Incendio a Milano, nei pannelli del rivestimento «materiale combustibile di origine plastica»


articolo: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_settembre_02/incendio-milano-pannelli-rivestimento-materiale-combustibile-origine-plastica-1be8c5a8-0bfd-11ec-a022-b610359699dd.shtml?fbclid=IwAR2UD_RHBDBkJWn5GmGoYA0TbbT9U3uxFC8WOuvXMGUJX2C0sP9RaetiCT8

I risultati degli esami dei vigili del fuoco hanno confermato i sospetti degli investigatori. L’azienda Saint Gobain Italia: «Per l’isolamento termico usati pannelli in lana di vetro incombustibili»

«Materiale combustibile di origine plastica». Sono questi i risultati degli esami dei vigili del fuoco sui pannelli usati per il rivestimento esterno della Torre dei Moro di via Antonini, devastata dal maxi incendio di domenica pomeriggio. I test hanno confermato quindi il primo sospetto degli investigatori: il materiale usato per «riempire» i pannelli del rivestimento esterno non solo non era ignifugo, ma anzi «altamente infiammabile». Durante l’incendio della facciata è stata raggiunta una temperatura vicina e in alcuni casi superiore ai 600°, prova ne sia che l’alluminio (punto di fusione 660,3°) si è in parte fuso.

Si tratta, secondo i primi risultati dell’inchiesta dei magistrati Tiziana Siciliano e Marina Petruzzella, di un prodotto a base plastica. Non quindi Alucobond ignifugo come aveva invece comunicato, parlando con la stampa, l’amministratore del condominio Augusto Bonomi.

Dal canto suo l’azienda che ha installato i pannelli per l’isolamento termico, la Saint Gobain Italia, afferma di aver usato «pannelli in lana di vetro a marchio Isover in classe A2-s1,d0 di reazione al fuoco, classificati come incombustibili e non infiammabili». Secondo l’azienda «i pannelli in lana di vetro Saint-Gobain Italia a marchio Isover sono stati utilizzati dall’impresa di costruzione direttamente sulla facciata/struttura principale dell’edificio al fine di isolarlo termicamente». «Saint-Gobain Italia non ha venduto pannelli per il rivestimento aggiuntivo esterno installato in seguito sull’edificio per finalità estetiche», conclude l’azienda.

«Il rivestimento non era appropriato. La legge deve obbligare ad avere involucri ignifughi»

Il giallo dei pannelli di rivestimento: nel progetto un isolante diverso

Chi rimborsa i danni? Rischio indennizzo zero per i condòmini

Il drone in perlustrazione tra le macerie della Torre dei Moro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...