Archivi del giorno: 3 marzo 2020

La mamma di Cristiano Ronaldo ricoverata d’urgenza in Portogallo


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/03/03/news/la_mamma_di_cristiano_ronaldo_ricoverata_d_urgenza_in_portogallo-250103270/

Ricoverata d’urgenza Dolores Aveiro, la madre di Cristiano Ronaldo, per un ictus ischemico. La notizia è stata diffusa questa mattina dall’emittente portoghese Tvi: la mamma del campione portoghese sarebbe stata colpita, nelle prime ore della giornata di martedì, da un ictus ischemico causato da un coagulo di sangue in un vaso sanguigno nel cervello. La Aveiro è stata ricoverata nell’ospedale portoghese Dr. Nélio Mendonça di Funchal, Madeira. 
 
Questa mattina alle 5.30 la madre del campione portoghese si è sentita male, costringendo i familiari a chiamare immediatamente il pronto soccorso: immediato il ricovero della donna, 65 anni. I medici non hanno ancora sciolto la prognosi. Per lei le prossime ore saranno fondamentali: nessuna comunicazione ufficiale da parte dell’ospedale in cui è ricoverata la donna che, secondo la stampa inglese, è attualmente cosciente e le cui condizioni di salute sono stabili.

GAZZETTA DELLO SPORT:

Dalla Spagna: “La mamma di Ronaldo ricoverata in ospedale per un ictus”

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/03-03-2020/dalla-spagna-la-mamma-ronaldo-ricoverata-ospedale-un-ictus-3601416554390.shtml

Brutta notizia per Cristiano Ronaldo. La madre, Dolores Aveiro, 65 anni, ha subito un ictus questa mattina ed è ora ricoverata all’ospedale Doctor Nelio Mendonça di Funchal, in Portogallo.

Lo riferiscono i media portoghesi e il quotidiano spagnolo Marca, secondo cui le condizioni della mamma di CR7 sono stabili. La donna è cosciente, ma come spesso accade in questi casi la sua evoluzione deve essere monitorata tramite nuovi esami per almeno 12 ore.

La signora Dolores con Cristiano Ronaldo. Ap

La signora Dolores con Cristiano Ronaldo. Ap

Coronavirus, in aereo……..


Coronavirus, in aereo aria filtrata come in ospedale: «Sterile al 99,97%»

articolo: https://www.corriere.it/cronache/20_marzo_02/coronavirus-aereo-aria-filtrata-come-ospedale-sterile-9997percento-f86dcade-5c9d-11ea-9c1d-20936483b2e0.shtml?fbclid=IwAR0_Fwpt9MNF7cJ7LFeV4hJw3-r9A_5Tir0ueL8-kLRIWR9damkE0gWWZ5U&fbclid=IwAR2rZt4vBJslzPc6nobe1FArCycaTGJMER9qyO97s9Mr-wT_kjEUWHAIFyQ

Gli studi dell’Agenzia europea per la sicurezza aerea. A bordo l’aria viene cambiata ogni 2-3 minuti e i filtri sono in grado di eliminare anche i coronavirus

Coronavirus, in aereo aria filtrata come in ospedale: «Sterile al 99,97%»

In tempi di coronavirus volare è sicuro o si rischia di farsi infettare da chi s’imbarca ammalato? Con l’emergenza sanitaria che ha decimato i collegamenti tra la Cina e il resto del mondo e cancellato diversi voli con l’Italia in tanti hanno rivolto l’attenzione alla cabina degli aerei, in particolare sull’aria respirata anche per 17-18 ore (sui voli intercontinentali). La risposta al quesito — che per ora spinge migliaia di persone ad annullare le prenotazioni e a rimandare le vacanze o le trasferte di lavoro — è una sola: a meno che la persona malata non sia seduta di fianco (la distanza di sicurezza si estende a 1,8 metri) rischi non ce ne sono.

In cabina – I dubbi, è bene intendersi, sono più che legittimi. I velivoli sono ambienti chiusi, dove si sta a stretto contatto con altri viaggiatori quasi tutti sconosciuti e dei quali, com’è ovvio, s’ignorano i loro trascorsi, i loro contatti e i loro viaggi. Così anche il minimo starnuto o il colpo di tosse fanno scattare la sirena— di questi tempi anche più d’una — a chi si trova di fianco. Non a caso quando si parla dell’ambiente in aereo le descrizioni più frequenti sono tipo «sporco, pieno di germi, disgustoso, fetido».

Gli studi – «In realtà l’aria è molto pulita e davvero sicura», chiariscono dalla Iata, l’associazione internazionale che raccoglie 300 compagnie aeree in tutto il globo. E a confermarlo sono due studi — che risalgono al 2017 — dell’Easa, l’agenzia indipendente europea per la sicurezza aerea. Sostengono, questi documenti, che la qualità dell’aria in cabina è simile o persino meglio di quella registrata normalmente negli ambienti interni come gli uffici, le scuole, le abitazioni. Come mai? Il sistema è progettato per far circolare aria che al 50% è presa da fuori e al 50% è interna, ma filtrata. In alcuni casi, come i Boeing 717 di Delta Air Lines, l’aria è presa tutta dall’esterno. continua a leggere

Pressing politico sulla serie A: ecco il giro di telefonate, sospetti e interessi


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_febbraio_29/pressing-politico-serie-a-ecco-giro-telefonate-sospetti-interessi-3c3cf236-5b35-11ea-8b1a-b76251361796.shtml

Sacrosanto sostenere «la salute prima di tutto». Quella del calcio, però, rischia di guastarsi, con gravi conseguenze. Si può dire vabbé ci sono vicende più importanti del pallone, sicuramente più delicate, ma non si possono neppure trascurare valori, regolarità dei campionati, sentimenti di milioni di tifosi e non ultimi interessi economici. Ed è proprio perché ballano milioni di euro che è stato cancellato, in una notte agitatissima, il piano di giocare a porte chiuse 5 partite, tra queste la sfida stellare Juve-Inter, rinviandole tutte al 13 maggio.  

Una decisione presa da Paolo Dal Pino, neoeletto alla presidenza della Lega calcio di serie A, direttamente dagli Stati Uniti dove si trova per contatti ad alto livello al fine di ossigenare i diritti tv del calcio italiano. Una missione importante guastata dalle tante telefonate e dai molti messaggi che gli arrivavano dall’Italia: il virus abbatte ogni confine mandando in testacoda il calcio italiano. Hanno iniziato a tempestarlo di telefonate Vincenzo Spadafora, ministro dello Sport, Massimiliano Fedriga, governatore leghista del Friuli-Venezia Giulia che sponsorizzava il rinvio di Udinese-Fiorentina, sostenuto dalla famiglia Pozzo al comando della società friulana. Un accerchiamento per il numero 1 della Lega calcio Dal Pino: Juve-Inter a porte chiuse trasmessa in tv «avrebbe dato al mondo l’immagine di un Paese malato».

 

 

 

continua a leggere

Coronavirus, prima frenata:


Coronavirus, prima frenata: 1835 contagi, 66 guariti. Aiuti e nuove regole per le zone più colpite

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/03/03/news/coronavirus_mattarella_firma_decreto_legge-250077895/?ref=RHPPTP-BH-I250074707-C12-P2-S1.8-T1

Primi segni di rallentamento del virus in Italia: i pazienti malati sono 1.835, con 270 nuovi casi in meno ieri rispetto a domenica. I guariti salgono a 149 i guariti: 66 in più. I decessi sono 52.

Roma positivi un poliziotto e un pompiere, ma i medici escludono un focolaio nella capitale. Una scuola è stata evacuata a Pomezia e sono state sospese le lezioni universitarie alla Sapienza dopo che sono risultati positivi al test anche i familiari dell’agente. Questa settimana sarà decisiva per capire l’andamento dell’epidemia sul territorio italiano, secondo gli esperti. continua a leggere

Scontro Inter-Lega Calcio…..


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/inter/2020/03/02/news/scontro_inter-lega_calcio_zhang_attacca_il_presidente_dal_pino_giochi_col_calendario_e_metti_la_salute_all_ultimo_posto_-250068925/

Scontro Inter-Lega Calcio, Zhang attacca Dal Pino: “Pagliaccio, metti la salute all’ultimo posto”

Il n.1 nerazzurro si scaglia contro il presidente della Lega di Serie A per l’orientamento a fare giocare Juventus Inter con pubblico presente lunedì 9 marzo

MILANO – Un nuovo attacco, violentissimo e improvviso. L’Inter si scaglia nuovamente contro il numero 1 della Lega Serie A, Paolo Dal Pino, e lo fa per bocca del suo presidente. Steven Zhang affida a Instagram uno sfogo durissimo, a poche ore dall’intesa sul recupero di Juventus-Inter, che a meno di ulteriori colpi di scena dovrebbe avere luogo lunedì 9 marzo (a porte aperte).

Pesantissimo post nelle storie di Instagram del Presidente dell’#Inter Steven #Zhang nei confronti del Presidente della #LegaSerieA #DalPino:

L'immagine può contenere: testo
Zhang va giù pesante: “Giocare con il calendario e mettere sempre la salute pubblica al secondo posto: sei probabilmente il pagliaccio più grande che abbia mai visto. 24 ore? 48 ore? 7 giorni? Cos’altro? Quale sarà la tua prossima mossa? Ora ci vieni a parlare di sportività e di una competizione limpida. Come puoi farlo quando non proteggi i nostri calciatori e i nostri tecnici, chiedendo loro la disponibilità a giocare per te tutti i giorni, a tutte le ore? Sto parlando con te, Paolo Dal Pino, il nostro presidente di Lega. Vergognati. Devi alzarti e prenderti le tue responsabilità, questo è quello che si fa nel 2020”. L’attacco di Zhang prosegue: “Ovunque nel mondo, e non conta che una persona tifi Juventus o Inter o che non tifi a prescindere, si mette la sicurezza al primo posto. E’ la cosa più importante per tutti: per la famiglia e per la società”. continua a leggere