Archivi del mese: febbraio 2020

Serie A, rinviate Juve-Inter e le altre 4 gare a porte chiuse


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2020/02/28/serie-a-lega-conferma-juve-inter-a-porte-chiuse-_b6059cf3-8d28-49b9-a0ba-eb8ca47ac6ec.html

La Lega calcio di Serie A ha ufficializzato il rinvio di Juve-Inter e delle altre quattro partite di questo fine settimana previste a porte chiuse, anticipato dall’ANSA. Le altre quattro gare sono Milan-Genoa, Parma-Spal, Sassuolo-Brescia e Udinese-Fiorentina. La finale di Coppa Italia, inizialmente in calendario il 13 maggio, si giocherà il 20.

Coronavirus, come pulire smartphone e tablet. E non correre rischi


articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/prodotti/2020/02/28/news/coronavirus_come_pulire_smartphone_e_tablet_e_non_correre_rischi-249816955/

Commento: a parte il Coronavirus è una buona “abitudine” tenere sempre pulito  lo Smartphone e Tablet

Anche se il coronavirus non resiste a lungo sulle superfici, tenere puliti i gadget hi-tech è una buona abitudine. Ecco come fare per non rovinare il display, le porte e i tasti e non invalidare la garanzia

QUANTE volte al giorno tocchiamo lo smartphone? Gli studi, negli ultimi anni, si sono accumulati. Secondo uno del 2016 firmato da Dscout circa 2.600 volte al giorno, per un altro di Deloitte lo controlliamo 58 volte al giorno, con il relativo corollario di migliaia di tocchi per ogni sessione in cui lo teniamo in mano. Senza sorpresa, diverse altre indagini – una delle più significative è del 2015, firmata dall’università della California del Sud – ci hanno spiegato come i dispositivi siano sette volte più sporchi del water: se la tazza del bagno conteneva circa tre diversi tipi di batteri e specie fungine i telefoni cellulari analizzati vantano, in media, dai dieci ai 12 tipi di batteri e funghi. E così via.
 
Il contagio da coronavirus attraverso superfici non è affatto uno dei canali principali di diffusione, lo hanno ribadito in questi giorni gli esperti di numerose fonti e autorità sanitarie nazionali. Il virus si diffonde infatti principalmente attraverso il contatto con le goccioline del respiro delle persone infette, ad esempio quando starnutiscono, tossiscono o si soffiano il naso. Ciononostante, stando alle informazioni ufficiali del ministero della Salute, gli studi preliminari suggeriscono che il virus possa sopravvivere alcune ore anche sulle superfici, pur perdendo buona parte della carica virale. continua a leggere

Coronavirus: non si trasmette con lo smartphone

articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/2020/02/27/news/coronavirus_non_si_trasmette_con_lo_smartphone-249697105/

Disinfettare lo smartphone e altri dispositivi rientra nelle buone norme cliniche con pazienti che presentino infezioni da germi multi resistenti, ma attenzione a correlare il cellulare alla diffusione del coronavirus. Un virus ha bisogno di cellule viventi per replicare. E’ il parere di Massimo Andreoni, ordinario di malattie infettive dell’università di Tor Vergata, a Roma, a proposito delle precauzioni da prendere nei giorni dell’epidemia, oltre a mascherine e disinfettanti, che proliferano su alcuni siti. continua a leggere

Europa League, sorteggio ottavi:


Europa League, sorteggio ottavi: Inter contro il Getafe, per la Roma c’è il Siviglia

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/coppe/2020/02/28/news/europa_league_sorteggio_ottavi_di_finale_inter_roma-249797411/

133754931-ae9b85ed-5f54-40c4-9854-a347751ec230

Italia contro Spagna negli ottavi di Europa League. Getafe e Siviglia sono le avversarie che l’urna di Nyon ha regalato a Inter e Roma, le due italiane ancora in corsa nella seconda coppa. Gare di andata il 12 marzo, ritorno il 19. L’Inter affronterà il Getafe, quinto nella Liga, in piena corsa per la Champions (è a -1 da Atletico Madrid e Siviglia) dopo aver sfiorato la qualificazione la scorsa stagione. I nerazzurri giocheranno l’andata al Meazza (ore 21), ritorno una settimana dopo in Spagna (18:55). La Roma se la vedrà con il Siviglia dell’ex ds Monchi, andata in Spagna (ore 18:55) e ritorno all’Olimpico (ore 21). continua a leggere

Il programma degli ottavi (12 marzo-19 marzo)

  • Basakshehir (TUR) – Copenhagen (Den)
  • Olympiacos (GRE) – Wolverhampton (ENG)
  • Rangers (SCO) – Bayer Leverkusen (GER)
  • Wolfsburg (GER) – Shakhtar Donetsk (UKR)
  • Inter (ITA) – Getafe (ESP) – 12 marzo ore 21
  • Siviglia (ESP) – Roma (ITA) – 12 marzo ore 18,55
  • Eintracht (GER)/Salisburgo (AUT) – Basilea (SUI)
  • Lask Linz (AUT) – Manchester United (ENG

Ritorno 19 marzo 

  • Geatafe ( ESP) – Inter (ITA)  – ore 18,55
  • Roma (ITA) – Siviglia (ESP) – ore 21

Coronavirus, #MilanoNonSiFerma: il nuovo spot è un invito a non cedere alla paura


articolo & Video: https://video.repubblica.it/edizione/milano/coronavirus-milanononsiferma-il-nuovo-spot-e-un-invito-a-non-cedere-alla-paura/354778/355345?video

Beppe Sala pubblica su Instagram un nuovo spot ideato dall’agenzia Brainpull per conto di oltre 100 brand della ristorazione italiana, tra cui Panino Giusto, Cioccolati Italiani, Glovo, Signorvino, Spontini e altri, che ha per protagonista la città di Milano e che vuole essere un invito ad affrontare l’emergenza coronavirus senza farsi dominare dalla paura. “Ogni giorno facciamo miracoli, ogni giorno abbiamo ritmi impensabili, ogni giorno portiamo a casa risultati importanti perché ogni giorno non abbiamo paura”, si legge nelle grafiche del video che sui social è subito diventato virale.

 

Nuoto, Tas assolve Magnini: annullata squalifica doping


articolo: https://www.repubblica.it/sport/vari/2020/02/27/news/tas_annulla_squalifica_doping_magnini-249709304/?ref=RHPPLF-BS-I249708771-C8-P5-S1.8-T1

Era stato fermato per quattro anni: “Sapevo di non avere fatto nulla di male, finalmente è stato dimostrato”

ROMA – Aveva ragione lui. Filippo Magnini è stato scagionato dal Tas di Losanna dall’accusa di doping, un incubo che finalmente finisce. Annullata la squalifica di quattro anni comminata dal Tna italiano sia in primo che in secondo grado. Ancora qualche mese fa il 38enne pesarese aveva voluto lanciare il suo j’accuse, urlando al mondo intero come si sentisse un appestato. “Tenevo gli occhi bassi, quando mi chiedevano di posare per una fotografia pensavo che non sapessero cosa mi fosse successo. Sapevo di non avere fatto nulla di male, finalmente è stato dimostrato. Il miglior regalo di matrimonio, visto che a breve Magnini convolerà a nozze con Giorgia Palmas. E’ una nuova vita gli si apre di nuovo, finalmente. “Racconterò tutta la mia storia in un libro che uscirà il 24 marzo per Sperling&Kuper. Si chiamerà ‘la resistenza dell’acqua’, l’ho finito di scrivere oggi”. continua a leggere

Coronavirus: tutti i divieti, comune per comune


articolo: https://pocketnews.it/cesano/item/2998-coronavirus-tutti-i-divieti-comune-per-comune?fbclid=IwAR1GAqXLZpclS3Thx4b1KCHulfZ1VWco2DSPW0CBpbqDz1O8PPPI7_Xqjds

Scuole chiuse ovunque, predisposta la sospensione dei mercatini rionali e degli esercizi  pubblici nei centri commerciali il sabato e la domenica mentre, mentre i bar e i pub resteranno chiusi dalle 18 alle 6

Ricapitolando: scuole chiuse per ogni ordine e grado, compresi corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie ad esclusione, per queste ultime, delle specializzazioni e dei tirocinanti, per una settimana prorogabili a due. Sospensione di ogni attività sportiva, dalle giovanili alle prime squadre, compresi gli allenamenti infrasettimanali, sino a domenica 1 marzo.

E poi, sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico. Quindi chiese chiuse, musei e centri culturali chiusi, attività di alcuni esercizi pubblici limitate. Ecco comune per comune come si affronta l’emergenza Coronavirus nel Sud Ovest milanese.

Assago – Da oggi, lunedì 24 febbraio, saranno chiusi i plessi scolastici fino a nuovo provvedimento, i nidi comunali e quelli privati. Chiusi al pubblico anche gli sportelli comunali: si potrà accedere solo per emergenze, sospesa ogni attività in Biblioteca, Scuola di Musica, Centro Anziani. Annullata la Festa di Carnevale e  tutte le attività delle associazioni culturali. Un discorso a parte meritano i concerti al Forum. Nonostante il provvedimento della Regione, il concerto dei Pinguini Tattici Nucleari, fresca scoperta al Festival di San Remo, previsto per il 29 febbraio, non è stato ancora annullato.

Buccinasco – Chiusi i nidi comunali e quelli privati, le scuole dell’infanzia statali e paritaria (materna parrocchiale Don Stefano Bianchi), le scuole primarie e secondarie statali e paritarie (Istituti Comprensivi Rita Levi Montalcini e Padre Pino Puglisi, Scuola Nova Terra). Chiuso anche l’Istituto Ikaros. Saranno chiusi al pubblico anche gli sportelli comunali: si potrà accedere solo per emergenze o appuntamento.

Sospese anche le attività sportive nelle palestre comunali, della piscina comunale e tutte le attività in programma nelle strutture del Comune (Biblioteca, Scuola di Musica, Università da 0 a 100 anni, Spazio Gioco e Compitando, corsi e laboratori al Centro Culturale Bramante). Sospese le attività anche del Centro Diurno di via Lomellina, CDD Fagnana, Grandangolo e Servizio di Tutela Minori. Sospesa anche l’iniziativa “Vacanze con noi”. In fase di vlutazione l’annullamento della Festa di Carnevale.

Cesano Boscone – Dopo aver sospeso ieri, il Mercato agricolo nel centro storico e tutte le iniziative pubbliche, a Cesano, a partire da oggi 24 febbraio e sino al 1 marzo resteranno chiuse le scuole di ogni ordine e grado, sospesi tutti i servizi educativi, rimandate tutte le iniziative civili e religiose, di qualsiasi natura, che provochino assembramenti.

Anche Cesano ha predisposto la chiusura degli esercizi nei centri commerciali saranno il sabato e la domenica mentre, le attività commerciali, i bar e i locali resteranno chiusi dalle 18 alle 6 escluso i ristoranti. Si tratta di un provvedimeno che dovrebbe valere per tutto il Sud ovest, anche se nelle ordinanze degli altri comuni, la questione non viene citata. Chiusi anche i mercati rionali del lunedì al Tessera e del mercoledì in via Repubblica-Isonzo. Chiuso anche il cineteatro Cristallo, mentre i funerali saranno celebrati senza messa, in forma privata per i parenti.

Cusago – L’ordinanza del sindaco Triulzi riguarda solo “l’immediata sospensione, a titolo precauzionale, in tutto il territorio del Comune di Cusago, dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole, pubbliche e private, di ogni ordine e grado da lunedì 24 fino a sabato 29 febbraio compresi” e non cita né manifestazioni pubbliche, né eventi di qualsiasi genere. Probabilmente è stata emessa prima di quella definitiva della Regione.

Corsico – In città, il commissario Francesca Iacontini, ha predisposto da oggi “fino a nuove disposizioni, sul territorio del Comune” la sospensione dei “servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado e degli asili nido pubblici e privati. Resteranno chiusi al pubblico le Biblioteche, la Fonoteca, l’Università del Tempo Libero, gli impianti sportivi e ludici sia pubblici che privati. Ha rimandato al provvedimento regionale per le “disposizioni speciali per i servizi di front office e per la regolamentazione di riunioni/assembramenti”.

Rozzano – Chiusa al pubblico Cascina Grande (biblioteche, sale conferenze, spazio espositivo), chiusi centro anziani e centri di aggregazione giovanili, compreso gli oratori. Chiusi anche gli sportelli degli uffici comunale e delle partecipate, escluso ufficio demografico, protocollo, stato civile, messi comunali, Ama e polizia locale. L’ordinanza del sindaco Ferretti raccomanda a tutte le strutture sanitarie comprese le residenze per anziani (i soggetti più a rischio) ad “osservare tutte le misure adeguate alla tutela dei pazienti”.

Trezzano  – Oltre alle scuole, da oggi sarà chiuso anche il Centro Diurno Disabili.  Oggi, lunedì 24 febbraio e domani, martedì 25 febbraio, chiusi al pubblico gli sportelli comunali: si potrà accedere solo per emergenze (tel. 320 4242497 – dgalli@comune.trezzano-sul-naviglio.mi.it). Annullati al momento gli appuntamenti per le carte d’identità. Sospese anche le attività sportive nelle palestre comunali, e tutte le attività in programma nelle strutture del Comune (Biblioteche, Centro Socio Culturale con Spazio Giovani, Spazio Bimbi, Università della Terza Età, associazioni).

Rinviate anche Commissioni consiliari e Consiglio comunale a data da destinarsi. La Polizia Locale garantirà comunque il pronto intervento (02 48418270). Attiva, a supporto dell’Amministrazione comunale, anche la protezione civile di Trezzano.

Coronavirus, ferme scuole e università, ………


Coronavirus, ferme scuole e università, niente Carnevale di Venezia, chiuso anche il Duomo di Milano. I provvedimenti Regione per Regione

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/02/23/news/coronavirus_scuole_chiuse_e_niente_carnevale_tutti_i_provvedimenti-249355737/?ref=RHPPTP-BL-I249215369-C12-P3-S2.4-T1

Dal Veneto all’Emilia Romagna, gli stop, le chiusure e le restrizioni decise degli ammistratori delle Regioni per contenere la diffusione del virus

VENETO:

Venezia, chiudono anche Piazza San Marco e il Teatro la Fenice

Disinfezione straordinaria di vaporetti e autobus

Scuole, Università e chiese chiuse. Stop al Carnevale di Venezia:

Saltano le manifestazioni in onore del Carnevale a Venezia e in tutto il Veneto si fermano scuole ed eventi. “Abbiamo firmato con il ministro Speranza l’ordinanza con la quale vengono bloccate, Carnevale di Venezia compreso, tutte le manifestazioni pubbliche, private, la chiusura delle scuole e dei musei fino al primo di marzo”. Lo ha annunciato il presidente del Veneto, Luca Zaia, durante l’unità di crisi a Marghera. Il governatore, che ha sottolineato che sono state assunte misure drastiche, ha precisato che nei prossimi giorni in Veneto saranno evitate “tutte quelle che sono le aggregazioni, private e pubbliche”.

Patriarcato Venezia, stop a messe:

Stop alle messe nel Patriarcato di Venezia, incluse quelle del mercoledì delle Ceneri e quelle domenicali, alle liturgie e alle devozioni come la Via Crucis fino al 1 marzo. Lo ha deciso il patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, in applicazione dell’ordinanza della Regione Veneto. In sostituzione del precetto festivo e del mercoledì delle Ceneri, i fedeli sono invitati a “un tempo conveniente alla preghiera e alla meditazione, eventualmente anche aiutandosi con le celebrazioni trasmesse tramite radio e televisione”

Isolato Vò Euganeo:

Sarà isolato il paese di Vò Euganeo: “Sono arrivate indicazioni abbastanza chiare di blindare completamente Vò Euganeo sia in entrata che in uscita, quindi non potrà uscire nessuno e la zona sarà completamente isolata”, ha detto Marcello Bano, vicepresidente della Provincia di Padova, a margine della riunione sul Coronavirus in corso in prefettura a Padova.

LOMBARDIA:

Un medico dell’ospedale Policlinico di Milano positivo al test

Un dermatologo del Policlinico di Milano è risultato positivo al Coronavirus e si trova ora ricoverato all’ospedale Sacco. Si tratta del primo contagiato in città.

Chiuso Duomo di Milano: 

Il Duomo di Milano resterà chiuso al pubblico “in via cautelativa” a causa del coronavirus almeno fino al 25 febbraio “in attesa di ulteriori e più dettagliate disposizioni da parte delle autorità competenti”. La decisione di chiudere il Complesso Monumentale è stata presa dalla Veneranda Fabbrica del Duomo di concerto con il Capitolo metropolitano. No alle celebrazioni, ma l’area per le preghiere nel Duomo di Milano resterà aperta.

Sospese manifestazioni ed eventi. Scuole e musei e cinema chiusi:

La Regione Lombardia ha predisposto un’ordinanza, firmata dal presidente Attilio Fontana di concerto con il ministro della salute Roberto Speranza, valida per tutto il territorio lombardo. Il documento, non appena emanato, sarà trasmesso a tutti i prefetti delle Province lombarde per la tempestiva comunicazione ai sindaci. Tra i provvedimenti ci sono la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico; sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per gli anziani ad esclusione degli specializzandi e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza; sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura. 

Dalle 18 bar, pub e discoteche chiusi:

Bar, locali notturni e qualsiasi altro esercizio di intrattenimento aperto al pubblico sono chiusi dalle ore 18.00 alle ore 6.00; verranno definite misure per evitare assembramenti in tali locali”: è quanto si legge nell’ordinanza della Regione Lombardia, per quanto riguarda le chiusure delle attività commerciali nella cosiddetta zona gialla, cioè fuori dai 10 Comuni completamente isolati nella zona rossa.

Niente messe in tutta la regione:

Tutte le funzioni religiose in tutta la Lombardia sono state sospese e gli oratori sono stati chiusi. Così le diocesi hanno recepito l’ordinanza della Regione Lombardia per l’emergenza coronavirus.

Nel Lodigiano aperti negozi alimentari:

Nelle aree ‘focolaio’ del virus, c’è divieto di allontanamento e di ingresso: le zone saranno presidiate dalle forze di polizia e, in caso di necessità, anche dai militari, con sanzioni penali per chi viola le prescrizioni. Ma nei comuni della provincia di Lodi interessati dalla limitazioni imposte dal coronavirus sono “da ritenersi essenziali” e quindi “escluse dalla sospensione dell’attività lavorativa e di trasporto” le attività commerciali di “supermercati, ipermercati, negozi alimentari e quelle connesse al trasporto connesse al rifornimento di prodotti alimentari in quanto tese all’approvvigionamento di beni di prima necessità per la popolazione”. Lo rende noto la Prefettura di Lodi.

PIEMONTE:

Italdesign (Giugiaro) sospende produzione

Un dipendente di Italdesign, che lavora presso lo stabilimento produttivo di Nichelino (Torino), è risultato positivo al Coronavirus. Per questo l’azienda ha deciso di chiudere da domani, “in via del tutto precauzionale”, gli stabilimenti italiani, compresa la sede principale di Moncalieri.

Stop a Carnevale di Ivrea:

A partire dalle ore 24 si fermano i festeggiamenti per il carnevale di Ivrea. Lo ha stabilito il Comune con un’ordinanza che – viene spiegato – fa seguito all’annuncio del governatore Alberto Cirio di un provvedimento di stop per “tutti gli eventi e le manifestazioni culturali, ludiche e sportive, all’aperto e al chiuso, che prevedono l’assembramento di persone” in Piemonte. Oggi a Ivrea si è svolta la tradizionale ‘battaglia delle arance’, che è stata seguita da migliaia di persone

Diocesi Torino: stop attività ma non a messe:

Per la settimana dal 24 febbraio al 1° marzo sono sospese in tutte le parrocchie della Diocesi di Torino le attività pastorali che prevedano la presenza di gruppi di persone eccetto le messe. E’ quanto comunica l’arcivescovo Cesare Nosiglia. Per quanto riguarda le messe, è richiesto ai fedeli di ricevere la comunione eucaristica in mano (e non direttamente in bocca), di astenersi dal segno della pace e di non usare l’acquasantiera (che andrà svuotata). Quanto al rito delle Ceneri (previsto per mercoledì 26 febbraio) l’indicazione ai sacerdoti è di imporre le ceneri “direttamente sul capo dei fedeli senza alcun contatto fisico” e di non fare “celebrazioni per i bambini al fine di tutelarne la salute.

Niente lezioni per una settimana:

Le scuole piemontesi di ogni ordine e grado resteranno chiuse una settimana, a decorrere da domani, per l’emergenza Coronavirus. È quanto emerso dalla riunione nella sede della Protezione civile di Torino a cui partecipano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, la sindaca Chiara Appendino, il prefetto Claudio Palomba e i rappresentanti delle forze dell’ordine.

Vercelli, funerali e matrimoni a porte chiuse:

Funzioni religiose sospese in tutta la Diocesi di Vercelli fino al 29 febbraio compreso; matrimoni e funerali solo ‘a porte chiuse’.  È quanto contenuto nella nuova disposizione emanata da monsignor Marco Arnolfo, arcivescovo di Vercelli, che “facendo seguito all’ordinanza emanata dal Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, di concerto con il Ministro della Salute, Roberto Speranza, dispone su tutto il territorio diocesano la sospensione di tutte le Celebrazioni (eucaristiche e non) con concorso di popolo a partire dall’orario vespertino di lunedì 24 febbraio e fino a sabato 29 febbraio compreso. Eventuali ulteriori proroghe del presente provvedimento potranno essere determinate a seguito dell’evolversi della situazione sanitaria e su prescrizione delle Autorità pubbliche”. Le chiese resteranno aperte, ma saranno sospese tutte le attività catechistiche e di oratorio; e ugualmente convegni e riunioni di formazione a livello diocesano. Funerali e matrimoni verranno celebrati ma con la presenza dei soli parenti stretti, seguendo tutti gli accorgimenti, anche di natura liturgica, “atti ad arginare – scrive il vescovo –  la facilitazione del contagio”.

Numero verde Regione Piemonte

“Stanno circolando sulle chat di Whatsapp false informazioni sul Coronavirus, e in particolare numeri di emergenza sbagliati. È accaduto in molte chat ‘delle mamme’, per cui ribadisco che l’unico numero verde della Regione Piemonte è 800 333 444“. Lo ha detto l’assessore alla Sanità della Giunta Cirio, Luigi Icardi, oggi in occasione del punto stampa in Prefettura a Torino sul Coronavirus. “È questo – ha rimarcato l’assessore – l’unico numero autorizzato a ricevere le segnalazioni dei cittadini con sintomi influenzali o problemi respiratori. Altri numeri verdi ufficiali a disposizione dei piemontesi non esistono”. “Per informazioni o chiarimenti è possibile inoltre scrivere una email all’indirizzo 800333444@regione.piemonte.it.

Tribunali Piemonte, stop cause con lombardi e veneti:

I tribunali del Piemonte e della Valle d’Aosta restano aperti e funzionanti, ma per qualsiasi procedimento che coinvolga persone provenienti da zone della Lombardia e Veneto considerate ‘focolai’ di Coronavirus disporranno un rinvio “di almeno due mesi”. È una delle misure prese dal presidente della Corte d’appello, Edoardo Barelli Innocenti, e dal procuratore generale Francesco Saluzzo. Ai soggetti interessati (parti, difensori, consulenti, testimoni) sarà “interdetto l’accesso ai palazzi di giustizia di qualunque sede del distretto”

TRENTINO ALTO ADIGE:

Asili nido e Università fermi fino al 2 marzo. Scuole già chiuse per il Carnevale:

La Libera Università di Bolzano e gli asili nido presenti sul territorio altoatesino resteranno chiusi da oggi fino a domenica 2 marzo per motivi di prevenzione sanitaria come previsto da decisioni ministeriali a seguito del diffondersi del coronavirus. La decisione della Provincia Autonoma di Bolzano segue quella presa dai cugini del Trentino nella serata di ieri. In Alto Adige fino a domenica 2 marzo le scuole materne, elementari, medie e superiori sono già chiuse per le vacanze di Carnevale. La chiusura in questo momento riguarda, quindi, asili nido e le sedi della Unibz di Bolzano, Bressanone e Brunico. Annullate tutte le attività al parco tecnologico NOI di Bolzano e le strutture legate all’università.

La Provincia autonoma di Trento ha comunicato che, per quanto riguarda il Carnevale, sono sospese tutte le manifestazioni. “Abbiamo tenuto conto delle decisioni assunte da Veneto e Lombardia, regioni a noi confinanti. In questo momento in Trentino non risultano problemi. Ma, pur sapendo che molte iniziative si svolgono all’aperto, il notevole assembramento di persone di ogni età ed il rischio che tra di loro possa esserci qualcuno che proviene dalle zone lombarde e venete poste in isolamento, consiglia una linea di prudenza”, ha detto il presidente della provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti. Di qui l’ordinanza firmata oggi, accanto ai provvedimenti di natura scolastica.

FRIULI VENEZIA GIULIA:

Attività didattiche sospese nelle Università:

Tutte le attività didattiche degli atenei del Friuli Venezia Giulia sono sospese da lunedì 24 febbraio a domenica 1 marzo 2020 compresi. Niente lezioni, esercitazioni, tirocini, seminari e ed esami (di laurea e di profitto), le conferenze o i dibattiti (interni o aperti al pubblico esterno) delle Università di Trieste e di Udine e delle sedi collegate e della Sissa (Scuola superiore di studi avanzati di Trieste). Saranno chiuse al pubblico anche le biblioteche e le sale studio.

Chiusura scuole, sospensione gite e stop eventi:

“Scuole chiuse e manifestazioni culturali e sportive sospese a data da destinarsi su tutto il territorio regionale”. Richiesta anche la sospensione di ogni viaggio di istruzione in Italia e all’estero, e permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva per coloro che sono rientrati in Fvg da zone a rischio epidemiologico. Ad annunciarlo in conferenza stampa dalla sede della Protezione civile regionale di Palmanova il presidente Fvg, Massimiliano Fedriga, precisando che è stato richiesto all’esecutivo di adottare le stesse misure previste nelle vicine Regioni del Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte.

Anche il mondo dello sport si adegua. La Società Ginnastica Triestina ha comunicato di avere sospeso tutti i corsi di tutte le discipline, compresi gli allenamenti degli atleti agonisti.

Musei chiusi e chiese accessibili solo per preghiere individuali:

A Trieste il Museo storico e il Parco del Castello di Miramare sospende temporaneamente i servizi di apertura al pubblico; il conservatorio Tartini annulla lezioni, seminari, esami di profitto, conferenze e concerti. Chiuse le attività espositive al Salone degli Incanti che ospita la mostra dedicata a Escher. Sospese le attività del Teatro Stabile del Fvg così come quelle ospitate al Circolo della stampa. Chiuso l’intero complesso della Basilica di Aquileia (Udine), mentre sono sospese le attività sportive presso gli spazi del Kulturni dom di Gorizia. Coinvolte dall’ordinanza anche le attività religiose. Le Diocesi di Trieste e di Pordenone Concordia hanno comunicato la sospensione delle celebrazioni pubbliche delle messe, gli incontri di catechismo e le celebrazioni funebri che, dovranno limitarsi alla benedizione della salma, con la presenza ristretta delle persone più vicine del defunto. Le chiese rimarranno aperte solo per la preghiera individuale.

EMILIA ROMAGNA:

Stop scuole e università fino al 1 marzo:

Sospensione delle attività delle scuole di ogni ordine e grado, asili nido, università, di manifestazioni ed eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, delle gite di istruzione e dei concorsi. Sono le misure che vengono adottate in Emilia-Romagna per contrastare la diffusione del Coronavirus e che saranno valide fino al prossimo 1 marzo compreso. Sono previste nell’ordinanza che viene firmata dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e dal ministro della Salute, Roberto Speranza.

Udienze sospese a Piacenza e Rimini:

Udienze ordinarie sospese nei tribunali di Piacenza e Rimini, mentre l’attività prosegue in altri tribunali dell’Emilia-Romagna, pur con alcune precauzioni e prescrizioni. È la situazione, in via di evoluzione, della giustizia in Emilia-Romagna all’indomani dell’ordinanza della Regione sulle misure per evitare diffusione del coronavirus. Potrebbe creare problemi invece la decisione, a quanto risulta, di interrompere i trasferimenti dei detenuti da parte della polizia penitenziaria dalle carceri ai palazzi di giustizia. Per tutta la settimana a Piacenza non ci saranno le udienze ordinarie, ad eccezione di direttissime e convalide ed è disposto il divieto di accesso agli uffici a chiunque provenga o abbia residenza nei comuni dei focolai lombardi e veneti. Anche a Rimini stop alle udienze ordinarie e accesso ai locali, “esclusivamente per attività urgenti ed indifferibili, nonché per il deposito di atti in scadenza”. Il divieto di accesso agli uffici a persone provenienti dalle zone dei focolai riguarda anche anche altre realtà, come ad esempio Reggio Emilia. A Bologna il tribunale resta “regolarmente aperto – dice il presidente Franceco Caruso -. Bisognerà attenersi alle regole igienico-sanitarie indicate, cercheremo di farlo e di non creare panico”.

Niente messe a Piacenza e Modena:

Messe sospese quasi ovunque a Piacenza e Modena e misure analoghe al vaglio in altre diocesi dell’Emilia-Romagna.

A Bologna niente celebrazioni in chiesa e mense poveri solo ‘d’asporto’:

Sospese le celebrazioni con grande afflusso di fedeli, comprese tutte le messe del mercoledì delle ceneri, stop alle benedizioni pasquali fino al primo marzo, via l’acqua benedetta dalle acquasantiere, niente segno della pace, comunione sulla mano e non in bocca. Sono alcune delle direttive dell’arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi, che fanno seguito alle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica del Coronavirus. Le chiese, informa l’arcidiocesi, rimangono aperte al culto e alla preghiera individuale, non a gruppi, secondo le consuetudini. Le messe feriali, se sono partecipate da pochi fedeli, si possono celebrare in spazi larghi. Per i funerali, “qualora il numero dei partecipanti sia elevato, si suggerisce di limitarsi al rito delle esequie nella forma più grave”. Il Mercoledì delle Ceneri “sarà possibile seguire su Etv – Rete7 e su Radio Nettuno la Santa Messa da me celebrata in Cattedrale alle ore 17.30 con una rappresentanza ristretta di fedeli”

LIGURIA:

Niente lezioni all’Università di Genova:

Verrà sospesa per una settimana l’attività didattica dell’Università di Genova. La decisione è stata comunicata dal rettore dell’Ateneo, Paolo Comanducci, in seguito alla situazione coronavirus.”Al fine quindi di contribuire a ridurre gli spostamenti di grandi numeri di soggetti – si legge in una lettera inviata a docenti, studenti e persone – vista l’ampia area di provenienza e la numerosità degli studenti del nostro Ateneo, abbiamo deciso cautelativamente di sospendere per una settimana ogni attività didattica (lezioni e esami) a partire da domani, lunedì 24 febbraio, garantendo, nella misura del possibile, che date e scadenze del calendario accademico saranno adeguate di conseguenza. L’ateneo e i suoi spazi rimangono comunque aperti e fruibili, comprese le biblioteche”. 

Scuole e musei chiusi e stop manifestazioni pubbliche fino al 1 marzo:

E’ appena stata firmata l’ordinanza che dispone la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado in Liguria da domani lunedì fino al primo marzo. La Regione Liguria ha disposto con
ordinanza la chiusura di scuole e musei fino al primo marzo a partire dalla mezzanotte di lunedì. Sospese le manifestazioni pubbliche o aperte al pubblico, sospesi i viaggi di istruzione e i concorsi pubblici

LAZIO:

Rinviata prova di ammissione laurea in medicina e chirurgia a Campus bio-medico di Roma

L’università Campus bio-medico di Roma ha disposto il rinvio della prova di ammissione al corso di laurea in medicina e chirurgia previsto presso la fiera di roma per martedì 25 febbraio. Sono iscritti al test oltre 2.800 candidati provenienti da tutta Italia di cui una parte proveniente dalle regioni del Nord oggetto di restrizioni da parte delle istituzioni preposte. La decisione assunta dall’università è frutto della volontà di tutelare il bene della salute delle persone, anche in considerazione della provenienza dei candidati da tutta Italia, e nell’ottica di non sfavorire gli aspiranti medici provenienti da zone ove sono in atto misure restrittive degli spostamenti. L’ateneo ha disposto il rinvio del test a data da destinarsi.

CAMPANIA:

Ischia, stop sbarco turisti lombardi e veneti emesso ma poi annullato:

Il primo provvedimento della regione Campania ha fatto discutere al punto da venire immediatamente annullato dal prefetto di Napoli. Prima i comuni di Ischia hanno vietato lo sbarco sull’isola per i residenti in Lombardia e in Veneto, per i cittadini cinesi provenienti dall’aree dell’epidemia e per chi vi abbia soggiornato negli ultimi 14 giorni. Poi il prefetto di Napoli, Marco Valentini, ha annullato l’ordinanza per “i profili di illegittimità rilevati nell’ordinanza, ingiustificatamente restrittiva nei confronti di una vasta fascia della popolazione nazionale e non in linea con le misure sinora adottate dal Governo.

Annullato il Carnevale a Benevento:

“In via precauzionale a Benevento è stata annullata la manifestazione del Carnevale in programma per domani”. Lo ha annunciato il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, al termine della riunione a scopo preventivo tenutasi a Palazzo Mosti con i vertici della sanità locale. Dall’incontro è emerso che “nel Sannio si è attrezzati in caso vi fosse necessità di affrontare casi di malattia da coronavirus”. “Al momento – ha poi aggiunto il direttore generale della Asl di Benevento Gennaro Volpe – non ci sono casi di coronavirus nel Sannio. Siamo vigili sul territorio e stiamo monitorando 5 persone del posto, le cui condizioni di salute sono buone, che hanno dichiarato di aver soggiornato per qualche giorno nell’area dei focali individuati nel nord Italia”.

TOSCANA:

Obbligo di segnalare rientro anche da comuni in quarantena:

Obbligo per i viaggiatori di segnalare il rientro, oltre che dalle aree a rischio della Cina, anche da Paesi in cui la trasmissione dell’infezione è significativa secondo le indicazioni Oms; in questa disposizione rientrano anche i Comuni italiani soggetti a misure di quarantena disposte dall’autorità (Regione/Governo). La raccomandazione a tutte le persone che manifestano febbre, tosse e altri sintomi influenzali di rimanere a casa e chiamare il medico. Le indicazioni per i medici di famiglia su cosa fare in presenza di un caso sospetto. La disposizione per medici di famiglia e pediatri di assicurare la contattabilità telefonica dalle 8 alle 20 nei giorni feriali e festivi. Sono alcune delle nuove misure varate dal presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, con un’ordinanza emanata e firmata a conclusione di un lungo incontro che si è tenuto in Palazzo Strozzi Sacrati

PUGLIA:

Verso il censimento per chi rientra dal Nord:

La Regione prepara un’ordinanza per la segnalazione preventiva al medico di base di tutti coloro che stanno rientrando. L’appello a non presentarsi in ospedale, ma contattare i numeri di emergenza

BASILICATA:

Quarantena per chi rientra dal Nord:

“Tutti i cittadini che rientrano in Basilicata provenienti dal Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna e Liguria o che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni dovranno rimanere in quarantena presso il proprio domicilio per 14 giorni, comunicando la propria presenza ai competenti servizi di sanità pubblica”. Così in una ordinanza firmata dal presidente della Regione della Basilicata, Vito Bardi in cui si specifica che saranno i sindaci di tutti i comuni lucani a censire i cittadini provenienti dalle regioni indicate, in collaborazione con tutte le altre istituzioni comunali. L’ordinanza è stata inoltrata ai prefetti competenti per territorio “ai fini della notifica ai comuni della basilicata” e pubblicata sul sito web della regione.

ABRUZZO:

Sospese attività ateneo D’Annunzio per 2 giorni: 

Scuole regolarmente aperte in Abruzzo cosi come gli uffici pubblici Da segnalare invece la decisione della Università D’Annunzio di Chieti-Pescara che ha comunicato che, “in relazione alla emergenza Coronavirus, le normali attività didattiche dell’Ateneo sono sospese per oggi e domani. Le sessioni di laurea programmate per i medesimi giorni si svolgeranno a porte chiuse, senza presenza di pubblico. Gli esami di profitto si terranno regolarmente con le modalità previste dalle normative sanitarie di base evitando qualsiasi forma di assembramento”.

Tribunale Lanciano, sospese udienze fino al 2 marzo:

Provvedimento precauzionale del presidente del tribunale di Lanciano Riccardo Audino che stamani ha firmato un provvedimento di sospensione di tutte le udienze penali e civili fino al 2 marzo prossimo. Per evitare assembramenti di persone, Audino ha preso atto dell’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del Covid 19 in base al disposto del d.l.gs 23 febbraio 2020 recante le misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica. Il tribunale frentano resta comunque aperto e anche le cancellerie regoleranno l’accesso al pubblico con le stesse modalità dei giudici che dovranno rinviare tutte le udienze che non rivestano carattere di urgenza. Agli stessi singoli togati è rimessa la valutazione delle cause da trattare e dovranno avere cura di gestire le udienze in modo che non vi sia affollamento nell’aula di udienza né al di fuori della stessa.

MARCHE:

Numero verde attivo dal 25 febbraio:

Un Numero Verde (800936677), con quattro linee dedicate (8-20) e altrettanti medici a disposizione, attivo da domani, per informare i cittadini sull’emergenza Coronavirus e sui comportamenti da tenere; una telefonata registrata con la voce del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, sugli stessi temi per raggiungere via telefono fisso anche quelle persone, in particolare anziane, che non utilizzano social network o internet. Sono alcune misure che la Regione Marche adotta per facilitare un’informazione corretta dei cittadini. L’ordinanza regionale con tutti i provvedimenti ulteriori del caso per limitare i rischi di contagio è ‘sospesa’ in attesa del coordinamento regionale domani: in ogni caso la Regione varerà queste misure di comunicazione e informazione. Quanto al Numero Verde, Ceriscioli ha chiarito che le persone, nel caso necessitino di informazioni sul tema, devono interpellare telefonicamente prima il proprio medico o il pediatra, e poi eventualmente rivolgersi al numero verde che nasce anche per ‘alleggerire’ il numero del 118 ‘preso d’assalto’ in questi giorni.

Scuole chiuse a Urbino dal 25 al 27 febbraio:

Niente scuola a  Urbino dal 25 al 27 febbraio: “Su disposizione del sindaco, in via precauzionale, a Urbino saranno chiusi gli asili nido e tutte le scuole di ogni ordine e grado, da domani a giovedì 27 febbraio. Il tutto in attesa di ulteriori indicazioni da parte della Regione Marche e del Governo nazionale” nell’ambito dell’emergenza per il Coronavirus. Lo fa sapere l’amministrazione comunale di Urbino.

Terremoto in Calabria, scossa 4.4 a Rende (Cosenza)


articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/02/24/news/terremoto_cosenza-249483351/

Gente in strada, centinaia di chiamate ai vigili del fuoco. Al momento si segnalano solo danni lievi

24 febbraio 2020 – Una scossa di terremoto di magnitudo 4,4 è stata registrata nella zona di Cosenza alle 17.02. Lo riferisce l’Ingv. La scossa è stata chiaramente avvertita dalla popolazione, che si è anche riversata in strada. Centinaia le telefonate arrivate a Vigili del Fuoco e Protezione Civile, con il serio rischio di intasare le linee. Al momento vengono segnalati danni lievi, come caduta di calcinacci e mobili, in alcune abitazioni. Qualche minuto prima, alle 16.56, una scossa di magnitudo 3,4 era stata registrata nel mar Tirreno, di fronte alle coste del Cosentino e a nord delle isole Eolie. continua a leggere

Terremoto in Calabria, scossa 4.4 a Rende (Cosenza)

 

Arbitra di 16 anni spintonata e insultata


articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2020/02/17/arbitra-di-16-anni-spintonata-e-insultata_03df7044-b369-4405-9ed5-11a11fdfac70.html

(ANSA) – Milano, 17 febbraio 2020 – Un match di calcio dilettantistico è terminato con un’aggressione all’arbitra, sabato pomeriggio, in Brianza, con la ragazza, una 16enne, che è stata strattonata e insultata dall’allenatore della squadra ospite e da un tifos,o allontanatosi poi per l’intervento del padre di lei. Lo riporta oggi Il Giorno. E’ accaduto durante la partita Real Meda-Rivazzanese, con la prima squadra che ospitava la seconda, di Pavia, nel corso del campionato regionale Under 15 femminile.
La 16enne non avrebbe riportato evidenti contusioni. (ANSA).

Morto Flavio Bucci


Andrea Andrei - Flavio Bucci

Flavio Bucci (Torino, 25 maggio 1947 – Fiumicino, 18 febbraio 2020) è stato un attore, doppiatore e produttore cinematografico italiano.

Morto Flavio Bucci, indimenticabile Ligabue in tv: “Mi sono goduto la vita”

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2020/02/18/news/morto_flavio_bucci-248887250/

L’attore aveva 72 anni. Formatosi al Teatro Stabile di Torino arrivò al cinema chiamato da Elio Petri. Doppiatore e produttore, tra i grandi che lo hanno voluto sul set ci sono stati Monicelli, Argento, Salvatores, Virzì e Sorrentino

È morto nella sua abitazione di Passoscuro, per un infarto, l’attore Flavio Bucci. Aveva 72 anni. La notizia l’ha data il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, con un post sul suo profilo Facebook: “Quando un artista se ne va lascia sempre un gran vuoto. Mi dispiace molto della scomparsa dell’attore Flavio Bucci, che da anni risiedeva a Passoscuro. Tutti lo ricordano in alcuni suoi ruoli memorabili in film altrettanto indimenticabili: penso a Il Marchese del Grillo, accanto a Sordi, a Suspiria del maestro del terrore Dario Argento, a Il divo di Paolo Sorrentino, solo per citarne alcuni. Un grande caratterista, di quelli che hanno fatto grande la cinematografia italiana. Esprimo le condoglianze mie e dell’Amministrazione ai familiari e amici”.

 

Simone Cristicchi ” ESODO”


L'immagine può contenere: 1 persona, barba, occhiali, testo e primo piano

Continua il tour “ESODO” nei teatri di tutta Italia, il racconto appassionato e commovente, tra canzoni e immagini, di una pagina strappata dal grande libro delle Storia di e con Simone Cristicchi.
A ROMA – nella sua città dal 25 Febbraio al 8 Marzo 🎫 i Biglietti sono in vendita http://bit.ly/35nBo9W

Altre date imminenti:

15/2 Morciano di Romagna (RN) 🎫 SOLDOUT
16/2 Lavis (TN) 🎫 SOLDOUT
17/2 Trevi (PG) 🎫 SOLDOUT E’ aperta la lista d’attesa
18/2 Spello (PG) 🎫 SOLDOUT E’ aperta la lista d’attesa
19/2 Casale Monferrato (AL) 🎫 ⚠️ bassa http://bit.ly/3bBtCh1
20/2 Ciriè (TO) 🎫 SOLDOUT
21/2 Mondovì (CN) 🎫 SOLDOUT
22/2 Verbania (VB) 🎫 SOLDOUT
23/2 Vigonza (PD) 🎫 SOLDOUT E’ aperta la lista d’attesa
25/2-8/3 ROMA 🎫  Media http://bit.ly/35nBo9W
10/3 Riva Del Garda 🎫  Alta http://bit.ly/2ZV1rnZ
11/3 Ala (TN) 🎫 ⚠️ bassa http://bit.ly/2SXN6pz
12/3 Asola (MN) 🎫 n.p. in aggiornamento
13/3 Polcenigo (PN) 🎫 n.p. in aggiornamento
14/3 Udine (ex Colugna di Tavagnacco) 🎫 SOLDOUT
15/3 Laterina (AR) ^ inizio vendita il 20 febbraio ^
21/3 Porto Viro (RO) 🎫 SOLDOUT
2/5 Forni di Sopra (Ud) 🎫 n.p. in aggiornamento

TOUR #ESODO2020 > http://bit.ly/2SIeN5z
#simonecristicchiteatro
#simonecristicchi

Loris Azzaro, arbitro 25enne, muore in un incidente stradale:


Loris Azzaro, arbitro 25enne, muore in un incidente stradale: nel week end arbitri col lutto al braccio

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_febbraio_15/loris-azzaro-arbitro-25enne-muore-un-incidente-stradale-week-end-arbitri-col-lutto-braccio-d5891218-4fea-11ea-a036-d715f3c65007.shtml?fbclid=IwAR22fLVa40bqVxRPgWPrp6X8X_1jxPPVHxcs9vVs_bcRNhG8U-gltTwnlBY

Figlio d’arte e agente di polizia, il giovane di Aosta era sulla via dell’aeroporto di Torino, da dove sarebbe partito per dirigere domenica una partita del campionato di Eccellenza in Basilicata

È morto sabato mattina sull’autostrada Aosta-Torino Loris Azzaro, 25enne arbitro e allievo di polizia. Il giovane, che si stava recando all’aeroporto di Torino perché domenica avrebbe dovuto dirigere una partita del campionato di Eccellenza in Basilicata, era alla guida di una Jeep Renegade che ha urtato il guardrail. Nell’incidente, avvenuto intorno alle 6 all’altezza di Volpiano, sono rimasti coinvolti altri due mezzi: i conducenti hanno riportato ferite non gravi. Azzaro era figlio del comandante della stazione carabinieri di Aosta, frequentava la scuola per agenti di polizia ad Alessandria e, da promettente arbitro, la scorsa estate era stato promosso a livello nazionale. continua a leggere

Incidente sulla Torino-Aosta: muore il giovane arbitro Loris Azzaro

Incidente sulla Torino-Aosta: muore il giovane arbitro  Loris Azzaro

Si sente male in campo, muore dopo 20 giorni …..


Si sente male in campo, muore dopo 20 giorni il calciatore Mirko Pelizzer

articolo: https://corrieredelveneto.corriere.it/padova/cronaca/20_febbraio_15/si-sente-male-campo-muore-20-giorni-calciatore-mirko-pellizzer-afe538ba-4fc3-11ea-b606-6665aa4292dc.shtml?fbclid=IwAR3qfRcYiGfI_DtArjuHtHsf__fjREDzd2wknsy8kr-iICQcdwF_gkEiKeg

VICENZA – La sua era la stanza più colorata dell’ospedale San Bortolo: maglie, foto, dediche e perfino il pallone da calcio che tanto amava. Una magra consolazione rispetto alla tenera età che portava sulle spalle, ma anche un aiuto prezioso nei momenti terribili che erano cascati addosso come macigni negli ultimi venti giorni di ricovero a lui e alla famiglia. Mirko Pelizzer, calciatore della «Telemar San Paolo Ariston», è morto venerdì pomeriggio all’ospedale San Bortolo di Vicenza. Domenica aveva compiuto 26 anni immerso nell’affetto dei genitori, Manuela ed Eliseo, dei fratelli, Luca e Stefano, degli amici e dei compagni di squadra che non l’hanno mai abbandonato. «Ho male alla testa, ho male». Era cominciato così il calvario del giovane durante l’allenamento serale di venerdì 24 gennaio sul campo da calcio di via Gagliardotti a Vicenza. Un dolore insistente che alla fine l’aveva fatto stramazzare al suolo, svenuto. Non si era trattato di arresto cardiaco e non c’era stato bisogno di usare il defibrillatore. Il problema era appunto alla testa, come confermato dai medici che avrebbero riferito poi di un angioma congenito. Mirko era stato sottoposto a Tac e operato d’urgenza alla testa nel reparto di Neurochirurgia fino a notte fonda. Le condizioni dell’operaio metalmeccanico di Gazzo Padovano, amante del calcio, erano apparse subito gravi ma stabili. L’intervento era stato molto delicato e i primi test effettuati dai medici nei giorni successivi non avevano dato gli esiti sperati. continua a leggere

Uefa, stangata al Manchester City: fuori dalle coppe europee per due anni


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/champions/2020/02/14/news/uefa_manchester_city_squalificato_due_anni_fair_play_finanziario-248612006/?ref=RHPPLF-BS-I248611613-C8-P2-S1.8-T1

MANCHESTER – Durissima squalifica per il Manchester City. L’Uefa ha stabilito che il club inglese non potrà partecipare ad alcuna competizione europea per i prossimi due anni a causa della violazione del fair play finanziario. Niente Champions League dunque per le stagioni 2020/2021 e 2021/2022. Non solo: i Citizens dovranno anche pagare una maxi multa di 30 milioni di euro.

Sponsorizzazioni illecite – 

Il City avrebbe gonfiato nel 2014 le cifre di entrata dei ricchi contratti di sponsorizzazione (attraverso la compagnia aerea Eithad) ed è stato così dichiarato colpevole dal Club Financial Control Body (CFCB). In particolare, secondo i dati di Football Leaks, lo sceicco Mansour bin Zayed Al Nahyan avrebbe versato la cifra di 68 milioni di sterline “spacciandola” per sponsor quando in realtà 60 di quei 68 milioni provenivano dall’Abu Dhabi United Group, sempre di sua proprietà. Il FFP, introdotto nel 2011, vieta però che i proprietari possano coprire le perdite attraverso sponsorizzazioni derivanti dalle proprie aziende. Il club inglese ha già annunciato che farà ricorso al Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna. Dovesse però essere confermato lo stop, aumenterebbero le già concrete possibilità di divorzio con Pep Guardiola. E la Juve resta alla finestra. continua a leggere

Sensi, la sfortuna continua:


Sensi, la sfortuna continua: infrazione allo scafoide e nuovo stop

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/14-02-2020/sensi-sfortuna-continua-infrazione-scafoide-nuovo-stop-360935364664.shtml

Il trauma contusivo al piede sinistro subito contro il Napoli ha avuto conseguenze la cui entità verrà valutata nuovamente la prossima settimana

Non c’è pace per Stefano Sensi. Il centrocampista dell’Inter si è sottoposto oggi a esami strumentali al piede sinistro, presso l’Istituto Humanitas di Rozzano, a seguito di un trauma contusivo subito nel corso della gara di Coppa Italia contro il Napoli. E di certo salterà il big match di domenica sera all’Olimpico con la Lazio.

DA VALUTARE – Gli accertamenti, rende noto il club nerazzurro, hanno evidenziato un’infrazione allo scafoide. Le sue condizioni saranno rivalutate settimana prossima.

https://www.inter.it/it/news/2020/02/14/condizioni-infortunio-stefano-sensi.html

LE CONDIZIONI DI STEFANO SENSI

Esami strumentali per il centrocampista nerazzurro

MILANO – Stefano Sensi si è sottoposto oggi a esami strumentali al piede sinistro, presso l’Istituto Humanitas di Rozzano, a seguito di un trauma contusivo subito nel corso della gara contro il Napoli.

Gli accertamenti hanno evidenziato un’infrazione allo scafoide. Le sue condizioni saranno rivalutate settimana prossima.

中文版  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española  English Version  日本語版

È morto Franco Del Prete, batterista dei Napoli Centrale


maxresdefault

Franco Del Prete (Frattamaggiore, 5 novembre 1943 – Napoli, 13 febbraio 2020[1]) è stato un batterista italiano.

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/02/14/news/e_morto_franco_del_prete_batterista_dei_napoli_centrale-248568972/

È morto a 76 anni, nella notte del 13 febbraio, il musicista e paroliere napoletano

Fuoco e lacrime, energia e dolcezza. Ritmo e canto uniti indissolubilmente. Sintetizzati in canzoni che facevano (e fanno) ballare e pensare allo stesso tempo. È morto a 76 anni, nella notte del 13 febbraio, Franco Del Prete, batterista e paroliere napoletano, il tocco e l’anima degli Showmen, dei Napoli Centrale, l’energia che scorreva dietro tante canzoni di Eduardo De Crescenzo, di Enzo Gragnaniello. Un maestro per due o tre generazioni di musicisti che da Napoli e dalla sua provincia, negli ultimi cinquant’anni, hanno dialogato con il mondo intero anche grazie a lui. continua a leggere

Franco Del Prete a Jazz in Campo Jazz in Galdo 2016 – Viaggio in Molise

Assolo Franco Del Prete concerto Eduardo De Crescenzo

Peter Gabriel, l’architetto della musica globale ha 70 anni: l’uomo oltre i Genesis


Risultato immagini per peter gabriel

Peter Brian Gabriel (Chobham, 13 febbraio 1950) è un  cantante,  compositore e produttore discografico britannico.

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/02/13/news/peter_gabriel_-248480977/

Dal prog alla world music, dal teatro all’impegno politico fino alla creazione dei Real World Studios, l’artista che ha piegato la globalizzazione al rock compie gli anni: e il ritmo non si ferma

Era il 1969 e un diciannovenne Peter Gabriel esordiva con la sua band, i Genesis, nell’universo del nascente rock progressivo inglese. Era l’inizio di una fantastica, personalissima avventura nel mondo della musica, che ha portato un tranquillo ragazzo di Chobham, Inghilterra, a diventare una delle più grandi star della musica mondiale. Era un giovane intellettuale del rock, tra i primi a pensare alla musica in termini teatrali, al rapporto con la letteratura e con la musica colta, e assieme ai suoi compagni erano riuscito a portare il rock a un livello superiore di creatività, di spettacolarità, di immaginazione. continua a leggere

Peter Gabriel – Biko Live (Back to Front Tour – London)

Peter Gabriel – Shock The Monkey (Live in Athens 1987) 

Peter Gabriel – Red Rain (Growing Up Live)

LA FIGC in campo per rafforzare l’utilizzo del VAR


articolo: https://figc.it/it/federazione/news/attualitàa-a-figc-in-campo-per-rafforzare-l-utilizzo-del-var/?fbclid=IwAR06HWECYJtDqGfJRNRndH_SgDwFW8avV85QSZAiC4_q8DdyoMHYucTamgc

La Federazione conferma la disponibilità ad innovare nel campo della tecnologia. Gravina e Rizzoli: “Intensifichiamo il ricorso all’on field review”

L’Italia è stata uno dei primi Paesi al mondo a sperimentare la tecnologia nel calcio. L’adozione del Var da parte dell’IFAB, infatti, è stata preceduta da un periodo di prova off line nel massimo campionato italiano che ha generato risultati eccezionali, contribuendo in maniera determinante all’implementazione del protocollo definitivo. Animata dallo stesso desiderio di innovare e con il medesimo spirito di servizio dell’epoca, la FIGC si è fatta interprete delle richieste pervenute nelle ultime settimane da numerose Società di Serie A ed ha anticipato informalmente alla FIFA la propria disponibilità a sperimentare l’utilizzo del challenge (la chiamata all’on field review  da parte delle squadre), nei tempi e nei modi che l’Ifab eventualmente stabilirà. La Federcalcio è convinta che, continuando il percorso già intrapreso, si possa portare il calcio in una dimensione sempre più vicina ai milioni di appassionati, senza intaccare l’autorevolezza dell’arbitro bensì fornendogli strumenti concreti di ausilio.

Il Presidente Gabriele Gravina, inoltre, ha condiviso con il designatore della Can A Nicola Rizzoli l’esigenza, già trasferita ai direttori di gara, di intensificare il ricorso all’on field review nei casi controversi che rientrano nell’ambito del protocollo internazionale. Ciò al fine di non alimentare polemiche strumentali che intacchino l’immagine del nostro campionato, che si appresta ad entrare nella fase cruciale della stagione.

Presentazione SF1000 – da Reggio Emilia (Ferrari F1 2020)


Nuova Ferrari F1 2020: si chiama SF1000, è rosso scuro opaca

Ferrari

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_febbraio_11/nuova-ferrari-f1-2020-camilleri-solo-rossa-ci-regala-emozioni-fortissime-d3f86a44-4cf1-11ea-abdf-2e1b18f873ec.shtml?fbclid=IwAR3JczmDQIXoCOJCKlVp19cChXzCc_lq-srRjSd9gDl_ZoHXCmP1JoapXsY

Ferrari mania, benvenuta SF1000. Gente alle finestre, tifosi in piazza, maxi schermi e bandiere. Arrivano i vecchi meccanici, le donne della Ges elegantissime, i ragazzini si sporgono dalle transenne, parte la caccia a selfie e autografi. Passa Mick Schumacher, figlio del sette volte campione del mondo, ha il Cavallino cucito sulla giacca perché guida per l’Academy. Dove è appena entrato Arthur Leclerc, fratellino di Charles: aspetta sulle scale insieme all’altro fratello Lorenzo. Giochi di luci e abiti scuri, è una serata di gala rosso Ferrari al teatro municipale di Reggio Emilia intitolato a Romolo Valli. Dentro al teatro si aspetta parlando sottovoce, applausi quando arriva l’orchestra: quando il grande sipario rosso si alza inizio uno show a base di musica e balletti. E poi arriva la macchina, danza su una pedana girevole. «Sembra molto simile a quella dell’anno scorso — dice Mattia Binotto — ma dentro è molto diversa». Anche il colore è più rosso, meno cangiante. continua a leggere

Immagine

La scheda tecnica della SF1000

Telaio – 

  • Telaio in materiale composito a nido d’ape in fibra di carbonio con protezione halo per l’abitacolo.
  • Cambio longitudinale ferrari a 8 marce più retro.
  • Comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico con cambiata veloce.
  • Differenziale autobloccante a controllo idraulico.
  • Freni a disco auto ventilanti in carbonio brembo (anteriore e posteriore) e sistema di controllo elettronico sui freni posteriori.
  • Peso con acqua, olio e pilota: 745 kg
  • Ruote oz anteriori e posteriori 13”

Motore

  • Cilindrata 1600 cc
  • Giri massimi 15000
  • Sovralimentazioneturbo singolo
  • Portata benzina 100 kg/hr max
  • Quantità benzina per gara 110 kg
  • Configurazionev6 90°
  • Alesaggio 80 mm
  • Corsa 53 mm
  • Valvole 4 per cilindro
  • Iniezionediretta, max 500 bar

Sistema ers

  • Energia batteria4 mj
  • Potenza mgu-k120 kw
  • Giri max mgu-k50.000
  • Giri max mgu-h125.000

La nuova SF1000, questo il nome della nuova monoposto, è un’importante evoluzione della SF90 che ha corso il Mondiale 2019.

Fiancata

Alto Adige senza energia elettrica per un black out


articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/02/11/news/alto_adige_senza_energia_elettrica_per_un_black_out-248314348/?ref=RHPPLF-BH-I248314281-C8-P7-S1.8-T1

Due interruzioni di seguito. Controlli del gestore per capire le cause: “Non si esclude sia il vento forte”

Due black out elettrici hanno colpito vaste zone dell’Alto Adige da circa mezz’ora. Dopo un primo black out, durato dieci minuti, la luce è tornata per breve tempo per poi saltare nuovamente. Il gestore di rete Edjna sta effettuando accertamenti per risalire alle cause. Numerose le chiamate ai vigili del fuoco.

L’energia elettrica è saltata dalle 10.55 alle 11.10 circa e cinque minuti dopo c’è stata una nuova interruzione, stavolta di soli 5 minuti. Interessata la zona di Bolzano e di Laives, Oltradige e Merano.

La società di gestione della rete elettrica altoatesina riferisce che le chiamate di utenti senza energia elettrica arrivano infatti da tutta la provincia. Non è da escludere che il guasto possa essere stato causato dal forte vento che da un paio di giorni imperversa in tutta l’Europa centrale, Alto Adige compreso.

La tempesta Ciara, che in questi giorni sta colpendo l’Europa centrale, causa vento forte in alta montagna in Alto Adige. A Cima Beltovo, sopra Solda, oggi sono stati registrati 192 km all’ora. A valle il vento è notevolmente meno forte e si fa notare in forma di foehn con temperature quasi primaverili.

 

Cagliari, Pavoletti ko: nuova lesione al crociato già operato


 

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/cagliari/2020/02/10/news/pavoletti_nuovo_infortunio_crociato-248260200/

CAGLIARI, 10 febbraio 2020 – Una stagione da dimenticare. Leonardo Pavoletti vedeva vicino il ritorno in campo dopo l’infortunio rimediato ad agosto dello scorso anno durante Cagliari-Brescia, prima giornata di campionato. Oggi la mazzata. Il 31enne attaccante toscano, fa sapere il club sardo, “a seguito di accertamenti clinici e strumentali effettuati oggi al centro medico Korian ha riportato una lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro già precedentemente sottoposto ad intervento chirurgico per analoga lesione”. Per l’ex giocatore di Genoa e Napoli stagione finita in anticipo, nuovo intervento chirurgico alle porte e un recupero che si annuncia lungo.

Serie A, allenatori sempre più precari: con l’esonero di Semplici è sempre più record europeo


semplici_1108616supereva

Leonardo Semplici (Firenze, 18 luglio 1967) è un allenatore di calcio ed ex  calciatore italiano, di ruolo difensore.

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_febbraio_04/serie-a-allenatori-sempre-piu-precari-record-europeo-esoneri-c50647ac-4735-11ea-bec1-6ac729c309c6.shtml

Leonardo Semplici addio. Anche la Spal esonera il suo allenatore, che probabilmente verrà sostituito da Di Biagio. Solo qualche giorno fa Mazzarri era l’ultimo, poi è diventato penultimo con il secondo allontanamento dal Brescia di Corini sostituito da Lopez. Dodici esoneri. Record europeo. In media più di uno ogni due giornate. Una quota choc. La serie A, dopo qualche anno di stabilità, è tornata a essere il campionato del precariato in panchina. Nessuno come noi nei primi 5 tornei del continente. In Premier 9 cambi, in Bundesliga 8, in Liga 7, 5 in Ligue 1 francese. Era quasi dieci anni che non si arrivava a numeri del genere. Una controtendenza netta, quindi, indiscutibile. Un ritorno al passato. Una vecchia moda che non ci mancava. C’è chi la collega alla grande incertezza del campionato, aperto come non mai, tanto in alto quanto in basso: non c’è una squadra schiacciasassi, non c’è una squadra materasso, in molti corrono per l’Europa, nessuno è già rassegnato alla B. Più competizione più selezione. Ma è davvero così? Basta questo a spiegare il fenomeno?

Perché se in alcuni casi cambiare l’allenatore è inevitabile (il progetto Giampaolo al Milan era fallito, la squadra non era più con lui, troppi rapporti compromessi, situazione tipica nella quale purtroppo non c’è altro da fare) in altri è solo e soltanto un capriccio padronale. Corini cacciato con ignominia e richiamato di gran corsa da un Cellino disperato dopo solo 3 partite e poi ricacciato per prendere Diego Lopez ne è la prova.

Di Francesco (Samp, mandato via alla 7ª giornata), Giampaolo (Milan, 7ª), Andreazzoli (Genoa, 8ª ), Tudor (Udinese, 10ª), Corini (Brescia, 11ª e 22ª), Grosso (Brescia, 14ª), Ancelotti (Napoli, 16ª), Thiago Motta (Genoa, 17ª), Montella (Fiorentina, 17ª), Mazzarri (Torino, 22ª), Semplici (Spal, 23ª) Dodici. Finora.

 

Spal: ufficiale l’esonero di Semplici, al suo posto Di Biagio. Già 12 le panchine saltate in A

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/02/10/news/spal_ufficiale_l_esonero_di_semplici_in_arrivo_di_biagio_gia_12_le_panchine_saltate_in_a-248245817/

LEONARDO SEMPLICI SOLLEVATO DA RESPONSABILE DELLA PRIMA SQUADRA SPAL

https://www.spalferrara.it/leonardo-semplici-sollevato-da-responsabile-della-prima-squadra-spal/

 

Semplici.png

S.P.A.L. srl comunica di aver sollevato dall’incarico di responsabile della prima squadra biancazzurra mister Leonardo Semplici, contestualmente al secondo allenatore Andrea Consumi, al preparatore atletico Yuri Fabbrizzi e ai collaboratori tecnici Rossano Casoni e Alessio Rubicini.

La società ringrazia mister Semplici e il suo staff per il lavoro svolto e i risultati ottenuti in questi anni, risultati che hanno permesso di raggiungere grandi traguardi e riportare la SPAL in Serie A dopo 49 anni.

Il 10 febbraio è la giornata del ricordo


giornodelricordo2020

Giorno del Ricordo – 10 febbraio 2020

Con la legge n. 92 del 30 marzo 2004, il Parlamento italiano ha ufficialmente riconosciuto il 10 febbraio quale “Giorno del Ricordo“, con l’obiettivo di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale

Il 10 febbraio è la giornata del ricordo delle vittime delle foibe e dell’esodo degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra

Il 10 febbraio è la giornata del ricordo delle vittime delle foibe e dell’esodo degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra. Giancarlo Rossi per Inviato Speciale Radio1 Rai è andato a Fertilia, frazione di Alghero, dove risiede una comunità giuliano-dalmata 

https://alessandro54.com/2017/02/11/giorno-del-ricordo-delle-foibe-al-via-celebrazioni-in-tutta-italia/

Massacri delle foibe

https://it.wikipedia.org/wiki/Massacri_delle_foibe

massacri delle foibe ono stati degli eccidi ai danni di militari e civili, in larga prevalenza italiani autoctoni della Venezia Giulia, del Quarnaro e della Dalmazia, avvenuti durante la seconda guerra mondiale e nell’immediato secondo dopoguerra, da parte dei partigiani jugoslavi e dell’OZNA. Il nome deriva dai grandi inghiottitoi carsici, che nella Venezia Giulia sono chiamati “foibe“, dove furono gettati molti dei corpi delle vittime. continua a leggere

Luoghi delle foibe (giallo) in Venezia Giulia e nel Quarnaro

Foibe seats.png

https://www.quirinale.it/elementi/44204?fbclid=IwAR2iqGa8dmYrXUBMUdKKn5hrF0Mg8dfneJ3RMGGV13QfwiS1Swla1vngPtw

Dichiarazione del Presidente Mattarella in occasione del Giorno del Ricordo

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

«Il “giorno del Ricordo”, istituito con larghissima maggioranza dal Parlamento nel 2004, contribuisce a farci rivivere una pagina tragica della nostra storia recente, per molti anni ignorata, rimossa o addirittura negata: le terribili sofferenze che gli italiani d’Istria, Dalmazia e Venezia Giulia furono costretti a subire sotto l’occupazione dei comunisti jugoslavi. Queste terre, con i loro abitanti, alla fine della Seconda Guerra Mondiale, conobbero la triste e dura sorte di passare, senza interruzioni, dalla dittatura del nazifascismo a quella del comunismo.

Quest’ultima scatenò, in quelle regioni di confine, una persecuzione contro gli italiani, mascherata talvolta da rappresaglia per le angherie fasciste, ma che si risolse in vera e propria pulizia etnica, che colpì in modo feroce e generalizzato una popolazione inerme e incolpevole.

La persecuzione, gli eccidi efferati di massa – culminati, ma non esauriti, nella cupa tragedia delle Foibe – l’esodo forzato degli italiani dell’Istria della Venezia Giulia e della Dalmazia fanno parte a pieno titolo della storia del nostro Paese e dell’Europa.

Si trattò di una sciagura nazionale alla quale i contemporanei non attribuirono – per superficialità o per calcolo – il dovuto rilievo. Questa penosa circostanza pesò ancor più sulle spalle dei profughi che conobbero nella loro Madrepatria, accanto a grandi solidarietà, anche comportamenti non isolati di incomprensione, indifferenza e persino di odiosa ostilità.

Si deve soprattutto alla lotta strenua degli esuli e dei loro discendenti se oggi, sia pure con lentezza e fatica, il triste capitolo delle Foibe e dell’esodo è uscito dal cono d’ombra ed è entrato a far parte della storia nazionale, accettata e condivisa. Conquistando, doverosamente, la dignità della memoria.

Esistono ancora piccole sacche di deprecabile negazionismo militante. Ma oggi il vero avversario da battere, più forte e più insidioso, è quello dell’indifferenza, del disinteresse, della noncuranza, che si nutrono spesso della mancata conoscenza della storia e dei suoi eventi. Questi ci insegnano che l’odio la vendetta, la discriminazione, a qualunque titolo esercitati, germinano solo altro odio e violenza.

Alle vittime di quella persecuzione, ai profughi, ai loro discendenti, rivolgo un pensiero commosso e partecipe. La loro angoscia e le loro sofferenze non dovranno essere mai dimenticate. Esse restano un monito perenne contro le ideologie e i regimi totalitari che, in nome della superiorità dello Stato, del partito o di un presunto e malinteso ideale, opprimono i cittadini, schiacciano le minoranze e negano i diritti fondamentali della persona. E ci rafforzano nei nostri propositi di difendere e rafforzare gli istituti della democrazia e di promuovere la pace e la collaborazione internazionale, che si fondano sul dialogo tra gli Stati e l’amicizia tra i popoli.

In quelle stesse zone che furono, nella prima metà del Novecento, teatro di guerre e di fosche tragedie, oggi condividiamo, con i nostri vicini di Slovenia e Croazia, pace, amicizia e collaborazione, con il futuro in comune in Europa e nella comunità internazionale».

 

 Roma, 09/02/2020

Che cosa furono i massacri delle foibe

articolo: https://www.focus.it/cultura/storia/che-cosa-furono-i-massacri-delle-foibe

Nel 2005 gli italiani furono chiamati per la prima volta a celebrare il «Giorno del Ricordo», in memoria dei quasi ventimila nostri fratelli torturati, assassinati e gettati nelle foibe (le fenditure carsiche usate come discariche) dalle milizie della Jugoslavia di Tito alla fine della seconda guerra mondiale.

La memoria delle vittime delle foibe e degli italiani costretti all’esodo dalle ex province italiane della Venezia Giulia, dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia è un tema che ancora divide. Eppure quelle persone meritano, esigono di essere ricordate.

Per questo motivo proviamo a ricostruire quegli eventi drammatici, e a capire come mai questa tragedia è stata confinata nel regno dell’oblio per quasi sessant’anni. Ma andiamo con ordine. continua a leggere

Schema di una foiba tratto da una pubblicazione del 1946 del CNL istriano.

 

10 FEBBRAIO 2020 – GIORNO DEL RICORDO

Per non dimenticare le vittime delle foibe

 

L'immagine può contenere: testo

 

 

Sanremo, i diritti d’autore di “Non mi avete fatto niente” finanziano 12 mila interventi chirurgici


articolo: https://tvzap.kataweb.it/news/271297/sanremo-diritti-dautore-ermal-meta-fabrizio-moro-non-mi-avete-fatto-niente-interventi-chirurgici/?ref=RHRD-BS-I163950755-C6-P10-S1.3-T1

ermal meta e fabrizio moro non mi avete fatto niente

Un gesto di altruismo che si trasforma in aiuto concreto a migliaia di persone grazie a Ermal Meta, Fabrizio Moro ed Emergency

Era il 6 febbraio del 2018, due anni fa, ed Ermal Meta e Fabrizio Moro trionfavano al Festival di Sanremo col brano Non mi avete fatto niente. Qualche mese dopo Ermal Meta su Facebook annunciava

“Non sapevamo bene cosa fare o come usare questa canzone per fare qualcosa di concreto, ma dopo il Festival ci siamo confrontati e guardandoci negli occhi ci siamo detti che questa canzone non parla della nostra storia personale e che la cosa giusta da fare era donare i proventi dei nostri diritti d’autore affinché potessero servire ad aiutare chi ne ha davvero bisogno“.

La decisione ricade su Emergency, l’associazione umanitaria fondata da Gino Strada. Due anni dopo il risultato del loro gesto si concretizza in 12mila interventi chirurgici su persone in tutto il mondo che non avrebbero potuto accedere in altro modo alle cure, interventi che Emergency ha potuto realizzare grazie ai diritti d’autore di Ermal Meta e Fabrizio Moro.

Ermal Meta, Fabrizio Moro – Non mi avete fatto niente (Battiti Live Ostuni 01-07-2018)

Deraglia treno alta velocità ….


Deraglia treno alta velocità nei pressi di Lodi, morti i due macchinisti. Ci sono 27 feriti. Il prefetto: “Poteva essere carneficina”

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/02/06/news/deraglia_treno_alta_velocita_a_lodi_un_morto_e_feriti-247763158/?ref=RHPPTP-BL-I0-C12-P1-S1.12-T1

MILANO – Grave incidente sulla linea alta velocità in provincia di Lodi, con due macchinisti morti e 27 persone ferite: il deragliamento del treno ad alta velocità partito da Milano e diretto a Salerno è avvenuto nel comune di Ospedaletto Lodigiano, nei pressi del casello A1, in zona cascina Griona. Sembra che la motrice del Frecciarossa si sia staccata dal resto del treno, avrebbe urtato un carrello merci sui binari e – dopo aver percorso trecento o quattrocento metri fuori dalle rotaie, si sarebbe schiantata su un casotto delle Ferrovie dello Stato. Carrozza 1 ribaltata. Le altre carrozze sono più più o meno intatte. L’intera area viene sottoposta a sequestro dalla Polfer al termine delle operazioni di soccorso, la procura di Lodi ha aperto un’inchiesta. Il prefetto di Lodi Marcello Cardona: “Poteva essere una carneficina”. continua a leggere

Incidente sulla linea alta velocità all’altezza di CasalPusterlengo (in provincia di Lodi): un treno è deragliato e alcune vetture si sono ribaltate

093223842-f54d8748-7bf3-4989-b3ac-b6dc2d8ee090

082547594-c780c3d1-439d-47e7-850d-947d97838d77

Deraglia il treno Milano-Salerno, in tilt l’alta velocita’

Circolazione in tilt sulla rete dell’alta velocita’ ferroviaria sulla dorsale tra il Nord ed il Sud Italia dopo il deragliamento del Frecciarossa Milano-Salerno delle 5.10

È morto Kirk Douglas


Risultato immagini per Kirk douglas

Kirk Douglas, nato Issur Danielovitch e noto anche come Isadore Demsky (Amsterdam, 9 dicembre 1916 – 5 febbraio 2020), è stato un attore e produttore cinematografico statunitense.

Nel 1999 l’American Film Institute lo inserì al 17º posto tra le più grandi star della storia del cinema statunitense.

È il padre dell’attore Michael Douglas e del produttore Joel Douglas, nonché nonno di Cameron Douglas.

È morto Kirk Douglas, il centenario eroe del cinema

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2020/02/06/news/kirk_douglas-162412296/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1

Aveva 103 anni. Novanta titoli tra i quali l’iconico Spartaco, tre candidature all’Academy Award e un Oscar onorario alla carriera

Ne ha fatta di strada “il figlio dello straccivendolo” (così è intitolata la sua autobiografia, pubblicata nel 1988 da Simon & Schuster) da quando, il 9 dicembre di cento tre anni fa, vide la luce ad Amsterdam, cittadina dello stato di New York. È morto il leggendario attore di Hollywood Kirk Douglas, l’annuncio è stato dato dal figlio Michael Douglas che ha scritto: “Con immensa tristezza che io e i miei fratelli dobbiamo annunciare che Kirk Douglas ci ha lasciato a 103 anni”. continua a leggere

View this post on Instagram

It is with tremendous sadness that my brothers and I announce that Kirk Douglas left us today at the age of 103. To the world he was a legend, an actor from the golden age of movies who lived well into his golden years, a humanitarian whose commitment to justice and the causes he believed in set a standard for all of us to aspire to. But to me and my brothers Joel and Peter he was simply Dad, to Catherine, a wonderful father-in-law, to his grandchildren and great grandchild their loving grandfather, and to his wife Anne, a wonderful husband. Kirk's life was well lived, and he leaves a legacy in film that will endure for generations to come, and a history as a renowned philanthropist who worked to aid the public and bring peace to the planet. Let me end with the words I told him on his last birthday and which will always remain true. Dad- I love you so much and I am so proud to be your son. #KirkDouglas

A post shared by Michael Douglas (@michaelkirkdouglas) on

Traduzione – È con tremenda tristezza che io e i miei fratelli annunciamo che Kirk Douglas ci ha lasciato oggi all’età di 103 anni. Per il mondo era una leggenda, un attore dell’età d’oro dei film che viveva bene nei suoi anni d’oro, un umanitario il cui l’impegno per la giustizia e le cause in cui ha creduto hanno fissato uno standard a cui tutti aspiriamo.

Ma per me, i miei fratelli Joel e Peter era semplicemente papà, per Catherine, un meraviglioso suocero, per i suoi nipoti e pronipote, il loro nonno amorevole, e per sua moglie Anne, un marito meraviglioso.

La vita di Kirk è stata ben vissuta, e lascia un’eredità nel film che durerà per le generazioni a venire, e una storia come un famoso filantropo che ha lavorato per aiutare il pubblico e portare la pace sul pianeta.

Vorrei concludere con le parole che gli ho detto durante il suo ultimo compleanno e che rimarranno sempre vere. Papà, ti amo così tanto e sono così orgoglioso di essere tuo figlio. #KirkDouglas

Kirk Douglas, 103 anni da Oscar

Spartacus Official Trailer #1 – Kirk Douglas, Laurence Olivier Movie (1960)

Cambia nuovamente la panchina del Brescia


Brescia esonera Corini, arriva Diego Lopez

articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/02/04/brescia-corini-verso-lesonero-in-arrivo-diego-lopez_bc2cf818-73f0-4efd-969b-11d18c45a44e.html

Adesso è ufficiale: Diego Lopez è il nuovo allenatore del Brescia. Oggi il tecnico ex Cagliari, Palermo, Bologna e Penarol di Montevideo, dirigerà la prima seduta d’allenamento della squadra. L’uruguagio ha firmato un contratto fino al 2022.

Il club con un comunicato ha ringraziato Eugenio Corini.

Comunicato stampa

Comunicato stampa.

Brescia Calcio comunica di aver sollevato Eugenio Corini dall’incarico di allenatore della Prima Squadra.

La Società ringrazia Mister Corini e tutto il suo staff per la professionalità, la dedizione e l’impegno dimostrati.


Diego López è il nuovo allenatore del Brescia.

Brescia Calcio comunica di aver affidato la conduzione tecnica della prima squadra a Diego López.

Nato a Montivideo (Uruguay) il 22 agosto 1974, Luis Diego López Breijo, nella carriera da allenatore ha condotto le compagini di: Cagliari, Bologna, Palermo e Penarol.

Nel ruolo di responsabile tecnico della Prima Squadra, Mister López sarà affiancato dai tecnici: Michele Fini (Mister in Seconda) e Francesco Bertini (preparatore atletico).


Eugenio Corini. Il tecnico, per la seconda volta in stagione, è stato infatti esonerato dal Brescia,

Qui,  affisso all’interno dello spogliatoio, ha lasciato un messaggio indirizzato alla squadra.

Omofobia nello sport, la denuncia di Ekdal (Sampdoria): “Molti calciatori omosessuali vivono nella paura”


https://video.repubblica.it/sport/omofobia-nello-sport-la-denuncia-di-ekdal-sampdoria-molti-calciatori-omosessuali-vivono-nella-paura/353357/353925

L’omofobia nello sport, “una partita da vincere“: il Parlamento europeo a Bruxelles ha ospitato un evento organizzato da Tiziana Beghin, capodelegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo, Tomasz Frankowski, europarlamentare del Ppe e Marc Tarabella, del gruppo S&D. “Auspichiamo che anche il mondo dello sport possa recitare un ruolo da protagonista nella battaglia contro l’omofobia”, ha spiegato Beghin. All’incontro ha partecipato, inviando un video, il calciatore della Sampdoria e della nazionale svedese Armin Ekdal: “Tutti dovrebbero sentirsi liberi di fare coming out, nella vita e nel calcio. Sfortunatamente nel nostro sport non è così: solo otto giocatori hanno dichiarato di essere omosessuali. Molti altri vorrebbero farlo ma evitano, per paura delle reazioni negative”. Una presa di posizione importante per un atleta di Serie A. continua a leggere

Perisic crac….


1202029168-101-kzgD-U360664668645AFG-528x329@Gazzetta-Web_528x329

Perisic crac, necessario l’intervento chirurgico: Croazia in contatto con il Bayern Monaco

articolo: https://www.fcinternews.it/focus/perisic-crac-necessario-l-intervento-chirurgico-croazia-in-contatto-con-il-bayern-monaco-329848

Contatti fitti nelle ultime ore sull’asse Monaco di Baviera-Zagabria. La fresca notizia dell’infortunio di Ivan Perisic, che ha subito una frattura alla parte esterna della caviglia dopo un contrasto in allenamento con il nuovo compagno di squadra Alvaro Odriozola, infatti, interessa da vicino il Bayern Monaco ma anche la Nazionale croata, a maggior ragione a circa quattro mesi dagli Europei. La presenza dell’esterno del classe ’89 di Spalato nella rassegna continentale, da quanto trapela, non sembra essere in pericolo, ma – come fa sapere la Federcalcio croata – sarà comunque necessario un intervento chirurgico e uno stop di almeno quattro settimane. Il giocatore, intanto, ha già parlato con il ct Zlatko Dalic, mentre lo staff medico della Selezione slava rimarrà in contatto con i colleghi del Bayern. 

Traduzione: L’attaccante infuocato Ivan Perisic ha subito un infortunio alla caviglia durante l’allenamento del Bayern che gli richiederà un intervento chirurgico. Gli auguriamo una pronta guarigione!

Torino, è ufficiale: Moreno Longo nuovo tecnico


Raggiunta risoluzione consensuale con Mazzarri, la squadra affidata all’ex giocatore nonché allenatore delle giovanili granata

TORINO – Mancava solo l’ufficialità, ora è arrivata anche quella: Moreno Longo è il nuovo allenatore del Torino. Walter Mazzarri ha infatti concordato con la società la risoluzione consensuale del contratto che lo legava ai granata fino al 30 giugno. “Il Presidente Urbano Cairo e l’allenatore Walter Mazzarri, dopo una approfondita analisi sull’insieme di situazioni venutesi ormai a creare – è la nota del Torino – hanno condiviso la decisione di concludere anzitempo il rapporto professionale”.

Via quindi all’era Longo. “Il Presidente Urbano Cairo – si legge sul sito del club granata – accoglie Moreno con il più cordiale bentornato e rivolge a lui e ai suoi collaboratori un caloroso ‘in bocca al lupo’”. Moreno Longo è nato a Torino il 14 febbraio 1976 ed è cresciuto calcisticamente nelle giovanili del club granata vincendo nel 1995 il Torneo di Viareggio. Ha poi fatto il suo esordio in prima squadra il 23 aprile 1995 nella gara contro il Milan, prima di collezionare 33 presenze ed un gol in maglia granata. continua a leggere

http://torinofc.it/news/04/02/2020/moreno-longo-allenatore-del-torino_23693

Moreno Longo allenatore del Torino

Martedì, 4 febbraio 2020
Moreno Longo allenatore del Torino
Il Torino Football Club comunica di aver affidato la conduzione tecnica della Prima Squadra al signor Moreno Longo.
Moreno Longo è nato a Torino il 14 febbraio 1976. E’ cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Torino (vincendo nel 1995 il Torneo di Viareggio) e ha esordito in prima squadra il 23 aprile 1995 nella gara contro il Milan, prima di collezionare 33 presenze ed un gol in maglia granata. Nel 2009 è tornato nel Toro in qualità di allenatore nel settore giovanile sulla panchina degli Allievi Nazionali. Dal 2012 al 2016 ha guidato la Primavera granata con la quale ha vinto uno Scudetto e una Supercoppa Italiana di categoria e ha preso parte alla Youth League, massima competizione europea per formazioni Under 19. Nella stagione 2016/2017 è arrivata la prima esperienza nel calcio professionistico alla guida della Pro Vercelli, che ha condotto ad una salvezza anticipata nel campionato di Serie B. L’anno successivo, al Frosinone, ha ottenuto la promozione in Serie A, e con i gialloblù ha esordito in panchina nella massima serie nel campionato 2018/2019.
Il Presidente Urbano Cairo accoglie Moreno con il più cordiale bentornato e rivolge a lui e ai suoi collaboratori un caloroso “in bocca al lupo”.

Toro e Mazzarri, risoluzione consensuale

Martedì, 4 febbraio 2020
Toro e Mazzarri, risoluzione consensuale

Il Presidente Urbano Cairo e l’allenatore Walter Mazzarri, dopo una approfondita analisi sull’insieme di situazioni venutesi ormai a creare, hanno condiviso la decisione di concludere anzitempo il rapporto professionale.

Il Torino Football Club comunica pertanto di aver risolto consensualmente il contratto con Walter Mazzarri. La Società desidera ringraziare il tecnico e tutto il suo gruppo di lavoro per la dedizione, la correttezza e la professionalità mostrate in questi due anni in granata