Dazn, partita interrotta e messaggio all’utente: il giallo dei dispositivi connessi


articolo di Franco Vanni: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2021/12/20/news/dazn_messaggio_utente_partite-330924612/

A molti tifosi collegati per vedere le partite di serie A è comparso – pur avendo attivo in quel momento un solo device – l’avviso di aver raggiunto il limite massimo di dispositivi usati contemporaneamente

Il messaggio apparso sui dispositivi Foto da Repubblica

Domenica il messaggio è comparso sullo schermo di molti tifosi collegati a Dazn per vedere le partite di Serie A, a giudicare dalle lamentele sui social: “Hai raggiunto il limite massimo di dispositivi… Puoi guardare Dazn solo su due dispositivi contemporaneamente“. Chi segnalava la comparsa dell’avviso, che fatalmente interrompeva la trasmissione delle gare, nella maggioranza dei casi precisava di essere connesso da un dispositivo solamente, smartphone, tv, tablet o pc che fosse. Ma come fare a evitare questo incidente?

L’avviso di Dazn – Nel messaggio, Dazn consigliava agli utenti una via per evitare il disagio: “Prova ad aggiornare il browser. Puoi anche andare a ‘Il mio account’ e rimuovere uno dei dispositivi“. All’indicazione seguiva un pulsante giallo che permetteva di aprire appunto la schermata del proprio account, di modo da poter ridurre il numero di apparecchi collegati: oggi il numero massimo di dispositivi connessi consentito è sei, di cui però solo due possono funzionare nello stesso momento. Ma anche qui: molti utenti lamentavano di avere appena tre dispositivi connessi in tutto (poniamo: tv, tablet e smartphone) di cui uno solo in uso. Come se ne esce allora?

Bisogna chiudere l’app se non in uso – Dazn, che abbiamo contattato per scrivere questo articolo, consiglia di verificare che sui dispositivi non in uso l’app sia chiusa, di modo che l’operatore non venga “ingannato” dalla presenza di un numero eccessivo di connessioni, in realtà inattive ma comunque rilevate dal sistema di controllo degli accessi. Per l’utente non basta quindi lasciare l’app aperta ma inattiva – in “stand by“, diciamo – sui dispositivi che non usa, ma per evitare problemi deve proprio proprio chiuderla a mano. In questo modo, se le app aperte per un solo utente sono due (poniamo: smartphone in uso e tablet non in uso), di problemi non dovrebbero essercene. Questo, almeno, assicura l’operatore. Provare per credere.

Dalla stagione 2022/23 i nuovi abbonamenticontinua aleggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...