Archivi del giorno: 14 ottobre 2020

Genoa, altri 4 negativi:


Genoa, altri 4 negativi: Behrami, Biraschi, Melegoni e Schone possono allenarsi

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/genoa/2020/10/14/news/genoa_altri_4_negativi_behrami_biraschi_melegoni_e_schone_possono_allenarsi-270582144/

Dopo Perin, Marchetti e Radovanovic, salgono a 7 i giocatori rossoblu guariti dal coronavirus. Più remota così la possibilità che lunedì contro l’Hellas possa giocare la Primavera

GENOVA – La (lenta) quiete dopo la tempesta. In casa Genoa, dopo Perin, Marchetti e Radovanovic, possono ritenersi guariti dal coronavirus altri 4 giocatori: si tratta di Valon Behrami, Davide Biraschi, Filippo Melegoni e Lasse Schone, già impegnati nelle visite di idoneità per il ritorno alla piena attività agonistica.

Lunedì la trasferta a Verona – La situazione per il tecnico Maran resta comunque ancora complicata. Attualmente sono ancora 10 i calciatori rossoblu positivi: continua a leggere

 

Giudice sportivo, Juventus-Napoli 3-0 a tavolino: e azzurri penalizzati di un punto


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/10/14/news/juventus_tre_zero_napoli_penalizzato-270579239/?ref=RHPPTP-BH-I270579668-C12-P2-S1.12-T1

Stangata sulla formazione di Gattuso, che non si era presentata a Torino dopo i casi di Covid nella propria rosa

Juve-Napoli 3-0 a tavolino: è questa la sentenza appena pronunciata dal giudice sportivo Gerardo Mastrandrea, che ha anche inflitto un punto di penalizzazione alla squadra partenopea, che non si era presentata  a Torino per la partita con la Juve. Per il giudice non c’è, alla luce delle norme sportive, “la fattispecie forza maggiore“, ed “è preclusa la valutazione” sulle decisioni dell’autorità sanitaria.

Va precisato che il punto di penalità scatta automaticamente per la mancata presentazione della squadra allo Stadium, mentre resta aperta la questione del rispetto del protocollo anti-Covid da parte del Napoli nei giorni precedenti. Su questo il giudice sportivo ha ritrasmesso gli atti alla procura federale, che su questi si dovrà esprimere. Nel dettaglio emerge “un quadro complicato per il Napoli“. “Gli atti delle Aziende sanitarie delineano un quadro che non appare al Giudice affatto incompatibile con l’applicazione delle norme specifiche dell’apposito Protocollo sanitario Figc e quindi con la possibilità di disputare l’incontro di calcio programmato a Torino“.

Gianfranco De Laurentiis è morto, il giornalista sportivo aveva 81 anni


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_ottobre_14/gianfranco-de-laurentiis-morto-giornalista-sportivo-aveva-81-anni-b1305726-0dfb-11eb-9df8-9ad18fda6e17.shtml?fbclid=IwAR00i_oFTsTErhUHWqQxGKoyCbHoFCa_uz6hJdQnhoxo6D3ywWtbEiGCOvc

La sua carriera, iniziata al Corriere della Sera, decolla con l’arrivo in Rai dove divenne dal 1993 al 1994 direttore della testata giornalistica sportiva Tgs

Lo ricorderanno in tanti. Sempre preciso, puntuale, garbato nei modi. Si è spento a 81 anni Gianfranco de Laurentiis, storico volto del giornalismo sportivo Rai. Lascia la moglie Mirella e i figli Roberto e Paolo. Ad annunciare la morte di De Laurentiis è stato Alessandro Antinelli, cronista sportivo Rai: «Il mio primo maestro in Rai è stato Gianfranco De Laurentiis – ha scritto su Twitter – ogni sabato mattina aspettavo il suo giudizio e le sue legnate mentre vedeva i miei pezzi di Dribbling con la sigaretta all’angolo della bocca. Mi mancherai Gianfranco».  continua a leggere

Bruce Springsteen:………….


Bruce Springsteen: «Trump perderà e sarà la fine di un lungo incubo. E tornerò a San Siro»

Bruce Springsteen: «Trump perderà e sarà la fine di un lungo incubo. E tornerò a San Siro»

articolo: https://www.corriere.it/spettacoli/20_ottobre_13/bruce-torno-mie-radici-6cebf8b8-0d83-11eb-ab2b-0d1500572ae8.shtml

Video: https://video.corriere.it/esteri/bruce-springsteen-canzone-floyd-dura-8-minuti-tempo-sua-morte/e9e14c7a-a743-11ea-b358-f13973782395

La leggenda americana presenta il nuovo album «Letter to you»: « Torno alle mie radici ed evoco gli anni della giovinezza anche nel dolore. Il Presidente? Perderà»

È un viaggio personale quello che affronta di Bruce Sprinsgteen in «Letter to You», il suo nuovo album. L’embrione del disco (esce il 23), il momento rivelatore, è stata la visita fatta nell’estate del 2018 a un amico malato. Si trattava di George Theiss, leader dei Castiles, la prima vera band di Bruce nella seconda metà degli anni Sessanta. «È morto pochi giorni dopo e questo mi ha reso l’ultimo membro in vita della mia prima band. Ho iniziato a scrivere con quel background, la prima canzone è stata proprio “Last Man Standing”, l’ultimo rimasto. Ci sono riferimenti a cose di quando avevo 14 anni ma anche di oggi», racconta Bruce in collegamento Zoom fra gli apparecchi e gli strumenti del suo studio di registrazione. Giubbino in pelle nera, t-shirt con scollo a «v», chiude gli occhi quando parla, come a cercare la concentrazione giusta per dare peso a ogni parola.

Viaggio personale sì, ma affrontato in compagnia. Il Boss torna a farsi accompagnare, dopo 8 anni, dalla E Street Band. «È un disco sui temi della perdita, della gioia di suonare e della splendida vita che fai in un gruppo rock’n’roll. Aver fatto così tanta strada integri, non senza liti, ma con quella fratellanza che viene dall’aver suonato sullo stesso palco per mille e una notti, è una benedizione»