Archivi del giorno: 7 gennaio 2020

Calcio, l’Antitrust contro 9 società di serie A


articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2020/01/07/calcio-lantitrust-contro-9-societa-di-serie-a_8833d79b-04bf-4e45-963c-74b7fddc6119.html

“Clausole vessatorie nei contratti d’acquisto di abbonamenti e biglietti per le partite”

Inter , Milan, Roma, Lazio, Juventus, Cagliari, Genoa, Udinese, Atalanta sono le 9 società di serie A nel mirino dell’Antitrust che ha avviato 9 procedimenti istruttori per “clausole vessatorie nei contratti di acquisto di abbonamenti e biglietti per le partite“. Si tratta, in particolare, di clausole che non riconoscerebbero il diritto ad ottenere il rimborso di tutto o parte dell’ abbonamento o del singolo biglietto, in caso di chiusura dello Stadio, di rinvio di partita e di ottenere risarcimenti per fatto della società .
L’attività istruttoria in corso fa seguito – si legge in una nota dell’Antitrust – al mancato accoglimento dell’invito rivolto dall’Autorità alle nove società lo scorso 8 maggio 2019, tramite una comunicazione di moral suasion con la quale era stato richiesto ai club di adottare iniziative dirette a rimuovere le evidenze appena richiamate. A queste richieste hanno risposto positivamente solo le società Bologna Football Club 1909 S.p.A. e Parma Calcio 1913 S.r.l.. Queste ultime – sottolinea l’Antitrust – hanno “effettivamente modificato le loro condizioni generali di contratto, con la rimozione dei profili di possibile vessatorietà ivi rilevati nelle rispettive lettere di moral suasion. Per queste due ultime società sono stati archiviate le rispettive procedure. continua a leggere

Australia, oltre 180 persone arrestate per incendio doloso.


articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/01/07/news/australia_arresti_dolo_incendi_emergenza-245143888/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P4-S1.8-T1

Il 70 per cento dei piromani è minorenne. Da settembre le fiamme he devastano l’Australia hanno causato almeno 25 vittime. Ora il timore è che due enormi incendi negli altopiani meridionali possano unirsi per diventare un “mega incendio”. Ieri Canberra ha registrato la peggiore qualità dell’aria al mondo: cittadini dotati di 100mila maschere per la respirazione

SYDNEY – Le autorità australiane hanno arrestato oltre 180 persone per aver appiccato deliberatamente incendi boschivi, in particolare 29 incendi sono stati deliberatamente causati nella regione di Shoalhaven nel sud-est del Nuovo Galles del Sud in soli tre mesi. Gli arresti sono stati effettuati in relazione a incendi dolosi appiccati nel Nuovo Galles del Sud, a Queensland, Victoria, nell’Australia Meridionale e in Tasmania.

Da settembre le fiamme he devastano l’Australia hanno causato almeno 25 vittime. Ora il timore è che due enormi incendi negli altopiani meridionali possano unirsi per diventare un “mega incendio”.

In particolare, nel Nuovo Galles del Sud 183 persone sono state accusate di reati relativi agli incendi boschivi da novembre, mentre 24 sono state arrestate per aver provocato deliberatamente incendi. In Victoria, 43 sono le persone accusate di incendi dolosi nel 2019, mentre nel Queensland 101 persone sono state arrestate, il 70 per cento di loro è minorenne. continua a leggere

Morti sul lavoro, l’anno più nero in Lombardia


Morti sul lavoro, l’anno più nero in Lombardia: mai così tanti nell’ultimo decennio

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/01/06/news/morti_infortuni_sul_lavoro_lombardia_dati_2019-245087341/

Nel 2019 l’Ats ha registrato in cantieri, fabbriche e campagne 67 vittime, esclusi quelli morti per malori o per incidenti stradali legati agli spostamenti di lavoro. La Cgil: “La Regione fa poco per la prevenzione”

Il file Excel, un lungo elenco con 67 celle in fila una sotto l’altra, descrive in maniera forse burocratica ma implacabile la storia di ognuno di loro, anzi, degli ultimi istanti della loro vita. Lavoratori italiani, la maggior parte; ma anche albanesi, romeni, della Costa d’Avorio. Artigiani, domestiche, elettriciste, operai. E poi viene menzionato anche il rapporto di lavoro: c’è anche un “avventizio”, che sembra la definizione di una persona capitata lì per caso. Fatto avvenuto il 10 dicembre ad Agnadello ( Cremona): “L’infortunato è precipitato da un’altezza di sei metri mentre stava eseguendo la potatura con un cestello”. Fine, quasi semplice nella sua disgrazia. Mai così male come il 2019, negli ultimi dieci anni. E anche se sono numeri, dietro c’è molto di più: 67 morti sul posto di lavoro in Lombardia, 13 nel territorio della città metropolitana. Sono i dati delle Ats ( Agenzia di tutela della salute) e sono drammatici perché raccontano come, ancora adesso, sulla sicurezza si fa troppo poco. L’anno migliore del decennio era stato il 2015, con 31 infortuni mortali. Meno della metà dell’anno appena terminato. continua a leggere

Osservatorio Indipendente  morti per infortuni sul lavoro

Opera di Carlo Soricelli “Morti bianche”

Blog da visitare:

Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro: 

http://cadutisullavoro.blogspot.com/

L’unico sito in Italia che monitora in tempo reale i morti sul lavoro, attivo dal 1° gennaio 2008

Curatore Carlo Soricelli tecnico metalmeccanico in pensione e pittore sociale da 50 anni

Su Facebook

https://www.facebook.com/carlo.soricelli

https://www.facebook.com/osservatorioindipendente/

https://www.instagram.com/pittorepranico/channel/?hl=it

Su questo Blog da visitare la pagina: 

https://alessandro54.com/morti-bianche/