Archivi del mese: gennaio 2020

Insulti sessisti all’arbitra 16enne


Insulti sessisti all’arbitra 16enne, l’ira del ministro Spadafora

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/altri-campionati/30-01-2020/insulti-sessisti-all-arbitra-16enne-l-ira-ministro-spadafora-360524678512.shtml

E’ proprio vero che la madre dei cretini è sempre incinta. L’ultimo episodio della deriva verso cui stiamo andando arriva da Taranto, dove una 16enne, che stava arbitrando la partita tra Asd Sava Neos Academy e Ragazzi Sprint Crispiano, valevole per il Campionato regionale giovanissimi, è stata oggetto di offese sessiste. Insulti arrivati addirittura dai genitori dei piccoli atleti, che stavano seguendo la partita, ospitata nella città di Sava, in provincia di Taranto, dalla tribuna dello stadio comunale ‘F. Camassa’.

L’IRA DEL MINISTRO – E sull’episodio è intervenuto il ministro dello Sport e delle Politiche giovanili, Vincenzo Spadafora: “Ancora offese sessiste ai danni di una ragazza arbitro di 16 anni. Stavolta è accaduto in un campetto di periferia nella provincia di Taranto: le offese non sono arrivate dai giovanissimi calciatori che disputavano la gara, bensì dai genitori presenti sugli spalti. Oltre a dare la mia solidarietà alla ragazza, voglio condannare fortemente questa ennesima vergogna, anche e soprattutto perché proviene proprio da chi dovrebbe educare e dare il buon esempio”. continua a leggere

 

Liliana Segre – Discorso integrale al Parlamento Europeo


Liliana Segre – Discorso integrale al Parlamento Europeo in occasione della giornata della memoria

La senatrice a vita Liliana Segre intervenendo al Parlamento europeo a Bruxelles, parlando della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz

articolo: https://www.tpi.it/politica/discorso-segre-parlamento-ue-giornata-della-memoria-20200129536751/?jwsource=fb&fbclid=IwAR1ikkLYAj8CWMJ4ksgfJFAJ5sMVV7hvaH1Tti7XKjIo8w4pPklZ4DcutpQ

“Che emozione. Io esisto e anche il Parlamento europeo. Non era questo il disegno di qualcuno”: lo ha detto la senatrice a vita Liliana Segre leggendo quanto aveva scritto poco prima sul libro degli ospiti d’onore del presidente dell’Eurocamera, David Sassoli.

Segre è giunta a Bruxelles accompagnata dalla figlia per partecipare alla mini-plenaria di oggi pomeriggio. Davanti agli europarlamentari ha tenuto un discorso che ha commosso tutti. continua a leggere

Domenica auto ferme dalle 10 alle 18 in tutta Milano: scatta il blocco del traffico


Domenica auto ferme dalle 10 alle 18 in tutta Milano: scatta il blocco del traffico. Tutti i divieti e le deroghe (anche per lo stadio)

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/01/29/news/domenica_a_piedi_blocco_traffico_smog_milano_divieti_deroghe_partita_milan-247084946/

Firmata l’ordinanza che spegne i motori in città per l’emergenza smog, 70 pattuglie in strada per far rispettare il blocco. E Sala rilancia: “Dal 2023 fuorilegge le caldaie a gasolio”

Motori spenti dalle 10 alle 18, con eccezione dei veicoli con pass per disabili, quelli diretti o di ritorno dagli ospedali per ragioni sanitarie (con certificazione ad hoc), le auto del car sharing e quelle ibride ed elettriche, e poi le auto dei tifosi che vanno a vedere la partita delle 15 a San Siro, Milan-Hellas Verona. Sono i punti chiave dell’ordinanza firmata dal sindaco Beppe Sala per bloccare il traffico di auto private domenica 2 febbraio a Milano. Il blocco è stato deciso visto lo sforamento, per 25 giorni nell’arco dei primi 27 giorni dell’anno, dei limiti del pm10 a Milano. continua a leggere

Nel 1973 la grande crisi petrolifera costrinse l’Italia all’austerity: furono le prime domeniche senza auto

{}

{}

 Negli anni Novanta, però, le domeniche a piedi diventarono provvedimenti antismog, quando ancora non si parlava di Pm10 ma l’inquinamento iniziava a essere un tema sentito

{}

{}

 

 

Dopo l’emilia le altre prossime scadenze elettorali


Tutti gli altri appuntamenti elettorali per il 2020

articolo: http://www.ansa.it/sito/videogallery/italia/2020/01/07/alle-urne-gli-appuntamenti-elettorali-2020-in-italia_49bcdaa7-0d5e-41da-8430-60f951a3ece5.html

Dopo il voto in Emilia Romagna e in Calabria, nella primavera del 2020 sono attese anche le elezioni regionali in Veneto, Liguria, Toscana e Marche, Campania e Puglia.

Il centrodestra ha già anticipato che sarà Fratelli d’Italia ad indicare i candidati Governatori per la Puglia e per le Marche che saranno, rispettivamente, il copresidente del gruppo dei conservatori europei Raffaele Fitto e il deputato Francesco Acquaroli.

Queste regioni dovrebbero andare al voto tra maggio e giugno 2020, ma il Ministero dell’Interno che ancora non ha ufficializzato una data precisa.

Ma nel 2020 saranno chiamati alle urne anche gli abitanti di Napoli, Roma e Terni per le elezioni suppletive di Camera e Senato. Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri correrà a Roma per lo scranno lasciato libero dal neo commissario europeo Paolo Gentiloni, con il sostegno dei Dem, Italia Viva, Sinistra italiana, Psi, Articolo 1. “Il candidato che contrapporremo a Roberto Gualtieri per le elezioni suppletive a Roma centro sarà Maurizio Leo” dichiara la leader di FdI Giorgia MeloniMentre per le suppletive di Napoli, necessarie dopo la morte del senatore del M5S Franco Ortolani, il Pd avrebbe raggiunto un’intesa con altre forze del centrosinistra per schierare il giornalista Sandro Ruotolo.  Per quanto riguarda Terni, si dovrà individuare il sostituto al Senato di Donatella Tesei, diventata presidente della regione Umbria, il prossimo 8 marzo.

E, sempre quest’anno, si voterà anche per eleggere i sindaci di numerose città tra cui Aosta, Arezzo, Reggio Calabria, Trento, Venezia. In questo caso la data possibile dovrebbe venire scelta tra il 15 aprile e il 15 giugno.

Le prossime elezioni Regionali

Le prossime elezioni Regionali © Ansa

“Spero che tu prenda il virus come in Cina”


“Spero che tu prenda il virus come in Cina”: razzismo in campo nel Milanese, il giocatore 13enne esce in lacrime

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/01/27/news/coronavirus_razzismo_cesano_boscone_13enne_cinese_idrostar_ausonia-246878757/

Sabato durante l’incontro Idrostar-Ausonia il 13enne si è sentito insultare così da un giocatore dell’altra squadra. La società: “Quello che fa più male è che né l’arbitro né il mister avversario sono intervenuti”. L’altra squadra: “Oggi le scuse”

27 gennaio 2020 – Ancora un episodio di razzismo sui campi di gioco, anche in periferia e ancora, con protagonisti, ragazzini. Ma questa volta non è un giocatore nero la vittima – come spesso accade – ma un 13enne di origini cinesi. E l’insulto passa dalla psicosi che si sta diffondendo, quella del Coronavirus, il virus cinese: “Spero che ti venga il virus come nei mercati in Cina“. Sabato 26 gennaio a Cesano Boscone (provincia di Milano) si gioca Idrostar – Ausonia, prima partita del girone primaverile dei giovanissimi 2006. Come racconta la squadra di casa su Facebook, al 35esimo del secondo tempo un ragazzo esce in lacrime. “Non si è fatto male, non è stato sostituito. È stato insultato, umiliato solo perché cinese, perché voi non lo sapete ma oggi funziona così. Il peggio arriva dopo, quando l’arbitro non prende nessun tipo di provvedimento e il mister della squadra Ausonia, e neanche i dirigenti, richiamano il proprio giocatore. Passa tutto inosservato, tra l’indifferenza generalecontinua a leggere

https://www.facebook.com/ComuneCesanoBoscone/posts/1209964235876522?tn=K-R

Terremoto magnitudo 7.7 nei Caraibi tra Cuba e Giamaica, trema anche Miami.


Terremoto da 7.7 tra Cuba, Giamaica e le Isole Cayman. Poi una seconda scossa da 6.3

Terremoto da 7.7 tra Cuba, Giamaica e le Isole Cayman. Poi una seconda scossa da 6.3

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/01/28/news/terremoto_da_7_7_tra_cuba_giamaica_e_isole_cayman-247014474/?ref=RHPPLF-BH-I247015508-C8-P2-S1.8-T1

Un terremoto da 7.7 gradi ha colpito la zona di oceano tra Cuba, Giamaica e le Cayman. L’origine del sisma è stata individuata a 117 km dalla costa di Lucea, a 10 km di profondità, secondo l’Usgs (Istituto americano di geofisica). “Sono a rischio tsunami – ha affermato il Pacific Tsunami Warning center – le coste entro un raggio di 300 km dall’epicentro”. continua a leggere

 

Smog, domenica Milano spegne i motori:


Smog, domenica Milano spegne i motori: scatta lo stop totale del traffico

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/01/27/news/smog_domenica_milano_spegne_i_motori_scatta_lo_stop_totale_del_traffico-246937030/

Milano, 27 gennaio 2020 – Domenica prossima, 2 febbraio, si fermerà il traffico a Milano. Per un giorno stop alla circolazione dei mezzi a motore. Lo ha deciso il sindaco Beppe Sala. “I valori del Pm10 hanno nuovamente sforato i livelli di guardia e le previsioni meteorologiche per i prossimi giorni non lasciano sperare in una diminuzione delle concentrazioni di polveri nell’aria”, scrive il primo cittadino su Facebook. “Quella per l’ambiente è una battaglia di lungo periodo – sottolinea – che si realizza attraverso misure strutturali e scelte di ampia visione. Allo stesso tempo, però, le condizioni attuali mi inducono a intervenire in modo contingente”. continua a leggere

Sala: inquinamento, domenica stop alle auto a Milano

sala-inquinamento-domenica-stop-alle-auto-a-milano.jpg“I valori del Pm10 hanno nuovamente sforato i livelli di guardia”: il sindaco di Milano beppe Sala annuncia lo stop alle auto per domenica


Smog, domani tornano i divieti a Milano e in altre otto province. Stop alla circolazione per i veicoli Euro 4 diesel

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/01/27/news/smog_domani_tornano_i_divieti_a_milano_e_in_altre_otto_province_da_domani_stop_circolazione_veicoli_euro_4_diesel-246907768/

Milano, 27 gennaio 2020Tornano i divieti contro lo smog a Milano e in altre otto province della Lombardia. Da domani martedì 28 gennaio – comunica la Regione – le misure temporanee di primo livello saranno attivate nei Comuni con più di 30 mila abitanti e in quelli aderenti su base volontaria nelle province di Milano, Monza, Cremona, Pavia, Bergamo, Como, Lodi, Varese e Mantova. “Abbiamo attivato le misure temporanee di primo livello perché le condizioni meteo per oggi non sono favorevoli alla dispersione degli inquinanti. Da domani a mercoledì si preannunciano invece condizioni atmosferiche più favorevoli alla dispersione, quindi rivaluteremo il loro mantenimento nel corso della settimana”, spiega l’assessore regionale all’Ambiente Raffaele Cattaneo. Nel dettaglio, l’aggiornamento dei dati relativi alla giornata di ieri ha fatto registrare il raggiungimento del sesto giorno di superamento consecutivo per la provincia di Monza, il quinto per Milano, Lodi, Cremona, Mantova e Bergamo e il quarto per Varese, Como, Pavia. Le misure temporanee di primo livello riguardano il traffico (limitazioni per veicoli fino a Euro 4 diesel ambito urbano). continua a leggere


Dieci anni di smog, Legambiente: a gennaio 18 giorni di sforamenti in 5 città

articolo: https://www.repubblica.it/ambiente/2020/01/23/news/smog_pm10_a_gennaio_18_giorni_sforamenti_in_5_citta_-246480507/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.8-T1

23 gennaio 2020

Il rapporto “Mal’aria”: Frosinone, Milano, Padova, Torino e Treviso i centri che hanno registrato record di pm10 già nei primi giorni del 2020. Ventisei i capoluoghi fuori legge. Il 2019 è stato un anno “nero”

In Italia l’emergenza smog è sempre più cronica e si ripresenta puntale ogni anno”. La conferma arriva dai nuovi dati di Mal’aria, il report annuale di Legambiente  sull’inquinamento atmosferico in città, che quest’anno scatta una triplice foto sul nuovo anno che si è aperto con città in codice rosso, sul 2019 e sul decennio che ci siamo lasciati alle spalle. continua a leggere

27 GENNAIO, GIORNATA DELLA MEMORIA


27 gennaio, Giorno della Memoria: le celebrazioni alla Spezia

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell’Olocausto. È stato così designato dalla risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1º novembre 2005, durante la 42ª riunione plenaria. La risoluzione fu preceduta da una sessione speciale tenuta il 24 gennaio 2005 durante la quale l’Assemblea generale delle Nazioni Unite celebrò il sessantesimo anniversario della liberazione dei campi di concentramento nazisti e la fine dell’Olocausto.

Si è stabilito di celebrare il Giorno della Memoria ogni 27 gennaio perché in quel giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa, impegnate nella offensiva Vistola-Oder in direzione della Germania, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

Oliwia Dabrowska in una scena di Schindler’s List di Steven Spielberg

giorno della memoria, Sicilia, Cultura

La testimonianza agli studenti di Liliana Segre

E’ morto Kobe Bryant, leggenda della Nba.


Immagine correlata

Morto Kobe Bryant, leggenda della Nba. Incidente in elicottero

articolo: https://www.repubblica.it/sport/basket/2020/01/26/news/morto_kobe_bryant-246811427/

WASHINGTON, – La star della Nba Kobe Bryant è morto a 41 anni in un incidente di elicottero in California, nella località di Calabasas. nella contea di Los Angeles. Bryant era a bordo del suo elicottero privato con almeno altre tre persone, oltre al pilota. Tutti i passeggeri sono morti. Il velivolo ha preso fuoco una volta precipitato e inutili sono stati i soccorsi. La moglie Vanessa non sarebbe tra le vittime, mentre secondo Tmz anche Gianna Maria, la figlia 13enne sarebbe tra le vittime. Bryant aveva altre tre figlie: Natalia, Bianca e la piccola Capri, nata a giugno.

Kobe Bryant, uno dei più grandi di sempre – Kobe Bryant è sempre stato famoso per i suoi spostamenti in elicottero e quando giocava per i Lakers usava il suo Sikorsky S-76 per trasferirsi dalla sua villa di Newport Beach fino allo Staples Center di Los Angeles.  continua a leggere

Morto Rob Rensenbrink


rob-rensenbrink-1978-76

Rob Rensenbrink, all’anagrafe Pieter Robert Rensenbrink (Amsterdam, 3 luglio 1947 – Amsterdam, 24 gennaio 2020), è stato un calciatore olandese, di ruolo attaccante.

Ala sinistra dalle notevoli qualità tecniche e atletiche, fece parte della famosa nazionale di calcio olandese degli anni settanta che rivoluzionò il football praticando il cosiddetto calcio totale pur venendo sconfitta nelle finali del campionato mondiale del 1974 e del 1978.

Morto Rob Rensenbrink, della grande Olanda: dal palo in Argentina all’atrofia muscolare

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_gennaio_25/morto-rob-rensenbrink-grande-olanda-palo-argentina-all-atrofia-muscolare-440b9090-3fb9-11ea-9d81-62d1a4802e12.shtml

L’atrofia muscolare progressiva, una variante meno aggressiva della Sla ma sempre letale, si è portata via Rob Rensenbrink, 72 anni, una delle stelle della grande Olanda degli Anni 70. Mancino, dalla grande tecnica, virtuoso del dribbling e sorta di alter ego taciturno di Johan Cruyff che era di Amsterdam come lui, Rensenbrink resta uno dei simboli di quella squadra fortissima, ma fermatasi due volte a un passo dalla vittoria del Mondiale: il suo palo colpito al 91’ della finale contro l’Argentina nel 1978 (sull’1-1) è rimasto nella storia di un giocatore e di un gruppo che avrebbero meritato di più. continua a leggere

Rob Rensenbrink vs Argentina Finale Mondiali 1978

 

Roma si ferma anche Diawara


roma-diawara-ginocchio

Altra tegola Roma, per  si teme lungo stop

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/01/23/altra-tegola-roma-per-diawara-si-teme-lungo-stop_ba32fe9e-2cec-4116-922d-0f5ccd883816.html

Rooma, 23 gennaio 2020 – Un altro infortunio, un altro problema per Paulo Fonseca. In casa Roma si teme un lungo stop per Amadou Diawara, uscito ieri dal campo nella sfida di Coppa Italia con la Juventus a causa di un problema al ginocchio sinistro, lo stesso già lesionato lo scorso ottobre quando fu sottoposto a intervento chirurgico (meniscectomia). Stavolta i controlli a Villa Stuart avrebbero evidenziato la rottura del menisco esterno. Se il bollettino medico di Trigoria confermerà la diagnosi, Diawara starà fermo per circa tre mesi.

Benvenuto Moses


Inter, ufficiale Moses: Conte gli cambiò la vita, ora gli dà la maglia numero 11

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/21-01-2020/ecco-moses-strego-conte-pasadena-ora-vuole-riconquistarlo-360292508069.shtml

Dopo visite e firma, arriva l’ufficialità: l’attaccante nigeriano è nerazzurro e ritrova il tecnico che l’ha rivitalizzato al Chelsea, facendone un cardine della vittoria della Premier

Dopo due giorni di visite, firme e piccole lentezze burocratiche, Victor Moses è finamente un giocatore dell’Inter. Ha scelto la maglia numero 11, e nei giorni scorsi sono serviti anche i “famosi” test atletici ad Appiano – quelli della discordia con la Roma per Spinazzola – che hanno rassicurato Conte sullo stato di un giocatore che in questa stagione ha sofferto tantissimo a causa di problemi muscolari, al punto di giocare da titolare solo sei partite ufficiali. Ha firmato un contratto di tre anni a mezzo a 2,5 milioni di euro a stagione. È il secondo acquisto nerazzurro, dopo Ashley Young: Moses arriva in prestito con diritto di riscatto a 12 milioni. continua a leggere

Moses:

articolo: https://www.inter.it/it/news/2020/01/23/ufficiale-victor-moses-inter.html

Risultati immagini per welcom VICTOR MOSES

VICTOR MOSES È UN NUOVO GIOCATORE DELL’INTER

L’esterno nigeriano arriva in nerazzurro a titolo temporaneo con diritto di opzione

MILANO – Victor Moses è ufficialmente un nuovo giocatore dell’Inter. Il calciatore nigeriano classe 1990 arriva in nerazzurro a titolo temporaneo con diritto di opzione.

Il filo che lega Victor Moses al pallone è intriso di passione, significati profondi, sofferenze e gioie. È una storia di riscatto e determinazione, di enorme forza e carattere. Giocava per le strade di Kaduna, Nigeria, dove era nato. Scendeva in strada con gli amici, scalzo, un pallone tra i piedi, sole o pioggia. È stata una di quelle giornate, vissute tra uno scatto e un dribbling, a cambiare per sempre la sua vita e la sua traiettoria: si ritrovò senza papà Austin e mamma Josephine, strappati via da un pomeriggio di follia, uccisi in casa durante scontri di matrice religiosa. In quel preciso giorno, Moses – che non era in casa proprio perché impegnato a giocare a calcio con gli amici – fu costretto a diventare grande. Non aveva ancora compiuto 12 anni.

Il volo per l’Inghilterra, l’inizio di una nuova vita nel South London scandita da comandamenti precisi: essere forte, non arrendersi. L’innata capacità col pallone tra i piedi, uno strapotere fisico che lo fa essere dominante con i pari età. Impegnato in campionati locali, viene presto scoperto dal Crystal Palace. La crescita, però, doveva essere graduale. E allora Victor inizia a primeggiare, letteralmente. Da quelle parti ricordano ancora la finale della FA Youth Cup 2005, vinta per 5-0 dal Withgift, con cinque gol di Moses. Tre anni e un centinaio di gol per conquistarsi il debutto in prima squadra con il Palace.

Inizia così il suo percorso nel calcio professionistico inglese. Passa al Wigan nel 2010, debutta in Premier League. Poi il grande passo, nel 2012, quando viene acquistato dal Chelsea campione d’Europa in carica. 43 presenze e 10 gol nella prima stagione, con la conquista della Uefa Europa League, non gli valgono la riconferma da parte del nuovo tecnico. Victor, allora, con la consueta determinazione, si rimbocca le maniche e riparte. In prestito, gioca nel Liverpool, nello Stoke City e nel West Ham.

Quando nel 2016 Antonio Conte diventa l’allenatore del Chelsea, per Victor Moses si apre una nuova pagina della propria carriera. Diventa pedina importante nello scacchiere dell’attuale tecnico nerazzurro e contribuisce alla conquista della Premier League 2016-2017 e della FA Cup 2018: 78 presenze, 8 gol, 8 assist in due stagioni con i Blues. La posizione che Conte gli cuce addosso è quella di esterno del centrocampo, dopo che negli anni precedenti aveva spesso agito come ala o seconda punta. Nell’ultimo anno l’esperienza in Turchia, al Fenerbahce.

Moses ha raccolto presenze con tutte le nazionali giovanili dell’Inghilterra, diventando anche il capocannoniere degli Europei U17 2007. Nel 2012, però, la scelta di rispondere alla chiamata della nazionale maggiore della Nigeria, la sua terra. 38 partite e 12 gol, due partecipazioni ai Mondiali ma soprattutto la storica conquista della Coppa d’Africa 2013, lasciando il segno in finale con l’assist per il gol vittoria.

Veloce e determinato, amante del pallone, timido ma consapevole dei propri mezzi: Victor Moses sa che ogni volta che è sceso in campo, è stato l’orgoglio di papà Austin e mamma Josephine. Ora è pronto per intraprendere una nuova avventura: diventa l’ottavo calciatore nigeriano della storia dell’Inter, con predecessori importanti come Nwankwo Kanu, Taribo West e Obafemi Martins.

A Victor va il più grande in bocca al lupo da parte di tutto il popolo nerazzurro! #WelcomeVictor!

日本語版  Versi Bahasa Indonesia  English Version  Versión Española

Ex Ilva, a Taranto 3 esplosioni nell’acciaieria 2:


Ex Ilva, a Taranto 3 esplosioni nell’acciaieria 2: nessun ferito. I sindacati: “Serve manutenzione”

articolo: https://bari.repubblica.it/cronaca/2020/01/22/news/ex_ilva_a_taranto_3_esplosioni_nell_acciaieria_2-246375872/?ref=RHPPLF-BH-I246377747-C8-P10-S1.8-T1

Taranto, 22 gennaio 2020 – Tre esplosioni sono avvenute la notte scorsa nell’impianto Idf a servizio del Convertitore 1 di Acciaieria 2 nello stabilimento siderurgico ArcelorMittal di Taranto. Non si registrano feriti. Hanno provocato diversi squarci alle tubazioni della condotta di aspirazione del recupero gas.

Lo si apprende da fonti sindacali, che ricordano come l’incidente sia avvenuto alla vigilia della fermata dell’Acciaieria 1 e del conseguente aumento della produzione per l’Acciaieria 2, che necessita di manutenzione.

Per la fermata dell’Acciaieria 1 l’azienda ha già annunciato una riduzione di personale da 477 a 227 unità, che determinerà la collocazione di 250 lavoratori in Cassa integrazione ordinaria (Cigo). I coordinatori di fabbrica Fiom e Uilm, Francesco Brigati e Gennaro Oliva, precisano in una nota che “le deflagrazioni si sono verificate nei pressi del pulpito stiring, laddove c’è transito di personale per le normali attività di affinazione.

L’Acciaieria 2, a conferma di quanto sostenuto da Fiom e Uilm nei giorni scorsi e verificato nel corso del sopralluogo effettuato non può sostenere l’aumento produttivo a 3 convertitori e gli ultimi episodi lo testimoniano”. continua a leggere

Benvenuto Ashley Young & altre notizie nerazzurre


Ashley Simon Young (Stevenage, 9 luglio 1985) è un calciatore inglese, nuovo difensore o centrocampista dell’Inter.

#WELCOMEASHLEY | ASHLEY YOUNG | Inter 2019/20 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿⚫🔵


INTER-CAGLIARI, VERSO I 70MILA SPETTATORI

https://www.inter.it/it/news/2020/01/21/informazioni-biglietti-stadio-inter-cagliari.html

Inter, domenica con il Cagliari in campo con una maglia speciale

https://www.inter.it/it/news/2020/01/21/inter-maglia-nomi-cinesi-cagliari.html

INTER, DOMENICA CON IL CAGLIARI IN CAMPO CON UNA MAGLIA SPECIALE

Nomi in ideogrammi cinesi e numeri con un pattern con il tradizionale “FU” per celebrare il capodanno cinese

MILANO – In occasione di Inter-Cagliari di domenica, in programma alle 12.30 al ‘Meazza’, i nerazzurri scenderanno in campo con una speciale maglia per celebrare il Chinese New Year. Come in occasione del match dello scorso anno, i nomi dei calciatori sulle maglie saranno scritte in caratteri cinesi. La grande novità risiede nei numeri di maglia, realizzati per la prima volta con un pattern recante il tradizionale “FU” 福, tipico messaggio di buona fortuna, in diversi stili di calligrafia cinese.Non è la prima volta che gli ideogrammi cinesi compaiono sulla maglia nerazzurra. Nelle passate stagioni, in diverse occasioni, lo sponsor Pirelli è comparso in lingua cinese: nell’aprile 2008 proprio in occasione di Inter-Cagliari, iniziativa intrapresa anche nel 2006 e nel 2007 contro Chievo e Livorno e nella Supercoppa 2009 giocata a Pechino.

Le speciali maglie nerazzurre saranno acquistabili sull’Official Online Store.


L’INTER FESTEGGIA IL CAPODANNO CINESE: VIDEO PER I SOCIAL, MAGLIA CELEBRATIVA E DRAGON SHOW A SAN SIRO

https://www.inter.it/it/news/2020/01/21/inter-festeggia-il-capodanno-cinese.html

Le iniziative per l’inizio dell’anno del topo: domenica in campo con una speciale maglietta

Per celebrare il Chinese New Year, l’Inter scende in campo con numerose iniziative volte a festeggiare l’inizio dell’anno del topo.

È stato lanciato oggi, sui canali digitali nerazzurri cinesi e globali, il video hero con protagonista il capitano Samir Handanovic, nato proprio nell’anno del primo segno zodiacale cinese.

Il video gioca sui soprannomi che i tifosi cinesi hanno assegnato ai giocatori nerazzurri e mostra lo scambio di regali tra Handanovic e Berni, D’Ambrosio, Lukaku, Brozovic, Vecino e l’allenatore Antonio Conte. I regali sono legati ai soprannomi assegnati ad ognuno di loro dai tifosi cinesi, ai quali è rivolto il video, a dimostrazione della sempre crescente attenzione del club nerazzurro verso il mercato orientale.

A partire da oggi è inoltre in vendita sull’Official Online Store nerazzurro all’indirizzo https://store.inter.it/it/ la maglia Home celebrativa del nuovo anno lunare: oltre ai nomi dei giocatori scritti in caratteri cinesi, la particolarità della maglia risiede nei numeri, realizzati per la prima volta con un pattern recante il tradizionale “FU” 福, tipico messaggio di buona fortuna, in diversi stili di calligrafia cinese. La maglia verrà indossata dalla squadra nerazzurra domenica 26 gennaio in occasione della gara tra Inter e Cagliari.

È stata inoltre realizzata una t-shirt con un logo dedicato all’anno del topo e un timbro in stile tradizionale orientale con all’interno la scritta “Inter” in cinese. I fan nerazzurri potranno anche utilizzare il nuovo filtro su Instagram realizzato ad hoc attraverso le grafiche e le creatività del key-visual utilizzato sui canali dell’Inter.

Infine, nel prepartita del lunch-match di domenica 26 gennaio, i tifosi nerazzurri presenti allo stadio San Siro potranno assistere ad un inedito Dragon Show, caratteristico spettacolo tradizionale cinese che rappresenta un vero e proprio cerimoniale portafortuna. Per l’occasione, i leoni si presenteranno in versione nerazzurra. Lo show sarà rappresentato da due eccellenze europee: la Asd Taishan e la Asd Dragoni del Sud.

English Version  中文版  Versi Bahasa Indonesia  日本語版  Versión Española

HAPPY LUNAR NEW YEAR from INTER! #YearOfTheRat


LE CONDIZIONI DI MARCELO BROZOVIC

Esami strumentali per il centrocampista croato, sostituito nel finale di Lecce-Inter

MILANO – Nella mattinata di oggi Marcelo Brozovic è stato sottoposto, presso l’Istituto Humanitas di Rozzano, a risonanza magnetica dopo un trauma subito al termine della gara contro il Lecce.

Gli accertamenti hanno evidenziato una distorsione della caviglia sinistra. Il giocatore sarà valutato giorno dopo giorno.

Versi Bahasa Indonesia  日本語版  English Version  Versión Española  中文版

A fuoco ex fabbrica, evacuata una scuola


Risultati immagini per A fuoco ex fabbrica, evacuata una scuola

articolo: http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2020/01/20/a-fuoco-ex-fabbrica-evacuata-una-scuola_5976ddb4-c30b-4564-8cc6-ee289391e59f.html

(ANSA) – Monza, 20 gennaio 2020 – Un incendio di grosse dimensioni è divampato all’interno di uno stabile dismesso a Monza, sede di un’ex tipografia. L’alta colonna di fumo è visibile a chilometri di distanza. L’allarme è scattato intorno alle 13, quando vigili del fuoco e forze dell’ordine intervenute sul posto hanno evacuato a scopo precauzionale la scuola media “Bellani” di Monza. A quanto emerso al momento non risultano feriti o intossicati. continua a leggere

WhatsApp, per ore impossibile inviare file audio e video.


WhatsApp, per ore impossibile inviare file audio e video. Ritorno alla normalità verso le 15

WhatsApp, per ore impossibile inviare file audio e video. Ritorno alla normalità verso le 15

La mappa di DownDetector con le aree dove si riscontrano problemi con WhatsApp

articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/social-network/2020/01/19/news/whatsapp_impossibile_inviare_video_e_messaggi_audio-246140281/?ref=RHPPLF-BH-I246140540-C8-P5-S1.8-T1

Il disservizio è iniziato verso le 12, ora locale, e ha riguardato molte aree del mondo, in particolare l’Europa occidentale, Italia compresa, dove verso le 15 ha ripreso a funzionare a macchia di leopardo. Su Twitter l’hashtag #WhatsAppDown è diventato trending topic. Portavoce di Facebook: “Ci dispiace”

WhatsApp è andato in panne in alcune aree del mondo, tra cui l’Europa occidentale, Italia compresa: poco prima delle 12 italiane è diventato impossibile inviare contenuti multimediali come video e messaggi vocali. Verso le 15 i servizi hanno progressivamente ripreso a funzionare in varie zone, a macchia di leopardo.

Secondo i siti specializzati come DownDetector, lo stesso disservizio è stato segnalato nel Golfo Persico, in India, nel Sud Est Asiatico e nella Cina meridionale.

Anche il profilo Twitter @Wabetainfo, ha evidenziato l’impossibilità di inviare audio, video, gif, foto e stickers. Il tweet è seguito da repliche di utenti che scrivono dal Brasile, dall’Indonesia, dall’India, dal Pakistan per segnalare problemi. E sul social, l’hashtag #WhatsAppDown è diventato di tendenza. Difficoltà sono state segnalate anche su Facebook e Instagram.

Sia Instagram che WhatsApp fanno parte del gruppo Facebook Inc, rispettivamente dal 2012 e dal 2014. Un portavoce della società si è scusato per l’inconveniente: “Oggi alcune persone potrebbero aver avuto problemi nell’inviare o ricevere file su WhatsApp. Il problema è stato risolto e siamo tornati al 100% della funzionalità per tutti. Ci dispiace – aggiunge – per qualsiasi inconveniente causato”.

Napoli: Gattuso: “Imbarazzanti, chiediamo scusa. È una squadra malata, ora andiamo in ritiro”


Napoli – Fiorentina 0 – 2

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Fiorentina/18-01-2020/gattusoimbarazzanti-chiediamo-scusa-siamo-squadra-malata-360211096694.shtml

Il tecnico durissimo nel post-partita: “Inguardabili, abbiamo toccato il fondo. Come se ne esce? Stando insieme, ascoltando i giocatori”

Quattro sconfitte in cinque partite di campionato, tre sconfitte su tre al San Paolo, le zone europee della classifica ormai lontanissime. La crisi del Napoli continua ad aggravarsi e all’orizzonte ci sono due partite durissime: martedì sera Napoli-Lazio (quarti di coppa Italia), domenica sera Napoli-Juventus.

ORA IN RITIRO – Arrivato ai microfoni oltre mezz’ora dopo il fischio finale, Gattuso sfoggia la consueta onestà intellettuale e si prende tutte le colpe della disfatta: “La prestazione è stata imbarazzante, bisogna chiedere scusa ai tifosi e alla città. E’ difficile spiegare l’involuzione rispetto alle prime tre partite della mia gestione. Abbiamo fatto qualcosina solo nei primi 20-25 minuti, poi siamo stati inguardabili. Abbiamo giocato in modo elementare, abbiamo fatto il solletico agli avversari, senza furore agonistico“. E poi annuncia la decisione di tornare in ritiro per preparare i due prossimi impegni: “E’ una decisione che ha preso la squadra, abbiamo bisogno di guardarci in faccia“. continua a leggere

Napoli – Fiorentina 0 – 2 – 18 gennaio 2020 –  conferenza stampa Rino Gattuso

Il figlio di Anastasi: “Papà aveva la Sla, ha chiesto la sedazione assistita”


articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/01/18/il-figlio-di-anastasi-papa-aveva-la-sla-ha-chiesto-la-sedazione-assistita_16375884-e395-4b1c-8437-d5042aec0da4.html

Papà aveva la Sla, che gli era stata diagnosticata tre anni fa dopo essere stato operato di un tumore all’intestino. Gli ultimi mesi sono stati davvero devastanti e lui giovedì sera quando era ricoverato all’ ospedale ‘di Circolo’ di Varese ha chiesto la sedazione assistita per poter morire serenamente“: così Gianluca Anastasi ricorda all’ANSA la scomparsa del padre Pietro avvenuta ieri, confermando che è stata dovuta alla Sla. “Ha scelto lui giovedì sera di andarsene. Ha chiamato mia mamma e ci ha detto di volerla subito“.

“Tutto era cominciato tre anni fa con dei dolori al braccio e alla gamba ma.. continua a leggere

Dopo gli incendi, forti temporali sull’Australia: la gioia dell’agricoltore sotto la pioggia


articolo & Video: https://video.repubblica.it/mondo/dopo-gli-incendi-forti-temporali-sull-australia-la-gioia-dell-agricoltore-sotto-la-pioggia/352239/352813?ref=RHPPRB-BS-I0-C4-P7-S1.4-T1

L’emergenza incendi, in Australia, è stata attenuata da forti temporali che hanno interessato la maggior parte delle aree colpite recentemente dai roghi. Sul social network Reddit un utente ha condiviso il video di un agricoltore in festa per l’arrivo della pioggia: si riprende mentre l’acqua scende copiosa e tutt’intorno è una pozza di fango. Nonostante i temporali, ha fatto sapere il Rural Fire Service, più di ottanta focolai sono ancora attivi e molti di questi sono ancora senza controllo.

E’ morto Pietro Anastasi,


Risultati immagini per pietro anastasi

«Pietro Anastasi finì per essere il simbolo vivente di un’intera classe sociale: quella di chi lasciava a malincuore il Meridione per andare a guadagnarsi da vivere nelle fabbriche del Nord.»

(Alessandro Baricco, 2008)

Pietro Anastasi (Catania, 7 aprile 1948 – Varese, 17 gennaio 2020) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo centravanti.

E’ morto Pietro Anastasi, centravanti che fece grande la Juventus

articolo: https://www.repubblica.it/sport/2020/01/17/news/addio_ad_anastasi_centravanti_che_fece_grande_la_juventus-246053997/?ref=RHPPLF-BH-I246053411-C8-P6-S1.8-T1

Vinse a Torino 3 scudetti e con la nazionale l’Europeo del 1968. Nel 1976 fece storia lo scambio con Boninsegna, che lo portò all’Inter.

E’ morto a 71 anni Pietro Anastasi attaccante di Juventus, Inter e della nazionale tra la fine degli anni 60 e gli anni 70. A darne la notizia è stato il sito ufficiale della società bianconera: “Oggi è un giorno triste per tutta la Juventus, per il calcio italiano e per tutti coloro che lo hanno conosciuto. Pietro Anastasi ci ha lasciato” 

Nato a Catania nel 1948 si impose come centravanti veloce e acrobatico nonostante l’altezza non eccezionale. Ha segnato 105 gol in serie A di cui 78 con la Juventus dove vinse il titolo di capocanniere nel 1968 e poi tre scudetti nella prima metà degli anni 70.  

Conteso da Juve e Inter dopo l’esplosione con i Varese fu acquistato dalla Juventus nel 1968, strappandolo all’Inter per 650 milioni, cifra notevole all’epoca. Resterà  8 stagioni, arricchite da tre scudetti, formando con con Bettega un grande coppia gol, ma si logorerà nella parte finale, continua a leggere

Sito ufficiale Juventus: https://www.juventus.com/it/news/news/2020/in-ricordo-di-pietro-anastasi.php

Ci ha lasciato un campione indimenticabile, uno dei simboli del calcio bianconero degli anni ‘70. Il cordoglio della Juventus

Oggi è un giorno triste per tutta la Juventus, per il calcio italiano e per tutti coloro che lo hanno conosciuto. Pietro Anastasi ci ha lasciato all’età di 71 anni.

Era impossibile non volere bene a “Pietruzzu”, come lo chiamavano tutti i tifosi a rimarcarne la sua origine siciliana, perché è stato uno juventino fino in fondo e alla squadra del suo cuore ha trasmesso tutta la sua passione. Quella che da bambino, raccattapalle al Cibali di Catania, lo vede chiedere una foto accanto al suo idolo John Charles.

Il sogno di vestire la maglia bianconera si concretizza nel 1968: Pietro arriva a Torino forte di una stagione memorabile nel Varese e di un gol storico in maglia azzurra nella finale dell’Europeo a Roma.

Alla Juventus Pietro regala anni straordinari fino al 1976 per un totale di 303 presenze e 130 gol. Ma le cifre e l’attaccamento alla maglia spiegano solo in parte l’amore della gente nei suoi confronti. Il suo coraggio nelle giocate, le sue reti in acrobazia, il suo spirito da lottatore lo rendono un idolo, capace di exploit indimenticabili, come i 3 gol segnati alla Lazio in 4 minuti in una gara iniziata seduto in panchina. Un amore che lo stadio Comunale tradusse con lo striscione con la scritta: “Anastasi Pelè bianco“. La vita di Pietro è stata un vero romanzo bianconero, negli anni 70′ Hurrà Juventus gli dedicò una narrazione a puntate per diversi numeri.

La Juventus abbraccia la moglie Anna, i figli Silvano e Gianluca e saluta Pietro con una semplice parola grande quanto lui: Grazie

Pietro Anastasi – Pietruzzo il “Pelè Bianco

PIETRO ANASTASI

Nuovo digitale terrestre,


Nuovo digitale terrestre, ecco i canali test: “Verifica se la tua tv va cambiata”

articolo: https://www.repubblica.it/economia/2020/01/16/news/nuovo_digitale_terrestre_ecco_i_canali_test_verifica_se_la_tv_va_cambiata_-245899890/?ref=RHRS-BH-I245909692-C6-P2-S1.6-T1

Ai numeri 200 e 100 del telecomando, gli apparecchi compatibili mostreranno la scritta “Test HEVC Main10” che identifica lo standard di trasmissione obbligatorio dal 2022. Per fare questo controllo, può servire una risintonizzazione completa

T2

La scritta sul canale test 200 ma è attivo anche sul 100

ROMA – Ora le famiglie possono verificare, in maniera molto semplice, se il proprio televisore va cambiato oppure no. Due canali test, raggiungibili con il telecomando, ci diranno se l’apparecchio è compatibile con la nuova tecnologia di trasmissione del segnale in digitale terrestre (il Dvb-T2).

Il primo dei due canali test, già attivo, si trova al numero 200 del telecomando. Una volta digitato questo numero (200), sullo schermo apparirà una scritta “Test HEVC Main10”. Questa formula, abbastanza misteriosa, indica con precisione lo standard di trasmissione che diventerà obbligatorio dal giugno del 2022. continua a leggere

Bonus per tv e decoder, ecco tutti i prodotti compatibili – articolo: https://www.repubblica.it/economia/2019/11/29/news/bonus_per_tv_e_decoder_ecco_i_prodotti_compatibili-242217123/

Smog, a Milano “situazione allarmante:


Smog a Milano, lo sciopero Trenord blocca i divieti più rigidi. E Torino ferma i diesel Euro 5

Smog, a Milano “situazione allarmante: siamo in emergenza”. Il Comune anticipa a oggi i divieti di secondo livello

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/01/14/news/smog_milano_misure_regione_divieti_diesel_riscaldamenti-245769782/

Siamo in emergenza smog e la sequenza di superamenti dei livelli limite di Pm10 nell’aria è allarmante“: a dirlo senza giri di parole è l’assessore alla Mobilità del Comune di Milano Marco Granelli. Che annuncia: le misure antismog di secondo livello del ‘Protocollo arià della Regione Lombardia vengono anticipate di due giorni. Oggi, mercoledì 15 gennaio, quindi, scattano le misure aggiuntive: stop ai veicoli diesel trasporto persone fino a Euro 4 e trasporto merci (veicoli commerciali) fino a Euro 3 dalle 8.30 alle 18.30 anche sabato, domenica e festivi e trasporto merci (veicoli commerciali) Euro 4 dalle 8.30 alle 12.30 dal lunedì alla domenica, festivi inclusi. L’ordinanza prevede anche il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con prestazioni energetiche e ambientali che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle. Misure, queste, che si aggiungono a quelle del primo livello (limitazioni per i veicoli fino a Euro 4 diesel in ambito urbano, obbligo spegnimento motori in sosta, limitazione all’uso di generatori a biomassa legnosa di classe inferiore alle 2 stelle compresa, riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni, divieto di spandimento liquami zootecnici e divieto assoluto di combustioni all’aperto come accensione di fuochi, falò, barbecue, fuochi d’artificio) e ai divieti di Area B. continua a leggere

Napoli, incidente in metro: scontro tra treni della linea 1


Napoli, incidente in metro: scontro tra treni della linea 1

articolo: https://www.corriere.it/cronache/20_gennaio_14/incidente-metro-napoli-linea-1-oggi-metropolitana-anm-deef34a8-36a0-11ea-8c20-22605fcc4a4b.shtml

Napoli, 14 gennaio 2020 – Tre treni della linea 1 della metropolitana di Napoli si sono scontrati intorno alle 7:45 del mattino, appena fuori dalla stazione Piscinola. Ci sono diversi feriti, nessuno dei quali in pericolo di vita. Una sola persona è ancora ricoverata: si tratta di un macchinista che ha riportato un trauma toracico ed è in stato di shock. Gli altri sei feriti sono stati curati in ospedale e subito dimessi. La circolazione dei treni è stata sospesa sull’intera tratta.

Lo scontro – Il tamponamento a catena è avvenuto questa mattina e ha coinvolto un convoglio appena uscito dal deposito, uno che aveva già caricato passeggeri a bordo (era appena partito dal binario 2 della stazione di Piscinola) e un terzo treno, ancora senza passeggeri. L’impatto è avvenuto tra le stazioni di Colli Aminei e Piscinola, all’altezza della strettoia dopo la fermata dei Colli Aminei. L’urto avrebbe fatto saltare tre porte del convoglio. continua a leggere

Risultati immagini per Incidente metro Napoli

Nevicata a Milano del 1985


Gelo e neve in Italia: la storica nevicata del gennaio 1985

1985-3

Nevicata a Milano del 1985, 35 anni fa la città paralizzata sotto 90 centimetri di neve

articolo: https://milano.corriere.it/foto-gallery/cronaca/20_gennaio_13/milano-gennaio-1985-35-anni-fa-nevicata-secolo-a20f49ee-35db-11ea-a772-b07894fd2c68.shtml

Si mobilitò perfino l’esercito a Milano nel gennaio del 1985 per quella che è rimasta nella storia come la «nevicata del secolo». La neve cominciò a cadere il 13, con la minima a 13 gradi sotto zero. Il 14 gennaio la città si svegliò sotto 25 centimetri di «fiocca». A mezzogiorno, per terra, erano già 40 i centimetri e ancora non smetteva:50, 60, 70… Arrivò fino a 90 centimetri.

Alcuni scatti di Milano durante la grande nevicata del Gennaio 1985

immagini.quotidiano.jpg

22dor15f1_MGTHUMB-INTERNA.jpg

la-grande-nevicata-del-1985-quella-cantata-dai-bluvertigo-compie-trentanni_a86f4592-9be3-11e4-b09c-dd0b12ce6a31_998_397_original.jpg

Gennaio 1985, ore 2,00: crolla il palazzetto
sotto la neve. Addio al tempio dello sport palazzetto-crollo-3-kGWG-U430501078252818ms-590x445@Corriere-Web-Milano.jpg

18/01/1985 – Velodromo Vigorelli – la tettoia crollata sotto il peso della neve

Immagine correlata

 

 

Agg. infortunio Demiral


Demiral, lesione del legamento crociato: operato, stagione praticamente finita

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/13-01-2020/demiral-lesione-legamento-crociato-sara-operato-prossimi-giorni-36063039576.shtml

Lesione del legamento crociato anteriore con associata lesione meniscale. La brutta notizia per Merih Demiral era nell’aria ed è arrivata intorno all’ora di pranzo dopo gli esami del mattino. Demiral era stato ripreso, in stampelle come nella notte, all’entrata e all’uscita dal J Medical, l’area in cui i giocatori fanno visite mediche ed esami. Esami che avrebbero confermato le preoccupazioni delle ultime 12 ore. Merih, come Zaniolo, a questo punto può sognare un rientro lampo per l’Europeo: è stato una delle grandi sorprese della Turchia che ha chiuso al secondo posto il gruppo della Francia e meriterebbe il grande palcoscenico. continua a leggere

Roma, Zaniolo choc: STAGIONE FINITA! – Juventus, Demiral, infortunio…….


FBL-ITA-SERIEA-ROMA-JUVENTUS

Staff medics tend to AS Roma’s Italian midfielder Nicolo Zaniolo (R) after he was injured during the Italian Serie A football match AS Roma vs Juventus on January 12, 2020 at the Olympic stadium in Rome. (Photo by Andreas SOLARO / AFP) (Photo by ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images)

È rottura del crociato e lesione del menisco, lunedì l’operazione

articolo: https://www.calciomercato.com/news/roma-zaniolo-in-lacrime-per-infortunio-lascia-il-campo-in-barell-50287

Pessime notizie per la Roma e la Nazionale, si è infortunato Nicolò Zaniolo nel match contro la Juve. Un infortunio grave, che costringerà il giocatore giallorosso a un lunghissimo stop. Per Zaniolo è rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro con associata lesione meniscale. Lunedì mattina il giocatore verrà operato a Villa Stuart dal Professor Mariani. La sua stagione è da considerarsi finita perché non rientrerà prima di 5 mesi.

ZANIOLO KO – Durante la partita coi bianconeri, dopo una cavalcata palla al piede da un’area di rigore all’altra, Zaniolo è caduto subendo fallo di De Ligt e Rabiot. Il giocatore ha immediatamente chiesto il cambio (al suo posto è entrato Under) per un infortunio al ginocchio destroZaniolo ha lasciato il campo in lacrime in barella ed è stato subito trasportato in ambulanza a Villa Stuart per valutare l’infortunio con gli esami strumentali. Dopo i controlli e il consulto col professor Mariani, Zaniolo ha abbandonato la clinica per tornare a casa a trascorrere la notte. Lunedì verrà operato dal professor Mariani e poi saranno più chiare le tempistiche di recupero in chiave Europeo. 

Demiral, infortunio al ginocchio in Roma-Juve.

download.jpg

articolo: https://sport.sky.it/calcio/serie-a/2020/01/12/infortunio-demiral-roma-juve-news

Dalla gioia al dolore, tutto in 16 minuti. Dal gol del vantaggio, segnato al 3′, all’infortunio che lo ha costretto ad uscire al 19′: questo il riassunto del Roma-Juventus di Merih Demiral. Il difensore bianconero è uscito a causa di un problema al ginocchio rimediato dopo un duello aereo con Kolarov. Demiral è caduto male dopo un salto altissimo e si è immediatamente buttato a terra dolorante, richiamando l’attenzione dei compagni di squadra e dello staff medico bianconero. Demiral è uscito dal campo con le sue gambe e ha anche invitato Sarri ad attendere prima di effettuare la sostituzione. La sua tenacia, però, non è bastata: il difensore è stato costretto ad uscire pochi minuti dopo, sostituito da De Ligt. Lo staff medico della Juventus ha confermato la distorsione al ginocchio, mentre bisogna attendere gli esami strumentali per capire se sono interessati anche i legamenti (collaterale o crociato). 

È morto Giampaolo Pansa


215832529-2dcbc77e-5278-4bef-b461-bc8cd7415ae5

articolo: https://www.repubblica.it/robinson/2020/01/12/news/e_morto_giampaolo_pansa_giornalista_e_scrittore-245628888/?ref=RHPPLF-BH-I245628621-C8-P1-S1.8-T1

È morto a Roma a 84 anni Giampaolo Pansa, protagonista del giornalismo italiano. Inventore di uno stile, ha lasciato un segno nelle testate a cui ha collaborato. Nella sua biografia professionale un ruolo importante hanno avuto Repubblica e l’Espresso. All’attività di giornalista ha affiancato il lavoro dello storico, dai saggi giovanili sulla guerra partigiana ai bestseller degli anni Novanta e Duemila dedicati ai temi controversi della guerra civile. Lascia l’amata compagna Adele Grisendi. Due anni fa il grande dolore per la scomparsa del figlio Alessandro, ex amministratore delegato di Finmeccanica.

 

Facebook cambia look, in arrivo la nuova versione con dark mode


articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/social-network/2020/01/12/news/facebook_cambia_look_la_nuova_versione_con_dark_mode-245613085/

12 gennaio 2020 – ADDIO vecchia grafica, Facebook sta per cambiare look. La piattaforma social, secondo Cnet, vedrà trasformata la sua interfaccia su desktop entro la primavera. Nella nuova versione per i computer ci sarà anche il dark mode che stanca meno la vista, già previsto per Whatsapp e adottato da numerose applicazioni per dispositivi mobili, tra cui Messenger e Instagram, Twitter e YouTube. continua a leggere

È morto il batterista dei Rush, Neil Peart


È morto il batterista dei Rush, Neil Peart

Neil Ellwood Peart, meglio noto come Neil Peart OC (Hamilton, 12 settembre 1952 – Santa Monica, 7 gennaio 2020), è stato un batterista, paroliere e scrittore canadese, noto per la sua militanza nel gruppo musicale rock progressivo Rush.

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/01/11/news/e_morto_il_batterista_dei_rush_neil_peart-245472666/?ref=RHPF-VZ-I187397577-C6-P5-S4.2-T1

11 gennaio 2020 – È morto in California all’età di 67 anni Neil Peart, batterista e paroliere del famoso gruppo rock progressive Rush; aveva un cancro al cervello. Lo ha annunciato ieri la band canadese. “È col cuore spezzato che condividiamo la terribile notizia che il nostro amico, fratello e partner Neil ha perso martedì la sua battaglia di 3 anni e mezzo contro il glioblastoma”, continua a leggere

Neil Peart Drum Solo – Rush Live in Frankfurt

“Tom Sawyer” by Rush (Time Machine Tour 2011: Live In Cleveland)

 

E’ morto Giovanni Custodero


105316861-be68a6bb-060a-4e90-8995-1fa713750dd9

E’ morto Giovanni Custodero, l’ex calciatore di 27 anni che aveva scelto la sedazione profonda

articolo: https://bari.repubblica.it/cronaca/2020/01/12/news/si_e_spento_giovanni_l_ex_calciatore_di_27_anni_che_aveva_scelto_la_sedazione_profonda-245570953/?ref=RHPPLF-BH-I245572021-C8-P13-S1.8-T1

BRINDISI. Giovanni Custodero, il guerriero sorridente, ha deposto le armi. Si è spento nella notte tra sabato 11 e domenica 12 gennaio, dopo aver lottato per quattro anni contro un sarcoma osseo che prima l’ha costretto all’amputazione di una gamba, poi si era ripresentato aggredendo femori, clavicola sinistra e cranio e costringendolo a cinque interventi e sedute di chemio e radioterapia.

Nel giorno dell’Epifania il 27enne originario di Pezze di Greco, ex portiere di calcio a 5 con la maglia del Fasano, aveva annunciato la fine della sua partita per la vita: “Sarò sedato – aveva scritto il giovane su Facebook – e potrò alleviare il mio malessere”. continua a leggere