Archivio dell'autore: alessandro54

Le famiglie del Made in Italy: Melegatti, l’azienda simbolo del Pandoro salvata dai dipendenti


articolo: https://video.repubblica.it/economia-e-finanza/le-famiglie-del-made-in-italy-melegatti-l-azienda-simbolo-del-pandoro-salvata-dai-dipendenti/322676/323298?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P13-S1.4-T1

“Anche nei momenti più bui, quando eravamo in cassa integrazione, senza stipendio e protestavamo fuori dai cancelli con l’azienda fallita, io e i miei colleghi siamo sempre entrati in fabbrica per mantenere vivo il nostro lievito madre vecchio di 124 anni. Senza di esso, la Melegatti sarebbe morta”. continua a leggere

Milan: ex ad Fassone fa causa al club


Marco Fassone

Risultati immagini per Milan: ex ad Fassone fa causa al club

Marco Fassone (Pinerolo, 1º gennaio 1964) è un dirigente d’azienda e dirigente sportivo italiano. continua a leggere

Milan: ex ad Fassone fa causa al club

Il licenziamento “fu atto ritorsivo”. Prima udienza domani (oggi)

articolo: http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2018/12/18/milan-ex-ad-fassone-fa-causa-al-club_1046f99e-77f1-430c-901b-877f62ca87d4.html

(ANSA) – MILANO, 18 dicembre 2018 – L’ex amministratore delegato del Milan Marco Fassone ha deciso di fare causa alla società rossonera contro il suo licenziamento dello scorso agosto firmato dal nuovo corso del club targato Elliott e con la presidenza di Paolo Scaroni. Stando a quanto risulta all’ANSA, domani (oggi) davanti al giudice del lavoro di Milano Luigi Pazienza si terrà la prima udienza a seguito del ricorso dell’ex ad, assistito dall’avvocato Francesco Rotondi, il quale sostiene che si trattò di un licenziamento “ritorsivo” e ne chiede, dunque, l’annullamento.

Milan, la nuova gestione del Fondo Elliott: Paolo Scaroni è il nuovo presidente.

Milan, al via la nuova gestione del Fondo Elliott: Paolo Scaroni è il nuovo presidente. Rimosso l’ad Fassone

Paolo Scaroni (Vicenza, 28 novembre 1946) è un dirigente sportivo e banchiere italiano, attuale presidente del Milan. Tra il 2002 e il 2014 è stato amministratore delegato di Eneled Eni.

Paul Singer in Forbes 400

Paul Singer (foto: YouTube)

– Forbes, celebre rivista statunitense di economia e finanza, ha di recente stilato la classifica “Forbes 400”, ovvero una lista dei 400 uomini americani più ricchi, ordinati sulla base del loro patrimonio netto

Paul Elliott Singer (New York, 22 agosto 1944) è un imprenditore statunitense.

Fondatore, azionista del fondo Elliott Management Corporation tra i maggiori fondi hedge americani, fondi ad alto rischio e specializzati nell’acquisizione di debiti di paesi in default e imprese quasi in fallimento. Gestisce anche NML Capital Limited, unità offshore di Elliott Management Corporation con sede alle isole Cayman. Dal 10 luglio 2018 ha acquisito il 99,93% delle quote dell’AC Milan.

Addio Totocalcio, nascerà un nuovo gioco


Una schedina del 05 maggio 1946

Manovra, addio al Totocalcio: un emendamento lo abolisce

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2018/12/18/news/manovra_addio_al_totocalcio_un_emendamento_lo_abolisce-214564730/

ROMA – Addio a Totogol, ‘Il 9′ e Totocalcio. Con un emendamento dei relatori alla manovra, non ancora votato in commissione Bilancio al Senato, arriva una riforma dei “concorsi pronostici sportivi”. Per rilanciare questa tipologia di gioco “che non comporta rischi connessi al disturbo da gioco d’azzardo” si prevede, un unico prodotto, con l’aumento delle possibilità di vincita e la possibilità di farne pubblicità in deroga al decreto dignità. La promozione è affidata alla nuova Sport e Salute, la nuova Spa dello sport che sostituisce Coni Servizi. continua a leggere

Una schedina del 1947 (02/11/1947)

Risultati immagini per schedine totocalcio 2018

Una schedina del 1979

Immagine correlata

Una schedina del 1996

Risultati immagini per schedine totocalcio 2018

Totocalcio – Totogol – Una schedina del 2017

Risultati immagini per schedine totocalcio 2018

Una schedina del 2018

Immagine correlata

‘Jenny è pazza’, dopo 40 anni il primo singolo di Vasco Rossi diventa un videoclip


Vasco Rossi, 'Jenny è pazza' dopo 40 anni incontra il suo videoclip

articolo/video: https://video.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/jenny-e-pazza-dopo-40-anni-il-primo-singolo-di-vasco-rossi-diventa-un-videoclip-anteprima/322470/323091

Vasco Rossi – Jenny è pazza

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2018/12/17/news/vasco_rossi_e_jenny_e_pazza-214299417/?ref=RHPPLF-BS-I0-C8-P4-S1.8-T2

Per l’anniversario dell’uscita del primo album del Blasco ‘…Ma cosa vuoi che sia una canzone…’, in anteprima il video in motion graphic del singolo con i disegni di Rosanna Mezzanotte. “Perché siamo tutti Jenny, o almeno lo siamo stati per un periodo della nostra vita” dice il regista Arturo Bertusi.

Viene pubblicato per la prima volta il videoclip di Jenny è pazza, il primo singolo di Vasco. La clip è in motion graphic con i disegni realizzati su carta da Rosanna Mezzanotte e successivamente digitalizzati. La regia è di Arturo Bertusi, l’art director di Vasco, e la produzione Chiaroscuro Creative. È una delle iniziative collegate alla ripubblicazione, a quarant’anni dall’uscita, del primo album di Vasco …Ma cosa vuoi che sia una canzone….continua a leggere

Vasco Rossi, 'Jenny è pazza' dopo 40 anni incontra il suo videoclip

Chiellini contro Pastore nello spot che annuncia il match Juve-Roma su Dazn


Giorgio Chiellini, capitano della Juventus, e Javier Pastore, fantasista della Roma, si sfidano simpaticamente nello spot ironico che annuncia la trasmissione in esclusiva su Dazn del big match della 17a giornata di Serie A Tim, Juventus – Roma, il 22 dicembre alle 20.30.

Immagine

Buon Natale


BUON NATALE

Risultati immagini per buon natale 2019 gif animate

2018 anno nero per i giornalisti: 80 morti in tutto il mondo. Il rapporto di Rsf


2018 anno nero per i giornalisti: 80 morti in tutto il mondo. Il rapporto di Rsf

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2018/12/18/news/2018_anno_nero_per_i_giornalisti_80_vittime_in_tutto_il_mondo_il_rapporto_di_reporters_sans_frontie_res-214529462/?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P8-S1.4-T1

PARIGI. Ne sono stati uccisi 80 in giro per il mondo, segnando un aumento dopo tre anni di calo. L’anno scorso hanno perso la vita 65 giornalisti, uccisi per aver esercitato la loro missione d’informazione.Tra le vittime di quest’anno, vi sono 63 giornalisti professionisti, con un incremento del 15%, 13 giornalisti non professionisti (contro 7 l’anno scorso) e quattro collaboratori dei media, ha spiegato l’Ong con sede a Parigi, denunciando la violenza “senza precedenti” contro la categoria. continua a leggere