Archivi del giorno: 9 maggio 2020

È morto Little Richard, principe trasgressivo del rock’n’roll


articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/05/09/news/morto_little_richard-256164234/?ref=RHPPTP-BS-I256163925-C12-P3-S1.12-T1

Aveva 87 anni. Travolgente, omosessuale, clownesco, esplosivo, nell’America degli anni Cinquanta incarnava l’anima più ribelle e meno addolcita. Tra le sue canzoni passate alla storia ‘Tutti Frutti’, ‘Long Tall Sally’, ‘Lucille’, ‘Good Golly Miss Molly’

Elvis è stato senza dubbio il “re del rock’n’roll”, ma nella famiglia reale della grande rivoluzione americana degli anni Cinquanta, il principe trasgressivo, quello che fece saltare in aria il banco delle buone maniere e delle sane abitudini, fu lui, Richard Wayne Penniman, meglio noto come Little Richard, scomparso oggi all’età di 87 anni. Fu il primo dei grandi padri del rock’n’roll a trasformare l’eccesso in una forma d’arte: travolgente, omosessuale, clownesco, esplosivo, Little Richard incarnava l’anima più ribelle e meno addolcita del rock’n’roll, il suo stile sguaiato e urlante, i suoi testi deliberatamente nonsense, scardivanano tutte le regole di comunicazione che la musica aveva vissuto fino ad allora, i suoi live show, narcisisti e grandiosi, non temevano il confronto con nessuno se non con quelli di Jerry Lee Lewis.  continua a leggere

Little Richard – Tutti Frutti

Little Richard – “Lucille” (2002)

Silvia Romano è stata liberata dopo un anno e mezzo di prigionia


images

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/05/09/news/silvia_romano_e_stata_liberata-256171497/

Silvia Romano è stata liberata. Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte su Twitter: “Ringrazio le donne e gli uomini dei servizi di intelligence esterna. Silvia, ti aspettiamo in Italia”

La giovane cooperante milanese è stata rapita a novembre 2018 nel villaggio di Chakama, a 80 chilometri da Malindi, mentre lavorava per la onlus ‘Africa Milele’.

Silvia Romano, Sala: “Sono felicissimo, ti aspettiamo”

 

 

Calcio: i Campionati sono pronti a ripartire?


SPAGNA: Coronavirus, sei positivi in Spagna dopo i primi test

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/05/08/news/coronavirus_spagna_cinque_positivi_dopo_i_primi_test_aguirre_liga_riparte_il_20_giugno_-256035799/

In corso i test alle squadre delle prime due serie: previsti una trentina di contagi sui 2000 controlli realizzati. Positivo Renan Lodi dell’Atletico. Il tecnico del Leganes Aguirre: “Si riparte il 20 giugno”. La Lega: “Nessuna data confermata, la decisione spetta al governo”

MADRID (Spagna) – Sei casi di positività al Covid 19 tra i giocatori dei club spagnoli di Serie A e B che si stanno sottoponendo ai controlli. E’ questo il dato al momento, in attesa che arrivino gli esiti di tutti i test effettuati nella giornata di giovedì: lo rende noto Rac1, spiegando che tre positivi arrivano dalla Liga (20 club) e gli altri due da una squadra di Seconda Divisione (22 le società che la compongono). La stessa emittente, che ha avuto accesso a fonti del club, ha dato la notizia che nessun calciatore e membro dello staff tecnico del Barcellona è risultato positivo al coronavirus dopo i tamponi e i test sierologici a cui tutti sono stati sottoposti.  Un positivo invece nell’Atletico Madrid: si tratta di Renan Lodi, terzino sinistro brasiliano, la cui positività è stata rivelata da “Globoesporte” ma non ancora confermata ufficialmente dai colchoneros.

Secondo quanto riporta il quotidiano sportivo ‘As’, una stima della Lega iberica prevede che, sui 2.000 test realizzati, saranno circa una trentina i positivi. Il protocollo del calcio spagnolo dispone che i giocatori vengano sottoposti a quattro controlli nei prossimi 30 giorni.  continua  a leggere


ITALIA: Il calcio conta i positivi, ripartenza in salita. Polemiche sui tamponi

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/05/08/news/calcio_conta_giocatori_positivi_ripartenza_in_salita_caso_tamponi-25604810

La serie A prova a rimettersi in moto ma i diversi casi di coronavirus in più squadre (Torino, Sampdoria, Fiorentina) non aiutano. Scaroni: “Al Milan contagiati in via di guarigione”

ROMA – In due giorni: un positivo al Torino, sei alla Fiorentina, quattro alla Sampdoria. E uno di questi, asintomatico, ha un parente infermiere… Altri tre casi di positività (due italiani, uno straniero) di una importante squadra di serie A sono in arrivo. Paolo Scaroni, presidente del Milan, ha spiegato: “Al Milan abbiamo qualche giocatore contagiato in via di guarigione ma Maldini, sia il padre che il figlio, ora stanno bene. Milanello è aperto e noi abbiamo già ripreso ad allenarci, mantenendo le distanze. Ci stiamo incamminando verso la ripartenza”. All’Inter nessun negativo, la squadra di Conte torna ad allearsi. Altre società stanno ancora facendo i test ai loro giocatori.

L’alto numero di positivi comunque è il risultato dei tanti tamponi. Se ne è parlato anche ieri durante l’incontro (interlocutorio) fra Figc e Cts, comitato tecnico scientifico. Quando il professor Zeppilli, che guida la commissione voluta da Gravina, ha fatto notare che le società di serie A stanno già facendo un sacco di tamponi, e fra queste anche l’Atalanta, qualcuno degli scienziati ha storto il naso. Sì, perché appunto se non hai una azienda privata che te li fa (ce n’è una che ne garantisce 5000 al giorno, a pagamento ovviamente), per il comune mortale, soprattutto se asintomatico, sono ancora problemi seri. Ma il calcio, si sa, ha le sue risorse. Ed è normale che adesso vengano fuori tutti questi positivi perché si stanno facendo tanti esami, lo stesso succederebbe se si facessero ad un largo campione di popolazione.  continua a leggere


Inghilterra: Premier, nuovo slittamento a fine giugno: attesa per le parole di Boris Johnson

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/05/08/news/coronavirus_slitta_decisione_sulla_premier_johnson_parlera_domenica-256068149/

Il 10 maggio il premier inglese farà il punto della situazione anche sul calcio. Resta probabile la ripresa del campionato, ma nell’ultimo weekend di giugno e non più il 12

LONDRA – Sarà domenica 10 maggio la giornata cruciale per il futuro della Premier League. Intorno alle 20 il premier Boris Johnson parlerà infatti al paese e, tra i punti in agenda, ci sarà anche quello della ripresa del calcio inglese, che al momento resta molto probabile.

In campo a fine giugno – E’ interesse dei club, Liverpool in primis (può festeggiare il titolo dopo 30 anni), portare al termine la stagione. In queste settimane si è parlato molto di campi neutri e, addirittura, di traslocare in Australia per giocare le 92 partite rimanenti, ma alla fine dovrebbe prevalere la linea degli impianti tradizionali, ovviamente a porte chiuse. Secondo il “Daily Mail’, il progetto del governo, diviso in 5 fasi, dovrebbe vedere la ripartenza del campionato nell’ultimo weekend di giugno.

Non più quindi il 12, quella che sembrava la data del ritorno in campo dei vari Aguero, Salah e soci. “Se riusciamo a elaborare un piano in grado di funzionare, vorrei che potessimo andare avanti perché penso che sarebbe positivo per la nazione e per il calcio nel suo insieme”, ha detto Oliver Dowden, Segretario di Stato britannico per il digitale, la cultura, i media e lo sport. “Spero davvero di poterlo mettere in atto, ma la sicurezza pubblica deve sempre essere una priorità – ha aggiunto -, ed è solo allora che saremo certi di poter avviare un processo di recupero”.  continua a leggere


Germania: la Bundesliga riparte il 16 maggio, si inizia con Dortmund-Schalke

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/05/07/news/germania_la_bundesliga_riparte_il_16_maggio_si_inizia_con_dortmund-schalke-255946648/

l presidente della Lega tedesca ha ufficializzato la ripresa del campionato, dopo l’ok della cancelliera Merkel. Il calendario riserva subito il derby della Ruhr

BERLINO – La Bundesliga non ha perso tempo: la ripartenza è fissata per sabato 16 maggio. Dopo l’ok alla ripresa della stagione agonistica arrivato ieri dalla cancelliera Angela Merkel, a dare l’ufficialità è il presidente della Lega tedesca, che però invita tutti al pieno rispetto delle regole: “L’allentamento delle misure restrittive non deve significare che il coronavirus non venga più preso seriamente – ha affermato Christian Seifert – Serve massima disciplina e grande responsabilità personale di ciascuno”.

Chiusura entro il 30 giugno – I club sono dunque chiamati ad accelerare la fase di preparazione per portare a termine non solo il campionato, del quale restano ancora nove giornate da disputare, ma anche semifinali e finale di Coppa di Germania. Alcune squadre avrebbero preferito avere a disposizione qualche giorno in più per proseguire gli allenamenti, in vista del tour de force che le attende, ma la volontà dei vertici del calcio tedesco è chiudere la stagione entro il 30 giugno.  continua a leggere


Cori registrati, mascherine e mezzo mondo collegato: in Corea del Sud il calcio è ripartito

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/05/08/news/ripartito_il_calcio_in_corea_del_sud_tra_spalti_vuoti_e_cori_registrati-256071176/

La K-League primo campionato al mondo a disputarsi dopo lo stop per il coronavirus. La sete di calcio ha fatto si che la gara d’esordio tra Jeonbuk Motors e il Suwon Bluewings venisse vista in gran parte del globo

Cori registrati, mascherine e mezzo mondo collegato: in Corea del Sud il calcio è ripartito

SEUL (Corea del Sud) – Il calcio è ripartito. Lo ha fatto in Corea del Sud dove oggi è stata ufficialmente inaugurata la K-League, la serie A coreana. La rete del 41enne, ex Middlesbrough, Lee Dong-Gook, è già nella storia. Il gol con cui il Jeonbuk Motors, campione in carica, ha battuto il Suwon Bluewings per 1-0 è, infatti, ricco di significato. È lo sport che vuole andare avanti, la vita che rinasce dopo il lockdown dovuto alla pandemia del coronavirus. Lo stesso giocatore ha voluto ringraziare i medici nella propria esultanza con il linguaggio dei segni, mostrando con le mani il segno del “rispetto”. continua a leggere

Cori registrati, mascherine e mezzo mondo collegato: in Corea del Sud il calcio è ripartito