Il vaccino italiano di ReiThera inizia le fasi due e tre delle sperimentazioni


articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2021/03/18/news/il_vaccino_italiano_di_reithera_inizia_le_fasi_due_e_tre_delle_sperimentazioni-292836122/

Novecento volontari arruolati in 26 centri italiani e uno in Germania. L’obiettivo è essere pronti in estate con 100 milioni di dosi all’anno

Il vaccino italiano di ReiThera inizia le fasi due e tre delle sperimentazioni

I novecento volontari sono già stati arruolati in 26 centri italiani e uno ad Hannover, in Germania. Sono pronti a partire per la fase due delle sperimentazioni del vaccino italiano di ReiThera, subito seguita dalla fase tre. L’obiettivo è concludere i test e mettere a disposizione dell’Italia il vaccino prodotto a Castel Romano, a sud di Roma, in estate se tutto andrà bene. La biotech laziale ha la capacità di produrre 100 milioni di dosi all’anno.

La fase uno era iniziata il 24 agosto dell’anno scorso ed era stata condotta su quasi cento volontari. I dati erano stati presentati all’Istituto Spallanzani di Roma, che avevano coordinato i test, il 5 gennaio di quest’anno. Il vaccino ha dimostrato di essere sicuro e di stimolare il sistema immunitario, sia sul fronte della produzione di anticorpi che su quello della formazione di linfociti T. Nella fase due i 900 volontari saranno divisi in tre coorti: uno riceverà un placebo, uno un’unica dose, uno due dosi. I risultati saranno messi a confronto per valutare l’efficacia del vaccino.

ReiThera a gennaio aveva ricevuto un’aiuto finanziario da parte di Invitalia, l’agenzia diretta dall’allora commissario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri. In cambio la biotech si è impegnata a soddisfare le esigenze dell’Italia in via prioritaria. “Siamo molto orgogliosi di portare il nostro candidato vaccino in una fase avanzata di sperimentazione clinica. Per affrontare la portata mondiale di quest’emergenza sanitaria c’è ancora necessità di nuovi vaccini sicuri ed efficaci che si aggiungano all’arsenale di quelli già approvati in Italia e nel resto del mondo” ha dichiarato la presidente di ReiThera, Antonella Folgori. “Siamo grati alle Istituzioni pubbliche e a tutti coloro che hanno riposto la loro fiducia nel nostro lavoro”.

In collaborazione con lo Spallanzani abbiamo messo a punto uno studio clinico che si avvale di avanzati sistemi digitali e di piattaforme di telemedicina. Vorrei ringraziare il coordinatore dello studio, il dottor Lanini dello Spallanzani, i siti clinici che hanno accettato di far parte del programma e le migliaia di volontari che hanno già presentato domanda di partecipazione allo studio” ha aggiunto Roberto Camerini, direttore medico di ReiThera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...