Archivi del giorno: 6 giugno 2021

Allegri: “Estraneo a qualsiasi attività illecita”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2021/06/06/news/allegri_sospetto_scommesse_antiriciclaggio-304458612/

La risposta del tecnico della Juve all’articolo pubblicato dal quotidiano ‘La Verità‘. Secondo il giornale l’allenatore sarebbe sotto lo sguardo indagatore degli uffici antiriciclaggio della Banca d’Italia per alcune segnalazioni di operazioni sospette legate al mondo del gioco d’azzardo e delle scommesse.

123720673-5567a852-9202-4fe4-bee4-5beb1d2f6fe5

Massimiliano Allegri

Con riferimento alle notizie pubblicate sul mio conto in data odierna, mi dichiaro con assoluta fermezza del tutto estraneo a qualsiasi attività illecita o irregolare e, tanto meno, a qualsiasi operazione violativa della normativa sull’antiriciclaggio“. Questa la risposta di Massimiliano Allegri all’articolo pubblicato questa mattina dal quotidiano ‘La Verità‘. Secondo il giornale, il tecnico della Juventus sarebbe sotto lo sguardo indagatore degli uffici antiriciclaggio della Banca d’Italia per alcune segnalazioni di operazioni sospette legate al mondo del gioco d’azzardo e delle scommesse.

Ad attirare l’attenzione dell’antiriciclaggio sarebbero stati alcuni pagamenti effettuati da una società maltese, attualmente sotto inchiesta per truffa aggravata, evasione e rapporti con la criminalità organizzata, e che avrebbero come destinatario proprio l’allenatore della Juventus, da sempre appassionato di cavalli: inoltre dal 2021 ogni bonifico superiore a 5000 euro ha maggiori possibilità di essere sottoposto a controllo, effetto della stretta effettuata dalla nuova legislazione.

Il tecnico toscano è da sempre appassionato di ippica, mondo a cui spesso si rifà quando deve raccontare il calcio e la vita, e proprio la società bianconera, nel giorno dell’annuncio ufficiale del suo ritorno, utilizzò un riferimento a questa sua passione.

Le cifre – Sarebbero sette i bonifici incriminati e che sarebbero stati effettuati a favore di Allegri dal 2018 al 2021: triennio nel quale si arriverebbe a quota 161.000 euro, con altri 168.000 euro, provenienti da una società slovena che gestisce hotel e casinò, e 140.000 euro riconducibili invece a una banca privata di Monte Carlo, come riporta la notizia pubblicata dal quotidiano La Verità. Cifre che potrebbero in ogni caso fare riferimento a vincite legali visto che il tecnico avrebbe speso con la sua carta di credito personale quasi 500.000 euro presso esercenti di gioco d’azzardo a Montecarlo e in Slovenia.

Flavio Briatore, malore a Baku. Soccorso nell’infermeria del circuito di F1…..


Flavio Briatore, malore a Baku. Soccorso nell’infermeria del circuito di F1: “Piccola défaillance”. Elisabetta Gregoraci commenta così

articolo: https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/06/06/flavio-briatore-malore-a-baku-soccorso-nellinfermeria-del-circuito-di-f1-piccola-defaillance-elisabetta-gregoraci-commenta-cosi/6221637/

Flavio-Briatore-Solonotizie24.it_

Flavio Briatore (Verzuolo, 12 aprile 1950) è un imprenditore, dirigente d’azienda e dirigente sportivo italiano.

Flavio Briatore ha avuto un malore venerdì 4 giugno mentre si trovava a bordo pista a seguire le prove del Gran Premio di Formula 1 che si corre quest’oggi a Baku, in in Azerbaijan. È stato lo stesso imprenditore a documentare quanto accaduto nelle sue storie di Instagram, pubblicando alcuni video che lo immortalavano nell’infermeria del circuito, mentre veniva assistito dallo staff medico. Immagini seguite da un lungo silenzio, che aveva fatto preoccupare i suoi fan.

Finché nelle scorse è stato sempre lui a rassicurare tutti sulle sue condizioni di salute, pubblicando una foto che lo ritrae sorridente e in perfetta forma assieme a Stefano Dominicali, presidente e amministratore delegato della Formula 1: “Volevo rassicurarvi – ha scritto Briatore nel post, – come vedete oggi sto alla grande. (Dopo la piccola défaillance di ieri)”. E tra i tanti commenti, non passa inosservato quello dell’ex moglie Elisabetta Gregoraci, che ha pubblicato una faccina con i cuori. Nonostante il divorzio, i due sono ancora molto uniti, legati dall’amore per il figlio Nathan Falco. Non si conoscono i dettagli di quanto successo all’imprenditore, team manager della Renault di Fernando Alonso, ma secondo le indiscrezioni si sarebbe trattato solo di un lieve malore risolto con le cure dello staff medico della F1.

Milano, incendio in sottotetto palazzo: due intossicati lievi


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/06/04/foto/milano_incendio_in_sottotetto_palazzo_due_intossicati_lievi-304207133/1/

Milano, 4 giugno 2021 – Un incendio è divampato nel sottotetto di un palazzo di otto piani in via Washington a Milano. Le fiamme sono scaturite durante un intervento di alcuni operai mentre stavano installando una guaina bituminosa. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la Polizia di Stato e i Carabinieri che hanno evacuato in via precauzionale tutto lo stabile. A causa del fumo sprigionato dal rogo sono rimasti intossicati lievemente un operaio e un condomino che sono stati trasportati in codice verde rispettivamente all’ospedale San Paolo e al Niguarda.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Inter, Zhang: “Inzaghi ha i requisiti giusti. Mercato? L’obiettivo è di ridurre i costi”


articolo: https://sport.sky.it/calcio/serie-a/2021/06/05/inter-zhang-intervista

Il nostro Massimo Marianella ha realizzato una lunga intervista in esclusiva per Sky Sport. In questa anticipazione della versione integrale che andrà in onda nei prossimi giorni le parole sul nuovo allenatore e sulle strategie del mercato: “Inzaghi è giovane e con grande potenziale. Sul mercato l’obiettivo è di ridurre i costi, restare competitivi e allo stesso tempo ottenere dei ricavi

GettyImages-1320030589-kIa--1081x611@Gazzetta-Web_1081x611

Steven Zang – Presidente FC Internazionale Milano

https://video.sky.it/sport

Da una parte il campo, dall’altra il futuro societario. Gli impegni non mancano per il presidente dell’Inter Steven Zhang che, dopo la vittoria dello scudetto, ha dovuto fare i conti anche con il cambio di allenatore. Fuori Antonio Conte, dentro Simone Inzaghi. “Si capisce subito che Simone è un allenatore allineato con il club e, allo stesso tempo, esperto e in grado di competere sia in Italia che in Europa – spiega Zhang in un’intervista esclusiva a Sky Sport realizzata da Massimo Marianella – È giovane e con grande potenziale ed è adatto alla conformazione della nostra squadra, si sposa bene“.

Parole d’elogio nei confronti di Inzaghi da parte di Zhang che, però, chiede tempo ai tifosi: “Penso che abbia tanti requisiti giusti per noi e allo stesso tempo siamo sicuri che lavorerà al meglio con il team e i dirigenti nel futuro. Spero che i tifosi gli diano tempo e supporto, che siano pazienti e che credano in lui e gli diano modo di guidare la squadra per continuare questo percorso vincente e continuare ad essere competitivi, anno dopo anno, per poi continuare a vincere tante partite“.

“Necessario contenere i costi” – L’Inter, intanto, deve fare i conti con la spending review. In questa sessione di mercato sarà necessario un contenimento dei costi, ma Zhang spiega anche l’importanza di ottenere ricavi anche dalle cessioni: “Per il club dobbiamo sempre guardare non solo alla singola stagione e alla singola sessione di mercato, ma al progetto a lungo termine e in questo senso dare possibilità al club di recuperare dalle ripercussioni della pandemia – ammette il presidente nerazzurro – Per fare questo è assolutamente necessario contenere i costi e il mercato è una modalità di fare questo, di recuperare i milioni persi nelle scorse stagioni, e parliamo di milioni e milioni persi a causa della chiusura degli stadi e di attività commerciali che abbiamo dovuto interrompere. Per questa sessione, nello specifico, l’obiettivo è di ridurre i costi, costruire la squadra insieme all’allenatore, restare competitivi, e allo stesso tempo ottenere ricavi dal mercato

Obiettivo? Rimanere competitivi” – Zhang traccia anche la strada per gli obiettivi dell’Inter sia in Italia che in Champions League dove la squadra di Inzaghi sarà inserita tra le teste di serie nel sorteggio della fase a gironi: “L’obiettivo per la prossima stagione è di rimanere competitivi, ambire al massimo e speriamo di poter andare più avanti sul palcoscenico internazionale, perché è importante competere ai massimi livelli sia in Italia che in Europa per un club come l’Inter, ed è importante non solo sportivamente ma anche per motivi economici.

Niente Tottenham per Conte. C’è l’accordo con Paratici


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2021/06/05/news/premier_fumata_nera_tra_conte_e_il_tottenham_c_e_l_accordo_con_paratici-304333873/

Sembra sfumare il ritorno in Inghilterra dell’ex allenatore dell’Inter. Avrebbe messo paletti sul proprio staff e chiesto un importante investimento sulla rosa. L’ex dirigente della Juve verso il sì.

Il matrimonio tra Antonio Conte e il Tottenham non s’ha da fare. Secondo la stampa britannica la trattativa si è arenata irrimediabilmente dopo le richieste del tecnico campione d’Italia. L’ex allenatore dell’Inter, infatti, è convinto che gli Spurs non abbiano una rosa adeguata per competere alla pari in Premier League con le corazzate Liverpool, Manchester City, Manchester United e Chelsea e avrebbe chiesto un forte cambiamento della rosa trovando subito l’opposizione del presidente Daniel Levy.

Troppe divergenze per dire sì – Il Tottenham, settimo nell’ultimo campionato, ripartirà dalla Conference League, ma vuole tornare tra le prime quattro d’Inghilterra pur dovendo fare i conti con la grave situazione finanziaria in cui versa, ingigantita dalla pandemia e dal grosso investimento che la società ha fatto per il nuovo stadio. E c’è anche il problema Harry Kane. La stella degli Spurs è tentato dalla corte di Manchester City e Real Madrid e non è escluso un suo addio. Non un buon segnale per Conte che aveva messo paletti anche sul suo staff, proposta accettata solo in parte dal club inglese. Per lunedì è attesa la risposta definitiva del tecnico, ma viste le condizioni attuali difficilmente sarà un sì.

C’è l’accordo con Paratici – C’è, invece, l’accordo con Fabio Paratici che, dopo 11 anni di Juventus, insegue una nuova avventura all’estero. Secondo il Guardian, quindi, il numero uno Levy si sta già guardando intorno. Si parla addirittura di un ritorno di Pochettino, ma il Paris Saint Germain non sarebbe disposto a lasciar partire il tecnico argentino a meno di un clamoroso accordo proprio con Conte. Tutto quindi è ancora possibile.