Gian Piero Ventrone è morto: il preparatore atletico del Tottenham ed ex Juventus aveva 62 anni


articolo di Salvatore Riggio: https://www.corriere.it/sport/calcio/22_ottobre_06/giampiero-ventrone-morto-f7169240-454a-11ed-ae76-796653a6438b.shtml

Gian Piero Ventronecorriere.it

Era malato di leucemia. Noto per essere chiamato «Marines», è stato a lungo uomo di punta del team della Juventus dell’era di Giraudo e Moggi

Il calcio piange Gian Piero Ventrone, il preparatore atletico di ferro di Antonio Conte, adesso in Premier al Tottenham, ma per tanti anni alla Juventus. È morto all’improvviso stamattina, giovedì 6 ottobre, a Napoli, all’età di 62 anni, per le conseguenze di una leucemia che gli era stata diagnosticata da poco.

«La notizia della sua scomparsa è stata una pugnalata. E’ una cosa triste, un brutto momento. Ci legava tanto affetto ed amicizia per il ricordo del lavoro fatto insieme in Cina. Ci sentivamo spesso, quasi settimanalmente» ha dichiarato Fabio Capello appena appresa la notizia. I due avevano lavorato insieme nella stagione 2017/18 allo Jiangsu Suning. «Era un uomo curioso, nel lavoro ma soprattutto nella vita. Si aggiornava sempre, era uno studioso, cercava sempre il meglio – ha aggiunto l’ex tecnico di Milan e Roma – Un ricordo dell’esperienza in Cina? L’emozione che ha provato quando è venuto a trovarlo il figlio, è stato un momento che mi è rimasto dentro». continua a leggere

Coppa del Cile, petardi sul portiere e partita sospesa dopo soli 6 minuti


articolo Corriere TV: https://video.corriere.it/sport/calcio/coppa-cile-petardi-portiere-partita-sospesa-soli-6-minuti/0d48de90-4160-11ed-b75b-b72dca12f1fd

Il gesto è avvenuto contro Martin Parra durante il derby

A pochi minuti dall’inizio del derby tra Universidad Catolica e Universidad de Chile, dei petardi sono stati lanciati addosso al portiere Martin Parra. Il calciatore cerca di ripararsi con le mani dai botti e dalla nuvola di fumo. La partita di Coppa del Cile è stata sospesa dopo soli 6 minuti.

L’uragano Ian lascia Cuba al buio e si dirige verso la Florida. E’ allarme


articolo di Daniele Mastrogiacomo: https://www.repubblica.it/esteri/2022/09/28/news/uragano_ian_cuba_florida-367635609/?ref=RHTP-VS-I270681069-P20-S1-T1

Undici milioni senza luce. Le raffiche hanno superato i 200 chilometri orari. E’ ora di “categoria 4″ ed è molto pericoloso”. Evacuazioni massicce

Rio De Janeiro, 28 settembre 2022

Siamo avvolti dall’oscurità. Il rumore del vento è infernale. Ha smesso di piovere da tempo. Le raffiche sono sostenute e di tanto in tanto aumentano di intensità. E’ come se tutto venisse scosso da un gigante che ti sovrasta. Quando il vento soffia più forte chiudo forte gli occhi. Aspetto il momento decisivo e mi aggrappo a tutto ciò che mi circonda”. Rendono bene le parole che lo scrittore di Pinar del Río, Nelson Simón ha postato martedì notte sui social. Come altri 50 mila cubani della parte occidentale di Cuba, ha vissuto ore di vero terrore mentre l’uragano Ian si abbatteva con furia sull’isola: sono stati evacuati e trasferiti nei centri di accoglienza previsti in questi casi.

L’intera Cuba è al buio e ci resterà fino a domani sera. Undici milioni senza luce. Le autorità hanno deciso di staccare la corrente elettrica per sicurezza. Di categoria 3 (su 5), il quarto uragano di questa stagione si è mosso spinto da raffiche che hanno superato anche i 200 km/h. Non era solo il vento a fare paura, i cubani sono avvolti dall’oscurità della notte senza neanche un lumicino per far capire quel che accade. La gente è rimasta tappata in casa, chiusa tra le pareti che vibravano. Aspettava impotente che passasse o distruggesse tutto. continua a leggere

L’uragano Ianrepubblica.it

Inter in lutto: morto Beltrami, ds nerazzurro per 16 anni


articolo di Stefano Vivaldi: https://www.calcioefinanza.it/2022/09/27/inter-giancarlo-beltrami-morto/

Giancarlo Beltrame direttore sportivo dell’Inter dal 1977 al 1993 e Ivanoe Fraizzoli Presidente dell’Inter dal 1968 al 1984

Inter in lutto per la morte di Giancarlo Beltrami, scomparso all’età di 85 anni. Beltrami è stato il direttore sportivo nerazzurro per 16 anni, dal 1977 al 1993 sotto la presidenza di Ivanoe Fraizzoli ed Ernesto Pellegrini. In questo periodo in nerazzurro conquistò sei trofei: gli Scudetti del 1979/80 e 1988/89, la Coppa Uefa 1990/91, due Coppe Italia ed una Supercoppa Italiana.

Prima di intraprendere la carriera da direttore sportivo, Beltrami è stato un calciatore di ruolo mediano. Ha esordito in Serie A nel 1958, ma ha vissuto la maggior parte della sua carriera da calciatore professionista nella categoria cadetta. Nella massima serie ha giocato per il Varese, mentre le altre maglie vestite in carriera sono state quelle di Verona, Bolzano, Cosenza, Livorno e Monza.

ex giocatore: “AC Monza partecipa al lutto della famiglia per la scomparsa di Giancarlo Beltrami, che da calciatore chiuse la carriera in biancorosso, giocando tre stagioni dal 1966 al 1969 e centrando una promozione in Serie B nel 1967”.

ELEZIONI POLITICHE 2022


articolo di

I risultati alla Camera delle Elezioni 2022

Gli aggiornamenti e i risultati sul voto alla Camera alle Elezioni politiche 2022. Scopri la distribuzione del voto per circoscrizioni, collegi e città e resta aggiornato su exit poll e risultati dei partiti politici che hanno presentato la loro candidatura alla Camera.

Sez.scrutinate: 61.394 di 61.417 – aggiornamento 26/09/2022 ore 18:10 – Fonte Min.Interno

Camera: proporzionale

Sez.scrutinate: 61.394 di 61.417 – aggiornamento 26/09/2022 ore 18:10 – Fonte Min.Interno

COALIZIONE CENTRODESTRA Voti: 12.299.648 %: 43,79 Seggi: 114

Coalizione Voti % Seggi

FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI7.300.62825,9969
LEGA PER SALVINI PREMIER2.464.1768,7723
FORZA ITALIA2.279.1308,1122
NOI MODERATI/LUPI – TOTI – BRUGNARO – UDC255.7140,91

COALIZIONE CENTROSINISTRA Voti: 7.337.624 %: 26,13 Seggi: 68

Coalizione Voti % Seggi

PARTITO DEMOCRATICO ITALIA DEMOCRATICA E PROGRESSISTA5.355.08619,0757
ALLEANZA VERDI E SINISTRA 1.019.2083,6311
+EUROPA793.9252,83
IMPEGNO CIVICO LUIGI DI MAIO – CENTRO DEMOCRATICO169.4050,60

MOVIMENTO 5 STELLE Voti: 4.333.748 % 15,30 Seggi: 41

Coalizione Voti % Seggi

MOVIMENTO 5 STELLE4.333.74815,4341

AZIONE + IV Voti: 2.186.658 %7,79 Seggi: 21

Coalizione Voti % Seggi

AZIONE – ITALIA VIVA – CALENDA2.186.6587,7921

VEDI TUTTI

ITALIA: maggioritario

Sez scrutinate: 61.394 di 61.417 – Ultimo aggiornamento 26/09/2022 alle ore 18:10 – Fonte Ministero dell’Interno
SEGGI

  • COALIZIONE – CENTRODESTRA Seggi: 121
  • COALIZIONE – CENTROSINISTRA Seggi: 12
  • MOVIMENTO 5 STELLE Seggi: 10
  • AZIONE + IV Seggi: 0
  • ALTRI Seggi: 3

ITALIA: totale eletti

SEGGI

  • COALIZIONE CENTRODESTRA 235 Proporz. 114 Maggior.121
  • COALIZIONE CENTROSINISTRA 80 Proporz. 68 Maggior. 12
  • MOVIMENTO 5 STELLE 51 Proporz. 41 Maggior. 10
  • AZIONE + IV 21 Proporz. 21 Maggior. 0
  • ALTRI 4 Proporz. 1 Maggior. 3

I risultati al Senato delle Elezioni 2022

I risultati sul voto al Senato alle Elezioni politiche 2022. Scopri la distribuzione del voto per circoscrizioni, collegi e città e resta aggiornato su exit poll e risultati dei partiti politici che hanno presentato la loro candidatura al Senato.

Sez.scrutinate: 60.375 di 60.399 – aggiornamento 26/09/2022 ore 18:07 – Fonte Min.Interno

COALIZIONE CENTRODESTRA Voti: 12.129.547 %: 44,02 Seggi: 56

Coalizione Voti % Seggi

FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI7.165.79526134
LEGA PER SALVINI PREMIER2.439.4098,8513
FORZA ITALIA2.279.9808,279
NOI MODERATI/LUPI – TOTI – BRUGNARO – UDC244.3630,89

COALIZIONE CENTROSINISTRA Voti: 7.161.688 %: 25,99 Seggi: 34

Coalizione Voti % Seggi

PARTITO DEMOCRATICO ITALIA DEMOCRATICA E PROGRESSISTA5.225.45618,9631
ALLEANZA VERDI E SINISTRA 972.4453,533
+EUROPA809.4122,94
IMPEGNO CIVICO LUIGI DI MAIO – CENTRO DEMOCRATICO154.3750,56

MOVIMENTO 5 STELLE Voti: 4.285.894 % 15,55 Seggi: 23

Coalizione Voti % Seggi

MOVIMENTO 5 STELLE4.285.89415,5523

AZIONE + IV Voti: 2.131.310 %7,73 Seggi: 9

Coalizione Voti % Seggi

AZIONE – ITALIA VIVA – CALENDA2.131.3107,739

VEDI TUTTI

ITALIA: maggioritario

Sez scrutinate: 60.374 di 60.399 – Ultimo aggiornamento 26/09/2022 alle ore 16:25 – Fonte Ministero dell’Interno

SEGGI

  • COALIZIONE CENTRODESTRA Seggi: 56
  • MOVIMENTO 5 STELLE Seggi: 5
  • COALIZIONE CENTROSINISTRA Seggi: 5
  • AZIONE + IV Seggi: 0
  • ALTRI Seggi: 1

ITALIA: totale eletti

SEGGI

  • COALIZIONE CENTRODESTRA 112 Proporz. 56 Maggior. 56
  • COALIZIONE CENTROSINISTRA 39 Proporz. 34 Maggior. 5
  • MOVIMENTO 5 STELLE 28 Proporz. 23 Maggior. 5
  • AZIONE + IV 9 Proporz. 9 Maggior. 0
  • ALTRI 1 Proporz. 0 Maggior. 1

Inter – comunicato curva nord


Espulsione record in Francia,…..


Espulsione record in Francia, rosso a Todibo del Nizza dopo 9 secondi di partita. Il Psg vince e resta da solo in vetta

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2022/09/18/news/francia_todibo_nizza_espulso_nove_secondi-366232123/?ref=RHTP-VS-I270681069-P21-S8-T1

Jean-Clair Todibo lascia il campo dopo il rosso (afp)

Il difensore è stato mandato via per un fallo da ultimo uomo, quando la partita con l’Angers era appena cominciata. I campioni passano (0-1) a Lione grazie a un gol di Messi e staccano il Marsiglia, bloccato sull’1-1 dal Rennes. Verratti s’infortuna, Nazionale a rischio

Espulsione da record nel campionato francese. Il difensore del Nizza, Jean-Clair Todibo, un passato nel Barcellona e nel Benfica, è stato mandato fuori dall’arbitro dopo appena 9 secondi dal calcio di inizio nell’incontro contro contro l’Angers per un fallo su azione da gol di Sima. Il cartellino rosso probabilmente più veloce della storia Il giocatore del Nizza ha falciato Sima al sesto secondo mentre gli ospiti attaccavano e quando l’arbitro Depechy ha tirato fuori il rosso era il nono secondo. Per quanto riguarda i precedenti, nel 2017, in Argentina, un contrasto da dietro di un difensore del Rosario Central su un giocatore di Godoy Cruz, aveva fatto tornare negli spogliatoi il calciatore sempre dopo nove secondi e in quel caso si era parlato di un record assoluto. continua a leggere

Jean-clair Todibo 9 second red card vs Angers

Milano, sciopero Atm e Ferrovienord venerdì 16 settembre: orari di metro, bus, tram, treni


articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/09/14/scioperi-atm-a-milano-possibile-agitazione-fino-alle-15_a120d3a7-1181-48b1-863f-a6314019ed22.html

Venerdì si ferma il trasporto pubblico locale

articolo: https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/sciopero-mezzi-16-settembre-1.8080412

Otto ore di agitazione per denunciare le aggressioni subite dai lavoratori. Ripercussioni possibili anche per i convogli di Trenord

Milano, 15 settembre 2022 – Venerdì di passione per i pendolari, anche in LombardiaConfermato lo sciopero del 16 settembre: bus, tram, metro e treni saranno a rischio per otto ore. La protesta nasce, secondo gli organizzatori, per chiedere più sicurezza per i dipendenti dei trasporti pubblici.  Per il sindaco di Milano Giuseppe Sala l’agitazione “si poteva evitare“. L’astensione dal lavoro è stata concordata a livello nazionale e sottoscritta da tutte le principali sigle sindacali (Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal, Ugl e Orsa).

La protesta – La ragione della protesta è presto detta: i sindacati denunciano la mancata adozione di misure e provvedimenti capaci di contrastare e scoraggiare le aggressioni ad agenti di stazione delle metropolitane, conducenti di autobus e tram, controllori e capitreno dei convogli regionaliL’elenco degli episodi è lungo e unisce da Nord a Sud tutto il Paese. Limitandosi a Milano, il 9 settembre scorso al mezzanino di Affori M3 un passeggero ha dapprima saltato i tornelli e poi ha colpito con una testata l’agente di stazione che lo aveva richiamato e invitato a fare il biglietto. Il 26 agosto, alla stazione di Loreto M1, una agente di stazione, una donna questa volta, è stata presa a pugni e minacciata di morte da un passeggero che, di nuovo, aveva superato i tornelli senza avere alcun titolo di viaggio. Non è finita: il 26 giugno nel mezzanino di San Donato M3 un altro agente di stazione è stato malmenato da quattro giovani mentre procedeva alla chiusura degli ingressi della stazione. Infine, a chiudere la serie dell’estate, il 22 giugno, alla stazione ferroviaria di Belgioioso (provincia di Pavia), un capotreno di Trenord è stato aggredito a colpi di catena da quattro persone. Da qui lo sciopero indetto per domani. E il commento del sindaco.

Atm – “A Milano, l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio delle linee di superficie e metropolitane sarà possibile solo dalle 8.45 alle 15“, ha comunicato Atm con una nota.  “L’azione – si legge ancora – è stata proclamata ai sensi dell’art. 2 comma 7 della legge 146/90 e ss.mm., che prevede che le disposizioni in tema di preavviso minimo non si applichino in casi di astensione dal lavoro di protesta per gravi eventi lesivi dell’incolumità e della sicurezza dei lavoratori“.

Trenord – A comunicare gli orari dei treni Trenord, ci ha pensato la stessa azienda con una nota. “Dalle 9.01 alle 16.59 – hanno scritto – è previsto uno sciopero, che non interessa le fasce orarie di garanzia, al quale potrebbe aderire esclusivamente il personale del gestore dell’infrastruttura Ferrovienord Spa. L’agitazione sindacale potrebbe, in quel caso, generare ripercussioni sul servizio offerto da Trenord“.

Nel dettaglio saranno interessati i treni circolanti su rete Ferrovienord:

  • S2/S4 Milano Cadorna – Mariano/Camnago
  • S3 Milano Cadorna – Saronno
  • Milano Cadorna – Asso
  • Milano Cadorna – Como Lago
  • Milano Cadorna – Novara Nord
  • Milano Cadorna – Varese/Laveno
  • Brescia/Iseo – Edolo

Coinvolti anche i collegamenti aeroportuali:

  • Milano Cadorna/Milano Centrale/Milano P.ta GaribaldiMalpensa Aeroporto
  • S50 Malpensa AeroportoBellinzona

Saranno invece possibili delle ripercussioni nei tratti a gestione mista, in particolare sulle linee:

  • S1 Saronno – Milano Passante – Lodi
  • S9 Saronno – Seregno – Milano – Albairate
  • S13 Milano Bovisa – Pavia

Non saranno coinvolti i treni circolanti esclusivamente sulla rete ferroviaria Rfi.

Da Trenord precisano inoltre che i treni circolanti esclusivamente sulle linee Ferrovienord, con partenza prevista dalla stazione di origine entro le ore 9 arriveranno fino alla destinazione finale. Per quanto riguarda i treni a gestione mista, in arrivo/partenza da/per la rete di Rfi, vale l’orario di partenza dalle stazioni di Milano Bovisa e Seregno.

Nel caso di cancellazione dei treni, per i soli collegamenti aeroportualisaranno istituiti autobus senza fermate intermedie tra:

  • Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto (da Milano Cadorna partiranno da via Paleocapa 1)
  • Busto Arsizio FS e Malpensa Aeroporto per la linea S50

Funicolare Como-Brunate – Lo sciopero potrebbe avere conseguenze sul servizio della funicolare Como-Brunate dalle 8:30 alle 16:30.

Linee AutoguidovieI bus delle Linee Autoguidovie potrebbero risentire dello sciopero tra le 11 e le 15 e tra le 18 e le 22.

Dzeko dice no alla partita contro la Russia: “Solidale con il popolo ucraino”


articolo : https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2022/09/10/news/dzeko_no_a_partita_bosnia_russia-365060458/?ref=RHTP-BH-I364394794-P6-S4-T1

L’attaccante dell’Inter non giocherà l’amichevole decisa dalla federazione della Bosnia il 19 novembre a San Pietroburgo. La stessa posizione aveva assunto Pjanic

Edin Dzeko – repubblica.it

No alla partita con la Russia. Edin Dzeko, come  Miralem Pjanic, si è detto contrario a giocare l’amichevole prevista dalla sua nazionale, la Bosnia-Erzegovina, il 19 novembre a San Pietroburgo, in segno di solidarietà con il popolo ucraino. “Sono contro la disputa dell’incontro finchè ci saranno persone innocenti che soffrono. Sono sempre stato a favore della pace, e intendo solidarizzare con i cittadini ucraini in questo periodo difficile per loro“, ha detto l’attaccante dell’Inter a Sportsport.ba. continua a leggere su repubblica.it

Covid, il nuovo vaccino in Lombardia da lunedì 12 settembre: ecco a chi sarà riservato


articolo di Sara Bettoni: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/22_settembre_10/covid-nuovo-vaccino-lombardia-lunedi-12-settembre-ecco-chi-sara-riservato-86e2d1ca-3076-11ed-bd18-991535f30fec.shtml

Il vaccino bivalente di Pfizer sarà distribuito per primo, poi quello di Moderna. I farmaci aggiornati saranno utilizzati per le quarte dosi a over 60, fragili, operatori sanitari e donne incinte e per le terze agli over 12

Il nuovo vaccino anti-Covid sarà disponibile anche in Lombardia a partire da lunedì 12 settembre. Si tratta di farmaci bivalenti, che contengono cioè il ceppo originario del virus pandemico (quello di Wuhan, comparso nel 2019-20) e la variante Omicron BA.1, in circolazione da novembre 2021. Per questo sono considerati più efficaci nel prevenire le forme gravi di malattia.

Nei centri vaccinali lombardi da lunedì sarà distribuito il preparato di Pfizer, mentre nei giorni successivi sarà consegnato anche quello di Moderna. È previsto l’arrivo di circa 3 milioni di dosi nel mese di settembre, sul totale di 19 milioni in Italia. In una circolare inviata ieri agli ospedali e alle Ats il Pirellone specifica a quali categorie di cittadini è raccomandata la somministrazione dei vaccini «aggiornati», sulla base delle indicazioni del ministero della Salute. I nuovi farmaci saranno utilizzati solo per le iniezioni di richiamo. Saranno quindi impiegati per la quarta dose agli over 60, ai fragili, agli operatori sanitari, ai lavoratori e agli ospiti delle residenze sanitarie per anziani, alle donne in gravidanza. Inoltre verranno iniettati come terza dose a tutti gli over 12. La somministrazione va programmata ad almeno 120 giorni dall’ultima o da un precedente tampone positivo. I pazienti non potranno scegliere il farmaco: sarà proposto automaticamente ai soggetti per cui è indicato. continua a leggere su corriere.it

Ciro Immobile condannato per evasione fiscale…


Ciro Immobile condannato per evasione fiscale. Nei guai per il doppio ruolo di Moggi jr

articolo di Giuseppe Scarpa: https://roma.repubblica.it/cronaca/2022/09/06/news/ciro_immobile_condanna_evasione_fiscale-364359441/?ref=RHTP-BH-I364376562-P2-S4-T1

L’attaccante della Lazio e della Nazionale dovrà risarcire l’Irpef evasa nel 2012, ai tempi della sua cessione dalla Juventus al Genoa

Guai con il fisco per Ciro Immobile. Il capitano della Lazio è stato condannato dalla quinta sezione civile della Cassazione. Per i giudici della sezione tributaria non ci sono dubbi. Il bomber biancoceleste è colpevole. Nel mirino dei magistrati è finito il passaggio del centravanti dalla Juventus al Genoa nell’estate del 2012.

I due club sono estranei alla vicenda, ma il trasferimento del calciatore è il cuore dell’indagine della Guardia di finanza che poi ha portato al verdetto dei magistrati di pochi giorni fa.

La vendita del giovane attaccante, all’epoca aveva 22 anni, porta alle casse bianconere 4 milioni di euro. A gestire la trattativa c’è Alessandro Moggi, figlio d’arte, il padre è Luciano l’ex ds della Juve.

Moggi junior è il procuratore di diversi giocatori di serie A, e proprio il suo ruolo nel trasferimento crea problemi a Immobile con l’Agenzia delle entrate. In pratica Moggi junior gestisce la trattativa, ufficialmente, come consulente del Genoa. In realtà non è così. Secondo la Finanza agisce con un mandato diretto, si muove a tutti gli effetti come il manager del calciatore. continua a leggere su Repubblica.it

Ora legale tutto l’anno contro il caro energia: ecco quanto risparmieremmo


articolo: Ora legale tutto l’anno contro il caro energia: ecco quanto risparmieremmo (money.it)

È la proposta avanzata dalla Società Italiana di Medicina Ambientale che permetterebbe di risparmiare tantissimi soldi oltre ad avere effetti benefici sulla salute umana.

Il prossimo 30 ottobre torneremo all’ora solare, spostando le lancette indietro di un’ora. Si tratta di una prassi che ormai va avanti da anni nel nostro Paese che però non è più obbligatoria a livello europeo. Infatti con l’84% dei voti favorevoli nel 2018 il Parlamento Europeo ha abolito l’obbligatorietà del cambio d’orario due volte l’anno lasciando liberi i singoli Stati di decidere.

Fino a questo momento in Italia non si cambia: a ottobre si passerà come di consueto all’orario solare riportando le lancette indietro di un’ora. Una scelta non condivisa dalla Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima) che ha chiesto al Governo di confermare l’ora legale tutto l’anno, abbandonando il classico sistema che viene definito ormai obsoleto per tutta una serie di aspetti. Vediamo quali.

Ora legale tutto l’anno: i motivi per cui conviene – La proposta avanzata dalla Sima si basa su alcune considerazioni evidenti. Confermando l’ora legale tutto l’anno guadagneremmo un’ora in più di luce solare al giorno anche d’inverno con notevoli benefici sui costi energetici, soprattutto in questa specifica epoca storica condizionata pesantemente dai rincari delle bollette.

Secondo il presidente di Sima Alessandro Miani il passaggio permanente all’ora legale determinerebbe nel nostro Paese un risparmio di energia elettrica stimabile in circa 1 miliardo di euro nel primo biennio. Una cifra davvero considerevole se si guardano le proposte che sono state avanzate per cercare di tagliare i consumi.

Terna, società italiana che opera nel settore della distribuzione elettrica, ha stimato nel 2022 nei 7 mesi dove è stata in vigore l’ora legale un risparmio di energia elettrica di circa 420 milioni di kilowattora. Un’ora in più di luce avrebbe davvero degli effetti importanti sul consumo di energia elettrica e dei benefici sulla salute umana e sull’ambiente.

Le emissioni di Co2 si ridurrebbero di 200.000 tonnellate all’anno con importanti benefici per la salute. Il passaggio dall’ora legale a solare e viceversa porta comunque degli scombussolamenti sul ritmo circadiano del nostro corpo.

Gli effetti sulla salute umana – Il cambiamento di orario determina una situazione di stress in numerose persone, soprattutto nei più piccoli, evitabile con il suo annullamento. Inoltre, un’ora di luce in più permetterebbe di aumentare le ore di attività fisica fatte all’aperto e aiuterebbe anche a combattere la sedentarietà.

Insomma secondo la Società Italiana di Medicina Ambientale ci sono tutti i presupposti per poter pensare di abbandonare il ciclo ora solare-legale per passare ad uno legale tutto l’anno.

«Chiediamo al Governo Draghi di prendere immediatamente questa decisione demandata agli Stati nazionali dal Parlamento Europeo, invitando gli altri Paesi dell’Unione a fare altrettanto», ha detto Alessandro Miani, presidente di Sima.

Intanto però si è decisa la stretta sui riscaldamenti in vista del mese di ottobre. Il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, sta lavorando al piano di risparmio energetico in vista dell’inverno. Si pensa alla riduzione di un grado della temperatura all’interno degli edifici e termosifoni accesi un’ora in meno.

Bakayoko ora è un caso: niente risoluzione. Resta al Milan da separato in casa


articolo di Francesco Pietrella: https://www.gazzetta.it/Calcio/Calciomercato/Milan/02-09-2022/milan-bakayoko-caso-niente-risoluzione-resta-separato-casa-4402154460564_preview.shtml?reason=unauthenticated&origin=http%3A%2F%2Fwww.gazzetta.it%2FCalcio%2FCalciomercato%2FMilan%2F02-09-2022%2Fmilan-bakayoko-caso-niente-risoluzione-resta-separato-casa-4402154460564.shtml

Il tentativo di risoluzione del contratto non si è concretizzato per mancanza di tempo. E con uno stipendio da 2,5 milioni netti, il centrocampista che è fuori dai piani di Pioli è un esubero difficile da gestire. Ora si guarda a Grecia, Russia e Turchia dove il mercato è ancora aperto, ma…

Bakayoko si è svegliato troppo tardi, quasi all’ultimo, quando ormai non c’era più tempo per sistemare i dettagli burocratici della sua risoluzione. Il francese resterà a Milanello da separato in casa,……. continua a leggere su gazzetta.it 

Meteo Italia Lombardia oggi e domani: rischio temporali anche forti. Dove e quando


articolo: https://www.ilgiorno.it/cronaca/meteo-italia-oggi-domani-1.8022389

Ultimi giorni d’agosto con peggioramento delle condizioni climatiche. Le temperature, comunque, non subiranno variazioni di rilievo

Allerta meteo in dieci regioni, Lombardia compresa, nella giornata di oggi. Ultimi giorni d’agosto con un un peggioramento delle condizioni climatiche a macchia di leopardo su gran parte del Paese, seppure senza abbassamenti rilevanti di temperatura. Vediamo quali sono le previsioni per la giornata di oggi e quella di domani.

Domenica 28 agosto – Ci siamo svegliati con cieli inizialmente sereni o poco nuvolosi al Sud, Sicilia e Sardegna, con schiarite anche sul Nord-ovest. Altrove, invece, fin dal mattino si è avuta nuvolosità in generale più diffusa, con locali piogge possibili sul settore dell’alto adriatico e su quello tirrenico. Nel corso della giornata sviluppo di temporali tra Lombardia orientale e Nord-est, sul Centro-Sud principalmente sui settori interni ma localmente anche verso le coste (specie del medio-basso adriatico e in Calabria), e in Sicilia.

Le temperature non subiranno grandi variazioni, si segnala un lieve calo più percepibile al Nord-Est, Toscana e Umbria; il clima si manterrà comunque estivo. I venti soffieranno debolmente, ma con possibili raffiche durante i temporali. I mari si annunciano calmi o poco mossi; localmente mosso tra le Isole Maggiori.

Lunedì 29 agosto – La settimana dovrebbe iniziare con un miglioramento delle condizioni del tempo. Al mattino prevalenza di nubi su Venezie, alto Adriatico ed Emilia, con possibili residui rovesci o temporali tra Romagna e nord delle Marche, più isolati anche tra Ferrarese, coste del Veneto e Venezia Giulia. Rischio di locali rovesci o temporali in Puglia, specie lungo le coste adriatiche; altrove tempo più soleggiato con schiarite anche ampie. Nel pomeriggio la nuvolosità in sviluppo sui rilievi e sulle zone interne della penisola, mentre in gran parte della Val Padana, nelle zone costiere e nelle Isole prevarranno le schiarite; isolati e brevi rovesci o temporali possibili su Alpi centro-orientali, Friuli Venezia Giulia, Alpi Marittime, zone interne appenniniche, Golfo di Taranto. In serata fenomeni quasi ovunque in esaurimento. Temperature senza grosse variazioni, sempre su valori estivi con massime quasi ovunque comprese tra 27 e 32 gradi. Venti deboli salvo rinforzi da est-sudest nei canali delle Isole dove i mari saranno localmente mossi. Calmi o poco mossi i restanti bacini.

iPhone 14 quando esce: «Il 7 settembre evento di lancio, in vendita dal 16 settembre»


articolo di  Paolo Ottolina: https://www.corriere.it/tecnologia/22_agosto_18/iphone-14-7-settembre-presentazione-vendita-16-279c36c0-018d-4d81-a0cd-85176e006xlk.shtml

L’anticipazione di Mark Gurman, giornalista di Bloomberg. Secondo i rumor quest’anno Apple non venderà più iPhone mini. Le novità dell’Apple Watch 

Un’ipotesi di iPhone 14 (render di @AR72014, Twitter)

Come da tradizione di Apple, la presentazione della nuova gamma di iPhone avviene nella prima metà di settembre. Ma quest’anno accadrà un po’ prima del solito: secondo Mark Gurman, giornalista di Bloomberg che è solito anticipare con grande affidabilità gli annunci di Apple, l’evento di lancio degli iPhone si terrà mercoledì 7 settembre. Negli ultimi anni la routine dell’azienda di Cupertino prevedeva il lancio verso metà mese, tra il 10 e il 15 di settembre indicativamente, con l’eccezione del 2020 quando, per la pandemia Covid, slittò al 13 ottobre. L’arrivo nei negozi della gamma di iPhone 14 sarebbe poi prevista per il 16 settembre: se confermata, questa anticipazione smentirebbe i possibili ritardi legati alle tensioni geopolitiche tra Cina e Taiwan. continua a leggere

Morto Niccolò Ghedini, storico avvocato di Silvio Berlusconi. Aveva 62 anni


articolo di Paola Di Caro: https://www.corriere.it/cronache/22_agosto_17/morto-niccolo-ghedini-avvocato-berlusconi-0e2abaf2-1e71-11ed-9975-12e1519ef887.shtml

Dal 2001 è diventato parlamentare con Forza Italia. Berlusconi: «Grande e immenso dolore, non mi sembra possibile»

Niccolò Ghedini

È morto il senatore Niccolò Ghedini, a lungo legale di Silvio Berlusconi e dal 2001 parlamentare con Forza Italia. Nato a Padova, aveva 62 anni. È morto all’ospedale San Raffaele di Milano dove era ricoverato.

La notizia, drammatica, arriva proprio mentre i vertici di Forza Italia — da Tajani a Ronzulli, da Bernini a Barelli — hanno raggiunto a Villa La Certosa Silvio Berlusconi per chiudere il capitolo liste. C’era ancora un posto riservato per quello che a lungo è stato non solo l’avvocato nei delicati processi che hanno costellato i 28 anni di vita politica del Cavaliere, ma anche suo consigliere, tra i più stretti, vicini, fidati, ascoltati: «Stiamo aspettando una sua telefonata. Non sta bene, ma se vuole, noi siamo la sua famiglia e lo attendiamo», dicevano dai vertici del partito ancora due giorni fa. continua a leggere

Infortunio di Di Maria, il comunicato


L’esterno argentino, sottoposto questa mattina ad accertamenti radiologici, ha riportato una lesione di basso grado del muscolo adduttore lungo della coscia sinistra. Tra 10 giorni verrà nuovamente rivalutato.
#dimaria #juventus #radiosportiva

Atalanta, le controanalisi confermano la positività


articolo: https://www.calcioefinanza.it/2022/08/12/atalanta-le-controanalisi-confermano-la-positivita-di-palomino/

Le controanalisi hanno confermato la positività per Josè Luis Palomino. Le operazioni del campione B prelevato il 5 luglio scorso a Ciserano al difensore dell’Atalanta, ed effettuate ieri, nel laboratorio antidoping di Roma hanno ribadito il risultato ottenuto nelle prime analisi.

Il difensore argentino dell’Atalanta era risultato positivo al ‘Clostebol Metabolita’ in un controllo a sorpresa di Nado Italia.

Inter, Sanchez ha firmato la risoluzione del contratto


Alexis Sanchez

articolo: Inter, Sanchez ha firmato la risoluzione del contratto (msn.com)

Si è conclusa con una separazione consensuale l’unione fra Alexis Sanchez e l’Inter. L’attaccante cileno 33enne ha firmato la risoluzione del contratto che lo legava ai nerazzurri. La firma è arrivata al termine di un vertice nella sede del club e dovrebbe preludere a un accordo fra Sanchez e il Marsiglia. Le parti si erano avvicinate nei giorni scorsi e ora il fatto che l’attaccante si sia liberato dal legame con l’Inter non può che preludere a un accordo coi francesi. Quella fra i nerazzurri e Sanchez è stata una storia particolare: nel 2019 era arrivato dal Manchester United all’Inter, poi era tornato indietro pochi mesi dopo, per rientrare a Milano il primo settembre 2020. Ora per il cileno dai gol pesanti si apre un nuovo capitolo in Francia. E per l’Inter si libera uno slot nel reparto avanzato

COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO


SQUADRA — 8 ore fa

Raggiunto l’accordo per la risoluzione consensuale del contratto di Alexis Sanchez


MILANO FC Internazionale Milano comunica di aver trovato l’accordo per la risoluzione consensuale del contratto dell’attaccante cileno Alexis Sanchez.

Il Club desidera ringraziare Alexis per le sue tre stagioni in nerazzurro culminate con la conquista di tre trofei e gli augura il meglio per il prosieguo della carriera.


Bologna, 2 agosto 1980…..Per non dimenticare


ANTONELLA CECI anni 19
ANGELA MARINO ” 23
LEO LUCA MARINO ” 24
DOMENICA MARINO ” 26
ERRICA FRIGERIO IN DIOMEDE FRESA ” 57
VITO DIOMEDE FRESA ” 62
CESARE FRANCESCO DIOMEDE FRESA ” 14
ANNA MARIA BOSIO IN MAURI ” 28
CARLO MAURI ” 32
LUCA MAURI ” 6
ECKHARDT MADER ” 14
MARGRET ROHRS IN MADER ” 39
KAI MADER ” 8
SONIA BURRI ” 7
PATRIZIA MESSINEO ” 18
SILVANA SERRAVALLI IN BARBERA ” 34
MANUELA GALLON ” 11
NATALIA AGOSTINI IN GALLON ” 40
MARINA ANTONELLA TROLESE ” 16
ANNA MARIA SALVAGNINI IN TROLESE ” 51
ROBERTO DE MARCHI ” 21
ELISABETTA MANEA VED. DE MARCHI ” 60
ELEONORA GERACI IN VACCARO ” 46
VITTORIO VACCARO ” 24
VELIA CARLI IN LAURO ” 50
SALVATORE LAURO ” 57
PAOLO ZECCHI ” 23
VIVIANA BUGAMELLI IN ZECCHI ” 23
CATHERINE HELEN MITCHELL ” 22
JOHN ANDREW KOLPINSKI ” 22
ANGELA FRESU ” 3
MARIA FRESU ” 24
LOREDANA MOLINA IN SACRATI ” 44
ANGELICA TARSI ” 72
KATIA BERTASI ” 34
MIRELLA FORNASARI ” 36
EURIDIA BERGIANTI ” 49
NILLA NATALI ” 25
FRANCA DALL’OLIO ” 20
RITA VERDE ” 23
FLAVIA CASADEI ” 18
GIUSEPPE PATRUNO ” 18
ROSSELLA MARCEDDU ” 19
DAVIDE CAPRIOLI ” 20
VITO ALES ” 20
IWAO SEKIGUCHI ” 20
BRIGITTE DROUHARD ” 21
ROBERTO PROCELLI ” 21
MAURO ALGANON ” 22
MARIA ANGELA MARANGON ” 22
VERDIANA BIVONA ” 22
FRANCESCO GOMEZ MARTINEZ ” 23
MAURO DI VITTORIO ” 24
SERGIO SECCI ” 24
ROBERTO GAIOLA ” 25
ANGELO PRIORE ” 26
ONOFRIO ZAPPALA’ ” 27
PIO CARMINE REMOLLINO ” 31
GAETANO RODA ” 31
ANTONINO DI PAOLA ” 32
MIRCO CASTELLARO ” 33
NAZZARENO BASSO ” 33
VINCENZO PETTENI ” 34
SALVATORE SEMINARA ” 34
CARLA GOZZI ” 36
UMBERTO LUGLI ” 38
FAUSTO VENTURI ” 38
ARGEO BONORA ” 42
FRANCESCO BETTI ” 44
MARIO SICA ” 44
PIER FRANCESCO LAURENTI ” 44
PAOLINO BIANCHI ” 50
VINCENZINA SALA IN ZANETTI ” 50
BERTA EBNER ” 50
VINCENZO LANCONELLI ” 51
LINA FERRETTI IN MANNOCCI ” 53
ROMEO RUOZI ” 54
AMORVENO MARZAGALLI ” 54
ANTONIO FRANCESCO LASCALA ” 56
ROSINA BARBARO IN MONTANI ” 58
IRENE BRETON IN BOUDOUBAN ” 61
PIETRO GALASSI ” 66
LIDIA OLLA IN CARDILLO ” 67
MARIA IDRIA AVATI ” 80
ANTONIO MONTANARI ” 86

Incendio Carso, protezione civile Friuli-Venezia Giulia: “La situazione peggiora”


Incendio Carso, protezione civile Friuli-Venezia Giulia: “La situazione peggiora” Il Sole 24 ORE

articolo: https://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/incendio-carso-protezione-civile-friuli-venezia-giulia-la-situazione-peggiora-00001/?chn

Le condizioni dell’incendio sul Carso, sul Brestovec, sono in peggioramento: lo ha reso noto la Protezione civile Fvg. “L’avanzare dell’incendio sta raggiungendo nuovamente zone abitate – ha specificato la struttura regionale – pertanto si sta facendo evacuare, oltre all’abitato di San Michele del Carso, anche Devetachi e Marcottini“. I velivoli presenti nell’attivita’ di spegnimento sono attualmente un Canadair e 3 elicotteri regionali di Protezione Civile della Regione Autonoma Fvg. In totale, sono 1?50 i volontari operanti oggi sugli incendi, nel territorio di tutta la regione a supporto dei Vigili del fuoco e del Corpo forestale regionale.

Cybersecurity, boom attacchi in primo semestre 2022


articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/internet_social/2022/07/14/cybersecurity-expriviaboom-attacchi-in-primo-semestre-2022_3ea06696-9781-416e-bc94-3314c7f75da3.html

Exprivia, fenomeni guerra cibernetica quintuplicati per conflitto Ucraina

Boom di attacchi informatici in Italia nel primo semestre 2022, in numero superiore all’intero 2021.

Lo rileva il nuovo report dell’Osservatorio Cybersecurity di Exprivia sulle minacce informatiche che, da gennaio a giugno 2022, registra in Italia 1.572 tra attacchi, incidenti e violazioni della privacy, a fronte dei 1.356 casi complessivi dello scorso anno. Nonostante la curva di crescita dell’intero semestre, il rapporto stilato dal gruppo ICT pugliese segna comunque tra aprile e giugno un lieve calo del 5% circa dei casi (766) rispetto al primo trimestre dell’anno (quando erano stati 806).

Nel dettaglio sono stati riscontrati nel secondo trimestre 381 attacchi, 359 incidenti di sicurezza e 26 violazioni della privacy con pubblica amministrazione, banche e finanza ed healthcare tra i settori più colpiti dalle sanzioni emesse dal Garante per la protezione dei dati personali.

Il monitoraggio evidenzia inoltre che continua la corsa ai cyber-armamenti, alla luce dei 118 fenomeni di cyber warfare (guerra cibernetica), quintuplicati rispetto allo scorso trimestre (22) a causa del protrarsi del conflitto Russia-Ucraina, con conseguente incremento di attacchi a infrastrutture critiche. continua a leggere

Incubo partenze. gli scioperi bloccano quattrocento voli


articolo: https://www.repubblica.it/economia/2022/07/17/news/aerei_sciopero_controllori_volo_17_luglio_low_cost-358107839/?ref=RHTP-VS-I330891680-P13-S4-T1

Dalle 14 alle 18 lo stop per 4 ore dei controllori Enav e del personale delle compagnie low cost. Circa 100 voli cancellati solo a Fiumicino. Esposti dalle associazioni dei consumatori

Giornata difficile, oggi, nei cieli italiani, con centinaia di cancellazioni di voli per gli scioperi di 4 ore scattati alle 14 gli scioperi nel trasporto aereo proclamati dai controllori di volo dell’Enav e dal personale delle compagnie low cost Ryanair, Malta Air, Crewlink, EasyJet e Volotea. Il calcolo della vigilia era di uno stop per un volo su quattro, circa 400 tratte. Il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, nei giorni antecedenti l’agitazione aveva invocato la precettazione e indicato la stima di 600 voli cancellati e 100mila passeggeri potenzialmente colpiti da disagi. Il Garante era intervenuto per ridurre la finestra di sciopero indetto nelle compagnie, inizialmente previsto per l’intera giornata, ma non sono poi state adottate ulteriori misure. Ne deriva un’emmesima difficoltà in un periodo già fortemente complicato per la gestione di cieli e aeroporti.

Le ragioni dei sindacati – Alla base della mobilitazione dei sindacati c’è la protesta per la carenza di pesonale e, per le compagnie low cost, anche la richiesta di migliori condizioni salariali e di lavoro. Dopo l’azzeramento dell’attività a causa del Covid con le conseguenti limitazioni agli spostamenti, il settore si è trovato in carenza di personale alla forte ripartenza dei flussi. Un problema che riguarda tutta Europa, anzi si concentra in particolare sugli scali del Nord: ad agosto risultano già quasi 16mila voli cancellati. Fino ad ora, il sistema aeroportuale italiano ha retto meglio che altrove.

“Ci auguriamo di avere al più presto risposte concrete per assicurare alle lavoratrici e ai lavoratori condizioni di lavoro dignitose così da poter evitare ulteriori disagi ai passeggeri in questo periodo estivo“, hanno commentato Filt Cgil e Uiltrasporti parlando dello sciopero delle low cost. Le rivendicazioni: “Condizioni contrattuali e salariali in linea con il contratto nazionale del trasporto aereo ed inoltre acqua e cibo per gli equipaggi, spesso impossibilitati a scendere dall’aereo anche per 14 ore consecutive e la cancellazione dei tagli ai salari introdotti per fronteggiare un periodo di crisi non più attuale“. continua a leggere

Rugby, Ryan Jones e la diagnosi di demenza a 41 anni: «Il mio mondo sta andando in pezzi»


articolo di Salvatore Riggio: https://www.corriere.it/sport/22_luglio_17/rugby-jones-demenza-diagnosi-41-anni-d8d3ff12-05c0-11ed-b53c-f5a8ed9fedc6.shtml

L’ex capitano del Galles rivela il suo dramma: «Ho paura, ho dei figli e vorrei essere un buon padre per loro». Gli altri casi: dalla perdita di memoria di Michael Lipman al caso Bobbie Goulding

Ryan Jones

A Ryan Jones, ex capitano del Galles di appena 41 anni, è stata diagnosticata una demenza a esordio precoce. Il mondo del rugby (e non solo) è in apprensione per lui. In patria è un’istituzione, ha vinto il Grande Slam nel Sei Nazioni (nessuna sconfitta) nel 2005 e poi come capitano nel 2008 e nel 2012. Nel mondo della palla ovale è un campione riconosciuto e rispettato. Adesso ha rivelato il suo dramma in un’intervista rilasciata al Times: «Sento che il mio mondo sta andando in pezzi. E ho davvero paura. Perché ho tre figli e tre figliastri e voglio essere un papà fantastico. Ho vissuto 15 anni della mia vita come un supereroe e non lo sono. Non so cosa mi riserverà il futuro», le sue parole dense di paura. E ancora: «Vorrei solo condurre una vita felice, sana e normale, ma sento che mi è stata portata via e non c’è niente che io possa fare. Non posso più allenarmi, non posso fare l’arbitro, non so più quali siano le regole del gioco».

Diagnosi atroce – Jones ha ricevuto la diagnosi di probabile encefalopatia traumatica cronica (Cte) a dicembre, quando gli è stato detto che era uno dei casi peggiori che gli specialisti avessero visto: «Le persone a me vicine notavano dei cambiamenti in me. Mi è stata diagnosticata la depressione e ho iniziato a rendermi conto che alcune delle mie funzioni cognitive non erano eccezionali. Ho cominciato a vedere che la mia memoria a breve termine non era buona. Stavo dimenticando le cose». L’ex capitano del Galles (75 le presenze totali in Nazionali, 33 quelle con la fascia sul braccio) qualche mese fa ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico di Performance Director nella Federazione di rugby gallese, ha raccontato tutta la sua angoscia: «Mi terrorizza perché non so se tra due anni saremo seduti qui e se questi episodi durano una settimana, due settimane o se sono permanenti. Questa è la paura, questo è quello che non riesco a scrollarmi di dosso. Non so come rallentarlo, farlo smettere, cosa fare». Il rugby sta «camminando a capofitto con gli occhi chiusi in una situazione catastrofica» . Infatti, sono molti i casi tra gli ex giocatori di rugby: «Ero un bambino che sognava di giocare per il Galles. Sono riuscito a vivere quel sogno. Ho capitanato il Galles più volte di chiunque altro fino a quando non è arrivato Sam Warburton e per nulla lo avrei cambiato. In quel momento è stato fantastico, ma oggi lo cambierei in base alla mia esperienza attuale».

Michael Lipman e la perdita di memoria – Un altro caso è stato quello di Michael Lipman, che ha giocato nella Nazionale inglese. «La perdita di memoria a breve termine è la cosa più difficile da affrontare. I miei figli lo trovano piuttosto imbarazzante», ha raccontato al Daily Mail. La vita non è più quella di una volta. A 42 anni è appesantito dal peso di una probabile encefalopatia traumatica cronica e di una demenza a esordio precoce: «Il modo in cui sta influenzando la mia famiglia e cosa riserva il futuro è la cosa più spaventosa. Mi spaventa a morte. Mio figlio ha appena compiuto quattro anni e mia figlia ha quasi 11 anni. Non capiscono nemmeno la parola demenza. Spiegarglielo più avanti nella vita sarà difficile, ma ora l’ho accettato. Sono passato da giocatore di rugby internazionale a praticamente niente. Quella transizione è durata 10 anni e la sto ancora attraversando. Grazie a Dio mi è stato diagnosticato presto perché puoi gestire i sintomi con i farmaci. Prendo circa 15 compresse al mattino, due a mezzogiorno e 10 la sera. Con mal di schiena e declino cognitivo, è una lotta per guadagnarsi da vivere. Mia moglie deve sostenere il doppio del carico di lavoro perché non posso guadagnare molti soldi». Infine: «Se l’orologio tornasse indietro a quando avevo 21 anni e mio padre dicesse “Puoi praticare sport professionistico, ma ti verrà diagnosticata una demenza a esordio precoce e CTE all’età di 40 anni”, cosa direi? Rifarei tutto di nuovo? No. Preferirei una vita lunga e sana con la mia famiglia piuttosto che una malattia neurodegenerativa». continua a leggere

Perché i tassisti protestano (di nuovo) contro Uber


articolo di Arcangelo Rociola : https://www.repubblica.it/tecnologia/2022/07/13/news/taxi_protesta_uber_licenze_concorrenza-357692073/

(reuters)

Non è subito chiaro il motivo della nuova protesta dei tassisti contro Uber. Ma un aspetto sembra essere piuttosto evidente: quella che sta andando in scena in tutta Italia ha i contorni di una protesta preventiva. Per capirlo basta spulciare il disegno di legge sulla concorrenza. A leggere il testo non sembra esserci molto che riguarda direttamente le app di trasporto pubblico come quelle del servizio arrivato in Italia nel 2013. Ma in realtà il timore dei rapprentanti di categoria riguarda una possibile conseguenza della legge.

Il timore che Palazzo Chigi possa intervenire sul trasporto pubblico e lo spettro Uber files – Il testo dà infatti al governo la possibilità di prendere le redini della normativa sul trasporto pubblico. E il rischio, per i tassisti, è che l’esecutivo possa aprire definitivamente a servizi come quello offerto da Uber e Lyft. Non che sia mai stato detto, né paventato. Detto in altri termini: i tassisti non si fidano di Palazzo Chigi. Temono che la presidenza del Consiglio dei ministri possa farsi condizionare da Uber.

Un timore esacerbato, o forse usato strumentalmente, dopo lo scoppio del caso degli Uber files, i documenti pubblicati dal Guardian la scorsa settimana che hanno raccontato di pratiche di lobbying spregiudicata da parte del colosso californiano sui governi occidentali negli scorsi anni. Benzina nella fucina delle proteste di via del Corso.

I tassisti non si fidano di Palazzo Chigi, si è detto. Ma si fidano del Parlamento. O meglio, si fidano dei partiti politici, più attenti alla loro base elettorale, che non a caso in queste ore lanciano dichiarazioni alle agenzie di stampa in cui accusano Uber e mettorno in guardia l’esecutivo dal prestare ascolto alle istante della società. Quanto gli Uber files giochino da pretesto è difficile dirlo. Ma durante la protesta i tassisti hanno indirizzato cori soprattutto contro l’app californiana e il primo ministro, Mario Draghi. continua a leggere

Autobotte si ribalta al confine tra Cusago e Cisliano, riversato nel terreno idrossido di potassio


Corriere Di Redazione Cronaca: https://pocketnews.it/autobotte-si-ribalta-al-confine-tra-cusago-e-cisliano-riversato-nel-terreno-idrossido-di-potassio/?fbclid=IwAR3IWmROVUMqr6d8YlqHCp1FevOVCIIsNRWVwep4RYG_iETCr3v7gEQEtEE

L’incidente ha provocato una perdita della sostanza che è un composto nocivo e corrosivo. Squadre di vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l’area

Questa mattina alle 6 circa, sulla strada provinciale 114 al confine tra il comune di Cisliano e quello di Cusago, un’autobotte che trasportava idrossido di potassio, per cause ancora in via di accertamento si è ribaltata.

Conseguenza dell’incidente, una perdita del prodotto chimico trasportato, che è un composto nocivo e corrosivo. Sul posto sono intervenute 5 squadre dei Vigili del Fuoco di Milano che hanno soccorso l’autista e tentato di tamponare la perdita.

La strada è stata chiusa al traffico creando disagi su tutta la circolazione della zona. Per lo spostamento dell’articolato è invece dovuto intervenire il gruppo NBCR, quello delle emergenze biochimiche che ha provveduto al travaso del prodotto in un altra cisterna, consentendo poi lo spostamento del mezzo ribaltato.

James Caan, morto il Sonny Corleone de «Il Padrino» di Coppola


articolo di Maurizio Porro: https://www.corriere.it/spettacoli/22_luglio_07/james-caan-morto-sonny-corleone-de-il-padrino-coppola-4c98f46a-fe1a-11ec-b9ba-484fb7d14d4e.shtml

James Edmund Caan (New York, 26 marzo 1940 – Los Angeles, 6 luglio 2022) è stato un attore statunitense.Foto da https://www.corriere.it/

Il divo è stato protagonista di molti film a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta. A dare notizia del decesso la famiglia su Twitter

È stato il suo account Twitter ufficiale a comunicare la morte di James Caan, a 82 anni, attore americano nato nel Bronx il 26 marzo 40, il celebre Sonny manesco e violento figlio del Padrino nel film del ’72 di Francis Coppola, che fu suo compagno di studi universitari e infatti gli offrì la prima occasione in Non torno a casa stasera, ruolo difficile di un giocatore di football ritardato.

Figlio di immigrati ebrei tedeschi, papà macellaio, cresce nel Queens, ma quando, dopo aver studiato un po’ di diritto, scopre il fuoco sacro della recitazioneLavora senza sosta (a Broadway è nella produzione off di La ronde), in Irma la dolce fa un’apparizione senza nome, incontrando star come Wayne e Mitchum (El Dorado in cui si inserisce nella storica coppia di Hawks, che lo farà corridore in Linea rossa 7000). Ne farà di ogni, maltrattando la povera Olivia de Havilland chiusa in ascensore in Un giorno di terrore, ma evitando di fossilizzarsi, pur in una varietà di delinquenti, nel ruolo mafioso: è anche nel Padrino 2 e tutti lo credono italo americano. Gira decine e decine di film d’azione ma non solo, nonostante il suo aspetto macho, James non è sempre vincente ma spesso l’uomo coi dubbi, capace di lasciarsi sfuggire la Funny lady Barbra Streisand e amando una prostituta di buon cuore in Un grande amore da 50 dollari. continua a leggere

Traduzione https://translate.google.it: È con grande tristezza che vi informiamo della scomparsa di Jimmy la sera del 6 luglio. La famiglia apprezza lo sfogo di amore e le più sentite condoglianze e chiede di continuare a rispettare la loro privacy in questo momento difficile.