Scossa 6.5 al largo del Nicaragua, nessun rischio tsunami


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/americalatina/2021/09/22/scossa-6.5-al-largo-del-nicaragua-nessun-rischio-tsunami_5de1437d-a59a-4f59-a54a-d936309bfc76.html

epa09481239 A handout intensity shakemap made available by the United States Geological Survey (USGS) shows the location of a 6.5.-magnitude earthquake hitting off the Nicaragua coast, 22 September 2021. The epicenter was recorded by the USGS 78 kilometers south-west of Jiquilillo, Nicaragua at 30.7 km depth. EPA/USGS HANDOUT HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

Traduzione: epa09481239 Una shakemap dell’intensità della dispensa resa disponibile dall’United States Geological Survey (USGS) mostra la posizione di un terremoto di magnitudo 6.5 che ha colpito la costa del Nicaragua, il 22 settembre 2021. L’epicentro è stato registrato dall’USGS 78 chilometri a sud-ovest di Jiquilillo , Nicaragua a 30,7 km di profondità. Dispensa EPA/USGS DISPENSA SOLO PER USO EDITORIALE/NESSUNA VENDITA

Nicaragua, 22 settembre 2021

Un sisma di magnitudo 6.5 è stato registrato al largo delle coste occidentali del Nicaragua.
Lo rende noto lo United States Geological Survey, precisando che non ci sarebbero rischi di tsunami.

Il terremoto è avvenuto a 78 km a sud-ovest della località di Jiquilillo. Non ci sono al momento notizie su danni a persone o cose.
Secondo quanto riferito dall’agenzia statunitense, il sisma è avvenuto alle ore 3.57 locali (le 11.57 italiane). L’Istituto nicaraguense di studi territoriali (Ineter) ha spiegato che la scossa è “un evento legato ai processi tettonici della collisione tra le placche tettoniche Cocos e Caribe“.
L’organizzazione Centro Sismologico Euro-Mediterraneo (Csem) ha twittato che “sebbene questo terremoto sia forte (M6.5) è a distanza al largo, il che significa che sono improbabili danni“, sottolineando che “non è previsto uno tsunami“.

Cile, terremoto 6.4 in regione Bio Bio

articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2021/09/21/terremoti-cile-scossa-di-66-richter-in-regione-bio-bio_63303bb1-35ed-4426-bd6c-87ae98aca7e2.html

epa09479345 A handout shakemap made available by the United States Geological Survey (USGS) shows the location of a 6.5-magnitude earthquake hitting offshore Bio-Bio, Chile, 21 September 2021. The epicenter was recorded by the USGS 81 kilometers north-west of Arauco, Chile at 12.5 km depth. EPA/USGS HANDOUT HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

Traduzione: epa0epa09479345 Una shakemap messa a disposizione dall’United States Geological Survey (USGS) mostra la posizione di un terremoto di magnitudo 6,5 che ha colpito l’offshore di Bio-Bio, in Cile, il 21 settembre 2021. L’epicentro è stato registrato dall’USGS 81 chilometri a nord-ovest di Arauco , Cile a 12,5 km di profondità. Dispensa EPA/USGS DISPENSA SOLO PER USO EDITORIALE/NESSUNA VENDITA

Santiago del Cile, 21 settembre 2021

Una scossa di terremoto di magnitudo 6.4, seguita da varie repliche, ha interessato oggi in Cile la regione meridionale di Bio Bio, senza che per il momento si segnalino danni gravi o vittime. Lo riferisce la tv Canal 13.

Il primo e più importante sisma, ha precisato l’emittente, è stato registrato alle 10.14 (le 15.14 italiane) a 150 chilometri a nord-ovest di Lebu e a 10 chilometri di profondità. E’ durato una trentina di secondo ed è stato chiaramente avvertito dalla popolazione.
A questo sono seguite nella stessa zona almeno altre sei scosse, di magnitudo fra 3,2 e 4,3 gradi Richter, fino alle 11,19 lungo le coste della provincia di Arauco.

Da parte sua il Servizio idrografico e oceanografico della Marina militare cilena ha indicato attraverso un comunicato che il terremoto non ha le caratteristiche che possano generare uno tsunami sulle coste del Paese.

Nuovo digitale terrestre, le date dello switch-off. Come capire se la tv è compatibile


articolo: https://www.ilgiorno.it/cronaca/digitale-terrestre-switch-off-calendario-date-1.6828225

Il 15 ottobre inizia la migrazione al DBV-T2: parte la Sardegna. Dal 3 gennaio 2022 tocca alla Lombardia

Inizia il conto alla rovescia per il passaggio delle televisioni al nuovo digitale terrestre DBV-T2 che consentirà di sfruttare le nuove tecnologie di trasmissione legate alla rete 5G e di godere di una qualità e definizione più alteUn passaggio obbligato che costringerà milioni di italiani a cambiare televisione e per il quale è stato previsto un bonus rottamazione del governo. Quali sono i televisori che non funzioneranno più? La regola aurea è molto semplice. Al di là di ostici tecnicismi, basti sapere che le tv che non “prendono” i canali ad alta definizione dal 500 in avanti non potranno più essere utilizzati. O ancora più semplicemente basta sintonizzarsi sui canali 100 e 200 rispettivamente di Rai e Mediaset: se li vedete, la vostra tv è compatibile. In sintesi, andranno sostituiti qualcosa come 15 milioni di apparecchi. su cui a breve inizieranno a spegnersi alcuni canali. Ma ecco tutte le date e le istruzioni da conoscere per lo switch-off.

Il calendario

15 ottobre 2021segna anche l’avvio della migrazione alla nuova tecnolgia. Da questo giorno, infatti, le emittenti televisive hanno la facolta’ (ma non ancora l’obbligo, che arrivera’ a fine anno) di introdurre la codifica MPEG-4 per la distribuzione dei canali Tv. La Rai per esempio dovrebbe cominciare con i canali tematici, per poi passare a inizio 2022 a quelli generalisti. Successivamente comincera’ la road map per la dismissione della codifica MPEG-2: il passaggio consetira’ di avere su una stessa frequenza piu’ canali con una qualita’ migliore

15 novembre-18 dicembre 2021 – Lo switch off comincia in area 1A., ovvero la Sardegna.

3 gennaio-15 marzo 2022 – Si passa in area 2 per il nuovo digitale terrestre. Le Regioni: Valle d’Aosta, PiemonteLombardia tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano. Coinvolta anche anche l’area 3 con Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna tranne la provincia di Piacenza.

1 marzo-15 maggio 2022 – Parte l’area 4 con Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche

1 maggio- 30 giugno 2022 – Si chiude con l’area 1B: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania.

1 gennaio 2023 – Termine entro il quale si completerà il passaggio al DBV-T2 chi si e’ reso necessario, oltre che per ottenere una migliore qualita’ Tv, anche per la cessione di alcune frequenze al 5G. 

La prova del noveSe riuscirete a vedere le trasmissioni (ovvero una schermata blu con la scritta “Test Hevc main 10“) sui canali 100 e 200 di Rai e Mediaset saprete che il vostro apparecchio e’ gia’ abilitato. Se avete una Tv acquistata prima del 2015 e’ quasi sicuro che non vedrete nulla. E avrete allora bisogno di una vuova televisione o di un decoder. O di un’antenna over-the-air. Il ministero dello Sviluppo Economico ha previsto un Bonus TV Rottamazione pari al 20 per cento del prezzo di acquisto, con uno sconto possibile fino a 100 euro. Si ottiene direttamente alle casse a fronte del conferimento di un vecchio TV da inviare allo smaltimento. Riguarda un nucleo familiare (non si puo’ dunque chiederlo per ogni componente della famiglia). E bisogna essere in regola con il canone RAI.

Dazn, problemi nella trasmissione delle partite. Federconsumatori chiede il rimborso degli abbonamenti


articolo: https://www.corriere.it/tecnologia/21_settembre_20/dazn-problemi-trasmissione-partite-federconsumatori-chiede-rimborso-abbonamenti-57a6dfee-19fe-11ec-bad4-fdee4b3553ca.shtml?fbclid=IwAR1bYQTKr_rypLc22xiy9W5Au-WnZuhDIhcfCk8aaNbJBoXU5AKspnq55wU

Durante il big match tra Juventus e Milan (con oltre un milione e mezzo di account connessi) alcuni clienti si sono lamentati per problemi di connessione. L’associazione: «Il problema è strutturale»

«In questi week end gli abbonati hanno riscontrato assenze di segnale, blackout e cali di definizione, a seguito dei quali abbiamo agito in due direzioni: da una parte proponendo ad AGCOM l’inclusione delle Associazioni dei Consumatori nel tavolo tecnico permanente sulla rete per il calcio in streaming istituito presso l’Autorità stessa e dall’altra chiedendo alla piattaforma l’erogazione automatica di un risarcimento agli utenti coinvolti». Questa la netta presa di posizione della Federconsumatori, che dopo l’ennesimo fine settimana di problemi per Dazn, l’azienda che quest’anno trasmette in streaming tutta la Serie A, chiede il rimborso per chi ha sottoscritto un abbonamento regolare per vedersi le partite della propria squadra del cuore. Sicuramente, Dazn sta affrontando un carico di connessioni e traffico importante, che diventa ancora più complesso da gestire con gli appuntamenti clou del campionato in cui si concentrano le richieste di collegamento degli appassionati.

«DAZN ha respinto qualsiasi possibilità di compromesso, arrivando anzi a negare gli evidenti disservizi e difendendo a spada tratta la qualità e l’efficienza del servizio erogato – continua il comunicato -. Quanto occorso durante la quarta giornata di campionato, però, smentisce clamorosamente quanto sostenuto dall’azienda: purtroppo per l’ennesima volta si sono verificati ritardi di trasmissione e interruzioni di segnale. Partite andate in onda a scatti o addirittura visibili solo in parte, problemi di audio e continui blocchi del video sono solo alcune tra le numerose problematiche riscontrate dagli utenti». Sui social sono stati molti i post in cui gli utenti si lamentavano di blocchi del sistema, buffering e altri problemi del segnale#Daznout è diventato anche un hashtag di tendenza su Twitter soprattutto durante il big match di giornata tra Juventus e Milan, (qui le pagelle della partita e le dichiarazioni post partita di Allegri) che ha catalizzato il maggior numero di connessioni nello stesso momento (secondo dati non ufficiali, sarebbero stati oltre un milione e mezzo gli account collegati, quindi con un accumulo importante di traffico da gestire da parte dell’azienda). Da segnalare, anche, come ci siano stati molti utenti che invece non hanno riscontrato problemi durante la messa in onda e non hanno segnalato difficoltà.

La richiesta da parte di Federcosumatori, «alla luce di quanto accaduto» è il riconoscimento di un «adeguato e ormai improrogabile rimborso ai clienti. Parallelamente torniamo ad invocare l’intervento delle Authority a garanzia del diritto degli utenti ad usufruire di un servizio di qualità», si legge ancora. L’associazione sottolinea, infine, come sia «evidente che gli strumenti tecnici impiegati da Dazn non siano adeguati a sostenere una così elevata mole di traffico e che, come abbiamo ripetuto più volte, la piattaforma stia sperimentando uno step decisivo nel percorso di innovazione tecnologica del Paese senza alcun riguardo per i diritti degli utenti». Il nuovo banco di prova è martedì 21, quando è in programma un’altra partita di cartellone, tra Fiorentina Inter.

Sassoli ricoverato per polmonite, ‘è in buone condizioni’


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2021/09/20/sassoli-ricoverato-per-polmonite-e-in-buone-condizioni_0b7065a6-006f-4cd7-a65d-48e6118a0354.html

David Maria Sassoli (Firenze, 30 maggio 1956) è un giornalista, conduttore televisivo e politico italiano, dal 3 luglio 2019 presidente del Parlamento europeo.

(ANSA) – Bruxelles, 20 settembre 2021- “Mercoledì 15 settembre il presidente del Parlamento europeo David Sassoli è stato portato all’Hôpital Civil di Strasburgo. Dopo le necessarie visite mediche, gli è stata diagnosticata una polmonite ed è stato immediatamente curato.È in buone condizioni“. Lo annuncia il suo portavoce Roberto Cuillo.
Secondo quanto si apprende Sassoli è ancora ricoverato in ospedale. Il presidente del Parlamento europeo è vaccinato contro il Covid-19– Tutti gli appuntamenti in agenda sono al momento annullati. (ANSA).

Rottami di aerei, case e metro allagate: cosa ha lasciato un giorno di maltempo al Nord Italia


articolo: https://video.repubblica.it/cronaca/rottami-di-aerei-case-e-metro-allagate-cosa-ha-lasciato-un-giorno-di-maltempo-al-nord-italia/396501/397211?ref=RHPS

Negli ultimi giorni, il maltempo ha provocato ingenti danni in molte zone del Nord Italia. Dagli allagamenti nel Varesotto, alla tromba d’aria di Carpi ecco le immagini dei luoghi colpiti da questi eventi meterologici improvvisi e pericolosi

Rottami di aerei, case e metro allagate: cosa ha lasciato un giorno di maltempo al Nord Italia

Incendio Milano, il rogo di via Antonini tre settimane dopo:……..


Incendio Milano, il rogo di via Antonini tre settimane dopo: i residenti in albergo, le risposte che mancano

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/09/19/news/milano_incendio_via_antonini-318544284/

Dal Comune un minimo aiuto che non basta agli abitanti che hanno peso tutto. Assicurazioni latitanti. E sulle cause manca ancora il punto fermoù

Da domenica 29 agosto sono passati venti giorni. A tre settimane dall’incendio che ha fatto bruciare come una torcia in poche ore la Torre dei Moro in via Antonini 32, forse per una sigaretta accesa caduta dall’alto o forse a causa di qualcosa che è accaduto all’interno o all’esterno, sul terrazzo, di un appartamento del quindicesimo piano abitato da un single che si trovava da tempo in Sicilia. Dalla prima sera sul posto, è stato fatto il possibile per aiutare i residenti sfollati: 130 persone, 94 adulti e 36 bambini, che sono rimasti senza casa e hanno perso praticamente tutto, compresi i ricordi di una vita, e recuperato grazie agli interventi dei vigili del fuoco alcuni effetti personali, vestiti e pochi oggetti.

La vita in albergo – Iniziano a vivere la quarta settimana tra case di parenti e amici e le camere dell’Ata Hotel, praticamente di fronte allo scheletro del palazzo bruciato, con spese alberghiere pagate dal Comune per i primi 30 giorni. «Ma ci si ritrova in spazi piccoli con gli scatoloni in mezzo, con un senso di provvisorio a cominciare da dove appoggiare i vestiti», raccontano le famiglie. Visto che la torre presumibilmente non sarà agibile per alcuni anni, sono in attesa delle sistemazioni negli appartamenti a edilizia convenzionata o a canone concordato che sono stati individuati tra i Municipi 4, 5 e 6, dove ci sarà da pagare l’affitto, in base al proprio reddito Isee.

Per far fronte alle spese, chi aveva acceso il mutuo ha chiesto la sospensione delle rate o l’estinzione causa incendio. «Ma fintanto che l’inchiesta non individuerà eventuali responsabili penali, le assicurazioni non liquidano — spiegano i residenti —. Allora noi abbiamo chiesto un anticipo». Il Comune ha deliberato la concessione di contributi straordinari per 400mila euro, oltre ad un ulteriore contributo di 500 euro per le spese di prima necessità. Il supporto economico per gli alloggi è modulato in base al reddito, dura 5 mesi per le famiglie con figli e 3 mesi per chi è senza figli. continua a leggere

Milano, Torre dei Moro in via Antonini 32 ‘armatura’ metallica sul grattacielo

Russia, uno studente fa fuoco all’università di Perm: 5 morti


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2021/09/20/news/russia_uno_studente_fa_fuoco_all_universita_di_perm_5_morti-318599028/?ref=RHTP-BH-I315111016-P1-S1-T1

Mille e 300 chilometri a est di Mosca. Molti ragazzi sono fuggiti dalla finestra, sei i feriti. Il killer ucciso

MOSCA

Uno studente ha aperto il fuoco su compagni e professori all’interno dell’università di Perm – 1300 chilometri a est di Mosca –  uccidento cinque persone e ferendone altre sei. Il giovane è stato ucciso dalla polizia; in un primo momento si era diffusa la notizia del suo arresto.

Quando gli spari sono iniziati, molti studenti hanno cercato la fuga saltando dalla finestrea dell’aula collocata al primo piano. La Commissione investigativa russa…. continua a leggere

Maltempo: allerta arancione in Lombardia, gialla in Veneto


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/09/20/maltempo-allerta-arancione-in-lombardia-gialla-in-veneto-_69239bba-27f0-46b5-811c-44f7f478e8b8.html

Allagamenti ieri nel Varesotto, tromba d’aria nel Lodigiano

Allerta arancione per il maltempo anche oggi sulla Lombardia. Ieri la regione è stata sferzata da temporali che hanno provocato allegamenti e smottamenti soprattutto nel Varesotto, oltre che da trombe d’aria che hanno causato danni rilevanti in diverse province come nel Lodigiano.

Maltempo: fiume Olona rompe gli argini, disagi nel Milanese

Allerta gialla invece oggi per il Veneto.

Per tutto il pomeriggio di ieri la Lombardia è stata sferzata dal maltempo con temporali che hanno provocato allegamenti e smottamenti, soprattutto nel Varesotto, e con diverse trombe d’aria che hanno causato danni rilevanti in diverse province. In particolare, una tromba d’aria si è abbattuta sul comune di Corte Palasio, nel Lodigiano, poco dopo le 15. Molte le abitazioni colpite e scoperchiate, ma non si registrano feriti. Un’altra violenta tromba d’aria si è abbattuta sulla Bassa Bresciana… continua a leggere

Ligue 1, ci risiamo: incidenti tra tifosi in Lens-Lille, gara sospesa 30′


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/09/18/news/ligue_1_ci_risiamo_incidenti_tra_tifosi_in_lens-lille-318410868/

Durante l’intervallo un centinaio di tifosi del Lens è sceso sul terreno di gioco per raggiungere la curva avversaria. Per L’Équipe le forze dell’ordine avrebbero arrestato alcune persone. La partita, valida per la 6ª giornata di campionato, si è conclusa con la vittoria dei padroni di casa

Scontri RC Lens vs Lille 18/09/2021

Stavolta è successo nel derby del Nord, tra Lens e Lille. Dopo gli incidenti del 22 agosto tra Nizza e Marsiglia, che hanno visto l’invasione sul terreno di gioco dei tifosi di casa e costretto la Ligue de Football Professionnel (LFP) a scegliere la ripetizione dell’incontro in campo neutro e a porte chiuse, un episodio analogo ha caratterizzato la 6ª giornata del campionato francese.

Protagonista la frangia più estrema dei supporter del Lens: secondo L’Équipe, dopo il lancio di oggetti tra settori adiacenti dello Stade Bollaert-Delelis, un centinaio di ultras è sceso in campo per provare a raggiungere la curva avversaria. Steward e polizia sono intervenuti, arrestando alcune persone. La partita è ripresa con trenta minuti di ritardo, con fischio d’inizio del secondo tempo slittato alle 18.30, e ingenti schieramenti di forze dell’ordine a presidiare gli spalti. continua a leggere

Lodi, tromba d’aria: scoperchiate una quindicina di abitazioni a Corte Palasio


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/09/19/news/lodi_tromba_d_aria_abitazioni_scoperchiate-318519064/

Decine di richieste di soccorso ai vigili del fuoco, nessun ferito ma grande allarme: maltempo su tutto il nord Italia con forti precipitazioni 

La tromba d’aria 

Una tromba d’aria, nel corso di un violento temporale, si è abbattuta sul Comune di Corte Palasio, nel Lodigiano, poco dopo le 15. Sono arrivate decine di telefonate di richiesta di soccorso ai pompieri e diverse squadre dei comandi dei vigili del fuoco lodigiani sono ora all’opera per cercare di mettere in sicurezza le abitazioni colpite, anche di recente edificazione, alcune delle quali parzialmente, altre quasi completamente scoperchiate. Non si registrano feriti.

I danni a un’abitazione 

“La saracinesca alzata, la staffa irregolare, in quella ditta le manomissioni erano consuetudine di lavoro: per questo è morta Luana D’Orazio”


articolo: https://firenze.repubblica.it/cronaca/2021/09/19/news/la_saracinesca_alzata_la_staffa_irregolare_in_quella_ditta_le_manomissioni_erano_consuetudine_di_lavoro_per_questo_e_mor-318406737/?ref=RHTP-BH-I317191762-P2-S1-T1

Le 69 pagine della perizia del pm sulla morte della giovane operaia, in maggio a Montemurlo, fa scoppiare in lacrime la mamma. E non solo perchè contengono le immagini della figlia straziata dalla macchina 

Non ci sono parole, come si può morire così nel 2021. Se l’azienda avesse preso tutte le precauzioni mia figlia sarebbe ancora qui, devono prendere coscienza“. Piange Emma Marrazzo, la madre di Luana, mentre scorre le 69 pagine della relazione depositata la settimana scorsa dall’ingegner Carlo Gini, incaricato dalla Procura di esaminare il macchinario in cui la giovane operaia trovò la morte. Piange, Emma, perché in quella relazione ci sono le immagini della figlia stritolata nell’orditoio. Ma anche perché il consulente, nelle sue conclusioni ora sul tavolo degli inquirenti, traccia uno scenario da brividi. L’apparecchio, uno tra quelli presenti all’orditura Luana a Oste di Montemurlo, sarebbe stato manomesso. E montato in modo non conforme, per la presenza di una staffa sporgente (e non protetta) che avrebbe di fatto trascinato la ragazza in una morsa.

I tempi e la dinamica – Il 3 maggio scorso “dopo le 09.45 Luana D’Orazio preme il pulsante di marcia lepre, ovvero viene attivata la modalità automatica“. Alle 9.46, in un intervallo di 3 secondi, Luana “è in prossimità al gruppo brida-menabrida (i due pezzi che compongono il comando del subbio, il sostegno per l’avvolgimento del filato, nda) e la brida entra in contatto con i suoi vestiti trascinando la donna attraverso la trazione sia sui fuseaux, sia sulla maglietta, sia sulla felpa e viene portata nella zona di comando del moto del subbio. La trazione su tre elementi dell’abbigliamento cattura il corpo in una sorta di abbraccio mortale“.

I soccorsi – Sette secondi dopo l’incidente qualcuno spegne l’orditoio. “Una persona che si trovava nella stessa porzione del capannone dove sono presenti le macchine oggetto di accertamenti – si legge ancora – ma che non si trovava in prossimità della macchina oggetto di infortunio”. La distanza percorsa dal primo soccorritore viene stimata tra i 17 e i 30 metri.

Le cause – “La macchina presentava una evidente manomissione con un altrettanto evidente nesso causale con l’infortunio“, scrive l’ingegner Gini. La manomissione sarebbe stata eseguita tramite un “ponticello elettrico”, con tutta probabilità per abbattere i tempi di produzione. “La funzione di sicurezza della saracinesca era stata completamente disabilitata per cui l’operatore poteva accedere alla zona pericolosa, anche in modalità automatica, senza alcuna protezione – prosegue Gini – Tale disabilitazione era stata fatta da tempo ed era presente anche sulla macchina non oggetto di infortunio“. continua a leggere

Serie A, Adiconsum: «Si estenda accordo con satellite ai consumatori»


articolo: https://www.calcioefinanza.it/2021/09/15/serie-a-accordo-satellite/?fbclid=IwAR3eh2ufxsi9bkoXVo1WyjcoQU_WdpzYB3egjSTJOCwifnBlvycMBTijtJ0

«Ormai è evidente, lo streaming di Dazn delle partite di calcio Serie A non garantisce una visione di qualità, appropriata alle immagini sportive». E’ quanto afferma in una nota Adiconsum (associazione dei consumatori nata nel 1987).

Audiconsum ha aggiunto che «è passato un mese da quando Dazn ha promesso miglioramenti di trasmissione, ma le proteste non si placano. La Lega Calcio ha dichiarato di voler concedere ancora tempo a Dazn per ottimizzare la visione, ma, nel frattempo, i consumatori continuano a pagare le conseguenze di un servizio carente».

«La situazione è ormai insostenibile e necessita di urgenti provvedimenti da parte delle Autorità. La nostra Associazione si attiverà per l’adeguata assistenza ai clienti, ma, in ogni, caso è necessario garantire la corretta visione in tutte le aree del paese del campionato di calcio», prosegue l’associazione.

Poi, una proposta: «Adiconsum ribadisce quanto chiesto ad Agcom durante l’incontro con le AA.CC: di estendere la visione di tutte le partite di calcio di serie A ai singoli consumatori attraverso la piattaforma satellitare utilizzata dai bar, ristoranti e pub. Una soluzione che restituirebbe il negato diritto di scelta ai consumatori, tra lo streaming o la tv, in base alla loro esperienza di visione. Abbiamo intenzione di avviare nei prossimi giorni una Petizione per sostenere le nostre richieste, invitando tutti i cittadini/consumatori a dare il proprio supporto».

«Adiconsum ricorda che Dazn è una società con sede legale in Inghilterra, pertanto gli eventuali contenziosi per far valere i propri diritti, potranno presentarli dai cittadini /consumatori, gratuitamente, attraverso il Centro Europeo Consumatori Italia», conclude la nota.

Comunali a Milano, guida al voto: la maxi-scheda lenzuolo per eleggere sindaco e consiglieri. Ecco come fare


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/09/18/news/elezioni_comunali_a_milano_scheda_elettorale_sindaco_consiglieri-318360187/

Il fac simile con 13 nomi e 28 liste per la sfida più ‘affollata’ degli ultimi 20 anni


Eccola la maxi-scheda elettorale per le Comunali che, il 3 e 4 ottobre, i milanesi riceveranno ai seggi. Un “lenzuolo” di colore azzurro per accogliere tutti i candidati sindaco – 13 – e tutte le liste che li sostengono – 28 – nella corsa verso Palazzo Marino più affollata degli ultimi anni 20 anni.

Scarica il documento

Il fac simile della scheda per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale è stato pubblicata sul sito del Comune, dove si trovano anche le nove schede verdi per l’elezione dei presidenti di Municipio. La versione stampata ancora non c’è, ma sin d’ora si può prevedere, appunto, un formato lenzuolo. Il motivo è semplice: ogni simbolo deve avere una dimensione di 3 centimetri e, questa volta, le liste sono 28. Un numero elevato che, ad esempio, nei giorni scorsi ha costretto gli uffici a moltiplicare le plance elettorali su cui vengono affissi i manifesti per dare modo a tutti di trovare spazio.

L’ordine con cui i candidati compaiono sulla scheda è frutto del caso: i nomi sono stati sorteggiati dall’ufficio elettorale di via Larga e lo stesso è avvenuto per il partiti che li accompagnano. Partendo dall’alto, a sinistra:

  • Giorgio Goggi, l’ex assessore ai Trasporti di Gabriele Albertini, appoggiato dai Socialisti di Milano e da Milano Liberale.
  • Natale Azzaretto con il Partito comunista dei lavoratori;
  • Gabriele Mariani, alla guida di una coalizione rosso-verde – anzi, verde-rossa in questo caso – formata dalle liste Civica ambientalista e Milano in Comune;
  • Layla Pavone, la manager scelta da Giuseppe Conte per il nuovo corso del Movimento 5 Stelle 2050 al Nord; 
  • Alessandro Pascale del Partito comunista; 
  • Mauro Festa, Partito Gay Lgbt+; 
  • Gianluigi Paragone, il fondatore di Italexit in corsa con Milano Paragone sindaco e Confederazione Grande Nord.
  • Giuseppe Sala detto Beppe Milano in Salute, Pd, Beppe Sala sindaco, i Riformisti, la Sinistra per Milano Unita, la Milano Radicale con Sala, Europa Verde, Volt.
  • Teodosio De Bonis del Movimento 3V
  • Luca Bernardo. Il pediatra scelto dal centrodestra si presenta con sei liste: Partito liberale europeo, Giorgia Meloni Fratelli d’Italia, Lega Salvini premier, Luca Bernardo sindaco, Maurizio Lupi Milano popolare, Forza Italia.
  • Bryant Biavaschi, candidato sindaco di Milano inizia qui. Infine, sulla terza colonna: 
  • Marco Muggiani del Pci
  • Bianca Miriam Tedone di Potere al popolo.

Come si vota per eleggere il sindaco e i 48 consiglieri comunali – Sulla maxi-scheda azzurra si può tracciare un segno solo sul rettangolo che contiene il nominativo del candidato o della candidata alla carica di sindaco: in questo caso non vengono attribuiti voti alla lista o alle liste collegate. Oppure, si può dare un voto di lista, facendo una x su uno dei simboli: il voto sarà valido sia per la lista scelta sia per il candidato o la candidata sindaco collegati. Una terza modalità: si può tracciare un segno sia sul rettangolo con il nome dell’aspirante sindaco, sia sul contrassegno della lista e anche in questo caso il voto è valido per entrambi.

Passiamo ora al voto di preferenza: si possono scrivere fino a due nomi candidati alla carica di consigliere o consigliera comunali al fianco del contrassegno della lista che rappresentano, anche senza segnare il simbolo. Il voto è attribuito anche alla lista e, sempre che si sia dato un voto disgiunto, al sindaco. Perché le preferenze siano considerate entrambe valide, si deve scegliere un uomo e una donna. Nel caso di uno stesso genere, la seconda preferenza verrà annullata. E qui si arriva al voto disgiunto: si può votare per un candidato, tracciando un segno sul rettangolo con il suo nome, e una lista non collegata alla sua candidatura.  

Pelé è di nuovo ricoverato in terapia intensiva


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2021/09/17/pele-e-di-nuovo-ricoverato-a-san-paolo_01d61b91-fcd8-45e1-a410-d7dec4131a7d.html

La leggenda del calcio è ricoverata a San Paolo dopo un intervento al colon

Pelé, la leggenda del calcio, è stato nuovamente ricoverato in terapia intensiva nell’ospedale Albert Einstein, a San Paolo. Lo riferisce il sito online di Espn Brasil.

Le condizioni dell’ex stella del calcio brasiliano restano stabili, ma il trasferimento in terapia intensiva è stato deciso a scopo precauzionale per un più attento monitoraggio dello stato di salute di O Rey. Pelé aveva avuto un problema di reflusso ieri sera dopo essere stato operato nei giorni scorsi al colon. 

Scontri a Leicester, nove tifosi del Napoli agli arresti


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2021/09/17/scontri-a-leicester-nove-tifosi-del-napoli-agli-arresti_eaf748b5-f631-4371-b04f-1ebd2e0e4f07.html

Rissa prima della partita, fermato anche un supporter inglese

Londra, 17 settembre 2021

Sono nove i tifosi napoletani arrestati ieri a Leicester per una rissa scoppiata nel pomeriggio, prima del debutto del Napoli in Europa League. La polizia del Leicestershire ha confermato all’ANSA che i nove supporters sono ancora in stato di fermo in attesa di giudizio.

In seguito agli scontri verificatesi verso le 18 locali, nella zona di Millstone Lane, è stato arrestato anche un tifoso del Leicester, anch’egli ancora detenuto. Nel corso del tumultuoso pre-partita altri due tifosi, un italiano e un inglese, sono stati fermati e incriminati per aver pronunciato insulti a sfondo razzista.
Contrariamente a quanto riportato da alcuni organi di stampa locali, viceversa, la polizia ha smentito di essere intervenuta con arresti al termine della partita, in seguito agli scontri scoppiati nel settore che ospitava i circa 500 tifosi napoletani arrivati in Inghilterra. Dopo un fitto lancio di oggetti da e verso il settore ospite, e l’intervento degli steward dello stadio, la situazione è tornata lentamente alla calma. 

Milano, sciopero 17 settembre: servizio regolare, ma attenzione dalle 18


articolo: https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/sciopero-atm-17-settembre-1.6812785

Pochi disagi finora sui mezzi Atm, ma il traffico sostenuto rallenta le linee di superficie. Possibili cancellazioni nella seconda fascia

Milano, 17 settembre 2021

Le conseguenze dello sciopero del trasporto pubblico proclamato da Usb per oggi finora si sono viste più sulle strade che sulle banchine della metropolitana. A Milano, infatti, l’agitazione non ha provocato grossi disagi per gli utenti di tram, bus e metro: il servizio finora è stata regolare su tutta la linea, come comunica l’azienda Atm. 

Tuttavia il traffico di auto è stato molto consistente fin dalle prime ore della giornata, tanto che potrebbe – questo sì – causare rallentamenti sulle linee di superficie. Disagi più importanti, avverte Atm, si potranno verificare nella seconda fascia dello sciopero, dalle 18 al termine del servizio. 

Le fasce orarie – La prima fase dello sciopero inizia alle 8.45 e termina alle 15. Salvaguardata, dunque, la fascia di garanzia dalle 5:30 alle 8:29 e dalle 15 alle 17:59. Dalle 18 fino a fine servizio riparte l’agitazione

Mezzi e lineeLo sciopero interesserà le linee Atm: metropolitana, bus e tram.  Possibili disagi anche sulle corse delle linee Agi (201, 220, 222, 230, 328, 423, 431, 433) e Smart Bus in partenza tra le 8.30 e le 14.59 e dopo le 18. Saranno garantite invece le corse in partenza dai capolinea dalle 5.30 alle 8.29 e dalle 15 alle 17.59.

Motivazioni – “Nazionalizzazione dei settori e aziende strategici, della riduzione dell’orario di lavoro per contrastare gli effetti negativi della rivoluzione tecnologica e del superamento dei penalizzanti salari d’ingresso garantendo l’applicazione contrattuale di primo e secondo livello ai neo assunti“, queste le ragioni dello sciopero indicate da Usb. I sindacati di Atm parlando anche di “sicurezza dei lavoratori del servizio, introduzione del reato di omicidio sul lavoro, salario minimo per legge contro la pratica dei contratti atipici e lotta al precariato e a qualunque forma di discriminazione di genere, al razzismo e al sessismo

Saras, Moratti dona il suo stipendio ai dipendenti: ….


Saras, Moratti dona il suo stipendio ai dipendenti: 1,5 milioni per ringraziarli per il lavoro durante la pandemia

In una lettera ai lavoratori ringrazia per i sacrifici “di grande aiuto per il superamento del periodo difficile”

articolo: https://www.repubblica.it/economia/2021/09/17/news/saras_moratti_dona_il_suo_stipendio_ai_dipendenti_1_5_milioni_per_ringraziarli_per_il_lavoro_durante_la_pandemia-318211484/?ref=RHTP-BH-I317191762-P2-S6-T1

Massimo Moratti

Milano, 17 settembre 2021

Il presidente della Saras, Massimo Moratti, ha deciso di destinare il suo compenso annuo, pari a 1,5 milioni di euro, ai lavoratori della raffineria di Sarroch (Cagliari), ora in cassa integrazione a causa della pandemia. L’emolumento servirà a compensare la riduzione degli stipendi.

Moratti ha indirizzato ai lavoratori una lettera, in cui li ringrazia per i sacrifici che stanno facendo, sottolineando come siano “di grande aiuto per il superamento di un periodo difficile“. “Mi permetto, per questo“, scrive il presidente della Saras, “di mettere a disposizione il mio emolumento annuo che almeno vi consentirà di alleviare in parte il peso della cassa integrazione“.

In base alla categoria, i lavoratori percepiranno in più in busta paga tra i 300 e i 600 euro netti al mese.

Col milione e mezzo messo a disposizione dal presidente della Saras“, spiega Stefano Fais, della Rsu Filctem Cgil Saras, “in busta paga si avrà la stessa cifra dello stipendio, come se non venisse calcolato neppure un giorno di cassa integrazione“.

Live al #TempoDelleDonne


Live al #TempoDelleDonne l’incontro con le vincitrici del concorso LetteraFutura, Cristina Cassar Scalia, Lia Celi, Donatella Di Pietrantonio, Claudia Durastanti, Ilaria Gaspari, Alessandra Sarchi. Con performance musicale di Serena Ganci, compositrice e cantautrice. A cura di Roberta Scorranese Seguici

Insulti e minacce di morte a Renzi al comizio di Conte: “Sparategli”….


Insulti e minacce di morte a Renzi al comizio di Conte: “Sparategli”. Il leader Iv: “I 5S cambiano alleati ma sono sempre gli stessi”

articolo: https://www.repubblica.it/politica/2021/09/16/news/renzi_insulti_conte_montevarchi-318101313/?ref=RHTP-VS-I287409039-P7-S5-T1

L’ultimo scontro tra Movimento e Italia viva passa da Montevarchi, durante un incontro elettorale: “Fatelo fuori” è uno degli urli che arriva dalla folla. La replica: “Sono nati con i Vaffa, insistono così”

L’ultimo scontro tra Movimento 5 stelle e Italia Viva passa per Montevarchi, in provincia di Arezzo, dove Giuseppe Conte ha tenuto un comizio in compagnia del giornalista Andrea Scanzi. È lui ad offrirgli l’assist per parlare di Matteo Renzi e della caduta del Conte II “in piena pandemia“. Dalla folla si sente gridare: “Fatelo fuori“, “sparategli“. Insulti che hanno sollevato l’indignazione dello stato maggiore di Italia Viva e di una parte del Pd. Tanto da far intervenire il diretto interessato: “Sono nati con il Vaffa, insistono con le minacce di morte: i cinque stelle cambiano alleati in Parlamento ma sono sempre gli stessi“, attacca il senatore.

I 45 minuti di comizio vengono trasmessi sulla pagina Facebook dell’ex premier. “In diretta da Montevarchi. A sorpresa si è aggiunto anche Andrea Scanzi“, si legge. Insieme al giornalista del Fatto Quotidiano, Conte ripercorre i momenti salienti della legislatura: la rottura con Matteo Salvini, la caduta del Conte I, la pandemia, la fine del governo giallo-rosso e la mossa di palazzo orchestrata da Matteo Renzi. “Ad un certo punto un esponente politico di un partito creato in Parlamento che oscilla dall’uno al tre per cento decide che il Paese in piena pandemia deve affrontare una crisi di governo al buio“, accusa l’avvocato. La folla rumoreggia, ma non abbastanza per coprire le due frasi entrate nel mirino di Iv. “Fatelo fuori“. E ancora: “Sparategli“. Insulti diretti al Matteo Renzi, colpevole di aver portato Conte fuori da Palazzo Chigi. continua a leggere

Green pass per tutti a lavoro. Brunetta: “Riguarda 23 milioni di lavoratori”


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2021/09/17/green-pass-per-il-lavoro.-prezzi-calmierati-per-i-tamponi.-oggi-il-cdm_25a5e718-5a47-44c9-8b73-570cc2dd81da.html

Via libera unanime al nuovo provvedimento. Draghi: “Serve per continuare ad aprire il Paese”

Senza il Green pass dal 15 ottobre non si potrà entrare in nessun luogo di lavoro, pubblico o privato. Il premier Mario Draghi estende l’obbligo a oltre un terzo degli italiani.

Conferenza stampa del Consiglio dei Ministri n.36 – Roma, 16/09/2021 – Conferenza stampa del Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Mariastella Gelmini, del Ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando e del Ministro della Salute, Roberto Speranza.

L’obiettivo è dare alla campagna vaccinale la spinta necessaria a raggiungere entro la metà di ottobre l’80% della popolazione. Ai lavoratori, ma anche ai sindaci, ai governatori, ai vertici istituzionali, viene dato un mese per adeguarsi, con la prima dose di vaccino. Poi dalla metà di ottobre per accedere ai luoghi di lavoro se non vaccinati o guariti dal Covid dovranno fare un tampone ogni 48 ore (72 ore se molecolare), altrimenti incorreranno nella sospensione dal lavoro o dallo stipendio e in multe fino a 1500 euro.

Il via libera al “super Green pass” arriva dopo una lunga discussione nella cabina di regia del governo, dopo un confronto con le Regioni e un’ora di esame delle norme in Consiglio dei ministri. continua a leggere

Nubifragio su Malpensa, scalo inagibile per due ore. Salvate decine di persone intrappolate in auto


articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2021/09/16/nubifragio-a-malpensa-10-persone-salvate-dalle-auto-e-nello-scalo-_4f5aeba5-026f-41aa-a6e7-e9624dcfd329.html

Aerei dirottati su altri aeroporti, strade e piste allagate, così come aeree di servizio interno e sottopassi, e decine di persone intrappolate nelle auto: è il bilancio di un violentissimo nubifragio che verso sera ha colpito l’aeroporto di Milano Malpensa (Varese).

Lo scalo è stato chiuso, a causa della perturbazione ha investito il Nord della Lombardia, dalle 19 alle 21:15. Ed è stato riaperto solo dopo la ripulitura delle piste.

Molte le squadre dei vigili del fuoco impegnate sul posto, per estrarre automobilisti e viaggiatori appena sbarcati, rimasti intrappolati a bordo delle loro vetture, nelle strade e nei sottopassi del perimetro esterno dell’aeroporto e appena fuori.

All’aeroporto di Malpensa sono caduti 87 millimetri d’acqua in un’ora e 40 minuti: per dare un’idea della precipitazione, ad aprile e a maggio ne sono caduti 75 al mese. Ma il maltempo, sia pur maniera più lieve, ha interessato anche Milano dove sottopassi allagati e rami caduti sono stati il risultato delle ore di pioggia. continua a leggere

Tempesta a Malpensa, le prime immagini degli allagamenti
Malpensa, pista inagibile: stop voli fino alle 22.00, mezzi in azione per ripulire l’asfalto

Fisco, dal 1° ottobre vanno in pensione le vecchie credenziali …..


Fisco, dal 1° ottobre vanno in pensione le vecchie credenziali: accesso online con Spid o carta d’identità elettronica

articolo completo: https://www.repubblica.it/economia/diritti-e-consumi/fisco/2021/09/16/news/servizi_on_line-317954745/

In crescita i servizi on line di Entrate e Riscossione. In otto mesi oltre 44 milioni di accesso al cassetto fiscale

Le file snervanti file per arrivare allo sportello? Il tempo perso e lo stress? Un ricordo del passato: ora con il Fisco si dialoga on line. Sono sempre di più i servizi disponibili e cresce l’appeal tanto che nei primi otto mesi dell’anno gli accessi al sito delle Entrate  hanno toccato quota 44 milioni, oltre il  32% rispetto al 2020, e più di quattro milioni sono stati i contatti on line con la Riscossione. Dal prossimo 1° ottobre, però, cambiano le regole: non potranno più essere utilizzate le vecchie credenziali ma solo Spid, Cie (Carta di identità elettronica) o Cns (Carta nazionale dei servizi). 

Crescono gli atti trasmessi alle EntratePiù verifiche sul sito della RiscossioneAddio alle vecchie credenziali

Come ottenere SPID, CIE e CNS  – Per avere Spid basta scegliere uno dei nove gestori di identità digitale attualmente operativi (più informazioni sul sito https://www.spid.gov.it). È necessario essere maggiorenni, avere un documento italiano in corso di validità, la tessera sanitaria (o tesserino di codice fiscale), un indirizzo di posta elettronica e un numero di cellulare personali. In alternativa si può accedere tramite Cie, la Carta di identità elettronica rilasciata dal Comune. Per utilizzarla  è necessario  installare sul proprio smartphone l’applicazione “Cie Id“, o servirsi di  un pc dotato di un lettore di smart card.  Infine, il terzo strumento è la Cns, la Carta Nazionale dei Servizi, che permette di accedere agli stessi servizi attraverso un dispositivo, come, per esempio, una chiavetta Usb o una smart card dotata di microchip.

Champions League su Infinity, ancora problemi per il calcio in streaming: arrivano le scuse


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2021/09/14/news/calcio_in_streaming_ancora_problemi_stavolta_e_in_turno_di_infinity-317844706/?ref=RHTP-BS-I317858526-P3-S3-T1

Disagi per chi guarda la Champions sul canale di Mediaset pochi giorni dopo quelli avuti da Dazn. L’azienda: “Problema non causato da noi, regaliamo quindici giorni di abbonamento”

Dopo Dazn, ora tocca a Infinity. Il canale in streaming di Mediaset, che trasmette le stesse 121 partite acquistate anche da Sky, ieri è entrato fra le tendenze dei social network, spinto dalle migliaia di utenti che non riuscivano a vedere su piattaforma OTT le due partite di Champions Malmö-Juventus e Villarreal-Atalanta: rotelline in azione, l’immagine congelata di Pavel Nedved che parla nel pre-gara, e una serie di segnalazioni di errore incomprensibili ai più. Al posto del pallone che corre sul prato verde, sullo schermo molti abbonati hanno visto comparire messaggi criptici come “Error: Playback-Shaka-1003” e “Error: Playback-Exoplayer”.

Caduta la rete Cdn di un fornitore – Se il disagio per i tifosi juventini è stato relativo – la partita era visibile anche in chiaro su Canale 5 – per gli atalantini l’unica alternativa a Infinity per guardare la Dea giocare col Villarreal è Sky. Un’altra tv in abbonamento.

Una stima sui numeri di utenti che hanno subito e subiscono disagi ancora non c’è. A causare i problemi sarebbe stata la caduta di una Cdn (content delivery network),……  continua a leggere

Mortara, incendio in una rivendita di pneumatici: paura tra le case, evacuati due palazzi


articolo: https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/21_settembre_14/mortara-incendio-una-rivendita-pneumatici-paura-le-case-evacuati-due-palazzi-8b17fa9c-1531-11ec-87fe-df13c0096efb.shtml

Le fiamme, alte decine di metri e visibili da chilometri di distanza, sono divampate intorno alle 22 di lunedì. I vigili del fuoco hanno lavorato per gran parte della notte. Il precedente della Eredi Bertè

Mortara (Pavia), 14 settembre 2021

C’è voluta gran parte della notte per domare lincendio alla Mortara Gomme. La rivendita di pneumatici a Mortara, importante centro in provincia di Pavia, ha preso fuoco alle 22 di lunedì 13 settembre. Le fiamme, alte decine di metri e visibili da chilometri di distanza, hanno costretto all’evacuazione di due condomini nei pressi. Non risultano danni a persone: dato l’orario, la struttura era vuota. continua a leggere

INCENDIO MORTARA GOMME

IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE ALLA SQUADRA ALLA VIGILIA DI INTER-REAL MADRID


LINK: Il messaggio del Presidente alla squadra alla vigilia di Inter-Real Madrid | News

IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE ALLA SQUADRA ALLA VIGILIA DI INTER-REAL MADRID

Il Presidente Steven Zhang

Giocare con coraggio e onorare i valori nerazzurri

14/09/202

APPIANO GENTILE – Il Presidente Steven Zhang ha riunito questa mattina, in via telematica, al Suning Training Center, tutta la Squadra, il Mister Simone Inzaghi e l’intera Area Tecnica, alla presenza del CEO Sport Giuseppe Marotta e del Direttore Sportivo Piero Ausilio, per un discorso motivazionale alla vigilia della nuova avventura in Champions League. 

Il Presidente ha ribadito l’impegno e la volontà di mantenere l’Inter competitiva in tutte le manifestazioni e l’obiettivo di continuare a vincere. Ha chiesto alla Squadra di giocare con coraggio, libera da pressioni, di dare sempre il massimo sul campo contro ogni avversario. 

Infine, il Presidente ha voluto dare il benvenuto a tutti i nuovi giocatori che da quest’anno si sono uniti al gruppo Campione d’Italia, ribadendo le responsabilità e i valori che chi indossa la maglia nerazzurra deve sempre rappresentare, nel rispetto del blasone del Club e dei milioni di suoi sostenitori in tutto il mondo.


Versi Bahasa Indonesia  English Version  中文版  Versión Española 

UFFICIALE – Inter, ecco la terza maglia:….


UFFICIALE – Inter, ecco la terza maglia: “Ispirata a valori di uguaglianza”

articolo: https://www.fcinter1908.it/copertina/ufficiale-terza-maglia/

Dopo le tante indiscrezioni, ora è arrivata l’ufficialità: l’Inter, attraverso i propri canali, ha annunciato il lancio della terza maglia

LINK: Inter e Nike presentano il terzo kit ispirato ai valori fondanti del club nerazzurro | News

14/09/2021

MILANO – Brothers and Sisters of the World: il terzo kit 2021-22 di Nike si ispira ai valori di inclusione e uguaglianza che caratterizzano il DNA dell’Inter fin dalla sua fondazione.

Il risultato è un kit nero, con al centro un motivo composto da quattro diversi colori fluorescenti a strisce diagonali accostati, che rappresentano l’accoglienza della diversità e il superamento di qualsiasi forma di discriminazione.

L’unione dei colori è alla base anche del video hero, pubblicato oggi sui canali digital del Club: le differenze si annullano di fronte alla fede nerazzurra, punto di unione tra i tifosi di tutto il mondo.  

Il principio fondante del Club è ribadito anche all’interno del kit, dove è riportata l’espressione “Brothers and Sisters of the World”.

Il nuovo terzo kit che i giocatori indosseranno in campo, così come le maglie replica per i tifosi, è realizzato con almeno il 95% di bottiglie di plastica riciclate. Si tratta di un kit rivoluzionario che unisce prestazioni elevate ad una filosofia produttiva che mette al centro la riduzione dell’impatto ambientale.

Il terzo kit 21/22 dell’Inter sarà disponibile da oggi su store.inter.itnike.com e presso l’Inter Store in Galleria Passarella e Nike Corso Vittorio Emanuele. Dal 17 settembre sarà possibile trovare il terzo kit anche in tutti i punti vendita autorizzati.

CLICCA QUI E ACQUISTA IL THIRD KIT 2021/2022

Cagliari: salta la panchina di Semplici. In lista tre nomi per sostituirlo


siamo alla terza giornata secondo allenatore esonerato……. 

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Cagliari/14-09-2021/cagliari-salta-panchina-semplici-tre-nomi-che-sostituirlo-4201245539432.shtml

Leonardo Semplici (Firenze, 18 luglio 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Sollevato il tecnico fiorentino, fatale il bilancio negativo dopo 3 giornate. In pole Lopez, Iachini e Mazzarri

Fiducia sì, fiducia no. Tommaso Giulini ha preso un giorno di tempo dopo la rabbia della sconfitta per 3-2 in casa contro il Genoa del suo Cagliari e alla fine ha deciso: Leonardo Semplici è stato esonerato dal ruolo di allenatore dei rossoblù. Una scelta pensata e combattuta, con l’idea di dare ancora tempo al tecnico toscano da una parte e la volontà di dare una sterzata all’andamento dei suoi dopo l’inizio a rilento, anche per non commettere gli errori della passata stagione. Quando un attendismo sul cambio in panchina ha fatto rischiare e non poco la permanenza in massima serie ai sardi. continua a leggere

Calcio: Milan, Ibrahimovic non parte per Liverpool


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2021/09/14/calcio-milan-ibrahimovic-non-parte-per-liverpool-_0841e826-adcb-44ff-8387-a40908d1ad04.html

Sofferenza al tendine achilleo, resta in Italia per precauzione

Zlatan Ibrahimovic non sarà a disposizione per Liverpool-Milan, in Champions. L’attaccante è costretto al forfait per una sofferenza al tendine achilleo. Rimane in Italia a scopo precauzionale. 

Zlatan Ibrahimovic

Di Francesco e l’esonero dal Verona…


siamo alla terza giornata primo allenatore esonerato……. Gattuso alla fiorentina la stagione non è nemmeno iniziata

Dopo solo tre mesi ESONERATO

Di Francesco e l’esonero dal Verona: dal trionfo in Roma-Barcellona a tre flop di fila, una discesa senza fine

articolo: https://www.corriere.it/sport/21_settembre_14/di-francesco-esonerato-verona-tudor-pole-la-sostituzione-c7b1cd36-1534-11ec-87fe-df13c0096efb.shtml

Di Francesco e l’esonero dal Verona: dal trionfo in Roma-Barcellona a tre flop di fila, una discesa senza fine

L’allenatore pescarese paga gli zero punti nelle prime tre partite e diventa il primo licenziato in stagione. Dopo i fasti con Sassuolo e i giallorossi, un fallimento dietro l’altro con Samp, Cagliari e l’Hellas. Che per sostituirlo pensa a Tudor

Il 10 aprile 2018 era l’allenatore più felice del mondo. La sua Roma aveva battuto 3-0 il Barcellona e lo aveva eliminato dai quarti di finale della Champions League. Si può dire che l’effetto domino che ha portato poi al crollo dei catalani e alla traumatica separazione da Leo Messi di quest’estate sia iniziato lì. Tre anni e mezzo dopo, Eusebio Di Francesco è il primo allenatore della Serie A a un passo dall’esonero (per Gattuso e la Fiorentina la stagione non è nemmeno iniziata) dopo appena tre partite e tre sconfitte: Sassuolo (2-3), Inter (1-3) e Bologna (0-1). Il Verona ultimo a zero punti con la Salernitana così ha deciso di cambiare. Favoritissimo per la successione è Tudor. continua a leggere