“Spero che tu prenda il virus come in Cina”


“Spero che tu prenda il virus come in Cina”: razzismo in campo nel Milanese, il giocatore 13enne esce in lacrime

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/01/27/news/coronavirus_razzismo_cesano_boscone_13enne_cinese_idrostar_ausonia-246878757/

Sabato durante l’incontro Idrostar-Ausonia il 13enne si è sentito insultare così da un giocatore dell’altra squadra. La società: “Quello che fa più male è che né l’arbitro né il mister avversario sono intervenuti”. L’altra squadra: “Oggi le scuse”

27 gennaio 2020 – Ancora un episodio di razzismo sui campi di gioco, anche in periferia e ancora, con protagonisti, ragazzini. Ma questa volta non è un giocatore nero la vittima – come spesso accade – ma un 13enne di origini cinesi. E l’insulto passa dalla psicosi che si sta diffondendo, quella del Coronavirus, il virus cinese: “Spero che ti venga il virus come nei mercati in Cina“. Sabato 26 gennaio a Cesano Boscone (provincia di Milano) si gioca Idrostar – Ausonia, prima partita del girone primaverile dei giovanissimi 2006. Come racconta la squadra di casa su Facebook, al 35esimo del secondo tempo un ragazzo esce in lacrime. “Non si è fatto male, non è stato sostituito. È stato insultato, umiliato solo perché cinese, perché voi non lo sapete ma oggi funziona così. Il peggio arriva dopo, quando l’arbitro non prende nessun tipo di provvedimento e il mister della squadra Ausonia, e neanche i dirigenti, richiamano il proprio giocatore. Passa tutto inosservato, tra l’indifferenza generalecontinua a leggere

https://www.facebook.com/ComuneCesanoBoscone/posts/1209964235876522?tn=K-R

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...