Archivi del giorno: 29 aprile 2020

Juventus, Dybala ancora positivo al coronavirus


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2020/04/29/news/juventus_dybala_ancora_positivo_al_coronavirus-255164600/?ref=RHPPLF-BS-I254834882-C8-P13-S2.5-T1

Secondo il media spagnolo El Chiringuito de Jugones l’argentino sarebbe risultato positivo anche al quarto tampone

Ancora asintomatico, ancora positivo, ancora in quarantena. La lotta di Paulo Dybala contro il Covid 19 è una sfida ancora lunga, lontana dall’essere vinta: il calciatore argentino della Juventus, secondo il media spagnolo El Chiringuito de Jugones, sarebbe risultato positivo anche al quarto tampone per individuare il coronavirus.

Positivo dallo scorso 21 marzo, Dybala è attualmente relegato nella sua abitazione nel centro di Torino in compagnia della fidanzata Oriana Sabatini. Un percorso di guarigione complicato per il calciatore argentino, che a dispetto del buon umore, mai abbandonato in questo mese e più, ha vissuto momenti difficili, accusando qualche sintomo nella prima fase del suo isolamento nonostante il fisico allenato e resistente sia dal punto di vista muscolare e atletico che cardiocircolatorio.

SPAGNA: Coronavirus, quattro mosse per tornare in campo: la Liga può riprendere a metà giugno


la-liga-19-20-kits

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/04/28/news/coronavirus_la_spagna_pronta_a_ripartire_la_liga_puo_riprendere_a_meta_giugno-255139194/

Il premier Sanchez dà l’ok alla ripresa degli allenamenti: individuali dal 4 maggio, in piccoli gruppi dal 18 e infine collettivi, con le squadre in ritiro per evitare contatti. Il 5 o il 12 giugno il nuovo via al campionato, rigorosamente a porte chiuse

Madrid, 28 aprile 2020 – Mentre la Francia chiude i campionati e l’Italia aspetta di ripartire, la Spagna programma la “fase 2” del calcio. Il premier Pedro Sanchez ha infatti ufficializzato la possibilità di far riprendere gli allenamenti in gruppi dal 18 maggio, con la Liga che potrà riaprire i battenti nel mese di giugno. Secondo quanto riportato dal sito del quotidiano spagnolo “As”, il protocollo previsto dal Consiglio Superiore dello Sport e inviato al ministero della Salute ha convinto il governo: il 4 maggio i giocatori faranno ritorno nei centri sportivi per procedere con gli allenamenti individuali e i test medici di rito, quindi il 18 maggio via a sedute in piccoli gruppi di almeno sei giocatori.

Soltanto dall’1 giugno spazio agli allenamenti collettivi a pieno organico – ma l’Assocalciatori spagnola non si è ancora pronunciata – e squadre in ritiro per evitare contatti esterni. Due date sul tavolo per la ripresa del campionato: 5 o 12 giugno, con la seconda favorita. Ovviamente, la corsa per il titolo riprenderà il via a porte chiuse.

Lorena, Alessandra, Gina, Irina, Irma, Barbara, Viviana, Bruna: sono otto i femminicidi al tempo del Coronavirus


articolo: https://www.corriere.it/cronache/cards/lorena-alessandra-gina-irina-irma-barbara-viviana-bruna-otto-femminicidi-giorni-coronavirus/da-quel-21-febbraio_principale.shtml?fbclid=IwAR0r7GFor0hSxKz8GTd6nfvzM2U4j0eITQJdX5u5S1sQmiVOLo3NYmsUG2I

Le donne uccise dal 21 febbraio, quando è scoppiata la pandemia

Da quel 21 febbraio…

Lorena, Alessandra, Gina, Irina, Irma, Barbara, Viviana, Bruna. Sono i nomi di otto donne uccise. Otto femminicidi da quando è scoppiata l’epidemia, il 21 febbraio, a oggi. E molti molti di più sono gli episodi di maltrattamenti, in alcuni casi diventati tentati omicidi. Nemmeno il controllo totale delle loro vittime dettato dalla convivenza forzata è riuscito a placare la violenza di alcuni uomini malati di possesso. Hanno scelto di uccidere e qualcuno ha cercato di giustificare se stesso proprio con la difficoltà della vita comune in quarantena. Facciamo attenzione a questo dettaglio: che non diventi il germoglio delle giustificazioni, appunto. Che non si derubrichi la violenza domestica, di qualunque genere e grado, a un passeggero stress da convivenza forzata. Sarebbe un’ingiustizia in più per Lorena, Gina, Irina… continua a leggere

Francia, il Governo ferma il calcio: “Il campionato non riprenderà”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/04/28/news/francia_la_ligue1_adesso_trema_la_ripartenza_ad_agosto-255094636/

Lo ha annunciato il premier francese, Edouard Philippe, presentando in parlamento il piano della riapertura dall’11 maggio

PARIGI 28 aprile 2020 – “La stagione agonistica degli sport professionistici 2019-2020, in particolare quella del calcio, non potrà riprendere“. Il premier francese, Edouard Philippe, presentando in parlamento il piano della riapertura dall’11 maggio, ufficializza una decisione che era nell’aria. Quindi niente Ligue 1 e Ligue 2, ma anche l’inizio della prossima stagione, fissata per il 23 agosto, dovrebbe slittare. Stop anche al seguitissimo campionato di rugby.
Nel dettaglio è stato spiegato che si “autorizzerà solo la ripresa dello sport su base individuale ma non dello sport collettivo”. “Sarà possibile, nei giorni di sole, praticare una singola attività sportiva all’aperto, ovviamente superando l’attuale limite del chilometro” dalla propria abitazione “e rispettando le regole del distanziamento sociale”, mentre “non sarà possibile praticare sport in luoghi coperti, né sport di squadra o di contatto”, ed “eventi che riuniscono più di 5000 partecipanti non possono essere tenuti prima di settembre”. continua a leggere

Coronavirus, le mascherine riducono di 36 volte la trasmissione


images

articolo: https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2020/04/28/news/coronavirus_le_mascherine_riducono_di_36_volte_la_trasmissione-255099376/

Il nuovo DPCM sulla fase 2 sottolinea la necessità utilizzarle in tutti i luoghi pubblici dove non è possibile mantenere il distanziamento sociale

Mascherine per tutti, anche fai da te, per salvare vite e generare benefici economici. Una semplice mascherina in tessuto indossata da un soggetto infetto riduce infatti, di 36 volte la quantità di virus trasmessa e permette di attuare il controllo della sorgente: ovvero bloccare le goccioline quando escono dalla bocca, piuttosto che arginarle quando si disperdono nell’aria. Questo il risultato di una analisi che compara diversi studi sul tema, realizzata da ricercatori dell’Università di Oxford e dell’Università di San Francisc, e tradotta in italiano dalla Fondazione Gimbe.

Il nuovo DPCM sulla fase 2 sottolinea la necessità utilizzare la mascherina in tutti i luoghi pubblici dove non è possibile mantenere il distanziamento sociale. L’utilità del messaggio #Masks4All, è confermata dalle evidenze scientifiche. “I progressi della scienza hanno messo in luce che la trasmissione da soggetti asintomatici, largamente sottostimata, rappresenta il tallone d’Achille delle strategie per contenere la pandemia”, spiega Nino Cartabellotta, presidente Gimbe.  continua a leggere

Coronavirus e malattia di Kawasaki


articolo: https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2020/04/28/news/coronavirus_e_malattia_di_kawasaki_l_allarme_dei_pediatri_italiani-255120403/

La strana sindrome che colpisce i bambini inglesi – e che sembrerebbe anche aver provocato qualche vittima – non è sconosciuta in Italia. Tanto che la Società italiana di pediatria scrive una lettera a undicimila pediatri per chiedere di stare all’erta. “Nelle ultime settimane è stato osservato, in particolar modo nelle zone del paese più colpite dall’epidemia da Sars-Cov-2 – scrive Angelo Ravelli, segretario del gruppo di studio di Reumatologia della Società Italiana di Pediatria – un aumento della frequenza di bambini affetti da malattia di Kawasaki”.

Questa malattia è una vasculite che colpisce i bambini sotto i 10 anni, più spesso prima dei 5. La causa, scoperta circa 50 anni fa, rimane ignota. Si pensa tuttavia che sia causata da un agente infettivo che, nei piccoli predisposti, provoca una risposta infiammatoria. Normalmente i sintomi tipici sono febbre alta persistente, eruzione cutanea, alterazioni delle mucose e delle estremità. La complicanza più temibile è l’infiammazione delle arterie del cuore, che può causare dilatazioni aneurismatiche permanenti delle coronarie. In genere la patologia risponde molto bene alla terapia (immunoglobuline e acido acetilsalicilico, talora cortisone), e con il trattamento appropriato, somministrato in tempi rapidi, praticamente tutti i bambini guariscono.   continua a leggere