Archivi del mese: maggio 2020

Coronavirus, muore il primo calciatore: il boliviano Guzman


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/05/30/news/coronavirus_il_boliviano_guzman_e_il_primo_giocatore_morto-257992778/

Il 25enne in forza all’Universitario Beni, club di Seconda Divisione, stroncato dal Covid-19, stessa tragica sorte toccata al padre e allo zio, con cui viveva

LA PAZ (Bolivia) –  E’ un giocatore boliviano di Seconda Divisione, equivalente alla Serie B italiana, il primo calciatore vittima del coronavirus. Si tratta, secondo quanto riferisce l’edizione online di ‘Marca’, di Deibert Frans Roman Guzmán, 25 anni, attualmente in forza al club universitario di Beni. Il giovane è morto all’inizio di questa settimana a causa del Covid-19 seguendo la tragica stessa sorte toccata al padre e a allo zio, con i quali condivideva la residenza, anch’essi vittime dl coronavirus. “Esprimiamo le nostre più sincere condoglianze agli amici e alla famiglia di Deibert Roman Guzmán e chiediamo a Dio forza in questi momenti difficili”, ha dichiarato Ungel Suárez, presidente della Federalcio boliviana.

Lutto per Nainggolan, muore la nipote….


Lutto per Nainggolan, muore la nipote 25enne malata di cancro: «Non ci credo. Tesoro, ci mancherai»

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_maggio_31/nainggolan-muore-nipote-25enne-malata-cancro-non-ci-credo-tesoro-ci-mancherai-032b7348-a33b-11ea-8193-03ffea7ed6db.shtml

«Tesoro, mancherai a tutti noi». Inizia così il post su Instagram di Radja Nainggolan, centrocampista del Cagliari, che condivide così sui social il dolore per la scomparsa di sua nipote 25enne Amber Noboa, malata di cancro. La notizia è stata riportata dal quotidiano VoetbalPrimeur che ha raccontato di come la ragazza — figlia del fratellastro del calciatore — sia scomparsa dopo una lunga lotta contro la malattia. «Mancherai a tutti noi — continua Nainggolan nel post — al tuo ragazzo, ai bimbi, al papà, ai fratelli e alle sorelle. Così giovane e non riesco a crederci. Ora raggiungi la mamma e dalle un grande abbraccio. Ti proteggerà ancora di più». . Anche la moglie di Nainggolan, Claudia, combatte da tempo con un tumore e anche per stare più vicino a lei il calciatore aveva scelto Cagliari dopo l’addio all’Inter.

Inter, ufficiale la cessione di Icardi al Psg


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/inter/2020/05/31/news/ufficiale_icardi_al_psg-258089510/

Milano 31 maggio 2020 – Ora c’è anche l’ufficialità: Mauro Icardi diventa un giocatore del Paris Saint-Germain FC, che l’aveva preso in prestito dall’Inter nel settembre del 2019. L’attaccante classe 1993 si trasferisce dunque a titolo definitivo al club francese, con cui ha appena conquistato il suo primo titolo.

Il club ringrazia il giocatore per le sei stagioni trascorse insieme e gli augura il meglio per il prosieguo della sua avventura professionale”, si legge in una nota dell’Inter.

Subito dopo l’ufficializzazione dell’Inter arriva anche quella del Paris Saint-Germain che “è lieto di annunciare di aver esercitato l’opzione di acquisto di Mauro Icardi…. continua a leggere


articolo completo: https://www.corriere.it/sport/20_maggio_31/mauro-icardi-ceduto-psg-comunicato-ufficiale-dell-inter-b9b51874-a32e-11ea-8193-03ffea7ed6db.shtml

Ridiscussi i 70 milioni concordati un anno fa per riscattare il giocatore argentino: la trattativa è stata chiusa per 50 milioni più 8 in caso di bonus in caso del raggiungimento di alcuni obiettivi. C’è anche la cosiddetta clausola anti-Juve: i nerazzurri infatti potrebbero incassare altri 15 milioni se l’argentino dovesse essere ceduto in futuro a un club di serie A continua a leggere


https://www.inter.it/it/news/2020/05/31/calciomercato-inter-mauro-icardi-psg.html

MAURO ICARDI AL PARIS SAINT-GERMAIN

Ufficiale il trasferimento a titolo definitivo dell’attaccante classe 1993 al club francese

MILANO – FC Internazionale Milano comunica la cessione di Mauro Icardi al Paris Saint-Germain FC: l’attaccante classe 1993 si trasferisce a titolo definitivo al club francese.

Il Club ringrazia il giocatore per le sei stagioni trascorse insieme e gli augura il meglio per il prosieguo della sua avventura professionale. 

English Version  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española  中文版  日本語版

 

Il ricordo della notte maledetta: il 29 maggio 1985


Il tramonto che nessuno dimentica, 35 anni fa all’Heysel il calcio perse l’innocenza

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2020/05/29/news/il_tramonto_che_nessuno_dimentica_35_anni_fa_all_heysel_il_calcio_perse_l_innocenza-257898835/

Il ricordo della notte maledetta: il 29 maggio 1985 la strage di tifosi nello stadio belga prima della finale Juventus-Liverpool

Il cielo era di un rosso aranciata bellissimo, e nell’aria vagava il primo tepore di maggio, primo per Bruxelles, uno di quei posti dove la primavera frizza a lungo e sa gelare la pelle. Si andò allo stadio come a una festa. Era rosso anche l’orizzonte proprio dietro quella curva, a sua volta scarlatta per via delle maglie dei tifosi del Liverpool, i “reds”. Molti, rosso avevano anche il viso, nel contrasto assoluto tra la pelle lattea dei britannici (non di rado hanno rossi pure i capelli, e i baffi), ma di più il risultato dell’alcol, delle bevute senza fine. 

Il bivacco attorno alla Grand Place durava da un paio di giorni, e il mattino della partita si estese in città come un rave party. Erano sdraiati, gli inglesi, sulle pietre che lastricano una delle più belle piazze al mondo e bevevano seduti, bevevano sdraiati, usando i pacchi di lattine come cuscini, ruttando in faccia ai passanti. Sbraitavano, tiravano vetri, pisciavano sui muri. A un certo punto, da un’elegante finestra volò un centrotavola di cristallo, uno di quegli oggetti che adornano i salotti delle nonne, e atterrò a mezzo metro da noi. Doveva averlo lanciato una vecchia signora belga, esasperata.  continua a leggere

Heysel, la notte del calcio (1985-2015)

Giornalista arrestato a Minneapolis


Giornalista arrestato a Minneapolis, reporter della Cnn ammanettato in diretta dalla polizia

articolo: https://video.corriere.it/esteri/minneapolis-reporter-cnn-ammanettato-diretta-polizia/f2810e36-a196-11ea-972c-41555f8ee621?fbclid=IwAR2JtmeAATb1S6wdK3lypevTrbki6lA0zZVAerEVScq6W4gxcrAhQxesrk0

Il giornalista Omar Jimenez e la sua troupe sono stati arrestati mentre stavano raccontando le violenze nella città Usa | CorriereTv

Morte George Floyd, troupe Cnn arrestata in diretta durante le proteste a Minneapolis

Il giornalista della Cnn Omar Jimenez è stato arrestato mentre stava raccontando in diretta le proteste e gli scontri a Minneapolis in seguito all’uccisione da parte della polizia del cittadino afroamericano George Floyd (qui il video del suo arresto). Jimenez è stato ammanettato dopo essersi chiaramente identificato come reporter agli agenti. Con lui sono stati arresati anche i membri della troupe di Jimenez. La Cnn ha reagito definendo l’accaduto «una violazione del primo emendamento». L’emittente Usa inoltre su Twitter scrive : “Un nostro reporter afroamericano è stato arrestato mentre stava coprendo le proteste a Minneapolis. Avevamo sul campo anche un reporter bianco e non è stato arrestato”. La troupe poco dopo è stata rilasciata ha fatto sapere sempre sui social un loro collega della Cnn.

Bologna: confermata negatività, ripartono allenamenti


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/05/28/sospetto-caso-covid-al-bologna-secondo-tampone-negativo_81374bca-002e-495c-ac38-51a5ececac5f.html

Il secondo e definitivo test di controllo sul componente dello staff tecnico del Bologna che era stato sospettato di essere positivo al Coronavirus, ha confermato l’esito negativo. Da domani dunque la squadra potrà riprendere il regolare programma di allenamento. Dopo la sospetta positività, infatti, erano scattati dei protocolli di precauzione che avevano portato la squadra ad allenarsi individualmente.   

Il complotto (che non c’è) di Google e Apple che ci spiano senza consenso


articolo: https://www.ilsole24ore.com/art/il-complotto-che-non-c-e-di-google-e-apple-che-ci-spiano-senza-consenso-ADsqFqT

Nei telefonini Android è apparsa la funzione per il tracciamento dei contatti da Covid-19. Qualcuno ha subito gridato al complotto che non c’è

Mai mettersi nelle testa di un complottista, perché non sai come potresti uscirne. In questi giorni e peraltro a pochi giorni dal lancio di Immuni, l’arcinota app di tracciamento dei contatti che dovrebbe finalmente essere pronta per l’inizio di giugno, sono comparsi in rete messaggi a dir poco allarmisti su una presunta invasione della privacy a opera di Google. La forma è quella della catena di Sant’Antonio, e sta girando su Facebook e Whatsapp.

Il testo recita: «Comunicazione di servizio. Attenzione. Non so se qualcuno se ne è accorto, ma hanno inserito l’applicazione Covid 19 sui dispositivi Android senza alcun consenso. Chi ha Android può verificare per conto suo. Andate su impostazioni, fate scorrere e arrivate alla voce Google. Impostazioni Google. Apritela, la prima voce servizi indica: notifiche di esposizione al Covid 19. Attenzione. Evitate di usare geolocalizzazione, bluetooth e WiFi se possibile». Esistono anche altre versioni. Ma come tutti i complotti hanno all’interno contenuti verosimili.

Di veritiero in questa vicenda c’è il fatto che sì, nelle impostazioni di Google, in effetti, è recentemente apparsa una sezione dedicata alle notifiche di esposizione al Covid-19. Aggiungiamo per rendere ancora più spaventoso il “complotto” che una novità di questo tipo accadrà anche sui telefonini Apple. Ma no, non è un assalto alla nostra privacy e non sta avvenendo senza alcun consenso.  continua a leggere

 

 

Violenze e scontri a Minneapolis


Violenze e scontri a Minneapolis dopo la morte di Floyd: un uomo ucciso

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/05/28/news/afroamericano_ucciso_secondo_giorno_di_proteste_a_minneapolis_trump_faremo_giustizia_-257798271/

Il secondo giorno di proteste contro la morte di un afroamericano soffocato da un agente è sfociato in violenze e roghi. La polizia ha risposto con i gas lacrimogeni. Un uomo è stato colpito a morte da colpi d’arma da fuoco, fermato un sospettato. Si manifesta anche a Los Angeles. Trump: “Faremo giustizia”

Un uomo è stato ucciso a Minneapolis, Minnesota (Stati Uniti), è stato trovato a terra ferito da colpi d’arma da fuoco e portato in ospedale dove è morto più tardi. La pista degli inquirenti è che sia stato ucciso dal proprietario di un negozio di pegni che lo aveva scambiato per un saccheggiatore. Un sospettato è stato fermato, ma l’inchiesta è ancora aperta.

Minneapolis è alla seconda giornata di manifestazioni e violenze per George Floyd, l’afroamericano 46enne morto lunedì 26 maggio, dopo che un poliziotto bianco gli ha premuto per cinque minuti il ginocchio sul collo.

La violenza per le strade – La maggior parte dei manifestanti si è radunata davanti al commissariato di polizia di cui fanno parte i quattro poliziotti licenziati e accusati di aver ucciso Floyd. Altri si sono appostati davanti all’abitazione del poliziotto che ha soffocato Floyd premendogli il collo con il ginocchio, altri ancora davanti l’abitazione di Mike Freeman, il procuratore della Contea di Hennepin. Le proteste sono ben presto diventate violente con lanci di sassi e bottiglie. Col buio sono iniziati anche i saccheggi e i roghi. La polizia ha risposto con l’uso di lacrimogeni autorizzato dal capo Medaria Arradondo. Sono impegnato, ha detto alla stazione televisiva Fox 9, a proteggere i diritti dei manifestanti pacifici, ma ci sono gruppi che hanno commesso atti criminali. continua a leggere

“I can’t breathe”, le foto della protesta in nome di George Floyd

{}

{}

{}

In fiamme il deposito agricolo della cascina Linterno a Milano


redim

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/05/27/news/cascina_linterno_milano_incendio-257755231/

Completamente distrutto dall’incendio scoppiato per cause ancora da chiarire ieri pomeriggio

Quarant’anni di deposito agricolo andato in fumo in un paio d’ore. È successo ieri pomeriggio a Cascina Linterno, dentro il Parco delle Cave di Milano, quando una nube nera si è levata in aria in corrispondenza dell’area della rimessa della famiglia Bianchi, proprietaria del fabbricato dalla fine dell’Ottocento.

“Stavamo riposando, quando una vicina ha allertato mio fratello Angelo – racconta Gianni Bianchi, che ha denunciato l’accaduto pubblicando sui social alcune foto dell’incendio – Così ci siamo subito precipitati sul posto”. Le fiamme hanno divorato tutta la struttura di legno, 30 balle di fieno e diversi macchinari agricoli per un totale di circa 25mila euro di danni. “L’incendio del deposito si somma ad altri 20 che si sono succeduti nel parco dalla sua riapertura il 4 maggio, in coincidenza con la fase 2 dell’emergenza coronavirus.  continua a leggere

Serie A: il campionato riparte il 20 giugno


Serie A, Spadafora ha deciso: il campionato riparte il 20 giugno

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/05/28/news/campionato_serie_a_riparte-257858918/?ref=RHPPTP-BH-I257815565-C12-P2-S1.8-T1

L’annuncio del ministro dello sport dopo l’incontro con le componenti del calcio italiano: si torna a giocare. Il 13 giugno potrebbero anticipare il via le semifinali di ritorno di Coppa Italia Napoli-Inter e Juventus-Milan. Gravina: “Messaggio di speranza per il paese”. Il 20 giugno riparte anche la B

L’annuncio del ministro dello sport dopo l’incontro con le componenti del calcio italiano: si torna a giocare. Il 13 giugno potrebbero anticipare il via le semifinali di ritorno di Coppa Italia Napoli-Inter e Juventus-Milan. Gravina: “Messaggio di speranza per il paese“. Il 20 giugno riparte anche la B

Gravina: “Ripartenza messaggio speranza per Paese” – “Adesso ci sono le condizioni per ripartire”, la sentenza di Spadafora, accolta da sorrisi collettivi. Accompagnata da una mano tesa per specificare che “non ho mai voluto frapporre ostacoli”. Sono bastati 40 minuti di colloqui in cui sono intervenuti tutti i partecipanti, per arrivare alla fumata bianca. Ora è sicuro: il campionato ricomincia. “La ripartenza del calcio rappresenta un messaggio di speranza per tutto il Paese – le parole del presidente della Figc, Gabriele Gravina -. Sono felice e soddisfatto, è un successo che condivido con il Ministro per lo Sport Spadafora e con tutte le componenti federali. Il nostro è un progetto di grande responsabilità perché investe tutto il mondo professionistico di Serie A, B, C e, auspicabilmente, anche la Serie A femminile”.  continua a leggere

Windows 10, arriva l’aggiornamento: tutte le novità di “2004”


Windows 10, arriva l'aggiornamento: tutte le novità di "2004"

articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/prodotti/2020/05/27/news/windows_10_arriva_l_aggiornamento_di_sistema_tutte_le_novita_di_2004_-257727301/ 

L’update del sistema operativo Microsoft porta con sé importanti novità, dalla grafica delle icone a Edge Chromium migliorato. E una marcia in più per gestione della memoria e gaming

Arriva 2004, l’aggiornamento di Windows 10. L’update porterà con sé importanti cambiamenti: dalla grafica fino al browser Edge Chromium con Microsoft Teams integrato, fino alla nuova gestione della memoria.

Nuove icone, nuovo stile : Ci sarà, nella versione 2004, un nuovo set di icone che riguarderanno, in primo luogo, le applicazioni ‘native’ del sistema operativo (la suite Office, l’esplora file, il bloc notes, etc.). Obiettivo è rendere più appetibili, anche dal punto di vista grafico, queste applicazioni. continua  a leggere

Per saperne di più premi su:   – Edge versione ‘Chromium’Spazio riservatoGiochi, migliora la performanceRipristino via InternetIl mouse: come cambiaLa release 1909 e qualche bug 

Sospetto caso positivo, stop ad allenamenti Bologna


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/bologna/2020/05/27/news/sospetta_positivita_stop_ad_allenamenti_bologna-257753669/?ref=RHPPTP-BH-I257713250-C12-P6-S2.4-T1

Riguarda un membro dello staff. Nel caso in cui fosse confermata la positività, il gruppo-squadra sarà isolato in ritiro

Alla vigilia della riunione che dovrebbe sancire il via libera alla ripresa del campionato, la serie A fa i conti con un nuovo possibile caso di coronavirus. Il Bologna ha comunicato infatti che “l’ultima serie di esami a cui è stato sottoposto il gruppo-squadra ha evidenziato un caso di sospetta positività al Covid 19 relativamente a un membro dello staff“.  continua a leggere

Le Frecce Tricolori incantano Cagliari: lo spettacolo in Sardegna


articolo 6 video: https://video.corriere.it/cronaca/frecce-tricolori-incantano-cagliari-spettacolo-sardegna/bc540b70-a01e-11ea-8f7d-66830a0d6de9

Tutti con il naso all’insù per immortalare il saluto delle Frecce – Ansa /CorriereTv

L’abbraccio Tricolore” arriva anche in Sardegna, a Cagliari. Tantissimi con il naso all’insù per salutare il passaggio delle Frecce Tricolori. Dopo essere state in molte città d’Italia, il viaggio terminerà simbolicamente il 2 giugno, con il sorvolo di Roma in occasione della Festa della Repubblica che, quest’anno, non comprenderà la tradizionale parata ai Fori Imperiali. Gli aerei porteranno il tricolore sui cieli della Capitale effettuando alcuni passaggi sulla città durante la cerimonia di deposizione di una corona di alloro all’Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica.

Frecce Tricolori su Cagliari

Afroamericano soffocato…………


Afroamericano soffocato, in centinaia protestano a Minneapolis. Indignazione sui social. Anche l’Nba sotto shock

minneapolis-k7rd--656x369corriere-web-nazionale_640x360

articolo:

https://www.repubblica.it/esteri/2020/05/27/news/minneapolis_stati_uniti_george_floyd_afroamericano_ucciso_proteste-257725991/?ref=RHPPLF-VC-I257251573-C8-P3-S1.4-T1

Su Twitter Bernice King, figlia di Martin Luther King Jr, pubblica una accanto all’altra la foto dell’agente col ginocchio sul collo di George Floyd, morto poco dopo, e quella del giocatore di football Colin Kaepernick che nel 2016 iniziò a inginocchiarsi durante l’inno nazionale per protestare contro “un Paese in cui la minoranza nera era ancora oppressa”

Non respiro“, ha detto George Floyd, l’afroamericano soffocato da un agente che durante l’arresto gli ha messo un ginocchio sul collo come mostra un video diventato virale. Oggi centinaia di persone sono scese in piazza per protestare contro la violenza della polizia. Contro il razzismo, nel nome di Floyd.

Minneapolis, poliziotto immobilizza col ginocchio un afroamericano fino a togliergli il respiro

I manifestanti sono scesi per le strade con le mascherine, come richiesto dalla legge che neanche Trump rispetta più. I cartelli tra le mani con scritto “no giustizia, no pace”, “black lives matter” e “basta linciarci”. Hanno sfilato scandendo lo slogan “Non posso respirare”, dal luogo dove Floyd è stato ucciso fino al distretto locale di polizia. Qui sono intervenuti agenti in tenuta antisommossa che hanno usato gas lacrimogeni per disperdere la folla. continua a leggere

Afroamericano soffocato, in centinaia protestano a Minneapolis

{}

{}

{}

Lazio, pagamento ingaggio Zarate: Procura Figc mette sotto inchiesta Lotito e il giocatore


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/05/26/news/lazio_pagamento_ingaggio_zarate_procura_figc_mette_sotto_inchiesta_lotito_e_il_giocatore-257686181/

Aperto un procedimento nei confronti del presidente del club e dell’attaccante argentino dopo le anticipazioni del servizio tv de “Le Iene” con le dichiarazioni dell’agente Luis Ruzzi (nel 2008 assisteva il sudamericano) su presunte irregolarità e violazioni fiscali nelle modalità di versamento dello stipendio

ROMA –  Apertura di un procedimento nei confronti del presidente della Lazio, Claudio Lotito, e del calciatore Mauro Zarate. Lo ha deciso il capo della Procura della Federcalcio, Giuseppe Chinè, dopo aver appreso le anticipazioni del servizio de “Le Iene” relativo alle dichiarazioni di Luis Ruzzi, agente nel 2008 del giocatore argentino, nel quale vengono evidenziate presunte irregolarità nelle modalità di pagamento dello stipendio dell’attaccante sudamericano, con possibili violazioni della disciplina fiscale e di redazione dei bilanci delle società professionistiche. continua a leggere

Agg. infortunio Ibra


Milan, lesione al polpaccio per Ibrahimovic: il tendine d’Achille è salvo

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/milan/2020/05/26/news/milan_lesione_al_polpaccio_per_ibrahimovic_il_tendine_d_achille_e_salvo-257647663/

Infortunio meno grave per l’attaccante che comunque dovrà rimanere fermo un mese

Il peggio è stato scongiurato. Il Milan e Zlatan Ibrahimovic tirano un sospiro di sollievo dopo l’infortunio rimediato ieri in allenamento dal 38enne attaccante svedese. Gli accertamenti a cui è stato sottoposto, infatti, hanno evidenziato “una lesione del muscolo soleo del polpaccio destro.

Il tendine achilleo è perfettamente integro”, si legge ancora nella nota della società rossonera, che dunque esclude guai peggiori che avrebbero messo fuori causa Ibrahimovic per il resto della stagione e forse anche oltre. Il Milan conta di sottoporre il giocatore a “un esame strumentale di controllo fra 10 giorni”. Si stima comunque uno stop di circa un mese.

Articolo infortunio Ibra: https://alessandro54.com/2020/05/26/tegola-milan-serio-infortunio-per-ibra-la-sua-stagione-rischia-di-finire-qui/

Morto a 21 anni ex Primavera Roma Bouasse Perfection


151336502-59b3bd3c-7707-4f67-96fc-bb0c456d6a0f

articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/05/25/morto-a-21-anni-ex-primavera-roma-bouasse-perfection_679511d0-42d0-48c8-9282-28ecc15ae258.html

Centrocampista camerunense arrivato in Italia come rifugiato

25 maggio 2020 – La Roma piange la scomparsa dell’ex calciatore della Primavera Joseph Bouasse Perfection e si stringe ai suoi cari in questo momento di grande dolore. Sul suo profilo giallorosso il club giallorosso rende omaggio al 21enne centrocampista di origine camerunense prematuramente scomparso.  Bouasse Perfection è scomparso la scorsa notte a seguito di un arresto cardiaco. Il centrocampista arrivato in Italia come migrante e accolto dall’associazione sportiva dilettantistica ‘Liberi Nantes’ è stato l’ultimo acquisto di Walter Sabatini prima che rassegnasse le dimissioni come diesse dei giallorossi.  Attualmente era sotto contratto con la squadra romena del Cluj.

Tegola Milan: serio infortunio per Ibra, la sua stagione rischia di finire qui


IBRA VERSO IL SÌ AL MILAN, CONTRATTO DI SEI MESI DA LUNEDÌ / SPECIALE

Zlatan Ibrahimović ; Malmö, 3 ottobre 1981) un  calciatore  svedese,  attaccante  del  Milan.

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Milan/25-05-2020/tegola-milan-infortunio-ibra-si-teme-lungo-stop-3701270487975.shtml

Lo svedese si è fatto male in allenamento: in un primo momento s’è temuto per il tendine d’Achille, ma dovrebbe trattarsi di una seria lesione muscolare al polpaccio destro

download

Allarme rosso per il Milan: Zlatan Ibrahimovic si è fermato in allenamento per un infortunio al polpaccio destro e rischia di stare fuori a lungo. Molto dolorante, è uscito dal campo zoppicando, sotto gli occhi dei compagni spaventati che sono andati subito a soccorrerlo. Presenti a Milanello anche Maldini e Massara, che hanno immediatamente rincuorato Ibra, molto scosso per l’accaduto. In un primo momento s’è temuto per il tendine di Achille, ma dovrebbe trattarsi “soltanto” di una seria lesione muscolare (stiramento o, peggio, strappo): non una rottura tale da porre fine alla carriera di un fuoriclasse ormai 38enne, dunque, ma il problema potrebbe richiedere molte settimane di stop e la stagione dello svedese, a questo punto, potrebbe essere già conclusa. continua a leggere

Frecce Tricolori, via al Giro d’Italia


Il “Giro d’Italia” dei cieli vuole essere un segno di “unità, solidarietà e di ripresa” dall’emergenza Coronavirus

Questo il programma dei sorvoli delle Frecce Tricolori. Il 25 maggio: Trento, Codogno, Milano, Torino e Aosta. Il 26 maggio: Genova, Firenze, Perugia e L’Aquila. Il 27 maggio: Cagliari e Palermo. Il 28 maggio: Catanzaro, Bari, Potenza, Napoli e Campobasso. Il 29 maggio: Loreto, Ancona, Bologna, Venezia e Trieste. Il 2 giugno: Roma

 Frecce Tricolori, via al Giro d’Italia dei cieli con tappe speciali a Codogno e Loreto

Le Frecce Tricolori in volo su Milano oggi 25 maggio – ©Ansa

Italian Air Forces aerobatic demonstration team, the Frecce Tricolori, as they fly over the cathedral in Milan, Italy, 25 May 2020. From today the Frecce Tricolori will draw it every day in the Italian sky, flying over all the regions. It will be a big hug to the Italians which will close in Rome on June 2nd for the Republic Day. ANSA/MATTEO BAZZI

frecce tricolori flying over the duomo of milano in the city center during Frecce Tricolori flying over Milan, Actuality in Milan, Italy, May 25 2020 (LM/Francesco Scaccianoce / IPA/Fotogramma, Milan - 2020-05-25) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

Codogno, piazza XX Settembre e piazza Cairoli piene di gente in attesa delle Frecce (Laura Gozzini/Fotogramma, Codogno - 2020-05-25) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentateLe Frecce, in mattinata, hanno omaggiato la Lombardia, la regione più colpita dall’emergenza Covid e hanno volato, oltre che su Milano, anche su Codogno, la cittadina diventata il centro della pandemia lo scorso febbraio

Frecce Tricolori

 

 

 

 

Nella foto, un’altra immagine del sorvolo della pattuglia acrobatica su Codogno

 

 

 

 

Torino – Centinaia di persone hanno assistito alle esibizioni in programma per il 25 maggio. La sindaca di Torino, Chiara Appendino, ha assistito allo spettacolo dal balcone di Palazzo Civico:  “Sono colori che rappresentano la nostra storia, i nostri valori e le nostre speranze“, ha commentato

Frecce tricolori viste dal Monte dei Cappuccini mentre sorvolano la città, Torino, 25 maggio 2020. ANSA/ALESSANDRO DI MARCOFrecce tricolori viste dal Monte dei Cappuccini mentre sorvolano la città, Torino, 25 maggio 2020. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Frecce tricolori viste dal Monte dei Cappuccini mentre sorvolano la città, Torino, 25 maggio 2020. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Frecce Tricolori

In corso Moncalieri, in particolare tra Corso Vittorio e la chiesa della Gran Madre, diversi automobilisti di Torino, per non perdersi lo spettacolo, hanno abbandonato il loro veicolo lungo la strada, bloccando così per alcuni minuti il traffico

Il passaggio delle Frecce Tricolori ad Aosta, 25 maggio 2020. ANSA

 

 

Nella foto: il passaggio delle Frecce sopra ad Aosta

 

 

Il passaggio delle Frecce Tricolori su Firenze

100853589_10158301853597530_1417404538427539456_o

Sala: palestre e piscine, chiedo igienizzazione e distanziamento


articolo e video: https://video.corriere.it/milano/sala-palestre-piscine-aperte-giugno-chiedo-igienizzazione-distanziamento/5f3d0072-9c09-11ea-aab2-c1d41bfb67c5?refresh_ce-awe_video&counter=2

il sindaco raccomanda la pulizia continua dei locali e il controllo degli ingressi | CorriereTv

Beppe Sala si collega durante il videomessaggio ai milanesi dall’Arena Civica, scenario di tanti eventi sportivi importanti. Annuncia che per agosto i lavori saranno terminati e l’Arena sarà restituita ai cittadini

Fase 2 coronavirus a Milano, Sala: “Palestre e piscine aperte da inizio giugno”


A Milano riaprono piscine, palestre, musei e biblioteche: il calendario

articolo: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_maggio_22/a-milano-riaprono-piscine-palestre-musei-biblioteche-calendario-f9d49f8a-9c15-11ea-aab2-c1d41bfb67c5.shtml

Il programma delle riaperture, a Milano, si arricchisce di altri importanti tasselli. Dopo le attività commerciali, nei prossimi giorni, tra l’altro, sarà la volta di musei, biblioteche, palestre e piscine. Si parte martedì 26 maggio, data in cui riapriranno i musei civici, come il museo del Novecento e il Mudec, che si potranno visitare su prenotazione e con gli ingressi contingentati. Per il Castello Sforzesco, invece, ci sarà da aspettare, perché al momento si stanno approfondendo le modalità di climatizzazione dell’aria. Gli ingressi si possono prenotare online a partire da oggi sul sito vivaticket.it e, per i musei con ingresso a pagamento, si dovrà avere acquistato prima il biglietto online.

Il Comune ha deciso un piano di riaperture a scacchiera (ovvero a giorni alterni) che sarà in vigore fino al 21 giugno, con giornate in cui saranno aperti alcuni istituti culturali. Secondo il piano di riaperture a scacchiera deciso dal Comune, il martedì e mercoledì saranno aperti la Galleria di arte moderna, il Museo di storia naturale, l’Acquario Civico, il Museo del Risorgimento; ecc. continua a leggere

  • Palazzo Reale, con le sue mostre, riaprirà invece il 28 maggio, con orario dalle 11 alle 19.30. ecc.
  • La Pinacoteca di Brera ha fissato il 2 giugno (per ora). ecc.
  • Aprono da martedì 26 maggio anche le biblioteche, la Sormani e 8 biblioteche civiche: ecc.
  • Dall’inizio di giugno sarà la volta di palestre e piscine ecc.

Per maggiori dettagli leggere l’articolo completo  – premere il LINK qui sotto –

https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_maggio_22/a-milano-riaprono-piscine-palestre-musei-biblioteche-calendario-f9d49f8a-9c15-11ea-aab2-c1d41bfb67c5.shtml

Tutte le info su orari e servizi al link :  https://milano.biblioteche.it/servizi/fase2/

Visita anche il Sito : https://lamilano.it/cultura/milano-musei-civici-da-oggi-aperte-le-prenotazioni/

San Francisco, grande incendio a Fisherman’s Wharf: distrutta parte del molo simbolo


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/05/23/news/san_francisco_grande_incendio_a_fishermans_wharf_distrutta_parte_del_molo_simbolo-257462458/?ref=RHPPTP-BH-I257382566-C12-P3-S2.4-T1

San Francisco, grande incendio a Fisherman's Wharf: distrutta parte del molo simbolo

San Francisco, 23 maggio 2020 – Un grande incendio sul molo 45 di San Francisco, nel cuore del simbolico Fisherman’s Wharf, ha distrutto oltre un quarto del Pier 45. I pompieri stanno combattendo ancora con le fiamme. Al momento non c’è notizia di feriti, né si sa cosa l’abbia causato.

https://video.repubblica.it/mondo/incendio-a-san-francisco-i-pompieri-lavorano-al-fisherman-s-wharf-per-domare-le-fiamme/360935/361490

L’incendio è iniziato alle 4.17 del mattino ora locale ed è stato contenuto, non dovrebbe quindi esserci rischio che si allarghi ulteriormente. Ma la parte coinvolta è praticamente distrutta, con uno degli edifici che ha ceduto ed è crollato.  continua a leggere

183908494-3e9fb93b-9cf9-4780-817f-07e115289248

Fisherman’s Wharf, il porto dei pescatori italiani

 

Milano, forte nubifragio in serata,


Milano, forte nubifragio in serata, auto costrette a fermarsi in tangenziale Nord

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/05/23/news/milano_forte_nubifragio_in_serata_auto_costrette_a_fermarsi_in_tangenziale_nord-257480097/

Colpite soprattutto le zone tra Varedo, Paderno Dugnano, Nova Milanese

Violento nubifragio questa sera tra Milano e l’hinterland. Strade allagate in Brianza. In tangenziale Nord, nella zona tra Varedo, Paderno Dugnano, Nova Milanese raffiche di vento e acqua scrosciante hanno costretto le auto a fermarsi per la visibilità ridotta quasi a zero. La situazione nella cintura urbana di Milano è per ora tranquilla. Il Comando dei vigili del fuoco del capoluogo è, comunque, pronto per intervenire in caso di una recrudescenza del maltempo. Una decina le richieste dei cittadini

Dall’Italia alla Svezia, il calcio europeo attende i Governi


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2020/05/20/da-italia-a-svezia-calcio-europeo-attende-governi_f678e12d-8654-427d-a012-969e77e92f90.html

Altri 11 campionati pronti a partire su scia della Bundesliga

In mezza Europa il calcio è appeso alle decisioni dei governi. Come in Italia, le leghe di altri 13 Paesi attendono il via libera per ripartire fra la fine di maggio e la metà di giugno, sperando di inserirsi nella scia di chi già gioca, come la Bundesliga tedesca (ripartita nello scorso fine settimana), e gli altri 11 campionati pronti a seguirla, in Repubblica Ceca (al via il 25 maggio), Danimarca (28), Polonia (29), Israele, Lituania e Serbia il 30, Austria il 2 giugno, Portogallo il 4, Turchia il 12, Norvegia 16, Russia il 21. Nella mappa disegnata dalla European Leagues all’inizio della fase 2, quella della convivenza con il coronavirus, spiccano poi quattro macchie rosse, in Belgio, Francia, Olanda e Scozia, dove la stagione è stata chiusa anzitempo.

 Fra i campionati in stand by, alcuni stanno valutando anche altri format: in Romania, se il via dovesse slittare molto in là dal 13 giugno, sarebbero ridotti da due a uno i turni di playoff per la retrocessione; in Finlandia, dove si vuole ripartire il primo luglio per finire a novembre, si annullerebbero playoff e play out se troppe partite dovessero saltare. Playoff e play out sono invece solo un’extrema ratio per l’Italia, che attende il giorno della verità fra una settimana. L’indomani sarà quello della Svizzera, che ha ipotizzato il via per il 18 giugno, con il protocolli per le partite già pronti.continua a leggere

Coronavirus, in Lombardia il rischio di contagio


Coronavirus, in Lombardia il rischio di contagio passa da moderato a basso. Fontana: “Soddisfatto ma non abbassare la guardia”

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/05/22/news/coronavirus_lombardia_rt_contagi_iss-257379567/

I dati dell’Istituto superiore della sanità: l’indice Rt in regione passa da 0,62 a 0,51

Il livello imagesdi rischio in Lombardia passa da moderato a basso: a dirlo è l’ultimo report dell’Istituto superiore della sanità che assegna alla Lombardia un indice Rt (che calcola il numero medio di infezioni secondarie prodotto da un singolo infetto in relazione al contesto epidemiologico) pari a 0,51, in discesa rispetto allo 0,62 dell’ultima rilevazione. Un primo passo avanti verso la tanto auspicata ‘nuova normalità’ e un premio alla volontà dei lombardi, cui va il mio ringraziamento, che hanno rispettato le regole“: così commenta il presidente lombardo Attilio Fontana, che esprime “soddisfazione per il dato diffuso dall’Istituto Superiore di Sanità” ma aggiunge: “Guai però ad abbassare la guardia e a pensare che il virus sia stato sconfitto. Non è così proseguiamo nei comportamenti virtuosi per non vanificare gli sforzi fin qui fatti“. continua  a leggere

Francia, tribunale boccia ricorsi contro stop Ligue 1


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/05/22/news/ligue_1_respinto_ricorso_lione_amiens_e_tolosa-257412846/

Respinte le istanze presentate da Lione, Amiens e Tolosa

A Lione, Amiens e Tolosa resta ora il Consiglio di Stato. Il tribunale amministrativo di Parigi, infatti, ha respinto i ricorsi presentati dai tre club contro la decisione del 30 aprile scorso del Consiglio di Lega che ha sospeso definitivamente la Ligue 1, stabilendo la classifica finale sulla base della media punti ottenuta da ciascuna squadra fino all’interruzione causa coronavirus. Una scelta, quando restavano da giocare ancora dieci giornate, che ha assegnato il titolo al Paris Saint Germain ma che è costata al Lione, settimo, il posto nelle prossime coppe europe e condannato alla retrocessione Amiens e Tolosa, ultime due della classifica. La Lega calcio francese (Lfp) si è detta soddisfatta della sentenza, sebbene il tribunale di Parigi non si sia pronunciato nel merito ma abbia demandato ogni competenza al Consiglio di Stato.

Coronavirus in Svezia, morti e contagi: i numeri per capire se il modello di Stoccolma funziona


articolo: https://www.corriere.it/esteri/20_maggio_22/coronavirus-svezia-morti-contagi-stoccolma-funziona-3204c624-9bed-11ea-aab2-c1d41bfb67c5.shtml?fbclid=IwAR0QLoznvhs9tTfXA9rxA5Nm_hMoKuHVhYobdeLXX4Qj12LpKuCJoHuahZQ

Il modello svedese di contrasto all’epidemia si basa sulla mitigazione dolce e non ha previsto alcun lockdown. Ma funziona? Ecco cosa dicono i numeri

Ma, insomma, funziona o no il “modello svedese”, senza lockdown? La domanda, a quanto pare, continua ad appassionare. Proviamo a rispondere in base ai numeri (quanto ai presupposti, resta imprescindibile il pezzo che Sandro Modeo ha scritto per il Corriere). Premessa: visto che la pandemia non ha colpito, almeno finora, tutte le zone del mondo con la stessa virulenza, ci sembra sensato paragonare, per omogeneità, il caso svedese con quello degli altri Paesi nordici (Danimarca, Norvegia, Finlandia).

Perciò, ecco i dati di partenza da tenere a mente: la Svezia ha una popolazione di poco più di 10,2 milioni di abitanti e una densità di 23 abitanti per chilometro quadrato; la Danimarca 5,8 milioni (densità 136); la Norvegia 5,4 milioni (14) e la Finlandia 5,5 milioni (densità 16).

I morti: il confronto tra Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia – Primo elemento: i decessi. Stando al database della Johns Hopkins University, al 21 maggio la Svezia ha avuto 3.871 morti, contro i 561 della Danimarca, i 306 della Finlandia e i 235 della Norvegia. Detto in altri termini, con un terzo in meno di abitanti (10,2 milioni contro i 16,7 complessivi degli altri tre Paesi), la Svezia ha avuto tre volte e mezzo più morti. E quasi sette volte (il 690% in più, se preferite) rispetto alla Danimarca, che pure ha una densità sei volte maggiore (cosa che rende molto più complicati il distanziamento fisico e il contenimento dell’epidemia). Vero è che, anche in Svezia, come in altri Paesi, molti decessi sono avvenuti nelle case di riposo, per motivi quindi solo in parte legati al mancato lockdown.

Il numero (piuttosto scarso) di tamponi – Secondo elemento: i tamponi. In base ai numeri di Our World in Data, ripresi dal Corriere, la Svezia ha effettuato il minor numero di tamponi, per mille abitanti, fra i Paesi nordici: 20,78. Poco sotto la Finlandia (27,42) ma molto distante dalla Norvegia (40,58) e dalla Danimarca (69,44, seconda nel mondo solo all’Islanda, che ne ha effettuati 167,46 ogni mille abitanti; l’Italia è quinta con 51,35).  continua a leggere

È morto Gigi Simoni, uno dei volti gentili del calcio italiano


internazionale_corpo

Luigi Simoni, detto Gigi (Crevalcore, 22 gennaio 1939 – Pisa, 22 maggio 2020), è stato un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/05/22/news/e_morto_gigi_simoni-257358895/

gigi-simoni-1

Lutto nel mondo del calcio: è morto Gigi Simoni. L’ex allenatore dell’Inter aveva 81 anni.

Come giocatore ha militato nel Torino, Brescia e Genoa principalmente, ma come tecnico ha guidato molte squadre italiane. Con l’Inter di Ronaldo vinse la coppa Uefa nel 1998.

L’allenatore aveva accusato un malore il 22 giugno 2019.

Simoni scompare proprio nel giorno del decennale della vittoria interista del Triplete, quel 22 maggio che aveva consacrato il suo operato con l’Inter un decennio prima.

Il cordoglio di FC Internazionale Milano per la scomparsa di Gigi Simoni

IL CORDOGLIO DI FC INTERNAZIONALE MILANO PER LA SCOMPARSA DI GIGI SIMONI

https://www.inter.it/it/news/2020/05/22/ricordo-inter-gigi-simoni.html

L’ex allenatore nerazzurro ci lascia all’età di 81 anni: alla sua famiglia e ai suoi cari va l’abbraccio del Club e di tutti gli interisti

Ci ha lasciati oggi, 22 maggio. Una data non casuale, la data più interista di tutte.

Di Gigi Simoni ricordiamo e ci mancherà tutto. Il suo essere signore, innanzitutto. Un modo di vivere, la vita e il calcio, mai sopra le righe. Anche il suo calcio era così: umile ma funzionale, capace di far fruttare al meglio ciò che aveva a disposizione.

Sulla panchina nerazzurra arrivò nel 1997, assieme al Fenomeno, Ronaldo. Un binomio, quello Simoni-Ronaldo, che resterà per sempre nel cuore di tutti, non solo degli interisti. Un rapporto paterno, la benevolenza nei confronti di un calciatore speciale. “Ho imparato più io da lui che lui da me, in quella stagione”, amava raccontare Simoni. Una frase che spiega tanto, della persona che è stata.

Ha incarnato l’interismo più genuino. Il 6 maggio 1998 disegnò il suo capolavoro da allenatore. Imbrigliò una grande Lazio e non le diede scampo. Al Parco dei Principi Zamorano, Zanetti e Ronaldo regalarono all’Inter la terza Coppa Uefa in una notte dolcissima e magica.

Il mondo del calcio perde un bravo allenatore e una persona meravigliosa. Nella sua carriera da calciatore vinse una Coppa Italia con il Napoli e la Serie B con il Genoa. In panchina alzò, oltre alla Coppa Uefa con l’Inter, la Coppa Anglo-Italiana con la Cremonese e conquistò cinque campionati di Serie B (tre con il Genoa, due con il Pisa). Nel 1998 ricevette la Panchina d’Oro come miglior allenatore italiano. Un riconoscimento doveroso.

Noi lo ricordiamo così, coi suoi capelli bianchi, sulla nostra panchina, mentre con un sorriso si godeva le magie di Ronaldo, circondato dall’orgoglio e dall’affetto dei tifosi dell’Inter.

Ciao Gigi, ci mancherai.

Il cordoglio di FC Internazionale Milano per la scomparsa di Gigi Simoni

 

Intervista a Gigi Simoni: “Con l’Inter ho toccato il cielo con un dito e uno scudetto (quasi) vinto”

Calciatore, allenatore e infine dirigente, Gigi Simoni è tutt’ora uno dei personaggi più amati nel mondo del calcio. In occasione dell’uscita della sua biografia “Simoni si nasce. Tre vite per il calcio”, l’ex tecnico di Genoa, Torino, Napoli e Inter ha raccontato i suoi 60 anni di calcio ai microfoni di Fanpage.it

Juventus – Inter 26 aprile 1998

„Ed è proprio quello l’anno, 1997-1998, del famoso contatto tra Iuliano e Ronalo in un Juve-Inter poi vinto dai bianconeri: Simoni – solitamente pacato e calmo – protestò in maniera veemente contro l’arbitro Ceccarini, secondo lui colpevole di non aver fischiato il rigore, che fu espulso.

Lo stadio di San Siro può essere abbattuto….


Lo stadio di San Siro può essere abbattuto, via libera dalla Soprintendenza: “Non ha interesse culturale”

maxresdefault

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/05/21/news/san_siro_stadio_milan_inter-257255029/

Secondo i tecnici del ministero, il manufatto degli anni Venti e Trenta è “del tutto residuale” rispetto ai successivi ampliamenti degli anni Cinquanta e Novanta che avendo meno di 70 anni non hanno vincoli di tutela

MILANO – Se fosse per la Soprintendenza ai beni culturali, San Siro potrebbe anche essere abbattuto. Lo stadio non presenta alcuninteresse culturale“. Lo ha stabilito la Commissione regionale per il patrimonio culturale della Lombardia, rispondendo a una richiesta che – nel novembre scorso – era stata presentata dalla giunta guidata dal sindaco Beppe Sala.

La giunta voleva sapere se il Meazza avesse qualche valore architettonico, prima di dare il via libera al progetto presentato da Inter e Milan. Progetto che ne prevede, di fatto, l’abbattimento per realizzare un nuovo impianto sempre nel quartiere San Siro, a poche centinaia di metri. A suo tempo, la giunta sperava anche di trovare un sostegno all’idea del sindaco Sala che si era sempre dichiarato a favore della ristrutturazione del San Siro “storico”.

Una sponda che non è arrivata. Il Meazza non deve essere tutelato – si legge nel provvedimento appena arrivato in Comune – perché “trattasi, allo stato attuale, di un manufatto architettonico in cui le persistenza dello stadio originario del 1925-’26 e dell’ampliamento del 1937-’39 risultano del tutto residuali rispetto ai successivi interventi di adeguamento realizzati nella seconda metà del Novecento e pertanto non sottoposti alle disposizioni” di tutela del patrimonio “perché non risalenti a oltre 70 anni“.   continua  a leggere

20 maggio 1970 – 50 anni fa viene approvato lo statuto dei lavoratori


artiolo: https://www.facebook.com/photo/?fbid=10158279272242530&set=a.284654007529

Il 20 maggio del 1970, al termine di una stagione di mobilitazioni sindacali e riforme politiche, in un’Italia ancora scossa dal cosiddetto “Autunno caldo”, viene approvata la legge n. 300 dal titolo “Norme sulla tutela e dignità dei lavoratori, della libertà sindacale nei luoghi di lavoro e norme sul collocamento”. Il provvedimento passato alla storia come “Statuto dei Lavoratori” fu realizzato grazie all’intenso lavoro di uno staff di giuslavoristi, sindacalisti e altri esperti guidati da Gino Giugni. Alla base vi era il desiderio di ridisegnare l’attività lavorativa su un nuovo rapporto tra dipendente e datore, basato non più sulla subordinazione, ma sulla collaborazione, con il riconoscimento di tutele prima di allora inesistenti (nella foto Ansa, una manifestazione a favore dello Statuto dei lavoratori negli anni Settanta). 

LEGGE 20 maggio 1970, n. 300  premeri il Link qui sotto:

https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=1970-05-27&atto.codiceRedazionale=070U0300&elenco30giorni=false

UFFICIALE: SHAD GASPARD È MORTO, RITROVATO IL CORPO


shad-gaspard-84

Shad Gaspard (New York, 13 gennaio 1981 – Venice Beach, 17 maggio 2020) è stato un wrestler statunitense. Gaspard è noto per i suoi trascorsi nella World Wrestling Entertainment con il nome Shad Gaspard. Assieme a JTG formava il tag team Cryme Time.

articolo: https://zonawrestling.net/ufficiale-shad-gaspard-e-morto-ritrovato-il-corpo/

MV5BNDhkODQwM2ItYzQyZS00ZDBhLWJjMjQtYTYzMDk3OGM3YTYwXkEyXkFqcGdeQXVyMjQwMDg0Ng@@._V1_SY1000_SX800_AL_

 

 

Il coroner della contea di Los Angeles ha confermato che il copro trovato questa mattina a Venice Beach è quello dell’ex star WWE Shad Gaspard, era scomparso a inizio settimana travolto da un’onda anomala mentre stava nuotando con il figlio.

Traduzione :Breaking: @LACoLifeguards confermano che il corpo trovato lavato su Venice Beach questa mattina corrisponde a quello della star della WWE Shad Gaspard, scomparsa domenica pomeriggio. @CBSLA

WWE Superstars. Goldust vs Shad Gaspard