Paralimpiadi, storica tripletta italiana nei 100 metri femminili:…..


Paralimpiadi, storica tripletta Italia nei 100 metri femminili: Ambra Sabatini d’oro, sul podio Caironi e Contrafatto

articolo: https://www.repubblica.it/sport/vari/2021/09/04/news/paralimpiadi_italia-316484909/?ref=RHTP-BH-I315111016-P1-S1-T1

Le azzurre dominano la finale, la 19enne toscana stabilisce anche il nuovo record del mondo. Argento nella gara a squadre miste di tiro con l’arco. 69 podi, spedizione sempre più da record

Martina Caironi medaglia argento, Monica Graziana Contrafatto medaglia di brozo, Ambra Sabatini medaglia d’oro

E’ ancora grande Italia alle Paralimpiadi di Tokyo. Le azzurre sono state protagoniste di una storica tripletta nella finale dei 100 metri femminili categoria T63 (atleti che competono con protesi a un arto). Medaglia d’oro per Ambra Sabatini, 19enne originaria di Livorno e residente a Porto Ercole (Grosseto), che in 14″11 ha stabilito anche il nuovo record del mondo. Sul podio altre due azzurre: argento a Martina Caironi, 31enne originaria di Alzano Lombardo (Bergamo) e residente a Bologna (14″46) e bronzo Monica Graziana Contrafatto, 40enne originaria di Gela (Caltanissetta) e residente a Roma (14″73). Le tre medaglie portano il bottino dell’Italia a quota 69: 14 ori, 29 argenti e 26 bronzi.

Contrafatto: “Dedico medaglia ad Afghanistan” – “Voglio dedicare la mia medaglia a quell’altro Paese che mi ha tolto qualcosa ma in realtà mi ha dato tanto, l’Afghanistan” ha detto la Contrafatto a Rai Sport dopo la gara. Nel 2012 era un caporal maggiore dei bersaglieri in missione in Afghanistan. Durante un attacco alla base italiana venne colpita a una gamba dalle schegge di una bomba che le provocarono danni anche all’arteria femorale, all’intestino e a una mano. Le venne poi amputata la gamba destra. 

Vincere è stato bellissimo, ma l’emozione più bella è il podio a tre” le parole della campionessa paralimpica Ambra Sabatini. “Vedere l’Italia su quei gradini è fantastico, lo desideravamo tanto tutte quante in questi giorni. Come ci chiamiamo? ‘Le fantastiche tre‘”. Sabatini ha iniziato a gareggiare dopo aver perso una gamba in un incidente proprio ispirandosi alla Caironi, anche lei privata di un arto dopo un incidente in moto. continua a leggere

PARALIMPIADI TOKYO 2020 – Finale 100 m femminile T63

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...