Archivio dell'autore: alessandro54

L’aereo non decolla, caos a bordo tra ordini mai dati e passeggeri in fuga con il bagaglio a mano


articolo: https://www.corriere.it/cronache/20_agosto_09/aereo-non-decolla-caos-bordo-ordini-mai-dati-passeggeri-fuga-il-bagaglio-mano-4d429bb2-d989-11ea-89ec-853d2bb5ced9.shtml

L’indagine sull’evacuazione fantozziana a Londra da un Airbus A320 con un problema tecnico. Alcuni viaggiatori sbalzati via dal getto d’aria di uno dei motori lasciato acceso

L'aereo non decolla, caos a bordo tra ordini mai dati e passeggeri in fuga con il bagaglio a mano

È stata un’evacuazione quasi fantozziana, con gli assistenti di volo che dispiegano gli scivoli di loro iniziativa, il comandante che vede a sorpresa i passeggeri abbandonare l’aereo — molti con le valigie —, il primo ufficiale che va a controllare la situazione in cabina solo per scoprire che non c’è più nessuno, compresa la metà dell’equipaggio, bagagli buttati alle uscite d’emergenza e viaggiatori feriti — anche se in modo lieve — perché quando lasciano il velivolo uno dei motori è ancora in funzione e produce una corrente d’aria che arriva a 105 chilometri orari sbalzandone diversi di loro e facendo volare via gli effetti personali. Soprattutto: è stata un’evacuazione non necessaria.

Il documento – Si legge un po’ di tutto nelle 33 pagine del rapporto d’inchiesta pubblicato il 6 agosto dall’«Air Accidents Investigation Branch» (il dipartimento investigativo del Dipartimento dei Trasporti britannico) su quanto avvenuto la sera del 1° marzo 2019 all’aeroporto di Londra Stansted all’Airbus A320 di Lauda, la compagnia a basso costo austriaca del gruppo Ryanair. Ma soprattutto si nota la critica degli esperti del Regno Unito alle simulazioni sulle procedure di abbandono dell’aeromobile in caso di emergenza: procedure ritenute inadeguate perché non tengono conto della realtà, a partire dal fatto che molti passeggeri — anche in condizioni di pericolo — non se ne vanno senza il loro bagaglio a mano, finendo per ostacolare le manovre di uscita degli altri.

DOCUMENTO: (premere il link qui sotto) il rapporto d’indagine sull’Airbus A320 (in inglese)

Fai clic per accedere a Airbus_A320-214_OE-LOA_09-20.pdf

Disastro ambientale a Mauritius, tonnellate di carburante in mare da nave-cisterna arenata


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/08/08/news/disastro_ambientale_a_mauritius_tonnellate_di_carburante_in_mare_da_petroliera_arenata-264119152/?ref=RHPPLF-VE-I257251573-C8-P3-S2.4-T1

Un cargo si è incagliato al largo delle coste e ha cominciato a perdere carburante. Dichiarato lo stato d’emergenza

mauritius-petroliera-giappone-francia

JOHANNESBURG – Una marea nera sta sporcando e danneggiando le acque cristalline dell’isola di Mauritius, al largo delle coste africane orientali. La nave giapponese Wakahisho si è arenata nell’atollo e il carburante si sta spargendo più del previsto. Le immagini satellitari descrivono bene l’emergenza, con le 4mila tonnellate di carburante che stanno fuoriuscendo dalla petroliera.

Mauritius: emergenza ambientale. Il maltempo complica gli interventi contro la marea nera

II primo ministro, Pravind Jugnauth, ha dichiarato lo stato di emergenza ambientale anche perchè l’isola dell’Oceano Indiano potrebbe non avere le risorse per far fronte al disastro.  continua a leggere

Mauritius, petroliera incagliata: la scia nera nelle acque cristalline

Ultim’ora 10.22: Ultim’ora 10.22 E’ morta Franca Valeri, aveva appena compiuto 100 anni


Ultim’ora:

E’ morta Franca Valeri, aveva appena compiuto 100 anni

Leonardo Jattarelli - valeri

Franca Valeri, pseudonimo di Franca Maria Norsa (Milano, 31 luglio 1920 – 9 agosto 2020), è stata un’attrice, sceneggiatrice e drammaturga italiana, di teatro e di cinema, nota per la sua lunga carriera di interprete caratterista in campo sia cinematografico sia teatrale.

Grande appassionata di opera lirica, nella sua carriera si è dedicata anche alla regia operistica.


È morta Franca Valeri, aveva appena compiuto 100 anni

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/2020/08/09/news/e_morta_franca_valeri_aveva_appena_compiuto_100_anni-264204875/

 

La morte non ci deve impressionare. È una componente della vita, e se ne può sorridere, a costo di accentuarne le conseguenze, le paranoie e i riti. E poi io ho avuto sempre la fortuna d’avere il teatro che mi parlava in tasca, e quando ho perso per strada gli affetti, ho potuto far affidamento su nuovi giovani amici, e sui miei amati animali“. È così che Franca Valeri s’esprimeva, un tempo,….   continua a leggere

Franca Valeri al telefono


È morta Franca Valeri, addio alla comicità femminile che sapeva graffiare: aveva appena compiuto 100 anni

articolo: https://www.corriere.it/spettacoli/20_agosto_09/franca-valeri-morta-804b1db6-da17-11ea-a147-258d96344201.shtml

Cara, carissima Franca Valeri. Se n’è andata con la consueta signorilità un’amica di tutti, un’attrice intelligente che aveva saputo fare della sua ironia e della sua capacità di osservazione l’arma vincente di una comicità al femminile: le sue donne, invadenti e malinconiche, raffinate e plebee, illuse e deluse, rimangono agli atti di una società. Alma Franca Maria Norsa, all’anagrafe milanese, non era solo l’autrice della Signorina snob popolarissima alla radio di quel periodo post bellico:……..  continua a leggere

Franca Valeri – La sora Cecioni

Juventus, è Andrea Pirlo il nuovo allenatore


images

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2020/08/08/news/juventus_pirlo_nuovo_allenatore-264151330/?ref=RHPPTP-BS-I264052079-C12-P9-S1.8-T1

L’annuncio del club bianconero dopo l’incontro avvenuto in sede. Il campione del mondo 2006 sarà alla prima esperienza in panchina. Prende il posto di Sarri esonerato dopo il flop Champions. Contratto fino al 2022. Paratici lo incorona: “È un predestinato”

Da Sarri a Pirlo, la svolta della Juventus. L’ex centrocampista bianconero, campione del mondo 2006, è il nuovo allenatore dei campioni d’Italia. La decisione è arrivata al termine di una giornata frenetica, segnata prima dall’esonero del tecnico toscano ufficializzato in mattinata, e poi da un colloquio avvenuto nel tardo pomeriggio in sede fra Pirlo e la dirigenza bianconera. Ci sono vent’anni di differenza fra il passato archiviato ieri e il futuro che comincia adesso, fra il tecnico più anziano ad aver vinto lo scudetto, dopo una carriera cominciata dal basso, e l’emergente Pirlo, che non ha mai allenato e al momento non ha il patentino per farlo in Serie A (avrà bisogno di un tutor). Il suo contratto scadrà nel 2022, guadagnerà quasi due milioni a stagione. continua a leggere

Il comunicato ufficiale: “Da Maestro a Mister” – “Oggi inizia un nuovo capitolo della sua carriera nel mondo del calcio”, scrive la Juve sul proprio sito. “Come si era detto circa una settimana fa: da Maestro a Mister. Da oggi per il popolo juventino sarà IL Mister, poiché la società ha deciso di affidargli la guida tecnica della prima squadra, dopo averlo già selezionato per la Juventus Under23. La scelta odierna si basa sulla convinzione che Pirlo abbia le carte in regola per guidare, fin dal suo esordio sulla panchina, una rosa esperta e di talento per inseguire nuovi successi”.

La Juventus esonera Sarri, è ufficiale


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2020/08/08/news/sarri_esonerato_dalla_juventus-264116560/

La Juve non ha aspettato neanche 24 ore per voltare pagina. L’avventura di Maurizio Sarri alla guida dei bianconeri è terminata alle 14:45 quando con una nota la società ha ufficializzato la decisione di sollevare dall’incarico il tecnico toscano ringraziandolo “per aver scritto una nuova pagina della storia bianconera con la vittoria del nono Scudetto consecutivo”. La Champions è stata fatale a Sarri, l’uscita negli ottavi contro il Lione – settimo in Ligue 1 – non poteva non provocare uno scossone.

Il rapporto con la squadra – Il rapporto tra Sarri e lo spogliatoio era ormai difficoltoso da tempo. Infatti i primi ad essere avvisati sono stati proprio i calciatori bianconeri. Un allenatore scomodo, che si presentò al suo nuovo pubblico con le migliori intenzioni ma che non è stato supportato dalla campagna acquisti bianconera.  continua a leggere

https://www.juventus.com/it/news/articoli/maurizio-sarri-sollevato-dall-incarico

MAURIZIO SARRI SOLLEVATO DALL’INCARICO

MAURIZIO SARRI SOLLEVATO DALL’INCARICO

Juventus Football Club comunica che Maurizio Sarri è stato sollevato dal suo incarico di allenatore della Prima Squadra. 

La Società desidera ringraziare il tecnico per aver scritto una nuova pagina della storia bianconera con la vittoria del nono Scudetto consecutivo, coronamento di un percorso personale che lo ha portato a scalare tutte le categorie del calcio italiano.

Rai: programmi in lingua sarda diventano realtà Firma convenzione tra Cdm e azienda. Solinas, “una conquista”


articolo: https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2020/08/07/rai-programmi-in-lingua-sarda-diventano-realta_3abd2bc7-01a4-4b5a-95ab-e12eca83d631.html

download

La Rai parlerà in lingua sarda. Con la firma della convenzione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento per l’informazione e l’editoria e l’azienda concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo, frutto di un costante dialogo istituzionale avviato dal presidente Christian Solinas fin dall’avvio del suo mandato, diventa realtà un progetto culturale atteso da decenni: la programmazione in lingua sarda sui canali regionali radiofonici e televisivi della Rai, come già avviene per le altre lingue locali in altre Regioni italiane, in base al Contratto di Servizio in vigore.

È un traguardo storico, che abbiamo perseguito fin dall’inizio della Legislatura mediante un confronto aperto e costante con il governo e l’Azienda – dice il governatore Solinas -. Portare la lingua sarda in Rai, nelle sue varie espressioni, è una prestigiosa conquista e rappresenta un alto riconoscimento del valore e della dignità della nostra identità culturale. Vogliamo che la programmazione radiofonica e televisiva in sardo diventi una vetrina libera, nella quale possa esprimersi al meglio la produzione giornalistica, letteraria, artistica, etnografica, che dia spazio a tutte le sue espressioni nel loro alto valore“. continua a leggere

Incendio in discarica abusiva a Sant’Angelo Lodigiano – Brucia ditta tessile in Bergamasca…


Incendio in discarica abusiva a Sant’Angelo Lodigiano

articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2020/08/07/incendio-in-discarica-abusiva-a-santangelo-lodigiano_b9f33ef7-9097-4b33-9c58-6851a59fee79.html

9a98f23b30b01b8cfca7bc8a3fd25bed

(ANSA) – SANT’ANGELO LODIGIANO, 07 agosto 2020Un incendio si è sviluppato in una discarica abusiva in località cascina Belfuggito a Sant’Angelo Lodigiano. Le fiamme coinvolgono  carcasse di autoveicoli, arredamento, elettrodomestici e immondizia indifferenziata di vario genere. 
I vigili del fuoco di Lodi sono al lavoro con diverse squadre per cercare di evitare che il rogo si propaghi a alcune abitazioni vicine e alla vegetazione circostante. Sul posto i carabinieri e la polizia locale. La cascina Belfuggito è, da anni, oggetto di ripetute occupazioni abusive e nei diversi accumuli di materiale succedutisi negli anni sono stati, più volte, ritrovati telai di veicoli rubati. (ANSA).

ae138aa_0


Brucia ditta tessile in Bergamasca, colonna di fumo gigante

Il Comune di Leffe ai cittadini: ‘Tenete chiuse le finestre’

articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2020/08/07/brucia-ditta-tessile-in-bergamasca-colonna-di-fumo-gigante_1f1ba42b-de5b-4d39-88ab-6531c1d4862b.html

(ANSA) – BERGAMO, 07  agosto 2020 – Un vasto e violento incendio si è sviluppato oggi pomeriggio in un’azienda tessile di Leffe (Bergamo), la ‘Donato Martinelli‘. Una gigantesca colonna di fumo grigio si è alzata in cielo ed è visibile praticamente in tutta la valle.
Non ci sarebbero feriti: tutti gli operai sono riusciti a uscire prima che si sviluppassero le fiamme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con 20 squadre da Gazzaniga, Bergamo, Clusone e un’autobotte da Romano, più altri rinforzi da Monza, Brescia e Lecco. Sul posto anche i carabinieri di Clusone e i forestali di Gandino. Il Comune di Leffe ha diramato un avviso ai cittadini di tenere precauzionalmente chiuse le finestre. (ANSA).

incendio-in-un-azienda-tessile-di-legge-680749.660x368

Vaccino allo Spallanzani, dal 24/8 la sperimentazione sull’uomo


articolo: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/08/07/vaccino-a-spallanzanidal-248-sperimentazione-su-uomo_01857508-7399-4ee4-841a-f4eec6e0e835.html

Sono arrivate all’Istituto Spallanzani le prime dosi del vaccino ‘made in Italy’ e dal 24 agosto siamo pronti alla sperimentazione sull’ uomo“. Lo annuncia l’assessore alla sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato. “Lo Spallanzani sta completando la ricerca dei volontari per la sperimentazione“, aggiunge l’assessore.   

Il vaccino, informa la Regione Lazio, ha già superato i test preclinici effettuati sia in vitro che in vivo su modelli animali, “che hanno evidenziato la forte risposta immunitaria indotta dal vaccino e il buon profilo di sicurezza“.  continua a leggere

Il coronavirus torna anche a Sestu: “Abbiamo un contagio”


articolo: https://www.youtg.net/primo-piano/28190-il-coronavirus-torna-anche-a-sestu-abbiamo-un-contagio

Cagliari, 06 agosto 2020 – Dopo Quartu, anche Sestu: c’è un caso di coronavirus. Lo dice la sindaca Paola Secci: ” Sono trascorsi piu di 2 mesi dalla lieta notizia comunicatami dall’Ats sulla guarigione di tutti i nostri concittadini che avevano contratto il Coronavirus. Un traguardo importante che sapevamo non sarebbe stato facile mantenere con il riavvio di tutte le attività. Purtroppo invece oggi il virus si è di nuovo manifestato nel nostro Comune“, spiega, “Un nostro concittadino è risultato positivo al Covid-19, sta bene e si trova in isolamento domiciliare. La situazione è comunque sotto controllo e le autorità sanitarie si sono occupate, come da protocollo, di avvertire sia i familiari che tutte le persone entrate in contatto con questa persona. Questi contagi devono servirci da monito. La pandemia non è finita e bisogna continuare a osservare tutte le misure anti-contagio prescritte, in particolare il distanziamento sociale e l’utilizzo della mascherina negli spazi al chiuso“. 

Cagliari: Inaugurazione della ruota panoramica


La diretta del primo giro sulla ruota panoramica al porto di Cagliari

articolo e video: https://www.youtg.net/primo-piano/28177-la-diretta-del-primo-giro-sulla-ruota-panoramica-al-porto-di-cagliari?fbclid=IwAR2UUzANwGWweQ4ZiNp6zYHxBgkXdG5QD6hkXtANAfTGZosOy5Brevt8IAc

Cagliari, 06 agosto 2020 – Folla delle grandi occasioni al porto di Cagliari per l’inaugurazione della ruota panoramica della società City Eye. Siamo saliti a bordo: ecco un nuovo angolo visuale di Cagliari. L’assessore comunale alle Attività produttive di Cagliari, Alessandro Sorgia: “Anche questo è un segno della ripartenza della città”.

Giro di inaugurazione della nuova ruota panoramica di Cagliari

Si uccide Daisy Coleman, su Netflix ha raccontato gli abusi subiti in un documentario


articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/people/2020/08/06/news/si_uccide_daisy_coleman_su_netflix_ha_raccontato_gli_abusi_subiti_in_un_documentario-263921656/

Daisy Coleman, protagonista del documentario di Netflix Audrie & Daisy, in cui ha raccontato lo stupro subito quando aveva 14 anni, si è uccisa. Aveva appena 23 anni. Lo ha rivelato la madre con un messaggio su Facebook. “Mia figlia Catherine Daisy Coleman si è tolta la vita stanotte“, ha scritto Melinda Coleman, “era la mia migliore amica e una figlia fantastica. Penso che abbia immaginato che potessi vivere senza di lei, ma non posso. Speravo di essermi fatta carico del suo dolore, non si è mai ripresa da ciò che quei ragazzi le fecero e non è giusto”.

Nel documentario, Daisy ha spiegato di essere stata violentata nel gennaio 2012 ad una festa a Maryville, in Missouri. Insieme a lei c’era Audrie Pott, un’altra vittima che si è tolta la vita nel 2012, pochi giorni dopo essere stata violentata. Il caso di Daisy ha attirato l’attenzione nazionale, ma i capi di imputazione contro il 17enne che lei ha accusato sono caduti e la ragazza è stata anche vittima di bullismo dopo l’accaduto.


Daisy Coleman si è tolta la vita: aveva raccontato in un documentario Netflix la violenza subita a 14 anni

daisy-coleman

 articolo: https://www.wondernetmag.com/2020/08/06/morta-suicida-daisy-coleman-stupro/

La vergogna è il sentimento che spesso si insinua nelle vittime di abusi sessuali. E proprio con l’hashtag #stoptheshame quattro anni fa Netflix aveva presentato il documentario Audrie e Daisy, con l’intento di creare una rete di supporto tra vittime di stupri, costrette in molti casi a subire anche un clima di diffidenza e sospetto dalla comunità, invece di essere aiutate, protette e sostenute.

Proprio questa era la storia di Daisy Coleman, protagonista del documentario Audrie e Daisy insieme a Audrie Pott. Il film, diretto da Bonni Cohen e Jon Shenk, era stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival 2016. Ancora è disponibile nel catalogo della piattaforma.

La storia di Daisy Coleman – Daisy Coleman all’età di 14 anni aveva subito uno stupro, nel corso di una festa a Maryville (Montana). Lo aveva raccontato in un documentario Netflix dal titolo Audrie e Daisy, in cui si soffermava soprattutto sugli episodi di bullismo subiti dopo quell’episodio, sulle vessazioni della comunità, della scuola, della rete, che non stavano dalla sua parte.

Per il crimine subito nel gennaio del 2012 mai nessuno era stato condannato: ulteriore duro colpo da digerire per la ragazza, che non ce l’ha fatta più a sopportare questo peso e si è tolta la vita

La stessa decisione l’aveva presa anche Audrie Pott, che si era suicidata 10 giorni dopo essere stata violentata a Saratoga (California), nel settembre 2012.

Daisy stava dedicando la sua vita agli adolescenti vittime di violenza che però non trovano il coraggio di denunciare, perché inseriti in un sistema loro ostile. Aveva anche fondato un’associazione, la SafeBAE, per sostenerli e aiutarli anche nel percorso di convivenza col trauma, per gestirne le conseguenze psicologiche.  continua a leggere

C’è la firma, la Roma passa a Friedkin:


C’è la firma, la Roma passa a Friedkin: “Città e club iconici”. Finisce l’era Pallotta

articolo di MATTEO PINCI: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/roma/2020/08/06/news/c_e_la_firma_la_roma_passa_a_friedkin_finisce_l_era_pallotta-263867232/?ref=RHPPTP-BS-I263938241-C12-P12-S2.4-T1

L’accordo nella notte sulla base di 591 milioni debito compreso. Le prime parole del nuovo proprietario: “Non vediamo l’ora di immergerci in questa famiglia”

Una firma nella notte italiana chiude l’era Pallotta. La Roma passa di manoDan Friedkin è il nuovo numero uno del club giallorosso. Un affare da 591 milioni debito compreso, segna un nuovo inizio per il club giallorosso: si chiude dopo 9 anni la gestione americana, lasciando il passo a un altro gruppo statunitense. La differenza sostanziale è che se i primi erano speculatori con il fine ultimo di realizzare uno stadio, questi sono imprenditori col vizio dell’entertainment: auto, aerei, hotel, safari, cinema. E ora il calcio. 

Friedkin: “Roma club iconico” – “Noi tutti al Friedkin Group siamo felici di aver fatto i passi necessari a diventare parte di questa città e club iconici. Non vediamo l’ora di chiudere l’acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia dell’AS Roma” le prime parole di Friedkin il cui arrivo alla Roma è stato salutato positivamente dalla Borsa con il titolo in rialzo del 3,7%.

“Sono certo che i Friedkin saranno dei grandi futuri proprietari per l’As Roma” ha detto Pallotta. “Sono lieto di confermare che abbiamo raggiunto un accordo con il Gruppo Friedkin per la vendita dell’As Roma. Questa notte abbiamo firmato i documenti e nei prossimi giorni lavoreremo assieme per completare il percorso formale e legale che porterà al passaggio di mano del club. Negli ultimi mesi, Dan e Ryan Friedkin hanno dimostrato totale dedizione nel voler finalizzare questo accordo e nel guidare il club positivamente. Sono certo che saranno dei grandi futuri proprietari per l’As Roma”.  continua a leggere

Coronavirus: Germania, oltre 1000 nuovi contagi


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/08/06/coronavirus-germania-oltre-1000-nuovi-contagi-_99d9adb0-79a0-4222-a7fc-9ec0fe2c6750.html

Salgono ancora i nuovi contagi da covid-19 in Germania: 1045 nelle ultime 24 ore (erano 740 ieri), secondo i dati riportati dal Robert Koch Institut alla mezzanotte di ieri. Il fattore di riproduzione giornaliero del contagio al 5 agosto è ancora di 0,9 e il fattore di riproduzione sui sette giorni è 0,99. 

Il numero dei nuovi contagi in un giorno per il covid-19 non era così alto da tre mesi, e la soglia delle mille nuove infezioni non veniva superata dall’11 maggio scorso, riferisce Die Welt. Il numero dei casi attivi è di 8.692, un aumento del 26% rispetto alla settimana scorsa e l’87% in più rispetto al punto più basso dell’infezione il 15 luglio scorso, riportano le statistiche del Robert Koch Institut.

Il test da coronavirus per per chi arriva dalle zone a rischio covid-19 sarà introdotto a partire da sabato prossimo in Germania: lo ha reso noto il ministro della Salute Jens Spahn in conferenza stampa. “La pandemia non è andata via” e “c’è il rischio che il virus torni in Germania” con chi rientra dalle vacanze, ha detto il ministro per spiegare la misura .

Francia, scandalo nel pattinaggio artistico: 21 tecnici indagati per abusi sessuali


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/08/05/news/francia_scandalo_nel_pattinaggio_artistico_21_tecnici_indagati_per_abusi_sessuali-263795950/?ref=RHPPLF-VE-I257251573-C8-P3-S4.4-T1

Le atlete accusano gli allenatori di molestie, abusi “fisici e verbali”, aggressioni e in alcuni casi anche di stupro

PARIGI, 05 agosto 2020 – – È una storia di silenzi duranti anche anni, e di presunti abusi, quella che il ministero dello Sport ha scritto in un lungo rapporto reso noto martedì e che sta scuotendo il mondo del pattinaggio francese. Ventuno tecnici di pattinaggio artistico sul ghiaccio sono sotto inchiesta per una serie di denunce presentate nei loro confronti da atlete. Le donne accusano gli allenatori di molestie sessuali, abusi “fisici e verbali”, aggressioni e in alcuni casi anche di stupro.   continua a leggere

Addio a Sergio Zavoli, l’intellettuale della televisione


Sergio Zavoli

Sergio Wolmar Zavoli (Ravenna, 21 settembre 1923 – Roma, 4 agosto 2020) è stato un giornalista, scrittore e politico italiano.

articolo: https://www.repubblica.it/politica/2020/08/05/news/addio_a_zavoli_intellettuale_della_televisione-263778946/?ref=RHPPTP-BH-I263791801-C12-P1-S1.12-T1

Giornalista, scrittore e politico, autore de “La notte della Repubblica”, fu presidente della Vigilanza Rai. Si è spento a 96 anni

ROMA – Quasi ogni giorno, alle 7.30, arrivava la telefonata. Federico Fellini chiamava il suo amico Sergio Zavoli, riminese come lui, sia pur d’adozione e, insieme, facevano il bilancio del mondo: “Ci raccontavamo le cose più diverse anche i sogni”, confessava il giornalista che si è spento ieri a Roma a 96 anni.
Levità, ironia, immaginazione, talento. Molto li univa. Anche i sogni, per l’appunto. Quei sogni che, sin da piccolo, popolavano la notte di Zavoli. Erano a colori, tanto che i genitori si preoccuparono: “Mi portarono dal medico. All’epoca, gli altri vedevano in bianco e nero…”. Lui no. Il futuro radiocronista, condirettore del telegiornale, direttore del Gr, presidente della Rai (dall’80 all’86), narratore e inchiestista tra i più raffinati, scrittore e persino poeta, aveva già una mente che straripava di suggestioni e immagini. La televisione nel suo destino: una missione culturale iniziata nel 1948 (complice Vittorio Veltroni, il padre di Walter), un amore mai tradito, anche nell’ultimo periodo, quello della presidenza alla Commissione vigilanza Rai, quando l’amarezza per il degrado dell’ente pubblico e del Paese era tanta ma sempre sussurrata. 

Calcio: serie a 20/21 al via il 19 settembre


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/08/03/calcio-serie-a-2021-al-via-il-19-settembre_a356d3f0-75dd-4d71-aca4-441ee6f46f0c.html

Decisione dopo Consiglio Lega, slitta inizio di una settimana

La Serie A 2020/21 partirà ufficialmente il 19 settembre 2020. È questa la data scelta dalla Lega Serie A al termine del Consiglio di Lega riunitosi oggi. Slitta quindi di una settimana l’inizio del prossimo campionato rispetto alla prima data ipotizzata del 12 settembre.

Usa, gravi incendi in California: le fiamme devastano la Cherry Valley


Cherry Valley Fire in California

articolo e video: https://video.repubblica.it/mondo/usa-gravi-incendi-in-california-le-fiamme-devastano-la-cherry-valley/365042/365595?ref=RHPPTP-BS-I257387636-C12-P10-S1.3-T1

Gli incendi che stanno colpendo la Cherry Valley, in California, ripresi da immagini aeree. I fuochi, che sono scoppiati lo scorso venerdì 31 luglio, si stanno espandendo e hanno già consumato circa 12 mila acri di suolo. La causa degli incendi è ancora da stabilire.

Brush fire burns 12,000 acres in Riverside County, prompting evacuations for thousands I ABC7

Il fuoco a spazzola brucia 12.000 acri nella Contea di Riverside, provocando evacuazioni per migliaia di ABC7

Strage di Bologna: 2 agosto 1980, quel sabato di orrore


02 agosto 1980 – Strage di Bologna: le prime immagini dopo l’esplosione

articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/speciali/editoriali/2020/07/29/strage-di-bologna-2-agosto-1980-quel-sabato-di-orrore_37cc1e8e-e1d3-47ed-bdca-7152b15f622d.html

L’orologio all’esterno della stazione di Bologna, distrutta dall’esplosione della bomba esplosa il 2 agosto 1980, fermo sulle 10.25, l’ora della strage

STRAGE DI BOLOGNA 2 AGOSTO 1980, QUEL SABATO DI ORRORE

Un boato improvviso, lacerante, poi solo urla, singhiozzi, polvere e macerie. L’atrio della stazione centrale di Bologna si riempie di sangue e detriti, sulla pensilina del primo binario l’esplosione investe anche il treno Adria Express 13534 Ancona-Basilea, in ritardo di un’ora sulla tabella di marcia, le grida dei feriti e dei passeggeri incontrano volti annichiliti dallo choc e dall’orrore. Sono fotogrammi della memoria del 2 agosto 1980, un torrido sabato di esodo verso le vacanze.

Alle 10.25 (l’ora della tragedia rimarrà per sempre impressa nelle lancette ferme del grande orologio) l’esplosione squarcia l’ala sinistra della stazione su piazza Medaglie d’Oro: la sala d’aspetto di seconda classe, gli uffici del primo piano, il ristorante. Nel ristorante-bar-self service perdono la vita sei lavoratrici; tra le vittime anche due taxisti in attesa di clienti nel posteggio davanti all’edificio polverizzato dallo scoppio. 85 morti e 200 feriti: la strage più efferata d’Italia cancella storie e persone di ogni età e provenienza. La prima ipotesi circolata sulle cause, l’incidente provocato dallo scoppio di una caldaia, non regge a lungo, anche perché nel punto dell’esplosione non ce ne sono, e in poche ore lascia il passo alla certezza dello scenario più temuto: l’attentato terroristico con una bomba ad alto potenziale. continua a leggere

https://alessandro54.com/2019/08/02/bologna-02-agosto-1980-la-strage/

https://alessandro54.com/2018/08/02/2-agosto-1980-la-strage-alla-stazione-di-bologna/

https://alessandro54.com/2017/08/02/bologna-02-agosto-1980-la-strage-alla-stazione-ferroviaria/

Brucia un capannone in provincia di Bergamo, cittadini costretti a restare a casa


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/08/01/news/brucia_un_capannone_industriale_in_provincia_di_bergamo_cittadini_costretti_a_restare_a_casa-263443270/

145830121-0223efd1-3980-48e9-ad70-de44aa380f44

Un vasto incendio è scoppiato nella notte a Costa di Mezzate, in provincia di Bergamo, all’interno della ditta di trasporto Pezzotta Saul. Il rogo ha provocato una grande nube di fumo e dall’alba i sindaci dell’area stanno invitando i cittadini a tenere in via precauzionale le finestre chiuse e a non uscire. I comuni interessati vanno da Bagnatica a Montello, da Calcinate ad altri situati nella Valle del Lujo. Al momento non si conoscono le cause dell’incendio.
 
L’allarme ambientale ha inoltre costretto tutte le aziende che si trovano nei pressi del capannone distrutto dal rogo a sospendere i turni di lavoro del sabato in via precauzionale a tutela della salute.

Diciannove le squadre dei vigili del fuoco impegnate per domare le fiamme che hanno coinvolto anche i fabbricati industriali adiacenti a quello della ditta trasporti. Il capannone della ditta Pezzotta risulta completamente distrutto come i mezzi che erano dentro. Al lavoro anche i vigili del fuoco di Bergamo, del distaccamento di Orio al Serio, del distaccamento di Dalmine, i volontari di Treviglio, i volontari di Romano di Lombardia, i volontari di Madone, i volontari di Gazzaniga e in supporto anche i pompieri da Brescia, Gorgonzola, Monza e Lecco.

Incendi: bruciano i boschi intorno a L’Aquila, aria irrespirabile in città


articolo: https://www.ansa.it/abruzzo/notizie/2020/08/01/incendi-bruciano-i-boschi-intorno-a-laquila-aria-irrespirabile-in-citta_ceea147d-8bc8-4160-90b3-e60a0201940e.html

Sette canadair, tre elicotteri, 80 Vigili del Fuoco, 40 militari del IX Reggimento Alpini, 70 volontari di protezione civile, 30 dipendenti comunali e 4 pattuglie della Polizia municipale in azione da stamani sui fronti degli incendi che stanno colpendo la zona ovest dell’Aquila e che, pur essendo monitorati e controllati, destano preoccupazione tra operatori e cittadini. A censire le squadre di lavoro sul fronte c’è l’unità di crisi locale dei vigili del fuoco dei comandi di Teramo e L’ Aquila. Il Comune ha censito, attraverso il Coc (Centro operativo Comunale) 13 famiglie a ridosso della linea del fuoco che potrebbero essere spostate in alloggi provvisori in caso di minaccia reale alle abitazioni.

173017078-999cf35d-0a02-42ec-b14d-e942d4a4a0a0
   A fare il punto della situazione è il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, che ha appena effettuato un primo sopralluogo a Cansatessa, per poi recarsi al comando regionale dei Vigili del Fuoco. “Le energie in campo sono straordinarie e la mobilitazione è ampia e sentita. I dipendenti comunali dalle 6 hanno ripreso a lavorare sulla linea tagliafuoco – spiega il sindaco – mentre abbiamo completato il censimento delle famiglie che risiedono a ridosso dei punti critici nel caso dovesse rendersi necessaria un’evacuazione. Anche in questo caso siamo pronti a intervenire con abitazioni sostitutive.  Lo sforzo è enorme e il contatto con le sale operative di Vigili del Fuoco, Regione e Prefettura è costante. Purtroppo le condizioni climatiche e il territorio impervio non favoriscono l’attenuazione del pericolocontinua a leggere

Allerta caldo oggi, bollino rosso in 14 città


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/07/31/caldo-salgono-a-14-citta-con-massima-allerta-domani_f44d4dc9-f0e4-4add-8368-287e4669eb8d.html

‘Italia divisa a metà, tra temperature bollenti, nubifragi e smottamenti.

Sul fronte del caldo, bollino rosso e massima allerta sono previsti, per oggi in 14 città italiane, la metà di quelle monitorate e 4 in più rispetto al venerdì bollente. Un fine settimana di fuoco, coincidente con l’esodo per le vacanze, quello descritto dal bollettino quotidiano sulle ondate di calore pubblicato sul portale del ministero della Salute. In particolare, il livello 3 di allerta, corrispondente al bollino rosso, è previsto per domani a

  • Bologna °
  • Bolzano°
  • Brescia °
  • Campobasso °
  • Firenze °
  • Frosinone °
  • Latina °
  • Perugia °
  • Pescara °
  • Rieti °
  • Roma °
  • Torino ° 
  • Verona °
  • Viterbo °

Tra queste, le 4 città che passano dal bollino arancione di ieri al rosso di oggi sono Brescia, Latina, Verona e Viterbo. In Sardegna previsto un record di 45 gradi, dopo i 42 gradi superati a Iglesias, la città più calda. In media il termometro non è mai sceso sotto i 35 gradi in tutta la Sardegna. Da domenica attesa qualche diminuzione.

Coldiretti lancia l’Sos frane con nubifragi su una terra arida. “A rischio 91% dei Comuni“, dice l’organizzazione. A pesare, sottolinea, sono i mutamenti climatici e il consumo del suol con il terreno che non riesce ad assorbire l’acqua aumentando il rischio idrogeologico. Dissesto da maltempo che in Valtellina ha provocato frane. In via precauzionale disposta l’evacuazione di 43 persone in località Pini di Curvalta nel territorio comunale di Valdidentro e di 8 persone a Bormio nella zona della Val Campello. Danni sono stati registrati in Alto Adige dove i pompieri di 35 compagnie, nella notte tra giovedì e venerdì, sono intervenuti per oltre 100 interventi per cantine garage allagati, sottopassi non transitabili e rami caduti. Invece nel Bolognese l’ondata di calore è stata spezzata da vento, grandine con alberi e rami caduti e garage allagati in particolare a Pianoro, Vergato, San Giovanni in Persiceto, Castel San Pietro Terme e Medicina. Infine il rischio incendi particolarmente alto in Sicilia.

F1, Sergio Perez positivo al coronavirus: non correrà il Gp di Silverstone


articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2020/07/30/news/sergio_perez_positivo_coronavirus-263315783/

Il pilota si è messo in auto isolamento. La gara non è a rischio rinvio o cancellazione: a sostituire Perez potrebbe essere il connazionale Gutierrez

Il coronavirus contagia anche il circus della Formula Uno. Sergio Perez, pilota messicano della racing Point, è risultato positivo al Covid 19: una positività emersa dopo un tampone che non aveva dato conferme e successivamente a un secondo test, che ha invece certificato la sua positività. A quel punto Perez ha provveduto a mettersi in auto isolamento, per evitare di estendere il contagio. La conseguenza inevitabile è l’esclusione del corridore di 30 anni dal Gran Premio di Gran Bretagna in programma nel weekend, ma non è a rischio lo svolgimento regolare (per quanto possibile, almeno) della gara di Silverstone: il protocollo – lo sottolineò già qualche tempo fa Ross Brawn – non prevdede il rinvio o la cancellazione dell’appuntamento in caso di pilota contagiato. Saranno però isolate le persone entrate in contatto con Perez, comprese quelle all’interno della Racing Point, da cui si attende la comunicazione su chi dovrà sostituire Perez al volante della monoposto: l’ipotesi più probabile è che sia il connazionale di Perez, Esteban Gutierrez.

Spagna, coronavirus: positivo Gudelj del Siviglia, prossima avversaria della Roma


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/07/29/news/spagna_coronavirus_positivo_un_giocatore_del_siviglia-263187117/

Asintomatico, è stato messo in isolamento mentre i primi tamponi agli altri membri del club sono risultati negativi. La società iberica tra una settimana dovrà giocare l’ottavo di finale di Europa League contro i giallorossi. E c’è un caso Covid anche nell’Almeria, club di seconda divisione

MADRID, 29 luglio 2020 – Un giocatore positivo al coronavirus nel Siviglia, club che milita nella Liga, e uno nell’Almeria, società di seconda divisione. Preoccupante ritorno di contagiati in Spagna e, di conseguenza, anche tra le squadre di calcio. Ricordiamo che tra una settimana, il 6 agosto, il Siviglia dovrà giocare l’ottavo di finale di Europa League contro la Roma.

Siviglia: positivo in isolamento, negativi gli altri tamponi – Il Siviglia ha comunicato oggi che un calciatore della prima squadra è risultato positivo al Covid-19. Si tratta di Nemanja Gudelj, che ha confermato con un post sui social la sua positività: “Non ho alcun sintomo e spero di tornare presto”, il suo messaggio. Il giocatore è stato posto in isolamento domiciliare ed è effettivamente asintomatico. Secondo il protocollo sanitario vigente nella Liga, il Siviglia ha annullato gli allenamenti, sanificando il centro sportivo. Inoltre, tutto il personale è stato sottoposto a due tamponi, di cui uno risultato negativo per tutti, mentre i risultati dell’altro saranno resi noti domani. Se anche i risultati del secondo tampone saranno negativi la squadra tornerà ad allenarsi domani stesso. continua a leggere

Proroga emergenza al 15 ottobre. Conte: ‘Così il paese è più sicuro’


artivolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2020/07/28/conte-in-diretta-dal-senato-sullo-stato-demergenza_0c601619-85b0-4802-9674-2f4904ee536c.html

 Il 15 ottobre: è questa la data di proroga dello stato di emergenza che dovrebbe indicata nella risoluzione di maggioranza in Senato. Il testo, a quanto si apprende, è ancora in fase di limatura, ma l’orientamento, dalle comunicazioni del premier Giuseppe Conte in Aula al Senato, è indicare la metà di ottobre come data di scadenza dell’emergenza legata al Coronavirus.
“Pur in assenza del vincolo normativo ritengo doveroso condividere con il Parlamento” la decisione della proroga dello stato di emergenza. Lo dice il premier al Senato.  continua a leggere

Gianrico Tedeschi, morto a 100 anni il decano del teatro italiano


5181994_1101_gianrico_tedeschi_100_anni_auguri_mattarella

Gianrico Tedeschi (Milano, 20 aprile 1920 – Pettenasco, 27 luglio 2020) è stato un   attore e doppiatore italiano.

articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/teatro/2020/07/28/e-morto-gianrico-tedeschi_b0ca8ee9-6951-4de0-89e4-f316e77014fc.html

Aveva festeggiato 100 anni lo scorso 20 aprile, ricevendo gli auguri del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: Gianrico Tedeschi, decano del teatro italiano, volto caro al grande pubblico grazie al varietà e alla pubblicità in tv con Carosello, è morto la notte scorsa nella sua casa di Crabbia di Pettenasco, sul lago d’Orta. Nato a Milano nel 1920, Tedeschi ha trascorso 70 anni in scena – ancora quattro anni fa recitava ”Dipartita finale” con la regia di Branciaroli – attraversando il Novecento e rappresentandolo nel bene e nel male, grazie alla sua fedeltà a principi etici e civili oltre che artistici, alla sua ironia e soprattutto alla sua umanità. Diplomato a vent’anni, Tedeschi parte poi per la guerra, sottotenente in Grecia, e dopo l’8 settembre, rifiutandosi di aderire alla Repubblica di Salò, finisce in un lager nazista in Germania dove recita con i compagni di prigionia (da Giovanni Guareschi a Enzo Paci); dopo la Liberazione riesce a entrare in Accademia a Roma e nel 1947 debutta, scelto e diretto da Strehler. Inizia così una carriera di successo, che lo vede lavorare con registi che vanno da Visconti a Ronconi, passando per Garinei e Giovannini per un celeberrimo ”My fair lady”, come lo porterà a partecipare agli storici sceneggiati tv, a diventare amato personaggio di un Carosello di dolciumi, a essere in radio con Raffaella Carrà, a far cinema con, tra i tanti, Bragaglia, Steno, Dessin e Rossellini.

20 aprile 2020 – L’attore Gianrico Tedeschi  compie 100 anni

È morto John Saxon, attore di horror e western tra Hollywood e Cinecittà


images

John Saxon, nome d’arte di Carmine Orrico (New York, 5 agosto 1936 – Murfreesboro,   25 luglio 2020), è stato un attore statunitense, famoso per la partecipazione in svariati polizieschi all’italiana durante gli anni settanta.

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2020/07/26/news/e_morto_john_saxon_tra_hollywood_e_cinecitta_-262910498/https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2020/07/26/news/e_morto_john_saxon_tra_hollywood_e_cinecitta_-262910498/

È morto a 83 anni John Saxon, attore di origini italiane noto per i suoi ruoli in diversi spaghetti western e poliziotteschi girati a Cinecittà negli anni 70 e per gli horror, tra cui la saga Nightmare. Ha lavorato anche in Tenebre (1982) di Dario Argento. Ad annunciare la scomparsa è stata la moglie Gloria: è morto per le complicazioni di una polmonite a Murfreesboro, nel Tennessee.  continua a leggere

La Tunisia sequestra peschereccio di Marsala, equipaggio di tre persone a bordo


articolo: https://palermo.repubblica.it/cronaca/2020/07/23/news/la_tunisia_sequestra_peschereccio_di_marsala_equipaggio_di_tre_persone_a_bordo-262728951/

Secondo le autorità tunisine il motopesca stava pescando nelle acque territoriali del Paese del Maghreb

201142016-960f6575-2141-4cfe-9db3-e38420958ada

23 Luglio 2020 – Un peschereccio italiano è stato sequestrato dalle autorità tunisine. Si tratta del “Nuova Maria Lucia” di Marsala, che da questa mattina è in stato di sequestro nel porto di La Goulette, in Tunisia. Secondo le autorità tunisine, il motopesca stava pescando nelle acque territoriali del Paese del Maghreb. L’intero equipaggio – composto da tre persone, di cui due di nazionalità italiana – si trova a bordo del peschereccio. La vicenda viene monitorata dal Comando generale della capitaneria di porto di Roma.

Attilio Fontana indagato per il caso camici


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/07/24/news/fontana_indagato_camici-262818924/

Il presidente della regione Lombardia sotto inchiesta per la fornitura di mezzo milione di materiale da parte della società Dama SpA gestita dal congato e di cui la moglie detiene il 10%  – di LUCA DE VITO

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana risulta indagato nell’ambito dell’inchiesta sui camici aperta dalla procura di Milano. Una notizia che arriva al termine di una lunga giornata sul fronte dell’indagine che riguarda la fornitura di camici della Dama spa, la società di Andrea Dini il cognato di Attilio Fontana. A questo proposito infatti è stato interrogato Filippo Bongiovanni, ex dg di Aria la centrale acquisti del Pirellone. continua a leggere

Juventus, si fa male Douglas Costa: stagione finita


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2020/07/24/news/si_ferma_douglas_costa-262792242/

douglas.costa.juventus.2019.20.disperato.ANSA.1080x648

TORINO – Si ferma Douglas Costa, stagione finita per l’esterno brasiliano. Brutta notizia per Maurizio Sarri nel giorno della ripresa dopo lo stop di Udine: l’ex Bayern Monaco è stato infatti sottoposto a risonanza magnetica che, come riporta il sito della Juventus, “ha evidenziato una lesione di secondo grado a carico del muscolo adduttore lungo della coscia destra“.

Nonostante sul comunicato si parli di nuovi esami “tra 15 giorni”, l’entità della lesione muscolare non lascia spazio a speranze: la stagione di Douglas Costa è virtualmente finita. Sarri dovrà quindi fare a meno del brasiliano sia nelle ultime giornate di campionato che per la sfida di ritorno con il Lione in Champions League, quando i bianconeri si giocheranno il lasciapassare per la finale a otto in programma a Lisbona a metà agosto.

Garmin, attacco ransomware all’azienda dei runner: server fuori uso da 24 ore


articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/sicurezza/2020/07/24/news/garmin_attacco_ransomware_all_azienda_dei_runner-262798790/

L’allarme è partito dagli utenti che lo usano per organizzare la loro attività sportiva: “Garmin è down!” Da ieri mattina il popolare sito non funziona ed è impossibile per migliaia di sportivi usarne l’app per sincronizzare le attività di corsa, ciclismo, nuoto. La causa, ancora in via di accertamento, secondo le prime ricostruzioni sarebbe riconducibile a un attacco ransomware che ha colpito i server principali di uno dei leader mondiale nella tecnologia gps per l’automotive, la nautica, l’aviazione, lo sport, il fitness e l’outdoor. Garmin ha dovuto interrompere il servizio Garmin Connect, il sistema su cui si basa il monitoraggio e la condivisione delle prestazioni sportive. continua a leggere

Traduzione: Al momento stiamo riscontrando un’interruzione che riguarda Garmin Connect e, di conseguenza, il sito Web Garmin Connect e l’app mobile sono inattivi.