Europei, tifosi fuori controllo: la Uefa apre un procedimento contro l’Inghilterra


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/08/03/news/euro_2020_tifosi_indisciplinati_la_uefa_apre_un_procedimento_contro_l_inghilterra-312847292/

Da un’indagine effettuata dal massimo organo del calcio europeo emerge che il pubblico di casa durante la finale di Wembley non si sarebbe attenuto alle regole di ordine e sicurezza

NYON – La Uefa ha aperto un procedimento disciplinare contro la Federcalcio inglese (Fa) per i disordini creati dai tifosi a Wembley in occasione della finale di Euro 2020 fra Inghilterra e Italia. Lo rende noto l’organismo che governa il calcio europeo, in seguito all’indagine condotta dall’ispettore etico e disciplinare su quanto accaduto l’11 luglio scorso dentro e intorno allo stadio di Londra durante la partita.

Il procedimento riguarda una potenziale violazione dell’articolo 16 delle Regole disciplinari della Uefa (riguardo la sicurezza in occasione delle partite) per “mancanza di ordine e disciplina da parte dei suoi tifosi“.

E’ morto Antonio Pennacchi. Lo scrittore aveva 71 anni


articolo: https://roma.repubblica.it/cronaca/2021/08/03/news/morto_antonio_pennacchi-312854026/?ref=RHTP-BH-I312692361-P1-S1-T1

Il vincitore del Premio Strega nel 2010 con “Canale Mussolini” era nato a Latina il 26 gennaio 1950

E’ morto Antonio Pennacchi. Il Premio Strega, l’ex operaio diventato scrittore di successo, che con i suoi romanzi ha fatto conoscere al grande pubblico l’impresa della bonifica dell’agro pontino, la vita, la sofferenza e le gioie dei coloni, si è spento oggi a Latina, all’età di 71 anni. Dalle prime indiscrezioni a stroncarlo sarebbe stato un infarto.

Nato a Latina nel 1950, operaio dell’Alcatel Cavi, Pennacchi si è dedicato alla politica prima nelle file del Msi e poi in quelle del Partito marxista-leninista Italiano. Tra gli anni ’70 e ’80 ha aderito al Psi, alla Cgil e poi alla Uil.

Nel 1983, durante un periodo di cassa integrazione, si è laureato in Lettere e filosofia per abbracciare poi la carriera di scrittore. Il debutto nel 1995 con Mammut, seguito da Palude. Storia d’amore, di spettri e di trapianti. Nel 2003 ha pubblicato Il fasciocomunista. Vita scriteriata di Accio Benassi, romanzo autobiografico da cui nel 2007 è stato tratto il film Mio fratello è figlio unico, diretto da Daniele Luchetti. continua a leggere

Antonio Pennacchi (Photo by Leonardo Cendamo/Getty Images)

Inter, Eriksen è arrivato a Milano. Ha già parlato con Marotta


articolo: https://www.gazzetta.it/Calciomercato/03-08-2021/inter-christian-eriksen-milano-ha-gia-parlato-marotta-420149871719.shtml?cmpid=SF_Facebook_Socialflow_nd_nd_nd&fbclid=IwAR2JpvrwbQngciuT8RTAG-kjS_EQWpcWx38UEyJFlqejNzIbVMp4D0cUmVA

Christian Eriksen.

Prima volta in Italia dal giorno dello scudetto per il danese dopo il problema al cuore. Il contatto con l’a.d. Non dovrebbe fare gli esami oggi

L’Inter riabbraccia Christian Eriksen. Il centrocampista danese è sbarcato stamattina a Milano e ha già avuto un incontro con l’ad sportivo Beppe Marotta, in sede visto che ad Appiano Christian non è ancora salito. Un ritorno atteso da tutto il mondo nerazzurro dopo il dramma sfiorato in quel maledetto 12 giugno, quando l’ex Tottenham si è accasciato a terra durante Danimarca-Finlandia, valida per Euro 2020, per un arresto cardiaco che ha fatto temere il peggio.

ESAMI E ABBRACCI – Eriksen non dovrebbe ripetere già oggi tutti gli esami cui era stato sottoposto in patria dopo il dramma sfiorato. Al momento gli accertamenti non sono programmati, potrebbe anche farli in un secondo momento. Non c’è fretta, visto che sarà costretto comunque a un certo periodo di inattività. L’altro appuntamento è alla Pinetina, per riabbracciare i compagni e per conoscere di persona – dopo i contatti telefonici – il nuovo tecnico Simone Inzaghi. Christian dovrebbe salire ad Appiano tra domani e giovedì, prima di rientrare in Danimarca.

SCENARIO – Si spera che i test medici possano accertare la natura infettiva del problema al cuore, che poi ha portato all’installazione del defibrillatore. Se l’apparecchio non fosse permanente, ci sarebbe una possibilità di rivedere il danese in maglia Inter, pur tra 6-8 mesi. Altrimenti, se se la sentirà, potrebbe giocare in quei campionati che hanno una normativa diversa, come Inghilterra e Olanda. L’Inter, oltre alla copertura Fifa sullo stipendio, ha anche stipulato una polizza assicurativa sul valore del cartellino del giocatore.

Dalle partite di Serie A alle coppe europee: così vedremo il calcio in diretta Internet


articolo: https://www.repubblica.it/economia/2021/08/03/news/serie_a_e_coppe_europee_cosi_vedremo_il_calcio_in_diretta-312407474/?ref=RHTP-VS-I270681073-P13-S4-T1

Per la prima volta, gli sportivi seguiranno le partite via web. Unica eccezione per le “aree bianche” del Paese, dove Dazn dovrà fornire un decoder per il digitale terrestre. Una panoramica delle offerta, da Sky ad Amazon

ROMA – Per la prima volta nella storia italiana, la visione di gran parte delle partite della Serie A (sette sulle 10 di ogni turno) richiederà un’efficiente connessione a Internet. Una soluzione alternativa al web prende forma per i soli sportivi che vivono nelle zone del Paese ancora non raggiunte dalla banda larga e larghissima.

In queste aree – che sono dette “bianche” proprio per la mancanza dell’Internet veloce – Dazn dovrà fornire un decoder. Il dispositivo permetterà di vedere le gare (sempre a pagamento) via digitale terrestre. Ma avrà un solo canale disponibile. Dunque non sarà possibile fare zapping tra le varie sfide del turno di Campionato.

Quanto pagoAbbonarsi a Dazn costa 29,99 euro al mese. La televisione via web offre in cambio 16 contenuti di punta. Piatto forte sono:

  • la Serie A di calcio, con 7 gare in esclusiva e 3 in co-esclusiva per turno;
  • la Serie B (che sarà anche su Sky);
  • l’Europa League e anche i migliori match della nuova competizione per club, la Conference League;
  • La Liga spagnola (oltre a MotoGP, Moto 2, Moto 3 e ai canali Eurosport).

Dazn permette all’abbonato di collegare fino a 6 diversi dispositivi. Due di questi, possono seguire un evento sportivo nello stesso momento, contemporaneamente.

Disdetta e pausa – Come Netflix e altre piattaforme al mondo, Dazn consente di interrompere l’abbonamento in qualsiasi momento, senza penalità. Gli indecisi potranno beneficiare dell’opzione “pausa” che congela l’abbonamento. Lo sportivo smette di pagare e non vedrà più i contenuti di Dazn, fino a quando non deciderà di riprendere il pagamento.

Quali dispositivi – Ricevono Dazn il decoder TIMVISION Box e, ancora:

  • Android Tv, Apple Tv, Amazon Fire Tv Stick;
  • Google Chromecast, Lg Web Os Tv; Panasonic Smart Tv;
  • Samsung Tizen Tv, Sony’s Android Tv, Hisense Smart Tv.

Sono compatibili anche le principali console per videogiochi, come Playstation 4, Playstation 4 Pro, Playstation 5, Xbox One, Xbox One S, Xbox One X, Xbox Series X, Xbox Series S.

Ovviamente, l’applicazione Dazn può essere scaricata su iPhone e iPad; tablet e smartphone Android; infine sugli Amazon Fire Tablet.

E’ POSSIBILE AVERE TIMVISION E DAZN SENZA L’ABBONAMENTO WEB A TIM

L’offerta Tim – Attraverso il TIMVISION Box, la Tim propone sei diversi pacchetti di contenuti. Di questi sei pacchetti, quattro hanno all’interno anche il calcio (con un’offerta promozione valida fino al 16 agosto 2021). Vediamoli in dettaglio:

  • TIMVISION CALCIO E SPORT (per 29,99 euro al mese, per 12 mesi, gratis agosto 2021). Tutti i contenuti di TIMVision, Dazn con la Serie A, l’Europa League, Infinity+ con la Champions League (tutte le partite del martedì, 7 su 8 del mercoledì, la finale). L’offerta è destinata a clienti Tim del fisso e del mobile, a persone interessate anche alla Tim Super Fibra (24,90 euro al mese per 12 mesi), a clienti di altri operatori. Decoder TIMVision incluso. Trascorsi i 12 mesi, il prezzo del pacchetto salirà a 34,99 euro al mese. Si legge ancora sul sito: “Contributo d’attivazione 19,99 euro una tantum e 36 euro in 12 rate mensili di 3 euro, già inclusi nel costo mensile dell’Offerta per un totale di 55,99 euro
  • TIMVISION CALCIO E SPORT CON DISNEY+ (per 34,99 euro al mese, per 12 mesi, gratis agosto 2021). Tutti i contenuti di TIMVision, Dazn con la Serie A, l’Europa League, Infinity+ con la Champions League (tutte le partite del martedì, 7 gare su 8 del mercoledì, la finale), il catalogo completo di Disney+. TIMVISION Box incluso. Trascorsi i 12 mesi, il prezzo del pacchetto salirà a 39,99 euro al mese. Si legge ancora sul sito: “Contributo d’attivazione 19,99 euro una tantum e 36 euro in 12 rate mensili di 3 euro, già inclusi nel costo mensile dell’Offerta per un totale di 55,99 euro“.
  • TIMVISION CALCIO E SPORT CON NETFLIX (per 39,99 euro al mese, per 12 mesi, 10 euro ad agosto 2021). Tutti i contenuti di TIMVision, Dazn con la Serie A, l’Europa League, Infinity+ con la Champions League (tutte le partite del martedì, 7 gare su 8 del mercoledì, la finale), Netflix (Piano standard). TIMVISION Box incluso. Trascorsi i 12 mesi, il prezzo del pacchetto salirà a 44,99 euro al mese. Si legge ancora sul sito: “Contributo d’attivazione 19,99 euro una tantum e 36 euro in 12 rate mensili di 3 euro, già inclusi nel costo mensile dell’Offerta per un totale di 55,99 euro“.
  • TIMVISION GOLD (per 44,99 euro al mese, per 12 mesi, 10 euro ad agosto 2021). Tutti i contenuti di TIMVision, Dazn con la Serie A, l’Europa League, Infinity+ con la Champions League (tutte le partite del martedì, 7 gare su 8 del mercoledì, la finale), il catalogo completo di Disney+, Netflix (Piano standard). TIMVISION Box incluso. Trascorsi i 12 mesi, il prezzo del pacchetto salirà a 49,99 euro al mese.

L’offerta di Sky – L’emittente a pagamanto ha in piedi, tra i quattro complessivi, due pacchetti sportivi – Sky Calcio e Sky Sport – che sono entrambi associati al decoder più evoluto, Sky Q. Il decoder può essere utilizzato sia per gli abbonati che si collegano via satellite sia per quelli che si connettono attraverso Internet.

Il sito di Sky – via via che avanziamo – ci chiede anche se vogliamo associare Netflix a uno dei due pacchetti sportivi. Ecco alcune possibili combinazioni:

  • Sky Calcio (con tre partite di Serie A in co-esclusiva, la Serie B, le gare delle leghe europee, l’intrattenimento di base di Sky, Netflix) a 19,90 euro al mese (fino al 30 settembre) che diventano 24,90 dal primo ottobre 2021. Condizioni immutate per 18 mesi. Costo di attivazione 29 euro (se vogliamo ricevere dalla parabola) e di 9 euro (se riceviamo via Internet). Decoder Sky Q Black (con qualità 4k se riceviamo dalla parabola). Decoder Sky Q, se riceviamo via web.
  • Sky Calcio (senza Netflix) a 14,90 euro a mese (fino al 30 settembre) che diventano 19,90 dal primo ottobre 2021.
  • Sky Sport (con 121 partite di Champions League sulle137 totali, tutta la Europa League e la Conference League, la Formula 1, Moto GP, Moto 1 e 2, il tennis, il basketa 35,90 euro al mese (comprensivo dell’intrattenimento di base di Sky e Netflix). Decoder Sky Q Black. Costo di attivazione 29 euro (se vogliamo ricevere dalla parabola). Il prezzo scende a 30,90 euro al mese se rinunciamo a Netflix. Un ulteriore pacchetto (disponibile per connessioni via web) mette insieme l’intrattenimento di Sky con Netflix, Sky Cinena, Sky Sport, Sky Kids a 50,90 euro al mese.
    – Altra soluzione. 
  • Sky Sport (con 121 partite di Champions League sulle 137 totali, tutta la Europa League e la Conference League, la Formula 1, Moto GP, Moto 1 e 2, il tennis, il basketa 30,90 euro al mese (comprensivo di Sky Tv con serie nazionali e internazionali). Decoder Sky Q Black. Costo di attivazione 29 euro (se vogliamo ricevere dalla parabola).
  • Sky Calcio e Sky Sport. Prendere i due pacchetti insieme costa 40,90 euro al mese (condizioni immutate per 18 mesi). Costo di attivazione di 29 euro per chi vede via satellite (con decoder Sky Q Black) e di 9 euro (per chi guarda via web). Questi prezzi sono comprensivi dell’intrattenimento di base di Sky e di Netflix. Il costo scende a 35,90 (sia via satellite sia via web) se rinunciamo a Netflix e ci accontentiamo di Sky Tv
  • (per altre combinazioni e offerte,  guarda il sito test di Sky).

L’offerta Now TvSempre Sky – via web, attraverso Now Tv – offre il Pass Sport (a 14,99 euro al mese) che permette di vedere, tra le altre cose:

  • la Serie A con con 3 partite su 10 ogni giornata (i match del sabato alle 20.45, della domenica alle 12.30 e del lunedì alle 20.45);
  • la Serie B con tutte le 380 partite stagionali, oltre a playoff e playout;
  • la Champions League con 121 partite su 137 a stagione, l’Europa League e la Conference League,
  • una selezione di partite di Premier League, di Bundesliga e della Ligue 1,
  • la Formula 1 fino alla fine della stagione 2022, tutta la MotoGP fino alla fine della stagione 2021, il tennis internazionale inclusi Wimbledon, l’NBA di basket.

ll Pass Sport di Now Tv si vede su pc, smartphone, tablet, su smart tv compatibile. Vanno bene, ancora: Now Smart Stick, Fire Tv, Apple Tv, Google Chromecast, Vodafone Tv, TIMVision Box o una game console Xbox e Playstation.

L’offerta di Amazon – Per tra anni (dal 2021 al 2024), Amazon trasmetterà in diretta streaming – e in esclusiva – la migliore partita del mercoledì (la scelta ricadrà su una squadra italiana finché resteranno nella competizione). La Champions è compresa nell’abbonamento Amazon Prime, che costa 36 euro l’anno (oppure 3,99 euro con pagamento mensile).

Milano, incendio in via Zamagna: evacuate 200 persone da una casa popolare, 4 intossicati


articolo: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_agosto_03/milano-incendio-via-zamagna-evacuate-200-persone-una-casa-popolare-4-intossicati-55cb0ade-f45f-11eb-9680-9b12a81aa8eb.shtml

Le fiamme, divampate in un appartamento al primo piano, si sarebbero poi estese ad alcuni piani superiori. Vigili del fuoco e 118 sono intervenuti in forze

Quattro persone sono rimaste intossicate in un incendio scoppiato martedì poco dopo le 13.30 in uno stabile di edilizia popolare a Milano. Gli evacuati sarebbero circa 200. Vigili del fuoco e 118 sono intervenuti in forze in via Zamagna 4, in zona San Siro, i primi con cinque squadre, i secondi con svariate ambulanze, una sola delle quali però ha trasportato un paziente, in codice giallo. Le fiamme, divampate in un appartamento al primo piano, si sarebbero poi estese ad alcuni piani superiori.

Milano, incendio in via Zamagna

Focolaio nel Forlivese, 130 in isolamento


https://bologna.repubblica.it/cronaca/2021/08/02/news/covid_forli_focolaio_130_isolamento-312735053/

A Modigliana: tutto parte da 40 giovanissimi che hanno partecipato a un viaggio parrocchiale

FORLì – Sono oltre un centinaio le persone finite in isolamento a seguito di un focolaio di coronavirus sviluppatosi a Modigliana, piccolo comune del Forlivese, fra una quarantina di giovani al rientro da un viaggio parrocchiale in Val D’Aosta. I ragazzi, tutti minorenni, secondo quanto riporta la stampa locale, hanno viaggiato in pullman insieme e al rientro hanno avuto contatti con parenti e amici facendo così salire a 131 le persone in isolamento fiduciario.

La situazione non va sottovalutata” per il sindaco della cittadina romagnola, Jader Dardi, il quale su Facebook fa un appello a tutti affinché rispettino le disposizioni per contenere la diffusione. I casi positivi sarebbero non gravi e in prevalenza asintomatici

Vaccini Covid Lombardia: ora si faranno anche in farmacia. Ecco come e quando


https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/vaccini-covid-farmacia-1.6655095

Nuovo servizio al via per dare un’accelerazione alla campagna d’immunizzazione

Articolo. Covid, obiettivo immunità di gregge in Lombardia. Ultimo vaccino entro il 13 settembre

Articolo: Covid, vaccini in vacanza: seconda dose per i lombardi in Liguria

Articolo: Diecimila irregolari senza vaccino: l’odissea di chi vorrebbe vaccinarsi e non può

Farmacie protagoniste nella campagna di immunizzazione contro il Covid. Dopo essersi prestate per garantire il servizio di prenotazione, opzione utilizzata soprattutto nelle fasi iniziali della campagna, e aver provveduto – con qualche mal di pancia – a stampare i green pass a chi lo chiedesse, ora le farmacie fanno il loro ingresso “in prima linea“, almeno in Lombardia. Da domani, martedì 3 agosto, ci si potrá vaccinare anche in farmacia contro il virus SarsCoV2, con il siero monodose Johnson and Johnson.

Si partirà con una fase sperimentale in 21 presìdi nelle 12 province, in base al recente accordo siglato tra la Regione e Federfarma Lombardia, mentre in autunno il servizio dovrebbe essere a pieno regime in tutte le farmacie convenzionate aderenti, L’obiettivo, come segnala Federfarma Lombardia, è dare un’accelerata alla campagna vaccinale degli over 60A questa fascia, abituata a vedere nel farmacista un punto di riferimento, si rivolge in particolare questa opportunità. L’intesa prevede la partecipazione delle farmacie alla campagna vaccinale anti Covid per il 2021 e 2022.

Le farmacie confermano ancora una volta il loro ruolo di primo, fondamentale, presidio sul territorio“, commenta la vicepresidente e assessore al Welfare della regione Lombardia, Letizia MorattiCon questa delibera, aggiunge Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia, la “Regione Lombardia riconosce che le farmacie possono dare un contributo fondamentale alla campagna di immunizzazione di massa, consentendo un importante allargamento dell’offerta vaccinale“. Sarà possibile prenotare la vaccinazione direttamente nella farmacia aderente più vicina.

La somministrazione sarà eseguita dai farmacisti che si sono formati ai corsi organizzati dall’Istituto Superiore di Sanità, la Federazione nazionale degli Ordini dei Farmacisti (Fofi), altre istituzioni accreditate o hanno ricevuto forme di tutoraggio pratico da professionisti sanitari. Tutti i passaggi del percorso vaccinale, dalla firma del consenso informato al monitoraggio post vaccino, compresa la gestione delle emergenze, saranno regolati secondo gli appositi protocolli previsti per la campagna di inoculazione. L’elenco delle farmacie aderenti è consultabile sulla App di Federfarma Lombardia “Farmacia Aperta“, disponibile su mobile, e sul web all’indirizzo www.farmacia-aperta.eu.

Vaccini Covid in farmacia: ecco chi ha aderito in Lombardia

https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/vaccino-covid-farmacia-elenco-1.6655173

L’elenco dei negozi in cui verrà attivata la sperimentazione

Ecco l’elenco delle farmacie, divise per provincia, che da domani, martedì 3 agosto, inizieranno a somministrare il vaccino in negozio.

Bergamo

  • Martinengo: farmacia Antica spezieria & c. snc, via Tadino 7     
  • Bergamo: Nuova farmacia Grumellina srl, via Tadino 4d 

Brescia 

  • Brescia: farmacia Fiorentini, via Armando Diaz 13/D     
  • Paderno Franciacorta: farmacia Botturi, via Padre Marcolini 5    

Como

  • Como: farmacia Di Breccia srl, via Perego 7     
  • Bulgarograsso, farmacia Sant’Agata srl, via Guffanti 2/b

Cremona

  • Cremona, farmacia Galli, via Bissolati 78     
  • Cremona: farmacia Leggeri di Leggeri dr. Paolo, corso Matteotti 20

Lecco

  • Valmadrera: farmacia Imperatori sas dr. Gatto & c., piazza mons. B. Citterio

Lodi

  • Brembio: farmacia Botti, via Antonio Gramsci 13

Monza e Brianza

  • Cesano Maderno: farmacia Dante snc, via Dante 70
  • Monza: farmacia Manzoni sas, via Manzoni 14/16

Milano

  • Garbagnate Milanese: farmacia comunale n.2, via Milano 144/4
  • Milano: farmacia Ambreck srl, via Stradivari 1

Mantova

  • Villimpenta: farmacia Donelli Giuseppe, via Roma 62
  • San Benedetto Po: Antica farmacia Ghidini Anna, via E. Ferri 46

Pavia

  • San Martino Siccomario: Farmacia San Giovanni di Vitali Silvia, via Gravellone 1/3
  • Vigevano: farmacia Bertazzoni srl, via del Carmine 27

Sondrio

  • Morbegno: farmacia Mazzocchi dr. Cesare, via Garibaldi 50

Varese

  • Gallarate: farmacia dott. Paolo Introini & c. sas, via Magenta 27
  • Varese: farmacia della Brunella, via Salvo d’Acquisto 2.

Green pass dal 6 agosto: dove e per cosa sarà obbligatorio


https://www.ilgiorno.it/cronaca/green-pass-6-agosto-1.6658158

La certificazione verde Covid-19 servirà per entrare in determinati luoghi pubblici. Tutte le informazioni

Milano, 3 agosto 2021 – Il conto alla rovescia è partito. Da venerdì 6 agosto il Green pass diventerà obbligatorio per fare una serie di cose. Vediamo come funzionerà e cosa potrebbe cambiare nelle prossime settimane.

Come ottenere il Green pass

Esistono tre modi per ottenere il Green pass: dopo una dose di vaccino, dopo un test negativo o dopo essere guariti dal Covid. In tutti i tre casi si ottiene un codice con cui è possibile scaricare un Qr CodeIl modo migliore per conservarlo è scaricarlo sullo smartphone: si può fare sul sito dedicato, sull’app Io oppure su Immuni. Se invece si preferisce averlo in formato cartaceo basta recarsi con tessera sanitaria in farmacia, dal medico di base o dal pediatra di libera scelta. Non tutti i Green pass sono uguali. Quello che si ottiene con un tampone negativo è valido solo per 48 ore, quello che si ottiene dopo la guarigione dura 6 mesi e quello che arriva dopo la prima dose di vaccino è utile solo in alcuni casi. 

Green pass, cosa fare se non si ottiene (o si smarrisce) il codice

Dove usare il Green passIl decreto Covid del 22 luglio, approvato dal governo, prevede che il Green pass diventi obbligatorio dal 6 agosto per accedere a una serie di luoghi ed eventi. Al momento si richiede solo quello che arriva dopo la prima dose, quello che arriva dopo la guarigione o quello che garantisce di aver fatto un tampone con esito negativo. Ecco dove sarà necessario esibire la Certificazione verde Covid-19

  • Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso
  • Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi
  • Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre
  • Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso
  • Sagre e fiere, convegni e congressi
  • Centri termali
  • Parchi tematici e di divertimento
  • Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso (esclusi i centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione)
  • Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò
  • Strutture sanitarie e Rsa
  • Concorsi pubblici

Visite nelle Rsa, nuove regole: “7 giorni su 7 per 45 minuti con Green pass”

Green pass obbligatorio: tutte le regole dal 6 agosto

Bambini, non obbligatorio sotto i 12 anniIl Green pass non è obbligatorio per i bambini sotto i 12 anni, anche se l’età minima per ottenere il Green pass è 2 anni. Dunque, i bambini dai 2 ai 6 anni possono richiedere il Green Pass senza fare il tampone. Dai 6 ai 12 anni, invece, per ottenerlo serve un  tampone negativo o la certificazione di avvenuta guarigione. Il Green Pass resta un documento facoltativo fino ai 12 anni e non è obbligatorio per accedere ai luoghi al chiuso. Per gli spostamenti internazionali le regole variano a seconda del Paese. Dai 12 ai 17 anni, invece, se non si ha il Green Pass sarà necessario esibire un tampone negativo per accedere a uno qualsiasi dei locali sopra elencati. 

Esenzione Green pass: chi potrà averla

Chi controlla il Green pass e le multe – Sono i titolari o i gestori dei servizi e delle attività per i quali è introdotto l’obbligo del green pass a verificare il possesso di idonea certificazione. In caso di violazione può essere elevata una sanzione pecuniaria da 400 a 1000 euro sia a carico dell’esercente sia dell’utente.Con sconto del 30% se si paga entro 5 giorni. Qualora la violazione fosse ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

Un altro decreto in arrivo – Ma le limitazioni non finiscono qui. Il governo Draghi dovrà decidere entro questa settimana sul Green pass per i mezzi pubblici e per l’accesso alle scuoleVisto che questo tema ha aperto diversi fronti di opposizione, anche dalle forze di maggioranza, la decisione è stata rimandata di qualche giorno. Gli obiettivi sono comunque due. Il primo, prioritario per l’esecutivo e ribadito sia dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella sia dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, riportare in classe tutti gli studenti a settembre; il secondo, evitare che il ritorno dalle vacanze si trasformi in un’ondata di nuovi contagi e ospedalizzazioni. E dunque intervenire sui trasporti a lunga percorrenza treni, aerei e navi – introducendo l’obbligo del green passmolto probabilmente dalla seconda metà di agosto. 

Green pass per scuola e trasporti: nuovo decreto in arrivo

Contagi e ricoveri, in Sardegna cresce l’allarme


articolo: https://www.unionesarda.it/news-sardegna/contagi-e-ricoveri-in-sardegna-cresce-lallarme-qfj2sozx

La differenza di dati sulle vaccinazioni al personale scolastico tra le tabelle del governo e quelle della Regione

Sfiora il 12 per cento il tasso di positività emerso dal bollettino diramato ieri dall’Unità di crisi regionale relativo ai contagi da coronavirus in Sardegna. 178 i nuovi casi segnalati e due vittime. 19 sono invece i ricoverati nelle terapie intensive, 77 quelli in area medica. E quasi tutti i pazienti sono non vaccinati quindi non protetti dai sintomi gravi della malattia.

Numeri che si avvicinano al fatidico 10 per cento della soglia d’allarme relativa ai posti letto occupati sul totale di quelli disponibili.

Intanto i sardi immunizzati con seconda dose toccano quota 51 per cento ma sono tanti gli over 60 e i giovani che non si sono ancora vaccinati. A questi ultimi si lega il problema del rientro in aula a settembre e come ha ricordato il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, “l’obiettivo è ridurre al minimo il rischio di ritorno alla didattica a distanza”. Il primo cittadino ha riassunto anche la situazione del capoluogo: “Sono 708 le persone attualmente positive, 14 quelle ricoverate in ospedale. Grazie soprattutto ai vaccini, la situazione è nel complesso molto diversa rispetto ai mesi scorsi. L’aumento dei contagi ci ricorda però che l’emergenza non è finita”.

L’altra preoccupazione riguarda sempre il mondo della scuola: stando alla tabella della presidenza del Consiglio, il 33 per cento del personale scolastico non si è presentato agli hub vaccinali, mentre secondo i dati della Regione si tratta del 18 per cento. Una possibile spiegazione della discrepanza, ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità, Mario Nieddu, potrebbe risiedere nel fatto che “molti si sono vaccinati non come ‘categoria’ personale scolastico ma per fascia d’età, per cui facendo poi noi le verifiche abbiamo riscontrato questi dati aggiornati”.

In Sardegna altri 178 casi Covid, il tasso di positività sfiora il 12%

articolo: https://www.unionesarda.it/news-sardegna/cagliari/in-sardegna-altri-178-casi-covid-il-tasso-di-positivita-sfiora-il-12-ijcs6m61

Altri 178 casi di contagio da Covid-19 in Sardegna.

Sono i dati dell’Unità di crisi regionale: con 1.494 persone testate, il tasso di positività sale ancora e si attesta all’11,9% (ieri 10%).

Su anche i ricoveri: in terapia intensiva ci sono ora 19 pazienti (+2 rispetto a ieri). Tre in più quelli in area medica per un totale di 77. Salgono invece a 5.195 i casi di isolamento domiciliare (+75 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 5.291 (+80) mentre il totale dei casi dall’inizio della pandemia ammonta a 62.543.

Due le vittime (ieri zero, totale 1.504): un marittimo 54enne, sbarcato da una nave, e un 84enne residente nella Città metropolitana di Cagliari.

I dimessi e guariti salgono a 55.748 (+96).

NEL DETTAGLIO – Dei 178 casi registrati sul territorio, ben 131 sono nel Cagliaritano. Nel Sud Sardegna 27, nel Nuorese 14, nel Sassarese 5 e nell’Oristanese 1.