Roma, i sindacati scendono in piazza: “Basta morti sul lavoro”


video: Roma, i sindacati scendono in piazza: “Basta morti sul lavoro” – la Repubblica

Cgil, Cisl e Uil davanti a piazza Montecitorio per protestare contro le morti sul lavoro e per richiedere una strategia nazionale su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I sindacati chiedono un incontro ai gruppi parlamentari e l’avvio di un serio confronto con il Governo. Al presidio parteciperanno i Segretari Generali, Maurizio Landini, Luigi Sbarra, Pierpaolo Bombardieri e prenderanno la parola alcuni delegati in rappresentanza dei lavoratori coinvolti nelle aziende colpite gravemente dalla crisi.

Sindacati, nuovo scontro con il governo. Landini: “Non siamo disposti a subire i licenziamenti”

articolo: https://www.repubblica.it/economia/2021/05/28/news/sindacati_licenziamenti-303156316/?ref=RHTP-BH-I293269148-P2-S1-T1

La manifestazione a Montecitorio delle organizzazioni dei lavoratori. Sbarra: “Faremo pressione su forze politiche, governo rilanci investimenti”

Maurizio Landini – segratario generale CGIL

Milano, 28 Maggio 2021 

Resta alta la tensione tra sindacati e governo. Sul blocco dei licenziamenti “la partita non è chiusa, al governo abbiamo chiesto che si possa riaprire un confronto“, ha detto il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, dalla manifestazione in piazza Montecitorio  delle organizzazioni dei lavorati. “Anche a Confindustria diciamo che per noi il primo luglio non può essere il giorno in cui partono i licenziamenti. Se dovessero non cambiare la norma, diciamo che non siamo disposti ad accettare passivamente, a subire i licenziamenti“, ha aggiunto. Inoltre “nei prossimi giorni incontreremo tutti i gruppi parlamentari, perché oggi è il momento che ognuno si assuma le proprie responsabilità. Le chiacchiere sono finite”.

Il sindacato proseguirà la mobilitazione per la proroga del blocco dei licenziamenti e farà pressione sulle forze politiche affinchè si arrivi alla modifica del decreto Sostegni bis, ha detto invece il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra. “Il governo si è riservato di costruire delle risposte, noi abbiamo anticipato la necessità di tornare su questo tema e annunciato di aver chiesto incontri ai segretari di tutti i partiti e a tutti gruppi parlamentari“, ha spiegato.

La nostra iniziativa – ha proseguito il leader Cisl – continua nei luoghi di lavoro e nei territori per realizzare un obiettivo che consideriamo alla nostra portata: rifinanziare la cassa Covid e prolungare l’uscita dal blocco almeno fino ad ottobre. Non possiamo accettare ulteriori perdite di posti di lavoro che andrebbero ad aggiungersi al milione di disoccupati già registrato nell’ultimo anno“. “Chiediamo – ha concluso – una modifica al decreto Sostegni bis chidiamo al governo di tornare sui propri passi: eserciteremo una forte pressione sui gruppi parlamentare per cambiare la norma“. “Spieghiamo al presidente Fico la ragioni delle protesta, indicheremo le nostre priorità, la necessità di dare spinta alla ripartenza degli investimenti. Il governo deve misurarsi con la sfida del rilancio degli investimenti non dei licenziamenti“, ha detto ancora Sbarra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...