Dazn ancora in tilt: salta la prima mezz’ora di…..


Dazn ancora in tilt: salta la prima mezz’ora di Sampdoria-Napoli e Torino-Lazio. “Indennizzo per chi ha avuto problemi”

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2021/09/23/news/diritti_tv_dazn_va_in_tilt_salta_la_prima_mezz_ora_di_sampdoria-napoli_e_torino-lazio-319120205/

Per un problema tecnico la piattaforma non è riuscita a far aprire la propria applicazione su nessun dispositivo. Persi due terzi del primo tempo delle due sfide. Numerosissime le lamentele sui social. La replica: “Siamo dispiaciuti

Ancora problemi per Dazn. Per oltre mezz’ora la piattaforma che si è assicurata i diritti tv per la trasmissione in esclusiva di 7 delle 10 partite di ogni giornata di serie A, non è riuscita a far vedere ai suoi abbonati Sampdoria-Napoli e Torino-Lazio.Al momento c’è un problema nell’aprire Dazn. Prova a riaprire l’applicazione o il browser più tardi“, è il messaggio che gli utenti si sono visti davanti in tutte le applicazioni, sia sulle smart tv, sul web, sugli smartphone, sui tablet e sui tv box. Numerosissime le polemiche dei social. In molti hanno minacciato la disdetta dal servizio, altri hanno auspicato che presto si trovi un accordo con Sky per la trasmissione degli eventi in diretta di nuovo in tv. 

Dazn annuncia un indennizzo – “Abbiamo riscontrato un problema tecnico nel corso delle partite delle 18.30. Siamo dispiaciuti di quanto accaduto perchè sappiamo quanto importante sia per tutti i tifosi poter seguire la propria squadra. Tutti gli utenti che sono stati impattati dal problema potranno usufruire di un indennizzo“. Così Dazn in una nota all’Adnkronos si dice dispiaciuta per il problema tecnico riscontrato da alcuni utenti che non sono riusciti ad accedere al servizio nel corso delle gare delle 18,30 Sampdoria-Napoli e Torino-Lazio.

Appena redarguita “per un miglioramento della qualità del servizio”Appena 24 ore fa la IX Commissione della Cameraaveva redarguito Dazn affinché assicuri un servizio adeguato ai cittadini e “individui una modalità di trasmissione dei contenuti audiovisivi idonee al miglioramento della qualità del servizio al cliente finale sulla base di parametri che l’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni vorrà individuare“.

Diritti TV Calcio, Dazn in Premier League! A Sky la Serie A!


articolo: https://www.trend-online.com/diritto/calcio-diritti-tv-serie-a-premier-league/

Ancora un ultimissima sui diritti TV di cacio, una notizia fresca e diffusa dal Financial Times vuole una trattativa in corso tra BT Sport (operatore inglese) e Dazn, per la cessione dei diritti TV di Premier League e anche in questo caso a fare da muro c’è Sky. Intanto in Italia Dazn fallisce il banco di prova e continua a la pessima resa dello streaming per le dirette di Serie A. A questo punto interviene il Parlamento che valuterà la possibilità di obbligare Dazn a concedere i diritti TV in sub-licenza a Sky, così che la visione della Serie A sia affidata alla stabilità del satellite.

La Serie A è un disastro in streaming! E mentre Dazn perde lentamente terreno riguardo i diritti TV del campionato italiano di calcio, già tornato sul satellite di Sky per gli utenti business, arriva la notizia dal Financial Times di un accordo in trattativa tra Dazn e BT Sport (operatore inglese) per i diritti televisivi della Premier League.

Anche in questo caso l’ostacolo è Sky che con BT ha già un accordo e che dovrà approvare quello con Dazn, perché esso si realizzi.

Intanto in Italia la situazione comincia ad essere preoccupante, con la diretta streaming di Juventus-Milan che è stata l’apice del disastro tra interruzioni e blocchi. Ormai è chiaro a tutti che, per quanto provi, lo streaming della Serie A con Dazn in Italia non regge e piovono le minacce di disdetta.

Ricordiamo che in ballo non c’è solo la tutela dei consumatori, cioè di chi paga l’abbonamento a Dazn per non vedere la Serie A, ma anche i proventi dai diritti TV che per le squadre di Serie A sono calcolate sullo share televisivo.

Quindi meno utenti che guardano il campionato di calcio di serie A vuol dire meno soldi per le società calcistiche

Proprio per questo è intervenuto il Parlamento con una proposta per iscritto che in ultima istanza potrebbe obbligare Dazn a condividere i diritti TV del campionato di Serie con Sky, in modo che le partite tornino su satellite e la visione sia garantita con una maggior stabilità rispetto allo streaming.

Il perché delle frequenti interruzioni dell streaming su Dazn è un un argomento approfondito nel video YouTube di Fanpage.it:

Dazn e Sky ancora in lotta per i diritti TV di calcio, ma in ballo c’è la Premier League – Arriva fresca di stampa e datata 21 settembre 2021 una notizia diffusa dal Financial Times, per la quale Dazn e BT sono in trattativa per i diritti TV della Premier League. Cosa che stupisce soprattutto noi italiani visti gli enormi problemi che Dazn ha con lo streaming del campionato di Serie A, che è una vera e propria tragedia, fatto di mille interruzione e una qualità delle immagini a volte davvero scadente.

Certo la rete inglese è superiore a quella italiana, ma il Regno Unito sta comunque per essere scenario di una lotta per i diritti TV di calcio simile a quella avvenuta nel nostro paese, poiché fino adesso i diritti televisivi per la Premier League sono stati in condivisione tra Sky e BT Sport e Dazn vorrebbe rimpiazzare quest’ultima.

Al momento in Inghilterra la competizione per i diritti tv della Premier League è infatti sempre stata giocata tra Sky e BT, dove quest’ultima è anche un operatore telefonico.

Secondo le indiscrezioni BT starebbe per raggiungere un accordo con Dazn per cedere a questa i diritti TV della Premier League, così da ritirarsi da questo mercato e concentrarsi sull’espansione della rete 5G, cioè come operatore internet. continua a leggere

Ivano Fossati, 70 anni di musica d’autore


Ivano Alberto Fossati (Genova, 21 settembre 1951) è un cantautore, polistrumentista e produttore discografico italiano.
Fabizio de Andre e Ivano Fossati – A Cimma (con testo in italiano e genovese)

articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/musica/2021/09/20/ivano-fossati-70-anni-di-musica-dautore_6fb79870-1a53-4066-ba2c-ae06fd2d0497.html

Dieci anni fa ha dato l’addio alle scene (con l’unica eccezione del disco con Mina di due anni fa che porta i loro nomi), ma Ivano Fossati non ha mai abdicato al suo ruolo di intellettuale raffinato, artista schivo e musicista d’eccezione, capace di lasciare il segno con una musica d’autore che ha attraversato oltre 40 anni. Il 21 settembre Fossati compie 70 anni (è nato nel 1951 a Genova, e non si può negare l’influenza che ha avuto sulla sua formazione la scuola genovese), ma la sua lezione di viaggiatore perennemente alla ricerca di nuove rotte e percorsi da inseguire incide ancora in modo profondo nella cultura musicale italiana.

L’inizio della carriera di Fossati – cresciuto senza il padre partigiano che abbandonò la famiglia quando il piccolo Ivano aveva appena un anno – cade giusto 50 anni fa (era il 1971) con i Delirium.

E’ l’epoca del Progressive italiano e la band – l’anno successivo – lascia un’impronta importante nella storia del Festival di Sanremo con Jesahel. Ma l’avventura dura poco e da lì a breve Fossati lascia il gruppo per iniziare il suo percorso solitario, sempre difendendo la sua indipendenza intellettuale e creativa e tenendosi lontano dai più scontati circuiti mediatici e di mercato: non ha mai voluto essere un divo da stadio o una rockstar osannata dalle folle. La sua discografia solista (20 album dal 1973 al 2011, i più celebri dei quali “La mia banda suona il rock” del 1979 e “Lindbergh – Lettere da sopra la pioggia” – 1992) ha inciso in modo profondo nella cultura musicale italiana: ‘La mia banda suona il rock‘ e ‘Panama e dintorni‘ sono esempi felici di come la canzone d’autore abbia incontrato il rock e primi capitoli di una produzione capace di conciliare strutture musicali sofisticate e testi raffinati. continua a leggere

Addio a Willie Garson, lo Stanford di Sex and the City


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/tv/2021/09/22/addio-a-willie-garson-lo-stanford-di-sex-and-the-city_bb1ba31c-d495-421d-9ce8-83e43ae1bc3b.html

Willie Garson, all’anagrafe William Garson Paszamant (Highland Park, 20 febbraio 1964 – 21 settembre 2021), è stato un attore statunitense.

Sex and the City” dice addio al suo Stanford: Willie Garson, l’attore che nella popolare serie sulle quattro spregiudicate trentenni newyorchesi ha interpretato la parte del miglior amico gay di Carrie Bradshaw, e’ morto a 57 anni. “Era malato“, ha detto Michael Patrik King, il produttore della serie, anche se ufficialmente la causa della morte non e’ stata rivelata.

Garson aveva ripreso la parte di Stanford Blatch nei due film ispirati alla serie e in “And Just Like That“, il sequel che Sarah Jessica Parker, Cynthia Nixon e Kristin Davis (ma non la Charlotte di Kim Catrall) stanno girando per Hbo e che dovrebbe uscire questo autunno sul servizio in streaming. “Ci ha dato tutto di se’ pur essendo malato“, ha detto King. L’attore aveva recentemente postato su Instagram un paio di foto: una lo ritrae con le co-star durante le prove, l’altra mostra le sedie con il suo nome e quello di Mario Cantone, l’attore che nella serie interpreta la parte del suo compagno e che, all’annuncio della morte, ha espresso il suo dolore: Non avrei potuto avere un partner televisivo piu’ brillante. Sono devastato e sopraffatto dalla tristezza“.
Oltre ai vari ruoli da attore, Garson era anche un paladino delle adozioni di ragazzini non piu’ bebe‘. Suo figlio Nathen, adottato nel 2010 quando aveva gia’ sette anni, gli ha reso un commosso omaggio su Instagram: “Sono felice di aver condiviso le tue avventure. Sarai sempre con me“.
L’attore aveva cominciato a lavorare in tv e nel cinema alla fine degli anni Ottanta partecipando a produzioni di alto profilo come “Twin Peaks”, Friends, “X-Files”, “Ally McBeal” e, tra le sue parti piu’ note, il poliziesco “White Collar” in cui aveva il ruolo di Mozzie. Aveva anche lavorato nel cinema e lo si trova in “Tutti Pazzi per Mary”, “Being John Malkovich”, “Fever Pitch” e “Groundhog Day”. (ANSA).

Traduzione: Willie. Non capisco. E non è giusto. L’anno scorso mi hai insegnato così tanto sul coraggio, la resilienza e l’amore. Non ho ancora avvolto la mia testa in un mondo senza di te, dove non posso chiamarti quando ho bisogno di ridere o essere ispirato. L’ultima cosa che hai fatto quando ci siamo salutati è stata tirare giù la maschera (odio il covid), sorridere e farmi l’occhiolino. So che non rifletteva il dolore che stavi attraversando, ma era indicativo di tutto ciò che eri e sei per me: qualcuno che mi ha sollevato, che mi ha reso migliore e che mi ha sempre, sempre fatto sorridere. Questo mi ha anche ricordato quanto sia forte la nostra famiglia White Collar. Eravamo tutti lì per Willie e l’uno per l’altro. Ti amo per sempre Willie Garson. Tu vivi sempre nei nostri cuori e nelle nostre menti: e la tua famiglia White Collar è sempre qui per Nathen. Riservami un posto, perché sai che voglio essere al tuo tavolo lassù.
Willie Garson (White Collar) – 2014 Golden Globes Derby Prelude Party – (Festa del preludio del Derby dei Golden Globe 2014)

Incendi in California. Le fiamme arrivano nel bosco delle 100 sequoie giganti.


articolo: https://www.rainews.it/dl/rainews/media/Incendi-in-California-Le-fiamme-arrivano-nel-bosco-delle-100-sequoie-giganti-Le-immagini-aaa2aeb4-bba7-4a8c-b78e-b694c039d3dc.html#foto-1

Si tenta di proteggere il Generale Sherman, l’organismo vivente più grande della Terra, la cui base è stata avvolta in teli ignifughi

Generale Sherman, l’albero considerato il più grande organismo vivente sulla Terra

In California le fiamme hanno raggiunto il bosco mentre i vigili del fuoco combattono per impedire al fuoco di avvicinarsi al Generale Sherman, l’albero considerato il più grande organismo vivente sulla Terra con il suo tronco di oltre 30 metri di perimetro, la cui base è stata avvolta con teli ignifughi.

General Sherman tree in Sequoia National Park, Sierra Nevada in California, United States of America. The General Sherman tree is famous to be the largest tree in the world.
il Generale Sherman, l’organismo vivente più grande della Terra, la cui base è stata avvolta in teli ignifughi

I responsabili delle operazioni anti-incendio dicono che il tempo caldo e secco e i forti  venti stanno contribuendo a rendere le condizioni ancora più critiche nella zona del complesso KNP, due incendi innescati alcuni giorni fa da un fulmine che si sono uniti sul versante occidentale del Sequoia National Park in Sierra Nevada.

Continua la lotta della California per salvare le sequoie giganti

Eruzione alle Canarie: 320 edifici e oltre 150 ettari sepolti dalla lava


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2021/09/22/eruzione-canarie-320-edifici-e-oltre-150-ettari-sepolti-da-lava_28455c6f-b111-4c79-b803-7e2403398318.html

Los ríos de lava destruyendo todo a su paso en La Palma vistos desde el aire

La lava espulsa dal vulcano Cumbre Vieja sull’isola di La Palma (Canarie) ha già distrutto 320 edifici e coperto 154 ettari di terreno: è quanto mostrano i dati aggiornati del sistema europeo Copernicus.
L’Istituto di Vulcanologia delle Canarie, intanto, ha spiegato che, sebbene sia ancora difficile rispondere alla domanda su quanto potrà prolungarsi l’eruzione, in base alla durata degli eventi del passato si può ipotizzare tra i 24 e gli 84 giorni.

Il Cumbre Vieja continua ad eruttare vapore e lava, la quale sta avanzando lentamente verso la costa occidentale di La Palma.
In alcuni punti la colata ha raggiunto un’altezza superiore ai 10 metri, secondo dati di Copernicus citati da El País. Il vulcanologo David Calvo, in collegamento con la televisione pubblica spagnolo Tve dalla zona dell’eruzione, ha affermato che vicino al vulcano ci sono “impressionanti esplosioni” di “bolle di lava” e una “pioggia di ceneri“.
Media locali raccontano di come i vigili del fuoco stiano facendo tentativi disperati per preparare un solco sul terreno e provare così ad evitare che il materiale vulcanico non travolga completamente il nucleo urbano di Todoque, che ha circa 1.300 abitanti, già tutti evacuati. Le autorità hanno concesso ai residenti della località le cui case sono ancora intatte di rientrare per alcuni minuti per portare via documenti e beni considerati necessari. Hanno tempo fino alle 19.00 ora locale (una in meno di quella italiana).
Sull’isola sono state evacuate circa 6.000 persone, tra cui alcune centinaia di turisti

La lava sigue avanzando y arrasa ya 166 viviendas | Buenos días, Canarias (21-09-2021)

Vasto rogo in zona industriale a Sassari, evacuato un market


articolo: https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2021/09/22/vasto-rogo-in-zona-industriale-a-sassari-evacuato-un-market_d2849b43-c2db-4bf5-80de-a9c6e76e353c.html

Intossicati alcuni uomini impegnati nel tentativo di spegnimento

Vasto rogo in zona industriale a Sassari, evacuato un market

Un vasto incendio generato probabilmente da un corto circuito ha seriamente danneggiato le sedi di aziende di climatizzazione-refrigerazione, sta tenendo in apprensione l’intera zona industriale di Predda Niedda, a Sassari. evacuato un Eurospin e altre attività limitrofe.

La portata del rogo avrebbe provocato, a quanto si apprende, l’intossicazione di alcuni uomini impegnati nel tentativo di spegnere l’incendio.

Le fiamme si sono estese alle attività circostanti, tra le quali un deposito di gomme, una fabbrica di candele di cera, un’azienda di macchinari per lavanderia e una lavanderia industriale. Sul posto sono impegnati i vigili del fuoco, gli uomini della protezione civile e quelli del Corpo forestale regionale. continua a leggere

Vasto incendio a Sassari: feriti due vigili del fuoco