Archivi del giorno: 14 maggio 2020

Ferrari, è ufficiale la firma di Carlos Sainz.


5926b30a4fd409aa7b5f8d7e58262caafaafbb290850c

Carlos Sainz Cenamor (Madrid, 12 aprile 1962) è un pilota di rally spagnolo, due volte Campione del Mondo nel 1990 e nel 1992, vincitore di tre edizioni del Rally Dakar (nel 2010, 2018 e 2020) e padre di Carlos Sainz

Ferrari, è ufficiale la firma di Carlos Sainz. “Sono felice ed entusiasta”

articolo: https://www.gazzetta.it/Formula-1/14-05-2020/ferrari-ufficiale-firma-carlos-sainz-fara-coppia-leclerc-2021-370966561702.shtml

Il Cavallino ha comunicato l’ingaggio dello spagnolo che prenderà il posto di Vettel dalla prossima stagione. Accordo biennale

E’ arrivata l’ufficialità: Carlos Sainz è un nuovo pilota della Ferrari. Lo spagnolo sostituirà Sebastian Vettel a partire dalla 2021 e correrà al fianco di Charles Leclerc anche nel 2022.

Traduzione: Sono molto felice che guiderò per la Scuderia Ferrari nel 2021 e sono entusiasta del mio futuro con la squadra. Ho ancora un anno importante da fare con la McLaren Racing e non vedo davvero l’ora di tornare a correre con loro in questa stagione.

“FELICE DELL’OPPORTUNITÀ” – Queste le prime parole da ferrarista del 25enne di Madrid: “Sono molto felice di avere l’opportunità di correre per la Scuderia Ferrari dal 2021 in avanti e sono entusiasta pensando al mio futuro con questa squadra – ha detto in una nota del Cavallino – ho comunque ancora un anno importante da trascorrere con McLaren Racing e non vedo l’ora di tornare a gareggiare in questa stagione”.  continua a leggere

Ferrari Sign Carlos Sainz jr for the F1 2021 Season

F1/E Reviews

32.000 iscrittiISCRIVITI

Two days after it was announced Sebastian Vettel would be leaving Ferrari at the end of 2020, the Italian team have confirmed Carlos Sainz as Charles Leclerc’s new team mate from 2021 onwards. Sainz, 25, will join the Italian squad on a two-year deal after two seasons at McLaren, creating the youngest driver pairing in Ferrari’s recent history in the process.
Subscribe for more F1 and FE goodness👍: https://www.youtube.com/channel/UCviJ…
Share this video with a friend 🎥 :  https://youtu.be/77NhA4NjF7E
Extra Goodies 🏎️ :
Twitter 📱 – @F1Reviews_YT
Traduzione: Due giorni dopo l’annuncio, Sebastian Vettel avrebbe lasciato la Ferrari alla fine del 2020, il team italiano ha confermato Carlos Sainz come nuovo compagno di squadra di Charles Leclerc dal 2021 in poi. Sainz, 25 anni, entrerà a far parte della squadra italiana con un accordo di due anni dopo due stagioni alla McLaren, creando così il più giovane abbinamento di piloti della storia recente della Ferrari. Iscriviti per più bontà di F1 e FE

Lazio, gli allenamenti: nel campo nascosto da un telo si gioca pure la partitella proibita


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_maggio_14/lazio-campo-nascosto-un-telo-si-gioca-pure-partitella-proibita-cc525890-9549-11ea-b53d-888d5c72a186.shtml?fbclid=IwAR1DhzSQ6f5BN7yDfp927FfGDBaaeU8TWGKdWSkNRFtm2Qw4RKidbIvCfiw&fbclid=IwAR1axNI5BCpzik3owyNGOj3msNmfk2J_qDNvcu9imn3tBy3NOUPpDTVlNSw

I biancocelesti si portano avanti con un tipo di allenamento che sarà consentito solo dal 18 maggio. Minisfide 3 contro 3 e valgono solo i gol segnati «di prima»

lazio-allenamento-500x281La partitella è tra verdi e blu, tre contro tre. Ce n’è una per ogni turno di allenamento: al mattino, al pomeriggio. I calciatori della Lazio le giocano nel piccolo stadio dedicato a Mirko Fersini, il ragazzo della Primavera che otto anni fa ha perso la vita in un incidente con la moto; il minicampo è disegnato vicino alla linea laterale, proprio a ridosso di via della Selvotta, la strada di campagna che costeggia il centro sportivo del club biancoceleste. Siamo poco fuori Formello, a una ventina di chilometri da Roma.

Sono le undici e venti quando Simone Inzaghi, con il volto coperto dalla mascherina, dà il via alla parte più intensa dell’allenamento. In precedenza i sei giocatori del turno del mattino hanno fatto stretching, a distanza di sicurezza uno dall’altro; poi si sono confrontati in una sfida che premia chi colpisce di più la traversa (ha vinto Marusic). Quindi, la partitella, vietata dalle norme attuali. Ma utile a far aumentare i ritmi del lavoro: sono periodi brevi (quattro o cinque minuti l’uno) con regole sempre differenti. Si finisce, dice l’allenatore, con un «tre tocchi e gol di prima». Da qualche giorno, per cercare di proteggere l’attività da sguardi indiscreti, è stata aggiunta un’ulteriore rete verde a protezione del campo Fersini, ma serve fino a un certo punto: tra le piante, agli osservatori è tutto evidente. continua a leggere

A Milano inchiesta su affidamento test sierologici


articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2020/05/12/a-milano-inchiesta-su-affidamento-test-sierologici_2163c59a-5ed7-451b-bb27-96baebfc296c.html

Aperto fascicolo dopo esposto contro incarico Regione a Diasorin

La Procura di Milano ha aperto un fascicolo conoscitivo sulla scelta di Regione Lombardia di incaricare con affidamento diretto la multinazionale Diasorin per la sperimentazione dei test sierologici, portata avanti in collaborazione col Policlinico San Matteo di Pavia. Lo ha appreso l’ANSA. Il fascicolo è stato aperto dal procuratore aggiunto Maurizio Romanelli e dal pm Stefano Civardi ed è scaturito dall’esposto di un’impresa concorrente, la TechnoGenetics.
I test sierologici, ossia quelli che rilevano la presenza di anticorpi dopo infezione da Covid, sono iniziati in Lombardia il 23 aprile scorso. Sono stati sviluppati dal Policlinico San Matteo di Pavia e dalla multinazionale Diasorin.
La TechnoGenetics, azienda di Lodi, ha presentato, però, nei giorni scorsi un esposto in Procura (tra l’altro, anche un ricorso al Tar, con udienza fissata per domani) contro l’affidamento diretto da parte della Regione alla Diasorin, società di Saluggia (Vercelli), per la sperimentazione dei test.
Nell’esposto si contesta la legittimità dell’accordo esclusivo del 26 marzo tra Regione, Diasorin e ospedale sul progetto sviluppato dalla stessa società piemontese.
A seguito dell’esposto della società concorrente, la TechnoGenetics, la Procura ha aperto un fascicolo conoscitivo con delega per le indagini al Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf. 

Ian Anderson: “Ho un problema ai polmoni, ho i giorni contati”


La rivelazione del frontman inglese dei Jethro Tull a Dan Rather, nel corso di un’intervista televisiva in America: “Credo che la colpa sia stata del fumo di scena che ho respirato per 50 anni”

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/people/2020/05/13/news/ian_anderson_ho_un_problema_ai_polmoni_ho_i_giorni_contati_-256540632/

3e38da56-4ab2-11e6-8c21-6254c90f07ee_ori_crop_MASTER__0x0

Ian Anderson, il frontman dei Jethro Tull, è malato. Si tratta di un problema polmonare per il quale dice di avere “i giorni contati”. Il musicista inglese, 73 anni, lo ha rivelato nel corso di un’intervista con Dan Rather per la sua trasmissione The Big Interview sulla rete tv americana AXS.
Ian Anderson ha parlato di una “sindrome cronica ostruttiva polmonare” che gli sarebbe stata provocata dalla continua esposizione ai fumi di scena durante i concerti con la band o nella sua attività solista. “Le dirò qualcosa che non ho ancora mai detto a nessuno in pubblico” ha esordito Anderson, “soffro di un male incurabile ai polmoni che mi è stato diagnosticato due anni fa”.  continua a leggere

Ian Anderson flute solo 1976

Jethro Tull: Bourée

Bergomi: “Ho avuto il virus, sono stato male più di 20 giorni”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/05/12/news/coronavirus_bergomi_rivela_contagiato_anche_io_sono_stato_male_piu_di_20_giorni_-256387665/

L’ex difensore dell’Inter e della Nazionale ha superato la malattia: “Ho avuto problemi all’olfatto e dolori alla schiena, non ai polmoni. Ora mi sento bene e ho ripreso a correre. Adesso ho gli anticorpi, ma mi hanno spiegato che non proteggono al 100% perché il virus muta”

images

MILANO – Anche Giuseppe Bergomi, ex difensore dell’Inter e della Nazionale, è stato contagiato dal coronavirus, riuscendo comunque a superare la malattia. Lo ha rivelato lo stesso campione del mondo con l’Italia di Bearzot a ‘Spagna 1982’. “Ho fatto un test sierologico che ha detto che sono positivo all’Icg e negativo all’Igm – ha raccontato l’opinionista di Sky in una diretta Instagram con il conduttore Ciccio Valenti -. A inizio marzo sono stato male, ho avuto problemi all’olfatto e alla schiena, non ho avuto problemi ai polmoni. Adesso la fortuna vuole che ho gli anticorpi, ma mi hanno spiegato che non proteggono al 100% perché il virus muta. Ma se dovessi prenderlo, lo prenderei in forma leggera”.

“Sono stato male venti giorni, ora alla grande” – Bergomi descrive quello che ha passato, non senza preoccupazioni legate al Covid-19. “Non ho avuto paura, ma avevo sempre freddo, mi sono fatto portare due stufette. Pensavo fosse un’influenza, invece poi sono risultato positivo…... continua a leggere

Serie A, la Lega Calcio vuole ripartire il 13 giugno (virus permettendo)


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_maggio_13/serie-a-ripartenza-13-giugno-proposta-lega-calcio-aff3ffc0-9524-11ea-b53d-888d5c72a186.shtml?fbclid=IwAR2A7bRNgz4xKgQg_3mbtznJg_F5VOgW_zBl6XYNdOCYvYPQYTLvSSQP784

La data alternativa è quella della settimana successiva. Il 18 maggio prevista la ripresa degli allenamenti collettivi, via libera da parte di Spadafora

downloadProve tecniche di ripartenza. Ma non è facile fra le preoccupazioni dei presidenti infuriati con Sky per il mancato versamento dell’ultima rata dei diritti tv, i timori dei medici a cui viene addossata la responsabilità di un eventuale positivo, la contrarietà dei giocatori a ritiri troppo lunghi e ora i dubbi di molti club che hanno bisogno di un hotel in esclusiva per ricreare la bolla sterile in cui mettere al sicuro la squadra. Parecchie società, a cominciare dall’Inter, sono preoccupate per la logistica e per l’organizzazione. Ma nonostante tutto il calcio prova a rinascere. «Ho ricevuto una lettera del presidente federale Gravina, in cui ha reso noto che la Figc ha accolto tutte le osservazioni del Comitato tecnico scientifico, riadattando il protocollo e quindi consentendo senza altre difficoltà di riprendere gli allenamenti dal 18 maggio» il via libera del ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Negli stessi minuti le 20 società collegate in video-conferenza per l’assemblea di A, oltre a nominare il dottor Nanni del Bologna rappresentante per la commissione scientifica della Figc, hanno approvato con 15 voti su 20 la data in cui riaccendere i motori: il 13 giugno, in linea con Premier League e Liga, gli altri grandi campionati d’Europa. In questo modo ci sarebbe spazio per finire la Coppa Italia (22 luglio la finale). Cinque club (Napoli, Torino, Sassuolo, Udinese e Sampdoria), invece, al fine di contare su una settimana supplementare di allenamenti e consci dei rischi a cui si espongono gli atleti dopo due mesi di inattività, con senso di responsabilità avevano puntato sul 20 giugno.   continua a leggere

Fase 2, da lunedì spostamenti liberi in regione.


Fase 2, da lunedì spostamenti liberi in regione. Consentito incontrare gli amici ma niente riunioni in casa

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/05/13/news/spostamenti_liberi_da_lunedi_in_regione_possibile_deroga_per_andare_a_trovare_i_familiari_in_un_altro_territorio-256517498/?ref=RHPPLF-BH-I256521061-C8-P4-S2.5-T1

Autocertificazione solo per superare i confini regionali. Sì alle seconde case, possibile deroga per incontrare i congiunti se in una regione confinante con indice di contagio simile

Se i dati del primo monitoraggio di domani saranno confortanti, da lunedì oltre alla riapertura di quasi tutte le attività commerciali riacquisteremo anche buona parte delle nostre libertà personali.

  • Innanzitutto non occorrerà più giustificare perché si è per strada. E dunque non sarà più necessario portarsi dietro il modulo di autocertificazione se non per gli spostamenti che resteranno ancora vietati, e cioè quelli tra le regioni. Anche se potrebbe essere data una deroga per andare a far visita ai propri congiunti in un’altra regione limitrofa e con tassi di contagiosità simile. Per tutti gli altri spostamenti in città e in regione, dunque, non bisognerà più giustificare nulla. E sarà anche consentito andare nelle seconde case.
  • E dunque si potranno incontrare non solo più i congiunti ma anche gli amici e naturalmente chiunque altro. Sempre con obbligo di mascherina e distanziamento. Restano ovviamente vietati gli assembramenti e le riunioni, nei locali pubblici ma anche nelle case private. Impossibile dare un numero di riferimento delle persone con cui ci si potrà incontrare. Il governo fa appello alla responsabilità dei cittadini e soprattutto dei ragazzi.
  • Resta ferma all’1 giugno la data più probabile per liberalizzare gli spostamenti tra Regioni. Da qui alla fine di maggio si potrà fare solo per lavoro, salute, urgenza o appunto per incontrare i congiunti