Per il caldo si blocca il sistema informatico della Sanità in Lombardia, disagi per i cittadini ma no conseguenze per ospedali e hub vaccinali


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/08/16/news/sistema_informatico_sanita_lombadia_blocco_disagi_aria-314274242/

Dal pomeriggio di sabato 14 un surriscaldamento dei condizionatori nella sede di Aria ha fatto decidere per lo spegnimento dei server: impossibile accedere al fascicolo sanitario

Rallentamenti nell’attività delle farmacie e dei medici di base si stanno registrando in Lombardia a causa del blocco temporaneo della piattaforma informatica sanitaria della Regione, in corso dal pomeriggio di sabato 14 agosto. Nessuna conseguenza, assicurano dall’assessorato al Welfare, sull’operatività degli ospedali e nemmeno centri vaccinali anti-Covid (visto che in Lombardia il portale delle prenotazioni è gestito da Poste), mentre per i cittadini è impossibile accedere al fascicolo sanitario elettronico.

I problemi tecnici, spiegano ancora dall’Assessorato, sono partiti la vigilia di Ferragosto dal surriscaldamento – probabilmente dovuto al grande caldo del fine settimana dei cinque condizionatori che si trovano all’interno del Centro elaborazione dati di Aria, l’Agenzia regionale per gli acquisti e l’innovazione. I server sono stati quindi ‘spenti’ dagli stessi tecnici al lavoro per ripristinare il sistema, che dovrebbe tornare operativo tra questa sera e domani mattina.

Da ieri sera, a causa del blocco informatico della piattaforma attraverso la quale vengono trasmessi sul sistema nazionale i dati sanitari prodotti dall’attività delle Farmacie convenzionate, Regione Lombardia non è in grado di garantire nei tempi previsti delle 24 ore, i flussi informativi a livello nazionale. Lo precisa la Direzione Welfare di Regione Lombardia, che assicura che nessuno di questi dati viene perduto e che, non appena ripristinato il servizio, si spera entro la serata di oggi, i dati verranno tutti trasmessi. Non esiste invece nessun problema nella comunicazione da parte delle Ats competenti ai cittadini che fossero risultati positivi ad un test antigenico rapido svolto attraverso il sistema delle farmacie.

Barcellona, l’allarme di Laporta:….


Barcellona, l’allarme di Laporta: “Chiuderemo il bilancio con una perdita di quasi 500 milioni”

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/08/16/news/barcellona_l_allarme_di_laporta_chiuderemo_il_bilancio_con_una_perdita_di_481_milioni_-314235536/

Il presidente del club catalano espone i numeri reali della crisi economica dei blaugrana in risposta alla lettera di accuse inviata dal suo predecessore Bartomeu: “Un tentativo disperato di scappare dalle sue responsabilità giustificando una gestione impossibile da comprendere e da approvare. Ci ha lasciato una realtà finanziaria drammatica, che affronteremo con un piano strategico

BARCELLONA – Il bilancio della squdra che ha perso Messi è dramamtico: ammontano a 481 milioni di euro le perdite del Barcellona, circa il 30 per cento in meno dei principali competitor, e attualmente il monte ingaggi è pari al 103% delle entrate. Lo ha rivelato Joan Laporta, presidente del club catalano, che ha convocato una conferenza stampa al Camp Nou per esporre i numeri reali della crisi economica del club in risposta alla lettera di accuse inviata la settimana scorsa dall’ex numero uno del club catalano, Josep María Bartomeu, una missiva “piena di bugie, nello sforzo disperato di giustificare l’ingiustificabile per sottrarsi alle sue responsabilità“, le parole di Laporta.

Laporta:Gestione precedente ingiustificabile – “La gestione precedente del Barcellona è ingiustificabile e ci ha lasciato una situazione economica preoccupante e una realtà finanziaria drammatica. Al 21 marzo 2021 il debito del club era di 1.350 milioni di euro – ha evidenziato Laporta, rieletto presidente del club blaugrana lo scorso marzo – ho avuto la sua lettera, ha voluto renderla pubblica ma è piena di bugie, un tentativo disperato di scappare dalle sue responsabilità giustificando una gestione impossibile da comprendere e da approvare. Quando siamo arrivati, tanto per cominciare, abbiamo dovuto chiedere un prestito ponte a Goldman Sachs perché altrimenti non avremmo potuto neppure pagare gli stipendi. Oltretutto dovevamo per forza fare dei lavori al Camp Nou per questioni di sicurezza altrimenti non avremmo potuto tornare a ospitare i nostri tifosi già in estate“.

Chiuderemo bilancio con perdita di 481 milioni – Il dirigente è poi entrato nel dettaglio della situazione economica, partendo dai dati degli ultimi 12 mesi. “Abbiamo spese per 1.136 milioni di euro e un fatturato di 655 milioni considerando l’impatto del Covidi. Dunque andremo a chiudere il bilancio con una perdita di 481 milioni“, ha spiegato il presidente del Barcellona sottolineando che i soli stipendi del club superano il fatturato totale. Nella situazione finanziaria complessiva della società, ha proseguito Laporta, va ricordato “un patrimonio netto negativo di 451 milioni di euro e un debito totale di 1,35 miliardi“. Tutto questo, per il presidente del Barça, va addebitato alla gestione di Bartomeu “con ipotesi di budget difficili da realizzare e infatti mai rispettate. La gestione è ingiustificabile: gli stipendi sono saliti alle stelle con la motivazione di voler competere con la Premier League, ma la politica è stata disastrosa, con contratti brevi a giocatori giovani e lunghi ai più anziani. Abbiamo inoltre trovato spese incredibili per gli intermediari, addirittura 10 milioni per un affare da 40 milioni“.

“Piano strategico per affrontare situazione drammatica” – “Anche la gestione della cessione di Neymar per 222 milioni di euro è stata disastrosa. Si sono spesi i soldi incassati in modo spropositato e alla velocità della luce, facendo salire il monte ingaggi senza seguire una logica di investimenti sportivi mirati“, ha attaccato ancora Laporta, ricordando l’addio di Messi (“Ho vissuto sensazioni contrastanti“) e lanciando in conclusione un messaggio di speranza per il futuro. “Tutti questi numeri sono drammatici ma abbiamo qualche buona notizia. C’è un piano strategico sostenuto dalla nostra credibilità e dall’esperienza. Stiamo ottenendo 560 milioni per ristrutturare il debito con un tasso dell’1,9%. Sappiamo bene che il Barcellona è dei soci e sempre resterà dei soci. Noi dobbiamo affrontare una situazione finanziaria drammatica ma siamo pronti a farlo e non scapperemo dalle nostre responsabilità“.

I debiti delle altre grandi d’Europa – Quello dell’indebitamento è un problema di tutte le grandi del calcio europeo. I dati del “Football Money League” di Deloitte (relativi al 2019) già sottolineavano la situazione debitoria grave dei maggiori club d’Europa, per motivi e cause diverse. In particolare, oltre al Barcellona, hanno superato la soglia di un miliardo di sterline di passività il Tottenham a 1,291 (con un maxi-prestito contratto per la costruzione dello stadio) e il Manchester United, che si attesta entrambe a 1,081 miliardi per via della disastrosa gestione della famiglia Glazer. L’Atletico Madrid aveva 779 milioni di sterline di debiti, di recente ha liquidato 202 milioni di debito col fisco spagnolo, ma non bastano. Il Real Madrid con un comunicato diramato il mese scorso ha ufficializzato la chiusura positiva del bilancio 2020/21 con un attivo di 874mila euro e un debito netto in calo a soli 46 milioni. E in Italia? A risultare fortemente indebitate, alla data del 30 giugno 2020, sono Juventus (oltre 385 milioni), Inter (quasi 374 milioni) e Roma (poco meno di 300 milioni). Migliore la situazione del Milan (-103 milioni), la Lazio (-49 milioni) si trova una serie di debiti di lunga data col fisco, che sta lentamente risanando, mentre il Napoli non ha debiti con banche o altro. L’Atalanta invece è stata citata dal presidente Uefa come esempio e modello di sviluppo sostenibile per il suo bilancio 2019 record con +188,6 milioni di euro: acquisti mirati, cessioni onerose e importanti, ma anche la capacità di rimanere competitivi grazie ad un progetto tecnico di lunga portata e ben definito. Sembrerebbe una ricetta semplice ma evidentemente…

Taranto, paura a Grottaglie per un rogo nella pineta Frantella: le fiamme vicine alle abitazioni


articolo: https://video.corriere.it/cronaca/paura-grottaglie-un-rogo-pineta-frantella-fiamme-vicine-abitazioni/594ef594-fdfb-11eb-8de4-67a1db43b09a

Distrutta la pineta Frantella. Non si esclude la matrice dolosa

CorriereTv – 15 agosto 2021

Taranto, paura a Grottaglie per un rogo nella pineta Frantella

Un vasto incendio è divampato a Ferragosto nella pineta Frantella a Grottaglie nel Tarantino. Colpiti alberi e macchia mediterranea. Danni rilevanti e dai primi accertamenti non si esclude l’ipotesi dolosa. Frantella è un grande polmone di verde già attaccato in passato da altri incendi. Intervenute 9 squadre dei Vigili del Fuoco con diversi mezzi e un aereo per i lanci dall’alto per cercare cosi di arginare le fiamme che in poco tempo sono diventate alte. Messe in salvo persone, animali e abitazioni. Allarme e paura nella zona. Al momento il rogo- le cui immagini sono state rilanciate dai social – sarebbe sotto controllo dopo alcune ore di intenso lavoro. «Siamo ancora qui a Frantella – ha dichiarato il sindaco di Grottaglie, Ciro D’Alo’ – a domare un incendio dalle spaventose dimensioni. Buona parte della pineta non esiste più, e siamo affranti da tutto questo nero fumante che ci circonda, ma poteva andare molto ma molto peggio». «È stato solo grazie al Presidio in forma stabile della «Croce Verde», istituito dal 15 giugno al 15 settembre di ogni anno con lo scopo di prevenire gli incendi a Fantiano e Frantella, che si è scongiurato il peggio – ha sostenuto il sindaco di Grottaglie -. Hanno immediatamente allertato Vigili del Fuoco, Protezione Civile locale e forze dell’ordine preoccupandosi di far allontanare subito persone ed animali dalla zona».

Taranto, paura a Grottaglie per un rogo nella pineta Frantella

Treno Ancona-Piacenza fermo senza aria condizionata, i passeggeri rompono il finestrino


articolo: https://video.corriere.it/cronaca/inferno-treno-ancona-piacenza-fermo-senza-aria-condizionata-passeggeri-rompono-finestrino/94f1bf76-fdda-11eb-8de4-67a1db43b09a

Sui social il video dell’incubo vissuto sotto il sole con temperatura superiore ai 40 gradi

CorriereTv -16 agosto 2021

Fermi per ore dentro un treno chiuso, sigillato. Al caldo e senza aria condizionata. Quello che è accaduto alla vigilia di Ferragosto ai passeggeri del treno regionale Ancona -Piacenza ha tutti i contorni di un incubo. Il treno si è fermato per un incendio nei pressi della linea di Bologna . A bordo i passeggeri disperati per l’alta temperatura, la mancanza di acqua per refrigerarsi e l’aria rarefatta, hanno preso i martelli di emergenza e spaccato il finestrini. Il video postato sui social mostra quanto è accaduto.

___________________________________________________________________________________

Faenza, inferno sul treno. In centinaia bloccati per ore a bordo senza aria condizionata

https://www.informazione.it/a/1BFDCD37-7623-415A-8A82-987EDB56AA0F/Faenza-inferno-sul-treno-In-centinaia-bloccati-per-ore-a-bordo-senza-aria-condizionata

16 agosto 2021

«Dopo due ore e mezza di disinformazione e disidratazione, i passeggeri si sono rivoltati. Bloccati per oltre tre ore nel treno fermo, senza aria condizionata, con una temperatura infernale e senza alcuna informazione su che cosa stessa accadendo. Il treno è uno dei più bei modi di viaggiare, ma per convincere le persone di ciò, dovrebbero essere sicuri e confortevoli»

Un ciclista ha trovato un attrezzo con il quale è riuscito ad aprire le porte del treno»(Corriere Romagna)

___________________________________________________________________________________

Treno fermo ore al caldo tra Ancona e Piacenza per un incendio, i passeggeri rompono i finestrini

articolo completo: https://www.ilmessaggero.it/italia/treno_ancona_piacenza_guasto_aria_condizionata_finestrini-6140189.html

Le parole di Fs

«Purtroppo il treno era già sulla linea al momento del guasto, ma appena è stato possibile abbiamo provveduto a trainarlo alla stazione di Bologna», spiega al Messaggero l’ufficio stampa di Ferrovie dello Stato. «Arivati a Bologna i passegri hanno trovato immediamentente un treno funzionante e con l’aria condizionata che gli ha consentito di proseguire il viaggio – continua -. Per tutti gli altri, che avevano perso coincidenze o che non erano comunque diretti a Piacenza, abbiamo disposto bus, taxi per consentirre loro di arrivare a destinazione». «A tutti e 700 passeggeri circa, che erano a bordo del treno regionale, appena giunti a Bologna, abbiamo distrubuito acqua e generi di conforto», conclude l’ufficio stampa.

Paura durante Marsiglia-Bordeaux: Kalu si accascia per un malore,…….


Paura durante Marsiglia-Bordeaux: Kalu si accascia per un malore, ma poi esce dal campo sulle proprie gambe

articolo: https://video.corriere.it/paura-marsiglia-bordeaux-kalu-si-accascia-un-malore-ma-poi-esce-campo-proprie-gambe/7f1d4ac8-fe19-11eb-8de4-67a1db43b09a

Samuel Kalu, attaccante della squadra ospite, ha accusato un malore e si è accasciato per terra.

Gli appassionati di calcio hanno ancora in mente le immagini drammatiche di Christian Eriksen durante il match inaugurale di Euro2020. Gli stessi attimi di terrore sono stati vissuti a Marsiglia, durante il match tra l’OM e il Bordeaux: Samuel Kalu, attaccante della squadra ospite, ha accusato un malore e si è accasciato per terra. Subito i giocatori in campo hanno chiamato ad ampi gesti i sanitari e lo hanno soccorso durante i primi attimi. Per fortuna, Kalu si è poi ripreso ed è uscito dal campo sulle proprie gambe.

Per fortuna, Kalu si è poi ripreso ed è uscito dal campo sulle proprie gambe.

Maltempo: temporali in arrivo al Nord


Maltempo: temporali in arrivo al Nord

articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/08/15/maltempo-domani-temporali-in-arrivo-al-nord_a2894267-91a7-4223-bc85-2d1c33d4a2da.html

ANSA 16 agosto 2021

Attese precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Piemonte e Lombardia, in estensione a Veneto e Friuli Venezia Giulia, in particolar modo sui rispettivi settori settentrionali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Lo prevede un’allerta meteo della Protezione civile. Valutata per oggi allerta gialla per rischio temporali sul Veneto, sul Friuli Venezia Giulia e su gran parte di Lombardia e Piemonte
   

Incendio in condominio nel Milanese, coinvolte 30 persone: paura per bimbi intrappolati


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/08/15/news/incendio_in_condominio_del_milanese_coinvolte_30_persone_paura_per_bimbi_intrappolati-314182048/

Sul posto ci sono dieci ambulanze e altri quattro mezzi del 118, anche se al momento nessuno è stato trasportato in ospedale

Un incendio di importanti dimensioni ha interessato nel tardo pomeriggio un condominio a Ponte Lambro, nel milanese. Secondo quanto si apprende, sarebbero oltre trenta le persone coinvolte, tra cui alcuni bambini che hanno rischiato di restare intrappolati. Il pronto intervento dei vigili del fuoco di Milano pare abbia riportato subito sotto controllo la situazione. Sul posto ci sono dieci ambulanze e altri quattro mezzi del 118, anche se al momento nessuno è stato trasportato in ospedale.