Dalla California alla Grecia alla Siberia: il mondo brucia


Clima, il mondo brucia: ecco i peggiori incendi

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2021/08/09/news/incendi_california_siberia_grecia_turchia_emergenza_climatica-313455136/?ref=RHTP-BH-I304495303-P2-S1-T1

Siccità e roghi dalla California all’isola greca di Evia alla Siberia in Russia. Allarme Wwf: “La stagione dei roghi più estrema e più lunga del 15% negli ultimi 50 anni, alimentata da lunghi periodi di caldo estremo e poca pioggia”

“Dalla Siberia all’Europa, dal Canada alla California, il cambiamento climatico sta mostrando il suo aspetto più feroce: nessun luogo è al sicuro dai sui effetti e non possiamo restare fermi a guardare“, è l’allarme recente lanciato dal Wwf che osserva che “la frequenza, l’estensione e l’intensità degli incendi sono aumentati enormemente nell’ultimo secolo: la stagione degli incendi sta diventando più estrema e più lunga, nella misura del 15% negli ultimi 50 anni, alimentata da lunghi periodi di caldo estremo e poca pioggia“.

Grecia e Turchia in Europa, l’Estremo Oriente russo, California e Bolivia nel continente americano e mezza Africa centro-meridionale sono alle prese con devastanti incendi.

leggi anche: Mediterraneo, un mare di fuoco di Giacomo Talignani 05 Agosto 2021

Grecia – I vigili del fuoco sono al lavoro per il settimo giorno consecutivo a Evia, seconda più grande isola greca, a Nord-Est di Atene, dove le fiamme hanno circondato diverse città mentre continuano le evacuazioni di residenti e turisti. Nel Nord dell’isola le fiamme hanno isolato otto villaggi, mentre un secondo fronte, a Sud, minaccia tre città.

Nella notte hanno lasciato le loro abitazioni gli abitanti di tre villaggi, evacuati dalle spiagge con traghetti e navi della Marina militare. Nonostante molte case siano state distrutte, finora i centri urbani sono stati salvati, anche grazie al coraggio degli abitanti che non hanno voluto lasciare le proprie abitazioni in balia delle fiamme e si sono uniti ai vigili del fuoco, che combattono anche con i continui cambi di direzione del vento. Sono circa cinquecento i vigili del fuoco impegnati a Eubea, tra cui duecento inviati da Romania e Ucraina. Ma i soccorritori stanno avendo “serie difficoltà” anche per la visibilità limitata dal fiume denso.

Turchia– Secondo gli ultimi dati ufficiali, dallo scorso 28 luglio sono stati registrati in tutto 208 incendi boschivi in 44 province del Paese, favoriti dal clima secco e dai forti venti. Mentre almeno 196 di questi sono stati domati, 12 roghi continuano a imperversare nelle province di Mugla, Antalya, Adana, Aydin, Isparta e Denizli. Il numero di vittime provocate dagli incendi è di almeno otto persone.

Siberia – Secondo la task force regionale, una dozzina di villaggi nella repubblica di Sakha-Yakutia, nel nord-est della Siberia, sono stati minacciati dagli incendi. Le autorità locali hanno già evacuato i residenti di due villaggi, Kalvitsa e Kharyyalakh. Al lavoro per domare i roghi, 3.600 vigili del fuoco.  Il governatore della Jacuzia, Aysen Nikolayev, ha ordinato di disboscare le aree intorno ai villaggi. Negli ultimi anni, la Russia ha registrato temperature sempre più elevate.

CaliforniaL’incendio Dixie ha distrutto 463 mila acri di terreno e più di 400 abitazioni ed edifici commerciali diventando il secondo più grave nella storia dello Stato. Quattro le contee interessate: Plumas, Butte, Lassen e Tehama. Secondo l’ufficio dello sceriffo della contea di Plumas risultano disperse quattro persone, tutte di Greenville. Migliaia di residenti di piccole comunità montane sono stati evacuati.

California, vasti incendi bruciano foreste e boschi: i vigili del fuoco tentano di domare le fiamme Le condizioni meteorologiche sono diventate più favorevoli e hanno rallentato la diffusione dell’incendio durante il fine settimana, anche se la situazione resta grave. Intanto si avanzano ipotesi sull’origine delle fiamme, divampate a partire dal 13 luglio vicino a una centrale elettrica della Pacific Gas and Electric Co. nel Feather River Canyon: secondo la compagnia un albero potrebbe essere caduto su una linea elettrica.

Canada – Gli incendi continuano a divampare in tutta la Columbia britannica nonostante le piogge del fine settimana. I media locali hanno riferito di 279 incendi boschivi nella provincia, con decine di migliaia di residenti soggetti ad avvisi di evacuazione. Nello Stato, dalla primavera, sono bruciati quasi 5.800 km quadrati di foresta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...