Archivi del giorno: 5 giugno 2021

Seid e razzismo, Marchisio: «L’Italia ha fallito, facciamo tutti un po’ schifo»


articolo: https://torino.corriere.it/cronaca/21_giugno_05/suicida-razzismo-marchisiol-italia-ha-fallito-facciamo-tutti-po-schifo-aa33a54c-c5f5-11eb-8929-1e7e5315cef2.shtml?fbclid=IwAR2V_bKOG2H6bRJgLb9y5YOmsac44D–s28KOKwH9bJUYl5BrJCqp65hiwU+

L’ex calciatore della Juve sul caso del ventenne suicida Seid Visin

«Un Paese che spinge un giovane ragazzo a fare un gesto così estremo è un Paese che ha fallito». Claudio Marchisio, ex giocatore della Juve, commenta così il suicidio di Seid Visin, il ventenne di origini etiopi che dopo un paio di stagioni nelle giovanili del Milan era tornato a Nocera Inferiore, dove era cresciuto dopo essere stato adottato da una famiglia italiana. «Sento gli sguardi schifati per il colore della mia pelle», scrive il giovane in una lettera, anticipata da alcuni quotidiani, in cui spiega i motivi del suo gesto.

«Siamo il Paese dell’integrazione quando sei un giovane talento – scrive sui social Marchisio – o quando segni il gol decisivo in una partita importante, ma che si rifiuta di essere servito al ristorante da un ragazzo di colore. Siamo il Paese dell’integrazione quando l’atleta vince la medaglia alle Olimpiadi. Siamo il Paese dell’integrazione che cerca improbabili origini italiane quando l’attrice che ci fa emozionare vince il Premio Oscar, ma che quando in classe con i propri figli ci sono dei ragazzi di colore storce il naso. Io non posso neanche immaginare cosa abbia provato Seid Visin, ma sono certo che un Paese che spinge un giovane ragazzo a fare un gesto così estremo è un Paese che ha fallito. Pensateci quando fate le vostre battute da imbecilli, quando fate discorsi stupidi e cinici sui gommoni e sul colore della pelle, soprattutto sui social network. Facciamo un po’ schifo. Tutti. Di centro, di destra, di sinistra».

 

Ciclismo, Egan Bernal positivo al Covid


articolo: https://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2021/06/04/news/ciclismo_bernal_positivo_al_covid-304234517/?ref=RHBT-VS-I286350292-P1-S3-T1

13037332_small-900x600

Egan Arley Bernal Gómez (Zipaquirá, 13 gennaio 1997) è un ciclista su strada e mountain biker colombiano che corre per il team Ineos Grenadiers. Professionista dal 2016 e corridore da corse a tappe, con caratteristiche di scalatore puro, in carriera ha vinto il Tour de France 2019, primo vincitore colombiano nella storia del Tour, e il Giro d’Italia 2021.

Il tampone è stato effettuato giovedì in vista del viaggio di ritorno in Colombia. Il campione del Giro 2021 è in isolamento a Monaco con la sua compagna Maria Fernanda, con sintomi minori.

Egan Bernal è risultato positivo al Covid-19 cinque giorni dopo aver vinto il Giro d’Italia. La scoperta dopo un tampone effettuato in preparazione di un viaggio dall’Europa alla Colombia, in programma sabato. Bernal e la sua compagna Maria Fernanda sono ora in isolamento a Monaco, con sintomi minori. Dopo la crono di Milano, il 24enne scalatore era rientrato nella sua casa di residenza per un po’ di riposo e in attesa di effettuare il viaggio verso casa. Difficile dire quando Bernal sia rimasto contagiato, se durante l’ultima settimana del Giro o immediatamente dopo. L’ultimo test Pcr a cui i corridori del Giro si sono sottoposti durante la corsa risale al 24 maggio, la sera della tappa di Cortina stravinta proprio dal colombiano: in quell’occasione, su 592 test totali, non erano emersi positivi, così come nella precedente tornata, durante il primo giorno di riposo, martedì 18 maggio.

Morto di Covid a 59 anni Loris Dominissini: aveva allenato Udinese e Como


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2021/06/04/news/covid_nuovo_lutto_nel_calcio_e_morto_dominissini_aveva_59_anni-304260335/?ref=RHTP-VS-I287621970-P13-S13-T1

L’ex giocatore e allenatore dell’Udinese è deceduto all’ospedale di San Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone. Agli inizi degli anni Duemila ha guidato il Como dalla C alla A

GettyImages-1618190-1622830227785

Loris Dominissini (Udine, 19 novembre 1961 – San Vito al Tagliamento, 4 giugno 2021) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano

Lutto nel mondo del calcio. E’ morto Loris Dominissini. L’ex calciatore ed allenatore dell’Udinese, cresciuto nel settore giovanile della squadra friulana, è morto a soli 59 anni all’ospedale di San Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone, a causa del Covid.

Portò il Como in Serie A – Nonostante si fosse da tempo negativizzato, la malattia aveva lasciato segni profondi nel corpo dell’ex centrocampista. Da giocatore Dominissini, dopo l’Udinese, ha vestito anche le maglie di Triestina, Pordenone, Messina, Reggiana, Pistoiese, Sevegliano e Pro Gorizia. Da allenatore invece, agli inizi degli anni Duemila, riuscì nell’impresa di guidare il Como di Preziosi alla doppia promozione dalla Serie C alla A. L’ultima esperienza nel 2006 sulla panchina della “sua” Udinese in coppia con Nestor Sensini.