Varese, uomo tiene in ostaggio il bus. Cosa è successo in piazzale Trieste


articolo: https://www.ilgiorno.it/varese/cronaca/uomo-bus-piazzale-trieste-1.8491086

Protagonista un uomo in evidente stato di confusione fermato e identificato da una pattuglia dei carabinieri

Varese, 30 gennaio 2023

Momenti di tensione stamattina a Varese nei pressi di piazzale Trieste: un uomo in evidente stato confusionale, prima si è steso sotto un autobus di linea, poi in mezzo alla strada e infine a piedi nudi è salito sul tetto di un altro busL’episodio sconcertante ha creato problemi al traffico e ha ritardato di una decina di minuti la partenza dell’autobus diretto a Luino. L’uomo appariva tranquillo e non si è mostrato aggressivo. A dare l’allarme un autista di Autolinee Varesine che ha chiamato i carabinieri che sono arrivati sul posto con una pattuglia: lo hanno bloccato, identificato mentre sono in via di valutazioni le sue condizioni di salute. La situazione è poi rientrata nella normalità.

Come fare il reclamo per Libero e Virgilio mail e dove scaricare il modulo per il risarcimento


articolo di  redazione LOGIN: Come fare il reclamo per Libero e Virgilio mail e dove scaricare il modulo per il risarcimento | Corriere.it

Tre associazioni di consumatori (Altroconsumo, Codacons e Aeci) stanno affrontando il danno agli utenti dopo il problema tecnico di Italiaonline

Mentre la situazione sta tornando lentamente alla normalità, il blocco delle mail di Libero e Virgilio ha spinto le associazioni dei consumatori ad organizzarsi subito per aiutare coloro che hanno subito disagi, non potendo accedere alla loro posta elettronica per giorni. E già propongono diffide, class action e anche un modulo per richiedere il risarcimento.

Il blocco dei servizi che ha reso inaccessibili le email dal 23 gennaio (qui le cause del down) ha messo in moto in particolare tre entità, Altroconsumo, Codacons e Aeci, che stanno affrontando il danno agli utenti (le email colpite in totale sono 9 milioni) in modo differente. Vediamoli in ordine. 

Il modulo per il risarcimento – Partiamo dal risarcimento. Lo propone l’Aeci (Associazione europea consumatori indipendenti) sul proprio sito. Pagando due euro si può scaricare il modulo per fare reclamo e chiedere il risarcimento. La richiesta, sottolinea l’associazione, riguarda non solo gli utenti business ma anche gli utenti free. La ratio è che «i consumatori “pagano” i servizi con l’accesso ai propri dati personali». Il modulo è qui.

Il reclamo di Altroconsumo – Altroconsumo propone il reclamo. L’associazione fa sapere di aver «inviato una diffida a Italiaonline (e per conoscenza anche all’AgCom) per chiedere che venga anche prevista per i clienti Libero Mail e Virgilio Mail una forma di ristoro a titolo di risarcimento, per il mancato utilizzo del servizio di email di questi giorni». Propone quindi di inviare un reclamo tramite il proprio sito. Il link è questo. continua a leggere

Frana nella notte alla cava di Crevoladossola: chiusa la strada provinciale


articolo Redazione: https://www.novaratoday.it/zone/verbano-cusio-ossola/frana-cava-crevoladossola.html

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri e la guardia di finanza

E’ chiusa al traffico da questa notte la strada provinciale 166 a Crevoladossola, nel tratto in località San Giovanni, dove intorno alla mezzanotte una grossa frana mezzi, uffici e spogliatoi della cava, arrivando fino alla strada provinciale.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Domodossola, per verificare che non ci fossero persone coinvolte e per mettere in sicurezza l’area. Presenti anche i carabinieri, la guardia di finanza, e il personale della Provincia per la chiusura della strada.

Cronaca meteo, Situazione e previsioni


Cronaca meteo. Vortice in azione sull’Italia con maltempo e neve a tratti in pianura. Situazione e previsioni

articolo di Lorenzo Badellino: https://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/cronaca-meteo–vortice-in-azione-sull-italia-con-maltempo-e-neve-a-tratti-in-pianura–situazione-e-previsioni-676766

Intorno all’Italia è ancora in azione un vortice alimentato da correnti fredde di origine artica, responsabile di maltempo invernale

AGGIORNAMENTO ORE 12,50

FORTI ROVESCI TRA EMILIA E BASSA LOMBARDIA, ANCHE NEVOSI. Mentre si sono attenuate le piogge sulla Romagna, una decisa intensificazione dei fenomeni è in atto sull’Emilia dal Bolognese verso ovest fino alla zona di parma, con rovesci anche di forte intensità e con la neve che si spinge fin verso la Pianura tra Modena e Reggio Emilia. Le forti  precipitazioni sconfinano alla Lombardia coinvolgendo Mantovano e Cremonese, a carattere piovoso.

Nella webcam Bannone (PR). – Emilia Romagna Meteo

Previsione meteo per l’Italia lunedì, 23 gennaio: Ultimo aggiornamento il 23 gennaio ore 13:00

Nord – Piogge al Nordest in estensione a Lombardia, medio-basso Piemonte e Liguria, con neve fino in pianura su Emilia e Cuneese. Temperature in calo, massime tra 3 e 8.

Centro – Schiarite sulle regioni tirreniche, ma ancora instabile al mattino su quelle adriatiche con piogge, rovesci e neve dai 100-400m. Temperature stabili, massime tra 5 e 10.

Sud – Instabile con piogge sparse su est Sardegna e Campania, in estensione a nord Calabria e Sicilia; neve dai 700m. Temperature in lieve rialzo, massime tra 7 e 12.

Tendenze settimana: Ancora molta instabilità con piogge sparse e neve fino in collina

Martedì 24: piogge sparse su basso Piemonte, adriatiche e isole, con neve dai 600-800m. Mercoledì 25: piogge su ovest Piemonte, medio-basso adriatico e al Sud, neve dai 500-800m. Giovedì 26: piogge e rovesci all’estremo Sud, migliora al Centro-Nord.

23 gennaio 2023 articolo di Redazione 3bmeteo: https://www.3bmeteo.com/previsioni_settimana

Domani, martedì 24 gennaioNord: Nubi su basso Piemonte ed Emilia con neve fino a quote basse, specie sul Cuneese, in esaurimento; la sera nuove piogge dal Triveneto. Temperature in rialzo, massime tra 5 e 10.
Centro: A tratti instabile su dorsale toscana e coste adriatiche con rovesci sparsi e neve in Appennino dai 500-700m. Schiarite su Umbria, coste toscane e Lazio. Temperature in rialzo, massime tra 8 e 13.
Sud: Instabile su Molise, alta Puglia e sulle Isole con piogge sparse, neve dai 900m. Temperature in rialzo, massime tra 8 e 13.

Dopodomani, mercoledì 25 gennaioNord: Nuvoloso su Val Padana e ovest Alpi con deboli piogge e un po’ di neve dai 500m; altrove schiarite anche ampie in avanzamento dal Triveneto verso ovest. Temperature in aumento, massime tra 8 e 11.
Centro: Addensamenti e piogge sparse sulle regioni adriatiche, più frequenti sulle coste; ampie schiarite sulle tirreniche. Temperature stabili, massime tra 7 e 12.
Sud: Instabile su Isole, Calabria, Lucania e Puglia con rovesci anche temporaleschi e neve dai 900m. Temperature in lieve calo, massime tra 7 e 12.

Fra 3 giorni, giovedì 26 gennaioNord: Nubi irregolari sulla Val Padana in estensione da Triveneto ed Emilia-Romagna al Nordovest, ma senza fenomeni. Ampie schiarite su Alpi e Liguria. Temperature in calo, massime tra 7 e 9.
Centro: Nubi sulle regioni adriatiche con qualche piovasco sulle aree costiere; schiarite sul versante tirrenico. Temperature stabili, massime tra 9 e 12.
Sud: Asciutto in Campania, altrove instabilità diffusa con rovesci anche temporaleschi; neve sui rilievi dagli 800m. Temperature stabili, massime tra 8 e 12.

Tendenza per venerdì, 27 gennaio 2023Nord:Al nord ovest: Nubi sparse con ampie schiarite. Al nord est: Nubi sparse con ampie schiarite.
CentroSul tirreno: Nubi sparse con ampie schiarite sui litorali e sulla capitale, Sereno sulle pianure toscane e sulla dorsale toscana, Nubi sparse con ampie schiarite sulla dorsale laziale. Sull’adriatico: Coperto con pioggia moderata sui litorali, Coperto con pioggia debole sulle subappenniniche, Nuvoloso con locali aperture sulla dorsale e sul Gran Sasso.
SudSul tirreno: Nubi sparse con ampie schiarite sui litorali e sulle subappenniniche, Nubi sparse con ampie schiarite sulle pianure, Coperto con neve debole o moderata sulla dorsale campana, Nuvoloso con locali aperture sulla dorsale calabra. Sull’adriatico: Nubi sparse con ampie schiarite sul litorale adriatico, Nubi sparse con ampie schiarite sul litorale ionico, Nuvoloso con locali aperture altrove. Sulle isole maggiori: Coperto con pioggia debole sulla zona etnea, Nubi sparse con ampie schiarite altrove.

Tendenza per sabato, 28 gennaio 2023Nord:Al nord ovest: Sereno. 

Al nord est: Nubi sparse con ampie schiarite sulla laguna veneta e sulle pianure venete, Nubi sparse con ampie schiarite in Romagna, Sereno sulle pianure emiliane e sulle Dolomiti.

Centro Sul tirreno: Sereno sui litorali e sulla capitale, Nubi sparse con ampie schiarite altrove. Sull’adriatico: Coperto con pioggia debole sui litorali, Nubi sparse con ampie schiarite sulle subappenniniche, Nuvoloso con locali aperture sulla dorsale, Coperto con neve debole o moderata sul Gran Sasso.

Sud Sul tirreno: Nubi sparse con ampie schiarite sui litorali, Sereno sulle pianure e sulle subappenniniche, Nubi sparse con ampie schiarite sulla dorsale campana, Coperto con pioggia debole sulla dorsale calabra. Sull’adriatico: Coperto con pioggia debole sul litorale adriatico, Sereno sul litorale ionico, Coperto con neve debole o moderata sulle Murge, Nuvoloso con locali aperture sulla dorsale molisana, Nubi sparse con ampie schiarite sulla dorsale lucana. Sulle isole maggiori: Nubi sparse con ampie schiarite sul cagliaritano e sulla Costa Smeralda, Sereno su interne sarde, Coperto con pioggia debole altrove.

Tendenza per domenica, 29 gennaio 2023Nord:Al nord ovest: Sereno in riviera ligure e sulle Alpi occidentali, Nubi sparse con ampie schiarite sulle pianure lombardo piemontesi, Nuvoloso con locali aperture sulle Alpi centrali. 

Al nord est: Sereno sulle pianure emiliane, Nuvoloso con locali aperture sulle Dolomiti, Nubi sparse con ampie schiarite altrove.
CentroSul tirreno: Nubi sparse con ampie schiarite sulla capitale e sulla dorsale laziale, Sereno altrove. 

Sull’adriatico: Sereno sul Gran Sasso, Nubi sparse con ampie schiarite altrove.
SudSul tirreno: Nubi sparse con ampie schiarite sui litorali, Nubi sparse con ampie schiarite sulle pianure e sulla dorsale calabra, Nuvoloso con locali aperture sulle subappenniniche e sulla dorsale campana. Sull’adriatico: Coperto con pioggia moderata sul litorale adriatico, Nubi sparse con ampie schiarite sul litorale ionico, Coperto con neve debole o moderata sulle Murge e sulla dorsale lucana, Nuvoloso con locali aperture sulla dorsale molisana. 

Sulle isole maggiori: Coperto con pioggia moderata sul palermitano, Nuvoloso con locali aperture su interne sarde, Nubi sparse con ampie schiarite su interne siciliane, Coperto con neve debole o moderata sulla zona etnea, Nubi sparse con ampie schiarite altrove.

Caso Osimhen, si allunga l’inchiesta della Procura sul Napoli


articolo di Redazione: https://www.calcioefinanza.it/2023/01/23/caso-osimhen-si-allunga-linchiesta-della-procura-sul-napoli/

 23 Gennaio 2023

Proroga di indagini sull’acquisto dell’attaccante del Napoli Victor Osimhen da parte della Procura partenopea che ipotizza nei confronti dei vertici della società azzurra il reato di false comunicazioni in bilancio.

Come riportato da Repubblica e Il Mattino, la lente di ingrandimento degli inquirenti napoletani, che hanno avviato gli accertamenti sulla compravendita del giocatore dal Lille (per 71 milioni e 250mila euro) su impulso della magistratura transalpina, si concentrerà sulla cessione (che ha coinvolto altri quattro calciatori) per altri sei mesi: la chiusura delle indagini è quindi prevista in primavera. Al lavoro, da mesi, ci sono i finanzieri che stanno passando al setaccio tutta la documentazione.

Accanto al reato di false comunicazioni in bilancio si ipotizza anche la dichiarazione fraudolenta, reato che riguarda il presidente della SSC Napoli Aurelio de Laurentiis, relativo a una parte della somma versata alla società francese, poco più di 21 milioni di euro, sulla quale non sarebbero stati versati 4,6 milioni di imposta sul valore aggiunto. La giustizia sportiva si era già occupata, senza rilevare illeciti, della compravendita dell’attaccante, e la società, attraverso i suoi legali ha ribadito di poter dimostrare la regolarità dell’operazione.

Leao-Milan, è gelo. Niente incontro per il rinnovo: gli ostacoli alla firma


articolo di Luca Bianchi: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Milan/20-01-2023/leao-milan-grande-gelo-niente-incontro-il-rinnovo-ostacoli-firma-4502045296322.shtml?cmpid=SF_Facebook_Socialflow_nd_nd_nd&fbclid=IwAR2g_6QeCydPS4Qllezi8ObGr-REUuHXjGf_eb9g-MSLiEjxlgfLa7iMgp0

Salta il vertice con il club rossonero: clausola e agenti impediscono l’accordo. Ora in tanti a rischio addio: da Dest a Rebic

La relatività temporale di gennaio è un bel mistero. In campo, per il Milan, il tempo sembra non passare mai: ogni giorno pensieri, timori, difficoltà. Alla scrivania di Rafa Leao, gennaio è un mare piatto: non succede nulla.

Il Milan puntava a chiudere in questo mese il discorso rinnovo ma gli ultimi giorni non hanno portato novità positive. Anzi. Questo venerdì 20, che sembrava poter essere un giorno importante, probabilmente deluderà. A ieri, non erano in programma incontri tra la dirigenza del Milan e Ted Dimvula, agente di Leao che sta gestendo la (complessa) situazione assieme a Jorge Mendes e a papà Antonio. E allora, torna la domanda: Rafa firmerà mai? E allargando il quadro: quanti giocatori rischiano di non essere parte del progetto 2023-24? Proviamo a rispondere (per la seconda domanda è presto… ma non prestissimo).

I PROBLEMILa trattativa tra Leao e il Milan resta molto complessa. Rafa a dicembre ha fatto un passo avanti: ha pensato di firmare come mai in precedenza, quasi convinto da una proposta del Milan tra i 6 e i 7 milioni a stagione. Una proposta che lascerebbe in un angolo la questione-risarcimento dovuto allo Sporting Lisbona. Il Milan non pagherebbe i 19,5 milioni dovuti al club portoghese ma moltiplicherebbe per quattro (e oltre) lo stipendio di Leao. E allora, si chiude? No, perché resta il braccio di ferro sugli agenti e non solo. Mendes e Dimvula giocano la stessa partita e non è semplice chiarire chi decide, chi incassa le commissioni e chi le paga. Anche per questo, il Milan e Leao non hanno ancora un accordo. E poi, la clausola, ora a 150 milioni. Il Milan vorrebbe eliminarla o tenerla a cifre top, gli agenti di Rafa puntano ad abbassarla per facilitare un futuro trasferimento.

ESTATE PREMIER – Le difficoltà sul campo, poi, tolgono sicurezze a tutti. Rafa, con un Milan in difficoltà, può avere più dubbi sul rinnovo. E il Milan, se Leao non cambia i destini della squadra, può farsi legittime domande sul valore dell’investimento. Con un grande cannocchiale, intanto, la Premier League osserva da lontano. Il Chelsea continua a trattare e comprare esterni di talento – prima Mudryk, ora Madueke – e tutte le grandi d’Inghilterra hanno la forza economica per chiamare il Milan e comprare Leao. La primavera e l’estate, in questo senso, possono portare novità.

ADLI-REBIC – Il Milan negli stessi mesi farà valutazioni sulla sua rosa. Siamo solo a metà stagione ma un gruppetto di giocatori oggi è lontano dalla conferma. In parte, è conseguenza di questa strana stagione, in cui il Milan ha una rosa extra-large da 30 calciatori ma Pioli, tra infortuni e contributi deludenti, finisce per fidarsi quasi solo dei titolari. La stagione di Yacine Adli, ad esempio, così non ha senso. Il Milan lo ha scelto e tenuto credendo nelle sue qualità ma il francese non gioca praticamente mai – una partita da titolare in cinque mesi – e perde fiducia. Ante Rebic è appena rientrato da un infortunio ma in stagione è stato lontano dal rendimento di un attaccante da Milan. Poi, certo, il tema riscatti.

BAKA E GLI ALTRI Sergiño Dest è arrivato in prestito con riscatto a 20 milioni, troppi per il suo rendimento attuale. Per Brahim Diaz, il Milan dovrebbe pagare al Real 22 milioni, cifra rinegoziabile, non altissima ma importante per il potere di spesa del club. Aster Vranckx, invece, può restare rossonero per 12 milioni. Si può discutere su chi abbia più chance di rimanere (facile dire chi ne abbia di meno: Dest) ma a oggi è impossibile che il Milan paghi oltre 50 milioni per tenere tutti. Altri giocatori, senza logiche sul riscatto, sono pronosticati agli ultimi sei mesi di Milan. I contratti di Tatarusanu e Mirante non saranno rinnovati. Per Gabbia e Thiaw ci sarà al massimo un posto. Ballo-Touré, in caso di offerte, partirebbe e Ibra, ancora infortunato, resta un caso a parte. L’unico per cui possono arrivare novità a breve è Bakayoko, ai margini della rosa e oltre. L’Adana Demirspor è in Italia per parlare di lui e non solo, il Chelsea può risolvere in anticipo il suo contratto. Se partisse, darebbe al Milan un buon motivo per cercare un rinforzo.

Juve, dal libro nero alla Consob: gli elementi della nuova sentenza


articolo di Redazione: https://www.calcioefinanza.it/2023/01/21/perche-e-stato-riaperto-processo-juventus/

Per la riapertura del processo e la decisione sui 15 punti di penalizzazione alla Juventus, il capo della Procura federale Giuseppe Chiné ha dovuto portare all’attenzione della Corte d’Appello diversi nuovi elementi probatori a carico del club bianconero. Sono cinque, scrive La Gazzetta dello Sport, i punti su cui si è soffermata la Procura per questa nuova decisione.

Il primo riguarda il cosiddetto libro nero di Fabio Paratici”, dove alla domanda «come siamo arrivati qui?», si legge questa risposta di Cherubini: «Acquisti senza senso e investimenti fuori portata» e anche «utilizzo eccessivo di plusvalenze artificiali». Per Chiné si tratta di un «atto di natura confessoria di Cherubini» sul modus operandi di Paratici, perché «non si parla di plusvalenze, che sono legittime, ma di plusvalenze artificiali, decise a tavolino». Per il procuratore la Juve faceva tante operazioni a specchio per creare «un beneficio immediato».

Secondo punto, l’intercettazione della conversazione telefonica del 6 settembre 2021 tra John Elkann e Andrea Agnelli, in cui l’ex presidente dice: «Abbiamo fatto un ricorso eccessivo allo strumento delle plusvalenze. Se ti crolla il mercato ti crolla il mercato, questo è un dato di fatto». Chiné parla di «valenza confessoria straordinaria», perché la Juve dopo il Covid si è trovata «con le scorie della plusvalenza fittizia e Agnelli lo riconosce».

Il terzo punto è l’intercettazione di settembre 2021 tra Maurizio Arrivabene e Agnelli. Il primo dice: «L’aumento di capitale non è servito ad andare sul mercato, ma a coprire una situazione estremamente negativa dal punto di vista finanziario». E il secondo: «Sì, ma non è solo il Covid e questo lo sappiamo bene, perché noi abbiamo due elementi fondamentali: da un lato il Covid, ma dall’altro abbiamo ingolfato la macchina con ammortamenti e soprattutto la merda…». Per Chiné il riferimento è alle “plusvalenze fittizie” con il carico di ammortamenti sui nuovi acquisti.

Il quarto fatto nuovo è quanto emerge da un documento sequestrato negli uffici dell’avvocato Cesare Gabasio: «una pianificazione a tavolino delle plusvalenze che la Juventus doveva fare entro il 30 giugno 2020», ovvero uno dei bilanci sotto indagine. Chiné evidenzia importi decisi a tavolino «in cui l’aspetto tecnico era inesistente».

Infine, il quinto elemento è la delibera della Consob (Commissione nazionale per le società e la Borsa), in cui si legge che dalla propria attività ispettiva è emerso che tutte le operazioni sono state concluse in modo contemporaneo, coordinato con la controparte e senza corrispettivo di denaro.

La risposta ufficiale della Juve dopo la sentenza: il club farà ricorso


articolo Di La redazione di 90min: La risposta ufficiale della Juve dopo la sentenza: il club farà ricorso (90min.com)

La risposta della Juventus, dopo la clamorosa decisione della Corte federale d’appello, non si è fatta attendere e il club bianconero ha dunque diffuso un comunicato ufficiale in cui si annuncia la volontà di fare ricorso e la logica attesa per le motivazioni di una sentenza così afflittiva (tale da comportare una penalizzazione di 15 punti in classifica).

Il comunicato della JuventusJuventus Football Club S.p.A. (“Juventus” o la “Società”) comunica che la Corte Federale di Appello – Sezioni Unite, visto il ricorso per revocazione ai sensi dell’art. 63 del Codice di Giustizia Sportiva proposto dalla Procura Federale, ha dichiarato ammissibile il ricorso per revocazione e pertanto revocato la pronunzia della Corte Federale di Appello, Sezioni Unite, n. 0089/CFA-2021-2022 del 27 maggio 2022 e, per l’effetto, disposto la penalizzazione di 15 punti in classifica per la Juventus da scontarsi nella corrente Stagione Sportiva e l’inibizione temporanea per il Direttore Sportivo, Federico Cherubini, di mesi 16 a svolgere attività in ambito FIGC, con richiesta di estensione in ambito UEFA e FIFA.

Con la pronunzia revocata la Corte Federale di Appello aveva rigettato il reclamo proposto dalla Procura Federale avverso la decisione del Tribunale Federale Nazionale che, a sua volta, aveva prosciolto Juventus e gli altri soggetti deferiti per insussistenza di qualsiasi illecito disciplinare in ordine alla valutazione degli effetti di taluni trasferimenti dei diritti alle prestazioni di calciatori sui bilanci e alla contabilizzazione di plusvalenze.

La Società attende la pubblicazione delle motivazioni e preannuncia sin d’ora la proposizione di ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport nei termini del Codice di Giustizia Sportiva”.

Maltempo: nel Nuorese frane e allagamenti


articolo: https://www.unionesarda.it/news-sardegna/nuoro-provincia/maltempo-provincia-nuoro-frane-e-allagamenti-qeollh1e

A valle della diga sul fiume Temo le operazioni per il recupero di 30 pecore rimaste isolate dopo l’innalzamento delle acque

(Unioneonline/s.s.)

Anche la provincia di Nuoro è stata colpita dal maltempo che in queste ore si sta abbattendo sulla Sardegna. Oltre 14 gli interventi che, dal mattino e fino alle 13, sono stati portati a termine dai Vigili del fuoco. Nel dettaglio si è trattato di operazioni legate a prosciugamenti e infiltrazioni meteoriche (4); frane, voragini e smottamenti (1); alberi pericolanti (4); coperture ed elementi strutturali pericolanti (2); incidenti stradali e rimozioni degli ostacoli alla circolazione stradale (2); recupero e salvataggio di animali da zone isolate (1).

Tra gli eventi segnalati c’è anche l’albero crollato sulla Statale 389 Nuoro-Lanusei, al km 12.

Inoltre dalle 10 i Vigili del fuoco di Macomer stanno intervenendo a valle della diga Santu Crispu sul fiume Temo, Comune di Bosa, per salvare e recuperare una trentina di pecore rimaste isolate dopo l’innalzamento delle acque. Presente anche una squadra di specialisti fluviali provenienti dal Comando di Nuoro e da quello di Oristano. 

Finora non sono stati segnalati gravi elementi di criticità nei centri abitati o nelle abitazioni rurali.

Bloccati nell’ascensore dell’impianto telefonico: salvati due operai a Sant’Arsenio


Torre telefonica. – Monte Carmelo a Sant’Arsenio. – https://www.infocilento.it

articolo: https://www.salernotoday.it/cronaca/sant-arsenio-salvati-operai-ascensore-impianto-telefonico.html

Sul posto sono giunti i vigili del fuoco e i carabinieri che, in poco tempo, li hanno liberati. Le loro condizioni di salute sono buone

Momenti di apprensione, oggi pomeriggio, sul Monte Carmelo a Sant’Arsenio, dove due operai della Telecom sono rimasti bloccati nell’ascensore dell’impianto telefonico, al quinto piano.

Il salvataggio  – Secondo una prima ricostruzione i due avevano appena concluso i lavori di manutenzione in cima alla torre dell’impianto quando, mentre stavano scendendo al piano terra, l’ascensore si è improvvisamente fermato.  Gli operai, temendo di essere in pericolo, hanno subito chiamato i soccorsi. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco e i carabinieri che, dopo un po’ di tempo, sono riusciti a sbloccare l’ascensore che successivamente si è riaperto. Per i due operai, dunque, solo tanto spavento.

Airbus Ita urta altro aereo in aeroporto New York: aperta inchiesta


articolo: Airbus Ita urta altro aereo in aeroporto New York: aperta inchiesta – Adnkronos.com

L’incidente avvenuto la notte del 2 gennaio al Jfk, il velivolo è ora rientrato a Fiumicino. La compagnia: “Operato sempre in rispetto tutti requisiti sicurezza”

La notte del 2 gennaio 2023, presso l’aeroporto di New York JFKl’aeromobile Ita Airways, che operava il volo AZ610 proveniente da Roma Fiumicino, in fase di rullaggio ha urtato con l’estremità alare destra lo stabilizzatore di un altro aeromobile. Il velivolo di Ita Airways è rientrato a Fiumicino in queste ore. E’ quanto comunica la compagnia in una nota che, riferisce, ha attivato le procedure interne per ricostruire le circostanze, informando tempestivamente le autorità aeronautiche preposte a cui continuerà a fornire totale collaborazione con la massima trasparenza.

Ita Airways conferma di operare sempre nel rispetto di tutti i requisiti dettati dalle autorità competenti, a garanzia degli standard di sicurezza richiesti. Sono state poste in atto dalla Compagnia ulteriori misure cautelative, nell’ottica di continuo miglioramento degli standard di sicurezza.

Le collisioni nelle fasi di rullaggio, in particolare su aeroporti molto congestionati come Jfk, sono un fenomeno in aumento e costantemente all’attenzione delle autorità aeronautiche, sottolinea ancora Ita Airways in una nota.

Aerei: negli Usa tutti i voli a terra per diverse ore. Biden: «Non si sa quale sia la causa»


articolo di Redazione Cronache: https://www.corriere.it/cronache/23_gennaio_11/aerei-usa-tutti-voli-terra-causa-un-guasto-tecnico-24ae11ca-91a8-11ed-b828-0a60b6fd1fc8.shtml

Un blocco senza precedenti. Sarebbe causato da un malfunzionamento di un sistema di notifica dei piloti. Possibili conseguenze per il trasporto aereo mondiale

La Federal Aviation Administration (FAA) ha riportato un malfunzionamento del sistema di notifica dei pilotialle 2 di notte Eastern Time, secondo quanto comunicato da alcuni ufficiali e riportato da Ap. Da lì lo stop ai voli, che è durato diverse ore. Il traffico è ripartito gradualmente poco prima delle 9 (le 15 italiane), come comunicato dalla FAA.

Un malfunzionamento di un sistema di notifica dei piloti operato dalla FAA ha costretto a bloccare quasi tutti i voli, con possibili conseguenze per il trasporto aereo mondiale. Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, era stato tempestivamente informato del problema dal segretario ai Trasporti, secondo quanto riferito dal portavoce della Casa Bianca.

«Non sanno quale sia la causa», ha detto il presidente Biden ai giornalisti. «Gli aerei possono ancora atterrare in sicurezza, ma non decollare in questo momento. Non si sa quale sia la causa, si aspettano che in un paio d’ore avranno un’idea di ciò che l’ha causato e risponderanno in quel momento». Il portavoce della Casa Bianca aveva aggiunto che per il momento non c’è prova di un cyber attacco.

La FAA ha comunicato prima lo stop e poi i successivi aggiornamenti tramite l’account Twitter, a partire dai «progressi» nel ripristino del sistema e la ripresa delle partenze negli aeroporti di Newark Liberty e Atlanta Hartsfield-Jackson, fino al dietrofront sullo stop alle partenze dei voli: come comunicato dalla stessa FAA, prima delle 9 ora locale (quindi le 15 in Italia) il traffico può ripartire gradualmente. continua a leggere

Traduzione:
Aggiornamento 4: la FAA sta facendo progressi nel ripristino del suo sistema di avviso alle missioni aeree a seguito di un’interruzione notturna. Le partenze stanno riprendendo alle @EWRairport
e @ATLairport
a causa della congestione del traffico aereo in quelle zone. Prevediamo che le partenze riprenderanno in altri aeroporti alle 9:00 ET.

Aeroporti italiani, ecco i migliori e i peggiori


Aeroporti italiani, ecco i migliori e i peggiori (touringclub.it)

Un aeroporto che funziona bene è un ottimo modo per iniziare una vacanzahttps://www.touringclub.it/

Se un aeroporto funziona bene, non dipende solo da quando ci sono cancellazioni o ritardi nei voliAnzi, spesso questo problema, per quanto importante, non dipende solo dallo scalo ma da altri elementi.

In un momento storico in cui si riprende a volare con continuità, per lavoro e per diletto, sapere quali sono gli aeroporti migliori può essere molto utile.  Per questa ragione ParkVia, fornitore di parcheggio aeroportuale presente in 44 Paesi, ha realizzato un indagine sui servizi, in particolare sul wi-fi, sulla presenza di parcheggi e la distanza in km dalla città, i giudizi online degli utenti e naturalmente sulla quantità di destinazioni e sulla frequenza dei voli. Lo studio ha riguardato 33 scali italiani e i dati raccolti sono aggiornati al 4 gennaio 2023, quindi molto recenti. 

I TOP – I tre aeroporti migliori e più organizzati sono risultati, nell’ordine, Roma-Fiumicino, Napoli Capodichino e Milano Malpensa….. continua a leggere

Bambino di 6 anni spara all’insegnante ferendola gravemente


articolo: https://video.corriere.it/esteri/bambino-6-anni-spara-all-insegnante-ferendola-gravemente/4f3cdcae-8e66-11ed-ae40-41a711fcbe95

È successo in una scuola elementare in Virginia (Usa)

LaPresse/Ap / CorriereTv

(LaPresse) A sei anni ha aperto il fuoco in una scuola elementare della Virginia, ferendo gravemente un’insegnante 30enne che è in pericolo di vita. Il bambino è ora in stato di fermo e, secondo quanto riferito dalla polizia, non si «è trattato di una sparatoria accidentale». È successo alla Richneck Elementary School nella città costiera di Newport News.

«Si ritiene che la vita dell’insegnante sia in pericolo. Le indagini sono in corso», si legge in una nota dell’ufficio della polizia locale. Nessuno studente è rimasto ferito e l’incidente è stato circoscritto a un’unica classe, hanno assicurato le autorità.

Gianluca Vialli è morto: addio all’ex bomber di Samp e Juventus. Stroncato da un tumore a 58 anni


Gianluca Vialli – corriere.it

Addio, Luca! E’ morto Vialli, bandiera della “Samp d’oro” e trascinatore della Juventus – Calcionews24

articolo: https://www.leggo.it/sport/calcio/gianluca_vialli_morto_tumore_ultimissime_oggi-7122895.html?refresh_ce

Il mese scorso aveva annunciato la sospensione del lavoro con la Nazionale per curarsi

È morto Gianluca Vialli. L’ex calciatore e dirigente della Nazionale si è spento a 58 anni, dopo una lunga battaglia con il tumore al pancreas. Il mese scorso aveva annunciato l’addio al lavoro con gli Azzurri, per dedicarsi alla malattia, che era tornata a prendere il sopravvento. Dopo il ricovero in ospedale, le condizioni di Vialli sono precipitate in poche ore. Il 6 gennaio la notizia del decesso. Muore a poche settimane di distanza dall’ex compagno di squadra Sinisa Mihajlovic, ucciso dalla leucemia.

Chi era Gianluca VialliNato a Cremona il 9 luglio 1964, è cresciuto nelle giovanili del Pizzighettone e della Cremonese, con cui fa l’esordio nel calcio professionistico. Passa poi alla Sampdoria, dove stringe amicizia con Roberto Mancini, un’amicizia che resterà per tutta la vita. Insieme vengono chiamati “I gemelli del gol”. Dopo i blucerchiati, passa alla Juventus, con cui vince la Champions League. Chiude la carriera al Chelsea, dove ricopre il ruolo di allenatore-giocatore. In Inghilterra resta diversi anni e trova l’amore della sua vita, Cathryn White Cooper, con cui ha due figlie, Olivia e Sofia. La sua carriera da allenatore finisce presto, nel 2002, con il Watford. Nel quindicennio seguente si dedica prettamente alla carriera televisiva di opinionista e analista calcistico. Nel 2019 entra nello staff tecnico della Nazionale, chiamato dall’amico e ct Roberto Mancini. Insieme nel 2021 conquistano l’Europeo. 

La malattia – Vialli aveva annunciato lo sospensione al lavoro in Nazionale lo scorso 14 dicembre. «Al termine di una lunga e difficoltosa trattativa con il mio meraviglioso team di oncologi ho deciso di sospendere, spero in modo temporaneo, i miei impegni professionali presenti e futuri. L’obiettivo è quello di utilizzare tutte le energie psico-fisiche per aiutare il mio corpo a superare questa fase della malattia, in modo da essere in grado al più presto di affrontare nuove avventure e condividerle con tutti voi», le sue parole. Nel 2017 aveva scoperto di avere il tumore. Si tratta dell’adenocarcinoma duttale del pancreas è la forma di cancro che più di frequente colpisce quest’organo dell’apparato digerente.

«La malattia non è esclusivamente sofferenza – ha raccontato in una recente intervista – Ci sono dei momenti bellissimi. La malattia ti può insegnare molto di come sei fatto, ti può spingere anche più in la rispetto al modo anche superficiale in cui viviamo la nostra vita. La considero anche un’opportunità. Non ti dico che arrivo fino a essere grato nei confronti del cancro, però non la considero una battaglia. L’ho detto più volte. Se mi mettessi a fare la battaglia col cancro ne uscirei distrutto. Lo considero una fase della mia vita, un compagno di viaggio, che spero prima o poi si stanchi e mi dica “Ok, ti ho temprato. Ti ho permesso di fare un percorso, adesso sei pronto“».

https://www.juventus.com/it/news/articoli/ciao-gianluca-vialli

https://www.figc.it/it/federazione/news/l-italia-del-calcio-piange-gianluca-vialli-gravina-quello-che-ha-fatto-per-la-maglia-azzurra-non-sarà-mai-dimenticato/

Juve, UFFICIALE: si dimettono due componenti del collegio sindacale


articolo di Redazione CM: https://www.calciomercato.com/news/juve-ufficiale-si-dimettono-due-componenti-del-collegio-sindacal-23307

Due componenti del collegio sindacale della Juventus si sono ufficialmente dimessiMaria Cristina ZoppoAlessandro Forte lasciano il loro incarico: al loro posto subentrano Maria Luisa Mosconi Roberto Petrignani

IL COMUNICATO – Questo il comunicato del club bianconero:

DIMISSIONI DI DUE COMPONENTI DEL COLLEGIO SINDACALE E SUBENTRO DEI SINDACI SUPPLENTI Torino, 5 gennaio 2023Juventus Football Club S.p.A. (“Juventus” o la “Società”) rende noto che la dott.ssa Maria Cristina Zoppo e il dott. Alessandro Forte, Sindaci Effettivi nominati in data 29 ottobre 2021, tratti dall’unica lista presentata dall’azionista EXOR N.V., hanno rassegnato le proprie dimissioni con decorrenza dalla data odierna, per motivazioni di carattere personale nonché professionale dichiarando che la scelta “è maturata a valle dell’assemblea dei soci in data 27 dicembre 2022 che ha approvato il bilancio al 30 giugno 2022 e che costituisce la fine di un ciclo di attività del Collegio Sindacale.” Dalla data odierna subentrano, ai sensi di legge e di Statuto, i Sindaci Supplenti dott.ssa Maria Luisa Mosconi e dott. Roberto Petrignani, appartenenti alla medesima lista di cui sopra, i cui curricula, pubblicati in occasione della presentazione della lista, sono disponibili presso la sede sociale, sul sito internet della Società (www.juventus.com, sezione Club, Corporate Governance, Organi di Amministrazione e Controllo), nonché sul sito di stoccaggio autorizzato “1Info(www.1info.it). Ai sensi dell’art. 2401 cod. civ, i nuovi sindaci restano in carica fino alla prossima assemblea la quale provvederà all’integrazione del Collegio Sindacale ai sensi delle applicabili disposizioni normative e statutarie. Si precisa che l’Assemblea ordinaria dei soci già convocata per il prossimo 18 gennaio 2023 non potrà deliberare in merito non essendo l’argomento all’ordine del giorno ed essendo scaduti i termini per i necessari adempimenti pre-assembleari. Sulla base delle informazioni a disposizione alla data odierna, né i sindaci dimissionari dott.ssa Maria Cristina Zoppo e dott. Alessandro Forte né i sindaci subentrati dott.ssa Maria Luisa Mosconi e dott. Roberto Petrignani risultano detenere azioni della Società”.

Miracolo in California, illesi dopo un volo di 76 metri con l’auto: il video


La Tesla precipitata sugli scogli (Facebook / CHP – Golden Gate Division Air Operations )

Tesla precipita dalla scogliera e si schianta sulle rocce: salve le 4 persone a bordo, tra cui due bimbi. I soccoritori: “Siamo scioccati, non ci aspettavamo sopravvissuti”

San Francisco, 4 gennaio 2023

Un miracolo. Difficile spiegare altrimenti quanto successo sulla Pacific Coast Highway in California. Siamo a Devil’s Slide, circa 20 miglia a Sud di San Francisco. Qui una Tesla è precipitata dalle alte scogliere andando a schiantarsi sulla roccia. Quando i soccorritori sono arrivati sul posto non si aspettavano di trovare nessuno vivo. E invece le 4 persone – un uomo, una donna e due bambini – a bordo sono sopravvissute al volo di 250 piedi, il corrispettivo di circa 76 metri di altezza. continua a leggere

Auto precipita da una scogliera di 76 metri: in 4 salvi «per miracolo»Corriere della Sera

Musica: morto l’ex batterista degli Earth, Wind & Fire


Fred White degli Earth, Wind & Fire, marzo 1979 (Rob Verhorst/Redferns)

articolo Redazione ANSA: Musica: morto l’ex batterista degli Earth, Wind & Fire – Musica – ANSA

Il musicista afroamericano Fred White aveva 67 anni

(ANSA) – New York, 02 gennaio 2023

Fred White, ex batterista degli Earth, Wind & Fire è morto all’età di 67 anni.

Lo ha annunciato il fratello Verdine.

Nato nel 1955 a Chicago (Illinois), White aveva iniziato giovanissimo a suonare la batteria. Durante la sua carriera, ha vinto sei Grammy Awards con la leggendaria band funk formata nel 1969 da suo fratello Maurice White, scomparso nel 2016. Earth, Wind & Fire sono diventati rapidamente famosi negli anni ’70, tra i primi a infrangere i tabù razziali nel pop, e hanno avuto enorme successo sia nella comunità bianca che in quella afroamericana. Nel 1979, la band è stata la prima band afroamericana ad esibirsi davanti a un pubblico tutto esaurito al prestigioso Madison Square Garden di New York. White, come membro della band Earth, Wind & Fire, è stato inserito nella Rock & Roll Hall of Fame nel 2000, il pantheon americano del rock e della musica pop. Il gruppo si è distinto per le sue canzoni ma anche per i suoi spettacoli pieni di energia, scanditi da una forte presenza di ottoni e di una kalimba, uno strumento a percussione africano fatto di lamelle di metallo. continua a leggere

Il Lido diventa il piccolo Idroscalo


articolo di Redazione Metronews: https://metronews.it/2022/12/22/il-lido-diventa-il-piccolo-idroscalo/

Il Lido diventa il piccolo Idroscalohttps://metronews.it/2022/12/22/il-lido-diventa-il-piccolo-idroscalo/

Ai primi di gennaio partiranno i lavori per il restyling del Lido di Milano. Ad annunciarlo oggi il sindaco Beppe Sala, secondo il quale il centro sportivo diventerà «un piccolo Idroscalo». I lavori, ha detto Sala, si concluderanno dopo due anni e l’impianto dovrebbe quindi essere pronto nel 2025. A pagare l’intervento da 25 milioni di euro, saranno gli spagnoli della Ingesport health and SPA consulting SA, che gestisce molti impianti del genere nel mondo e che in cordata con altre società avrà in gestione dell’impianto per 42 anni. La piscina del Lido è chiusa da tre anni, anche a causa della pandemia, «è obsoleta e priva di un impianto filtrante, le strutture sono invecchiate e il palazzo nel suo insieme ha bisogno di una profonda trasformazione più in linea con le attuali sensibilità», ha detto Sala.

«Si parte con i lavori a gennaio e serviranno 24 mesi per la realizzazione del nuovo centro sportivo, la trasformazione dell’attuale piscina, la realizzazione di quella nuova e la manutenzione degli immobili esistenti» ha aggiunto il sindaco, «Poi ci vorranno ulteriori 7 mesi per la demolizione e ricostruzione del padiglione cabine individuali». Il progetto prevede la scomparsa della grande piscina realizzata nel 1931, a favore di uno specchio d’acqua in stile “piccolo Idroscalo”,….. continua a leggere

Finte vaccinazioni per il Green pass, indagate Madame e Giorgi


articolo di Redazione Metronews: https://metronews.it/2022/12/24/per-le-finte-vaccinazioni-anti-covid-indagate-madame-e-giorgi/

Per le finte vaccinazioni anti Covid, necessarie all’epoca per ottenere il Green Pass, ora sono indagate anche la cantante Madame e la tennista Camila Giorgi.

I loro nomi sono entrati nell’inchiesta curata dalla Procura di Vicenza che già lo scorso febbraio aveva portato all’arresto dei medici Daniela Grillone Tecioiu (poi scarcerata) ed Erich Volker Goepel (con arresto annullato dal Riesame) oltre al compagno della dottoressa, Andrea Giacoppo. L’indagine ipotizzava a vario titolo i reati di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e peculato. L’inchiesta però negli ultimi mesi sembra essersi estesa, con la verifica dei nominativi dei pazienti che erano in cura presso i medici arrestati.

Finte vaccinazioni per il Green pass – Così è spuntato quello della cantante 20enne Madame, nome d’arte di Francesca Calearo, paziente di Grillone e di Camilla Giorgi, che è nata e vive a Macerata, e per la quale non sarebbero ancora stati chiariti i legami con la provincia di Vicenza. Gli inquirenti ipotizzano che le due si sarebbero procurate il Green Pass quando era indispensabile per gli spostamenti e lo svolgimento di diverse attività professionali in Italia e all’estero. Per entrambe si ipotizza il reato di falso ideologico. continua a leggere

Usa, il maltempo blocca il Paese: 9 morti, cancellati 4.800 voli, a terra 650 mila persone


articolo di Leonard Berberi: https://www.corriere.it/cronache/22_dicembre_23/usa-maltempo-blocca-paese-cancellati-oltre-3500-voli-terra-mezzo-milione-persone-fa962eaa-82ce-11ed-a908-044c2789a441.shtml

La tempesta di freddo e neve si sta abbattendo da New York a Seattle: da mercoledì annullati 7.800 voli. Forti ritardi per altri 21 mila viaggi. Ecco la mappa dei disagi

La tempesta di freddo e neve che si è abbattuta negli Usa sta rovinando i viaggi verso casa o verso le vacanze di 650 mila americani, almeno 9 persone sono morte in incidenti stradali causati da ghiaccio o neve. Nella morsa del gelo circa 200 milioni di persone. Sono inoltre decine gli aeroporti bloccati che hanno portato alla cancellazione venerdì 23 dicembre di almeno 4.800 voli nazionali e internazionali. Da mercoledì sono 7.800 quelli annullati nel Paese con ricadute su oltre 1,1 milioni di persone. È quanto emerge dall’incrocio dei numeri forniti dal sito FlightAware e Anuvu. Altri 21 mila collegamenti hanno subìto ritardi — in alcuni casi anche forti — alla partenza.

Le statisticheGli scali più colpiti dal maltempo — che secondo il servizio meteorologico nazionale «si verifica una volta in una generazione» con questa intensità — sono quelli delle grandi città. Nel dettaglio, alle 20.30 ora italiana, Seattle registra 231 voli cancellati, quindi Chicago-O’Hare (209), New York-LaGuardia (180), Denver (164), Detroit (157). Per quanto riguarda le compagnie che hanno dovuto annullare più collegamenti al vertice c’è Alaska Airlines con il 44,4% di cancellazioni, quindi Frontier (23,6%), Southwest Airlines (23,1%) e Delta Air Lines (18,2%). continua a leggere

Imposta di imbarco in aeroporto: cosa è e cosa cambia nel 202


articolo: https://video.corriere.it/economia/imposta-imbarco-aeroporto-cosa-e-cosa-cambia-2023/f4478e3c-7ee0-11ed-a618-b9ad4ba09452

LaPresse / CorriereTv

La “tassa” pagata dai passeggeri sul biglietto in partenza (dall’Italia) che l’aeroporto deve poi versare allo Stato

La ‘tassa d’imbarco‘ è stata istituita dalla Legge finanziaria del 2004 con il nome ufficiale “addizionale comunale sui diritti d’imbarco” Si tratta di un’imposta pagata dai passeggeri sul biglietto in partenza (dall’Italia) che l’aeroporto deve poi versare allo Stato.
Inizialmente era prevista per il solo anno 2004 al costo di 1 euro per ogni passeggero imbarcato, diventando poi una tassa fissa. Negli ultimi anni l’importo è cresciuto da 1 a 6,50 euro a passeggero. L’importo è destinato a Inps, Enav, servizi antincendio e una parte ai Comuni sul cui territorio è presente l’aeroporto.
Nel 2023 possibili nuovi aumenti a Napoli, Genova, Venezia, Lecce.
Nel capoluogo veneto, dal 1 aprile scatterà un aumento di 2,50: pagheranno tutti i viaggiatori in partenza dal Marco Polo Tessera, compresi i residenti. A Napoli Capodichino, l’aumento dovrebbe essere di 1 euro, non solo per chi si imbarca in aeroporto, ma anche per traghetti e navi, ed escluderebbe i pendolari. Nello scalo di Lecce l’incremento della tassa sarebbe di 1 euro nel 2023 e 2 nel 2024

Mihajlovic, i funerali in diretta: addio a Sinisa…..


Mihajlovic, i funerali in diretta: addio a Sinisa. Un lungo applauso accoglie il feretro. Il cardinale: «Voleva tanti nipoti»

articolo di  Laura Martellini  e Emanuele Zotti: https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/22_dicembre_19/mihajlovic-i-funerali-in-diretta-addio-a-sinisa-d81bbf19-d85e-4869-8a12-29f8a0e80xlk.shtml

Mihajlovic, a Roma i funerali nella Chiesa di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri. Cerimonia celebrata da Matteo Maria Zuppi arcivescovo di Bologna

corriere.it

Le squadre al completo della Lazio, della Sampdoria e del Bologna, l’ultima allenata da Sinisa. E un fiume di amici e semplici conoscenti e tifosi (anche della Stella Rossa, arrivati da Belgrado, mescolati a laziali, interisti, milanisti, doriani, e seguaci del Torino) ai funerali di Sinisa Mihajlovic nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, a Roma. Tanti nomi noti – fra i primi ad arrivare Angelo Peruzzi, Fabio Liverani, Gabriele Gravina della Figc, Roberto Mancini ct della nazionale, Vincenzo Montella –  ma anche persone comuni travolte dall’onda di affetto per l’allenatore coraggioso che ha combattuto a testa alta fino alla fine dei suoi giorni la battaglia contro la leucemia. In tremila si sono radunati davanti alla Basilica. «Ciao Sinisa, uno di noi» si legge su un cartello.

Il feretro, seguito dalla moglie Arianna Rapaccioni e dai sei figli (c’è anche Marko, nato dall’ unione con Giovanna Bagordo) alle 9.40 è stato trasportato dal Campidoglio, sede della camera ardente, nella Chiesa storica dove si svolgono le cerimonie ufficiali della Repubblica, stavolta scenario dell’addio a un grande italiano, com’era Sinisa nato da madre croata e padre serbo ma dal 1992 nel campionato italiano (venne «acquistato» dalla Roma per 8,5 miliardi di lire).  Ad accoglierlo un lungo e commosso applauso. Cerimonia celebrata dal cardinale Matteo Maria Zuppi arcivescovo di Bologna.

Il mondo del calcio entra a malapena nell’invaso del 1700,  strapieno: ecco Franesco Totti (si affaccia da un accesso laterale, preferisce stare fuori dalla zona riservata a autorità e familiari e resta in piedi, di fianco a Angelo Di Livio), Stefano Fiore, Daniele De Rossi, Dejan Stankovic, Vladimir Jugovic, Luca MarchegianiPresente Gianni Morandi, amico di Sinisa, che si è detto nei giorni scorsi sconvolto: «Credevo che ce l’avresti fatta». E altri estimatori di un uomo di carisma, ben oltre i confini di un campo da calcio, fra cui l’editore e presidente del Torino Football club, Urbano Cairo («lanciava i giovani, e quando lo faceva, li sosteneva finché camminavano da soli»), il presidente del Coni Giovanni Malagò

Oltre duemila persone per i funerali di Mihajlovic a Roma: “Un grande uomo, ha dato tanto al calcio”Fanpage.it

Serie A, vince Lotito: tasse pagate in 5 anni e mora al 3%


articolo di Redazione – 17 Dicembre 2022: https://www.calcioefinanza.it/2022/12/17/serie-a-rateizzazione-tasse-cinque-anni/

Claudio Lotito, presidente della Lazio (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Serie A rateizzazione tasse – Claudio Lotito porta a casa un successo in extremis. Il governo presenterà in commissione Bilancio della Camera il cosiddetto emendamento “salva-Calcio”. Lo farà cancellando il titolo del vecchio emendamento (“disposizioni in materia di sport”), che sarà sostituito con uno più generico: “disposizioni in materia di sospensione dei versamenti”.

Tuttavia – sottolinea Il Fatto Quotidiano nella sua edizione odierna – il risultato non cambierà: i club di Serie A in difficoltà economiche potranno accedere alla rateizzazione delle tasse sospese su 5 anni. Un gran risultato per il presidente della Lazio e una sconfitta per i ministri Andrea Abodi (Sport) e Giancarlo Giorgetti (Economia) se non dovesse passare lo stesso sconto anche per le altre aziende.

Il “salva-Calcio”, che con ogni probabilità diventerà legge prevede che le società di calcio indebitate potranno pagare tutto in comode rate nei prossimi 5 anni, senza penalizzazioni in classifica o sanzioni penali, ma con una mora del 3%. Esattamente ciò che voleva Lotito e che alla fine dovrebbe ottenere nonostante il veto di due ministri del governo.

Serie A rateizzazione tasse – I club più indebitati – Fa parte degli emendamenti presentati dall’esecutivo e destinati ad entrare nel maxi-emendamento alla manovra, se non ci saranno ribaltoni in commissione Bilancio alla Camera. In ballo c’è mezzo miliardo di versamenti Irpef e contributi sospesi nel corso del 2022 a causa dell’emergenza Covid, con scadenza il 22 dicembre. E i club di Serie A – per proporzioni – sono ovviamente i più indebitati. Ecco la classifica:

  1. Inter – 50 milioni di euro
  2. Lazio – 40 milioni di euro
  3. Roma – 38 milioni di euro
  4. Juventus – 30 milioni di euro
  5. Napoli – 25 milioni di euro
  6. Fiorentina – 15 milioni di euro
  7. Milan – 10 milioni di euro

Per convincere l’esecutivo Lotito avrebbe avuto la copertura politica di Forza Italia e di Licia Ronzulli. L’emendamento al decreto Aiuti si è trasformato in un ordine del giorno e l’impegno assunto dal governo è stato già tradotto in una modifica alla manovra. A meno di ribaltoni dell’ultima ora, Lotito potrà festeggiare la vittoria più importante.