Archivi del giorno: 4 gennaio 2020

Niente Var, cambierà il fuorigioco…


Niente Var, cambierà il fuorigioco millimetrico: la decisione dell’IFAB

Niente Var, cambierà il fuorigioco millimetrico: la decisione dell’IFAB

articolo: https://www.teleclubitalia.it/181951/niente-var-cambiera-il-fuorigioco-millimetrico-la-decisione-dellifab/

Il Var subirà ben presto delle modifiche, riguardo l’azione del fuorigioco. Ben presto saranno messi in discussione gli attuali parametri decisionali sui gol annullati per fuorigioco millimetrico. L’inserimento del VAR come sistema d’aiuto per gli arbitri avrebbe dovuto diminuire le polemiche. Invece tale assistenza sta ottenendo moltissime critiche. C’è chi considera il VAR un aiuto fondamentale, capace di rendere giustizia negli episodi controversi. Chi invece condanna questa innovazione, considerandolo un sistema poco incline all’agonismo e allo spettacolo.

Il fuorigioco millimetrico – Come riporta La Repubblica, il VAR apporterà delle modifiche riguardo il fuorigioco millimetrico. Difatti a breve sarà soltanto a discrezione degli arbitri a decidere quando vi è fuorigioco. Sarà, dunque la terna sul campo a decidere se vale la pena o meno annullare un gol per un off-side di pochi centimetri. Il segretario generale IFAB Lukas Brad ha ammesso in tal senso: “Un fuorigioco di un millimetro è fuorigioco di regola ma se per decretarlo servono 12 telecamere, è chiaro che non si tratta di un errore evidente”. Una novità questa che potrebbe essere sperimentata già nella Champions League 2020, a partire dagli ottavi di finale. Ma si imporrà solo gradualmente in Serie A e nei campionati che adottano il video assistant refree ormai da tempo. Con questa operazione, si restituisce potere ai guardalinee introducendo il concetto di tolleranza per tornare allo spirito originario del VAR: risolvere soltanto gli errori “chiari ed evidenti”, senza “arbitrare al video”.

Chi è L’IFAB ?: https://it.wikipedia.org/wiki/International_Football_Association_Board

L’IFAB: L’International Football Association Board (IFAB) è un organo internazionale (un’associazione di diritto svizzero), istituito a Londra nel 1886, che è composto di soli 8 membri, indipendente dalla FIFA (dal gennaio 2014) e dalle quattro Federazioni britanniche che la compongono (inglese, scozzese, gallese e nord-irlandese). L’IFAB ha il potere di stabilire qualsiasi modifica e innovazione delle regole del gioco del calcio a livello internazionale e nazionale, vincolando alla loro osservanza tutte le federazioni, organizzazioni e associazioni calcistiche, che svolgono il calcio a livello professionale e dilettantistico, escluso il solo livello amatoriale

Soggetti tenuti ad applicare il regolamento dell’IFAB – Gli otto membri che compongono l’IFAB detengono un potere unico e assoluto sulle regole del calcio, applicate negli stadi e sui campi dei cinque continenti.

Il testo unico del regolamento di gioco del calcio dell’IFAB è vincolante per gli arbitri, gli assistenti dell’arbitro, i calciatori, i dirigenti, sia per il calcio maschile sia per il calcio femminile. Le regole calcistiche sono tassative in ogni nazione, e possono essere solo integrate a livello nazionale, senza essere modificate, relativamente alle gare fra calciatori di età inferiore ai 16 anni e alle squadre femminili relativamente ad aspetti sottili, quali le dimensioni del terreno di gioco, la circonferenza e materiale del pallone, le dimensioni delle porte, la durata dei periodi di giuoco, le sostituzioni. Per quanto riguarda l’Italia nessun’altra modifica – tranne le suddette – può essere apportata dalla FIGC senza l’autorizzazione dell’IFA