Archivi categoria: CRONACA

Milan, niente bonifico da Mister Li: i 32 milioni li verserà Elliott


Scaduto il termine: se il presidente rossonero non rimborserà l’hedge fund entro il 9 luglio, il fondo di Paul Singer prenderà il controllo del club

22 GIUGNO 2018 – MILANO

Era nell’aria, ora c’è la certezza: Li Yonghong non ha versato i 32 milioni dell’aumento di capitale chiamati dall’ultimo consiglio di amministrazione del Milan. La deadline era fissata per le 17 oggi, ma il bonifico del presidente rossonero non è stato reso visibile, perché non è arrivato. Toccherà dunque al fondo Elliott versare la somma: già ieri l’hedge fund di Paul Singer aveva lasciato intendere la propria disponibilità a intervenire subito in surroga per coprire la tranche richiesta.

Scivolone dell’ex moglie di Grillo,


scambia collaboratori di Veltroni per la scorta: “Chi la paga?”

— Leggi su www.repubblica.it/politica/2018/06/22/news/scivolone_ex_moglie_grillo_veltroni_ha_la_scorta_chi_paga_ma_lui_risponde_erano_con_me_per_lavoro_-199691491/

Veltroni a Rimini per girare un film…al ristorante con la scorta. Chi paga?”. A porsi la domanda, con un post su Twitter, Sonia Toni, ex moglie di Beppe Grillo e giornalista, pentastellata della prima ora. L’interrogativo ha ottenuto numerose risposte: “A cosa gli serve la scorta? Nessuno si ricorda più di lui. Togliete la scorta a questo signore” è il commento di un utente; “Veltroni con la scorta, siamo al paradosso…” aggiunge un altro, e c’è perfino chi si rivolge ai ministri Matteo Salvini e Luigi Di Maio e al premier Giuseppe Conte: “Anche Veltroni ha la scorta? Se si, per cosa sarebbe giustificata?”

Sonia Toni @ToniSonia

Veltroni a Rimini per girare un film…al ristorante con la scorta. Chi paga?

13:56 – 21 giu 2018

walter veltroni

@VeltroniWalter

Cara Signora , ha sbagliato. Ha scambiato per scorta le persone che erano con me, per lavoro, a Rimini. Non ho la scorta , per mia immediata richiesta, da molti anni, dal giorno in cui ho smesso di avere ruoli pubblici. Volevo dirglielo.

Time dedica copertina a crisi migranti


L’immagine iconica della bimba in lacrime e Trump che la guardaiconica della bimba in lacrime e Trump che la

Nainggolan è dell’Inter, a Roma 23.5 mln e giocatori – Sport – ANSA.it


Chiuso accordo, in giallorosso Santon e Zaniolo
— Leggi su : www.ansa.it/sito/notizie/sport/2018/06/21/nainggolan-e-dellinter-a-roma-23.5-mln-e-giocatori-_ac1a559b-3b09-4290-b884-5b1e7f734600.html

Nainggolan è dell’Inter, a Roma 23.5 mln e giocatori

Chiuso accordo, in giallorosso Santon e Zaniolo

21 giugno 201815:37

Radja Nainggolan arriva all’Inter: alla Roma andranno 23,5 milioni piu’ i cartellini di Santon e Zaniolo. Manca solo l’ufficialita’ ma l’affare e’ praticamente chiuso.  Il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti potrà così a breve riabbracciare un suo vecchio pallino. Nainggolan infatti era il primo nome sulla lista dell’allenatore fin dal suo arrivo in nerazzurro un anno fa. Proprio con Spalletti, il 30enne centrocampista belga è esploso ai tempi della Roma: sbarcato nella capitale dopo aver vestito le maglie di Piacenza e Cagliari, Nainggolan sotto la guida del tecnico toscano si è infatti imposto come uno dei migliori centrocampisti del campionato. Dopo una annata in chiaroscuro con la Roma, in cui non sono mancati inoltre i problemi extracampo (tra video e polemiche), Nainggolan dovrebbe unirsi all’Inter già dai primi giorni del ritiro, il 9 luglio. A Roma finiranno invece Davide Santon e Nicolò Zaniolo: le loro cessioni aiuteranno l’Inter per quanto riguarda il financial fair play, garantendo una parte delle plusvalenze necessarie per rispettare i paletti dell’Uefa.

News: ultime notizie di oggi e ultima ora | Sky TG24


Su Sky TG24 le ultime notizie di oggi, l’ultima ora e le ultimissime news aggiornate in tempo reale.
— Leggi su tg24.sky.it/

Terremoto Centro Italia, crolli case popolari Amatrice: 5 a processo | Sky TG24


Leggi su Sky Tg24 l’articolo Terremoto Centro Italia, crolli case popolari Amatrice: 5 a processo | Sky TG24
— Leggi su tg24.sky.it/cronaca/2018/06/21/terremoto-case-popolari-amatrice-processo.html

Il Parma va verso il deferimento per il caso degli SMS di Calaiò e Ceravolo: promozione a rischio? – Serie B 2017-2018 – Calcio – Eurosport


Secondo la Gazzetta dello Sport, la Procura Federale ha chiuso le indagini ed è scattata la responsabilità oggettiva per il club emiliano che sarebbe così chiamato a processo con i due attaccanti.

— Leggi su:  it.eurosport.com/calcio/serie-b/2017-2018/il-parma-va-verso-il-deferimento-per-il-caso-degli-sms-di-calaio-e-ceravolo-promozione-a-rischio_sto6815596/story.shtml

La Gazzetta dello Sport non ha dubbi. Il Parma è stato deferito per responsabilità oggettiva in merito al caso che ha visto protagonisti Emanuele Calaiò e Fabio Ceravolo. I due attaccanti avevano inviato tre SMS a due difensori dello Spezia (Filippo De Col e Alberto Masi) alla vigilia della partita del Picco che ha concluso il campionato. Un incontro che i crociati hanno vinto e che ha comportato la promozione in Serie A visto il contemporaneo pareggio del Frosinone contro il Foggia.

continua a leggere su:  https://it.eurosport.com/calcio/serie-b/2017-2018/il-parma-va-verso-il-deferimento-per-il-caso-degli-sms-di-calaio-e-ceravolo-promozione-a-rischio_sto6815596/story.shtml

comunicato ufficiale dal sito: http://parmacalcio1913.com/parma-calcio-1913-comunicato-ufficiale-5

PARMA CALCIO 1913, COMUNICATO UFFICIALE

Prima Squadra, Società
 

Il Parma Calcio 1913 apprende con sgomento e sconcerto le notizie di stampa riguardanti l’asserito deferimento per la presunta violazione dell’art. 7 del Codice di Giustizia Sportiva, che sarebbe stato contestato in data odierna dalla Procura Federale al Club e ai propri tesserati Emanuele Calaiò e Fabio Ceravolo per l’invio di alcuni messaggi di testo ad ex compagni di squadra prima della partita Spezia-Parma e desidera precisare quanto segue:

  • Riteniamo che l’accusa di tentato illecito sportivo, se confermata visto che la società a tutt’ora (le ore 13:55 di mercoledì 20 giugno) non ha ancora ricevuto alcun tipo di comunicazione a riguardo, rispetto alle condotte riscontrate, sia sconcertante. Non riusciamo davvero a concepire come testo e tenore dei messaggi in questione possano integrare una fattispecie così grave e siamo convinti che chi dovrà giudicare lo farà nel rispetto delle norme, della giustizia e del buon senso. Il Parma Calcio 1913 continua a nutrire la massima fiducia nella Giustizia Sportiva, ma chiede che la verità venga stabilita nel modo più rapido possibile, per rispetto nei confronti del club e dei suoi tifosi.
  • La Società – che ricordiamo non è mai nemmeno stata convocata o ascoltata in ordine a questo procedimento – auspica che, come sono stati resi pubblici molti dettagli delle indagini, possano essere resi pubblici dalla Giustizia Sportiva, da subito o al termine del procedimento, anche i testi dei messaggi in questione, affinché tutti gli sportivi italiani possano avere contezza del tenore degli stessi.
  • Già nel recente passato, il Parma Calcio ha dovuto sopportare danni di immagine notevoli in ordine ad accuse infamanti rivelatesi infondate, senza ricevere alcuna tutela. Nelle ultime settimane sta inoltre assistendo ad un crescendo di dichiarazioni aggressive e insinuanti da parte di tesserati e dirigenti di altre società, senza che nessuno abbia mai censurato questi comportamenti o mosso un dito. Il Parma Calcio non è mai entrato a far parte di questo circo. Continuerà a starne fuori. Ma non ha alcuna intenzione di partecipare a un processo mediatico, dove giorno dopo giorno si alternano notizie contrastanti e la Società si ritrova ad apprendere dai giornali l’evoluzione della inchiesta in questione. Per primi vogliamo chiarezza, giustizia e rispetto delle norme.
  • Da ultimo vogliamo continuare a rassicurare i nostri tifosi, in quanto rimaniamo convinti che in alcun modo i fatti contestati possano rappresentare un illecito. Siamo pertanto certi che questa vicenda – che sta comunque arrecando al Parma ingenti danni di immagine, tecnici, commerciali ed economici – non potrà che definirsi senza conseguenze per il Parma Calcio. Chiediamo a tutti i nostri tifosi di rimanere vicini a questa società e a questa squadra e a tutte le persone che la compongono, che meritano la fiducia di tutti noi per il comportamento sempre dimostrato in campo e fuori dall’inizio del nostro percorso di rifondazione.