Abolizione della regola dei gol in trasferta in tutte le competizioni UEFA per club


206467625_329980378495716_1547618930090127022_n.jpg

Abolition of the away goals rule in all UEFA club competitions

https://www.uefa.com/insideuefa/mediaservices/mediareleases/news/026a-1298aeb73a7a-5b64cb68d920-1000–abolition-of-the-away-goals-rule-in-all-uefa-club-competitions/?fbclid=IwAR2pS95w785a6TL_q08uu3CkSqdgDmsv0QzLA3kiXiNeh9Tuy4a-PcTVzvs

Decision follows broad consultation process across football

Following the recommendation of the UEFA Club Competitions Committee and the UEFA Women’s Football Committee, the UEFA Executive Committee has today approved a proposal to remove the so-called away goals rule from all UEFA club competitions (men, women and youth) as of the qualifying phases of the 2021/22 competitions.

The away goals rule was applied to determine the winner of a two-legged knockout tie in cases where the two teams had scored the same number of goals on aggregate over the two matches. In such cases, the team which had scored the higher number of goals away from home was considered the winner of the tie and qualified for the next round of the competition. If the two teams had scored the same number of goals at home and away at the end of normal playing time in the second leg, extra time was played, followed by kicks from the penalty mark if no goal was scored.

With the decision to remove this rule, ties in which the two teams score the same number of goals over the two legs would be not decided on the number of goals scored away, but two 15-minute periods of extra time are played at the end of the second leg and in case the teams score the same number of goals or no goals during this extra time, kicks from the penalty mark would determine the team which qualifies to the next stage of the competition.

Since away goals would no longer be given additional weight to decide a tie, they would also be removed from the criteria used to determine the rankings when two or more teams are equal on points in the group stage i.e. the criteria applied to matches played by the teams in question. They would not be removed from the additional criteria applied to all group matches if the teams remain equal (higher number of away goals scored in all group matches), in order to retain a maximum number of sporting criteria.

Statistics from the mid-1970s until now show a clear trend of continuous reduction in the gap between the number of home/away wins (from 61%/19% to 47%/30%) and the average number of goals per match scored at home/away (from 2.02/0.95 to 1.58/1.15) in men’s competitions, whereas since 2009/10, the average goals per game have remained very steady in the UEFA Women’s Champions League with the overall average of 1.92 for home teams and 1.6 for away teams.

Many different factors may be considered as having an impact on this decline in home advantage. Better pitch quality and standardised pitch sizes, improved stadium infrastructure, higher security conditions, enhanced care of refereeing (and more recently the introduction of technological support such as GLT and VAR), wider and more sophisticated TV coverage of matches, more comfortable travel conditions, a compressed calendar dictating squad turnover, and changes in competition formats are all elements which have affected the way football is played and blurred the lines between playing at home and away.

Commenting on the abolishment of the away goals rule, UEFA President Aleksander Čeferin said:

The away goals rule has been an intrinsic part of UEFA competitions since it was introduced in 1965. However, the question of its abolition has been debated at various UEFA meetings over the last few years. Although there was no unanimity of views, many coaches, fans and other football stakeholders have questioned its fairness and have expressed a preference for the rule to be abolished.”

Mr Čeferin added: “The impact of the rule now runs counter to its original purpose as, in fact, it now dissuades home teams – especially in first legs – from attacking, because they fear conceding a goal that would give their opponents a crucial advantage. There is also criticism of the unfairness, especially in extra time, of obliging the home team to score twice when the away team has scored.”

It is fair to say that home advantage is nowadays no longer as significant as it once was,“ the UEFA President concluded. “Taking into consideration the consistency across Europe in terms of styles of play, and many different factors which have led to a decline in home advantage, the UEFA Executive Committee has taken the correct decision in adopting the view that it is no longer appropriate for an away goal to carry more weight than one scored at home.”

The latest versions of all UEFA club competition regulations can be accessed here.

206467625_329980378495716_1547618930090127022_n

Traduzione: 

La decisione segue un ampio processo di consultazione in tutto il calcio

A seguito della raccomandazione della Commissione Competizioni per Club UEFA e della Commissione Calcio Femminile UEFA, il Comitato Esecutivo UEFA ha approvato oggi una proposta per rimuovere la cosiddetta regola dei gol in trasferta da tutte le competizioni UEFA per club (uomini, donne e giovanili) a partire dalle qualificazioni fasi delle gare 2021/22. La regola dei gol in trasferta è stata applicata per determinare il vincitore di un doppio pareggio a eliminazione diretta nei casi in cui le due squadre avessero segnato lo stesso numero di gol complessivamente nelle due partite. In tali casi, la squadra che aveva segnato il maggior numero di gol fuori casa è stata considerata la vincitrice del pareggio e si è qualificata per il turno successivo della competizione. Se le due squadre avevano segnato lo stesso numero di gol in casa e in trasferta al termine dei tempi regolamentari del ritorno, si giocavano i tempi supplementari, seguiti dai calci di rigore se non veniva segnato alcun gol. Con la decisione di eliminare questa regola, i pareggi in cui le due squadre segnano lo stesso numero di goal nelle due gambe non verrebbero decisi sul numero di goal segnati in trasferta, ma alla fine si giocherebbero due tempi supplementari di 15 minuti. della gara di ritorno e nel caso in cui le squadre segnino lo stesso numero di gol o nessun gol durante questo tempo supplementare, i calci di rigore determinerebbero la squadra che si qualifica alla fase successiva della competizione. Poiché i gol in trasferta non avrebbero più un peso aggiuntivo per decidere un pareggio, verrebbero rimossi anche dai criteri utilizzati per determinare la classifica quando due o più squadre sono a parità di punti nella fase a gironi, ovvero i criteri applicati alle partite giocate dal squadre in questione. Non verrebbero rimossi dai criteri aggiuntivi applicati a tutte le partite del girone se le squadre rimangono uguali (maggiore numero di gol in trasferta segnati in tutte le partite del girone), al fine di mantenere un numero massimo di criteri sportivi. Le statistiche dalla metà degli anni ’70 ad oggi mostrano una chiara tendenza alla continua riduzione del divario tra il numero di vittorie in casa/fuori (dal 61%/19% al 47%/30%) e il numero medio di reti a partita segnate a casa/trasferta (da 2.02/0.95 a 1.58/1.15) nelle competizioni maschili, mentre dal 2009/10 la media gol a partita è rimasta molto stabile in UEFA Women’s Champions League con la media complessiva di 1.92 per le squadre di casa e 1.6 per squadre in trasferta. Si può ritenere che molti fattori diversi abbiano un impatto su questo calo del vantaggio in casa. Migliore qualità del campo e dimensioni del campo standardizzate, migliore infrastruttura dello stadio, condizioni di sicurezza più elevate, maggiore cura dell’arbitraggio (e più recentemente l’introduzione di supporti tecnologici come GLT e VAR), copertura televisiva delle partite più ampia e sofisticata, condizioni di viaggio più confortevoli, un calendario compresso che detta il turnover della squadra e cambiamenti nei formati delle competizioni sono tutti elementi che hanno influenzato il modo in cui si gioca il calcio e hanno offuscato i confini tra giocare in casa e fuori casa. Commentando l’abolizione della regola dei gol in trasferta, il presidente UEFA Aleksander Čeferin ha dichiarato: “La regola dei gol in trasferta è stata una parte intrinseca delle competizioni UEFA da quando è stata introdotta nel 1965. Tuttavia, la questione della sua abolizione è stata dibattuta in vari incontri UEFA negli ultimi anni. Sebbene non ci sia stata unanimità di opinioni, molti allenatori, tifosi e altri attori del calcio hanno messo in dubbio la sua correttezza e hanno espresso la preferenza per l’abolizione della regola“. Čeferin ha aggiunto: “L’impatto della regola ora va contro il suo scopo originale in quanto, di fatto, ora dissuade le squadre di casa – specialmente nell’andata – dall’attaccare, perché temono di subire un gol che darebbe agli avversari un vantaggio cruciale . Si critica anche l’ingiustizia, soprattutto nei tempi supplementari, di obbligare la squadra di casa a segnare due volte quando la squadra in trasferta ha segnato“. “È giusto dire che il vantaggio in casa oggi non è più così significativo come una volta“, ha concluso il presidente UEFA. “Prendendo in considerazione la coerenza in tutta Europa in termini di stili di gioco e molti fattori diversi che hanno portato a un calo del vantaggio casalingo, il Comitato Esecutivo UEFA ha preso la decisione corretta nell’adottare l’opinione che non sia più appropriato per un gol in trasferta per portare più peso di uno segnato in casa”. Le ultime versioni di tutti i regolamenti delle competizioni UEFA per club sono accessibili qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...