Archivi del giorno: 23 gennaio 2020

Roma si ferma anche Diawara


roma-diawara-ginocchio

Altra tegola Roma, per  si teme lungo stop

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/01/23/altra-tegola-roma-per-diawara-si-teme-lungo-stop_ba32fe9e-2cec-4116-922d-0f5ccd883816.html

Rooma, 23 gennaio 2020 – Un altro infortunio, un altro problema per Paulo Fonseca. In casa Roma si teme un lungo stop per Amadou Diawara, uscito ieri dal campo nella sfida di Coppa Italia con la Juventus a causa di un problema al ginocchio sinistro, lo stesso già lesionato lo scorso ottobre quando fu sottoposto a intervento chirurgico (meniscectomia). Stavolta i controlli a Villa Stuart avrebbero evidenziato la rottura del menisco esterno. Se il bollettino medico di Trigoria confermerà la diagnosi, Diawara starà fermo per circa tre mesi.

Benvenuto Moses


Inter, ufficiale Moses: Conte gli cambiò la vita, ora gli dà la maglia numero 11

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/21-01-2020/ecco-moses-strego-conte-pasadena-ora-vuole-riconquistarlo-360292508069.shtml

Dopo visite e firma, arriva l’ufficialità: l’attaccante nigeriano è nerazzurro e ritrova il tecnico che l’ha rivitalizzato al Chelsea, facendone un cardine della vittoria della Premier

Dopo due giorni di visite, firme e piccole lentezze burocratiche, Victor Moses è finamente un giocatore dell’Inter. Ha scelto la maglia numero 11, e nei giorni scorsi sono serviti anche i “famosi” test atletici ad Appiano – quelli della discordia con la Roma per Spinazzola – che hanno rassicurato Conte sullo stato di un giocatore che in questa stagione ha sofferto tantissimo a causa di problemi muscolari, al punto di giocare da titolare solo sei partite ufficiali. Ha firmato un contratto di tre anni a mezzo a 2,5 milioni di euro a stagione. È il secondo acquisto nerazzurro, dopo Ashley Young: Moses arriva in prestito con diritto di riscatto a 12 milioni. continua a leggere

Moses:

articolo: https://www.inter.it/it/news/2020/01/23/ufficiale-victor-moses-inter.html

Risultati immagini per welcom VICTOR MOSES

VICTOR MOSES È UN NUOVO GIOCATORE DELL’INTER

L’esterno nigeriano arriva in nerazzurro a titolo temporaneo con diritto di opzione

MILANO – Victor Moses è ufficialmente un nuovo giocatore dell’Inter. Il calciatore nigeriano classe 1990 arriva in nerazzurro a titolo temporaneo con diritto di opzione.

Il filo che lega Victor Moses al pallone è intriso di passione, significati profondi, sofferenze e gioie. È una storia di riscatto e determinazione, di enorme forza e carattere. Giocava per le strade di Kaduna, Nigeria, dove era nato. Scendeva in strada con gli amici, scalzo, un pallone tra i piedi, sole o pioggia. È stata una di quelle giornate, vissute tra uno scatto e un dribbling, a cambiare per sempre la sua vita e la sua traiettoria: si ritrovò senza papà Austin e mamma Josephine, strappati via da un pomeriggio di follia, uccisi in casa durante scontri di matrice religiosa. In quel preciso giorno, Moses – che non era in casa proprio perché impegnato a giocare a calcio con gli amici – fu costretto a diventare grande. Non aveva ancora compiuto 12 anni.

Il volo per l’Inghilterra, l’inizio di una nuova vita nel South London scandita da comandamenti precisi: essere forte, non arrendersi. L’innata capacità col pallone tra i piedi, uno strapotere fisico che lo fa essere dominante con i pari età. Impegnato in campionati locali, viene presto scoperto dal Crystal Palace. La crescita, però, doveva essere graduale. E allora Victor inizia a primeggiare, letteralmente. Da quelle parti ricordano ancora la finale della FA Youth Cup 2005, vinta per 5-0 dal Withgift, con cinque gol di Moses. Tre anni e un centinaio di gol per conquistarsi il debutto in prima squadra con il Palace.

Inizia così il suo percorso nel calcio professionistico inglese. Passa al Wigan nel 2010, debutta in Premier League. Poi il grande passo, nel 2012, quando viene acquistato dal Chelsea campione d’Europa in carica. 43 presenze e 10 gol nella prima stagione, con la conquista della Uefa Europa League, non gli valgono la riconferma da parte del nuovo tecnico. Victor, allora, con la consueta determinazione, si rimbocca le maniche e riparte. In prestito, gioca nel Liverpool, nello Stoke City e nel West Ham.

Quando nel 2016 Antonio Conte diventa l’allenatore del Chelsea, per Victor Moses si apre una nuova pagina della propria carriera. Diventa pedina importante nello scacchiere dell’attuale tecnico nerazzurro e contribuisce alla conquista della Premier League 2016-2017 e della FA Cup 2018: 78 presenze, 8 gol, 8 assist in due stagioni con i Blues. La posizione che Conte gli cuce addosso è quella di esterno del centrocampo, dopo che negli anni precedenti aveva spesso agito come ala o seconda punta. Nell’ultimo anno l’esperienza in Turchia, al Fenerbahce.

Moses ha raccolto presenze con tutte le nazionali giovanili dell’Inghilterra, diventando anche il capocannoniere degli Europei U17 2007. Nel 2012, però, la scelta di rispondere alla chiamata della nazionale maggiore della Nigeria, la sua terra. 38 partite e 12 gol, due partecipazioni ai Mondiali ma soprattutto la storica conquista della Coppa d’Africa 2013, lasciando il segno in finale con l’assist per il gol vittoria.

Veloce e determinato, amante del pallone, timido ma consapevole dei propri mezzi: Victor Moses sa che ogni volta che è sceso in campo, è stato l’orgoglio di papà Austin e mamma Josephine. Ora è pronto per intraprendere una nuova avventura: diventa l’ottavo calciatore nigeriano della storia dell’Inter, con predecessori importanti come Nwankwo Kanu, Taribo West e Obafemi Martins.

A Victor va il più grande in bocca al lupo da parte di tutto il popolo nerazzurro! #WelcomeVictor!

日本語版  Versi Bahasa Indonesia  English Version  Versión Española