Nuovo digitale terrestre,


Nuovo digitale terrestre, ecco i canali test: “Verifica se la tua tv va cambiata”

articolo: https://www.repubblica.it/economia/2020/01/16/news/nuovo_digitale_terrestre_ecco_i_canali_test_verifica_se_la_tv_va_cambiata_-245899890/?ref=RHRS-BH-I245909692-C6-P2-S1.6-T1

Ai numeri 200 e 100 del telecomando, gli apparecchi compatibili mostreranno la scritta “Test HEVC Main10” che identifica lo standard di trasmissione obbligatorio dal 2022. Per fare questo controllo, può servire una risintonizzazione completa

T2

La scritta sul canale test 200 ma è attivo anche sul 100

ROMA – Ora le famiglie possono verificare, in maniera molto semplice, se il proprio televisore va cambiato oppure no. Due canali test, raggiungibili con il telecomando, ci diranno se l’apparecchio è compatibile con la nuova tecnologia di trasmissione del segnale in digitale terrestre (il Dvb-T2).

Il primo dei due canali test, già attivo, si trova al numero 200 del telecomando. Una volta digitato questo numero (200), sullo schermo apparirà una scritta “Test HEVC Main10”. Questa formula, abbastanza misteriosa, indica con precisione lo standard di trasmissione che diventerà obbligatorio dal giugno del 2022. continua a leggere

Bonus per tv e decoder, ecco tutti i prodotti compatibili – articolo: https://www.repubblica.it/economia/2019/11/29/news/bonus_per_tv_e_decoder_ecco_i_prodotti_compatibili-242217123/

Smog, a Milano “situazione allarmante:


Smog a Milano, lo sciopero Trenord blocca i divieti più rigidi. E Torino ferma i diesel Euro 5

Smog, a Milano “situazione allarmante: siamo in emergenza”. Il Comune anticipa a oggi i divieti di secondo livello

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/01/14/news/smog_milano_misure_regione_divieti_diesel_riscaldamenti-245769782/

Siamo in emergenza smog e la sequenza di superamenti dei livelli limite di Pm10 nell’aria è allarmante“: a dirlo senza giri di parole è l’assessore alla Mobilità del Comune di Milano Marco Granelli. Che annuncia: le misure antismog di secondo livello del ‘Protocollo arià della Regione Lombardia vengono anticipate di due giorni. Oggi, mercoledì 15 gennaio, quindi, scattano le misure aggiuntive: stop ai veicoli diesel trasporto persone fino a Euro 4 e trasporto merci (veicoli commerciali) fino a Euro 3 dalle 8.30 alle 18.30 anche sabato, domenica e festivi e trasporto merci (veicoli commerciali) Euro 4 dalle 8.30 alle 12.30 dal lunedì alla domenica, festivi inclusi. L’ordinanza prevede anche il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con prestazioni energetiche e ambientali che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle. Misure, queste, che si aggiungono a quelle del primo livello (limitazioni per i veicoli fino a Euro 4 diesel in ambito urbano, obbligo spegnimento motori in sosta, limitazione all’uso di generatori a biomassa legnosa di classe inferiore alle 2 stelle compresa, riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni, divieto di spandimento liquami zootecnici e divieto assoluto di combustioni all’aperto come accensione di fuochi, falò, barbecue, fuochi d’artificio) e ai divieti di Area B. continua a leggere

Napoli, incidente in metro: scontro tra treni della linea 1


Napoli, incidente in metro: scontro tra treni della linea 1

articolo: https://www.corriere.it/cronache/20_gennaio_14/incidente-metro-napoli-linea-1-oggi-metropolitana-anm-deef34a8-36a0-11ea-8c20-22605fcc4a4b.shtml

Napoli, 14 gennaio 2020 – Tre treni della linea 1 della metropolitana di Napoli si sono scontrati intorno alle 7:45 del mattino, appena fuori dalla stazione Piscinola. Ci sono diversi feriti, nessuno dei quali in pericolo di vita. Una sola persona è ancora ricoverata: si tratta di un macchinista che ha riportato un trauma toracico ed è in stato di shock. Gli altri sei feriti sono stati curati in ospedale e subito dimessi. La circolazione dei treni è stata sospesa sull’intera tratta.

Lo scontro – Il tamponamento a catena è avvenuto questa mattina e ha coinvolto un convoglio appena uscito dal deposito, uno che aveva già caricato passeggeri a bordo (era appena partito dal binario 2 della stazione di Piscinola) e un terzo treno, ancora senza passeggeri. L’impatto è avvenuto tra le stazioni di Colli Aminei e Piscinola, all’altezza della strettoia dopo la fermata dei Colli Aminei. L’urto avrebbe fatto saltare tre porte del convoglio. continua a leggere

Risultati immagini per Incidente metro Napoli

Nevicata a Milano del 1985


Gelo e neve in Italia: la storica nevicata del gennaio 1985

1985-3

Nevicata a Milano del 1985, 35 anni fa la città paralizzata sotto 90 centimetri di neve

articolo: https://milano.corriere.it/foto-gallery/cronaca/20_gennaio_13/milano-gennaio-1985-35-anni-fa-nevicata-secolo-a20f49ee-35db-11ea-a772-b07894fd2c68.shtml

Si mobilitò perfino l’esercito a Milano nel gennaio del 1985 per quella che è rimasta nella storia come la «nevicata del secolo». La neve cominciò a cadere il 13, con la minima a 13 gradi sotto zero. Il 14 gennaio la città si svegliò sotto 25 centimetri di «fiocca». A mezzogiorno, per terra, erano già 40 i centimetri e ancora non smetteva:50, 60, 70… Arrivò fino a 90 centimetri.

Alcuni scatti di Milano durante la grande nevicata del Gennaio 1985

immagini.quotidiano.jpg

22dor15f1_MGTHUMB-INTERNA.jpg

la-grande-nevicata-del-1985-quella-cantata-dai-bluvertigo-compie-trentanni_a86f4592-9be3-11e4-b09c-dd0b12ce6a31_998_397_original.jpg

Gennaio 1985, ore 2,00: crolla il palazzetto
sotto la neve. Addio al tempio dello sport palazzetto-crollo-3-kGWG-U430501078252818ms-590x445@Corriere-Web-Milano.jpg

18/01/1985 – Velodromo Vigorelli – la tettoia crollata sotto il peso della neve

Immagine correlata

 

 

Agg. infortunio Demiral


Demiral, lesione del legamento crociato: operato, stagione praticamente finita

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/13-01-2020/demiral-lesione-legamento-crociato-sara-operato-prossimi-giorni-36063039576.shtml

Lesione del legamento crociato anteriore con associata lesione meniscale. La brutta notizia per Merih Demiral era nell’aria ed è arrivata intorno all’ora di pranzo dopo gli esami del mattino. Demiral era stato ripreso, in stampelle come nella notte, all’entrata e all’uscita dal J Medical, l’area in cui i giocatori fanno visite mediche ed esami. Esami che avrebbero confermato le preoccupazioni delle ultime 12 ore. Merih, come Zaniolo, a questo punto può sognare un rientro lampo per l’Europeo: è stato una delle grandi sorprese della Turchia che ha chiuso al secondo posto il gruppo della Francia e meriterebbe il grande palcoscenico. continua a leggere

Roma, Zaniolo choc: STAGIONE FINITA! – Juventus, Demiral, infortunio…….


FBL-ITA-SERIEA-ROMA-JUVENTUS

Staff medics tend to AS Roma’s Italian midfielder Nicolo Zaniolo (R) after he was injured during the Italian Serie A football match AS Roma vs Juventus on January 12, 2020 at the Olympic stadium in Rome. (Photo by Andreas SOLARO / AFP) (Photo by ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images)

È rottura del crociato e lesione del menisco, lunedì l’operazione

articolo: https://www.calciomercato.com/news/roma-zaniolo-in-lacrime-per-infortunio-lascia-il-campo-in-barell-50287

Pessime notizie per la Roma e la Nazionale, si è infortunato Nicolò Zaniolo nel match contro la Juve. Un infortunio grave, che costringerà il giocatore giallorosso a un lunghissimo stop. Per Zaniolo è rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro con associata lesione meniscale. Lunedì mattina il giocatore verrà operato a Villa Stuart dal Professor Mariani. La sua stagione è da considerarsi finita perché non rientrerà prima di 5 mesi.

ZANIOLO KO – Durante la partita coi bianconeri, dopo una cavalcata palla al piede da un’area di rigore all’altra, Zaniolo è caduto subendo fallo di De Ligt e Rabiot. Il giocatore ha immediatamente chiesto il cambio (al suo posto è entrato Under) per un infortunio al ginocchio destroZaniolo ha lasciato il campo in lacrime in barella ed è stato subito trasportato in ambulanza a Villa Stuart per valutare l’infortunio con gli esami strumentali. Dopo i controlli e il consulto col professor Mariani, Zaniolo ha abbandonato la clinica per tornare a casa a trascorrere la notte. Lunedì verrà operato dal professor Mariani e poi saranno più chiare le tempistiche di recupero in chiave Europeo. 

Demiral, infortunio al ginocchio in Roma-Juve.

download.jpg

articolo: https://sport.sky.it/calcio/serie-a/2020/01/12/infortunio-demiral-roma-juve-news

Dalla gioia al dolore, tutto in 16 minuti. Dal gol del vantaggio, segnato al 3′, all’infortunio che lo ha costretto ad uscire al 19′: questo il riassunto del Roma-Juventus di Merih Demiral. Il difensore bianconero è uscito a causa di un problema al ginocchio rimediato dopo un duello aereo con Kolarov. Demiral è caduto male dopo un salto altissimo e si è immediatamente buttato a terra dolorante, richiamando l’attenzione dei compagni di squadra e dello staff medico bianconero. Demiral è uscito dal campo con le sue gambe e ha anche invitato Sarri ad attendere prima di effettuare la sostituzione. La sua tenacia, però, non è bastata: il difensore è stato costretto ad uscire pochi minuti dopo, sostituito da De Ligt. Lo staff medico della Juventus ha confermato la distorsione al ginocchio, mentre bisogna attendere gli esami strumentali per capire se sono interessati anche i legamenti (collaterale o crociato). 

È morto Giampaolo Pansa


215832529-2dcbc77e-5278-4bef-b461-bc8cd7415ae5

articolo: https://www.repubblica.it/robinson/2020/01/12/news/e_morto_giampaolo_pansa_giornalista_e_scrittore-245628888/?ref=RHPPLF-BH-I245628621-C8-P1-S1.8-T1

È morto a Roma a 84 anni Giampaolo Pansa, protagonista del giornalismo italiano. Inventore di uno stile, ha lasciato un segno nelle testate a cui ha collaborato. Nella sua biografia professionale un ruolo importante hanno avuto Repubblica e l’Espresso. All’attività di giornalista ha affiancato il lavoro dello storico, dai saggi giovanili sulla guerra partigiana ai bestseller degli anni Novanta e Duemila dedicati ai temi controversi della guerra civile. Lascia l’amata compagna Adele Grisendi. Due anni fa il grande dolore per la scomparsa del figlio Alessandro, ex amministratore delegato di Finmeccanica.

 

Facebook cambia look, in arrivo la nuova versione con dark mode


articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/social-network/2020/01/12/news/facebook_cambia_look_la_nuova_versione_con_dark_mode-245613085/

12 gennaio 2020 – ADDIO vecchia grafica, Facebook sta per cambiare look. La piattaforma social, secondo Cnet, vedrà trasformata la sua interfaccia su desktop entro la primavera. Nella nuova versione per i computer ci sarà anche il dark mode che stanca meno la vista, già previsto per Whatsapp e adottato da numerose applicazioni per dispositivi mobili, tra cui Messenger e Instagram, Twitter e YouTube. continua a leggere

È morto il batterista dei Rush, Neil Peart


È morto il batterista dei Rush, Neil Peart

Neil Ellwood Peart, meglio noto come Neil Peart OC (Hamilton, 12 settembre 1952 – Santa Monica, 7 gennaio 2020), è stato un batterista, paroliere e scrittore canadese, noto per la sua militanza nel gruppo musicale rock progressivo Rush.

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/01/11/news/e_morto_il_batterista_dei_rush_neil_peart-245472666/?ref=RHPF-VZ-I187397577-C6-P5-S4.2-T1

11 gennaio 2020 – È morto in California all’età di 67 anni Neil Peart, batterista e paroliere del famoso gruppo rock progressive Rush; aveva un cancro al cervello. Lo ha annunciato ieri la band canadese. “È col cuore spezzato che condividiamo la terribile notizia che il nostro amico, fratello e partner Neil ha perso martedì la sua battaglia di 3 anni e mezzo contro il glioblastoma”, continua a leggere

Neil Peart Drum Solo – Rush Live in Frankfurt

“Tom Sawyer” by Rush (Time Machine Tour 2011: Live In Cleveland)

 

E’ morto Giovanni Custodero


105316861-be68a6bb-060a-4e90-8995-1fa713750dd9

E’ morto Giovanni Custodero, l’ex calciatore di 27 anni che aveva scelto la sedazione profonda

articolo: https://bari.repubblica.it/cronaca/2020/01/12/news/si_e_spento_giovanni_l_ex_calciatore_di_27_anni_che_aveva_scelto_la_sedazione_profonda-245570953/?ref=RHPPLF-BH-I245572021-C8-P13-S1.8-T1

BRINDISI. Giovanni Custodero, il guerriero sorridente, ha deposto le armi. Si è spento nella notte tra sabato 11 e domenica 12 gennaio, dopo aver lottato per quattro anni contro un sarcoma osseo che prima l’ha costretto all’amputazione di una gamba, poi si era ripresentato aggredendo femori, clavicola sinistra e cranio e costringendolo a cinque interventi e sedute di chemio e radioterapia.

Nel giorno dell’Epifania il 27enne originario di Pezze di Greco, ex portiere di calcio a 5 con la maglia del Fasano, aveva annunciato la fine della sua partita per la vita: “Sarò sedato – aveva scritto il giovane su Facebook – e potrò alleviare il mio malessere”. continua a leggere

Incendio nella notte in un colorificio a Lucca, alta nube di fumo


articolo: https://firenze.repubblica.it/cronaca/2020/01/08/news/incendio_nella_notte_in_un_colorificio_a_lucca_alta_nube_di_fumo-245243713/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P9-S1.6-T1

San Filippo (Lucca), 08 gennaio 2020 – Il magazzino di un colorificio a San Filippo (Lucca) è andato distrutto in un incendio scoppiato la scorsa notte. Intorno alle tre le fiamme, forse causate da un corto circuito, hanno mandato in fumo i circa mille metri quadrati del capannone adiacente al reparto vendite. L’allarme è stato dato dai residenti svegliati dai forti scoppi provenienti dal rogo.

Sul posto sono arrivate quattro squadre, provenienti da Lucca, Pistoia e Massa (Massa Carrara) che sono riuscite a contenere l’incendio e ad impedire alle fiamme di raggiungere il magazzino delle vernici e dei solventi. I danni sono ingenti e l’attività, al momento, è sospesa. Il colorificio dà lavoro ad oltre venti persone.

A seguito dell’alta nube di fumo che si è levata dall’incendio, il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini ha firmato un’ordinanza in cui si raccomanda ai cittadini residenti in una fascia di 500 metri dal magazzino di tenere chiuse le finestre, in special modo se dovessero avvertire forte odore di fumo.

In fiamme il magazzino del colorificio Bevilacqua

NoiTv Lucca

9200 iscritti
ISCRIVITI
LUCCA – Fiamme nella notte al magazzino del colorificio Bevilacqua in via Ingrillini. Intorno alle tre un incendio, forse causato da un corto circuito, ha distrutto i circa mille metri quadrati del capannone adiacente al reparto vendite.

Calcio, l’Antitrust contro 9 società di serie A


articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2020/01/07/calcio-lantitrust-contro-9-societa-di-serie-a_8833d79b-04bf-4e45-963c-74b7fddc6119.html

“Clausole vessatorie nei contratti d’acquisto di abbonamenti e biglietti per le partite”

Inter , Milan, Roma, Lazio, Juventus, Cagliari, Genoa, Udinese, Atalanta sono le 9 società di serie A nel mirino dell’Antitrust che ha avviato 9 procedimenti istruttori per “clausole vessatorie nei contratti di acquisto di abbonamenti e biglietti per le partite“. Si tratta, in particolare, di clausole che non riconoscerebbero il diritto ad ottenere il rimborso di tutto o parte dell’ abbonamento o del singolo biglietto, in caso di chiusura dello Stadio, di rinvio di partita e di ottenere risarcimenti per fatto della società .
L’attività istruttoria in corso fa seguito – si legge in una nota dell’Antitrust – al mancato accoglimento dell’invito rivolto dall’Autorità alle nove società lo scorso 8 maggio 2019, tramite una comunicazione di moral suasion con la quale era stato richiesto ai club di adottare iniziative dirette a rimuovere le evidenze appena richiamate. A queste richieste hanno risposto positivamente solo le società Bologna Football Club 1909 S.p.A. e Parma Calcio 1913 S.r.l.. Queste ultime – sottolinea l’Antitrust – hanno “effettivamente modificato le loro condizioni generali di contratto, con la rimozione dei profili di possibile vessatorietà ivi rilevati nelle rispettive lettere di moral suasion. Per queste due ultime società sono stati archiviate le rispettive procedure. continua a leggere

Australia, oltre 180 persone arrestate per incendio doloso.


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/01/07/news/australia_arresti_dolo_incendi_emergenza-245143888/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P4-S1.8-T1

Il 70 per cento dei piromani è minorenne. Da settembre le fiamme he devastano l’Australia hanno causato almeno 25 vittime. Ora il timore è che due enormi incendi negli altopiani meridionali possano unirsi per diventare un “mega incendio”. Ieri Canberra ha registrato la peggiore qualità dell’aria al mondo: cittadini dotati di 100mila maschere per la respirazione

SYDNEY – Le autorità australiane hanno arrestato oltre 180 persone per aver appiccato deliberatamente incendi boschivi, in particolare 29 incendi sono stati deliberatamente causati nella regione di Shoalhaven nel sud-est del Nuovo Galles del Sud in soli tre mesi. Gli arresti sono stati effettuati in relazione a incendi dolosi appiccati nel Nuovo Galles del Sud, a Queensland, Victoria, nell’Australia Meridionale e in Tasmania.

Da settembre le fiamme he devastano l’Australia hanno causato almeno 25 vittime. Ora il timore è che due enormi incendi negli altopiani meridionali possano unirsi per diventare un “mega incendio”.

In particolare, nel Nuovo Galles del Sud 183 persone sono state accusate di reati relativi agli incendi boschivi da novembre, mentre 24 sono state arrestate per aver provocato deliberatamente incendi. In Victoria, 43 sono le persone accusate di incendi dolosi nel 2019, mentre nel Queensland 101 persone sono state arrestate, il 70 per cento di loro è minorenne. continua a leggere

Morti sul lavoro, l’anno più nero in Lombardia


Morti sul lavoro, l’anno più nero in Lombardia: mai così tanti nell’ultimo decennio

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/01/06/news/morti_infortuni_sul_lavoro_lombardia_dati_2019-245087341/

Nel 2019 l’Ats ha registrato in cantieri, fabbriche e campagne 67 vittime, esclusi quelli morti per malori o per incidenti stradali legati agli spostamenti di lavoro. La Cgil: “La Regione fa poco per la prevenzione”

Il file Excel, un lungo elenco con 67 celle in fila una sotto l’altra, descrive in maniera forse burocratica ma implacabile la storia di ognuno di loro, anzi, degli ultimi istanti della loro vita. Lavoratori italiani, la maggior parte; ma anche albanesi, romeni, della Costa d’Avorio. Artigiani, domestiche, elettriciste, operai. E poi viene menzionato anche il rapporto di lavoro: c’è anche un “avventizio”, che sembra la definizione di una persona capitata lì per caso. Fatto avvenuto il 10 dicembre ad Agnadello ( Cremona): “L’infortunato è precipitato da un’altezza di sei metri mentre stava eseguendo la potatura con un cestello”. Fine, quasi semplice nella sua disgrazia. Mai così male come il 2019, negli ultimi dieci anni. E anche se sono numeri, dietro c’è molto di più: 67 morti sul posto di lavoro in Lombardia, 13 nel territorio della città metropolitana. Sono i dati delle Ats ( Agenzia di tutela della salute) e sono drammatici perché raccontano come, ancora adesso, sulla sicurezza si fa troppo poco. L’anno migliore del decennio era stato il 2015, con 31 infortuni mortali. Meno della metà dell’anno appena terminato. continua a leggere

Osservatorio Indipendente  morti per infortuni sul lavoro

Opera di Carlo Soricelli “Morti bianche”

Blog da visitare:

Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro: 

http://cadutisullavoro.blogspot.com/

L’unico sito in Italia che monitora in tempo reale i morti sul lavoro, attivo dal 1° gennaio 2008

Curatore Carlo Soricelli tecnico metalmeccanico in pensione e pittore sociale da 50 anni

Su Facebook

https://www.facebook.com/carlo.soricelli

https://www.facebook.com/osservatorioindipendente/

https://www.instagram.com/pittorepranico/channel/?hl=it

Su questo Blog da visitare la pagina: 

https://alessandro54.com/morti-bianche/

Auguri al ragazzo della via Gluck


 Adriano Celentano compie 82 anni

articolo & foto: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/01/06/foto/adriano_celentano_compleanno_82_anni_milano_via_gluck-245080324/1/#1

Auguri al ragazzo della via Gluck: Adriano Celentano compie 82 anni

Compie 82 anni il Molleggiato della musica italiana: Adriano Celentano è nato a Milano il 6 gennaio 1938. Nelle foto, alcuni dei suoi momenti milanesi: dalla via Gluck cantata in una   delle sue canzoni più famose all’Ambrogino d’oro consegnato al cantante nel 1989 dal sindaco Paolo Pillitteri, passando per foto in piazza Duomo e con gli amici d’eccezione Dario Fo, Enzo Jannacci, Enrico Intra e Franco Cerri.

Adriano Celentano – Il ragazzo della Via Gluck  – dal LIVE di Verona ROCKECONOMY

Adriano Celentano – Svalutation – Live Verona

Adriano Celentano – Live Un albero di trenta piani – 29.11.2019

Adriano Celentano Chi non lavora non fa l’amore 1970

A fuoco fabbrica nel pescarese, fumo e ingenti danni


A fuoco fabbrica nel pescarese

Risultati immagini per A fuoco fabbrica nel pescarese, fumo e ingenti danni

articolo: http://www.ansa.it/abruzzo/notizie/2020/01/05/a-fuoco-fabbrica-nel-pescarese-fumo-e-ingenti-danni-2_7fb6390e-975b-4da4-9a39-2ba4f4d64762.html

(ANSA) – Villanova Di Cepagatti (Pescara), 5 gennaio 2020 – Occorreranno ancora diverse ore di lavoro ai vigili del fuoco per domare le fiamme che da questa mattina, prima delle sei, sono divampate nell’azienda Isolbit di Villanova di Cepagatti (Pescara) specializzata nel recupero e nel riciclo di materiale plastico. La vastità dell’area interessata dalle fiamme e proprio la presenza di plastica in grandi quantità non aiuta le operazioni e il lavoro delle numerose squadre dei vigili del fuoco che sono all’opera interrottamente da oltre cinque ore, con l’utilizzo anche di schiumogeni.
Nella zona sono presenti i tecnici dell’Arta Abruzzo oltre ai carabinieri del Comando Provinciale di Pescara, coordinati dal tenente Giovanni Rolando. Gli inquirenti, sulle cause dell’incendio, al momento tengono aperte tutte le piste. Solo dopo la messa in sicurezza della fabbrica e la bonifica, e dunque un sopralluogo dei tecnici, si potrà avere un quadro più chiaro della situazione. Allarme fra i residenti della zona per la densa colonna di fumo visibile fino a diversi chilometri di distanza già dall’alba.(ANSA)

 

 

 

Strage in Alto Adige: auto su pedoni, 6 morti in Valle Aurina


articolo: http://www.ansa.it/trentino/notizie/2020/01/05/auto-su-pedoni-6-morti-in-valle-aurina_218047c9-cce1-4f10-b1a0-49cf6929469c.html

E’ di 6 morti e 11 feriti il bilancio di un tragico incidente stradale avvenuto la scorsa notte a Lutago, in Valle Aurina in Alto Adige. Secondo le prime informazioni, verso le ore 1.15 un’auto ha centrato a grande velocità un gruppo di persone che si trovava sul bordo della strada. Le vittime sono tutti giovani cittadini tedeschi fra i 20 ed i 25 anni di età. Dopo aver passato la serata in un locale, la comitiva si trovava accanto a un pullman turistico quando è stata centrata in pieno da un’automobile.

Sei giovani sono morti sul colpo, mentre 11 hanno riportato ferite. Tre sono in gravi condizioni. continua a leggere

Il cantante Franco Ciani morto sucida.


Il cantante Franco Ciani morto sucida. Oberato dai debiti, era stato sposato con Anna Oxa

Risultati immagini per Franco Ciani, morto suicida

articolo: https://www.corriere.it/spettacoli/20_gennaio_05/cantante-franco-ciani-morto-sucida-oberato-debiti-era-stato-sposato-anna-oxa-92d01f26-2f8c-11ea-8ee1-1d9fce076d0e.shtml

Fidenza, 05 gennaio 2020 – Oxa e autore di successi come Tutti i brividi del mondo (scritto proprio per Anna Oxa) e Ti lascerò (cantato da Fausto Leali e Oxa, vinse il Festival di Sanremo 1989). Il corpo è stato trovato dal personale di un albergo di Fidenza venerdì mattina. L’artista si sarebbe tolto la vita con un sacchetto di plastica e prima di compiere il tragico gesto ha modificato l’account di WhatsApp sostituendo la sua foto con quella di un angelo. In un biglietto destinato al suo impresario Nando Sepe ha spiegato le ragioni del suo gesto riconducibili a problemi economici e professionali, ultimo dei quali il fatto che una sua canzone affidata alla ex Matia Bazar Roberta Faccani non sia stata accettata al Festival di Sanremo. continua a leggere

Anna Oxa & Fausto Leali – Ti lascerò – Sanremo 1989

Pino Daniele, il ricordo a cinque anni dalla morte


Pino Daniele, il ricordo a cinque anni dalla morte: il bluesman che ha fatto innamorare l’Italia

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/01/04/news/pino_daniele_il_ricordo_a_cinque_anni_dalla_morte-244904979/

Il 4 gennaio del 2015, a Roma, moriva il musicista che ha conquistato un intero Paese (e non solo) con la sua musica meticcia: il torrido suono nero del blues e il calore del mediterraneo.

Cinque anni senza Pino Daniele, ma bisognerebbe dire cinque anni senza Pino, come ricordando un amico fraterno. Perché, come sanno tutti quelli che hanno amato la sua musica, Pino Daniele è stato molto di più del celebrato artista che ci raccontano le cronache musicali ufficiali. Pino è stato per tanti anni una compagnia quotidiana, la voce calda che ci ha fatto innamorare del suono di Napoli, la città che negli anni Settanta ribolliva di blues, di echi di jazz e di rock anglosassoni ma, ancora, anche di tammurriate e di antichi suoni del Mediterraneo. continua a leggere

Pino Daniele – Napul’è live – The Place 2008

Pino Daniele – Quando

RadioItaliaLive –  IL CONCERTO – Piazza del Duomo Milano

 

Niente Var, cambierà il fuorigioco…


Niente Var, cambierà il fuorigioco millimetrico: la decisione dell’IFAB

Niente Var, cambierà il fuorigioco millimetrico: la decisione dell’IFAB

articolo: https://www.teleclubitalia.it/181951/niente-var-cambiera-il-fuorigioco-millimetrico-la-decisione-dellifab/

Il Var subirà ben presto delle modifiche, riguardo l’azione del fuorigioco. Ben presto saranno messi in discussione gli attuali parametri decisionali sui gol annullati per fuorigioco millimetrico. L’inserimento del VAR come sistema d’aiuto per gli arbitri avrebbe dovuto diminuire le polemiche. Invece tale assistenza sta ottenendo moltissime critiche. C’è chi considera il VAR un aiuto fondamentale, capace di rendere giustizia negli episodi controversi. Chi invece condanna questa innovazione, considerandolo un sistema poco incline all’agonismo e allo spettacolo.

Il fuorigioco millimetrico – Come riporta La Repubblica, il VAR apporterà delle modifiche riguardo il fuorigioco millimetrico. Difatti a breve sarà soltanto a discrezione degli arbitri a decidere quando vi è fuorigioco. Sarà, dunque la terna sul campo a decidere se vale la pena o meno annullare un gol per un off-side di pochi centimetri. Il segretario generale IFAB Lukas Brad ha ammesso in tal senso: “Un fuorigioco di un millimetro è fuorigioco di regola ma se per decretarlo servono 12 telecamere, è chiaro che non si tratta di un errore evidente”. Una novità questa che potrebbe essere sperimentata già nella Champions League 2020, a partire dagli ottavi di finale. Ma si imporrà solo gradualmente in Serie A e nei campionati che adottano il video assistant refree ormai da tempo. Con questa operazione, si restituisce potere ai guardalinee introducendo il concetto di tolleranza per tornare allo spirito originario del VAR: risolvere soltanto gli errori “chiari ed evidenti”, senza “arbitrare al video”.

Chi è L’IFAB ?: https://it.wikipedia.org/wiki/International_Football_Association_Board

L’IFAB: L’International Football Association Board (IFAB) è un organo internazionale (un’associazione di diritto svizzero), istituito a Londra nel 1886, che è composto di soli 8 membri, indipendente dalla FIFA (dal gennaio 2014) e dalle quattro Federazioni britanniche che la compongono (inglese, scozzese, gallese e nord-irlandese). L’IFAB ha il potere di stabilire qualsiasi modifica e innovazione delle regole del gioco del calcio a livello internazionale e nazionale, vincolando alla loro osservanza tutte le federazioni, organizzazioni e associazioni calcistiche, che svolgono il calcio a livello professionale e dilettantistico, escluso il solo livello amatoriale

Soggetti tenuti ad applicare il regolamento dell’IFAB – Gli otto membri che compongono l’IFAB detengono un potere unico e assoluto sulle regole del calcio, applicate negli stadi e sui campi dei cinque continenti.

Il testo unico del regolamento di gioco del calcio dell’IFAB è vincolante per gli arbitri, gli assistenti dell’arbitro, i calciatori, i dirigenti, sia per il calcio maschile sia per il calcio femminile. Le regole calcistiche sono tassative in ogni nazione, e possono essere solo integrate a livello nazionale, senza essere modificate, relativamente alle gare fra calciatori di età inferiore ai 16 anni e alle squadre femminili relativamente ad aspetti sottili, quali le dimensioni del terreno di gioco, la circonferenza e materiale del pallone, le dimensioni delle porte, la durata dei periodi di giuoco, le sostituzioni. Per quanto riguarda l’Italia nessun’altra modifica – tranne le suddette – può essere apportata dalla FIGC senza l’autorizzazione dell’IFA

Nel 2019 uccisi 49 giornalisti


Nel 2019 uccisi 49 giornalisti

La campagna della Federazione internazionale dei giornalisti

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/01/01/news/giornalisti_uccisi_2019-244781226/

Nel corso del 2019 in tutto il mondo 49 giornalisti sono stati uccisi a causa del loro lavoro. Nel suo rapporto annuale la Federazione internazionale dei giornalisti (Ifj) sottolinea che per quanto drammatico, il dato rappresenta una significativa riduzione rispetto al 2018, quando persero la vita 95 reporter, ed è il più basso dall’anno 2000, quando i morti furono 37. 
La Federazione rimarca inoltre che il minor numero di vittime non deve far dimenticare che “la violenza contro i giornalisti è ancora molto estesa”.

I Paesi in cui ci sono state vittime sono 18. Il più pericoloso per la stampa è il Messico, dove sono stati uccisi dieci giornalisti, tutti impegnati in indagini sulla corruzione o il narcotraffico. Seguono Afghanistan e Siria con cinque morti ciascuno, Pakistan (4) e Somalia (3). Yemen, Filippine, Brasile, Haiti e Honduras registrano ciascuno due giornalisti uccisi. continua a leggere

Australia continua l’emergenza…..


Australia, in migliaia intrappolati dalle fiamme in spiaggia: arrivano elicotteri e navi militari

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/01/01/news/australia_incendi-244736617/?ref=RHRS-BH-I244737660-C6-P16-S1.6-T1

01 gennaio 2020 

Altre tre vittime, sale a 16 il bilancio dei morti nei roghi. Inviati aiuti militari, cibo, acqua e carburante alle aree colpite

Altri tre morti negli incendi boschivi che stanno devastando l’Australia. E sono 16 le vittime degli ultimi mesi. Una persona risulta dispersa. Gli incendi hanno anche distrutto centinaia di case e causato tre feriti nello Stato situato nel sud-est del Paese, colpito da roghi incontrollati dallo scorso settembre. I pompieri stanno combattendo le fiamme e stanno provando a contattare le comunità approfittando di un calo delle temperature prima di sabato quando sono previsti 40 gradi. Lo ha dichiarato il vice commissario di polizia del Nuovo Galles del Sud, Gary Worboys, in una conferenza stampa a Sydney.

Vedi articoli precedenti: https://alessandro54.com/?s=incendi+australia

Australia: militari e navi da guerra contro gli incendi

Australia, i pompieri attraversano la foresta infuocata

Germania, incendio allo zoo


Germania, incendio allo zoo fa strage di scimmie. Sopravvivono sette gorilla

1577960776_5e0dc54836c17

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/01/01/news/germania_un_incendio_fa_strage_di_scimmie_sopravvive_solo_una_famiglia_di_gorilla-244762662/

Le fiamme, forse provocate dai fuochi d’artificio, hanno ucciso trenta animali, tra cui una decine di scimmie, nella struttura di Krefeld, poco a nord di Düsseldorf. E’ sopravvissuta una famiglia di sette gorilla, lontana dal luogo dell’incidente

Berlino, 01 gennaio 2020 – Alla fine, sono sopravvissuti solo Kidogo e la sua famiglia: i sette gorilla, ospitati in una gabbia lontano dalla “Casa delle scimmie”. Tutti gli altri primati sono morti nell’incendio divampato nello zoo di Krefeld, poco a nord di Düsseldorf, in Nord Reno-Westfalia. Scimpanzé, oranghi, cebidi, scimmie scoiattolo, ma anche volpi e pipistrelli sono rimasti uccisi fra le fiamme.

La prima chiamata ai vigili del fuoco è arrivata poco dopo la mezzanotte, ma i pompieri non sono riusciti a domare il fuoco. Secondo la stampa locale, l’intervento è stato inutile anche perché la sorveglianza antincendio del passato è stata soppressa per motivi di costo. L’incendio ha raso al suolo l’intero enorme edificio dedicato alle scimmie. continua a leggere

Strage di scimmie in uno zoo tedesco. Incendio causato da lanterne cinesi

euronews (in Italiano)

167.000 iscritti

ISCRIVITI
30 animali sono morti nell’incendio scoppiato nella notte di Capodanno allo zoo di Kerfeld. La polizia avrebbe ritrovato delle lanterne volanti, probabile causa del rogo…

Capodanno si inizia a contare……


Ma i “botti” di capodanno sono proprio necessari?

Immagine correlata


Botti di Capodanno, torna l’incubo nella notte di San Silvestro: un morto, 204 feriti

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/01/01/news/botti_cade_per_spegnere_rogo_muore_26enne_ad_ascoli-244731353/?ref=RHPPLF-BH-I244731354-C8-P1-S1.8-T1

Dal 2014 non si registravano decessi. Pesante il bilancio nel Napoletano: 48 feriti. Ad Ascoli Piceno un 26enne è deceduto per evitare un incendio. Hanno perso una mano un 36enne a Frascati e un 20enne a Catania. 

ROMA. E’ di un morto e di 204 feriti – 11 dei quali gravi – il bilancio dei botti di fine anno reso noto dalla polizia. Dal 2014 non si registravano decessi. Un Capodanno tragico nelle città d’Italia teatro di incidenti causati da botti e petardi durante nella notte di San Silvestro. Nonostante i divieti, le raccomandazioni e i sequestri dei giorni scorsi, allo scoccare della mezzanotte e nelle ore seguenti si è festeggiato il nuovo anno con esplosioni che hanno avuto conseguenze drammatiche. continua a leggere


Botti di Capodanno, 48 feriti a Napoli e provincia, tre sono minori. Diciannovenne colpita da un proiettile vagante ad Aversa

articolo: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2020/01/01/news/botti_di_capodanno_48_feriti_a_napoli_e_provincia_tre_sono_minori_ricoveri_in_ospedale_per_abuso_di_alcolici-244736120/

Al Cardarelli amputata la mano destra a un 41enne. Venti secondo i dati della Asl 1 le persone sottoposte ad accertamenti per aver bevuto troppo. Anche a Salerno dieci persone in ospedale per i festeggiamenti del 2020

Sono 48 i feriti della “guerra” dei botti di Capodanno a Napoli (22) e in provincia (26), secondo quanto fa sapere la questura. Quarantasei sono stati feriti da petardi, due da arma lanciarazzi. Risultano coinvolti anche tre minorenni.

Un uomo di 41 anni ha subito l’amputazione della mano destra al Cardarelli di Napoli per le conseguenze dell’esplosione di un botto. continua a leggere


Capodanno, i petardi feriscono 14 persone: in tre perdono la mano

Gli incidenti più gravi a Milano, Cuggiono e Limbiate

articolo: https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/feriti-petardi-1.4961219

Milano, 1 gennaio 2020 – Intossicazioni etiliche e gravi ferite da petardi, l’altra faccia della festa per il Capodanno a Milano. continua a leggere

Per quanto riguarda gli incidenti con i petardi, purtroppo un triste classico del Capodanno, tre i casi più gravi in cui si è resa necessaria l’amputazione o la semi-amuputazione della mano. A Cuggiono, poco prima dell’una, un ragazzo di 14 anni ha rimediato l’amputazione della mani sinistra e ustioni di primo grado al volto a causa di un petardo inesploso; a Limbiate, poco dopo mezzanotte e mezza, un 24enne ha dovuto fare i conti con la semi-amputazione di cinque dita e un’abrasione all’orecchio; in via Lessona angolo via Capuana, nel quartiere di Quarto Oggiaro a Milano, quando erano ancora le 20.30, la deflagrazione di un petardo inesploso ha coinvotlo quattro ragazzini, il più grave dei quali, un 16enne, ci ha rimesso la mano destra. continua a leggere

Incendi in Australia……….


Risultati immagini per Incendi in Australia

Incendi in Australia, altri due morti e 4 mila persone in fuga nelle spiagge

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2019/12/31/news/incendi_in_australia_4_mila_persone_intrappolate_nelle_spiagge-244678010/?ref=RHPPLF-BH-I244678012-C8-P11-S1.8-T1

Temperature che sfiorano i 50 gradi, dodici vittime dall’inizio dei roghi. Cinque dispersi. E le fiamme lambiscono anche Sydney e Melbourne

SYDNEY – Altre due persone sono morte nel Nuovo Galles del Sud a causa dei violenti incendi che stano devastando l’Australia. E altre cinque risultano disperse, quattro nello stesso Stato e una in quello di Victoria. Inoltre quattromila persone, tra turisti e abitanti del posto, sono state costrette a cercare rifugio sulle spiagge nel sud-est, in particolare nella città costiera di Mallacoota (Victoria). Alcuni sono fuggiti in mare aperto a bordo delle loro barche, cercando di scappare da uno dei giorni peggiori mai registrati dall’inizio dei roghi partiti a settembre. Decine di proprietà sono state distrutte e almeno sette persone sono disperse negli stati del Nuovo Galles del Sud e Victoria, nel sud-est dell’Australia. In alcune zone, gli incendi sono così intensi e il fumo così denso che l’intervento degli aerei è stata addirittura interrotta. continua  a leggere

Australia: 260 incendi ancora attivi

31 dicembre 2019

euronews (in Italiano)

167.000 iscritti

ISCRIVITI
Non si placa l’emergenza. Colpiti soprattutto gli Stati Nuovo Galles del Sud e Victoria…

Australia devastata dagli incendi. Nel Nuovo Galles del Sud niente fuochi di Capodanno

30 Ddicembre 2019

Vedi anche Link del 26 novembre 2019: https://alessandro54.com/?s=incendi+australia

Sei anni fa il dramma di Schumacher


Risultati immagini per Sei anni fa il dramma di Schumacher

Sei anni fa il dramma di Schumacher, la speranza resta viva

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2019/12/29/sei-anni-fa-il-dramma-di-schumacher-la-speranza-resta-viva_2cc8483a-6cd1-4df0-85ed-2949dac551b9.html

Il 29 dicembre 2013, sei anni fa oggi, la vita di Michael Schumacher cambiò per sempre dopo il tragico incidente sugli sci a Meribel, sulle Alpi francesi, che gli causò un gravissimo trauma cranico. Schumi rimase in condizioni critiche e coma indotto per mesi e mesi e impiegò 254 giorni prima di lasciare l’ospedale per fare ritorno nella sua dimora a Gland, nel cantone di Vaud, sul lago di Ginevra. Da allora, sul sette volte iridato di Formula 1 è sceso il silenzio, circondato dall’affetto dei suoi cari, la moglie Corinna in primis, e di uno staff medico che lo segue passo passo. Da quel poco che si è saputo in questi anni, sono circa dieci gli esperti di riabilitazione, tra fisioterapisti, infermieri e accompagnatori, che aiutano la famiglia Schumacher nell’assistere Michael. “Niente è rimasto intentato per velocizzare la guarigione di Schumacher“, ha scritto la Bild, riportando, tra le altre cose, come gli venga fatto ascoltare il rombo del motore del suo vecchio bolide.
Dopo anni di silenzio e blackout, nel 2019 ci sono state però grandi novità: Schumi avrebbe visitato l’ospedale George Pompidou di Parigi in diverse occasioni e la scorsa estate sarebbe stato sottoposto a un trattamento sperimentale con cellule staminali. Secondo la testimonianza di un’infermiera riportata da ‘Le Parisien’, l’ex pilota sarebbe “cosciente” (“Ma si che è nel mio reparto e posso assicurarti che è consapevole e cosciente”, la frase anonima riportata dal quotidiano parigino).
Poi di nuovo il silenzio, salvo qualche breve parentesi aperta dalla moglie Corinna: “Potete stare certi che è nelle migliori mani possibili. continua a leggere

Roma, la cessione del club a ……..


Roma, la cessione del club a Friedkin è ad un passo

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/roma/2019/12/29/news/roma_venduta_a_friedkin-244600278/

ROMA – Da un americano all’altro. La Roma cambia proprietario, manca solo l’ufficialità nella trattativa tra James Pallotta e Dan Friedkin. Il magnate texano ha infatti accolto le richieste dell’attuale proprietà in un affare che complessivamente dovrebbe sforare i 750 milioni di euro, inclusi i 270 milioni di debiti della società e i 150 milioni già previsti per la ricapitalizzazione.

Sta quindi per chiudersi la stagione giallorossa di James Pallotta, proprietario del pacchetto di maggiortanza del club dal 2011, e nel totale controllo della società dal 2014. Una gestione sempre andata di pari passo con le esigenze di bilancio, che nel corso degli anni hanno determinato cessioni eccellenti di giocatori come Salah e Alllison. continua a leggere

Dan Friedkin                         James Pallotta

Risultati immagini per Dan Friedkin

Chi è Dan Friedkin ?

articolo: https://sport.sky.it/calcio/serie-a/2019/12/29/dan-friedkin-roma-chi-e#10

CHI È. Classe 1965, nato a San Diego in California ma texano d’adozione, Thomas Daniel Friedkin è il magnate statunitense a capo di un impero con 5.600 dipendenti e 12 società facenti capo alla holding di famiglia. Ereditata dopo la morte del padre Thomas nel 2017, lui che ricopriva la carica di Ceo dal 1995, la compagnia texana “The Friedkin Group” con base a Houston è presieduta proprio da Dan (Foto dal sito “The Friedkin Group”)

ISTRUZIONE E FAMIGLIA. Laurea alla Georgetown University e un Master in Business Administration alla Rice University nella formazione di Friedkin, sposato con Debra e padre di quattro figli. Risiede a Houston in Texas, ha due fratelli (Tomisu e Kenneth) oltre alla sorella Dorothy

PATRIMONIO. Secondo le stime di Forbes, il suo capitale personale è di 4,2 miliardi di dollari (3,67 miliardi euro) che lo colloca al 504° posto tra gli uomini più ricchi del mondo nella classifica della rivista statunitense. È inoltre il 25° uomo più facoltoso in Texas (Stato dall’altissima concentrazione di miliardari) e il 187° in America (Foto dall’account Twitter “The Friedkin Group”)

Barletta, incendio in azienda trattamento rifiuti:


Barletta, incendio in azienda trattamento rifiuti: distrutto capannone. Il Comune: chiudete le finestre

articolo: https://bari.repubblica.it/cronaca/2019/12/29/news/barletta_incendio_in_azienda_smaltimento_rifiuti_distrutto_capannone_nessun_pericolo_per_i_cittadini-244579038/

Barletta, incendio in azienda trattamento rifiuti: distrutto capannone. Il Comune: chiudete le finestre

Alla Dalena Ecologica al lavoro tre squadre di vigili del fuoco. Le fiamme, per cause ancora da stabilire, si sono sviluppate alle 6. Il vento per ora sposta il fumo lontano dalla città. Nota da Palazzo di città

Un grosso incendio divampato nella prima mattinata di domenica 29 dicembre nell’azienda Dalena Ecologica nella zona industriale sud di Barletta, in via Vecchia Madonna dello Sterpeto. L’azienda si occupa di recupero energetico da rifiuti nel settore calzaturiero.  Le fiamme si sono sviluppate intorno alle 6, a stabilimento vuoto e senza dipendenti all’interno. Distrutto un capannone: il tetto è crollato nell’arco di pochi minuti, poi ha ceduto anche un muro. continua a leggere

{}

Dal Comune è stata diffusa una nota nella qualesi invitano i cittadini a tenere chiuse le finestre delle abitazioni. “Grazie all’intervento dei vigili del fuoco – si legge nel comunicato – l’incendio è sotto controllo. Sul posto, oltre ai pompieri e alla polizia municipale, ci sono i carabinieri e i tecnici dell’Arpa Puglia. In via prudenziale si consiglia ai residenti della zona, quella industriale ma anche ai margini della stessa, di tenere le finestre chiuse“.

{}

Catania, letterina di Natale ai propri calciatori: “Trovatevi un’altra squadra”


articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/altri-campionati/27-12-2019/catania-letterina-natale-suoi-calciatori-trovatevi-un-altra-squadra-3502215871503.shtml

Il club di Serie C: “A causa dei debiti non si potrà far fronte agli adempimenti economici così come attualmente in essere. Ci sembra giusto che troviate una squadra…”. Stagione a rischio

Dieci giocatori invitati a trovarsi una nuova squadra, tutti gli altri elementi dell’organico invitati a ripensare a contratti e ingaggi. Il Catania deve fare quadrare i conti per sopravvivere e nei giorni scorsi ha spedito una lettera a tutti gli elementi dell’organico.
Qualcuno ha diffuso pubblicamente il messaggio informando il sito specialistico “TuttoC” ed è scoppiato il finimondo. Nella lettera c’è scritto: “Cari ragazzi, nel rinnovare a voi e alle vostre famiglie gli auguri di un Buon Natale e di un Felice Anno Nuovo, con la riapertura delle liste di trasferimento abbiamo il dovere di esporvi con chiarezza il quadro economico della ns. Società. Il Calcio Catania Spa per la ben nota situazione debitoria non potrà far fronte agli adempimenti economici così come attualmente in essere. La vita del Catania è primaria ad ogni cosa così che ci sembra giusto che troviate una squadra che vi garantisca di poter avere soddisfatte le vostre esigenze tecniche ed economiche. Nessuna pretesa sarà da noi avanzata alle eventuali squadre che si faranno avanti. Certi della vs. comprensione vi salutiamo cordialmente. Calcio Catania Spa”.

Vidal, clamorosa mossa: denuncia il Barça per premi non pagati!


43505

articolo: https://www.gazzetta.it/Calciomercato/27-12-2019/vidal-denuncia-barcellona-premi-bonus-inter-juventus-3502222269478.shtml

Battaglia legale tra il cileno e i blaugrana: secondo gli avvocati del calciatore, ballano 2,4 milioni di euro di bonus

Una denuncia per il mancato pagamento di 2,4 milioni di euro di bonus. La mossa a sorpresa di Arturo Vidal arriva nella serata del 27 dicembre. Nel momento in cui Inter e Juventus sono tornate a farsi sotto in vista del mercato di gennaio, il cileno ha deciso di portare il club che detiene il suo cartellino davanti alla Commissione mista della Liga e del sindacato calciatori, per dirimere una controversia, che, a quanto pare, va avanti da quasi un mese. continua a leggere