“Atleti transgender, basta test e terapie”: le nuove regole del Cio per le Olimpiadi


articolo: https://www.repubblica.it/sport/vari/2021/11/17/news/regole_atleti_transgender_olimpiadi-326750237/

Pronto un decalogo che però diverrà legge non prima di marzo 2022. Valentina Petrillo, quattrocentista paralimpica trans: “Finora ci indagavano come delinquenti”

 Quinn (Canada) –  Laurel Hubbard (Nuova Zelanda).


Un decalogo per una rivoluzione. Dopo aver superato un tabù con Laurel Hubbard e Quinn ai Giochi di Tokyo, le prime atlete transgender nella storia delle Olimpiadi, lo sport potrebbe essere finalmente entrato in una nuova era, quella dell’inclusività, della non-discriminazione. Il Cio ha scelto questa strada. E tra le dieci regole, lanciate martedì in un documento destinato a fare giurisprudenza, una colpisce in particolare: agli atleti non verrà più chiesto di sottoporsi a procedure mediche non necessarie per rientrare nei criteri di eleggibilità per uno sport.

Nessun atleta, che sia uomo, donna o in una condizione di transizione tra l’uno e l’altro sesso (transgender e intersex), sarà più sottoposto a test medici per determinare il proprio genere di appartenenza. Il Comitato olimpico internazionale demanda alle singole federazioni il compito di stabilire dei criteri oggettivi per salvaguardare il normale svolgimento delle gare e impedire che atleti godano di vantaggi rispetto ai propri concorrenti.  continua a leggere

Germania: finse la sua morte, 46 mesi di carcere per l’ex Schalke Hiannick Kamba


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/11/18/news/germania_finse_la_sua_morte_46_mesi_di_carcere_per_l_ex_schalke_hiannick_kamba-326850063/

Nel 2016 la dipartita, quattro anni dopo si scoprì che era tutto falso, ma che i soldi dell’assicurazione sulla vita erano stati comunque incassati. Ben oltre un milione di euro che sono valsi all’ex giocatore del club dei Minatori e per la moglie una condanna per frode

Hiannick Kamba – Il manifesto di lutto per la morte di Kamba

Era morto in un tragico assalto in Congo il 7 gennaio del 2016, con tanto di necrologio. Quattro anni dopo, nel maggio del 2020, la resurrezioneHiannick Kamba, promessa mancata dello Schalke 04 è vivo e vegeto e lavora in Germania come chimico, stipendiato da una compagnia elettrica. Lo scopre il quotidiano tedesco Bild e da quel momento per l’ex giocatore iniziano i guai. Ora arriva anche la condanna a 46 mesi di carcere per frode. Esatto, non per il fatto di aver simulato la sua morte, ma perché quella morte è servita ad altro, è servita a riscuotere un’assicurazione sulla vita da un milione e duecentomila euro. Con lui è stata condannata anche la moglie, complice di questa truffa.

L’amicizia con Neuer, poi l’anonimato – Una storia strana quella di Hiannick Kamba. Scappato dalla guerra civile del suo paese, arriva in Germania all’età di 10 anni dove inizia a giocare nelle giovanili dello Schalke 04. Qui conosce e diventa amico di Manuel Neuer e dell’ex Juve Benedikt Howedes. A 18 anni il contratto con la formazione della Ruhr gli evita l’espulsione dal Paese, ma le sue doti calcistiche non sono così spiccate da portarlo a giocare in Bundesliga. Così inizia la trafila nelle serie minori del calcio tedesco da dove nasce l’idea: sparire dalla circolazione e incassare l’assicurazione sulla vita: un premio di 600mila euro che raddoppiava in caso di morte violenta. Così è, e l’assegno va nelle tasche della moglie Christina. Qualcuno, però, lo riconosce e fa partire le indagini. continua a leggere

Veneto, cori razzisti a un giocatore: il Tribano lascia il campo, ma perde 3-0 a tavolino


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2021/11/18/news/veneto_cori_razzisti_a_un_giocatore_il_tribano_lascia_il_campo_ma_perde_3-0_a_tavolino-326857482/?ref=RHTP-BH-I322793271-P2-S6-T1

Durante la partita Atletico Granze-Tribano (campionato di Seconda categoria) un tifoso della squadra locale ha imitato il verso della scimmia nei confronti del calciatore Diedhou Moussa. Gli ospiti non hanno proseguito la gara, niente sconti dal Giudice sportivo.

Oltre al danno, la beffa. Il Tribano, squadra della Seconda categoria veneta, è stato punito con la sconfitta per 3-0 a tavolino dopo aver abbandonato il campo durante la gara contro l’Atletico Granze dopo che un proprio calciatore, il 22enne Diedhou Moussa, era stato bersagliato con insulti razzisti da un tifoso del club avversario.

Cosa è accaduto – L’episodio è avvenuto in provincia di Padova: sul finale della partita tra Atletico Granze e Polisportiva Tribano, sul punteggio di 3-3, dagli spalti un tifoso ha imitato il verso della scimmia nei confronti di Moussa, sbarcato in Italia nel 2017 a Lampedusa. Il Tribano ha allora deciso di rientrare anticipatamente negli spogliatoi in segno di vicinanza con il proprio tesserato, solidarietà poi espressa anche dal club con un comunicato ufficiale. Inevitabile però, secondo il regolamento, la decisione del Giudice che ha imposto il ko tavolino e la squalifica di una settimana al dirigente accompagnatore della squadra. Per il Granze invece una partita a porte chiuse (pena sospesa per un anno) oltre ad una multa di 50 euro. Nel referto dell’arbitro, inoltre, vengono segnalati anche dei disordini nel terreno di gioco che hanno richiesto l’arrivo delle forza dell’ordine.

L’ennesima brutta pagina di razzismo nel mondo del calcio.

Furgone travolto sui binari a Pontetaro: un morto


articolo: https://parma.repubblica.it/cronaca/2021/11/18/news/furgone_travolto_sui_binari_a_pontetaro_un_morto-326862530/?ref=RHUO

Un furgone con a bordo quattro persone è stato travolto sulla linea ferroviaria Bologna-Piacenza a Pontetaro, in provincia di Parma, attorno alle 13.

Un giovane è morto e un altro è rimasto ferito gravemente. I due erano con un uomo e una donna sul furgoncino che è precipitato sulla linea ferroviaria Bologna-Piacenza ed è stato urtato da un treno in transito.

Si tratterebbe di un pulmino di trasporto disabili di una cooperativa e la persona deceduta sarebbe un giovane disabile.

Anche i due adulti sono rimasti feriti mentre i passeggeri del treno sono illesi. continua a leggere

Covid, Germania, Austria e Slovenia: “Andiamo verso la catastrofe”. Il virus preme ai confini


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2021/11/17/news/covid_situazione_fuori_controllo_in_germania_merkel_propone_obbligo_di_tampone_anche_per_i_vaccinati-326774091/?ref=RHTP-BH-I322793271-P2-S1-T1

Merkel chiede un 2G+ con obbligo di tampone per i vaccinati. A Vienna sanità al collasso

La Germania è precipitata nel caos. Nella vacatio tra un governo e l’altro nessuno è stato in grado finora di prendere decisioni incisive per fermare la quarta ondata di coronavirus che sta travolgendo il Paese. Alla luce di contagi che galoppano al ritmo di 50mila al giorno e di un’incidenza che ha raggiunto quota 319 casi ogni centomila abitanti, oggi è prevista finalmente una riunione del governo con i primi ministri dei land. Nelle bozze che circolano si parla di una una regola 2G (accesso limitato ai soli vaccinati e guariti) per gli eventi sportivi e culturali e il tempo libero, ma anche per ristoranti, locali e palestreAngela Merkel punta persino a un 2G+, ossia a un obbligo di tampone anche per i vaccinati, se i ricoverati nelle terapie intensive raggiungessero una soglia d’allarme. Inoltre la Cdu ha fermamente intenzione di bloccare il piano di Spd, Verdi e Liberali (i tre partiti che stanno negoziando per il nuovo governo Scholz) di dichiarare finita l’emergenza il 25 novembre. continua a leggere

Covid, il nuovo vaccino Novavax: perché è diverso dagli altri


articolo & Video: https://video.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/covid-il-nuovo-vaccino-novavax-perche-e-diverso-dagli-altri/401615/402325?ref=RHPS

VX-CoV2373 si basa sulla tecnologia delle proteine ricombinanti, già usata per altri vaccini. L’Ema ha avviato sul farmaco la revisione già da febbraio, così anche la Fda statunitense. Ecco come funziona quello che potrebbe essere il quinto vaccino utilizzabile nell’Unione Europea.

Testo di Cinzia LucchelliVideo di Rosita Gangi

Melegatti, ritirato un lotto di Pandoro per “presenza di corpi estranei”


articolo: https://www.repubblica.it/salute/2021/11/17/news/pandoro_melegatti_ritirato_lotto-326726148/?ref=RHVS-VS-I270679801-P5-S4-T1

L’annuncio pubblicato sulla sezione “sicurezza alimentare” del sito del ministero della Salute

La veronese Melegatti ha richiamato precauzionalmente un lotto del suo Pandoro Originale per la “possibile presenza di corpi estranei” in “plastica dura”. La segnalazione è presente anche sul sito del ministero della Salute.

I dolci in questione sono venduti in confezione da 750 grammi con il numero di lotto “210917” e il termine minimo di conservazione al 30 aprile 2022. Sono interessati anche i pandori di “aspetto e/o forma e/o struttura non perfetta” appartenenti allo stesso lotto di produzione, e venduti in confezioni da 740 grammi.

Il lotto di pandoro richiamato è stato prodotto da Melegatti 1894 Spa nello stabilimento di San Giovanni Lupatoto (Verona).

In via cautelativa, l’azienda raccomanda di non consumare il dolce con il numero di lotto segnalato e di restituirlo al punto vendita d’acquisto.

F1, accolto il ricorso della Mercedes: Verstappen rischia di perdere tre punti


articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2021/11/17/news/verstappen_ricorso_mercedes_gp_brasile-326792243/?ref=RHBT-VS-I0-P1-S2-T1

La Fia ha accettato di rivedere lo scontro tra l’olandese e Hamilton al giro 48 del Gp del Brasile. La penalità di 5 secondi costerebbe al pilota della RedBull la retrocessione di una posizione. La decisione giovedì alle 15 italiane

La Fia potrebbe annullare il secondo posto conquistato da Max Verstappen al Gran Premio del Brasile. I commissari hanno approvato la richiesta della Mercedes di rivedere il controverso “scontro” con Lewis Hamilton al giro 48, quando il pilota della Red Bull ha spinto fuori la Mercedes dell’inglese in fase di sorpasso.

In un primo momento gli steward avevano deciso di non avviare un’indagine formale. Ma la Mercedes ha fatto ricorso per far visionare dei nuovi filmati da una telecamera di bordo rivolta in avanti, descritta come una potenziale “pistola fumante” contro l’olandese.

Il rischio è che a Verstappen potrebbe essere comminata una penalità retroattiva di cinque secondi grazie alla quale finirebbe dietro a Valtteri Bottas nell’ordine di arrivo, riducendo il suo vantaggio in campionato su Hamilton da 14 a soli 11 punti. L’esame delle nuove prove verrà discusso alle 15 italiane di giovedì.

La spiegazione del Direttore di GaraMichael Masi, Direttore di Gara F1, ha spiegato che gli steward non avevano indagato l’episosio perché mancavano le immagini onboard di Verstappen (non era stato trasmesso il segnale video). Per tale motivo avrebbero dovuto attendere la giornata di lunedi per smontare la cameracar dalla Red Bull e, a quel punto, sarebbe stato tardi per giudicare.

Il rapper Young Dolph ucciso a Memphis in un negozio


articolo: https://www.corriere.it/esteri/21_novembre_18/rapper-young-dolph-ucciso-memphis-un-negozio-7b4429b4-4827-11ec-82b3-70ad85ef04dd.shtml

Stava entrando in un negozio di biscotti, il suo preferito, il Makeda’s Cookies, Ma ad aspettarlo, c’erano una pistola e un killer

Adolph Robert Thornton Jr. (27 luglio 1985 – 17 novembre 2021), meglio conosciuto con il nome d’arte Young Dolph, è stato un rapper americano. Nel 2016, ha pubblicato il suo album di debutto in studio, King of Memphis, che ha raggiunto la posizione numero 49 nella classifica Billboard 200.[2][3] È apparso su O.T. Il singolo di successo di GenasisCut It“, che ha raggiunto la posizione numero 35 della Billboard Hot 100. Il settimo album di Young Dolph, Rich Slave, è stato pubblicato nel 2020 ed è diventato il suo progetto più in alto nelle classifiche, debuttando al numero quattro della Billboard 200. A novembre 17, 2021, è stato ucciso a Memphis, Tennessee.

Stava entrando in un negozio di biscotti, il suo preferito, il Makeda’s Cookies, vicino all’aeroporto internazionale. Tappa ineludibile quando tornava dalle sue tourneè. Ma, questa volta ad aspettarlo, c’erano una pistola e un killer. Mercoledì 17 novembre il rapper Young Dolph è stato ucciso nella sua città di Memphis, nel Tennessee. L’assassino è ancora in fuga e al momento non ci sono indizi. Dolph, 36 anni, era rientrato da soli due giorni a Memphis per fare visita a una zia ammalata di cancro.

Il cantante era diventato popolare soprattutto per l’album <Rich Slave>, pubblicato lo scorso anno e arrivato fino al 4° posto nella classifica nazionale Billboard 200. Dolph era nato a Chicago, con il suo vero nome, Adolph Thornton jr. La sua famiglia si trasferì a Memphis quando aveva due anni. Era un battitore libero e autarchico, tanto da fondare una casa di produzione, la <Paper Route Empire>, di cui aveva sempre custodito l’intera proprietà. Le sue canzoni raccontano la vita di strada, popolata anche da tossici e da trafficanti di droga che <con le loro catene di diamanti sembrano ricchi schiavi>. Dolph aveva già subito aggressioni armate. Nel settembre 2017 fu coinvolto in una sparatoria dopo una rissa fuori da un albergo di Los Angeles. Nel febbraio scorso, mentre viaggiava a bordo del suo Suv a Charlotte, nel North Carolina, venne investito da una scarica di proiettili. Almeno 100, <100 shots>, come poi titolò un suo brano. continua a leggere