27 gennaio 2022 “Giornata della memoria”


Noi siamo la nostra memoria,
noi siamo questo museo chimerico di forme incostanti,
questo mucchio di specchi rotti
.”
(Jorge Luis Borges)

Comune di Cesano Boscone

GIORNO DELLA MEMORIA: “ABBIAMO BISOGNO DI MEMORIA, DI ESERCITARLA E DI AVERNE VIVA COSCIENZA”

⚫ Cesano Boscone celebrerà la Giornata della commemorazione delle vittime dell’Olocausto con lo spettacolo teatrale “Tre righe. Diario dal ghetto”, a cura di Comteatro. Una storia ambientata nel ghetto di Roma, durante la Seconda guerra mondiale.

🗣️ “È proprio in questo periodo in cui gli orrori della seconda guerra mondiale e della Shoa vengono richiamati in maniera impropria – dichiara il sindaco Simone Negri – che urge dare ancora più valore a questa giornata.
Abbiamo bisogno di memoria, di esercitarla e di averne viva coscienza. La fase, pur complicata, che stiamo affrontando oggi e l’insieme di restrizioni legate alla pandemia in nessun modo possono richiamare la privazione delle libertà determinata dalle dittature del ventesimo secolo e gli abomini contro il genere umano compiuti nei lager nazisti
“.

C’è da lavorare molto – prosegue il sindaco – soprattutto sulle nuove generazioni: è un tema di conoscenza di fatti storici, certo, ma c’è anche un fattore umano. Quello che quando ti trovi ad affrontare una giornata gelida, ti fa pensare a chi, denutrito e semispoglio, lavorava nei lager e pure al freddo con cui combattono ogni notte i poveri migranti in Bielorussia che sognano di poter entrare in Europa“.

📙 La proposta teatrale è dell’associazione ANPI Cesano Boscone con il patrocinio del Comune. Una storia vera, letta attraverso le pagine del diario di una bambina protagonista della tragedia, con il sapore dolceamaro delle filastrocche e delle canzoni del cabaret dell’epoca.

📌 Appuntamento giovedì 27 gennaio alle ore 21 presso l’auditorium della Casa della Musica in via Matteotti 9.
Per accedere alla sala è necessario indossare la mascherina FFP2 ed esibire il green pass rafforzato.

Green pass illimitato per i guariti e i vaccinati con tre dosi dal 1° febbraio


articolo di Monica Guerzoni e Fiorenza Sarzanini: https://www.corriere.it/cronache/22_gennaio_27/green-pass-illimitato-cb36685e-7ef2-11ec-8100-35836a383fae.shtml?fbclid=IwAR0bXSqW1SHywK-Yn_VYd57fSvYTfJBgWEYcmMOtY-6Bvu6EN2XDJSNg4vI

Niente tamponi per chi arriva dall’estero. Il governo modificherà le regole in vigore dal 1° febbraio. No all’ingresso dei positivi in classe

Il green pass rilasciato a guariti e vaccinati con tre dosi non avrà scadenza. La scelta del governo è fatta, nei prossimi giorni — dopo il parere del Comitato tecnico scientifico — si modificherà il decreto in vigore che prevedeva dal 1° febbraio una validità di sei mesi.
La curva epidemiologica non appare ancora in discesa, il bollettino registra 167.206 nuovi casi426 morti e un tasso di positività al 15,2 ma il ministro della Salute Roberto Speranza ha deciso di accogliere le sollecitazioni dei presidenti di Regione e ha firmato l’ordinanza che consente a chi arriva in Italia dai Paesi dell’Unione Europea di entrare senza il tampone ma soltanto esibendo la certificazione verde. Si allarga anche la lista degli Stati dove sarà possibile andare per turismo con il «corridoio Covid free».

Il green passDal 1° febbraio il green pass avrà validità sei mesi dall’ultima somministrazione. Le agenzie regolatorie Ema e Aifa non hanno però autorizzato la quarta dose e dunque chi ha già completato il ciclo vaccinale rimane senza certificazione. Per questo si è deciso di sospendere la scadenza renderlo illimitato fino a che non sarà stabilito se sia necessario fare un ulteriore richiamo.

Per chi ha una o due dosi rimane dunque la scadenza di sei mesi, per gli altri non sarà previsto un limite, visto che la terza dose era stata autorizzata a metà settembre e già da metà marzo non ci sarebbe copertura. Il Cts dovrà comunque esprimersi per indirizzare le decisioni del governo soprattutto per quanto riguarda i guariti che hanno già ricevuto due dosi, oppure chi aveva fatto il vaccino monodose. continua a leggere