Palosco, giocatore espulso, il papà sferra un pugno all’arbitro. «Casi sempre più frequenti», «Corsi di educazione dei genitori»


articolo di Fabio Paravisi: https://bergamo.corriere.it/notizie/cronaca/23_febbraio_07/palosco-giocatore-espulso-papa-sferra-pugno-all-arbitro-casi-sempre-piu-frequenti-2e02de60-a6af-11ed-b9c4-8c4ac5be6a91.shtml

L’incontro di calcio Under 17 Oratorio Palosco-Aurora Seriate, il direttore di gara è andato al pronto soccorso. Le società condannano il gesto.

l grande Pierino Pulici, che gestisce una scuola calcio a Trezzo, disse che «la squadra ideale è composta da orfani», per raccontare la difficoltà di gestire i genitori più che i giocatori. Sarà stato d’accordo con lui l’arbitro della partita Under 17 Oratorio Palosco-Aurora Seriate, che domenica è finito al pronto soccorso per il pugno ricevuto dal padre di un giocatore espulso.

Come ha raccontato per primo L’Eco di Bergamo , è successo alla fine della gara, terminata 1-3 per l’Aurora. Gli sconfitti hanno avuto da ridire su alcune decisioni dell’arbitro, di poco più grande. Ne è nata una discussione, due giocatori hanno usato parole forti, cartellino rosso per entrambi. L’espulsione ha fatto infuriare il padre di uno dei due giocatori del Palosco, che è sceso in campo e ha sferrato un pugno all’arbitro, poi scappato nello spogliatoio perché l’altro lo stava inseguendo. Il ferito è quindi andato a farsi medicare al pronto soccorso di Seriate, da dov’è uscito con una prognosi di tre giorni. L’aggressore è stato denunciato ai carabinieri.

«E sì che noi avevamo giocato in dieci proprio per un’espulsione — commenta il direttore generale dell’Aurora, Andrea Orio —. Così non si può andare avanti, si perde lo scopo di tutta la cosa, che è quello di far divertire i ragazzi». «Stiamo intervenendo affinché certe situazioni non si verifichino più — aggiunge Fabio Gibellini, direttore sportivo del Palosco —, anche se vanno oltre ogni nostra responsabilità, essendo il gesto sconsiderato di un singolo che condanniamo e da cui prendiamo le distanze». «Il genitore non è di Palosco ma questo non toglie nulla alla gravità del fatto, mai accaduto prima — dice il sindaco Mario Mazza —. I genitori vogliono che i figli siano tutti dei Cristiano Ronaldo, e sfogano così le loro frustrazioni».

L’aggressione arriva due settimane dopo la maxirissa tra giocatori e genitori scoppiata al termine di Oratorio Alzanese e Tritium. «Siamo al paradosso che i nostri dirigenti devono partecipare a corsi di educazione dei genitori — dice il fiduciario provinciale del Coni Michele Cadei —. È un problema che riguarda tutti gli sport, troppi padri si arrabbiano per qualsiasi decisione che riguardi i figli. Una volta, in questi casi, le prendevi dall’allenatore e poi dai genitori». «Sono fatti sempre più frequenti, e spesso, come in questo caso, coinvolgono colleghi giovanissimi — dicono dall’Associazione italiana arbitri —. Abbiamo proposto di inasprire le pene e abbiamo invitato le vittime di aggressione a Coverciano con gli arbitri di Serie A».

Stangata per Casemiro dopo il gesto folle


articolo: Stangata per Casemiro dopo il gesto folle (msn.com)

Il centrocampista del Manchester United è stato punito con tre giornate di stop

Il centrocampista del Manchester United Casemiro ha pagato caro il comportamento tenuto durante la partita di Premier League di sabato scorso contro il Crystal Palace. L’ex Real, che durante una rissa in campo aveva messo le mani intorno al collo di Will Hughes, è stato punito con tre giornate di squalifica.

Il brasiliano era stato immediatamente espulso dall’arbitro dopo una lunga revisione al Var, e al momento dell’uscita si era portato il dito alla tempia come per dire al direttore di gara “sei matto“. Il Manchester United ha deciso di non fare ricorso per il verdeoro, che è alla sua prima espulsione diretta in carriera.

La rissa in campo, Casimiro aveva messo le mani intorno al collo di Will Hughes

Terremoto Grecia oggi, forte scossa in Calcidica


articolo: Terremoto Grecia oggi, forte scossa in Calcidica (quotidiano.net)

Magnitudo di 4.9, l’epicentro nel Golfo di Toroneo

Terremoto in Grecia, l'epicentro nella penisola Calcidica (Ingv)

Terremoto in Grecia, l’epicentro nella penisola Calcidica (Ingv)

Atene, 07 febbraio 2023

Una forte scossa di terremoto è stata segnalata oggi in Grecia, la magnitudo calcolata è di 4.9 (fonte Ingv) l’epicentro è nel Golfo di Toroneo 21 km a sud di Polygyros, nella penisola di Kassandra, in Calcidica, la regione che si affaccia nel Mar Egeo. Lontanissimo dal sisma che ieri ha devastato Turchia e Siria. L’ipocentro è stimato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia a 10 km di profondità.  

agg. terremoto Turkia-Siria


Terremoto in Turchia e Siria, tutte le notizie di oggi in diretta – Oltre 2.750 morti. Oms: le vittime potrebbero essere otto volte di più

articolo di Claudio Bozza, Marco Bruna, Alessandro Vinci, Redazione Online: https://www.corriere.it/esteri/diretta-live/23_febbraio_06/terremoto-turchia-siria-notizie-oggi-diretta-852944fa-a62c-11ed-a839-e2a726793555.shtml

Un violentissimo terremoto ha colpito la Turchia nella notte. Allarme tsunami in Italia, poi rientrato. Il presidente turco Erdogan proclama 7 giorni di lutto nazionale

 Un terremoto di grado 7,9  ha scosso la Turchia, nella notte.
• L’epicentro della serie di scosse si trova vicino alla città di Gaziantep. Milioni di persone lo hanno avvertito anche in Siria, Libano, Israele.
• Il conteggio delle vittime continua a salire e sarebbe al momento di oltre 2.300.
• Putin: «Presto soccorsi russi in Siria». Pronto a partire anche una squadra dei vigili del fuoco italiani.

Ore 20:31 – Il bilancio dei morti supera 2.700 – Il bilancio delle vittime del sisma che ha colpito la Turchia e la Siria è salito a oltre 2.700 morti. Il servizio di emergenza turco ha annunciato che almeno 1.762 persone sono morte in Turchia, mentre altri 1.000 persone hanno perso la vita nella vicina Siria, portando così il totale delle vittime a 2.762.

Ore 19:08 – Oms: i morti potrebbero essere 8 volte di più – Il violento terremoto che ha colpito la Turchia sudorientale e la vicina Siria potrebbe causare fino a otto volte più vittime rispetto agli oltre duemila morti riportati dai bilanci provvisori. La previsione arriva dall’Oms. «C’è un potenziale di ulteriori crolli e numeri otto volte superiori ai numeri iniziali», ha detto Catherine Smallwood, responsabile delle emergenze dell’ufficio europeo dell’Organizzazione mondiale della sanità. continua a leggere

Terremoto Turchia, a Diyarbakir si scava tra le macerieCorriere della Sera
Corriere della Sera


Sponsor gonfiati e stipendi di Mancini: perché la Premier indaga sul City – Oltre 100 violazioni del FPF inglese: la Premier indaga sul City


articolo di Redazione: Sponsor gonfiati e stipendi di Mancini: perché la Premier indaga sul City (calcioefinanza.it)

Il Manchester City è stato accusato dalla Premier League di oltre 100 presunte violazioni delle norme economico-finanziarie dopo quattro anni di indagini. Il club è stato accusato di aver violato i regolamenti per la durata di nove stagioni e si ritiene che se le accuse fossero dimostrate potrebbero portare a una serie di sanzioni tra cui una penalizzazione in classifica o l’esclusione dal campionato.

Ma di cosa è accusato esattamente il Manchester City? L’indagine della Premier League è iniziata nel dicembre del 2018 dopo che il sito tedesco Der Spiegel ha pubblicato dei documenti legati a Football Leaks, provenienti dall’hacker informatico portoghese Rui Pinto.

Questi documenti sostenevano che il Manchester City avesse contratti di sponsorizzazione “gonfiati”, con un valore sopravvalutato rispetto a quello di mercato e con denaro versato direttamente dalla proprietà di Abu Dhabi invece che da sponsor legati agli Emirati Arabi Uniti. Inoltre, i documenti cercavano di dimostrare come lo stipendio dell’allora tecnico Roberto Mancini fosse in realtà raddoppiato sulla base di un contatto segreto con un club di Abu Dhabi. Inoltre, erano indicate irregolarità con riferimento all’acquisto di calciatori minorenni.

La UEFA aveva inizialmente escluso il Manchester City per due anni dalle sue competizioni e multato il club di 30 milioni di euro per presunte violazioni del Fair Play Finanziario legate ai contratti di sponsorizzazione. Nel 2020 l’esclusione è stata revocata e la multa ridotta a 10 milioni di euro dal Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS), che ha affermato che «la maggior parte delle presunte violazioni non era stata accertata o era prescritta».

Secondo le regole della Premier League, non ci sono restrizioni simili sul periodo di tempo trascorso da un presunto reato. Nel marzo 2019, la Premier League ha confermato per la prima volta che era in corso un’indagine dopo che un certo numero di club di alto livello aveva sollevato la questione delle accuse contro il Manchester City.

Oltre 100 violazioni del FPF inglese: la Premier indaga sul City

articolo di Redazione: Oltre 100 violazioni del FPF inglese: la Premier indaga sul Manchester City (calcioefinanza.it)

Manchester City violazioni FPF – Attraverso un comunicato ufficiale pubblicato questa mattina, la Premier League ha annunciato di avere aperto un’indagine nei confronti del Manchester City per oltre 100 possibili violazioni delle norme del massimo campionato di calcio inglese con particolare riferimento alle regole economico-finanziarie. Le violazioni riguardano prevalentemente le stagioni dal 2009/10 al 2017/18.

In particolare, le violazioni «in relazione a ciascuna delle stagioni dal 2009/10 al 2017/18» riguardano «le regole della Premier League che richiedevano la fornitura da parte di un club membro, nella massima buona fede, di accurate informazioni finanziarie che fornissero un rappresentazione veritiera e corretta della posizione finanziaria del club, in particolare per quanto riguarda le sue entrate (inclusi i ricavi da sponsorizzazione), le sue parti correlate e i suoi costi operativi», si legge nella nota.

Inoltre, per quanto riguarda le ulteriori violazioni, in «ciascuna delle stagioni dal 2009/10 al 2012/13, le regole della Premier League richiedevano a un club membro di includere tutti i dettagli della remunerazione dell’allenatore nei relativi contratti con il proprio tecnico». Lo stesso discorso riguarda anche i calciatori, con riferimento alle stagioni dalla 2010/11 alla 2015/16.

Manchester City violazioni FPF – Rischio sanzioni per i CitizensAltre violazioni riguarderebbero le regole della Premier League che impongono a un club affiliato di conformarsi ai regolamenti UEFA, inclusi i Regolamenti UEFA sulle Licenze per Club e il Fair Play Finanziario, oltre alle norme sulla redditività e sostenibilità del massimo campionato di calcio inglese. Infine, ci sarebbero accuse anche per quanto riguarda il periodo da dicembre 2018 ad oggi, poiché le regole della Premier League «richiedono a un club membro di cooperare e assistere la Premier nelle sue indagini, anche fornendo documenti e informazioni nella massima buona fede».

Il deferimento da parte della Premier League arriva dopo indagini della durata di quattro anni. Si ritiene che se le accuse fossero dimostrate, queste violazioni potrebbero portare a una serie di sanzioni tra cui una penalizzazione in classifica o addirittura l’esclusione dal campionato.

Terremoto tra Turchia e Siria, oltre 830 morti e migliaia di feriti


Violento terremoto tra Turchia e Siria, si teme un disastrohttp://www.3bmeteo.com

articolo Redazione ANSA: Terremoto tra Turchia e Siria, oltre 830 morti e migliaia di feriti – Medio Oriente – ANSA

Scossa di magnitudo 7.8 nella notte. Farnesina, per ora nessun connazionale coinvolto nel sisma

Sono oltre 831 le persone che hanno perso la vita per il terremoto di magnitudo 7.8 che ha colpito nella notte il sud est della Turchia e il nord della Siria.

TurchiaAlmeno 284 i morti, e almeno 2.323 i feriti, nelle province turche interessate dal sisma (Adana, Malatya, Gaziantep, Diyarbakir, Hatay, Adiyaman, Osmaniye, Sanliurfa e Kahramanmaras) ma il bilancio è destinato a salire dal momento che il prefetto di Kahramanmaras – una delle province colpite – ha detto che non è ancora possibile capire quante siano le vittime mentre i danni sono ingenti.

Siria. Almeno 427 persone hanno perso la vita nel nord della Siria a causa del terremoto di magnitudo 7.8 che ha colpito nella notte le regioni sul confine turco. Lo ha fatto sapere la tv di Stato turca Trt. Sono almeno 284 le vittime nel sud est della Turchia dove c’è stato l’epicentro e 2.323 i feriti, ha fatto sapere il vice presidente turco Fuat Oktay. 
E’ salito a oltre 120 il bilancio del morti nelle zone della Siria controllate dai ribelli provocati dal terremoto di magnitudo 7.8 che ha colpito la notte scorsa il sud della Turchia. In precedenza, un ospedale aveva riferito all’agenzia di stampa Afp che il terremoto aveva ucciso almeno otto persone nelle aree settentrionali controllate dalle fazioni filo-turche.

La ong di protezione civile siriana White Helmets (Caschi Bianchi) ha dichiarato lo stato di emergenza nel nord-est del Paese e ha lanciato un appello alle organizzazioni umanitarie internazionali affinché intervengano con aiuti in tempi rapidi. Il sisma è avvenuto alle 4:17 del mattino (le 2:17 ora italiana) e ha avuto il suo epicentro nei pressi di Gaziantep, città del sud est della Turchia a una cinquantina di chilometri dal confine siriano. Centinaia gli edifici distrutti dal sisma: oltre alle abitazioni, è quasi completamente crollata la Chiesa dell’Annunciazione di Iskenderun, cattedrale cattolica risalente al 19esimo secolo. Ridotto a un cumulo di macerie il castello di Gaziantep, struttura di epoca romana costruita nel terzo secolo. Le operazioni di soccorso continuano, si stima che moltissime persone siano ancora sotto le macerie e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan viene costantemente informato sulla situazione. continua a leggere

Attacco hacker oggi in tutto il mondo, colpita l’Italia: «Decine di sistemi compromessi» – Tim down, problemi alla rete Telecom Italia segnalati in molte regioni: cosa sta succedendo


Attacco hacker oggi in tutto il mondo, colpita l’Italia: «Decine di sistemi compromessi»

articolo di  Paolo Ottolina: https://www.corriere.it/tecnologia/23_febbraio_05/attacco-hacker-in-corso-italia-colpita-decine-di-sistemi-nazionali-compromessi-66cbbb59-a818-4870-8b98-833794581xlk.shtml

L’Agenzia per la cybersicurezza nazionale: «Riguarda tutto il mondo, qualche migliaio di server compromessi». Giovedì l’attacco ad Acea

Un «massiccio attacco tramite un ransomware già in circolazione» è stato rilevato dal Computer security incident response team Italia dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (Acn), secondo cui l’attacco è in corso in tutto il mondo e riguarda «qualche migliaio di server compromessi». Colpita pesantemente anche l’Italia, insieme ad altri Paesi europei come la Francia, il Paese più danneggiato, e la Finlandia ma anche il Nord America, con Canada e Stati Uniti. In Italia, spiega ancora l’Acn, sono decine le realtà che hanno riscontrato l’attività malevola nei loro confronti e il numero è destinato ad aumentare. 
Secondo fonti del Corriere non ci sarebbero legami tra l’attacco e i recenti fatti di attivismo politico in Italia o gli scenari internazionali; si tratterebbe piuttosto di cyber-criminali comuni, interessati a estorcere denaro alle aziende e istituzioni colpite

Server VMware ESXi  – La vulnerabilità colpisce in particolare i server VMware ESXi ed è stata sfruttata con attacchi ransomware che, cifrano i sistemi colpiti rendendoli inutilizzabili fino al pagamento di un riscatto per avere la chiave di decifrazione. La vulnerabilità sfruttata dagli hacker è già stata corretta nel passato dal produttore e parecchio tempo fa: addirittura nel febbraio 2021. Due anni fa quindi, ma evidentemente molti amministratori di sistema non si erano presi la briga di applicare le corrette patch, ovvero le «correzioni» adeguate ai server. La vulnerabilità, non corretta, ha permesso agli hacker di sferrare l’ondata di attacchi registrata nel weekend. I primi ad accorgersene, riferisce l’Acn, sono stati i francesi, probabilmente per via dell’ampio numero di infezioni registrato sui sistemi di alcuni provider in Francia. Successivamente l’ondata di attacchi si è spostata su altri paesi, tra cui l’Italia. 

L’allerta dell’Acn: chiudere le falle subito – L’Autorità nazionale per la sicurezza informatica ribadisce nella nota «che è prioritario per chiunque chiudere le falle individuate e sviluppare un’adeguata strategia di protezione». Per i tecnici dell’Acn, infatti, «siamo stati in grado di censire diverse decine di sistemi nazionali verosimilmente compromessi e allertato numerosi soggetti i cui sistemi sono esposti ma non ancora compromessi. Tuttavia, rimangono ancora alcuni sistemi esposti, non compromessi, dei quali non è stato possibile risalire al soggetto proprietario. Questi sono chiamati immediatamente ad aggiornare i loro sistemi».

Il bollettino da consultare – La nota dell’Acn entra nel tecnico: la vulnerabilità individuata dalle recenti analisi come CVE-2021-21974 (già sanata, come detto, dal vendor VMWare nel febbraio 2021), riguarda i sistemi esposti su Internet che offrono servizi di virtualizzazione basati sul prodotto VMWare ESXi, e ha un impatto elevato, stimato dalla comunità tecnica come «rischio alto/arancione» (70,25/100). E tuttavia non si esclude che anche altre vulnerabilità possono essere sfruttate da attori malevoli: l’Acn (attraverso lo CSIRT Italia) ha pubblicato sabato uno specifico bollettino con le procedure per risolvere la vulnerabilità, ai quali i responsabili tecnici dei servizi IT pubblici e privati sono invitati a fare riferimento

Legami con #TimDown?  – Per ora non ci sono conferme di un legame tra l’allarme dell’Acn e i problemi di Tim, con un #TimDown segnalato fin dalla mattina di mercoledì e moltissimi disagi segnalati da varie zone d’Italia. Giovedì Acea, l’azienda romana dell’energia elettrica, dell’acqua e del gas, era stata colpita da un attacco ransomware molto serio, con difficoltà a ripristinare la piena operatività.

Cos’è il ransomwareIl ransomware è una minaccia informatica che infetta un sistema, lo blocca o ne compromette l’usabilità e poi richiede il pagamento di un riscatto (ransom) per poter tornare a utilizzarlo. Tutti i file all’interno del sistema, che può essere un computer o un’intera rete di una o più aziende, vengono crittografati così da essere illeggibili dal legittimo proprietario e il codice di sblocco viene dato solo previo pagamento. L’infezione avviene tramite un link o un allegato in una mail, che vengono cliccati da uno degli utenti del network. Una volta entrati su un computer possono rimanere dormienti per mesi prima di attivarsi. Sembrerebbe questo il caso dell’attacco che ha colpito l’Italia. 

Tim down, problemi alla rete Telecom Italia segnalati in molte regioni: cosa sta succedendo

articolo di  Paolo Ottolina: https://www.corriere.it/tecnologia/23_febbraio_05/tim-down-problemi-alla-rete-telecom-italia-segnalati-in-molte-regioni-cosa-sta-succedendo-e6b6b894-38cd-4673-93aa-bf38697a3xlk.shtml

Impennata di segnalazioni sulla rete di Telecom Italia a partire dalla mattina del 5 febbraio. L’azienda: problema di interconnessione internazionale. Il caso dell’attacco hacker ransomware contro l’Italia

Ancora difficoltà per la rete Internet italiana. Dopo il lunghissimo disservizio alle mail di Libero e Virgilio, ora ufficialmente concluso con tanto di promesse di ristori per i clienti colpiti, domenica 5 febbraio è stato il turno di Tim. La rete dell’ex monopolista ha vissuto problemi in tutta Italia, con migliaia di segnalazioni di disservizi registrate da pagine quali Downdector e assistenza-clienti.it a partire dalle 11 circa di domenica ma poi proseguiti, a macchia di leopardo, nelle ore successive.

Secondo quanto ha reso noto un portavoce dell’azienda, sulla rete Tim «è stato rilevato un problema di interconnessione internazionale e sono in corso le analisi per la risoluzione del problema. Il problema ovviamente impatta sul servizio a livello nazionale». Nel pomeriggio, l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (Acn) ha diffuso la notizia di un massiccio attacco hacker che ha colpito l’Italia, con «decine di sistemi compromessi» da un ransomware e altri già infettati. Non è chiaro al momento se i due fatti, il down di Tim e l’attacco hacker, siano connessi. Nel primo pomeriggio la Polizia Postale aveva escluso un cyber-attacco per il down di Tim, parlando più semplicemente di «problemi tecnici che interessano la rete Internet fissa e non quella mobile».
Per Netblock, che monitora il traffico Internet globale, l’Italia è scesa al 26% della sua connettività consueta (vedi sopra). Un dato che spiegherebbe perché nel pomeriggio di domenica – secondo i grafici di Downdetector, (vedi sotto) – le segnalazioni di disservizi si sono allargati a diversi altri operatori e servizi

#timdown – Le segnalazioni, condite da diversi tweet tra l’arrabbiato e l’indignato (l’hashtag #TimDown è salito rapidamente al primo post tra i Trending Topics italiani), hanno riguardato l’accesso a Internet da rete fissa di abbonati di Telecom Italia e in alcuni casi anche da mobile. 
Come spesso capita il maggior numero di problemi sembra concentrarsi nei maggiori centri urbani, da Milano a Roma, da Torino a Napoli e Bari. 
I servizi di customer care di Tim sui social hanno replicato scrivendo: «È in corso un disservizio a livello nazionale che impatta tutti i servizi. Le aree tecniche di competenza stanno effettuando tutte le operatività per il ripristino». 

I tifosi di calcio – Molti utenti arrabbiati soprattutto nella zona di Napoli, per l’impossibilità di seguire Spezia-Napoli su Dazn (che non ha responsabilità in merito). A cui si sommano le preoccupazioni di chi invece attende Inter-Milan: a differenza della partita della capolista – trasmessa anche via satellite su Sky -, per poter assistere al derby di Milano è necessaria una connessione Internet. 
Dazn ha fatto un tweet parlando di «problemi sulla rete internet di uno dei principali operatori telefonici, che stanno creando disservizi ai suoi clienti e, conseguentemente, anche ad alcuni clienti DAZN».

Barzago, incendio in un deposito di vernici: rischio nube tossica


articolo: Barzago, incendio in un deposito di vernici: rischio nube tossica – Cronaca – ilgiorno.it

I vigili del fuoco stanno spegnendo il fuoco con schiuma estinguente al posto dell’acqua per evitare contaminazioni ambientali e delle falde idriche

Barzago (Lecco), 4 febbraio 20023  

Deposito di vernici in fiamme a Barzago. Il rogo è divampato nel magazzino di un’autofficina, dove vengono stoccate vernici e solventi. Per scongiurare il rischio che l’incendio si propagasse ulteriormente, ma anche per raffreddare i contenitori delle sostanze altamente infiammabili e potenzialmente esplosivi, sono intervenuti in forze i vigili del fuoco a bordo di cinque mezzi di soccorso.

L’intervento è ancora in corso. Stanno utilizzando una schiuma estinguente per soffocare le fiamme al posto dell’acqua in modo da evitare possibili contaminazioni ambientali e delle falde idriche. Sono obbligati inoltre ad indossare respiratori artificiali per non respirare le esalazioni delle vernici che bruciano. L’intera zona è stata cinturata e delimitataDal luogo dell’incendio si sta alzando una colonna di fumo nero.

Nonostante i comprensibili timori per quanti in zona abitano e lavorano, al momento non sussisterebbero rischi per i cittadini. Per precauzione sono stati comunque mobilitati i sanitari di Areu con i volontari della Croce rossa.

Meteo, le previsioni di domenica 5 febbraio: sereno ma in serata arriva aria gelida, crollo di 10 gradi delle temperature


articolo di Redazione Cronache: https://www.corriere.it/meteo/23_febbraio_04/meteo-previsioni-domenica-5-febbraio-sereno-ma-serata-arriva-aria-gelida-crollo-10-gradi-temperature-461d8e3c-a49d-11ed-a9a2-20247d5f06f9.shtml

Possibili nevicate in nottata su Alpi e Prealpi anche in valle e piogge in Sardegna.

Domenica 5 febbraio, dopo alcune giornate di caldo primaverile dovuto ai venti di foehn, specialmente sulle regioni settentrionali con più di 20 gradi a Milano, arrivano le prime propaggini di un flusso di aria fredda dalla Scandinavia. Secondo gli esperti di iLMeteo.it verso il tardo pomeriggio-sera arriverà il nucleo più consistente con un crollo termico di 15 gradi in quota e di 10 gradi in pianura. In serata si potrebbero verificare nevicate a bassa quota su Alpi e Prealpi e le prime piogge in Sardegna. Il freddo durerà per gran parte della prossima settimana: le regioni più colpite saranno quelle adriatiche dalle Marche alla Puglia con possibili isolati fiocchi anche sulle coste.

Nord – Il cielo si presenterà molto nuvoloso o a tratti pure coperto, soprattutto in Liguria e al Nord-ovest. Entro sera è atteso un peggioramento su Alpi e Prealpi seguite da nevicate sparse. Temperature in sensibile diminuzione.

Centro e Sardegna – Annuvolamenti compatti sulle regioni adriatiche, con deboli nevicate al di sopra dei 300 metri, molte nubi anche sulla Sardegna con deboli piogge lungo le coste orientali; bel tempo sul resto del Centro.

Sud e SiciliaNuvolosità consistente sul settore peninsulare e Sicilia tirrenica con deboli piogge sulle regioni ioniche e neve oltre i 300 metri. Temperature in diminuzione su tutte le regioni.

Raffiche a 195 km all’ora e -43 gradi. Temperatura percepita 78 sottozero: è record americano


articolo di Paolo Virtuani: https://www.corriere.it/meteo/23_febbraio_04/raffiche-195-km-all-ora-43-gradi-temperatura-percepita-78-sottozero-record-americano-2547cd10-a4b3-11ed-a9a2-20247d5f06f9.shtml

Sulla vetta del Mt. Washington, cima più alta degli Appalachi nel New Hampshire

Temperatura minima: -43,4 °C. Raffiche di vento: 195 chilometri all’ora. Risultato: sotto l’azione del vento gelido la temperatura percepita (wind chill, cioè indice di raffreddamento eolico) era di -78 gradi Celsius, la più bassa mai riscontrata negli Stati Uniti. Il precedente record apparteneva al villaggio di McGrath, in Alaska, con -75 °C di wind chill. Non sono i dati che provengono dall’Antartide ma dal Mount Washington, a 1.917 metri di altezza nel New Hampshire, la cima più alta dei monti Appalachi nel Nord-Est degli Stati Uniti, registrati dall’osservatorio meteorologico posto sulla vetta (qui il link per seguire i dati in diretta). La temperatura minima è stata registrata alle 4 di sabato mattina (le 10 in Italia). continua a leggere

Gelo record negli Stati Uniti: sul monte Washington fino a -43°C, con una temperatura percepita… – Corriere della Sera

FOLLIA CASEMIRO: MANI AL COLLO A HUGHES, PRIMO 🟥 DIRETTO IN CARRIERA


articolo: 📸 Follia Casemiro: mani al collo a Hughes, primo 🟥 diretto in carriera | OneFootball

Un’autentica follia. Durante Manchester United-Crystal Palace, Casemiro è stato espulsodopo un check con il VARper aver messo le mani al collo ad un avversario.

Lo United era in vantaggio 2-0, dopo un fallo di Hughes su Antony – entrambi ammoniti – è scattata una rissa con diversi giocatori coinvolti.

Casemiro ha perso la testa e ha afferrato direttamente il collo di Hughes:

L’arbitro, in un primo momento, aveva assegnato il cartellino giallo anche al centrocampista ex Real, ma poi dopo il check con il VAR la decisione è cambiata ed è stato direttamente espulso.

Un cartellino, di fatto, storico: è il primo rosso diretto che Casemiro riceve in carriera.

I Red Devils l’hanno comunque portata a casa, vincendo 2-1, ma il brasiliano salterà sicuramente almeno le prossime tre partite (quando l’espulsione è per condotta violenta, infatti, la minima sanzione sono 3 incontri).

Sampdoria, durissima contestazione dei tifosi a Garrone: “Toglieteci Ferrero”


articolo: Sampdoria, durissima contestazione dei tifosi a Garrone: “Toglieteci Ferrero” (sport-today.it)

Alta tensione intorno al club blucerchiato per la situazione societaria

SPORT TODAY03febbraio 2023

Esplode la tensione in casa Sampdoria per la difficile situazione societaria e sportiva del club blucerchiato. Mentre in campo la squadra sta disperatamente lottando per non retrocedere, il clima fuori dal terreno di gioco si è surriscaldato per la mancata cessione del club da parte di Massimo Ferrero.

Proprio l’attuale patron della società ligure e quello precedente, Edoardo Garrone, sono stati presi di mira dagli ultras doriani, che hanno inscenato una durissima contestazione: “Non fai più vita, guardati le spalle“, hanno urlato a Garrone. “Voi lo avete messo (Massimo Ferrero, ndr) e ora ce lo togliete. E andremo avanti nella protesta fino a quando non succederà. Qui non molla nessuno“, sono le parole riportate dall’Ansa.

I tifosi, organizzati in un picchetto davanti alla Erg, hanno invece assicurato l’appoggio alla squadra, che sta lottando per non retrocedere. La Sampdoria è attualmente penultima in classifica con nove punti conquistati in venti gare.

Bancomat Blackout: fuori servizio in tutta Italia


articolo: Bancomat Blackout: fuori servizio in tutta Italia – FIRSTonline

Impossibile prelevare dagli sportelli. Segnalati disservizi anche nei pagamenti con la carta

Non funzionano i bancomat in tutta Italia. Dalla mattina di oggi, 4 febbraio, vengono segnalati disservizi su tutto il territorio nazionale che rendono impossibile prelevare dagli sportelli.
Alcuni utenti su Twitter hanno anche segnalato l’impossibilità di pagare con la carta ai negozi. Problemi anche al Circuito Visa.

Il sito Downdetector, sito che fornisce agli utenti informazioni in tempo reale sullo stato di vari siti web e servizi, rileva un’impennata di segnalazioni nella giornata odierna con il picco avvenuto intorno a mezzogiorno.

I problemi riguardano la maggior parte degli istituti bancari, le maggiori segnalazioni riguardano soprattutto Intesa SanPaolo e UniCredit. Da accertare le cause.

Disservizi in miglioramentoL’emergenza sembra essere rientrata. I disservizi ai bancomat si sono risolti intorno alle 13,30 quando le operazioni hanno ripreso gradualmente a funzionare.
In corso gli accertamenti per verificare le cause che hanno portato al blocco delle operazioni.

Roma, Solbakken escluso dalla lista Uefa dopo controllo sul monte stipendi


articolo di Gianluca Lengua: Roma, Solbakken escluso dalla lista Uefa dopo controllo sul monte stipendi (ilmessaggero.it)

La decisione del club per evitare il rischio sanzioni

La Uefa nella serata di ieri ha controllato la lista della Roma e in base alla verifica è emersa una differente interpretazione del monte ingaggi rispetto a quella fatta dalla Roma. Quindi, per non rischiare sanzioni il club ha tolto Solbakken.

Roma, la lista Uefa cambia – Dalla lista non si possono levare i calciatori che giá erano presenti in quella precedente, ma solo i nuovi. La scelta è ricaduta sull’ex Bodo perché Wijnaldum è un titolare e Llorente è una riserva necessaria in una difesa che gioca a tre e ha solo quattro centrali di ruolo.

Chelsea, senza Champions League rischio violazione del FPF


articolo di Redazione: https://www.calcioefinanza.it/2023/02/03/chelsea-rischio-violazione-fpf/

Il Chelsea correrà il rischio di violare le regole del Fair Play Finanziario UEFA se non riuscirà a qualificarsi per la Champions League in questa stagione, dopo essere già stato inserito nella “lista di controllo” da parte dell’organo di controllo finanziario della Federcalcio europea.

La UEFA aveva annunciato a settembre che il Chelsea era tra i 19 club europei che sono sfuggiti a misure sanzionatorie solo a causa delle condizioni particolari legate all’emergenza Coronavirus e le cui spese saranno attentamente monitorate in questa stagione. Nonostante ciò, il club londinese è stato protagonista di una campagna acquisti invernale faraonica.

Oltre alla spesa record per i trasferimenti – i Blues hanno speso quasi 330 milioni di euro – il fatto che il solo Jorginho abbia lasciato il club significa che il costo della rosa del Chelsea sarà salito alle stelle. Come spiega il quotidiano inglese The Times, anche se la politica di siglare accordi di lunga durata consentirà al Chelsea di distribuire il costo dei cartellini su più stagioni, gli esperti ritengono che i Blues non possano stare tranquilli, soprattutto qualora non dovessero qualificarsi per la prossima Champions League.

In caso di mancato quarto posto (il Chelsea è attualmente decimo in Premier League, a dieci punti dalla quarta posizione) il club potrebbe essere costretto a vendere alcune delle sue stelle per rientrare nei parametri previsti dalle norme sul Fair Play Finanziario per coprire i ricavi mancanti, nell’ordine dei 90 milioni di sterline (anche se la cifra finale dipende dai risultati sportivi). Solo i calciatori cresciuti “in casa”, e dunque con un valore netto a bilancio prossimo allo zero, potrebbero salvare i Blues. La cessione di giocatori come Callum Hudson-OdoiConor Gallagher e Ruben Loftus-Cheek potrebbe generare quasi 100 milioni di sterline complessivamente.

Con le nuove regole per il controllo dei costi, che andranno a sostituire la vecchia versione del Fair Play Finanziario, la UEFA ha introdotto un nuovo elemento chiamato “squad cost rule”, che prevede che i club avranno un limite di spesa pari al 90% dei ricavi per gli stipendi dei giocatori, i trasferimenti e le commissioni degli agenti.

Limite che si abbasserà all’80 e ancora al 70% negli anni successivi, fino ad arrivare a regime nella stagione 2025/26. Eventuali ricavi derivanti dalla vendita di giocatori consentiranno ai club di spendere di più, ma le entrate derivanti dai trasferimenti saranno calcolate in media rispetto ai sei anni precedenti. Il limite di deficit per la stagione crescerà invece a 60 milioni di euro

Calcio in lutto in Puglia: è morto a 33 anni Matteo Silvestri, calciatore dell’Atletico Peschici


articolo: Calcio in lutto in Puglia: è morto a 33 anni Matteo Silvestri, calciatore dell’Atletico Peschici (tuttocalciopuglia.com)

Il calcio pugliese è in lutto per la morte di Matteo Silvestri, calciatore 33enne dell’Atletico Peschici: “Non avremmo mai voluto dare questa notizia – scrive il club garganico – ma la vita a volte è ingiusta. Oggi il nostro bomber, il numero dieci, il ragazzo che ha scritto la storia calcistica di Peschici con due promozioni, il nostro mister del settore giovanile ci ha lasciato per sempre. La società  la tua famiglia manterrà vivo il tuo ricordo perché le persone come te vivono in eterno. Grazie a Jessica, al fratello, a tutti i parenti per quello che avete fatto per Matteo“.

Silvestri aveva militato anche nell’Atletico Vieste: “Trovare le parole giuste in questi momenti è sempre difficile, per certi versi straziante. Matteo – lo ricorda il sodalizio viestano – è e continuerà ad essere uno dei protagonisti assoluti di una delle pagine di storia più belle della nostra associazione. Mai una parola fuori posto, sempre col sorriso stampato sulle labbra e soprattutto sempre pronto a dispensare consigli ai più giovani. Il tutto condito dalla grande passione per quel rettangolo verde, amico di tante battaglie e di tante vittorie. Oggi Vieste piange un figlio della propria terra, andato via troppo presto dopo aver combattuto a lungo contro un male che ha rivelato essere più forte di lui. Ma Matteo ne è uscito a testa altissima, come si direbbe in gergo calcistico “con la maglia sudata” dopo aver dato tutto, come era abituato a fare sul prato verde del Riccardo Spina“.

Moggi a bordocampo per Napoli-Juve Primavera: la Procura Figc apre un’inchiesta


articolo Elisabetta Esposito: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/03-02-2023/moggi-bordocampo-napoli-juve-primavera-procura-figc-apre-un-inchiesta-46060968053.shtml

L’ex dirigente, radiato per i fatti di Calciopoli, non avrebbe dovuto essere lì. Chiné ha già ascoltato Pessotto, probabile che senta anche i dirigenti partenopei

Poco meno di tre settimane fa, il 14 gennaio, sui social erano rimbalzate la notizia e le immagini (diffuse inizialmente da Michele Spiezia su storiesport.it) di Luciano Moggi ai bordi del campo durante la gara Primavera tra Napoli e Juventus, scatenando praticamente ovunque una sola domanda: come può l’ex dirigente bianconero, radiato per i fatti di Calciopoli, occupare una postazione tanto privilegiata durante una gara ufficiale?

Una domanda a cui ora vuole rispondere la Procura federale che, subito dopo aver appreso la notizia a mezzo stampa corredata da immagini chiarissime, ha aperto un fascicolo d’indagine sull’accaduto. La violazione, qualora dovesse essere verificata, riguarderebbe la presenza a bordocampo di una figura non presente né in lista gara né tra gli accreditati (fotografi, cameramen ecc), aggravata nel caso di Moggi dalla radiazione, ovvero “la preclusione a vita alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Figc”. La Procura guidata da Giuseppe Chiné ha intenzione di accertare che cosa sia successo e in quale modo in tempi rapidi.

COLLOQUIOMercoledì è stato ascoltato Gianluca Pessotto, coordinatore degli staff tecnici bianconeri, che quel giorno sul campo di Cercola ha a lungo parlato con Moggi. Probabile che venga sentito anche il Napoli in qualità di responsabile dell’organizzazione della gara, visto che erano gli azzurri a giocare in casa.

Stretta sulle plusvalenze: ecco cosa cambia per i club


articolo di Redazione: https://www.calcioefinanza.it/2023/02/02/plusvalenze-nuova-norma-decreto-milleproroghe/

Plusvalenze nuova norma – Dopo l’esplosione del caso Juventus, è arrivata la stretta contro le plusvalenze annunciata dal Governo e in particolare dal ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti. La nuova regola, che modifica l’articolo 86 del Testo unico sulle imposte sui redditi, avrà la forma di un emendamento governativo che sarà presentato nella giornata di oggi al Milleproroghe in discussione al Senato.

La nuova norma agirà in due modi sul tema plusvalenze, a cominciare dall’introduzione di una disciplina specifica per «le plusvalenze realizzate mediante cessione dei diritti all’utilizzo esclusivo della prestazione dell’atleta per le società sportive professionistiche». Queste somme si dividono in due parti: la quota «corrispondente al corrispettivo eventualmente conseguito in denaro» potrà entrare nella rateizzazione come di consueto, mentre il resto andrà direttamente «a formare il reddito nell’esercizio in cui è stata realizzata».

Plusvalenze nuova norma – Le due novità

La seconda novità riguarda invece le regole generali per la rateizzazione. Il testo attuale permette un regime favorevole alle società sportive, che possono diluire la plusvalenza anche quando il giocatore rimane per un solo anno nella proprietà del club, mentre le altre imprese hanno bisogno di mantenere il “bene” in portafoglio almeno per tre anni per vedersi aprire le porte della dilazione.

Il regime di favore viene ora abolito, allineando la disciplina dello sport a quella generale che impone di aspettare il triennio. L’obiettivo della doppia mossa è chiaro, e punta a stringere le viti fiscali intorno alle cosiddette plusvalenze “fittizie” realizzate dai club per sostenere i propri conti senza che però i valori abbiano un corrispettivo effettivo di mercato.

Nasce così un doppio regime: sulle plusvalenze che si traducono in un effettivo scambio di denaro la mano del fisco è più leggera. Per quelle che producono numeri nei bilanci ma non trasferimento di denaro, invece, non c’è scampo: vanno integralmente ad alimentare il reddito dell’anno, e quindi le imposte da pagare, con un disincentivo che dovrebbe frenare il fenomeno.

In sostanza, quindi, cambia il regime agevolato a livello fiscale di cui hanno goduto le società, che ora dovranno pagare subito l’intera cifra legata alle tasse sulla plusvalenza in caso di cessione di un giocatore dopo una o due stagioni nel club (mentre potranno rateizzare la cifra in caso di cessione a partire dalla terza stagione in poi). Inoltre, la rateizzazione non sarà comunque permessa in caso di plusvalenza derivante da uno scambio di giocatori senza passaggio di denaro, nemmeno dopo tre anni, e quindi le tasse dovranno essere versate interamente nell’anno in cui è stata effettuata la cessione. La mossa del Governo costringerà quindi i club, soprattutto nel caso in cui una operazione a specchio sia effettuata solo per “abbellire” i conti, a dovere comunque versare subito la quota di tasse legata alla plusvalenza dando dimostrazione di avere comunque la liquidità necessaria.

“Hulk Hogan sta bene”:L’ex star del WRESTLING non ha le gambe paralizzate – Il dramma di Hulk Hogan: non sente più le gambe


articolo di Alessandro Guarisco: https://www.drcommodore.it/2023/02/01/hulk-hogan-sta-bene/

Il wrestling è uno sport-spettacolo che ha una grande seguito nel nostro Paese, grazie agli incontri della WWE (World Wrestling Entertainment) trasmessi da molti anni in Italia. Una delle star di questa disciplina più famose e amate anche nel nostro Paese è sicuramente Hulk Hogan, pseudonimo di Terry Eugen Bollea.

Soprannominato The Himmortal, Hulk Hogan è stato uno dei pro-wrestler più prolifici della WWE, con una carriera durata ben 35 anni. Come tanti colleghi del mondo del wrestling, The Immortal è comparso anche in diversi film, quali Rocky IIIGremlins 2 o Secret Agent. Senza contare i suoi cameo in serie TV come Baywatch o Walker Texas Ranger.

Nelle ultime ore Hulk Hogan è tornato in tendenza in Italia per una notizia circolata tra la notte e la mattina del 30/31 gennaio. Riportata dalla maggior parte delle testate italiane, secondo tale news Hulk Hogan “non sentirebbe più le gambe”, dopo una serie di operazioni in cui sarebbero stati “tagliati i nervi degli arti inferiori”. Notizia che però è stata smentita in serata da un rappresentante della WWE.

“Va tutto bene con la salute di Hulk Hogan”Tutto è nato da una dichiarazione fatta venerdì scorso da Kurte Angle, durante il suo show. Per chi non lo conoscesse, si tratta di un ex-wrestler come Hogan, che si è ritirato dal professionismo nel 2019.

Ad ogni modo, Kurt Angle in una puntata del suo podcast ha parlato della salute di The Immortal parlando di condizioni molto gravi per l’ex star del wrestling.

Hogan ha avuto un’altra operazione alla schiena. Gli avrebbero tagliato i nervi della parte inferiore del corpo, non sente gli arti inferiori. Per questo deve usare un bastone per camminare

Le parole di Kurt Angle hanno fatto il giro del mondo, passate tra una testata e l’altra. E così anche in Italia si è diffusa la notizia della possibile paralisi di Hulk Hogan. Ora: è vero che The Immortal dopo il suo ritiro dal wrestling ha avuto seri problemi alla schiena e alla ginocchia, dovendo subire molte operazioni. continua a leggere

Il dramma di Hulk Hogan: non sente più le gambe

articolo: https://www.corrieredellosport.it/news/attualit/2023/01/31-102962194/il_dramma_di_hulk_hogan_non_sente_piu_le_gambe

NEW YORK (Stati Uniti)

L’ex campione di wrestling recentemente si è sottoposto a un intervento chirurgico, ma la sua situazione appare compromessa

E’ stato a lungo idolo delle folle prim’ancora che nascessero i social. Nonostante questo, è conosciuto in tutto mondo. Hulk Hogan, uno dei wrestler più famosi della storia, non sta attraversando un buon momento di salute. La rivelazione arriva dal suo ex collega Kurt Angle, che si dice preoccupato per le condizioni di salute.

Deambulazione precariaHulk Hogan – secondo l’amico Angle – negli ultimi tempi si sarebbe sottoposto a un intervento chirurgico agli arti inferiori per risolvere un problema piuttosto importante di salute. Ma, nonostante questo, Hulk Hogan starebbe perdendo sensibilità alle gambe. L’ex campione di lotta fatica a camminare, e negli ultimi giorni è costretto a sorreggersi con un bastone anche per fare spostamenti minimi.

Malore per Antonio Conte: in ospedale…..


Malore per Antonio Conte: in ospedale, sarà operato alla cistifellea

articolo di Davide Chinellato: https://www.gazzetta.it/Calcio/Premier-League/01-02-2023/conte-ospedale-sara-operato-cistifellea-46030815737.shtml

L’annuncio del Tottenham: “Guarisci presto, Antonio”. Il ricovero dopo forti dolori addominali, la diagnosi è di colecistite. L’obiettivo: tornare in panchina l’11 febbraio per la trasferta di Leicester

Guarisci presto, Antonio”. Il Tottenham ha annunciato in un comunicato che Antonio Conte deve fermarsi, costretto a sottoporsi ad un’operazione chirurgica che lo terrà lontano dal campo per un periodo di tempo ancora indeterminato. Il tecnico si trova in Italia, dove era rientrato domenica mattina.

IL COMUNICATO – “Antonio recentemente si è sentito male, accusando forti dolori addominali – ha fatto sapere il Tottenham in un comunicato diffuso poco dopo le 11 italiane -. In seguito ad una diagnosi di colecistiti, oggi verrà sottoposto ad intervento chirurgico per l’asportazione della cistifellea. Ritornerà dopo un periodo di recupero. Tutti al club gli augurano una pronta guarigione”.

LO STOP  – Conte era regolarmente in panchina sabato, nella sfida di FA Cup che il Tottenham ha vinto in casa del Preston North End, ma aveva lasciato al suo vice Cristian Stellini il compito di parlare con i giornalisti prima e dopo la partita. Sembrava il solito Conte, così agitato a bordo campo che gli Spurs hanno inventato la Conte Cam, una telecamera che segue il tecnico per tutta la partita i cui video sono diventati popolarissimi sui social. Dopo il match è rientrato in Italia, approfittando dei due giorni di riposo per stare con moglie e figlia che vivono a Torino. È qui che il dolore è peggiorato: Conte a quel punto è andato a farsi visitare da un medico, che gli ha consigliato l’operazione. D’accordo col Tottenham, Conte ha deciso di procedere immediatamente. continua a leggere

Partite truccate e scommesse illegali: 23 arresti in Spagna


articolo di Redazione: Partite truccate e scommesse illegali: 23 arresti in Spagna | Calcio e Finanza

L’operazione Conifera, che indaga su partite truccate in Spagna da allibratori clandestini con l’ausilio di alcuni calciatori, ha portato ad altri 23 arresti per una truffa via online scoperta dalla polizia nazionale spagnola, in collaborazione con Interpol ed Europol.

Le indagini vanno avanti del 2021 e hanno portato gli inquirenti a verificare che sono state più di 30 le partite truccate sulle quali sono state piazzate scommesse illegali che hanno portato nelle tasche degli allibratori clandestini un guadagno tra i 4mila e i 20mila euro per gara falsata. Sono coinvolte nell’inchiesta la Federcalcio spagnola, la Lega Nazionale di Gibilterra e la Lega Andorrana.

Le 23 persone arrestano si vanno così a sommare alle 21 catturate nella prima fase dell’operazione. Per piazzare le scommesse, i sospetti sfruttavano i loro legami personali con giocatori e membri di squadre di calcio.L’analisi dei dati ha permesso agli investigatori di approfondire il modus operandi del sistema fraudolento, identificando sia i calciatori che avevano partecipato alla manipolazione delle partite di calcio, sia le persone che si occupavano di aprire i conti di gioco online e i conti bancari attraverso i quali circolava il denaro.L’organizzazione, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, prevedeva due persone che gestivano i conti del gioco online e le scommesse con i calciatori che influenzavano le squadre per ottenere il risultato concordato. Alla fine della catena c’erano individui che fornivano l’identità per operare online e quelle che si recavano nei locali per piazzare le scommesse e riscuotere le vincite.

UEFA: «Superlega? Decisione spetta alla Corte UE»


articolo di Redazione: UEFA: «Sulla Superlega la decisione spetta alla Corte di Giustizia Ue» (calcioefinanza.it)

Quanto deciso in Spagna a proposito del tema Superlega non avrà riflessi particolari sulla situazione attuale. E’ questo il pensiero della UEFA in merito alla pronuncia odierna del Tribunale provinciale di Madrid, che ha stabilito il divieto di sanzioni da parte della Federcalcio europea e della FIFA nei confronti dei club coinvolti nel progetto.

La UEFA sottolinea che «questa decisione riconosce l’importanza primaria del procedimento pendente dinanzi alla Corte di giustizia dell’Unione europea (CGUE), in Lussemburgo. Il procedimento principale dinanzi al Tribunale commerciale di Madrid è attualmente sospeso in attesa della decisione della CGUE».

Il tutto «a seguito dell’inequivocabile parere dell’Avvocatura generale della CGUE a sostegno della missione centrale della UEFA di guidare il calcio europeo. La UEFA attende ora la sentenza della CGUE, che sarà poi notificata al Tribunale commerciale di Madrid in modo che possa essere applicata nel procedimento principale»

Fiamme in un treno Italo in Stazione Centrale


articolo: Incendio a treno Italo 31 gennaio 2023 evacuato (milanotoday.it)

Attimi di paura, il convoglio è stato evacuato

Paura a Milano nel pomeriggio di martedì 31 gennaio per un principio d’incendio a un treno dell’alta velocità

E’ successo verso le sei di pomeriggio in Stazione Centrale, presso il binario 9. Il treno è stato evacuato immediatamente. Nessuno è rimasto ferito, secondo quanto riferisce Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza). Sul posto le ambulanze del 118 e i vigili del fuoco, oltre al personale della polizia ferroviaria.

Usa, tempesta di ghiaccio: quasi mille voli cancellati in 24 ore


articolo: Usa, tempesta di ghiaccio: quasi mille voli cancellati in 24 ore (mediaset.it)

Gli Usa sono stati colpiti da una violenta tempesta di ghiaccio al sud che ha provocato la cancellazione di quasi mille voli nazionali nelle ultime 24 ore.

Lo riporta il sito di monitoraggio del trasporto aereo FlightAware. Il maltempo ha colpito soprattutto l’area dell’aeroporto di Dallas-Fort Worth, anche se è stato più il sud-ovest degli Stati Uniti che ha visto la maggior parte dei voli cancellati (419)

Leao, dopo lo strappo: il Milan prepara l’asta per l’estate


articolo Marco Pasotto: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Milan/31-01-2023/leao-milan-trattative-estate-46016599796.shtml

A meno di un riavvicinamento nelle prossime settimane, il club rossonero è chiamato a due esigenze: monetizzare il più possibile dalla cessione e trovare un sostituto all’altezza

A un certo punto ha smesso di sorridere, ed è stato impossibile fare finta di nulla. Ma se la squadra va a rotoli mica si può sorridere, verrebbe da dire. Eppure Rafael Leao in passato lo faceva anche quando le cose non filavano lisce. Fa parte della sua impronta caratteriale, una sorta di leggerezza che sotto alcuni aspetti è indiscutibilmente uno dei suoi punti di forza.

DISTRAZIONI – Ora anche Rafa è appesantito. Nell’anima, s’intende. E quando i pensieri affollano la mente e scuriscono l’orizzonte, i sorrisi non escono più e a pesare sono pure le gambe. Sono settimane che il portoghese dà l’impressione di essere diventato un corpo estraneo. Dà la sensazione di andare in campo perché occorre farlo, e non per il piacere di farlo. E quando succede così, di solito non resta molta strada da fare. Gli va dato atto che, fino al termine del 2022, le turbolenze contrattuali non lo avevano distratto. Forse perché nutriva una certa sicurezza sul lieto fine, forse perché il problema sembrava rimandabile, più probabilmente perché fin quando la squadra è rimasta agganciata al Napoli in scia scudetto, i pensieri si rivolgevano soprattutto a quello. continua a leggere

Rafael Leao, 23 anni. Getty

Calciatore in ospedale per polmonite, i medici gli amputano entrambe le gambe: «Era l’unico modo per salvarlo»


Levi Dewey era stato ricoverato lo scorso 7 dicembre. In un mese le sue condizioni sono precipitate, fino alla necessità di operarlo

articolo di Valerio Salviani: Calciatore in ospedale per polmonite, i medici gli amputano entrambe le gambe: «Era l’unico modo per salvarlo» (leggo.it)

Ricoverato in ospedale per una crisi respiratoria dovuta alla polmonite, un ragazzo di 21 anni si è aggravato velocemente e in poco meno di 2 mesi ha subìto l’amputazione delle gambe. Colpa di una sepsi, una grave infiammazione che l’ha messo in pericolo di vita.

Levi Dewey, calciatore dilettante, aveva solo il 30 percento di possibilità di sopravvivere, secondo i medici. L’operazione è stata necessaria per evitare che morisse. Ora si sta riprendendo e la famiglia ha raccolto quasi 80mila sterline, che serviranno anche a comprare le protesi che lo aiuteranno a camminare di nuovo.

Il raccontoLevi Dewey era stato ricoverato lo scorso 7 dicembre al Royal Derby Hospital. I medici hanno scoperto che soffriva di influenza B e polmonite pneumococcica. Nonostante non avesse mai avuto problemi e conducesse una vita da sportivo, ai dottori è parso subito chiaro che la situazione sarebbe precipitata in breve tempo. «Ci hanno detto quasi subito che ci sarebbe stata la possibilità dell’amputazione delle gambe per salvargli la vita», ha raccontato la mamma del giovane. 

«Ovviamente quello che è successo ci cambierà la vita, ma siamo uniti e pronti a supportarlo», le parole della donna, riportate dal The Independent. È stato in terapia intensiva per 20 giorni e in coma indotto per 14 giorni. L’11 gennaio ha ricevuto la terribile notizia: «Dovremo amputarti le gambe a causa della sepsi». L’operazione è stata fatta due giorni prima del suo 21esimo compleanno.

La raccolta fondiLevi Dewey ha perso entrambe le gambe, dal ginocchio in giù. La famiglia ha promosso una raccolta fondi su GoFundMe. «Inizialmente puntavamo a raccogliere 10mila sterline, ma siamo stati travolti da un’ondata di amore e siamo arrivati quasi a 80mila. Li useremo per fargli avere le cure migliori e delle protesi che lo rendano più indipendente possibile».

Juventus, La sentenza: Corte FIGC: «Da Agnelli a Elkann, tutti consapevoli del modus operandi»


Nel primo pomeriggio di oggi, la Corte federale della FIGC ha pubblicato le motivazione della sentenza 

la sentenza alla pagina:

https://alessandro54.com/juventus-plusvalenze-plusvalenze-artificiali-consob-ecc/

Varese, uomo tiene in ostaggio il bus. Cosa è successo in piazzale Trieste


articolo: https://www.ilgiorno.it/varese/cronaca/uomo-bus-piazzale-trieste-1.8491086

Protagonista un uomo in evidente stato di confusione fermato e identificato da una pattuglia dei carabinieri

Varese, 30 gennaio 2023

Momenti di tensione stamattina a Varese nei pressi di piazzale Trieste: un uomo in evidente stato confusionale, prima si è steso sotto un autobus di linea, poi in mezzo alla strada e infine a piedi nudi è salito sul tetto di un altro busL’episodio sconcertante ha creato problemi al traffico e ha ritardato di una decina di minuti la partenza dell’autobus diretto a Luino. L’uomo appariva tranquillo e non si è mostrato aggressivo. A dare l’allarme un autista di Autolinee Varesine che ha chiamato i carabinieri che sono arrivati sul posto con una pattuglia: lo hanno bloccato, identificato mentre sono in via di valutazioni le sue condizioni di salute. La situazione è poi rientrata nella normalità.

Caos Milan: divampano le tensioni tra Maldini e la proprietà


articolo Di Matteo Petrera: Caos Milan: divampano le tensioni tra Maldini e la proprietà (numero-diez.com)

Il Corriere dello Sport non scende a mezze misure: “Milan, così viene giù tutto” scrive il quotidiano a proposito del club rossonero. Dopo la pesantissima sconfitta per 2-5 in casa contro il Sassuolo, la squadra di Pioli è nell’occhio del ciclone. 12 gol subiti nelle ultime tre gare per una squadra che solo la scorsa stagione ha vinto il campionato basandosi su una perfetta fase difensiva.

Secondo quanto riportato da Il Corriere dello Sport, sono esplose le tensioni tra la proprietà e Paolo Maldini, con l’allenatore Stefano Pioli ora in discussione. La situazione a Milanello è quella di un “tutti contro tutti“, scrive il quotidiano, che definisce il Milan “una polveriera pronta ad esplodere“.

Il prossimo match sarà il derby contro l’Inter. Una partita cruciale, sotto ogni punto di vista.

Juventus, oggi le motivazioni della penalizzazione: pronto il ricorso


articolo Di Matteo Petrera : Juventus, oggi le motivazioni della penalizzazione: pronto il ricorso (numero-diez.com)

Nella giornata di oggi verranno rese note le motivazioni che hanno portato alla penalizzazione della Juventus di 15 punti in classifica. Secondo quanto riportato da Tuttosport, la Juve ha già deciso e comunicato la volontà di presentare ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport, il terzo grado della giustizia sportiva.

I bianconeri pensano di possedere due assi nella manica, legati al mancato rispetto delle tempistiche e dell’iter processuale da parte della Procura. In questo caso, scrive il quotidiano, si aprirebbero tre possibili scenari: la conferma dei 15 punti di penalizzazione; la richiesta da parte del Collegio di riformulare il verdetto in caso di alcuni difetti di legittimità; l’annullamento della sentenza in caso di gravi ed evidenti difetti di legittimità.

Tutto ancora è da capire. Oggi, quando saranno pubbliche le motivazioni ufficiali, avremo ulteriori informazioni. Ora non ci resta che attendere.