Addio Internet Explorer, Microsoft manda in pensione un pezzo di storia del web


articolo: https://www.corriere.it/tecnologia/21_maggio_20/addio-internet-explorer-microsoft-manda-pensione-pezzo-storia-web-5c1645ba-b946-11eb-9c80-c1fe6e22b062.shtml?fbclid=IwAR3Tedr3lFtnGvewQyLc0zaBuUZ5Y-fB-EeKWVdujTTN3oGVg4TrMa_f5aA

Il sistema operativo verrà dismesso il 15 giugno 2022 e pensare che per decenni è stato il monopolista del web

Con la dipartita di Internet Explorer se ne va un pezzo di storia del web. Una storia non sempre gloriosa ma che comunque ha riguardato tutti noi. Ieri Microsoft ha annunciato la definitiva uscita di scena dopo 26 anni di (non sempre) onorata carriera. Dal 15 giugno 2022 Internet Explorer non sarà più disponibile sulle versioni consumer di Windows 10 mentre le aziende potranno usare il nuovo browser di Microsoft, Edge, con la modalità IE .

Il monopolista del webUscito nel 1995, Internet Explorer è stato per anni il sinonimo stesso di navigazione. Aveva superato Netscape Navigator nella cosiddetta prima guerra dei browser di quegli anni, scalzandogli il ruolo di monopolista con un sistema semplice ed efficace: era integrato in Windows 95. Accendevi il nuovo computer e ti trovavi quella E celeste davanti agli occhi pronta a portarti nei lidi digitali mentre Nescape andava scaricato a parte. La battaglia era impari. Due anni dopo Microsoft fu condannata per abuso di posizione dominante ma ormai Explorer aveva vinto e il suo trono sarebbe tremato solo due decenni dopo, nella seconda guerra dei browser, quella che negli anni Duemiladieci ha visto contendenti del calibro di Firefox, Chrome, Safari, Opera.

Le tante criticità – Ora che avevano delle vere alternative, gli utenti si erano accorti delle molteplici criticità di Explorer. La prima è la sicurezza con la Germania che nel 2010 era arrivata perfino a sconsigliarlo perché troppo facile da bucare. Era diventato poi sempre più sinonimo di lentezza e il bersaglio preferito di tanti meme che lo ritraevano come lo scemo del villaggio globale rispetto ai numerosi e performanti concorrenti. Ciononostante quella integrazione in Windows gli permise di andare avanti nelle quote di mercato. Se nel 2004 il browser contava il 90% del mercato, nel 2013 ancora resisteva al 55%. Il quasi monopolio europeo si era già incrinato nel 2009 quando la Ue aveva aperto una causa antitrust contro il programma. Microsoft era stata costretta a distribuire una versione leggermente modificata di Windows 7 che consentiva agli europei di scegliere il browser di default e molti avevano virato verso i concorrenti.

Il futuroOggi il browser ha solo l’1 per cento del mercato desktop e il nuovo campione della Rete è Google Chrome. Con il suo 67% sembra insuperabile per il successore di Explorer, Edge, che è nato nel 2015, è basato su Chrome stesso, e conta solo per l’8%. Però, come insegna la tecnologia, non si sa mai. C’erano tempi in cui Explorer sembrava imbattibile e oggi siamo qui ad annunciarne la morte.

Proprietà Inter: ‘Chiuso il finanziamento con Oaktree’


articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2021/05/20/proprieta-inter-chiuso-il-finanziamento-con-oaktree_5e41ef98-f6ba-4b4b-930f-1372cc8b9e55.html

(ANSA) – Milano, 20 maggio 2021 –

A seguito di un processo di due diligence e con una comune visione a lungo termine del progetto – apprende l’ANSA – è stata finalizzata oggi un’operazione di finanziamento a livello di azionariato con fondi gestiti da Oaktree Capital Management, L.P.: con questo finanziamento, l’azionista continuerà a sostenere FC Internazionale Milano, con l’obiettivo di superare le difficoltà e le opportunità perse durante il periodo di Covid. (ANSA).

_________________________________________________________

Inter, arrivano i soldi. Ufficializzato il finanziamento di Oaktree

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/20-05-2021/inter-ufficiale-finanziamento-oaktree-250-milioni-euro-4101190615458.shtml

Il club nerazzurro potrà contare su 275 milioni di euro concessi dal fondo americano, con Zhang che resterà al comando

Milano 20 maggio 2021

È ufficiale, l’Inter potrà contare sul finanziamento da 275 milioni di euro, concesso dal fondo americano Oaktree. A diffondere la notizia, lo stesso club nerazzurro mediante una nota all’Ansa. Zhang potrà così saldare gli oneri e rimanere al comando dell’Inter.

LA NOTA – “A seguito di un processo di due diligence e con una comune visione a lungo termine del progetto, è stata finalizzata oggi un’operazione di finanziamento a livello di azionariato con fondi gestiti da Oaktree Capital Management, L.P.. Con questo finanziamento, l’azionista continuerà a sostenere FC Internazionale Milano, con l’obiettivo di superare le difficoltà e le opportunità perse durante il periodo di Covid“.

Calcio, scandalo arbitri in Serie A: indagine su eventuali irregolarità nei rimborsi spese. Già 7 sospesi


articolo: https://www.iltempo.it/sport/2021/05/20/news/scandalo-arbitri-serie-a-calcio-rimborsi-spese-chi-sono-irregolarita-indagine-procura-figc-aia-27296944/

Finiscono sotto i riflettori gli arbitri e gli assistenti arbitrali del mondo del calcio. La Procura federale della FIGC ha aperto una indagine per accertare eventuali irregolarità nei rimborsi spese nel settore arbitrale. La conclusione dell’attività di inchiesta dovrebbe terminare nei prossimi giorni. La FIGC, in accordo con la presidenza dell’AIA, si è subito attivata a seguito di una segnalazione su presunte irregolarità amministrative per quanto riguarda i rimborsi a tutti i livelli.

Tre arbitri della Can di serie A sono stati sospesi in attesa dei risultati dell’indagine della Procura. Sono stati fermati anche quattro assistenti. L’AIA, associazione italiana arbitri, ha pubblicato una nota sul caso: “In attuazione dell’obiettivo della massima trasparenza associativa e come già comunicato su questo sito nei giorni scorsi, la nuova governance dell’AIA ha avviato audit interni amministrativi e contabili sulla conformità dei rimborsi-spese erogati per attività tecniche ed associative. All’esito di tali controlli, riscontrate delle incongruenze contabili nella compilazione dei rimborsi spese redatti di alcuni associati, la Presidenza dell’AIA ha inviato tutta la relativa documentazione alla Procura Federale della FIGC in data 21 aprile scorso. Nelle more della conclusione delle indagini federali, tutti gli associati coinvolti nella vicenda sono stati sospesi dall’attività tecnica in via cautelare”. Non sono stati ancora svelati i nomi degli arbitri coinvolti.

_______________________________________________

Un altro scandalo nel calcio italiano: indagine sui rimborsi spese degli arbitri

articolo: https://www.calcioweb.eu/2021/05/indagine-rimborsi-spese-arbitri/10503900/

Un nuovo scandalo che riguarda il mondo del calcio italiano. Avviata un’indagine sul rimborso spese degli arbitri

Una nuova indagine sul calcio italiano e che riguarda ancora una volta gli arbitri. Il mondo del pallone deve fare i conti con gravissimi problemi dal punto di vista economico, ma gli scandali sono ormai all’ordine del giorno.

Nel dettaglio la Procura federale della Figc è attiva per accertare presunte alterazioni sui rimborsi spese nel settore arbitrale. Si è mossa anche la Figc in seguito ad una segnalazione ed è stata portata avanti un’indagine interna per provare a fare luce sulla situazione. La verifiche riguardano eventuali irregolarità amministrative nella rendicontazione dei rimborsi a qualsiasi livello. A breve è attesa la conclusione delle indagini.

_______________________________________________

Figc, inchiesta sui rimborsi spese: ”Sospesi tre arbitri”

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2021/05/20/news/figc_inchiesta_sui_rimborsi_spesa_sospesi_tre_arbitri_-301975864/

La Procura federale avrebbe accertato presunte alterazioni sui rimborsi spese nel settore arbitrale. Oltre a tre direttori di gara, sono stati fermati in via cautelare anche quattro assistenti. L’Aia collabora: ”Inviati tutti i documenti”

Un’indagine della Procura federale della Figc scuote il mondo arbitrale. Sono stati infatti fermati, in via cautelare, tre arbitri e quattro assistenti in merito ad un’inchiesta su presunte alterazioni sui rimborsi spese.

Aia: “Inviati tutti i documenti” – La conclusione del lavoro di indagine dei pm federali, cominciato oltre un mese fa, è atteso a giorni. A seguito di una segnalazione, in accordo con la presidenza dell’Aia, la Figc si è subito attivata promuovendo un’indagine interna ad ampio spettro per verificare eventuali irregolarità amministrative nella rendicontazione dei rimborsi a qualsiasi livello. L’Associazione Italiana degli Arbitri (AIA) ha dunque sospeso momentaneamente le persone coinvolte, pubblicando anche una nota sul proprio sito: “In attuazione dell’obiettivo della massima trasparenza associativa e come già comunicato su questo sito nei giorni scorsi, la nuova governance dell’Aia ha avviato audit interni amministrativi e contabili sulla conformità dei rimborsi-spese erogati per attività tecniche ed associative. All’esito di tali controlli, riscontrate delle incongruenze contabili nella compilazione dei rimborsi spese redatti da alcuni associati, la presidenza dell’Aia ha inviato tutta la relativa documentazione alla Procura Federale della Figc in data 21 aprile scorso. Nelle more della conclusione delle indagini federali, tutti gli associati coinvolti nella vicenda sono stati sospesi dall’attività tecnica in via cautelare“.

Era da tempo che girava la notizia, riferita alle precedente gestione arbitrale (Nicchi): ora il nuovo n.1 dell’Aia, Trentalange, ha mandato subito le carte alla Procura Figc per fare chiarezza. Un altro scandalo dopo quello denunciato da Repubblica sui voti per fare promuovere gli arbitro. In questo caso, pare che gli indagati siano sette: qualcuno potrebbe parlare. Se fossero condannati (ritiro tessera), il procuratore federale Chinè sarebbe obbligato a trasmettere gli atti alla Procura della Repubblica che aprirebbe un fascicolo per il reato di truffa e la Figc potrebbe costituituirsi parte civile per danno di immagine. Una nuova Rimborsopoli.

pubblicato il 5 maggio 2021 :

Vaccino Covid Lombardia: aperte le prenotazioni per i 40enni, un piano per senzatetto e migranti


articolo: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_maggio_19/vaccino-covid-lombardia-aperte-prima-22-prenotazioni-gli-over-40-27ddcc54-b8d9-11eb-86a2-256e95d23aef.shtml

Aperta la possibilità di prenotare per i nati fino al 1981, con più di due ore d’anticipo rispetto alla mezzanotte. Aumento delle somministrazioni quotidiane a inizio giugno, campagna per coinvolgere anche gli emarginati con la monodose di Johnson & Johnson, tamponi gratis ai familiari in visita nelle Rsa

La «mezzanotte» in Lombardia scatta sempre qualche ora prima, e così il fischio di inizio sul portale regionale che mercoledì sera, qualche minuto prima delle 22, ha dato accesso alla prenotazione per i nati tra il 1972 e il 1981. Oltre all’apertura ai quarantenni, sono tre le novità sul fronte vaccinale e della ripartenza: l’aumento delle somministrazioni quotidiane a inizio giugno, la campagna su migranti irregolari e homeless e le visite in Rsa.

Le fasce di età – Da mezzanotte (ufficialmente), in realtà dalle 21.35 circa, i lombardi con età compresa tra i 40 e i 49 anni possono accedere al portale di Poste italiane e prenotare l’appuntamento per ricevere il vaccino anti-Covid. Per evitare di sovraccaricare il sistema, Poste rende infatti possibile l’accesso alla fascia d’età in questione anche qualche ora prima (come già successo ai cinquantenni). Le somministrazioni, al netto di alcuni slot che potrebbero aprirsi già a fine maggio, inizieranno tra il 4 e il 9 giugno: dipenderà dal target di somministrazioni quotidiane che la struttura commissariale nazionale assegnerà alla Lombardia, oggi ferma a quota 85 mila.

Quota 100 mila – Il 27 maggio scatta il semaforo verde per i trentenni, il 2 giugno quello dei cittadini dai 16 ai 29 anni. Ma la buona notizia è che il target quotidiano potrebbe salire, e di conseguenza la velocità a cui la Regione può andare per completare la campagna vaccinale sui più giovani: «Ai primi di giugno contiamo di avere una quantità maggiore di vaccini: così ci viene assicurato dalla struttura commissariale nazionale. Dovremmo quindi salire a oltre 100 mila somministrazioni al giorno», ha detto in Commissione Sanità il vicedirettore del Welfare Marco Salmoiraghi. Salire a 100 mila significa, secondo il piano annunciato dal responsabile della campagna vaccinale Guido Bertolaso, riuscire ad aprire le vaccinazioni agli under 49 il 6 giugno e concluderle il 30 luglio. Qualora, invece, si salisse a 120 mila, si aprirebbero il 4 giugno e si terminerebbero il 10 luglio.

Irregolari e homeless – Terza novità, ancora a inizio giugno. La Regione conta «nel giro di 10-15 giorni di consentire l’inserimento nella campagna vaccinale di migranti irregolari e homeless», ha annunciato Salmoiraghi. L’assessorato sta «adeguando la piattaforma di prenotazione per consentire anche a questi soggetti di registrarsi» attraverso i codici «stp» rilasciati ai migranti irregolari (il codice «Straniero temporaneamente presente» permette il diritto all’assistenza sanitaria anche ai cittadini extra-Ue irregolarmente presenti sul territorio) e sta facendo «un censimento delle organizzazioni e delle strutture che offrono servizi di ospitalità o pasti a homeless e migranti irregolari per capire il numero di soggetti che assistono e la capacità che queste organizzazioni avrebbero di somministrare dosi vaccinali». Si sta «lavorando con le Ats — spiega Salmoiraghi — per offrire a queste persone tra circa due settimane la possibilità di prenotare il vaccino e di essere vaccinati, rifornendo di dosi i centri che offrono loro servizi di ospitalità o pasti». In particolare, il farmaco più utilizzabile in questi casi sarebbe quello di Johnson & Johnson, essendo monodose, come anche segnalato dalla struttura commissariale nazionale: «Nell’ultima nota emanata dal commissario straordinario Figliuolo si raccomanda di privilegiare la somministrazione di Janssen ai settori in cui si ha difficoltà ad identificare i soggetti, a garantire un regolare accesso e la possibilità di prenotare la seconda dose». Immediata la polemica in Commissione con Viviana Beccalossipresidente del Gruppo Misto, che parla di «un autentico schiaffo a tutti coloro che pazientemente stanno attendendo in coda il loro turno». Mentre le opposizioni difendono l’apertura della Regione, che «aiuta a combattere la circolazione del virus: non viviamo sotto una campana di vetro quindi chi calpesta le nostre strade, respira la nostra aria, deve essere vaccinato», commenta il pentastellato Gregorio Mammì. Una scelta, «come ha giustamente ricordato il consigliere regionale Pd Samuele Astuti, sacrosanta sia sul piano dei principi che su quello degli effetti per la salute di tutti», dice l’europarlamentare Pd Pierfrancesco Majorino.

Nelle case di riposo – In tema riaperture, intanto, la Regione ha disposto la gratuità dei tamponi per i famigliari in visita ai propri cari presso le case di riposo. Basterà esibire, presso i Punti Tampone territoriali, un’autodichiarazione relativa alla visita programmata.

Morte di Maradona, si aggravano le accuse contro medici e altri imputati


articolo: https://www.corriere.it/sport/21_maggio_20/morte-maradona-si-aggravano-accuse-contro-medici-altri-imputati-60b0145a-b91b-11eb-9c80-c1fe6e22b062.shtml

Non è più omicidio colposo, ma omicidio con dolo eventuale: un capo di imputazione per cui si rischiano fino a 25 anni. I sette accusati in udienza dal 31 maggio

Non più omicidio colposo, adesso è omicidio con dolo eventuale. Si aggravano le accuse a carico dei sette imputati per la morte di Maradona, lo scorso 25 novembre — tra loro figurano il suo medico Leopoldo Luque e la psichiatra Agustina Cosachov —, i nuovi capi di imputazione previsti dalla giustizia argentina comportano il rischio di una detenzione dagli 8 ai 25 anni.

Luque, Cosachov e gli altri cinque imputati dovranno presentarsi in udienza il 31 maggio e il 14 giugno e intanto non potranno lasciare l’Argentina. Alla base di questa novità, le conclusioni della perizia medica sulle circostanze della morte del campione, abbandonato a se stesso, nei suoi ultimi giorni di vita, e curato in modo non adeguato.

Inter, arrivano 275 milioni: il fondo Oaktree dice sì al prestito, in pegno leazioni del club


articolo: https://www.corriere.it/sport/21_maggio_19/inter-arrivano-275-milioni-fondo-oaktree-dice-si-prestito-pegno-leazioni-club-2bb4980a-b8e6-11eb-86a2-256e95d23aef.shtml

Suning non lascia, due uomini del fondo americano entreranno nel cda

I soldi ci sono. L’Inter sta per chiudere il finanziamento da 275 milioni con il fondo statunitense Oaktree. Un prestito secco, da ripagare nei prossimi tre anni, che nell’immediato mette in sicurezza le casse del club. Non cambia la compagine societaria. Suning resta proprietario con il 68 per cento delle quote e, per il momento, Lion Rock rimane al 31 per cento, ai piccoli azionisti il resto. Non ci saranno annunci, l’ufficialità però è attesa tra oggi e domani. A incassare il prestito non è direttamente l’Inter, ma Great Horizon, la controllante del club. Dei 275 milioni in arrivo dal fondo americano 200 verranno versati alla società nerazzurra. In garanzia Suning ha girato a Oaktree le azioni dell’Inter: se il debito non sarà ripagato il club finirà nelle mani degli statunitensi.

Quello di Nanchino è però un gruppo strutturato e nel suo azionariato figura il governo cinese. Inoltre Suning è all’Inter da sei anni e ha sempre fatto fronte agli impegni finanziari. Oaktree è già in affari con la multinazionale cinese e detiene una quota dei due bond da 375 milioni emessi dall’Inter e sempre onorati dalla famiglia Zhang che altrimenti non avrebbe più credibilità sui mercati internazionali: il prestito dimostra invece la fiducia degli investitori nel gruppo.

Oaktree però ha chiesto di inserire due uomini nel consiglio di amministrazione dell’Inter. Il primo dovrebbe essere il notaio Carlo Marchetti, professore associato di diritto comparato presso l’Università degli Studi di Milano. Per l’altro posto si parla di Federico Ghizzoni, ex amministratore delegato di Unicredit, da sempre tifoso interista. Due figure di garanzia per il fondo Oaktree. Dovrebbero uscire i consiglieri di Lion Rock. L’operazione finanziamento dà ossigeno alle casse societarie e permette alla famiglia Zhang di mantenere il controllo dell’Inter. Il prossimo passo sarà incontrare l’allenatore e tutta la dirigenza. Va pianificato il futuro e in base a quanto Zhang prospetterà Conte deciderà. Ogni ipotesi resta aperta, la volontà non è quella di rompere ma devono esserci le condizioni giuste per continuare.

Il tecnico porterà al tavolo della discussione i risultati ottenuti, il lavoro fatto per valorizzare la rosa e ribadirà la volontà di continuare a vincere. Servono però garanzie. I 200 milioni in arrivo non saranno destinati al mercato, da condurre in autofinanziamento, ma garantiranno una gestione senza tensioni per la prossima stagione. Il meeting è in agenda nei prossimi giorni, possibile sia entro domenica. Il futuro è tutto nelle mani di Steven Zhang.

________________________________________________

Oaktree? vediamo chi sono

https://it.wikipedia.org/wiki/Oaktree_Capital_Management

Oaktree Capital Management nota semplicemente come Oaktree è una società statunitense di gestione patrimoniale specializzata in strategie di investimento alternative. Oaktree, fondata nel 1995, è il più grande investitore di “titoli in difficoltà” al mondo ed è uno dei maggiori investitori di credito al mondo, è quotata alla Borsa di New York (NYSE: OAK) e ha sede a Los Angeles, con uffici aggiuntivi a New York, Londra e Hong Kong e uffici ad Amsterdam, Stamford, Francoforte sul Meno, Lussemburgo, Parigi, Pechino, Seoul, Shanghai, Singapore e Tokyo.

La società, al 31 marzo 2021, gestisce 153 miliardi di dollari di asset in gestione per la sua clientela che comprende 73 dei 100 maggiori piani pensionistici statunitensi, nonché fondi pubblici, fondazioni, società societarie e assicurative, fondi di dotazione e fondi sovrani.