Archivi categoria: Musica

Il video di esordio di Mtv trent’anni fa


Il video di esordio di Mtv trent’anni fa

Video killed the radio stars 

MTV, inizialmente acronimo di Music Television, è un canale televisivo a pagamento statunitense con sede a New York lanciato il 1º agosto 1981.

L’intento principale del canale era quello di trasmettere una notevole quantità di video musicali, introdotti da diverse personalità che hanno preso col tempo il nome di VJ. A partire dagli anni 2000 ha iniziato a trasmettere molti reality show, nonché serie televisive indirizzate soprattutto al target adolescenziale e ai giovani adulti.

articolo & Video: https://video.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/il-video-di-esordio-di-mtv-trent-anni-fa/73669/71960?ref=RHPPBT-VZ-I0-C4-P16-S1.4-T2

Era 1 agosto 1981 quando la televisione musicale più famosa del mondo decideva di firmare il suo esordio mettendo in onda come prima clip Video killed the radio starsdei Buggles

Risultati immagini per mtv

17 anni fa moriva Alex Baroni, i fan lo ricordano con le sue canzoni


Il 13 aprile 2002 il musicista è morto in un incidente stradale. Il ricordo è ancora vivo tra chi amava la sua musica

Immagine correlata

Alex Baroni, all’anagrafe Alessandro Guido Baroni (Milano, 22 dicembre 1966 – Roma, 13 aprile2002), è stato un cantautore italiano.

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/people/2019/04/13/news/17_anni_fa_moriva_alex_baroni_i_fan_lo_ricordano_con_le_sue_canzoni-223941826/?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P13-S1.4-T1

Passano gli anni ma il dolore per la morte di Alex Baroni non passa in chi ha amato lui e la sua musica. Diciassette anni dopo quel 13 aprile i suoi fan hanno riempito i social di ricordi e pensieri, ma soprattutto dei brani delle sue canzoni. continua a leggere

Alex Baroni – Cambiare live

Giorgia – Gocce di memoria (Live @ David di Donatello 2018)

Milano, concerto a sorpresa dei Måneskin: lo show nel metrò Palestro a


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/04/12/foto/maneskin_milano_concerto_metro_palestro-223847035/1/#1

Show a sorpresa dei Måneskin a Milano. Per presentare il loro nuovo singolo, il gruppo rock secondo classificato nella scorsa stagione di X Factor ha scelto un luogo insolito: il mezzanino della fermata del metrò Palestro. Gli spettatori fortunati che sono riusciti ad assistere al concerto sono stati accolti da personaggi in costume che li hanno introdotti in ‘Un altra dimensione’, dal titolo del nuovo singolo tratto dall’album “Il ballo della vita“.
Milano, concerto a sorpresa dei Måneskin: lo show nel metrò Palestro

Milano, concerto a sorpresa dei Måneskin: lo show nel metrò Palestro
Milano, concerto a sorpresa dei Måneskin: lo show nel metrò Palestro

https://www.tgcom24.mediaset.it/spettacolo/maneskin-show-a-sorpresa-in-una-stazione-metropolitana-milanese_3202584-201902a.shtml

Mick Jagger, la pietra rotola ancora: ……


Mick Jagger, la pietra rotola ancora: l’intervento al cuore è perfettamente riuscito

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2019/04/05/news/mick_jagger_la_pietra_rotola_ancora_l_intervento_al_cuore_e_perfettamente_riuscito-223354602/

Mick Jagger “si sta riposando e riprendendo positivamente”. Amici molto vicini alla voce dei Rolling Stones fanno sapere chea cui Jagger si è sottoposto giovedì è andato bene.

Monitorato dagli infermieri del Presbyterian Hospital di New York, il musicista, 75 anni, avrà bisogno di molto riposo, ma sta già rispondendo bene all’intervento. L’operazione è stata effettuata con una tecnica minimamente invasiva che non ha richiesto l’apertura del torace: i medici hanno sostituito la valvola difettosa facendo passare un catetere attraverso una delle arterie maggiori. La decisione di intervenire era stata presa dopo un controllo di routine che aveva inaspettatamente rivelato ai dottori il piccolo problema. continua a leggere

Mick Jagger

@MickJagger

Thank you everyone for all your messages of support, I’m feeling much better now and on the mend – and also a huge thank you to all the hospital staff for doing a superb job.

Traduzione: Grazie a tutti per tutti i vostri messaggi di supporto, mi sento molto meglio ora e in via di guarigione – e anche un enorme ringraziamento a tutto lo staff dell’ospedale per aver fatto un ottimo lavoro.

 

LIGABUE: E UNA VITA DA MEDIANO


Una vita da mediano – Luciano Ligabue
Una vita da mediano
A recuperar palloni
Nato senza I piedi buoni
Lavorare sui polmoni
Una vita da mediano
Con dei compiti precisi
A coprire certe zone
A giocare generosi

Sempre lì
Lì nel mezzo
Finché ce n’hai stai lì
Una vita da mediano
Da chi segna sempre poco
Che il pallone devi darlo
A chi finalizza il gioco
Una vita da mediano
Che natura non ti ha dato
Né lo spunto della punta
Né del 10 che peccato

Sempre lì
Lì nel mezzo
Finché ce n’hai stai lì
Stai lì
Sempre lì
Lì nel mezzo
Finché ce n’hai
Finché ce n’hai stai lì
Una vita da mediano
Da uno che si brucia presto
Perché quando hai dato troppo
Devi andare e fare posto
Una vita da mediano
Lavorando come Oriali
Anni di fatica e botte e
Vinci casomai I mondiali

Sempre lì
Lì nel mezzo
Finché ce n’hai stai lì
Stai lì
Sempre lì
Lì nel mezzo
Finché ce n’hai
Finché ce n’hai
Stai lì
Compositori: Luciano Ligabue
Testo di Una vita da mediano © Sugarmusic s.p.a.

Ucciso a LA il rapper Nipsey Hussle


Immagine correlata

Ermias Asghedom, meglio noto come Nipsey Hussle (e spesso stilizzato in Nipsey Hu$$le) (Los Angeles, 15 agosto 1985 – Los Angeles, 31 marzo 2019), è stato un rapper statunitense.

Muore il 31 marzo 2019 dopo essere stato colpito da alcuni colpi d’arma da fuoco fuori dal suo negozio a Los Angeles poco lontano dal quartiere dove è nato e cresciuto.

Nipsey Hussle – Rap Niggas (Official Video)

Ucciso a LA il rapper Nipsey Hussle

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/musica/2019/04/01/ucciso-a-la-il-rapper-nipsey-hussle_504f2157-8f3d-475c-91b4-e20835590b31.html

(ANSA) – New York, 1 aprile 2019 – Ancora sangue sul mondo del rap: a Los Angeles è stato ucciso Nipsey Hussle, benefattore del suo quartiere, impresario del disco e della moda e un mese fa candidato ai Grammy per l’album “Victory Lap”. Ad annunciare la morte è stato il sindaco della metropoli Gil Garcetti.
    Nipsey, che aveva 33 anni e il cui vero nome era Ermias Asghedom, è stato coinvolto in una sparatoria in pieno giorno davanti al suo negozio di abbigliamento sportivo, The Marathon Clothing, in un quartiere, South Central L.A, dove l’artista era noto per il suo impegno civico. Il rapper era stimato nel mondo dell’hip hop non solo per la sua musica, ma anche per aver superato gli ostacoli di un ambiente che non perdona, reso famoso da generazioni di leggende del rap sulla West Coast, per diventare una delle figure più amate e rispettate di quella cultura. Lo piangono star dello sport e del cinema e della musica: l’attrice Issa Rae, il campione dei Lakers Le Bron James, Rihanna, Drake, Chance the Rapper, Meek Mill e molti altri.

Nipsey Hussle feat. YG – Last Time That I Checc’d (Official Video)

Kurt Cobain, 25 anni fa morì l’angelo maledetto del rock


Immagine correlata

Kurt Donald Cobain (Aberdeen, 20 febbraio 1967 – Seattle, 5 aprile 1994) è stato un cantautore e chitarrista statunitense, frontman del gruppo musicale grunge Nirvana.

Kurt Cobain, 25 anni fa morì l’angelo maledetto del rock

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/musica/2019/04/01/kurt-cobain-25-anni-fa-la-morte_a6ce0027-7e29-4afa-9b75-94caea204416.html

Il 5 aprile di 25 anni fa Kurt Cobain si sparava un colpo di fucile alla testa. Anche l’uomo simbolo della scena di Seattle entrava nel “Club 27”, come Jimi Hendrix, Jim Morrison, Janis Joplin, Amy Winehouse.

Ancora oggi sull’ultima autentica rivoluzione del rock aleggia un alone spettrale, fatto da una lunga, troppo lunga, serie di morti precoci: quella di Andrew Wood, il carismatico leader dei Mother Love Bone, unanimemente riconosciuto come il fondatore del movimento Grunge, il compagno di stanza di Chris Cornell e il suo amico del cuore, stroncato a 24 anni da una devastante dipendenza dall’eroina.

E poi quelle di Layne Staley, il cantante degli Alice in Chains, di Scott Weiland, voce degli Stone Temple Pilots e poi dei Velvet Revolver, Mike Starr, bassista degli Alice in Chains, una catena di morti chiusa dal suicidio di Chris Cornell del maggio di due anni fa

Kurt Cobain rimane comunque l’icona più potente e, come spesso accade per i leader, anche quella che sintetizza un percorso collettivo. Kurt Cobain è, ed è stato, un’icona suo malgrado. Con i Nirvana era riuscito a sintetizzare quei fermenti musicali che si concentravano a Seattle rendendoli però universali.

Nirvana – The Man Who Sold The World

Nirvana – Lithium (Live at Reading 1992)