Eruzione a Tonga, l’onda d’urto registrata anche dai barometri amatoriali in Italia


articolo di Alessio Lana: https://www.corriere.it/tecnologia/22_gennaio_16/eruzione-tonga-onda-d-urto-registrata-anche-barometri-amatoriali-italia-25041c9e-76ad-11ec-a0d8-6b985098cc00.shtml?refresh_ce

Gli strumenti di tutto il pianeta hanno rilevato un piccolo «sobbalzo» nelle loro rilevazioni, con un repentino rialzo della pressione seguito da un veloce abbassamento

Tonga sembra un luogo lontanissimo dal nostro, agli antipodi appunto, ma l’onda d’urto provocata dall’eruzione del vulcano Hunga-Tonga-Hunga-Ha’apai ha raggiunto in realtà tutto il mondo, anche l’Europa.

Dal Giappone agli Stati Uniti passando per l’Italia, i barometri di tutto il pianeta hanno registrato un piccolo «sobbalzo» nelle loro rilevazioni, con un repentino rialzo della pressione seguito da un veloce abbassamento.

«Dobbiamo immaginare l’atmosfera come un mare e l’onda d’urto che ha attraversato il pianeta come un piccolo tsunami d’aria — spiega su Twitter il metereologo del Cnr Giulio Betti —. Quest’onda, potentissima, mano a mano che si allontana dalla sorgente comprime l’aria che incontra causando un repentino rialzo della pressione e altrettanto rapidamente si allontana permettendo alla pressione di precipitare e di tornare ai valori precedenti il passaggio».