivo di trombosi»: i casi di trombosi dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca «sono inferiori» a quelli che avvengono tra la popolazione non vaccinata, ha spiegato Sabine Straus, presidente del Prac .

«Fino a ieri sono stati segnalati 7 casi di coagulazione intravascolare e 18 casi di trombosi su quasi 20 milioni di persone vaccinate» (25 casi in tutto), ha detto Straus precisando che «Ema non ha trovato prova di problemi di qualità o sui lotti». Qui tutti i dettagli nell’approfondimento a cura della redazione di Corriere Salute.  continua a leggere

Bergamo, Paolo Fresu emoziona con la sua tromba in memoria delle vittime del Covid


https://video.corriere.it/cronaca/commoventi-note-paolo-fresu-risuonano-bosco-memoria-bergamo/f70c8936-87d6-11eb-b36f-34a1dcf4e6a

L’esibizione del celebre trombettista hanno aperto la commemorazione della giornata per le vittime del Covid-19 a Bergamo – Agtw /CorriereTv

Le note della tromba risuonano nel silenzio del Parco Martin Lutero, a Bergamo. A suonare è il musicista Paolo Fresu, scelto per accompagnare l’inaugurazione del «Bosco della memoria», piantato in onore delle vittime del Covid-19. In occasione della Giornata nazionale per la memoria di chi ha perso la vita a causa della pandemia si è recato a Bergamo anche il presidente del Consiglio Mario Draghi, per assistere alla cerimonia.

«Tu ci sei», la poesia dedicata alle vittime del Covid-19 incisa su una lapide del cimitero di Bergamo

https://video.corriere.it/cronaca/tu-ci-sei-poesia-dedicata-vittime-covid-19-incisa-una-lapide-cimitero-bergamo/62ecd31a-87d5-11eb-b36f-34a1dcf4e6aa

Il presidente Draghi al cimitero di Bergamo per rendere omaggio alle vittime del coronavirus – Agtw /CorriereTv

«Tu ci sei» è la toccante poesia dedicata alle vittime del Covid scritta da Ernesto Olivero per celebrare i defunti della sua città, Bergamo. Le parole del componimento sono incise su una lapide del cimitero della città lombarda dove, in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19, il presidente del Consiglio Mario Draghi ha posto una corona di fiori.

Arriva il terzo lockdown a Parigi, almeno un mese


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2021/03/18/arriva-il-terzo-lockdown-a-parigi-almeno-un-mese_29feb789-6318-4c7e-b75a-fa21e220aed7.html

Stretta anti-covid su Parigi e in altri 15 dipartimenti della Francia. Dinanzi alla nuova ondata del virus e la crescente pressione sugli ospedali, il premier francese, Jean Castex, si è rivolto ai connazionali per annunciare il terzo lockdown anti-coronavirus, 7 giorni su 7, in 16 dipartimenti della Francia tra cui quelli dell’Ile-de-France, la regione cruciale di Parigi che concentra il 12% della popolazione e rappresenta la locomotiva economica del Paese.

Le disposizioni contro il nemico invisibile (il premier, questa volta, non ha mai usato il termine ‘lockdown’) entreranno in vigore il 19 marzo a mezzanotte e dureranno almeno per quattro settimane. continua a leggere

Scudetto 1990, Van Basten accusa: “Hanno fatto di tutto per darlo al Napoli”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2021/03/18/news/scudetto_1990_van_basten_accusa_hanno_fatto_di_tutto_per_darlo_al_napoli_-292818969/

L’olandese torna sul tricolore perso ai danni degli azzurri: “Fu consegnato a loro negli uffici. Furono incredibili gli scandali arbitrali contro noi, Inter e Verona. La partita che è stata regalata ai campani a Bergamo contro l’Atalanta fu qualcosa di tremendo”

Lo scudetto del 1990? Hanno fatto tutto il possibile per darlo al Napoli“. Parola di Marco Van Basten, ex attaccante del Milan, che in un’intervista al quotidiano spagnolo As lancia accuse pesanti sul campionato di Serie A del 1990, vinto dagli azzurri guidati da Maradona proprio davanti ai rossoneri. Fu il secondo e l’ultimo tricolore, in ordine di tempo, conquistato ai danni del Milan di Sacchi, degli olandesi, dell’era Berlusconi, con i milanisti che dominavano in Italia e in Europa.

“Il Napoli ha vinto negli uffici” – Le nuove regole permettevano di partecipare alla Coppa dei Campioni sia ai vincitori dell’anno prima, sia ai vincitori del campionato – ha detto Van Basten -. Noi avevamo vinto la Coppa dei Campioni e fecero di tutto per non farci vincere il campionato e mandare due squadre italiane nella massima competizione europea“. “Furono incredibili gli scandali arbitrali contro Milan, Inter e Verona mentre c’erano costanti favori per il Napoli. La partita che gli è stata regalata a Bergamo contro l’Atalanta per l’episodio di Alemao quando perdevano 2-0 fu qualcosa di tremendo. Il Napoli ha vinto quello scudetto negli uffici“, ha aggiunto l’olandese. continua a leggere

Stadio di San Siro, lo stop del sindaco Sala:….


Stadio Meazza

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/03/18/news/stadio_di_san_siro_lo_stop_del_sindaco_sala_prima_inter_chiarisca_la_proprieta_-292783354/

Stadio di San Siro, lo stop del sindaco Sala: “Prima Inter chiarisca la proprietà”. Il club: “Offensivo, sconcertati dalle sue parole”

Il sindaco di Milano sulla questione del nuovo stadio e dell’assetto nerazzurro: “Zhang però devono necessariamente chiarire il futuro della società, fino ad allora credo che sia logico fermarsi”. Nota della società: “Se non siamo graditi all’attuale amministrazione sapremo prendere le decisioni conseguenti”

Penso che finché in particolare l’Inter non chiarirà il suo destino per noi le cose devono essere necessariamente ferme“. Così il sindaco Beeppe Sala ha risposto ai cronisti che gli hanno chiesto se la giunta si esprimerà sul progetto del nuovo stadio entro la scadenza del mandato, congelando di fatto qualsiasi decisione sul Meazza bis. E quella che adesso arriva è la conferma ufficiale di un orientamento, però, che Palazzo Marino aveva già comunicato ai club alla fine di gennaio. Perché, è stato il messaggio che lo stesso sindaco ha recapitato a Milan e Inter davanti alla possibilità che Suning Holdings Group non abbia più il controllo della squadra nerazzurra, prima di mettere in gioco il futuro di un intero quartiere ci vogliono certezze. Dopo poche ore arriva la reazione dell’Inter: “FC Internazionale Milano ha una storia gloriosa ultracentenaria. Esisteva prima del sindaco Sala e continuerà ad esistere anche al termine del suo mandato. Troviamo le dichiarazioni del sindaco di Milano offensive nei confronti della proprietà, irrispettose verso la storia e la realtà del club e i suoi milioni di tifosi a Milano e in tutto il mondo nonché irrilevanti rispetto all’attuale iter amministrativo del progetto Un Nuovo Stadio per Milano. Se dovesse essere confermato che l’Inter e la proprietà non sono gradite all’attuale amministrazione, sapremo prendere le decisioni conseguenti“.

Polemiche di fuoco quindi, con il leader della Lega Matteo Salvini che affonda: “Se saremo noi alla guida della città, come mi auguro, lo stadio si farà“. Il progetto per quel moderno stadio che Milan e Inter rincorrono da un po’ è tornato a essere un rebus. E questa volta a frenare il percorso non sono tanto i dubbi che, comunque, continuano a tormentare parte del centrsinistra e neppure i ricorsi dei comitati e degli ambientalisti. E’ il sindaco a spiegare la questione: “Il punto è, e lo voglio dire con chiarezza ai milanesi, che non stiamo parlando solo dello stadio, ma stiamo parlando di un progetto in cui la metà dell’investimento è sullo stadio e la metà è su altre cose che portano a comporre il futuro di quell’area – ha aggiunto a margine della commemorazione in piazza Scala per le vittime del Covid -. Vorrà dire che ci saranno, presumo, cinque o sei anni di lavoro. Io non posso affidare un quartiere della città per un periodo così lungo a realtà di cui non è certa la proprietà futura. Parlo con rispetto di Zhang, però devono necessariamente chiarire il futuro della società, fino ad allora credo che sia logico fermarsi“. continua a leggere

https://www.inter.it/it/news/2021/03/18/comunicato-stampa-inter-sindaco-sala.html

COMUNICATO STAMPA UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO

FC Internazionale Milano ha una storia gloriosa ultracentenaria. 

Esisteva prima del Sindaco Sala e continuerà ad esistere anche al termine del suo mandato. 

Troviamo le dichiarazioni del Sindaco di Milano offensive nei confronti della Proprietà, irrispettose verso la storia e la realtà del Club e i suoi milioni di tifosi a Milano e in tutto il mondo nonché irrilevanti rispetto all’attuale iter amministrativo del progetto Un Nuovo Stadio per Milano. 

Se dovesse essere confermato che l’Inter e la Proprietà non sono gradite all’attuale amministrazione, sapremo prendere le decisioni conseguenti.

English Versio

COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO


COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO

sospensione di qualsiasi attività fino al 21 marzo e il divieto di disputa di Inter-Sassuolo

MILANO – FC Internazionale Milano comunica che Stefan de Vrij e Matias Vecino sono risultati positivi al Covid-19 in seguito ai test effettuati nella giornata di ieri. I due nerazzurri sono già in quarantena presso la propria abitazione. 

L’ATS di Milano, informata delle nuove positività, ha deciso quanto segue: 

  • sospensione immediata di qualsiasi tipo di attività della squadra per quattro giorni, domenica 21 marzo compresa;

  • divieto di disputa di Inter-Sassuolo in programma sabato 20 marzo 2021;

  • divieto di rispondere alle convocazioni per tutti i calciatori convocati dalle rispettive nazionali.

Nella giornata di lunedì 22 marzo, prima della eventuale ripresa delle attività, verranno ripetuti i tamponi molecolari a tutto il gruppo squadra.

Versión Española