Coronavirus, l’Ats:…. & il caso Trivulzio


Coronavirus, l’Ats: “In meno di due mesi quasi 1.700 anziani morti positivi o sospetti Covid nelle Rsa di Milano”

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/04/23/news/coronavirus_lombardia_milano_indagini_rsa-254776118/0

I dati dell’azienda sanitaria: dal 20 febbraio al 15 aprile nelle 57 residenze per anziani sono morte  1.199 persone per sospetto Covid, 490 di Covid accertato e 1.280 per altre patologie. Le indagini della procura: “Fino ad almeno metà marzo nessuna indicazione sull’uso di mascherine per gli operatori”

Dal 20 febbraio al 15 aprile nelle 57 residenze per anziani presenti nella città di Milano sono morte  1.199 persone per sospetto Covid, 490 di Covid accertato e 1.280 è invece il numero dei decessi non attribuibili a Covid, “ossia i decessi che si possono attribuire alla classica mortalità che nelle Rsa è comunque sempre piuttosto rilevante”. I dati sono stati riferiti dal direttore generale di Ats Milano città metropolitana, Walter Bergamaschi, in commissione consiliare del Comune di Milano riunita in video conferenza. Che però dice anche che l’aumento di mortalità per il coronavirus è superiore tra gli ultra 75enni che vivono al proprio domicilio rispetto a quello che si è registrato tra le persone della stessa età che stanno nelle residenze per anziani. “Noi stiamo facendo un confronto tra la mortalità delle persone over 75 nel territorio dell’Ats di Milano Città metropolitana, dai dati di decessi registrati dalle anagrafi dei Comuni e la mortalità nelle Rsa – ha spiegato – confrontando il dato 2019 e quello del 2020. Quello che stiamo osservando, anche se i dati non sono ancora consolidati, ma sono già abbastanza significativi per trarre le prime valutazioni, è che l’aumento di mortalità di chi ha più di 75 anni e vive nel territorio, quindi al proprio domicilio, è superiore rispetto all’aumento della mortalità di chi sta all’interno di una residenza per anziani”. continua a leggere

Caso Trivulzio, i conti che non tornano: si indaga sui pazienti spostati prima di morire

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/04/22/news/caso_trivulzio_i_conti_che_non_tornano_si_indaga_sui_pazienti_spostati_prima_di_morire-2547445

Milano, 22 aprile 2020 – Ci sono i tanti anziani, oltre 200 solo a Milano dall’inizio dell’epidemia, deceduti nei reparti del Pio Albergo Trivulzio. E poi ci sono i pazienti che sono stati trasferiti e sono morti negli ospedali della città, finora sfuggiti a ogni statistica sulle vittime nel polo geriatrico. Ma tra le denunce che continuano ad arrivare in procura, ci sono anche quelle di parenti di ospiti che hanno visto i propri cari contagiarsi al Pat, con i classici sintomi del Covid ma senza una diagnosi di positività, e poi morire nelle strutture esterne. L’ultimo caso la scorsa notte: una signora di 74 anni, ricoverata al Pat l’11 febbraio, trasferita al pronto soccorso dell’ospedale San Giuseppe il giorno dopo Pasquetta, e morta nella notte tra ieri e mercoledì. Un altro caso era stato documentato da Repubblica lo scorso 6 aprile, quando la figlia di un’anziana 87enne aveva raccontato del trasferimento di sua madre all’ospedale di Garbagnate, dov’era in fin di vita dopo essere risultata positiva al Covid. Altri sono di questi giorni: un signore che era al Pat con la moglie è stato trasferito al Fatebenefratelli, e lì è morto. Un paziente del reparto di fisioterapia finisce al San Carlo, viene trovato positivo al Covid, e anche lui muore.

I pazienti trasferiti – I casi di degenti trasferiti — quasi tutti in una situazione di insufficienza respiratoria — e morti in ospedale sono una decina. E anche su questi decessi, la procura vuole vederci chiaro… continua a leggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...