Nuovo digitale terrestre, le date dello switch-off. Come capire se la tv è compatibile


articolo: https://www.ilgiorno.it/cronaca/digitale-terrestre-switch-off-calendario-date-1.6828225

Il 15 ottobre inizia la migrazione al DBV-T2: parte la Sardegna. Dal 3 gennaio 2022 tocca alla Lombardia

Inizia il conto alla rovescia per il passaggio delle televisioni al nuovo digitale terrestre DBV-T2 che consentirà di sfruttare le nuove tecnologie di trasmissione legate alla rete 5G e di godere di una qualità e definizione più alteUn passaggio obbligato che costringerà milioni di italiani a cambiare televisione e per il quale è stato previsto un bonus rottamazione del governo. Quali sono i televisori che non funzioneranno più? La regola aurea è molto semplice. Al di là di ostici tecnicismi, basti sapere che le tv che non “prendono” i canali ad alta definizione dal 500 in avanti non potranno più essere utilizzati. O ancora più semplicemente basta sintonizzarsi sui canali 100 e 200 rispettivamente di Rai e Mediaset: se li vedete, la vostra tv è compatibile. In sintesi, andranno sostituiti qualcosa come 15 milioni di apparecchi. su cui a breve inizieranno a spegnersi alcuni canali. Ma ecco tutte le date e le istruzioni da conoscere per lo switch-off.

Il calendario

15 ottobre 2021segna anche l’avvio della migrazione alla nuova tecnolgia. Da questo giorno, infatti, le emittenti televisive hanno la facolta’ (ma non ancora l’obbligo, che arrivera’ a fine anno) di introdurre la codifica MPEG-4 per la distribuzione dei canali Tv. La Rai per esempio dovrebbe cominciare con i canali tematici, per poi passare a inizio 2022 a quelli generalisti. Successivamente comincera’ la road map per la dismissione della codifica MPEG-2: il passaggio consetira’ di avere su una stessa frequenza piu’ canali con una qualita’ migliore

15 novembre-18 dicembre 2021 – Lo switch off comincia in area 1A., ovvero la Sardegna.

3 gennaio-15 marzo 2022 – Si passa in area 2 per il nuovo digitale terrestre. Le Regioni: Valle d’Aosta, PiemonteLombardia tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano. Coinvolta anche anche l’area 3 con Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna tranne la provincia di Piacenza.

1 marzo-15 maggio 2022 – Parte l’area 4 con Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche

1 maggio- 30 giugno 2022 – Si chiude con l’area 1B: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania.

1 gennaio 2023 – Termine entro il quale si completerà il passaggio al DBV-T2 chi si e’ reso necessario, oltre che per ottenere una migliore qualita’ Tv, anche per la cessione di alcune frequenze al 5G. 

La prova del noveSe riuscirete a vedere le trasmissioni (ovvero una schermata blu con la scritta “Test Hevc main 10“) sui canali 100 e 200 di Rai e Mediaset saprete che il vostro apparecchio e’ gia’ abilitato. Se avete una Tv acquistata prima del 2015 e’ quasi sicuro che non vedrete nulla. E avrete allora bisogno di una vuova televisione o di un decoder. O di un’antenna over-the-air. Il ministero dello Sviluppo Economico ha previsto un Bonus TV Rottamazione pari al 20 per cento del prezzo di acquisto, con uno sconto possibile fino a 100 euro. Si ottiene direttamente alle casse a fronte del conferimento di un vecchio TV da inviare allo smaltimento. Riguarda un nucleo familiare (non si puo’ dunque chiederlo per ogni componente della famiglia). E bisogna essere in regola con il canone RAI.

Sassoli ricoverato per polmonite, ‘è in buone condizioni’


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2021/09/20/sassoli-ricoverato-per-polmonite-e-in-buone-condizioni_0b7065a6-006f-4cd7-a65d-48e6118a0354.html

David Maria Sassoli (Firenze, 30 maggio 1956) è un giornalista, conduttore televisivo e politico italiano, dal 3 luglio 2019 presidente del Parlamento europeo.

(ANSA) – Bruxelles, 20 settembre 2021- “Mercoledì 15 settembre il presidente del Parlamento europeo David Sassoli è stato portato all’Hôpital Civil di Strasburgo. Dopo le necessarie visite mediche, gli è stata diagnosticata una polmonite ed è stato immediatamente curato.È in buone condizioni“. Lo annuncia il suo portavoce Roberto Cuillo.
Secondo quanto si apprende Sassoli è ancora ricoverato in ospedale. Il presidente del Parlamento europeo è vaccinato contro il Covid-19– Tutti gli appuntamenti in agenda sono al momento annullati. (ANSA).

Scontri a Leicester, nove tifosi del Napoli agli arresti


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2021/09/17/scontri-a-leicester-nove-tifosi-del-napoli-agli-arresti_eaf748b5-f631-4371-b04f-1ebd2e0e4f07.html

Rissa prima della partita, fermato anche un supporter inglese

Londra, 17 settembre 2021

Sono nove i tifosi napoletani arrestati ieri a Leicester per una rissa scoppiata nel pomeriggio, prima del debutto del Napoli in Europa League. La polizia del Leicestershire ha confermato all’ANSA che i nove supporters sono ancora in stato di fermo in attesa di giudizio.

In seguito agli scontri verificatesi verso le 18 locali, nella zona di Millstone Lane, è stato arrestato anche un tifoso del Leicester, anch’egli ancora detenuto. Nel corso del tumultuoso pre-partita altri due tifosi, un italiano e un inglese, sono stati fermati e incriminati per aver pronunciato insulti a sfondo razzista.
Contrariamente a quanto riportato da alcuni organi di stampa locali, viceversa, la polizia ha smentito di essere intervenuta con arresti al termine della partita, in seguito agli scontri scoppiati nel settore che ospitava i circa 500 tifosi napoletani arrivati in Inghilterra. Dopo un fitto lancio di oggetti da e verso il settore ospite, e l’intervento degli steward dello stadio, la situazione è tornata lentamente alla calma. 

Green pass per tutti a lavoro. Brunetta: “Riguarda 23 milioni di lavoratori”


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2021/09/17/green-pass-per-il-lavoro.-prezzi-calmierati-per-i-tamponi.-oggi-il-cdm_25a5e718-5a47-44c9-8b73-570cc2dd81da.html

Via libera unanime al nuovo provvedimento. Draghi: “Serve per continuare ad aprire il Paese”

Senza il Green pass dal 15 ottobre non si potrà entrare in nessun luogo di lavoro, pubblico o privato. Il premier Mario Draghi estende l’obbligo a oltre un terzo degli italiani.

Conferenza stampa del Consiglio dei Ministri n.36 – Roma, 16/09/2021 – Conferenza stampa del Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Mariastella Gelmini, del Ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando e del Ministro della Salute, Roberto Speranza.

L’obiettivo è dare alla campagna vaccinale la spinta necessaria a raggiungere entro la metà di ottobre l’80% della popolazione. Ai lavoratori, ma anche ai sindaci, ai governatori, ai vertici istituzionali, viene dato un mese per adeguarsi, con la prima dose di vaccino. Poi dalla metà di ottobre per accedere ai luoghi di lavoro se non vaccinati o guariti dal Covid dovranno fare un tampone ogni 48 ore (72 ore se molecolare), altrimenti incorreranno nella sospensione dal lavoro o dallo stipendio e in multe fino a 1500 euro.

Il via libera al “super Green pass” arriva dopo una lunga discussione nella cabina di regia del governo, dopo un confronto con le Regioni e un’ora di esame delle norme in Consiglio dei ministri. continua a leggere

Una sigaretta gettata tra i rifiuti la possibile causa del rogo della torre


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/09/11/news/una_sigaretta_gettata_tra_i_rifiuti_la_possibile_causa_del_rogo_della_torre-317290349/

Nel condominio da tempo era in corso una battaglia contro i mozziconi lanciati dai piani più alti. In passato c’erano stati piccoli incendi

Un mozzicone di sigaretta lanciato da uno dei piani superiori. Potrebbe essere la causa più classica e come in questo caso devastante, ad aver innescato l’incendio che ha trasformato in una gigantesca torcia di fuoco il grattacielo di via Antonini. Quella della cicca di sigaretta spenta male viene al momento considerata dagli investigatori l’ipotesi più probabile tra le diverse che vengono valutate come causa del rogo che ha incendiato le vele del palazzo in 15 minuti e cha ha distrutto completamente 14 appartamenti. Da tempo, in condominio, era in corso una “guerra delle sigarette“, con diversi residenti in protesta per i mozziconi lasciati cadere dall’alto. L’ipotesi su cui si stanno concentrando gli investigatori – coordinati dalla pm Marina Petruzzella e dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano – è che a prendere fuoco per primi siano stati i sacchi di roba inutilizzata ammassata sul terrazzino dell’appartamento al 15esimo piano: nel sopralluogo della procura e dei vigili del fuoco è invece stato trovato sul balcone un enorme ammasso di rifiuti, oggetti e materiale plastico andato completamente distrutto nel rogo, proprio nel punto dove i video dei passanti hanno documentato aver avuto origine l’incendio.

Il problema dei mozziconi lasciati cadere dai balconi ha tenuto banco per anni tra gli inquilini della torre. Gli investigatori hanno raccolto testimonianze e documenti sulle lamentele di diversi coinquilini, ma anche su piccoli incendi nel palazzo che fortunatamente sono stati domati in tempo. Uno, un paio di anni fa, cagionato proprio da una sigaretta caduta dai piani alti che ha dato fuoco al materiale sui balconi ai piani più bassi. Acquisita in procura anche una lettera all’amministratore di condominio di una residente al piano terra che si lamentava del continua presenza di cicche finite nel suo cortile. Al centro dei sospetti, quindi, ci sono i fumatori che vivono negli appartamenti sopra a quello da cui è partito l’incendio. continua a leggere. continua a leggere

Incendio Milano, così sono partite le fiamme nella Torre dei Moro

Dazn, Agcom apre una procedura sugli ascolti: il peso sugli incassi dei club


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2021/09/10/news/dazn_calcio_ascolti_agcom_apre_procedura-317292995/

Il Garante deve verificare la regolarità dei numeri forniti da Dazn e certificati da Nielsen. Rispetto ai rilevamenti Auditel, più alti del 58%. Un problema: l’8% dei diritti tv si divide in base all’audience. Lasorella sarà mercoledì in Commissione parlamentare di vigilanza

Roma, 10 settembre 2021

Non è più solo una questione di numeri. I dati di ascolto del campionato di calcio su Dazn sono diventati l’epicentro di un fronte. Ricchissimo di parti interessate. Partiamo da zero. Dopo le prime due gare di campionato, Repubblica ha riportato i dati relativi alle visualizzazioni televisive delle partite: dati auditel in cui si registrava un calo di quasi il 50% degli ascolti. Il giorno dopo, Dazn ha pubblicato i propri dati: raccolti dalla tv via streaming e verificati dalla società Nielsen, sommavano alle tv quelli dei dispositivi mobili e raccontavano un ascolto sostanzialmente in linea con la stagione precedente. Ma Nielsen è solo il certificatore esterno del dato di performance, rilevato autonomamente da Dazn. Una questione chiave per la Serie A, ma anche per gli investitori pubblicitari.

L’impatto degli ascolti sulle casse dei clubOra Agcom, ossia il garante nelle comunicazioni, è pronto ad aprire (lo farà lunedì) una procedura per la verifica di quei dati, visto che ha il dovere di assicurare l’attendibilità degli ascolti televisivi. Ma c’è un altro motivo, tutt’altro che secondario: l’8% dei ricavi dei diritti televisivi viene ridistribuito tra le squadre – lo impongono la Legge Melandri e il successivo decreto Lotti – sulla base dei dati degli ascolti televisivi certificati. Il problema è che quelli forniti da Dazn non sono certificati da un ente terzo come Auditel. E quell’8% vale oltre 74 milioni di euro da ridistribuire tra le 20 squadre di Serie A. continua a leggere

Macedonia del Nord: incendio devasta un ospedale Covid, almeno 10 morti


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2021/09/09/news/macedonia_nord_incendio_in_ospedale_covid_almeno_10_morti-317038611/?ref=RHTP-BH-I315657642-P2-S5-T1

Il rogo è scoppiato dopo una esplosione. “Un’enorme tragedia si è verificata nel centro Covid-19 di Tetovo”, ha affermato il primo ministro Zoran Zaev, che si è recato in visita sul luogo della strage

Dieci persone sono morte in un vasto incendio scoppiato dopo una esplosione nel reparto Covid-19 del complesso ospedaliero di Tetovo, in Macedonia del Nord. “Un’enorme tragedia si è verificata nel centro Covid-19 di Tetovo“, ha affermato il primo ministro Zoran Zaev, che si è recato in visita sul luogo della strage. “Un’esplosione ha causato un incendio. L’incendio è stato spento ma molte vite sono state perse“, ha aggiunto il capo del governo su Facebook.

Finora, 10 persone sono state travate morte, ma questo numero potrebbe aumentare“, ha scritto su Twitter il ministro della Sanità, Venko Filipce. L’incendio è avvenuto mentre l’ex Repubblica jugoslava celebrava il 30esimo anniversario della sua indipendenza, con festeggiamenti organizzati a Skopje, tra cui una parata militare e un concerto della orchestra filarmonica nazionale.

L’esplosione è avvenuta per cause non ancora accertate. continua a leggere

Radio Capital, Locatelli inviato a Kabul: “I talebani mi hanno picchiato e liberato dopo 8 ore”


articolo & Video: https://video.repubblica.it/mondo/radio-capital-locatelli-da-kabul-i-talebani-mi-hanno-picchiato-e-liberato-dopo-8-ore/395464/396173?ref=vd-auto&cnt=1

Stavo documentando una manifestazione di protesta a Kabul quando un gruppo di talebani mi ha picchiato, prelevato e portato in un posto di polizia. A nulla sono valse le mie proteste. Alla fine, dopo 8 ore, mi hanno liberato con la minaccia di non riprendere più manifestazioni di protesta in piazza”. Così il racconto del giornalista Claudio Locatelli, che si trova in Afghanistan, a The Breakfast club su Radio Capital

Jane Birkin, leggero ictus. La famiglia: “Sta bene”


articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/people/2021/09/06/news/jane_birkin_ictus-316689361/

L’attrice, 74 anni, ha avuto un malore pochi giorni fa

Jane Mallory Birkin (Londra, 14 dicembre 1946) è un’attrice, cantante e regista britannica naturalizzata francese.

La cantante e attrice Jane Birkinha subito una forma leggeradi ictus cerebrale, “sta bene” ma è costretta ad annullare la sua partecipazione al Festival del film americano di Deauville, nel nord della Francia. Lo ha fatto sapere oggi la sua famiglia.

Il malore ha colpito Jane Birkin, 74 anni, “alcuni giorni fa” e i familiari desiderano proteggere “la sua convalescenza“, ha fatto sapere l’agente dell’artista. Nata a Londra, la Birkin, “adottata” dai francesi, resta legata al suo rapporto con Serge Gainsbourg, di cui fu musa e interprete.

Serge Gainsbourg & Jane Birkin – Je t’aime… moi non plus/Original videoclip (Fontana 1969)

UFFICIALE – ECA, Antonello eletto come nuovo membro del comitato esecutivo


articolo: https://www.fcinternews.it/copertina/ufficiale-eca-antonello-eletto-come-nuovo-membro-del-comitato-esecutivo/?fbclid=IwAR3Ur2x2eD0S5zXL33xRfxtR8YZjri8UaE_7RreOn7QN3Tuo_3n_gqrQFmw

Il CEO dell’Inter eletto assieme a Miguel Angel Gil dell’Atletico e Daniel Levy del Tottenham

Alessandro Antonello 

7 settembre 2021

Alessandro Antonello è stato eletto come nuovo membro del comitato esecutivo dell’ECA: a riferirlo sono i profili social della stessa associazione dei club europei. Assieme al CEO dell’Inter, eletti anche Miguel Angel Gil, CEO dell’Atletico Madrid, e Daniel Levy, presidente del Tottenham.

Il comunicato dell’Inter: “Il CEO Corporate nerazzurro Alessandro Antonello è stato eletto questa mattina come membro dell’Executive Board dell’European Club Association, l’organismo di rappresentanza dei club di calcio professionistico europei”. 

De Gregori incanta Mantova tra i ricordi degli inizi e l’inno all’Italia che resiste


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/09/04/news/concerto_francesco_de_gregori_mantova-316449414/

Il concerto del cantautore romano sul palco dell’esedra di Palazzo Te per Mantova Live Estate

È come il giorno che cammina, come la notte che si avvicina…“. È come Francesco De Gregori, tra il giorno e la notte. Tra poesia e politica. È con le prime parole di Cose, il brano del 1989, che ieri sera il cantautore romano si è presentato sul palco dell’esedra di Palazzo Te di una rinascente Mantova Live Estate dopo il concerto annullato l’hanno scorso a causa della pandemia. E con la prima di tre canzoni interpretate in assoluta solitaria l’artista aprirà quasi certamente anche la serata del 7 settembre nella piazza del Comune di Cremona, tappa ulteriore del lungo tour “De Gregori & Band – Live the Greatest Hits“. continua a leggere

Alice – F. De Gregori (Tour De Gregori & Band live the Greatest Hits – Bitonto)

Nel programma non sono mancati i successi più amati dal pubblico come Generale o la Leva calcistica della classe ’68. Oppure come La donna cannone: “Vediamo se anche questa vi piace …” ha scherzato col pubblico De Gregori. Ma è stato il secondo bis a chiudere, con un appello ‘politico‘ e a suo modo patriottico, la performance mantovana: “Viva l’Italia, l’Italia che resiste“,

Svizzera, Xhaka positivo al Covid: salterà la sfida all’Italia. ”Era l’unico non vaccinato”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/09/02/news/svizzera_xhaka_positivo_era_l_unico_non_vaccinato_-316237312/

Il centrocampista dell’Arsenal è in isolamento e domenica non giocherà contro gli azzurri a Basilea. La federazione annuncia che era l’unico calciatore della squadra che non si era sottoposto a vaccino, dunque nessuna quarantena per il resto della rosa

Niente Svizzera-Italia per Granit Xhaka. Il centrocampista dell’Arsenal, in estate a lungo seguito dalla Roma, è in isolamento dopo la positività al Covid riscontrata mercoledì e ha già saltato l’amichevole contro la Grecia, terminata 2-1 per gli elvetici. Emerge inoltre che Xhaka era l’unico giocatore della nazionale svizzera che non si era sottoposto a vaccino.

“Ha deciso da solo se vaccinarsi o no” – La Federazione svizzera, attraverso una nota, fa chiarezza: “Granit aveva qualche sintomo, ha effettuato un test rapido che ha dato esito negativo, ma il dottore ha voluto approfondire la situazione con un esame molecolare che è risultato positivo. È un giocatore non vaccinato. Abbiamo lasciato che ognuno decidesse per se in merito alla faccenda, è una decisione personale di ogni calciatore, proprio come qualsiasi altra persona in Svizzera. Noi abbiamo raccomandato a tutti di vaccinarsi, lui ha deciso da solo“, spiega alla Rsi, la televisione svizzera, Adrian Arnold, ufficio stampa della nazionale elvetica. “Non è necessario che il resto del team sia messo in quarantena perché tutti sono vaccinati ed hanno il green pass, Xhaka era l’unico non vaccinato di questa spedizione“, aggiunge Arnold specificando così che il match contro gli Azzurri, in programma domenica a Basilea alle 20:45, non è assolutamente a rischio rinvio.

Green pass, le nuove regole dal 1 settembre


Il Sole 24 ORE Certificazione obbligatoria per scuola, trasporti e universita

I punti chiave

  1. Le misure di sistema, dai tavoli prefettizi all’aumento delle corse negli orri di punta
  2. Sugli aerei con il green pass
  3. Green pass su navi e traghetti, escluso lo Stretto di Messina
  4. Riempimento all’80% di bus, tram e metro
  5. Mascherina su funivie, seggiovie e cabinovie
  6. Green pass sui treni dell’alta velocità e Intercity
  7. Pass sui bus a lunga percorrenza
  8. In taxi divisori e posti ridotti

Sugli autobus urbani senza green pass, che serve invece per salire a bordo dei bus interregionali a lunga percorrenza. Sui treni alta velocità e Intercity serve il certificato verde, che non viene richiesto sui treni ordinari dalle linee guida del governo, concordate con regioni, province autonome, Anci e Upi. Senza pass su funivie, seggiovie e cabinovie.

Sono le linee guida pubblicate sul sito del ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, la base per la predisposizione dei piani di potenziamento dei trasporti che regioni e province autonome dovranno inviare al ministero entro il 2 settembre. Ci sono misure di sistema valide per tutto il trasporto e regole da applicare ai singoli settori.

Ecco le novità individuate per i trasporti, in vigore dal 1° settembre e fino al 31 dicembre, data nel quale cessa lo stato di emergenza legato all’emergenza Covid-19.

1 – Le misure di sistema, dai tavoli prefettizi all’aumento delle corse negli orari di punta – Fondamentale l’orario di lavoro e l’ingresso in classe per prevenire gli assembramenti. Importante sarà l’attività dei tavoli prefettizi, istituiti per raccordare gli orari di inizio e termine delle attività didattiche e gli orari dei servizi di trasporto pubblico locale, urbano ed extraurbano. Essenziale anche il potenziamento delle corse dei mezzi di trasporto, soprattutto nelle ore di punta.

Grande attenzione a sanificazione e igienizzazione dei mezzi di trasporto. Prevista la diffusione dei dispenser con i disinfettanti per l’igienizzazione delle mani. Conta anche la responsabilità individuale degli utenti dei servizi per prevenire comportamenti che possono aumentare i contagi.

Obbligatorio l’uso della mascherina a bordo, incentivazione della vendita telematica di biglietti.

2 – Sugli aerei con il green pass – Dal 1° settembre e fino al 31 dicembre per salire sugli aerei è necessario il green pass. La disposizione non si applica a chi è escluso per età dalla campagna vaccinale o per esonero sulla base di certificazione medica.

Negli aeroporti separazione dei percorsi di entrata e di uscita, sensi unici all’interno dello scalo e nei percorsi fino ai gate, misure per garantire il distanziamento ed evitare assembramenti. Misurazione della temperatura con termocamere o termometri a infrarossi senza contatto. Non è consentito l’accesso ai passeggeri con temperatura superiore a 37.5° C. Negli spazi al chiuso obbligo di mascherina. Nel trasporto sui bus navetta capienza all’80%.

Le linee guida invitano a utilizzare per le operazioni di imbarco e sbarco soprattutto i finger. Nelle operazioni di imbarco necessario evitare assembramenti: previsto il rispetto di almeno un metro di distanza. La mascherina chirurgica deve essere cambiata ogni quattro ore.

Oltre al green pass serve anche una autocertificazione che attesti di non aver avuto contatti con persone affette da Covid-19 «negli ultimi due giorni dell’insorgenza dei sintomi e fino a 14 giorni dopo l’insorgenza dei medesimi; il termine di 14 giorni è ridotto a 7 nel caso di viaggiatori vaccinati».

Gli indumenti personali dovranno essere collocati nelle cappelliere, custoditi in contenitori monouso.

3 – Green pass su navi e traghetti, escluso lo Stretto di Messina – Dal 1° settembre e fino al 31 dicembre 2021 l’accesso alle navi e traghetti adibiti a servizio di trasporto interregionale è consentito fino all’80% della capienza. Sono esclusi i traghetti impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina, ai quali si applicano le prescrizioni previste per il collegamento da e per le isole minori.

Il green pass non è chiesto a chi è escluso per età dalla campagna vaccinale o è esonerato.

A bordo previsto il rispetto del distanziamento, l’uso della mascherina obbligatorio negli spazi al chiuso. Rafforzamento dei servizi di pulizia e disinfezione a bordo. Si chiede di evitare il più possibile i contatti fra passeggeri e personale di bordo.

4 – Riempimento all’80% di bus, tram e metroIn zona bianca o gialla riempimento all’80% di bus, tram e metro. Deve essere costante il ricambio dell’aria grazie all’apertura dei finestrini o tramite altre prese di aria naturale. Sui tram di vecchia generazione finestrini aperti.

A bordo si sale con la mascherina, con flussi di salita e discesa separati. Previsto l’uso di telecamere per monitorare i flussi ed evitare assembramenti. Se possibile vendita di biglietti con apparecchi self-service, contrassegnando con adesivi le distanze di sicurezza.

5 – Mascherina su funivie, seggiovie e cabinovie – Regole precise anche per funivie, seggiovie e cabinovie dei comprensori sciistici, per le quali non è previsto l’uso del green pass. Per le seggiovie, capacità di riempimento del 100% della capienza del veicolo con uso obbligatorio di mascherina. La portata
è ridotta al 50% se le seggiovie vengono utilizzate con la chiusura delle cupole paravento.

Per le cabinovie, capacità di riempimento non superiore al 50% della capienza massima e uso obbligatorio di mascherina. In funivia capacità di riempimento non superiore al 50% della capienza massima e uso obbligatorio della mascherina. Non sono previste limitazioni per le sciovie e i tappeti di risalita.

6 – Green pass sui treni dell’alta velocità e Intercity – Dal 1° settembre serve il green pass per salire a bordo dei treni Intercity, Intercity notte e alta velocità. Già all’atto della prenotazione il passeggero deve dichiarare di avere il green pass. Si dovrà anche presentare una autocertificazione sottoscrivendo di non aver avuto contatti con malati Covid, impegnandosi a comunicare l’eventuale insorgenza di sintomi Covid. Capacità di riempimento all’80% della capienza massima.

Fra le misure supplementari prevista l’informazione alla clientela tramite i canali di comunicazione aziendali, dalle app, ai call center, ai siti web.

Nelle stazioni separazione delle porte di ingresso e uscita, percorsi a senso unico, misure per evitare gli affollamenti sulle banchine, mascherina per chiunque si trovi all’interno della stazione ferroviaria.

7 – Pass sui bus a lunga percorrenza – Sui bus a lunga percorrenza che collegano almeno due regioni, con itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti, serve il green pass. Identica situazione per gli autobus abibiti a servizi di noleggio con conducente (ad esclusione di quelli impiegati in servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale). Obbligo di misurazione della temperatura che deve essere inferiore a 37.5° C.

Serve anche l’autocertificazione di non aver avuto contatti con malati Covid. Impegno sulla comunicazione dell’insorgenza di sintomi Covid per l’eventuale tracciamento. Mascherina a bordo, utilizzabile massimo per quattro ore.

8 – In taxi divisori e posti ridotti – Per i taxi e Ncc fino a 9 posti è raccomandato dotare le vetture di paratie divisorie tra le file di sedili. E il passeggero non può occupare il posto vicino al conducente.

Nelle vetture omologate per il trasporto fino a 5 persone non potranno essere trasportati sul sedile posteriore più di due passeggeri, mentre in quelle omologate per il trasporto di sei o più persone non più di due passeggeri per ogni fila di sedili.

Per i servizi taxi e Ncc di navigazione fino ai 20 posti il personale a bordo dovrà far rispettare regole precise: tre persone nella panca di poppa all’aperto, il 50% dei posti disponibili nella cabina centrale (disposti in modo sfalsato), due persone a prua (di cui uno il conducente).

Le limitazioni non si applicano nel caso di persone che vivono nella stessa casa, tra i congiunti e le persone che intrattengono rapporti interpersonali stabili, come coniuge, parenti e affini in linea retta e collaterale non conviventi, ma con stabile frequentazione. O persone che condividono abitualmente gli stessi luoghi. La sussistenza di queste caratteristiche può essere sempre autocertificata dall’interessato.

Green pass, via libera a più controllori nella scuola

articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2021/08/31/green-pass-sindacati-contrari-a-blocco-dei-treni-si-a-vaccini_6f145551-f5f9-492f-bebb-52720de9b1b9.html

Garante, ok modalità verifica del green pass nelle scuole

In attesa della Super-app per verificare il Green pass del personale della scuola, il ministero dell’Istruzione dà via libera a procedure semplificate a partire da domani, quando il certificato verde sarà obbligatorio per entrare nelle aule.

Gli istituti, infatti, potranno ‘ricorrere all’opera contestuale di più soggetti verificatori, ciascuno delegato all’utilizzo della app Verifica C19’, quella già scaricabile da tutti e in uso a ristoranti, locali, musei dove il pass è già obbligatorio. Gli istituti, spiega ancora la circolare, ‘quando è opportuno e possibile potranno individuare ingressi diversi, per evitare assembramenti del personale’.

Il Garante per la Privacy ha dato via libera, intanto, alla Super App della scuola a partire da quando sarà utilizzabile. 

Controlli rafforzati e allerta massima per possibili blitz. Domani l’obbligo di Green pass per scuole, treni, aerei e bus a lunga percorrenza, e il Viminale alza il livello di attenzione e monitora anche gli scali aeroportuali per evitare che le proteste superino livelli di guardia.

Dal primo settembre, l’obbligo di Green pass – Ecco cosa cambia

Dal primo settembre, dunque, si allarga l’obbligo del certificato verde.

Dopo ristoranti, piscine, palestre, cinema, stadi e teatri, da mercoledì sarà necessario utilizzare il ‘pass‘ per entrare negli istituti scolastici ma anche per viaggiare. Il popolo del “no” è in fermento da giorni, pronto a manifestare. La minaccia è il blocco della circolazione ferroviaria. Via social in molti si stanno dando appuntamento: 54 le città in cui sono previste iniziative contro il passaporto vaccinale. Nelle chat, sui Facebook e Instagram sono stati pubblicati dei volantini siglati “Basta dittatura“. “Non ci fanno partire con il treno senza il passaporto schiavitù? Allora non partirà nessuno“, il messaggio minaccioso che corre sulla rete. I manifestanti si sono dati appuntamento alle 14:30 in molte stazioni per una iniziativa, che a loro dire, dovrebbe concludersi in serata in modo “pacifico“.

Intanto sul fronte proteste, unitariamente Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, affermano: Diciamo no alle minacce di bloccare i treni domani, 1 settembre, nelle maggiori stazioni italiane” e sottolineano che “auspichiamo un doveroso ripensamento da parte dei promotori della protesta” dei no green pass.

I rischi connessi sono evidenti e serve un piano di sicurezza per tutelare lavoratori e utenti“, aggiungono i sindacati dei trasporti sottolineando di “sostenere la campagna vaccinale tanto per i lavoratori che per gli utenti del servizio pubblico“.

E’ morto Ed Asner, fu Lou Grant in tv


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cinema/2021/08/29/cinema-morto-ed-asner-fu-lou-grant-_ab32a24a-35a0-4f8f-9edd-48dcff277494.html

Aveva 91 anni ed è stato un grande caratterista americano

Edward Asner, conosciuto anche come Ed Asner (Kansas City, 15 novembre 1929 – Los Angeles, 29 agosto 2021), è stato un attore statunitense.

Ed Asner, l’attore vincitore di Emmy per “Lou Grant” e “Up” e di numerosi Golden Globes, è morto a 91 anni. E’ stato anche presidente due volte della Screen Actors Guild: attore, doppiatore e anche attivista politicamente schierato a sinistra, Edward Asner è stato un grande caratterista americano.

Cinque Golden Globe e sette Emmy, la gran parte dei quali per aver interpretato il giornalista burbero e senza fronzoli della Cbs Lou Grant, prima in “The Mary Tyler Moore Show” e poi nel drammatico spin-off “Lou Grant“.

A 91 anni è morto uno dei decani del cinema e della tv americana, Ed Asner, un attore, doppiatore e grande caratteristica, un volto che anche gli italiani conoscono bene oltre che per i film e serie tv americane per essere stato nel 2002 l’anziano Angelo Roncalli in una popolare miniserie diretta da Giorgio Capitani dedicata a Papa Giovanni.

Gli spettatori di una certa età potrebbero ricordarlo per una miniserie che alla fine degli anni ’70 davvero fece epoca: Radici, nel ruolo dello schiavista capitano Daviesper, era il 1977 e l’anno prima era stato il patriarca di una famiglia tedesco-americana nella miniserie “Rich Man, Poor Man“. Nato a Kansas City il 15 novembre 1929, al cinema è stato l’agente dell’FBI Guy Banister nel film di Oliver Stone del 1991 “JFK”, Babbo Natale nella commedia di Will Ferrell del 2003 “Elf” e poi nello stesso anno come doppiatore il protagonista del vincitore all’Oscar della Pixar ‘Up’ dando la voce all’anziano costruttore di palloncini Carl Fredricksen. Come star della tv ha anche la Walk of Fame a Los Angeles. All’inizio degli anni ’80 è’ stato presidente della Screen Actors Guild, il sindacato degli attori, grazie al suo carisma e al suo attivismo politico: guidò uno sciopero nel 1980 che riuscì a bloccare la produzione per tre mesi e a boicottare gli Emmy di quell’anno: lo scopo era ottenere stipendi più alti per gli attori in considerazione del passaggio delle serie sulle tv a pagamento (una battaglia simile a quella solitaria e apripista di Scarlett Johannson). La cosa no fu indolore: la Cbs cancellò nel 1982 la serie Lou Grant che interpretava nonostante fosse al top degli ascolti fino alla sua quinta e ultima stagione. E’ stato attivista fino all’ultimo: ha partecipato lo scorso anno ad una class action di attori per il piano sanitario del sindacato Sag durante la pandemia. Ha continuato a lavorare sempre: recentemente era nel cast di Cobra kai, lo spin off di Karate Kid, tuttora in onda.

La giornalista Rai Antonella Alba è stata aggredita dai «no Green pass» a Roma: «Sei una terrorista» – Giornalista di Repubblica aggredito


articolo: https://www.corriere.it/cronache/21_agosto_29/corteo-no-green-pass-roma-aggredita-l-inviata-rai-antonella-alba-sei-terrorista-6fa0f6ca-08ce-11ec-92ce-f1aac6dc2317.shtml

La giornalista è stata ferita mentre cercava di documentare la manifestazione. In piazza c’erano anche esponenti di Forza Nuova. Il cdr di Rainew24: «Fatto gravissimo»

Antonella Alba

Una giornalista di Rainews24, Antonella Alba, è stata aggredita e ferita ieri sera durante la manifestazione «No-Vax» contro il green pass a Roma. È stata la stessa giornalista a sintetizzare (e a mostrare) con un twitter l’accaduto: «Questo è in parte quello che ho cercato di documentare ieri sera col mio telefonino in mezzo alla manifestazione #NoGreenPass a Roma, prima che mi fosse tolto dalle mani e che fossi minacciata e ferita. Vogliono libertà ma ho trovato solo molta rabbia e troppa violenza».

La nota del cdr – Alla manifestazione erano presenti esponenti di Forza Nuova, con il leader romano Giuliano Castellino che incitava i partecipanti dalla macchina con un megafono. Alcuni di loro avrebbero risposto «Giornalista terrorista» alla domanda sul perché stessero partecipando al corteo. Poi nel tentativo di strapparle il telefonino le hanno causato le ferite. In una nota il cdr del Rainews24 ha espresso tutto il suo sdegno: «L’episodio non ha avuto peggiori conseguenze grazie alla presenza delle Forze dell’Ordine prontamente intervenute. È grave che una giornalista sia aggredita da coloro che usano come slogan “Libertà, Libertà”. Sosterremo Antonella Alba in ogni sede per difendere il lavoro dei giornalisti e il diritto dei cittadini ad essere informati».

Le tensioni – Le tensioni tra manifestanti e forze dell’ordine ci sono state nel pomeriggio di sabato a piazza del Popolo, al centro di Roma, durante la protesta contro il green pass. Quando i manifestanti hanno tentato di partire in corteo verso Montecitorio e palazzo Chigi, sono stati respinti da polizia e carabinieri. Dopo una trattativa il corteo è stato autorizzato a muoversi verso via Flaminia, in direzione Rai. Durante il percorso hanno acceso fumogeni. Alcuni sono riusciti a raggiungere la sede della Rai mentre altri si sono fermati all’altezza di piazza delle Belle Arti.

Le reazioni – Immediate le reazioni di condanna dell’aggressione. Solidarietà alla giornalista è stata espressa dall’attore Andrea Purgatori e dal conduttore televisivo Andrea Vianello che su twitter ha scritto: «La nostra Antonella, aggredita e strattonata per prenderle il cellulare, graffiata, insultata nella manifestazione no vax di ieri sera a Roma. Motivi: aveva la mascherina e faceva domande. Sciagurati e fascisti». Reazioni anche dal mondo della politica. Hanno parlato di «aggressione vergognosa» i parlamentari del MoVimento 5 Stelle in Commissione di Vigilanza Rai, che in una nota hanno aggiunto: «Assistiamo ad episodi di violenza da parte chi sostiene di manifestare in nome di libertà e democrazia. È inaccettabile». Su Twitter Andrea Romano, deputato Pd e membro della Commissione di Vigilanza Rai, ha definito gravissima «l’ennesima aggressione NoVax contro la libera stampa, in questo caso contro una giornalista del Servizio Pubblico Radiotelevisivo».

Giornalista di Repubblica aggredito alla manifestazione no-pass della scuola a Roma

articolo: https://roma.repubblica.it/cronaca/2021/08/30/news/giornalista_di_repubblica_aggredito_alla_manifestazione_no-pass_della_scuola-315868782/?ref=RHTP-BH-I315111016-P1-S1-T1

Un manifestante contro il nostro videogiornalista: “Mi ha detto ‘ti taglio la gola’ e poi mi ha colpito con 4-5 cazzotti”. Gli altri manifestanti si sono dissociati dalla violenza

Aggredito e minacciato di morte (“ti taglio la gola se non te ne vai“) da uno dei manifestanti contro il green pass del comparto scuola, che protestavano davanti al ministero dell’Istruzione. Francesco Giovannetti, videogiornalista di Repubblica e del gruppo Gedi, ha subito l’attacco di un violento. “Mi ha colpito alla faccia con 4-5 cazzotti – racconta – dopo avermi minacciato. Non mi lasciava andare, ma per fortuna erano presenti adegli genti della polizia che sono intervenuti“.

Ero lì da cinque minuti – riprende il racconto Giovannetti – ho chiesto a un gruppetto di persone se avevano voglia di parlare, di rispondere a delle domande. Mi hanno chiesto per chi scrivessi e hanno iniziato a criticare Repubblica, ma in maniera civile. Solo che poi quest’uomo, non so chi fosse o che ruolo avesse, si è girato, ha mimato il gesto di sgozzarmi, ha detto “ti taglio la gola se non te ne vai” e quando gli ho chiesto se stesse minacciando mi ha aggredito e colpito“.

Il gruppo di manifestanti presenti si sono dissociati dall’aggressione e hanno chiesto scusa a Giovannetti, che è stato portato in ambulanza in ospedale.

Trentaquattro convocati per le sfide con Bulgaria, Svizzera e Lituania: torna Zaniolo, prima chiamata per Scamacca


Dopo il trionfo nell’Europeo l’Italia riprende il cammino nelle qualificazioni a Qatar 2022. Gli Azzurri, primi a punteggio pieno nel Gruppo C, saranno di scena a Firenze (2 settembre), Basilea (5 settembre) e Reggio Emilia (8 settembre)

I convocati

Le partite:

Giovedì 2 settembre
Ore 20.45 – ITALIA-Bulgaria (stadio ‘Franchi’ di Firenze). Al termine della gara conferenza stampa e rientro a Coverciano

Domenica 5 settembre
Ore 20.45 – Svizzera-ITALIA (stadio St. Jacob’s Park). Al termine della gara conferenza stampa

Mercoledì 8 settembre
Ore 20.45 – ITALIA-Lituania (stadio ‘Città del Tricolore’). Al termine della gara conferenza stampa, scioglimento della delegazione e rientro di calciatori e staff presso le rispettive sedi.

L’Rt scende ancora e arriva a 1.01. Sicilia in giallo


articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2021/08/27/news/l_rt_scende_ancora_e_arriva_a_1_01_sicilia_in_giallo-315478584/?ref=RHTP-BH-I315111016-P2-S5-T1

L’incidenza cresce leggermente e passa da 74 a 77 casi settimanali per 100mila abitanti. La Sardegna resta bianca

L’Rt scende ancora in Italia e tocca la soglia considerata di sicurezza, sotto la quale i casi tendono a scendere. In base ai calcoli della Cabina di regia è infatti di 1,01, contro l’1,1 della scorsa settimana. L’altro parametro che indica l’andamento della curva è l’incidenza dei casi settimanali per 100miila abitanti. In questo caso si osserva una leggera salita, visto che si arriva a 77 contro i 74 della scorsa settimana e i 73 della precedente.

Come atteso, la Sicilia si avvia verso il giallo, visto che supera i due parametri dell’occupazione dei posti letto che fanno uscire dalla zona bianca. L’occupazione delle terapie intensive è al 12,1% (rispetto al limite di 10%) e quella dei reparti ordinari del 19,4% (rispetto al limite di 15%). La Sardegna si salva. Ha infatti l’11,2% di terapie intensive occupate ma il 14% dei reparti ordinari impegnati sui malati Covid. Tutte le altre Regioni non corrono rischi.

I dati fanno vedere un leggero aumento della percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti (34% rispetto al 32% della scorsa settimana). In lieve diminuzione la percentuale di quelli rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (46% rispetto al 47%). Infine, il 21% è stato diagnosticato attraverso attività di screening. La circolazione della variante delta è ormai largamente prevalente in Italia e domina nell’UE. Gli esperti ribadiscono la necessità di estendere il più possibile la vaccinazione.

Corruzione nel calcio, Dipartimento Giustizia Usa: Fifa risarcita con 201 milioni di dollari


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/08/24/news/dipartimento_usa_fifa_indennizzo-315206699/?ref=RHBT-VS-I0-P1-S4-T1

La somma arriva da conti bancari posti sotto sequestro riconducibili a dirigenti incriminati e sarà destinato al nuovo World Football Remission Fund

Duecentouno milioni di dollari, circa 171 milioni di euro: è il risarcimento deciso dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti a favore della Fondazione Fifa. L’entità della somma, determibata dalle perdite sofferte da Fifa, Concacaf e Conmebol a causa delle pratiche corruttive portate avanti per decenni da svariati dirigenti. Si tratta di soldi che arrivano dai conti bancari posti sotto sequestro e riconducibili ai dirigenti incriminati. La Fifa fa sapere che questo indennizzo sarà destinato al nuovo World Football Remission Fund.

Infantino: “Grazie agli Usa è stato possibile cambiare la Fifa” – “Sono lieto di vedere che il denaro che è stato sottratto illegalmente al calcio sta tornando al suo posto per essere utilizzato per i suoi scopi originali – ha commentato il presidente della Fifa, Gianni Infantino – Voglio ringraziare sinceramente le autorità statunitensi per i loro sforzi in questo senso: è grazie al loro intervento nel 2015 che siamo stati in grado di cambiare radicalmente la Fifa da un’organizzazione tossica a un organo di governo sportivo globale che gode di stima e fiducia. Per fortuna, abbiamo ormai superato quello sfortunato periodo ed è bello vedere che finanziamenti significativi vengono messi a disposizione della Fondazione Fifa in modo da poter avere un impatto positivo attraverso i programmi per i giovani e la comunità“.

Crolla una palazzina alla periferia di Torino, si cercano due persone tra le macerie


articolo: https://torino.repubblica.it/cronaca/2021/08/24/news/crolla_una_palazzina_alla_periferia_di_torino_si_cercando_due_persone_tra_le_macerie-315126895/

Il boato, sentito a grande distanza, questa mattina prima delle 9. L’edificio di due piani si è afflosciato

Torino, 24 agosto 2021

E’ crollata una palazzina in strada del Bramafame a Torino, poco distante da strada dell’Aeroporto, nei pressi della tangenziale per Caselle. Si cercano tra le macerie due persone che abitavano nell’edificio. Ci sono squadre Usar (Urban search and rescue) e cinofili al lavoro. Il nucleo Nbcr controlla possibili fughe di gas.

Il crollo è avvenuto prima delle 9 di questa mattina, il boato si è sentito fino a Madonna di Campagna, dove in tanti dicono di aver sentito un forte boato, tipo terremoto, forse un’esplosione, causata appunto da una fuga di gas. È accaduto al civico 42, una struttura di due piani, che si è afflosciata. Sul posto gli agenti delle volanti della polizia e i vigili del fuoco per verificare quante sono le persone coinvolte. Non sono chiare le cause del crollo. 

Le news calcistiche fanno gola alla finanza: Calciomercato.com venduto al proprietario di Goal.com


articolo: https://www.repubblica.it/economia/2021/08/23/news/calciomercato_com_venduto_private_equity_goal-315030628/

La notizia riportata dal Financial Times. L’acquisizione da parte di Footballco, in mano al private equity TPG Capital

MILANO – Cambio di casacca per Calciomercato.com. Il sito italiano dedicato alle notizie su trattative, acquisti e cessioni dei club è stato acquisito da Footballco, in mano alla società di private equity TPG Capital attraverso la sussidiaria Integrated Media Company, che lo scorso anno ha già rilevato la maggioranza del sito di news Goal.com da Dazn per 125 milioni di dollari.

La notizia è riportata dal Financial Times e arriva mentre il calciomercato estivo si prepara ad archiviare una delle sessioni estive più deludenti di sempre, complice il crollo delle entrate legate al Covid che ha ristretto le disponibilità finanziarie delle squadre. Il quotidiano londinese non menziona le cifre dell’affare ma parla di un’operazione milionaria “a doppia cifra” che dovrebbe portare i circa 12 milioni di visitatori mensili di Calciomercato.com a Goal.com, che punta anche a raggiungere l’obiettivo di 100 milioni di ricavi quest’anno.

Secondo Juan Delgado, amministratore delegato di Footballco, l’acquisizione di Calciomercato.com renderà Footballco la principale piattaforma calcistica in Italia consentendo anche di espandere la propria presenza in Europa, nel “più grande mercato pubblicitario digitale dedicato al calcio“.

Cresce così l’appetito verso i grandi portali di informazione sportiva. Lo scorso anno il sito americano in abbonamento The Athletic – ricorda l’Ft – è stato valutato 500 milioni di dollari dopo avere esteso la propria copertura alla Premier League ed altre competizioni europee.

Covid, morto a 46 anni vigile del fuoco in servizio a Napoli: «Ha perso la battaglia più dura»


articolo: https://www.leggo.it/italia/cronache/maurizio_femina_morto_covid_vigile_fuoco_napoli_20_agosto_2021-6148456.html

«Vigile del fuoco e maratoneta, ha lottato per mesi il nostro Maurizio Femina, 46 anni. Ieri sera ha perso la battaglia più dura contro il Covid. Alla sua famiglia e ai vigili del fuoco del comando di Napoli il cordoglio del capo Dipartimento Lega e del capo del Corpo Parisi». Lo scrivono su Twitter i Vigili del fuoco.

Grottarossa, incendio in deposito Atac: coinvolti tre autobus


articolo: https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/21_agosto_20/grottarossa-incendio-deposito-atac-coinvolti-tre-autobus-9e3ffb52-0180-11ec-9259-e06a1abb2d03.shtml

Le fiamme si sarebbero propagate da un primo mezzo, in sosta nel piazzale, che ha bruciato altri due parcheggiati vicini. L’allarme alle 4.30. Dal Comune prestito di 40 milioni

Un incendio scoppiato questa notte nel deposito Atac in via della Stazione di Grottarossa, zona Tomba di Nerone, ha coinvolto tre autobus. Alle 4.30 la sala operativa dei vigili del fuoco ha inviato nella rimessa il funzionario di servizio, due squadre con una autobotte, il carro schiuma ed il carro auto-protettori. Da una prima ricostruzione, sembrerebbe che le fiamme siano partite da un bus parcheggiato nel piazzale e abbiano coinvolto due mezzi che si trovavano accanto. Sono in corso accertamenti per stabilire le cause.

Atac: «Completo danneggiamento di tre vetture» – La conferma arriva dalle parole di Atac: «Questa notte, per ragioni da accertare, un incendio ha causato il completo danneggiamento di tre vetture all’interno della rimessa di Grottarossa. Le fiamme si sono sviluppate da una vettura ferma allo stallo e in attesa di prendere servizio. L’incendio è stato domato grazie alla tempestività del personale Atac e al successivo intervento dei vigili del fuoco. L’azienda svolgerà i necessari approfondimenti per risalire alle cause».

Campidoglio: ad Atac 40 milioni per bus e Covid – Ed è proprio della mattinata la notizia che Roma Capitale ha destinato 40 milioni di euro all’azienda di trasporto pubblico Atac per sopperire ai mancati incassi causati dall’emergenza Covid e per l’acquisto di nuovi bus ibridi. Lo ha stabilito il Campidoglio con una delibera della Giunta capitolina, che prevede un’anticipazione di liquidità per l’anno 2021 da restituire nel corso del 2022 e comunque entro un anno dall’erogazione dell’anticipazione.

La Yamaha caccia Vinales: interrotto il rapporto con effetto immediato


articolo: https://www.repubblica.it/sport/moto-gp/2021/08/20/news/motogp_yamaha_interrotto_il_rapporto_con_vinales_con_effetto_immediato-314658912/

La Casa giapponese annuncia la decisione di anticipare la separazione “di comune accordo” con lo spagnolo, sospeso dal Gp d’Austria dopo il tentativo di danneggiare la moto nel precedente Gp di Stiria. Il pilota (dal 2022 in sella all’Aprilia): “Grato per il supporto avuto in questi quattro anni e mezzo di gare e orgoglioso dei risultati raggiunti insieme”

Maverick Vinales

ROMA –  Yamaha e Maverick Vinales hanno deciso di “comune accordo di anticipare la loro separazione“, ponendo fine con effetto immediato alla loro precedente intesa di concludere il contratto al termine della stagione 2021 di MotoGp. Lo rende noto la Casa motoristica giapponese in un comunicato. I rapporti si erano deteriorati dopo il Gran Premio di Stiria: Vinales era stato sospeso dal successivo Gp d’Austria con l’accusa di aver commesso azioni “che potrebbero aver potenzialmente causato un danno significativo al motore della sua Yzr-M1“, con il rischio di provocare “gravi rischi” per sé e “forse anche per tutti gli altri protagonisti impegnati nella gara“.

Jarvis: “Decisione condivisa da entrambe le parti”Nei giorni scorsi era arrivata l’ufficialità del passaggio in Aprilia del pilota spagnolo a partire dal 2022, con un contratto annuale e un’opzione per un’ulteriore anno. “Ad Assen Yamaha e Vinales avevano già annunciato la decisione comune di interrompere il loro programma originale 2021-2022 e di concluderlo alla fine del 2021 – ricorda l’amministratore delegato di Yamaha motor racing, Lin Jarvis, spiegando i motivi del cambio di rotta – Purtroppo al Gp della Stiria la gara non è andata bene o non è finita bene. Di conseguenza, dopo una profonda riflessione da entrambe le parti, è stata raggiunta la decisione condivisa che sarebbe stato meglio per entrambe le parti anticipare la fine della partnership. La separazione anticipata consentirà al pilota di essere libero di seguire la sua direzione futura prescelta e consentirà inoltre alla squadra di concentrare i propri sforzi sulle restanti gare della stagione 2021 con un pilota sostitutivo, ancora da determinare“. Esprimendo “sincera gratitudine” a Vinales, Lin Jarvis ricorda “il lavoro svolto da entrambe le parti nei quattro anni e mezzo trascorsi insieme, che ci hanno portato otto vittorie in gara, 24 podi e due terzi posti nella classifica generale dei piloti 2017 e 2019. Auguriamo a Maverick tutto il meglio per i suoi sforzi futuri“.

Vinales: “Grato a Yamaha, orgoglioso dei risultati ottenuti” – Sulla stessa linea, nel comunicato, le dichiarazioni del 26enne driver di Figueres. pilota spagnolo. “In seguito alla nostra decisione comune ad Assen di separarci un anno prima, è stato anche deciso di impegnarsi a completare la stagione in corso con il massimo sforzo da entrambe le parti. Al Gp della Stiria però la gara non è andata come speravamo e purtroppo non è andata a buon fine – le parole di Vinales – Dopo un’attenta valutazione entrambe le parti hanno concordato che sarebbe stato meglio porre fine alla partnership con effetto immediato. Sono profondamente grato a Yamaha per la grande opportunità. Sono anche grato per il supporto che mi hanno dato durante questi quattro anni e mezzo di gare e guarderò con orgoglio ai risultati che abbiamo raggiunto insieme. Avrò sempre grande rispetto per Yamaha e auguro loro il meglio“.

Rt scende ancora a 1,1 contro 1,27 di una settimana fa


articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2021/08/20/news/rt_scende_ancora_a_1_1_contro_1_26_di_una_settimana_fa-314649477/?ref=RHTP-BH-I0-P1-S1-T1

Tutta Italia resta in zona bianca, la Sicilia si salva dal giallo. L’incidenza settimanale per 100mila abitanti il leggera crescita, passa da 73 a 74

Scende ancora e si attesta ad 1,1 l’Rt che la scorsa settimana era ad 1,27. L’ulteriore ribasso conferma una tendenza in atto già da alcune settimane (il 6 agosto era ad 1,56) e porta l’indice di trasmissione del virus vicino all’1. E’ il risultato del monitoraggio della Cabina di regia. Nessuna Regione cambia colore. La Sicilia che era la più a rischio quindi evita il giallo per pochissimo, perché l’occupazione dei letti di terapia intensiva è di poco sotto il 10%. L’incidenza è sopra la soglia dei 50 casi per 100mila abitanti ed in leggero aumento (è passata da 73 a 74) segno che si potrebbe essere vicini al picco di questa ondata.

Sono 18 le Regioni classificate a rischio moderato mentre per tre il rischio è basso. Gli esperti invitano a proseguire con la vaccinazione e invitano le amministrazioni locali a non ridurre l’attività di tracciamento. C’è infatti una “elevata proporzione di soggetti giovani e asintomatici“, che vanno tenuti sotto controllo.

L’attuale impatto della malattia sui servizi ospedalieri è limitato – scrivono gli esperti – tuttavia i tassi di occupazione e il numero di ricoverati in area medica e terapia intensiva sono in aumento. La trasmissibilità stimata sui soli casi ospedalizzati è sopra la soglia epidemica“.

Finisce il rave nel Viterbese, l’area è stata liberata. Il sindaco di Valentano: ‘Non c’è più nessuno’


articolo: https://www.ansa.it/lazio/notizie/2021/08/18/-rave-al-quinto-giorno-in-corso-comitato-sicurezza-_c100fe45-4fc1-482c-ae3a-6327a0fa67dd.html

Intervento questa mattina delle forze dell’ordine. Oltre 3mila identificati

Raduni consistenti di reduci del rave di Valentano (Viterbo) sono segnalati in Toscana alle Cascatelle di acqua calda delle terme di Saturnia e sul fiume Fiora, località nei comuni di Manciano e Pitigliano (Grosseto). Secondo quanto si apprende, i partecipanti al rave vengono notati mentre fanno il bagno e prendono il sole.

Risultano numerosi benché in quantità minima rispetto alle 10.000 persone del picco avuto dal rave a Ferragosto. Altri hanno raggiunto Albinia e hanno preso posto in spiaggia sul tombolo di Giannella. Anche le autorità sanitarie, secondo quanto si apprende, vigilano sulla situazione.

È in corso un coordinamento tra la Asl di Viterbo e i sindaci dei comuni per pianificare un’azione di contact tracing e di tamponi per le popolazioni dei comuni interessati dal rave“. Così l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. “Proseguirà inoltre il tour dei camper-vax nella zona – aggiunge – ed è stato attivato il servizio veterinario per verificare se ci sono animali feriti o morti nella zona del rave“.

Zona che nel frattempo è stata del tutto sgomberata, come annunciato dal sindaco di Valentano Stefano Bigiotti: L’area è stata liberata. Non c’è più nessuno all’interno“. 

Non posso che esprimere soddisfazione – sottolinea -. Il ministro Lamorgese, che ieri pomeriggio mi ha contattato personalmente, ha mantenuto l’impegno preso di liberare l’area entro oggi. Le operazioni si sono svolte nel massimo rispetto delle persone. Ora sono già al lavoro per rimuovere al più presto i rifiuti lasciati nel terreno“. 

Nelle prime ore del mattino l’intervento delle forze dell’ordine nell’area del rave. Già nella notte c’è stato un notevole afflusso in uscita di mezzi provenienti dal rave del lago. Nei varchi di uscita viterbesi presidiati, i partecipanti all’evento sono stati identificati. Non si sono registrate finora particolari criticità per quanto riguarda l’ordine e la sicurezza pubblica, fa sapere la questura di Viterbo. continua a leggere

Covid: probabile nessuna regione in giallo domani


articolo: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/medicina/2021/08/19/covid-probabile-nessuna-regione-in-giallo-domani-_96063dfb-e608-48da-a839-8dce990a5574.html

Nessuna ordinanza sarebbe prevista. Sicilia resterebbe bianca

Nessuna regione domani dovrebbe passare in giallo. Secondo quanto si apprende, infatti, sembra probabile che domani non ci sarà alcuna ordinanza per il passaggio di fascia delle regioni.

Quella maggiormente in bilico per un passaggio di colore dal bianco al giallo sembrava la Sicilia, che oggi però ha fatto registrare una stabilità nei valori (10% intensive e 17% area medica). La regione era rimasta per 4 giorni ferma al 9% per le rianimazioni. Stabile anche la Sardegna rispettivamente al 9% e al 10%: qui registrato un ribasso del 2% nelle intensive, passate dall’11% al 9%

Violenta esplosione in appartamento, forte boato avvertito in città nel sud Italia. Ecco cos’è successo


articolo: https://www.centrometeoitaliano.it/attualita/violenta-esplosione-in-un-appartamento-forte-boato-avvertito-in-citta-nel-sud-italia-ecco-cose-successo-110058/?utm_source=facebook_fb01&utm_medium=facebook_fb01_696&utm_campaign=fb01_110058_696&fbclid=IwAR00g39zVd9OhkbqCvsuC15mbIjVlOgdHo-INVY5XQlCEmXP9SE4m_qmWjk

Una forte esplosione si è verificata in un appartamento in provincia di Caserta: locale saturo di gas, forte boato e tanta paura

San Cipriano d’Aversa (Caserta), 18 agosto 2021

VIOLENTA ESPLOSIONE IN UN’ABITAZIONE IN PROVINCIA DI CASERTA – Attimi di paura, nelle scorse ore, in provincia di Caserta. Questa mattina, infatti, a San Cipriano d’Aversa, in via Pietro Colletta, si è verificata un’esplosione all’interno di un’abitazione. L’esplosione, come riporta Casertanews.it, è dovuta ad una fuoriuscita di gas che ha saturato il locale cucina: tanta paura a causa del forte boato, ingenti danni a causa dell’onda d’urto ma tragedia fortunatamente solo sfiorata.

LA DINAMICA DEI FATTI – La proprietaria dell’immobile stava preparando delle pietanze ai fornelli, quando si è allontanata per qualche minuto dalla cucina. L’ebollizione del contenuto della pentola ha spento la fiamma, ma il gas è continuato a fuoriuscire: in poco tempo l’ambiente si è saturato e l’accensione automatica del frigo ha fatto da innesto, generando l’esplosione. Lo scoppio è stato violento e ha provocato danni.

L’ALLARME LANCIATO DAI VICINI – L’esplosione, infatti, ha interessato la copertura del cucinino ed il mobilio presente. I vicini hanno avvertito la deflagrazione e hanno immediatamente allertato i soccorsi: sul posto sono giunti in poco tempo i Vigili del Fuoco del distaccamento di Aversa, che hanno provveduto alle operazioni di messa in sicurezza e di bonifica del locale. Oltre ai danni, fortunatamente non si segnalano feriti.

ESPLOSIONE AL PIANO TERRA DI UN EDIFICO IN PROVINCIA DI AVELLINO: TANTA PAURA, NESSUN FERITO – Un’altra esplosione si è verificata ieri a Montefredane, in provincia di Avellino. Per cause ancora da accertare, come riporta Ottopagine.it, c’è stata una deflagrazione dovuta ad una fuga di gas da una bombola di GPL al piano terra di un edificio di case popolari. Tanta paura, ma per fortuna nessun ferito. Lo scoppio ha provocato danni alla parte esterna del palazzo. Sul posto i soccorritori, che hanno messo in sicurezza l’area.

Mette all’asta l’argento di Tokyo, la polacca Maria Andrejczyk finanzierà l’intervento al cuore di un bambino


articolo: https://www.repubblica.it/sport/vari/2021/08/17/news/mette_all_asta_l_argento_di_tokyo_maria_andrejczyk_finanziera_l_intervento_al_cuore_di_un_bambino-314359180/

La vicecampionessa olimpica del giavellotto ha deciso di raccogliere fondi per il piccolo Miloszek donando la medaglia a cinque cerchi conquistata in Giappone: “Non mi ci è voluto molto per decidere”. Nel 2018 le fu diagnosticato un cancro alle ossa.

Maria Andrejczyk – medaglia d’argento alle Olimpiadi di Tokyo2020

Maria Andrejczyk medaglia d’oro di solidarietà. La stella polacca del giavellotto, argento alle Olimpiadi di Tokyo2020 alle spalle della cinese Liu Shiving, si è resa protagonista di un gesto meraviglioso per finanziare l’intervento al cuore di un bambino di 8 mesi. Andrejczyk ha, infatti, deciso di mettere all’asta la medaglia a cinque cerchi per aiutare il piccolo Miloszek, costretto a volare negli Stati Uniti per una delicatissima operazione.

Una scelta di cuore – La 25enne giavellottista polacca sa cosa vuol dire per lei quella medaglia d’argento, tutti i sacrifici fatti negli ultimi cinque anni per salire sul podio di Tokyo tra infortuni, cadute e risalite, ma conosce benissimo anche la sofferenza della malattia (nel 2018 le fu diagnosticato un cancro alle ossa) e non ci ha pensato due volte quando le hanno chiesto di partecipare alla raccolta fondi per sostenere il piccolo connazionale che neanche conosceva. “Non mi ci è voluto molto per decidere – ha scritto sui suoi canali social -, è stata la prima raccolta fondi a cui ho partecipato e sapevo che era quella giusta. Per lui metto all’asta la mia medaglia olimpica. Abbiamo anche il supporto di un altro ragazzo Kubus, che purtroppo non ce l’ha fatta: i genitori hanno deciso di inviare dei fondi raccolti per lui a Mi?osz“.

Superati i 100mila euro – Immediato il calore dei suoi tifosi e non solo, perché grazie a questo splendido gesto sono stati già raccolti 500mila zloty, ovvero 110mila euro circa. Cifra che si aggiunge a quella complessiva delle donazioni che attualmente hanno toccato quota 300mila euro. Somma destinata a salire. E per Maria Andrejczyk dall’argento a Tokyo2020 all’oro nella vita è un attimo.

Attentato incendiario alla tenuta presidenziale di Castelporziano


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2021/08/17/attentato-incendiario-alla-tenuta-presidenziale-di-castelporziano-_8611d406-d009-4ff3-985b-f76a37faf478.html

17 agosto 2021

Il Presidente Mattarella ha ribadito la sua condanna per atti di criminalità che colpiscono la comunità civile

Questa mattina poco dopo le 6 ignoti piromani hanno gettato degli inneschi accesi oltre il muro di cinta su via Pratica di Mare della tenuta presidenziale di Castelporziano, residenza estiva del capo dello Stato. Alcuni alberi e una piccola porzione di macchia mediterranea e arbusti hanno subito preso fuoco.

Alcuni cittadini hanno avvisato i vigili del fuoco. Sul posto sono arrivate anche le squadre dei carabinieri forestali e dei vigili del fuoco in forza nella tenuta presidenziale. I danni sono stati fortunatamente limitati a una ventina di metri quadri di terreno bruciato.

Il Presidente Mattarella, si apprende, ha ribadito la sua condanna per atti di criminalità che colpiscono la comunità civile e ha ringraziato i cittadini che hanno segnalato l’incendio e le squadre di soccorso dei vigili del fuoco: grazie al loro intervento tempestivo sono state evitate gravissime conseguenze. 

Mantova, blitz vandalico nel centro per le vaccinazioni anti-Covid: sospetti sulla protesta No vax


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/08/17/news/mantova_vandali_centro_vaccini_danni-314337860/

A Castiglione delle Stiviere distrutti i computer e rubati gli hard disk, che però non contenevano i dati dei vaccinati. Indagano i carabinieri: nessuna rivendicazione

Il blitz dei vandali ha fatto danni in un centro per le vaccinazioni anti-Covid in provincia di Mantova. Chi si sia introdotto nella notte tra lunedì e martedì 17 agosto nel polo vaccinale di Castiglione delle Stiviere ancora non si sa. Ma si sospetta che l’azione sia collegata a una protesta No vax. Non sono però ancora giunte rivendicazioni.

Ignoti hanno distrutto a martellate i computer, rubati gli hard disk e rovesciati per terra i frigoriferi che per fortuna non contenevano dosi di vaccino. Il personale sanitario e amministrativo si sono accorti del fatto al momento dell’apertura, la mattina dopo alle 7, per riprendere la campagna vaccinale che però è stata sospesa  a causa dei danni causati dall’irruzione dei vandali.

Adesso bisognerà sostituire tutti i computer per cui l’operatività del centro, allestito all’interno di una palestra e affidato da Asst alla gestione del gruppo privato Mantova Salus, riprenderà domani. I vandali prima di fuggire hanno abbandonato i computer distrutti nel giardino della palestra, portando con loro gli hard disk che, però, risultano vuoti, senza i dati delle persone vaccinate dato che i pc del centro sono collegati al server di Poste italiane. 

Anche i frigoriferi, sbattuti per terra, erano vuoti: è utilizzato infatti solo il quantitativo da smaltire ogni giorno, per cui alla sera, al momento della chiusura, nulla resta nei congelatori del centro. Sul fatto stanno indagando i carabinieri che hanno già visionato i filmati delle telecamere.