Usa, il Congresso certifica l’elezione di Biden. Quattro morti durante gli scontri


America sotto shock dopo l’assalto al Congresso. Ora la proclamazione di Biden

articolo: https://rep.repubblica.it/pwa/generale/2021/01/07/news/america_sotto_shock_dopo_l_assalto_al_congresso_proclamazione_di_biden-281465489/?ref=RHTP-BH-I281402347-P3-S1-T1

Polemiche per una  polizia inadeguata e sopraffatta. Manovre all’interno della Casa Bianca per far scattare il 25esimo emendamento della Costituzione che consente di esautorare Trump

Washington – Prima dello scoccare della mezzanotte, Camera e Senato bocciano gli ultimi ricorsi contro l’elezione di Joe Biden alla presidenza degli Stati Uniti: è un segnale di ritorno alla normalità, dopo la giornata drammatica in cui il “terrorismo domestico” ha preso in ostaggio le istituzioni. L’America sotto shock, tramortita dalle immagini del suo Congresso invaso e occupato, ha cominciato a riprendersi cinque ore dopo la battaglia di Washington.

La prima risposta è venuta dalle forze dell’ordine che hanno riconquistato il controllo della capitale con il coprifuoco scattato alle sei di sera. La seconda risposta l’hanno data le istituzioni: Camera e Senato si sono riuniti nuovamente, dopo l’assalto e l’evacuazione forzata, e hanno portato a termine la certificazione della vittoria di Biden respingendo i ricorsi. Ma lo stress post-traumatico resta enorme, gli interrogativi si addensano, e su tutti domina questo: quali altri danni può fare alla democrazia americana Donald Trump nelle due settimane che restano fino all’Inauguration Day? Può rimanere a capo dell’esecutivo, dopo aver scatenato “una giornata che resterà nella storia come un’infamia” (così l’ha definita il capogruppo democratico al Senato, Chuck Schumer, citando la definizione che Franklin Roosevelt diede dell’attacco a Pearl Harbor nel dicembre 1941). La condanna del comportamento di Trump ha unito gli ex presidenti Barack Obama, George Bush e Bill Clinton. Bush ha detto: “E’ così che i passaggi di potere avvengono nelle repubbliche delle banane”. continua a leggere


Trump: “Ci sarà transizione ordinata”. Tra le persone rimaste uccise una veterana dell’Aeronautica. A Washington resta l’emergenza fino 21 gennaio

Dopo l‘assalto al Congresso da parte dei supporter di Donald Trump secondo cui le elezioni erano truccate, Camera e Senato Usa hanno bocciato tutti i ricorsi e hanno certificato l’elezione di Joe Bide alla Casa Bianca. Il presidente Donald Trump: “Non sono d’accordo, ma ci sarà una transizione ordinata“. “E’ la fine del più grande mandato presidenziale della storia, ma è solo l’inizio della nostra lotta per fare l’America di nuovo grande – si legge in una dichiarazione diffusa dala Casa Bianca – Ho sempre detto che continueremo la nostra lotta per assicurare che solo i voti legali contino“.

Intanto il numero dei morti, durante i disordini e l’assalto al Congresso, sale a quattro e la polizia ha confermato che sono stati rinvenuti ordigni esplosivi davanti al quartier generale sia del Dnc (Democratic National Convention) e sia dell’Rnc (Republican National Convention).È stato inoltre individuato un veicolo vicino al Congresso con un fucile e molotov.

Mentre a Washington è stato dichiarato lo stato d’emergenza fino al 21 gennaio, alla Casa Bianca continua a circolare sempre più insistente la voce di un’ipotesi di rimozione immediata di Donald Trump. continua a leggere

Washington, i sostenitori di Trump assaltano il Campidoglio e si scontrano con la polizia all’interno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...