Il Comune di Milano: “Stop alla fusione tra ospedali San Paolo e San Carlo: salviamoli e recuperiamoli”


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/06/17/news/stop_alla_fusione_tra_ospedali_san_paolo_e_san_carlo_a_milano-306496726/

L’assessore Maran scrive alla Moratti: “Il progetto ormai non è più attuale e i due presidi sono in un limbo che ne impedisce il rilancio

Ospedali san Carlo e san Paolo: è ora di abbandonare l’idea di chiuderli per fare un nuovo ospedale e di concentrarsi sull’obiettivo di una ristrutturazione profonda delle due strutture“. Lo scrive, nero su bianco, l’assessore all’urbanistica del Comune di Milano, Pierfrancesco Maran, alla vicepresidente della Lombardia, Letizia Moratti, per chiedergli di “sbloccare una situazione, quella dei due presidi sanitari milanesi, che da tempo è ferma in un limbo“.

172352128-9faeb747-a161-4e20-b1ae-0ed14fee7423

La Regione aveva “l’obiettivo di sostituire i due ospedali con una struttura nuova e baricentrica“, ma quest’idea per Maran è da “archiviare“: sia per alcune “criticità tecniche nell’individuazione di un luogo adatto con il rischio di scop una nuova struttura “restano bloccati anche progetti alternativi di ristrutturazione“, denuncia l’assessore. La lettera chiede, quindi, un confronto tra Comune e Regione con questi obiettivi: “Archiviare l’idea di sostituire i due ospedali con uno nuovo; ristrutturare il San Paolo mantenendo lì il fondamentale presidio di pronto soccorso e sviluppare il progetto di ristrutturazione del San Carlo in piena sinergia con l’università degli studi che può recuperarne una parte a campus di medicina“.

Per Palazzo Marino è fondamentale “far sbloccare la situazione“. Le richieste di Maran vengono appoggiate anche dalla consigliera regionale del pd, Carmela Rozza. “La pandemia – afferma – nella sua drammaticità, ha evidenziato la necessità di riqualificare al più presto questi due ospedali per metterli nelle condizioni di garantire ai cittadini della zona sud-ovest del milanese servizi efficienti, anche in caso di nuove emergenze sanitarie“.

Europei, Danimarca-Belgio: l’urlo dello stadio e l’applauso per Eriksen..


Europei, Danimarca-Belgio: l’urlo dello stadio e l’applauso per Eriksen, così è stato cancellato quel terribile silenzio

articolo: https://www.repubblica.it/dossier/sport/europei-di-calcio-/2021/06/17/news/stadio_copenaghen_per_eriksen_danimarca-306511799/

45469c07c6713ba1914fdd86b6b636d0-57491-d41d8cd98f00b204e9800998ecf8427e

I giocatori e l’arbitro si sono fermati al 10′ della partita, il pubblico ha cominciato (anzi ha continuato dopo il gol) a urlare il nome di Christian. Che probabilmente dall’ospedale vicino allo stadio Parken avrà sentito l’affetto di tutti

COPENAGHEN L’urlo dello stadio per Chris è arrivato ben prima del decimo minuto, anzi non ne erano passati neppure due e già la Danimarca era in vantaggio. Probabile che il boato l’abbia sentito anche Eriksen dalla finestra del suo ospedale, proprio qui davanti al Parken. Ancora otto minuti scarsi, e tutti si sono fermati per applaudire questo ragazzo: i compagni, gli avversari, l’arbitro e naturalmente il pubblico.

È stata una strana, potentissima festa emotiva, ma forse non è la definizione giusta, con la Danimarca all’attacco ed Eriksen nel suo letto, dopo avere saputo che per continuare a vivere normalmente gli dovranno impiantare un defibrillatore: sarà il possibile, o forse probabile addio al calcio. Tutto si consuma in poche ore nel luogo della tragedia sfiorata sabato, ma è come se quel fatto fosse rimasto presente, qui, con il rumore del tifo e delle musiche prima della sfida al Belgio per esorcizzare il terribile silenzio di quei minuti che non passavano mai.

All’ingresso delle squadre, invece della bandiera danese è stata portata sul prato un’enorme maglia con il numero 10 e il nome di Eriksen, mentre i bambini sventolavano i loro disegni che erano scritte d’amore. Anche i tifosi del Belgio hanno mostrato un grosso striscione, “Belgium loves you Christian“, lo stesso che era stato portato nelle vie della città per tutta la mattina, quando i tifosi della Danimarca si sono mescolati agli avversari nei bar e nelle piazze per cantare, ballare e scandire insieme il nome di Eriksen. I due capitani si sono scambiati i gagliardetti accanto a una maglia di Christian incorniciata. Dopo l’inno nazionale, Delaney e Vertonghen si sono asciugati le lacrime mentre il capitano Kjaer, applauditissimo e molto emozionato, ha cantato in un sussurro. Molto più di una partita di calcio, e si sapeva. Quando il gioco si è fermato al minuto numero 10, la gradinata ha srotolato una lunghissima scritta che diceva “Christian, tutta la Danimarca è con te“. Non solo la Danimarca.

DANIMARCA BELGIO, AL 10′ LA GARA SI FERMA: OMAGGIO A CHRISTIAN ERIKSEN

Christian Eriksen sarà operato: “Gli sarà impiantato un defibrillatore cardiaco, ha già detto sì”


articolo: https://www.tuttomercatoweb.com/serie-a/christian-eriksen-sara-operato-gli-sara-impiantato-un-defibrillatore-cardiaco-ha-gia-detto-si-1548221

© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Christian Eriksen sarà operato: "Gli sarà impiantato un defibrillatore cardiaco, ha già detto sì"

Christian Eriksen dovrà essere sottoposto a operazione chirurgica per l’impianto di un defibrillatore cardiaco automatico. Ad annunciarlo è la Federcalcio danese, che ha appena diramato un comunicato ufficiale sulle condizioni fisiche del centrocampista dell’Inter e della Nazionale: “Dopo aver sostenuto diversi esami al cuore, è stato deciso che a Eriksen dovrà essere impiantato un ICD (defibrillatore automatico). Questa misura è necessaria visto che il suo infarto è stato causato da disturbi del battito cardiaco. Christian ha accettato la soluzione, che è stata confermata anche da specialisti di fama nazionale e internazionale. Incoraggiamo tutti voi a lasciare Eriksen e la sua famiglia in pace, garantendo loro al contempo anche la giusta privacy”, si legge.

 

Stadio San Siro, Zhang incontra Sala


articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2021/06/16/san-siro-zhang-a-salaimpegno-medio-lungo-termine-proprieta_09def55e-5985-4d79-864e-e5583e14bbb7.html?fbclid=IwAR3x5U7ZFiRo11G1w_YFJpqroYciNdUnkx5RqJjrRVk4plk-Fgi11YT5pTM

(ANSA) – Milano, 16 giugno 2021 – Incontro a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, tra il sindaco, Giuseppe Sala e i vertici dell’Inter, il presidente Steven Zhang e l’amministratore delegato Alessandro Antonello, sul progetto di realizzazione del nuovo stadio. Durante l’incontro, come spiega una nota del Comune, il presidente dell’Inter ha confermato al sindaco l’impegno a medio-lungo termine della proprietà nel club.download.jpg

Inoltre Zhang ha rimarcato l’importanza strategica del progetto nuovo stadio per Milano, in particolare nell’ottica dell’auspicata ripresa economica della città. Il sindaco Sala, ribadendo che la continuità nella proprietà dell’Inter è un aspetto fondamentale per la prosecuzione dell’iter autorizzativo del nuovo stadio, ha preso atto con soddisfazione delle parole di Steven Zhang. L’incontro si è svolto in un clima di grande cordialità e con l’obiettivo comune di portare avanti il dialogo su questo dossier.

Infine Sala, grande tifoso interista, si è congratulato per la conquista del 19/o scudetto che ha permesso di riportare a Milano il più importante trofeo sportivo italiano dopo 10 anni.  (ANSA).

https://alessandro54.com/2019/03/04/san-siro-addio-ecco-il-nuovo-stadio-di-inter-e-milan/

zoppini-di-populous-a-fcinter1908-presenta-la-cattedrale

UFFICIALE – Gattuso non è più l’allenatore della Fiorentina. Club alla ricerca del sostituto


E’ arrivata anche la nota ufficiale della Fiorentina, che informa della rottura definitiva tra il club e Rino Gattuso, che non sarà il tecnico della prossima stagione

NOTA ACF FIORENTINA

17 giugno 2021

ACF Fiorentina e Mister Rino Gattuso, di comune accordo, hanno deciso di non dare seguito ai preventivi accordi e pertanto di non iniziare insieme la prossima stagione sportiva.

La Società si è messa immediatamente al lavoro per individuare una scelta tecnica che guidi la squadra Viola verso i risultati che la Fiorentina e la Città di Firenze meritano.