Green pass senza scadenza per chi ha la terza dose: il piano del governo per allungare la durata


articolo di Monica Guerzoni e Fiorenza Sarzanini: https://www.corriere.it/cronache/22_gennaio_24/green-pass-senza-scadenza-terza-dose-piano-db82668a-7c91-11ec-8a2d-4c61d1a6b1fa.shtml

Qual è la durata del green pass? Per chi ha fatto la terza dose potrebbe essere senza scadenza. L’ipotesi del governo in attesa di capire se servirà un quarto richiamo. Da oggi in arancione Abruzzo, Friuli-Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia

Green pass senza scadenza per chi ha tre dosi di vaccino: la decisione è presa e nei prossimi giorni il governo metterà a punto il provvedimento che dispone l’allungamento della validità. Ma dovrà anche decidere se rinnovare l’ordinanza che impone il tampone a chi entra nel nostro Paese, anche se possiede la certificazione verde. È uno degli argomenti all’ordine del giorno della riunione con i presidenti di Regione convocata per domani. L’altro è l’abolizione delle fasce di colore che prevedono restrizioni e scattano quando si supera la soglia critica di occupazione dei reparti ospedalieri, in particolare le terapie intensive.

Green pass allungato – Il decreto in vigore prevede che dal 1° febbraio la certificazione verde sia valida sei mesi, ma per molti cittadini a metà marzo scadrà la certificazione e al momento non c’è alcuna autorizzazione alla somministrazione della quarta dose. Ecco perché il governo sta valutando di renderlo valido fino a che non saranno prese decisioni sull’eventuale nuovo richiamo. Il via libera al booster è arrivato a metà di settembre e quindi nelle prossime due settimane si dovrà procedere con l’allungamento, visto che secondo i calcoli del ministero della Salute almeno 100 mila persone sarebbero costrette a fare il tampone per lavorare, ma anche per poter svolgere tutte le altre attività della vita quotidiana.

Parere al Cts – Nei prossimi giorni il governo chiederà un parere al Comitato tecnico-scientifico per avere indicazioni, l’ipotesi più probabile è che per chi ha effettuato tre dosi non venga fissata una nuova scadenza, almeno fino a quando non sarà chiaro quali saranno i prossimi passi della campagna vaccinale. continua a leggere

Nazionale, i 35 di Mancini per lo stage: Balotelli e Joao Pedro tra i convocati


articolo di Enrico Currò: https://www.repubblica.it/sport/calcio/nazionale/2022/01/24/news/stage_nazionale_balotelli_joao_pedro-335100168/

Per l’ex Inter, Milan e Manchester City, attualmente in Turchia, si tratta di un grande ritorno. Prima invece per il giocatore del Cagliari. Tre temi per il ct: stato di forma per il play-off, volti nuovi, modulo e tattica

Milano, 24 gennaio 2022

C’è Mario Balotelli, figliol prodigo annunciato. Ci sono i due oriundi brasiliani Joao Pedro e Luiz Felipe. E ci sono cinque giovani volti nuovi: il portiere Marco Carnesecchi, il difensore Giorgio Scalvini e i centrocampisti Nicolò Fagioli, Davide Frattesi e Samuele Ricci, mentre Mattia Zaccagni è confermato nel giro azzurro e Stefano Sensi vi rientra con Mattia De Sciglio. È piena di novità la lista dello stage di due giorni e mezzo che da mercoledì 26 a venerdì 28 terrà impegnata la Nazionale di Mancini a Coverciano, per preparare i play-off mondiali di marzo. E l’elenco potrebbe allargarsi ulteriormente: la Figc comunica che alcuni infortunati (Bonucci il più verosimile) potrebbero aggiungersi alle sedute tattiche. continua a leggere

Portieri: 

  • Marco Carnesecchi (Cremonese),
  • Alessio Cragno (Cagliari),
  • Alex Meret (Napoli),
  • Salvatore Sirigu (Genoa);

Difensori: 

  • Alessandro Bastoni (Inter),
  • Cristiano Biraghi (Fiorentina),
  • Davide Calabria (Milan),
  • Giorgio Chiellini (Juventus),
  • Mattia De Sciglio (Juventus),
  • Giovanni Di Lorenzo (Napoli),
  • Alessandro Florenzi (Milan),
  • Luiz Felipe (Lazio),
  • Gianluca Mancini (Roma),
  • Luca Pellegrini (Juventus),
  • Giorgio Scalvini (Atalanta),
  • Rafael Toloi (Atalanta);

Centrocampisti: 

  • Nicolò Barella (Inter),
  • Bryan Cristante (Roma),
  • Nicolò Fagioli (Cremonese),
  • Davide Frattesi (Sassuolo),
  • Manuel Locatelli (Juventus),
  • Matteo Pessina (Atalanta),
  • Samuele Ricci (Empoli),
  • Stefano Sensi (Inter),
  • Sandro Tonali (Milan);

Attaccanti

  • Mario Balotelli (Adana Demirspor),
  • Domenico Berardi (Sassuolo),
  • Federico Bernardeschi (Juventus),
  • Ciro Immobile (Lazio),
  • Lorenzo Insigne (Napoli),
  • Joao Pedro (Cagliari),
  • Giacomo Raspadori (Sassuolo),
  • Gianluca Scamacca (Sassuolo),
  • Mattia Zaccagni (Lazio),
  • Nicolò Zaniolo (Roma).

Inter: Simone Inzaghi positivo al Covid, è la seconda volta


articolo di Franco Vanni: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/inter/2022/01/24/news/inter_inzaghi_positivo_covid-335099364/?ref=RHTP-BH-I322793271-P4-S7-T1

Il tecnico nerazzurro era stato contagiato già lo scorso aprile, quando guidava la Lazio

Milano, 24 gennaio 2022

L’allenatore dell’Inter Simone Inzaghi è positivo al Covid 19. A comunicarlo è il club nerazzurro con una nota, in cui precisa che l’esito è arrivato dopo “un tampone di controllo effettuato in data odierna“. Il comunicato della società informa anche che “il tecnico seguirà da ora le procedure previste dal protocollo sanitario“. È stato lo stesso allenatore a riferire in mattinata al personale medico del club di avere un leggero raffreddore e a chiedere di essere testato. La prima conseguenza della positività di Inzaghi è e che il vertice di mercato con i dirigenti interisti, in programma per i prossimi giorni, si terrà in videoconferenza e non di persona. L’allenatore piacentino, attento nell’indossare la mascherina al chiuso fra centro sportivo e strutture dello stadio (eccezion fatta per le interviste tv), si trova infatti in isolamento. È la seconda volta che risulta positivo al Covid. La prima fu lo scorso aprile, quando ancora allenava la Lazio.

Nuovi tamponi per chi è in Italia – L’Inter ha subito organizzato un programma di test a disposizione di giocatori, staff tecnico e altri elementi del gruppo squadra o a contatto con esso. Ma i giocatori in questo momento sono di riposo, molti stranieri hanno fatto ritorno a casa, si rivedranno alla Pinetina solo mercoledì. continua a leggere

Simone Inzaghi – foto di http://www.imagephotoagency.it

articolo: https://www.inter.it/it/news/2022/01/24/comunicato-ufficiale-simone-inzaghi-covid.html

COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO

L’allenatore nerazzurro positivo a un tampone di controllo

24/01/2022

MILANO – FC Internazionale Milano comunica che Simone Inzaghi è risultato positivo a un tampone di controllo effettuato in data odierna.

Il tecnico seguirà da ora le procedure previste dal protocollo sanitario.


Versi Bahasa Indonesia  English Version  Versión Española 

Quirinale, alle 15 a Montecitorio parte la quattordicesima elezione


articolo di Renato Benedetto: https://www.corriere.it/politica/elezioni-presidente-repubblica-2022/notizie/quirinale-15-montecitorio-parte-quattordicesima-elezione-2c5b88be-7c94-11ec-8a2d-4c61d1a6b1fa.shtml?fbclid=IwAR3QemfSLonL8hbUQ8vNUB0ab3L35eDCUQTzzGqba9sGmWn9sGu-WSl1xGc

Uno scrutinio al giorno per deputati, senatori e delegati regionali. Dal voto-lampo per Ciampi alle 23 sedute per Leone

Ci saranno due matricole eccellenti oggi in Aula: Matteo Salvini e Matteo Renzi. I due leader di partito, protagonisti delle trattative sul Quirinale, partecipano per la prima volta da grandi elettori alla scelta del presidente della Repubblica: sette anni fa non sedevano in Parlamento, anche se Renzi, da segretario del Pd, è stato kingmaker quando fu incoronato Sergio Mattarella. Il veterano, tra i grandi elettori, è invece Giorgio Napolitano: ha già votato sette volte per un capo dello Stato, la prima nel 1955 quando la spuntò Giovanni Gronchi. Lo segue, dietro di appena una misura (già sei voti alle spalle), Pier Ferdinando Casini, questa volta anche nella veste di «quirinabile»: parlamentare dal 1983, ha visto proclamare Cossiga, Scalfaro, Ciampi, Napolitano (con bis) e Mattarella.

È oggi il giorno dei mille, anzi 1.008: senatori, deputati e delegati regionali sono convocati alle 15 a Montecitorio per il primo giorno di votazioni. La seduta è unica, al ritmo di un’elezione al giorno — così, in tempo di Covid, ci sarà tempo per sanificare l’Aula — si andrà avanti finché non sarà eletto il successore di Sergio Mattarella. Quanto tempo bisognerà attendere? continua a leggere