Europei, in Scozia quasi 2000 contagi dopo derby con l’Inghilterra


articolo: https://www.repubblica.it/dossier/sport/europei-di-calcio-/2021/06/30/news/europei_allarme_covid_in_scozia_quasi_2000_contagi_dopo_derby_britannico-308376011/?ref=RHTP-BS-I304750563-P7-S4-T1

La variante Delta colpisce ancora. Sono 1991 i casi segnalati tra i tifosi e due terzi di loro hanno spiegato di essersi recati a Londra (397 all’interno di Wembley) lo scorso 18 giugno per assistere al match congli inglesi. Cresce l’allarme anche in italia

ROMA – La variante Delta del Covid-19 continua a far paura anche nel mondo del calcio. Sarebbero infatti ormai quasi 2000 i casi di coronavirus in Scozia registrati in queste ore e che sarebbero legati a stretto filo con la partita di Euro2020 disputata allo stadio Wembley di Londra il 18 giugno scorso tra gli scozzesi e l’Inghilterra.

Oltre 1900 casi legati all’Europeo – A riportare la notizia è la stampa inglese. Dei 1991 casi segnalati, tutti hanno dichiarato di aver partecipato ad almeno un evento legato al torneo, che fosse una partita a Hampden Park o Wembley, un evento nella fan zone a Glasgow Green, o un incontro informale in un bar o una serata in una casa privata per vedere la partita. Due terzi di loro inoltre hanno spiegato di essersi recati a Londra (397 all’interno dell’impianto) lo scorso 18 giugno per assistere proprio al derby britannico match valido per la fase a gironi degli Europei di calcio.

2600 biglietti ma tanti tifosi in giro per Londra – Ai fan scozzesi erano stati destinati 2600 biglietti per la partita, un numero esiguo dovuto alle restrizioni da Covid per Wembley, ma decine di migliaia di tifosi si sono diretti comunque a Londra, raccogliendosi in ampi gruppi nelle zone centrali della città. Il report dell’autorità, nello specifico, segnala che 1294 dei 1991 casi totali sono riconducibili a persone che hanno viaggiato verso la capitale del Regno Unito; il 90% dei positivi è rappresentato da maschi, tra i 20 e i 39 anni. Non si sa se coloro che sono poi risultati positivi abbiano contratto il virus durante la trasferta per la partita o in altro luogo ma oltre 32mila persone in Scozia sono state testate positive al Covid dall’inizio degli Europei, lo scorso 11 giugno.

Allarme in Italia – Adesso la nazionale inglese che ha mandato a casa la Germania, giocherà all’Olimpico di Roma contro l’Ucraina sabato 3 luglio alle 21. Il piano d’emergenza delle autorità italiane per evitare problemi e l’invasione dei tifosi è scattato immediatamente dopo la conclusione della partita di Wembley e si muove su più direttive. La prima è l’applicazione precisa della circolare firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, il 18 giugno in base alla quale chiunque entri in Italia dalla Gran Bretagna deve sottoporsi a una quarantena di 5 giorni, comunicando alle autorità sanitarie il luogo in cui trascorrerà l’isolamento in modo da garantire il tracciamento. Una misura introdotta con l’obiettivo di frenare la diffusione della variante Delta che, come dimostrano anche gli ultimi dati, è ormai prevalente in quel paese. Il secondo punto della strategia riguarda invece il rafforzamento dei controlli: il Viminale ha già dato indicazioni affinché siano potenziate le attività alle frontiere aeree, negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino ma anche nei principali scali italiani che hanno collegamenti diretti con la Gran Bretagna, autostradali e ferroviarie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...