Archivi categoria: CRONACA

Sala: palestre e piscine, chiedo igienizzazione e distanziamento


articolo e video: https://video.corriere.it/milano/sala-palestre-piscine-aperte-giugno-chiedo-igienizzazione-distanziamento/5f3d0072-9c09-11ea-aab2-c1d41bfb67c5?refresh_ce-awe_video&counter=2

il sindaco raccomanda la pulizia continua dei locali e il controllo degli ingressi | CorriereTv

Beppe Sala si collega durante il videomessaggio ai milanesi dall’Arena Civica, scenario di tanti eventi sportivi importanti. Annuncia che per agosto i lavori saranno terminati e l’Arena sarà restituita ai cittadini

Fase 2 coronavirus a Milano, Sala: “Palestre e piscine aperte da inizio giugno”


A Milano riaprono piscine, palestre, musei e biblioteche: il calendario

articolo: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_maggio_22/a-milano-riaprono-piscine-palestre-musei-biblioteche-calendario-f9d49f8a-9c15-11ea-aab2-c1d41bfb67c5.shtml

Il programma delle riaperture, a Milano, si arricchisce di altri importanti tasselli. Dopo le attività commerciali, nei prossimi giorni, tra l’altro, sarà la volta di musei, biblioteche, palestre e piscine. Si parte martedì 26 maggio, data in cui riapriranno i musei civici, come il museo del Novecento e il Mudec, che si potranno visitare su prenotazione e con gli ingressi contingentati. Per il Castello Sforzesco, invece, ci sarà da aspettare, perché al momento si stanno approfondendo le modalità di climatizzazione dell’aria. Gli ingressi si possono prenotare online a partire da oggi sul sito vivaticket.it e, per i musei con ingresso a pagamento, si dovrà avere acquistato prima il biglietto online.

Il Comune ha deciso un piano di riaperture a scacchiera (ovvero a giorni alterni) che sarà in vigore fino al 21 giugno, con giornate in cui saranno aperti alcuni istituti culturali. Secondo il piano di riaperture a scacchiera deciso dal Comune, il martedì e mercoledì saranno aperti la Galleria di arte moderna, il Museo di storia naturale, l’Acquario Civico, il Museo del Risorgimento; ecc. continua a leggere

  • Palazzo Reale, con le sue mostre, riaprirà invece il 28 maggio, con orario dalle 11 alle 19.30. ecc.
  • La Pinacoteca di Brera ha fissato il 2 giugno (per ora). ecc.
  • Aprono da martedì 26 maggio anche le biblioteche, la Sormani e 8 biblioteche civiche: ecc.
  • Dall’inizio di giugno sarà la volta di palestre e piscine ecc.

Per maggiori dettagli leggere l’articolo completo  – premere il LINK qui sotto –

https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_maggio_22/a-milano-riaprono-piscine-palestre-musei-biblioteche-calendario-f9d49f8a-9c15-11ea-aab2-c1d41bfb67c5.shtml

Tutte le info su orari e servizi al link :  https://milano.biblioteche.it/servizi/fase2/

Visita anche il Sito : https://lamilano.it/cultura/milano-musei-civici-da-oggi-aperte-le-prenotazioni/

San Francisco, grande incendio a Fisherman’s Wharf: distrutta parte del molo simbolo


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/05/23/news/san_francisco_grande_incendio_a_fishermans_wharf_distrutta_parte_del_molo_simbolo-257462458/?ref=RHPPTP-BH-I257382566-C12-P3-S2.4-T1

San Francisco, grande incendio a Fisherman's Wharf: distrutta parte del molo simbolo

San Francisco, 23 maggio 2020 – Un grande incendio sul molo 45 di San Francisco, nel cuore del simbolico Fisherman’s Wharf, ha distrutto oltre un quarto del Pier 45. I pompieri stanno combattendo ancora con le fiamme. Al momento non c’è notizia di feriti, né si sa cosa l’abbia causato.

https://video.repubblica.it/mondo/incendio-a-san-francisco-i-pompieri-lavorano-al-fisherman-s-wharf-per-domare-le-fiamme/360935/361490

L’incendio è iniziato alle 4.17 del mattino ora locale ed è stato contenuto, non dovrebbe quindi esserci rischio che si allarghi ulteriormente. Ma la parte coinvolta è praticamente distrutta, con uno degli edifici che ha ceduto ed è crollato.  continua a leggere

183908494-3e9fb93b-9cf9-4780-817f-07e115289248

Fisherman’s Wharf, il porto dei pescatori italiani

 

Milano, forte nubifragio in serata,


Milano, forte nubifragio in serata, auto costrette a fermarsi in tangenziale Nord

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/05/23/news/milano_forte_nubifragio_in_serata_auto_costrette_a_fermarsi_in_tangenziale_nord-257480097/

Colpite soprattutto le zone tra Varedo, Paderno Dugnano, Nova Milanese

Violento nubifragio questa sera tra Milano e l’hinterland. Strade allagate in Brianza. In tangenziale Nord, nella zona tra Varedo, Paderno Dugnano, Nova Milanese raffiche di vento e acqua scrosciante hanno costretto le auto a fermarsi per la visibilità ridotta quasi a zero. La situazione nella cintura urbana di Milano è per ora tranquilla. Il Comando dei vigili del fuoco del capoluogo è, comunque, pronto per intervenire in caso di una recrudescenza del maltempo. Una decina le richieste dei cittadini

Dall’Italia alla Svezia, il calcio europeo attende i Governi


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2020/05/20/da-italia-a-svezia-calcio-europeo-attende-governi_f678e12d-8654-427d-a012-969e77e92f90.html

Altri 11 campionati pronti a partire su scia della Bundesliga

In mezza Europa il calcio è appeso alle decisioni dei governi. Come in Italia, le leghe di altri 13 Paesi attendono il via libera per ripartire fra la fine di maggio e la metà di giugno, sperando di inserirsi nella scia di chi già gioca, come la Bundesliga tedesca (ripartita nello scorso fine settimana), e gli altri 11 campionati pronti a seguirla, in Repubblica Ceca (al via il 25 maggio), Danimarca (28), Polonia (29), Israele, Lituania e Serbia il 30, Austria il 2 giugno, Portogallo il 4, Turchia il 12, Norvegia 16, Russia il 21. Nella mappa disegnata dalla European Leagues all’inizio della fase 2, quella della convivenza con il coronavirus, spiccano poi quattro macchie rosse, in Belgio, Francia, Olanda e Scozia, dove la stagione è stata chiusa anzitempo.

 Fra i campionati in stand by, alcuni stanno valutando anche altri format: in Romania, se il via dovesse slittare molto in là dal 13 giugno, sarebbero ridotti da due a uno i turni di playoff per la retrocessione; in Finlandia, dove si vuole ripartire il primo luglio per finire a novembre, si annullerebbero playoff e play out se troppe partite dovessero saltare. Playoff e play out sono invece solo un’extrema ratio per l’Italia, che attende il giorno della verità fra una settimana. L’indomani sarà quello della Svizzera, che ha ipotizzato il via per il 18 giugno, con il protocolli per le partite già pronti.continua a leggere

Coronavirus, in Lombardia il rischio di contagio


Coronavirus, in Lombardia il rischio di contagio passa da moderato a basso. Fontana: “Soddisfatto ma non abbassare la guardia”

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/05/22/news/coronavirus_lombardia_rt_contagi_iss-257379567/

I dati dell’Istituto superiore della sanità: l’indice Rt in regione passa da 0,62 a 0,51

Il livello imagesdi rischio in Lombardia passa da moderato a basso: a dirlo è l’ultimo report dell’Istituto superiore della sanità che assegna alla Lombardia un indice Rt (che calcola il numero medio di infezioni secondarie prodotto da un singolo infetto in relazione al contesto epidemiologico) pari a 0,51, in discesa rispetto allo 0,62 dell’ultima rilevazione. Un primo passo avanti verso la tanto auspicata ‘nuova normalità’ e un premio alla volontà dei lombardi, cui va il mio ringraziamento, che hanno rispettato le regole“: così commenta il presidente lombardo Attilio Fontana, che esprime “soddisfazione per il dato diffuso dall’Istituto Superiore di Sanità” ma aggiunge: “Guai però ad abbassare la guardia e a pensare che il virus sia stato sconfitto. Non è così proseguiamo nei comportamenti virtuosi per non vanificare gli sforzi fin qui fatti“. continua  a leggere

Francia, tribunale boccia ricorsi contro stop Ligue 1


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/05/22/news/ligue_1_respinto_ricorso_lione_amiens_e_tolosa-257412846/

Respinte le istanze presentate da Lione, Amiens e Tolosa

A Lione, Amiens e Tolosa resta ora il Consiglio di Stato. Il tribunale amministrativo di Parigi, infatti, ha respinto i ricorsi presentati dai tre club contro la decisione del 30 aprile scorso del Consiglio di Lega che ha sospeso definitivamente la Ligue 1, stabilendo la classifica finale sulla base della media punti ottenuta da ciascuna squadra fino all’interruzione causa coronavirus. Una scelta, quando restavano da giocare ancora dieci giornate, che ha assegnato il titolo al Paris Saint Germain ma che è costata al Lione, settimo, il posto nelle prossime coppe europe e condannato alla retrocessione Amiens e Tolosa, ultime due della classifica. La Lega calcio francese (Lfp) si è detta soddisfatta della sentenza, sebbene il tribunale di Parigi non si sia pronunciato nel merito ma abbia demandato ogni competenza al Consiglio di Stato.

Coronavirus in Svezia, morti e contagi: i numeri per capire se il modello di Stoccolma funziona


articolo: https://www.corriere.it/esteri/20_maggio_22/coronavirus-svezia-morti-contagi-stoccolma-funziona-3204c624-9bed-11ea-aab2-c1d41bfb67c5.shtml?fbclid=IwAR0QLoznvhs9tTfXA9rxA5Nm_hMoKuHVhYobdeLXX4Qj12LpKuCJoHuahZQ

Il modello svedese di contrasto all’epidemia si basa sulla mitigazione dolce e non ha previsto alcun lockdown. Ma funziona? Ecco cosa dicono i numeri

Ma, insomma, funziona o no il “modello svedese”, senza lockdown? La domanda, a quanto pare, continua ad appassionare. Proviamo a rispondere in base ai numeri (quanto ai presupposti, resta imprescindibile il pezzo che Sandro Modeo ha scritto per il Corriere). Premessa: visto che la pandemia non ha colpito, almeno finora, tutte le zone del mondo con la stessa virulenza, ci sembra sensato paragonare, per omogeneità, il caso svedese con quello degli altri Paesi nordici (Danimarca, Norvegia, Finlandia).

Perciò, ecco i dati di partenza da tenere a mente: la Svezia ha una popolazione di poco più di 10,2 milioni di abitanti e una densità di 23 abitanti per chilometro quadrato; la Danimarca 5,8 milioni (densità 136); la Norvegia 5,4 milioni (14) e la Finlandia 5,5 milioni (densità 16).

I morti: il confronto tra Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia – Primo elemento: i decessi. Stando al database della Johns Hopkins University, al 21 maggio la Svezia ha avuto 3.871 morti, contro i 561 della Danimarca, i 306 della Finlandia e i 235 della Norvegia. Detto in altri termini, con un terzo in meno di abitanti (10,2 milioni contro i 16,7 complessivi degli altri tre Paesi), la Svezia ha avuto tre volte e mezzo più morti. E quasi sette volte (il 690% in più, se preferite) rispetto alla Danimarca, che pure ha una densità sei volte maggiore (cosa che rende molto più complicati il distanziamento fisico e il contenimento dell’epidemia). Vero è che, anche in Svezia, come in altri Paesi, molti decessi sono avvenuti nelle case di riposo, per motivi quindi solo in parte legati al mancato lockdown.

Il numero (piuttosto scarso) di tamponi – Secondo elemento: i tamponi. In base ai numeri di Our World in Data, ripresi dal Corriere, la Svezia ha effettuato il minor numero di tamponi, per mille abitanti, fra i Paesi nordici: 20,78. Poco sotto la Finlandia (27,42) ma molto distante dalla Norvegia (40,58) e dalla Danimarca (69,44, seconda nel mondo solo all’Islanda, che ne ha effettuati 167,46 ogni mille abitanti; l’Italia è quinta con 51,35).  continua a leggere

È morto Gigi Simoni, uno dei volti gentili del calcio italiano


internazionale_corpo

Luigi Simoni, detto Gigi (Crevalcore, 22 gennaio 1939 – Pisa, 22 maggio 2020), è stato un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/05/22/news/e_morto_gigi_simoni-257358895/

gigi-simoni-1

Lutto nel mondo del calcio: è morto Gigi Simoni. L’ex allenatore dell’Inter aveva 81 anni.

Come giocatore ha militato nel Torino, Brescia e Genoa principalmente, ma come tecnico ha guidato molte squadre italiane. Con l’Inter di Ronaldo vinse la coppa Uefa nel 1998.

L’allenatore aveva accusato un malore il 22 giugno 2019.

Simoni scompare proprio nel giorno del decennale della vittoria interista del Triplete, quel 22 maggio che aveva consacrato il suo operato con l’Inter un decennio prima.

Il cordoglio di FC Internazionale Milano per la scomparsa di Gigi Simoni

IL CORDOGLIO DI FC INTERNAZIONALE MILANO PER LA SCOMPARSA DI GIGI SIMONI

https://www.inter.it/it/news/2020/05/22/ricordo-inter-gigi-simoni.html

L’ex allenatore nerazzurro ci lascia all’età di 81 anni: alla sua famiglia e ai suoi cari va l’abbraccio del Club e di tutti gli interisti

Ci ha lasciati oggi, 22 maggio. Una data non casuale, la data più interista di tutte.

Di Gigi Simoni ricordiamo e ci mancherà tutto. Il suo essere signore, innanzitutto. Un modo di vivere, la vita e il calcio, mai sopra le righe. Anche il suo calcio era così: umile ma funzionale, capace di far fruttare al meglio ciò che aveva a disposizione.

Sulla panchina nerazzurra arrivò nel 1997, assieme al Fenomeno, Ronaldo. Un binomio, quello Simoni-Ronaldo, che resterà per sempre nel cuore di tutti, non solo degli interisti. Un rapporto paterno, la benevolenza nei confronti di un calciatore speciale. “Ho imparato più io da lui che lui da me, in quella stagione”, amava raccontare Simoni. Una frase che spiega tanto, della persona che è stata.

Ha incarnato l’interismo più genuino. Il 6 maggio 1998 disegnò il suo capolavoro da allenatore. Imbrigliò una grande Lazio e non le diede scampo. Al Parco dei Principi Zamorano, Zanetti e Ronaldo regalarono all’Inter la terza Coppa Uefa in una notte dolcissima e magica.

Il mondo del calcio perde un bravo allenatore e una persona meravigliosa. Nella sua carriera da calciatore vinse una Coppa Italia con il Napoli e la Serie B con il Genoa. In panchina alzò, oltre alla Coppa Uefa con l’Inter, la Coppa Anglo-Italiana con la Cremonese e conquistò cinque campionati di Serie B (tre con il Genoa, due con il Pisa). Nel 1998 ricevette la Panchina d’Oro come miglior allenatore italiano. Un riconoscimento doveroso.

Noi lo ricordiamo così, coi suoi capelli bianchi, sulla nostra panchina, mentre con un sorriso si godeva le magie di Ronaldo, circondato dall’orgoglio e dall’affetto dei tifosi dell’Inter.

Ciao Gigi, ci mancherai.

Il cordoglio di FC Internazionale Milano per la scomparsa di Gigi Simoni

 

Intervista a Gigi Simoni: “Con l’Inter ho toccato il cielo con un dito e uno scudetto (quasi) vinto”

Calciatore, allenatore e infine dirigente, Gigi Simoni è tutt’ora uno dei personaggi più amati nel mondo del calcio. In occasione dell’uscita della sua biografia “Simoni si nasce. Tre vite per il calcio”, l’ex tecnico di Genoa, Torino, Napoli e Inter ha raccontato i suoi 60 anni di calcio ai microfoni di Fanpage.it

Juventus – Inter 26 aprile 1998

„Ed è proprio quello l’anno, 1997-1998, del famoso contatto tra Iuliano e Ronalo in un Juve-Inter poi vinto dai bianconeri: Simoni – solitamente pacato e calmo – protestò in maniera veemente contro l’arbitro Ceccarini, secondo lui colpevole di non aver fischiato il rigore, che fu espulso.

Lo stadio di San Siro può essere abbattuto….


Lo stadio di San Siro può essere abbattuto, via libera dalla Soprintendenza: “Non ha interesse culturale”

maxresdefault

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/05/21/news/san_siro_stadio_milan_inter-257255029/

Secondo i tecnici del ministero, il manufatto degli anni Venti e Trenta è “del tutto residuale” rispetto ai successivi ampliamenti degli anni Cinquanta e Novanta che avendo meno di 70 anni non hanno vincoli di tutela

MILANO – Se fosse per la Soprintendenza ai beni culturali, San Siro potrebbe anche essere abbattuto. Lo stadio non presenta alcuninteresse culturale“. Lo ha stabilito la Commissione regionale per il patrimonio culturale della Lombardia, rispondendo a una richiesta che – nel novembre scorso – era stata presentata dalla giunta guidata dal sindaco Beppe Sala.

La giunta voleva sapere se il Meazza avesse qualche valore architettonico, prima di dare il via libera al progetto presentato da Inter e Milan. Progetto che ne prevede, di fatto, l’abbattimento per realizzare un nuovo impianto sempre nel quartiere San Siro, a poche centinaia di metri. A suo tempo, la giunta sperava anche di trovare un sostegno all’idea del sindaco Sala che si era sempre dichiarato a favore della ristrutturazione del San Siro “storico”.

Una sponda che non è arrivata. Il Meazza non deve essere tutelato – si legge nel provvedimento appena arrivato in Comune – perché “trattasi, allo stato attuale, di un manufatto architettonico in cui le persistenza dello stadio originario del 1925-’26 e dell’ampliamento del 1937-’39 risultano del tutto residuali rispetto ai successivi interventi di adeguamento realizzati nella seconda metà del Novecento e pertanto non sottoposti alle disposizioni” di tutela del patrimonio “perché non risalenti a oltre 70 anni“.   continua  a leggere

Coronavirus: così l’Europa sottovalutò il rischio pandemia tre giorni prima del caso Codogno


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/05/19/news/coronavirus_tre_giorni_prima_del_caso_codogno_l_europa_sottovaluto_il_rischio_pandemia_-257055322/?ref=RHPPLF-BH-I257056247-C8-P3-S1.6-T1

Nel documento finale della riunione dei delegati del Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc) che si svolse in Svezia il 18-19 febbraio visionato da Repubblica ed El País, la diffusione del Covid 19 nel continente viene reputata “sotto controllo” e occupa solo 20 dei 130 punti conclusivi. Meno di 72 ore dopo l’Italia individuerà il “paziente 1”

Solna (Svezia), martedì 18 febbraio 2020 – il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc) inizia un vertice di due giorni. Meno di 72 ore dopo, grazie all’intuizione di un’anestesistain Italia verrà diagnosticato il primo caso di coronavirus sul territorio nazionale e il Paese scoprirà che il Sars-CoV-2 si è diffuso silenziosamente nel Nord del Paese. Gli altri Paesi europei avrebbero fatto la stessa scoperta un paio di settimane dopo. Ma i membri del Consiglio consultivo dell’Ecdc, i tutori europei della sanità pubblica, tra cui l’italiana Silvia Declich dell’Istituto superiore di Sanità, minimizzano e ignorano i rischi della pandemia che di lì a poco travolgerà l’Unione europea e il mondo intero, si apprende dal verbale della due giorni di deliberazioni visionato da El País e da Repubblica. Il coronavirus occupa solo 20 dei 130 punti del documento conclusivo.

Rischio considerato ‘basso’ – In Europa sono già stati diagnosticati 45 contagi da coronavirus, tutti importati, tra cui i due turisti cinesi a Roma. Un turista cinese originario di Wuhan è morto a Parigi. L’Ecdc ha studiato questi casi, ma sottolinea che le infezioni locali “sembrano essere lievi“, oltre che poche e localizzabili. L’organismo perciò classifica il rischio per la popolazione come “basso” e il rischio per il sistema sanitario come “basso o moderato“. continua a leggere

Oggi l’ultimo saluto al giovane calciatore Rinaldi, funerali dentro lo stadio


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/05/19/news/oggi_l_ultimo_saluto_al_giovane_calciatore_rinaldi_i_funerali_dentro_lo_stadio-257062868/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P5-S1.6-T1

La cerimonia nell’impianto di Cermenate, in provincia di Como, per rispettare le regole sul distanziamento previste dall’emergenza coronavirus

140258517-70c30087-ea13-4bc1-b389-38f50ab24806Si svolgono oggi a Cermenate (Como) dentro uno stadio i funerali di Andrea Rinaldi, 19 anni, già centrocampista dell’Atalanta Primavera, poi in prestito al Legnano, morto l’11 maggio scorso per un aneurisma. Sono attese oltre 400 persone.

Il ragazzo si stava allenando nel giardino di casa sua, essendo gli allenamenti della squadra sospesi a causa del virus, e lì è stato colpito dal malore cerebrale. Portato all’ospedale di Varese, è morto dopo tre giorni. I funerali erano stati già previsti per giovedì scorso, alla presenza di 15 persone, secondo il regolamento della settimana scorsa, e in uno spazio chiuso. Ma il prefetto di Como aveva poi rimandato la cerimonia, troppe le presenze previste, sarebbe stato impossibile far rispettare le regole.
La famiglia di Andrea ha pensato allo stadio di Cermenate (Como), per poter permettere ai molti amici e fan di parteciparvi. Uno spazio grande, dove si potessero rispettare le norme di distanziamento previste dall’emergenza coronavirus. Ma per fare questo bisognava aspettare ancora qualche giorno, fino ad oggi. Il Comune ha organizzato la cerimonia per l’ultimo saluto, previsti ampi parcheggi e la presenza di almeno 400 persone, ma saranno di più.

Meteo, Domani temporali al centro-sud


Meteo, Domani temporali al centro-sud, dalle Marche alla Puglia. Nubifragi in Emilia, piogge intense a Roma

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/05/19/news/meteo_ciclone_vortice-257064352/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P13-S1.8-T1

Arriva un vortice di bassa pressione. Le temperature in discesa

ROMA, 19 maggio 2020 – Peggiora il tempo. Dopo l’afa irrespirabile al centro del Paese arriva un vortice di bassa pressione dalle isole Baleari. Nelle prossime ore il vortice, dalla Sardegna si sposterà verso le regioni centrali e quindi la Grecia. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che la giornata oggi sarà contraddistinta da un peggioramento del tempo sulla Sardegna, al Nord e su parte del Centro (Toscana,  Umbria e Marche). In Emilia Romagna si rischia persino un nubifragio verso la notte. Le precipitazioni, sotto forma di temporali e locali grandinate, risulteranno particolarmente forti infatti sull’Emilia Romagna. continua a leggere

Gregory Tyree Boyce, attore di ‘Twilight’, trovato morto insieme alla fidanzata


download

Gregory Tyree Boyce (5 dicembre 1989 – Las Vegas, 13 maggio 2020) è stato un attore statunitense. 

Gregory Tyree Boyce è nato in California, dove ha passato la sua infanzia. Nel 2008 interpreta il ruolo di Tyler in Twilight. Nel 2018 recita nel video del singolo musicale Apocalypse di Trevor Jackson. Nel 2010 è diventato padre di una bambina. Il 13 maggio 2020 è stato ritrovato senza vita nella sua casa di Las Vegas insieme alla sua fidanzata Natalie Adepoju.

Gregory Tyree Boyce, attore di ‘Twilight’, trovato morto insieme alla fidanzata

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/people/2020/05/19/news/gregory_tyree_boyce_trovato_morto_insieme_alla_fidanzata-257054392/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P12-S1.8-T1

download

Gregory Tyree Boyce, giovane attore apparso nella saga di Twilight, è stato trovato morto insieme alla fidanzata Natalie Adepoju. I corpi senza vita di Boyce, 30 anni, e della compagna, 27 anni, sono stati trovati all’interno del loro appartamento in un condominio di Las Vegas. La causa della morte di entrambi non è stata ancora precisata e sono in corso le indagini da parte della polizia: nell’abitazione sarebbe stata trovata “polvere bianca”. L’attore lascia la madre, Lysa Wayne, e la figlia Alaya, 10 anni, avuta da una precedente relazione. Natalie Adepoju lascia il figlio Egypt.

Il decesso della coppia risale a mercoledì 13 maggio ma la notizia è stata pubblicata dalla stampa americana solo oggi. A dare l’allarme è stata una cugina dell’attore che, sapendo che Boyce doveva andare a Los Angeles, si è insospettita quando ha visto la sua auto parcheggiata davanti a casa. Dopo aver chiamato più volte Boyce e senza ricevere risposta, ha avvisato i soccorsi e la polizia, che hanno fatto la macabra scoperta. continua a leggere

È morto Michel Piccoli: ……


images

Jacques Daniele Michel Piccoli (Parigi, 27 dicembre 1925 – Saint-Philbert-sur-Risle, 12 maggio 2020) è stato un attore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico francese.

È morto Michel Piccoli: aveva 94 anni, da Ferreri a Moretti, ha lavorato con tutti i più grandi

articolo: https://www.corriere.it/spettacoli/20_maggio_18/morto-michel-piccoli-aveva-94-anni-ferreri-moretti-ha-lavorato-tutti-piu-grandi-ef28fcd6-98f8-11ea-8e5b-51a0b6bd4de9.shtml

Il grande attore francese è scomparso il 12 maggio, ma la notizia è stata data il 18

Con un annuncio all’Agenzia France Press fatto dai suoi familiari, il mondo ha saputo della morte di Michel Piccoli. Aveva 94 anni (il prossimo compleanno sarebbe stato il 27 dicembre) e se ne è andato dopo aver interpretato 233 film. Così almeno testimoniano i certosini compilatori dell’International Movie Data Base in un elenco dove brillano alcuni dei più grandi registi della storia del cinema, da Buñuel a Godard, da Ferreri a Hitchcock, da Sautet a Moretti, da Rivette a Manoel de Oliveira.  continua a leggere

Habemus Papam

Calabria, scossa di terremoto al centro della regione. Nessun danno


articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/05/17/news/calabria_scossa_di_terremoto_al_centro_della_regione_nessun_danno-256914008/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P5-S1.6-T1

Da fine febbraio si registrano una serie di sismi. La terra ha tremato anche nella tarda serata di sabato sulla costa tirrenica. Gente in strada, ma non ci sono conseguenze

terremoto1589714401-684-38.7968-16.3293.jpgIntorno alle 13 di oggi una scossa di terremoto è stata avvertita dalla popolazione della Calabria centrale. Come riporta il sito dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, la scossa è stata di magnitudo 2.7 e con una profondità di 11 chilometri e ha interessato il territorio di  Filadelfia esattamente alle 12.58. Nonostante alcune persone siano scese per strada non ci sono state conseguenze né per le persone, né per le cose. continua a leggere

La voce di Asia Argento per la Giornata contro l’omofobia: “Cara diversità, ti ringrazio”


Video Circolo Mario Mieli

articolo & Video: https://video.repubblica.it/cronaca/la-voce-di-asia-argento-per-la-giornata-contro-l-omofobia-cara-diversita-ti-ringrazio/360413/360966?ref=RHPPTP-BH-I256919526-C12-P2-S4.4-T1

Quest’anno il Circolo di cultura Omosessuale Mario Mieli ha scelto Asia Argento come testimonial per la giornata contro l’omofobia, che dal 2004 si celebrare il 17 maggio in 130 Paesi nel mondo. L’attrice, già madrina del Roma Pride nel 2016, nel video, con la regia di Valerio Bellavia, legge una lettera, scritta da Silvia Tassone, volontaria del Circolo, che è una dichiarazione d’amore nei confronti della diversità. “Negli ultimi mesi di isolamento sociale troppe persone gay, lesbiche, bisessuali e trans sono state destinatarie di violenza e discriminazione per il proprio orientamento sessuale o la propria identità di genere, proprio in casa, luogo in cui si era costretti a stare, senza il sollievo o l’aiuto del mondo esterno“, ha dichiarato Sebastiano Secci, presidente del Circolo Mario Mieli sottolinenado come anche in tempo di pandemia la diversità deve essere rispettata.

Arezzo, tragedia per Michele Bacis: il figlio di 8 anni cade dalla finestra e muore


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_maggio_17/arezzo-tragedia-michele-bacis-figlio-8-anni-cade-balcone-muore-7fdb513a-9812-11ea-ba09-20ae073bed63.shtml

Il figlio dell’ex calciatore della Fiorentina è morto cadendo dal terzo piano della casa, ad Arezzo

Come sia salito su quella finestra al terzo piano di un antico edificio del centro storico di Arezzo resta un mistero. Erano passate le 22 quando il figlio di 8 anni di Michele Bacis, 41 anni, bergamasco, ex calciatore di Fiorentina, Genoa, Cremonese e Monza, è precipitato nel vuoto.

Soccorso dopo pochi minuti, il bambino è stato subito trasportato all’ospedale San Donato di Arezzo ma il suo cuore ha cessato di battere durante il tragitto. Il 118 aveva anche allertato l’elicottero Pegaso per un eventuale trasporto del piccolo all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze ma tutto è stato inutile. Una nuova tragedia che ha prostrato Bacis, già allenatore dell’Arezzo calcio, che proprio pochi giorni fa aveva raccontato alla cronaca della Nazione di Arezzo i gravi lutti che la sua famiglia aveva dovuto subire nella a Bergamo a causa del Covid-19.

Sulle cause dell’incidente indaga la polizia. «Abbiamo sentito un tonfo sordo che veniva dalla strada, ci siamo affacciati e abbiamo visto il corpo del bambino e poi abbiamo sentito le urla dei genitori», hanno raccontato i vicini di casa, non lontano da Palazzo Cavallo, sede del Comune di Arezzo.

Il suo maestro di karate, Enzo Bertocci, gli ha scritto una lettera su Facebook: «Caro Jacopo, ti ho cercato ieri sera lassù, fra una stella e l’altra. E ad un certo punto mi è sembrato di vederti: un puntino vestito di bianco, figuretta leggera e piena di energia. Ieri parlavo di te e mi è venuto in mente Peter Pan. Forse non te l’ho mai detto. Ma ci assomigli molto. E allora ho capito. Ho capito tutto: Hai raggiunto l’isola che non c’è. Quel meraviglioso luogo dove solo i bambini possono andare e dove a noi grandi è proibito entrare. Ti immagino felice, libero, libero di volare e di correre così come non hai potuto fare in questi due mesi. Ti immagino che fai vedere agli altri bambini le tue mosse migliori. So che non farai sfigurare il Maestro Enzo e il Maestro Roberto. So anche che ci verrai a trovare, volando leggero sulle nostre anime, regalandoci ancora qualche risata e molti sorrisi perché non sei tipo da lacrime. Buon viaggio, piccolo eterno fanciullo, buon viaggio Jacopo». continua aleggere

Indice Rt in Italia, il monitoraggio del coronavirus nelle Regioni


articolo: https://www.corriere.it/cronache/20_maggio_17/indice-rt-italia-monitoraggio-coronavirus-regioni-df61839c-9806-11ea-ba09-20ae073bed63.shtml

Ecco le Regioni che rischiano di più nella fotografia scattata al termine del lockdown: il rapporto sull’indice del contagio è dell’Istituto superiore di Sanità e del ministero della Salute

ROMA — Italia a basso rischio (livello 2). Tranne che in Lombardia, Umbria e Molise dove si sale a un gradino superiore, il 3, equivalente a un rischio moderato, di attenzione. Il primo rapporto di ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità, riuniti nella cabina di regia sul monitoraggio degli effetti delle riaperture, la fase 2, riflette un quadro nel complesso incoraggiante.

Il temuto rialzo della curva epidemica — come spiega qui Franco Locatelli — non si è verificato, per ora la situazione appare sotto controllo, come mostra lo schema che riporta gli algoritmi regionali di «valutazione relativa all’ aumento di trasmissione e impatto di Covid-19 sui servizi assistenziali». Significa che le misure di contenimento attuate con il lockdown hanno rallentato la circolazione del virus e che le successive riaperture del 4 maggio non hanno compromesso gli sforzi compiuti dagli italiani rimasti in clausura.

Per il ministro Roberto Speranza «il sistema di monitoraggio che abbiamo attivato è un pezzo fondamentale della strategia della seconda fase, l’ Italia ha attraversato mesi molto complicati con blocchi che hanno portato enormi sacrifici ai nostri cittadini. continua a leggere

Morta a soli 54 anni Lynn Shelton, regista e attrice del cinema indipendente


_methode_times_prodmigration_web_bin_aca4569b-1f7d-3806-be16-698178e18fbf

Lynn Shelton (Oberlin, 2 agosto 1965 – Los Angeles, 15 maggio 2020) è stata una regista, sceneggiatrice e produttrice cinematografica statunitense.

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2020/05/17/news/lynn_shelton_morta_a_54_anni_la_regista_di_glow_-256880324/

La regista e attrice è morta per una malattia del sangue. Era una delle voci del cinema indipendente americano.

Shelton, regista indipendente e attrice americana, è morta venerdì per una improvvisa malattia del sistema sanguigno a 54 anni. Aveva conquistato con il talento e film a basso costo il pubblco del Sundance, il festival fondato da Robert Redford, ma aveva raggiunto il grande pubblico partecipando a lavori televisivi e, di recente, Shelton aveva diretto quattro episodi della serie Little Fires Everywhere, un adattamento del bestseller del 2017 di Celeste Ng, interpretato da Reese Witherspoon e Kerry Washington. A dare l’annuncio della morta è stato il compagno, il comico Marc Maron…. 

Shelton era nata a Oberlin, Ohio e cresciuta a Seattle. Ha frequentato l’Oberlin College in Ohio e poi la University of Washington School of Drama, prima di trasferirsi a New York per iscriversi al programma di Master in Belle Arti in fotografia e media. E’ stata sposata con l’attore Kevin Seal dal 2011 al 2019. La coppia ha avuto un figlio, Milo. Shelton aveva una relazione con il comico Marc Maron al momento della sua morte. Maron ha raccontato: “Lynn è morta ieri sera. E’ crollata ieri mattina dopo esser stata malata per una settimana. C’era una malattia di fondo sconosciuta di cui soffriva. Non era COVID-19. I dottori hanno messo tutto il loro impegno per salvarla, ma non è stato possibile”. continua a leggere

Le Bandiere Blu sventolano contro la crisi: ecco le migliori spiagge d’Italia: sono 407 in 195 località


articolo: https://www.repubblica.it/viaggi/2020/05/14/news/le_bandiere_blu_sventolano_contro_la_crisi_ecco_le_migliori_spiagge_d_italia_sono_407_in_195_localita_-256495525/

Il Covid-19 non ferma l’appuntamento della ong danese Fee, che premia anche quest’anno lo sforzo delle amministrazioni che dalla qualità delle acque valuta 32 parametri nei servizi

Nonostante un anno a dir poco catastrofico per il turismo, ma con discrete speranze per la stagione estiva, torna l’appuntamento con le Bandiere Blu. Si tratta della 34esima edizione per i riconoscimenti assegnati dalla ong danese Fee, Foundation for Environmental Education, ai comuni rivieraschi e agli approdi turistici con le acque più belle e pulite. Non basta il mare: per aggiudicarsi il vessillo blu serve infatti un sistema di servizi a 360 gradi riassunto in 32 criteri che la giuria nazionale valuta in modo sempre più dettagliato. E a prova di furbetti – ce ne sono stati negli anni scorsi – anche grazie all’aiuto delle Capitanerie di Porto: pure quest’anno verificheranno a campione che di quel riconoscimento non si abusi, piazzandolo un po’ dove conviene.  continua a leggere

 

Fase 2 a Milano: negozi ecc.


Milano, lunedì riaprono numerosi negozi, il sindaco Sala: “Diamo loro una mano”

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/05/16/news/fase_2_negozi_ristoranti_e_parrucchieri_raggiunto_l_accordo_sul_liberi_tutti-256780515/

Sì alla riapertura delle attività da lunedì con norme uguali in Italia su mascherine e distanze da rispettare. Paletti per piscine e ritorno a scuola. Fontana: “Buon senso e rispetto delle regole per garantire la salute”

FASE-2-2-alt-ARTICOLO-1200x1200Regole più precise, condivise col governo; e soprattutto, uguali per tutto il territorio nazionale. La battaglia della Lombardia all’interno della conferenza delle Regioni e poi nella serata di ieri in un incontro con il presidente del Consiglio e i ministri Francesco Boccia e Roberto Speranza, è stata questa: certezze e uniformità. Sia perché le pressioni del mondo della piccola impresa e del commercio erano e sono numerose, sia perché anche se è stata la regione più colpita, la Lombardia non ha alcuna intenzione di crearsi un sistema di regole per sé, che sarebbe per forza di cose più restrittivo. Alla fine il presidente Attilio Fontana l’ha spuntata: da lunedì le riaperture delle attività saranno praticamente complete (estetiste, parrucchieri, bar e così via) ma vincoli e norme per cittadini ed esercenti saranno stringenti e condivisi su tutto il territorio nazionale. A sera il governatore dice: “Un passo avanti decisivo per arrivare lunedì alla riapertura di una serie di attività produttive. Domani adotteremo provvedimenti che garantiranno la ripartenza in sicurezza di ristoranti, bar, parrucchieri e altre attività. Si riparte con buon senso e rispetto delle regole per garantire la salute pubblica“. continua a leggere

images

images

Fase 2 a Milano…….


Fase 2 a Milano, il coraggio di chi investe sfidando il virus: nei mesi del lockdown nate quasi 3 mila nuove imprese

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/05/13/news/milano_coronavirus_fase_2_negozi_imprese-256464970/

Sono i numeri di chi ha registrato un’impresa alla Camera di Commercio nei mesi neri della pandemia. I giovani protagonisti della sfida, dall’online ai monopattini. Sangalli: “Segnale di fiducia”

La crisi c’è e morde e fa male. C’è la preoccupazione per una ripresa ancora incerta e la paura di non riaprirla più una saracinesca rimasta abbassata per troppo tempo. Eppure, anche in pieno lockdown, c’è chi ha cercato non solo di resistere ma, magari, tentando di leggere i bisogni che la nuova normalità imporrà o di sfruttare la tecnologia o di reinventarsi, ha rilanciato. Perché durante il letargo di una Milano in quarantena, davanti agli sportelli della Camera di commercio hanno continuato a presentarsi (neo) imprenditori, spesso giovani, che hanno deciso di aprire proprio adesso un’attività.

Una scommessa sul futuro. Che a marzo e ad aprile, i due mesi della paralisi, soprattutto a Milano ma anche nella provincia di Monza Brianza e in quella di Lodi, hanno fatto in 2.647: 3.447 in meno dello stesso periodo dello scorso anno, certo. Ma le aperture durante una crisi così, dicono da via Meravigli, è come se valessero doppio. Anche perché, ed è un dato che ha stupito gli stessi tecnici, un tasso di “natalità imprenditoriale” dimezzato è stato bilanciato da una diminuzione delle chiusure: sono state 3.491, erano 4.078 nel 2019. Come se, qui sì, per ora molti abbiano sospeso ogni decisione in attesa di capire che cosa avverrà. È lo stesso presidente di Camera di Commercio, Carlo Sangalli, a dire: “Di fronte a un’emergenza sanitaria che ha provocato una crisi economica di proporzioni mai viste parlare di speranza riesce difficile. Eppure è quello che emerge dal numero di imprenditori decisi ad aprire nuove attività anche in queste condizioni. È un segnale di fiducia e di coraggio. È una scommessa sul futuro di una Milano che ha la capacità di reinventarsi e innovarsi”.  continua a leggere

Marghera, in fiamme ditta di prodotti chimici:


Marghera, in fiamme ditta di prodotti chimici: due feriti. “State in casa, chiudete le finestre”

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/05/15/news/venezia_incendio_in_uno_stabilimento_di_prodotti_chimici_colonna_di_fumo_su_marghera-256690840/?ref=RHPPTP-BL-I256693059-C12-P1-S1.12-T1

L’appello del Comune di Venezia per il rischio di emissioni tossiche dalla 3V Sigma Spa. Grave uno dei feriti. La colonna di fumo, visibile a chilometri di distanza, verso Padova e Treviso

Marghera, incendio in uno stabilimento di prodotti chimici. "State ...

PORTO MARGHERA. È al momento di due feriti il bilancio riferito dai vigili del fuoco per l’incendio nella 3V Sigma di Marghera, ma potrebbe aggravarsi prossimamente perché uno di questi versa in condizioni disperate.

Al lavoro 8 squadre con Nucleo Nbcr e rinforzi da Vicenza, Treviso, Padova e Rovigo. Scattato il piano di emergenza esterno per la possibile dispersione nell’ambiente di sostanze chimiche. Il rogo è scoppiato poco dopo le 10.

L’allarme delle autorità sanitarie – Le autorità sanitarie hanno già provveduto a far scattare il sistema d’allarme nell’area circostante lo stabilimento, perché c’è il rischio di emissioni tossiche. Il governatore del Veneto Luca Zaia si è detto “in apprensione”  per la situazione. continua a leggere

Venezia, azienda chimica in fiamme: enorme nube di fumo e 2 feriti. Il video dell’incendio

Incendio a Porto Marghera: brucia una fabbrica di prodotti chimici

È morto Ezio Bosso


È morto Ezio Bosso, il pianista che sapeva commuovere. Aveva 48 anni

download

articolo: https://www.corriere.it/spettacoli/20_maggio_15/morto-ezio-bosso-pianista-che-sapeva-commuovere-aveva-48-anni-bc5dc824-967b-11ea-a66c-1f6181297d24.shtml?fbclid=IwAR1U3ax0Yb9aeN7roomhrjDR2CigGOF9nXwceI9x6wpaHATjBwUroNEzKrw&fbclid=IwAR10EbP8f15g9I81j7St0l_NdkiNjEdkyVffjpM8RMFcvmmYTpU0q3kP5b4

Bosso conviveva ormai dal 2011 con una malattia neurodegenerativa

«La prima cosa che farò è mettermi al sole. La seconda sarà abbracciare un albero». Dalla sua casa di Bologna, Ezio Bosso stilava così, mettendoli in fila pochi giorni fa, nell’ultima intervista al Corriere, i propositi per quando «si apriranno le gabbie». Purtroppo, però, non sarà così. Ezio Bosso è morto. Direttore d’orchestra, compositore e pianista, Ezio Bosso era nato a Torino il 13 settembre 1971. Aveva 48 anni.

Bosso conviveva ormai dal 2011 con una malattia neurodegenerativa che gli fu diagnosticata subito l’intervento per un tumore al cervello a cui fu sottoposto lo stesso anno. Inizialmente la sua malattia venne identificata dai media come la Sla, la sclerosi laterale amiotrofica, patologia in cui i primi sintomi, episodi di atrofia muscolare, si trasformano in pochi anni nella compromissione totale delle funzioni vitali.

Lo scorso settembre aveva annunciato al pubblico di aver dovuto dire addio al pianoforte proprio a causa della malattia. «Se mi volete bene, non chiedetemi più di sedermi al pianoforte e di suonare. Tra i miei acciacchi adesso ho anche due dita fuori uso. Se non posso dare abbastanza al pianoforte, è meglio lasciar perdere». continua a leggere

Ezio Bosso – Sonata Al Chiaro Di Luna (Beethoven) – 2017

Ezio Bosso, tutti in piedi per il suo discorso al Parlamento europeo

Nubifragio su Milano


Nubifragio su Milano, esonda il fiume Seveso: chiuse le strade a Niguarda. Rischio Lambro, evacuata comunità di don Mazzi

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/05/15/news/nubifragio_su_milano_esonda_il_fiume_seveso-256666485/?ref=RHPPTP-BH-I256666483-C8-P1-S1.8-T1

Nella notte violente piogge hanno causato molti disagi nella zona del quartiere Niguarda, esondazione durata cinque ore, ma si prevedono nuove piogge. Cresce il livello anche del Lambro. Disagi sulle metropolitane

esondazione_seveso.jpg

Violento nubifragio su Milano nella notte. Intorno alle 3 le abbondanti piogge hanno causato l’esondazione del  Seveso nella parte Nord della città. Le strade del quartere Niguarda si sono allagate e c’è stata una lunga l’interruzione di corrente elettrica. Tante anche le case e cantine allagate. In via Valfurva, intorno alle 2,30 di notte, i tombini sono letteralmente scoppiati rilasciando fiumi d’acqua nelle strade.

Le strade del quartiere sono state chiuse e soltanto poco prima delle 8 l’esondazione del fiume si è fermata dopo cinque ore. Adesso le squadre del Comune iniziano le operazioni di pulizia per riaprire le strade, anche se sono previste ancora piogge in giornata. continua a leggere

Milano, esondazione Seveso: il quartiere Niguarda invaso dall’acqua

Milano, esonda il Seveso: strade allagate e disagi in città

Siena, un’estate senza Palio


Siena, un’estate senza Palio: è la prima volta dalla guerra

La decisione presa al termine della riunione tra sindaco, magistrato delle contrade e priori

Frasi celebri sul Palio di Siena: quando le parole non sono solo ...

articolo: https://firenze.repubblica.it/cronaca/2020/05/14/news/siena_un_estate_senza_palio_e_la_prima_volta_dalla_guerra-256613131/?ref=RHPPLF-BH-I256613743-C4-P13-S1.4-T1

The Palio di Siena, one of the most famous horse races in the ...

L’ultima volta fu durante la Seconda guerra mondiale. Ora a causare lo stop è il Covid-19. A Siena non si correranno i Palii del 2 luglio e del 16 agosto 2020. La decisione è arrivata alla fine della riunione in Palazzo pubblico tra il sindaco Luigi De Mossi, il magistrato delle contrade, i Priori delle 17 contrade, il decano e il vice decano dei capitani. Ad annunciare l’annullamento è stato il magistrato delle contrade Claudio Rossi.  continua a leggere

Palio di Siena 02-07-2019

Ferrari, è ufficiale la firma di Carlos Sainz.


5926b30a4fd409aa7b5f8d7e58262caafaafbb290850c

Carlos Sainz Cenamor (Madrid, 12 aprile 1962) è un pilota di rally spagnolo, due volte Campione del Mondo nel 1990 e nel 1992, vincitore di tre edizioni del Rally Dakar (nel 2010, 2018 e 2020) e padre di Carlos Sainz

Ferrari, è ufficiale la firma di Carlos Sainz. “Sono felice ed entusiasta”

articolo: https://www.gazzetta.it/Formula-1/14-05-2020/ferrari-ufficiale-firma-carlos-sainz-fara-coppia-leclerc-2021-370966561702.shtml

Il Cavallino ha comunicato l’ingaggio dello spagnolo che prenderà il posto di Vettel dalla prossima stagione. Accordo biennale

E’ arrivata l’ufficialità: Carlos Sainz è un nuovo pilota della Ferrari. Lo spagnolo sostituirà Sebastian Vettel a partire dalla 2021 e correrà al fianco di Charles Leclerc anche nel 2022.

Traduzione: Sono molto felice che guiderò per la Scuderia Ferrari nel 2021 e sono entusiasta del mio futuro con la squadra. Ho ancora un anno importante da fare con la McLaren Racing e non vedo davvero l’ora di tornare a correre con loro in questa stagione.

“FELICE DELL’OPPORTUNITÀ” – Queste le prime parole da ferrarista del 25enne di Madrid: “Sono molto felice di avere l’opportunità di correre per la Scuderia Ferrari dal 2021 in avanti e sono entusiasta pensando al mio futuro con questa squadra – ha detto in una nota del Cavallino – ho comunque ancora un anno importante da trascorrere con McLaren Racing e non vedo l’ora di tornare a gareggiare in questa stagione”.  continua a leggere

Ferrari Sign Carlos Sainz jr for the F1 2021 Season

F1/E Reviews

32.000 iscrittiISCRIVITI

Two days after it was announced Sebastian Vettel would be leaving Ferrari at the end of 2020, the Italian team have confirmed Carlos Sainz as Charles Leclerc’s new team mate from 2021 onwards. Sainz, 25, will join the Italian squad on a two-year deal after two seasons at McLaren, creating the youngest driver pairing in Ferrari’s recent history in the process.
Subscribe for more F1 and FE goodness👍: https://www.youtube.com/channel/UCviJ…
Share this video with a friend 🎥 :  https://youtu.be/77NhA4NjF7E
Extra Goodies 🏎️ :
Twitter 📱 – @F1Reviews_YT
Traduzione: Due giorni dopo l’annuncio, Sebastian Vettel avrebbe lasciato la Ferrari alla fine del 2020, il team italiano ha confermato Carlos Sainz come nuovo compagno di squadra di Charles Leclerc dal 2021 in poi. Sainz, 25 anni, entrerà a far parte della squadra italiana con un accordo di due anni dopo due stagioni alla McLaren, creando così il più giovane abbinamento di piloti della storia recente della Ferrari. Iscriviti per più bontà di F1 e FE

A Milano inchiesta su affidamento test sierologici


articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2020/05/12/a-milano-inchiesta-su-affidamento-test-sierologici_2163c59a-5ed7-451b-bb27-96baebfc296c.html

Aperto fascicolo dopo esposto contro incarico Regione a Diasorin

La Procura di Milano ha aperto un fascicolo conoscitivo sulla scelta di Regione Lombardia di incaricare con affidamento diretto la multinazionale Diasorin per la sperimentazione dei test sierologici, portata avanti in collaborazione col Policlinico San Matteo di Pavia. Lo ha appreso l’ANSA. Il fascicolo è stato aperto dal procuratore aggiunto Maurizio Romanelli e dal pm Stefano Civardi ed è scaturito dall’esposto di un’impresa concorrente, la TechnoGenetics.
I test sierologici, ossia quelli che rilevano la presenza di anticorpi dopo infezione da Covid, sono iniziati in Lombardia il 23 aprile scorso. Sono stati sviluppati dal Policlinico San Matteo di Pavia e dalla multinazionale Diasorin.
La TechnoGenetics, azienda di Lodi, ha presentato, però, nei giorni scorsi un esposto in Procura (tra l’altro, anche un ricorso al Tar, con udienza fissata per domani) contro l’affidamento diretto da parte della Regione alla Diasorin, società di Saluggia (Vercelli), per la sperimentazione dei test.
Nell’esposto si contesta la legittimità dell’accordo esclusivo del 26 marzo tra Regione, Diasorin e ospedale sul progetto sviluppato dalla stessa società piemontese.
A seguito dell’esposto della società concorrente, la TechnoGenetics, la Procura ha aperto un fascicolo conoscitivo con delega per le indagini al Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf. 

Fase 2, da lunedì spostamenti liberi in regione.


Fase 2, da lunedì spostamenti liberi in regione. Consentito incontrare gli amici ma niente riunioni in casa

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/05/13/news/spostamenti_liberi_da_lunedi_in_regione_possibile_deroga_per_andare_a_trovare_i_familiari_in_un_altro_territorio-256517498/?ref=RHPPLF-BH-I256521061-C8-P4-S2.5-T1

Autocertificazione solo per superare i confini regionali. Sì alle seconde case, possibile deroga per incontrare i congiunti se in una regione confinante con indice di contagio simile

Se i dati del primo monitoraggio di domani saranno confortanti, da lunedì oltre alla riapertura di quasi tutte le attività commerciali riacquisteremo anche buona parte delle nostre libertà personali.

  • Innanzitutto non occorrerà più giustificare perché si è per strada. E dunque non sarà più necessario portarsi dietro il modulo di autocertificazione se non per gli spostamenti che resteranno ancora vietati, e cioè quelli tra le regioni. Anche se potrebbe essere data una deroga per andare a far visita ai propri congiunti in un’altra regione limitrofa e con tassi di contagiosità simile. Per tutti gli altri spostamenti in città e in regione, dunque, non bisognerà più giustificare nulla. E sarà anche consentito andare nelle seconde case.
  • E dunque si potranno incontrare non solo più i congiunti ma anche gli amici e naturalmente chiunque altro. Sempre con obbligo di mascherina e distanziamento. Restano ovviamente vietati gli assembramenti e le riunioni, nei locali pubblici ma anche nelle case private. Impossibile dare un numero di riferimento delle persone con cui ci si potrà incontrare. Il governo fa appello alla responsabilità dei cittadini e soprattutto dei ragazzi.
  • Resta ferma all’1 giugno la data più probabile per liberalizzare gli spostamenti tra Regioni. Da qui alla fine di maggio si potrà fare solo per lavoro, salute, urgenza o appunto per incontrare i congiunti

Stevie Wonder, i 70 anni di Mr. Wonderful, il suono caldo della black music


stevie-wonder-album-guide-920x613

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/05/12/news/stevie_wonder-256406846/

Stevland Hardaway Morris ha attraversato tutti gli stili della musica afroamericana, dal blues al gospel fino al soul, jazz, rap, spiritual e rhythm’n’blues. Senza dimenticare l’impegno e il pop: che lo ha portato nelle case di tutto il mondo

Ho avuto il piacere di festeggiare un compleanno di Stevie Wonder con un suo concerto. Era il 13 maggio del 1989, Wonder festeggiava 39 anni con uno spettacolo a Londra, alla Wembley Arena, primo di sette show da 15mila persone l’uno, una serata bellissima, conclusa ovviamente con un corale Happy Birthday, tra lacrime e applausi.

Oggi Mr. Wonderful ne festeggia settanta, ed è il compleanno di una delle più straordinarie, innovative, geniali, meravigliose personalità dell’intera storia della musica. Settant’anni, la maggior parte dei quali passati a celebrare la grandezza della musica afroamericana, in tutte le sue forme, blues, gospel, soul, jazz, rap, pop, spiritual, rhythm’n’blues, di quel suono nero che passa sotto infinite sigle e stili, ma che ha un’unica grande matrice nella musicalità africana. Anni di successi, spesso grandiosi, altre volte meno spettacolari e brillanti, ma sempre legati alla sua voce, al suo modo semplice e allo stesso tempo complesso di far musica e di parlare al cuore del suo pubblico.  continua a leggere

Stevie Wonde Live In Paris Full Concert 2018

download