Archivi categoria: Calcio & Covid

Real Madrid, Zidane positivo al Covid


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/01/22/news/zidane_positivo_al_covid-283747844/?ref=RHTP-BH-I281217261-P11-S7-T1

Il tecnico, nel mirino della critica dopo la clamorosa eliminazione in Coppa del Re, non sarà in panchina nella trasferta con l’Alaves

Zinédine Yazid Zidane, (Marsiglia, 23 giugno 1972) è un allenatore di calcio ed ex calciatore francese di ruolo centrocampista, tecnico del Real Madrid

MADRID – Il Real Madrid ha reso noto in un comunicato che Zinedine Zidane è risultato positivo al Covid-19. Il tecnico non sarà dunque presente alla sfida di sabato sul campo dell’Alaves.

 

Zidane nel mirino della critica – Ricordiamo che la recente eliminazione patita in Coppa del Re contro una squadra di serie C, a cui va aggiunto un rendimento altalentamente nella Liga e la sconfitta in semifinale di Supercoppa di Spagna contro l’Athetico Bilbao, hanno messo il tecnico francese nel mirino della critica. La sua panchina sarebbe in serio pericolo. Ora Zizou sarà sostituito in conferenza stampa dal suo secondo, David Bettoni, che guiderà anche gli allenamenti della squadra e nella trasferta contro i baschi.

Milan, Rebic e Krunic negativi. Theo Hernandez falso positivo


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/milan/2021/01/21/news/milan_coronavirus_tornano_rebic_e_krunic_theo_falso_positivo-283621217/

Il club rossonero ha comunicato la guarigione dell’attaccante e del centrocampista, mentre ulteriori esami hanno accertato che il franee non aveva contratto il Covid

MILANO – Stefano Pioli può sorridere. Arrivano ottime notizie dall’infermeria del Milan, in particolare dal fronte coronavirus. Il tecnico rossonero, in vista del big match di sabato prossimo alle 18 contro l’Atalanta, recupera infatti Ante RebicRade Krunic e anche Theo Hernandez, tutti negativi al virus. Ancora positivo Calhanoglu.

Il comunicato rossonero – Il Milan oggi ha reso noto che “Ante Rebic e Rade Krunic sono risultati negativi al tampone molecolare e questa mattina si sono sottoposti in clinica agli esami previsti dal protocollo per la ripresa dell’attività agonistica. Ulteriori controlli hanno dimostrato che Theo Hernández era un “falso positivo”. Fornita la documentazione alle autorità sanitarie competenti, il giocatore può riprendere regolarmente gli allenamenti“.

 

Ma l’emergenza continua – I rossoneri assenti contro l’Atalanta saranno quindi gli squalificati Romagnoli e  Saelemaekers, oltre gli infortunati Gabbia e Bennacer, in forse Kjaer. Proprio per queste assenze, i recuperi di Rebic, Krunic e Theo risultano fondamentali. La formazione di Pioli sarà comunque rattoppata

Portogallo, focolaio di Covid al Benfica: 17 contagiati, 5 sono giocatori


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/01/19/news/benfica_focolaio_covid-283263557/

LISBONA – Focolaio al Benfica, dove sono stati riscontrati 17 casi di positività, fra dirigenti, staff e giocatori, dopo l’ultimo ciclo di tamponi eseguiti sabato scorso. Le prossime partite della squadra di Lisbona, allenata da Jorge Jesus, al momento sono da considerarsi in dubbio. A rischio, in particolare, la semifinale della Coppa di Lega portoghese, in programma mercoledì contro il Braga. Il club, che attualmente occupa il terzo nella classifica della Primeira Liga, a -4 dallo Sporting Lisbona capolista, alla luce di questi eventi -ma si attende il parere della Direzione Generale di Sanità- potrebbe vedere fermata la propria attività agonstica per 14 giorni.

Il Benfica non ha rivelato le identità degli atleti contagiati, in compenso lo ha fatto il giornale ‘A Bola’ secondo il quale sarebbero positivi al Covid i seguenti 5 giocatori: Waldschmidt, Gilberto, Vertonghen, Diogo Goncalves e Grimaldo.

Milan, positivi al Covid Theo Hernandez e Calhanoglu


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/milan/2021/01/17/news/theo_hernandez_e_calhanoglu_positivi_al_covid-282915705/?ref=RHTP-BH-I281217261-P5-S3-T1

 I due giocatori sono asintomatici e sono stati posti da subito in quarantena a domicilio. Tutti negativi gli altri tamponi

Theo Hernandez e Hakan Calhanoglu sono risultati positivi “a un tampone molecolare effettuato ieri a tutto il gruppo squadra, che invece è risultato negativo”. Lo comunica il Milan, sottolineando che “informate le autorità sanitarie competenti, i due calciatori, asintomatici, sono stati posti da subito in quarantena a domicilio. Tutti gli altri giocatori e lo staff continueranno a seguire un monitoraggio stretto secondo le indicazioni dei protocolli vigenti“.

17 gennaio 2021

COMUNICATO UFFICIALE: HAKAN ÇALHANOĞLU E THEO HERNÁNDEZ

I due calciatori rossoneri sono positivi a un tampone molecolare

AC Milan comunica che Hakan Çalhanoğlu e Theo Hernández sono risultati positivi a un tampone molecolare effettuato ieri a tutto il gruppo squadra, che invece è risultato negativo. 

Informate le autorità sanitarie competenti, i due calciatori, asintomatici, sono stati posti da subito in quarantena a domicilio. Tutti gli altri giocatori e lo staff continueranno a seguire un monitoraggio stretto secondo le indicazioni dei protocolli vigenti.

Covid, Fabian Ruiz positivo………..


Covid, Fabian Ruiz positivo: salta Supercoppa e 3 gare. Ora nuovo giro di tamponi

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Napoli/16-01-2021/napoli-covid-fabian-ruiz-positivo-salta-supercoppa-3902557955571.shtml

Napoli, altra tegola. La notizia è arrivata in serata: Fabian Ruiz positivo al tampone Covid, dovrà cominciare la sua quarantena (che sta seguendo anche l’attaccante Victor Osimhen, fermo ormai da 17 giorni). Per il tecnico Gattuso un’altra assenza importante quella del centrocampista spagnolo, che sicuramente salterà la Supercoppa con la Juventus mercoledì prossimo, i quarti di Coppa Italia (il 27 contro la vincente di Roma-Spezia) e almeno un paio di turni di campionato.

Intanto la Asl Napoli1 ha chiesto di effettuare nella notte altri tamponi il cui esito arriverà domani mattina. Il Napoli si è cautelato avvertendo la Lega. La partita di campionato contro la Fiorentina delle 12.30 rischia di cominciare un po’ in ritardo. In serata la storia di Ruiz su Instagram: “Sono isolato in casa e sto seguendo tutti i protocolli. Ringrazio per l’appoggio ricevuto, tornerò a lavorare quando avrò recuperato completamente. State attenti, per voi e per gli altri“.

Juventus, ci fu uno slittamento nei tamponi: e scoppia la polemica


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2021/01/15/news/tamponi_slittamento_polemica-282713417/

La multa comminata al club ed ai medici per il mancato rispetto del protocollo sanitario, pur essendo stata inserita in un comunicato dello scorso 23 novembre, sta agitando i social

TORINO – É diventato virale sui social la questione della multa comminata dalla FIGC alla Juventus per “mancata osservanza dei Protocolli Sanitari” anti-Covid. Pur essendo inserita nel comunicato ufficiale del 23 novembre, il caso è montato nelle ultime ore, alimentato dai social network e dalle tante polemiche nate riguardo il rispetto delle norme anti-Covid. La Juventus, secondo il Comunicato Ufficiale 171/AA della FIGC, è stata punita con un’ammenda di 4000 euro alla società per “responsabilità diretta e oggettiva“, mentre per i medici Luca Stefanini e Nicolas Tzouroudis la sanzione è stata di 1500 euro

Lo slittamento dei tamponi – Secondo la sanzione della Figc, la violazione consiste nel “non aver sottoposto il Gruppo Squadra al test del tampone con la frequenza prevista dall’Allegato 3 delle Indicazioni per la ripresa degli allenamenti delle squadre di Calcio Professionistiche e degli arbitri“, e in particolare per “non aver eseguito il test del tampone alla scadenza dei 4 giorni previsti da protocollo“. Nello specifico in sette occasioni, con il test effettuato cinque giorni dopo il precedente e non quattro come previsto, concentrate nel periodo compreso tra il 6 giugno e il 3 luglio 2020. 

Uno slittamento dovuto, secondo la società bianconera, al fatto che il giorno dei tamponi in questione sia caduto in occasione di un giorno di riposo concesso ai calciatori, il che avrebbe impedito il regolare svolgimento della procedura di controllo. Formalmente una violazione al protocollo, sanzionata però con un’ammenda pecuniaria visto che i test erano stati effettuati al rientro alla Continassa. 

La sanzione in questione è arrivata due settimane dopo quella degiudice sportivo Sandulli contro il Napoli e nel periodo dell’apertura dell’indagine sull’eventuale violazione del protocollo da parte della società partenopea. Violazione che, vista l’assenza di sanzioni e la chiusura dell’indagine, ha portato a un nulla di fatto. Un periodo caldo per il protocollo anti-Covid e per il prosieguo del campionato.

FA Cup: focolaio Covid all’Aston Villa, ma col Liverpool si gioca


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/01/08/news/fa_cup_focolaio_covid_all_aston_villa_ma_col_liverpool_si_gioca-281679683/

L’intera rosa dei Villans, allenatore compreso, è in isolamento, ma la sfida di coppa con i Reds si disputerà ugualmente. In campo la formazione di Birmingham schiererà la squadra U23. Verrà rinviata, invece, la sfida col Tottenham in Premier

BIRMINGHAM – Aston Villa in isolamento per un focolaio Covid in squadra, ma la gara di FA Cup in programma questa sera alle 20.45 contro il Liverpool si giocherà ugualmente. Il coronavirus non ferma lo spettacolo e con la nuova ondata di contagi che sta attanagliando l’Inghilterra il messaggio è chiaro: lo show deve andare avanti. Così questa sera a sfidare gli uomini di Klopp ci sarà l’Under23 dei Villans, guidata non dall’allenatore della prima squadra Dean Smith, anch’egli in isolamento, ma dal suo tecnico, Delaney.

Rimandata a data da destinarsi – A onor di cronaca è stato lo stesso club di Birmingham a insistere con la Federazione affinché la partita si disputasse ugualmente nonostante l’emergenza Covid. Diverso sarà il discorso riguardante la partita di Premier League contro il Tottenham in programma il 13 gennaio. Quella, infatti, sarà rimandata a data da destinarsi. Quello del covid è un problema che sta colpendo inesorabilmente tutti i club del massimo campionato inglese e negli ultimi sette giorni sono stati 40 i casi di positività tra i giocatori, quasi il doppio rispetto alle precedenti medie.

De Ligt positivo al Covid-19: è il terzo caso dopo Alex Sandro e Cuadrado


articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/08-01-2021/juve-de-ligt-positivo-covid-19-terzo-caso-3902328131364.shtml

La società ha annunciato la positività al virus del difensore olandese

Nuovo positivo al Covid-19 in casa Juventus. Lo ha annunciato il club con un comunicato sul sito ufficiale: “Juventus Football Club comunica che, nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid 19 del giocatore Matthijs De Ligt. Il calciatore è già stato posto in isolamento“.

NUOVO CASO  – È il terzo caso di positività al Coronavirus in pochi giorni per i bianconeri. Prima della sfida con il Milan era toccato ad Alex Sandro e Cuadrado. Il difensore olandese ha giocato titolare a San Siro la gara vinta per 3-1 contro i rossoneri. La squadra era stata sottoposta a un doppio giro di tamponi anche il giorno della partita, sia al mattino sia nel pomeriggio, e De Ligt era risultato negativo a entrambi ai test.

https://www.juventus.com/it/news/articoli/positivita-calciatore-prima-squadra-x8537

POSITIVITÀ CALCIATORE PRIMA SQUADRA

Juventus Football Club comunica che, nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid 19 del giocatore Matthijs De Ligt. Il calciatore è già stato posto in isolamento.

 

Juventus, positivo al Covid anche Cuadrado….


Juventus, positivo al Covid anche Cuadrado. Pirlo: “Niente alibi, undici li troveremo”

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2021/01/05/news/pirlo_paura_virus-281246364/

Dopo Alex Sandro contagiato anche il colombiano: “E’ asintomatico“. Un altro problema per il tecnico in vista della sfida di mercoledì sera con il Milan: “Vedremo chi potremo far giocare ma non dobbiamo avere alibi”

TORINO – Stiamo aspettando lo spoglio“, diceva Andrea Pirlo con preoccupata ironia alle due e mezza del pomeriggio, consumando nervosamente l’attesa per l’esito del giro di tamponi effettuato in mattinata: dopo la positività di Alex Sandro rilevata lunedì, alla Juve temevano un contagio diffuso, Pirlo era visibilmente preoccupato e c’era voce di altri giocatori con i sintomi. A sera, i bianconeri hanno tutto sommato tirato un sospiro sollievo: c’è un solo altro positivo, Cuadrado, asintomatico. La squadra partirà per Milano solamente domattina, dopo un terzo ciclo di tamponi: Pirlo dovrà incrociare le dita ancora per 24 ore.

Aveva preoccupato anche la febbriciattola di Dybala: lunedì aveva 37,6°. “Ma oggi stava meglio, gli è passata“, ha certificato Pirlo. E in effetti Dybala, che aveva già preso il Covid a marzo, è risultato negativo. Per la sfida scudetto di San Siro, la Juve dovrà fare a meno anche di Morata, in dubbio pure per la partita di domenica con il Sassuolo: in coppia Ronaldo ci sarà dunque ancora l’argentino, mentre in difesa troverà posto uno tra Demiral, Chiellini e Frabotta. In ogni caso, Pirlo ha assicurato che la Juve andrà a Milano qualunque cosa accada: “Domani vedremo chi potremo far giocare ma non dobbiamo avere alibi: undici giocatori da far scendere in campo li troveremo“.

Senza rancori per il precedente della gara con il Napoli del 4 ottobre, saltata dopo che l’Asl vietò tra la trasferta ai campani in seguito alla positività di Zielinski ed Elmas, vinta a tavolino dopo le prime due sentenze della giustizia sportiva e infine rinviata dal Collegio di Garanzia del Coni, il 22 dicembre scorso, quando Pirlo parlò di “presa in giro dei confronti delle squadre che hanno giocato comunque, anche in presenza di giocatori positivi“. Oggi non cambia idea né atteggiamento: “Domani vedremo chi potremo far giocare ma non dobbiamo avere alibi: undici giocatori da far scendere in campo li troveremo“.

Juventus, Alex Sandro positivo al Covid


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2021/01/04/news/alex_sandro_positivo_coronavirus-281125057/?ref=RHTP-BH-I279994553-P7-S8-T1

Lo annuncia il club bianconero che parla di lievi sintomi. Il big match contro il Milan perde uno dei protagonisti. E’ la sesta positività tra la scorsa e questa stagione

TORINO –  Alex Sandro è risultato positivo al tampone. Il brasiliano, sesto calciatore della Juventus a contagiato dal Covid, è stato sottoposto nella giornata odierna a tampone in seguito alla “comparsa di alcuni lievi sintomi” avvertiti dall’esterno. Alex Sandro è ora in isolamento e la Juventus in contatto con le Autorità  Sanitarie per l’attuazione del protocollo previsto per consentire gli allenamenti al gruppo squadra.

Per i bianconeri si tratta del sesto caso di positività tra la scorsa e questa stagione: a quelle di Dybala, Rugani e Matuidi nel campionato precedente, si sono aggiunti Ronaldo, McKennie e Alex SandroChe sarà costretto a saltare la sfida con il Milan e quelle successive con Sassuolo e Genoa in Coppa Italia. La speranza è di poterlo recuperare per il match del 17 gennaio contro l’Inter, in programma tredici giorni dopo la positività odierna. 

Cagliari Calcio – Comunicato società


Comunicato della Società

Comunicato della Società

Il Cagliari Calcio comunica che gli ultimi test sanitari eseguiti hanno evidenziato la positività al Covid-19 del calciatore Andrea Carboni e di un componente dello staff: i due soggetti sono stati prontamente isolati come stabilito dalle normative.

Negativi gli altri componenti del gruppo squadra che, in osservanza del protocollo, inizieranno l’isolamento fiduciario domiciliare, con la possibilità per tutti gli atleti di svolgere la regolare attività di allenamento e di partita. 

Il Club ha avviato tutte le procedure, in contatto con le autorità sanitarie competenti.

Inghilterra, rinviata anche Burnley-Fulham


Inghilterra, rinviata anche Burnley-Fulham: il Covid continua a minacciare la Premier

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/01/02/news/inghilterra_rinviata_anche_burnley-fulham_il_covid_continua_a_minacciare_la_premier-280820664/

Salta la terza partita in pochi giorni, seconda consecutiva per la squadra londinese. La Football Association ha chiarito che il campionato andrà avanti, ma non mancano le polemiche

LONDRA – La Premier League continua a fare i conti con il Covid. La pandemia di coronavirus causa l’ennesimo rinvio: Burnley-Fulham, in programma domenica 3 gennaio, non si giocherà. La sfida, valida per la 17esima giornata del massimo campionato inglese, è la terza a saltare nel giro di pochi giorni. Nel 16esimo turno, infatti, non sono state disputare Everton-Manchester City e Tottenham-Fulham, con la squadra londinese protagonista dunque del secondo rinvio consecutivo. La Football Association è stata chiara, affermando che la Premier non si fermerà, ma la situazione resta complessa e non mancano voci polemiche sulla gestione da parte della FA.

Le critiche di Mourinho – Dopo le spiegazioni chieste dall’Everton in merito al rinvio del match con il City, è stato José Mourinho ad affondare il colpo. Già mercoledì il portoghese, qualche ora prima della gara con il Fulham, si era lasciato andare a un commento ironico sui social: “Partita alle 18… E ancora non sappiamo se giocheremo. La miglior Lega del mondo“. Alla vigilia della sfida odierna contro il Leeds di Bielsa, il tecnico degli Spurs ha aggiunto: “Penso che sia poco professionale sapere che una partita che hai preparato durante la settimana non si giochi appena quattro ore prima del match“.

Napoli, Osimhen positivo al Covid. Festa in Nigeria senza mascherina


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/napoli/2021/01/01/news/osimhen_positivo_al_covid-280731021/

L’attaccante, rientrato giovedì in Italia, aveva trascorso il Natale in patria dopo aver curato in Belgio l’infortunio alla spalla: sui social le immagini di balli senza la protezione sul viso. Si allungano i tempi per rivederlo in campo, a rischio la supercoppa con la Juve

NAPOLI – Inizio anno amaro, per il Napoli. Victor Oshimen è risultato positivo al Covid, dopo il tampone a cui era stato subito sottoposto al suo rientro dalla Nigeria, dove aveva trascorso alcuni giorni in occasione del Natale. L’attaccante era arrivato in patria dal Belgio, dove il club azzurro lo aveva autorizzato a proseguire la sua convalescenza dopo l’infortunio alla spalla. L’attaccante nigeriano è asintomatico ed è stato subito messo in isolamento. Nessun contatto dunque con i suoi compagni di squadra. Ma i tempi per il suo recupero ovviamente si allungano e c’è il forte rischio che il giocatore possa saltare anche la Supercoppa Italiana contro la Juventus, il 20 gennaio a Reggio Emilia.

La festa in Nigeria senza mascherina –  Su Instagram sono spuntati alcuni video postati da un dj nigeriano nel giorno del 22esimo compleanno di Osimhen, lo scorso 29 dicembre, video in cui si vede l’attaccante, senza mascherina, festeggiare insieme ad alcuni connazionali. Una leggerezza pagata evidentemente a caro prezzo. continua a leggere

Manchester City, cinque giocatori positivi al Covid. E domenica c’è il Chelsea


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/01/01/news/manchester_city_casi_covid_guardiola-280727399/

Confermata al momento la sfida di domenica contro i blues. Guardiola torna sul rinvio della partita con l’Everton: “Ho chiamato Ancelotti, cosa sarebbe successo se avessimo contagiato alcuni avversari?”

Sono diventati cinque i giocatori del Manchester City positivi al Covid 19. Lo ha annunciato Pep Guardiola, tecnico dei Citizens, nella conferenza stampa in vista dalla sfida di premier league contro il Chelsea in programma domenica alle 17:30. “Sono tre importanti giocatori” ha spiegato l’allenatore spagnolo senza però fare il nome dei tre contagiati. La partita con i blues al momento è confermata.

Il giorno di Natale il Manchester aveva annunciato le positività di Gabriel Jesus e Walker oltre che quelle di due membri dello staff, contagi che avevano spinto il club a chiedere il rinvio della sfida di lunedì scorso contro l’Everton. Guardiola è tornato sull’argomento: Avevamo abbastanza giocatori per giocare contro l’Everton, volevamo giocare ma, il giorno della partita, con più casi abbiamo informato la Premier League e ho chiamato personalmente Ancelotti (allenatore dell’Everton ndr) per spiegare la situazione. Cosa sarebbe successo se altri giocatori avessero preso il virus durante il viaggio in pullman? Il giorno precedente eravamo tutti a contatto. Cosa sarebbe successo se avessimo contagiato alcuni giocatori dell’Everton?continua a leggere

Premier League, rinviata per Covid anche Tottenham-Fulham. La Lega: “Il campionato va avanti”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/12/30/news/premier_league_coronavirus_rinviata_anche_tottenham-fulham-280476370/

Dopo Everton-City, slitta a data da destinarsi anche la partita di Londra a causa di nuovi contagi nei Cottagers su richiesta proprio degli ospiti. Mourinho poco prima su Instagram: “Partita alle 18… E ancora non sappiamo se giocheremo. La miglior Lega del mondo”

LONDRA – Un’altra partita di Premier League rinviata causa coronavirus. Dopo Everton-Manchester City, rinviata non senza polemiche soprattutto da parte della squadra di Ancelotti, slitta a data da destinarsi il match della sedicesima giornata, Tottenham-Fulham, in programma mercoledì 30 alle 19 italiane, a causa di nuovi contagi nei Cottagers.

Rinvio chiesto dal Fulham – A chiedere il rinvio della gara è stato lo stesso Fulham, come conferma in una nota anche il Tottenham, e la Premier League ha dato il suo ok, con buona pace del manager José Mourinho che poco prima aveva postato su Instagram: “Partita alle 18… E ancora non sappiamo se giocheremo. La miglior Lega del mondo“.

Contagi in aumento. La Lega: la Premier non verrà sospesa – I contagi di coronavirus stanno crescendo esponenzialmente nel Regno Unito, tanto che lunedì sono stati annunciati 18 casi in Premier fra giocatori e staff, il più alto numero registrato da quando vengono effettuati controlli settimanali. Già lo scorso 4 dicembre, inoltre, era stata rinviata Aston Villa-Newcastle per il crescente numero di casi positivi fra i Magpies e Scott Parker, il manager del Fulham, non è andato in panchina nella sfida del Boxing Day contro il Southampton perché in isolamento dopo che un suo contatto aveva contratto il coronavirus. Ieri Sam Allardyce, manager del West Bromwich, aveva invitato la Lega a riflettere sulla possibilità di sospendere il campionato vista la situazione.

In serata la Lega inglese ha diramato una nota per precisare che “non e’ stato discusso di sospendere la stagione, ne si prevede di farlo. La Lega continua ad avere fiducia nei suoi protocolli per il Covid-19 perchè consentano di continuare a giocare secondo calendario e questi protocolli continuano ad avere il pieno sostegno del governo. Con la salute di giocatori e staff come priorità, la Lega appoggia in pieno il modo in cui i club stanno implementando i protocolli“.

L’Everton non ci sta: vuole spiegazioni sul rinvio col City


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/12/29/news/premier_covid_18_positivi_virus_everton_city-280346346/

In Premier League ci sono 18 casi di positivi, la partita fra Ancelotti e Guardiola è stata rinviata lunedì a poche ore dal fischio d’inizio. E per i medici di molti club la stagione torna a rischio. United secondo in classifica (1-0 al Wolverhampton)

Il calcio inglese torna sotto attacco: diciotto positivi in Premier e il rinvio di Everton-Manchester City per le positività al tampone di cinque elementi del club, fra giocatori e club (gli ultimi nello Sheffield United). I cinque del City, fra cui Gabriel Jesus e Kyle Walker, non erano inclusi nel conteggio, quindi da lunedì sera sono tredici le nuove positività. La squadra di Guardiola è ufficialmente in lockdown, chiuso il centro d’allenamento (come era successo per quello del Newcastle). È una crescita che corre parallela all’aumento dei positivi nell’intero paese. Il 31 agosto, dei 1605 calciatori testati, soltanto tre erano risultati positivi. Per l’undicesima giornata, nella settimana fra il 9 e il 15 settembre, ne erano emersi sedici ma non erano stati presi eccessivi provvedimenti (a parte il rinvio di Newcastle-Aston Villa).

Ora invece i medici responsabili sanitari di molti club dichiarano apertamente che la stagione è a rischio, che forse ci si dovrebbe fermare e/o positicipare tutto a data da destinarsi, senza una sola certezza (ma si sta giocando). Sarebbe un crollo economico del calcio inglese. Ma per qualcuno è l’unica soluzione possibile, in questo momento che per lo sport arriva a poche ore dal V-Day. L’Everton ha comunque chiesto spiegazioni alla federazione, sul rinvio del match contro il City, annunciato soltanto quattro ore prima del fischio d’inizio. Si domandano come sia possibile che la partita contro il Newcastle sia stata giocata, nonostante la già confermata positività di Jesus e Walker, e quella contro l’Everton no: “Noi siamo certi dell’efficacia dei nostri protocolli”, hanno risposto. 

Le norme della Premier sono queste: la partita si può giocare se una squadra ha un minimo di 14 giocatori disponibili incluso un portiere. Ma questo a prescindere dalla pandemia, che può alterare le decisioni. Il City ha replicato di non poter effettuare un altro tampone prima di mercoledì. Adesso è probabile che la federazione si spinga a due tamponi alla settimana per ogni singolo giocatore. Il club di Ancelotti rimane sulle proprie posizioni: sostiene che si poteva prevederlo e deciderlo con più anticipo, non quando la squadra era già in preparazione all’Hilton Hotel di Liverpool, come da prassi. continua a leggere

Coronavirus, Bobo Vieri testimonial di Regione Lombardia


Regione Lombardia ha scelto l’ex bomber di Atalanta, Juve, Inter e Milan per ricordare ai più giovane le regole da rispettare anche a Capodanno per fermare il Covid

Coronavirus, Bobo Vieri testimonial di Regione Lombardia: “Siate negativi!”

Everton-Manchester City di Premier League rinviata:….


Everton-Manchester City di Premier League rinviata: 5 positivi nella squadra di Guardiola. Ancelotti d’accordo

 

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_dicembre_28/covid-everton-manchester-city-rinviata-focolaio-squadra-guardiola-ancelotti-d-accordo-2e21fea2-4929-11eb-922c-4ee9293ee215.shtml

Dopo Walker e Gabriel Jesus, altri tre casi di coronavirus nei Citizens. La Premier dopo l’ok dei Toffees dispone il rinvio a data da destinarsi

L’attesa sfida tra Carlo Ancelotti e Pep Guardiola, Everton-Manchester City, inizialmente in programma questa sera alle 21, è stata rinviata a data da destinarsi. Aumentati i casi di coronavirus all’interno del gruppo squadra dei Citizens, che hanno chiesto all’Everton di poter posticipare il match. Richiesta accolta dal club di Ancelotti e dalla Premier, che ha disposto il rinvio della gara «in via precauzionale. Domani si svolgeranno ulteriori test».

Il 25 dicembre era stata comunicata la positività di Gabriel Jesus e Kyle Walker, oltre che di due componenti dello staff tecnico. Nell’ultimo giro di test, altri tre giocatori della prima squadra —e diversi membri dello staff —hanno scoperto di aver contratto il virus, facendo salire il totale dei calciatori positivi a cinque, e con esso il rischio di possibili nuovi casi. «C’era il rischio che il virus potesse diffondersi ulteriormente tra la squadra, lo staff e potenzialmente oltre» chiarisce il City in una nota. «Tutti i positivi tra giocatori e personale osserveranno un periodo di autoisolamento in conformità con il protocollo di quarantena della Premier League e del governo britannico. Il campo di allenamento chiuderà per un periodo indeterminato, con la squadra sottoposta a test prima di tornare all’allenamento. Tutti al club — si legge ancora— augurano ai nostri colleghi una pronta guarigione e il loro ritorno al lavoro, all’allenamento e alle competizioni». 

Everton-City diventa così la seconda partita di Premier League rimandata a causa del Covid dopo Newcastle-Aston Villa. «La priorità è la salute degli atleti e dello staff —ha spiegato la lega inglese in una nota—. La Premier continua ad avere piena fiducia nei suoi protocolli, nelle sue regole e nel modo in cui i club li stanno applicando». continua a leggere

 

 

Covid, per Neymar la pandemia non esiste: party apocalittico con 500 invitati, polemiche in Brasil


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_dicembre_27/covid-neymar-pandemia-non-esiste-party-apocalittico-500-invitati-polemiche-brasile-fff5128a-4842-11eb-8ff1-120987cd0817.shtml?fbclid=IwAR0DCVlDoI9pFasg7HpJR7Uugc2Brn-Ab22oAJmQQW7jJ4paDNwJ6sFceNw

Nel Paese sudamericano si contano già 190mila vittime. Il calciatore ha vietato l’uso di cellulari durante la festa per evitare il diffondersi della notizia

La stella del calcio brasiliano, il fantasista in forza al Psg Neymar, è in questi giorni al centro di feroci polemiche in patria per aver organizzato una festa con centinaia di ospiti che si protrarrà fino a Capodanno in una villa spesso adibita a discoteca di Mangaratiba, a 110 km da Rio de Janeiro. L’evento è cominciato venerdì scorso e dovrebbe terminare il primo gennaio, dando così il benvenuto al nuovo anno. Sebbene siano state adottate una serie di misure per tenere sotto silenzio la festa, la notizia è trapelata. E naturalmente ha suscitato polemiche in un Paese dove la pandemia da coronavirus ha già provocato più di 190mila mortiLo stesso Neymar è stato contagiato lo scorso settembre, ma è guarito in pochi giorni.

La polemica – Della vicenda ha parlato il quotidiano di Rio de Janeiro «O’Globo», specificando che Neymar ha anche assunto una band per intrattenere i suoi visitatori durante i festeggiamenti. Inoltre, per evitare di disturbare i vicini, ha costruito, come riporta sempre «O’Globo», una specie di area sotterranea con protezione acustica nei dintorni della villa. La stampa locale ha anche rivelato che l’unica regola imposta dal brasiliano è il divieto totale dell’uso dei cellulari. Questo per evitare di diffondere sui social storie, pubblicare video o immagini.

Manchester City, Gabriel Jesus e Walker positivi al Covid


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/12/25/news/manchester_city_gabriel_jesus_e_walker_positivi_al_covid-279848618/

Walker e Gabriel Jesus del Manchester City positivi al Coronavirus

Guardiola perde l’attaccante brasiliano e il difensore britannico, salteranno almeno le sfide contro Newcastle e Everton

Due casi di Covid al Manchester City. Il club inglese ha annunciato che l’attaccante brasiliano Gabriel Jesus e il difensore britannico Kyle Walker e due membri dello staff sono risultati positivi al Covid-19. Secondo il protocollo della Premier i positivi devono osservare un periodo di isolamento di 10 giorni. Entrambi i giocatori erano in campo giovedì nella sfida di Coppa di Lega vinta contro l’Arsenal. Gabriel Jesus e Walker salteranno almeno le prossime due partite del City, quella di domani in casa contro il Newcastle e la sfida di lunedì prossimo contro l’Everton.

alessandro54

un pò di tutto e di più..................

Magazzini Inesistenti

...Musica e Cultura Underground

alessandro54

un pò di tutto e di più..................

Giorgio Perlasca

un pò di tutto e di più..................

PGT e VAS di Cesano Boscone

Costruiamo insieme il futuro della nostra città!

In my viewfinder

Photography, Art, Italian photographer, Massimo S. Volonté Fotografo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: