Archivi del mese: luglio 2020

Spagna, coronavirus: positivo Gudelj del Siviglia, prossima avversaria della Roma


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/07/29/news/spagna_coronavirus_positivo_un_giocatore_del_siviglia-263187117/

Asintomatico, è stato messo in isolamento mentre i primi tamponi agli altri membri del club sono risultati negativi. La società iberica tra una settimana dovrà giocare l’ottavo di finale di Europa League contro i giallorossi. E c’è un caso Covid anche nell’Almeria, club di seconda divisione

MADRID, 29 luglio 2020 – Un giocatore positivo al coronavirus nel Siviglia, club che milita nella Liga, e uno nell’Almeria, società di seconda divisione. Preoccupante ritorno di contagiati in Spagna e, di conseguenza, anche tra le squadre di calcio. Ricordiamo che tra una settimana, il 6 agosto, il Siviglia dovrà giocare l’ottavo di finale di Europa League contro la Roma.

Siviglia: positivo in isolamento, negativi gli altri tamponi – Il Siviglia ha comunicato oggi che un calciatore della prima squadra è risultato positivo al Covid-19. Si tratta di Nemanja Gudelj, che ha confermato con un post sui social la sua positività: “Non ho alcun sintomo e spero di tornare presto”, il suo messaggio. Il giocatore è stato posto in isolamento domiciliare ed è effettivamente asintomatico. Secondo il protocollo sanitario vigente nella Liga, il Siviglia ha annullato gli allenamenti, sanificando il centro sportivo. Inoltre, tutto il personale è stato sottoposto a due tamponi, di cui uno risultato negativo per tutti, mentre i risultati dell’altro saranno resi noti domani. Se anche i risultati del secondo tampone saranno negativi la squadra tornerà ad allenarsi domani stesso. continua a leggere

Proroga emergenza al 15 ottobre. Conte: ‘Così il paese è più sicuro’


artivolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2020/07/28/conte-in-diretta-dal-senato-sullo-stato-demergenza_0c601619-85b0-4802-9674-2f4904ee536c.html

 Il 15 ottobre: è questa la data di proroga dello stato di emergenza che dovrebbe indicata nella risoluzione di maggioranza in Senato. Il testo, a quanto si apprende, è ancora in fase di limatura, ma l’orientamento, dalle comunicazioni del premier Giuseppe Conte in Aula al Senato, è indicare la metà di ottobre come data di scadenza dell’emergenza legata al Coronavirus.
“Pur in assenza del vincolo normativo ritengo doveroso condividere con il Parlamento” la decisione della proroga dello stato di emergenza. Lo dice il premier al Senato.  continua a leggere

Gianrico Tedeschi, morto a 100 anni il decano del teatro italiano


5181994_1101_gianrico_tedeschi_100_anni_auguri_mattarella

Gianrico Tedeschi (Milano, 20 aprile 1920 – Pettenasco, 27 luglio 2020) è stato un   attore e doppiatore italiano.

articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/teatro/2020/07/28/e-morto-gianrico-tedeschi_b0ca8ee9-6951-4de0-89e4-f316e77014fc.html

Aveva festeggiato 100 anni lo scorso 20 aprile, ricevendo gli auguri del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: Gianrico Tedeschi, decano del teatro italiano, volto caro al grande pubblico grazie al varietà e alla pubblicità in tv con Carosello, è morto la notte scorsa nella sua casa di Crabbia di Pettenasco, sul lago d’Orta. Nato a Milano nel 1920, Tedeschi ha trascorso 70 anni in scena – ancora quattro anni fa recitava ”Dipartita finale” con la regia di Branciaroli – attraversando il Novecento e rappresentandolo nel bene e nel male, grazie alla sua fedeltà a principi etici e civili oltre che artistici, alla sua ironia e soprattutto alla sua umanità. Diplomato a vent’anni, Tedeschi parte poi per la guerra, sottotenente in Grecia, e dopo l’8 settembre, rifiutandosi di aderire alla Repubblica di Salò, finisce in un lager nazista in Germania dove recita con i compagni di prigionia (da Giovanni Guareschi a Enzo Paci); dopo la Liberazione riesce a entrare in Accademia a Roma e nel 1947 debutta, scelto e diretto da Strehler. Inizia così una carriera di successo, che lo vede lavorare con registi che vanno da Visconti a Ronconi, passando per Garinei e Giovannini per un celeberrimo ”My fair lady”, come lo porterà a partecipare agli storici sceneggiati tv, a diventare amato personaggio di un Carosello di dolciumi, a essere in radio con Raffaella Carrà, a far cinema con, tra i tanti, Bragaglia, Steno, Dessin e Rossellini.

20 aprile 2020 – L’attore Gianrico Tedeschi  compie 100 anni

È morto John Saxon, attore di horror e western tra Hollywood e Cinecittà


images

John Saxon, nome d’arte di Carmine Orrico (New York, 5 agosto 1936 – Murfreesboro,   25 luglio 2020), è stato un attore statunitense, famoso per la partecipazione in svariati polizieschi all’italiana durante gli anni settanta.

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2020/07/26/news/e_morto_john_saxon_tra_hollywood_e_cinecitta_-262910498/https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2020/07/26/news/e_morto_john_saxon_tra_hollywood_e_cinecitta_-262910498/

È morto a 83 anni John Saxon, attore di origini italiane noto per i suoi ruoli in diversi spaghetti western e poliziotteschi girati a Cinecittà negli anni 70 e per gli horror, tra cui la saga Nightmare. Ha lavorato anche in Tenebre (1982) di Dario Argento. Ad annunciare la scomparsa è stata la moglie Gloria: è morto per le complicazioni di una polmonite a Murfreesboro, nel Tennessee.  continua a leggere

La Tunisia sequestra peschereccio di Marsala, equipaggio di tre persone a bordo


articolo: https://palermo.repubblica.it/cronaca/2020/07/23/news/la_tunisia_sequestra_peschereccio_di_marsala_equipaggio_di_tre_persone_a_bordo-262728951/

Secondo le autorità tunisine il motopesca stava pescando nelle acque territoriali del Paese del Maghreb

201142016-960f6575-2141-4cfe-9db3-e38420958ada

23 Luglio 2020 – Un peschereccio italiano è stato sequestrato dalle autorità tunisine. Si tratta del “Nuova Maria Lucia” di Marsala, che da questa mattina è in stato di sequestro nel porto di La Goulette, in Tunisia. Secondo le autorità tunisine, il motopesca stava pescando nelle acque territoriali del Paese del Maghreb. L’intero equipaggio – composto da tre persone, di cui due di nazionalità italiana – si trova a bordo del peschereccio. La vicenda viene monitorata dal Comando generale della capitaneria di porto di Roma.

Attilio Fontana indagato per il caso camici


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/07/24/news/fontana_indagato_camici-262818924/

Il presidente della regione Lombardia sotto inchiesta per la fornitura di mezzo milione di materiale da parte della società Dama SpA gestita dal congato e di cui la moglie detiene il 10%  – di LUCA DE VITO

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana risulta indagato nell’ambito dell’inchiesta sui camici aperta dalla procura di Milano. Una notizia che arriva al termine di una lunga giornata sul fronte dell’indagine che riguarda la fornitura di camici della Dama spa, la società di Andrea Dini il cognato di Attilio Fontana. A questo proposito infatti è stato interrogato Filippo Bongiovanni, ex dg di Aria la centrale acquisti del Pirellone. continua a leggere

Juventus, si fa male Douglas Costa: stagione finita


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2020/07/24/news/si_ferma_douglas_costa-262792242/

douglas.costa.juventus.2019.20.disperato.ANSA.1080x648

TORINO – Si ferma Douglas Costa, stagione finita per l’esterno brasiliano. Brutta notizia per Maurizio Sarri nel giorno della ripresa dopo lo stop di Udine: l’ex Bayern Monaco è stato infatti sottoposto a risonanza magnetica che, come riporta il sito della Juventus, “ha evidenziato una lesione di secondo grado a carico del muscolo adduttore lungo della coscia destra“.

Nonostante sul comunicato si parli di nuovi esami “tra 15 giorni”, l’entità della lesione muscolare non lascia spazio a speranze: la stagione di Douglas Costa è virtualmente finita. Sarri dovrà quindi fare a meno del brasiliano sia nelle ultime giornate di campionato che per la sfida di ritorno con il Lione in Champions League, quando i bianconeri si giocheranno il lasciapassare per la finale a otto in programma a Lisbona a metà agosto.

Garmin, attacco ransomware all’azienda dei runner: server fuori uso da 24 ore


articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/sicurezza/2020/07/24/news/garmin_attacco_ransomware_all_azienda_dei_runner-262798790/

L’allarme è partito dagli utenti che lo usano per organizzare la loro attività sportiva: “Garmin è down!” Da ieri mattina il popolare sito non funziona ed è impossibile per migliaia di sportivi usarne l’app per sincronizzare le attività di corsa, ciclismo, nuoto. La causa, ancora in via di accertamento, secondo le prime ricostruzioni sarebbe riconducibile a un attacco ransomware che ha colpito i server principali di uno dei leader mondiale nella tecnologia gps per l’automotive, la nautica, l’aviazione, lo sport, il fitness e l’outdoor. Garmin ha dovuto interrompere il servizio Garmin Connect, il sistema su cui si basa il monitoraggio e la condivisione delle prestazioni sportive. continua a leggere

Traduzione: Al momento stiamo riscontrando un’interruzione che riguarda Garmin Connect e, di conseguenza, il sito Web Garmin Connect e l’app mobile sono inattivi.

Maltempo, esonda il Seveso: bomba d’acqua su Milano, allagamenti in diverse zone della città


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/07/24/news/maltempo_bomba_d_acqua_su_milano_allagamenti-262748242/

Disagi in tutta la città, treni fermi per due ore tra Bovisa e Cadorna, deviati mezzi Atm. L’esondazione poco prima delle otto, tanti i sottopassi inagibili. Disagi anche all’aeroporto di Orio al Serio

Milano, 24 luglio 2020 – Una forte bomba d’acqua si è abbattuta dall’alba a Milano. Molte le chiamate ai vigili del fuoco per sottopassi allagati e altri allagamenti, in particolare nella zona Nord, a Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo. A causa del violento nubifragio è esondato il fiume Seveso. Questo ha creato problemi di circolazione nella zona Nord Est, nella zona di viale Zara, Niguarda e viale Sarca. Diversi gli allagamenti registrati, anche in altre parti della città. E si segnalano danni per grandine anche in provincia e in alcune zone di Varese.  continua a leggere

082634594-e568514f-0cc1-4c8b-8702-f8f3b26af995

Lombardia flagellata dal maltempo: esonda il Seveso. Linee ferroviarie interrotte

articolo: https://www.ilgiorno.it/cronaca/maltempo-bomba-d-acqua-1.5351019?nocache=1595581670355

Centinaia di chiamate ai vigili del fuoco per sottopassi allagati e tombini saltati. Alberi su alcune linee ferroviarie nel Bresciano e nel Cremonese

Milano, 24 luglio 2020 – Lombardia flagellata dal maltempo dalle prime ore dell’alba. Una bomba d’acqua si è abbattuta dalle 5 di stamani su Milano e l’hinterland provocando l’esondazione del Seveso. Sottopassi allagati e tombini saltati per la furia dell’acqua. Centinaia le chiamate ai vigili del fuoco. Il maltempo ha fatto cadere alberi e rami anche su alcune linee ferroviarie, che sono state interrotte. Si tratta delle linee fra Soresina e Castelleone in provincia di Cremona, fra Brescia e Olmenet e fra le stazioni di Milano Bovisa e Cadorna a causa di danni creati all’infrastruttura all’altezza di Milano Domodossola.

A Milano il Seveso è esondato stamattina attorno alle 7.45 in zona Niguarda. La bomba d’acqua e i temporali hanno gonfiato il torrente, che è uscito nel tratto tombinato di via Valfurva, invadendo le strade del quartiere Ca’ Granda. Resta sorvegliato speciale il fiume Lambro nella zona est, dove si registrano problemi alla circolazione. Forti disagi in particolare nella zona di viale Zara, Niguarda e viale Sarca. Difficoltà per qualche linea tranviaria, sempre nei quartieri a Nord, a Niguarda principalmente proprio a causa dell’uscita del Seveso, sostituite con autobus.

milano001

Nubifragio a Milano, esonda il Seveso: strade allagate e tombini che “esplodono”

Ospedale Covid alla Fiera, la GdF negli uffici della Fondazione di Comunità Milano


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/07/23/news/ospedale_fiera_milano_coronavirus_terapia_intensiva_finanza_regione_lombardia-262691135/

Le Fiamme Gialle acquisiscono documenti dalla fondazione che gestisce i soldi per l’emergenza Covid per la Fondazione Fiera. L’inchiesta aperta dalla procura dopo un esposto dei Cobas sulla realizzazione della struttura al Portello

La Guardia di Finanza è negli uffici della Fondazione di Comunità Milano per acquisire documenti nell’ambito dell’inchiesta della procura di Milano sulla realizzazione dell’ospedale per i malati Covid negli spazi della Fiera al Portello. La Fondazione gestisce i soldi della Fondazione Fiera per l’emergenza Covid.

L’inchiesta della pm Cristiana Roveda del dipartimento del procuratore aggiunto Maurizio Romanelli era stata aperta a fine maggio in base a un esposto dell’Adl Cobas Lombardia: un fascicolo conoscitivo come atto dovuto, senza ipotesi di reato né indagati in quel momento. Sul reparto di terapia intensiva realizzato al Portello e voluto dalla Regione (finanziato con donazioni private) ci sono state molte polemiche perché i malati effettivamente ricoverati lì in questi mesi sono stati pochissimi.

“21 milioni di euro per curare 25 pazienti”: Milano e i dubbi sull’ospedale anti-Covid in Fiera

Il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, al cantiere dell’ospedale Covid in Fiera

Torino, è morto Sergio Vatta, il mago delle giovanili granata. Fu lui a scoprire Vieri


Il-Torino-piange-Sergio-Vatta-il-mago-delle-giovanili-granata-1024x576-1-696x392

Sergio Vatta (Zara, 5 ottobre 1937 – 23 luglio 2020) è stato un allenatore di calcio, dirigente sportivo e calciatore italiano, specializzato nel dirigere i settori giovanili.

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/torino/2020/07/23/news/torino_si_e_spento_sergio_vatta_il_mago_delle_giovanili_granata-262688635/?ref=RHPPRT-VS-I259962735-C4-P1-S3.4-T1

A 83 anni si è spento un pilastro della storia del club. Fu lui a scoprire giocatori del calibro di Christian Vieri, Gianluigi Lentini, Roberto Cravero, Dino Baggio, Antonio Comi e Diego Fuser

TORINO – Mai visto un simile maestro di calcio. Mai conosciuto un tale costruttore di giocatori, talenti e uomini. Sergio Vatta era un allenatore di persone, un tattico evoluto e raffinato, un padre, un nonno. E’ morto a 83 anni dopo essere stato aggredito dall’Alzheimer, che ha spento poco a poco il suo meraviglioso cervello ma non il senso di una vita tutta dedicata allo sport. La sua casa era il campo Filadelfia, dove Vatta ha scovato, allevato e consegnato al football personaggi che si chiamano Lentini, Cravero, Fuser, Vieri, Mandorlini, Cois, Pancaro, Rambaudi, Dino Baggio e ne dimentichiamo moltissimi. Calciatori che hanno dato anima e corpo all’idea del Toro ancor prima che ai risultati in campo, i tornei di Viareggio, i campionati Primavera, le Coppe Italia, persino quella finale di Coppa Uefa con Mondonico che alza la sedia ad Amsterdam alla guida di una squadra che aveva molto di Vatta e del suo magistero.  continua a leggere

Roma, incendio a via Castel di Guido, sul posto 16 squadre di vigili del Fuoco


articolo: https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/07/22/news/roma_incendio_a_via_castel_di_guido_sul_posto_16_squadre_di_vigili_del_fuoco-262621552/?ref=RHPPLF-BH-I257369211-C8-P5-S1.4-T1

Le fiamme iniziate alle 13.30. A fuoco sterpaglie e boscaglia, ma anche una villa disabitata, una tettoia di legno di 300 metri e alcune automobil

Dalle 13.30 ben 16 squadre del comando provinciale dei vigili del Fuoco di Roma sono intervenute in via di Castel di Guido, in zona Malagrotta, per spegnere un vasto incendio di sterpaglie. Le fiamme, sospinte dal vento, hanno rapidamente esteso il proprio raggio d’azione, arrivando a coinvoltere 150 ettari di verde. Per evitare che l’incendio si avvicini alle abitazioni, la sala Operativa ha concentrato sul posto tutto il personale e i mezzi disponibili. continua a leggere

{}

Roma, rogo di sterpaglie a Castel di Guido: coinvolte auto

Violenza sulle donne, con il lockdown


images

Violenza sulle donne, con il lockdown aumentate del 25% le richieste di aiuto

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/07/21/news/violenza_sulle_donne_con_il_lockdown_aumentate_del_25_le_richieste_di_aiuto-262547641/

Con l’emergenza sanitaria legata al coronavirus aumentano le richieste di aiuto delle donne maltrattate, richieste rivolte alla rete lombarda antiviolenza. Rispetto al 2019, nel periodo 1° marzo – 16 aprile, le donne che si sono rivolte al numero antiviolenza 1522 sono aumentate in Lombardia del 25%. Il quadro è contenuto in una nota informativa in tema di contrasto alla violenza sulle donne e nella Relazione sull’attuazione e i risultati degli interventi previsti dalla legge regionale in tema di prevenzione, contrasto e sostegno a favore delle donne vittime di violenza.

La Relazione è stata esaminata dal Comitato paritetico di controllo e valutazione, presieduto da Barbara Mazzali (FdI) che insieme a Carlo Borghetti (Pd), vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia, ha illustrato i contenuti del documento. A conferma dell’ampiezza del fenomeno delle violenze domestiche – fenomeno trasversale che colpisce le donne a prescindere da età, classe sociale, istruzione, nazionalità – il numero delle donne che in Lombardia nel 2019 si sono rivolte a un centro antiviolenza: 6.545 nuovi contatti (più del doppio rispetto al 2013). Le nuove prese in carico hanno riguardato per circa il 44% dei casi donne residenti in provincia di Milano e Brescia.   continua a leggere

Alex Zanardi dimesso e trasferito in centro riabilitazione, l’ospedale di Siena: “Per lui inizia un nuovo percors


articolo: https://video.repubblica.it/edizione/firenze/zanardi-lascia-l-ospedale-di-siena-per-un-centro-di-riabilitazione/364401/364957

Alex Zanardi ha lasciato l’ospedale Le Scotte di Siena per un centro di riabilitazione in Lombardia. È stata tolta la sedazione e il campione, ricoverato un mese fa dopo il drammatico incidente sulla strada che da Pienza porta a San Quirico, adesso potrà intraprendere il nuovo percorso neuro riabilitativo. “Oggi per Alex Zanardi inizia un nuovo percorso”, ha detto il direttore generale dell’Aou Senese Valtere Giovannini.

Alex Zanardi dimesso e trasferito in un centro specialistico di neuro-riabilitazione

Mihajlovic-Gasperini, urla e insulti a bordo campo: uno ammonito, l’altro espulso


articolo e video: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/07/21/news/litigio_con_mihajlovic_gasperini_espulso_nel_primo_tempo-262561569/?ref=RHPPTP-BS-I262358872-C12-P2-S1.8-T1

Atalanta-Bologna ad alta tensione tra i due tecnici. L’atalantino è stato cacciato da La Penna al 36′

Nervi tesissimi tra le panchine nel primo tempo di Atalanta-Bologna. Dopo uno scambio rabbioso con Mihajlovic, al 36′, sullo 0-0, Gasperini è stato espulso dall’arbitro La Penna. Queste le frasi dei due tecnici, udite chiaramente dall’arbitro e, attraverso i microfoni a bordo campo, dagli spettatori a casa. Mihajlovic: «Che cazzo parli con loro? Parla con i tuoi e non rompere il c****! Parla coi tuoi, parla coi tuoi e non rompere il c****! V**** vai, non rompere il c****! Parla coi tuoi, c**** vuoi? Buttalo fuori!“. Gasperini, all’arbitro: «Perché a me? Ma cosa fai! Tutta ‘sta caciara qua!» e poi, uscendo, forse rivolto a Mihajlovic, «fai il fenomeno!», per due volte. Il tecnico del Bologna è stato ammonito.

Lite fra Gaperini e Sinisa Mihajlovic durante Atalanta – Bologna 1 – 0

Lombardia, Bennet acquisisce 7 Auchan: ecco quali


articolo: https://www.ilgiorno.it/economia/bennet-auchan-1.5338799?fbclid=IwAR202UHAuTFDrKti-gk9-CG01Us4GLqIk-74TVjWAkQibTtG_moFCNk8Y7Y

Milano, 20 luglio 2020 – Bennet ha annunciato l’acquisizione di sette ipermercati Auchan ceduti da Margherita Distribuzione. Secondo quantro riferito l’occupazione di tutti i dipendenti operativi negli ipermercati acquisiti, tutti localizzati in Lombardia, viene riconfermata da Bennet, che vede così crescere a circa 8.000 il numero di lavoratori impiegati.

sette ipermercati sono localizzati in diverse province della regione. Due sono in provincia di Milano (Cesano Boscone e Nerviano), due in provincia di Brescia (Concesio e Mazzano), uno in provincia di Lodi (Codogno), uno in provincia di Bergamo (Antegnate) e un superstore a Milano (in Viale Monza). Sale così a 71 il totale degli ipermercati e dei superstore a insegna Bennet. 

“Puntiamo con decisione a raggiungere i 2 miliardi di euro di fatturato – ha dichiarato Adriano De Zordi, Consigliere Delegato di Bennet -. Con l’ingresso di questi sette ipermercati sotto la nostra insegna portiamo il nostro format nel cuore della Lombardia e affermiamo la nostra leadership in una regione dinamica e strategica, salvaguardando i livelli occupazionali“. 

Auchan di Cesano Boscone

Auchan-Cesano-ipermercato-Bennet

articolo completo: https://giornaledeinavigli.it/attualita/auchan-cesano-ipermercato-da-margherita-distribuzione-bennet/

Il commento del sindaco Negri –  Trovano riscontro le voci che nelle ultime settimane davano Bennet quale nuovo marchio-guida del centro commerciale ex-Auchan di Cesano Boscone – ha commentato il sindaco Simone Negri –. Il passaggio si concretizzerà il prossimo 17 agosto. Stando ai pochi elementi che sono trapelati si prospetta una significativa revisione degli spazi vendita e delle superfici commerciali. Ancora non sappiamo che tipo di decisioni verranno assunte in merito al personale e quindi varrà la pena seguire con attenzione gli sviluppi di questo passaggio così rilevante. In questo scenario, alla luce dei pochi elementi fin qui raccolti, è comunque una buona notizia la continuità commerciale dell’ipermercato e della galleria che pone termine ai timori di un’eventuale, ma possibile, chiusura del centro”.

Coronavirus, 6 giocatori positivi in Spagna:


Coronavirus, 6 giocatori positivi in Spagna: salta Deportivo La Coruña – Fuenlabrada (serie B)

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_luglio_21/deportivo-coruna-fuenlabrada-serie-b-non-si-gioca-6-giocatori-avevano-covid-1f1df4a2-cb1f-11ea-bf7a-0cc3d0ad4e25.shtml

La partita valevole per l’ultima giornata della segunda division è stata rinviata: ma ora non sia sa chi sarà retrocesso e chi andrà ai playoff

Rinvio per coronavirus. È accaduto in Spagna nell’ultima giornata della Segunda Division. Non si è giocata la sfida tra Deportivo La Coruña e Fuenlabrada. Il motivo? Sei giocatori della squadra ospite sono risultati positivi al Covid-19. Secondo quanto riporta il quotidiano sportivo iberico As, i calciatori sarebbero venuti a conoscenza dell’esito dei tamponi quando erano già arrivati a La Coruña. Sono tutti asintomatici. Però, adesso dovranno mettersi in quarantena. Appresa la notizia, inizialmente si era pensato di far giocare comunque la partita, costringendo il Fuenlabrada a scendere in campo con i 14 giocatori rimasti a disposizione. Come si può ben capire, visti i numeri altissimi nel mondo di contagi, sarebbe stata una decisione che avrebbe scatenato non poche polemiche. La seconda opzione era quella di rinviare l’intera giornata. Infine, ed è stata quella poi l’opzione scelta, si voleva far giocare regolarmente tutte le altre partite eccezion fatta per quella del Riazor tra il Depo e il Fuenlabrada appunto.

Rinvio problematico – In termini sportivi, questo è un rinvio che causa non pochi problemi. Era l’ultima giornata ed entrambe le squadre erano ancora in lotta per i rispettivi obiettivi. Il Deportivo La Coruña era quartultimo, l’ultima che porta alla retrocessione, con un punto di distanza dall’Albacete e due dal Lugo. Da parte sua, il Fuenlabrada era sesto in classifica, l’ultimo utile per la qualificazione ai playoff promozione. L’Uefa monitora. Da ricordare che tra qualche settimana Inter e Roma saranno impegnate negli ottavi di finale, in gara secca, di Europa League contro due formazioni spagnole. La squadra di Antonio Conte scenderà in campo contro il Getafe (5 agosto, ore 21); i giallorossi sfideranno il Siviglia (6 agosto, ore 18.55). Poco dopo il Napoli andrà a Barcellona per la Champions League (8 agosto alle 21).

Incendi: già oltre mille roghi e 2mila ettari in fumo


articolo: https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2020/07/20/incendi-gia-oltre-mille-roghi-e-2mila-ettari-in-fumo_e37067df-d013-408d-847a-200a7db00f20.html

Assessore, si registrano però ancora troppi roghi

Ad oggi sono ancora troppi gli incendi che hanno interessato la Sardegna nel 2020, seppure sotto la media degli ultimi dieci anni: 1.118 roghi che hanno coinvolto 2.355 ettari. Numeri che comunque hanno confermato l’operatività e l’efficienza della macchina antincendio regionale“. Lo ha sottolineato l’assessore della Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis, in occasione della visita a Bono, dove ha effettuato un sopralluogo in elicottero nelle zone interessate dagli incendi di venerdì scorso, quando si sono verificati dodici focolai in un giorno solo.

Le operazioni di spegnimento, dirette dal Corpo forestale, avevano impegnato tre elicotteri leggeri in arrivo dalle basi di Farcana, Alà dei Sardi e Anela, un Superpuma, un Canadair, due squadre di Forestas ed una della compagnia barracellare. Sono finora 31 gli incendi che hanno coinvolto il Goceano: 13 a Bono, 10 a Bottida, 5 a Burgos e 3 ad Anela.

È in corso un’intensa attività investigativa del Corpo forestale per individuare gli autori dei roghi di queste settimane – ha aggiunto l’Assessore dell’Ambiente – La stagione antincendio è ancora lunga, perciò serve un segnale forte nei confronti di questi delinquenti che mettono a repentaglio l’ambiente e l’incolumità dei Sardi. Le Istituzioni devono contribuire anche alla battaglia culturale contro la piaga degli incendi, a cominciare dai luoghi di formazione, come la scuola“. continua a leggere

Stagione falsata, niente Pallone d’Oro 2020


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/07/20/stagione-falsata-niente-pallone-doro-2020_cbbfd6cc-884a-445e-9b3e-1a8cedcc59a0.html

Annuncio France football, dopo pandemia ‘non ci sono condizioni’

 Il Pallone d’Oro 2020 non verrà assegnato. Lo fa sapere la rivista ‘France Football‘, che lo assegna ogni anno tramite votazione, spiegando in una nota sul proprio sito che la decisione è stata presa a causa di una stagione troppo condizionata, non in positivo, dalla pandemia. “A circostanze eccezionali, decisione eccezionali. Per la prima volta nella sua storia, nel 2020 il Pallone d’Oro di France Football non verrà assegnato.Non ci sono le sufficienti condizioni di equità

Bolivia, il presidente della federazione calcio è morto di Covid 19


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/07/20/news/bolivia_presidente_federazione_calcio_e_morto_di_covid_19-262417273/

Saninas, 58 anni, era stato ricoverato il 9 luglio in una clinica nella capitale boliviana, La Paz, dove aveva ricevuto una donazione di plasma dal portiere della selezione boliviana, Carlos Emilio Lampe.

Bolivia, il presidente della federazione calcio è morto di Covid 19

Il presidente della Federazione calcistica boliviana (Fbl), Ce’sar Salinas, è morto di Covid-19. Lo ha annunciato il vice ministro dell’interno.
Cesar Salinas è deceduto, amico, sostenitore e presidente del Club The Strongest e della Fbl”, ha scritto su Twitter Wilson SantaMaria, vice ministro dell’Interno.

Salinas, 58 anni, era stato ricoverato il 9 luglio in una clinica nella capitale boliviana, La Paz, dove aveva ricevuto una donazione di plasma dal portiere della selezione boliviana, Carlos Emilio Lampe, che è guarito dal Covid-19.
La Bolivia, 11 milioni di abitanti, ha registrato finora 58.136 casi di Covid-19, con 2.106 morti.

Coronavirus, ragazzo organizza partita a calcetto ‘sani contro infetti’


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/07/20/news/coronavirus_ragazzo_organizza_partita_a_calcetto_sani_contro_infetti_-262431309/

È successo a Pamplona, un 23enne è stato denunciato e rischia fino a tremila euro di multa

20 luglio 2020 – Come se non bastassero i covid party, ora nascono anche i match di calcio ‘sani contro infetti‘.
L’idea (anche se il termine idea non è particolarmente adatto) è venuta a un 23enne di Pamplona, in Spagna. Il ragazzo, che è stato denunciato dalla polizia provinciale, aveva già organizzato a giugno una partita alla quale avevano assistito diverse centinaia di persone.

Lo riporta AS, quotidiano spagnolo dedicato allo sport.
I promotori avevano chiamato l’evento “Patxanga Mendillori” – la partita si sarebbe svolta nel quartiere Mendillori – e, come indicato sul poster, sarebbe stata una “festa di beneficenza per i malati di COVID-19”. Per registrarsi all’evento gli interessati dovevano contattare una persona attraverso Instagram.
L’uomo è stato denunciato per non aver rispettato l’ordinanza comunale sulle restrizioni per il Covid  che comporta una multa fino a 3.000 euro.

Spettro calcioscommesse sulla Serie….


redcard_1utgybx004vqb1byyhzgjxgjub

Spettro calcioscommesse sulla Serie C …..

articolo alla pagina: https://alessandro54.com/scandali-calcio/

19 luglio 1992, la strage di via D’Amelio


La strage di via D’Amelio fu un attentato di stampo terroristico – mafioso avvenuto in Italia il 19 luglio 1992, una domenica, all’altezza del civico 21 di via Mariano D’Amelio a Palermo, nel quale persero la vita il magistrato italiano Paolo Borsellino e i cinque agenti della scorta Agostino CatalanoEmanuela Loi (prima donna a far parte di una scorta e anche prima donna della Polizia di Stato a cadere in servizio), Vincenzo Li MuliWalter Eddie Cosina e Claudio Traina. L’unico sopravvissuto fu l’agente Antonino Vullo, risvegliatosi in ospedale dopo l’esplosione, in gravi condizioni.

Immagini da Via D’Amelio

Storia – Il 19 luglio 1992, alle ore 16:58, una Fiat 126 rubata contenente circa 90 chilogrammi di esplosivo del tipo Semtex-H (miscela di PETN, tritolo e T4) telecomandati a distanza, esplose in via Mariano D’Amelio, 21 a Palermo, sotto il palazzo dove all’epoca abitavano Maria Pia Lepanto e Rita Borsellino (rispettivamente madre e sorella del magistrato), presso le quali il giudice quella domenica si era recato in visita; l’agente sopravvissuto Antonino Vullo descrisse così l’esplosione: «Il giudice e i miei colleghi erano già scesi dalle auto, io ero rimasto alla guida, stavo facendo manovra, stavo parcheggiando l’auto che era alla testa del corteo. Non ho sentito alcun rumore, niente di sospetto, assolutamente nulla. Improvvisamente è stato l’inferno. Ho visto una grossa fiammata, ho sentito sobbalzare la blindata. L’onda d’urto mi ha sbalzato dal sedile. Non so come ho fatto a scendere dalla macchina. Attorno a me c’erano brandelli di carne umana sparsi dappertutto…». Lo scenario descritto da personale della locale Squadra Mobile giunto sul posto parlò di «decine di auto distrutte dalle fiamme, altre che continuano a bruciare, proiettili che a causa del calore esplodono da soli, gente che urla chiedendo aiuto, nonché alcuni corpi orrendamente dilaniati». L’esplosione causò inoltre, collateralmente, danni gravissimi agli edifici ed esercizi commerciali della via, danni che ricaddero sugli abitanti. Sul luogo della strage, pochi minuti dopo il fatto, giunse immediatamente il deputato ed ex-giudice Giuseppe Ayala che abitava nelle vicinanze.

Gli agenti di scorta ebbero a dichiarare che la via D’Amelio era considerata una strada pericolosa in quanto molto stretta, tanto che, come rivelato in una intervista rilasciata alla Rai da Antonino Caponnetto, era stato chiesto alle autorità di Palermo di vietare il parcheggio di veicoli davanti alla casa, richiesta rimasta però senza seguito.

 

Germania, Schuerrle si ritira a 29 anni: “Non sento più il bisogno di applausi”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/07/17/news/germania_schuerrle_si_ritira_a_soli_29_anni_non_sento_piu_il_bisogno_di_applausi_-262220752/

17 luglio 2020 – Basta calcio e basta applausi. Pochi giorni dopo l’annuncio da parte del Borussia Dortmund della rescissione contrattuale con André Schuerrle, lo stesso calciatore ha annunciato il ritiro definitivo a soli 29 anni. Una fine carriera prematura dopo aver vinto il Mondiale nel 2014, ma maturata dopo stagioni sempre ai margini del grande calcio.

“Sempre più solo, non fa per me” – Schuerrle ha annunciato il ritiro attraverso un’intervista a ‘Der Spiegel’, in cui spiega che “è stata una decisione che ho maturato dentro di me a lungo, e ho capito che non sentivo più il bisogno di applausi“. “Nel calcio di oggi – ha detto ancora Schuerrle – devi sempre fornire prestazioni all’altezza per ‘sopravvivere’, altrimenti perderai il tuo posto e non avrai più opportunità di lavoro. Mi sento sempre più solo, non fa per me e dico basta.

Google corregge le mappe per Supramonte, in Sardegna


articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/mobile/2020/07/17/news/google_corregge_le_mappe_per_supramonte_in_sardegna-262175557/

Google corregge le mappe per Supramonte, in Sardegna

Lo fanno sapere i gestori della Gola di Gorropu, nel Nuorese. Le indicazioni portavano “fuori rotta” gli automobilisti

Google corregge le mappe per Supramonte, in Sardegna

NUORO – Google ha rettificato le indicazioni di Maps per raggiungere in auto la Gola di Gorropu, il canyon più lungo d’Europa nel Supramonte Nuorese. Lo fanno sapere in una nota gli amministratori di Chintula che hanno in concessione la gestione del canyon e che nei giorni scorsi avevano scritto al colosso del web chiedendo la correzione delle mappe perché portavano “fuori rotta” gli automobilisti diretti alla gola.

Si tratta della seconda volta che Google deve intervenire sulle indicazioni del proprio navigatore per i percorsi e sentieri sterrati dell’interno della Sardegna. Lo scorso anno, infatti, era stata l’amministrazione comunale di Baunei, in Ogliastra, a vietare l’uso di maps dopo che decine di persone erano rimaste bloccate in terreni impraticabili.

Coronavirus, esplodono i contagi in Spagna.


Coronavirus, esplodono i contagi in Spagna. Governo Catalogna: “Restate in casa”. Rouhani, in Iran forse 25 milioni di casi

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/07/18/news/coronavirus_nel_mondo_contagi_aggiornamenti_e_tutte_le_news_sulla_situazione-262242075/?ref=RHPPTP-BH-I262212379-C12-P1-S1.8-T1

Stati Uniti registrano per la seconda volta oltre 70 mila nuovi casi. Trump: “No a obbligo nazionale sulle mascherine”. Coprifuoco a Miami Beach, volontari consegnano cibo: “Scarseggia da una settimana”. L’India prega per Aishwarya Rai Bachchan, star di Bollywood ricoverata insieme alla figlia di 8 anni. Nello stesso ospedale anche il marito e il suocero, entrambi attori celebri

Sono oltre 14 milioni i casi di coronavirus nel mondo mentre i morti hanno superato i 600 mila secondo l’ultimo aggiornamento della Johns Hopkins Universitiy gli Usa, il Paese più colpito, le infezioni sono oltre 3,64 milioni e i morti 140 mila. Nelle ultime 24 ore negli Usa sono stati contati 77.638 contagi. Il record per i casi quotidiani negli Stati Uniti è più che raddoppiato dal 24 giugno, quando il Paese ha registrato 37.014 casi. Le morti giornaliere sono diminuite leggermente fino alla settimana scorsa, quando hanno ripreso a crescere.

Spagna, mai tanti contagi in 24 ore dall’8 maggio – I nuovi contagi da coronavirus in Spagna hanno raggiunto un nuovo record dall’8 maggio, con 628 infezioni nelle ultime 24 ore. Lo riferiscono diversi media spagnoli, che segnalano una maggiore incidenza in Aragona e Catalogna, dove le autorità continuano a varare misure per contenere la malattia. Con la ripresa dei casi il primo ministro francese, Jean Castex, non esclude una nuova chiusura del confine con la Spagna sabato. “Stiamo monitorando molto attentamente”. continua a leggere

Francia, incendio nella cattedrale di Nantes


1595060865-apertura-nantes

Francia, incendio nella cattedrale di Nantes. Vigili del fuoco: “Le fiamme sono state domate

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/07/18/news/francia_incendio_alla_cattedrale_di_nantes_vigili_del_fuoco_sul_posto-262250939/?ref=RHPPTP-BH-I262247657-C12-P3-S1.8-T1

L’incendio nella cattedrale di Nantes è scoppiato stamattina presto, ma già alle 8,30 le fiamme non erano già più visibili. Sul fuoco prevale ora un denso fumo nero che emerge dall’edificio. Molti vigili del fuoco sono stati schierati sul posto. 

Anche la polizia è stata dispiegata intorno alla cattedrale e il distretto è isolato. Molti abitanti hanno assistito, sbalorditi, alla scena.

In un punto stampa il direttore dipartimentale dei vigili del fuoco di Nantes, Laurent Ferlay, ha precisato che “non è uno scenario come quello di Notre Dame“, riferendosi al terribile incendio che oltre un anno fa ha distrutto parte della cattedrale di Parigi. I danni principali sono stati riportati dal grande organo della cattedrale che è stato “interamente distrutto”, mentre anche la piattaforma dove poggiava viene definita “instabile” dal capo dei pompieri, secondo quanto riporta il sito di Le Parisiencontinua a leggere

Francia, incendio nella cattedrale di Nantes

Francia, in fiamme la cattedrale di Nantes

 

F1, Gp Ungheria: trema il paddock, due positivi al Covid.


F1, Gp Ungheria: trema il paddock, due positivi al Covid. Mercedes dominano, ma con la pioggia Vettel va

articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2020/07/17/news/gp_ungheria_libere_venerdi_-262186380/?ref=RHPPRT-VS-I259962735-C4-P1-S2.4-T1

Due persone hanno il virus: è il risultato di 4.997 tamponi. Libere: Hamilton senza rivali, poi Bottas. Ferrari: sesto il tedesco (che nella sessione pomeridiana sul bagnato va più forte di tutti), settimo Leclerc

BUDAPEST – Due persone positive al Covid in Formula 1. Appena terminate le prime due sessioni di prove libere in Ungheria, l’annuncio del risultato dei 4.997 tamponi effettuati sul personale del Circus tra il 10 e il 16 luglio fa tremare il paddock in questa stagione complicata. Le persone infette, ha specificato in una breve nota la F1, “non erano presenti nelle prime due gare in Austria e sono state immediatamente isolate e rimosse dalle operazioni: Fia e F1 non forniranno dettagli specifici sulle squadre o sui singoli individui. I risultati dei tamponi saranno resi pubblici ogni 7 giorni”.

Una notizia che rende ancora più flebile il piccolo lampo rosso nella pioggia di Budapest. Per quanto vale (poco), Sebastian Vettel mette la Ferrari in testa nella seconda sessione di prove libere del Gp di Ungheria …. continua a leggere

Sisma magnitudo 4.2 tra Fvg e Slovenia


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/07/17/sisma-magnitudo-4.2-tra-fvg-e-slovenia_6f80db0a-6981-4537-8ca0-7e527f11953d.html

(ANSA) – Roma, 17 luglio 2020 – Una scossa di terremoto di magnitudo 4.2 è stata registrata alle 4:50 in Slovenia, vicino al confine con il Friuli Venezia Giulia.
Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 7 km di profondità ed epicentro nella slovena Plezzo e a 17 km dai comuni di Taipana e Pulfero (Udine).
La scossa è stata chiaramente avvertita dalla popolazione, anche in Veneto, ma non si hanno al momento segnalazioni di danni a persone o cose.

Wind 3 blocca in automatico i servizi a valore aggiunto. I consumatori: “Così stop alle truffe”


articolo: https://www.repubblica.it/economia/diritti-e-consumi/telefonia/2020/07/16/news/wind_3_blocca_in_automatico_i_servizi_a_valore_aggiunto_i_consumatori_cosi_stop_alle_truffe_-262106136/?ref=RHPPLF-VE-I257335871-C8-P2-S4.4-T1

La misura è imminente. Contenti i consumatori, critici i fornitori di questi servizi che temono la perdita di migliaia di posti di lavoro

I servizi a valore aggiunto su cellulare, che tanti addebiti non voluti hanno comportato agli utenti, saranno tutti bloccati in automatico agli utenti Wind 3. Una mossa dell’operatore che arriva giorni dopo la mega truffa scoperta dalla Guardia di Finanza.

Allarmata AssoCSP, l’associazione che raggruppa i fornitori di contenuti e servizi a valore aggiunto per la telefonia cellulare: “a rischio migliaia di posti di lavoro”; mentre le associazioni dei consumatori – come riferiscono Altroconsumo e Adiconsum – sono contente: il blocco automatico è quanto chiedevano da tempo agli operatori e all’Agcom (Authority tlc)

In sostanza: finora gli utenti hanno avuto di base la possibilità di attivare questi servizi a valore aggiunto; solo su loro richiesta, gli operatori bloccano questa facoltà, a protezione appunto contro possibili truffe.

A breve invece, gli utenti Wind 3 non potranno più attivare questo tipo di servizi (a pagamento) cliccando nelle relative finestre di attivazione che appaiono quando navigano con il cellulare. L’utente – a quanto riferiscono dall’operatore – dovrà fare una telefonata al call center chiedendo di attivare quello specifico servizio desiderato. La novità è data per imminente, dall’operatore, a fronte dei necessari tempi tecnici.

 

 

continua a leggere