Liste FIGC e UEFA: le scelte ufficiali dell’Inter di Inzaghi


articolo di Alessio Eremita: Liste FIGC e UEFA: le scelte ufficiali dell’Inter di Inzaghi (90min.com)

L’Inter ha definito le liste ufficiali che presenterà a FIGC e UEFA per le prossime edizioni di Serie A Champions League. Nessuna limitazione per il club nerazzurro, che firmerà il settlement agreement entro il sorteggio che si terrà a Istanbul il 25 agosto. I quattro calciatori formati nei vivai italiani saranno Danilo D’AmbrosioAlessandro BastoniNicolò Barella Matteo Darmian, quelli nel vivaio interista saranno Alex Cordaz Federico Dimarco. Da capire la posizione di Eddie Salcedo che, in caso di mancata cessione in estate, potrà essere comunque inserito in lista tra gli Under, senza pesare sulla lista base dei 25 calciatori.

Gli altri 17 nerazzurri senza vincoli saranno Samir Handanovic, André Onana, Milan Skriniar, Stefan de Vrij, Raoul Bellanova, Marcelo Brozovic, Hakan Calhanoglu, Kristjan Asllani, Roberto Gagliardini, Denzel Dumfies, Robin Gosens, Henrikh Mkhitaryan, Joaquin Correa, Lautaro Martinez, Romelu Lukaku ed Edin Dzeko“Nei 25 per la Figc, invece, Bastoni finirà tra i formati dalla canterà nerazzurra (Gagliardini tra i prodotti di vivai italiani), mentre Asllani e Bellanova andranno nella lista dei nati dopo il 2000 e libereranno spazio tra i 17. L’Inter si terrà così la possibilità di tesserare, dopo la chiusura del mercato, due svincolati e utilizzarli in A. Dalbert sarà ceduto a gennaio, ma intanto è infortunato e resterà fuori. Casadei, se resterà, sarà nella lista B per l’Uefa e in quella degli Under per l’Italia, si legge sull’edizione odierna del Corriere dello Sport.

I quattro calciatori formati nei vivai italiani:

  • Danilo D’Ambrosio
  • Alessandro Bastoni
  • Nicolò Barella  
  • Matteo Darmian

2 giocatori del vivaio interista saranno 

  • Alex Cordaz
  • Federico Dimarco
  • Eddie Salcedo potrà essere inserito in lista tra gli Under

17 giocatori nerazzurri senza vincoli

  • Samir Handanovic
  • André Onana,
  • Milan Skriniar,
  • Stefan de Vrij,
  • Raoul Bellanova,
  • Marcelo Brozovic,
  • Hakan Calhanoglu,
  • Kristjan Asllani,
  • Roberto Gagliardini,
  • Denzel Dumfies,
  • Robin Gosens,
  • Henrikh Mkhitaryan,
  • Joaquin Correa,
  • Lautaro Martinez,
  • Romelu Lukaku 
  • Edin Dzeko

Nei 25 giocatori per la Figc

  • Bastoni finirà tra i formati dalla canterà nerazzurra
  • Gagliardini tra i prodotti di vivai italiani
  • Asllani e Bellanova andranno nella lista dei nati dopo il 2000 e libereranno spazio tra i 17
  • Casadei, se resterà, sarà nella lista B per l’Uefa e in quella degli Under per l’Italia
  • Dalbert sarà ceduto a gennaio

Inter, Sanchez ha firmato la risoluzione del contratto


Alexis Sanchez

articolo: Inter, Sanchez ha firmato la risoluzione del contratto (msn.com)

Si è conclusa con una separazione consensuale l’unione fra Alexis Sanchez e l’Inter. L’attaccante cileno 33enne ha firmato la risoluzione del contratto che lo legava ai nerazzurri. La firma è arrivata al termine di un vertice nella sede del club e dovrebbe preludere a un accordo fra Sanchez e il Marsiglia. Le parti si erano avvicinate nei giorni scorsi e ora il fatto che l’attaccante si sia liberato dal legame con l’Inter non può che preludere a un accordo coi francesi. Quella fra i nerazzurri e Sanchez è stata una storia particolare: nel 2019 era arrivato dal Manchester United all’Inter, poi era tornato indietro pochi mesi dopo, per rientrare a Milano il primo settembre 2020. Ora per il cileno dai gol pesanti si apre un nuovo capitolo in Francia. E per l’Inter si libera uno slot nel reparto avanzato

COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO


SQUADRA — 8 ore fa

Raggiunto l’accordo per la risoluzione consensuale del contratto di Alexis Sanchez


MILANO FC Internazionale Milano comunica di aver trovato l’accordo per la risoluzione consensuale del contratto dell’attaccante cileno Alexis Sanchez.

Il Club desidera ringraziare Alexis per le sue tre stagioni in nerazzurro culminate con la conquista di tre trofei e gli augura il meglio per il prosieguo della carriera.


Modena Sassuolo: Berardi fischiato dai tifosi, reazione furiosa nel post partita


articolo di ALESSANDRO TRONCONE: Modena Sassuolo: Berardi fischiato dai tifosi, reazione furiosa nel post partita (msn.com)

Modena, 8 agosto 2022 – Momenti di tensione al termine della sfida tra Modena e Sassuolo. Protagonista in negativo la stella neroverde Domenico Berardi, punzecchiato dal pubblico modenese dopo il calcio di rigore segnato durante la partita. Berardi ha ricevuto più di un fischio fin da subito, i fischi sono proseguiti per tutti e novanta i minuti e non sono stati digeriti dall’attaccante neroverde.

Nei pressi del parcheggio del Braglia, ancora una volta punzecchiato dai tifosi che uscivano dello stadio, Berardi ha reagito venendo quasi a contatto con coloro i quali lo avevano ingiustificatamente fischiato. A trattenerlo, immediatamente, il portiere del Modena Narciso, poi sono arrivate le forze dell’ordine prima che la situazione degenerasse.  

VERGOGNA BERARDI: MAZZATE con un TIFOSO post MODENA-SASSUOLO

E’ morta Olivia Newton-John


articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2022/08/08/e-morta-olivia-newton-john_d3d18866-dc84-4f6a-ad33-931c0d053d87.html

E’ morta Olivia Newton-John 73 anni, indimenticabile in Grease

Dame Olivia Newton-John (Cambridge, 26 settembre 1948 – Santa Ynez, 8 agosto 2022) è stata una cantante e attrice australiana di origine britannica.

(ANSA) L’attrice Olivia Newton-John è morta all’età di 73 anni.

Lo ha annunciato il marito in una nota sottolineando che l’artista è deceduta “serenamente nella suo ranch nel sud della California, circondata da familiari e amici“.

Era malata da tempo di cancro. Indimenticabile nel ruolo di Sandy in Grease a fianco di John Travolta. (ANSA).

Olivia Newton-John morta a 73 anni. Divenne una star planetaria con Travolta in ‘Grease’

articolo di Paolo Gallori: https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2022/08/08/news/morta_olivia_newtonjohn-360915015/?ref=RHTP-BL-I360914542-P1-S1-F

L’attrice e cantante si è spenta “in pace nel suo ranch in California circondata dall’affetto di familiari e amici”, spiega un comunicato diffuso sui social. Star planetaria tra fine anni 70 e primi 80, era diventata testimone della lotta contro il cancro al seno, di cui nel 2017 aveva subito una prima recidiva. Il messaggio di John: “Tuo dal primo momento che ti ho visto e per sempre”

La cantante e attrice Olivia Newton-John è morta all’età di 73 anni. Divenne famosa presso il pubblico di tutto il mondo nel 1978, quando interpretò il ruolo di Sandy in Grease accanto a un John Travolta, Danny nel film, al massimo della popolarità dopo La febbre del sabato sera. L’annuncio della morte è arrivato attraverso un post apparso sul profilo instagram di Olivia Newton-John: “La signora si è spenta in pace questa mattina nel suo ranch nella California meridionale, circondata dalla famiglia e dagli amici“. Anche il marito dell’artista ha dato la notizia via social, con un comunicato pubblicato su Facebook: “Chiediamo a tutti di rispettare la privacy della famiglia in questo momento molto difficile“.

Traduzione https://translate.google.it:

Mia carissima Olivia, hai reso tutte le nostre vite molto migliori. Il tuo impatto è stato incredibile. Ti amo tanto. Ci vedremo lungo la strada e saremo di nuovo tutti insieme. Tuo dal primo momento che ti ho visto e per sempre! Il tuo Danny, il tuo John!

John Travolta And Olivia Newton John – You’re The One That I Want
OLIVIA NEWTON JOHN & JOHN TRAVOLTA live SUMMER NIGHTS and cast Grease

arrivo Temporali e Grandinate (sono arrivate)


GRANDINATA a MONCUCCO TORINESE: accumulo di ghiaccio fino a 15cm al suolo

articolo: https://www.meteoreporter24.it/2022/grandinata-a-moncucco-torinese-oltre-15cm-di-accumulo-a-moncucco/

GRANDINATA a MONCUCCO TORINESE – Una violenta grandinata si è abbattuto la scorsa notte sul Piemonte colpendo duramente tra le province di Torino ed Asti. Nella zona di Moncucco Torinese la grandine è arrivata copiosa associata ad un violento nubifragio che ha scaricato fino a 70mm di pioggia in meno di 90 minuti in alcune località come San Raffaele Cimena e Gassino. Sensibile anche l’abbassamento delle temperature di oltre 10°C in pochi minuti (VIDEO) proprio nella zona colpita dalla grandinata a Moncucco. continua a leggere

GRANDINATA oggi in PIEMONTE: una tempesta di grandine si abbatte a MONCUCCO (AT) 7 agosto 2022 – MeteoReporter24

TEMPORALE a CALTANISSETTA: un nubifragio violentissimo, ci sono danni e allegamenti 

articolo  7 Agosto 2022: https://www.meteoreporter24.it/2022/temporale-a-caltanissetta-le-strade-si-trasformano-in-torrenti/

TEMPORALE a CALTANISSETTA – Un forte temporale si è abbattuto su Caltanissetta e San Cataldo a partire dalle 15:00 di oggi fino a poco prima delle 16. In poche decine di minuti la centrale dei vigili del fuoco ha ricevuto 25 richieste di interventi per alberi caduti, tombini saltati e case allagate. Nessuno è rimasto ferito fortunatamente. In particolare alberi si sono abbattuti su contrada Gurra Savarino e in via Stazzone. Diverse persone hanno contattato per l’allagamento delle loro abitazioni a Caltanissetta in viale Luigi Monaco e via Due Fontane e a San Catalto in via Babbaurra, quest’ultima trasformata in un vero e proprio torrente in piena.. continua a leggere

INCENDIO a BASTIA d’ALBENGA


articolo: https://www.meteoreporter24.it/2022/incendio-a-bastia-dalbenga-la-diretta-live-di-questa-notte/

 Pubblicato il 8 Agosto 2022 alle 6:24

INCENDIO a BASTIA d’ALBENGA – Una terribile notte per decine e decine di famiglie che sono state evacuate dalle proprie abitazioni per l’avvicinamento repentino del grosso incendio che perdura ormai dal pomeriggio di ieri 7 agosto 2022. Vi mostriamo immagini drammatiche nella zona di Bastia di Albenga, dove l’incendio in piena notte ha raggiunto le strade e le case causando anche alcuni minuti di panico. Diverse le strade che sono state chiuse, così come l’aurelia Bis nella tratta compresa tra Bastia e l’uscita zona Polo 90 Albenga. continua a leggere

INCENDIO a BASTIA d’ALBENGA: la “Diretta Live” della terribile “notte di fuoco”

INCENDI in LIGURIA: BASTIA d’ALBENGA, una notte infernale oggi 8 agosto 2022MeteoReporter24
INCENDIO a BASTIA (Albenga): le fiamme raggiungono le case – LA DIRETTA LIVE è drammatica! MeteoReporter24

Marcinelle: Mattarella, ‘onore a memoria di caduti sul lavoro’


articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2022/08/08/marcinelle-mattarella-onore-a-memoria-di-caduti-sul-lavoro_1a75d266-f48e-48d1-89af-7c2168609733.html

Si commemora la tragedia del 1956. Presente anche Letta. Zaia ricorda le vittime del Veneto

Rivolgo un commosso pensiero ai minatori che l’8 agosto 1956 perirono a Marcinelle.Quella tragedia costò la vita, tra gli altri, a 136 connazionali. Dal 2001 la ricorrenza è stata proclamata ‘Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo‘ affinché, nel ricordo di quanto accaduto al Bois du Cazier, possa essere onorata la memoria di tutti gli italiani caduti sul lavoro all’estero. L’emigrazione dei nostri connazionali e il sacrificio che questa ha comportato hanno segnato l’identità dell’Italia e anche lo stesso processo d’integrazione europea“. Questo il messaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 66°anniversario della tragedia di Marcinelle. 
E’ in corso, infatti, al Bois du Cazier di Marcinelle, la commemorazione del 66esimo anniversario della tragedia che, l’8 agosto del 1956, costò la vita a 262 minatori, dei quali 136 italiani. La commemorazione si svolge negli spazi della miniera di carbone, oggi patrimonio dell’Unesco. A dare il via alle cerimonia, la lettura dei nomi delle vittime e i 262 rintocchi di campana che scandiscono i minuti durante i quali, 66 anni fa, si consumò la tragedia. Alla cerimonia partecipano, il segretario del Pd Enrico Letta e l’ambasciatore italiano in Belgio Francesco Genuardi, i familiari delle vittime di Marcinelle, una delegazione di lavoratori venuti dall’Italia e impegnati in altre miniere del Belgio, una delegazione degli Alpini e, per la prima volta dopo diversi anni, un gruppo di studenti del liceo romano Francesco Vivona.   continua a leggere

Disastro di Marcinelle

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera: https://it.wikipedia.org/wiki/Disastro_di_Marcinelle

Il disastro di Marcinelle avvenne la mattina dell’8 agosto 1956 nella miniera di carbone Bois du Cazier di Marcinelle, in Belgio. Si trattò d’un incendio, causato dalla combustione d’olio ad alta pressione innescata da una scintilla elettrica. L’incendio, sviluppandosi inizialmente nel condotto d’entrata d’aria principale, riempì di fumo tutto l’impianto sotterraneo, provocando la morte di 262 persone delle 275 presenti, di cui 136 immigrati italiani. L’incidente è il terzo per numero di vittime tra gli immigrati italiani all’estero dopo i disastri di Monongah e di Dawson. Il sito Bois du Cazier, oramai dismesso, fa parte dei patrimoni storici dell’UNESCO.

Benché l’industria belga fosse stata scarsamente intaccata dagli effetti distruttivi della seconda guerra mondiale, il Belgio, paese di dimensioni modeste, si ritrovò con poca manodopera disponibile. Ciò fece aumentare la richiesta di manodopera da parte del Belgio, soprattutto per il lavoro in miniera. Il 23 giugno 1946 fu firmato il “Protocollo italo-belga” che prevedeva l’invio di 50 000 lavoratori in cambio di carbone. Nacquero così ampi flussi migratori verso il paese, uno dei quali, forse il più importante, fu quello degli italiani verso le miniere belghe. Nel 1956, fra i 142 000 minatori impiegati, 63 000 erano stranieri e fra questi 44 000 erano italiani.

Il “pozzo I” della miniera di Marcinelle era in funzione sin dal 1830. Non è corretto affermare che esso fosse privo delle più elementari norme di sicurezza ma, di certo, la sua manutenzione era ridotta al minimo necessario. Tra le altre funzioni, questo pozzo serviva da canale d’entrata per l’aria. Il “pozzo II“, invece, operava come canale d’uscita per l’aria. Il “pozzo III“, in costruzione, aveva delle gallerie connesse con i primi due, ma esse erano state chiuse per diverse e valide ragioni. Gli ascensori, due per pozzo, erano azionati da potenti motori posti all’esterno. In alto, su grandi tralicci metallici, erano poste due molette, enormi ruote che sostenevano e guidavano i cavi degli ascensori. La maggior parte delle strutture all’interno del pozzo era in legno. Questo perché, da sempre, il legno era il materiale più comunemente impiegato, ma anche perché, a una tale profondità, il cavo dell’ascensore potesse oscillare in modo tale da giungere a strisciare sulle traverse. Quindi, per evitare l’usura prematura del cavo, si dava preferenza alle strutture in legno. L’aerazione era assicurata da grandi ventilatori, posti all’esterno, che aspiravano l’aria viziata tramite il “pozzo II“. continua a leggere

Incendio in via Savona a Milano, donna trovata carbonizzata nel suo appartamento


articolo di Pierpaolo Lio: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/22_agosto_08/incendio-via-savona-milano-donna-trovata-carbonizzata-suo-appartamento-25bdeb5e-16e1-11ed-b75e-23db5ddc9f20.shtml?fbclid=IwAR0G624bBXO7Z8hs4DLVnH68d3zKxcM2ohsCTy3irGCiX-FtuNVG0VZClN4

Alle 7.37 di lunedì 8 agosto è andato a fuoco un appartamento al sesto piano di una palazzina al civico 103. Intervenuti i vigili del fuoco allertati dai residenti della zona

Il corpo carbonizzato di una donna è stato ritrovato dai vigili del fuoco al termine delle operazioni di spegnimento delle fiamme che avevano avvolto un appartamento in via SavonaL’incendio è scoppiato nella prima mattina di lunedì 8 agosto (intorno alle 7.37) al sesto e ultimo piano del palazzo in zona Navigli. Il cadavere, al momento, non è stato ancora identificato.

per eventuali aggiornameti: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/22_agosto_08/incendio-via-savona-milano-donna-trovata-carbonizzata-suo-appartamento-25bdeb5e-16e1-11ed-b75e-23db5ddc9f20.shtml?fbclid=IwAR0G624bBXO7Z8hs4DLVnH68d3zKxcM2ohsCTy3irGCiX-FtuNVG0VZClN4

Barça, la Liga dice no all’iscrizione dei nuovi acquisti


articolo di Redazione: Barça, la Liga dice no all’iscrizione dei nuovi acquisti | Calcio e Finanza

Nonostante la fiducia di Joan Laporta, presidente del Barcelona, ​​il club blaugrana non ha ancora ottenuto il via libera dalla Liga per poter iscrivere e quindi utilizzare in gare ufficiali i nuovi acquisti, da Lewandowski a Kessie passando per Christensen e Raphinha.

Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo Sport, infatti, la fiducia di Laporta nasce dal fatto di aver concluso accordi che hanno portato circa 868 milioni di euro nelle casse del club, dall’accordo con Sixth Street fino a quello per Socios, spiegando di aver lavorato “molto bene per ripulire i conti della società e sistemare la situazione in chiave fair play”, le parole del numero uno dei blaugrana.

Da settimane il Barça tiene incontri regolari con la Liga per valutare la situazione e la realtà, secondo quanto riportato da Sport, è che il club blaugrana, al momento, non possiede i requisiti necessari per registrare i cinque acquisti (Lewandowski, Koundé, Kessie, Christensen e Raphinha) e i due calciatori che hanno firmato un rinnovo di contrato (Dembélé e Sergi Roberto). La Liga ha già informato la squadra economica del Barça di questa circostanza.

Il club blaugrana dovrà attivare la quarta leva (la cessione dell’altro 24,5 per cento del Barça Studios a Socios) e abbassare ulteriormente l’attuale salario, che è ben al di sopra del limite consentito dalla Liga. Inoltre, il Barça dovrà anche effettuare diverse cessioni di giocatori (Frenkie De Jong e Memphis Depay, probabilmente) per adeguarsi ai parametri essenziali per registrare i nuovi acquisti.

È molto probabile quindi che all’inizio della prossima settimana il Barça attiverà quella quarta leva per poter procedere con le iscrizioni, con l’obiettivo che la maggior parte di questi sette calciatori sia a disposizione di Xavi per l’inizio della Liga, prevista per i blaugrana il 13 agosto contro il Rayo Vallecano. Anche se c’è tempo fino al 31 agosto, quando si chiude il periodo di registrazione per tutte le competizioni ufficiali.

Caos Serie C, verso rinvio campionato. «Grave danno»


articolo diRedazione: Caos Serie C, verso rinvio campionato. «Grave danno» | Calcio e Finanza

Caos sui calendari e sull’inizio della stagione in Lega Pro. Dopo la decisione del Consiglio di Stato che ha respinto la richiesta di FIGC di anticipare l’udienza relativa alla vicenda del Campobasso, infatti, si va verso il rinvio del campionato.

Lega Pro ha pieno rispetto della giustizia, tuttavia evidenzia che il rinvio del Campionato causa un gravissimo danno economico e reputazionale all’organizzazione e a tutti i club di Serie C. Lega Pro è quindi costretta a  prendere atto della decisione del Consiglio di Stato e dopo aver consultato a stretto giro il Consiglio Direttivo assumerà i provvedimenti conseguenti anche relativi alla data d’inizio del Campionato”, ha spiegato la Lega Pro in una nota.

Nei giorni scorsi, infatti, il Campobasso (così come il Teramo) si era visto respingere il ricorso sulla mancata ammissione da parte del Tar del Lazio. La Lega Pro aveva così ufficializzato la composizione dei tre gironi, preparandosi a presentare venerdì i calendari per la stagione 2022/23. Tuttavia, il Campobasso ha presentato un ulteriore ricorso al Consiglio di Stato, che ha temporaneamente sospeso la decisione del Tar del Lazio in attesa dell’udienza del 25 agosto. La FIGC ha presentato una richiesta per anticipare l’udienza e far iniziare regolarmente il campionato, ma la richiesta della Federcalcio è stata respinta.

Nel decreto del presidente della Sez. Quinta del Consiglio di Stato, Luciano Barra Caracciolo, è stato infatto previsto di “temporaneamente sospendere la mancata ammissione al Campionato della ricorrente (Campobasso Calcio), in vista della camera di consiglio del 25 agosto 2022, nella quale l’istanza cautelare potrà essere esaminata collegialmente, nel dovuto contraddittorio

Focolaio Covid al Venezia, positivi 13 giocatori


articolo: Focolaio Covid al Venezia, positivi 13 giocatori – la Repubblica

Il club lagunare dovrebbe giocare domenica la sfida di coppa Italia contro l’Ascoli

Focolaio Covid nel Venezia. Il club lagunare ha comunicato che “13 tesserati del club sono risultati positivi al Covid-19. Informate le autorità sanitarie competenti, i tesserati sono stati prontamente posti in isolamento nell’osservanza delle procedure previste dal protocollo sanitario“. La notizia arriva alla vigilia della sfida di domani pomeriggio (17:45) contro l’Ascoli valida per il primo turno di coppa Italia. continua a leggere

L’attrice Anne Heche ferita in un incidente stradale: è grave


articolo di Redazione Spettacoli: https://www.corriere.it/spettacoli/22_agosto_06/attrice-anne-heche-ferita-un-incidente-stradale-grave-c0022326-1559-11ed-abe5-8e4532c50be0.shtml

L’interprete di diversi film, tra cui «Donnie Brasco» e «13 Minutes», si è schiantata contro una casa con la sua auto, che guidava a grande velocità e che poi ha preso fuoco

L’attrice americana Anne Heche, 53 anni, è rimasta ferita gravemente in un incidente. È finita fuori strada schiantandosi con la sua macchina contro una casa. L’auto e l’abitazione sono andate a fuoco. E’ successo nel quartiere di Mar Vista, a Los Angeles, California. Heche è stata estratta dalle lamiere dai vigili del fuoce ricoverata in ospedale ma le sue condizioni sono definite gravi. La macchina guidata dall’attrice stava procedendo a forte velocità quando è finita fuori strada. Secondo la CNN, i vigili del fuoco di Los Angeles hanno impiegato più di un’ora per accedere al veicolo e soffocare le fiamme. continua a leggere

Maltempo e incendi: Courmayeur senz’acqua, Castel del Monte evacuato


articolo: https://www.corriere.it/cronache/22_agosto_06/maltempo-incendi-courmayeur-senz-acqua-castel-monte-evacuato-db1ea984-15ab-11ed-abe5-8e4532c50be0.shtml

Nuovo incendio sul Carso, Trieste isolata alcune ore poi la pioggia spegne le fiamme. Rientrati nei loro alloggi i residenti e i turisti della val di Fassa evacuati venerdì sera

Chi è alle corde per temporali violenti, chi invece fa i conti con i danni dovuti agli incendi e alla prolungata siccità. È un weekend caratterizzato da eventi climatici estremi, ma di segno opposto, quello che ha aperto il periodo più intenso delle vacanze. I temporali hanno interessato prevalentemente il Nord, mentre nelle regioni meridionali sono divampati roghi che hanno distrutto decine di ettari di vegetazione. Ecco la situazione nel dettaglio

* Valle d’Aosta – La frana che venerdì è caduta in val Ferret, zona già instabile dal punto di vista idrogeologico, ai piedi del Monte Bianco ha avuto conseguente impreviste . Il paese di Courmayeur è senz’acqua, lo ha annunciato il sindaco Roberto Rota: «Purtroppo i danni sull’acquedotto sono importanti. Stiamo lavorando, e continueremo a farlo giorno e notte. Abbiamo organizzato due punti di distribuzione per i cittadini, che continueranno anche domani. La situazione è critica, anche perché in questi giorni la popolazione è passata da 2.700 residenti a quasi 30mila».

* Trentino – Sono rientrati nelle loro case e negli alberghi gli abitanti e i villeggianti della va di Fassa costretti a lasciare i loro alloggi venerdì sera dopo la caduta di alcune frane in seguito a un violento temporale. Vigili del fuoco e Protezione Civile hanno lavorato per l’intera notte e sono riusciti a sgomberare le strade interrotte e a mettere in sicurezza la maggior parte degli edifici minacciati dal fango.

* Friuli Venezia Giulia – Giornata dai due volti nelle regione più orientale. In mattinata un nuovo incendio ha investito i rilievi del Carso alle spalle di Trieste . Il fumo sospinto dal vento ha costretto a interrompere i treni tra Monfalcone e il capoluogo giuliano e anche l’autostrada tra Villesse e Triste, per un tratto di una quarantina di chilometri. Caos anche sulle strade secondarie che hanno dovuto assorbire il flusso dei turisti diretti in Slovenia e Croazia. L’autostrada è stata riaperta poco prima delle 20 ma solo in direzione Trieste. Il sindaco di Duino ha formato un’ordinanza che obbligava i residenti all’uso della mascherina all’aperto. Poi nel tardo pomeriggio la pioggia ha attenuato il pericolo.

* Puglia – Al sud l’emergenza è totalmente rappresentata dagli incendi. Circa 80 ettari di vegetazione sono andati distrutti a Castel del Monte. È stato necessario evacuare il celebre castello ottagonale, meta di centinaia di turisti. I roghi in serata minacciavano alcune ville e strutture turistiche della zona. Fiamme anche in Salento dove sono andati perduti 50 ettari di macchia mediterranea nella zona di Santa Maria di Leuca.

* Sicilia – Devastato da un incendio doloso il Villaggio della gioventù di Raffadali (Agrigento). Le fiamme hanno distrutto una vasta area di sottobosco e sono intervenuti più volte i vigili del fuoco e la Protezione civile. . Rabbia da parte degli abitanti che hanno definito i piromani «cattivi, deficienti e senza cervello». «Tutto ciò non mi abbatte, la prendo come una sfida, pianteremo nuovi alberi ampliando la zona boschiva di uno dei posti più belli della nostra Raffadali», ha dichiarato il sindaco Silvio Cuffaro

Incendi: rogo sul Carso, bloccato traffico fs e stradale


articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/friuliveneziagiulia/notizie/2022/08/06/incendi-rogo-sul-carso-bloccato-traffico-fs-e-stradale_c44507f1-8f18-4990-9e51-920d45c4820a.html

L’incendio rischia di svilupparsi vicino all’autostrada

Un nuovo incendio che sembra di grandi dimensioni, è divampato nella tarda mattinata, nella zona di Duino, sul Carsonella zona dove nei giorni scorsi erano divampati altri e ben più grandi e pericolosi incendi.

A causa del fumo che, per il forte vento, soffia proprio verso l’area del Lisert, Autovie Venete ha proceduto alla chiusura dell’intero tratto dell’autostrada A4 Villesse – Sistiana in entrambe le direzioni. L’operazione è stata messa in atto anche per non intasare ulteriormente la viabilità ordinaria del Monfalconese dove viene fatto defluire il traffico del Lisert.

Oggi è giornata da bollino nero e c’è folla di turisti alla barriera autostradale del Lisert

I vigili del fuoco salvano le case di Duino dallo scoppio di una bombola del gas
Un intervento dei Vigili del fuoco e della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia ha scongiurato lo scoppio di un bombolone del gas ormai circondato dalle fiamme del nuovo rogo divampato in tarda mattina sul Carso. continua a leggere

Incendio sul Carso: le immagini del rogo dall’autostrada e dalla ferroviaIl Piccolo

Maltempo frane e strade chiuse: in val di Fassa oltre 100 evacuati


articolo di Claudio Del Frate: https://www.corriere.it/cronache/22_agosto_05/maltempo-alto-adige-frane-strade-chiuse-colata-fango-alcune-case-1de969e4-14ed-11ed-ba37-430604c4cd74.shtml

ALLUVIONE in TRENTINO: l’arrivo della FRANA in DIRETTA a CENGLES del 5 Agosto 2022MeteoReporter24

Rapido mutamento delle condizioni meteo dopo mesi senza piogge. Chiusa in alcuni tratti la statale della Val Badia. Lo smottamento ha danneggiato sei abitazioni, vigili del fuoco in azione

In poche ore dall’allarme caldo e siccità ai danni del maltempo. Preannunciati dai bollettini meteo hanno cominciato a comparire in serata violenti temporali su alcune zone d’Italia, in particolare al Nord. Il brusco passaggio da temperature vicine ai 40 gradi (a con alle spalle mesi di siccità) alle piogge violente non è stato privo di conseguenze.

Maltempo, emergenza in Val di Fassa: colate di fango, frane ed esondazioni. Oltre 100 evacuatiLocal Team

A farne le spese alcuni comuni dell’Alto Adige . Momenti di paura si sono vissuti in Val di Fleres, l’ultima valle d’Italia prima del confine italo-austriaco del Brennero, dove una colata di fango alta due metri provocata da un violento temporale è arrivata fino al villaggio di Sant’Antonio. Sei case sono state danneggiate, tre in modo grave (locale caldaia e cantine allagate) ed una è stata evacuata. In queste ore sono oltre 40 i corpi dei vigili del fuoco volontari impegnati in numerosi interventi. I vigili del fuoco comunicano che al momento nelle varie frane ed alluvioni non sono coinvolte persone.

Sempre in Alto Adige in val d’Anterselva un torrente si è talmente ingrossato da creare uno smottamento imponendo la chiusura del passo Stalle tra Italia e Austria attraverso la valle. In Val Pusteria, nella zona di Valdaora una località è rimasta isolata. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco in Val Pusteria ed Alta Val d’Isarco. Chiusa la strada statale 244 della Val Badia tra San Martino in Badia e La Valle, chiusa anche la provinciale 43 tra San Vigilio di Marebbe e Valdaora. continua a leggere

TEMPORALI oggi in TRENTINO: colate di fango e frane investono la Val di Fassa 5 agosto 2022 – MeteoReporter24

Acqua Guizza contaminata, due lotti ritirati per stafilococco aureo: cosa sapere


articolo di Diana Cavalcoli: https://www.corriere.it/economia/consumi/22_agosto_04/acqua-guizza-contaminata-due-lotti-ritirati-stafilococco-aureo-cosa-sapere-43603f90-13f8-11ed-b6a5-63d0cdb2c0c3.shtml

Ritirati in via precauzionale due lotti di acqua minerale Guizza prodotta nello stabilimento di Valle Reale Popoli, in provincia di Pescara. La decisione è stata presa per “rischio microbiologico per Staphylococcus aureus” come indicato nel modello per il ritiro pubblicato sul sito del Ministero della Salute. Nel dettaglio i prodotti interessati sono i formati da 1,5 litri in Pet di acqua minerale naturale Fonte Valle Reale, lotti 10LB2202A prodotti il 21 luglio e 08LB2208A prodotti il 27 luglio.

La posizione della società – La società Gran Guizza comunica di aver subito provveduto al ritiro dei lotti. «La decisione — si legge nella nota della società — è stata presa a seguito dei campionamenti svolti dall’Arta Abruzzo per conto del Sian Asl di Pescara presso il sito produttivo di Popoli che hanno riscontrato la presenza dell’indicatore di contaminazione stafilococco aureo in alcuni prodotti finiti. La società invita a non consumare i prodotti appartenenti ai lotti oggetto di ritiro. Precisa, inoltre, che il richiamo si riferisce solo ed esclusivamente ai prodotti menzionati e limitatamente ai lotti indicati».Gran Guizza spa sta collaborando con le autorità competenti per l’accertamento delle eventuali cause e la risoluzione della problematica. continua a leggere

Milano, aumenta il prezzo di biglietto e carnet Atm: fino a 30 cent in più. Comune contrario. Insorgono Verdi


articolo di Chiara Baldi e Andrea Senesi: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/22_agosto_03/milano-aumenta-prezzo-biglietto-unico-carnet-atm-fino-30-centesimi-piu-58d75a70-1358-11ed-9de8-12e67e17a594.shtml

A tre anni dall’ultimo rincaro, in autunno il nuovo ritocco. Non sarà invece rivisto l’importo degli abbonamenti. Il Comune attacca la Regione: «Ci adeguiamo alle normative decise dal Pirellone»

A tre anni dall’ultimo, entro l’anno arriverà un nuovo aumento del prezzo del biglietto di AtmLa cifra potrebbe oscillare tra i 10 e i 30 centesimi in più e potrebbe arrivare tra ottobre e novembre. A deciderlo una normativa regionale in tema di adeguamento Istat delle tariffe del trasporto pubblico locale. In un secondo passaggio, è stata l’Agenzia del Trasporto pubblico locale del bacino della Città metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia che si è riunita nell’assemblea dei soci a decretare l’aumento. L’adeguamento riguarderà sia la città che l’Area Metropolitana e riguarderà i biglietti singoli — il cui costo oggi è di due euro per 90 minuti — e i carnet.

«Dopo un accurato dibattito generale — ha spiegato il presidente dell’Agenzia Daniele Barbone i soci hanno dato mandato al consiglio di intervenire esclusivamente sui titoli occasionali, senza toccare quelli in abbonamento. Tale impostazione garantisce di tutelare in particolare gli utenti abituali, così da incentivarli al ritorno sui mezzi del trasporto pubblico locale. È inoltre emersa la richiesta di approfondire l’adeguatezza dell’attuale tipologia di abbonamenti vigenti, in base alle mutate esigenze di mobilità degli utenti legate allo smart working».

Dura la reazione dell’assessora alla Mobilità del Comune di Milano Arianna Censi che scarica la responsabilità su Regione Lombardia: «Se avessimo potuto scegliere, non avremmo certo deciso ora l’adeguamento tariffario all’Istat dei biglietti del trasporto pubblico locale, in un momento economicamente difficile per i cittadini — ha commentato —. Ci siamo adeguati ad una norma che è stata imposta dalla Regione Lombardia, a trazione leghista, con una legge approvata a luglio». E ha aggiunto, rivolgendosi alla Lega: «Mi stupisce che chi a livello nazionale continua a promettere di abbassare le tasse, poi a livello locale si comporti esattamente all’opposto, costringendo all’aumento tariffario».

Il regolamento tariffario regionale stabilisce che le tariffe debbano essere adeguate annualmente in base al tasso di inflazione definito dalla Regione stessa, corretto in funzione di indicatori di qualità definiti dalle Agenzie, come spiegato in una nota. Regione Lombardia, con la legge di assestamento di bilancio 2022, ha derogato alla norma che imponeva l’applicazione degli adeguamenti tariffari in modo omogeneo su tutti i titoli, stabilendo che gli aumenti possano essere applicati in modo differenziale.

Intanto, la notizia dell’aumento del biglietto Atm sta sollevando polemiche e proteste. I Verdi di Palazzo Marino insorgono e chiedono la convocazione urgente del Consiglio comunale. «Si può e si deve resistere alla disposizione regionale come fatto tante altre volte», dice il capogruppo ambientalista Carlo Monguzzi: «È sbagliatissimo l’aumento in un momento in cui viene chiesto ai cittadini di lasciare l’auto e usare il mezzo pubblico. Il Comune non deve essere complice di questa decisione. Non combatterla con tutti i mezzi politici, tecnici e procedurali sarebbe terribilmente colpevole». Anche il Pd si muove. Un gruppo di consiglieri (Daniele Nahum, Natascia Tosoni, Alessandro Giungi, Simonetta D’Amico) sottolineando la responsabilità politica della Regione nella vicenda invita comunque il Comune a mettere in campo tutte le azioni possibili per resistere al rincaro. Una decisone che colpirà anche l’hinterland e i comuni limitrofi, è così il sindaco di centrosinistra di Buccinasco Rino Pruiti parla di scelta «ingiusta e sbagliata». «I regolamenti si possono e si devono cambiare. A che servono i proclami sull’emergenza climatica se invece di favorire il trasporto pubblico si aumentano i costi?».

Meteo: Temperature, apice del Caldo africano nei prossimi giorni, poi novità; durata e prospettive


Articolo di Marco Castelli Meteorologo: https://www.ilmeteo.it/notizie/meteo-temperature-apice-del-caldo-africano-nei-prossimi-giorni-poi-novit-durata-e-prospettive-083517

Si tornano a toccare picchi prossimi ai 40°C

Caldo in forte aumento nei prossimi giorni, ma potrebbe durare poco

Stiamo entrando nel clou di questa pesante ondata di caldo africano che nei prossimi giorni raggiungerà infatti il suo apice. Occhi puntanti all’ennesimo promontorio di matrice africana alimentato da venti bollenti provenienti direttamente dal cuore dell’Africa e capaci di riportare le colonnine di mercurio su valori altissimi.

La fase più calda si registrerà proprio tra Giovedì 4 e Sabato 5 quando le temperature saliranno praticamente su tutto il Paese, con i picchi più alti a carico della Val Padana e di alcune aree interne del Centro-Sud. Su queste zone i termometri potranno nuovamente accarezzare la soglia dei 40°C.E per non farci mancare nulla in questa pazza Estate ecco che il tutto sarà condito pure da un generale rialzo del fenomeno dell’afa che renderà l’atmosfera davvero pesante, sia di giorno che la notte.

Tempi duri insomma per gli amanti del fresco, ma che però potrebbero tirare un sospiro di sollievo nei prossimi giorni. Con l’inizio della prossima settimana ci sono infatti interessanti prospettive a causa di un possibile cedimento della struttura anticiclonica sul suo bordo più settentrionale.

Tradotto in soldoni, ecco che la seconda settimana di Agosto, pur restando in un contesto ancora caldo e stabile su gran parte del Paese, alcune zone del Nord Italia, potrebbero godere di un provvidenziale calo delle temperature che torneranno ad avvicinarsi ai valori medi del periodo.

Difficile capire a tutt’oggi se questa fase climatica meno rovente potrà durare a lungo, anche perché non ci troveremo dinnanzi ad una svolta stagionale bensì ad un semplice momento di difficoltà da parte dell’anticiclone africano. Ci aggiorneremo.

Caldo in escalation fino a 40°C

L’anticiclone africano infiamma l’Italia, ma poi Colpo di Scena! L’anticiclone africano domina sull’Italia, specie del Centro-Nord, le temperature aumenteranno con punte oltre 35°C. Occhio ai temporali di calore sui settori alpini e in Appennino. Venerdì 5 farà sempre più caldo, con picchi fino a 40°C. WEEKEND: tra sabato 6 e domenica 7 temporali in arrivo al Nord e poi al Centro-Sud (durante la prossima settimana), con calo termico.

Segnala il tempo nella tua città

GiornataMattinaPomeriggioSeraNotte

Alex Zanardi, come sta: le condizioni dopo l’incendio della casa. L’ennesimo dispetto di un destino avverso


articolo di Giorgio Terruzzi: https://www.corriere.it/sport/22_agosto_03/alex-zanardi-come-sta-condizioni-incendio-casa-4a0208e4-130b-11ed-9de8-12e67e17a594.shtml

L’incendio nella casa di Noventa Padovana ha reso necessario un nuovo ricovero al centro di riabilitazione di Vicenza. Un problema sulla via della ripresa, ma nulla che possa fermare questo campione di determinazione al quale, dal 2001, il destino non ha risparmiato proprio nulla

Chi vuol bene ad Alessandro Zanardi, a Daniela, sua moglie, a Niccolò, suo figlio, ad Anna, sua madre, si domanda con, frequenza inquietante, la ragione di un destino così dispettoso nei confronti di un uomo, di una famiglia, ai quali vengono recapitati conti salatissimi da un tempo infinito. Un principio di incendio, adesso, nella casa di Noventa Padovana che comporta ansie e disturbi in eccesso, con ennesimo ricovero di Alex a Vicenza, dove periodicamente torna per cercare di portare avanti una lunghissima riabilitazione.continua a leggere

Zanardi, incendio nella villa di Noventa Padovana. L’ex pilota trasferito a Vicenza

articolo di Chiara Barison: https://www.corriere.it/cronache/22_agosto_02/zanardi-incendio-villa-noventa-padovana-bb86bb02-1281-11ed-ac67-e469b36a2788.shtml?cx_testId=143&cx_testVariant=cx_1&cx_artPos=0&cx_experienceId=EXRWCFIX5O7W&utm_source=box_reco_piano&utm_medium=bottom_dsk&utm_campaign=posizione_0#cxrecs_s

A prendere fuoco potrebbe essere stato l’impianto fotovoltaico. Si stanno accertando gli eventuali danni ai macchinari che assistono l’ex pilota di Formula 1 dopo l’incidente del giugno 2020

Un incendio è divampato nella villa di Alex Zanardi. Secondo quanto hanno dichiarato i vigili del fuoco, pare che abbia preso fuoco l’impianto fotovoltaico di cui è dotata la residenza di Noventa Padovana, in provincia di Padova. La strada è stata chiusa per motivi di sicurezza.

Anche se le fiamme sono già state domate, sono in corso di valutazione i danni ai macchinari che assistono l’ex pilota di Formula 1 che nel giugno di due anni fa è rimasto coinvolto in un grave incidente durante una gara di handbike. Per precauzione Zanardi verrà trasferito comunque in un centro medico di Vicenza, probabilmente si tratta del reparto di riabilitazione dell’ospedale San Bortolo in cui l’atleta era già stato ricoverato. continua a leggere

Villiam Vecchi morto: portiere del Milan e preparatore con Ancelotti


articolo di Monica Colombo: https://www.corriere.it/sport/calcio/22_agosto_03/william-vecchi-morto-col-milan-vinse-tutto-poi-alleno-portieri-anche-real-madrid-2bcfa9a2-130c-11ed-9de8-12e67e17a594.shtml?cx_testId=143&cx_testVariant=cx_1&cx_artPos=2&cx_experienceId=EXRWCFIX5O7W&utm_source=box_reco_piano&utm_medium=bottom_dsk&utm_campaign=posizione_2#cxrecs_s

L’ex portiere Vecchi aveva 73 anni. Per 10 anni preparatore dei portieri del Milan, segui Ancelotti al Real Madrid. Giocò anche con Cagliari, Como e Spal

Villiam Vecchi – nella foto con l’amico Carlo AncelottiVilliam Vecchi, spesso scritto anche William (Scandiano, 28 dicembre 1948 – Reggio Emilia, 3 agosto 2022), è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo portiere.

Ex giocatore del Milan e storico preparatore dei portieri con Carlo Ancelotti, è mancato questa mattina Villiam Vecchi. 73 anni, ha vissuto l’epopea di Carletto al Milan fermandosi nel club rossonero dal 2001 al 2010 e contribuendo alla conquista delle due Champions del 2003 e del 2007 allenando Dida. Poi il passaggio agli Allievi Nazionali del Diavolo e il successivo ricongiungimento con Carletto a Madrid per l’epico trionfo della Decima nel 2014. Nelle foto del trionfo sbuca fra le esultanze sfrenate di Zidane e Bale.

Dal 2016 era tornato a casa, in Emilia, dove aveva ricoperto il ruolo di supervisore della preparazione dei portieri nel settore giovanile della Reggiana. Anche dopo il fallimento ha proseguito la collaborazione con la società a cui era affettivamente legato. Malato da tempo, si è spento questa mattina.

Il Milan lo ha ricordato con un tweet colmo di affetto ricordando la lunga carriera di Villiam. «Sempre vicino al Milan, sempre rossonero. L’eroe di Salonicco continuerà a parare da lassù. Commozione infinita in tutti i milanisti per la sua scomparsa». continua a leggere

Dazn su Sky, come funzionerà: app, canale satellitare e due abbonamenti


articolo di Daniele Sparisci: https://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/22_agosto_04/dazn-sky-come-funzionera-app-canale-satellitare-due-abbonamenti-64805f5c-1371-11ed-9de8-12e67e17a594.shtml

Addio all’esclusiva con Tim, svolta per la serie A. Così la piattaforma di streaming sarà anche su decoder. I vantaggi e i costi per l’utente

Diletta Leotta(Getty Images)

Palla al centro, il calcio in tv segna una svolta a pochi giorni dall’inizio del campionato (13 agosto). L’app di Dazn sbarcherà su Sky, sarà accessibile attraverso decoder e verrà creato un canale satellitare che contribuirà a risolvere i vecchi problemi di trasmissione legati alla connessione internet. L’accordo è imminente, sarà annunciato nei prossimi giorni. L’intesa è stata raggiunta dopo un lungo lavoro di «diplomazia» fra più parti e fornisce un assist importante per la serie A. Ecco quindi le domande e risposte fondamentali per capire come cambia la situazione per questa nuova stagione.

1. Com’è nata la svolta? – Tutto nasce dalla fine del rapporto di esclusiva che Dazn aveva con Tim, ufficializzato mercoledì. La modifica dell’alleanza richiesta dall’operatore telefonico — in base alla quale otterrà uno sconto sul pagamento dei diritti per le partite — ha lasciato la piattaforma di streaming libera di cercarsi nuovi partnerE il primo pensiero è andato a Sky, con la quale in passato i rapporti non erano stati serenissimi. Molto è cambiato da allora, in termini di management e di visioni commerciali, altri accordi simili potranno essere stretti con altri operatori e produttori di dispositivi. C’è soddisfazione da parte di Stefano Azzi, ad di Dazn Italia: «Tim è un partner strategico dal punto di vista tecnologico di distribuzione e continuerà ad esserlo. La modifica dell’accordo permetterà l’ulteriore ampliamento delle modalità di accesso per gli utenti».

2. Cosa significa avere un nuovo canale satellitare su Sky? – Dazn ha bisogno di far crescere visibilità e ricavi, e Sky dall’altra parte in questo modo può offrire ai suoi abbonati una porta d’ingresso a tutto il campionato attraverso l’ambiente Sky Q . Il punto chiave riguarda la creazione di un canale satellitare con un palinsesto composto da una selezione dei migliori contenuti di Dazn, che oltre alla serie A spaziano dal calcio estero (Liga, Major League Soccer, per esempio) a boxe, football americano, Ufc, golf.

3. Che cos’è il device unico? – È, in sostanza, la possibilità di guardare sia le partite di Dazn che quelle di Sky sulla piattaforma satellitare di Sky. Per chi guarda dal divano sarà una bella comodità poter accedere ai programmi da un unico device , con un unico telecomando e con la risoluzione forse definitiva dei problemi di trasmissione.

4. Perché restano due abbonamenti diversi?Perché, di fatto, fino al giugno 2024 Dazn resterà l’unico player titolare di tutte e 380 le partite stagionale della Serie A; Sky ne avrà 3 a giornata in coesclusiva. In sostanza, la situazione è diversa dal passato quando il canale Dazn si poteva trovare nel bouquet di Sky (all’epoca al numero 209). Ora si tratta semplicemente della creazione di una «porta» d’accesso in più su Sky per gli abbonati di Dazn. Ecco perché, se si vuole vedere tutte le partite, bisognerà continuare a pagare due abbonamenti. Uno per Sky e l’altro per Dazn.

5. Quali saranno i costi per il tifoso? – In termini di spesa per l’utente cambierà poco o niente. I prezzi comunicati nelle scorse settimane da Dazn rimarranno invariati: l’offerta «Plus» costerà a 39,90 euro al mese e permetterà la visione dei contenuti sportivi contemporaneamente da due device, mentre l’offerta «Standard» da 29,90 euro al mese consentirà la visione da un solo dispositivo alla volta o da due diversi ma collegati alla stessa rete domestica. Quelli di Sky dovrebbero restare gli stessi dei pacchetti attuali. E per ora l’ipotesi di offerte «speciali» non sembra all’ordine del giorno.

6. Quali sono i vantaggi per il tifoso? – Lo sbarco sulla piattaforma Sky garantisce a Dazn una copertura del territorio nazionale ancora maggiore perché non più legata solo alla connessione internet, ma al satellite. Questo, ovviamente, contribuirà a risolvere il problema delle trasmissioni interrotte che avevano creato non pochi malumori presso gli utenti nelle ultime stagioni.

Streaming Tim-Dazn: c’è l’accordo. Serie A anche su Sky, ora si può

articolo di Salvatore Riggio: https://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/22_agosto_03/streaming-tim-dazn-serie-a-sky-b48c7144-131b-11ed-9de8-12e67e17a594.shtml

Diritti tv: la app di Dazn non sarà più in esclusiva su Timvision. L’intesa getta le basi per l’approdo delle trasmissioni in streaming sui canali della piattaforma Sky

A 10 giorni dall’inizio del campionato — Milan-Udinese, ore 18.30, sabato 13 agosto — è stato raggiunto un accordo tra Dazn e Tim per la trasmissione delle partite di serie A , arrivate le firme. Il campionato sarà dunque visibile su più piattaforme. «Nell’ambito del rapporto strategico in essere — si legge nel comunicato ufficiale — Dazn e Tim hanno ridisegnato l’accordo di distribuzione per la trasmissione dei contenuti sportivi e delle partite della serie A con l’obiettivo di rendere il massimo campionato italiano, e lo sport, ancora più accessibili». E ancora: «I tifosi potranno continuare a seguire le partite su TimVision ma la nuova strategia di mercato apre le porte agli altri player, portando ulteriori benefici per i consumatori che avranno la possibilità di fruire dei contenuti su diverse piattaforme e dispositivi connessi».continua a leggere

Bologna, 2 agosto 1980…..Per non dimenticare


ANTONELLA CECI anni 19
ANGELA MARINO ” 23
LEO LUCA MARINO ” 24
DOMENICA MARINO ” 26
ERRICA FRIGERIO IN DIOMEDE FRESA ” 57
VITO DIOMEDE FRESA ” 62
CESARE FRANCESCO DIOMEDE FRESA ” 14
ANNA MARIA BOSIO IN MAURI ” 28
CARLO MAURI ” 32
LUCA MAURI ” 6
ECKHARDT MADER ” 14
MARGRET ROHRS IN MADER ” 39
KAI MADER ” 8
SONIA BURRI ” 7
PATRIZIA MESSINEO ” 18
SILVANA SERRAVALLI IN BARBERA ” 34
MANUELA GALLON ” 11
NATALIA AGOSTINI IN GALLON ” 40
MARINA ANTONELLA TROLESE ” 16
ANNA MARIA SALVAGNINI IN TROLESE ” 51
ROBERTO DE MARCHI ” 21
ELISABETTA MANEA VED. DE MARCHI ” 60
ELEONORA GERACI IN VACCARO ” 46
VITTORIO VACCARO ” 24
VELIA CARLI IN LAURO ” 50
SALVATORE LAURO ” 57
PAOLO ZECCHI ” 23
VIVIANA BUGAMELLI IN ZECCHI ” 23
CATHERINE HELEN MITCHELL ” 22
JOHN ANDREW KOLPINSKI ” 22
ANGELA FRESU ” 3
MARIA FRESU ” 24
LOREDANA MOLINA IN SACRATI ” 44
ANGELICA TARSI ” 72
KATIA BERTASI ” 34
MIRELLA FORNASARI ” 36
EURIDIA BERGIANTI ” 49
NILLA NATALI ” 25
FRANCA DALL’OLIO ” 20
RITA VERDE ” 23
FLAVIA CASADEI ” 18
GIUSEPPE PATRUNO ” 18
ROSSELLA MARCEDDU ” 19
DAVIDE CAPRIOLI ” 20
VITO ALES ” 20
IWAO SEKIGUCHI ” 20
BRIGITTE DROUHARD ” 21
ROBERTO PROCELLI ” 21
MAURO ALGANON ” 22
MARIA ANGELA MARANGON ” 22
VERDIANA BIVONA ” 22
FRANCESCO GOMEZ MARTINEZ ” 23
MAURO DI VITTORIO ” 24
SERGIO SECCI ” 24
ROBERTO GAIOLA ” 25
ANGELO PRIORE ” 26
ONOFRIO ZAPPALA’ ” 27
PIO CARMINE REMOLLINO ” 31
GAETANO RODA ” 31
ANTONINO DI PAOLA ” 32
MIRCO CASTELLARO ” 33
NAZZARENO BASSO ” 33
VINCENZO PETTENI ” 34
SALVATORE SEMINARA ” 34
CARLA GOZZI ” 36
UMBERTO LUGLI ” 38
FAUSTO VENTURI ” 38
ARGEO BONORA ” 42
FRANCESCO BETTI ” 44
MARIO SICA ” 44
PIER FRANCESCO LAURENTI ” 44
PAOLINO BIANCHI ” 50
VINCENZINA SALA IN ZANETTI ” 50
BERTA EBNER ” 50
VINCENZO LANCONELLI ” 51
LINA FERRETTI IN MANNOCCI ” 53
ROMEO RUOZI ” 54
AMORVENO MARZAGALLI ” 54
ANTONIO FRANCESCO LASCALA ” 56
ROSINA BARBARO IN MONTANI ” 58
IRENE BRETON IN BOUDOUBAN ” 61
PIETRO GALASSI ” 66
LIDIA OLLA IN CARDILLO ” 67
MARIA IDRIA AVATI ” 80
ANTONIO MONTANARI ” 86

Roma, spento l’incendio negli studi di Cinecittà: paura anche per la Casa del Grande Fratello


articolo di Bianca Michelangeli: https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/22_agosto_01/roma-incendio-studi-cinematografici-cinecitta-tre-squadre-pompieri-lavoro-ac8a1af4-11a5-11ed-987b-bc2e15ee3b43.shtml?fbclid=IwAR1stfoPQIFeMSzkFufIfP_0Pt0abSvH-yE326501hzNpAlMgkjl4-sVWvI

Sul posto anche le forze dell’ordine chiamate a indagare sulle origini del rogo. Sono intervenute tre squadre di vigili del fuoco. Prime ipotesi di dolo.

È stato domato l’incendio che nel pomeriggio di oggi ha minacciato di radere al suolo alcune fra le più importanti scenografie degli studi di Cinecittà. Le fiamme, la cui origine è ancora sconosciuta, sono divampate poco dopo le 15.30. Un’imponente colonna di fumo nero si è sollevata dall’interno degli studios ed era ben visibile anche a chilometri di distanza, rendendo necessaria la chiusura al traffico di alcune strade limitrofe. continua a leggere

ROMA – SPENTO L’INCENDIO A CINECITTÀ STUDIOS: COINVOLTO L’EX SET ASSISI E FIRENZEVigili del Fuoco Official Page
Roma, incendio negli studi di CinecittàBlitzTv

Caos Inter-Digitalbits: mancati pagamenti, parti al lavoro per soluzione – Inter, il cripto-sponsor DigitalBits in caduta libera……


articolo di Redazione : https://www.calcioefinanza.it/2022/07/28/inter-digitalbits-sponsor-mancati-pagamenti/

L’Inter e Digitalbits sono al lavoro per superare i problemi e trovare una soluzione. È quanto riportato dall’ANSA, citando fonti vicine al club nerazzurro, dopo le indiscrezioni (rilanciate dal Sole 24 Ore) sulle difficoltà legate alla partnership tra la società e Digitalbits.

Dallo scorso 1 luglio, infatti, la criptovaluta è diventata sponsor di maglia dell’Inter, sostituendo Socios, dopo aver firmato un accordo nell’estate 2020 da 85 milioni di euro in quattro stagioni: nella scorsa stagione Digitalbits era lo sponsor di manica, mentre nell’annata appena cominciata si è “spostata” sul petto della divisa. Il brand della criptovaluta, tuttavia, da oggi è scomparso dalla sezione “partner” del sito dell’Inter.

Secondo il Sole 24 Ore, infati, Digitalbits non avrebbe ancora versato all’Inter diversi pagamenti, soprattutto da quando è diventata main sponsor. Nello scontro, il club nerazzurro ha così scelto di cancellare dal sito ogni riferimento alla criptovaluta, che potrebbe scomparire anche dai led a bordocampo nelle prossime amichevoli.

Non si registrano, invece, problemi per quanto riguarda la partnership tra Digitalbits e la Roma, con il club giallorosso che non ha registrato ritardi nei pagamenti da parte della criptovaluta.

Inter, il cripto-sponsor DigitalBits in caduta libera e in ritardo nei pagamenti

articolo di Marco Bellinazzo: https://www.ilsole24ore.com/art/digitalbits-quotazione-caduta-libera-e-ritardi-pagamenti-all-inter-AEUhLepB

La criptovaluta di Al Burgio non ha rispettato alcune scadenze in un contratto da oltre 20 milioni all’anno e il club nerazzurro la oscura dal sito, per ora non si segnalano tensioni a Roma

Domani, 29 luglio 2022

DigitalBits, la criptovaluta sviluppata da Zytara Labs, nello sfarzoso scenario di Montecarlo organizza e sponsorizza un Summit sulle prospettive delle monete digitali. Anfitrione del prestigioso forum – a cui presenzierà anche il Principe Alberto di Monaco – è Al Burgio, fondatore della blockchain, che insieme ad altri qualificati speakers, cercherà di ragionare sulle rotte future delle criptovalute, dopo un 2021 all’insegna della crescita portentosa e un 2022 in caduta libera.

Spettatori molto interessati dell’evento saranno anche diverse società sportive, come l’Inter e la Roma, che hanno siglato con DigitalBits importanti accordi di sponsorizzazioni. A quanto risulta al Sole 24 Ore, infatti, da alcuni mesi il crypto-sponsor sarebbe in grave ritardo nel rispettare gli obblighi assunti. DigitalBits non avrebbe ancora corrisposto al club nerazzurro alcuni pagamenti, in particolare da quando è passato dall’essere sponsor di manica a main sponsor. Un indizio delle forti tensioni in corso è la cancellazione dal sito dell’Inter di ogni riferimento alla criptovaluta. Che sabato potrebbe anche sparire dai led a bordocampo nell’amichevole contro il Lione a Cesena.

La sponsorizzazione con l’Inter – In casa nerazzurra si sta ovviamente lavorando per venire a capo del problema e riattivare il dialogo con DigitaBits. Anche perché si tratta di un contratto importante per le casse interiste. L’Inter ha infatti siglato lo scorso anno un accordo della durata di quattro stagioni per 85 milioni di dollari con l’aziende ai Burgio. Nella stagione 2021/22, le divise nerazzurre, dopo la conclusione del rapporto con Pirelli, sono state brandizzate con il marchio Socios.com, ma il logo di DigitalBits è apparso sulle maniche delle casacche. Da questa stagione la criptovaluta sviluppata da Zytara Labs, che a sua volta è diventata global digital banking partner del club, è invece il main sponsor interista in luogo di Socios.com. D’altronde XDB, la criptovaluta di DigitalBits attualmente ha un prezzo di 0,038718 dollari, inferiore del 96,24% rispetto al massimo storico di 1,03.

L’accordo con la RomaDigitalBits è già da un anno main sponsor della Roma, con un contratto triennale che prevede in totale un corrispettivo totale superiore a 35 milioni. Dalla sponda giallorossa al momento non si segnalano tensioni nei pagamenti e anzi si sta proseguendo nell’attivazione degli accordi in vista dell’avvio del campionato. DigitalBits peraltro ha scelto a dicembre 2021 Francesco Totti e a marzo 2022 David Beckham come propri global ambassador. Anche loro guarderanno con attenzione al meeting di Monaco.

Cambiamenti climatici, a Torino la manifestazione dei ragazzi di Fridays for Future


Cambiamenti climatici, a Torino la manifestazione dei ragazzi di Fridays for Future [DIRETTA] – AGTW

Corteo partito da Piazza Vittorio attraversa le vie della città, sono migliaia di giovani di Fridays for Future che in questi giorni si sono dati appuntamento in città.

Palermo, Baldini si dimette: “Scelgo la dignità, non mi sento parte del progetto”


articolo di Fabrizio Vitale: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-B/28-07-2022/palermo-baldini-si-dimette-scelgo-dignita-ds-incompatibili-col-city-4401625818159.shtml

L’allenatore rosanero in conferenza stampa: “Io volevo portare la squadra in A, ma non ci sono i presupposti”. Con lui lascia anche il d.s. Castagnini

Silvio Baldini e Renzo Castagnini

Non sentirsi più parte del progetto. Il giorno dopo le dimissioni, Silvio Baldini motiva la sua decisione di lasciare la panchina del Palermo. E non è il solo, perché con lui a parlare c’è anche Renzo Castagnini che lo ha accompagnato nella scelta di rimettere l’incarico di direttore sportivo. “Sento di non essere parte del progetto della proprietà e questo non mi permette di lavorare con la giusta tranquillità. Da quando ho iniziato ad oggi, ho visto che non ci sono i presupposti per allenare la squadra – spiega Baldini -. Il mio animo è predisposto ad un solo scopo: quello di portare la squadra in Serie A”. Anche se la nuova proprietà del City Group non glielo aveva chiesto, ma comunque i motivi dalla rottura sua e di Castagnini risiedono in altri aspetti. “L’anno scorso abbiamo vinto i playoff non perché eravamo la squadra più forte, ma il gruppo più forte. I risultati ce li siamo meritati, ho fatto 25 partite da allenatore e 23 risultati, segnando per 24 partite di fila. Questi sono risultati che possono dire che siamo anche una squadra forte, ma è frutto del gruppo e il gruppo oggi non c’è più. Con questi presupposti devo aspettare cinque-sei brutte figure per poi essere cacciato per prendere lo stipendio, oppure lasciare il posto ad altri?”. continua a leggere

Conferenza Baldini e Castagnini, l’addio improvviso al Palermo by Mediagol.it

Newcastle, prestito da 170 milioni da HSBC


articolo di Redazione: Newcastle, prestito da 170 milioni da HSBC (calcioefinanza.it)

Il Newcastle ricorre a un prestito per rafforzarsi dentro e fuori dal campo. Il club della Premier . – (Photo by OLI SCARFF/AFP via Getty Images)

Il Newcastle ricorre a un prestito per rafforzarsi dentro e fuori dal campo. Il club della Premier League – da ottobre 2021 controllato da un consorzio guidato dal Public Investment Fund dell’Arabia Saudita – ha siglato un’intesa con HSBC (uno dei maggiori gruppi bancari al mondo) per un prestito che il tabloid The Sun stima in 140 milioni di sterline (circa 170 milioni di euro).

L’accordo è stato ratificato lo scorso 25 luglio, come si evince da documenti depositati su Companies House, il registro delle imprese britannico. L’operazione è stata conclusa dal club impegnando i futuri ricavi da ticketing e da diritti televisivi, una mossa già sperimentata da club quali Everton, West Ham, Fulham e Southampton.

Questa operazione facilita il flusso di cassa a breve termine poiché la società sta cercando di rafforzarsi dentro e fuori dal campo. Le regole del Fair Play Finanziario della Premier League hanno limitato l’importo che la proprietà può versare direttamente per i trasferimenti e per quanto riguarda eventuali accordi di sponsorizzazione con attività legate all’Arabia Saudita, il Newcastle dovrà attendere il prossimo anno.

Qui sarebbe nata dunque l’idea di ricorrere al prestito. I sauditi, che possiedono l’80% del club, hanno speso quasi 150 milioni di sterline in giocatori da quando hanno rilevato il club dall’ex proprietario Mike Ashley lo scorso ottobre e hanno anche riqualificato il centro di allenamento e migliorato alcuni settori del St James’ Park, lo stadio di casa.

Il Newcastle ha ricevuto 119 milioni di sterline per quanto riguarda i diritti tv nella stagione 2020/21, mentre il St James’ Park ha portato incassi per 25 milioni di sterline per le partite della stagione 2018/19, l’ultima che non è stata influenzata dall’emergenza Coronavirus. Da qui il prestito di HSB che dovrebbe aggirarsi intorno ai 140 milioni di sterline.

Incendio Carso, protezione civile Friuli-Venezia Giulia: “La situazione peggiora”


Incendio Carso, protezione civile Friuli-Venezia Giulia: “La situazione peggiora” Il Sole 24 ORE

articolo: https://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/incendio-carso-protezione-civile-friuli-venezia-giulia-la-situazione-peggiora-00001/?chn

Le condizioni dell’incendio sul Carso, sul Brestovec, sono in peggioramento: lo ha reso noto la Protezione civile Fvg. “L’avanzare dell’incendio sta raggiungendo nuovamente zone abitate – ha specificato la struttura regionale – pertanto si sta facendo evacuare, oltre all’abitato di San Michele del Carso, anche Devetachi e Marcottini“. I velivoli presenti nell’attivita’ di spegnimento sono attualmente un Canadair e 3 elicotteri regionali di Protezione Civile della Regione Autonoma Fvg. In totale, sono 1?50 i volontari operanti oggi sugli incendi, nel territorio di tutta la regione a supporto dei Vigili del fuoco e del Corpo forestale regionale.

Maltempo in Valcamonica, esonda torrente Re: evacuati i comuni di Niardo e Braone – e non solo….


articolo di Giuseppe Arrighetti: https://brescia.corriere.it/notizie/cronaca/22_luglio_28/maltempo-valcamonica-evacuati-comuni-niardo-braone-7e9cada4-0e36-11ed-b9a9-83c8f0151a0c.shtml?fbclid=IwAR3RIlDr_d_VCc8PVa7fnfS2QhbJqu4i63gByjdRBT-hFxtuQ1b9GC76o_w

Piogge torrenziali e forte vento, esonda il torrente Re, una quarantina di residenti dei due paesi nei centri di raccolta allestiti a Ceto e Breno. Tre i feriti, non gravi continua a leggere


Evacuati i comuni di Niardo e Braone

LIVE Nubifragio sulla Valcamonica, alluvione a Niardo, invasa da fango e detriti: diretta videoLocal Team

Oltrepò Pavese, i danni della grandine sui vigneti: perso un terzo della vendemmia del Pinot

articolo di Eleonora Lanzetti: https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/22_luglio_28/oltrepo-pavese-danni-grandine-vigneti-perso-terzo-vendemmia-pinot-59dbaad2-0de2-11ed-acc0-8ab174f71e7d.shtml

Coldiretti: «Mai vista tanta distruzione, in alcune zone perdite dal 30 al 60 per cento». La zona più colpita è quella dei Comuni di Santa Maria della Versa, Castana, Cigognola, Pietra de’ Giorgi e Lirio

Le pale che si usano per sgomberare la neve, ora servono per spazzare i fiumi di fango causati dal nubifragio che martedì sera ha colpito l’Oltrepò Pavese e gran parte della Lombardia. In Valle Versa, Valle Scuropasso, Alta Val Tidone, i chicchi di grandine erano grandi come palle da tennis. «Non abbiamo mai visto tanta distruzione. In alcune zone come quella di produzione del Buttafuoco Storico e del Pinot, il 30% della vendemmia è perduta. In altre si arriva al 60%». A fare la conta dei danni sono i viticoltori oltrepadani che oggi si ritrovano con campi inaccessibili per via dell’interruzione delle strade dovuta al fango, e viti devastate dalla tempesta a due settimane dalla raccolta. Le coltivazioni, già messe a dura prova dalla siccità, hanno subito un evento senza precedenti. continua a leggere

Maltempo in Oltrepo pavese, il disastro del fango a Canneto: danni alla cantina GiorgiLa Provincia Pavese
FIUMI DI FANGO E DETRITI: IL NUBIFRAGIO IN OLTREPO PAVESE COLPISCE BRONI E VAL VERSA Pavia Uno TV
GRANDINATA oggi a TERAMO: un temporale devastante con chicchi di grandine oltre i 5cm 27 Luglio 2022 MeteoReporter24
TEMPORALI OGGI e GRANDINATE sull’APPENNINO: strade si trasformano in torrenti a Campo ImperatoreMeteoReporter24
GRANDINATA oggi a LUCERA (Foggia), un temporale violentissimo sulla Puglia 27 Luglio 2022 – MeteoReporter24
Sassi dal cielo in Italia!!Una grandissima grandinata ha colpito Ascoli Piceno! Disasters Monaitor

Registro delle opposizioni al via: come funziona e come si bloccano i call center sul cellulare


Corriere della Sera 

(✏️ Alessia Conzonato)

Da mercoledì 27 luglio è possibile dire addio alle chiamate di telemarketing molesto, quelle telefonate di pubblicità non richieste e spesso che vanno contro le norme sulla privacy, anche sul proprio numero di cellulare. Per farlo è necessario iscriversi al nuovo registro delle opposizioni, disciplinato dal Dpr (decreto del presidente della Repubblica) 26/2022 che attua la legge 5/2018, e che prende il posto di quello attuale (regolato da un decreto risalente al 2010). C’è il rischio però che non sia davvero così, o quantomeno che non si riesca a bloccare proprio tutte le chiamate moleste: la stretta non si applica, ad esempio, ai call center ubicati all’estero. Il registro delle opposizioni è uno strumento progettato dal ministero dello Sviluppo economico per richiedere il blocco delle telefonate e dell’invio di messaggi da parte degli operatori di telemarketing, ma anche di chiamate effettuale con dischi e sistemi di registrazione automatica. È stato introdotto nel 2010 per i telefoni fissi, a titolo completamente gratuito, e dal 13 aprile scorso è stato ampliato anche ai numeri di cellulare. La novità entrerà ufficialmente in vigore a partire dal 27 luglio. Per iscriversi al registro delle opposizioni, sia con il numero fisso che con quello mobile, l’utente ha tre modalità tra cui scegliere, tutte gratuite.

👉Leggi l’articolo completo sul sito del @corriere ​📰