Archivi del mese: ottobre 2020

Chiude Whirlpool Napoli, notte degli operai in fabbrica e oggi assemblea aperta alla città


articolo: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2020/10/31/news/chiude_whirlpool_napoli_la_notte_degli_operai_in_fabbrica-272478847/?ref=RHBT-VS-I270681073-P2-S1-T1

 

Hanno  passato la notte  all’addiaccio,  hanno  acceso il  fuoco nel cestello di una  lavatrice   e  atteso  che spuntasse l’alba dell’ultimo giorno in fabbrica. Gli   operai  Whirlpool   non   mollano  mai  e  anche stavolta non hanno rinunciato a lottare, scegliendo di presidiare i cancelli notte e giorno.

La     chiusura del sito,    come     deciso    dalla     multinazionale    americana   e comunicato  con un sms ieri  ai dipendenti,  avverrà oggi a mezzanotte. Dopo, non  sarà  più  consentito  entrare  in  fabbrica  se  non  “ai fini del legittimo esercizio  dei  diritti  sindacali  derivanti  dal  Ccnl“,  come  scritto  nella comunicazione  dell’azienda.  Il premier Giuseppe Conte  ha assicurato che il governo “farà di tutto per i lavoratori”.  

Oggi   assemblea   pubblica   aperta   alla  città. La  lotta  Whirlpool è alle ultime battute o forse no. All’iniziativa partecipano le sigle sindacali di categoria Fim Fiom  e   Uilm,  alcuni  parlamentari   e  delegazioni  di  vari  partiti  politici   e associazioni.

È morto Sean Connery…


È morto Sean Connery: il leggendario  007 aveva 90 anni

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2020/10/31/news/morto_sean_connery-272515623/?ref=RHTP-BH-I0-P1-S1-T1

Sean  Connery   è  morto  all’età  di  90  anni.  Se  n’è  andato  serenamente  nel sonno  mentre  si trovava alle Bahamas, circondato dai suoi familiari. È come se,  in  un  giorno  solo,  avessimo  perduto  due  vecchi  amici: il celebre attore scozzese  e  James  Bond.  Benché  negli  anni  l’agente  segreto  con   licenza di uccidere  abbia   assunto   i   tratti   di  molte  altre  star,  infatti,  per  unanime consenso  Sean Connery è stato il “vero” e unico 007,  la  faccia  autentica  con cui   identificare  il  personaggio  immaginario  di  Ian  Fleming.  Che  lo aveva inventato  nel  1953  e  gli  aveva  già  dedicato  una   decina   di  libri  (tra   cui un  racconto  adattato  per  la  tv),  quando  l’entrata  in  scena  di  Connery  lo promosse  al  grado  di  eroe  per eccellenza dell’Olimpo mediatico. Il percorso per  arrivare  a  un  simile  risultato  non  era  stato  dei  più  semplici. continua a leggere

Sean Connery Wins Supporting Actor: 1988 Oscars

Cairo positivo al Covid, in osservazione all’ospedale San Paolo di Milano


articolo: https://www.corriere.it/cronache/20_ottobre_30/cairo-positivo-covid-osservazione-all-ospedale-san-paolo-milano-1d5802fc-1ae3-11eb-9e4d-437f7f93aec5.shtml?fbclid=IwAR02ZsVY-w6qSGBxiIJojgGT9ES326HiSmrwKD15woBrfjD6FrFCSwtFK5c

Urbano Cairo

Urbano Cairo, presidente di Rcs, è positivo al Covid. Nella mattina di venerdì è stato   trattenuto   in  osservazione   presso  l’ospedale   San Paolo  di  Milano per tutti  gli  accertamenti  e  gli esami  del  caso e per iniziare la cura. Le sue condizioni di salute sono abbastanza buone.

Mar Egeo, terremoto di magnitudo 6.7 . Morti a Smirne, danni a Samos


articolo: https://www.corriere.it/esteri/20_ottobre_30/mar-egeo-terremoto-magnitudo-67-la-grecia-turchia-1826e9d6-1aa9-11eb-9e4d-437f7f93aec5.shtml?fbclid=IwAR3F9IhbHtUY0y6TnJzpoHQ24oM7PIx9N0OvD5501KP2U-Vcit6mVlUahqk

La  scossa  è   stata  avvertita  anche   ad  Atene,  in  Grecia,  a  ben   300 chilometri di distanza dall’epicentro, che si trova a 17 km dalla costa

Un  forte terremoto,  di  magnitudo  6,7  della  scala Richter, è stato registrato oggi a largo dell’isola greca di Samos, nel Mar Egeo, con epicentro a 17 km da Smirne,  in  Turchia.  La   scossa   di  terremoto   è  stata  avvertita   anche  nella capitale  della  Grecia  Atene, a   circa  300 chilometr i di distanza dall’epicentro, ma   anche   a   Istanbul.  Il  primo  ministro  greco  ha  posticipato l ’annuncio  televisivo  sulle  nuove  misure restrittive contro il Covid-19 dopo il terremoto, per fare il punto della situazione.

Morti  e  palazzi  crollati  a  Smirne – Diversi  edifici sono crollati a Smirne, sulla  costa  egea  della  Turchia.  Un  primo  bilancio parla di 4 morti e 3 feriti non  gravi;  lo  riferisce   la  Protezione  Civile turca.  «Almeno venti  palazzi sono crollati» ha detto il sindaco della città Tunc Soyer alle tv locali. L’agenzia   turca Anadolu  parla anche  di  persone  intrappolate  sotto     le macerie.  Sul   posto  sono  giunti  diversi  mezzi   di  soccorso  e  dei   vigili  del    fuoco.  Le prefetture  di  Smirne  e  Istanbul hanno riferito che finora non ci sono notizie di vittime.  Un  mini  tsunami,  con  onde alte circa un metro ha investito la costa nella zona della città, invadendo negozi e case nel quartiere di Seferhisar. continua a leggere

“Io ho battuto il Covid ma tu non sei Zlatan, non…


Ibrahimovic: “Mascherine, distanziamento e vinciamo”

Nizza, attentato in una chiesa: tre morti e un ferito grave.


Nizza, attentato in una chiesa: tre morti e un ferito grave. Macron: “Francia sotto attacco”. L’aggressore sbarcato a Lampedusa a settembre

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/10/29/news/nizza_attacco_terrorismo-272237646/?ref=RHTP-BH-I272239283-P4-S2-T1

Arrestato,   avrebbe   agito   da   solo.   Il   Papa:   “Atto selvaggio”.   Il presidente  francese: “Non rinunceremo ai nostri valori”. I leader Ue: “Si lavori per il dialogo

PARIGI –  Attacco   al   coltello  nella  basilica  di  Notre-Dame  a  Nizza.  Tre persone    sono  state  uccise  all’interno  della  chiesa  nel  cuore  della  città stamattina  verso  le   nove:   una  donna  è  stata  decapitata,  un   uomo  –  il sacrestano – sgozzato.

La terza vittima, una donna, è morta per le ferite riportate in un bar dove aveva cercato rifugio fuggendo. C’è poi un ferito grave, colpito sul sagrato antistante il luogo di culto.

È il secondo attacco simile che avviene in Francia in poco tempo: già dieci giorni fa nella banlieue di Parigi era stato decapitato il professore Samuel Paty. Con un messaggio inviato al vescovo di Nizza, il Papa ha condannato l’attacco, definendolo “un atto selvaggio”.

L’assalitore, ferito dalle forze speciali intervenute sul posto, è stato fermato e portato in ospedale. Secondo le prime informazioni avrebbe agito da solo: avrebbe 21 anni, sarebbe di origine maghrebina e non sarebbe stato segnalato nelle liste di potenziali sospetti della polizia francese. continua a leggere

Dipendenti Tim vendevano a call center i dati dei clienti, perquisizioni e arresti


articolo: https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/06/26/news/accesso_abusivo_a_banche_dati_di_gestori_telefoni_perquisizioni_e_arresti-260230618/

L’operazione  Data  Room  della  polizia  postale con il   coordinamento della Procura   di   Roma.  Venti   i  provvedimenti  cautelari.   Tredici  i  call   center individuati.  Un  nuovo  filone  di  indagini  ha  scoperto  lo  stesso  sistema  nel  settore  dell’energia.  L’azienda:  “Ci  costituiremo parte civile”

Decine  di  migliaia  di  euro  spartiti  tra  gli  operatori  infedeli  ed i collettori-rivenditori  dei  dati.  Ecco  il  volume  di affari scoperto dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni, con il coordinamento della Procura di Roma, nell’ambito della fase conclusiva dell’operazione Data Room.

Di  assoluto  livello  criminale la mole dei proventi, come emerge da più di una conversazione   nella   quale   alcuni   indagati   discutono   dei     corrispettivi, mettendosi d’accordo sulla ripartizione degli incassi illeciti del mese. L’attività  di  commercializzazione  delle  liste  di  utenti  e  i  relativi   recapiti, riguardava  anche  i  sistemi  informatici  in  uso a gestori operanti nel settore dell’energia, un filone dell’indagine in corso di ulteriore approfondimento. 

Le  indagini  sono  state  portate  avanti  dagli  specialisti  del  Servizio Polizia Postale  e  delle  Comunicazioni  che hanno svolto intercettazioni telefoniche e pedinato  gli   indagati,  analizzato  i   sistemi   informatici   delle   piattaforme contenenti  i  dati,  analisi rese possibili anche grazie alla collaborazione della struttura di sicurezza aziendale di Telecom Italia.

È  la prima operazione su larga scala per la tutela dei dati personali trafugati, un  fenomeno  noto  a  tutti  che  vede  coinvolti  dipendenti infedeli, call center compiacenti  ed  intermediari  e  che  ha  quale oggetto ciò che sul mercato ha assunto   un    significativo    valore   commerciale:   i   dati   riservati   relativi all’utenza. Per l’esecuzione dei provvedimenti restrittivi e di perquisizione, per l’attività  informativa,  il  Cnaipic (Centro  nazionale  anticrimine informatico per  la  protezione  delle  infrastrutture  critiche)  ha  coordinato  un  team   di specialisti  in  collaborazione  con  i  compartimenti   della  polizia  Postale   di Roma, Napoli, Perugia ed Ancona. continua a leggere

Comune di Cesano Boscone : Acquisti in sicurezza al mercato


articolo: https://www.facebook.com/?sk=h_chr

123042269_1430464023826541_6228251607710328030_o

ACQUISTI IN SICUREZZA AL MERCATO

Da  mercoledì  28  ottobre,  in  occasione  dei  mercati  di piazza Falcone, via Kuliscioff    e   del   Mercato  agricolo   di   via  Pogliani,   la   Polizia   locale, coadiuvata dalla Protezione civile, sarà costantemente presente per garantire la  distanza  tra  le  persone  e  il corretto  utilizzo dei presidi di protezione da parte dei clienti e degli ambulati.
Verranno, inoltre, disposti ingressi e uscite separati, mentre saranno contigentati  gli accessi  degli  utenti:  40 per  il  mercato  del lunedì al Tessera, 250 per quello del mercoledì in piazza Falcone e 30 per quello della 2ª e 4 domenica del mese in centro.
Ho chiesto espressamente – commenta l’assessore al commercio Salvatore Gattuso – un ulteriore sforzo alla Protezione civile e alla Polizia locale, già impegnate in numerose attività, per garantire ai cittadini acquisti in   massima   sicurezza,   mettendo   in   campo   ulteriori   agenti.    È importante che il mercato continui ad essere una sicura alternativa alla spesa nei supermercati”.
L’Amministrazione  comunale  ha inoltre disposto che all’ingresso si proceda con la rilevazione della temperatura e che possa entrare un solo  componente per  famiglia,  con la  possibilità  di  portare con sé minori di 14 anni, disabili o anziani.

Lazio, è incubo Covid! Immobile, Luis Alberto, Lazzari e Anderson non partono per Bruges


articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Lazio/27-10-2020/lazio-incubo-covid-attesa-champions-tampone-immobile-inzaghi-390350785211.shtml

Un’ondata di assenze a Formello. I quattro giocatori sono stati esclusi dalla lista dei giocatori in partenza per il Belgio. E altri 8 sono out per svariati motivi

Nella    rifinitura    di    questa  mattina   a   Formello  assenze   pesanti    tra   i biancocelesti    prima  della  partenza  per Bruges per la gara di Champions di domani  sera.  Non   erano   sul  campo  agli  ordini  di   Inzaghi  Immobile, Luis AlbertoLazzari, Djavan Anderson Andreas Pereira. Tutti  e  cinque erano  nel gruppo  squadra che ieri  si  è sottoposto ai tamponi disposti dall’Uefa  a  48 ore  dalla  gara.  Non  sono arrivate comunicazioni ufficiali, ma dopo essere stati sottoposti a un nuovo tampone i primi quattro sono stati esclusi   dalla lista in partenza tra un’ora per Bruges, mentre partirà domani mattina Andreas Pereira.

Proteste contro le misure anti-Covid a Milano, in trecento in corteo. Sassi e petardi contro la sede della Regione Lombardia


I   manifestanti  con un tam tam sui social si sono dati appuntamento a piazzale   Loreto   per   poi   dirigersi   in  direzione  della  sede  della  Regione. Lanciate  anche  molotov. Dehors  danneggiati  e  cassonetti  rovesciati  lungo corso Buenos Aires. Due fermati vicino alla Centrale

Trecento di  persone  stanno manifestando,  contro le misure di contenimento  anti-Covid,  stasera  a Milano , lungo  corso Buenos Aires,  la  più  importante strada commerciale della città, facendo esplodere grossi petardi e molotov. Il gruppo formato da italiani e stranieri, alcuni militanti di Forza Nuova ma anche  anarchici,  si  è  dato  appuntamento  con  un  tam  tam  sui  social in piazzale Loreto per poi dirigersi verso l’arteria commerciale. Corso Buenos Aires è stata occupata con un corteo improvvisato e non autorizzato che sta procedendo verso il centro al grido di “Libertà, libertà”. Tra gli slogan anche diversi insulti al premier Giuseppe Conte.  continua a leggere

Proteste a Milano contro le chiusure anti covid: assalto al grattacielo della Regione Lombardia

The covid dilemma”: la campagna di comunicazione della Regione Lombardia per l’emergenza coronavirus


2020-10-26_193338Una campagna di comunicazione di forte impatto, con domande dirette come: “Indossare la mascherina o indossare il respiratore?“, “Lavarsi spesso le mani o lavarsene le mani?“, “Essere negativi o negazionisti?“, “Fermare il virus o fermare il sistema sanitario?“, “Evitare i luoghi affollati o affollare le terapie intensive?“. Regione Lombardia lancia la campagna di sensibilizzazione ‘The Covid dilemma‘, un invito ad osservare sempre poche e semplici regole per il contenimento della pandemia in corso.

La campagna di comunicazione di Regione Lombardia si pone come obiettivo principale – si legge in una nota – “la corretta diffusione di informazioni utili ai cittadini con il claim ‘La scelta è tua, ma le conseguenze riguardano tutti noi. Aiutaci a contenere la diffusione del coronavirus, prima che sia troppo tardi’. Un chiaro riferimento alla libertà individuale legata a doppio filo con la responsabilità morale e materiale nei confronti della collettività e del primario bene comune, la salute di tutti i cittadini” Regione Lombardia intende promuovere, inoltre, “l’importanza di utilizzare tutti i provvedimenti raccomandati dall’Oms e dal Ministero della Salute come misure di prevenzione dal contagio.   Un vero e proprio appello al senso di responsabilità – si legge ancora – che il presidente Attilio Fontana vuole rivolgere a tutti i lombardi per fermare l’incessante diffusione del virus“.

Il calcio sull’orlo del default: 600 milioni di buco, mancano i soldi per gli stipendi di novembre


Il presidente della Figc Gravina ha scritto al governo chiedendo di inserire il calcio tra i settori in crisi. Il n.1 della Lega A Dal Pino lancia l’allarme. E c’è una strategia per provare a salvarsi anticipando a tutti i 20 club il “paracadute” per non retrocedere. Braccio di ferro con i dilettanti

Il calcio è sull’orlo del default. Dopo le illusioni di tornare a popolare gli stadi cullate a settembre, il pallone italiano non vede luci in fondo al tunnel. Il 16 novembre scade il termine per pagare gli stipendi di settembre e, a oggi, almeno 15 società su 20 di serie A non saprebbero come fare. La questione riguarda tutto il movimento, per questo Gravina ha scritto al premier Conte e ai ministri della Salute Speranza, dell’economia Gualtieri e dello Sport Spadafora. Che a oggi hanno ignorato le richieste, respingendo anche la possibilità di congelare l’irpef per i club. Stipendi a rischio e 600 mln di perdite – Il presidente della Serie A lancia un allarme:Siamo vicini al collasso, temo che l’economia del Paese pagherà a caro prezzo le misure restrittive poste in essere“. Il problema dei club è principalmente uno. La mancanza di liquidità è arrivata a livelli tossici, un Everest da scalare senza i mezzi per farlo. La sola Serie A denuncia una perdita dal lockdown in poi di 600 milioni di euro. Di questi (200 nella parte finale della scorsa stagione, altri 400 fino a dicembre), il 65% è frutto dei mancati incassi da botteghino, il 35% da mancati incassi da sponsorizzazione.  Di fatto, da marzo sono crollate le voci che, in questa fase, consentono normalmente di avere riserve di cassa a cui attingere per i pgamenti, ossia gli abbonamenti allo stadio, i biglietti delle partite, e anche una rata dei diritti tv, visto che Sky non ha mai versato l’ultima della stagione scorsa. Il cappio è stretto, le risorse esaurite, gli sponsor hanno ridotto se non annullato i versamenti visto che la visibilità negli stadi è azzerata. continua a leggere

Coronavirus, da Torino a Catania cittadini in piazza contro le misure anti Covid


articolo: https://www.corriere.it/cronache/20_ottobre_26/coronavirus-torino-catania-cittadini-n-piazza-contro-misure-anti-covid-80c17e60-178a-11eb-a554-aa444d891737.shtml?fbclid=IwAR0COpIhaypUiggNIDVeZ4YoaPMasoX_-An-fIedp1SZc_aXpDb0QQoP3tM

Convalidati 4 arresti per i disordini di Roma. Sale la preoccupazione in tutta Italia. Da Torino a Catania la mappa del malcontento delle categorie colpite della stretta, imposta dal governo per fermare il contagio

Prima è venuta Napoli, con gli scontri che venerdì hanno causato feriti e due arresti, e domenica il corteo nelle vie centrali e il sit-in al Vomero. Poi Roma, con un raduno di Forza Nuova e e altri gruppi, dove sono state lanciate bombe carta e oggetti contro i poliziotti costati l’arresto, convalidato ieri, a quattro manifestanti: due per resistenza a pubblico ufficiale e due per danneggiamento, in attesa del processo per direttissima che si terrà a novembre. Ma altri sit-in e manifestazioni improvvisati stanno sorgendo da Torino a Terni, da Bari a Catania. Ecco la mappa. E le richieste di sindaci e regioni. continua a leggere

Covid in serie A: colpito anche Gigio Donnarumma. La mappa dei positivi


I contagi in serie A non si fermano (e nello sport in generale). Quello che fa più rumore è sicuramente quello di Cristiano Ronaldo.

Atalanta – Un positivo nella rosa di Gian Piero Gasperini. Si tratta del portiere dell’Under 21, Carnesecchi. In passato erano stati positivi anche Zapata, Gollini, Sportiello e Toloi.

Benevento – Attualmente zero positivi. Tra il 22 e il 23 agosto, però, il club aveva comunicato (senza rivelare l’identità dei giocatori coinvolti) tre casi di positività al coronavirus.

Bologna – Attualmente zero positivi. Ma a maggio c’era stato un caso e non era stato fatto il nome della persona coinvolta. Ad agosto, invece, è risultato positivo Sinisa Mihajlovic, il tecnico degli emiliani. Ora è guarito.

Cagliari – Positivo un componente del gruppo squadra, ma non è né un calciatore né un membro dello staff di Eusebio Di Francesco. Ad agosto era stato rinviato il ritiro estivo per la positività di Ceppitelli, Cerri, Despodov e Bradaric.

Crotone – Primo caso in assoluto, quello di Dennis Dragus, positivo dopo il ritorno dagli impegni con la Nazionale romena Under-21. La società calabrese non ne aveva finora mai avuti.

Fiorentina – Un membro dello staff è risultato positivo al Covid-19. È il primo caso dopo la guarigione di Pulgar. A marzo erano risultati positivi Cutrone, Pezzella e Vlahovic; a maggio altri tre calciatori più tre membri dello staff; ad agosto il giovane Ghidotti.

Genoa – Altre cinque guarigioni. Sono quelle di Cassata, Criscito, Destro, Lerager e Zappacosta. Prima erano guariti anche Perin, Radovanovic, Marchetti, Pjaca, Pellegrini, Behrami, Melegoni, Pellegrini, Schöne e Zajc. Dei 17 del focolaio restano così solo Brlek e Males: entrambi attendono ancora il ritorno alla negatività.

Inter – Tre i casi: Skriniar, Gagliardini e Radu. Anche il secondo tampone di Hakimi è negativo. Tre i guariti: Bastoni, Nainggolan e, per ultimo, Young.

Juventus – La società bianconera ha reso nota la negatività di tutti i tesserati tra calciatori e staff (aveva coinvolto 61 persone), uscendo fuori dalla bolla nella quale si era rifugiato. Nella squadra di Andrea Pirlo contagiato solo Cristiano Ronaldo, dopo la guarigione di McKennie. Nei mesi scorsi i bianconeri hanno avuto Rugani (il primo calciatore a risultare positivo in A), Matuidi e Dybala

Lazio – Attualmente non ha casi. Poche settimane fa era risultato positivo il nuovo acquisto Muriqi, rimasto in Turchia per la quarantena.

Milan – Oltre a Gabbia, ci sono altri due positivi al Milan: Gigio Donnarumma e Hauge (oltre a tre membri del gruppo squadra). In passato sono risultati positivi Ibrahimovic, Daniel Maldini (e suo padre Paolo), Rafael Leao e Duarte. In rosa anche Tonali ha avuto il coronavirus.

Napoli – Guariti Zielinski ed Elmas, che tornano così a disposizione di Rino Gattuso. Ad agosto era risultato positivo Petagna, l’attaccante acquistato dalla Spal

Parma – Sette i calciatori attualmente positivi, di cui però non si conoscono ancora i nomi. In passato, ma non era stata svelata l’identità, erano risultati positivi un giocatore e un membro dello staff.

Roma – Ancora positivi Diawara e Calafiori. Mancini dopo la positività, era subito risultato negativo al tampone. A fine agosto erano risultati positivi al Covid-19 Mirante, Bruno Peres, Kluivert e Carles Perez.

SampdoriaPositivo un giocatore della Primavera aggregato ai titolari più due dipendenti. Invece, a settembre era risultato positivo Keita. A marzo erano risultati positivi al coronavirus Gabbiadini, Colley, Ekdal, La Gumina, Thorsby, Depaoli e Bereszynski. A maggio invece c’erano stati altri tre casi.

SassuoloToljan attualmente è positivo. In passato un solo caso di positività: Boga. In rosa anche Schiappacasse era risultato positivo.

Spezia – Marchizza è l’unico giocatore del club ligure positivo al Covid-19. Nei mesi scorsi anche un altro giocatore era risultato positivo.

Torino – Un altro caso di Covid nel Torino. Il club granata comunica in una nota «che dai tamponi effettuati nell’ambito dei controlli previsti dal protocollo in vigore a ridosso della partita con il Cagliari è emersa la positività al Covid-19 di un calciatore della prima squadra. Il tesserato, completamente asintomatico, è già stato messo in isolamento». Sabato 17 ottobre la società aveva annunciato tre casi di positività: un calciatore della prima squadra e due membri dello staff. Il primo caso era stato riscontrato a inizio maggio, alla ripresa degli allenamenti dopo il lockdown. Altri due giocatori positivi erano stati individuati il 20 agosto, il giorno dopo la ripresa della preparazione nella nuova stagione. Poi, a inizio settembre, era stato riscontrato il primo caso di positività in un componente dello staff granata. Il 22 settembre il quinto caso.

Udinese – Attualmente è positivo solo un componente del gruppo squadra, ma non è un calciatore.

Verona – Attualmente ha due casi: Barak e Gunter. A marzo era risultato positivo Zaccagni.

Donnarumma e Hauge positivi al Covid oltre a 3 membri dello staff


Donnarumma e Hauge positivi al Covid oltre a 3 membri dello staff: il Milan teme focolaio prima della partita con la Roma

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_ottobre_26/gigio-donnarumma-hauge-positivi-covid-oltre-3-membri-staff-duro-colpo-il-milan-poche-ore-partita-la-roma-si-teme-focolaio-c7354b34-176b-11eb-a554-aa444d891737.shtml?fbclid=IwAR33PcPK_D4S7iFh1Wl4UTRSwVmsP0_yHWeCm0Ts0Jve-z3n6RjQhyd14Jw

Nell’ultimo giro di tamponi sono risultati infatti positivi tra i rossoneri sia il portiere che l’attaccante norvegese, oltre a altri membri del gruppo squadra, deciso l’isolamento a Milanello

Duro colpo per il Milan, a poche ore dall’importante partita di campionato con la Roma (San Siro h.20.45). Nell’ultimo giro di tamponi sono risultati infatti positivi sia il portiere Gigio Donnarumma, che il neoacquisto rossonero, l’attaccante norvegese Hauge, oltre a 3 membri dello staff appartenenti al gruppo squadra. Si è deciso l’immediato isolamento di tutti i componenti del team nella «bolla» di Milanello per almeno 10 giorni. Si teme infatti possa trattarsi di un vero e proprio focolaio.

Il resto del gruppo negativo – Questo il comunicato della società rossonera: «AC Milan comunica che gli esiti pervenuti ieri sera dal laboratorio hanno riscontrato una positività al tampone di Gianluigi Donnarumma, Jens Petter Hauge e di altri tre membri del gruppo squadra. Tutti sono asintomatici, sono stati immediatamente sottoposti ad isolamento domiciliare e sono state informate le autorità sanitarie locali. Oggi tutto il gruppo squadra è stato testato nuovamente, come da protocollo, e non sono risultate nuove positività».

Nuovo Dpcm – 25 ottobre 2020


articolo: https://www.corriere.it/cronache/20_ottobre_25/nuovo-dpcm-spostamenti-negozi-sport-ristoranti-feste-cosa-si-puo-fare-cosa-vietato-prima-le-18-360c48d6-16c3-11eb-b530-8ca6e758b252.shtml

Il nuovo Dpcm fissa nuovi orari dei locali pubblici, raccomanda di limitare gli spostamenti e gli incontri conviviali. Ecco che cosa si potrà fare prima delle 18 e che cosa invece è vietato.

DPCM_24ottobre_NEW

Coprifuoco nelle Regioni – 

Dopo le 18 – 

  • Si può andare al lavoro, ma è stato incentivato il ricorso allo smart working
  • Si può andare a fare jogging e attività motoria all’aperto e nei circoli sportivi
  • Si può ordinare cibo a domicilio
  • Si può acquistare cibo da asporto fino alle 24 ma è vietato consumarlo sul posto e nelle adiacenze del locale
  • Si può andare al supermercato e nei negozi alimentari
  • Si può andare in farmacia
  • Si può andare a fare shopping rispettando lo scaglionamento di ingresso nei negozi e all’interno le misure di distanziamento
  • Si può andare dal parrucchiere e nei centri estetici
  • Si può andare nei musei ma con ingressi contingentati
  • Si può andare a casa di amici anche se nel Dpcm  «è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza»
  • Si possono prendere i mezzi pubblici – autobus e metropolitane – anche nel Dpcm «è fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi»
  • Si può uscire dal proprio Comune
  • Si può uscire dalla propria Regione

 

Il presidente dell’Ordine dei Farmacisti: “Noi siamo pronti a fare i tamponi con personale specializzato”


articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/10/23/news/intervista_andrea_mandelli-271594925/

Dopo l’annuncio del ministro Speranza sui tamponi per  il Covid 19 nelle farmacie, Andrea Mandelli, presidente dell’Ordine dei farmacisti, si dice a disposizione.

Ha già un appuntamento con il ministro per i dettagli? – “Noi siamo pronti, come presidio più vicino al cittadino, perché siamo in un momento di grande difficoltà, è una guerra a cui noi parteciperemo per vincerla. Ma ancora non siamo stati convocati”.

Come funzionerà? – “Bisogna sedersi a un tavolo e fare un protocollo. Non c’è da improvvisare. Speranza ha parlato non a caso di sperimentazione, procederemo in una piccola realtà prima. Bisogna valutare se i locali sono idonei, capire i rischi e individuare le figure professionali che dovranno eseguire i test”.

Pensate agli infermieri o agli stessi farmacisti? – “Credo che la figura più adatta sia l’infermiere, perché ha già una preparazione in merito”.

C’è qualche regione più avanti delle altre? – “In Piemonte si sta cominciando a fare qualcosa: le farmacie prendono le prenotazioni per i tamponi da fare poi nelle Asl”.

I test forse potrebbero essere fatti a domicilio? – “Mi sembra un’ipotesi plausibile. Altrimenti potrebbe diventare difficile effettuare il distanziamento”.

Tamponi rapidi o test salivari, di cui proprio ieri è stata riconosciuta l’efficacia? – “Ancora è presto, prima dobbiamo sederci intorno a un tavolo. E sperimentare nel modo più consono per dare sicurezza ai cittadini e anche agli stessi farmacisti che devono poter operare con tranquillità”. 

Quindi aspetta una chiamata? – “Sono qui, lo ripeto, pronto a offrire il nostro contributo”.

Chiari capitale libro 2020 segnale sostegno a microeditoria


articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2020/10/18/chiari-capitale-libro-2020-segnale-sostegno-a-microeditoria_c66c91c7-1de8-4a5c-9eb2-ec75db371a47.html

(ANSA) – Roma, 18 ottobre 2020 – Chiari è la “Capitale italiana del libro” per il 2020. Il Consiglio dei Ministri ha approvato la proposta del Ministro per i Beni e per le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, di conferire al Comune di Chiari in provincia di Brescia, uno dei più colpiti dalla epidemia da Covid-19, il titolo di “Capitale italiana del libro” per l’anno 2020″.
Ai sensi della legge, legge 13 febbraio 2020, n. 15, Disposizioni per la promozione e il sostegno della lettura, “Chiari – Capitale italiana del libro 2020” riceverà un finanziamento di 500.000 euro per la realizzazione di progetti, iniziative e attività per la promozione della lettura. 

Così come è accaduto per il titolo di Capitale Italiana della Cultura – che ha tratto ispirazione da quello di Capitale Europea -, anche la “Capitale italiana del Libro” genererà meccanismi virtuosi capaci di sviluppare progetti culturali, coinvolgenti e innovativi” ha dichiarato il ministro Franceschini.
Conferire il titolo a Chiari è inoltre il giusto riconoscimento alla microeditoria e alla produzione degli editori indipendenti che in questa città trovano da 18 anni una importante Rassegna di scambio e promozione che sarà organizzata anche quest’anno, dal 13 al 15 novembre, in una edizione rispettosa dei protocolli sanitari.
Questo riconoscimento – ha concluso il ministro – arriva in un anno particolare e in un territorio fortemente colpito dalla pandemia in cui, ora più che mai, è giusto rafforzare il sostegno al settore del libro. Nei mesi più duri del lockdown, Chiari ha trovato proprio nella lettura, compiuta attraverso i canali social dell’amministrazione, uno degli strumenti per sostenere la comunità. Ora questa esperienza può diventare un modello“.
Il titolo di Capitale del libro, che in questa prima edizione è stato attribuito per legge dal Cdm su proposta del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, dal prossimo anno sarà conferito all’esito di un’apposita selezione in cui una commissione di esperti valuterà i progetti presentati.  (ANSA).

per conoscere un pò Chiari visita:  

https://www.comune.chiari.brescia.it/visitachiari.asp

http://www.prolocochiari.it/

#cittadichiari

CHIARI …… vista sulla Città.

Doping, un positivo al Giro d’Italia: non accadeva dal 2017


articolo: https://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2020/10/23/news/ciclismo_doping_giro_d_italia-271550601/

Dopo il Covid ecco che spunta il doping: positivo Matteo Spreafico per ostarine
MORBEGNO, 23 ottobre 2020Dopo il Covid, ecco il doping. C’è un positivo al Giro d’Italia, si tratta di Matteo Spreafico della Vini Zabù-Brado-Ktm, risultato positivo a due controlli effettuati tra il 15 e il 16 ottobre. La sostanza incriminata è l’ostarine, un anabolizzante utilizzato per il recupero da traumi muscolari, ma nella lista Wada dal 2008. Spreafico, comasco, 27 anni, al quarto anno da professionista, era 127° in classifica e partecipava per la prima volta al Giro. Il team si è difeso facendo riferimento a un integratore acquistato dal corridore senza autorizzazione medica. In attesa delle controanalisi, Spreafico è stato sospeso e naturalmente non ripartirà nella tappa odierna da Morbegno ad Asti. Gli ultimi casi di doping accertati durante un Giro d’Italia risalivano alla partenza della corsa rosa da Alghero, nel 2017, quando vennero trovati positivi ed espulsi dalla corsa Stefano Pirazzi e Nicola Ruffoni.

LA MASCHERINA CI PROTEGGE: USIAMOLA! #ioindossolamascherina


LA MASCHERINA CI PROTEGGE: USIAMOLA!
#ioindossolamascherina

122407740_1425372477669029_9128504776904863271_o.png

Autocertificazione, il modulo valido in tutta Italia


articolo: https://www.corriere.it/cronache/20_ottobre_22/autocertificazione-modulo-italia-56c08682-1448-11eb-945d-f4469a203703.shtml?fbclid=IwAR0CORCMkVOX48hUn3_BaqkjDwTG4Zytr7VWXzrPmaeCpn8q0tLVU8-DCJQ

Torna l’autocertificazione e il Viminale diffonde il modulo che servirà ai cittadini di tutta Italia per evitare la multa se si spostano negli orari vietati. Per ora le Regioni che hanno previsto restrizioni agli spostamenti sono Lombardia, Lazio, Campania, Liguria e Piemonte

Generalità, motivi che giustificano lo spostamento, orario di uscita dall’abitazione.
Torna l’autocertificazione e il Viminale diffonde il modulo (è scaricabile qui, libero dal paywall, e anche sui siti di ministero dell’Interno e Polizia) che servirà ai cittadini di tutta Italia per evitare la multa se si spostano negli orari vietati. Per ora le Regioni che hanno previsto restrizioni agli spostamenti sono      Lombardia,  Lazio,   Campania,  Liguria  e  Piemonte.

Premere il Link qui sotto:

nuovo_modello_autodichiarazione_editabile_maggio_2020

Coronavirus, la Lombardia chiede al governo il coprifuoco


Coronavirus, la Lombardia chiede al governo il coprifuoco dalle 23 alle 5. Speranza: “Ok a misure restrittive

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/10/19/news/coronavirus_lombardia_dpcm_governo_sindaci_milano_bergamo_pavia_cremona_varese_brescia-271118918/

Stop di tutte le attività e degli spostamenti a esclusione dei casi ‘eccezionali’ a partire da giovedì 22 ottobre. Sabato e domeniche chiusi i centri commerciali tranne gli alimentari: queste le richieste fatte all’unanimità. Fontana: “Soluzione migliore per colpire i contagi”

Sono 1.687 i nuovi positivi al coronavirus in Lombardia, con 14.577 tamponi effettuati, per una percentuale pari al 11,5 %. Di questi 111 sono ‘debolmente positivi’ e 12 scoperti a seguito di test sierologico. I decessi nelle ultime 24 ore sono 6, per un totale ufficiale a oggi di 17.084 morti. Ieri erano stati 2.975 nuovi casi di coronavirus con 30.981 tamponi processati, 21 i morti.

I guariti/dimessi sono nelle ultime 24 ore 341 (totale complessivo: 86.738) di cui 1.718 dimessi e 85.020 guariti. Salgono di 3 i pazienti nelle terapie intensive (113 in totale) e di 71 nei reparti Covid (1.136).

Coronavirus, il bollettino di oggi 19 ottobre a Milano e nelle altre province della Lombardia

Milano: 814, di cui 436 a Milano città;
Bergamo: 23;
Brescia: 39;
Como: 31;
Cremona: 50;
Lecco: 36;
Lodi: 48;
Mantova: 13;
Monza e Brianza: 265;
Pavia: 70;
Sondrio: 17;
Varese: 206.

Coronavirus, il Presidente Conte firma il Dpcm del 18 ottobre 2020


Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm del 18 ottobre 2020 sulle misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza Covid-19.

Dpcm 18 ottobre 2020 (pdf)

Allegati Dpcm 18 ottobre 2020 (pdf)

COVID-19: IL GOVERNO HA STABILITO NUOVE MISURE VALIDE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE
Ecco una sintesi delle nuove regole per il contenimento del contagio stabilite, nella giornata di ieri, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, valide dal 19 ottobre in tutta Italia.
  • SERVIZI DI RISTORAZIONE – Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5 sino alle 24 con consumo al tavolo e con un massimo di sei persone per tavolo.
  • In assenza di consumo al tavolo l’orario di chiusura dovrà essere anticipato alle ore 18.
  • Rimane sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino alle ore 24, la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
  • Gli esercenti devono esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale.
  • SALE GIOCHI E SCOMMESSE – Le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo sono consentite dalle ore 8 alle ore 21. (In Regione Lombardia sono chiuse anche durante il giorno).
  • FESTE, FIERE E CONVEGNI – Restano sospese le attività in sale da ballo e discoteche all’aperto o al chiuso. Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto.
  • Le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose sono consentite con la partecipazione massima di 30 persone, fermo il rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti.
  • Nelle abitazioni private è fortemente raccomandato evitare feste e ricevere più di sei persone non conviventi.
  • Sono vietate le sagre e le fiere di comunità. Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale.
  • Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza.
  • SPORT – L’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale e non sono consentite gare e competizioni. Sono, inoltre, sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto ludico-amatoriale.
  • RIUNIONI – Nell’ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni.
  • È fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza.
  • SCUOLA – Le istituzioni scolastiche secondarie di 2° grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare a quella in presenza, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9.
  • Le università predispongono piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari in presenza e a distanza in funzione delle esigenze formative.
  • PIAZZE E VIE – I sindaci possono disporre la chiusura al pubblico, dopo le ore 21, di vie o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.
Il Dpcm del 18 ottobre al link:     http://www.governo.it/…/coronavirus-il…/15457…

Covid-19 – Nuova Ordinanza Regione Lombardia


NUOVA ORDINANZA REGIONE LOMBARDIA

Premere:    ORDINANZA-620
❌ NUOVA ORDINANZA REGIONE LOMBARDIA ❌
L’Ordinanza è frutto del confronto che si è svolto oggi a Palazzo Lombardia con i sindaci dei capoluoghi lombardi, dei capigruppo di maggioranza e opposizione in consiglio regionale, del prefetto di Milano, Renato Saccone, condivisa telefonicamente con il ministro della Salute, Roberto Speranza.

– Misure anti-movida:

  • 🍴 Le attività di #ristoranti, pizzerie, trattorie e altre attività simili sono consentite sino alle ore 24.00; tale misura non si applica agli esercizi situati lungo le autostrade e nelle aerostazioni;
  • 🍹 Le attività di #bar, pub, birrerie e altre attività di somministrazione di alimenti e bevande simili sono consentite sino alle ore 24.00; in tali attività è consentito dopo le ore 18.00 il consumo di alimenti e bevande esclusivamente ai tavoli; la misura di cui al presente punto non si applica agli esercizi situati lungo le autostrade e nelle aereostazioni.
  • 🍹🚫 E’ vietata la vendita per #asporto di qualsiasi bevanda alcolica da parte di tutte le tipologie di esercizi pubblici, nonché da parte degli esercizi commerciali e delle attività artigianali dalle ore 18.00.

– Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio

  • 🍫 Sono chiusi dalle 18.00 alle 6.00 i #distributori automatici cosiddetti “h24” che distribuiscono bevande e alimenti confezionati, con affaccio sulla pubblica via; tale misura non si applica ai distributori automatici di latte e acqua;
  • 🚫 E’ vietata dalle 18.00 alle 6.00 la consumazione di alimenti e bevande su aree pubbliche;
  • 🚫 E’ sempre vietato il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico.
I sindaci possono adottare ulteriori misure restrittive, anche in relazione al divieto assoluto di assembramento, e devono assicurare massima collaborazione ai fini del controllo sul rispetto delle presenti misure.

– Misure di contrasto a fenomeni sociali a rischio di contagio

  • 🎰 Sono sospese le attività delle sale giochi, sale scommesse e sale bingo;
  • E’ sospeso il gioco operato con dispositivi elettronici del tipo ‘slot machines, comunque denominati, situati all’interno degli esercizi pubblici, degli esercizi commerciali e di rivendita di monopoli.
  • ⚽ Sospensione degli sport di contatto dilettantistici a livello regionale e locale
  • 🚫 Sono sospese tutte le gare, le competizioni e le altre attività, anche di allenamento, degli sport di contatto, come individuati con provvedimento del Ministro dello Sport del 13 ottobre 2020, svolti a livello regionale o locale ‒ sia agonistico che di base ‒ dalle associazioni e società dilettantistiche.
  • 📙 Le #scuole secondarie di secondo grado e le istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado organizzano le attività didattiche con modalità a distanza alternate ad attività in presenza, ad eccezione delle attività di laboratorio.
  • 👩‍🎓Alle #Università, nel rispetto della specifica autonomia, è raccomandato di organizzare le proprie attività, al fine di promuovere il più possibile la didattica a distanza.

Ah, una cosa importante.

In caso di positività, siete voi che dovete segnalarlo a #immuni.
Entrate in “impostazioni” e seguite le istruzioni.

(facciamo girare questa info)

Champions League 2020/21


Champions League 2020/21: in chiaro tre partite dell’Inter

articolo: https://www.veriinteristi.com/champions-league-2020-21-in-chiaro-tre-partite-dellinter/?fbclid=IwAR1bnPvxHqBT7l91uV_KKRbiW_lNGqUvuoov6wrdxO4GiSMM43y-rSbgDE4

champions-league

Manca sempre meno al via della fase a gironi della UEFA Champions League 2020/21. Le 32 formazioni partecipanti alla fase a gironi scenderanno in campo a partire da martedì 21 ottobre 2020. Tra queste anche l’Inter, insieme all’Atalanta, la Juve e la Lazio. Anche per questa stagione Mediaset trasmetterà le partite in chiaro della massima competizione europea per club. Tutte le sfide andranno in onda su Canale 5, in prima serata.

Per la stagione 2020/21 le sfide verranno divise su due giorni. Le prime due saranno trasmesse da Mediaset di martedì, mentre le altre quattro andranno in onda di mercoledì. Come si evince dall’elenco pubblicato da Mediaset, il Biscione trasmetterà solamente gli incontri dell’Inter e della Juve, mentre gli altri match andranno in onda sull’emittente satellitare Sky.

CHAMPIONS LEAGUE 2020/21 IN CHIARO – LE GARE IN DIRETTA

Escluse dunque dall’elenco Atalanta e Lazio. Questo il programma completo per la fase a gironi in chiaro:

  • Mercoledì 21 ottobre: Inter-Borussia Moenchengladbach
  • Mercoledì 28 ottobre: Juventus-Barcellona
  • Martedì 3 novembre: Real Madrid-Inter
  • Martedì 24 novembre: Juventus-Ferencvaros
  • Martedì 1° dicembre: Borussia Moenchengladbach-Inter
  • Martedì 8 dicembre: Barcellona-Juventus

UFFICIALE – Ecco la lista Champions: Nainggolan c’è, Padelli e Vecino no

articolo: https://www.veriinteristi.com/ufficiale-ecco-la-lista-champions-nainggolan-ce-padelli-e-vecino-no/

Ecco l’elenco ufficiale pubblicato su inter.it:

Lista A

  • 1. Samir Handanovic
    2. Achraf Hakimi
    5. Roberto Gagliardini
    6. Stefan de Vrij
    7. Alexis Sanchez
    9. Romelu Lukaku
    10. Lautaro Martinez
    11. Aleksandar Kolarov
    12. Stefano Sensi
    13. Andrea Ranocchia
    14. Ivan Perisic
    15. Ashley Young
    22. Arturo Vidal
    23. Nicolò Barella
    24. Christian Eriksen
    33. Danilo D’Ambrosio
    36. Matteo Darmian
    37. Milan Skriniar
    44. Radja Nainggolan
    77. Marcelo Brozovic
    95. Alessandro Bastoni
    97. Ionut Andrei Radu

Lista B

  • 35. Filip Stankovic
    42. Lorenzo Moretti
    99. Andrea Pinamonti

La gloria e il fango


Inchiesta sul marciatore italiano Alex Schwazer e sul complotto che lo ha distrutto per aver infranto l’omertà dell’atletica dei record e dei signori del doping

Inchiesta su:  https://rep.repubblica.it/pwa/longform/2020/10/15/news/doping_il_complotto_contro_alex_schwazer_e_sandro_donati_la_gloria_e_il_fango_dell_atletica-270461097/?ref=RHPPTP-BH-I270616604-C12-P13-S1.12-T1

Valentino Rossi & Federica Pellegrini positivi al coronavirus


Valentino Rossi positivo al coronavirus: «Febbre e un po’ di stanchezza»

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_ottobre_15/valentino-rossi-positivo-coronavirus-42a6e76e-0f06-11eb-9774-eb4dcac879cb.shtml?&appunica=true&fbclid=IwAR16AE-ke7kjpj0B2v03W6UwRABLmIxG5_3OjGTiWMyfFg9oOBVnGq6PRAQ

Il nove volte campione del mondo è risultato positivo, oggi, al tampone: «Sono triste e arrabbiato, ho rispettato il protocollo». A Le Mans era positivo un ingegnere Yamaha

Anche Valentino Rossi è positivo al Covid-19. L’ha comunicato lui stesso sui social dopo aver cancellato la tradizionale conferenza stampa su Zoom, prevista per le 18 di giovedì per il Gran premio di Aragon. «Purtroppo questa mattina mi sono svegliato e non mi sentivo bene. Mi sentivo debole e avevo una leggera febbre, quindi ho chiamato subito il medico che mi ha fatto due test. Il risultato del test PCR è stato negativo, proprio come il test che avevo già fatto martedì. Ma il secondo di cui mi è stato inviato il risultato alle 16 di questo pomeriggio è stato purtroppo positivo». continua a leggere



Federica Pellegrini è positiva al Covid: «Proprio lunedì avrei ripreso le gare, avevo bisogno di normalità»

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_ottobre_15/federica-pellegrini-positiva-covid-da183df2-0f0e-11eb-9774-eb4dcac879cb.shtml

Pellegrini in lacrime sui social: «Volevo tornare alle gare, ho appena ricevuto la brutta notizia»

«Non so se ridere o piangere», racconta con gli occhi rossi e la faccia stravolta. Federica Pellegrini è positiva al Covid. Lo annuncia lei stessa, all’ora di cena, con una storia su Instagram. Un colpo basso. Non ride, anzi piange e parecchio. «L’ho fatto sino adesso», confessa senza vergogna ai suoi fan. Fede è così: diretta e genuina. Anche nei momenti duri, come questo. continua a leggere

Video: https://video.corriere.it/sport/federica-pellegrini-estrae-sorte-suo-allenamento-delfino-o-rana/b51ced1c-9c55-11ea-aab2-c1d41bfb67c5

Juventus, Agnelli: “Pronti al ricorso al Tar per Calciopoli”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2020/10/15/news/juventus_ricorsi_calciopoli_agnelli_assemblea_soci-270628391/?ref=RHPPTP-BS-I270598074-C12-P10-S1.8-T1

Oggi l’assemblea dei soci, il presidente annuncia una nuova offensiva per gli scudetti 2005 e 2006: “Ogni tentativo di ottenere la riassegnazione sarà effettuato”. Caso Suarez e infiltrazioni della Ndrangheta: “Nessun rischio di responsabilità per la Società”

La Juventus è “in  attesa della fissazione dei ricorsi al Tar” per i due scudetti di Calciopoli. La questione torna d’attualità dopo le risposte del presidente bianconero, Andrea Agnelli, alle domande dei soci in vista dell’assemblea in programma oggi presso la sede della Continassa. Non più all’Allianz Stadium, scelta obbligata per i problemi di sicurezza legati al Covid 19. Assemblea in cui i soci saranno rappresentati da un delegato, con le consuete domande anticipate ai giorni precedenti e inviare via fax dagli azionisti. Tra queste quella di Andrea Danubi, che ha riaperto  la questione Calciopoli, tema su cui la società bianconera non getta la spugna in attesa del ricorso al Tar: “Abbiamo nel corso degli anni esperito tutte le azioni a tutela della Società per ottenere quanto dovuto – si legge nella risposta -. Siamo in attesa della fissazione dei ricorsi al Tar che da ultimo abbiamo proposto avverso la decisione degli organi della giustizia sportiva e del Coni. Ogni tentativo di ottenere la riassegnazione degli scudetti sarà effettuato dalla Società“.

 

Il  caso Suarez – Non solo Calciopoli nelle domande avanzate da due soci e pubblicate sul sito della Juventus. Spicca infatti una lunga serie di questioni (102) poste da un altro azionista, che oltre a chiamare in causa argomenti privati (“Il presidente crede nel Paradiso?”) hanno toccato punti sensibili. Come la questione Suarez, per la quale “non sussiste nessun rischio di responsabilità per la Società“. Per poi smentire l’esistenza di un accordo con l’Università per stranieri di Perugia per portare altri  calciatori, in questo caso della Primavera, a sostenere gli esami: “Non è vero. Le frasi riportate non corrispondono al contenuto delle telefonate. Sono frutto di un racconto distorto effettuato improvvidamente da personaggi tenuti all’osservanza del segreto istruttorio. L’indagine è in corso ed è coperta dal segreto come più volte ribadito dal Procuratore di Perugia Dott. Cantone. La Juventus è del tutto estranea alla vicenda dell’esame di Luis Suarez, esame che il giocatore ha deciso autonomamente di affrontare nonostante la Juventus avesse già comunicato a lui e pubblicamente la volontà di non tesserarlo“. 

Last Banner – Non poteva mancare, nel lungo elenco di domande piccate formulate dall’azionista Marco Bava, anche un riferimento alla questione delle infiltrazioni della Ndrangheta nella tifoseria bianconera. Con una domanda specifica  sull’incontro tra il presidente Agnelli e la famiglia Dominiello: “Non è mai avvenuto. È il contenuto (falso) della minaccia estorsiva che è stata immediatamente denunciata. Tutti gli episodi sono stati denunciati dalla Juventus attraverso i funzionari operativi. La Società si è costituita parte civile nel processo sorto a seguito di tali denunce”. 

Giro d’Italia, nuova tegola: positivi 17 poliziotti del servizio d’ordine


articolo: https://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2020/10/15/news/ciclismo_giro_d_italia_covid_positivi_17_poliziotti-270626904/

Dopo i casi Yates, Kruijswijk, Matthews e il ritiro di due squadre, il nuovo caso nella carovana della corsa. Gli agenti sono in isolamento

CESENATICO – Non c’è pace per il Giro. Diciassette poliziotti impegnati nel servizio d’ordine del Giro d’Italia e del Giro d’Italia E-Bike sono risultati positivi al Covid. Gli agenti di polizia, tutti asintomatici, erano stati sottoposti a tampone in Abruzzo, tra domenica e lunedì, proprio come i corridori. Gli agenti sono tutti in isolamento in un albergo di Francavilla a Mare. Il sindaco della città abruzzese ha precisato che nessuno dei poliziotti è del comune abruzzese. Non si sa se gli agenti siano stati al seguito del Giro sin dalla prima tappa.

Il presidente Uci Lappartient: “Subito i test salivari” – “Voglio davvero che il Giro arrivi a Milano il 25 ottobre, ma i test positivi di martedì mattina ci hanno ricordato ancora una volta che non dobbiamo lasciare che la lotta contro il Covid-19 vada sprecata” ha dichiarato il presidente Uci David Lappartient. “I prossimi test PCR non verranno effettuati fino a lunedì, il giorno di riposo successivo, ma nel frattempo verranno effettuati i test salivari. Chiunque risulti positivo per quel test della saliva verrà sottoposto a un ulteriore test PCR”

Calabria, è morta la presidente Jole Santelli


articolo: https://www.repubblica.it/politica/2020/10/15/news/calabria_muore_la_presidente_jole_santelli-270629214/?ref=RHPPTP-BH-I270631586-C12-P1-S1.12-T1

È morta nella notte la presidente della Regione Calabria Jole Santelli. La governatrice di Forza Italia era nella sua casa di Cosenza dove è stata trovata senza vita questa mattina dalla sorella. Santelli, che avrebbe compiuto 52 anni a dicembre, era malata di tumore da tempo. Ancora da accertare le cause del decesso. Ogni tentativo di soccorso è stato inutile.

La notizia ha lasciato esterrefatto il mondo politico calabrese e l’intera regione. Nulla infatti faceva sospettare che le condizioni di salute della presidente fossero compromesse o peggiorate a tal punto. Al contrario, era stata proprio lei qualche settimana fa a smentire le voci su un presunto aggravamento della malattia, bollandole come “cattiverie” e a riprova aveva tenuto a presenziare a diversi appuntamenti di campagna elettorale in tutta la regione.

“Sono addolorato, eravamo amici da una vita” dice il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, confermando la notizia. ”Jole è stata il stata il mio vicesindaco, mi è stata sempre vicina, una donna di una forza incredibile, non ho parole”.

alessandro54

un pò di tutto e di più..................

Magazzini Inesistenti

...Musica e Cultura Underground

alessandro54

un pò di tutto e di più..................

Giorgio Perlasca

un pò di tutto e di più..................

PGT e VAS di Cesano Boscone

Costruiamo insieme il futuro della nostra città!

In my viewfinder

Photography, Art, Italian photographer, Massimo S. Volonté Fotografo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: