Archivi del giorno: 6 aprile 2020

Coronavirus, Conte: “Una potenza di fuoco da 400 miiliardi”


articolo: https://www.repubblica.it/politica/2020/04/06/news/coronavirus_conte_una_potenza_di_fuoco_da_400_miiliardi_-253324186/?ref=RHPPTP-BH-I253309558-C8-P2-S1.8-T1

Diamo liquidità immediata per 400 miliardi di euro. E’ una potenza di fuoco”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a proposito del dl destinato alle imprese.

“Abbiamo deliberato la sospensione di vari pagamenti fiscali e contributi e ritenute anche per i mesi di aprile e maggio”

“Abbiamo potenziato lo strumento della golden power, potremo controllare operazioni societarie e le scalate ostili non solo nei settori tradizionali, ma in quelli assicurativo, creditizio, finanziario, acqua, salute, cybersicurezza

Spagna, la mamma di Pep Guardiola morta per coronavirus


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/04/06/news/spagna_coronavirus_e_morta_la_mamma_di_pep_guardiola-253298850/

Coronavirus, morta la madre di Pep Guardiola - La Stampa - Ultime ...

Ad annunciarlo il Manchester City che, attraverso una nota ufficiale, esprime vicinanza al suo allenatore. La donna, 82 anni e colpita dal virus, era stata raggiunta in Catalogna dell’ex tecnico di Barcellona e Bayern Monaco in questo momento delicato

ROMA –  “La famiglia del Manchester City è devastata nel riferire oggi la morte della madre di Pep Guardiola, Dolors Sala Carrió a Manresa, a Barcellona, dopo aver contratto il coronavirus. Aveva 82 anni“. Con questa nota ufficiale sul proprio sito, il club inglese annuncia la perdita, da parte del manager dei Citizens, della mamma a causa del virus che sta devastando il mondo.

La condoglianze del City –“Tutti coloro che sono associati al club inviano le loro più sentite condoglianze a Pep, alla sua famiglia e a tutti i loro amici in questo momento così doloroso a Pep” ha concluso il comunicato del City. L’ex allenatore di Barcellona e Bayern Monaco era tornato in Spagna nei giorni scorsi per stare accanto alla madre in un momento molto delicato. Il suo nome finisce così nella lista delle persone scomparse a causa del coronavirus che ha colpito duramente anche la Spagna con 13.055 decessi registrati su un totale di 135.032 casi diagnosticati.

Commento: le piu sentite cordoglianza 

Premier Legue, giocatori dicono no al taglio degli ingaggi


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/04/05/news/premier_league_coronavirus_taglio_ingaggi-253195597/

L’Assocalciatori inglese declina la proposta di ridursi il salario del 30%. Rooney attacca: “Noi capri espiatori, bisognerebbe trattare con i singoli giocatori: l’annuncio è stato pubblico per mettere pressione”

I giocatori della Premier League dicono no al taglio del 30% dello stipendio, il ct dell’Inghilterra accetta. Posizioni diametralmente opposte ai vertici del calcio inglese: l’Associazione calciatori inglese ha infatti declinato la proposta di decurtare del 30% gli stipendi annuali, caldeggiata anche dal ministro della Salute. “Il taglio toglierebbe circa 200 milioni di sterline di entrate fiscali al governo – ha affermato l’Associazione in un comunicato -. Tutti i giocatori vogliono fare e faranno la loro parte, con significativi contributi finanziari in questi tempi senza precedenti, ma la riduzione del 30% dei salari ammonterebbe a un totale di oltre 500 milioni di sterline in tagli, provocando un’enorme perdita fiscale per il governo“. Gareth Southgate, commissario tecnico inglese, avrebbe invece accettato la proposta della Football Association: non c’è ancora l’ufficialità, a riportare l’indiscrezione è Sky Sports Uk.

Rooney: “Giocatori capri espiatori” – Non milita più in Premier League ma la sua voce rimane una delle più rilevanti a livello nazionale. Wayne Rooney, ex stella del Manchester United, ora al Derby County, in Championship, difende i calciatori: “Il modo in cui è stata trattata questa vicenda è vergognoso …… continua a leggere

Coronavirus, interrompe la quarantena per un festino: nei guai Walker


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/04/05/news/coronavirus_interrompe_la_quarantena_per_un_festino_nei_guai_walker-253213058/

Il terzino del Manchester City è stato sorpreso a casa sua con un amico e due prostitute, in violazione delle misure legate all’emergenza Covid-19

MANCHESTER, 05 aprile 2020 – Interrompe la quarantena per organizzare un festino con un amico e due prostitute. A finire nei guai, secondo quanto riporta il tabloid ‘The Sun’, è il terzino del Manchester City Kyle Walker. Il giocatore della squadra allenata da Guardiola ha subito chiesto scusa per il suo atteggiamento irresponsabile (Essere un calciatore professionista fa sì che io abbia delle responsabilità e che debba essere da esempio per gli altri. Ho deluso tutti“) ma questo non basterà ad evitargli una multa salata per non aver rispettato le misure legate all’emergenza coronavirus. E pensare che Walker qualche giorno prima, attraverso i social, aveva invitato tutti a rimanere a casa. In realtà il difensore inglese non è nuovo a comportamenti simili, visto che a fine marzo era stato intercettato con altri calciatori (Dele Alli, Riyad Mahrez, James Maddison, Ben Chilwell) in vari pub di Londra in piena pandemia.

Coronavirus, il messaggio della regina Elisabetta II: “Se resteremo uniti e determinati, vinceremo noi”


articolo & video: https://video.repubblica.it/dossier/coronavirus-wuhan-2020/coronavirus-il-messaggio-della-regina-elisabetta-ii-se-resteremo-uniti-e-determinati-vinceremo-noi/357543/358103

La Gran Bretagna e il mondo “sapranno prevalere” sulla minaccia del coronavirus. Ne è convinta Elisabetta II nel suo messaggio straordinario al Regno Unito e al Commonwealth sulla pandemia in atto. “Prevarremo – ha detto la regina – e la vittoria apparterrà a ciascuno di noi. Dobbiamo confortarci pensando, mentre abbiano ancora di che sopportare, che giorni migliori torneranno: che saremo di nuovo con i nostri amici, saremo di nuovo con le nostre famiglie e ci incontreremo ancora”. “Stiamo affrontando insieme questa malattia – ha aggiunto – e voglio assicurarvi che, se resteremo uniti e determinati, vinceremo noi”  continua a leggere

Coronavirus, il discorso della regina Elisabetta II: “Se resteremo uniti e determinati, vinceremo”