Una fuga di gas in un condotto sottomarino


Una fuga di gas in un condotto sottomarino, nelle acque dell’Oceano, davanti al Messico, ha dato vita a una scena drammatica: un «occhio di fuoco» che si sviluppava sotto la superficie del mare, con fiamme arancioni che uscivano dall’acqua, a poca distanza da una piattaforma petrolifera nel campo Ku Maloob Zaap.
Il guasto è avvenuto a ovest della penisola dello Yucatan, nel Golfo del Messico, venerdì 2 luglio. La compagnia petrolifera messicana Pemex ha affermato di aver ormai provveduto a riparare il guasto: le operazioni hanno richiesto più di 5 ore (dalle 5:15 alle 10:30)

Canada, ondata di calore assassina: centinaia di morti in pochi giorni


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2021/07/03/news/canada_ondata_di_calore_assassina-308718367/?ref=RHTP-BH-I306071389-P1-S1-T1

Emergenza nella parte occidentale del Paese, soprattutto in Columbia, Alberta, Yukon e Territori di Nord-Ovest. Oltre 130 incendi provocati dai fulmini

OTTAWA – Ondata di calore assassina in Canada: le temperature altissime hanno causato centinaia di morti, soprattutto nella Columbia britannica. L’ufficio del medico legale ha segnalato che i decessi inaspettati sono stati 719 solo la scorsa settimana, il triplo dei livelli abituali. I patologi stanno verificando la causa delle morti una per una, e non si sbilanciano sul bilancio complessivo, ma è già massimo l’allarme sul caldo record in tutto il Canada occidentale, soprattutto in Columbia, Alberta, Yukon e Territori di Nord-Ovest.

Il caldo record sta favorendo anche la diffusione degli incendi boschivi, causati forse dai fulmini: sono innumerevoli i roghi che hanno costretto il governo federale a inviare gli aerei militari per aiutare i soccorritori nella Columbia Britannica. Venerdì, il British Columbia Wildfire Service ha segnalato 136 incendi attivi in tutta la provincia a seguito della caduta di 12.000 fulmini il giorno precedente.

Mercoledì, i 250 abitanti del villaggio di Lytton hanno dovuto evacuare in tutta fretta il centro abitato, dove martedì si era registrata la temperatura più alta mai rilevata in Canada, pari a 49,6 gradi centigradi. Il villaggio – circa 260 km a nord-est di Vancouver – è stato interamente distrutto dal fuoco. “L’intero paese è stato avvolto dalle fiamme in 15 minuti“, ha raccontato alla Bbc il sindaco Jan Polderman.

Secondo gli esperti, il cambiamento climatico aumenta la frequenza di eventi meteorologici estremi, come le ondate di calore.

Usa, iPhone highlander «sopravvive» per tre giorni in fondo a un fiume: ritrovato grazie al suono della sveglia


articolo: https://www.corriere.it/tecnologia/21_luglio_01/usa-iphone-highlander-sopravvive-tre-giorni-fondo-un-fiume-ritrovato-grazie-suono-sveglia-a5539254-d837-11eb-b949-f9df7b28a0a6.shtml?fbclid=IwAR3W4clKRT9je3LJ8xKS9-aXz724aDJs7kVR1ufUZs4hg37wZL-UDdROWJM

Record di «apnea» per lo smartphone di un utente dell’Idaho ribaltatosi in kayak: nonostante il lungo tempo trascorso sott’acqua è risultato perfettamente funzionante

Non è un mistero che, a partire dal 2016 con iPhone 7 e 7 PlusApple abbia reso i suoi smartphone resistenti all’acqua. Che tuttavia un esemplare riuscisse a «sopravvivere» sul fondo di un fiume per oltre tre giorni, restando nel frattempo pienamente operativo, con ogni probabilità non se lo sarebbero aspettati nemmeno i più ottimisti ingegneri di Cupertino. È invece quanto realmente accaduto a Tom Adams, un fortunato utente dell’Idaho che sabato 12 giugno aveva deciso di percorrere in kayak un tratto del fiume Snake, nei pressi della cittadina di Blackfoot, insieme alla moglie e ad alcuni amici. Ribaltatosi a causa della forte corrente, aveva infatti perso in un sol colpo portafoglio, chiavi di casa, canna da pesca e, per l’appunto, il suo costoso iPhone (ignoto il modello, ma fonti locali lo hanno definito «nuovo»). Sembrava un guaio irrimediabile. Invece, contro ogni probabilità, il dispositivo è stato poi recuperato il martedì successivo risultando ancora in perfette condizioni.

La sveglia suonava ancora – A individuare in appena 20 minuti sia le chiavi che l’iPhone a oltre tre metri di profondità ci ha pensato uno dei sommozzatori del Bingham County Search and Rescue Dive Team, una squadra di specialisti locali che ha approfittato dell’occasione per condurre un’esercitazione. In questo senso, un assist a dir poco inatteso alle operazioni di recupero è arrivato nientemeno che dalla sveglia che Adams aveva già impostato per la domenica mattina, per evidenti ragioni non ancora interrotta. Non solo, dunque, il telefono aveva continuato a funzionare come se nulla fosse, ma nonostante stesse suonando senza sosta da più di 48 ore non aveva ancora esaurito la carica residua. I pesci della zona non saranno stati certo contenti dell’interminabile baccano subacqueo, ma tant’è. «Io e la mia famiglia siamo incredibilmente grati al Bingham County Search and Rescue Dive Team – ha detto Adams, cui è stata poi restituita anche la canna da pesca –. Siamo rimasti davvero colpiti da tutti loro e siamo felici che utilizzino queste opportunità per esercitarsi per salvare vite umane in futuro».

Il precedente – Non è la prima volta che un iPhone dimostra insospettabili capacità di «apnea». Giusto un mese fa, per esempio, a Berlino un 12 Pro era stato recuperato da un canale profondo un metro grazie all’utilizzo di un’improvvisata canna da pesca con un magnete al posto dell’amo. E anche in quel caso, nonostante dal momento della caduta fossero passate diverse ore, il dispositivo non aveva evidenziato particolari danni. Senz’altro un’ottima notizia in vista dell’estate, ma meglio non avventurarsi in imprudenti test al mare o al lago: se solitamente si raccomanda di non scherzare con il fuoco, a volte anche l’acqua può essere foriera di cattive sorprese.

Serie A: Dazn, Sky e TimVision, la guida completa per vedere il calcio


articolo: https://www.corriere.it/tecnologia/21_luglio_02/serie-a-dazn-sky-timvision-guida-completa-vedere-calcio-69b0ad8e-cf4c-11eb-9af8-7f6e706f5289.shtml?fbclid=IwAR38ve1DWfq0Mp415uCzX8iTJ02-EadQ1vhsmvxJePCSBRGOTptoqL94eQA

Dal primo luglio chi ha sottoscritto un pacchetto via Sky per vedere anche le partite di Dazn non può più visualizzare i canali. Ecco come passare da una piattaforma all’altra

La data che ha fatto da spartiacque è stata giovedì 1 luglio. Da quel momento, infatti, i canali di calcio di Dazn che si potevano vedere anche tramite la piattaforma (e l’abbonamento) di Sky non sono più visibili. Dalla prossima stagione, infatti, il campionato di Serie A verrà trasmesso integralmente da Dazn (e sarà così fino al 2024). Saranno dieci (7 in esclusiva e 3 trasmesse anche da Sky Sport) i match della massima serie trasmessi per ogni turno, oltre a tantissime altre competizioni sportive che vanno dal basket alle freccette. Oltre alla Serie A, anche la serie B verrà trasmessa da Dazn ma con alcune partite visibili anche su Sky per il prossimo triennio. Ma che cosa bisogna fare se abbiamo un abbonamento Dazn sottoscritto tramite Sky e vogliamo continuare a vedere le partite della massima serie nazionale? Non molto in realtà, perché l’abbonamento scaduto allo scoccare del 1 luglio non verrà più addebitato nei mesi successivi a quello “base” di Sky . Quindi si dovrà procedere a una nuova sottoscrizione come utente alla piattaforma Dazn, come viene suggerito da una mail che stanno ricevendo in questi giorni i clienti del «defunto» pacchetto Sky+Dazn.

Come iscriversi a Dazn – Dall’1 al 28 luglio, per i nuovi abbonati è prevista un’offerta di 19,99 euro al mese per 14 mesi (invece di 29,99 euro che è il prezzo base). Per gli ex Sky il prezzo è 19,99 per 12 mesi con luglio e agosto gratis. Per attivare queste e altre promozioni, basta collegarsi al sito ufficiale dell’azienda e seguire le istruzioni per creare prima un account (servono solo i dati principali e una password), poi un metodo di pagamento e infine scaricare l’applicazione dedicata che consente di vedere i propri eventi sportivi preferiti anche fuori casa. Alla piattaforma si possono collegare fino a sei dispositivi e guardare in contemporanea su due senza alcun sovrapprezzo. E se si cambia idea? In ogni momento, si può disdire l’abbonamento.

Cosa cambia per chi è già iscritto a Dazn – Per chi invece è già cliente dell’emittente britannica, invece, l’unica novità in arrivo riguarda l’adeguamento di prezzo dell’abbonamento alla piattaforma. Passerà infatti da 9,99 euro al mese a 29,99 (ma, come detto sopra, al momento grazie alle offerte in corso il prezzo effettivamente da pagare è 19,99 euro). Non poco, ma il numero di partite è aumentato: oltre alla serie A ci sono i match di campionati internazionali come LaLiga, Copa Libertadores, Copa Sudamericana, Fa Cup e Carabao Cup,Europa League, Conference League, e UEFA Champions League femminile. Oltre alle competizioni di MotoGP, Moto2 e Moto3, Nfl, Ufc, Matchroom, GGG, Golden Boy, Indycar e freccette. Il catalogo di Dazn prevede, inoltre, dei contenuti chiamati «Originals». Da «The Making of» al più recente «Ronaldo: El Presidente »su Ronaldo il Fenomeno, il primo di una serie di 6 episodi visibili nei prossimi mesi, fino alle numerose proposte italiane con «Linea Diletta», «Vocabolario Borghi», le 4 stagioni de «La Mente nel Pallone», il format «Obiettivo» e le analisi motociclistiche di «S-Piega Melandri»e «Mugello Confidential» .

Come vedere Dazn in casa (e fuori) – I canali di Dazn sono visibili su smart TV, Apple TV, Android TV, Samsung TV e altri modelli. Anche su smartphone o tablet si può visualizzare tutto via app (gratuita sia per Android che iOS), oppure sul pc fisso o sulla console PlayStation4 o Xbox One. Chi preferisce guardare lo sport via app o pc, prima è bene che si assicuri di avere una buona connessione alla rete. Sul sito dell’azienda si richiede 3.5 Mbps di download per l’alta definizione. Si passa a 6.5 Mbps per l’HD e frame rate elevati. Per la TV, la velocità minima di download raccomandata è 8.0 Mbps. Infine, per la risoluzione SD (definizione standard) è 2.0 Mbps di download per lo smartphone.